Sei sulla pagina 1di 2

il gruppo “XXXX” presenta

ideato e scritto da Renato Billi (einsteinmusical@virgilio.it)

Regia:
ideato e scritto da Renato Billi
Interpreti: regia di XXXXXXXX
Einstein:
Mileva:
Elsa: La trama
Scienziato/studente: Lo spettacolo racconta oltre 50 anni di storia, a partire dal 1900, data di laurea
Consigliere/studente: di Albert Einstein e suo ingresso in società, rispettando cronologicamente i
Segretaria/studentessa: principali avvenimenti del secolo scorso.
Generale SS: Tutto inizia con un incubo del protagonista: il mondo dell’era post-nucleare in
Stephan: mano a uomini senza più nulla, che nonostante tutto continuano stupidamente
a combattere con armi rudimentali; sarà questo pensiero che guiderà Einstein
nelle sue scelte, e gli ricorderà sempre di riservare attenzione al futuro
Altri personaggi e coreografie: dell’umanità, per tenerlo lontano da questo orribile destino.
Quando nelle scene iniziali incontra i compagni di università mostra subito la
sua particolarità, la voglia di uscire dal mucchio, una grande attenzione per i
piccoli particolari ed una mente sempre proiettata verso il domani.
Lo spettacolo racconterà anche episodi della vita privata tra cui il suo incontro
Scenografie: con la prima moglie Mileva, ed in seguito la separazione per poi congiungersi
alla seconda moglie Elsa, che morirà nel 1936. Si accennerà anche alle altre
Costumi:
relazioni che il protagonista, figura controversa e noto conquistatore, amava
concedersi, ed alle sue spiccate doti di violinista.
Luci: Interverrà inoltre un personaggio di fantasia, Stephan, l’amico musicista ebreo
che porterà in scena il dramma dell’olocausto.
Nel secondo atto assisteremo allo spostamento di Albert Einstein in America
per sfuggire all’antisemitismo che imperversa in Europa, e gli intrecci tra il
vecchio ed il nuovo continente ci faranno rivivere i difficili avvenimenti degli
Si ringrazia: anni 40.
Einstein continuerà fino all’ultimo a fare del suo meglio per affrontare le
problematiche di interesse comune, ma forze più grandi di lui metteranno tutto
a repentaglio ed il suo incubo si avvicinerà sempre più alla realtà.
Gli allacciamenti alle vicende dei nostri giorni sono numerosi e dimostrano
quanto questa storia sia ancora attuale: a cinquant’anni dalla morte di Albert
Einstein l’uomo continua a discriminare, combattere, usare la scienza contro
se stesso e dà prova di non avere imparato nulla dal passato.
per notizie e informazioni: Albert Einstein se n’è andato lasciandoci una preziosa eredità: il suo manifesto
che invita scienziati, governi e potenze di tutto il mondo ad evitare la
costruzione di armi nucleari ed astenersi da conflitti che possano mettere a
rischio la stessa esistenza dell’uomo.
Per salvare il mondo basterebbe ricordare gli sforzi di chi ci ha preceduto.
I ATTO II ATTO
Ouverture – la quarta guerra Niente per Niente (1933)
Non si è ancora combattuta la prima guerra mondiale, eppure Albert in sogno ha una terribile Albert ed Elsa sbarcano in America, li accolgono alcuni immigrati con le loro idee sull’ospitalità
premonizione: uomini che hanno già perso tutto continuano a battersi soltanto con pietre e americana.
bastoni, le uniche cose rimaste. Sarai solo
Millenovecento (1900) Elsa è sempre più preoccupata per gli avvenimenti che stanno cambiando il mondo e la vita del
Si festeggia la laurea di Einstein ed i suoi compagni di università, tante speranze di farsi valere marito.
e tanta incertezza per il futuro; ma Albert ancora non si vede, dove sarà finito? Io non so
La natura che vibra Con dolcezza Einstein spiega ai suoi nuovi alunni americani il proprio concetto di studio e
Entra in scena Albert Einstein e descrive il suo modo tutto particolare di vedere le cose che ci conoscenza.
circondano ed i loro misteri; racconta ai compagni del suo sogno, e della strada che ha scelto di Il mondo che cambia …mille volte mille (reprise) (1934)
percorrere. Il giornale riporta alcune tragiche vicende dall’Europa; si apre una finestra sul vecchio
Lui continente, Albert assiste impotente alla tragedia dell’olocausto in cui perde la vita l’amico
Mileva è attratta da Albert, ma non è ancora convinta: lui è così particolare e sempre distratto Stephan.
dai suoi tanti interessi. Preghiera di Einstein
Parla con lei Albert, curioso e particolare anche nel rapporto con la religione, si rivolge a Dio in un modo
Stephan, musicista di strada, grande amico di Albert e come lui ebreo, nota che tra Einstein e tutto suo.
Mileva c’è affinità, e lo spinge a parlarle. Maledetta società
Tu, come d’incanto (1901) I giovani condannano le ingiustizie che per volontà dell’uomo o sua non curanza continuano a
Einstein riesce a vincere le incertezze di Mileva ed a conquistarla. verificarsi, a scapito dei più deboli.
Menti in gabbia Strana questa vita (1936)
Le migliori menti del mondo scientifico sono costrette a lavorare sotto il controllo dello Stato, Elsa, giunta alla fine dei suoi giorni, rassicura Albert e lo prega di continuare per la sua strada
spesso per finalità di interesse militare, da loro non condivise. senza scoraggiarsi.
Ti rimpiangerò (1902) Caro presidente (1939)
Einstein e Mileva non sono ancora sposati, la ragazza è costretta ad abbandonare la prima La storica lettera inviata da Einstein al presidente Roosevelt per invitarlo a studiare il nucleare
figlia avuta da Albert, al tempo considerata illegittima. prima che la Germania ne ottenesse la padronanza.
Curiosità (1905) Giochi di potere (1945)
Einstein è impiegato all’ufficio brevetti, dove ha abbastanza tempo per dedicarsi alle sue teorie; Roosevelt muore improvvisamente, il nuovo presidente Truman è appena salito al potere e alla
mentre l’amico Stephan descrive la scena, Albert ha la geniale intuizione sulla relatività. Casa Bianca c’è già chi vuole sfruttare la situazione guidandolo verso la scelta di lanciare
Tutto è relativo l’atomica.
Gli studenti festeggiano in classe: la teoria della relatività è davvero innovativa per il mondo Troppo tardi …ingenuità (1945)
scientifico ma la più grande novità è un’esposizione talmente chiara da essere comprensibile a Viene lanciata la bomba atomica su Hiroshima, Einstein e colleghi del mondo scientifico si
chiunque. riuniscono per commentare la tragedia. Albert è affranto e si considera colpevole per la sua
Privati piaceri I (1915) lettera al presidente.
Il rapporto tra Einstein e Mileva inizia a deteriorarsi, ed Albert frequenta la cugina Elsa. La quarta guerra …potere (reprise)
Potere L’incubo di Einstein ora trova spiegazione e si avvicina sempre più alla realtà: se l’uomo
Il generale delle forze militari tedesche manifesta la sua smania di potere e conquista. combatterà una terza guerra mondiale con le armi nucleari non resterà più nulla per
Questo ero io, quello eri tu. combatterne una quarta, soltanto pietre e bastoni.
Il tempo passa, Stephan ed Albert si ritrovano a commentare una vecchia foto. Intanto la seconda guerra mondiale è al termine, in generale delle SS viene scovato nel suo
L’amore che cambia (1919) rifugio dai soldati dell’esercito polacco.
Giunge il momento della separazione tra Mileva ed Einstein, che dopo alcuni mesi sposerà Non so spiegare che la guerra fa male (1950)
Elsa. In occasione di uno storico annuncio televisivo Albert Einstein rinnova il suo invito ad
Nel cielo dell’africa (1919) astenersi da una guerra nucleare.
In occasione di un eclissi di sole viene organizzata una spedizione in Africa per osservarne Grazie a te (1955)
meglio gli effetti e verificare una teoria di Einstein che si rivela corretta. Nei suoi ultimi attimi di vita Albert Einstein raccoglie le forze per redigere il suo celebre
La vita che cambia (1922) manifesto che vuole sensibilizzare ogni potenza mondiale sul pericolo costituito dalla bomba
Einstein ha appena ricevuto il premio Nobel per la teoria sull’effetto fotoelettrico, Elsa inizia ad atomica per salvaguardare la stessa esistenza della razza umana.
essere preoccupata per le conseguenze della notorietà. I ragazzi ricordano il suo impegno e lo ringraziano per quanto ha fatto per tutti noi.
Privati piaceri II
Albert dedica le sue attenzioni ad una ragazza che ha fatto assumere come segretaria.
Vieni al fronte con me
Arriva la guerra: una bizzarra televendita invita i giovani ad unirsi all’esercito.
Mille volte mille (1933)
Iniziano i movimenti anti semiti, Stephan saluta Einstein che approfittando degli inviti da parte
degli Stati Uniti decide di trasferirvisi con Elsa.
Una specie di eroi
I soldati catturano Stephan e gli altri amici intervenuti per dare l’addio ad Albert, il quale riesce
a fuggire con Elsa.

Potrebbero piacerti anche