Sei sulla pagina 1di 6

Teorema del campionamento

Un qualunque segnale x(t) strettamente limitato in banda cioè


X( f )  0  f  B

è completamente noto quando lo sono i suoi


valori agli istanti “t=nT” (campioni) qualunque sia n (  , )

1
purche' T 
2B
Quindi: invece di trasmetter tutto il segnale x(t) posso trasmettere
il segnale campionato c(t )  x(nT ) con n (  , )
x(t) y(t)
x(t)

yt     t  nT 
1
••• •••
n  
–2T0 –T0 T0 2T0 t

Segnale
Campionato
c(t)

c (t )  x (t )  y (t )  x (t )    t  nT 
n  
nT
t

C( f )  X ( f )  Y ( f )

Calcoliamo la trasformata yt     t  nT 
di y(t): Y(f) n  
y t 
y(t)
x(t)

1
y(t) e’ periodico con periodo T0 ••• •••

–2T0 –T0 T0 2T0 t

I coefficienti del suo sviluppo in serie di


Fourier
T 2
T 2

Yk 
1
 yt e
 j 2kf0 t
dt Yk 
1
  t e  j 2kf t
dt  0
1
T T T 2
T
T 2

  2 n t
y t    t  nT  
1
e
j
T

Y X(f)
f n   T n  

f0
 
••• •••
 k 1  k
Y  f    Yk   f      f  
– 2 0f – f0 f0 2 f0 f k    T T k    T
  
 
C( f )  X ( f )  Y ( f ) 
 X  Y  f   d   X   1
  f 
k
  d 
      T k    T 
 
 
X    f    d  X ( f  )
1 k 1 k
T
 
k       T  T T

X(f) C(f)
(1/T+B)

…. ….
-B B f B
f
1/T (1/T-B) (2/T-B)
C(f)
H(f)

…. ….
f
Affinche’, filtrando, 1 1 1
si possa riottenere il nostro B(  B)  2 B  T 
segnale X(f): T T 2B
Se: il periodo di campionamento T>1/2B
C(f)

…. ….
B
f

C(f)
H(f)

…. ….
B
f

Aliasing: ripiegamento delle code


nello spettro!!
Esempi di campionamento corretto

Segnale telefonico: X(f)

X ( f )  0 per f  4 KHz
-4000Hz 4000Hz

Periodo di campionamento minimo Tc =1/8000 sec.= 125 msec

Ovvero: frequenza di campionamento minima fc= 8000 Hz

Potrebbero piacerti anche