Sei sulla pagina 1di 6

RECLUTAMENTO

E
VERTENZA CONTRO LA REITERAZIONE DEI
CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

NEI SETTORI DELLA CONOSCENZA

SCHEDE
RIASSUNTIVE
3 dicembre 2010
SCUOLA
TIPOLOGIE PROFESSIONALI E RECLUTAMENTO

PERSONALE DOCENTE

1) DOCENTI ABILITATI E INSERITI NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO (ex permanenti) in


- PRIMA FASCIA (concorso per soli titoli)
- SECONDA FASCIA (titoli e servizio prestato entro il 25 maggio 1999)
- TERZA FASCIA (concorso per titoli ed esami; concorso riservato; SSIS; Didattica della
Musica; COBASLID; laurea in Scienze della Formazione primaria; titoli esteri legalmente
riconosciuti)

2) DOCENTI ABILITATI E SPECIALIZZATI per l’insegnamento su posti di SOSTEGNO, inseriti


negli appositi ELENCHI PER L’INSEGNAMENTO SU POSTI DI SOSTEGNO

PERSONALE ATA (Amministrativo/Tecnico/Ausiliario)

− PERSONALE ATA inserito nella GRADUATORIA PERMANENTE PROVINCIALE DEL


CONCORSO PER SOLI TITOLI (cosiddetta graduatoria dei 24 mesi)
− Dsga inseriti nelle graduatorie permanenti di cui alla legge 124/99

ACCESSO ALLA VERTENZA CONTRO LA REITERAZIONE


DEI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

REQUISITI

- Aver svolto servizio come dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato per
almeno tre anni anche non consecutivi
- Essere già inseriti nelle graduatorie/elenchi utilizzati dall’Amministrazione per il
conferimento dei contratti a tempo indeterminato
UNIVERSITA’
TIPOLOGIE PROFESSIONALI E RECLUTAMENTO

PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

ACCESSO A TEMPO INDETERMINATO

− con concorso pubblico bandito dall’università


− il vincitore è collocato nel primo gradone economico della categoria per cui ha vinto il
concorso. L’unica eccezione è nella categoria B a cui si può accedere in B3, Sempre
nella categoria B se si è assunti in B1 (ma non avviene quasi più da nessuna parte)
dopo 12 mesi si passa in B2
− i titoli di studio richiesti per l’accesso sono: in B scuola dell’obbligo, in C diploma, in D
laurea, in EP laurea e abilitazione professionale o laurea e particolare qualificazione
professionale

ACCESSO A TEMPO DETERMINATO

- con concorso pubblico bandito dalle università. Spesso il concorso è bandito sull’albo di
ateneo e non sulla G.U.
- si può utilizzare la graduatoria dei vincitori di concorso a tempo indeterminato; il
dipendente conserva comunque la collocazione nella graduatoria t. i.
- il rapporto a t.d. potrebbe essere trasformato a TI a seguito di verifica purché
l’assunzione a t.d. sia avvenuta on le stesse procedure di quella a TI (norma applicata
in poche università)
- il contratto a t.d. può essere valutato per il concorso a TI
- E’ applicato il contratto a TI

Anche nelle università la stabilizzazione ha consentito l’inquadramento a TI di molti tecnici


amministrativi.
Fra il personale tecnico amministrativo sono attivati anche contratti co.co.co

DOCENTI
I Concorsi sono nazionali banditi dal Miur e danno l’idoneità nazionale che vale 4 anni; le
facoltà chiamano sul posto che hanno libero (oggi sta succedendo che in assenza di fondi
chiamano ma non fanno prendere servizio con il rischio che l’idoneità scada)

RICERCATORI
I concorsi sono banditi dalle università e pubblicati su G.U. è considerato titolo preferenziale il
dottorato di ricerca, le attività svolte come assegnisti e contrattisti

RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO


La legge 230 (Moratti) ha istituito la figura del ricercatore a tempo determinato di durata 3
anni + 3 (poche università li hanno attivati e comunque in numero limitato)

LETTORI E CEL DI MADRELINGUA


Figura istituita appositamente per le università statali che soggiace ai principi di carattere
generale propri della disciplina del diritto del lavoro privato (art.28 del D.P.R. n.382 del 1980,
legge 236/1995 e art.51 del CCNL Comparto Università).
Personale contrattualizzato con una specifica disciplina all’interno del comparto università.
L'ACCESSO A TEMPO DETERMINATO E INDETERMINATO è previsto con selezione pubblica per
contratto di lavoro subordinato di diritto privato, annuale o triennale.

ALTRE TIPOLOGIE CONTRATTUALI


Co.co.co, assegni di ricerca, docenti a contratto (assimilabili a co.co.co. e co.co.pro.) borse di
studio finanziate anche da enti esterni all’università
ACCESSO ALLA VERTENZA CONTRO LA REITERAZIONE
DEI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO
(POSSIBILI LIVELLI DI COINVOLGIMENTO NELLE IMPUGNAZIONI)

Personale contrattualizzato
− Personale tecnico, amministrativo già in possesso dei requisiti di stabilizzazione di cui al
comma 519 legge finanziaria 2007 (superamento di un concorso pubblico bandito
dall’ateneo, e 3 anni di TD al 29/9/2006 o nel quinquennio antecedente la data di
entrata in vigore della legge) che non sono stati assunti per mancanza di punti organico
o altri motivi, ancorché inseriti negli elenchi di stabilizzazione;
− Personale tecnico, amministrativo, assunto per concorso a TD (pieno o parziale) con
contratto di durata generalmente di 1 anno, frequentemente rinnovato per più anni.
Nelle Università, spesso, si procede ad assunzioni a TD in luogo di assunzioni a TI
perché il costo del personale a tempo determinato o del personale con contratti atipici
non concorre nel calcolo per determinare il rispetto del rapporto AF/FFO = max 90%; il
valore percentuale differenziale tra il rapporto AF/FFO e 90% rappresenta la capacità di
spesa per le assunzioni del personale di ruolo, trasformata in punti organico;
− Personale tecnico, amministrativo non in possesso dei requisiti di stabilizzazione con
prevalenza di contratti atipici (co.co.co., co.co.pro.).

Personale non contrattualizzato


− Ricercatori assunti a T.D. con contratti di durata generalmente triennale non rinnovabili.
La durata dei contratti in alcuni atenei è anche inferiore a 3 anni;
− Personale laureato non in possesso dei requisiti di stabilizzazione con prevalenza di
contratti riconducibili a contratti atipici (Assegni - Borse di studio)

Lettori e CEL di madrelingua


Questa figura ha già la possibilità, data la natura privatistica del proprio contratto, di chiedere,
dopo 3 anni, la trasformazione al tempo indeterminato.
ENTI PUBBLICI DI RICERCA (EPR)
TIPOLOGIE PROFESSIONALI E RECLUTAMENTO

L'accesso a tempo indeterminato (TI) è previsto per concorso pubblico nazionale.

Di norma al profilo di Ricercatore o Tecnologo (R&T) si accede al livello base III, ma è previsto
l'accesso dall'esterno anche al II livello (Primo Ricercatore - Primo Tecnologo) e al I livello
(Dirigente di Ricerca - Dirigente Tecnologo). In tutti i casi e per entrambi i profili di R&T (con la
sola eccezione per l'accesso a Dirigente di ricerca, dove in taluni rarissimi casi non è richiesto il
titolo di studio) è richiesto come requisito, oltre alla laurea magistrale (quinquennale), il
possesso di almeno tre anni di comprovata esperienza nel settore ricerca (assegno di ricerca,
borsa di studio TD, esperienza lavorativa diretta, altro). Per i profili di Tecnico e Amministrativo
(T&A) è previsto l'ingresso al livello VIII con la scuola dell'obbligo (operatore tecnico, operatore
amministrativo) e al livello VI se tecnico (CTER collaboratore tecnico enti di ricerca) e VII se
amministrativo (collaboratore di amministrazione) con il diploma. Sono inoltre previsti gli
ingressi con laurea (non essendo chiaro se breve o magistrale, dipende dall'interpretazione dei
singoli enti) al profilo di Funzionario di Amministrazione al V livello e con diploma in piccola
percentuale al IV livello nel profilo di CTER.

Due sole le eccezioni per l'accesso a TI:


- ex. comma 2 art. 5 CCNL 2002-2005 che in alcuni enti ha consentito la trasformazione del
rapporto di lavoro da tempo determinato (TD) a tempo indeterminato (TI) a condizione che le
persone avessero già superato un concorso pubblico nazionale e previa ulteriore valutazione;
- la "stabilizzazione" che per un breve periodo ha consentito l'assunzione a TI a coloro i quali
avevano almeno tre anni a TD negli ultimi cinque.

Le tipologie di contratti negli EPR sono così riassumibili:


− CO CO CO CO (Contratto d'opera ai sensi Art. 2222 Codice civile)
− CO CO PRO (Contratto d'opera ai sensi Art. 2222 Codice civile)
− Assegno di ricerca (nella nostra lettura assimilabile co.co.co. - co.co.pro.)
− Borsa di studio (nella nostra lettura, assimilabile co.co.co. - co.co.pro.)
− Tempo determinato (viene applicato in toto il CCNL EPR)
− Tempo indeterminato

ACCESSO ALLA VERTENZA CONTRO LA REITERAZIONE


DEI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO
(POSSIBILI LIVELLI DI COINVOLGIMENTO NELLE IMPUGNAZIONI IN ORDINE DI RILEVANZA)

− Personale tecnico, amministrativo, tecnologo e ricercatore già in possesso dei requisiti


di stabilizzazione di cui al comma 519 legge finanziaria 2007 (superamento di un
concorso pubblico nazionale e 3 anni di TD al 29/9/2006 o nel quinquennio antecedente
la data di entrata in vigore della legge) che non sono stati assunti per mancanza di
posti in pianta organica o altri motivi:
− Personale tecnico, amministrativo, tecnologo e ricercatore non in possesso dei requisiti
di stabilizzazione con prevalenza di contratti TD che non sono stati assunti per
mancanza di posti in pianta organica o altri motivi;
− Personale tecnico, amministrativo, tecnologo e ricercatore non in possesso dei requisiti
di stabilizzazione con prevalenza di contratti atipici (co.co.co., co.co.pro.)
− Personale tecnologo e ricercatore non in possesso dei requisiti di stabilizzazione con
prevalenza di contratti riconducibili a contratti atipici (Assegni - Borse di studio)
ACCADEMIE E CONSERVATORI DI MUSICA
TIPOLOGIE PROFESSIONALI E RECLUTAMENTO

Manca il DPR previsto dalla legge e dal 2000 ad oggi sono state mutuate norme dalla Scuola
per quanto riguarda il personale non docente, prendendo a riferimento il TU 297/94, mentre
per i docenti, esaurite le graduatorie nazionali salvate dalla legge di riforma – 508/99- sono
state fatte graduatorie nazionali una tantum, utilizzabili solo per i contratti a tempo
determinato –L. 143/2004.

Requisiti
- 3 anni di servizio con contratto a tempo determinato
- superamento concorso per titoli ed esami
- in servizio su posti disponibili e vacanti

Profili

− DIRETTORI DI RAGIONERIA assunti con bandi di sede


− ASSISTENTI AMMINISTRATIVI assunti con bandi di sede
− DOCENTI che hanno superato concorsi per soli titoli – grad.nazionali ex L.143/2004
− COADIUTORI (co.co.co.)

ACCESSO ALLA VERTENZA CONTRO LA REITERAZIONE


DEI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO
(POSSIBILI LIVELLI DI COINVOLGIMENTO NELLE IMPUGNAZIONI)

Personale Docente. Vi sono numerosi docenti che hanno ben più di tre anni di servizio, sono su
posti vacanti ma hanno superato solo l’idoneità a livello di istituto e che con un concorso
riservato come quello superato dai docenti inseriti nelle grad. Ex L.143, possono ottenere la
stabilizzazione essendo in servizio su posti in organico, censiti e congelati al 1999.
Il personale docente precario in servizio presso le istituzioni dell’AFAM è almeno di tre
tipologie:
- Docenti a contratto T.D. assunti dalle graduatorie nazionali ex. L. 143/04, su posti in
organico;
- Docenti contratto T.D assunti dalle graduatorie di istituto, su posti in organico;
- Docenti co.co.co , con rapporto di lavoro non subordinato, forse anche con partita IVA,
su moduli didattici di varia composizione (da 30 a 100 e più ore a seconda delle
discipline)

Coadiutori. Rimangono “appesi” i coadiutori che vengono assunti su segnalazione dei Centri per
l’impiego ma che non hanno superato alcun concorso. Anche per loro vi sono le condizioni dei
tre anni e della disponibilità in organico.