Sei sulla pagina 1di 56

GLI EBOOK DI

Italian Sprout

MICROGREENS
GUIDA ALLA
COLTIVAZIONE
SCOPRI COME COLTIVARLI IN CASA
IN 10 MOSSE

Il miglior cibo che


puoi produrre
veramente a Km 0
2 www.italiansprout.com
BENVENUTI
NEL FANTASTICO
MONDO DEI MICROGREENS

Ciao,
io e tutto lo Staff di Italian Sprout ti diamo il benvenuto in famiglia.

Spero che questo e-book ti sia d’ispirazione e che ti permetta di godere


al meglio della bellezza e del gusto dei microgreens fatti in casa.
Andiamo sempre più di fretta e il cibo sta diventando un abitudine,
invece che uno dei principi cardine della nostre salute.
Il nostro organismo ha sempre più difficoltà a trovare, in quello che
normalmente consumiamo, i nutrimenti necessari al suo funzionamento
ottimale.
È per questo motivo che integrare i microgreens nella tua dieta,
crediamo possa conciliare i ritmi della vita moderna e l’utilizzo di
verdure a km zero.

Scopri l’affascinante mondo dei microgreens, vere e proprie


bombe di benessere per te e i tuoi cari, e comincia a coltivarli a casa tua.
Sono certo che non te ne pentirai.

Buona lettura.
Ramon Colombo

www.italiansprout.com 3
4 www.italiansprout.com
Indice

Un nuovo viaggio alimentare......................................... 6

Introduzione ai microgreens.......................................... 7

Coltivazione in casa - veloce e divertente..................... 9

Queste bombe di salute fanno al caso tuo?................ 10

Gli immensi benefici...................................................... 11

Germogli e microgreens - che differenza c’è?............. 12

Cosa ti serve per coltivare Microgreens....................... 14

Dove coltivare i Microgreens in casa tua?................... 17

I semi vanno messi in ammollo?................................... 20

La coltivazione passo-passo.......................................... 24

Dove usare i microgreens?............................................ 29

Schede dei microgreens più conosciuti........................ 30

Conclusioni.................................................................... 54
Contatti.......................................................................... 55

www.italiansprout.com 5
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Un nuovo viaggio alimentare


La possibilità di produrre i micro-ortaggi in maniera molto
semplice, senza l’apporto di input esterni come fertilizzanti e
pesticidi, anche in spazi piccolissimi, come quello di una ter-
razza, di un balcone o del davanzale di una finestra, rappre-
senta una vera e propria rivoluzione per il crescente numero
di persone che vogliono auto-produrre il cibo che consuma-
no, in quanto il micro-orto in casa può consentire la produ-
zione “a metro zero” ed “a basso costo” di ortaggi freschi e
benefici per la salute umana tutto l’anno.
In questo ebook voglio darti qualche pratico consiglio per
una semplice produzione casalinga, riutilizzando materiali
che altrimenti diventerebbero rifiuti e utilizzando gli stessi
“strumenti” che normalmente utilizziamo per la cura del no-
stro giardino o delle piante di casa.
Alla fine troverai i nostri contatti, per farci le tue domande e
entrare in contatto con noi.

Microgreens di Lenticchia rossa

6 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Introduzione ai microgreens
I microgreens sono giovani piantine verdi eccezionalmente
tenere, le quali vengono raccolte quando i cotiledoni, ossia
le prime foglie embrionali e gli steli delle giovani piante rag-
giungono la lunghezza di 5-10 cm (dipende dalla varietà) e
quando iniziano a spuntare le prime foglie vere.

“Che differenza c’è fra cotiledoni e foglie vere?”


In agricoltura, a livello professionale e non, a volte si sente
parlare della fase delle cosiddette “foglie vere”.
Ma perché c’è bisogno di specificare il termine foglie vere se
già ci si riferisce alle foglie stesse delle piante?
Perché nelle prime fasi di crescita, le piante emettono delle
foglie embrionali, i cotiledoni, che non sono da confondere,
appunto, con le foglie vere e proprie.

Cotiledoni

www.italiansprout.com 7
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

I cotiledoni, oltre ad avere una forma diversa e una struttu-


ra molto semplificata, a differenza delle foglie vere, svolgo-
no principalmente la funzione di nutrimento dell’embrione
dall’inizio della germinazione fino a che la pianta non è in
grado di nutrirsi autonomamente compiendo la fotosintesi
clorofilliana e assorbendo altri nutrienti dal terreno.
Come mostrato anche dall’immagine qui sopra, nella quale è
ritratta una giovane piantina, le differenze sopra citate sono
abbastanza evidenti.
I Microgreens, quindi, sebbene di dimensioni minime, sono
potenti nel gusto, di colore brillante e carichi di sostanze nu-
tritive. Ecco perché stanno aumentando di popolarità e ag-
giungono un tocco unico a ogni pasto della giornata. I mi-
crogreens crescono rapidamente e quelli più veloci possono
essere pronti già in pochi giorni.

Microgreens di Rucola

8 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Coltivazione in casa - veloce e divertente


I microgreens sono perfetti per trasformarci in veri e propri
MasterChef, rendendo sia genitori che bambini i cuochi cre-
ativi di casa, anche quando abbiamo spazio di coltivazione
limitato. Queste piantine super nutrienti hanno bisogno di
pochi centimetri quadrati e possono crescere bene sotto la
luce indiretta o su un davanzale soleggiato. Un raccolto di
microgreens occupa poco spazio ed è altamente nutriente,
avvicinandosi al sapore distinto della pianta matura.
Sono perfetti per la coltivazione in casa poiché forniscono mi-
ni-insalate fresche tutto l’anno, indipendentemente dalla sta-
gione. I bambini li adoreranno, rendendo la loro coltivazione
una vera e propria attività didattica, ossia un piccolo proget-
to di cui occuparsi ma che porta risultati rapidi e gratificanti.

In questo modo, si collegano con la natura e possono impa-


rare molto sul cibo in generale - da dove viene e come viene
coltivato, ad esempio. Possono persino creare un loro sempli-
ce piatto da zero (dal seme alla tavola, per capirci).
Per iniziare la coltivazione dei microgreens con i (tuoi) bambi-
ni, dai loro la sempre più rara opportunità di entrare in con-
tatto con la natura e fagli immergere, letteralmente, le mani
nella terra, affinché possa rapidamente diventare un gioco
che i più adoreranno.

www.italiansprout.com 9
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Queste bombe di salute fanno al caso


mio?
Provali. Prova a coltivarne alcune varietà a casa tua; nel se-
minterrato, in cucina o ovunque tu abbia spazio e un po’ di
luce naturale. Metti alla prova diversi metodi di coltivazione,
in modo da capirne la differenza e trovare quello che più si
adatta alle tue esigenze e abitudini: con terriccio? con acqua?
con fibra di cocco?

Se vuoi quindi aggiungere più sostanze nutritive, più gusto


e più diversità ai tuoi pasti quotidiani, i microgreens fanno
sicuramente al caso tuo.
Con i microgreens, sperimenterai nuovi gusti e nuove moda-
lità di nutrimento per te e la tua famiglia.

“Ma è difficile coltivare i microgreens?”.


Come dice il buon vecchio detto, se non ci provi, non lo saprai
mai.
Quindi, in pratica, devi solo agire e iniziare a far crescere al-
cuni microgreens per godere immediatamente di tutti i loro
benefici.

10 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Gli immensi benefici dei Microgreens


La potenza nutrizionale dei microgreens è enorme.
Molti studi hanno dimostrato, infatti, che i microgreens con-
tengono livelli di nutrienti vitali fino a 40 volte superiori ri-
spetto alle loro versioni “da orto”. I microgreens sono anche
facili da digerire e sono un’aggiunta a basso contenuto calo-
rico a qualsiasi pasto.
Ma i benefici dei microgreens per la salute non iniziano e
finiscono con il consumo: guardare crescere le tue verdure
può essere veramente rilassante e, quando ti prendi cura dei
tuoi microgreens, metti le mani nel terreno, diffondi i semi
e connettiti con il cibo che hai appena coltivato e coccolato.
La salute della tua mente non deve essere trascurata. Essere
parte di qualcosa di fondamentale come il ciclo di vita di una
pianta può darti questa grande opportunità.

Microgreens di Porro

www.italiansprout.com 11
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Germogli e microgreens - che differenza


c’è?
Il primo vero “spartiacque” è la modalità di coltivazione dei
semi (che sono sempre gli stessi).
I germogli crescono grazie all’acqua (o meglio CON l’acqua e
non nell’acqua) mentre i microgreens vengono comunemen-
te coltivati nel
​​ terreno o in alcuni altri substrati di coltura
(muschio di torba, fibra di cocco, ...).
A dire il vero, anche i microgreens possono essere coltivati in
acqua, ma di questo ne parleremo più avanti.

Vuoi scaricare il mio ebook completamente dedicato ai Ger-


mogli? Clicca qui

12 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Un’altra differenza si trova nella fase di crescita delle piante.


I germogli crescono molto rapidamente e possono essere
pronti in 3-6 giorni. Non hanno tempo di trasformarsi in pian-
te e sono essenzialmente consumati come semi “esplosi”.
Anche a livello di colore, sono abbastanza pallidi in quanto
hanno la possibilità di fotosintetizzare solo per poco tempo.
Poiché sono coltivati con
​​ acqua, non sono in grado di assorbi-
re i nutrienti dal sole o dal suolo, portando a un gusto molto
diverso dai microgreens. Generalmente sono delicati e utiliz-
zati nelle arti culinarie per la loro croccantezza.
Detto questo, i germogli sono però la fase di crescita di un
seme con i maggiori valori nutrizionali.
Pensa che un pugno di germogli di ravanello contiene gli stes-
si principi nutritivi di 5 kg di ravanelli freschi. Come direbbe
Totò: “E ho detto tutto”.

Per i microgreens, la raccolta arriva un po’ più tardi.


Generalmente servono da 1 a 3 settimane, a seconda della
varietà.
Dopo la fase di germinazione, è necessario esporli alla luce
artificiale o alla luce del giorno. Questo è lo stadio di crescita
dei cotiledoni, ossia la prima coppia di foglie che appare sulla
pianta. La seconda coppia di foglie che appare, è invece quel-
la comunemente chiamata “di foglie vere”.
Puoi raccogliere i tuoi microgreens durante ognuna di queste
due fasi.
In termini di sapore, i microgreens rivelano profondità gu-
stative che non si trovano nei germogli ne tantomeno nella
pianta adulta. Ad esempio, se ami il coriandolo, il micro-co-
riandolo è sicuramente un microgreens da provare. Il gusto
è molto più intenso. Lo stesso vale per la rucola e tante altre
varietà.

I germogli e i microgreens non hanno bisogno di alcun nu-


triente aggiunto, in quanto tutto ciò che serve alla pianta per
germogliare e crescere è contenuto nel seme stesso.

www.italiansprout.com 13
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Cosa ti serve per coltivare Microgreens


Vediamo allora quali sono gli elementi di base necessari per
iniziare a coltivare microgreens a casa.

Un contenitore dove inserire il


substrato.
Puoi usare un contenitore di
frutta usato o qualcosa di si-
mile con buchi sul fondo e un
altro che trattiene l’acqua. Da
preferirsi: usare due conteni-
tori della stessa dimensione e
mettere diversi fori sul fondo
di un contenitore.
Il vassoio con i fori è chiamato vassoio di crescita, l’altro è il
vassoio di irrigazione.
Raccomandiamo di utilizzare un terriccio soffice e di buona
qualità.
Anche se i tappetini in fibra sono più veloci da gestire e lascia-
no pulito, non producono altrettanto velocemente o piante
altrettanto strutturate.

I contenitori, che siano vaschette o vassoi, possono avere di-


mensioni variabili, con un’altezza che varia da 3 a 5 cm.
A seconda dei casi, il fondo dei contenitori su cui poggia il
substrato di coltivazione può essere integro, ossia privo di
fori o (consigliato), forato, in modo da favorire lo sgrondo
dell’eccesso di acqua (o soluzione nutritiva in vaso di coltiva-
zione idroponica) ed evitare ristagni idrici, che possono fa-
vorire lo sviluppo di funghi fitopatogeni e compromettere la
produzione e la qualità dei micro-ortaggi.

14 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Un vaporizzatore spray per bagnare il terreno


prima e dopo la semina.
Non preoccuparti troppo dell’acqua che usi;
tuttavia, se usi l’acqua comunale, ti consiglia-
mo di lasciarla riposare una giornata. C’è qual-
che dibattito se ciò sia sufficiente a rimuovere
il cloro, ma piuttosto che niente… 😊

Un barattolo dosatore con i fori (tipo quel-


lo usato per le spezie in cucina).
Puoi usare una bottiglia più grande o più
piccola, ma diventa poi difficile da manipo-
lare.
Le aperture dei fori dovrebbero avere un
diametro di qualche millimetro. Più piccoli
o più grandi rendono difficile la distribu-
zione uniforme dei semi.

Per iniziare, avrai bisogno di alcuni semi


di microgreen (ovviamente!) e alcuni mi-
surini.
Ti ricordo che i semi destinati alla pro-
duzione di micro-ortaggi (o germogli)
non devono essere conciati con sostanze
chimiche e devono essere certificati bio-
logici.
Come quelli su italiansprout.com,
per capirci 😊
Queste sono, quindi, le forniture di base necessarie per colti-
vare microgreens.
In alcuni casi, potresti aver bisogno di elementi aggiuntivi
ma, prima di arrivare a quelli, dobbiamo parlare di dove, a
casa tua, dovresti far crescere i tuoi microgreens.

www.italiansprout.com 15
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

PRODOTTI CONSIGLIATI
(clicca sul nome per vedere la scheda)

Semi per Microgreens:


Link ➞ Italian Sprout

Elenco di vassoi per Microgreens:


Link ➞ Vassoio crescita + vassoio irrigazione
Link ➞ Vassoio per coltivazione idroponica
Link ➞ Vasetti diametro 10 cm

Elenco di supporti per Microgreens:


Link ➞ Terriccio
Link ➞ Stuoie di canapa
Link ➞ Fibra di cocco

Elenco di luci per Microgreens:


Link ➞ Coltiva Bar IP65
Link ➞ Lampada a Clip
Link ➞ DSGYZQ LED

Elenco di articoli vari per Microgreens:


Link ➞ Spruzzino
Link ➞ Dispenser per semi
Link ➞ Carta per germinazione
Link ➞ Nutrienti per coltivazione idroponica

16 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Dove coltivare i Microgreens in casa tua


I semi vogliono crescere, questo è il loro mestiere.
I semi di microgreen non sono diversi.
La maggior parte delle piantine coltivate a microgreens sono
lavoratrici vigorose e per crescere richiedono solo un po’ di
luce e umidità.

I microgreens sono davvero semplici da coltivare, anche in ap-


partamento.
I micro-vegetali adorano l’acqua, quindi è qualcosa che do-
vresti sempre tenere a mente, non dimenticando quindi di
annaffiarli.
La migliore temperatura per coltivare microgreens è quella
ambiente, quindi intorno ai 18-23 gradi e con il 50-60% di
umidità.
Come vedi, queste sono in qualche modo le normali condizio-
ni ambientali di casa nostra.

Parlando invece dell’aspetto “luce”, i tuoi microgreens cre-


sceranno più velocemente, più densi e nutrienti se vengono
posti alla luce solare diretta e / o alla luce artificiale.
Dopotutto, oltre al sapore, è il valore nutrizionale che deside-
riamo dai microgreens, quindi dare loro la maggior quantità
di luce possibile farà bene ai microgreens e, di riflesso, anche
a noi.
Dopo la germinazione, posizionare il vaso/vassoio di micro-
greens vicino a una finestra soleggiata, dove riceverà da 5 a 6
ore di buona luce solare, è l’ideale.
Anche la luce indiretta sul bancone della cucina o su un tavo-
lo vicino a una finestra funzionerà bene per i microgreens, se
questo è tutto lo spazio che hai.

In alternativa, i microgreens crescono alla grande sotto la


luce artificiale. La parte migliore è che non hai bisogno di
luci particolarmente complicate. Le normali luci fluorescenti
o LED da negozio saranno sufficienti per fare crescere con
generosità i microgreens.
www.italiansprout.com 17
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Dato che la raccolta dei microgreens avviene prima che fio-


riscano, non è necessario disporre di luci a spettro completo.
Se hai spazio, monta un paio di luci per negozi su uno scaffale
e sei pronto per coltivare microgreens.

Un altro aspetto fondamentale del processo di produzione di


micro-ortaggi legato al seme è la densità di semina; la mag-
gior parte dei produttori a livello commerciale utilizza densi-
tà di semina elevate per massimizzare la produzione.

Tuttavia, occorre considerare che aumentando la densità di


semina si riduce il peso medio delle singole piantine e si favo-
risce l’allungamento degli steli, che essendo poco esposti alla
luce e crescendo in condizioni microclimatiche caratterizzate
da elevata umidità e scarsa circolazione di aria, si inteneri-
scono e possono essere facilmente soggetti a marciumi, con
conseguente riduzione della qualità dei micro-ortaggi.
Indicativamente, la densità di semina può oscillare da 1 seme/
cm (per i semi più grandi, come, ad esempio, cece, pisello,
mais, ecc.) fino a 4 semi/cm (per i semi più piccoli, come, ad
esempio, cima di rapa, broccolo, cavolfiore, cicoria, ecc.).
La semina generalmente si effettua distribuendo manualmen-
te i semi sulla superficie del substrato, mentre le aziende che
operano a livello commerciale spesso utilizzano seminatrici di
precisione. La germinazione deve avvenire in assenza di luce,
con temperature idonea alla specie (15-25 °C) ed elevata umi-
dità relativa (80-90%). Per la produzione dei micro-ortaggi,
il seme non ha bisogno di essere posto in profondità, anche
per evitare che nel corso della germinazione il germoglio sia
sporcato dallo stesso substrato di coltivazione.

Tuttavia, durante questa fase, il seme deve essere mantenuto


umido, per facilitare la completa germinazione; perciò, so-
prattutto nel caso di condizioni climatiche non ottimali per
la germinazione, per un periodo di due o tre giorni dopo la
semina, le vaschette possono essere coperte, senza toccare i
semi, utilizzando ad esempio un film plastico nero o un vas-
soio rovesciato, con l’obiettivo di aumentare la temperatura

18 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

e quindi la velocità di germinazione e mantenere condizioni


di elevata umidità nell’ambiente di germinazione. Una volta
avvenuta la germinazione, la copertura deve essere rimossa.

La raccolta può essere effettuata manualmente con delle for-


bici o una lama, tagliando le plantule a pochi millimetri dalla
superficie del substrato e, se è possibile, asportando i tegu-
menti dei semi che in molte specie (erba cipollina e bietola,
ad esempio) non è possibile scartare poiché rimangono spes-
so uniti ai cotiledoni (ma in questo caso, nessun problema. Si
possono tranquillamente mangiare).
Una volta raccolti, poiché altamente deperibili, i micro-ortag-
gi devono essere lavati e possono essere conservati in frigori-
fero, a 1-5 °C e per due o tre giorni.

Microgreens di Pisello, Coriandolo, Mostarda e Ravanello appena raccolti

www.italiansprout.com 19
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

I semi vanno messi in ammollo?


Parlando di microgreens, la fase di ammollo (o più tecnica-
mente definita “di attivazione”) è quella che spesso viene
sottovalutata e che invece, quando necessaria, può garantire
una crescita ottimale dei nostri semi biologici.

Alcune varietà di semi di microgreen germogliano più facil-


mente quando il guscio duro che circonda il seme è stato am-
morbidito in acqua. Ci sono alcuni semi di microgreen che
hanno bisogno di un “aiutino” per iniziare il processo di ger-
minazione e l’ammollo in acqua durante la notte è la soluzio-
ne migliore.

Per quanto riguarda i microgreens, mettere i semi in pre-am-


mollo non è obbligatorio, ma alcune varietà di semi vi saran-
no grate se faciliterete il loro lavoro di germinazione.

Quando i semi sono impregnati d’acqua, c’è un tempo di ger-


minazione più rapido e una crescita più uniforme dei gambi
e delle prime foglioline.

Facciamo quindi chiarezza su quando è inutile, consigliato


o indispensabile lasciare a mollo i semi per microgreens, per
una raccolta di successo.

Prima cosa da sapere: perché dobbiamo attivare i semi?

Nella semina di qualsiasi specie vegetale l’obbiettivo è riusci-


re ad “attivare” il seme, ovvero ricreare tutte quelle condi-
zioni che, in natura, permetterebbero al seme di schiudersi,
radicare e germogliare.

L’attivazione dei nostri semi per microgreens, quindi, è un’o-


perazione che andremo ad effettuare per stimolarlo alla ger-
minazione, cercando di interrompere la dormienza nella qua-
le i semi sono naturalmente caduti per auto-proteggersi.
Ma rilassati: la fase di ammollo non è difficile.
20 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Misura innanzitutto la quantità di seme che sarà necessaria


per riempire l’area del contenitore che utilizzerai, così da non
dover gettare il seme in eccesso.

Può essere utile, prima di ancora di incominciare con l’am-


mollo, dare una sciacquata ai semi così da eliminare tutti i
residui e poi scolare l’acqua in eccesso con un colino. Per l’uso
domestico, quei piccoli colini che si possono comprare nei ne-
gozi “Tutto a 1 euro” vanno benissimo e funzionano perfet-
tamente per la maggior parte dei semi.

Scolare bene l’acqua grazie ad un colino. Umidi sì, affogati


no.
Una volta inseriti i semi in un contenitore (bicchiere, ciotola,
barattolo di vetro o altro), riempire d’acqua la ciotola per cir-
ca il doppio dello spazio occupato dai semi.

Alcuni semi più grandi (come l’erba di grano) possono richie-


dere dell’acqua in più, perché assorbiranno molta più acqua
in questa fase di ammollo.

Coprite ora la ciotola con un coperchio o un tovagliolo di


carta e riponetela in un’area al buio con una temperatura
ambiente (idealmente 21 gradi) per circa 12 ore (o anche per
tutta la notte).

I semi, infatti, non hanno bisogno di nessuna luce durante


questa fase di germinazione, ma il consiglio è di tenere la sco-
della a portata di mano mentre i semi sono in ammollo, così
ricorderai che avranno bisogno della tua attenzione. I semi
lasciati troppo a lungo immersi nell’acqua possono comincia-
re a rovinarsi, creando marciumi o muffe.

Dopo circa 12 ore, o comunque per il tempo indicato nelle


nostre schede per ogni singola varietà, togli prima con un
cucchiaio i semi in superficie (schiacciane un paio per vedere
se sono vuoti. Se è così, da li non nascerà nulla e daranno solo
fastidio ai semi vitali).

www.italiansprout.com 21
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Scola poi l’acqua “di macerazione” con un colino e lava i semi


sotto al rubinetto.

Per concludere, svuota per bene tutta l’acqua presente nel


contenitore.

Ricorda: in questa fase i semi devono essere ben umidi ma


non affogati 😊
A questo punto i tuoi semi sono pronti per essere messi a
dimora nel contenitore che preferisci, con all’interno terra
soffice (se vuoi approfondire quali supporti alternativi al ter-
riccio potresti utilizzare, leggi questo post sul mio blog).

Quali semi devono essere messi in ammollo?

Partiamo da quelli che NON devono essere messi in ammollo


(lo potresti anche fare, ma poi sarebbe più difficile la distribu-
zione sul terriccio): i semi mucillaginosi.

I semi mucillaginosi sono quelli che, a contatto con l’umidità,


creano una sorta di gel appiccicoso che va a inglobare i semi
stessi.
Sono ad esempio: basilico, rucola, crescione, senape, mizuna
e, ribadiamo, in questo caso –> niente ammollo dei semi.

Cospargi questi tipi di semi direttamente sul terreno di coltu-


ra e inumidiscili con un vaporizzatore.

Piccoli semi come broccoli, cavoli, cavoli rapa, ravanelli posso-


no invece beneficiare del processo di ammollo.

Se stai però seminando contenitori importanti, i semi bagnati


possono essere difficili da spargere su una grande superficie.
In questo caso, cospargere i semi secchi sul terreno e ricoprire
con uno strato superficiale molto leggero di terra, vaporiz-
zando poi abbondantemente il terriccio.

22 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

La copertura del terriccio contribuirà a trattenere l’umidità


extra che questi tipi di semi hanno bisogno, per rompere il
loro guscio esterno.

I semi grandi necessitano, invece, di un processo di ammol-


lo dei semi, non essendo difficile spargerli anche su superfici
più ampie. Semi di bietola, barbabietola, girasole e pisello,
ad esempio, se coltivati come
​​ germogli o microgreens, vanno
sempre pre-imbevuti.

Produzione di Microgreens in vasetti Ø 10 cm

www.italiansprout.com 23
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

La coltivazione passo-passo
Spero che a questo punto nella tua testa ci sia una vocina che
dica:” Ok, mi hai convinto. Quindi, da dove partiamo?”
Ecco i passaggi necessari per coltivare i tuoi primi (e sicura-
mente non ultimi) microgreens.
PS: dimenticavo, i metodi per coltivare sono diversi e puoi es-
sere creativo nell’utilizzo di attrezzi che hai in casa o che puoi
trasformare per questo progetto.

Puoi usare per i tuoi test anche contenitori di zuppe pronte,


vaschette per la frutta, vasetti e sottovasi che già usi per le
tue piantine.
L’importante è capire il concetto, poi per complicare le cose
siamo sempre in tempo 😊
Io ti parlerò di un sistema di coltivazione a basso costo, adatto
anche per chi volesse fare qualche prova per capire quali po-
trebbero essere le modalità per farlo anche diventare, perché
no, un lavoro redditizio (a volte inserirò anche qualche nota
“tecnica” per chi si sta appunto avvicinando alla produzione
dei Microgreens per farne un attività da reddito).

STEPS 1 & 2
Come dicevo inizialmente, servono sempre una coppia di vas-
soi e ora capirai il perché (qui sotto un esempio di vassoi spe-
cifici per microgreens, che puoi trovare su Amazon a questo
link: https://amzn.to/3agEVcY).
1. Prendi i tuoi due vassoi.
Sono preferibili vassoi poco
profondi (da 6 a 8 cm) in
quanto si utilizza meno sub-
strato (considerando anche
che, dopo ogni produzione,
quel materiale va buttato).
Il vassoio di crescita deve
adattarsi all’interno del vas-
soio di irrigazione.

24 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Assicurarsi che il vassoio di crescita abbia fori di drenaggio


nella parte inferiore. Non troppo grandi per non far cadere il
terriccio nel vassoio inferiore, ma abbastanza grandi affinché
il terreno possa assorbire l’acqua.
Annaffia i tuoi microgreens, una volta che iniziano a cresce-
re, dal basso. Ricorda, il vassoio di irrigazione non dovrebbe
avere fori in quanto deve trattenere l’acqua. Più avanti ne
riparliamo.
2. Riempi il vassoio di coltivazione con terriccio di buona qua-
lità, fino ad un centimetro dal bordo superiore del conteni-
tore.
Al fine di garantire una buona germinazione ed una crescita
ottimale delle plantule, un buon substrato per la coltivazione
deve possedere caratteristiche fisiche tali da assicurare poro-
sità superiore all’85% del volume totale, un giusto rapporto
tra macro e micro-pori per garantire allo stesso tempo una
buona capacità di ritenzione idrica (55-70% del volume tota-
le) ed un buon livello di aerazione (20-30% del volume tota-
le) dell’apparato radicale.

Comprimi leggermente il terreno. Non compattarlo troppo,


ma non lasciarlo nemmeno essere soffice. Posiziona ora il vas-
soio di crescita (con fori) nel vassoio di irrigazione (senza fori).

NOTA: Un materiale organico alternativo alla torba è la fibra


di cocco, che ha il vantaggio di essere prodotta a partire da
una fonte rinnovabile.
Ovviamente, nella scelta della fibra di cocco, occorre conside-
rare che in base alle dimensioni delle particelle (fibra o midol-
lo), le proprietà del substrato possono variare notevolmente.
Nel caso della fibra di cocco e di altri substrati organici che
possono derivare da processi di compostaggio, è importante
verificare che il contenuto di sali non sia elevato, perché una
conducibilità elettrica elevata può limitare la germinabilità
dei semi.

www.italiansprout.com 25
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Tra i substrati appositamente sviluppati per la produzione di


micro-ortaggi occorre citare i tappetini costituiti da materiali
fibrosi di recupero, che possono essere naturali (fibra di coc-
co, fibra di juta, fibra di cotone, fibra di alghe e polpa di cel-
lulosa).

STEPS 3, 4, & 5
3. Misura la lunghezza e la larghezza del tuo vassoio di col-
tivazione per calcolare l’area della tua superficie di semina.
Per cominciare, aggiungi una quantità casuale di semi al tuo
vassoio, nel tempo avrai modo di farti uno schema di quanti
semi possano servirti in base alla grandezza del tuo vassoio.
4. Utilizzando il vaporizzatore spray, bagna la superficie su-
periore del terreno nel vassoio di coltivazione con acqua, pos-
sibilmente non clorata.
5. Inserisci i semi di microgreen nel tuo barattolo dosatore
(nel parlavo all’inizio dell’ebook, ricordi?). Tenendo il dispen-
ser vicino alla superficie del terreno, scuoti i semi sul terreno
il più uniformemente possibile. Una volta che è vuoto, usa il
dito per distanziare delicatamente i semi che sono caduti in
gruppi e, quindi, troppo vicino.

STEPS 6 & 7
Lo spazio dei semi non deve essere perfetto, non preoccupar-
ti se alcuni semi si toccano. L’importante è coprire la maggior
parte della superficie del terreno e sei a posto.
6. vaporizza ancora per bene i semi cosicché il getto possa
aiutarli a posizionarsi meglio nel terreno. Lascia che il terreno
assorba l’acqua per 2 o 3 minuti.
7. Copri ora i semi con un coperchio scuro o molto opaco.
Posiziona il coperchio proprio sopra i semi e la superficie del
terreno.
Questa copertura in quanto la maggior parte dei semi germi-
na meglio al buio. Quindi oltre al coperchio di plastica, puoi
tagliare un pezzo di cartone per adattarlo alla grandezza del
vassoio.
Metti a questo punto un peso sulla parte superiore per tener-
lo saldamente in posizione. Un sasso, due libri, qualcosa che

26 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

non sia troppo leggero, comunque.


Non preoccuparti, che tu ci creda o no, le piantine spingono
sia il coperchio che il peso che hai appoggiato sopra.
PS: ma a cosa serve tutto ciò?
Buio e “peso sopra la testa” sarebbe la situazione che trova
il seme quando seminato in pieno campo, quindi questo è un
modo per riprodurre lo stesso contesto e indurre il seme a
germogliare 😊
STEP 8
Posiziona il vassoio dove vuoi far crescere i microgreens e…
8. Ora lascia che i tuoi semi germinino. Tra 2 o 3 giorni con-
trolla il tuo vassoio. Dovresti vedere che alcuni semi stanno
iniziando a crescere!
Le piantine potrebbero già sollevare il coperchio dal terre-
no. I tempi dipenderanno dalla varietà di microgreens e dalla
temperatura del suolo.
Una volta che i microgreens iniziano a sollevare il coperchio,
è tempo di rimuoverlo. Non preoccuparti se le piante al cen-
tro del vassoio sono bianche o giallastre.

STEP 9
Le piantine diventeranno verdi quando riceveranno un po’ di
luce, in quanto comincerà il processo di fotosintesi e la cloro-
filla entrerà in circolo nelle plantule.
9. Ora che i semi sono germogliati è tempo di annaffiarli e
vederli crescere.
Mentre irrighi i tuoi microgreens, ricordati di non bagnare le
foglie dei piccoli germogli per evitare l’insorgere di malattie
o muffe.
Posizionare a questo punto il vassoio in una posizione ben
illuminata.
Se la superficie del terreno appare asciutta, è possibile uti-
lizzare lo spruzzatore e bagnare nuovamente il terreno. La
superficie del suolo non deve essere fradicia, ma solo umida.
Ad ogni modo, dovrai aggiungere acqua al vassoio di irriga-
zione. Inizia con poco, diciamo 6 o 7 millimetri. Sarà sufficien-
te per iniziare.

www.italiansprout.com 27
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Un ottimo indicatore di “bisogno d’acqua” dei tuoi micro-


greens è il peso del vassoio di coltivazione. Quando è legge-
ro, significa che c’è bisogno di acqua (in generale, questa è
un’ottima regola anche per tutte le piante in vaso).
Posizionare il vassoio di crescita all’interno del vassoio di irri-
gazione.
A volte il vassoio di coltivazione galleggerà un poco. Nessun
problema, va bene, il terreno assorbirà l’acqua e presto si as-
sesterà.
Aggiungi ancora acqua, sempre quei 6/7 mm, anche il giorno
successivo.
Nei giorni seguenti, controlla il peso per vedere se i tuoi “ami-
ci verdi” hanno bisogno di acqua. Ne useranno sempre di più,
a mano a mano che cresceranno.
Continuare ad annaffiare secondo necessità fino a quando
i microgreens non raggiungono un’altezza di 5/8 cm (come
sempre, dipende dalla qualità che stiamo coltivando).

STEP 10
10. È tempo di raccogliere!
Il tempo di raccolta dipenderà dalla varietà di microgreens
che stai coltivando; così come la temperatura di coltivazione
e la quantità di luce ricevuta.
Alcuni microgreens richiedono solo 7 giorni. Altri potrebbero
richiedere fino a un mese prima che siano abbastanza maturi
da essere raccolti.
Usa le forbici in acciaio inossidabile per tagliare i microgreens
appena sopra la linea del suolo. Se stai attento, il terreno ri-
marrà nel vassoio e non dovrai lavare i microgreens.
Durante il taglio, inclina il vassoio, in questo modo i micro-
greens cadranno sul tavolo. Taglia la quantità che desideri
utilizzare e lascia che il resto continui a crescere. Più freschi
sono, meglio è!

Ecco qua!
Dieci semplici passaggi e puoi iniziare a coltivare microgreens
in casa tua.

28 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Dove usare i microgreens?


Con i microgreens esiste una sola regola: usali senza limiti.
Puoi usare i microgreens in ogni piatto che desideri.
Per colazione, pranzo o cena. In un cocktail, dessert o, sempli-
cemente, in un panino.
Certo, le insalatone sono un must, quando ti chiedi dove ag-
giungere i microgreens.
E non dimenticare gli hamburger. Invece di usare le classiche
fogli di lattuga verde per ottenere quella sensazione extra
croccante, prova ad aggiungere i tuoi microgreens. Non solo
aggiungeranno un sapore perfetto ma anche un tocco di clas-
se.
Quale modo migliore e più sano per iniziare la giornata?
Anche i frullati sono un ottimo modo per assumere i tuoi mi-
crogreens.
L’erba di grano e i broccoli sono particolarmente popolari per
i frullati, poiché contengono molte vitamine.
Molti sono i sapori delicati adatti per i frullati: girasole, cavo-
lo nero, cavolo rapa, pisello, coriandolo (quest’ultimo, se ami
il suo gusto deciso). Ti darò anche un piccolo suggerimento,
sull’argomento “bambini e verdure”. Se non vogliono man-
giare le verdure, i microgreens sono la soluzione perfetta.
Mettine solo una manciata in un frullato e, ti garantisco, non
sapranno che stanno mangiando verdure.
Si, lo so. E’ un po’ subdolo, ma sicuramente è un modo per
far godere ai tuoi figli i benefici nutrizionali contenuti nelle
verdure e, ancora di più, nei microgreens.
I microgreens sono perfetti anche per dare quel piccolo extra,
quando arriva l’ora agli antipasti. Libera la tua immaginazio-
ne preparando i tuoi piatti freddi o caldi. Ti garantisco che i
tuoi amici li ameranno.
Non aver paura di incorporarli nel tuo cibo quotidiano e, se
hai dei bambini, i microgreens li aiuteranno nel loro processo
di crescita.
Dai loro le forbici per tagliare i micro e fagli “decorare” i
piatti. Saranno così sbalorditi, che mangiarli sarà una soddi-
sfazione anche per loro.
www.italiansprout.com 29
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Schede dei microgreens più conosciuti


Sotto il nome delle singole varietà, troverai un link alla sche-
da del nostro e-commerce dove potrai trovare molte altre
proprietà del microgreens di tuo interesse:

ALFALFA (O ERBA MEDICA)


https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
alfalfa-erba-medica-kangaroo-2/

L’erba medica, o “alfa-alfa”, in arabo


“al-fac-facah” significa padre di tutti i
cibi, è uno dei più popolari micro or-
taggi, amato da molte persone essen-
do anche, forse, il germoglio più co-
nosciuto. Ha un sapore molto delicato
con sentore di noci, e spesso può esse-
re aggiunto in insalate o sandwich per
un extra di sapore (e di benessere).

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-11 giorni

AMARANTO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
amaranto-rosso-line/

Il microgreen di amaranto è sottile e


leggiadro, veramente bello. Dona un
vibrante colore rosso / rosa ed è per
questo che gli chef amano usarlo per
guarnire i loro piatti. Una cosa da no-
tare è che gli amaranto sono abba-
stanza sensibili alla luce e crescono un
po’ più lentamente di altre varietà.

30 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Quindi, il tempo di blackout deve essere un paio di giorni in


più per consentire alla pianta di crescere più alta, prima di
esporla alla luce. Ecco perché il microgreen all’amaranto è un
po’ impegnativo per i principianti (ma da grandi soddisfazio-
ni).

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 4-5 giorni
Giorni alla raccolta: 8-10 giorni

RUCOLA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-germogli/ruco-
la-selvatica-paprika/

La rucola è una pianta con un gusto


pepato inconfondibile. È anche uno
dei microgreens più popolari per l’uti-
lizzo in mix di insalate e per guarnire
piatti. La rucola è abbastanza facile da
coltivare e germina rapidamente, nel
giro di un paio di giorni.

Mentre li coltivi nel vassoio, devi solo


assicurarti di distribuire uniformemen-
te il seme e di non bagnarlo troppo.
A differenza degli altri microgreens, infatti, la rucola preferi-
sce un ambiente con un’umidità minima per crescere meglio.

Inoltre, man mano che crescono, il loro gusto pungente di-


venta meno intenso.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 4-5 giorni
Giorni alla raccolta: 7-10 giorni

www.italiansprout.com 31
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

BIETA (GIALLA O ROSSA)


https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
bieta-bulls-blood/

I microgreens di barbabietola hanno


un colore rosso (o giallo) vibrante e al-
trettanto affascinante. Non è affatto
difficile coltivarlo, il che è perfetto per
coloro che hanno appena iniziato. Il
gusto è abbastanza simile alla barba-
bietola, ma un po’ più dolce e meno
“terroso”.

Per un migliore tasso di germinazione, i semi devono rima-


nere in ammollo per circa 10 ore, per dare ai semi una spin-
ta iniziale dallo stato dormiente. Proprio come la bietola, il
microgreen delle barbabietole è preferibile coltivarlo usando
del buon terriccio come substrato.

Ammollo: Si
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 5-6 giorni
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

BORRAGINE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
borragine-campari/

La borragine è una di quelle varietà


che necessita di un po’ di pazienza per
vederla crescere. Puoi lasciare in am-
mollo il seme per alcune ore, per ave-
re un miglior tasso di germinazione.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 4-6 giorni
Tempi di blackout: 8 giorni
Giorni alla raccolta: 10-15 giorni

32 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

BROCCOLI
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
broccolo-calabrese-don-vito/

I broccoli sono un altro microgreen


molto popolare.
Il microgreen di broccoli ha un tipico
sapore di broccoli ma più mite. Il sapo-
re leggermente amaro è dovuto alla
presenza di un composto chiamato
sulforafano. Questo composto li ren-
de molto utili nella prevenzione dei
tumori che colpiscono l’apparato di-
gerente.

Tali composti sembrano anche avere effetti benefici contro


patologie cardiovascolari, disordini neurologici ed effetti di
invecchiamento.
Questa sostanza si è rivelata molto utile anche per le perso-
ne affette da diabete, dal momento che essa contribuisce a
riparare i danni all’apparato cardiovascolare provocati dall’i-
perglicemia.

I broccoli sono abbastanza rapidi, sia nella fase di germina-


zione che di crescita. È così veloce che puoi raccoglierlo il 7°
giorno. Inoltre, i broccoli non hanno bisogno di quanta più
acqua degli altri microgreens, quindi devi solo assicurarti che
ci sia un po’ di umidità per farli stare bene.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 4 giorni
Giorni alla raccolta: 7-10 giorni

www.italiansprout.com 33
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

PAK CHOI
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
pak-choi-mr-lee-2/

Il microgreen di cavolo (perché è di


questa famiglia che fa parte il Pak
Choi) è uno dei microgreens più stu-
diati. Il suo valore nutrizionale è enor-
me, come abbiamo già discusso par-
lando di broccoli. Ha molte varietà,
ma solo alcuni semi di queste sono
disponibili in commercio da utilizzare
per la coltivazione di microgreens.

Piantare il microgreen di Pak Choi non è affatto difficile e


cresce rapidamente.

Ammollo: Si
Tempi di germinazione: 1-3 giorni
Tempi di blackout: 3-5 giorni
Giorni alla raccolta: 8-10 giorni

CAROTA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
carota-cyrano/

I microgreens di carota sono corti, leg-


geri e piumati. Sebbene crescano un
po’ lentamente, alla fine della giorna-
ta sapranno darti soddisfazione.
I microgreens di carota possono essere
coltivati sia con terriccio che in acqua
(quindi in idroponica).

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 4-5 giorni
Giorni alla raccolta: 8-14 giorni

34 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

CECE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
cece-sand-savannah/

Il cece è, in assoluto, uno dei micro-


greens più facili da coltivare (come
un po’ tutti i legumi, a dire al vero).
Cresce molto velocemente e non è ne-
cessario tenerli per molto al buio. Sa-
ranno pronti per il raccolto una volta
che raggiungono un’altezza di circa
4-5 cm.

Una cosa da notare è che il tempo di


ammollo non dovrebbe essere troppo
lungo.
Normalmente, tende a una germinazione rapida, quindi ri-
cordati di coprire con un leggero strato di terreno una volta
seminato sul terriccio.
Il cece tende ad essere farinoso, per questo motivo consiglia-
mo di non consumarlo crudo.

Ammollo: Si
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: No
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

www.italiansprout.com 35
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

CICORIA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
cicoria-italiko-red/

La cicoria è un altro microgreens poco


conosciuto. Questo interessante mi-
crogreen a foglia, ha un retrogusto
leggermente amaro e alcune perso-
ne amano usarlo in mix di insalate. La
cicoria è spesso confusa con l’indivia,
ma in realtà sono due specie diverse.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 3-5 giorni
Tempi di blackout: No
Giorni alla raccolta: 16-24 giorni

PORRO CINESE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
porro-cinese-bombonera/

I microgreens di porro cinese assomi-


gliano molto agli scalogni in miniatu-
ra e all’erba cipollina. Possono essere
coltivati sul terreno o in idroponica e
sono molto lenti nella germogliazio-
ne e crescita. Di solito, ci vuole circa
una settimana per vederli germinare,
anche se il tasso di germinazione è
alto.
Per dargli una spintarella, prova a immergere il seme in acqua
per un paio d’ore, prima di piantarlo. Ha un leggero sapore
di aglio e può essere utilizzato in vari piatti o come contorno.
Davvero ottimo.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 6-9 giorni
Tempi di blackout: No
Giorni alla raccolta: 14 - 24 giorni
36 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

CORIANDOLO (O CILANTRO)
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
coriandolo-split-2/

Il coriandolo, noto anche come Cilan-


tro, è un popolare microgreen a cre-
scita lenta. Ha un aroma pungente
che in qualche modo ricorda il prez-
zemolo. Il coriandolo dovrebbe esse-
re coltivato nel terreno, puoi provare
anche a coltivarlo in idroponica ma
probabilmente avrai un basso tasso di
germinazione.

Alcune persone suggeriscono di non lasciare il seme in am-


mollo per un migliore tasso di germinazione ma un paio d’o-
re potrebbero aiutarlo nella germinazione.
Una curiosità: il coriandolo split si chiama così perché ogni
seme da origine a due piantine.
Inoltre, il Coriandolo preferisce un ambiente più fresco rispet-
to ad altre varietà, quindi una temperatura inferiore ai 21° C.

Ammollo: Si (2 ore)
Tempi di germinazione: 4-6 giorni
Tempi di blackout: 6 giorni
Giorni alla raccolta: 14-18 giorni

www.italiansprout.com 37
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

TRIFOGLIO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
trifoglio-rosso-olympo/

Il trifoglio è un microgreen della ca-


tegoria “facile da coltivare”. Ha un
sapore che ricorda le noci e un aspet-
to simile all’erba medica. Non è, in-
fatti, semplice distinguerli durante la
prima fase di crescita. Molte persone
amano germogliare il trifoglio in un
bicchiere, usando un panno umido o un cuscinetto idropo-
nico. Detto questo, può anche essere coltivato con terric-
cio. La germinazione è rapida e il tasso di successo è alto.

Ammollo; No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 3-5 giorni
Giorni alla raccolta: 7-12 giorni

CRESCIONE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
crescione-caligola/

Il crescione è un microgreen che ha


un sapore speziato piuttosto piccante.
Per questo, viene comunemente usato
come condimento naturale per zuppe,
insalate o panini. Il gusto è rinfrescan-
te e facilmente riconoscibile. Per far
crescere il crescione, devi assicurarti
di mantenere l’umidità al minimo. Vaporizzarli un paio di vol-
te al giorno è sufficiente.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

38 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

ANETO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
aneto-hermes/

L’aneto ha un aspetto alto e simile


all’erba. Per il suo gusto brillante e
sapido, l’aneto è comunemente usato
nei piatti per guarnire zuppe, pesce e
frutti di mare. È abbastanza facile col-
tivarlo a casa. Per il suo aroma unico,
potrebbe attirare alcuni piccoli insetti.
La temperatura dovrebbe essere mantenuta a circa 21° C per
ottenere i migliori risultati. Quando si coltiva l’aneto, nebu-
lizzarlo 2 volte al giorno per evitare che la pianta si asciughi.

Ammollo: Si
Tempi di germinazione: 4-5 giorni
Tempi di blackout: 4 giorni
Giorni alla raccolta: 12-15 giornI

INDIVIA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
indivia-scarola-verde-cuore-pieno/

L’indivia, a volte confusa con la cico-


ria, è un tipo di microgreen che non
cresce molto in altezza. Ha un gusto
leggermente amaro ma piacevole, che
lo rende un buon contrasto con la dol-
cezza dell’insalata. L’indivia può esse-
re raccolta dal decimo giorno in poi,
ma se vuoi farla crescere più grande, ti consiglio di coltivarla
con terriccio invece che idroponicamente. Questo consente
alla pianta di assorbire più sostanze nutritive dal terreno.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 7-12 giorni
www.italiansprout.com 39
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

FAVA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
fava-antonio/

La fava è una deliziosa scelta di micro-


green. Ha un sapore dolce e croccante
di pisello, con sentori di nocciola come
il girasole. La fava cresce abbastanza
velocemente.
Il consiglio è di lasciare in ammollo le
fave per la notte (12-24 ore) per un
migliore tasso di germinazione.

Ammollo: Si (12-24 ore)


Tempi di germinazione: 3-4 giorni
Tempi di blackout: 4-5 giorni
Giorni alla raccolta: 12-15 giorni

FINOCCHIO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
finocchio-aganarpo/

I microgreens di finocchio sembrano


praticamente delle comuni erbacce
da prato (comunque davvero belli da
vedere) con i gusci dei semi attaccati
con tenacia. Viene spesso usato come
contorno di erbe e alimenti grazie al
suo sapore aromatico simile all’anice.
Rispetto al finocchio maturo, il microgreen di finocchio è più
tenero e succulento, ma con un sapore di liquirizia più mite.
Il finocchio può essere coltivato sia con terriccio che in idro-
ponica.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 10-14 giorni
40 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

FIENO GRECO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
fieno-greco-poseidon-2/

Il fieno greco è un altro microgreen


molto popolare, grazie al suo gusto
amaro unico. Inoltre, è comunemen-
te usato nella cucina tradizionale ed
è ricco di molti nutrienti vitali. Il fieno
greco è molto facile da germinare (di
solito richiede 1-2 giorni), puoi colti-
varlo sottoterra o tramite qualsiasi
mezzo idroponico, che sia un vaso, un
vassoio di germogliatura o persino un
panno umido.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 4-5 giorni
Giorni alla raccolta: 10-14 giorni

www.italiansprout.com 41
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

CAVOLO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
cavolo-rosso-carpet/

Anche il microgreen di cavolo è molto


popolare ed ha un sapore delicato si-
mile a quello dei broccoli. Proprio per
questo, ad alcune persone non piace
molto il gusto. Sebbene l’aspetto nu-
trizionale dei microgreen di cavolo
non sia stato completamente com-
preso (a causa della mancanza di dati
scientifici), alcuni affermano che è uno
dei microgreens più sani.
A differenza del cavolo maturo, i microgreens hanno un sa-
pore più mite e non ne hanno la tipica amarezza.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 4 giorni
Giorni alla raccolta: 6-10 giorni

CAVOLO RAPA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
cavolo-rapa-rosso-red-kardinal/

Uno dei miei preferiti a livello esteti-


co, è contraddistinto da uno stelo vio-
la chiaro veramente bello da vedersi.
Questo microgreens è abbastanza fa-
cile da coltivare. Ha un leggero sapore
di cavolo ed è molto adatto per l’uso
nei panini o come base per insalata.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-3 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 7-10 giorni

42 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

PORRO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
porro-doreamon-2/

Questo è invece il mio microgreens


(ma anche germoglio) preferito per il
sapore oltre che per il suo aspetto co-
munque leggiadro, con i piccoli gusci
neri che svettano in cima alle piantine.
Ha un aroma unico e un intenso sa-
pore di cipolla (ma meno persistente),
che lo rende perfetto come condimen-
to per piatti, insalate o zuppe.
Il porro cresce abbastanza lentamente, sia nel terreno che in
idroponica, e di solito può essere raccolto in 2 settimane.

I gusci dei semi potrebbero essere un po’ testardi nella rimo-


😜
zione, ma io ho risolto mangiandoli , visto che sono pigro.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 3-4 giorni
Tempi di blackout: 3 giorni
Giorni alla raccolta: 10-12 giorni

www.italiansprout.com 43
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

MELISSA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
melissa-susy/

La melissa ha un forte profumo e sa-


pore di limone, rendendolo una scel-
ta meravigliosa per guarnire i piatti.
Inoltre, cresce lentamente e di solito
impiega un po’ di tempo prima che sia
adatto per la raccolta, ma l’attesa sarà
sicuramente ripagata.

E grazie al gusto ricco di fibre e appetitoso della melissa, aiu-


ta a migliorare la digestione dopo un pasto pesante. È anche
ampiamente usato in succhi, dessert e frullati per migliorarne
il sapore.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 3-4 giorni
Tempi di blackout: 5 giorni
Giorni alla raccolta: 14 giorni o più

44 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

LENTICCHIE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
lenticchie-verdi-velvet/

La lenticchia, anche conosciuta come


la “carne del povero” nei tempi an-
tichi, è un microgreen di legumino-
sa che funziona più o meno come la
soia o l’orzo. Contiene un’eccellente
quantità di proteine e ​​ fibre. Mentre
qualcuno preferisce coltivarlo su un to-
vagliolo di carta bagnato o in vassoio
idroponico, è possibile coltivarlo con
terriccio, in entrambi i casi funzionerà.
Il seme di lenticchia è un po’ più grande degli altri, quindi as-
sicurati di immergerlo un po’ (8-12 ore) per un migliore tasso
di germinazione.

Ammollo: Si
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 2 giorni
Giorni alla raccolta: 7-12 giorni

www.italiansprout.com 45
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

MIZUNA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
mizuna-rossa-one/

La mizuna, o senape giapponese, è


quella che ha un sapore relativamente
più mite e meno piccante, rendendola
una sostituzione perfetta per i micro-
greens più piccanti come la rucola. Al-
cune varietà hanno un gusto partico-
lare di senape.

Durante i primi giorni dopo la germinazione, potresti notare


la struttura pelosa bianca simile alla muffa situata nella parte
inferiore sul livello del suolo. Non preoccuparti, sono radi-
chette, presenti non solo nella mizuna, ma anche nei ravanel-
li, broccoli e altri. Questo “pelo” bianco aiuta le piantine ad
assorbire meglio l’acqua e minerali dal terreno.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-14 giorni

46 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

SENAPE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
senape-bianca-ice/

La senape è una scelta davvero popo-


lare, parlando di microgreens e com-
prende molte varietà diverse. Grazie
al suo sapore dolce e leggermente pic-
cante, è una delle migliori opzioni per
insalata e sandwich. Varietà diverse
possono avere un sapore leggermente
diverso, alcune sono più miti, altre più
pungenti.

I semi di senape sono piccoli, ma germinano e crescono molto


velocemente e non richiedono preammollo.

Gli studi hanno dimostrato che il microgreen di senape è ricco


di nutrienti sani, tra cui varie vitamine, minerali e composti
antitumorali.

Grazie al suo sapore dolce e leggermente piccante, è una del-


le migliori opzioni per insalate e sandwich. Varietà diverse
possono avere un sapore leggermente diverso, alcune sono
più miti. I semi di senape sono piccoli, ma germinano e cresco-
no molto velocemente e non richiedono preammollo.

Gli studi hanno dimostrato che il microgreen di senape è ricco


di nutrienti sani, tra cui varie vitamine, minerali e composti
anticancro.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 3 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 7-10 giorni

www.italiansprout.com 47
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

CIPOLLA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
cipolla-memento/

Sotto la stessa famiglia di Allium, le


piantine di cipolla assomigliano mol-
to all’erba cipollina e al porro. I semi
di cipolla sono di colore scuro e il ger-
moglio cresce con i gusci dei semi an-
cora attaccati. I microgreens di cipolla
hanno un sapore simile alla cipolla che
tutti conosciamo, ma più delicato.
Ad alcune persone potrebbe non piacere il gusto, ma per
quanto riguarda me, è succulento, croccante e gustoso, da
usare in vari piatti e zuppe. Tuttavia, ha una crescita lenta e
la raccolta può richiedere fino a 2 settimane.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 3-5 giorni
Tempi di blackout: No
Giorni alla raccolta: 12-16 giorni

PISELLO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
pisello-giallo-apollo-2/

I microgreens di pisello sono teneri,


deliziosi e hanno un sapore dolce, con
note di noce. È comunemente usato
in padella in molti piatti tradizionali.
I semi sono grossi e occupano molto
spazio, quindi potresti aver bisogno di
usare un po’ più di semi per un raccol-
to abbandonante.
Quando fai crescere i micro, potresti notare che i germogli di
piselli assorbono molta acqua ed è del tutto normale. Assi-
curati di annaffiare le piantine un paio di volte al giorno per
mantenere il terreno umido ma non inzuppato.

48 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Puoi coltivarlo un po’ alto, se vuoi, raccogliendolo quando


raggiunge un’altezza di circa 15/20 cm.
Sebbene possa essere fatto in modo idroponico, la lunga
struttura radicale prende facilmente possesso del contenitore
utilizzato.

Ammollo: Si
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 3-5 giorni
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

RAVANELLO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
ravanello-china-rose/

Il ravanello è uno dei microgreens più


popolari e facili da coltivare, il micro
di ravanello ha un sapore simile al ra-
vanello, con un sapore speziato pia-
cevolmente delicato. In genere, non
è necessario immergere i semi, ma è
possibile farlo per un paio d’ore per
un migliore tasso di germinazione.

Inoltre, puoi raccogliere le micro-verdure già dal sesto giorno


per un gusto più croccante.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-10 giorni

www.italiansprout.com 49
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

SALVIA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
salvia/

La salvia è una pianta erbacea della


famiglia della menta, conosciuta per i
suoi scopi culinari e medicinali. Ha un
forte odore aromatico e un po’, dicia-
mo, audace nel gusto. Lo rende idea-
le per esaltare vari piatti, dai frutti di
mare al pollame.
Anche se mancano dati scientifici sulla nutrizione, si ritiene
che i microgreens di salvia contengano una buona quantità di
nutrienti essenziali per migliorare la nostra salute.

I micro di salvia sono corti e succulenti. Ci vuole un po’ di tem-


po per la loro crescita.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 7-10 giorni
Tempi di blackout: 5/6 giorni
Giorni alla raccolta: 18-25 giorni

SPINACI
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
spinacio-green-field/

I microgreens di spinaci sono deliziosi


e delicati, leggermente dolci nel gu-
sto. Per questo motivo sono un’ottima
base per insalate e spesso sono usati
per estratti vegetali o per integrare i
frullati. Anche se non è così popolare
come i micros di endivia o cicoria, vale
sicuramente la pena provarli.

50 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

I microgreens di spinaci crescono rapidamente dopo la ger-


minazione e hanno una buona resistenza alle basse tempe-
rature.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 3-5 giorni
Tempi di blackout: 2-3 giorni
Giorni alla raccolta: 10-14 giorni

GIRASOLE
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
girasole-odino/

Il girasole è uno dei germogli e micro-


greens più popolari. È croccante, pia-
cevolmente nocciolato e leggermen-
te dolce nel sapore. Questo lo rende
un’ottima scelta per quasi tutti i mix di
insalate. Anche i bambini lo adorano
come spuntino. Il girasole può essere
coltivato sia in idroponica che con ter-
riccio.
Ancora più facile, puoi immergere i semi di girasole in un ba-
rattolo di vetro per circa 8-12 ore e, appena vedrai germoglia-
re alcuni semi, puoi trasferirli nel terreno.

Tienili al buio per un periodo più lungo, se vuoi che diventino


più alti, prima di esporli alla luce. Inoltre, il girasole richiede
più luce rispetto ad altri microgreens.

Ammollo: Si (8-12 ore)


Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

www.italiansprout.com 51
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

TATSOI
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
tatsoi-tanga/

Il Tatsoi è simile agli spinaci giappone-


si. Come altre senapi asiatiche, ha un
sapore leggero di senape. Il Tatsoi è
molto facile da coltivare, di solito ger-
moglia in 1-2 giorni. Per i primi giorni
dopo la germinazione, è necessario
mantenere il vassoio in un’area buia
(o utilizzare una cupola per coprire). Questo per garantire
che le piantine cerchino di illuminarsi e diventino più alte. Al-
trimenti, il tatsoi diventa rapidamente verdastro e non cresce
in altezza.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 1-2 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

RAPA
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
rapa-bella-ciao/

La rapa è un ortaggio a radice della


famiglia Brassica. Ha un gusto deciso
simile a cavolo e broccolo, che lo ren-
dono un’ottima scelta per insalata e
sandwich. Inoltre, la rapa è facile da
coltivare e preferisce un ambiente con
scarsa illuminazione. Cresce bene sia
sul terreno che in idroponica.

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: 3-4 giorni
Giorni alla raccolta: 8-12 giorni

52 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

ERBA DI GRANO
https://www.italiansprout.com/shop/semi-per-microortaggi/
grano-2/

L’erba di grano è simile ai microgreens


di orzo, cresce molto velocemente e
può essere raccolta entro una settima-
na circa. Di solito è usato come man-
gime per animali ma, grazie ai suoi
eccellenti benefici per la salute, molte
persone hanno iniziato a spremerlo.
Ha un sapore un po’ erbaceo e legger-
mente amaro, con un sentore di liqui-
rizia e racchiude un vero concentrato
di benessere e sicuramente di grande
aiuto per la nostra salute!

Ammollo: No
Tempi di germinazione: 2-3 giorni
Tempi di blackout: No
Giorni alla raccolta: 7-12 giorni

Erba di Grano

www.italiansprout.com 53
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Conclusioni
Allora, cosa stai aspettando? Non ti piacerebbe avere il tuo
giardino di microgreens sul davanzale della finestra o sul
bancone della cucina?
Su, prendi del terriccio e dei semi (possibilmente i nostri ). 😊
Recupera qualche vaschetta che hai in giro per casa.
Per cominciare non pensare all’estetica ma alla sostanza.
Fai prove, testa e assaggia.

Potresti anche coltivare, facilmente e allo stesso tempo, va-


rietà diverse. Ad esempio, alcune erbe (basilico, coriandolo) e
poi broccoli e cavoli.

Utilizzando imballaggi di frutta fresca, funghi o contenitori


da hummus, tofu e yogurt, troverai la combinazione perfetta.
Puoi utilizzarli per i tuoi microgreens da giardinaggio, pra-
ticando dei buchi nel fondo. Se i tuoi contenitori hanno dei
coperchi, separali dal contenitore e utilizzali come copertura
dopo aver riempito il contenitore con terreno e semi, prati-
cando sotto dei fori.

In un giorno o meno puoi iniziare il tuo viaggio con queste


adorabili specialità, chiamate microgreens.

PS: A questo punto, ti sarei molto grato se condividessi alcuni


dei tuoi “esperimenti” con me, in modo che possa condivi-
derlo con la nostra comunità. In questo modo, possiamo inco-
raggiare e ispirare gli altri, a far crescere il loro giardino vivo.
E anche tu farai parte del nostro movimento 😊
PS: Viste le numerose richieste, proprio per chi vuole fare di
questa passione un business, scriverò a breve un nuovo ebook
su come rendere profittevole la coltivazione e commercializ-
zazione dei microgreens. Questo grazie ad alcuni clienti, che
utilizzano il nostro seme per le loro produzioni, che hanno
deciso di condividere con me le preziose informazioni per ot-
tenere risultati interessanti in questo settore.
54 www.italiansprout.com
GLI EBOOK DI Italian Sprout
2. MICROGREENS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Contatti
Sarebbe davvero bello se tu decidessi di entrare in contatto
con noi tramite la nostra pagina: www.facebook.com/italian.
sprout.bio/ o https://www.instagram.com/italian_sprout/ così
da poterci scambiare foto, idee e condividere le nostre espe-
rienze in fatto di germogli e microgreens.

Sentiti libero anche di contattarci alla nostra email:


info@italiansprout.com

I miei migliori auguri di una vita sana e felice.


Ramon

www.italiansprout.com 55
GLI EBOOK DI

Italian Sprout

MICROGREENS
GUIDA ALLA
COLTIVAZIONE

Italian
Sprout
I tuoi semi
Portale 100%
del Verde biologici
è un progetto
di VERDELITE™ di Ramon Colombo & C. sas
Via Ex Tiro a Segno, 20 int.1 - 47522 Cesena (FC)
Tel. +39 0547
Via Ex Tiro030094
a Segno, -20
info@italiansprout.com
- 47522 Cesena (FC)
Tel. 0547 632663 - Fax 0547 324014
AcquistaEmail: > www.italiansprout.com
onlineinfo@portaledelverde.it