Sei sulla pagina 1di 3

MAURO MARCHIONNO, IV LICEO 1-4-2020

L’IMPRESSIONISMO

1) Secondo te, qual è la differenza tra il Realismo e l’Impressionismo?

2) Qual è la novità di questo movimento?

3) Cosa pensano gli artisti della luce?

4) Come nasce l’Impressionismo?

5) Perché si chiama Impressionismo?

6) Descrivi la tecnica che utilizzano gli artisti.

7) Guardando le immagini del video, quali erano i soggetti/temi rappresentati?

8) Il video presenta i pittori più importanti: scegline uno e descrivi brevemente il


suo stile facendo una ricerca su internet. Attenzione: il video presenta anche i pittori
postimpressionisti. Questi non si dovranno utilizzare per la ricerca.

9) Secondo te, perché nel video non ci sono donne artiste? Le donne dipingevano
in quest’epoca? Fai una piccola ricerca su Google indicando se c’era qualche artista
impressionista.

1) Il realismo è una corrente artistica che si sviluppa in Francia negli anni


quaranta del XIX secolo, ed il principale esponente e Gustave Courbet. È
un movimento pittorico e letterario che trova le sue radici nel
positivismo. Con il realismo si voleva rappresentare una realtà cruda con
meno allegorie e più attenzione verso dati di fatto. Il loro primo obiettivo
era quello di ottenere una rappresentazione spontanea e diretta del
mondo, e per questo si sono concentrati sugli effetti che la luce naturale
produce sugli oggetti. Il realismo descrive il comportamento umano e il
suo ambiente e rappresenta figure e oggetti mentre agiscono o appaiono
nella vita di tutti i giorni. Verso le date centrali del diciannovesimo
secolo, il romanticismo lasciò il posto al realismo contribuendo alle
conseguenze della rivoluzione industriale, all'abolizione di tutte le
proiezioni dell'idealismo, all'abbondanza di temi sociali e infine ai

1
MAURO MARCHIONNO, IV LICEO 1-4-2020

fallimenti rivoluzionari del 1848. D’altra parte, l’impressionismo è una


tendenza artistica nata in Francia, a Parigi, nella seconda metà
dell’Ottocento, tra il 1860 e il 1870 e durata fino ai primi anni del
Novecento. Fondamentali per la nascita dell'Impressionismo furono il
Romanticismo e il Realismo, che avevano rotto con la tradizione,
introducendo importanti novità: la negazione dell'importanza del
soggetto, la riscoperta della pittura del paesaggio, il mito dell'artista
ribelle alle convenzioni, l'interesse per il colore piuttosto che per il
disegno, la soggettività dell'artista, le sue emozioni non vanno nascoste o
camuffate, con rapidi colpi di spatola, creando un alternarsi di superfici
uniformi e irregolari.

2) La loro principale novità sta nel dipingere all'aria aperta. Essi si


accorgono che l'occhio umano non riceve dalla realtà un'immagine
dettagliata ma un insieme di colori che poi la mente rielabora in forme
distinte. Inoltre la luce a seconda delle ore del giorno modifica
continuamente il colore degli oggetti. Al fine di rappresentare la prima
impressione visiva gli impressionisti elaborano una tecnica che consiste
in rapide pennellate di colore che non fissano i dettagli ma offrono un
effetto cromatico e luminoso dell'insieme.

3) Claude Monet e Auguste Renoir mettono a punto la tecnica


impressionista frutto della pittura en plein air che permette di
rappresentare la reale percezione ottica della realtà e mostra che in natura
i contorni non esistono e i colori delle cose si influenzano
reciprocamente. Inoltre approfondiscono lo studio degli effetti di
rifrazione e riflessione della luce sull'acqua. Spesso Monet lavora
contemporaneamente su più tele con lo stesso soggetto interrompendosi
ogni volta col mutare della luce al fine di registrare l'istantaneità di una
particolare condizione atmosferica in un particolare momento della
giornata e dell'anno. Per August Renoir il colore delle ombre non è
marrone o nero ma corrisponde al colore riflesso dagli oggetti che le
circondano.

2
MAURO MARCHIONNO, IV LICEO 1-4-2020

4) L’impressionismo nasce grazie ai artisti. Essi si accorgono che l'occhio


umano non riceve dalla realtà un'immagine dettagliata ma un insieme di
colori che poi la mente rielabora in forme distinte. Perciò, gli artisti
vogliono rappresentare quello che vedono prima che la mente lo
interpreta.

5) Il nome Impressionismo nacque grazie al artista Monet, grazie al suo


quadro chiamato “Impressio soleil levant”

6) Gli impressionisti elaborano una tecnica che consiste in rapide pennellate


di colore che non fissano i dettagli ma offrono un effetto cromatico e
luminoso dell'insieme.

7) I soggetti/temi rappresentati nei dipinti impressionisti erano: donne, vita


quotidiana, paesaggi, animali.

8) Per August Renoir il colore delle ombre non è marrone o nero ma


corrisponde al colore riflesso dagli oggetti che le circondano. Renoir ama
rappresentare gli aspetti più leggiadri della vita urbana contemporanea e i
nudi femminili. I suoi dipinti si distinguono per la loro luce vibrante per
il colore saturo e per il caratteristico stile impressionista in cui la scena è
delineata con liberi e veloci tocchi di colore

9) In quell’ epoca, cerano delle donne artiste. Queste sono Berthe Morisot e
Mary Casatt. Anche le donne apparivano molte nei dipinti.