Sei sulla pagina 1di 4

Metodi Matematici e Statistici - a.a. 2006-07 - Dr.

Daniela Morale 13

1.6 Esercizi
Esercizio 1.2 I componenti prodotti da una certa ditta possono presentare due tipi
di difetti D1 e D2 con una percentuale pari 3% e 7% rispettivamente. I due tipi
di difettosits̀i possno produrre in momenti diversi della produzione per cui si può
assumere che le presenze delluno e dell’altro siano indipendenti tra loro.
a. calcolare la probabilità che un componente presenti entrambi i difetti;
b. quale è la probabilità un componente sia difettoso?
c. quale è la probabilità che il componente presenti il difetto 1 sapendo che è
difettoso?
d. quale è la probabilità che esso presenti uno solo dei due difetti sapendo che è
difettoso?
Sia D l’evento ”il componente è difettoso”. Per ipotesi si ha

P (D1 ) = 0.03; P (D2 ) = 0.07;

a. per l’indipendenza, P (D1 ∩ D2 ) = P (D1 )P (D2 ) = 0.0021.


b.

P (D) = P (D1 ) + P (D2 ) − P (D1 ∩ D2 ) = 0.03 + 0.07 − 0.0021 = 0.0979

c.
P (D ∩ D1 ) P (D1 ) 0.03
P (D1 |D) = = = = 0.306
P (D) P (D) 0.0979
d.

P (un solo difetto|D) = 1 − P (D1 ∩ D2 |D)


P (D1 ∩ D2 ) 0.0021
== =1− = 0.978.
P (D) 0.0979

Esercizio 1.3 Consideriamo una popolazione di N = 400 piante in cui si presen-
tano i seguenti genotipi AA, Aa, aa. Supponiamo che una pianta venga estratta con
uguale probabilità.
Supponiamo inoltre che vi sono 196 piante del genotipo AA, 168 del genotipo Aa,
e 36 del genotipo aa.
a. qual è la distribuzione dei genotipi?
Supponiamo che l’allele a sia un letale recessivo, che però si esprime solo nella
pianta allo stadio adulto.
b. la distribuzione precente è ancora valida?
c. qual è la probabilità di trovare una pianta in vita dopo un certo periodo di tempo?
d. qual è la probabilità di estrarre una pianta adulta del genotipo AA? e del tipo
Aa?
Consideriamo ora solo le piante adulte, ed indichiamo con B l’evento che una pianta
estratta sia del genotipo AA; l’evento complementare B c l’evento che una pianta
estratta sia del genotipo AAa. Sia V l’evento che dopo una pianta sia ancora in vita
dopo uno specifico lasso di tempo e supponiamo che l’80% per cento delle piante del
genotipo AA e il 50% di quelle con il genotipo Aa siano ancora in vita.
e. qual è la probabilità che una pianta in vita estratta sia del tipo AA?
14 Metodi Matematici e Statistici - a.a. 2006-07 - Dr. Daniela Morale

a. la distribuzione è data dalle probabilità P (AA), P (Aa), P (aa).


196 168 36
P (AA) = = 0.49; P (Aa) = = 0.42; P (aa) = = 0.09.
400 400 400
b. la distribuzione precente è valida solo per le piantine. Quando le piante diventano
adulte cambia lo spazio, non ci saranno più le piante con genotipo aa.
c. la probabilità di trovare una pianta in vita è uguale alla probabilità che quella
pianta sia del genotipo AA oppure Aa, evento che indichiamo con A′ . Quindi

P (A′ ) = P (AA ∪ Aa) = P (AA) + P (Aa) = 0.49 + 0.42 = 0.91.

d. Il fatto di conoscere l’informazione che la pianta sia adulta ci fa restringere lo


spazio campione ad A′ .
Le probabilità cercate sono quindi le probabilità condizionate A′ , da cui
P (AA ∩ A′ ) 0.49
P (AA|A′ ) = = = 0.5385
P (A′ ) 0.91
P (Aa ∩ A′ ) 0.42
P (Aa|A′ ) = = = 0.4615 = 1 − P (AA|A′ )
P (A )
′ 0.91
e. dai dati abiamo che

P (B) = 0.5385 P (B c ) = 0.4615;


P (V |B) = 0.8 P (V |B c ) = 0.5.

Applicando la formula di Bayes, la probabilità cercata è


P (V |B)P (B)
P (B|V ) =
P (V |B)P (B)
0.5385 · 0.8
= = 0.65.
0.5385 · 0.8 + 0.4615 · 0.5

Esercizio 1.4 (Modello di Hardy-Weinberg) Un gene è composto da due al-
leli, ciascuno dei quali può essere di tipo A oppure a. Nella popolazione ci sono
dunque tre tipi di individui: AA, Aa, aa. Alla riproduzione ognuno dei due genitori
trasmette uno dei due alleli, scelto a caso con uguale probabilità. Supponiamo che in-
izialmente le proporzioni dei tre tipi genetici nella popolazione siano rispettivamente
p, q e r dove p, q, r sono positivi e tali che p + q + r = 1.
a. Quali saranno le proporzioni dei tre tipi alla generazione successiva?
b. E alla seconda generazione? Questa popolazione tenderà all’equilibrio genetico?
a. Chiamando FA l’evento “il genitore trasmette l’allele A” e Fa l’evento “il genitore
trasmette l’allele a”, abbiamo le seguenti probabilità di trasmissione degli alleli
condizionata al tipo genetico del genitore:
1
P (FA |AA) = 1 P (FA |Aa) = P (FA |aa) = 0
2
1
P (Fa |AA) = 0 P (Fa |Aa) = P (Fa |aa) = 1.
2
Per il teorema delle probabilità totali abbiamo inoltre
1
P (FA ) = P (FA |AA)P (AA) + P (FA |Aa)P (Aa) + P (Fa |aa)P (aa) = p + q,
2
1
P (Fa ) = P (Fa |AA)P (AA) + P (Fa |Aa)P (Aa) + P (Fa |aa)P (aa) = q + r.
2
Metodi Matematici e Statistici - a.a. 2006-07 - Dr. Daniela Morale 15

Considerando padre e madre del figlio abbiamo dunque


 q 2
P (figlio AA) = P (FAP ∩ FAM ) = (P (FA ))2 = p +
2
 q 2
P (figlio aa) = P (FaP ∩ FaM ) = (P (Fa ))2 = r +
2
P (figlio Aa) = 1 − P (figlio AA) − P (figlio aa)
 q 2  q 2 q2
=1− p+ − r+ = pq + qr + 2pr + .
2 2 2
b. Chiamando p1 , q1 , r1 le proporzioni dei tre tipi genetici nella prima generazione e
p2 , q2 , r2 le proporzioni nella seconda, con conti analoghi ai precedenti otteniamo:
 q 1 2
p2 = P (figlio AA) = p1 +
2
2
q2
 
q 2 1
= p+ + pq + qr + 2pr +
2 2 2
2
q2
 
3 1
= p2 + pq + qr + pr
2 2 2
 2
2
2q 3 1
= p + pq + q(1 − p − q) + p(1 − p − q)
2 2 2
 q 2
= p+ = p1
2
e similmente, svolgendo i calcoli, si ottiene q2 = q1 e r2 = r1 ; ovviamente lo
stesso si otterrebbe per le generazioni successive. In conclusione, a partire dalla
prima generazione le proporzioni dei tre tipi genetici rimarranno stabili.