Sei sulla pagina 1di 3

Geografia economica

PROF. FLORA PAGETTI

OBIETTIVO DEL CORSO E RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

Il corso è finalizzato a delineare un quadro d’insieme delle strutture, delle


dinamiche e dei problemi dello spazio economico contemporaneo. Ad esso si
collegano due approfondimenti: il primo riguarda il processo d’integrazione
territoriale nell’Unione europea; il secondo i metodi e gli strumenti di analisi delle
regioni turistiche, con applicazione a casi di studio.
Al termine del corso lo studente sarà in grado di descrivere e interpretare, in
riferimento ai singoli fatti economici o ai fatti economici nel loro complesso, le
differenziazioni territoriali che, a varie scale (dalla scala locale a quella globale),
esistono nel mondo. Saprà analizzare in particolare l’organizzazione territoriale
delle attività turistiche.

PROGRAMMA DEL CORSO

PARTE ISTITUZIONALE
La geografia economica: metodologie e tematiche
1. Alcuni concetti e definizioni.
– La geografia come scienza dell’organizzazione del territorio.
– Il problema della “scala” e gli strumenti della geografia.
– La geografia economica nel quadro delle discipline geografiche.
2. Popolazione e insediamenti.
– La dinamica demografica.
– La distribuzione della popolazione.
– Le strutture insediative.
3. La localizzazione delle attività economiche.
– Modelli localizzativi delle attività terziarie.
– L’assetto territoriale delle attività industriali.
– L’uso agricolo del suolo.
4. I flussi e le reti.
– I flussi commerciali e la distribuzione geografica degli scambi.
– Flussi e poli finanziari.
– Le reti dei trasporti e delle comunicazioni.
5. Sviluppo e ambiente.
– Il sistema-mondo.
– Sviluppo economico, sviluppo umano, sviluppo sostenibile.
– Il riscaldamento del pianeta.
PARTI MONOGRAFICHE
I. Il processo d’integrazione territoriale nell’Unione europea
1. Aspetti territoriali.
– Le tappe dell’unificazione europea.
– Gli squilibri regionali.
– Le “immagini di sintesi” del territorio europeo.
2. Politiche comunitarie.
– Le politiche di coesione.
– La politica ambientale.
– Le reti infrastrutturali transeuropee.
II. Gli spazi del turismo
1. Il fenomeno turistico.
– I fattori di sviluppo.
– Risorse turistiche e tipi di turismo.
– Offerta e domanda turistica.
2. La regione turistica.
– Una definizione di regione turistica.
– Modelli di analisi delle regioni turistiche.
– Esempi di studio di regioni turistiche.
3. Flussi e aree.
– I flussi turistici internazionali.
– Le grandi aree turistiche mondiali.
– Itinerari turistici.

BIBLIOGRAFIA1
Per la parte istituzionale
G. DEMATTEIS-C. LANZA-F. NANO-A. VANOLO, Geografia dell’economia mondiale, Utet Università,
Torino, 2010, 4a edizione. Acquista da VP
Per la I parte monografica
Unione europea, sito http://europa.eu/about-eu/index_it.htm (“Informazioni di base” e
“Istituzioni, organi e agenzie”).
Commissione europea, Direzione generale della Politica regionale e urbana, La mia regione, la
mia Europa, il nostro futuro. Settima relazione sulla coesione economica, sociale e territoriale,
Lussemburgo, Ufficio delle pubblicazioni del’Unione europea, 2017, Glossario, capitolo 1
(paragrafi 1, 2, 4, 5 e 6); capitolo 2 (paragrafo 4); capitolo 3 (paragrafi 1 e 2) (reperibile al sito:

1
I testi indicati nella bibliografia sono acquistabili presso le librerie di Ateneo; è possibile acquistarli
anche presso altri rivenditori.
http://ec.europa.eu/regional_policy/it/information/publications/reports/2017/7th-report-
on-economic-social-and-territorial-cohesion).
Per la II parte monografica
L. BAGNOLI, Manuale di geografia del turismo. Dal Grand Tour al Piano Strategico, Utet
Università, Torino, 2018, 4a edizione (tutto tranne i capitoli 3 e 6). Acquista da VP
F. PAGETTI (a cura di), Terra e mare. Frammenti di turismo tra natura e sport, EDUCatt, Milano,
2010.
F. PAGETTI, Il turismo a Tenerife. Dinamiche e problemi, EDUCatt, Milano, 2016. Acquista da VP

La bibliografia per i frequentanti verrà indicata in aula.

DIDATTICA DEL CORSO


Il corso si svolge con lezioni in aula, che saranno affiancate per la II parte monografica
da un ciclo di esercitazioni sul tema “Geografia del turismo”.

METODO E CRITERI DI VALUTAZIONE


L’esame consiste in una prova orale finale. In alternativa è prevista una prova
intermedia, in forma scritta, sulla parte istituzionale del programma. La prova è facoltativa e
sarà articolata in domande aperte di uguale peso per un totale di 30/30. Il risultato positivo
conseguito nella prova intermedia e la prova orale a fine anno riguardante la I e la II parte
monografica determineranno il voto finale.
In entrambe le modalità di svolgimento dell’esame la valutazione terrà conto della
conoscenza dei temi trattati all’interno del corso, della correttezza lessicale dell’esposizione
e dell’organicità delle risposte. Al voto finale concorreranno la parte istituzionale per il
50%, la I parte monografica per il 25% e la II parte monografica per il 25%.

AVVERTENZE E PREREQUISITI
È richiesta una conoscenza dei fondamenti della geografia generale.
Orario e luogo di ricevimento
Il Prof. Flora Pagetti riceve gli studenti presso il Dipartimento di Storia dell’economia,
della società e di Scienze del territorio “Mario Romani” (edificio Franciscanum, II piano,
stanza 211) secondo l’orario indicato nella Pagina Personale Docente.