Sei sulla pagina 1di 3

Esercizi svolti dalla prof.

ssa Galdi Biondina – Docente di Matematica

Prima di risolvere questi esercizi guarda queste schede in “Come fare per ….”
Definizioni sintetiche di limite - Limiti di funzioni goniometriche
Definizioni di limite - Operazioni sui limiti - Forme di indeterminazione

Esercizio n.1
Verificare che lim (2x + 4) = 2
x → −1
Occorre verificare che, comunque si fissi un numero ε positivo, piccolo a piacere, la disequazione
f(x) − l = (2x + 4) − 2 < ε (1)
è verificata dalle x che appartengono ad un intorno di x0=-1, escluso eventualmente x0=-1. Risolviamo
allora la disequazione
(2x + 4) − 2 < ε → 2x + 4 − 2 < ε → 2x + 2 < ε → − ε < 2x + 2 < + ε →
ε ε
− ε − 2 < 2x < + ε − 2 → − −1 < x < + −1
2 2

 ε ε 
Dallo schema si evince  − 2 − 1 ; + 2 − 1 è un intorno di -1
 
Conclusioni: poiché la disequazione (1) è risolta dai valori di x che appartengono
 ε ε 
all’intervallo  − − 1 ; + − 1 , che è un intorno di x=-1, allora il limite è verificato.
 2 2 

Esercizio n.2
Verificare che
3x
lim = −1
x → −1 x + 4

Occorre verificare che, comunque si fissi un numero ε positivo, piccolo a piacere, la disequazione
 3x 
f(x) − l =   − (−1) < ε (1)
x + 4
è verificata dalle x che appartengono ad un intorno di x0=-1, escluso eventualmente x0=-1. Risolviamo
allora la disequazione
 3x  3x 3x + x + 4 4x + 4
  − (−1) < ε → +1 < ε → <ε→ <ε→
x + 4 x+4 x+4 x+4
 4x + 4  4x + 4 + εx + 4ε  x(4 + ε) + 4 + 4ε
4x + 4  > − ε  > 0  >0
−ε< <ε→x+4 → x+4 → x+4 →
x+4 4x + 4 4x + 4 − εx − 4ε x(4 − ε) + 4 − 4ε
 <ε  <0  <0
 x+4  x+4  x+4
Osserviamo a questo punto che per x-1 la quantità al denominatore x+4 è sicuramente positiva (
basta sostituire a x il numero -1!),ciò significa che x+4, in un intorno di x=-1, non influisce sul segno
delle frazioni nel sistema. Pertanto il sistema diventa
  − 4 − 4ε
x(4 + ε) + 4 + 4ε > 0 x > 4 + ε
 →
x(4 − ε) + 4 − 4ε < 0 − 4 + 4ε
 x <
  4−ε
svolgendo la divisione tra il binomio al numeratore e quello al denominatore si ha che
Esercizi svolti dalla prof.ssa Galdi Biondina – Docente di Matematica
− 4 − 4ε 3ε − 4 + 4ε 3ε
= −1 − e che = −1 + , quindi possiamo scrivere
4+ε 4+ε 4−ε 4−ε

 3ε
x > −1 − 4 + ε Riportiamo la situazione su uno schema
 3ε
x < −1 +
 4−ε
 3ε 3ε 
Dallo schema si evince che l’intervallo  − 1 − ;−1 + è un intorno di -1.
 4+ε 4 − ε 
Conclusioni: poiché la disequazione (1) è risolta dai valori di x che appartengono all’intervallo
 3ε 3ε 
 − 1 − 4 + ε ;−1 + 4 − ε  , che è un intorno di x=-1, allora il limite è verificato.
 

Esercizio n. 3
1
Verificare che lim = +∞
x →2
(x − 2)2
Occorre verificare che, comunque si scelga un numero a piacere grande M, la disequazione
1
f(x)= >M (1)
(x − 2)2
è verificata dalla variabili x che appartengono ad un intorno di x=2.
Risolviamo allora la disequazione. Considerando gli inversi si ha che
Mx 2 − 4Mx + 4M − 1
(x − 2)2 1
< → x 2 − 4x + 4 −
1
<0→ <0
M M M
Poiché M è sicuramente positivo, la disequazione equivale a Mx − 4Mx + 4M − 1 < 0
2

Gli zeri dell’equazione associata sono


M
2M m M M x1 = 2 −
x1,2 = =2m =p M
M M M
x2 = 2 +
M
Pertanto la disequazione è verificata da
M M
2− <x<2+ che è un intorno di 2.
M M
Conclusione: poiché la disequazione (1) è verificata da
M M
2− <x<2+ , che è un intorno di 2, il limite è vero.
M M
Cerchiamo di capire il significato di questo risultato osservando il
grafico della funzione. Dando ad M il valore 10, otteniamo
l’intervallo di 2 tra le due rette in rosso. Se, nella funzione, alla
variabile x assegniamo un valore compreso in questo intervallo, il
valore della funzione sarà sempre più grande di M e questo valore
sarà tanto più grande ( tendente a +∞) quando più alla x
attribuiamo valori prossimi a 2.

Esercizio n. 4
Esercizi svolti dalla prof.ssa Galdi Biondina – Docente di Matematica
x−3
Verificare che lim =1
x → +∞ x + 4

Occorre verificare che in corrispondenza di un ε positivo, piccolo a piacere, si può determinare un


numero N>0, tale che la disequazione |f(x) – l| < ε è verificata dalle x >N

Risolviamo allora la disequazione


x−3 x−3−x−4 −7 −7
−1 < ε → <ε→ < ε → −ε < <ε→
x+4 x+4 x+4 x+4
 −7  − 7 − εx − 4ε
x+4 <ε  x + 4
<0
 −7 → →
− 7 + εx + 4ε
 > −ε  >0
x + 4  x+4
Osserviamo che per x+∞, x+4 > 0 pertanto il sistema diventa

 − 7 − 4ε
− 7 − εx − 4ε < 0  7 + εx + 4ε > 0 x > ε
 → → portiamo i risultati su uno schema
− 7 + εx + 4ε > 0 − 7 + εx + 4ε > 0 7 − 4ε
 x>
 ε

7 − 4ε x−3
Ponendo N= possiamo allora affermare che la disequazione − 1 < ε è verificata dalle
ε x+4
x>N e quindi il limite è verificato.

Verifichiamo il risultato sul grafico della funzione.


Per ε = 7/12 si ha che N = 8. Se assegniamo a x un valore maggiore di 8 vediamo che la distanza tra la
funzione e la retta y=1 diventa sempre più piccola a confermarci il fatto che per x tendente a +∞ la
funzione tenderà sempre più ad avvicinarsi a 1