Sei sulla pagina 1di 3

Linee Guida Cosenza Parametri utilizzati per la verifica

 Caratteristiche di resistenza dei  Caratteristiche di resistenza dei


materiali materiali

fm f fk
f d =min ⁡( , k ) f d=
FC ∙ γ M FC FC

γM FC =1.2

Cls 1.25 fk fm
FC FC ∙ γ M
Acciaio rinforzo 1.10
Cls soletta 21.4 20.6
Acciaio carpenteria 1.05
Cls pila 18.6 17.4
Acciaio connettori 1.15
Acciaio barre 291.8 333.4

Acciaio carpenteria 294.7 301.1

(i valori fanno riferimento all’Opera 44)

Per il calcestruzzo i valori considerati sono di


poco maggiori mentre per l’acciaio minori
(Rispetto all’indicazione della Linea Guida)
 Fattori parziali di sicurezza carichi
permanenti  Fattori parziali di sicurezza carichi
permanenti
Nel caso generale:
Nelle verifiche è stato considerato:
γ G =(1+0.28 ∙ 2.8∙ 0.065)∙(1+ 0.7 ∙2.8 ∙ 0.10)=1.257 ≈ 1,26
γ G =1.10
e, quando ci sia un accurato controllo statistico della
geometria della struttura e delle parti non strutturali
e delle densità dei materiali e si sia verificata una
conseguente modesta variabilità;

γ G =(1+0.28 ∙ 2.8∙ 0.065)∙( 1+ 0.7 ∙2.8 ∙ 0.05)=1.154 ≈ 1,16.

Nel caso di Verifica di Ponte ADEGUATO, il valore


dell’indice di affidabilità da considerare è 𝛽0 = 4,3.
Dunque considerando un accurato controllo
statistico della geometria della struttura e delle parti
non strutturali e delle densità dei materiali e si sia
verificata una conseguente modesta variabilità si
ottiene:

γ G =(1+0.28 ∙ 4,3 ∙ 0.065)∙(1+0.7 ∙ 4,3 ∙ 0.05)=1.241≈ 1,25

Ulteriori riduzioni possono ottenersi dalla


sostanziale riduzione dell’incertezza di modello,
discussa nel § 4.3.4, ovvero dell’incertezza della
relazione fra azioni applicate e sollecitazioni
valutate, eliminando il primo termine moltiplicativo
e cioè all’incirca dividendo i suddetti valori per il
coefficiente 1,05.

γ G =1∙(1+0.7 ∙ 2.8 ∙ 0.05)=1.098≈ 1.10 .

assumendo ovviamente, in tal caso, di disporre di


un accurato controllo statistico della geometria
della struttura e delle parti non strutturali e delle
densità dei materiali.

 Fattori parziali di sicurezza azioni


 Fattori parziali di sicurezza azioni
variabili
variabili (NTC2018)
Traffico
Traffico
γ Q =1.15( ponte operativo)
γ Q =1.35
γ Q =1.10( ponte transitabile)

Vento Vento

γ Q =1.35( ponteoperativo) γ Q =1.5

γ Q =1.10( pontetransitabile) Sono stati considerati fattori parziali di


sicurezza maggiori (Rispetto all’indicazione
della Linea Guida)

 Azione orizzontale di frenatura  Azione orizzontale di frenatura

Il valore che prescrive la norma è elevato anche Indicazioni NTC 2018:


rispetto a quanto definito dal Codice della
180 kN ≤ q3 =0,6 ( 2Q 1k ) + 0,10 q1 k ∙ w1 ∙ L≤ 900 kN
Strada.

 . Azione variabile da traffico


 Azione variabile da traffico
Si considera la possibilità di limitare il carico da
Si è considerata l’indicazione di normativa
traffico (Livello di verifica: Transitabilità 2)
(NTC2018):
1) Si considera un autoarticolato di 440kN:
- Corsia n.1: 2 carichi concentrati di
440 kN distribuiti su una lunghezza di 11m + 300kN + carico distribuito di 9kN/m2
carico distribuito di 9kN/m2 - Corsia n.2: 2 carichi concentrati di
200kN + carico distribuito di 2.5kN/m2
2) Si considera un mezzo di 75kN:

75 kN distribuiti su una lunghezza di 6m +


carico distribuito di 4.2kN/m2

 Fattore di confidenza  Fattore di confidenza


Per le “costruzioni di acciaio” si possono Si è considerato FC= 1.2 e solo in qualche
usare valori di FC ridotti “giustificandolo verifica FC =1
con opportune
considerazioni anche sulla base
dell’epoca di costruzione”. È evidente la
volontà di non penalizzare troppo il
materiale che ha una intrinseca variabilità
bassa, essendo noto che il coefficiente di
variazione (COV) dell’acciaio ha valori
limitati rispetto, ad esempio, al
calcestruzzo gettato in opera
(Pagine 16-17 Linee Guida)