Sei sulla pagina 1di 34

Università degli Studi di

Bologna
Facoltà di Ingegneria
C.d.L. In Ingegneria Meccanica

Progetto e Costruzione di un
U.A.V
Relatore:
Chiar.mo Prof. Ing.Franco Persiani
Correlatori:
Chiar.mo Prof. Ing.Giambattista Scarpi
Chiar.mo Prof. Ing. Gian Marco Saggiani

Tesi di laurea di:


Alessandro Ceruti

Anno Accademico 1999/2000


Acronimi che identificano velivoli di questo tipo:

• U.A.V.: Unmanned Air Vehicle;

• R.P.V.: Remotely Piloted Vehicle.

SENZA PILOTA
Da cosa è composto un
sistema U.A.V.?
Applicazioni di un velivolo U.A.V.

Campo Militare: Campo Civile:


• bersaglio; • rilievi topografici;
• ricognizione; • sorveglianza (ambientale,
• identificazione- traffico, industriale);
designazione bersagli; • meteorologia;
• inganno radar. • pubblica sicurezza;
• riprese fotografiche o
televisive;
• ripetitore di segnali radio.
Specifiche del progetto
• Alta affidabilità
• Massima autonomia
• Buona qualità delle immagini
• Semplicità d’utilizzo del velivolo
• Economicità nella costruzione e nell’uso
• Bassa rumorosità
• Breve corsa di decollo ed atterraggio
Fasi del progetto

• Stima dei pesi;


• Scelta dei profili da impiegare;
• Dimensionamento dell’ala e degli impennaggi;
• Primo dimensionamento del velivolo;
• Affinamento del progetto;
• Verifica del raggiungimento delle caratteristiche indicate
nella specifica;
• Disegno costruttivo dei particolari
• Disegno del complessivo
Stima dei pesi
Elemento Peso (Newton)
Motore 22
Ala 35
Fusoliera 30
Travi di coda 10
Piano di coda 4
Serbatoio 90
Elettronica 14
Timone verticale 3
Supporto elettronica 4
Supporto telecamera 5
Setto di separazione 1
Carrello posteriore 7
Carrello anteriore 3
Batterie 5
Servocomandi 5
TOTALE 238
Profilo alare

Gottinga Go-1020
Profilo concavo convesso di impiego aeronautico
adatto a bassi Re
Profilo impennaggi
Norman Habbe hn-316s
Profilo simmetrico utilizzato sugli aeromodelli
adatto per piani di coda che lavorano a bassi Re
Polare sperimentale dell’ala per allungamento 5 e
Re=400.000
Portanza e Resistenza:
effetti della variazione dell’allungamento e
delle linearizzazioni introdotte
1
L = cl Sρv 2
2
1
D = c d Sρ v 2
2

1 0,15

0,5 0,1
Cl infinito Cd infinito

Cd
Cl

0 Cl inf. Appross 0,05 Cd 4


-10 0 10 20 Cl 4
-0,5
0
-1 -10 -5 0 5 10 15
alfa alfa
Primo dimensionamento del velivolo
Affinamento del progetto
• Calcolo della polare del velivolo completo;
• Ricerca degli assetti di volo più convenienti;
• Calcolo degli effetti dei flaps;
• Verifica degli alettoni;
• Calcolo della potenza necessaria al volo;
• Dimensionamento dell’elica;
• Stima dei consumi del motore;
• Studio della disposizione del carico utile;
• Bilanciamento del velivolo;
Motore: curve di potenza e consumi al
variare dell’apertura del gas
2500

Potenza (Watt)
2000

1500

1000

500

0
1000 2000 3000 4000 5000 6000 7000 8000 9000 10000 11000

rpm

5000
4000
3000
2000
1000
0
0 2000 4000 6000 8000 10000
rpm
Assetti in cui si ottiene la massima autonomia
chilometrica e oraria
16
14
12
10

Cl/Cd
8
6
4
2
0
-10 -5 0 5 10 15
alfa

15,0
Cl^1,5/Cd

10,0

5,0

0,0
-4 0 4 8 12
alfa
Decollo

⎡ ⎛ 1 2⎞ 1 2⎤
T − ⎢ f ⎜W − ρcl Sv ⎟ + ρcd Sv ⎥
⎣ ⎝ 2 ⎠ 2 ⎦g
a=
W
Disegno costruttivo dei particolari
1000 491

R 30
200
49

40 Ø6

30
18

18

18
15
34
280
314

25
A C
10 B

°
1 20
350
94

13
60 25
17

16

20

24
Ø 12
24,8 21
60

60
Ø6
18

24,7
50
190
19 18

394

25
12 18
33

1
25

20
344
13
25 25 6

1
23

284

11

11
6

154
60 43

25
7
29

29
50
SEZIONE A-A SEZIONE B-B SEZIONE C-C
B A C

UNIVERSITA' di BOL OGNA - FACOLTA' di INGE GNERIA


De nomina zion e Ma teria le
Polistirolo
Sagoma ala N ote
Spigoli non quotati R 0,5
Sca la
1:2
Ma tricola
Dise gn o n°
10. 10.0 1
Da ta
N ome e Co gnome
Alessandro Ceruti 2109 60991 12/2000
Disegno del complessivo
Trasmissione dei segnali video
• Sul velivolo: telecamera, trasmettitore, amplificatore,
antenna ed adeguate batterie per l’alimentazione
• A terra: antenna, ricevitore, batterie per l’alimentazione,
Computer portatile per la digitalizzazione delle immagini
Analisi dei costi

• Materiali per la costruzione della cellula: 9.518.000 £


• Mano d’opera: 5.380.000 £
• Stumentazione elettronica imbarcata:1.737.000 £

Elettronica
Mano d'opera
Materiali per cellula
Conclusioni e Sviluppi futuri
• Installazione di altre telecamere
per fornire altre viste
• Guida manuale del velivolo
attraverso un personal computer
• Totale automatizzazione del
volo dell`UAV
• Adozione di un motore
sviluppato appositamente per il
velivolo
• Sostituzione del sistema di
• Il velivolo si è dimostrato trasmissione delle immagini
pienamente all’altezza delle con uno avente maggiore raggio
aspettative d`azione
Vista frontale

•Ala alta per conferire buona stabilità intorno all’asse di rollio


•Timone orizzontale sdoppiato per conferire maggiore affidabilità
•Timone orizzontale alto fuori dalla scia turbolenta dell’elica
•Carrello dalla ampia carreggiata
•Elica distante dal terreno e posta in asse col velivolo
Vista laterale

•Carrello triciclo anteriore


•Motore spingente
•Serbatoio in posizione baricentrica per non variare il centraggio durante il volo
•Telecamere vista pilota e vista terreno poste a prua per avere una visuale libera
•Ampio vano di carico che consente l’imbarco di altra strumentazione
Vista in pianta

•Ala dal forte allungamento per innalzare l’efficienza


•Ala dotata di flap e di alettoni con servocomandi indipendenti
•Configurazione a doppio trave di coda
Vista in prospettiva
Caratteristiche del velivolo

• Apertura alare: 3534 mm


• Lunghezza: 2785 mm
• Altezza massima: 843 mm
• Carreggiata carrello: 660 mm
• Superficie alare: 1,76 m2
• Motore: 50 cc boxer bicilindrico a 4 tempi
• Velocità di crociera: 19 m/s pari a 70 Km/h
• Velocità massima: 33 m/s pari a 118 Km/h
• Autonomia chilometrica massima: 630 Km
• Autonomia oraria: 9 h
• Spazio di decollo a pieno carico: 75 m
• Spazio di atterraggio su pista: 80 m
Vista frontale

•Ala alta per conferire buona stabilità intorno all’asse di rollio


•Timone orizzontale sdoppiato per assicurare maggiore affidabilità
•Timone orizzontale alto fuori dalla scia turbolenta dell’elica
•Carrello dalla ampia carreggiata
•Elica distante dal terreno e posta in asse col velivolo
Vista in pianta

•Ala dal forte allungamento per innalzare l’efficienza


•Ala dotata di flap e di alettoni con servocomandi indipendenti
•Configurazione a doppio trave di coda
Vista laterale

•Carrello triciclo anteriore


•Motore spingente
•Serbatoio in posizione baricentrica per non variare il centraggio durante il volo
•Telecamere vista pilota e vista terreno poste a prua per avere una visuale libera
•Ampio vano di carico che consente l’imbarco di altra strumentazione
Disposizione del carico utile e del serbatoio
dentro alla fusoliera
Disposizione del carico utile

•Il velivolo è dotato di 2 telecamere ciascuna corredata di trasmettitore,


antenna e batterie
Ala centrale
Ala centrale esploso
Impennaggio orizzontale

Potrebbero piacerti anche