Sei sulla pagina 1di 8

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLVI n. 299 (47.434) Città del Vaticano sabato 31 dicembre 2016
.

Scattata la tregua su tutto il territorio siriano in seguito all’accordo tra Russia e Turchia Papa Francesco saluta l’iniziativa editoriale

Segnali di pace Settimanale


per l’Argentina
L’Onu pronta a sostenere nuovi negoziati tra governo e opposizione

DAMASCO, 30. È entrata in vigore a regione di Hama sono state segnala- da Russia e Turchia, i più importanti in cui è forte anche la presenza di
mezzanotte la tregua tra governativi te poche, limitate violazioni: alcuni sono Ahrar Al Sham e Jaish Al formazioni come Fatah Al Sham (ex
e ribelli in Siria. La cessazione delle gruppi non identificati — fonti locali Islam, entrambi su posizioni estremi- Fronte Al Nusra) e del cosiddetto
ostilità concerne tutto il territorio parlano in modo vago di “miliziani ste. Del resto il portavoce di Ahrar stato islamico (Is), entrambe consi-
nazionale ed è stata finora rispettata. islamisti” — hanno attaccato i soldati Al Sham ieri ha affermato che il suo derate di natura terroristica e quindi
È il primo concreto segnale di una siriani, i quali sono stati costretti a gruppo ha delle «riserve» circa l’ac- escluse dal cessate il fuoco. Sarà
pace possibile per la Siria, dopo sei ritirarsi da una collina nella zona di cordo della tregua. I miliziani coin- dunque estremamente complesso —
anni di guerra. Maharda. volti nel cessate il fuoco sarebbero in dicono i commentatori — scindere i
Non si combatte più ad Aleppo, Tra i sette gruppi armati ribelli tutto oltre 50.000. Una parte di loro,
vari gruppi e capire quali rientrano
Damasco, Homs e Idlib. Solo nella che aderiscono alla tregua mediata tuttavia, rimane schierata in regioni
nella tregua e quali no.
È incerto anche il coinvolgimento
nella tregua delle milizie curde delle
Unità di protezione popolare (Ypg),
che controllano buona parte del
nord della Siria lungo la frontiera
con la Turchia e che, con l’appoggio
statunitense, sono in prima linea
nell’avanzata su Raqqa, importante
roccaforte dell’Is. Ankara li conside-
ra «terroristi» in quanto legati ai se- Città del Vaticano, 12 dicembre 2016
paratisti del Partito dei lavoratori del Con gioia saluto la rinnovata presenza dell’Osservatore Romano in Ar-
Kurdistan (Pkk). gentina.
Il presidente russo, Vladimir Pu- Attraverso il giornale della Santa Sede si potrà conoscere direttamente
il servizio del Papa.
tin, e il capo di stato turco, Recep
Chiedo a nostro Signore di benedire quanti lavorano a questo progetto
Tayyip Erdoğan, hanno avuto un
di servizio al Regno di Dio e alla Vergine Santa di custodirli.
colloquio ieri nel quale hanno E chiedo ai lettori, per favore, di non dimenticare di pregare per me.
espresso «soddisfazione per gli ac-
cordi tra il governo siriano e l’oppo- FRANCESCO
sizione sulla cessazione delle ostilità
in tutta la Siria e la transizione alla PAGINA 5
soluzione politica mediata dalla
Russia e dalla Turchia» si legge in
un comunicato congiunto. La tregua
Bambini siriani giocano nel villaggio di Jibreen a sud di Aleppo (Ap)
era stata discussa il 20 dicembre
scorso in un incontro a Mosca tra i
Una grande novità
ministri degli esteri di Russia, Iran e
Turchia, in cui era stata sottolineata una grande novità nella sto- quindi due giornaliste laiche, la

Il Cremlino si rifiuta di rispondere alle espulsioni e alle sanzioni decise da Obama


l’importanza di applicare il cessate il
fuoco in Siria coinvolgendo Dama-
sco e miliziani dell’opposizione.
È ria del giornale della Santa
Sede l’edizione settimanale
per l’Argentina che viene salutata
spagnola Marta Lago e dal 2015
l’argentina Silvina Pérez. A lei si
affianca per l’edizione in Argentina
su questo numero speciale da un un connazionale, collaboratore au-
E ieri Putin ha avuto un colloquio
chiarissimo incoraggiamento del torevole del quotidiano, il biblista
Mosca minimizza anche con il presidente siriano, Ba-
shar Al Assad, il quale si è detto
«pronto a rispettare il cessate il fuo-
Papa. Novità perché è la prima
volta che una parte di questa edi-
zione, accolta con speranza dalla
protestante Marcelo Figueroa. Non
è certo una novità infatti la presen-
za sull’Osservatore Romano di fir-
co». Assad — riporta un comunicato conferenza episcopale, nasce dal me non cattoliche, più frequenti
del Cremlino — ha apprezzato l’ac- grande paese sudamericano e viene negli ultimi anni e che dal 2012
WASHINGTON, 30. La Russia «non tato centrale del partito democrati- Lavrov, ha proposto a Putin l’espul-
cordo raggiunto. Inoltre «le parti integrata in quella che da quasi contribuiscono con vivace creatività
creerà problemi ai diplomatici sta- co nell’ultima campagna elettorale. sione di 35 diplomatici statunitensi,
hanno concordato che i prossimi col- mezzo secolo è preparata in Vatica- al suo mensile «donne chiesa mon-
tunitensi e non espellerà nessuno». Obama aveva inoltre deciso il bloc- ovvero 31 dipendenti dell’ambascia- no. E novità anche perché per la
Con queste parole, oggi, il presi- co di due edifici che venivano usati ta statunitense a Mosca e quattro loqui in programma ad Astana per do», dando vita reale alla linea vo-
una soluzione pacifica della crisi si- prima volta a curarla è un cristiano luta da Benedetto XVI e rafforzata
dente russo, Vladimir Putin, ha cer- dai russi per attività di intelligence diplomatici del consolato generale a non cattolico.
riana saranno un passo importante da Francesco.
cato di minimizzare lo scontro di- e di tre società che avrebbero colla- San Pietroburgo. «Agiamo secondo Sono novità coraggiose e che
verso la ricomposizione del conflit- Già nel 1961, scrivendo in occa-
plomatico in atto tra Washington e borato alle operazioni di sabotag- il principio di reciprocità» ha spie- rappresentano al tempo stesso uno
to». E poco dopo il ministro degli sione del centenario del quotidiano
Mosca. Il Cremlino — ha detto Pu- gio. Colpiti anche i servizi segreti gato Lavrov. Smentita invece la no- sviluppo coerente con la storia della Santa Sede, un appassionato
tin — non accetterà la proposta del militari (Gru): saranno espulsi tizia della chiusura della scuola an- esteri siriano, Walid Al Muallim, ha dell’Osservatore Romano. Già nel
parlato della «possibilità reale di sostenitore del giornale descriveva
ministro degli esteri, Serghiei La- quattro alti ufficiali, ovvero Igor gloamericana a Mosca. 1931 infatti era stata progettata come caratteristica dell’O sservatore
vrov, di espellere 35 diplomatici sta- Valentinovich Korobov, attuale nu- Dal canto suo, il presidente sta- giungere a una soluzione politica un’edizione del giornale in Argen- Romano la «fraternità di linguag-
tunitensi in risposta alle espulsioni mero uno del Gru, e i suoi tre vice, tunitense eletto, Donald Trump, ha della crisi». tina, e vent’anni più tardi, il 4 no- gio e di rapporti». È passato più di
e alle sanzioni decise dal presidente Serghei Aleksandrovich Gizunov, detto di voler fare chiarezza su tut- L’inviato speciale dell’Onu per la vembre 1951, uscì a Buenos Aires il mezzo secolo ma le parole del car-
Barack Obama. Igor Olegovich Kostyukov e Vladi- ta la vicenda. «Nell’interesse del Siria, Staffan de Mistura, che ieri ha primo numero di un «Observador dinale Giovanni Battista Montini,
Ieri Washington aveva annuncia- mir Stepanovich Aleksev. Sarebbero nostro Paese, la prossima settimana parlato con il ministro degli esteri Romano» (poi divenuto «El Ob- l’arcivescovo di Milano che due an-
to l’espulsione di 35 alti ufficiali stati loro — secondo Washington — incontrerò i leader della comunità russo, Serghiei Lavrov, ha accolto fa- servador Romano» e infine «L’O s- ni più tardi sarebbe divenuto Paolo
vorevolmente l’intesa, auspicando servatore Romano», con la specifi- VI, restano programmatiche per la
russi legati ai servizi segreti, accu- a ordinare gli attacchi. dell’intelligence per essere aggior-
ca che si trattava della Edición se-
sandoli di aver progettato e attuato In risposta, questa mattina, il mi- nato sui fatti» ha comunicato che questa «apra la strada a negozia- testata vaticana e per la sua apertu-
manal argentina). L’iniziativa con-
l’attacco informatico contro il comi- nistro degli esteri russo, Serghiei Trump. ti produttivi». ra al mondo di oggi, ai credenti di
tinuò fino al 1969, quando nacque
religioni diverse e ai cristiani che
l’edizione settimanale in spagnolo
con i cattolici condividono la fede
in Vaticano, da qui trasmessa e
nell’unico Signore.
pubblicata in Perú (dal 1997), Mes-
sico (dal 1998), Argentina (dal g.m.v.
2005) e Spagna (dal 2009, con il
L’anno di Freeman quotidiano di Madrid «La Ra-
zón»).
Alla guida dell’edizione si sono

di JOSÉ BELTRÁN poranea. L’incertezza che lo ha accompagnato giusta causa, degli anziani abbandonati, dei bam-
succeduti dapprima due ecclesiasti-
ci, lo spagnolo Cipriano Calderón NOSTRE
utti i pomeriggi era lì, all’entrata del super-
quest’anno purtroppo tornerà.
Incertezza, o meglio smarrimento. Quello che
bini sfruttati.
Incertezza, smarrimento, preoccupazione, pau-
e il messicano Arturo Gutiérrez, e
INFORMAZIONI
T mercato. Più di una volta gli avevo fatto
l’elemosina. Un euro per calmare la co-
scienza e schivare un dialogo che mi avrebbe reso
assilla ogni migrante, che condanna i rifugiati. È
ciò che lascia il 2016 a un’Europa che ha innalza-
to un’altra frontiera, mascherata da accordo, per
ra, orrore. Il calendario sta finendo e l’anno ha le
ore contate, ma non la misericordia che rinasce a
ogni foglio del calendario. Il giubileo ha impre- Allegato al quotidiano
Il Santo Padre ha accettato
le dimissioni dall’incarico di
complice. Paura ingiustificata verso il migrante e chi arriva da lontano, fuggendo la guerra o la fa- gnato la vita dei cattolici fino a quando è stata Ordinario Militare per il Ke-
me. Una decisione che lede il diritto a emigrare. chiusa la porta santa. Ma non è chiusa la miseri- nya, presentate da Sua Eccel-
vigliaccheria di un cristiano da salotto, proprio
quello che mi affanno tanto a condannare. E un’assenza di cooperazione internazionale che cordia, sebbene ci sia chi l’ha data per esaurita. Lunedì lenza Monsignor Alfred
Amoris laetitia è arrivata per rimanere, perché
Qualche settimana fa, ho rotto il muro dell’indif-
ferenza domandandogli il nome, un gesto ridicolo
lascia mano libera a poteri economici e a mafie
che annullano il diritto a vivere nella terra che li s’impari ad abbracciare come il Padre raffigurato il mensile «donne Rotich.
da Rembrandt. Misericordia che non è ricetta né
per quanti ogni giorno rischiano la pelle alle fron- ha visti nascere.
Smarrimento, o forse preoccupazione. La insieme di norme. Misericordia per il discerni- chiesa mondo»
tiere.
preoccupazione che lasciano dietro di sé alcune mento a partire dalle ferite di ogni figliol prodi- Nomina
È nigeriano, è sposato e ha quattro figli. È arri- go. Non senza resistenze. di Amministratore
vato a Madrid nel 2007, dopo aver rischiato la vi- urne. Preoccupazione con una buona dose di
paura. L’irrazionalità del terrorismo che si rifugia Misericordia per far approdare in ogni diocesi Apostolico
ta su un barcone nel Mediterraneo. Lui l’ha attra- le proposte di un pontificato che rifugge il ma-
versato, altri sono affogati. Anche nel 2016. Si nella religione per colpire in Francia e a Baghdad. Il Santo Padre ha nomina-
quillage e presenta la Chiesa allo specchio del
chiama Freeman, uomo libero. Che paradosso! L’assurdità di una guerra mondiale a puntate che to Amministratore Apostolico
Vangelo con il viso appena lavato. Cambiamenti
Freeman ha trovato piccoli lavori e subìto varie infuria in oriente e si accanisce in Africa. Lo dell’Ordinariato Militare per
che quest’anno si sono iniziati a percepire in par-
operazioni chirurgiche. Ora ha un contratto come sguardo di un mondo che continuiamo a misurare
rocchie, conventi, tribunali, conferenze episcopali. il Kenya il Reverendo Mon-
e raccontare dalle zone del benessere a nord e con
y(7HA3J1*QSSKKM( +]!#!$!%!=!

lavapiatti in un ristorante. Lavora tre ore al gior- In cardinali al debutto che non sognano di essere signore Benjamin Kituto
no, il che rende difficile rinnovare il suo permesso l’altezzosità di risiedere nel centro. Che continua principi e in vescovi di nuovo conio che non si
a non guardare in faccia il sud. Maswil.
di soggiorno. Da complice divento corresponsabi- sentono padroni della fede di nessuno, ma com-
le. Una chiamata a Pepa Torres, la suora che a Paura che sa di orrore. Perché le vittime di tut- pagni di viaggio, anche di chi sta al di fuori. Mi-
Lavapiés è molto più di un angelo custode per i to questo non hanno voce, in Siria, Sudan del sericordia che a Cracovia contagia giovani dispo-
“clandestini”. In un solo giorno Pepa elabora un Sud, Haiti. Perché nel 2016 la storia quotidiana sti a uscire dalla zona del benessere. Misericordia
piano. Ne ha sempre uno. Ma non sarà necessario degli ultimi ha toccato solo qualche vertice pieno nell’ecumenismo della carità che accantona le dif- In occasione delle festività di fine anno
utilizzarlo. Quando lo dico a Freeman, mi riceve di buone intenzioni, ma ancora senza reale volon- ferenze per costruire ponti nell’essenziale. Miseri- il nostro giornale non uscirà.
con un sorriso e un abbraccio. Ha appena saputo tà di cambiamento per le vittime della tratta, de- cordia che è anche fede nell’altro. In un uomo li- La pubblicazione riprenderà
che potrà restare altri due anni. Una tregua tem- gli abusi, della corruzione, dei licenziamenti senza bero. Come Freeman. con la data 2-3 gennaio 2017.
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 31 dicembre 2016

Poliziotti sul luogo dell’attentato


a Bogotá (Afp)

Indagini incrociate tra Italia e Germania sulla fuga dell’attentatore di Berlino

Al vaglio i contatti del killer


ROMA, 30. Proseguono in Italia e in dal prefetto, Alessandro Marangoni,
Germania le indagini per ricostruire con il capo della polizia, Franco Ga-
movimenti e contatti del terrorista brielli, e il sindaco Giuseppe Sala.
Anis Amri, autore della strage di Sul fronte delle indagini, nella vi-
Berlino. Sono state effettuate per- cenda di Amri restano ancora dei
quisizioni ad Aprilia e a Latina, punti non chiari. Pare assodato, al
mentre la procura tedesca ha comu- momento, che Sesto San Giovanni
nicato che il video-testamento di non fosse una meta scelta a caso dal
Amri, nel quale l’attentatore rivendi- terrorista. Il tunisino artefice della
cava l’affiliazione al cosiddetto stato strage al mercatino di Natale avreb-
islamico (Is), è autentico. Intanto, è be avuto in passato contatti nella Attribuito alla guerriglia dell’Eln
stato rimesso in libertà il tunisino città. Gli investigatori della Digos
quarantenne fermato ieri a Berlino
perché ritenuto un presunto fian-
cheggiatore del killer.
hanno effettuato il 26 dicembre una
perquisizione (in un luogo non pre-
cisato) che ha dato esito negativo.
Attentato a Bogotá
«Sono in corso le indagini su Tra i dettagli che trapelano sulla
Amri, sulle quali non posso dire nul- fuga di Amri, c’è poi quello che arri- BO GOTÁ, 30. Torna la violenza in riglia insurrezionale rivoluzionaria
la per evidenti ragioni, ma posso so- va dalla biglietteria elettronica della Colombia. Un poliziotto è stato che opera in diverse aree della Co-
lo dire che sono in corso indagini stazione Porta Nuova di Torino, do- ucciso e cinque suoi colleghi feriti lombia dal 1964. Ha meno affiliati
importanti» ha spiegato ieri il mini- ve il tunisino si trovava la sera del in un attentato che le autorità attri- ed è meno nota dell’altra guerriglia
stro dell’interno italiano, Marco 22 dicembre. Il 22enne ha digitato buiscono al gruppo guerrigliero
Minniti, che ha definito «un inter- colombiana, le Forze armate rivolu-
sullo schermo del terminale anche la dell’esercito di liberazione naziona- zionarie della Colombia (Farc).
vento assolutamente straordinario» tratta Torino-Roma, per poi optare le (Eln).
quello che ha messo fine alla fuga Dopo l’accordo raggiunto a no-
per Milano. L’azione è stata ripresa L’attacco è avvenuto nella capi- vembre tra governo e Farc, Bogotá
dell’attentatore, ucciso in una spara- dalle telecamere di sorveglianza. Si tale Bogotá. Una ricompensa di
toria da agenti italiani a Sesto San sta cercando di raggiungere
tratta di capire anche se dietro Amri 9800 dollari è stata promessa dalle
Giovanni. Il ministro ha incontrato i un’analoga intesa di pace anche
ci sia una cellula più grande o se il forze dell’ordine a chi aiuterà a
due poliziotti che hanno intercettato con l’Eln. E l’attentato nella capita-
ragazzo abbia agito come un sempli- identificare e arrestare gli autori.
l’autore della strage e li ha descritti Soldati di pattuglia in via dei Fori Imperiali a Roma (Ansa) ce “lupo solitario”. L’Eln è un’organizzazione di guer- le è avvenuto proprio in uno dei
come «molto motivati». L’operazio- momenti più delicati nei colloqui.
ne «è stata l’espressione del control- L’accordo con le Farc implica
lo del territorio — ha detto Minniti ancora una serie di tappe e di con-
— il sistema ha funzionato; la punta creti passaggi legislativi. Proprio ie-
di lancia è stata la polizia» ma «tut- ri entrambe le camere del parla-
te le forze dell’ordine in campo ren- In Gran Bretagna scattano i ricorsi legali per decine di ragazzi di Calais ai quali è stato negato l’asilo mento hanno approvato una legge
dono difficile l’infiltrazione» di sog- per concedere l’amnistia per i reati
getti pericolosi in Italia.
«Siamo di fronte a un’altissima
imprevedibilità degli attacchi — ha
Minori soli e respinti minori, prevista dall’accordo di pa-
ce con le Farc.
La misura — dicono gli analisti
aggiunto — e l’unico modo per evi- internazionali — riguarda la mag-
tare queste azioni è il controllo del gior parte dei reati commessi dai
LONDRA, 30. In Gran Bretagna si fred Dubs, ottantaquattrenne pari altri media Toufique Hossain, uno 200 i piccoli migranti accolti nel
territorio». In uno scenario comples- combattenti ma non assolve i guer-
discute sui risvolti legali relativi laburista che da bambino arrivò co- degli avvocati impegnati nella sfida Regno Unito e non è previsto che
so e sempre mutevole, nel quale so-
all’accoglienza dei minori prove- me profugo dalla Cecoslovacchia legale, ha dichiarato che «il modo nessun altro di quelli che vivevano riglieri che hanno commesso crimi-
no tanti i cosiddetti “lupi solitari”,
nienti dal campo profughi di Ca- occupata dai nazisti e come altri in cui i bambini rifugiati sono stati accampati a Calais arrivi. ni di guerra o violazioni dei diritti
«nel panorama terroristico odierno
lais, nel nord della Francia, che è piccoli ebrei non accompagnati trattati, sia dalle autorità britanni- C’è poi la denuncia del «Sunday umani, durante la guerra durata
noi possiamo avere un attacco anche
stato chiuso a novembre. I laburisti venne accolto a Londra. che che da quelle francesi, è a dir Times»: alcuni dei giovanissimi ac- più di mezzo secolo, che ha provo-
senza che ci sia una centrale che lo
accusano il partito conservatore al Secondo il quotidiano «The poco vergognoso», spiegando che colti in Gran Bretagna sono scom- cato 220.000 morti.
ordina». Per questo, sul fronte della
governo di forti ritardi e di inadem- Guardian», si tratta dell’ennesimo «quanti si sono visti rifiutare la loro parsi dai centri di accoglienza e so-
sicurezza, in generale, il ministro
pienze. E per 36 minori è stata av- segnale negativo della «tardiva e domanda non hanno nemmeno ri- no finiti nelle mani di criminali
dell’interno ha spiegato di voler agi-
viata un’azione legale. scarsa politica di accoglienza» del cevuto una spiegazione scritta». Se- senza scrupoli e sfruttati, ad esem-
re tenendo insieme due aspetti, ossia
Dopo i rinvii, i ritardi e le forti governo di Theresa May. Anche ad condo Hossain, a oggi, sono solo pio, nella prostituzione minorile.
«quello della severità per chi non ri-
polemiche, il piano del governo
spetta le regole e quello dell’integra-
zione per chi le regole le rispetta».
britannico per i bambini di Calais è
dunque finito in un tribunale. Ven-
Senza carta
Il titolare del Viminale ha inoltre
illustrato «due progetti pilota di ri-
totto minori che si sono visti rifiu-
tare la domanda di asilo e otto che
il più antico giornale
qualificazione delle aree urbane in-
torno alle due grandi stazioni d’Ita-
sono ancora in attesa di risposta ac-
cusano, tramite i loro legali, il mi-
del Venezuela
lia, quella di Milano e quella di Ro-
nistro degli interni britannico, Am-
ma, Termini e la Centrale. La sicu-
ber Rudd, di aver agito in modo il- CARACAS, 30. In Venezuela fa scal-
rezza non è solo prevenzione e con-
legittimo nel gestire le loro richieste pore la notizia della cessazione del-
trollo del territorio ma anche vivibi-
di asilo, in pratica di non averli ac- la stampa del più antico quotidia-
lità degli spazi e sviluppo urbano» .
colti benché venissero da situazioni no del paese, «El Impulso». La
Minniti ha partecipato ieri a Milano
di estrema difficoltà. Si tratta di ra- motivazione è la mancanza di car-
al Comitato provinciale per l’ordine
gazzi, la cui età è compresa tra i 14 ta: il giornale, infatti, non è più ap-
e la sicurezza pubblica convocato
e i 17 anni, che vivevano nel campo provvigionato dall’impresa pubbli-
profughi noto come «la giungla» e
ca che importa carta in regime di
che ora si trovano in diversi centri
monopolio. La storica testata, di-
di accoglienza sparsi in Francia.
stintasi per le sue posizioni critiche
Provengono in maggioranza da Eri-
nei confronti del presidente Nico-
Il presidente trea, Afghanistan e Sudan.
Nella causa lanciata dallo studio
lás Maduro, interromperà, da metà
gennaio l’uscita nelle edicole ma
romeno legale inglese «Duncan Lewis Soli-
citors», l’esecutivo britannico viene proseguirà nell’edizione online.
Fondato nel 1904, «El Impulso»
nomina premier accusato di non aver rispettato l’im-
pegno che si era preso ad accoglie- soffre della carenza di rifornimenti
re i minori più vulnerabili come di carta dal 2013 e aveva già an-
Grindeanu chiesto dall’Immigration act, prov- nunciato varie volte la possibilità
vedimento che contiene una dispo- di sospendere le pubblicazioni. La
sizione ad hoc voluta da lord Al- Minori in un campo profughi in Francia (Reuters) situazione si è aggravata nel corso
BUCAREST, 30. Il presidente della di quest’anno. Il direttore del quo-
Romania, Klaus Iohannis, ha firma- tidiano, Carlos Juan Carmona, ha
to oggi il decreto di incarico come raccontato che il mese scorso «un
premier del socialdemocratico Sorin giornale amico ha prestato alcune
Grindeanu, secondo candidato pro- bobine», ma questo mese l’impresa
posto dalla maggioranza parlamen-
tare per formare il governo, che ora
Per la prima volta a Malta Italia con pochi giovani importatrice di carta «non rispon-
de più».
dovrà ottenere il voto di fiducia.
Prima di proporre Grindeanu, 43 la presidenza di turno dell’Ue e tanta insicurezza Molti organi di informazione e
associazioni giornalistiche hanno
anni, ex ministro delle comunicazio- denunciato quella che definiscono
ni, era stata indicata l’economista LA VALLETTA, 30. Per la prima lontà di restare sotto la corona bri- ROMA, 30. L’Italia è sempre più un uno dei paesi con il numero di ma- «la pressione esercitata dalla presi-
Sevil Shhaideh, che il presidente pe- volta la Repubblica di Malta assu- tannica, ma Londra rifiutò la pie- paese di anziani e in Europa è su- trimoni più basso. E quando ci si denza Maduro nei confronti della
rò non ha voluto nominare, senza me la presidenza di turno del con- ne integrazione. Dunque, Malta perata nel triste primato della scar- sposa, se non fosse per il Mezzo- stampa facendo leva sulla carta».
dare troppe spiegazioni sulle ragioni siglio dell’Unione europea. Dal ha scritto le sue pagine di storia sa denatalità solo dalla Germania. giorno in cui ancora prevale il rito Hanno ricordato che negli ultimi
del rifiuto. Si sarebbe trattato della primo gennaio a guidare i lavori — politica autonoma, fino all’integra- È quanto emerge dai dati dell’Isti- religioso, si troverebbe una mag- tre anni sette giornali sono stati co-
prima donna premier in Romania. nel periodo particolarissimo zione nell’Unione europea nel tuto di statistica (Istat), relativi al gioranza di unioni con rito civile. stretti a cessare la pubblicazione
Fonti presidenziali romene già ieri dell’avvio formale della Brexit — 2004. Restano i profondi legami 2015, che fotografano una società Il Sud da solo alza al 56,9 la per- cartacea e altri hanno ridotto folia-
sera, in una dichiarazione al quoti- sarà proprio l’arcipelago che è sta- storici e culturali e i flussi com- in cui si celebrano sempre meno centuale dei matrimoni. Cresce il zione o tiratura per continuare a
diano «Evenimentul zilei», si erano to, nel 1955, sul punto di far parte merciali estremamente significativi matrimoni e in cui, nonostante cali numero delle separazioni, mentre si uscire.
espresse positivamente sull’affida- del Regno Unito. Il territorio con- per La Valletta. Ma, in tema di il numero dei delitti, aumenta la registra una lieve flessione nei di- Da parte sua Carmona ha di-
mento dell’incarico a Grindeanu, ta poco più di 400.000 abitanti e Brexit, il primo ministro maltese, paura per la criminalità. vorzi. Sul piano economico, l’Istat chiarato che «il governo impedisce
che era stato definito «una soluzione ospita 5000 profughi. Joseph Muscat, ha subito dichiara- Ogni 100 giovani si contano ha reso noto oggi che le prospetti- la prosecuzione della circolazione
più accettabile» e con il quale il pre- Dopo 150 anni di dominazione to che «il Regno Unito sarà tratta- 161,4 over 65, rispetto ai 157,7 ve sono buone. I segnali positivi ci quotidiana», ragion per cui «il
sidente Iohannis ha intrattenuto britannica, la popolazione, con un to come un amico, non come un dell’anno precedente. A livello in- sono, come il buon andamento del giornale è obbligato a sospendere
«una discussione proficua». referendum, aveva espresso la vo- familiare». ternazionale, l’Italia è diventata settore manifatturiero. le uscite da metà gennaio 2017».

L’OSSERVATORE ROMANO GIOVANNI MARIA VIAN Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Segreteria di redazione Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici della diffusione
direttore responsabile telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va fax 06 698 83675 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Servizio culturale: cultura@ossrom.va segreteria@ossrom.va
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore America Nord, Oceania: € 500; $ 740 Ivan Ranza, direttore generale Intesa San Paolo
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Tipografia Vaticana Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30):
Città del Vaticano Editrice L’Osservatore Romano telefono 06 698 99480, 06 698 99483 Sede legale Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
caporedattore Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
fax 06 69885164, 06 698 82818, Società Cattolica di Assicurazione
Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 don Sergio Pellini S.D.B. info@ossrom.va diffusione@ossrom.va telefono 02 30221/3003, fax 02 30223214
ornet@ossrom.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va direttore generale Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Credito Valtellinese
sabato 31 dicembre 2016 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Forze irachene impegnate nella battaglia


contro i jihadisti a Mosul (Afp)

Fermezza del governo sul ritorno dei foreign fighter

Nessuna clemenza
per i jihadisti tunisini
TUNISI, 30. «La questione del ri- li». Secondo un rapporto
torno in patria dei foreign fighter dell’Onu, sarebbero circa 5000 i
dalle zone di conflitto riguarda tut- jihadisti tunisini che hanno com-
ti i paesi e tutti gli alti responsabili battuto su vari fronti pronti a tor-
che ho incontrato sono preoccupati nare in patria.
al proposito». La Tunisia «non ha Nel frattempo, proseguono le
concluso nessun accordo in questo operazioni antijihadiste. Il portavo-
senso con i paesi interessati». Così ce del ministero dell’interno tunisi-
Dopo l’inizio della seconda fase dell’offensiva delle truppe irachene si è espresso ieri il premier tunisi- no, Yacer Mesbah, ha smentito le
no, Youssef Chahed, intervenendo voci circolanti sulla stampa locale a

Timori per i civili a Mosul


sulla questione del ritorno in patria proposito dell’atterraggio a Enfi-
dei combattenti dalle zone di con- dha di un aereo con trenta tunisini
flitto di Siria, Libia e Iraq. Il pre- accusati di reati legati al terrorismo
mier ha dichiarato che il governo espulsi dalla Germania.
da lui diretto è contrario al ritorno Ieri la guardia nazionale tunisina
di questi terroristi e che per coloro ha arrestato a Enfidha, nel gover-
Oltre un milione di persone sono senza assistenza umanitaria che torneranno scatterà immediata- natorato di Sousse, dieci persone
mente l’arresto e verranno giudicati (tra cui due donne) con l’accusa di
secondo la legge antiterrorismo. appartenere a una organizzazione
BAGHDAD, 30. Timori per la popola- ni stanno combattendo per riconqui- Testimoni locali citati dalla stam- detto che sarebbero stati necessari Le dichiarazioni del premier terroristica e di sostegno a un ter-
zione civile ancora residente nella stare il quartiere di Al Quds, mentre pa riferiscono che nelle strade si ancora «tre mesi» per riconquistare giungono dopo una riunione del rorista affiliato alla brigata Okba
città di Mosul dopo l’inizio della se- altre truppe governative hanno lan- avvertono rumori di esplosioni e di Mosul, considerata la “capitale” dei consiglio dei ministri per mettere a Ibn Nafaa. Lo ha reso noto il mi-
conda fase dell’offensiva delle ciato l’offensiva da nord e da sud est colpi di armi automatiche. Le forze jihadisti in Iraq, ed «eliminare l’Is» punto un piano strategico contro il nistero dell’interno di Tunisi, preci-
truppe irachene, sostenute dalla coa- della città. Fonti militari hanno co- governative si troverebbero ora a tre dal paese. All’inizio dell’offensiva, terrorismo che ha più volte colpito sando che la cellula smantellata
lizione internazionale a guida statu- municato alla televisione Al Iraqiya chilometri dalla sponda est del invece, il premier aveva previsto che il paese negli ultimi anni. La Tuni- operava tra le città di Hammam
nitense. Si pensa che siano oltre un che anche alcuni reparti della polizia fiume Tigri, che poi dovranno l’operazione si sarebbe conclusa en- sia teme il ritorno dei foreign fi- Sousse, Akouda, Hergla e Kalaa
milione i civili ancora residenti nella federale sono impegnati nei combat- attraversare per arrivare al centro tro la fine del 2016. Ma la resistenza ghter, ma — come ha dichiarato Kebira e i suoi membri comunica-
città. timenti e stanno avanzando in cin- della città, situato nella parte occi- dei miliziani, che hanno continuato all’inizio del mese il presidente Béji vano tra loro attraverso Telegram.
Da quando è stata lanciata — lo que quartieri orientali: Sumer, dentale. a sferrare attacchi a sorpresa anche Caïd Essebsi — «non si può impe- Dopo l’arresto i fermati hanno ri-
scorso 17 ottobre — la massiccia of- Sehha, Intissar, Salam e nella zona Nei giorni scorsi il primo ministro nelle aree riconquistate dai governa- dire a un tunisino di ritornare nel conosciuto di avere pianificato at-
fensiva delle forze irachene contro i industriale. iracheno, Haidar Al Abadi, aveva tivi, ha rallentato l’avanzata. suo paese; dobbiamo rimanere vigi- tentati terroristici.
jihadisti del cosiddetto stato islamico
(Is) a Mosul ha provocato circa
140.000 sfollati. Lo ha affermato il
ministro iracheno per l’emigrazione,
Darbaz Mohammed, in una dichia-
razione al quotidiano «Rudaw» rila-
sciata proprio ieri, nel giorno
Mogherini ribadisce l’importanza di avviare al più presto negoziati tra israeliani e palestinesi
Primo ministro
dell’avvio della vasta operazione per
Sostegno alla soluzione dei due stati francese
la liberazione della città, finita sotto
il controllo dell’Is nel giugno 2014. in visita nel Ciad
L’Organizzazione internazionale
per le migrazioni (Oim) a metà di- BRUXELLES, 30. L’Unione europea è
cembre aveva riferito di oltre al fianco degli Stati Uniti nel soste- N’DJAMENA, 30. Il primo mini-
100.000 persone costrette a fuggire nere la proposta dei due stati per stro francese, Bernard Cazeneu-
da Mosul. Fonti interne alla città due popoli quale «unica via» per la ve, ha avvertito ieri che «biso-
irachena — come riferisce l’agenzia soluzione del conflitto israelopalesti- gna prepararsi a una lunga guer-
Ansa — affermano che i miliziani nese. A ribadirlo è stato ieri l’alto ra» contro il terrorismo e ha as-
dell’Is hanno costretto centinaia di rappresentante per la politica estera sicurato al Ciad, principale al-
civili a lasciare le loro case in alcune e di sicurezza comune, Federica leato in questa battaglia e che
zone settentrionali di Mosul per Mogherini, la quale ha detto di con- attraversa una grave crisi econo-
usarle a scopo difensivo. dividere in pieno le parole espresse mica, il sostegno finanziario del-
«A Mosul e in tutto l’Iraq è in dal segretario di stato americano, la Francia.
corso una grave emergenza umanita- John Kerry, che in un discorso po- «Il nostro paese dovrà conti-
ria con cifre impressionanti» ha chi giorni fa aveva duramente attac- nuare a fare delle scelte finan-
comunicato l’Unicef, sottolineando cato gli insediamenti ebraici in Ci- ziarie ambiziose nell’interesse
che «l’80 per cento degli sfollati so- sgiordania e le scelte del governo delle nostre forze armate», ha
no stati accolti in campi di acco- israeliano. dichiarato il premier francese nel
glienza a nord e sud di Mosul, ma ci Le parole di Kerry «mandano un corso della sua prima visita
sono ancora oltre un milione di per- unico messaggio chiave: la comunità all’estero riservata ai soldati del-
sone a rischio di cui 600.000 sono internazionale non rinuncia alla pa- la forza Barkhane (una coalizio-
bambini». ce in Medio oriente», per questo ne di 4000 uomini proveniente
Queste persone «sono tagliate «tutti i nostri sforzi devono essere da cinque paesi: Mauritania, Ni-
fuori dall’assistenza umanitaria, con concentrati sul mantenimento del ger, Mali, Burkina Faso e Ciad)
migliaia di famiglie senza acqua per consenso internazionale di base sul che combattono le milizie jiha-
danni alle condotte idriche». È un principio dei due stati per la solu- diste nel Sahel. «La Francia aiu-
quadro «di rara gravità» ha sottoli- zione del conflitto» ha dichiarato la terà sempre il Ciad a superare le
neato l’agenzia dell’Onu, per la qua- portavoce di Mogherini, Maja Ko- difficoltà» ha poi promesso il
le l’Is continua a utilizzare i civili ciancic, sottolineando che «la comu- premier Cazeneuve, accompa-
come «scudi umani per rallentare nità internazionale deve restare uni- La barriera di sicurezza israeliana attraversa la località palestinese di Shuafat vicino a Gerusalemme (Reuters) gnato dal ministro della difesa,
l’avanzata militare». ta per preservare la fattibilità della Jean-Yves Le Drian, nel corso
Come detto, dopo uno stallo di soluzione dei due stati e per pro- dei colloqui con il presidente
due settimane a causa dell’accanita muovere un accordo di pace onni- nese Mahmoud Abbas, limitandosi pronti a riprendere i negoziati come Luba Samri, secondo cui, subito do- Idriss Déby Itno.
resistenza dei jihadisti, del maltempo comprensivo che vada incontro alle a ribadire di essere pronto ad avvia- previsto dalle risoluzioni e dal dirit- po l’aggressione, la donna «è stata Il Ciad, alleato strategico
e dei timori di provocare ulteriori aspirazioni e alle necessità sia degli re colloqui diretti con Israele ma so- to internazionale». neutralizzata e catturata». In base dell’Occidente, è in prima linea
vittime tra la popolazione civile, le israeliani che dei palestinesi». lo alla condizione del blocco com- Intanto, sul terreno le violenze alla ricostruzione fornita dalle auto- nella lotta contro i terroristi di
forze irachene hanno lanciato ieri un L’Unione europea è quindi «piena- pleto degli insediamenti. «Quando non conoscono tregua. Questa mat- Boko Haram e contro i jihadisti
rità israeliane, la donna si è avvici-
nuovo attacco sui quartieri orientali mente impegnata a lavorare a que- Israele fermerà gli insediamenti e tina una donna palestinese ha tenta- nel Mali, ma attraversa una pro-
di Mosul. Il generale Abdul Ghani sto fine in cooperazione con i deciderà di porre in atto gli accordi to di accoltellare alcuni soldati israe- nata al checkpoint brandendo un fonda crisi politica. Parigi ha of-
Al Asaadi, comandante delle forze partner internazionali e regionali». firmati sulla base della reciprocità — liani al checkpoint di Qalandiya, in coltello e non ha rispettato l’alt del- ferto un aiuto economico di cin-
speciali antiterrorismo, ha affermato E sulle parole di Kerry è interve- si legge in un comunicato diffuso Cisgiordania. Lo ha comunicato il le forze di sicurezza, che a quel que milioni di euro per il 2016
che in questo momento i suoi uomi- nuto ieri anche il presidente palesti- dall’ufficio di Abbas — allora saremo portavoce della polizia israeliana, punto le hanno sparato. che sarà riconfermato nel 2017.

Drone statunitense uccide un leader dell’organizzazione terroristica


Ban Ki-moon sostiene
Al Qaeda sotto tiro nello Yemen una transizione pacifica nel Gambia
BANJUL, 30. Il segretario generale diato normalmente il 19 gennaio.
SANA’A, 30. Un capo di Al Qaeda ti riorganizzati fino a conquistare zo- dell’Onu, Ban Ki-moon, ha avuto Nel corso della conversazione, il se-
nella penisola arabica (Aqap) è sta- ne meridionali dell’Hadramawt, co- ieri una conversazione telefonica gretario generale dell’Onu ha infine
to ucciso nel centro dello Yemen da me Mukalla, strategico porto com- con Adama Barrow, eletto presiden- promesso di sostenere il futuro go-
un attacco di un drone statunitense. merciale dell’oceano Indiano, poi ri- te del Gambia, al quale ha ribadito verno negli sforzi per promuovere
Secondo quanto affermato ieri da conquistato in estate dall’esercito. che le Nazioni Unite sono impe- la democrazia e lo sviluppo sosteni-
una fonte dei servizi di sicurezza, il E, intanto, il sultanato dell’O man gnate a sostenere un trasferimento bile del Gambia.
terrorista viaggiava a bordo di un ha annunciato ieri che entrerà a far pacifico del potere, tempestivo e or- Barrow ha vinto le elezioni presi-
veicolo a Sawmaa, nella provincia parte della coalizione militare capeg- dinato. Ban Ki-moon — secondo denziali svoltesi il primo dicembre
di Al Bayda, ed è stato raggiunto giata dall’Arabia Saudita che sostie- l’ufficio del portavoce dell’Onu — in Gambia. Il presidente uscente
da un razzo lanciato dal velivolo. ne il presidente Hadi. L’Oman ha si è congratulato con Barrow per la
Jammeh — al potere da 22 anni e
Da quando è iniziato il conflitto motivato la decisione affermando vittoria elettorale e lo ha incorag-
che cercava di ottenere il quinto
tra i ribelli huthi e le forze governa- che è importante dare «pace, sicu- giato a sollecitare i suoi sostenitori
tive nell’estate del 2014 — ignorato rezza e stabilità a regioni dominate mandato presidenziale — prima ave-
a mostrare autocontrollo e a non ri-
dai media internazionali ma che se- dalla violenza armata del terrori- correre alla violenza. va ammesso la sconfitta nelle ele-
condo fonti dell’Onu ha già provo- smo». L’obiettivo finale della coali- Inoltre, Ban Ki-moon ha «con- zioni, poi, alcuni giorni dopo il vo-
cato 7100 morti, oltre 37.000 feriti e zione cui aderiscono 30 paesi, un an- fermato che l’Onu sostiene piena- to, ha respinto il risultato.
Soldati governativi yemeniti controllano l’ingresso nella città di Aden (Reuters)
2,5 milioni di sfollati in uno dei no dopo la sua costituzione, è di mente la decisione dell’Ecowas del Al fine di garantire una transizio-
paesi più poveri del mondo — Al sconfiggere i ribelli huthi. L’O man 17 dicembre». La Comunità econo- ne pacifica nel paese, la Comunità
Qaeda ha rafforzato le sue posizio- Hadi — riconosciuto dalla comunità La spirale del conflitto con i ribel- — finora intermediario tra le parti in mica degli stati dell’Africa occiden- economica degli stati dell’Africa oc-
ni, insieme ai miliziani del cosiddet- internazionale — a esercitare la pro- li huthi ha soltanto peggiorato l’in- conflitto — era l’unico paese del con- tale, riunita ad Abuja, ha chiesto al cidentale ha deciso di inviare trup-
to stato islamico (Is). Molto hanno pria sovranità sul territorio e a scon- stabilità interna, moltiplicando i ter- siglio di cooperazione del Golfo Per- presidente uscente Yahya Jammeh, pe per garantire la sicurezza del
pesato le difficoltà del governo del figgere l’ostilità di alcune tribù, spe- ritori fuori dal controllo delle forze sico a non partecipare alla campa- di riconoscere la sconfitta elettorale presidente eletto, i leader politici e
presidente Abd Rabbo Mansour cie nel sud, verso le autorità statuali. di sicurezza. I jihadisti si sono infat- gna. e ha deciso che Barrow sarà inse- tutta la popolazione.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 31 dicembre 2016

«Presentazione al tempio»
(Mosaico, Santa Maria Maggiore, V secolo)

Nelle opere del teologo argentino Rafael Tello

L’importanza
del popolo cristiano
di ALLAN FIGUEROA DECK Davanti a una Chiesa che agisce come un
«ospedale da campo», sorgono sfide prati-
allora cardinale Bergoglio, in- che di tutti i tipi: per esempio, quelle che ri-

L’ troducendo un volume dedi- guardano la disintegrazione e la riconfigura-


cato al pensiero originale e zione della famiglia, la crescente disugua-
creativo di Rafael Tello, aveva glianza economica, l’alienazione dei giovani,
elogiato il teologo come «una il degrado ambientale. Dottrina e tradizione
delle menti più brillanti della Chiesa argen- sono certamente importanti per illuminare
tina nel ventesimo secolo». Bergoglio evi- risposte pastorali nuove e migliori, ma in ge-
L’infanzia del Salvatore sull’arco trionfale di Santa Maria Maggiore denziava in particolare uno degli elementi nere non sono il punto di partenza per il ti-
chiave dell’eredità teologica di Tello, vale a po di riflessioni teologiche orientate alla

Nella luce della salvezza dire che la sua «teologia ci pungola, doman- prassi che Tello ha perseguito per tutta la
dandoci se stiamo dando ai poveri il posto vita. Tuttavia — e questa è la seconda carat-
che meritano. Ci invita a trasformare la
Chiesa nella casa dei poveri».
Rafael Tello era un teologo sistematico,
solidamente tomista, anzitutto convinto che
di FABRIZIO BISCONTI racconto della Natività, la cui do la caduta di ben 365 idoli, tutta la teologia è in definitiva pastorale.
Fondava questa convinzione nel mistero di
Pensatore creativo
scena viene però del tutto omes- numero simbolico che evoca in
un Dio trinitario, incarnato, la cui natura è
all’arco trionfale sa per accogliere invece, nel re- modo trasparente i giorni

D
amante, creativa, diffusiva, disposta a dare e Anticipiamo stralci di un articolo dal prossimo
della basilica roma- gistro inferiore, una complessa dell’anno per significare il tra-
a ricevere tramite rapporti caratterizzati da numero della Civiltà Cattolica.
na di Santa Maria adorazione dei magi, con i tre monto definitivo del culto paga-
reciprocità e, soprattutto, da misericordia. Nel testo l’autore presenta le tre caratteristiche
Maggiore sul- misteriosi personaggi disposti no. Afrodisio, il governatore del- Un tale Dio non è un’idea né un’astrazio-
l’Esquilino, conce- attorno a Gesù bambino, nim- la città, guida un gruppo di no- principali del pensiero del teologo argentino.
ne, ma piuttosto una potenza e una presen-
pita e decorata dal Pontefice Si- bato e seduto come un impera- tabili, che rimangono immobili za viva, incentrate sulla comunicazione di
sto III all’indomani del concilio tore su un sontuoso trono gem- dinanzi al bambino, riconoscen- amore verso gli altri. Nell’ordine pratico e
di Efeso del 431, hanno origine mato e provvisto di un cuscino done la divinità. concreto ciò porta a esiti essenziali: cibo per
le vie simboliche che attraversa- rosso. Alla scena partecipano Segue la drammatica storia fi- gli affamati, bevanda per chi ha sete, vestiti teristica del pensiero di Tello — il teologo ar-
no l’intero programma decorati- Giuseppe, quattro angeli ai lati gurata della strage degli inno- per chi è nudo, libertà per i prigionieri, giu- gentino è rimasto ostinatamente fedele agli
centi, secondo il racconto di stizia per gli oppressi e, naturalmente, vita insegnamenti e alle tradizioni della Chiesa,
vo della sontuosa edificazione di una stella luminosa, Maria,
Matteo (2, 13-18). A destra, un abbondante in questo mondo e nell’altro. anche quando a volte gli sembrava di andare
dedicata a Maria theotòkos («ma- ancora abbigliata come una regi-
gruppo di donne dai capelli Dio è amore e, come sant’Ignazio di Loyola in direzioni nuove o inedite. Tutti coloro
dre di Dio»). In un globo di lu- na e una severa donna assisa,
sciolti e dalle vesti discinte, in non si stanca di dire negli Esercizi spirituali, che lo hanno conosciuto concordano sulla
con un manto oscu-
segno di dolore, stringono i figli «l’amore si deve porre più nelle opere che sua fedeltà creativa alla Chiesa e al Magiste-
ro e la mano portata
tra le braccia. Al centro, un sol- nelle parole». ro. Parlando di Tello, Bianchi osserva:
al mento, nel gesto dato si rivolge al sovrano, nim-
dell’umore melanco- La prima caratteristica saliente della teolo- «Qualsiasi problema possano avergli arreca-
bato, assiso in trono e attorniato gia di Tello è che è inseparabile dall’azione to le sue posizioni teologiche e le sue inizia-
nico. Questa figura, da armigeri: Erode è vestito e pastorale nel mondo. Ciò significa che il tive pastorali, ha sempre pensato “nella”
interpretata come atteggiato come un imperatore, compito della Chiesa consiste nello sviluppo Chiesa e si è preoccupato di presentare la
Anna, madre di Ma- mentre i militari presentano il di un vero programma pastorale-pratico, da sua teologia nell’alveo del Magistero e della
ria, va piuttosto in- costume romano. Il “cortome- cui poi sorgerà la riflessione teologica. Molti ricca Tradizione ecclesiale».
tesa come personifi- traggio” si conclude con il faccia riscontri ci mostrano che Papa Francesco è Una terza, e forse ancora più significativa,
cazione della Chiesa a faccia dei magi e degli scribi impegnato ad affrontare gravi problemi pa- caratteristica della teologia di Tello è la sua
o anche come il sim- con Erode, definito da una di-
bolo della sapienza dascalia inserita in una tabula.
di Dio, suggerita an- Tutto si svolge dinanzi alle mu-
che dalla prossimità ra di una città: il re è protetto
delle figure dei ma- da due armigeri ed è consigliato
gi. da altrettanti scribi, che srotola-
Sul lato destro no un volume, dove è scritta la
dell’arco, Maria, in profezia messianica.
compagnia di due Tutto il grande manifesto in
angeli, ancora in
mosaico è chiuso, alle basi
abiti da sovrana, en-
dell’arco, dalle vignette urbane,
tra nel Tempio di
che rappresentano Bethleem e
Gerusalemme, attra-
Hierusalem, come confermano le
verso il portico di
Salomone. Tra le didascalie. Verso le due città,
sue braccia il bambi- che rappresentano i due apici
no, mentre Giusep- del segmento terreno della vita
pe protende le mani di Cristo, guardano altrettanti
e volge lo sguardo gruppi di sei agnelli, che sosti-
verso la madre con tuiscono in forma zoomorfa i
il figlio. Di seguito, dodici apostoli, i quali entrano
appaiono la snella nell’ecclesia ex gentibus e nell’ec-
figura della profetes- clesia ex circumcisione.
«Strage degli innocenti» (Mosaico, Santa Maria Maggiore, V secolo) sa Anna e Simeone, L’arco trionfale di Santa Ma-
accompagnato da un ria Maggiore, che rappresenta il
solenne gruppo di testo musivo più eloquente e di- Murale a Iruya, nel nord dell’Argentina (particolare)
anziani. Sullo sfon- steso dell’arte monumentale pa-
ce appare, come in un miraggio, do si sviluppa la fronte di un leocristiana dell’Urbe, vuole tra-
il trono vuoto che, secondo la tempio classico a quattro colon- smettere al popolo di Dio un
visione apocalittica di Giovanni, ne nella parte anteriore che, messaggio chiaro collocato tra storali, che toccano la vita dei comuni cre- concezione estesa dell’opzione per i poveri,
allude al mistero della rivelazio- presumibilmente e curiosamente, l’antica e la nuova alleanza, e denti e non credenti, con la metodologia del da lui legata a quella del concetto di pueblo,
ne. Attorno a quel segno, decisi- si ispira al tempio adrianeo di che trova in Maria regina e ma- circolo pastorale, che assegna il primo posto che egli sviluppa in un lavoro ancora inedito
vo per quanto riguarda la solu- Venere e Roma, se non addirit- dre l’anello di congiunzione tra all’incontro con la realtà. La dottrina non intitolato El cristianismo popular según las
zione ultima della salvezza, sfi- tura a quello, sempre dell’età di le due economie delle Scritture, basta, deve diventare vita. virtudes teologales.
lano i quattro viventi sotto lo Adriano, di Giove Capitolino, esaltando la theotòkos, come Questa esigenza metodologica viene sinte- Sebbene la Chiesa come popolo di Dio
sguardo rassicurante dei principi fatto costruire dopo la seconda strumento dell’incarnazione del ticamente colta da Papa Francesco nel- non sia la stessa cosa che el pueblo, ci sono
degli apostoli, custodi della guerra giudaica (132-135) laddo- lògos. l’Evangelii gaudium, e viene spesso ripetuta: molti punti di contatto tra loro. Come Papa
Chiesa di Roma e dell’intero ve sorgeva il grande santuario «La realtà è superiore all’idea» (231-232). Francesco, anche Tello, nello spirito della
mondo cristiano. E mentre lun- gerosolimitano fatto edificare da Lumen gentium, spesso ha usato l’espressione
Erode il Grande e distrutto nel «santo popolo fedele di Dio nella storia»
go le navate si distendono le
70 dalle legioni di Tito. per riferirsi alla Chiesa. Il concetto di pueblo
storie del Vecchio Testamento,
Davanti al tempio, sono posa- evidenzia il carattere storico e dinamico di
sull’arco sono disposti i quadri
ti due volatili bianchi e due scu- una vita comune condivisa, come pure l’in-
salienti dell’infanzia del Salvato- ri: con ogni evidenza si tratta
cessante pellegrinaggio, il viaggio escatologi-
re, secondo una narrazione con- delle colombe e delle tortore of-
tinua che svolge la storia della ferte in sacrificio, in occasione
Papa Francesco risponde (in croato) co del popolo di Dio. Tale viaggio richiede
prima manifestazione del Verbo della presentazione di Gesù. Di attenzione alla realtà, ai «segni dei tempi»,
di Dio. come ha ribadito il concilio Vaticano II.
seguito, è raffigurata una scena
Tutto comincia con le annun- che contempla l’angelo che par- Tello inoltre accorda un posto di partico-
È appena uscita l’edizione croata Cristiandad, 2016, pagine 511, euro lare importanza ai poveri, a cui tutta la
ciazioni simultanee a Maria e a la in sogno a Giuseppe, come
Giuseppe. La prima è colta narra l’evangelista Matteo (2, (Jorge Mario Bergoglio, Papa Franjo 23) e quella in francese (Pape Chiesa si riferisce non soltanto nella carità, a
mentre fila la porpora per la 13), per ordinargli di fuggire odgovara. Intervjui i tiskovne François, Paroles en liberté. Interviews causa delle loro necessità, ma anche in
tenda del Tempio di Gerusalem- dalla persecuzione e di condurre konferencije. Uvod Giovanni Maria et conférences de presse, Paris, Presses quanto mediatori privilegiati della presenza
me, vestita sontuosamente come Maria e il bambino in Egitto. Vian, Zagreb, Kršćanska sadašnjost, de la Renaissance - Plon, 2016, di Dio, il volto di Cristo nel mondo, e fonti
una regina, tra uno stormo di 2016, pagine 425, kune 190) della pagine 432, euro 19,90), prefate di una particolare ermeneutica, una lente
Quest’ultima scena si collega
angeli. Uno di questi si rivolge con il registro inferiore, dove si raccolta di tutte le interviste e le rispettivamente da Antonio Pelayo e per interpretare e discernere la volontà di
a Giuseppe, in una rappresenta- sviluppa una grande narrazione conferenze stampa del Pontefice, Caroline Pigozzi. Questo Dio per tutto il suo santo popolo. Il pensie-
zione che vuole probabilmente visiva che trae spunto dagli introdotta dal direttore ro fondamentale di Rafael Tello, di Lucio
moltiplicarsi di traduzioni e di
alludere al sogno in cui, secon- scritti apocrifi sull’infantia salva- dell’Osservatore Romano e Gera e di altri teologi argentini del pueblo
ristampe conferma un interesse per il
do la narrazione evangelica di toris e, segnatamente, dal Proto- pubblicata in Italia alla fine dello dimostra come oggi, sotto il ministero petri-
scorso novembre (Risponde papa Pontefice che va ben al di là della
Matteo (1, 20-21) viene rivelato vangelo di Giacomo al vangelo no di Papa Francesco, le «periferie teologi-
al promesso sposo di Maria il dello Pseudo-Matteo, da quello Francesco, Venezia, Marsilio, 2015, Chiesa cattolica e nello stesso tempo che» stiano impegnando il centro come non
mistero insondabile della incar- armeno alla Cronaca di Zuqnin. pagine 368, euro 18). In maggio l’efficacia di una forma di era mai accaduto prima.
nazione. Il quadro musivo racconta l’epi- sono state pubblicate comunicare non nuova — la prima Ci sarebbe senz’altro ancora molto da dire
Le due annunciazioni sono sodio accaduto nella città di So- successivamente l’edizione in intervista a un Papa risale infatti al sul pensiero di Tello e su come esso possa
comprese tra la rappresentazione tine e, in particolare, nel capito- spagnolo (El papa Francisco responde. 1892 — ma che Bergoglio ha costituire una fonte — implicita o esplicita —
del Tempio e dell’abitazione di lium del centro egiziano, dove la Todas sus entrevistas y ruedas de innovato in modo originale e per alcuni dei gesti, dei messaggi e delle
Giuseppe, come per aprire il sacra Famiglia entra, provocan- prensa, Madrid, Ediciones decisivo. azioni di Papa Francesco.
sabato 31 dicembre 2016 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Un’edizione
per l’Argentina
Con un saluto di Papa Francesco si apre la
nuova edizione dell’Osservatore Romano
per l’Argentina. Sedici pagine, nove delle
quali riprese dal settimanale che da quasi Fedeltà a una grande missione
mezzo secolo si pubblica in Vaticano più

Oltre
sei originate nel paese americano.
Nella prima pagina spicca la riproduzione
del chirografo del Pontefice accompagnata
da un editoriale del direttore che indica la
novità dell’iniziativa del giornale della
Santa Sede. A sottolinearla sono da
Buenos Aires gli articoli — che
pubblichiamo in questa pagina in
la tradizione
traduzione italiana — di Marcelo Figueroa,
che è responsabile dell’edizione per
l’Argentina, e dell’arcivescovo Víctor amato paese. Nel quadro di questo ligioso e interculturale argentino e
Manuel Fernández, rettore dell’Università indelegabile e inestimabile compito, il continentale.
cattolica argentina. pensiero dei suoi conterranei avrà un Chiedo al Signore la grazia di ri-
Tra gli altri contributi del numero zero che posto di rilievo nella nostra edizione. manere fedele, sia io che firmo, sia il
esce il 30 dicembre con una tiratura di Allo stesso modo, e per favorire la vi- mio collega Santiago Pont Lezica che
quarantamila copie vanno segnalate le sione universale del suo pontificato e avrà la responsabilità esecutiva per la
riflessioni del rabbino Abraham Skorka e mantenere un’unità comunicativa in-
del teologo Carlos Galli. «La Chiesa deve ternazionale, una buona parte di ogni
imparare a misurarsi fino in fondo con il edizione coinciderà con l’edizione set-
sud del mondo» scrive quest’ultimo, timanale in lingua spagnola stampata
La mia appartenenza
sottolineando come una delle novità in Vaticano da quasi cinquant’anni. alla fede protestante riflette
introdotte dal magistero di Papa Francesco La mia appartenenza alla fede pro-
sia costituita dal ruolo importante acquisito apertura e generosità
testante riflette apertura e generosità
dalla metropoli come luogo particolare da parte di Francesco, che non posso da parte di Papa Francesco
dove avviene la trasformazione della non discernere nel loro reale significa-
società. Secondo Galli, «la scelta di porsi
Per le quali gli sono profondamente grato
to e per le quali gli sono profonda-
lungo questa direttrice, oltre che offrire una mente grato. Pertanto in questa edi-
comprensione del “popolo di Dio” che è al zione dell’Osservatore Romano per
centro e al cuore delle iniziative di l’Argentina gli spazi di opinione e di sua nota professionalità e il suo
Francesco, apre uno sguardo privilegiato riflessione saranno aperti a tutti, dai impegno di laico cattolico, nella ge-
anche per leggere i complessi processi di di MARCELO FIGUEROA referente a tutta l’umanità, per aiutare stione di questa edizione locale. Pre-
più importanti rappresentanti della
cambiamento istituzionale» avviati dal a discernerne l’influenza nel tempo e go per l’enorme compito di Silvina
Chiesa cattolica nazionale agli espo-
uanto si richiede nello spazio; e infine, sebbene l’elen- Pérez, incaricata delle edizioni in

«Q
Pontefice. (silvina pérez) nenti di diverse confessioni religiose,
negli amministra- co potrebbe continuare, rendendo ri- lingua spagnola, e di Giovanni Ma-
tori è che ognuno conoscibile alle pecore del suo ovile e a ogni persona di buona volontà in ria Vian, direttore dell’O sservatore
risulti fedele» (1 l’inconfondibile suono della voce del grado di dare una visione locale Romano, i quali dai loro uffici in
Corinzi, 4, 2). La loro pastore. Questa edizione argenti- dell’influenza di Francesco. Non farlo Vaticano saranno i responsabili ulti-
missione dell’Osservatore Romano di na è anche unica. È la prima volta sarebbe trascurare l’attualità e l’indi- mi di ogni numero. Infine, parafra-
essere il mezzo d’informazione del che, nei suoi 155 anni di esistenza, scutibile impatto della sua voce tra i sando il vescovo di Roma e l’argen-
compito universale del Santo Padre lo questo giornale include contenuti lo- fedeli del popolo cattolico e la sua tino più importante della storia,
rende un documento giornalistico cali in un’edizione al di fuori del Va- funzione di referente, quale pietra chiedo a voi, lettori e colleghi: «Pre-
unico nel suo genere. Un simile man- ticano. La missione di Papa Bergo- d’angolo e guida, nel dialogo interre- gate per noi».
dato di gestione della comunicazione glio, venuto da questa parte della «fi-
richiede, tra le altre qualità, quella ne del mondo», va inquadrata, inter-
della «fedeltà». Fedeltà che si deve pretata, comunicata ed espressa nella
dimostrare in diversi modi: riportan- e dalla cosmovisione culturale del suo
do le parole ufficiali come testo di ri- popolo di origine. Ciò non solo ri-
ferimento; immergendosi nelle pro- chiederà i tratti di fedeltà sopraenun-
fondità del suo pensiero spirituale per ciati, ma anche uno sforzo per docu-
poterlo diffondere correttamente; ri- mentare, a queste latitudini, le straor-
specchiando la vera dimensione mon- dinarie ed eclettiche risorse applicate
diale del suo ministero per situare il della sua semiotica comunicazionale.
suo apostolato nel giusto contesto; fa- Francesco è argentino e merita di es-
L’augurio della Conferenza episcopale argentina cendo conoscere la sua funzione di sere conosciuto fedelmente nel suo

Per far crescere una cultura dell’incontro e del perdono

Diretto e senza portavoce


di VÍCTOR MANUEL FERNÁNDEZ* vede perciò esposto a commenti che fenda i fannulloni, che sia un popu- una grande opinione di chi “vive alle
travisano il significato di quanto ha lista che non dà valore alla cultura spalle”, perché giustamente percepi-
i colpisce oggi il detto. Quanto diventa quindi diffici- del lavoro, che incoraggia quanti vo- sce in essi una certa mancanza di di-

M modo in cui si fram- le comunicare, conoscersi e discutere gliono vivere alle spalle degli altri, gnità».
menta l’informazio- seriamente! Se poi a tutto ciò si che protegge gli indolenti che non Ritiene pertanto che una presunta
ne. È così nei mass sommano le modifiche che si appor- hanno voglia di sforzarsi. Strana- libertà economica dove «si riduce
media e nelle reti tano, aggiungendo foto di un altro mente, persino alcuni teologi e gior- l’accesso al lavoro, diventa un di-
sociali, ma anche nelle conversazioni momento, confronti e aneddoti, si nalisti cattolici fanno commenti di scorso contraddittorio» (Laudato si’,
tra professionisti e accademici. Si ha stravolge tutto. questo tipo. Eppure pochi hanno di- n. 129). Non chiede di equiparare
l’abitudine di citare frasi sciolte ed Quando Francesco chiede un si- Due volti di Buenos Aires: Villa 21 e, sullo sfondo, i grattacieli del quartiere Retiro
feso tanto la cultura del lavoro verso il basso e neppure che tutto
estrapolate dal contesto. Si cita una stema economico più giusto e difen- quanto il cardinale Bergoglio. venga distribuito in parti uguali.
parte e si occulta l’altra. Chi parla si de i deboli, alcuni pensano che di-
Se ci sono ancora dubbi al riguar- Chiede che tutti abbiano la possibi-
do, basta guardare i testi che ha lità di vivere degnamente del pro- interpreti che usano il filtro della lo- re già ciò che avrebbe detto durante
scritto di suo pugno. Per esempio, prio lavoro. Perché «il solo fatto di ro ideologia. la sua visita. Si sono risentiti anzi-
che cosa dice dei piani assistenziali? essere nati in un luogo con minori Inoltre, sembra che ci sia un qual- tempo, incitati da alcuni maestri del
Sostiene che sebbene facciano «fron- risorse o minor sviluppo non giusti- che interesse ad attribuire a France- sospetto. Poi, quanti hanno ascolta-
te ad alcune urgenze, si dovrebbero fica che alcune persone vivano con sco cose che hanno poco a che vede- to per intero il suo discorso al con-
considerare solo come risposte prov- minore dignità» (Evangelii gaudium, re con il suo stile personale. Per gresso, senza intermediari, hanno
visorie» (Evangelii gaudium, n. 202). n. 190). Deplora un mondo in cui esempio, tempo fa alcuni individui compreso commossi il valore del suo
«non sembra abbia senza scrupoli hanno chiesto denaro messaggio. Quindi è meglio che
senso investire af- in cambio di un’udienza con lui e mettiamo da parte il setaccio del so-
finché quelli che ri- molti hanno dato per scontato che il spetto e cogliamo ora questa possi-
Pochi si soffermano a esaminare mangono indietro, i Papa fosse d’accordo. Qualunque bilità di leggerlo e di conoscere il
deboli o i meno persona minimamente informata sa suo vero insegnamento.
quello che il Pontefice scrive e insegna dotati possano farsi che una virtù che Bergoglio ha sem- Perché sicuramente Francesco è
Sembra che ci sia un qualche interesse strada nella vita» pre avuto è una discretissima austeri- un dono di Dio a questo mondo e
(Ibidem, n. 209). È tà. Si dimentica che aveva riservato sarebbe triste se non lo percepissimo
ad attribuirgli cose che hanno poco populismo questo? un posto in una casa di riposo di così nella sua propria patria, a con-
a che vedere con il suo stile personale Ho citato questo Flores per morire lì. Non aveva nul- ferma che «nessun profeta è bene
esempio, che mi la, solo vestiti vecchi. Forse non si sa
accetto in patria». L’Osservatore Ro-
sembra eloquente, che lo scorso anno ha proibito agli
mano ci offre l’opportunità non solo
perché molti catto- organizzatori del congresso eucaristi-
di leggerlo con maggiore attenzione,
Nella Laudato si’ riafferma che è lici leggono il Papa attraverso i me- co di Tucumán di mettere il suo vol-
ma anche di seguire da vicino i suoi
prioritario assicurare «l’accesso al la- dia e alcuni finiscono col ripetere ir- to su un tagliando per un contribu-
to. Ha anche scritto una lettera alla passi ed essere partecipi del suo pe-
voro (...) per tutti» (n. 127) e critica ritati quello che dice un notiziario.
Conferenza episcopale argentina (a regrinare. Così potremo stare accan-
nuovamente l’assistenzialismo: «Aiu- Ho l’impressione che pochi si soffer-
settembre 2015), chiedendo per favo- to a uno dei pochi grandi leader
tare i poveri con il denaro dev’essere mino a leggere ed esaminare diretta-
re di non sollecitare soldi al governo che, a partire dalla sua fede, c’inco-
sempre un rimedio provvisorio per mente quello che scrive e insegna.
fare fronte a delle emergenze. Il vero Da qui l’importanza di questa edi- per quel congresso. raggia a costruire un mondo miglio-
obiettivo dovrebbe sempre essere di zione dell’Osservatore Romano, che È vero che Francesco parla soprat- re, a maturare una cultura dell’in-
consentire loro una vita degna me- avrà ampia diffusione e favorirà l’ac- tutto attraverso i suoi gesti, ma an- contro e del perdono, a pensare a
diante il lavoro» (n. 128). Nella sua cesso diretto ai testi di Papa France- che i gesti possono essere manipola- quanti stanno peggio di noi.
recente lettera (del 1° agosto) per la sco. È meglio leggerlo direttamente ti, e allora ci sono le parole per chia-
festa di San Gaetano a Liniers, ha e per intero, per poter cogliere il suo rire il loro vero significato. Negli *Rettore
Pellegrini durante la festa di San Gaetano a Liniers scritto: «Il nostro popolo non ha insegnamento senza intermediari o Stati Uniti molti pensavano di sape- della Universidad Católica Argentina
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 31 dicembre 2016

Iconostasi nella cattedrale


della Santa Trinità a Sergiev Posad

Ortodossi e cattolici nella vecchia e nuova Europa

Comune bellezza
di NATALINO VALENTINI restano ancora cruciali, non soltan- alla storia contemporanea, rispetto
to in termini geopolitici, ma anzi- alla quale persino il dramma del
Nel villaggio globale che ancora tutto in termini culturali e spiritua- totalitarismo sovietico, con il suo
distrattamente abitiamo, la cristia- li. Nello stesso tempo, i cristiani imponente scialo di distruzione e
nità s’interroga sulla sua identità presenti nell’Europa orientale, in di morte, risulta ancora in gran
culturale e spirituale, nel tentativo gran parte ortodossi, sono molto parte ignorato o comunque scarsa-
di ritrovare un ruolo e un senso differenti non soltanto rispetto mente studiato e conosciuto nelle
nel mondo. Mentre la nuova Euro- all’Occidente, ma anche fra loro, sue reali proporzioni e implicazio-
pa è oggi di fronte a un’inedita fra una nazione e l’altra. Non pos- ni. Nella Chiesa cattolica la nuova
prova di civiltà e convivialità delle siamo prescindere da queste diver- prospettiva ecumenica delineata
differenze, suscitata dagli inarresta- se identità confessionali. Come tra- dal concilio ha certamente rappre-
scurare a questo proposito quella sentato un punto di svolta nei rap-
bili flussi migratori e dalla crescen-
terra dell’estremo sud dell’Europa, porti con l’ortodossia, avviando
te ferocia del fondamentalismo e
che fu seme dell’intera Europa: la una fase storica ricca di speranze
del terrorismo ammantati di reli-
Grecia? Come trascurare il lievito circa le reciproche relazioni. A
giosità, ma che in realtà nascondo- del cristianesimo bizantino che fer- questa importante svolta dottrina-
no solo l’empio e intollerabile ol- mentò la pasta dell’intera Europa le, tuttavia, non ha ancora piena-
traggio del nome di Dio, non sen- orientale fino al battesimo dell’an- mente corrisposto un concreto mu-
tica Rus’? tamento educativo, spirituale e pa-
Anche se non tutte le Chiese or- storale teso a conoscere più appro- Tra le tante concezioni dell’orto- re dall’esperienza religiosa viva, to conoscere al mondo (Giovanni,
todosse hanno preso parte allo sto- fonditamente l’ortodossia, la natu- dossia che si sono susseguite nel un’esperienza intrisa dalla bellezza 1, 18), operante nella realtà umana
rico sinodo panortodosso, si può ra del suo pensiero teologico e fi-
Chiesa sorella sperare che in seguito a esso losofico, la sua concezione integra-
corso della storia, certamente quel-
la proposta da padre Pavel Floren-
spirituale e liturgica. Colta in que-
sta prospettiva, la bellezza non è
mediante la luce della trasfigura-
zione e la grazia dello Spirito san-
ugualmente muteranno le relazioni le del mondo e della vita. skij, genio del pensiero ortodosso mai soltanto una proprietà forma- to, fino alla perfetta purificazione
tra i diversi patriarcati. Da parte La stessa situazione, per certi del XX secolo, resta tra le più sor- le, qualcosa di riducibile a mera del cuore. Anzi si potrebbe dire
È la reciproca diffidenza nei fondamenti, sua, Papa Francesco sollecita l’in- versi ancor più grave e problemati- prendenti e disarmanti al contem- forma logica e concettuale, ma una con Bulgakov che «la grazia dello
nella fede, la vera causa della divisione tera cattolicità a mettere in atto ca, si ritrova all’interno dei diversi po. Nel suo poderoso capolavoro dimensione costitutiva dell’essere, Spirito santo svela la santa corpo-
che affligge il mondo cristiano: ad affermarlo pratiche di autentico umanesimo contesti ortodossi, delle sue Chiese di teodicea ortodossa strutturato in la caratteristica suprema dell’esi- reità, crea una carne santa, il “mol-
è il direttore dell’Istituto superiore di scienze evangelico e di dialogo ecumenico e dei suoi diversi patriarcati, ove forma di epistolario (dodici lettere stenza. to buono” del mondo. La bellezza
religiose «Alberto Marvelli», delle diocesi nella testimonianza credibile di prevalgono ancora diffidenze e a un amico), egli si misura già dal- Come osserva sempre Florenskij è la rivelazione per eccellenza del-
di Rimini e di San Marino - Montefeltro, unità e di comunione. Eppure non pregiudizi nei riguardi della catto- le prime pagine con l’impossibilità in uno scritto proprio dedicato
nella postfazione — di cui pubblichiamo ampi lo Spirito santo».
poche restano le barriere e i pre- licità. di afferrare e definire l’ecclesialità all’ortodossia, il Battesimo della
stralci — al libro di Laura Gloyer giudizi da abbattere. Nonostante Ma come superare definitiva- Queste diverse forme della spiri-
ortodossa con gli strumenti del ra- Rus’ resta un paradigma ineludibi- tualità ortodossa appartengono in
Incontriamo la Chiesa sorella ortodossa la profetica apertura del concilio mente questa reciproca negligenza ziocinio. Se poi si richiede il ne- le per cogliere la percezione orto-
(Brescia, Els Scuola Editrice Morcelliana, Vaticano II e di un ricco magistero che tanto danno ha arrecato all’an- gran parte al patrimonio comune
cessario ricorso a concetti esplicati- dossa del cristianesimo slavo, frut-
2016, pagine 136, euro 10). che giunge fino ai nostri giorni, nuncio di Cristo e all’esperienza di della Chiesa indivisa del primo
vi in grado di corrispondere alla to dell’incontro della fede greca
permane all’interno del cattolicesi- fede cristiana? Nonostante alcune millennio. Ma la progressiva sepa-
domanda: che cos’è l’ortodossia? con il paganesimo russo e il carat-
mo una distanza culturale, ancor rare eccezioni messe in atto soprat- La risposta di Florenskij irrompe razione determinata dal grande
tere nazionale. Ripercorrendo la scisma ha poi generato tra le due
prima che dottrinale, con la teolo- tutto nel corso del XX secolo, a con sorprendente nettezza: «È una celebre Cronaca di Nestor relativa
gia e la spiritualità ortodossa, se- partire dallo storico incontro tra vita nuova, la vita nello Spirito. forme storiche di cristianità (orien-
za turbamento si torna a riflettere alla conversione del principe Vla- tale e occidentale) una progressiva
gno di una diversa percezione Papa Paolo VI e il patriarca Athe- Qual è il criterio che legittima dimir, egli mostra tre aspetti di-
sulle differenti radici della cultura e reciproca negligenza, unitamente
dell’esperienza di fede cristiana, nagoras, fino a quello recentissimo questa vita? La bellezza. Perché stinti e complementari dell’incon-
cristiana, sulle sfide che questa è alla crescente diffidenza e persino
ma anche di una frattura e di una tra Papa Francesco e il patriarca di esiste una particolare bellezza spi- tro con il cristianesimo bizantino,
chiamata ad affrontare con inedito intolleranza che si sono prolunga-
ferita che ancora attende di essere Mosca Kirill, molto resta ancora rituale, inafferrabile con le formule che diventeranno poi i tratti pecu-
genio spirituale e rinnovato éthos guarita. Neppure i più recenti ri- da fare in questa direzione sulle te, tranne qualche eccezione, lungo
logiche, ma, allo stesso tempo, liari dell’esperienza di fede dell’in-
umanizzante. volgimenti storici che hanno attra- due sponde confessionali della cri- l’intero corso del secondo millen-
unico metodo giusto per definire tera Slavia ortodossa: la radicalità
Il mutamento di paradigma in versato i Paesi dell’Europa orienta- stianità. Soltanto un rinnovato nio. Oggi le sfide che la cultura
che cosa è ortodosso e che cosa dell’annuncio di salvezza, la bel-
atto impone anzitutto di ripensare le e la crescente presenza dell’im- confronto e incontro fraterno tra non lo è. Gli specialisti di questa moderna e contemporanea pone al
il rapporto tra l’Europa e il suo lezza liturgica e la carità compas-
migrazione slava nelle nostre città, Chiese d’Oriente e d’O ccidente bellezza sono gli starcy spirituali: i sionevole. Ma è proprio alla bel- cristianesimo non possono essere
Oriente, ritornando alla metafora hanno generato un concreto e au- potrà generare un autentico dina- maestri dell’“arte delle arti” che è fronteggiate in modo univoco e
dei «due polmoni dell’Europa cri- lezza che viene riservata una parti-
tentico mutamento di sguardo cul- mismo evangelico verso l’unità. l’ascetica, secondo le parole dei anche le Chiese ortodosse sono
stiana» coniata già nel 1930 dal colare rilevanza, poiché in essa si
turale sulla cultura ortodossa e il Ma questo processo non potrà santi padri». sollecitate a uscire dalla propria
pensatore russo Vjačeslav Ivanov nasconde il mistero fontale, il nu-
suo reale contributo alla formazio- prescindere dalla preliminare cono- Per il suo legame speciale con la autoreferenzialità, da un certo con-
(recuperata in più occasioni dal cleo più intimo e segreto dal quale
ne della nuova identità europea. scenza reciproca, dalla riscoperta pienezza di vita divina, il senso ul- servatorismo e dalla chiusura iden-
beato Giovanni Paolo II). All’ini- attingere il senso dei fondamenti
Queste vistose carenze conosciti- del loro comune patrimonio cultu- timo dell’ecclesialità (cerkovnost’) titaria entro i propri confini nazio-
zio del terzo millennio la proble- dogmatici ed esistenziali, il luogo
ve riguardano soprattutto le forme rale e spirituale e al contempo del- ortodossa, l’essenza della sua con- nalistici, per aprirsi a una nuova
matica relazione con l’altro volto della gloria di Dio e della salvezza
originarie della cultura slava, a le loro differenti visioni del mon- ciliarità (sobornost’), sfugge a ogni umanità che chiede ai cristiani di
dell’uomo. In altre parole, «la reli-
dell’Europa, e conseguentemente partire dai fondamenti storici, sia do, lasciando emergere convergen- tentativo di oggettivazione dimo- rendere conto delle loro divisioni.
gione cristiana che tanta impres-
con la controversa e mai risolta in rapporto alle origini e allo svi- ze e complementarità, ricercando strativa, per rivelarsi misteriosa- A questo proposito restano an-
sione suscitò sui messi, aveva la
questione dell’Europa e la Russia, luppo delle Chiese slave, sia anche l’unità nella diversità. mente e sensibilmente solo a parti- cora drammaticamente inascoltate,
sua forza per trasformare una vita
inutile e informe in bellezza, ar- dentro e fuori delle Chiese orto-
monia divina e per quanto di rado, dosse, le folgoranti e pungenti
in vita come celebrazione, ma di considerazioni ecumeniche di pa-
fatto univa l’uomo a Dio». dre Pavel Florenskij, che così os-
servava: «Se il mondo religioso è
Leader indù in Pakistan sul provvedimento che tutela le minoranze religiose
Il patriarca Raï Nella bellezza, custodita mira-
bilmente dalla divina liturgia, frammentato lo si deve, in primo

Una legge da difendere su libertà di culto «Dio coesiste con l’uomo», in essa
è la testimonianza della permanen-
luogo, al fatto che le religioni non
si conoscono le une con le altre. Il
e diritto za divina, in ultima istanza, il
compimento dell’amore. Per que-
mondo cristiano in particolare è
scisso proprio per questo motivo,
ISLAMABAD, 30. Forte preoccupa- di famiglia sto l’esperienza liturgica e l’arte
iconica sono diventati i tratti carat-
giacché le sue confessioni non si
conoscono reciprocamente. Coin-
zione è stata espressa dal leader del terizzanti e i migliori veicoli volte in una polemica che le dis-
consiglio indù del Pakistan, Rame- espressivi della spiritualità orto-
BEIRUT, 30. La conversione a un’altra sangua, esse non hanno quasi più
sh Kumar Vankwani, per le notizie dossa in generale (russa in partico-
religione non può essere un espediente la forza di vivere per se stesse. Le
di una possibile modifica o abroga- lare), che «ha avuto come nutri-
per aggirare la legge sulla famiglia e confessioni sono come quelle per-
zione del Sindh Criminal Law Bill mento spirituale non tanto un in-
ottenere il divorzio. È quanto, in so- sone che amano denunciare il
(la legge che protegge le minoran- segnamento dottrinale o dei ser- prossimo e dilapidano tutte le pro-
ze religiose nella regione del Sin- stanza, ha affermato il cardinale Bécha- moni ma soprattutto la liturgia». prie sostanze in processi, vivendo
dh). Vankwani ha avvertito che ra Boutros Raï, patriarca di Antiochia Generalmente, ciò che ancora oggi in miseria e facendo la fame. Se
qualsiasi azione mossa dalla pres- dei Maroniti, che ha messo in guardia suscita stupore entrando in una solo un’infima parte dell’energia
sione dei “partiti religiosi estremi- da un fenomeno che recentemente sta chiesa ortodossa è soprattutto la
sti” farebbe aumentare l’insicurezza che si spreca per essere ostili al
diffondendosi tra i fedeli maroniti, sin- cura della bellezza del culto litur-
tra i non musulmani. Il Pakistan prossimo venisse utilizzata per
tomo di uno smarrimento spirituale e gico, la misteriosa bellezza delle
inoltre potrebbe trovarsi ad affron- amare se stessi, l’umanità potrebbe
morale. icone presenti nello spazio liturgi-
tare l’isolamento a livello interna- tirare il fiato e prosperare. [...] Ri-
Inaugurando l’anno giudiziario dei co, come pure quella discreta asce- tengo che il compito primo e pres-
zionale se il provvedimento, che tribunali ecclesiastici del patriarcato, tica e mistica della nascosta bellez-
mira a prevenire e bloccare l’anno- sante che l’umanità deve porsi di
Raï ha detto che «non possiamo consi- za del cuore. L’esperienza origina- questi tempi sia proprio l’auto-te-
so fenomeno delle conversioni reli- derare come una libertà di credo o di ria della bellezza spirituale viene
giose forzate, venisse abrogato. Il stimonianza delle confessioni e
coscienza l’intenzione di cambiare reli- vissuta e compresa dall’ortodossia delle religioni, la manifestazione
provvedimento era stato salutato gione al fine di ottenere un divorzio e entro la prospettiva della visione,
come elemento di grande speranza della specificità che esse hanno ca-
rompere il sacro vincolo del matrimo- la quale assume in sé la via apofa-
nell’ottica del rispetto dei diritti re e che non potrebbero rinnegare
nio». I cittadini libanesi, infatti, in ma- tica del silenzio concettuale, e tro-
delle minoranze religiose, tanto da senza distruggere i principi stessi
teria di diritto di famiglia soggiacciono va la forma più significativa di
essere proposto anche a livello na- Intanto, i cristiani hanno accolto minoranze religiose, in particolare della propria vita spirituale».
non alla legge statale ma alla legisla- espressione nella visione-ascolto li-
zionale. Tuttavia, a poco più di un con favore la decisione di fissare il per i cristiani, che da tempo auspi- A distanza di un secolo, queste
zione prevista dalla propria religione di turgica e nella visione-contempla-
mese dalla sua approvazione, le nuovo censimento della popolazio- cavano un nuovo conteggio ufficia- zione iconografica, esperienze nel- annotazioni risuonano in tutta la
ne. Il Consiglio di interesse comu- le della popolazione. Ora i cristiani appartenenza. «Le coppie di maroniti loro drammatica forza profetica,
pressioni e le minacce di partiti re- le quali «purifichiamo i nostri sen-
ne (Icc), organismo governativo, dovranno assicurare che i loro dati, che, per divorziare, vogliono cambiare scuotendo la coscienza di ogni cri-
ligiosi e dei movimenti islamici si per vedere l’inaccessibile luce
estremisti hanno avuto buon gioco. ha infatti deciso ufficialmente che soprattutto quelli relativi alla reli- la loro confessione per un altro rito cri- stiano.
della Resurrezione», come recita
Questa legge — ha detto Peter il censimento avrà inizio in Paki- gione, siano corretti». stiano o per la religione musulmana —
un antico inno pasquale.
Jacob, presidente del Centro per la stan il 15 marzo 2017. Tutte e quat- Nella loro assemblea plenaria, i ha affermato — diffondono una piaga
La bellezza come frutto dell’in-
giustizia sociale — costituirebbe un tro le province collaboreranno alla vescovi avevano affrontato anche il dolorosa. Queste coppie sappiano che carnazione non è riducibile né ad
passo avanti positivo per la prote- realizzazione del censimento e si tema del censimento, chiedendo al cambiando confessione o religione di- abbellimento esteriore, né a senti-
zione delle minoranze. Jacob ha ri- formerà un’apposita commissione governo che venisse indetto al più sprezzano la loro chiesa e le chiese a mento, il suo manifestarsi nel
cordato che già a giugno del 2014 per monitorarne lo svolgimento. presto, per aggiornare anche i dati cui si affiliano o la comunità musulma- mondo è quello di un sacramento
«un’ordinanza della Corte suprema L’ultimo censimento in Pakistan ri- relativi alle minoranze religiose. «Il na che scelgono». Se da un punto di teofanico. Per la tradizione cristia-
ha imposto al governo di formare sale al 1998. censimento — ha affermato l’epi- vista religioso, ha aggiunto, si tratta di na orientale nella bellezza è l’origi-
una commissione per monitorare il «Il censimento — ha spiegato a scopato — è importante per il buon un «peccato», dal punto di vista giuri- ne di ogni dinamismo spirituale,
rispetto dei diritti delle minoranze Fides Nasir Saeed, direttore della governo dello stato, per una dico è «una breccia nella legge del 2 del vero dinamismo pasquale. La
religiose, soprattutto per contrasta- ong Centre for Legal Aid, Assistan- migliore gestione dei servizi sociali aprile del 1951 che dispone la compe- filocalia cristiana nasce dall’acco-
re la discriminazione esistente nella ce and Settlement (Claas) — è e per un’equa distribuzione delle tenza dell’autorità ecclesiastica sul ma- glimento dell’amore ascetico della
società su base religiosa». un’opportunità importante per le risorse». trimonio. bellezza divina che il Figlio ha fat-
sabato 31 dicembre 2016 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Il bambino Gesù nella grotta di Betlemme

BOLO GNA, 30. La prima volta fu nel


1968 a Sotto il Monte, il borgo ber-
Nato
in mezzo all’impurità
gamasco che ha dato i natali a Papa
Giovanni XXIII. A fare idealmente
da sfondo in quella occasione fu il
titolo mutuato da padre David Ma-
ria Turoldo: «La pace non è ameri-
cana, come non è russa, romana o
cinese; la pace vera è Cristo». Da Pubblichiamo stralci dell’omelia natali- ma Gesù è nato in una stalla di Be-
allora le marce della pace del 31 di- zia del vescovo di Gozo (Malta). tlemme dove c’era sporcizia e sterco
cembre, percorrendo le strade di e impurità. Questo è il mistero
tante città italiane, si sono via via di MARIO GRECH dell’incarnazione. Ecco perché sta-
sempre più confermate come mo- notte dobbiamo meravigliarci da-
menti forti di sensibilizzazione sui San Luca dice che Gesù, il Figlio di vanti alla generosità di Dio che non
problemi più urgenti della società e Dio, è nato in una stalla a Betlem- mette da parte l’immondo e ciò che
del mondo intero. Un’occasione, so- me e che lo deposero in una man- è contaminato non lo scarta. Anzi,
prattutto, per riflettere sul tema giatoia, perché non c’era posto per ha scelto di nascere tra ciò che è
proposto dai Pontefici per la gior- Maria e Giuseppe nell’albergo. Se ci contaminato.
nata mondiale della pace del 1° gen- fosse stato qualcuno che avesse Pertanto, a chi tra noi ha qualche
naio. Una consuetudine inaugurata aperto al momento in cui Giuseppe tipo d’impurità, anche se la sua si-
proprio nel capodanno del 1968 dal e Maria bussarono, sicuramente Ge- tuazione familiare non è perfetta,
beato Papa Paolo VI. A Bologna la marcia per la pace sù sarebbe potuto nascere in un stasera gli dico: Abbi coraggio! Av-
Nel 2016, per la prima volta, la luogo più decente per una creatura vicinati a Colui che viene verso di
marcia farà tappa a Bologna e avrà umana. Mi viene in mente ciò che
La forza
te! Come la luce caccia il buio, così,
un’attenzione particolare al tema Giovanni ha scritto nel prologo del sono convinto, anche la purezza e la
della nonviolenza, nella prospettiva suo Vangelo: «Venne fra la sua gen- grazia incarnata nel Bambino di Be-
sostenuta da Papa Francesco nel
messaggio diffuso in vista della
giornata mondiale per la pace che
della nonviolenza te, ma i suoi non l’hanno accolto».
Non l’hanno accolto non solo per-
ché non avevano posto in quanto il
di noi questi ultimi vanno scansati e
tagliati fuori dalla comunità.
tlemme è in grado di rimuovere
qualsiasi tipo di impurità che c’è
nella nostra vita e ci ricrea di nuo-
ha appunto per tema «La nonvio- Con il nostro atteggiamento clas-
censimento aveva richiamato più vo. Questo Natale vorrei vedere l’in-
lenza: stile di una politica per la pa- sista, noi innestiamo in coloro che
evidenziato come il tema della mar- vendo, a causa delle guerre, del ter- persone del solito, ma anche perché tera comunità ecclesiale convinta
ce». Volendo significare che la non- hanno qualche macchia per il loro
cia e della giornata «così simbolico rorismo internazionale, della violen- avevano visto che Maria stava per che non siamo una classe di santi o
violenza non è solo un fatto morale, passato quel sentimento di emargi-
e al tempo stesso concreto ci aiuti a za dilagante», ha detto monsignor partorire di lì a poco. Gli ebrei pre- persone pure. Attenzione alla trap-
interiore, ma dev’essere un atteggia- nazione. Ecco perché chi è immon-
vivere non da spettatori». La marcia Fabiano Longoni, direttore naziona- ferirono non essere contaminati dal- pola del puritanesimo. Cristo, che
mento attivo, capace di generare ge- do ci pensa due volte prima di deci-
del 31 dicembre, ha spiegato, «signi- le dell’Ufficio per i problemi sociali le impurità altrui. Per osservare la dere di entrare. Ci pensa eccome, pensa diversamente da noi, è nato
sti concreti. Uno stile di politica, in-
fica anche questo: non accontentarsi e il lavoro della Cei. «Si marcia — Legge, gli ebrei hanno cacciato via prima di mettere un piede nelle no- in un luogo immondo, perché con
somma, che tutti — dai rappresen-
di restare a guardare dalla finestra, spiegano gli organizzatori — perché chi era immondo. stre chiese, perché sa che abbiamo l’incarnazione, la passione, la morte
tanti delle istituzioni ai semplici cit-
ma scendere per strada. La pace è la pace per noi è accoglienza di co- Non soltanto gli ebrei hanno avu- questa cultura, per non dire convin- e la sua risurrezione ci libera dal
tadini — sono chiamati ad adottare
per dare speranza a un’umanità che sempre qualcosa di artigianale», per loro che fuggono dalla guerra e dal- to questo atteggiamento di emargi- zione. nostro peccato.
in tante regioni del pianeta è dive- cui serve «l’impegno di ciascuno» la morte e per dare libera espressio- nazione dell’immondo. Tanto che Guardando la grotta di Betlem-
nuta platealmente ostaggio dell’avi- per «far cambiare questo mondo», ne alle proprie idee di pace e di giu- oggi come oggi anche noi siamo me, scopriamo che il Dio che si è
dità del denaro, degli interessi geo- messo alla prova da quella «terza stizia». Ma si marcia anche perché “classisti”. Vale anche all’interno fatto uomo ha una logica totalmente
politici e dell’industria delle armi. guerra mondiale a pezzi cui fa spes- «ci impegniamo, a fianco alla Chie- della Chiesa, addirittura quando si diversa dalla nostra. Dio davvero la
La nonviolenza «non è soltanto so riferimento Papa Francesco». La sa, per l’attuazione di strategie non- raduna l’assemblea liturgica, ci capi- pensa diversamente da noi esseri
un buon sentimento, ma una scelta nonviolenza per i cristiani, insom- violente di promozione della pace in ta di essere classisti nel senso che umani e compresi anche noi eccle- La scomparsa
politica», ha rimarcato l’arcivescovo ma, non è un optional, ma l’unica molti paesi, sollecitando persino gli giudichiamo chi è puro e chi è im- siastici. Perché colui che è «l’Agnel-
di Bologna, Matteo Maria Zuppi, “cura” possibile. attori più violenti in sforzi per co- puro o si trova in uno stato impuro, lo senza macchia» ha scelto di di- del nunzio
Alla marcia, è stato annunciato, struire una pace giusta e duratura». da chi è peccatore e da chi è santo.
presentando la quarantanovesima
edizione della marcia, promossa parteciperà tra gli altri monsignor Nel corso della celebrazione conclu- Coloro che, a nostro giudizio, non
ventare uomo in una stalla per ani-
mali — è nato in un luogo immon- Justo Mullor
dall’Ufficio nazionale per i problemi
sociali e il lavoro della Conferenza
Luigi Bettazzi, vescovo emerito di
Ivrea e già presidente di Pax Chri-
siva, presieduta dall’arcivescovo
Zuppi, verranno raccolte offerte per
sono immondi, sono i benvenuti e
per loro le porte sono spalancate;
do. Quanto vorrei che in questo
Natale masticassimo e digerissimo García
episcopale italiana (Cei) in collabo- sti. «Sarà una testimonianza impor- sostenere le centinaia di migliaia di ma è povero colui che qualche volta questa verità. Oggi poggiamo il
razione con Azione cattolica, Caritas tante per la città e non solo, in que- profughi che hanno trovato rifugio si è sporcato o inquinato a causa di Bambinello sulla seta ricamata con
italiana e Pax Christi. Il presule ha sto momento tragico che stiamo vi- nel Kurdistan iracheno. qualche errore compiuto. Per tanti filo d’oro e in un ambiente pulito; L’arcivescovo Justo Mullor Gar-
cía, nunzio apostolico, è morto a
Roma nella tarda mattinata di
venerdì 30 dicembre.
Era nato l’8 maggio 1932 a Los
Villares, nella diocesi spagnola di
Nella promessa divina Almería, in Andalusia, ed era sta-
to ordinato sacerdote l’8 dicem-

Accade l’impensabile bre 1954. Eletto alla sede titolare


di Mérida Augusta con titolo
personale di arcivescovo e nel
contempo nominato nunzio apo-
popolo (Geremia, 2, 19), special- mia, 4, 22; 5, 1-5), incostanti nella ogni carne peccatrice (Geremia, sua vita vada oltre la visibile con- stolico in Costa d’Avorio il 21
di PIETRO BOVATI marzo 1979, era divenuto anche
mente dei suoi capi (Geremia, 2, giustizia (Esodo, 32, 8; Osea, 6, 4). 45), non si apre alla trascendenza cretezza della carne, e diventi vita
L’alleanza è in se stessa una istitu- 8). Se ne potrebbe dedurre, da un Ma, invece di trarne una conse- della storia, non accede dunque a in Dio, là dove desiderio umano e pro nunzio in Alto Volta (oggi
zione storica, nasce cioè in un de- lato, l’impossibilità dell’alleanza guenza pessimistica, la stessa Pa- ciò che, nella storia, apre alla vera volontà di Dio si congiungono in Burkina Faso) il successivo 2
terminato momento e manifesta il stessa; la storia sarebbe la rivela- rola indica un futuro impensabile, realtà della vita. Ora, questo pas- alleanza perenne e beatificante. maggio. Pochi giorni dopo, il 27
suo senso nello scorrere del tem- zione che la comunione tra il Si- un evento “impossibile” secondo saggio non è avvenuto in un de- maggio, aveva ricevuto l’ordina-
po. Essa è paragonata al matrimo- gnore e l’umanità è un’utopia, una gli uomini (Geremia, 32, 26), quel- terminato momento del passato. zione episcopale e il successivo
nio, celebrato con l’atto della reci- nostalgica reminiscenza di un tem- lo di un’alleanza nuova (Geremia, Non si è avverata la nuova allean- 25 agosto era stato nominato an-
proca promessa dei coniugi, ma po dell’oro, di ciò che è solo un 31, 31-34) ed eterna, come una za quando un resto dei deportati che pro nunzio nel Niger. Suc-
poi realizzato e perfezionato negli mito. Oppure, proprio a ragione nuova creazione (Geremia, 31, 22), ha fatto rientro a Gerusalemme ri- cessivamente, nel 1985 era stato
anni della convivenza, fino alla fi- del fallimento passato, l’uomo del- un nuovo inizio che ha il carattere costruendo il santuario e impe- chiamato a svolgere la missione
ne dei giorni. È importante rileva-
re che l’alleanza tra il Signore e il
la generazione seguente potrebbe della perennità. gnandosi a osservare la legge; que-
sto “ritorno” era solo una figura,
È morto di osservatore permanente della
Santa Sede presso l’ufficio delle
pensare di essere diventato più Non solo questo. La Scrittura
saggio, e, ricordando l’antica sof- profetica dice che questo passag- molto imperfetta, di ciò che Dio
aveva promesso. Infatti, questa
padre Ossanna Nazioni unite ed istituzioni spe-
cializzate a Ginevra, e nel 1991
ferenza causata dalla disobbedien- gio avviene solo per chi entra nel-
za, potrebbe sentirsi capace di la piena consapevolezza del suo pur lodevole realtà non ebbe nulla quella di rappresentante pontifi-
progettare un futuro migliore ba- peccato e nell’accettazione umile, di perenne e svanì con i medesimi BELLUNO, 30. È morto ieri, cio in Lituania, Estonia e Letto-
meccanismi dell’alleanza pre-esili- nia. Nel 1992 era divenuto anche
Geremia e l’alleanza sato sulla propria conversione.
La Scrittura tuttavia critica la
come una resa, delle conseguenze
della colpa. In termini storici, la ca. Ma, va precisato, la nuova al-
all’età di 96 anni, a Pedavena
(Belluno), padre Faustino Os- amministratore apostolico ad nu-
pretesa dell’uomo di diventare de- nuova alleanza, che è sempre al di leanza non si è attuata, come un sanna, ex docente di teologia tum Sactae Sedis di Estonia. Il 28
«La dignità trascendente dell’uomo alla luce gno della comunione con il Crea- là dello statuto di un corpo stori- “fatto” istituzionalmente irreversi- morale presso la Pontificia fa- luglio 1994 era stato trasferito alla
dell’alleanza» è stato il tema dell’ottavo tore; il suo discorso è piuttosto se- co, è promessa a coloro che bile, nemmeno con l’avvento del coltà teologica San Bonaventu- sede titolare di Bolsena e il 2
forum internazionale promosso dalla Cristo; o meglio, in lui si è avvera- ra - Seraphicum, dove fondò aprile 1997 era stato nominato
Pontificia Accademia di teologia i cui atti ta pienamente, ma la storia è chia- anche il Cineforum, luogo di nunzio in Messico. Infine l’11
sono adesso raccolti nella rivista «Path». mata ad assumere tutto il senso approfondimento culturale che febbraio 2000 era stato chiamato
Pubblichiamo ampi stralci dell’intervento della vicenda cristologica. a svolgere l’incarico di presidente
ebbe fra i primi ospiti Roberto
dedicato a «Trascendenza e storia. Il profeta Chi passa dall’antica alla nuova della Pontificia Accademia eccle-
Rossellini e Pier Paolo Pasolini.
Geremia tra l’antica e nuova alleanza». alleanza è in realtà colui che, per siastica, al quale aveva rinunciato
Nato il 22 agosto del 1920 a
la fede nella parola della promessa, il 13 ottobre 2007.
Sfrutz (Trento) aveva compiuto
acconsente di morire, per ricevere
gli studi teologici nel Collegio
da Dio quella comunione nello
spirito che non è possibile senza dei frati minori conventuali di
lasciare tutto. Il profeta, come lo via San Teodoro a Roma e,
suo popolo, pur presentata nel sempre nella capitale, era stato
fu Geremia, è la figura di questo
suo momento iniziale con caratteri passaggio. Perché tutti i profeti, a ordinato presbitero il 16 marzo
idilliaci, come un mirabile sposali-
zio — grande prossimità di un Dio
cominciare da Abele fino a Zacca- del 1946.
Grande amante dello studio,

ria, da Giovanni Battista a Gesù di La Segreteria di Stato comunica con
benevolente e totale docilità da Nazaret, dagli apostoli agli uccisi e aveva conseguito cinque lauree.
dolore che, oggi 30 dicembre, è pia-
parte del popolo (cfr. Geremia, 2, perseguitati dei nostri giorni, tutti Dopo aver esercitato il suo mi-
mente deceduto
2-3; Ezechiele, 16, 8-14) — viene a i profeti sono testimoni di questo nistero presbiterale, fra l’altro, a
subire con il tempo una fatale ero- andare oltre la morte, di questa Padova e a Parigi, nel 1977 tor- S. E. Mons.
sione dei suoi valori, anzi fa emer- aspirazione all’eterno, di questa nò al Seraphicum come docen-
gere il contrario di ciò che la ca- confidente trascendenza che solo te. Collaboratore dell’«O sserva- JUSTO MULLOR GARCÍA
ratterizzava agli inizi: disobbe- lo Spirito sa suggerire. Geremia la- tore Romano», nella quaresima Arcivescovo titolare di Bolsena
dienza pervicace d’Israele e quindi scia che le funi della violenza lo del 1979 fu chiamato a predica- Nunzio Apostolico
allontanamento del Signore, che si calino nella fossa (Geremia, 38, 6), re gli esercizi spirituali da papa
rivela adirato e punitivo. perché crede alla Parola che gli ha Giovanni Paolo II che, il 30 no- Voglia Cristo, Buon Pastore, in cui
La Bibbia attribuisce questo vero quando incontra la presun- nell’esilio hanno fatto l’esperienza vembre 1989, lo nominò Esami- il compianto Presule ha creduto fer-
promesso che dalla cisterna verrà
mamente nel corso del suo generoso
stravolgimento, che determina la zione dell’auto-giustificazione. La della morte (Geremia, 31, 15-17). liberato, miracolosamente: e questo natore apostolico del clero ro-
servizio alla Santa Sede e alla Chiesa,
fine dell’alleanza, all’inconsistenza parola di Dio insegna infatti che Chi vuole evitare questa traversata è un simbolo, la metafora di un mano. concedergli il meritato premio e acco-
umana, all’oblio del dono (Gere- tutti sono peccatori (Romani, 3, 9- nel buio della notte, chi pensa in- percorso di fede, che ogni uomo, I funerali si terranno il 31 di- glierlo accanto a sé nella gioia e nella
mia, 2, 32; 3, 21), alla stoltezza 20), figli di Adamo, incapaci di fe- genuamente di salvare la propria al seguito del profeta e del Cristo, cembre, alle ore 11, nella par- pace.
(Geremia, 5, 21) e malvagità del deltà (Deuteronomio, 9, 7-24; Gere- vita quando è in atto il giudizio su è chiamato a compiere, perché la rocchia del suo paese natale.
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 31 dicembre 2016

Con Carlo Maria Martini durante


il ministero svolto nell’arcidiocesi di Milano

A colloquio con il cardinale Renato Corti

La responsabilità cis del Colosseo, una risonanza in


forma di preghiera. Ho dedicato
diversi giorni alla meditazione del-

del consiglio
la passione del Signore. Il risultato
è stato per me molto fruttuoso.
Perciò suggerirei ai singoli fedeli o
a piccoli gruppi di accentuare — al-
meno qualche volta — l’aspetto
contemplativo della Via crucis,
di NICOLA GORI modo, un grande amore alla Chie- chiave più vera del senso del desti- considerando anche solo alcune
sa. Indicazione della percettività no umano. È la lampada capace di stazioni per dare spazio al silenzio
Protagonista di una stagione fecon- come scelta di metodo di fronte a illuminare i passi di ogni giorno. e alla immersione nelle scene indi-
da della Chiesa italiana, riconosciu- ciò che è in calendario e anche a Ne propose l’ascolto ai giovani cate.
to maestro di formazione e di spiri- proposito degli imprevisti, talvolta che, lo ricordo bene, anche in pie-
tualità, Renato Corti vive oggi una molto importanti. Sollecitazione a no inverno affollavano il duomo Lei è sempre stato impegnato nell’am-
nuova «responsabilità» dopo la garantire, tra un’azione e l’altra, il per la “Scuola della Parola”. Invitò cuore e dissero a Pietro e agli altri tuali quaresimali per la Curia roma-
apostoli: “Che cosa dobbiamo fare, na. Come ha vissuto quell’esperienza? bito della formazione dei preti. Crede
porpora cardinalizia conferitagli da tempo necessario per riflettere. a riconoscere nell’Eucaristia, «cor- si possa fare di più in questo campo?
Papa Francesco. «Oso darle un no- po dato e sangue sparso», la “for- fratelli?”». «Sì — dicevo a me stes- Era l’anno eucaristico. Ne ho te-
me: consigliare» confida in questa Prima come vicario generale e poi co- ma” plasmatrice dell’esistenza ori- so — devi toccare i cuori perché Non si è mai fatto abbastanza.
nuto conto in tutte le meditazioni.
intervista all’«Osservatore Roma- me ausiliare di Milano, lei è stato al ginale della Chiesa e del suo modo quello che passa per il cuore potrà Bisogna sempre rivedere con corag-
Giovanni Paolo II le seguiva dalla
no», sottolineando che si tratta di fianco del cardinale Martini per oltre proprio di essere nella storia. Dette più facilmente entrare nella vita. gio quale e quanta cura si ha di lo-
sua cappella. Sarebbero stati i suoi
«un compito non semplice» da vi- un decennio. Che cosa ricorda di que- una forte sottolineatura alla missio- Non dare nessuno spazio alla fred- ro. Peraltro, in qualche misura tut-
ultimi esercizi spirituali. Sant’Ago-
vere soprattutto in spirito di pre- gli anni? ne, frutto di un autentico incontro dezza. Cerca sempre un genuino te le diocesi lo stanno facendo. È
stino mi aiutò a parlare con tran-
ghiera e di amore alla Chiesa. con Cristo che attira tutti a sé mo- incontro». Guardai al popolo che facile criticare i preti, anche se tal-
Gli anni Ottanta non erano cer- quillità. Egli, nel Commento al sal-
Un’occasione per ripercorrere alcu- rendo sulla croce. Altrettanto fece Dio mi affidava al modo secondo il volta le critiche sono fondate. Ma
tamente facili. Furono un tempo di mo 126, ha scritto: «A considerare
ne delle tappe più significative del- quanto al “farsi prossimo”, nella quale Paolo scriveva ai Corinti: «Io bisogna anzitutto amarli. Star loro
forti tensioni sociali e anche di il posto che occupiamo siamo vo-
la sua vita, a cominciare dall’espe- scia della parabola del buon sama- provo per voi una specie di gelosia vicini con affetto. Avere grande sti-
estremismi crudeli. In particolare stri maestri, ma rispetto a
rienza al fianco del cardinale Mar- ritano, come sentiero concreto divina, avendovi promessi a un ma del loro compito. Favorire
con i discorsi alla città svolti nella quell’unico Maestro siamo con voi
tini durante gli anni Ottanta dell’imitazione di Cristo e come se- unico sposo, per presentarvi quale l’equilibrio complessivo della loro
vigilia della festa di sant’Ambrogio, condiscepoli della stessa scuola».
nell’arcidiocesi di Milano. gno persuasivo dell’essere a servi- vergine casta a Cristo». È la gelo- personalità tra lavoro, riposo, silen-
il cardinale Martini affrontò i gran- Al segretario del Papa facevo per-
zio di ogni uomo. Ho sulla mia sia apostolica. Essa non rende pos- zio, preghiera, studio. Non abban-
di capitoli della vita della società: venire, giorno per giorno, i miei
È rimasto sorpreso quando ha saputo scrivania un grosso volume che rac- sessivi, ma piuttosto — come ha donarli mai. Interpretare eventuali
dare a ciascuno una voce, donare appunti dattiloscritti. Li ripensavo
della sua nomina cardinalizia? coglie ventidue anni di cammino. scritto sant’Agostino — a essere tempi di crisi come chiamata a una
speranza, educare alla politica, col- tra una meditazione e l’altra — era-
Sì, molto. E dopo due mesi la tivare la pace, favorire una città e Rimango stupito di ciò che ho po- no ben quattro al giorno! — cercan- più grande fraternità. Intanto rin-
sorpresa rimane. Ma comprendo un’Europa accoglienti, alzare lo tuto vedere da vicino e che ha la- do di avvertire, attraverso la riso- grazio Dio che ci dona, in ogni
che il 19 novembre scorso — mentre sguardo sul futuro. Con le lettere sciato dentro me, come in tante al- nanza di qualcuno dei presenti, se stagione, preti di qualità. Sono co-
stavo in ginocchio davanti al Papa, pastorali il nuovo arcivescovo, so- tre persone, un’impronta indelebi- tralasciare o aggiungere qualcosa. loro che, con le parole di Paolo,
sull’altare della Cattedra, ed egli prattutto nei primi anni, si mosse le. È una ricchezza alla quale è Il sabato mattino, dopo la celebra- possono dire alle loro comunità:
mi premeva sulla testa la berretta in maniera sorprendente. Invitò possibile trovare ispirazione e co- zione eucaristica nella basilica di «Noi siamo i vostri servitori per
cardinalizia e mi metteva al dito una metropoli moderna a mettersi raggio anche oggi. San Pietro, ebbi un colloquio per- amore di Gesù». Essi riconoscono,
l’anello — non mi regalava una in ginocchio per adorare Dio, ritro- sonale con lui. Ne ho un ricordo come cuore del loro ministero, la
onorificenza. Piuttosto mi metteva vare se stessa, rifare l’unità profon- Durante il successivo periodo di epi- vivo e commosso. Mi regalò una “relazione” personale con il Signo-
in cuore una responsabilità. Oso da della persona umana. Quella scopato a Novara, quale sono state le croce d’oro che raramente ho por- re Gesù. Sono i preti che rimango-
darle un nome: consigliare. Compi- prima lettera, intitolata La dimen- sue priorità pastorali? tato in questi anni. Ma la scelsi per no sempre disponibili a servire la
to non semplice e da intendere, an- sione contemplativa della vita, fu un Appena divenne ufficiale la mia il giorno in cui sono entrato nel Chiesa dovunque essa chieda di
zitutto, come dono da chiedere allo grande scossone. Seguì l’invito a nomina come vescovo di Novara collegio cardinalizio. andare. Sono quelli che si pensano
Spirito santo nella preghiera. Invi- dare il primato alla parola di Dio. mi venne portato in dono il libro come chiamati a una grande pater-
to forte a esprimere, pure in questo Essa ci avvolge e racchiude in sé la del sinodo diocesano appena con- Dieci anni dopo Papa Francesco le nità, si interpretano unicamente co-
cluso. Mi sono sentito fortunato. ha affidato il compito di preparare le me messaggeri del Vangelo, sono
Ho subito scelto di inserirmi in meditazioni per la Via crucis al Co- pronti a prendersi cura di ogni uo-
quel “canone pastorale”. Cercai di losseo. Quali sono state le sue fonti di mo perché il Vangelo è un grande
chiarire a me stesso come valoriz- ispirazione? dono per tutti, trasfondono nelle
zare quel discernimento e come de- Mi era stato chiesto di preparare loro comunità un grande fervore
Il prefetto della Congregazione per il clero su preti e missione missionario. Questi preti sono forti
dicarmi alle priorità poste in evi- un commento. Ho detto di sì. Oc-
denza. Mi lasciai condurre da alcu- correva consegnarlo con qualche segni di speranza per il futuro del-

Nella fatica ni passi del Nuovo testamento.


Pensai alle nozze di Cana a al ruo-
lo che vi svolse Maria: «Disse ai
Il logo del sinodo di Novara (1988-1990) anticipo rispetto alla Quaresima. Il
tema me lo ha suggerito l’omelia
pronunciata da Papa Francesco il
la Chiesa. Faccio un passo indietro.
Non vi è dubbio che Dio continui
a chiamare. Siamo invitati da Gesù

della periferia servi: Tutto quello che egli vi dirà,


fatelo!». Così dovevo fare io con i
ragazzi e i giovani, con i genitori,
«pronti a venire lacerati dai rovi
della selva, a cacciarsi nei luoghi
più stretti, a cercare per tutte le sie-
19 marzo 2013, in occasione
dell’inizio del suo ministero di suc-
cessore di Pietro: «La croce è il se-
a pregare «il Signore della messe
perché mandi operai nella sua mes-
se». Questa supplica va bene inte-
con i sacerdoti, i religiosi e le reli- pi, a percorrere ogni luogo» per gno più alto dell’amore di Dio che sa: essa coinvolge chi la compie.
Camminare insieme alle persone, so- la nostra spiritualità presbiterale men- giose, i laici impegnati nei vari am- raggiungere tutti e condurli al Si- ci custodisce». Quale genere lette- Fatta da un ragazzo o da un giova-
prattutto quelle più fragili, rigeneran- tre il secondo può offrirci alcuni biti della vita della società: «Fate gnore Gesù. Da questo travaglio rario privilegiare? Ho deciso di ne conduce a dire: «Signore, se
do i rapporti sociali con la creatività spunti pastorali». quello che Gesù vi dirà. Non ve ne sono nate le lettere pastorali. Dava- esprimere il tutto in prima persona vuoi, eccomi: manda me»; espressa
pastorale: ecco la missione fondamen- Riguardo all’idea di avere sempre pentirete. Soltanto ringrazierete». no spazio ad alcune priorità. Erano singolare e plurale. Perciò, con da una mamma può essere ispirata
tale che i preti sono chiamati a porta- «un cuore rivolto a Dio», il cardinale Desiderai di saper parlare in ogni solo piccole gocce. So bene che, se l’aiuto dei racconti evangelici, mi da Maria: «Si compia in me — e
re avanti in spirito di comunione fra- ha proposto una verifica «per la no- assemblea — anche in contesti di Paolo ha piantato e Apollo ha irri- sono permesso anzitutto di chiede- nei miei figli — la tua parola»; nel-
terna. L’indicazione viene dal cardina- stra vita di preti, in particolare sull’at- lavoro, di scuola, di responsabilità gato, anch’io ho potuto fare qual- re a Gesù quali sentimenti e pen- lo sguardo di un prete significa:
le Beniamo Stella, prefetto della Con- teggiamento interiore e sulla spiritua- civica o politica, e pure rivolgendo- cosa, «ma è Dio che fa crescere». sieri lo accompagnavano lungo il «Signore, fammi intuire sul volto
gregazione per il clero. La questione lità che coltiviamo, la quale rappre- mi ai non credenti — come parlò drammatico cammino verso il Cal- di coloro che mi sono affidati i se-
centrale, secondo il porporato, è esse- senta l’ispirazione del nostro ministero Pietro a Gerusalemme dopo la ri- Nel febbraio 2005, appena due mesi vario. Ho poi messo in prima per- gni della tua chiamata a vivere la
re «sacerdoti con cuore di pastore», e la possibilità che esso si realizzi in surrezione di Gesù: «All’udir tutto prima della morte, Papa Wojtyła l’ha sona plurale, sulle labbra di quanti fede come dedizione totale alla
capaci di andare sempre «dal centro modo efficace». questo si sentirono trafiggere il chiamata a predicare gli esercizi spiri- avrebbero partecipato alla Via cru- causa del Vangelo».
alla periferia» per «raggiungere ogni E così «ogni giorno, soprattutto
uomo, in qualunque situazione si tro- nella preghiera, dobbiamo fermarci e
vi, qualunque sia il percorso della sua rivolgere a noi stessi alcune domande:
esistenza, magari proprio laddove vive sono un prete in ricerca? Sono aperto
la fatica della propria periferia esisten- a Dio e alle sue novità e attese, anche
ziale».
I calendari della Guardia svizzera e della Gendarmeria
quando interferiscono con le mie co-
Occasione per fare il punto sul ser- modità e rovesciano o disturbano i
vizio dei sacerdoti è stato, nei giorni
scorsi, un incontro del porporato con
il clero di Napoli. E ai presbiteri il
miei progetti?». Senza mai perdere di
vista che «il pastore ha sempre un
Tra quotidiano e straordinario
cuore accogliente e ospitale», è co-
cardinale Stella ha anzitutto indicato stantemente «in marcia» anche se
la testimonianza di Papa Francesco in questo comporta qualche «rischio». C’è un servizio “ordinario” e cano, ma anche nelle basiliche Corpo. Uno scatto ritrae poi il
visita a Scampia, con il suo invito a Insomma, «piuttosto che aggrapparci uno “straordinario” prestato dal- papali romane e durante le visite prezioso lavoro di aiuto prestato
«uscire dalle proprie comodità per alle sicurezze del passato, siamo chia- la Guardia svizzera pontificia. pastorali del Papa in Italia e al servizio delle popolazioni del-
avere il coraggio di raggiungere tutte mati ad affidarci alle promesse inatte- Quest’ultimo si distingue non all’estero. le zone dell’Italia centrale colpi-
le periferie che hanno bisogno della solo per il ritmo che lo caratte- Prendono spunto dall’attuali- te dal terremoto. Non poteva
se, quelle della fede, del Signore, che
luce del Vangelo». rizza, ma anche per la sua vici- tà, invece, le immagini del ca- mancare, dunque, l’immagine di
alimentiamo con una vita di preghiera
«Oggi abbiamo davanti un’umanità nanza al Papa, agli ospiti che lendario 2017 della Gendarmeria Papa Francesco in visita a San
e di contatto con la parola di Dio».
delusa, ferita, talvolta disorientata e egli riceve e ai pellegrini. Mo- vaticana. Tra le immagini scelte, Pellegrino di Norcia, mentre
È evidente, ha affermato ancora il menti importanti, celebrazioni la visita di Papa Francesco alla
smarrita — ha spiegato il cardinale — e parla alla folla radunatasi intor-
cardinale Stella, che «il cammino ver- eucaristiche, udienze, visite di sinagoga di Roma, le udienze
perciò si esige una nuova immagine di no a lui. Gli scatti del calenda-
so Dio apre il sacerdote al cammino capi di stato. Una panoramica generali in piazza San Pietro, i
Chiesa». E questa immagine rio (in vendita presso l’ufficio
verso i fratelli» Nel particolare conte- di tutto ciò è offerta nel calen- viaggi apostoli in Polonia per la
dell’«ospedale da campo», proposta tessere della Gendarmeria) fan-
dal Papa, «richiede ovviamente un ri- sto di una grande città c’è poi «la dario 2017 del Corpo. Accanto gmg di Cracovia e in Messico;
tentazione di indulgere verso una pa- alle istantanee del Papa che en- ma anche i momenti principali no riferimento al faticoso lavoro
pensamento dell’identità e del mini-
storale di conservazione, rinchiusa in tra processionalmente nella Cap- che hanno caratterizzato l’anno quotidiano compiuto dai gen-
stero del sacerdote». Insomma, «l’ora
poche pratiche consolidate, incapace pella sistina, vengono proposte appena trascorso, come la chiu- darmi al servizio del successore
presente ci invita a recuperare uno
di incidere nella vita e magari usata tra l’altro le immagini di piazza sura solenne della porta santa di Pietro per assicurarne la sicu-
spirito evangelico, a fissare come fon-
te e simbolo del nostro essere sacerdo- come strumento per fuggire dalle tem- San Pietro durante la domenica della basilica vaticana, il giubi- rezza e l’incolumità. Il calenda-
ti gli elementi caratterizzanti il cuore peste del mondo esterno». delle Palme, l’interno della basi- leo mariano e quello della Gen- rio offre anche spezzoni di vita
di Cristo e la sua missione: la com- In effetti, ha riconosciuto, «davanti lica vaticana con il Papa ingi- darmeria e della Guardia svizze- vaticana: tra questi, un momen-
passione, la gratuità, la misericordia e alle esigenze delle parrocchie, alle fa- nocchiato mentre si confessa, le ra pontificia, e il duecentesimo to di fraternità con Benedetto
tiche quotidiane del ministero, alle at- sale dei paramenti, ducale e re- anniversario di fondazione del XVI. (nicola gori)
l’anelito missionario».
In «una Chiesa ospedale da campo tese della gente e a problemi che gia della prima loggia
— ha aggiunto il porporato — c’è biso- spesso sono più grandi di noi ed esi- del Palazzo apostoli-
gno di ministri col cuore di Cristo, gerebbero un intervento corale da co, con le guardie
che si fermano, si fanno prossimi, si parte di tutta la società, possiamo es- schierate in picchetto
sere presi dalla paura, ripiegandoci su d’onore. O ancora un
chinano sulle ferite dei fratelli e li ac-
noi stessi e limitandoci a codificare la drappello di alabardie-
compagnano, versando su di essi
fede, in regole e istruzioni da distri- ri che attraversa piaz-
l’olio della consolazione e il vino della za San Pietro per re-
speranza». Per dirla in breve, ci vuole buire al popolo». Invece, ha concluso,
carsi ad accogliere i
«un cuore che pulsa verso le periferie il «cuore di pastore rivolto al popolo»
capi di stato e gli am-
esistenziali». deve essere caratterizzato sempre da basciatori in visita dal
In particolare, il cardinale Stella ha un’autentica «compassione», unita al- Papa. Il calendario (in
scelto di meditare su «due poli, cioè la «condivisione fraterna» e alla vendita presso il posto
sul cuore del prete attratto da Dio e «creatività pastorale». E così davvero di guardia all’ingresso
dall’uomo, meravigliosamente e dram- «la Chiesa può diventare laboratorio di Sant’Anna) ritrae le
maticamente sospeso tra Dio, il Dio di speranza e profezia», smuovendo le guardie mentre svol-
di Gesù; e sul popolo di Dio, da ama- coscienze per «orientarle ed educarle gono il loro lavoro nei
re e da servire: il primo aspetto fonda al bene comune e alla giustizia». luoghi storici del Vati-

Potrebbero piacerti anche