Sei sulla pagina 1di 18

LE PRINCIPALI MISURE

DI FREQUENZA:

VALORI ASSOLUTI,
PROPORZIONI,
RAPPORTI E TASSI

A cura di :

Salvatore Pisani

Anno Accademico 2005-2006


MISURE DI FREQUENZA

Una frequenza assoluta è la misura


quantitativa più semplice e più usata, e
consiste nel conteggio degli eventi o del
numero di persone oggetto di studio.

Un rapporto è uguale ad un numero (il


numeratore) diviso un altro numero (il
denominatore).

La proporzione è un tipo particolare di


rapporto in cui il numeratore è sempre
una parte del denominatore.

Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
LA MORTALITÁ
PROPORZIONALE

ASL della Provincia di Varese


Mortalità proporzionale per i principali
gruppi di cause nel 2000

N=7498
altro
app. diger.
10,8%
4,1% cause
violente
3,5%
tumori
31,2%

app.
app. respir. cardioc.
7,4% 43,0%

Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
Attenzione all’uso delle
percentuali…

Fonte: Ezio Bottarelli – Università di Parma


Osservatorio Epidemiologico dell’ASL della Provincia di Varese
LA MISURAZIONE DELLA SALUTE
E DELLA MALATTIA E’ RICHIESTA
PER:

- Prevenire la malattia

- Promuovere la salute

- Progettare servizi sanitari

UNO STRUMENTO FONDAMENTALE IN


EPIDEMIOLOGIA E’ IL CONFRONTO TRA
TASSI:

Numeratore
Tasso = ----------------------- nell’unità di tempo
Denominatore

Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)


Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
IL TASSO DI PREVALENZA E’
DEFINITO:

La proporzione della popolazione a rischio


affetta da una malattia in uno specifico
momento nel tempo.
Il tasso di prevalenza (P) viene calcolato nel
seguente modo:

Numero di persone con la malattia


o la condizione in un dato momento n
P = --------------------------------------------- x 10
Numero di persone nella popolazione
in un dato momento

Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)


Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
UN ESEMPIO DI TASSO DI
PREVALENZA

SIPIO – Studio Italiano di


Prevalenza delle Infezioni
Ospedaliere
da: Lusco et al., 1986

Prevalenza Prevalenza Prevalenza Prevalenza


globale Divisioni Divisioni Servizi
mediche chirurgiche speciali

1983 5,8% 5,1% 3,3% 47,0%

1984 7,1% 4,8% 6,5% 33,3%

1985 7,5% 5,9% 6,5% 29,4%

Osservatorio Epidemiologico dell’ASL della Provincia di Varese


L’INCIDENZA CUMULATIVA

E’ una misura semplice della frequenza di


una malattia o di una nuova condizione di
salute.

A differenza del tasso d’incidenza, misura il


denominatore solo in un momento, ossia
utilizza una popolazione a rischio che si
ritiene sempre la stessa nel periodo
considerato.

Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)


Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
NUMERO ASSOLUTO
DI NUOVI CASI

Distribuzione dei casi di AIDS


nei tossicodipendenti, omosessuali ed
eterosessuali nella ASL della
Provincia di Varese. Anni 1985-98
140
120
100
80
n° di casi

60
40
20
0
85

86

87

88

89

90

91

92

93

94

95

96

97

98
19

19

19

19

19

19

19

19

19

19

19

19

19

19

anno
tossicodipendenti omosessuali eterosessuali

Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
L’INCIDENZA CUMULATIVA

Il tasso di ospedalizzazione indica il numero


di ricoveri ordinari ogni 1.000 abitanti

Tasso di ospedalizzazione
nell'ASL della provincia di Varese

155 154,3
154 153,4
153 152,6
Tasso per 1000 abit.

152
151 150,3
148,7
150
148,1
149
148
147
146
145
1997 1998 1999 2000 2001 2002

Anno

Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
L’INCIDENZA CUMULATIVA

Il tasso standardizzato d’incidenza dei


tumori maligni ogni 100.000 donne fornito
dal Registro Tumori Lombardia indica che
il più frequente è quello della mammella.
Incidenza dei principali tumori nelle femmine
nella provincia di Varese - Anni 1993/97

Mammella 106,1
Colon-retto 38,6
Stomaco 17,7
Utero corpo 16,8
Polmone 14,3
Ovaio 13,2
Linfoma NH 12,8
Vescica 8,3
Rene e vie urinarie 8,3
Pancreas 7,9
Melanoma 7,8
Utero collo 7,7
Leucemie 7,6
Encefalo e altro SNC 7
Fegato 4,5

0 20 40 60 80 100 120

Tasso standardizzato x 100.000

Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
L’INCIDENZA CUMULATIVA

Il tasso di abortività volontaria indica il


numero di interruzioni volontarie di
gravidanza ogni 1.000 donne di 15-49 anni

Andamento del tasso di abortività


volontaria nella Provincia di Varese
Anni 1994-99
7,5 7,4
tasso x 1000 donne

7,4 7,3
7,3
7,2 7,2
7,1
7,1 7,0
7,0 6,9
6,9
6,8
6,7
6,6
94

95

96

98

99
97
19
19

19

19

19

19

Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
IL TASSO D’INCIDENZA E’
DEFINITO:

Il tasso con cui si verificano nuovi eventi


nella popolazione.
Il tasso d’incidenza (I) viene calcolato nel
seguente modo:

Numero di persone che contraggono


una malattia in un dato periodo n
I = -------------------------------------------- x 10
Somma della lunghezza del tempo
durante il quale ogni persona nella
popolazione è a rischio di contrarre
la malattia

Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)


Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
FATTORI CHE INFLUENZANO LA
PREVALENZA

Aumentata da:
Maggiore durata della Diminuita da:
malattia Durata più breve della
Prolungamento della malattia
vita dei pazienti senza Elevato tasso di letalità
guarigione per la malattia
Aumento d’incidenza Diminuzione
Immigrazione di casi dell’incidenza
Emigrazione di persone Immigrazione di
sane persone sane
Immigrazione di Emigrazione di casi
persone suscettibili Miglioramento del tasso
Miglioramento delle di guarigione dei casi
capacità diagnostiche

Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)


Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
MISURE DI INCIDENZA E
PREVALENZA
Tasso Tipo Numeratore Denominatore
Morbosità Incidenza Nuovi casi di Popolazione
malattia non totale a rischio
fatale
Mortalità Incidenza N° morti per Popolazione
una malattia totale a rischio
Letalità Incidenza N° morti per N° di casi di
una malattia quella malattia
Incidenza Incidenza Nuovi casi di Arco di tempo in
malattia che si cui ogni persona
verificano nel è a rischio di
tempo contrarre malattia

Incidenza Incidenza Nuovi casi di N° di persone


cumulativa malattia che si libere dalla
verificano nel malattia all’inizio
tempo del periodo
Prevalenza Prevalenza N° di casi Popolazione
presenti più totale
nuovi casi in
dato periodo
Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)
Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese
CONFRONTI TRA VARI
TIPI DI TASSI

Tassi Vantaggi Svantaggi

Grezzi Tassi reali Difficoltà nel


Facili da confronto tra
calcolare differenti
popolazioni

Specifici Sottogruppi Scomodi nel


omogenei confronto tra
Utili in sanità più sottogruppi
pubblica di popolazioni

Corretti Tassi sintetici Tassi fittizi


Possibilità di Dipendenza dal-
confronti la pop.standard
senza bias Non analisi dei
sottogruppi
Modificato da: Basic Epidemiology (Beaglehole, Bonita, Kjellström)
Osservatorio Epidemiologico
dell’ASL della Provincia di Varese