Sei sulla pagina 1di 24

IL SISTEMA IMMUNITARIO!

•  Instaura la Risposta Immune"


–  È una risposta reattiva verso sostanze
estranee introdotte nell'organismo."
–  È una difesa contro microorganismi
patogeni e contro cellule proprie che
hanno subito una trasformazione
neoplastica."
–  Inoltre, difetti del sistema immune si
traducono in malattia."

TIPI DI IMMUNITA !

•  IMMUNITA INNATA detta anche:"


–  Immunità Congenita"
–  Immunità Naturale"

•  IMMUNITA ACQUISITA ADATTATIVA"


–  Immunità Attiva: Naturale o Artificiale"
–  Immunità Passiva: Naturale o Artificiale"
IMMUNITA INNATA!
DIFFERENZE TRA 

IMMUNITA INNATA E IMMUNITA ACQUISITA !

•  Discriminazione •  Discriminazione non


assoluta tra self e non- assoluta tra self e non-
self (microbi)" self "

•  Preesistenza " •  Non preesistenza""


•  Specificità elevata"
•  Specificità limitata"
•  Variabilità"
•  Attivazione rapida"
•  Attivazione lenta"
•  Assenza di memoria"
•  Memoria ""
•  Autoregolazione"

MECCANISMI EFFETTORI:

IMMUNITA INNATA IMMUNITA ACQUISITA

•  Barriere naturali: " •  Molecole solubili:"


"fisiche, chimiche meccaniche" complemento "
•  Molecole Solubili:" anticorpi "!
complemento, " •  Mediatori solubili:!
proteine fase acuta," Citochine "!
istamina, chinine,"
lisozima, defensine"
•  Cellule: !!
"linfociti T"
•  Mediatori solubili:! "linfociti B ""
Chemochine e Citochine "cellule presentanti l antigene
infiammatorie (IFN, TNF)" (APC)"
•  Cellule: !!
fagociti: macrofagi e "
" " gr. Neutrofili"
cellule dendritiche"
cellule NK"
Riconoscimento dei Patogeni:

IMMUNITA INNATA IMMUNITA ACQUISITA

Limitato numero di Infinito numero di Recettori


Recettori che che riconoscono in modo
riconoscono le strutture specifico ogni tipo di
conservate dei patogeni Microorganismo:!
(Pathogen-Associated
Molecular Patterns, 1. Recettori espressi
PAMP):" sulle membrane!

1. Recettori espressi sulle 2. Anticorpi circolanti"


membrane (PRR)!

2. Molecole di
riconoscimento
circolanti (PRM)!

Ruolo dell immunità innata


nellʼattivazione dell immunità acquisita-
adattativa

" Una volta attivata, l immunità innata inizia la


risposta infiammatoria secernendo chemochine e
citochine, inducendo l espressione di molecole di
adesione e costimolatorie in modo da richiamare
anche i linfociti nel sito dell infezione e dare avvio
alla risposta adattativa (secondo segnale) "
IMMUNITAʼ ACQUISITA
ADATTATIVA"

•  Eʼ la seconda linea di difesa


dellʼorganismo in grado di montare una
risposta specifica verso i patogeni e di
conservarne memoria. "
•  In condizioni patologiche è in grado di
montare una risposta verso il self"
Classificazione dellʼImmunità
Acquisita Adattativa"

•  IMMUNITAʼ UMORALE"
–  mediata da molecole circolanti
(ANTICORPI) responsabili del
riconoscimento specifico degli antigeni,
trasferibile con il siero."

•  IMMUNITAʼ CELLULARE"
–  mediata da cellule (LINFOCITI T) e
trasferibile con le cellule"
FASI DELLA RISPOSTA IMMUNE
ADATTATIVA"

1.  RICONOSCIMENTO DELLʼANTIGENE "


2.  ATTIVAZIONE LINFOCITARIA ""
3.  EFFETTRICE -> Eliminazione dellʼAntigene"
–  LEGAME ANTIGENE-ANTICORPO"
–  CITOTOSSICITAʼ "
–  PRODUZIONE DI CITOCHINE"
–  INDUZIONE DELLA MEMORIA SPECIFICA"

FUNZIONI DEI LINFOCITI"

Linfociti B!
•  Produzione anticorpi"
•  Presentazione dellʼantigene ai linfociti T!

Linfociti T!
•  T helper: "produzione Citochine"
•  T citotossici: "Citotossicità"
ANTICORPI!
• La funzione di un Anticorpo (Ab) è stimolata dal suo
legame con l antigene (Ag):"
• Gli Ab possono essere considerati come Adattatori
flessibili tra l Ag ed un effettore."
• Le funzioni possono essere così riassunte :"
– Ig di membrana come recettore per l Ag dei linfociti B"
– Neutralizzazione dell Ag (tossine, virus, molecole di
superficie di batteri)!
– Attivazione complemento; Opsonizzazione"
–  Citotossicità anticorpodipendente"
– Citotossicità mediata da IgE-mastociti"

IMMUNOGLOBULINE!
• Le Immunoglobuline
(Ig), o molecole
anticorpali, sono
glicoproteine
costituite da due tipi
di catene legate da
ponti disolfuro S-S, e
da una quota di
4-18% di carboidrati."
IMMUNOGLOBULINE!
• L'unità di base delle
Ig ha un PM di circa
150 KD. Consta di
due catene leggere
denominate L (light)
e di due pesanti
denominate H
(heavy). La formula
di struttura generale
di un'Ig è dunque
H2L2."

IMMUNOGLOBULINE!
• Ciascuna catena è
costituita da una parte
costante (CH e CL) ed
una variabile (VH e VL).
Nelle regioni V,
equivalenti al sito di
legame per l'Ag la
sequenza varia nei
diversi anticorpi. Le
parti costanti sono
dotate di altre funzioni."
IMMUNOGLOBULINE!
• Le catene sono
ripiegate in domini
globulari, determinati da
legami S-S intracatena:"
–  le catene leggere
hanno una sola VL
ed una CL."
–  Le pesanti hanno in-
vece VH, CH1,
CH2, CH3."

IMMUNOGLOBULINE!

• La struttura delle Immunoglobuline è


stata chiarita dagli studi di Edelman &
Porter (Premio Nobel Medicina, 1969),
basati sulla digestione enzimatica delle
molecole.!
IMMUNOGLOBULINE!
• Sottoponendo una Ig a digestione con papaina si
ottengono due pezzi denominati Fab (Antibody
Fragment) ed uno denominato Fc (Frammento
cristallizzabile, cosi' denominato data la facilità con
cui può essere ottenuto in forma cristallina)"

IMMUNOGLOBULINE!
• Impiegando la pepsina si ottiene un pezzo
denominato  (Fab)2 e piccoli frammenti chiamati Fd."
• La differenza tra le due  digestioni enzimatiche è
dovuta al fatto che i due enzimi agiscono su diversi
punti della molecola"
IMMUNOGLOBULINE!

• Trattando la molecola con reattivi sulfidrilici,


come mercaptoetanolo, si ottiene la
risoluzione dei legami S-S"
• le due  catene H si separano tra loro e dalle
catene L"

IMMUNOGLOBULINE!

• Ottenendo in  questo modo le catene


purificate, è stato possibile rilevare che:"
• Esistono di due tipi di catene L"
–  denominate ! e  ", differenti come
caratteristiche antigeniche e chimiche."
• Una molecola di Ig non monta mai due
catene L diverse"
IMMUNOGLOBULINE!

• Ottenendo in  questo modo le catene


purificate, è stato possibile rilevare che:"

• Le catene  H sono suddivise, in base alle


caratteristiche antigeniche, in 5 classi:"
–  gamma (#), alfa ($), mu (µ), delta (%), epsilon (&). "
• Una molecola di Ig non monta mai due
catene H diverse"

IMMUNOGLOBULINE!

• La classe della catena  pesante definisce


quella delle Ig (classi isotipiche):"
– IgG ! catene H tipo gamma (#)
– IgA ! catene H tipo alfa ($)!
– IgM ! catene H tipo mu (µ)!
– IgD ! catene H tipo delta (%)!
– IgE ! catene H tipo epsilon (&)
• La regione costante delle catene pesanti
determina la  funzione effettrice di una Ig.
IMMUNOGLOBULINE!

• La popolazione di anticorpi è fortemente


eterogenea (circa  109  diversi anticorpi
nell'uomo)"
• L'eterogeneità può  essere distinta in tre
livelli:"
– Isotipica!
– Allotipica!
– Idiotipica!

IMMUNOGLOBULINE!
• La eterogeneità
isotipica è quella che
consente di 
suddividere le Ig in
classi secondo la
presenza delle
diverse  catene H ed
L presenti:"
• una molecola #2 "2  è
denominata IgG""
IMMUNOGLOBULINE!
• Gli allotipi sono
varianti di uno
stesso isotipo
presenti in  individui
diversi della stessa
specie (polimorfismo
genetico)"

IMMUNOGLOBULINE!
• Gli idiotipi sono
varianti di un
allotipo, legate alla 
struttura delle
regioni variabili Fab"
• Un anticorpo che si 
lega con un
antigene x differisce
da uno che si lega
all antigene y"
I GENI DELLE IMMUNOGLOBULINE!

I GENI DELLE IMMUNOGLOBULINE!


I GENI DELLE IMMUNOGLOBULINE!

CLASSI ISOTIPICHE!
• Nell'uomo le Ig possono essere suddivise in 5
classi isotipiche secondo la catena pesante presente "
• Le catene differiscono tra loro per alcuni caratteri
strutturali come numero e posizione di legami
disulfuro e presenza/assenza di una regione cerniera
CLASSI ISOTIPICHE!
• Le classi isotipiche possono esistere in diverse
sottoclassi:"
–  IgG -> 4 sottoclassi!
–  IgA -> 2 sottoclassi!
–  IgM, IgD ed IgE non sono  suddivise in
sottoclassi"

CLASSI ISOTIPICHE!
CLASSI ISOTIPICHE!

IgG"
• Quantitativamente le più importanti Ig."
• Funzioni principali:"
–  neutralizzazione di tossine e di virus"
–  opsonizzazione di batteri"
• Passano la placenta umana e costituiscono uno dei 
meccanismi di difesa principali nei primi giorni di vita"
• Le sottoclassi hanno diversa capacità di attivare il
Complemento"
–  IgG1 ++ ; IgG2 + ; IgG3 +++ ; IgG4 non lo attivano

CLASSI ISOTIPICHE!

IgA"
• Esistono forme monomere e dimere (queste 
assemblate  con catene J)!
• Alcune delle molecole si trovano anche in forma di
trimero o pentamero"
• Due sottoclassi:"
–  IgA1 prevalgono nel siero"
–  IgA2 nelle secrezioni"
• Le IgA secretorie si trovano esclusivamente nelle
secrezioni esterne (lacrime, saliva, secrezioni
intestinali, colostro)
CLASSI ISOTIPICHE!

IgA secretorie"
• Sempre dimere con una catena J sintetizzata dalla
plasma cellule"
• Posseggono un "frammento secretorio"
antigenicamente distinto sintetizzato dalle cellule 
epiteliali"
• Il frammento secretorio stabilizza la molecola di IgA e
la protegge dalla proteolisi ed è probabilmente
coinvolto nel  processo di secrezione del dimero

CLASSI ISOTIPICHE!

IgA secretorie!
• Costituiscono una "vernice antisettica" sulle superfici
mucose, sono un sistema di pronto  intervento nei
confronti dei microrganismi"
• Impediscono l'assorbimento di alcuni  antigeni
contenuti nei cibi impedendo che essi fungano da
allergeni"
• Non attivano il complemento attraverso la via
classica e fungono poco da opsonine"
• Formano immunocomplessi con gli antigeni che
vengono poi  trasportati al fegato e catabolizzati"
CLASSI ISOTIPICHE!

IgM!
• Esistono sotto forma di:"
• Pentameri le cui subunità sono

assemblate dalla  catena J"
• Monomeri presenti soprattutto

sulla membrana dei linfociti B"
• Hanno una notevole affinità per il C1q ed hanno 
elevata capacità di attivare il complemento attraverso
la via  classica"
• L'emivita delle IgM nel siero è di 5-6 giorni, circa 3 
volte inferiore a quella delle IgG"

CLASSI ISOTIPICHE!

IgM!
CLASSI ISOTIPICHE!

IgM!
•  Il complesso del recettore dei
linfociti B (complesso BCR) è
costituito dalle Ig di membrana
(IgM e IgD) e da alcune
molecole corecettoriali
denominate Ig-alfa e Ig-beta."

•  Queste due sono legate tra


loro da ponti disolfuro"

•  Questo recettore è coinvolto


nel processo di attivazione
funzionale della cellula"

CLASSI ISOTIPICHE!

IgM!
•  Nel momento in cui il BCR
incontra un antigene a se
complementare andrà ad
attivare una cascata di
segnali intracellulari che
modificheranno
l'espressione genica e di
fatto il fenotipo cellulare."

•  Il BCR internalizzerà
l'antigene e lo esporrà sulla
superficie cellulare."
CLASSI ISOTIPICHE!

IgM!

CLASSI ISOTIPICHE!

IgM!
CLASSI ISOTIPICHE!

IgD!
• Hanno struttura simile a quella della unità
fondamentale"
• Difficilmente studiabili nell'individuo normale in
quanto scarsamente concentrate nel siero, sono
state studiate nei rari casi di  gammopatia
monoclonale IgD"
• Anticorpi sierici appartengono raramente a questa
classe: il ruolo delle IgD sembra essere  limitato
esclusivamente a quello di recettore per l'antigene
sui  linfociti B."

CLASSI ISOTIPICHE!

IgE!
• Noti anche come anticorpi "reaginici", omocitotropi,
capaci cioè di  legarsi alle mastcellule mediando la
loro degranulazione"
• Struttura simile a quella fondamentale (4 CH
domains)"
• Proteggono da

parassiti quali:

elminti, nematodi,

protozoi e plasmodi"