Sei sulla pagina 1di 2

Tu sei Thygax, mago conosciuto in tutta Vhestarn come “il primo disertore del Concilio

della Gemma”, l’elite di incantatori addetta al mantenimento dell’equilibrio dell’energia


magica del regno. Non eri mai stato pienamente convinto dell’utilità del Concilio, e che la
giusta via fosse mantenere l’equilibrio. Anzi eri parecchio convinto della necessità di
accentrare in un’unica figura autoritaria e carismatica tutte le decisioni che riguardassero
questioni di magia.
Un giorno mentre studiavi nella biblioteca di Droon (la più fornita di tutta Gnatas) sei
venuto a conoscenza di una bacchetta dei tempi antichi, chiamata “Enchior”, che aveva
l’abilità di amplificare notevolmente il potere di un mago. Ti sei messo alla ricerca di
questo artefatto e dopo svariati anni di peripezie sei riuscito ad entrarne in possesso. La
bacchetta ha effettivamente aumentato a dismisura le tue abilità, a tal punto di convincerti
a presentarti davanti al Concilio e pretendere di diventarne il capo. Quello che ne è seguito
è stata una guerra senza precedenti (trascritta negli annali come “la follia di Thygax”)
perché da solo con l’aiuto della bacchetta eri stato capace di tener testa alle forze alleate
di Gnatas.
Eri riuscito ad evocare migliaia di creature, tra le quali una spiccava in forza ed utilità:
Jixyon, un costrutto a cui avevi donato una scintilla di vita e che avevi promosso a tua
unica guardia del corpo. Da solo era riuscito ad abbattere più di un centinaio tra elfi ed
umani.
Decidesti di lanciare su di te due incantesimi e di renderne perenne la loro durata: un
fuorviare (che permette a chiunque tenti di analizzare il tuo allineamento di percepire
solamente neutralità) ed un aspetto (di modo che nessuno potesse riconoscerti, in quanto
eri un personaggio molto noto in tutto il regno.)
Saresti riuscito ad ottenere sicuramente il controllo di tutte le terre emerse se Ghideos, il
re degli elfi, non avesse evocato un incantesimo per confinare la bacchetta all’interno di
una montagna sacra, nella catena dei “Picchi del Disonore”, ponendo la sua stessa vita
come componente per completare la magia. Da allora tutti i poteri che ti aveva conferito la
bacchetta sono svaniti, e il tuo unico scopo nella vita è riuscire a riappropriartene.
Ora puoi viaggiare liberamente all’interno dei vari continenti di Vhestarn perché gli
incantesimi perenni che ti eri lanciato non sono svaniti. Hai l’aspetto di un giovane mago di
21 anni, ed hai deciso per non destare sospetti di comportarti come se non fossi molto
esperto.

(In termini di gioco ti dovrai comportare come un mago di 4°livello, anche se a tutti gli
effetti sei un mago di 9° livello. Il tuo vero allineamento è Caotico Malvagio, ma lo hai
mascherato come fossi Neutrale Puro. Per quanto riguarda le tue abilità di combattente sei
un guerriero di 4°livello anche nella vita reale per cui non avrai la difficoltà di dover
mascherare doti nascoste in questo campo. Ogni volta che prenderai punti esperienza
infatti il totale dovrai dividerlo per 3: un terzo andrà nella classe “guerriero” e due terzi
nella classe da “mago”.)
Questo significa che viaggerai con un libro di incantesimi adatto ad un mago di 5° livello,
ma hai un anello magico con impresso l’incantesimo monouso “Evocazione istantanea di
Drawmij” per far ricomparire tra le tue mani il tuo vero libro direttamente dal piano astrale
nel momento che riterrai più adatto. Inoltre alcuni incantesimi di alto livello sei riuscito a
mantenerteli memorizzati nella mente, di modo da poterli usare all’occorrenza una tantum.
E’ fondamentale che nessuno del gruppo sappia la tua vera identità, né tantomeno i tuoi
veri poteri. In realtà una persona che sa tutto c’è: ed è proprio Jixyon, il costrutto con il
compito di proteggerti a costo della sua stessa esistenza. Sei certo al 100% che non
tradirà mai il tuo segreto. Sei riuscito a dargli sembianze umane, e pensi che
probabilmente è consigliabile non far sapere agli altri che non è umano.

Recentemente sei riuscito ad avere tra le mani un tomo di Alta Magia elfica ed hai studiato
l’incantesimo che è stato utilizzato per confinare la bacchetta. Sei riuscito a dedurre che
solo il sangue della persona che lo ha lanciato potrebbe spezzarlo…peccato che Ghideos
sia morto nell’atto di fermarti. Però sai che suo figlio si trova in visita a Mahnra, e… forse
potrebbe funzionare. Dopotutto è pur sempre sangue del suo sangue.
Così hai maledetto un piccolo ago, poi hai bloccato in un vicolo un ladruncolo, lo hai
controllato mentalmente e costretto a conficcare l’ago nella spalla del giovane elfo.
Ora stai assistendo alla scena, comodamente seduto al tuo tavolo nella locanda…

Potrebbero piacerti anche