Sei sulla pagina 1di 4
Pe: ae =the Uscira a settembre, edita da Abscondita, la biografia di Vincent scritta dalla moglie di Theo, amorevole custode delle lettere che i due fratelli si scambiarono per tutta la vita. || grido di dolore lanciato di fronte “allindifferenza del pubblico” per l'opera del pittore La cognata di Van Gogh. Johanna, can il fgo Vincent wlem mnuneiata a settembre, per itp 4i Abscondita, Puscita di una iad Van Gogh, Lesanesima, vertedbe da dre. Se non fosse che, questa volta viene riportata da un naratore dl eccezione: Ia rmoglie del fratello di Vincent, Theo: eid che la rende un documento previo, che si connota per la lineata ela somplicit dol raceanto © pert la contemporanca complessiti di riflssi i rimandl eroxivi e sentimental ee vi si Joka cinse a scrivere il resoconto della vita di Vincent e Theo nel 1913, peril desidesio di lsciare al fglio (Vincent Willem) una storia iferta con le propre pa come quelle degli aii, una soca capace di cevidenza sopratttto il profondo "amore reciproco che, a dispetto di ‘ito, niva ide fete (Ogni informarione riguardante la fancilleza doi Van Gogh le giunse diretamente dalla ‘Nella pagina a fianco: Vincent van Gogh Giaraino in fore. Qui a destra: unimmagine di Theo, fratello det pttore Van Gogh, Mietitura in Provenza (particolare madre di questi, Ann, «cu Johanna, pratt, non maned mai di iservare rspettoss delicatezz, evitando qualsiasi ton ch potesse dispiacerle, Peril resto, la fonte principale, ote alla personale esperenza, Turono le ittere che Vincent e Theo si Scambiarono per ttt la vita Trisultato & un racconto insolitamente sdomninato da una grande tenerezza, in ui gli spot pid drammatiie tei somo stati ‘muss dalle tnte sentimental e rifent Sut filo della discrezione. Se si iscomtrano ‘omission’, ¢ a dire il vero non sono poche. Tunica colpa ascrivibileall'autrce & ata quella di concentarst in una biografia che fosse resoconts di una costante ricerca della erent, compendio di moment tranill edi csi in qualche modo risolts,restituti con indulgenza e dolvezz. Ed & dunque comprensibile che l'argomento pid dotoreso, quello della folla, com le sue infouste impiieazioni, venga rolegato ai ‘maint di un racconto che si coocenteainvece sul delieato ritrato di una vicenda di intensi ‘apport umani, di cui arte rappresenta il cclmine. L‘intento palese di Johann: quello di assumere la difesa di Vino quell "eccontrco”, che in vita dovette sempre Jotare con Tinespaciti di comunicate cot mondo, ¢ che ruse a fario, a modo suo, solo atraverso intense pennellate di coloe. Johanna (eome st legge nella biogrfia, redata tal figlio, che completa volume) era nats rel 1862. aveva spasato Theo van Gogh che ra amico di suo fratello Anckies, nel 1889, Nel 1891, dopo un aio e mezzo di felice vita Sms 41 OTTOCENTO Bomar, di Vincent, 8 bianca Dai Mangiatori ai patate ai Giardini in fiore, tutti i capolavori della “galleria” di Johanna Nee einer kee ae ee cS Cue reer ce ence gitar) eee meat ihe een Re ere aye eerie Tee ee fear Pesce en Poe eee Reese ant ieae bianca della lampada a petrolio posta sopra il tavolo, aeons Ree mac en) Pane era Cee errr Preece Veta! Poem eek ee Ree ees cee Reals Biren) della lampada a petrolo penilevano alcune stamps un‘altra stanza, sopra i sof di Theo rivestto dda una eoperta orientale, vi era wn grande dipinto di Gauguin, dalla Martinieas © ancor nel corridoio del piano inferiore si trovavano disegni di Vincent del conti del ‘ospedale di Arles e li Fontan a Saiva-Rémy. Nell 1 da leto i tre Giardin’ in fiore, ‘eLi Vellée ci Mile. Nonostante le numerosissime rihieste, Jolianna si ifiutd sempre di vendere quelle © conserva con religiasa cura alle lettre che seitimanalmente ide fratelis seambiavano ¢ ebe in Suite Gogh di Amsterdam, istiuita nel 1960, lle pa ‘con meticolosa precisions durante tuo Maco della sua vita, fata cecezione per i period de! matrimonio, Johanna data 7 aprile 1891 siori mamma Van seslere i veranda: mi ba parlato di tante eose, di anc familiar, di Ficordi del passato cehe amo moltissimo a Devo eonoscere tuto su Vincent -¢ rela sa vita endo il frato di tale proposito, ili occhi che attaverso larson nei confront del cognato, un amore di Fiflesso, Johanna celebrava quello per Padorato Theo, Eevo infati cosa eonressava ad un amico riguardo alle lettre di Vincent Le lettre hanno preso un grande posto nol mia vita dll"inizio della malatia di Theo, Dopo la sua mort, ta prima sera che trascorsi nella nostra cass andai a prenderle. attraverso di esse lo avreirtrovato, Oni sera {questo era il mio con ormata syuota, Non era Vincent che io ve ‘Thoo. Assorbii ogni parol, 0 Non Solo lo lessi col cuore, ma con tuta anima. Ed 8 sempre stato cos le ho ete, filet finché non ho visto chiaramente la figura di Vincent. lmmagini per un attimo ‘quel che provai ripercortendo la grandezza © 4 nobilta ci quella soitaria vita d’artista Inmagio’ il mio dolore di frente allindifferenza det pubblico per ta sua opera (2) Vane farvieapice influenza che Vin ha esercitato sulla mia vita, Farono Theo ¢ ‘Vincont acl siutarmi e inditizzare la mia existenza in mode che io a essere in puee ¢ serena con sme stessa, Scorrende le pagine amorevolmente compa Johanna il Ietore pud accostare con uno spirito nuovo una delle vicende mane ¢artistiche pit travagliate, dolorosee intense mai serie, asciandosi coinvolgen allo spinto di commossa parteeipazione con eui la donna si 2 impegnata a lasciore quest documento, Johanna Gesina Bonger, La vite {opera di Vincent van Gogh, ‘Abscondita, 96 pagine + raf ccuro, In ibreria da settembre. Sme 43