Sei sulla pagina 1di 14

02OAKMN - Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine

a.a. 2016/2017
ESERCITAZIONE 8 CM: collegamenti saldati
Esercizi
Si abbia un giunto saldato costituito da due cordoni d’angolo con piede
H
p  12 mm . Le dimensioni della piastra A saldata al supporto sono le seguenti:
spessore t = 12 mm, H = 300 mm, L = 250 mm. F
Il materiale è acciaio S235.
E.1 Verificare il giunto saldato con una forza F=50000 N applicata sulla mezzeria
della piastra A. A L

B
[σid = 122 MPa]

Una piattabanda alta h = 100 mm e spessa s = 12 mm viene accostata


di piatto ad una parete metallica e saldata ad essa con due cordoni
d’angolo, longitudinali e paralleli, aventi piede p = s e lunghezza
L  80 mm. Materiale S235. La piattabanda riceve un momento puro
M che tende a farla ruotare nel piano di appoggio con la parete.
Calcolare il massimo valore di M compatibile con la resistenza statica.
E.2
[M = 14109 Nm]

Un giunto saldato di categoria 63 è sollecitato da cicli di 


sollecitazione di varia ampiezza secondo il rilievo [MPa]
sperimentale in figura. Sull’asse delle ordinate ogni
divisione è pari a 20 MPa. Ricavare i valori delle escursioni 80

E.3  da considerare per la verifica a fatica del giunto. 40

[1 = 140 MPa n=1, 0

2 = 40 MPa n=1, -40


3 = 20 MPa n=4] tempo

Una staffa per l’aggancio di un motore al banco di prova è


realizzata in acciaio S355. La forza P applicata all’occhiello
è inclinata di  = 45° e le dimensioni di interesse sono:
r = 40 mm, L = 80 mm, b = 5 mm, s = 10 mm. Calcolare il
valore massimo della forza a rottura statica nel caso di
giunto a T a completa penetrazione.
E.4 [Pmax  61.43 kN se R = Rp0.2]

1
Una staffa in acciaio S275 è saldata tramite due
L
cordoni d’angolo a un supporto; le dimensioni
d’interesse sono: r = 500 mm, h = 180 mm,
L = 240 mm, s = 18 mm (piede cordone di saldatura).
E.5 Calcolare la forza verticale massima che il giunto h
può sopportare staticamente. P
s r
[Pmax = 254.2 kN]
Un giunto saldato di categoria 63 è sollecitato da cicli 
di carico di varia ampiezza secondo il rilievo (MPa)
sperimentale in figura. Sull’asse delle ordinate ogni
120
divisione è pari a 20 MPa. Calcolare il numero di
cicli totale. Si usi un metodo di verifica del tipo Safe 80
life con conseguenze del cedimento lievi.Si assuma
E.6
il coefficiente di sicurezza relativo ai carichi 40
Ff = 1.
0
[NTOT= 319520cicli] -40

tempo

2
F

b
d

b
F

Un sistema meccanico è costituito da un mozzo posizionato su un albero di diametro d= 80 mm al centro di


una campata di lunghezza l = 600 mm. Al mozzo sono applicate due forze F uguali e contrarie a una distanza
b = 200 mm dall’asse dell’albero. La storia di carico della forza F è riportata nella figura. I componenti del
sistema sono di acciaio S355 (Rm = 510 MPa ; Reh = 355 MPa). I giunti saldati hanno larghezza di piede del
cordone pari a s = 8 mm. Si assuma il giunto di categoria 80 e si calcoli la durata a fatica in ore della saldatura.

E.7
F
Storia di carico
Frif
0,6
0,5
0,4
0,3
0,2
0,1
0
-0,1
-0,2
0 5 10 15 20 25 30 t s 35

Traccia di soluzione
Trovare la forza massima Frif, che l’albero è in grado di sopportare con coefficiente di 1,5 rispetto al limite
di snervamento.
Eseguire la verifica statica secondo l’Eurocodice.
Applicare il metodo del “serbatoio” per determinare lo spettro di carico.
Calcolare la durata del sistema meccanico (espressa sia in cicli, N T, sia in ore Lh) utilizzando la legge di
Miner.

3
SOLUZIONI

Si abbia un giunto saldato costituito da due cordoni d’angolo con piede y x H


p  12 mm . Le dimensioni della piastra A saldata al supporto sono le seguenti: F
z
spessore t = 12 mm, H = 300 mm, L = 250 mm.
Il materiale è acciaio S235.
Verificare il giunto saldato con una forza F=50000 N applicata sulla mezzeria M L
FII
della piastra A.
Soluzione: B
Equazioni di equilibrio per calcolare le reazioni vincolari esercitate dai cordoni:

2  F//  F F//  F / 2
forza e momento su ogni cordone
2M  F  H M  F H /2

p 12 x
a   8.48 mm larghezza della sezione di gola z
2 2

Calcolo delle tensioni sulla sezione di gola

6M a M
M  tensione sulla sezione di lato
a 2
L2
2
Dai cerchi di Mohr:
M 6M 2
 g   g   
E.1 2 2 L2 a
6 F  H  2
  60MPa
4 L2 a
F F
 g//  //   12MPa
a L 2a L
Da Eurocode 3:

2
 2 2

σ g  3  g   ||g  f u /  W  M 2  e σ g  0.9f u /  M 2
 M 2  1.25 e da tabella W  0.8
2
 2 2

σ g  3  g   ||g  f u /  W  M 2 

Per l’acciaio S235 Rm= fu=360 MPa

 
60 2  3 60 2  12 2  360 / 0.8  1.25

 
60 2  3 60 2  12 2  360 / 0.8  1.25
122  360
σ g  0.9f u /  M 2
60  0.9  360 / 1.25
60  259 SI
Il giunto è quindi verificato staticamente.
τ
τg
4

σg M 
Una piattabanda alta h = 100 mm e spessa s = 12 mm viene accostata di
piatto ad una parete metallica e saldata ad essa con due cordoni
d’angolo, longitudinali e paralleli, aventi piede p = s e lunghezza
L  80 mm. Materiale S235. La piattabanda riceve un momento puro M
che tende a farla ruotare nel piano di appoggio con la parete. Calcolare
il massimo valore di M compatibile con la resistenza statica.
Soluzione:
Equazione di equilibrio per calcolare le reazioni vincolari esercitate dai
cordoni:
F//  h  M

Calcolo delle tensioni sulla sezione di gola


F// M 2
g  
hsL
//
s
L
2

Da Eurocode 3 al limite:
E.2
2

σ g  3  g   ||g
2 2
f u /  W  M 2 

3   ||g  f u / W  M 2 
2

 M 2  1.25 e da tabella W  0.8


Per l’acciaio S235 Rm= fu=360 MPa

2
M  2
3     f u /  W  M 2 
h  s  L 
 

fu  s  h  L 360  12  100  80
M    14109Nm
6  W   M 2 6  0.8  1.25

Un giunto saldato di categoria 63 è sollecitato da cicli di 


[MPa]
sollecitazione di varia ampiezza secondo il rilievo sperimentale in
figura. Sull’asse delle ordinate ogni divisione è pari a 20 Mpa. 80
Ricavare i valori delle escursioni  da considerare per la verifica a 40

E.3
fatica del giunto.
0
Soluzione:
 1  140 n  1
-40

tempo
 2  40 n  1
 3  20 n  4

5
Una staffa per l’aggancio di un motore al banco di prova è
realizzata in acciaio S355. La forza P applicata all’occhiello è
inclinata di  = 45° e le dimensioni di interesse sono: r = 40 mm,
L = 80 mm, b = 5 mm, s = 10 mm. Calcolare il valore massimo della
forza a rottura statica nel caso di giunto a T a completa
penetrazione.
[Pmax  61.43 kN se R = Rp0.2]

Equazioni di equilibrio per calcolare le reazioni vincolari esercitate dalla saldatura:


: F  P cos 
: F//  Psen 
: M   P sen   r
Essendo il giunto a completa penetrazione secondo l’ Eurocode 3 si calcolano le tensioni nella saldatura
come se ci fosse continuità con il materiale base. La sezione resistente è larga s = 10 mm (spessore della
staffa) e lunga L = 80 mm (lunghezza del cordone).

Calcolo delle tensioni nella saldatura.


F P cos 
 F  
sL sL
M 6  Psen    r
 M  2  
sL / 6 sL2
E.4 F Psen  
 //  // 
sL sL
La tensione ideale secondo Von Mises è:
 id   2   //2    //  3 //2

Per la verifica di resistenza si assume R = Rp0.2 o Rm (dipende dal tipo di applicazione) e S = 1.5.
R
 id  con R = Rp0.2 o Rm e S = 1.5. Si assume in queso caso R = Rp0.2
S
R p0.2
Al limite  id 
S
R p0.2
 2   //2    //  3 //2 
S
 F   M 2  3 //2  Sp0.2
R

 cos  6  sen  r   sen 


2 2
R p0.2
P     3  
 sL sL   sL  S

R p0.2 355
P S  1.5  61.43 kN
 cos  6  sen α r   sen   cos(45) 6  sen(45)  40 
2 2 2 2
 sen(45) 
    3      3 
 sL   sL   10  80 10  80   10  80 
2 2
sL

6
Una staffa in acciaio S275 è saldata tramite L y
due cordoni d’angolo a un supporto; le
dimensioni d’interesse sono: r = 500 mm,
h z x
h = 180 mm, L = 240 mm, s = 18 mm (piede
cordone di saldatura). Calcolare la forza P
verticale massima che il giunto può sopportare s r

staticamente.
[Pmax = 253,2 kN]
Soluzione:

Equazioni di equilibrio per calcolare le reazioni vincolari esercitate dai cordoni:


P
F 
2  F  P 2 forze perpendicolare e parallela su ogni cordone
F//  h  P  r Pr
F// 
h
p 18
a   12.73 mm larghezza della sezione di gola
2 2 y
Calcolo delle tensioni sulla sezione di gola
P 2
Ft  F  sen(45  z
2 2
P 2
F n  F  cos(45) 
2 2
F Pr
 //g  // 
La hLa
F P 2
 g   n 
La 4 La
E.5 F P 2
 g  t 
La 4 La

Da Eurocode 3:
2
 2 2

σ g  3  g   ||g  f u /  W  M 2  e σ g  0.9f u /  M 2
 M 2  1.25 e da tabella per l’acciaio S275 Rm= fu=430 MPa, W  0.8 5
Nel caso limite:
2

σ g  3  g   ||g
2 2
f u /  W  M 2 

 P 2 
2
 P  2  2  P  r  2  fu
   3    
 4 La   4  L  a   h  L  a    W   M 2
   

P  2
2
 2  2  500  2  430
     
240  12.73  4   3 4    180    0.85  1.25
    

7
430  240  12.73
P  254.2 kN
1  1  500  2 
0.85  1.25   3     
8  8  180  
Verifica che σ g  0.9f u /  M 2
P 2 254200  2
 g    29 MPa
4  L  a 4  240  12.73
29  0.9f u /  M 2
430
29  0.9 
1.25
29  310 SI

8
Un giunto saldato di categoria 63 è sollecitato da cicli 
di carico di varia ampiezza secondo il rilievo (MPa)
E.6 sperimentale in figura. Sull’asse delle ordinate ogni
120
divisione è pari a 20 MPa. Calcolare il numero di cicli
totale. Si usi un metodo di verifica del tipo Safe life 80
con conseguenze del cedimento lievi. Si assuma il
coefficiente di sicurezza relativo ai carichi Ff = 1. 40

0
[NTOT= 319520cicli]
-40

tempo
Soluzione:
Si applica in metodo del conteggio dei cicli del “serbatoio”:

 1  180MPa n1  1  1  1 6
 2  60MPa n2  1  2  1 6
 3  40MPa n3  2  3  2 6
 4  20MPa n4  2  4  2 6

Categoria 63 cioè C = 63 MPa per 2106 cicli, da cui si ricavano:


 C  2 106  D  5 106
3 5
 D  3  46. 4 MPa per 510 6
cicli;   5  25.5MPa per 108 cicli.
5 106
L
108
Da tabella in Eurocode 3 per verifica tipo Safe life con conseguenze del cedimento lievi:
γMf = 1.15.
 C
 C   54.78MPa
 Mf
 D
 D   40.36MPa
 Mf
 L
 L   22.17 MPa
 Mf
 i N tot
Si applica la legge di Miner:  N Ri
1

Poiché γFf = 1 le Δσi corrette saranno:  i   Ff   i   i


 1  180MPa   D e  2  60MPa   D sono nel tratto di curva con esponente m= 3
 3  40MPa   D è nel tratto di curva con esponente m= 5
 4  20MPa   L non viene considerato nella applicazione della legge di Miner.

1 1
N TOT    319520cicli
3
i 180  60
3 3
40 5
N
i 1

6  54.78 3  2  10 6 3  40.36 5  5  10 6
Ri

9
F

b
d

b
F

Un sistema meccanico è costituito da un mozzo posizionato su un albero di diametro d= 80 mm al centro di


una campata di lunghezza l = 600 mm. Al mozzo sono applicate due forze F uguali e contrarie a una distanza
b = 200 mm dall’asse dell’albero. La storia di carico della forza F è riportata nella figura. I componenti del
sistema sono di acciaio S355 (Rm = 510 MPa ; Reh = 355 MPa). I giunti saldati hanno larghezza di piede del
cordone pari a s = 8 mm. Si assuma il giunto di categoria 80 e si calcoli la durata a fatica in ore della saldatura.

E.7 F
Storia di carico
Frif
0,6
0,5
0,4
0,3
0,2
0,1
0
-0,1
-0,2
0 5 10 15 20 25 30 t s 35

Traccia di soluzione
Trovare la forza massima Frif, che l’albero è in grado di sopportare con coefficiente di 1,5 rispetto al limite
di snervamento.
Eseguire la verifica statica secondo l’Eurocodice.
Applicare il metodo del “serbatoio” per determinare lo spettro di carico.
Calcolare la durata del sistema meccanico (espressa sia in cicli, NT, sia in ore Lh) utilizzando la legge di
Miner.

10
Dati del sistema meccanico mozzo-albero:
d=80 mm l=600 mm b=200 mm s=8 mm ReH=355 MPa

Sull’albero:
M 2 F b
 max  t  3
Wt d 16

Calcolo di Frif.

Frif si trova applicando il criterio di Tresca e coefficiente di sicurezza CS=1,5 rispetto allo snervamento

ReH
4 max
2

1,5
4  Frif  b ReH

d 16
3
1,5
R   d 3 355    80 3
Frif  eH   29740 N
1,5  4  b  16 1,5  4  200  16

Verifica statica della saldatura con la forza Fmax


La sezione resistente è la sezione di gola:
s 8
a   5.65 mm larghezza della sezione di gola
2 2
E.7 L  2   d     80  251.33 mm lunghezza della sezione di gola
2
Dalla storia di carico si deduce che la forza massima applicata è pari a:
Fmax  0.6  Frif  0.6  29740  17844 N
cioè il momento esterno massimo è pari a:
M max  Fmax  2  b  17844  2  200  7137.6 Nm
Il momento esterno viene trasmesso all’albero attraverso delle  //g sulla sezione di gola che si ricavano con
una equazione di equilibrio alla rotazione attorno all’asse dell’albero (si consideri che ci sono 2 cordoni di
saldatura):
 d
2   //g  a  L     M max
 2
M max
 //g 
aLd
7137600
 //g   63 MPa
5.65  251.33  80
Da Eurocode 3:
2
 2 2

σ g  3  g   ||g  f u /  W  M 2 

3   ||g  f u / W  M 2 
2

510
109MPa 
0.9  1.25
109MPa  367 SI

11
12
Calcolo della durata a fatica

Storia di carico
0,6
0,5
0,4
F/F 0,3
rif 0,2
0,1
0
-0,1
-0,2
0 5 10 15 20 25 30 35
t [s]

Si applica il metodo del conteggio dei cicli del “serbatoio”:

F1  0.8  Frif  0.8  29740  23792 N n1  1  1  1 9


F2  0.4  Frif  0.4  29740  11896 N n2  1  2  1 9
F3  0.2  Frif  0.2  29740  5948 N n3  4  3  4 9
F4  0.7  Frif  0.7  29740  20818 N n4  1  4  1 9
F5  0.1  Frif  0.1  29740  2974 N n5  2  5  2 9

I valori F causano sul cordone delle tensioni che per il calcolo a fatica vengono calcolate sulla sezione di
gola ribaltata. Tali tensioni vengono chiamate  //   //g e si ricavano come nel caso della verifica statica da
una equazione di equilibrio alla rotazione attorno all’asse dell’albero.

 d
2   //  a  L     F  2  b
 2
F  2  b 2  200
 // i  i  Fi   Fi  0.0035 MPa
aLd 5.65  251.33  80

 // 1  0.0035  F1  83 MPa n1  1  1  1 9


 // 2  0.0035  F2  42 MPa n2  1  2  1 9
 // 3  0.0035  F3  21 MPa n3  4  3  4 9
 // 4  0.0035  F4  73 MPa n4  1  4  1 9
 // 5  0.0035  F5  10 MPa n5  2  5  2 9

Si ipotizza come coefficiente correttivo γFf = 1,  // i   Ff  // i   // i .

13
Categoria 80 cioè C = 80 MPa per 2106 cicli, da cui si ricavano:
 C  2  10 6
5

 L  5  37 MPa per 108 cicli.


108
 C
Si ipotizza come coefficiente correttivo γMf = 1, cioè  C    C  80MPa
 Mf

 // 3   L e  // 5   L non vengono quindi considerati nella applicazione della legge di Miner.

 i N tot
Si applica la legge di Miner:  N Ri
1

1 1
N TOT    9601869 cicli
3
i  835 42 5 735 
N 1
80  2  10 6
5
   
9 
i 1 Ri  9 9

Dalla storia di carico si ricava:


cicli
 nperiodo = 9 numero di cicli compiuti in ogni periodo;
periodo
 Tperiodo = 32 - 4 = 28s durata di un periodo.
Da cui:
N 9601869
N periodi  TOT   1066864 numero di periodi
n periodi 9

N periodi  T periodo 1066864  28


Lh ,TOT    8298 h durata in ore
3600 3600

Ulteriore verifica
1.5 f y 1.5  355
 // i   // i 
3 3
 // i  307 MPa SI

14