Sei sulla pagina 1di 1

Tu sei Viclàmin, combattente molto conosciuto ad Actir, in quanto

comandante della seconda divisione delle truppe difensive della città. Il nome
del tuo superiore è Jera, un guerriero formidabile dalle sembianze da gatto. Lo
hai visto in azione un paio di volte, ed hai pensato che arrivare al suo livello di
maestria è per molti un sogno irrealizzabile. Per quanto non possegga
particolari doti magiche, riesce ad unire alla forza dei colpi che sferra una
velocità e una fluidità che fa apparire ogni suo duello come una danza. Sei
stato reclutato 15 anni fa, ed hai fatto carriera in breve tempo. Di te si è
sempre detto che hai un’attitudine naturale al comando, oltre che essere ben
dotato sia fisicamente che tecnicamente. Tua madre e tuo padre (Jeenna e
Ferun) vivono nella parte più a sud della città, tu invece ti sei trasferito già da
tempo nella parte alta di Actir, e alloggi nella guarnigione. Grazie al tuo rango
hai una stanza privata all’interno della stessa.
La città vive da qualche anno un periodo di pace, sembrano passati i momenti
in cui dovevi combattere fianco a fianco con i tuoi commilitoni per difendere le
mura dalle offensive dei senza pelliccia.
Di tanto in tanto scendi nel cuore pulsante di Actir per far visita a Irhaky, un
sacerdote di Fhaalon, tuo amico di vecchia data. E’ una delle persone di cui ti
fidi maggiormente e spesso ti confidi con lui se hai un problema o se necessiti
di consigli su come gestire alcune faccende complicate. Da qualche giorno
diversi pensieri ti turbano, hai infatti assistito per puro caso ad una
conversazione tra Jera e il comandante di un’altra divisione, riguardo alcuni
senza pelliccia catturati. Hai sentito nitidamente Jera congratularsi con lui, e
dirgli che sir. Lunnis ne sarebbe stato felice, che aveva proprio bisogno di
proseguire i propri esperimenti, e che sarebbe stato ricompensato come al
solito. Poi i due si sono separati. Sei convinto che non si siano accorti della tua
presenza, ed hai iniziato a riflettere sul fatto che nonostante tu sia un
comandante non avevi minimamente idea che ogni tanto si facessero dei
prigionieri senza pelliccia… e soprattutto non riesci ad immaginare che tipo di
esperimenti si possano compiere
su di loro. E’ per riferire questo
che ora sei a colloquio con Irhaky
alla Locanda dei Sei Sospiri.

Jera, il tuo superiore