Sei sulla pagina 1di 86

Suzanne Ward

Matthew,
Parlami del Paradiso
Messaggi
dall'aldilà
per comprende
la vita terrena

MACRO ~ EDIZIONI

INDICE

PARTE I - MATTHEW
Capitolo 1: Legami tra anime
Capitolo 2: La nostra famiglia
Capitolo 3: Affrontare la perdita
Capitolo 4: Comunione con Matthew

PARTE Il NIRVANA

Capitolo 5: La prima impressione


Capitolo 6: Corpi eterici
Capitolo 7: Ambiente
Capitolo 8: Alimentazione
Capitolo 9: Paradiso sulla Terra
Capitolo 10: Origine
Capitolo 11: Residenti
Capitolo 12: Riunioni
Capitolo 13: Relazioni
Capitolo 14: Amore Divino, Bambini
Capitolo 15: Animali
Capitolo 16: Angeli, Spiriti Guida
Capitolo 17' Preghiera
Capitolo 18: Tempo
Capitolo 19: Comunicazione all'interno del Regno
Capitolo 20: Comunicazione con la Terra
Capitolo 21: Posizione
Capitolo 22: Viaggi
Capitolo 23: Ricreazione
Capitolo 24: Edifici
Capitolo 25: Risorse culturali
Capitolo 26: Gesù
Capitolo 27: Educazione
Capitolo 28: Musica
Capitolo 29: Emozioni
Capitolo 30: Occupazione
Capitolo 31: Anime in transizione
Capitolo 32: Suicidio
Capitolo 33: Adattamento al Regno
Capitolo 34: Esperienze di pre-mone
Capitolo 35: Accordi prenatali, Karma
Capitolo 36: Gli Annali dell'Akasha, la Rassegna dell'Impronta
vitale
Capitolo 37: Il Concilio di Nirvana
Capitolo 38: Rimembrando

Glossario

CAPITOLO 1

LEGAME TRA ANIME


Nel tardo pomeriggio del 17 aprile, 1980, il diciassettenne Matthew stava
guidando la macchina per tornare a casa dopo una giornata intensa di lavoro
nella fattoria di suo padre, a Panama. Gli uomini che lo videro sbalzare fuori
dalla sua jeep, dopo che questa era uscita di strada per schiantarsi in un campo
roccioso, dissero che non c'era alcuna ragione apparente per l’incidente. Il
guidatore non stava correndo. Non cera altro traffico, il tempo e la visibilità
erano ottimi, la strada in buone condizioni. Eppure, ci fu lo schianto, e mio
figlio morì tra le braccia dei suoi soccorritori.

Quasi quattordici anni più tardi:

SUZANNE: Matthew, qual è stata la causa dello schianto?

MATTHEW: È proprio come la famiglia ha infine concluso:


mi sono semplicemente assopito. O almeno, questa è la ragione per cui la jeep è
uscita di strada. So che alcuni di voi hanno pensato che se soltanto avessi
ascoltato la radio, questo mi avrebbe tenuto sveglio. No, Mamma, non sarebbe
cambiato niente. Era il contratto della mia anima. Era arrivato il mio momento,
e se non fossi stato fatalmente ferito quando demolii la jeep, me ne sarei
andato in qualche altro modo in quello stesso periodo della mia vita.

S: Il dottore disse che le tue ferite erano talmente estese che non saresti
potuto sopravvivere nemmeno con un'immediata assistenza medica. Ma tutti i
medium che ho consultato mi hanno detto che non hai sentito dolore, perché il
tuo spirito ha lasciato il corpo prima dello schianto e tu hai assistito alla
scena dall'alto. Com'è possibile che siano vere entrambe le cose?
MATTHEW: I medium ti hanno detto quello che io ho detto loro, e sentirti dire
questo è stato di conforto per te, non è vero?
Era questo che io volevo. Ma non era proprio esatto dire che non ci sia stato
alcun dolore, in quanto il mio corpo ha sentito l'impatto.
È vero che la mia anima è stata liberata dal corpo prima di quel momento, così
che non è stato il mio intero essere a subire il trauma. Se allora la mia anima
fosse rimasta con il corpo, la mia psiche sarebbe stata gravemente danneggiata
prima del mio arrivo qui.
Evitare quel tipo di trauma è una forma di grazia divina. Permette una
guarigione e un adattamento più facili e più veloci qui, senza che ci sia
bisogno del trattamento prolungato e complicato necessario per riportare una
psiche danneggiata alla piena capacità di funzionare. Per cui sono arrivato in
buone condizioni psichiche.

S: Visto che il tuo intento era quello di consolarmi, perché hai aspettato nove
mesi prima di contattarmi per la prima volta, quando ti ho sognato dopo la tua
morte? La medium con cui parlai subito dopo l'incidente mi disse che non eri
pronto per comunicare con me. Le sue esatte parole furono: "Egli è in uno stato
di profondo riposo e sta riesaminando la sua decisione di uscire: e mi disse che
mi avresti dato un segnale inequivocabile quando saresti stato pronto. Ho
interpretato il mio sogno come quel segnale.

MATTHEW: Avevi ragione sul fatto che il sogno fosse il mio segnale per te, ma
sarebbe stato lo stesso se quella medium ti avesse detto che ero "depresso".
Mamma, ho incontrato delle difficoltà inattese, e parecchi mesi all'inizio sono
stati improduttivi, un periodo molto stressante dal punto di vista emotivo.
Voglio che tu sappia che l'adattamento qui NON è necessariamente così! Proprio
come ogni altra anima che vi arriva, fui accolto con amore e mi fu offerta ogni
possibile assistenza e conforto durante quei mesi.
Ma nulla, allora, poté sollevare la mia preoccupazione per la reazione della
famiglia al mio abbandono della vita terrena.
Non avevo messo in conto che mi sarei pentito o che avrei dubitato della
saggezza del nostro accordo prenatale di lasciarmi andare a un' età così
giovane. Ma quando prendemmo questo accordo, non eravamo coscienti dell'
effettiva intensità e durata del dolore della famiglia.
In questo regno noi sentiamo quello che sentono le anime dei nostri cari sulla
Terra. Non ho mai desiderato di tornare, ma il tuo dolore mi teneva strettamente
legato a tutti voi durante quei primi mesi. Semplicemente ero come paralizzato
da esso, come lo eravate voi, fino a quando non sono stato in grado di .
accettare appieno la mia partenza, in accordo con il nostro contratto,
scrollandomi di dosso il dolore della famiglia.

S: Non so nulla di questi "accordi di famiglia" di cui parli, e mi dispiace di


averti influenzato in quel modo. Ma è OWIO che fossimo addolorati, Matthew! Come
volevi che reagissimo al fatto di averti perduto?!

MATTHEW: Mamma cara, non sto criticando i tuoi sentimenti. Sto solo spiegando i
miei tempi iniziali qui. Non si trattava di quello che io mi aspettavo; è che il
dolore di tutti era molto più grande di quanto chiunque di noi si aspettasse
quando abbiamo stipulato l'accordo.

S: Come può esserci un accordo così inconcepibilmente crudele da non considerare


questo?

MATTHEW: Un accordo prenatale non è mai una punizione o un'imposizione


impersonale. Il nostro accordo fu fatto da tutti noi a livello di anima. Avevamo
condiviso delle vite già in passato e durante quelle esperienze avevamo
acquisito una certa forza emotiva. Scegliemmo di formare una famiglia tra di noi
perché ciò avrebbe dato a ognuno delle situazioni e condizioni necessarie per
progredire nella nostra crescita spirituale. È di questo che si tratta in tutta
la vita sulla Terra, della crescita spirituale.
Al momento dei nostri accordi a livello animico, tutti sentimmo che la mia
partenza prematura sarebbe stata trattata in una maniera sana, che avrebbe
contribuito alle missioni di ognuno in questa vita. Tuttavia, non è andata così.
Il lutto non è stato elaborato in modo sano.

S: Che cos'è un lutto "sano"?

MATTHEW: È permettere alla forza spirituale di aiutarti a lasciar andare la


persona amata affinché possa iniziare la sua nuova vita. Quando continuate a
tormentarvi per quello che chiamate morte, o perdita, di una persona, la sua
anima è legata a voi. I nostri legami di dolore sono altrettanto forti quanto i
nostri legami d'amore, ed entrambi hanno degli effetti potenti su di noi qui.
L'energia carica di negatività di un lutto prolungato ci impedisce di andare
avanti nell' evoluzione dell' anima, mentre 1'energia positiva dell' amore
illumina il nostro cammino spirituale e accelera la nostra crescita.
È ovvio che senti la mancanza del contatto fisico! Quando c'è 1'amore, non c'è
modo di evitare questo dolore naturale alla separazione. Ma se lo accetterete,
invece degli effetti invalidanti del dolore condiviso vi sarà data la forza
spirituale dell' amore condiviso. E saprete che il vostro lutto sano sta
aiutando anche noi.

S: Se i vostri legami con noi rimangono così forti, Matthew, come fate ad avere
una vita normale e indipendente là?

MATTHEW: Mamma, non è diverso da quando amiamo le persone durante la vita


terrena, godendoci contemporaneamente anche gli altri aspetti della vita. Quando
finalmente ho iniziato ad andare avanti qui, è stato perché ero libero dal
dolore, NON perché avessi smesso di amarvi tutti! I nostri legami d'amore sono
forti come sempre!
Per quanto riguarda la mia vita qui, una volta che le ho permesso di decollare è
stata MERAVIGLIOSA! Ho dei buoni amici e delle anime che amo in maniera
speciale. Il mio lavoro è immensamente gratificante. Nel tempo libero mi diverto
a praticare degli sport, proprio come facevo sulla Terra, e molte altre
attività, e studio, viaggio. Ora ho questa comunione con te, proprio come i
medium ti avevano detto. Perciò, non diresti che 'questa vita è "normale e
indipendente"? lo direi!

S: Sì, caro, sembra proprio una vita piena, una vita buona, e naturalmente ne
sono felice. Ma ci manchi lo stesso, Matthew. Perché la tua morte a un'età così
giovane doveva far parte del nostro accordo di famiglia? Non posso credere di
avervi acconsentito.

MATTHEW: L'hai fatto, Mamma, e niente che non sia necessario per 1'esperienza di
ognuno farebbe mai parte dell'accordo di famiglia. Per il momento, per favore,
non parliamone più.

CAPITOLO 2

LA NOSTRA FAMIGLIA
Sin dall'inizio la vita di Matthew fu una celebrazione d'indipendenza. Me lo
fece sapere già la prima volta che lo tenni in braccio, e lo rispettai per tutti
gli anni della sua permanenza sulla Terra. Egli fu il terzo dei miei quattro
figli e nacque quando Eric aveva quattro anni e Betsy quasi tre. I fratelli più
grandi erano talmente impegnati l'uno con l'altro che raramente mostravano
interesse per il loro fratellino. Perciò, per quasi due anni io e Matthew siamo
stati per lo più da soli, eccettuato il nostro dolce, vecchio spaniel, Frecldes,
con il quale egli ebbe la stessa tenera intimità che ebbe poi con gli altri cani
che arrivarono dopo.
Fino a quando non incominciò a parlare, appena prima del suo secondo compleanno
e due mesi dopo la nascita di Michael, Matthew era un bambino insolitamente
serio e osservatore. Gli parlavo moltissimo ma egli mi ascoltava soltanto, in
silenzio. Suo padre pensava che fosse ritardato, ma io sapevo come stavano le
cose. Quando gli raccontavo che dovevamo trattare tutti gli animali e gli altri
con gentilezza o che potevamo vedere Dio ovunque intorno a noi, egli sembrava
assorbire le mie parole come se la sua vita dipendesse dalla sua capacità di
ripeterle tutte. Quando gli argomenti e il tono della mia voce erano leggeri, il
suo sorriso disarmante s'increspava all'insù e i suoi occhi grigi scintillavano,
come se egli stesse nascondendo un malizioso segreto. Non fui affatto sorpresa
dal fatto che, una volta imparato a parlare, Matthew si esprimesse con frasi
complete, e presto manifestasse delle opinioni - a volte sorprendentemente
mature e sagge - su qualsiasi argomento a chiunque volesse ascoltare.
Quando Matthew aveva tre anni ci trasferimmo da Miami nella Repubblica di
Panama. Si trattava di un trasferimento di lavoro che riportò il padre dei
bambini nel suo luogo natio e ci procurò una grande e attenta famiglia allargata
nonché l'ambiente multiculturale che avrebbe influenzato le scelte successive
nelle nostre vite. Nel suo nuovo ambiente Matthew fiorì nella sua fusione
bilingue di vibrante attività, introspezione e immaginazione. La sua ,insegnante
elementare mi chiamò per esprimere la propria seccatura perché egli trasformava
in fiori i numeri sui fogli di verifica. Quei piccoli abbellimenti crebbero
diventando visioni surreali, navi spaziali ed esseri dalle strane forme su
blocchi da disegno e, disseminati tra gli appunti di studio, sui quaderni del
liceo.
Fino alla sua ultima ora sulla Terra, Matthew visse una vita esuberante. Lui ed
Eric erano soliti scoprire o inventare delle avventure. Erano in grado di
eseguire delle difficili manovre su skate-board, tavola da surf e motociclette,
e Matthew giocava a pallacanestro, tennis e calcio. Il più giovane, Michael, non
era all' altezza dei fratelli negli sport ma, insieme formavamo il fantastico
Trio Ward. Quando furono diventati tutti adolescenti, il trio era ormai una
risorsa per ognuno dei tre, erano alleati, leali e formidabili competitori.
Inoltre, a quei ,tempi, i nostri figli avevano viaggiato per parecchi anni
avanti e indietro tra la casa del loro padre a Panama e ovunque io mi trovassi
negli Stati Uniti. Il divorzio aveva posto fine alla famiglia e alla stabilità
geografica delle loro vite.
Due anni dopo il divorzio, nello stesso mese in cui Matthew compì dieci anni, io
e i bambini ci trasferimmo da Panama a Virginia, vicino a Washington, DC; questo
fu il primo dei numerosi trasferimenti causati dal mio lavoro.
I bambini dovettero crescere in fretta. A causa di difficoltà familiari, Eric
ottenne presto la patente di guida, Betsy si autonominò assistente-madre e
consigliere per i fratelli, Matthew divenne un acquirente di buon senso, capace
di confrontare i prezzi, nonché un cuoco innovativo, Michael scriveva i menu e
le liste della spesa. Erano tutti orgogliosi della nostra casa, ovunque si
trovasse. Partecipavano con entusiasmo al rinnovo e all'arredamento e, forse
meno entusiasticamente, ai lavori di routine. Per un vago senso di radicamento,
dato che erano nati a Miami, i bambini divennero tifosi sfegatati dei Dolphins
(squadra di football americano, N.d.R.).
Anche senza la presenza del padre, io e i bambini eravamo una famiglia solida,
rinforzata nello spirito. Tuttavia, quegli anni di migrazioni rappresentarono
nelle nostre vite delle sfide difficili per ognuno di noi e, alla fine, rimasi
sola. Eric si trasferì di nuovo a Panama per l'ultimo anno di liceo e un
successivo lavoro abbinato agli studi universitari. L’anno successivo Betsy andò
all'Università della Virginia. Per evitare ulteriori sconvolgimenti dovuti ai
miei trasferimenti, Matthew e Michael entrarono in un collegio in Florida,
vicino a mia madre e ad altri membri della famiglia e, più tardi, anch'essi
ritornarono a Panama per finire il liceo.
Durante le nostre separazioni geografiche, era vitale per, il mio senso materno
essere in grado di immaginare i bambini nel loro ambiente. Avevo vissuto o
viaggiato nei luoghi in cui ognuno di loro si trovava, per cui conoscevo i loro
ambienti e i loro compagni. Potevo immaginarli mentre studiavano o
socializzavano; mentre facevano surf, andavano in bicicletta e chiacchieravano;
mentre erano affaccendati nei vari lavori; mentre sedevano al tavolo da pranzo
del loro padre e della matrigna. Per quanto i miei figli fossero lontani, fui
nondimeno spettatrice abituale, se non partecipante, delle loro attività
quotidiane. Indissolubilmente legati da vincoli d'amore, questa prospettiva mi
permise di sentirmi vicina a loro durante i numerosi periodi di separazione.
Il 16 aprile 1980 Matthew era a Panama. Aveva preso la maturità con un semestre
di anticipo e stava lavorando nelle coltivazioni di spezie di suo padre prima di
venire a vivere con me a Filadelfia, dove mi ero trasferita meno di quattro mesi
prima. Le lettere di Matthew erano per lo più dei resoconti entusiastici sulle
responsabilità che suo padre gli aveva affidato e che stavano rimandando la sua
partenza di parecchie settimane oltre il programma originale. In seguito avrei
saputo che lui e Betsy avevano progettato un nuovo piano per sorprendermi nel
fine settimana della Festa della Mamma, ma la sera della telefonata di Matthew,
con tardivi auguri di compleanno, lo stavo rimproverando di essersi dimenticato
della sua povera vecchia mamma.
Egli disse: « Ti penso ogni giorno e ti amo ogni giorno, e ti amerò per sempre.
Non te ne dimenticare mai».
La sera dopo il padre di Matthew mi chiamò per dirmi che nostro figlio era
morto.

CAPITOLO 3

AFFRONTARE LA PERDITA

Nelle ore precedenti il mio volo, non riuscii ad assimilare quella notizia su
Matthew. Era irreale che, all'improvviso, egli potesse essersene andato e che le
immagini familiari che avevo di lui quando eravamo lontani non sarebbero più
state veritiere. Non mi era semplicemente possibile non avere alcun punto di
riferimento per lui! Pensavo alle parole "Matthew è con Dio", ma non vi trovavo
consolazione - non ero pronta ad accettare che mio figlio facesse questo! Il
mondo mio e di Matthew si sarebbe frantumato se l'avessi accettato! Avevo
bisogno di sentirmi connessa con lui proprio come quando eravamo stati separati
in passato, con il mio repertorio di immagini.
Ma esse erano diventate un caleidoscopio frenetico e non riuscivo più a vederle
con chiarezza nella mia mente.
Quando io e Betsy c'incontrammo a Miami per proseguire insieme per Panama, lei
mi disse: «Tu hai perduto un figlio. lo ho perduto un figlio e un fratello».
Gli anni passati come assistente-madre erano talmente impressi nella sua mente e
nel suo cuore che potevo credere alla sua doppia perdita, se non sentirla. Il
cuore mi doleva per mia figlia che era stata costretta a diventare donna così
presto, eppure non potevo fare nulla per riempire quello spazio improvvisamente
desolato nella sua vita, né allora, né mai.

Quella sera, mentre tutta la famiglia stava guardando le foto dell' ultimo anno
di scuola di Matthew, che un cugino aveva portato dal fotografo, vedemmo che gli
occhi di Matthew erano quasi mistici, come se egli vedesse qualcosa che andava
profondamente al di là della nostra conoscenza. Betsy fu l'unica a sapere che
alla sua morte egli voleva essere cremato. Glielo aveva detto l'estate
precedente, dopo aver parlato del libro che aveva appena letto, La Vita dopo la
Vita. Si ricordò quello che lui aveva detto: «Quello che c'è dopo la vita sulla
Tèrra deve essere l'avventura più grande di tutte!». Era possibile che sapesse
che la sua avventura sarebbe iniziata solo sette mesi più tardi?
Eric ci disse di essersi rifiutato di credere a quello che aveva sentito su
Matthew. Invece di andare all' obitorio, secondo il messaggio che aveva
ricevuto, egli guidò la macchina per un' ora fino a raggiungere quel luogo
isolato in campagna in cui vide la jeep, ancora sinistramente abbandonata nel
campo sassoso.
Corse al veicolo fracassato, lo prese a calci ripetutamente, urlando come un
matto, ci disse, finché infine non fu costretto a pensare l'impensabile. In quel
momento mio figlio maggiore non sembrava l'efficiente uomo d'affari che stava
diventando, bensì un ragazzino col cuore spezzato, incapace di cambiare ciò che
non riusciva ad accettare.
lo e Michael ci trovavamo nella stanza che lui e Matthew avevano condiviso.
Mentre Michael aveva visto la sua famiglia in reazioni che andavano dall'
isterismo a lacrime silenziose, egli sembrava essersi chiuso nel silenzio.
Pensavo che parlare di Matthew l'avrebbe aiutato ad aprirsi e così parlai di
loro due in quella stanza, delle numerose conversazioni che dovevano aver avuto
lì. Michael sbottò: «Sarei dovuto morire io al posto di Matthe~ così tutti
quanti non starebbero così male». Cosa avrebbe potuto farmi male più di questo?
Sentire il più piccolo dei miei figli dire che pensava che a noi non importasse
della sua vita quanto di quella di suo fratello. «Michael, tesoro, non lo sai
che se fossi morto tu, adesso io e Matthew saremmo qui a parlare di te, a
sentire la tua mancanza e a sentirei proprio come ci sentiamo io e te?».
Vedevo il dolore dei miei figli e mi sentivo terribilmente male per loro, ma un
qualche livello della mia mente continuava ancora a proteggermi dalla realtà
della morte di Matthew, come se fossi soltanto io a sapere che la sua assenza
tra di noi era solo temporanea.
Persino la mattina dopo, mentre stavo in piedi accanto al suo corpo all'
obitorio, sentii uno strano senso di sollievo - il mio Matthew non era in quel
corpo. Più tardi, alcuni di noi stavano provando degli inni e canti per la
funzione commemorativa dell'indomani, quando Eric arrivò a casa e urlò: «Come
potete cantare mentre lui viene cremato?». Nemmeno la cremazione era reale per
me, ma avere della buona musica a una messa per Matthew lo era. Mentre stavo
aiutando il resto della famiglia a sistemare numerose piante e alberi fioriti
nella chiesa, mi sentivo allietata da tutti quei doni per il mio ragazzo, che li
avrebbe curati proprio come aveva fatto con i nostri fiori a casa e, così
recentemente, con i germogli di spezie nella fattoria di suo padre.
Queste e altre distorsioni della mia psiche, che ammorbidirono i miei primi
giorni, continuarono fino alla notte dopo il servizio funebre. Il resto della
famiglia stava dormendo quando ne fui colpita: Matthew se n'era andato per
sempre.
Arrivò con un colpo tale che mi precipitai sul balcone per non disturbare
nessuno, e singhiozzai tanto profondamente che il mio corpo divenne debole ~ la
mia mente chiara. In più o meno mezz' ora ero passata dall'illusione a una
completa agonia e poi a un' accettazione insolitamente tranquilla e, con mia
meraviglia, avevo fame. Solo allora mi resi conto di non aver mangiato nulla
durante i tre giorni della mia permanenza a Panama.
Portai un piatto di stuzzichini freddi nella sala da pranzo e mi sedetti di
fronte alle luci della baia, dove le navi stavano aspettando il loro turno per
transitare lungo il canale. Stavo osservando questo panorama assieme alle luci
della città e pensavo ai tempi felici con Matthew. Nel delizioso appartamento
condominiale, situato in cima a una collina e appartenente al mio ex marito e
sua moglie, dove Matthew era stato così di recente, mi sentivo stranamente
serena.
Stavo sorridendo, ricordando il mio intrepido figliolo scalare le cascate nella
foresta pluviale, quando la grande porta aperta del balcone all'improvviso si
riempì di una luminosa immagine della testa di Matthew. I suoi occhi grigi
scintillavano, il suo largo sorriso malizioso era proprio lì e, per quanto
evanescente fosse l'immagine, il colore della pelle era quello della sua sana
abbronzatura. La gioia che sentii fu diversa da qualsiasi altro momento. Potevo
sentire l'amore che emanava dall'immagine di Matthew entrare in me e il
movimento del mio amore fluire verso di lui. Il nostro cerchio d'amore
avvolgente continuò forse per un minuto prima che la visione, apparsa così
repentinamente, cominciasse a svanire, lentamente, come se fosse riluttante ad
andarsene. Dopo che l'ultima pallida visione fu interamente scomparsa, il legame
d'amore rimase altrettanto forte quanto era stato durante quella magica riunione
spirituale piena di gioia.
Noi, la famiglia di Matthew, incominciammo a riprendere le nostre vite senza di
lui. Forse ritornammo sullo stesso sentiero, ma con un passo o un battito
cardiaco diversi. O forse c'incamminammo, inconsapevolmente, lungo un sentiero
completamente differente. Chi può sapere quanto, da allora, siano state
influenzate le nostre vite dalla perdita del coinvolgimento di Matthew?
Non so come avrei affrontato la sua morte durante gli anni se fossi rimasta a
Panama, un paese per cui nutro ancora un grande affetto, circondata dalla
famiglia e dagli amici. Forse non sarei stata meglio là di qualunque altro
posto, perché le cose erano immutabili. Mai più avrei potuto abbracciare mio
figlio, o ridere con lui. Mai l'avrei visto diventare un uomo, un marito, un
padre.
E così ritornai in una città di estranei e a un lavoro in cui ci si aspettava
che agissi in maniera responsabile, prendessi delle decisioni ferme e aiutassi
il mio staff e i colleghi a sentirsi a proprio agio intorno a me. Ero la capo
redattrice della rivista non clinica del Collegio Americano dei Medici, l'ente
amministrativo che rappresenta tutti i medici internisti degli Stati Uniti.
Stranamente per il Collegio, nello stesso periodo in cui morì Matthew, anche
altri tre genitori persero i loro figli. Il figlio del direttore, della stessa
età di Matthew, morì in un incidente stradale. Una donna, rimasta incinta per la
prima volta dopo 20 anni di tentativi per avere un bambino, ebbe una bambina
nata morta. Un' altra donna piangeva la morte della sua figlia di 33 anni, madre
lei stessa, che si stava riprendendo bene da una semplice operazione quando morì
all'improvviso.
Soltanto una volta io e loro parlammo delle nostre rispettive perdite. La madre
della neonata raccontò come la maggioranza della gente le dicesse che era una
benedizione che la sua bambina non fosse vissuta per nulla, in quanto non le
poteva mancare qualcosa che non aveva mai conosciuto. Mi disse che nessuno era
in grado di capire il dolore che sentiva per la sua bambina, che significava per
lei più di qualunque altra cosa al mondo. Disse: « vorrei averla potuta avere
per 17 anni, come tu hai avuto tuo figlio».
In seguito, io e il direttore parlammo della similarità della vita e della morte
dei nostri figli. Egli mi prese per mano e per un momento piangemmo insieme
prima che lui, in silenzio, lasciasse la mia stanza.
La nonna mi disse che non era affatto più facile o più duro per lei solo perché
aveva avuto sua figlia per il doppio degli anni che io avevo avuto mio figlio.
Era un' angoscia per lei vedere lo smarrimento del suo giovane nipote e la
sofferenza di suo genero. Disse che quando i nostri figli muoiono ancor prima
dei nostri genitori, questo è un ordine completamente sbagliato della vita.
«Perché Dio lascia che queste cose accadano?» mi chiese.
Nessuno dei tre genitori mi cercò mai più, né io cercai loro, per un qualche
momento speciale di empatia. Forse essi stavano imparando, come me, che il lutto
è un viaggio privato intensamente doloroso. Un cugino particolarmente caro a me
e Betsy stava venendo a passare il fine settimana della Festa della Mamma con
noi. Invece, qualche giorno prima, egli morì di un attacco di cuore, e io e mia
figlia ci incontrammo a Cleveland per partecipare ai secondi funerali di
famiglia in tre settimane.
Ma noi piangevamo per Matthew, non per Richard, perché non c'era più spazio in
noi per altro dolore.
La mia vita interrotta fu fortificata dal lavoro. Ero fortunata nell' avere uno
staff di persone giovani e sensibili, che erano anche bravi scrittori e
meticolosi redattori. Durante la nostra prima riunione dopo il mio ritorno, una
di essi raccontò di un episodio dove lei era "morta dalle risate". Interruppi
l'improvviso silenzio rassicurandoli che l'espressione era naturale e non mi
faceva male. Ed era così, perché non l'associavo a Matthew. Ma associavo a lui i
tabelloni pubblicitari della Pepsi, facce sorridenti, linee aeree e stazioni
radio "pop", e fu durante i trasferimenti di mezz' ora da e per il collegio che
permisi a me stessa di piangere.
Nelle sere dei giorni feriali rimanevo in ufficio fino alle ventidue, spesso
anche più tardi, e durante i week-end avevo una valigetta piena di manoscritti
da leggere e correggere, rapporti da completare e corrispondenza a cui
rispondere. Questi mi fornivano una stampella affidabile, quando ero sola,
perché richiedevano un livello di concentrazione che riusciva a mettermi al
riparo dai sentimenti, e mi fermavo soltanto quando mi addormentavo sul lavoro
che stavo facendo. Le prime settimane passarono in questa sfera meccanica, con
soltanto brevi e rari momenti in cui permettevo all'Intera Verità di
so1praffarmi.
Due volte, quando l'agonia era talmente struggente che sembrava mangiarmi viva,
feci delle telefonate nel bel mezzo della notte, non alla famiglia o a cari
amici, bensì a scelte improbabili. Quando svelai la mia identità alla prima
persona, egli mi disse che nulla poteva essere talmente importante da non poter
aspettare fino al mattino. L’altra, una conoscenza recente la cui figlia era
morta l'anno precedente, fu indifferente al fatto che ora potevo provare empatia
per il suo dolore. Un amico, che conosceva bene Matthew, mi chiamò, e dopo
averglielo raccontato mi disse: «Non voglio sentir lo, non può essere successo
questo».
In giugno, con un aspetto magro e sobrio e con la gamba ingessata, arrivò
Michael, assieme al padre, per la laurea di Betsy. E Michael ritornò con me a
Filadelfia per l'estate, come avevamo progettato. Zoppicò, in giro per
l'università riempiendo delle buste fino a quando non poté iniziare il lavoro di
giardinaggio per cui era stato assunto, ignaro del fatto che il suo salario
veniva sottratto dal mio. Occasionalmente accettammo degli inviti da gente che
voleva essere gentile ma non comprendeva minimamente quanto fosse doloroso per
me cercare di fingermi allegra. Michael sembrava più a suo agio in quelle
occasioni di quanto lo fossi io e gli piaceva il suo lavoro e i complimenti
legati al fatto che il grande cortile non aveva mai avuto un aspetto migliore.
Betsy si prese una pausa post-laurea di una settimana dal lavoro nel periodo in
cui mia cognata stava con me, mentre suo figlio adolescente veniva sottoposto a
un' operazione ortopedica.
Lo vidi sdraiato immobile, ancora sotto l'effetto dell' anestesia, su quelle
lenzuola bianche, immacolate e, mentre consolavo Marlene nella sua ansia per il
risultato della complicata operazione, pensavo a Matthew all' obitorio. Quando
il mio padrone di casa mi sfrattò, perché nell' appartamento avevo più persone
dei tre residenti previsti dal contratto, il giudice respinse la causa e gli
disse che era senza cuore, ma io dissi che avrei traslocato comunque non appena
sarebbe stato possibile.
Perciò, per molti aspetti, in pubblico, il mio cammino continuava, cosi come
continua la vita, ma in privato alimentavo pensieri seriamente deprimenti. Dato
che non potevo cancellare quello che era successo a Matthew, credevo che l'unico
modo per potermi sentire ancora viva fosse quello di raggiungerlo e pregavo che
ciò accadesse. Quella preghiera mi forni una speranza, o forse semplicemente la
motivazione a fare qualcosa che non fosse soltanto raggomitolarmi a palla fino a
quando non fossi stata in grado di raggiungere mio figlio. Se avessi lavorato
duramente, la mia preghiera avrebbe ricevuto una risposta. Se non ci avessi
provato assiduamente, allora non sarei stata degna di stare con Matthew. Non mi
sovvenne mai che lavorare a lungo e con coscienza non fosse nulla di nuovo. Era
la colonna portante dell’etica professionale" di cui la vita di mio padre era
stata un esempio e che, sin dal mio primo impiego, era stata anche la mia.
Semplicemente, avevo associato a essa una nuova ricompensa.
Questo non fu l'unico esempio dei miei pensieri sbagliati ma, grazie alla sua
base semirazionale di funzionamento produttivo, può darsi che sia stato il mio
più grande alleato. Se esiste un modo per affrontare la morte di un figlio che
comprenda il buon senso, non l'ho mai trovato e, scioccamente, presi alcune
decisioni importanti che comportarono una serie di problemi e indigenza per
alcuni degli anni successivi. Per esempio, ben sapendo che i fondi per la
rivista che dirigevo sarebbero stati dirottati a programmi di educazione
sanitaria e mi sarei trovata disoccupata, comprai ugualmente un' abitazione per
non avere ancora a che fare con un padrone di casa. Le conseguenze di una tale
impulsività semplicemente non erano reali per me.
Reale era invece il silenzio oscuro della notte, quando i pensieri interattivi
di Matthew sostenevano il nostro rapporto madre-figlio:
Tesoro, dov'è esattamente il Paradiso? Naturalmente è lì che tu stai adesso? Non
è vero? Non importa quello che eri solito dire sul fatto che preferivi "fare un
casino infernale!
Hai un vero corpo o stai semplicemente fluttuando in giro, invisibile, facendo
Dio solo sa cosa? Sei un angelo adesso?
Immagino che tu sia felice, caro. Voglio che tu lo sia! È questa l'idea,
nevvero, che il Paradiso sia un luogo felice?
Spero che ci siano dei fiori per te. Ti mancherebbero se non ci fossero. Ma
devono essercene, perché si suppone che il Paradiso sia bello e non vedo come
potrebbe esserlo senza fiori.
Hai visto il Nonno? Chi altri c'è? Quante anime ci sono in tutto? Hai già
scoperto come viene deciso chi ci va e chi no?
Ehi, dato che hai tanta esperienza nell'essere autoritario, forse potresti fare
da assistente a San Pietro, o a chiunque abbia il comando là. Forse lo stai già
facendo!
Chi si prende cura dei bambini piccoli che muoiono? Ti ricordi quando chiedesti
di tenere in braccio il bambino appena nato di Sandy? Lo facesti con tanta
sicurezza che ci sorprendesti tutti. È così ingiusto che tu non abbia avuto la
possibilità di avere una famiglia tutta tua. Forse è stato perché così sarebbero
state meno le persone a cui saresti mancato per il resto delle loro vite.
I colori in Paradiso sono uguali a quelli della terra, come i nostri cieli blu e
le colline verdi e i nostri tramonti rossi e i fiori rosa o gialli nei cespugli?
O è forse tutto bianco? C'è qualcosa che potremmo riconoscere - paesaggi,
animali - o solo gente?
1Iì parlate l'un l'altro o è tutto quiete, come in sogno? Non dirmi che avete
quella tua terribile musica lassù! C'è forse la mia musica? Se no, non ci vengo.
Bhe, verrò, ma spero che tu parli con Pietro o chi di dovere e veda quello che
puoi fare per avere alcune sinfonie prima che io arrivi lì.
Come fa Dio a tenersi aggiornato su tutti noi? Che cosa fa esattamente Dio? Gli
parli mai? Lui ti parla mai? Lui sente davvero le preghiere di tutti?
Le nostre anime vivono davvero in eterno? E in ogni caso, che cos'è la 'vita
eterna"? L'unico modo in cui riesco a rapportarmi all'eterno è che sentire la
tua mancanza è eterno!
Tesoro, riesci a vederci? Riesci a sentirei? Piccolo, senti la nostra mancanza?
L'amore è lo stesso là come qui?
Avrai sempre 17 anni? Esiste davvero la reincarnazione? Se esiste e tu ritorni
qui, come farò a saperlo? Come farò a vederti di nuovo? Matthew, sarà meglio che
tu rimanga proprio là dove sei adesso finché non arrivo io!
Caro Dio, PER FAVORE lasciami andare da Matthew!

I fondi per il giornale furono tagliati in novembre e completammo l'ultimo


numero. Rifiutai il lavoro come redattrice del bollettino d'informazioni che lo
sostituiva, rinunciando, in effetti, alla mia sovrastruttura basata sul lavoro,
e la vita divenne una ricerca di lavoro, un mutuo ipotecario e la mia preghiera.
Mancava poco a Natale quando, per la prima volta da quando era morto, sognai
Matthew. Vidi me stessa in piedi a lato di una strada e Matthew e Michael che si
stavano avvicinando dall'altro lato. Ero pazza di gioia! Correndo verso di loro,
mi resi conto che il corpo di Michael era solido, normale, mentre quello di
Matthew era traslucido. Lo abbracciai e dissi: «Matthew, tu sei VIVO!». Egli
disse: «Mamma, certo che lo sono!». Mi svegliai, sentendo un miscuglio di
felicità e tristezza nonché una forte sensazione che mi diceva di tornare a
Washington.
Lo feci non appena potei, dopo essere ritornata dalla Florida dove io, Eric,
Betsye Michael passammo le vacanze con mia madre. Attraverso una rapida e
inverosimile serie di coincidenze, una delle quali fu una tempesta di vaste
proporzioni che immobilizzò quasi tutti i trasporti, io e un amico incontrammo
Fred, il primo medium a cui Matthew "fece visità'. Durante i mesi successivi,
attraverso altre coincidenze, seppi di altre due medium, Olga nel Maryland e
Laura nel New Jersey, ed esse, proprio come Fred, chiesero soltanto il nome di
mio figlio prima di dire che il suo spirito aveva abbandonato il corpo prima
dell'impatto del veicolo ed egli vi aveva assistito dall' alto, senza alcun
dolore. Tutti e tre lo descrissero -la sua età, statura, colorito, persino il
suo irresistibile sorriso malizioso - era davvero Matthew quello che vedevano!
Secondo quei tre, che parlavano per lui e ai quali - dato che non me ne chiesero
- non diedi altre informazioni se non "Matthew Ward", egli era molto vicino a
tutta la famiglia e voleva che smettessimo di piangere per lui, perché questo
non stava aiutando nessuno di noi. Era dispiaciuto perché suo padre si sentiva
colpevole e non c'era alcuna ragione per esserlo, e volle che glielo dicessi.
Aveva letto un libro che l'aveva aiutato a prepararsi per quello che era
successo. Voleva che sapessimo che ora aveva una vita piena e meravigliosa.
Attraverso i medium, fornì notizie su se stesso e anche commenti che
dimostrarono in maniera inequivocabile che lui sapeva delle mie attività e dei
miei sentimenti. E tutti i medium dissero che, al momento giusto, io e Matthew
avremmo comunicato direttamente. Sentire la sua mancanza era ancora angoscioso,
ma stavo incominciando a capire che cosa stesse tramando mio figlio!
Vi state forse chiedendo se non mi stessi illudendo, forzando delle banalità e
congetture fortuite in confusi dettagli che mi permettessero di immaginare la
nuova vita di mio figlio? Giudicatelo da voi ma, prima che lo facciate, voglio
dichiarare che questo libro non è stato scritto per raccontare in dettaglio ciò
che ho sentito riguardo a Matthew molti anni fa. È per condividere con voi
quello che ho sentito da lui durante gli ultimi anni. :L’inserimento qui di
alcuni messaggi ricevuti attraverso quei medium ha uno scopo altrettanto
significativo quanto il legame che essi rappresentarono tra la mia vita e quella
di Matthew. Prima di tutto, gli scettici potrebbero giungere alla conclusione
che io abbia inventato le lunghe conversazioni con Matthew, che forse il lutto
insolitamente prolungato alla fine si sia risolto con l'apertura di un contatto
immaginario con lui che io credo reale. I messaggi di quei medium provano che la
comunicazione telepatica non è il prodotto dell'immaginazione di nessuno. In
secondo luogo, quei messaggi rivelano gli intimi e duraturi legami esistenti tra
noi che siamo sulla Terra e i nostri cari che se ne sono andati. Le mie
esperienze personali sono dei profondi esempi di questo.

Mentre io e un cugino stavamo in piedi accanto al corpo di Matthe~ all'obitorio,


sentivo una strana sensazione di pace che mi diceva che Matthew non era lì.
. Mi sentivo sì triste, perché, dopotutto, non potevo fare quello che avevo
desiderato: tenere in braccio mio figlio per l'ultima volta. Lo guardavo
soltanto, senza sentire il bisogno di toccarlo. Sentivo un dialogo. Una voce mi
sollecitava:
« vai avanti, abbraccialo! È per questo che sei venuta qui, per abbracciarlo
un'ultima volta. Sei sua madre - come puoi non volerlo abbracciare!». L'altra
voce replicava: «È diverso da quello che avevi pensato. Quello è il suo corpo,
ma non è Matthew. Lui non ne ha più bisogno e va benissimo se non lo abbracci».
Infine, mi allungai per toccarlo, ma una forza potente respinse via la mia mano.
Me ne andai con compostezza e dissi alla famiglia in attesa: « va tutto bene,
quello non è Matthew».

Matthew raccontò a Fred quello che era accaduto all'obitorio. Descrisse la


stanza e disse di avermi osservato dal suo posto, vicino al soffitto. Disse che
l'energia della sua anima aveva spinto via la mia mano prima che io toccassi il
suo corpo freddo. Mi stava avvolgendo con energia amorevole per proteggermi dal
trauma di vedere il suo corpo.

Mentre io e Betsy stavamo pulendo la stanza di Matthe~ smistando gli appunti


scolastici sulla sua scrivania, trovammo una relazione su un libro scritta da
lui. Era ben fatta, ed era stata valutata di conseguenza, ma dubitammo che
Matthew l'avesse scritta tutta da solo. Egli era brillante, ed era uno scrittore
provetto, ma un uso insolito di parole in un certo punto semplicemente "non era
da Matthew'~ Ne convenimmo quindi decidemmo che aveva avuto un aiutante-
probabilmente qualche ragazza innamorata cotta di lui. Conservai i suoi quaderni
e la relazione sul libro.
Fred mi disse che Matthew era turbato perché io dubitavo del fatto che lui
avesse svolto un certo lavoro scolastico. Voleva che guardassi in un quaderno,
dove avrei trovato le prove che era stato lui stesso a svolgere quel compito, e
voleva che anche sua sorella lo sapesse. Fred disse che, a qualunque cosa si
stesse riferendo, Matthew sembrava davvero indignato per il fatto che io e sua
sorella non gliene attribuissimo il merito.
Quando ritornai a casa, passai in rassegna i suoi quaderni e trovai la prima
stesura della sua relazione su "'Sybil': Cera la stessa espressione di cui io e
Betsy avevamo dubitato. Lessi anche la versione finale e questa volta notai
qualcosa che sia io sia Betsy avevamo in precedenza trascurato: il breve
paragrafò contenente l’espressione che "non era da Matthew':
era correttamente punteggiato e attribuito all'autore del libro.

Matthew disse a Fred che io amavo la musica classica e che stava prendendo delle
lezioni di piano per poter imparare ad apprezzarla anche lui. Disse che il
sapere questo avrebbe risposto a una delle mie "grandi domande".
Mi ero chiesta come mai non potessi ascoltare le mie sinfonie preferite senza
pensare a Matthew anche più intensamente del solito. Da tanto tempo ero
appassionata di quella musica ma non riuscivo a capire come mai avessi
cominciato ad associarla a Matthew, che non aveva imparato nemmeno a
sopportarla.
Alcune settimane dopo, Laura mi disse che Matthew suonava il pianoforte e voleva
che io sapessi che si stava ancora esercitando. Aggiunse che gli serviva ancora
moltissima pratica.

Fred mi disse che Matthew stava studiando medicina. Si riferiva a essa come
"medicina da tavolino" perché aveva appena iniziato e non stava ancora mettendo
in pratica quello che stava imparando. Senza che ne dicessi nulla a Olga o
Laura, entrambe dissero che Matthew stava facendo grandi progressi con i suoi
studi di medicina. Un anno dopo, quando incontrai il medium che per parecchi
anni divenne il mio legame con Matthew, di nuovo, senza che gli offrissi alcuna
informazione, ricevetti un rapporto sui suoi progressi negli studi avanzati di
medicina e psicologia e sulle promozioni nel suo lavoro di assistenza alle anime
in transizione.
Dopo la nostra connessione, Matthew mi raccontò molto dettagliatamente del suo
lavoro.

Quando arrivai nel New Jersey, dove Laura viveva, suo marito mi salutò e appese
il giaccone verde da sci che indossavo, poi mi disse come raggiungere la stanza
dove lei mi stava aspettando. Mentre stavamo bevendo del tè dopo la "lettura',
Laura disse che Matthew insisteva affinché lei mi dicesse di smetterla di
indossare il suo giaccone verde e iniziassi a usare il mio nuovo cappotto
bianco, che era rimasto sempre appeso nell' armadio, e mi chiese se questo aveva
qualche significato per me.
Avevo comprato il cappotto di lana bianco un po' prima che Matthew morisse e non
avevo avuto occasione di indossarlo durante quelle poche settimane prima di
partire in fretta per Panama. Nei mesi freddi avevo indossato il suo giaccone
semplicemente per il calore che dava e, quando l'inverno arrivò di nuovo, lo
indossai semplicemente perché era suo. (Nonostante il suo messaggio, non mi fu
semplicemente possibile indossare il cappotto bianco né rinunciare al suo
giaccone, che continuai a indossare fino a primavera inoltrata).

Queste rivelazioni furono incomparabilmente incoraggianti in quanto, anche senza


esatte immagini del luogo in cui stava Matthew, mi sentivo maggiormente con lui.
Tuttavia, la prova che più rivelava la nostra inseparabilità, fu confermata in
occasione del mio incontro con il primo medium. Matthew disse che quando mi
trovavo nella sua stanza, avevo visto qualcosa nel suo quaderno che mi
dimostrava come lui sapesse che il suo tempo sulla Terra sarebbe presto volto al
termine. Disse che avevo ragione ad aver pensato così, che egli sapeva che non
sarebbe rimasto molto più a lungo in questo mondo, e io me n'ero resa conto
perché la sua anima e la mia stavano penetrando nella mia coscienza. Proprio
prima del suo servizio funebre, stavo sfogliando uno dei suoi quaderni che non
avevo visto in precedenza. Non riuscivo ad assorbire alcunché di quello che
aveva scritto, ma avevo bisogno di quella vicinanza con lui. All'improvviso
lessi su una pagina, a lettere cubitali: IO NON APPARTENGO A NESSUNO. «Matthew
tu sapevi, non è vero?», sussurrai, e udii: «Sì, Mamma, lo sapevo».

CAPITOLO 4

COMUNIONE CON MATTHEW


Durante gli anni tra la morte di Matthewe il nostro primo contatto, continuai a
pensare a ciò che avevano detto tutti i medium e cioè che "al momento giusto",
io e lui avremmo comunicato direttamente. Nonostante la loro apparente sicurezza
nel fatto che sarebbe andata così, non riuscivo a non dubitarne.
Perché mai sarei dovuta essere in grado di fare qualcosa di così "divino", come
mi sembrava, il parlare con mio figlio in Paradiso? lo non sono in alcun modo
eccezionale, non per credenze, o intelligenza, o educazione, in alcuna area
considerata appartenente al pensiero o alle pratiche New Age. Anche se mi era
stato detto che tutti hanno la capacità di comunicare telepaticamente - è il
nostro diritto di nascita, inerente alle nostre anime - mi sentivo
istintivamente impreparata, forse anche indegna di quello che consideravo ancora
un raro dono. Non avevo mai avuto dei presentimenti, dei sogni premonitori, né
una sensazione di déjà vu. Quando il telefono squillava, non "sapevo" mai, prima
di rispondere, chi stesse chiamando. Nemmeno la telefonata di Matthew, la sera
prima che morisse, mi diede il minimo sospetto di qualcosa che andasse oltre le
sue parole, e perciò non avevo alcuna convinzione che un giorno, mentre mi
trovavo ancora sulla Terra, ci saremmo in effetti connessi.

Ma avevo la speranza e il desiderio che ciò avvenisse. E immaginavo che se fosse


accaduto, di tanto in tanto gli avrei potuto chiedere della sua vita e avrei
ricevuto delle brevi risposte, simili ai suoi commenti ai medium.
Passarono quasi quattordici anni ed ero lontana dalla cara donna che era stata
il mio unico legame con Matthew dal 1982 al 1990, 1'anno in cui mi trasferii
lontano dalla sua casa a San Diego. Dopodichè, fino a quando la sua salute non
si affievolì, la chiamai occasionalmente per avere degli aggiornamenti su di
lui.
Infine, incominciai a chiedere a Dio di darmi un segnale al neon con le
istruzioni per raggiungere mio figlio, e forse è per questo che il nostro
contatto arrivò nel modo in cui arrivò. Una notte fui svegliata da un nastro
luminoso di telescrivente che passava attraverso la mia mente: "Mamma, sono
Matthew. Sì, sono davvero Matthew". Pensai che doveva trattarsi della creazione
di anni di profondo desiderio di un contatto, e salutai con una semplice
riflessione quello che in realtà era il suo primo messaggio.
In un momento di quiete, il giorno dopo, mentre la mia mente stava fluttuando
tranquilla da qualche parte, udii lo stesso messaggio. Sebbene avessi la
sensazione che stesse accadendo qualcosa di insolito, non potevo evitare di
pensare: «Sto forse parlando da sola, fingendo che sia Matthew?».
Qualcuno mi suggerì di provare la scrittura automatica e mi spiegò il semplice
procedimento. Penna e blocco in mano, mi concentrai sulla lettera che stavo
scrivendo a Matthew. Non udii nulla, e nessuna forza invisibile mosse la mia
penna. Cercai di non lasciarmi scoraggiare quando, anche il giorno successivo,
non avvenne nulla di straordinario. Il terzo tentativo portò alcuni pensieri
chiaramente espressi che sentivo non miei. Cioè, arrivavano come paralleli ai
miei, come un miglio di binari ferroviari che nello stesso tempo hanno delle
idee separate, differenti. Simultaneamente al mio pensiero: «Questo potrebbe es-
sere finalmente Matthew, potrebbe davvero essere lui!» udivo:
«Per favore, ascolta quello che ho da dirti». La mia eccitazione mi spinse a
incominciare a scrivere ciò che stavo udendo, senza aspettare che la penna
agisse per conto suo. Matthew mi disse che aveva aspettato a lungo per
raggiungermi, che i miei anni di stress avevano impedito un flusso morbido della
mia energia, il che era essenziale per la nostra connessione, ma ora 1'avevamo.
Questo fu il nostro inizio.
Presto le nostre conversazioni diventarono più lunghe e progressivamente
sorprendenti e, dopo alcuni giorni, passai dalla scrittura al computer. Ogni
mattina, per circa un' ora, io e Matthew facevamo una "seduta - è così che
chiamo le nostre conversazioni - durante le quali mi parlava della sua vita e
del Paradiso. Ero di nuovo in grado di immaginare mio figlio nel suo ambiente,
tanto lontano dal mio!
Per quanto fossi esultante, finché non considerai le numerose differenze tra i
miei pensieri e quello che lui mi stava dicendo, continuavo a chiedermi se non
fosse un qualche fenomeno particolare a permettere alla mia mente di formare la
sua parte nelle nostre discussioni. Le informazioni in arrivo fluiscono nella
mia testa, vicino alla sommità del capo, mentre le mie riflessioni sembrano
essere a un livello più basso. Matthew (e tutte le altri fonti che arrivarono
più tardi) parla a una velocità normale di conversazione. Non esita; come se
stesse cercando una parola più specifica o un modo più chiaro di esprimere ciò
che intende. Questo è diverso dal mio processo di pensiero, che spesso è
costituito soltanto dalle parole chiave o dalla sensazione "Certo!" di un'intera
idea. Inoltre, in contrasto con il flusso sicuro, ininterrotto, di Matthew, a
volte io parlo con esitazione mentre decido quali parole sarebbero più
appropriate o diplomatiche.
Conosco alcune delle parole più frequentemente usate da Matthew, ma non le uso
mai, e qualche volta le sue parole erano completamente nuove per me. Ma la prova
più significativa del fatto che non stessi qualche modo costruendo le
trasmissioni arrivò quando cominciarono a giungere delle informazioni totalmente
estranee persino alla mia immaginazione, per non parlare della mia comprensione.
Allora seppi che la fonte era lontana anni luce dalla mia testa. Fui sbalordita
quando venni a sapere che non soltanto parlavo con il mio Matthew, ma anche con
la sua anima cumulativa. Ora e per sempre il suo sé unico, inviolato, Matthew è
anche una parte inseparabile di un essere molto più grande, che è spiritualmente
più evoluto "e più informato delle sue vite individuali. Per poter comprendere
questa scioccante rivelazione, gli chiesi di darmi una semplice spiegazione
circa il suo rapporto, come mio figlio, nei confronti della sua anima
cumulativa, e questo è quanto mi disse:

Dovevo pensare a tutta la creazione come a un oceano, alla sua anima cumulativa
come a una tazza di acqua dell'oceano e alla sua anima, quella di Matthew
soltanto, come a una goccia d'acqua che prendevo dalla tazza. La goccia era
adesso una sua entità, separata dalle altre gocce che, messe insieme, formavano
il contenuto della tazza, e separata dall'oceano, in cui tutte le gocce avevano
origine. Sia la singola goccia sia il contenuto della tazza conservavano gli
stessi elementi dell'oceano e, per un po’ : avevano una vita indipendente dalle
loro origini e l'una dall'altra, ma alla fine entrambi sarebbero tornati
nell'oceano. Forse la goccia sarebbe evaporata nell'aria, come innumerevoli
gocce prima di essa, salendo a formare una nuvola che avrebbe rilasciato il suo
vapore in una pioggia che sarebbe caduta sull'oceano. Forse la tazza si sarebbe
rovesciata, lasciando che tutte le sue gocce si mescolassero con la sabbia, dove
la marea sarebbe presto affluita a coprire quella parte della spiaggia.
Continuamente: la singola goccia, la tazza piena di gocce, l’oceano che diede
origini e che le avrebbe riassorbite.

Eppure, mai sarebbero andate perdute l'identità individuale e le esperienze


della goccia o del contenuto della tazza. Questa interconnessione
indistruttibile, senza tempo, riconosce l'unicità e il valore di ogni minuscola
goccia (ogni anima) e di ogni contenuto della tazza (anima cumulativa) come
parti dell'oceano (tutta la creazione).

Matthew disse che questa interconnessione è vera per l'anima di ciascuno di noi,
non solo quando arriviamo nel suo mondo, ma costantemente, continuamente,
eternamente, siamo inseparabili da tutte le altre anime e dal nostro Creatore. A
livello dell' anima noi lo sappiamo; tuttavia, durante le vite terrene, la
maggior parte di noi non lo sa consapevolmente.
Dato che Matthew è la parte più recente della sua anima cumulativa, in relazione
a me egli è la personalità predominante nella nostra comunione. Parlando della
sua vita come mio figlio, egli si riferisce a se stesso come il suo personaggio
Matthew.
All'inizio mi fu difficile pensare a due Matthew, mio figlio e l'anima più vasta
che include mio figlio. Ma col tempo, l'associazione innaturale divenne
completamente naturale. Chiamo entrambi Matthew, entrambi mi chiamano Mamma. Ed
è giusto così, dato che è soltanto con Matthew che comunico, sia che a parlare
sia il suo personaggio o l'anima cumulativa.
La prospettiva che io ho di questa dualità è data dalla quantità talmente grande
di conoscenza da lui acquisita durante una lunga assenza da farlo sembrare, a
volte, al suo ritorno, un estraneo anche per me, perché ho perso tutte le fasi
aggiuntive della sua crescita. Altre volte egli è il giovanotto che tanto bene
ricordo ma che, tuttavia, conoscevo solo parzialmente, dato che una madre non
può mai conoscere completamente la mente e il cuore di suo figlio, nemmeno di
uno che non se n'è mai andato di casa. . All'inizio soltanto il personaggio fu
apparente, perché gli argomenti riguardavano personalmente Matthew quindi
quell'aspetto della sua anima fu naturalmente predominante e mi fu facile
immaginare mio figlio adolescente mentre parlava con il suo solito entusiasmo.
Ciò nonostante, nella nostra comunicazione, proprio come in ogni altro aspetto
della sua vita spirituale, egli attinge alle esperienze e alla conoscenza delle
vite multiple che formano l'essenza totale della sua anima cumulativa; e mentre
le sue informazioni diventavano progressivamente più complesse, la sua
presentazione assunse uno stile forbito, didattico.
Spesso, persino durante la stessa conversazione, gli stili sono altalenanti.
Matthew disse che il mio interesse e la mia reazione verso ciò che sento vengono
registrati come vibrazioni d'energia. Quando mi sento vicina a lui nello
spirito, la mia vibrazione evoca il suo personaggio, e quando il mio interesse
nelle informazioni è più accademico che personale, quella vibrazione richiama la
sua anima cumulativa.
Quando il personaggio è dominante, la voce di Matthew è espressiva, e il suo
linguaggio è animato e divagante, a volte irriverente. La sua esuberanza, le sue
espressioni predilette e il senso dell'umorismo, che tanto mi piacevano, danno
ancora sapore al SUOI commenti.
A parte il fatto che Matthew parla molto più di me -lui dà delle lunghe risposte
alle mie brevi domande - abbiamo una conversazione perfettamente naturale, con
tutto l'affetto e il piacere di qualunque madre e figlio che stiano
chiacchierando sulla Terra.

La voce dell' anima cumulativa è certa e ferma, e l'eloquenza articolata è come


quella di un professore che presenta una lezione. Laddove il personaggio di
Matthew dice la sua parte e poi fa una pausa per rispettare il mio turno e,
senza che io glielo chieda, si dedica alle mie domande o reazioni mentali verso
ciò che mi sta dicendo, la sua anima cumulativa continua fino a quando la
dissertazione non è completa o la mia vibrazione non cambia.

Durante le prime poche sedute in cui fu principalmente l'anima cumulativa a


parlare, mentre registravo le trasmissioni, più della vicinanza percepivo la
meraviglia. Non sembrava per nulla il mio Matthew, e mi sentivo come se fossi di
nuovo a scuola a prendere nota delle lezioni. Questo mi disturbava, ma non lo
menzionai mai. Una mattina egli (la sua anima cumulativa) disse:

So che sei stata preoccupata dei tuoi sentimenti verso di me che a volte sono
meno personali di quanto lo fossero in passato. Non esser io, Mamma. Si tratta
di una sovrastruttura emotiva che ti dà la distanza emotiva necessaria per
rispettare le mie parole come provenienti da una sorgente superiore a tuo figlio
terreno di 17 anni.
Fui sollevata nel sentire questo, ma non fui sorpresa che lui sapesse del mio
disagio. Imparai quasi subito che egli conosce molti dei miei pensieri e
sentimenti. Sebbene lui mi abbia rassicurato sulla totale riservatezza del
pensiero, del sentimento e dell' azione, sempre, quando lo desidero, quando sono
telepaticamente aperta, o durante le sedute o mentre elaboro forti pensieri su
di lui, in qualunque momento non c'è luogo nella mia mente o nel mio cuore che
egli non possa toccare. Questo gli permette di rispondere ai miei pensieri e
sentimenti mentre continua a parlare senza alcuna interruzione da parte mia.
Riesco a vedere Matthew, dalle immagini che lui forma per me, da solo o con le
anime a lui più care nella sua casa spirituale.
Quando i suoi commenti mi fanno ridere, lo sento, a volte persino lo vedo,
ridere con me. Percepisco il calore del suo abbraccio con altrettanta sicurezza
di un abbraccio di qualcuno sulla Terra.
Nelle nostre sedute non c'è alcuna distanza tra noi.
Un' altra meravigliosa sorpresa riguardo alla mia connessione telepatica è il
fatto che non si limiti a Matthew. Occasionalmente, i miei genitori e amici si
sono uniti alle nostre sedute, e ho ricevuto dei messaggi da gente mai
conosciuta, richiesti dai loro cari che conosco. Matthew mi ha presentato molte
altre anime. Alcune vivono nel suo mondo, altre sono delle energie collettive la
cui vastità di potenza e distanza dalla Terra sono, per me, incomprensibili.
Non molto tempo dopo che la nostra comunione ebbe inizio, Matthew mi annunciò
che avrei dovuto preparare in forma di manoscritto le informazioni che ricevevo
da lui e che presto avrei ricevuto da una quantità di altre fonti. Sarebbe stata
un' enorme impresa, per la quale non avevo né il tempo né alcun interesse, e lo
ignorai. Più tardi, proprio come aveva detto, quelle altre fonti arrivarono, su
invito del Concilio del Nirvana e con presentazioni formali, espress:unente per
la pubblicazione, mi fu detto. Tuttavia, persino con quei messaggi sbalorditivi
e i frequenti appelli di Matthew, «Inizia il libro», non avevo alcuna intenzione
di farlo.
lo e Matthew ci trovavamo in una specie di vicolo cieco. Mi stavo trattenendo
dal fare ciò che lui continuava a chiedermi di fare, e anch' egli stava evitando
un argomento. Non mi aveva mai dato una risposta diretta sul perché fosse morto
così giovane. Quando mi aveva raccontato dell' accordo prenatale della nostra
famiglia, mi aveva detto che ognuno di noi aveva accettato il fatto che lui se
ne andasse nel momento in cui era effettivamente accaduto, ma ai miei successivi
interrogativi egli fu sempre evasivo sul perché avessimo accettato. Le sue
risposte erano delle variazioni di" Un giorno saprai e capirai". Smisi di
pungolarlo per avere una risposta esplicita quando mi disse che alcuni aspetti
dell' accordo gli procuravano ancora della tristezza.
Una mattina, circa sei mesi dopo l'inizio delle nostre sedute, mentre Matthew
ancora una volta mi stava spronando a iniziare a lavorare sul "libro", mi venne
in mente di chiedergli se avessi una qualche responsabilità karmica per cui lo
dovevo fare. Dopo un'insolita pausa, mi disse:

Se consideri che tutta la vita è karmica, allora sì, è corretto. Ma è molto più
corretto dire che preparare queste informazioni per un libro è la tua missione
principale di questa vita. Ora puoi capire perché ero tanto riluttante a
spiegare la ragione della mia partenza dalla Térra. Senza la mia partenza non
avresti potuto portare avanti la tua missione. Era anche per la crescita della
mia stessa anima, ma principalmente si trattava di preparare la strada per
questo servizio più ampio che tu stai eseguendo. Mamma, per favore, vedi
l'importanza di questo servizio nella prospettiva del mondo. Tu vedi la bellezza
della Térra, e nelle tue mani sta la capacità di contribuire alla sua
preservazione.

Mio figlio era morto per un libro.

Fui sopraffatta dal dolore e dalla rabbia. Era impensabile che io avessi
accettato di sacrificare mio figlio per qualunque cosa!
Ma un libro. Solo un libro. Non riuscivo a vedere attraverso le lacrime. Poi, la
voce fu talmente dolce che non fui sicura di udirla davvero, ma quando riuscii a
vedere di nuovo, questo è quanto lessi, lo stesso messaggio, sullo schermo del
mio computer:

Ora lasciami dire che non è soltanto Matthew ma la Luce più gentile e più
elevata che sta a malapena muovendo i tasti nella sua tenerezza. IO SONO ciò che
IO SONO. È la Via, la Vérità e la Luce. È il Dio Padre di tutto il creato sulla
Térra e in questo universo a dare amore e luminosa radianza per questo prossimo
lavoro di pieno servizio. Così sia. Amen.

L'accordo della nostra famiglia, a livello animico, divenne la mia fonte


d'energia e ispirazione quando accettai l'impegno che non mi ricordavo di aver
preso, in un momento per il quale non avevo riferimenti, in una dimensione della
mia anima che consapevolmente non conosco. Con meraviglia e umiltà, iniziai il
lavoro che, in un' altra vita, in un altro mondo, io e Matthew avevamo accettato
d'intraprendere.

PARTE II Nirvana

CAPITOLO 5

LA PRIMA IMPRESSIONE
S : Matthew, parlami del Paradiso.

MATTHEW: La vita è piena di significato, Mamma! C'è un' estasi, un fervore tra
le persone qui. Abbiamo del lavoro importante, studi pressoché illimitati,
visite alle famiglie sulla Terra, musica gloriosa, viaggi stupefacenti e
incomparabile bellezza. Qui accade molto di più che la beata vita nello spirito
associata normalmente al Paradiso!
Nirvana è il nome esatto di questo regno. Spesso in inglese ci si riferisce a
esso con il termine "haven" (un porto sicuro), e forse è da questo che deriva
l'uso del termine "Heaven" (Paradiso). Questa è principalmente una sistemazione
per persone che hanno lasciato i loro corpi terreni e si trovano nella
successiva fase della loro evoluzione spirituale; tuttavia, anche molte anime in
transito vivono qui. Nonostante la grande differenza tra il concetto abituale di
Paradiso e la realtà della vita qui, questa è la "vita eterna delle religioni
della Terra.

CAPITOLO 6

CORPI ETERICI
S : Hai un corpo di qualche tipo oppure solamente un'essenza effimera? .

MATTHEW: Ho decisamente un corpo, Mamma! Abbiamo corpi eterici. Potresti pensare


che, paragonati ai corpi terreni che sono come il tessuto fitto di chintz
(tessuto di cotone lucido gommato, N.d.R.), i nostri corpi siano come il tessuto
leggero di mussolina. Ogni materiale ha una sua forma, un peso e una struttura
definiti, ma la mussolina ha molta più flessibilità e movimento e versatilità,
perché è meno densa del tessuto intrecciato più fittamente.
Noi possiamo stare in piedi o sederci, proprio come voi, ma i nostri corpi
possono anche fluttuare in uno stato consapevole, come pure in uno stato di
riposo, simile al vostro sonno. Inoltre, noi possiamo muoverci dentro o fuori
dai nostri corpi, e possiamo vederci l'un l'altro in entrambi i modi.
I nostri corpi sono meno densi dei vostri perché vibrano a una frequenza più
elevata dei corpi sulla Terra.
La nostra frequenza di vibrazione è considerevolmente più elevata di quanto la
vostra visione della terza densità possa registrare, che è la ragione per cui la
maggior parte delle persone sulla Terra non riesce a vederci anche quando siamo
in piedi proprio accanto a loro.

S: Allora com'è possibile che alcuni spiriti vengano visti durante le sedute
spiritiche?

MATTHEW: Corpi densi vengono creati per gli spiriti in visita i cui corpi
eterici più leggeri non potrebbero essere visti.
Quei corpi provvisori sono creati dal plasma generato dal medium in trance e dai
frammenti d'energia che vengono amalgamati da volontari in questo regno.

S: Interessante. Per favore, raccontami ancora dei corpi eterici.

MATTHEW: Sono di forma perfetta e funzionano in conformità con l'evoluzione


dell' anima. Le anime che avevano dei corpi fisici imperfetti a causa di
deformazioni genetiche o malattie invalidanti o incidenti, non sono soggette a
questi difetti nei loro corpi eterici. Con l'evoluzione dell'anima, sia gli
uomini che le donne diventano più alti e più snelli della maggioranza degli
umani sulla Terra, e i nostri neonati e i bambini crescono automaticamente in
quella forma. E né i nostri corpi né le nostre facoltà mentali si stancano, per
cui non è necessario staccare dal lavoro o dagli studi per riposare, ma solo per
altri interessi e per il divertimento.
Noi conserviamo delle fattezze che sono tanto vicine al nostro aspetto
precedente quanto desideriamo. Persone che si sentivano poco attraenti nella
loro vita terrena possono richiedere di raffinare i propri lineamenti, ma
ottenere tali cambiamenti non è automatico. Se la richiesta è allineata con lo
sviluppo spirituale, viene accettata, se è motivata dall' ego, viene respinta.
L’illuminazione riguardante la piena crescita alla bellezza - mentale,
emozionale, fisica e spirituale - viene offerta come un corso di studi regolari,
qualcosa come i vostri corsi di auto-miglioramento.
Quando le vite sulla Terra sono state contrassegnate da notevoli imprese, questo
è evidente nel nostro aspetto. Le nostre aure sono più brillanti e più distinte
in quelle gamme di tonalità di colore che identificano le aree d'eccellenza. In
realtà, più che una variazione di colore si tratta di una differenza nella
capacità di risplendere - noi irradiamo la nostra salute e la nostra evoluzione
spirituale. Si può paragonarlo ai vostri occhi scintillanti che riflettono
contentezza, entusiasmo, innocenza, amore - tutte qualità e caratteristiche
associate al carattere e al comportamento divini.

S: Matthew, che aspetto hai adesso?

MATTHEW: Ti faccio vedere, Mamma... Bene! Stai ricevendo chiaramente l'immagine


che ti sto mandando, per cui puoi vedere che sono esattamente come mi ricordi -
alto e magro, con la stessa pelle olivastra, occhi grigi e capelli castano
chiaro. Sì, un po' più vecchio, come stai pensando, ma sarebbe vero anche se
fossi rimasto per tutto il tempo là, sai.
S: Sei bello come sempre! Mash, sei proprio come saresti stato se fossi
invecchiato qui.

MATTHEW: Sì, sono solo invecchiato più velocemente, Mamma. Il nostro


invecchiamento è diverso dal vostro. I giovani crescono molto più in fretta qui
che sulla Terra, nel corpo, nella mente e nello spirito, fino a quando non
raggiungono la maturità in un corpo che corrisponderebbe a quelli umani terreni,
sani e robusti, dell' età che va dai 30 ai 35 anni. A quel punto mantengono quel
corpo e continuano a crescere soltanto nella mente e nello spirito.

L’inverso è vero per le persone che arrivano in età avanzata.


La gente più anziana diventa più giovane in tutti i sensi, alla stessa velocità
accelerata, finché non raggiunge lo splendore di quell’età. Mi riferisco a. . .

S: Ma quando arriverò là, come farò a riconoscere i miei genitori? Avranno un


aspetto più giovane di come me li ricordo, e tutti e due erano bassi e
grassottelli.

MATTHEW: Li riconoscerai all'istante attraverso l'unione energetica, il legame


d'amore - sarà inequivocabile, Mamma! Se volessero apparire come tu li ricordi,
lo potrebbero fare, ma ti posso assicurare che non sarà necessario in quanto li
riconoscerai immediatamente

S: Grazie e scusami per l'interruzione.

MATTHEW: La tua domanda scritta non mi ha interrotto, lo sapevo non appena l'hai
pensata. I tuoi pensieri sono delle interruzioni nel mio stesso processo di
pensiero, ma mi rendo conto che sono inevitabili.
Stavo per spiegare che non mi riferivo alla crescita dell' anima in avanti o a
ritroso, ma solo del corpo eterico e della psiche ringiovanita del nuovo
arrivato. Una volta acclimatati a questo regno, la frequenza vibratoria di
ciascuno rimane in uno stato ottimale, perché a livello dell' anima nessuno è
malato o leso o menomato da handicap mentali o fisici.
Naturalmente sono presenti anime di ogni età, dato che arrivano in continuazione
delle nuove persone e le loro età di transizione variano dai neonati a oltre 100
anni. Soltanto proprio i più vecchi e i più giovani possono essere assolutamente
riconosciuti come nuovi arrivati. Probabilmente almeno la metà di coloro che
sembrano avere circa 30 o 35 anni e una buona salute, sono lungo-residenti.
Tuttavia, un lungo-residente può aver passato qui soltanto 20 anni, e spesso
anche di meno. Molte anime effettuano la transizione durante quel lasso di
importanti età terrene, per cui, dopo aver ricevuto tutte le cure necessarie ed
essersi adattati al regno, coloro che avevano dei corpi sani appaiono
naturalmente molto simili alla stessa persona che erano quando lasciarono la
Terra. Bhe', forse molto più sani e felici!

CAPITOLO 7

AMBIENTE
S : Che aspetto ha Nirvana!

MATTHEW: È BELLISSIMO! Immagina un cielo blu senza nuvole, quasi accecante nella
sua purezza cristallina. Periodi paragonabili alla durata dell' alba e del
crepuscolo sulla Terra sono le uniche variazioni della brillantezza di questa
luce blu, e in quei momenti c'è un'intensa foschia dorata. Assieme al verde
della stessa intensità, questi sono i nostri colori primari.

s: Esiste un terreno solido?

MATTHEW: Sì, ma come tutti gli altri aspetti del nostro mondo il terreno non ha
la stessa composizione del vostro. Lo strato che ricopre il terreno, che noi
chiamiamo virna, è commestibile, proprio come l'erba per i vostri animali da
pascolo, ed è altrettanto lussuoso quanto una chaise-longue.
Sebbene anche il panorama sia di una densità diversa dalla vostra, abbiamo delle
aree incredibilmente belle, simili a quelle presenti sulla Terra. Mi piace
particolarmente stare vicino ad un lago in cui l'acqua è cristallina e riflette
gli alberi sovrastanti.
Questi alberi sono più alti delle vostre sequoie ma hanno i tronchi più delicati
e dei fiori profumati color rosa. Al tatto, il bianco terreno sabbioso della
riva assomiglia al borotalco.

S: Grazie per questa immagine, caro. Che luogo paradisiaco!

MATTHEW: Be', questo è il Paradiso, Mamma! Quel lago e i nostri oceani e


montagne e foreste potrebbero essere chiamati un panorama statico, o stabile, in
quanto sono sempre presenti.
Noi possiamo creare il nostro ambiente privato, compreso il tempo, per goderne
momentaneamente, e li possiamo cambiare tutte le volte che vogliamo. Le stagioni
cambiano qui un po' come sulla Terra, perché un numero sufficiente di noi
desidera quelle differenze. Generalmente abbiamo ciò che potrebbe essere
chiamato "un altro giorno semplicemente perfetto nel paradiso", dato che è
questo che la maggioranza vuole e, come collettività, crea. Per esempio, le
persone che partecipano a un concerto o a una festa all' aperto non vogliono che
sopraggiunga una tempesta a interrompere la loro gioia, così non la creano. Ma
da un' altra parte, se qualcuno desidera la drammaticità di tuoni e fulmini, può
farli apparire ovunque si trovi, e ciò sarà confinato alla sua presenza.
Qualunque ambiente uno voglia, lo manifesterà nelle sue immediate vicinanze
senza influenzare alcuno al di fuori di quella zona ristretta.

S: Matthew, questo è semplicemente sbalorditivo; creare qualunque tempo o


panorama uno voglia!

MATTHEW: È un vantaggio, di sicuro, ma non è il limite della nostra capacità di


manifestazione. Qualunque cosa possa essere chiaramente immaginata e
intensamente desiderata, può essere manifestata qui, dove le capacità sensorie e
creative dell' anima sono sviluppate e utilizzate in maniera più ottimale che
sulla Terra.

CAPITOLO 8

ALIMENTAZIONE
S : La vostra alimentazione assomiglia forse alla nostra!

MATTHEW: I nostri corpi non hanno bisogno di alimenti densi, e quanto più a
lungo le persone rimangono qui, tanto minore è il loro desiderio di cibi solidi.
Tuttavia, dato che mangiare è un passatempo talmente piacevole sulla Terra,
quando arriva, la maggior parte delle anime desidera ancora la familiarità dei
rituali e del conforto dei pasti, e così abbiamo numerosi tipi di deliziosi cibi
per accoglierle. A moltissimi di noi piace fare dei picnic.
Alcuni dei nostri cibi sono come i vostri frutti, pronti per essere mangiati
direttamente dall' albero o dal cespuglio. Altri alimenti, più simili alle
vostre verdure, vengono normalmente cotti con un' aggiunta di aromi. Ma nessun
animale viene trasformato in un pasto!
È da un po' di tempo che io non mangio perché non mi attira più. Mi piacciono
però i liquidi. Abbiamo molti tipi di bevande deliziose e rinvigorenti. Alcune
assomigliano a succhi di frutta leggeri con un' effervescenza che in realtà è
costituita da scintille di luce mescolate con il liquido. Altri liquidi, più
densi, hanno il sapore delle vostre zuppe di verdure con vari condimenti.
L’acqua qui è più pura di qualunque acqua sulla Terra, e contiene inoltre delle
bolle di luce catturate. E c'è del liquido nell' aria, simile a nebbia, che al
semplice contatto è sia rinfrescante che nutriente per i nostri corpi.

S: Quel contatto potrebbe essere paragonato al nostro bagno?

MATTHEW: No. Fare i bagni qui non ha nulla a che fare con corpi sporchi - noi
semplicemente non ci "sporchiamo" si tratta di un' esperienza rinfrescante che
coinvolge una prospettiva mentale, non acqua e sapone. Lo stesso vale per i
nostri animali. Non sarebbe meraviglioso, per te, con i tuoi sei cani!

S: Per me sarebbe veramente il Paradiso sulla terra!

CAPITOLO 9

PARADISO SULLA TERRA

MATTHEW: Mamma, lascia che sia molto serio per un momento. Sì, per te quello
sarebbe davvero il "Cielo sulla Terra, perché è così che ti senti riguardo a
questo. Non c'è nessun "paradiso" come sistemazione, né un "inferno" come tale.
Quelli a cui le persone sulla Terra si riferiscono come Paradiso e inferno in
realtà sono i loro approcci verso le situazioni, ovunque si trovino, e ciò che
ogni individuo manifesta come circostanze della propria vita.
Ogni singola anima là crea il proprio ambiente e persino usando lo stesso
"materiale scenico", questo appare diverso a coloro che in qualche maniera
condividono quella vita da vicino.
È una questione di percezione individuale che crea ogni mondo individuale, e uno
può scegliere il modo in cui desidera percepire tutti gli aspetti della propria
vita. È proprio altrettanto facile creare la gloria che voi attribuite al
Paradiso quanto creare gli orrori che associate all'inferno, ed entrambe le
condizioni vengono create proprio là!
Hai sentito la gente dire che qualcuno "sta creando il proprio inferno" o che
"Paradiso e inferno sono proprio qui sulla Terra.
SÌ! E nessuno dei due, così com'è percepito là, si trova in questo regno
spirituale.

CAPITOLO 10

ORIGINE
S : Be: se i nostri concetti di Paradiso e inferno sono così diversi dalla loro
realtà, qual è lo scopo di Nirvana?

MATTHEW: Il suo scopo originale era diverso da quello attuale che è,


principalmente, servire da sistemazione per la residenza e per l'apprendimento.
In questo contesto esso è la casa delle anime tra le incarnazioni sulla Terra,
ma serve anche ad altri scopi molto importanti.
Inizialmente, quando furono create le forme di vita con intelligenza e
coscienza; non c'era alcun bisogno di un regno come questo. [invecchiamento,
così come lo conosciamo, non esisteva in quella fase di antichità, per cui la
morte fisica dovuta alla "vecchiaia non era da considerarsi. Fu l'inizio della
battaglia cosmica tra le forze oscure e le forze della luce a creare la
necessità di Nirvana e altre sistemazioni simili. Gli esseri di luce si resero
conto che erano necessari dei rifugi sicuri per le anime ferite ed esauste, che
sarebbero state una facile preda per le forze oscure, e crearono molti regni
simili a questo per proteggere e preservare i fragili spiriti loro affini che si
stavano riprendendo.
Aggiungerei che la luce equivale a saggezza, amore e potere dell' amore, e
l'oscurità è l'assenza di tutto questo. In un altro senso, si potrebbe pensare
rispettivamente ai lati opposti dell'uso positivo e negativo dell' energia, la
forza vitale di tutto quello che sia mai stato creato. Le due forze opposte
hanno continuato a farsi guerra sin da quando i primi esseri con tendenza all'
oscurità usarono il loro libero arbitrio per creare negatività e per farla
proliferare nel nostro universo.

S: Matthew, non sono sicura di aver sentito correttamente.


Hai forse detto che c'è più di un Nirvana e che quei luoghi sono stati creati da
potenze diverse da Dio?

MATTHEW: Per quanto ne so, esiste soltanto una sistemazione chiamata Nirvana, ma
ci sono molti rifugi sicuri aventi lo stesso scopo. Questo è principalmente per
anime in transizione dalla Terra, e altri mondi hanno i propri regni
disincarnati per i loro abitanti. In tutti i casi, mi riferisco alla transizione
da un' immediata vita fisica passata alla vita disincarnata. Molte anime che si
trovano qui adesso hanno avuto origine nella profonda antichità e hanno passato
molte vite in luoghi diversi dalla Terra, persino in altre galassie. Mamma, la
vita umana intelligente non ha avuto origine sulla Terra. Vi è stata introdotta
dal trasferimento fisico degli umani da altri sistemi planetari e dai loro
programmi di popolamento a un punto cruciale dell' evoluzione della stirpe umana
sulla Terra. Per cui, nel senso della nostra discendenza, TUITI noi siamo
extraterresti sulla Terra, anche durante le nostre vite sul pianeta!
Per quanto riguarda la creazione di tutti questi regni santuari, le forze
creatrici erano senza dubbio di Dio. Il dono di libero arbitrio del Creatore, o
di Dio, include il suo aspetto inseparabile di capacità di manifestazione
insieme a Lui. La capacità creativa di un individuo non è mai separata da quella
di Dio. Le anime non sono mai separate da Dio!
Nirvana e regni simili sono manifestazioni degli angeli e degli esseri più
elevati, loro discendenti, anch'essi co-creati da loro con Dio. Perciò, vedi, fu
da quel livello più basso di processo decisionale e di capacità co-creativa che
le sistemazioni ristoratrici, protettive, come Nirvana, vennero in essere.

s: Che cosa intendi quando dici che Nirvana è una "manifestazione"?

MATTHEW: Manifestazione, o creazione, se preferisci, è sia il processo sia il


prodotto di uno sforzo creativo congiunto tra il Creatore, o Dio, e qualsiasi
.anima che usi gli elementi universali come materiali di costruzione. Nel
processo, prima arriva l'idea, o la visione, poi l'intenso desiderio di portare
quell'idea nella sostanza, poi il resto dello sforzo richiesto per attuarlo.
Quel processo di manifestazione risulta nel prodotto, una manifestazione.
Proprio come questo regno è una manifestazione, così lo è la Terra. Così lo sei
tu! Tutto nell'universo, da una galassia a una ghianda, a un jet, è una
manifestazione. La capacità creativa di tutti gli esseri, sia che essi vivano
nel corpo o nello spirito, ha origine nel Creatore. Perciò non c'è alcuna
separazione tra il Creatore, o Dio, e qualsiasi co-creatore, proprio come non
c'è alcuna separazione tra Dio, o Creatore, e tutto quello che sia mai stato
creato.
Mamma, so di essere passato avanti e indietro tra i concetti di "Dio" e
"Creatore come se fossero la stessa cosa: ma non lo sono.
Ti ho solo confusa cercando di spiegare le cose entro i tuoi termini di
comprensione, e tu sai solamente di quell'unico "essere supremo" che chiami Dio.
Ma la potenza primaria del cosmo l'essenza onnipotente, onnisciente, la
Totalità, IO SONO, o qualunque altra delle designazioni che hai per Dio - in
realtà è il Creatore.
Al momento del "Big Bang", un riferimento a volte dato a quel primo atto di
divisione del Creatore, fu creato il regno più elevato degli angeli - gli
arcangeli. Ecco dove risiede l'energia Cristica. Quella divisione non
rappresentava una diminuzione nell'essenza del Creatore, bensì una condivisione
proporzionata dei poteri, mentre il tutto rimaneva intatto. Gli arcangeli non
erano fatti di Sostanza ma solo di puro amore espresso come luce.
Dopo eoni, gli arcangeli, insieme al Creatore, crearono il successivo livello di
angeli, i quali erano, anch' essi, di sola luce e condividevano
proporzionalmente i poteri del Creatore. Nella terza fase della creazione, gli
esseri angelici, insieme al Creatore, produssero delle potenziali forme di vita,
il che significava che ora le manifestazioni potevano essere disincarnate o
costituite di Sostanza. Essi crearono gli universi - che combinati insieme
formano il cosmo - con tutti i loro corpi celesti e gli dei che si fecero avanti
per regnare e CO-creare tutta la vita all'interno degli universi. Uno di quegli
dei divenne il sovrano del nostro universo, e molte religioni della Terra lo
chiamano Dio. Dio ha proporzionalmente tutti i poteri del Creatore e, in questo
universo, Egli regna con quelle qualità che voi giustamente Gli attribuite.
E anche se ci si riferisce a Lui come "Padre" e con pronomi maschili, Dio è
amore e luce totale, che non ha sesso.

s: Matthew, so che stai cercando di spiegare questo nella maniera più semplice
possibile, ma dovrò leggerlo parecchie volte prima di riuscire a capirne
abbastanza da fare delle domande che abbiano senso.

MAITHEW Lo capisco, Mamma. C'era un tempo in cui la gente della Terra sapeva
tutto sulla propria connessione con DioCreatore, sulla manifestazione e sulla
vita in questo regno. A quei tempi c'era un continuo viavai tra qui e là, nonché
una connessione telepatica Costante. Tutto questo è stato dimenticato -la
conoscenza è stata Soppressa dalle forze oscure. Esse non possono cambiare la
verità, possono soltanto cercare di tenervela nascosta. Ma proprio come la
Vostra fisica ha matematicamente provato il continuum spazio-tempo, entro le
stesse leggi universali, essa potrebbe provare la nostra inseparabile
connessione.

CAPITOLO 11

RESIDENTI
S : Quante anime vivono nel Nirvana!

MATTHEW: Da 10 a 12 miliardi. Noi andiamo e veniamo in continuazione, per cui la


popolazione fluttua. Sei in difficoltà con quel numero, Mamma, come mai?

S: Sembra un gran numero di anime rapportato alla vita terrena.

MATTHEW: Devo illustrarti la nostra popolazione che è considerevolmente più


varia di quanto abbia spiegato. Sebbene questo regno sia principalmente per
persone che potrebbero essere chiamate residenti "regolari", che transitano da
vite terrene, qui vivono anche molti altri individui, e ti parlerò di tutti
quanti.
Anche se la maggioranza dei nostri residenti regolari si sta preparando per la
prossima vita sulla Terra, secondo la fase di crescita della loro anima, alcuni
si stanno preparando per una vita incarnata o disincarnata altrove, persino
fuori della nostra galassia, o possono scegliere di fare esperienza come spiriti
liberi. Vent'anni sono probabilmente la media per un "lungo-residente", ma non
sono del tutto convinto di questa cifra in quanto sono molte le variabili che
influenzano la durata della permanenza. Alcune anime sono fornite di una grande
sensibilità in tutti gli aspetti, una capacità acquisita soltanto nelle
vibrazioni a più alta densità, e non si fermano molto a lungo. Alcune sono
talmente evolute che praticamente guizzano via verso la successiva collocazione
necessaria per la loro crescita. Al1!re anime giunte a questo stato di
evoluzione spirituale, possono scegliere di rimanere un bel po' di tempo. Se lo
sono meritato come premio per 1'onorato servizio, e rimangono per un tempo
lungo, secondo il vostro modo di calcolare. Alcune di queste anime SO.B0 molto
in alto nella nostra gerarchia. Altri lungo-residenti sono qui, per cure
intensive, per recuperare da molte vite difficili. Stanno in un ambiente
tranquillo fino a quando ne hanno bisogno, per riprendersi prima di scegliere il
successivo livello di esperienza sul cammino di crescita spirituale. Tutte
queste anime costituiscono ciò a cui mi riferivo come la nostra popolazione
"regolare".
Una gran parte è di passaggio. Alcuni sono spiriti liberi, che vanno e vengono
in base alle necessità della loro crescita.

s. Matthw scusami per favore. Ti ricordi qui gli spiriti liberi sono persone che
sembrano passare avventatamente attraverso la vita facendo i fatti loro al di
fuori della "corrente principale È lo stesso anche lì?

MATTHEW: Oh, no, Mamma. Spirito libero può significare solo che non serve un
corpo, nemmeno un corpo eterico" per la residenza dell'anima. Ma in un senso più
ampio si riferisce all'atteggiamento mentale o all' approccio psichico verso la
comunione con Dio e il compimento consapevole della missione scelta prima di
nascere. Una o entrambe queste condizioni costituiscono una vita da spirito
libero. È un processo di apprendimento di tipo diverso ed è altrettanto
necessario quanto qualsiasi altra lezione dovuta a causa ed effetto karmici.

s: Capisco. Grazie.

MATTHEW: Prego! Allora, altri che transitano in questo luogo sono insegnanti in
campi di competenze speciali o studenti che vengono per ottenere un'istruzione
selezionata, e se ne vanno quando hanno raggiunto il loro scopo. Vìsitatori
arrivano da altri luoghi disincarnati per continuare la propria crescita
spirituale e rimangono fino a quando i loro interessi specifici lo richiedono. E
ci sono molti villeggianti a breve termine, alcuni da civiltà suvrumane. Nirvana
è molto più bello di tanti altri regni disincarnati e, proprio come i luoghi di
villeggiatura sulla Terra, attrae dei "turisti".
C'è ancora un altro tipo di residenti qui, anime che hanno preso un corpo nuovo
sulla Terra ma che risiedono sia qui che là.
Mamma, questo non è affatto "strano", e c'è una buona ragione per queste vite
"duali". Quando uno è motivato verso gli studi, l'apprendimento può essere
conseguito molto più rapidamente qui che sulla Terra. Abbiamo delle risorse
superbe pressoché illimitate e dei maestri insegnanti, e l'intero ambiente è
tendente alla crescita spirituale. Quale luogo migliore per acquisire conoscenza
e illuminazione spirituale con cui dotare il nuovo personaggio?

5: Bene, OK Questa vita duale cambia le due espressioni della persona, creando
per esempio "personalità multiple"?

MATTHEW: Non le cambia affatto, nel senso di creare una condizione di


"personalità multiple" in una delle due. Questa condizione deriva da traumi che
la psiche umana elabora per permettere che esperienze intollerabili vengano
attribuite alla personalità che essa sviluppa e nasconde alla "personalità
primaria, la quale non potrebbe più accettare la realtà di quelle esperienze.
Nel caso di vite "duali", è soltanto a livello dell' anima cumulativa che
l'anima reincarnata vive sia qui che sulla Terra, quale "nuovo" personaggio.
L’anima cumulativa comprende sia il "nuovo" sia il "vecchio" personaggio, come
pure tutte le sue altre vite incarnate e disincarnate. Come ogni altra anima,
l'anima di ognuno di questi personaggi dalla vita duale è un essere unico,
inviolato.
Questa vita duale però influenza in questo regno il personaggio, la cui anima si
è reincarnata, ma il cambiamento non è diverso da quello che avviene in
chiunque, ovunque, che, attraverso gli studi, stia crescendo rapidamente nella
conoscenza e, attraverso 1'esperienza, stia crescendo nella saggezza. Questa
crescita viene assimilata dal1' anima cumulativa diventando così anche il
"patrimonio" del nuovo personaggio sulla Terra.

S: Le persone che stanno vivendo vite duali qui, lo sanno?

MATTHEW: Solo raramente. La densità della Terra preclude molto della saggezza e
conoscenza fondamentale che è abituale qui. Tuttavia, grazie all' evoluzione
superiore dell' anima di alcune persone, la vicinanza tra il loro corpo terreno
e il loro corpo eterico rende facile trasmutare la loro energia dal piano fisico
a quello spirituale, e c'è una certa consapevolezza della "dualità".
So che questo ti sorprenderà, Mamma - il Nonno è uno di questi "dualisti". Si
incarnò circa cinque anni fa come il figlio di una famiglia con mezzi finanziari
e intelligenza superiore. Il Nonno aveva una mente fine ma, come sai, le
circostanze della sua famiglia gli impedirono di essere formalmente istruito
oltre le elementari. Quello che forse non sai è che per tutta la vita questo fu
fonte di delusione e frustrazione per lui. Tuttavia, ciò faceva parte del suo
accordo prenatale e nella nuova vita egli ha scelto - dovrei dire, la sua anima
cumulativa ha scelto - di conseguire l'istruzione negatagli nella sua vita come
tuo padre. La storia della sua nuova famiglia indica che il bambino riceverà un
alto grado di istruzione in indirizzi professionali, più probabilmente legge o
medicina. Per preparare al meglio il personaggio della sua anima cumulativa, il
Nonno sta studiando qui quelle discipline, durante le ore di sonno del bambino,
per dare impulso all' applicazione migliore sia degli studi avanzati che delle
abilità innate.

CAPITOLO 12

RIUNIONI
S : Matthew, non so come mi sento riguardo alla nuova vita di mio padre. So che
dovrei essere felice per lui per tutti i vantaggi che non aveva prima, ma quando
lo vedrò di nuovo? Mi hai detto che l'avrei riconosciuto al mio arrivo, ma di
certo lui non può stare !d a tempo indeterminato visto che ha una nuova vita
sulla Terra. Come può esserci una QUALSIASI riunione familiare se il primo che
muore si è già reincarnato prima che gli altri arrivino !da voi?

MATTHEW: Le riunioni sono tra le anime, Mamma. L’anima che si è incarnata sulla
Terra non è legata dalle stesse limitazioni della terza densità come il corpo
fisico e la psiche, per cui è libera di viaggiare ovunque voglia durante gli
stati di sonno o di profonda meditazione della persona. Quando c'è intimità tra
anime, il loro legame d'energia d'amore allerta gli altri - compresi tutti
quelli che si sono di nuovo reincarnati - per assistere all'imminente
transizione di qualcuno. Ecco perché possono essere presenti per salutare lui o
lei. Spesso uno o più di loro possono essere visti da quella persona prima della
morte fisica, facendole capire, in maniera gioiosa, che molto presto se ne andrà
con loro.
Per quanto riguarda riunioni successive, è sempre possibile che si possano
incontrare in questo regno, e la maggior parte delle visite avviene qui.
Tuttavia, le anime possono incontrarsi in qualsiasi luogo dell'universo, dove la
frequenza della loro energia permette loro di andare. L’anima che si è
reincarnata ha la piena libertà di viaggiare, e il legame energetico di quell'
anima con qualsiasi altra, ovunque, renderà possibili le riunioni in qualunque
luogo le parti desiderino, entro i loro limiti energetici.
Mamma, ecco un perfetto esempio di quanto facilmente avvengano queste visite tra
anime che si sono amate nelle varie vite - e questo potrebbe anche sorprenderti:
tu hai fatto visita a questo regno molte volte durante il sonno. Raramente ti
ricordi consapevolmente di essere stata qui con me o le nostre visite dal Nonno
e, più recentemente, anche dalla Nonna. A volte attribuisci i tuoi effettivi
ricordi ai sogni, il che è normale tra la gente sulla Terra. A volte pensi a noi
e non ti rendi conto che si tratta di un reale ricordo di un' effettiva visita
qui da noi che sta provocando il tuo pensiero. Anche questo è normale per tutta
la gente lì.

S: Come vorrei poter ricordare le mie visite! È soltanto la parte subconscia di


me che va là?

MATTHEW: No, Mamma. Quella che viene è la tua anima, il composto di tutte le
vite, tutte le esperienze, tutta la memoria cellulare. A venire è questa anima
totalmente illuminata che in questa incarnazione è TE. Le tue visite non
differiscono da quelle delle anime incarnate che si riuniscono qui per salutare
una persona amata che sta transitando. Quando sei qui, noi comunichiamo senza
alcuna barriera a ostacolare la comprensione. Tu hai persino commentato questo,
ma non te lo ricordi, assieme a tutto il resto che è chiuso al di fuori della
tua coscienza. Quella dimenticanza è vera per quasi tutti, là, ma alcune
persone, più avanti nella chiarezza spirituale, riescono a ricordare le loro
visite qui in una certa misura.

S: Hai ragione, le mie visite sono una sorpresa, la mia seconda grande sorpresa
oggi. Grazie per entrambe, caro! Ora mi sento molto meglio riguardo mio padre.

MATTHEW: Lo so e chiedo scusa, Mamma. Ho percepito la tua angoscia non appena


l'hai sentita tu stessa, e avrei dovuto parlarne subito. Grazie per questa
opportunità di espandere la mia consapevolezza del mio bisogno di essere più
sensibile.

S: Certamente è strano che io possa dare un contributo a te, Matthew!

MATTHEW: Al contrario! Noi accresciamo la nostra consapevolezza con l'aiuto dei


nostri contatti terreni.

S: Non l'avrei mai pensato. Ritornando alle riunioni di famiglia, e se una


coppia non avesse avuto un buon matrimonio qui e non volesse davvero stare
insieme là? C'è un modo per soddisfare entrambi?

MATTHEW: I componenti di una famiglia non vengono automaticamente riuniti.


Quando c'è una riunione, può essere solo gioiosa. Le persone che non hanno mai
avuto delle divergenze importanti o conflitti di famiglia possono incontrarsi
amorevolmente in qualsiasi maniera desiderino. Non esistono restrizioni riguardo
al ritrovarsi di famiglie e alloro interagire entro l'energia elevata di
caratteristiche e intenzioni positive.
Ma ricordati, Mamma che quando vieni, in questo regno non sei soltanto il sé che
esprimi in questo momento, sarai il composto di tutte le tue vite. Riconoscerai
delle persone che sono state significative in altre tue vite, non solo in
questa, e avrai amore e ammirazione anche per loro. Questo è vero per tutte le
anime, naturalmente, il che è una delle ragioni per cui le unità familiari non
devono rimanere com' erano durante le vite terrene. L’impegno coniugale della
Terra non ha alcuna forza in questo regno. Soltanto l'amore può legare due anime
qui. Quando 1'energia d'amore di un' anima è più forte con un' altra anima di
quanto non sia con uno sposo precedente, la riunione delle due energie più forti
ha la precedenza. Nulla qui può impedire unioni desiderate. È semplice, non c'è
nessuno in giro che obietterebbe. Coloro che potrebbero obiettare lo farebbero
in base a caratteristiche negative, e quell'indicatore d'energia li porrebbe
automaticamente in un' altra area del regno. Comprendendo che 1'assegnazione di
ogni anima è progettata per la crescita al fine di superare caratteristiche
negative, tutte le anime accettano spontaneamente le loro sistemazioni. E in
questa parte del regno non c'è spazio alcuno per le azioni e i sentimenti
negativi che le persone sperimentano tra di loro sulla Terra, siano membri di
una famiglia o meno.

S: Allora ci sono dei compartimenti o categorie di vita, là, e non sono gli
stessi per tutti?

MATTHEW: Nirvana è un regno a strati multipli con aree di sistemazione luminose


a un' estremità e oscure all' altra. Lo strato in cui io vivo è in alto, nella
luce, e tutto quello che ti ho descritto, che è bontà e bellezza e crescita,
caratterizza ciò che questo strato offre ai suoi residenti.
Persone con inclinazioni verso paura, vendetta, odio, crudeltà, avidità e altre
intense emozioni negative, non possono vivere in questa parte del regno perché
la loro densità e bassa frequenza non possono penetrare questa luce. Per le
leggi dell'universo, esse non possono entrare o sopravvivere qui. E questo è per
loro stessa scelta! Ciò risale al libero arbitrio. Tutte le anime là hanno la
libera scelta di vivere secondo la propria coscienza, o secondo la sua mancanza.
La loro assegnazione ai vari strati energeticamente separati di questo mondo si
basa su tutte le loro libere scelte durante le loro vite fisiche.

S: Sì, capisco. Che cosa succede quando un'anima, nonostante quelle


caratteristiche negative è stata amata sulla Terra da qualcuno che si trova
nella vostra parte del regno?

MATTHEW: Ci sarà una separazione consenziente degli individui su quei livelli


d'energia incompatibili. Per esempio, due individui possono essersi piaciuti
molto nella loro incarnazione come fratelli, ma uno si è rivolto verso attività
negative e l'altro no . I due possono incontrarsi e divertirsi insieme in
qualunque attività che si trovi sul livello di frequenza o densità permesso.
Armonia ed equilibrio sono le chiavi per gli indicatori d'energia e, sempre in
base a questa compatibilità, essi possono incontrarsi. Non possono incontrarsi
nelle aree delle loro diverse inclinazioni della vita terrena. Ognuno va per la
propria strada per il passo successivo nell'apprendimento necessario. Se il
fratello incline alla negatività cresce sufficientemente in spiritualità per
vivere a tempo pieno nello stesso strato del regno in cui si trova suo fratello,
allora i due potranno stare insieme ogni volta che lo vorranno.

S: Capisco. Se una donna, dopo la morte del marito, si risposa e ama entrambi
gli uomini, come viene affrontata questa situazione di quando tutti e tre si
trovano là?

MATTHEW: Ci sono una quantità di possibilità soddisfacenti. Quando ci sono


sentimenti di illuminazione, rispetto e amore tra i tre, essi possono scegliere
di vivere insieme. Non ci saranno sentimenti negativi se uno di loro più tardi
sceglierà un' altra anima come compagna in accordo con la propria evoluzione.
Ognuno di essi, inoltre, incontrerà delle anime amate in altre vite, e la donna
e i due uomini possono scegliere, singolarmente o tutti insieme, di vivere
all'interno di un gruppo di anime riunitesi. O, anche con il grande affetto che
hanno l'uno per l'altra, essi possono preferire vivere separati e incontrarsi
per il piacere della compagnia di altre anime o per attività condivise o per
scopi educativi. Relazioni amorevoli, rispettose, si instaurano senza
complicazioni in quella combinazione che sia quella più gratificante per le
anime e la più vantaggiosa per la loro crescita spirituale.
CAPITOLO 13

RELAZIONI
S : Esistono gli appuntamenti tra giovani o qualunque forma di attaccamento
romantico che possa portare a una relazione esclusiva?

MATTHEW: Non esiste nulla che assomigli ai flirt o alle infatuazioni tra
adolescenti sulla Terra. Le anime che arrivano qui da neonati o da bambini
piccoli possono diventare dei giovani adulti che sono attratti da una persona
speciale, ma i loro sentimenti e le loro relazioni sono completamente diversi da
quelli di una giovane coppia sulla Terra. Lì l'avventura sentimentale implica
desiderio sessuale, che non ha parte alcuna nella nostra attrazione verso
qualcuno. I nostri corpi non sono progettati per le stesse funzioni sessuali dei
vostri, in quanto qui non esiste la riproduzione, per eui non esiste nemmeno
l'attività sessuale.
Ma ci sono molte unioni specifiche tra due parti. Oltre a quelle anime che
crescono qui diventando giovani adulti e compagni, spesso gli adulti che
arrivano qui si riconoscono l'un l'altro da una passata incarnazione e scelgono
di stare insieme. Tuttavia, non esiste il matrimonio così come voi lo intendete,
con grandi cerimonie e documenti legali. Le unioni avvengono sempre con
l'accettazione del fatto che quando uno dei partner decide riguardo la
successiva vita incarnata, l'altro non si intrometterà. Noi sappiamo che la
crescita dell' anima è lo scopo di tutte le esperienze scelte. Due persone sono
attratte prima di tutto a livello dell' anima, e quello stesso legame energetico
continuerà nelle loro vite successive. Ciò permette a queste relazioni di essere
soddisfacenti e senza tristezza in caso di un' eventuale separazione per vivere
ulteriori esperienze.
Nulla qui limita la felicità di una coppia che decide di stare insieme in
maniera esclusiva. Essi hanno la completa libertà entro le leggi dell'universo.
C'è un impegno nella loro energia d'amore che viene rispettato da tutti come un
patto sacro, per cui in questo senso si potrebbe dire che si tratta di un
matrimonio, anche più che lì sulla Terra, dove spesso soltanto una formalità
legale mantiene lo status coniugale.

S: Qual è il sentimento, lì, riguardo al nostro istituto del divorzio?

MATTHEW: Un divorzio ufficiale di una coppia sposata sulla Terra è soltanto una
questione di accettazione o rifiuto là.
Lo scioglimento di una qualsiasi società sulla Terra viene riconosciuto qui
soltanto in termini di adempimento o non adempimento da parte degli individui
alle condizioni dei loro accordi prenatali. Gli accordi prendono in
considerazione che i compagni possano desiderare o persino avere necessità di
separarsi per fare le esperienze scelte dalle loro anime.

S: I partner omosessuali possono continuare le loro unioni nel Nirvana, se lo


desiderano?

MATTHEW: Sì, Mamma, l'omosessualità non è ben compresa sulla Terra, e questo è
un buon contesto per spiegarla. Più che un aspetto del comportamento umano,
l'omosessualità è una fase evolutiva dello spirito, e non deve essere condannata
o onorata più di qualsiasi altra fase fisica o spirituale di sviluppo.
Ricordati che qui abbiamo a che fare con anime cumulative, non con singoli
personaggi. Dentro a ogni anima cumulativa ci sono forse migliaia di esperienze
di vita come esseri maschili, femminili e androgini, sia in corpi incarnati sia
in corpi disincarnati.
Tuttavia, è la vita immediatamente passata che più enfaticamente influenza la
crescita iniziale qui. Se quella vita è stata di orientamento omosessuale,
comincerà qui allo stesso modo. Dato che i nostri corpi non sono progettati per
attività sessuale, soltanto l'aspetto mentale dell' orientamento accompagna
l'anima in arrivo.
La vita appena trascorsa sulla Terra ha un altro impatto su questo argomento. Le
persone che lì denunciano con maggiore veemenza l'omosessualità, sono quelle le
cui anime hanno sperimentato di recente una vita con quell' orientamento.

S: Matthew, questo non ha senso per me. Secondo me la comprensione e


l'accettazione sarebbero molto più comprensibili.

MATTHEW: È una situazione psichica complessa che causa confusione, Mamma.


I.:energia dei personaggi è ancora fratturata per via delle esperienze della
vita appena trascorsa. All'estremo, gli omosessuali sono stati fisicamente
torturati e persino uccisi, come minimo, sono stati diffamati, spesso persino
dalle loro stesse famiglie, fino al punto che la loro psiche è stata gravemente
danneggiata.
Forse hanno vissuto con il dolore della negazione o della vergogna o con la
colpa dell'inganno. Qualunque sia stata la loro esperienza, la loro energia non
è guarita abbastanza da far vedere loro lo stesso tipo di situazioni
traumatiche, che essi stessi hanno vissuto, provando empatia. Piuttosto, essi
vedono delle opportunità di vendetta. Il ciclo delle esperienze avviene talmente
in fretta che il dolore dei ricordi più recenti, ma nascosti alla coscienza, è
troppo vicino a loro per essere guarito. La guarigione arriva nelle vite
successive. Il dolore che indugia nei ricordi soppressi di quelle anime, che in
questa vita hanno scelto la natura eterosessuale, è la causa del loro
atteggiamento estremamente contrario verso gli omosessuali. Quei sentimenti
dolorosi non emergeranno in forma di ricordi del1e loro esperienze di vita
omosessuale bensì in atteggiamenti intesi a soffocare tali ricordi.
Questo è il principio universale del simile-attrae-il simile. Quando i
sentimenti risultanti da trattamenti duri o ingiusti in qualunque situazione
sono recenti e intensi, sentimenti simili sono attratti verso quel1' anima. I
ricordi soffocati riconoscono a livel1o subconscio la sorgente e la ricordano,
attraendo così il "simile". Tuttavia, la psiche nella vita attuale non può
sapere coscientemente che 1'attrazione proviene da sentimenti condivisi, e le
sensazioni dolorose dei ricordi soppressi prendono il sopravvento.
Il passaggio oltre quel punto nel labirinto psichico arriva nel processo di
revisione del1'impronta vitale, l'identificazione di lezioni karmiche ancora da
apprendere, la scelta del1a prossima vita e il progresso nel1a consapevolezza
spirituale.

S: Le persone che sono state omosessuali nella vita immediatamente precedente,


sperimentano sempre quello che hai descritto, il che sembrerebbe solo perpetuare
le cose, o ce un qualche punto di livellamento in cui tutti noi ci accetteremo a
vicenda così come siamo?

MATTHEW: Di sicuro il "livellamento" fa parte del piano divino, perché i


sentimenti di pregiudizio e odio e l'infliggere crudeltà emotiva e fisica sono
ostacoli al1a crescita spirituale. Tuttavia, anche con l'accelerazione della
luce che viene proiettata sul vostro pianeta per dissipare la negatività che
abbonda nell'umanità, per favore, non aspettarti che questo cambiamento venga
completato entro la prossima generazione

S: L'omosessualità è più diffusa di quanto non fosse in passato nella storia


della 1èrra?

MATTHEW: No, ma adesso la popolazione è più numerosa di quanto sia mai stata
nella vostra storia registrata, così la stessa percentuale crea numeri maggiori.
Attraverso la vostra storia registrata maestri ben conosciuti e altamente
rispettati in un campo o nel1' altro sono stati omosessuali, e molti hanno
prodotto le loro creazioni brillanti e ispiratrici grazie alle loro menti
tormentate riguardo a questo aspetto della loro natura. Si potrebbe dire che,
senza questo aspetto del loro personaggio forse essi non sarebbero mai stati
spinti a creare nel1a grandezza e nello splendore in cui l'hanno fatto.
S: Perché l'omosessualità è un'esperienza necessaria?

MATTHEW: Quale modo migliore di una base integrata per imparare l'equilibrio nei
due estremi di energia sessuale maschile e femminile? L’ideale è l'androginia,
la quale non ha assolutamente nulla a che fare con la natura sessuale umana, ma
piuttosto con gli attributi opposti dell' energia sessuale umana. Le anime
androgine sono spiritualmente molto più evolute grazie all'equilibrio che hanno
raggiunto tra l'energia sessuale maschile e femminile.
Proprio come 1'energia maschile non è di competenza esclusiva degli umani
maschi, così 1'energia femminile non è limitata agli umani femminili. L’energia
maschile è severa, spesso produttiva con mezzi spietati, sempre bisognosa di
provare un punto o ottenere successo in un'impresa. L’energia femminile è dolce,
eppure con una forza più grande, quieta, come fondamenta. L’interconnessione,
che è l’apice del conseguimento consapevole, è energia femminile.
Nelle relazioni in cui un partner ha solo tratti energetici maschili e l'altro
ha soltanto tratti energetici femminili, il partner con l'energia femminile non
può sopportare lo squilibrio per tutta la vita o la vita non sarà lunga. Nella
mia conoscenza di tali relazioni, quelle che sono rimaste in tale squilibrio
sono finite con la precoce transizione dell' anima dall' energia femminile. Il
sopravvissuto spesso non ha alcuna idea del suo coinvolgimento nella morte del
partner. Voi dite: «Quella persona sarà - o "tu sarai" -la mia morte». Come
molte altre espressioni comuni che usate, questa potrebbe essere un'
affermazione esatta, ma pochi capiscono la verità delle proprie parole. Qui non
si attribuisce colpa alcuna a nessuno dei due partner di una relazione del
genere, dato che in molti casi non è nulla di più che l'azione del karma che
viene completata secondo gli accordi prenatali. Anche lo scioglimento di quelle
relazioni per mezzo del divorzio può essere in armonia con le lezioni prescelte
nei loro accordi.
Qualunque equilibrio entro una vita è desiderabile. Tuttavia, dato che l'energia
sessuale è uno degli aspetti più essenziali della psiche umana, l'equilibrio tra
le energie maschile e femminile è probabilmente il più desiderabile. In questo
regno esiste quella fusione di energie maschili e femminili per quanto riguarda
tendenze, sensibilità e sensitività. Questo stato ideale di realtà equilibrata
esisteva una volta sulla Terra, ma fu guastato.
Comportamenti derivanti dalla perversione del flusso dell' energia sessuale
hanno fatto proliferare la negatività sulla Terra in proporzioni tali da essere
quasi inimmaginabili. [energia sessuale non è affatto confinata in quello che
verrebbe comunemente chiamato "volere del sesso" o "fare del sesso". Anche se si
estende oltre l'intento originale dell'impulso sessuale, che era la
procreazione, una relazione sessuale soddisfacente porta armonia nella vita di
compagni amorevoli, e certamente NON sto parlando contro un'unione sessuale
piacevole e benefica per entrambi i partner.
Inoltre, è possibile trasformare l'energia sessuale in altre possibilità
produttive, e molte persone che hanno perduto o non hanno mai avuto un compagno
lo fanno. Ma non sto parlando dell'uso positivo di questa energia, solo della
negatività dilagante creata dalla perversione dell'intero flusso di energia
sessuale Inoltre, è possibile trasformare l'energia sessuale in altre
possibilità produttive, e molte persone che hanno perduto o non hanno mai avuto
un compagno lo fanno. Ma non sto parlando dell'uso positivo di questa energia,
solo della negatività dilagante creata dalla perversione dell'intero flusso di
energia sessuale.
Questa è stata la causa fondamentale di tutto ciò che considerate cattivi
attributi della natura umana. Giudicando in base ai vostri criteri civili,
religiosi o filosofici, non esiste un crimine che non venga commesso per il
motivo fondamentale di una perversione dell' energia sessuale. Per esempio,
l'adorazione di Satana, che comprende torture e sacrificio di vite umane e
animali e brutali attività sessuali, prevale su una scala che richiederebbe
incredulità, ma è reale. Questa è mascherata sotto la parvenza di "religione", e
il vostro governo la riconosce ufficialmente come tale!
Voi non collegate nessuna di quelle empie attività né il loro status di
religione all'uso perverso dell'energia sessuale che in realtà è.
Non dovrebbe sorprenderti il fatto che spesso un omicidio è energia sessuale
diretta in una grave devianza, o che lo stupro e l'incesto ne sono altri esempi.
Incontri sessuali promiscui o l'ossessione di fare del sesso o astenersi
rigidamente dal soddisfare impulsi naturali, sono comportamenti più benigni, ma
tuttavia distruttivi per la psiche. Le forze oscure sono dietro tutti questi
comportamenti ;risultanti da energia sessuale perversa. Non è insolito che le
attività più corrotte conducano alla più infima delle energie dense, e nessun
altro aspetto della natura umana è stato così cruciale nell' allontanare una
persona da Dio. A livello dell'anima c'è inseparabilità, ma nella vita fisica,
quanto più corrotta e deviata è l’energia sessuale tanto più le persone che si
impegnano in tali attività si allontanano da Dio. Purtroppo per voi e per la
terra queste libere scelte sono dilaganti nella vostra civiltà e lontane dalle
missioni prescelte nella maggioranza degli accordi prenatali delle anime.
Mamma in qualsiasi modo venga vista sulla terra una relazione omosessuale
amorevole NON è una perversione dell’energia sessuale e questo ci riporta alla
tua domanda riguardo alle unioni omosessuali in questo regno. Dato che qui non
c’è alcuna condanna dell’orientamento sessuale precedente delle persone
chiaramente non c'è alcun giudizio riguardo a quali anime siano attratte l'una
verso l'altra come compagne. Le esperienze qui, a ogni livello, sono progettate
per lo sviluppo spirituale dell'anima, e ciò include tUtte le unioni. Limpegno
energetico a livello animico e il legame di tutte le coppie, sia esso di natura
eterosessuale o omosessuale, è totalmente rispettato.

negatività dilagante creata dalla perversione dell'intero flusso di energia


sessuale.

Questa è stata la causa fondamentale di tutto ciò che considerate cattivi


attributi della natura umana. Giudicando in base ai vostri criteri civili,
CAPITOLO 14

AMORE DIVINO, BAMBINI

S : Matthew c'è qualcuno di speciale per te dal punto di vista affettivo?

MATTHEW: Si, Mamma, c'è qualcuno di specialissimo per me. Non te l'ho detto
prima perché non so come spiegare quale anima preziosa sia Ithaca, non solo per
me, ma per tutti quelli che la conoscono. Forse il modo migliore per descrivere
la delicatezza dell'effetto che ha su di me e su altri è chiederti di ricordare
il primo momento in cui mi hai tenuto in braccio. Ti ricordi la perfetta purezza
dei tuoi sentimenti nei miei confronti, il tuo senso di appartenenza a me, ma la
sensazione di non possedermi o di non volermi controllare in alcuna maniera,
nemmeno come il tuo neonato?

S: Matthew, caro, non potrei mai dimenticare quella sensazione unica, ma come
fai a esserne a conoscenza?

MATTHEW: È nella tua impronta vitale, un evento molto pieno di luce. Pensa ai
sentimenti che hai avuto allora, Mamma, e capirai l'unità che molti di noi
sentono con Ithaca. Lei è la nostra entità "superanima, e il nostro attaccamento
è su un piano talmente rarefatto che ci vorrebbe un diverso livello di parole
per descrivere questa sublime sensazione d'amore. La parola "amore" è stata
talmente bistrattata sulla Terra da aver tristemente perso il suo vero
significato, ma non avete un' altra parola che sia più accurata o inclusiva.
Ithaca rappresenta un' elevazione nel raggiungimento della bellezza spirituale
che è d'ispirazione per tutti quelli che la conoscono. Non è la mia ragazza o la
mia "fidanzata", lei è il mio grande amore in tutta la purezza di ammirazione e
di affetto incondizionato. Non c'è alcuna aspettativa di una relazione in una
condizione di piena unione, ma c'è una speciale tenerezza tra lei e me, nutrita
con amore da entrambi.
I sentimenti d'amore qui e sulla Terra sono ampiamente differenti. Qui non
esistono quegli alti e bassi dell'innamorarsi o dell'essere piantati in asso" e
nulla della chimica sessuale delle coppie terrene. Quello che noi sperimentiamo
e che potrebbe essere paragonato alle Vostre unioni sessuali d'amore è un legame
spirituale ed eterico con una totale fusione d'energie e la conoscenza condivisa
dei sé. Questo non accade mai su basi casuali o promiscue comuni sulla Terra. Le
nostre unioni sono delle esperienze sacre, con una crescita spirituale che
avviene solo in questo regno. I meccanismi sensori di terza densità degli umani
della Terra semplicemente non sono capaci di questa sensazione né di
comprenderla.
Un enorme gruppo di anime, migliaia, può sperimentare la stessa intensità di
legame. Si potrebbe paragonarlo ai vostri incontri di guarigione dove molte
persone partecipano e tutti danno energia all'evento. II livello di legame
energetico è lo stesso per una giovane coppia il cui amore è puro e focalizzato.
Dato che gli stessi sentimenti possono essere condivisi da due o duemila
individui, potete vedere in questo la differenza più grande tra l'amore in
questo regno e l'amore sulla Terra!

S: Hai ragione, Matthew, quel tipo d'amore va oltre la nostra comprensione.


Parlami ancora di lthaca, per favore.

MATTHEW: Ella è uno spirito libero in questo regno, tuttavia ha un corpo


eterico, per cui valgono soltanto la sua vicinanza a Dio e la totale
consapevolezza della missione scelta dalla sua anima. È necessaria e rispettata
in tutto il regno per l'insegnamento e la guarigione di menti che sono state
orribilmente confuse prima della transizione dell' anima. La sua energia è
dolce, quasi musicale, e questo tipo di energia guaritrice è la più efficace per
queste psichi squilibrate.
Ithaca era un' adolescente quando arrivò qui dalla sua ultima incarnazione
terrena, durante il regno inca nel Perù. Morì come una vergine sacrificale e da
allora non ha voluto tornare a una vita fisica. Si è evoluta a un ritmo
considerevolmente più elevato di molti altri che hanno scelto di essere spiriti
liberi.

S: È lthaca questa che sto vedendo?

MATTHEW: Si, e la tua visione di lei in un abito orientale formale è corretta,


anche se stai registrando incredulità perché la immaginavi diversa. Ma lei è
davvero come vedi - un corpo raffinato, con capelli neri graziosamente pettinati
lungo il capo e occhi leggermente a mandorla. Lei non arrivò qui con quelle
fattezze o forme, le ha scelte e, grazie al suo meritevole servizio, le venne
concessa quell' evoluzione addolcente nel suo aspetto attuale.

S: È graziosa! Riesco in effetti a sentire la sua energia cadenzata! Sono così


felice che lei faccia parte della tua vita, Matthew.

MATTHEW: Lo sono anch'io, Mamma, ma ricordati per favore quello che ti ho detto
della sua importanza per moltissimi altri in questo regno che nutrono grande
amore per lei. Esseri come Ithaca fanno parte della magnificenza complessiva
offerta da questo regno.

S: Capisco, caro. Perché la sua immagine se n'è andata?


MATTHEW: Perché la tua concentrazione su di lei è diminuita permettendo uno
spostamento d'energia.

S: Forse perché mi è appena venuta in mente un'altra cosa, in un certo senso


collegata. Con chi vivono i neonati là?

MATTHEW: Quando neonati e bambini piccoli arrivano qui prima dei loro genitori,
a essi badano da madri e padri sostituti e anime androgine con attitudine
speciale per la cura. Vivono con i bambini in grandi case allegre e armoniose e
danno loro una tale abbondanza di amore e cure che raramente si vede sulla
Terra.
I nostri bambini sono costantemente circondati da,amore, guida, ricreazione e
insegnamenti. Non ci sono dispute sulle loro cure o istruzione in quanto ciò
avviene sotto la guida del Concilio, e chi si prende cura di loro riconosce la
saggezza di quelle linee guida. Proprio come gli adulti, tutti i bambini qui
hanno corpi e salute perfetti.

S: I bambini possono essere adottati se i loro genitori terreni non sono là?

MATTHEW: Sì, dopo che sono diventati abbastanza grandi da scegliersi una
famiglia per se stessi. Qui non c'è alcuna necessità che due genitori diano a un
bambino un'immagine equilibrata dei ruoli maschile e femminile e completa
sicurezza in famiglia, per cui ci sono anche dei genitori single. Se è
considerato assennato per lo sviluppo del bambino, lui o lei può passare tanto
tempo con il potenziale genitore o i potenziali genitori adottivi quanto
desidera.
A tutti i bambini viene dato il massimo onore e nutrimento, ed essi procurano la
vita di famiglia che è talmente importante per la crescita di tutte le anime
qui. Anche se in questo regno non nascono bambini, l'amore della famiglia è una
delle manifestazioni d'amore più brillanti e sacre in atto, non solo come
sensazione.
Mamma, so cosa ti frulla nella mente. Sì, mi piacciono ancora tanto i bambini e,
sì, c'è un bambino che ha un'importanza speciale per me. Stai vedendo una
bimbetta sorridente con riccioli bruni e grandi occhi scuri. Questa è Esmeralda.
È arrivata qui circa un anno fa, quando aveva soltanto 18 mesi. È cresciuta a
una statura che corrisponde all'incirca all'età di quattro anni sulla Terra e a
un livello d'intelligenza corrispondente a circa sei anni.

S: È bellissima! Matthew, grazie per avermi fatto vedere te ed Esmeralda


insieme.

MATTHEW: Prego, Mamma, da entrambi. Esmeralda proviene da una famiglia messicana


e lasciò molti cuori infranti quando prese la decisione di andarsene dopo che
una grave malattia l'aveva lasciata sorda e cieca. Fu un caso di destino non
pianificato cioè, non era previsto nell' accordo prenatale. A livello dell'
anima, lei decise di non affrontare le difficoltà a cui sarebbe andata incontro
se fosse rimasta e di non imporre le privazioni sulla sua famiglia
finanziariamente povera.
Così abbiamo qui Esmeralda, ed è una gioia per molti di noi. È particolarmente
cara per me. Sono il suo padrino, in termini terreni. Non la considero mia, ma
nell' affetto e nella lealtà si potrebbe dire che ci apparteniamo l'un l'altro
in amore. Lei passa molto tempo con me, ma abbisogna di attenzione personale
maggiore di quanto io possa dedicarle, per cui è meglio per lei vivere
regolarmente con altri bambini in quell' atmosfera amorevole che ti ho
descritto.
Io e Ithàca la portiamo spesso in un parco in riva al nostro lago preferito e
tutti e tre godiamo di queste uscite. Facciamo dei picnic, nuotiamo e facciamo
dei giochi. Se nella stessa area ci sono altre persone e desideriamo compagnia,
ci uniamo a loro se ci, invitano, o viceversa. Da questo punto di vista si
potrebbe dire che siamo come una qualsiasi famiglia felice sulla Terra che si
stai divertendo un sacco.
Esmeralda canta già in maniera stupenda, e si prevede che avrà una voce da vera
cantante quando sarà più grande. Qui il canto non viene considerato soltanto un
talento, bensì un dono da condividere. Per ora voglio soltanto coccolarla e non
sapere di più sul suo "futuro" di quanto vorrei se fossi suo padre sulla Terra.
So che lo puoi capire, Mamma. E so che apprezzi il fatto che 1'abbia condivisa
con te, come una piccola nipotina celestiale.

CAPITOLO 15

ANIMALI
S : Matthew, Freckles, Snoopy e Charley sono lì?

MATTHEW: Sì, sono tutti qui, e anche gli altri tuoi cani che non ho mai
conosciuto perché sono venuti dopo la mia partenza. Di questi, quello che sta
più spesso con me è Tango, probabilmente a causa del legame speciale tra lui e
te e tra te e me, ma lui passa la maggior parte del suo tempo con Esmeralda.

S: Sono così contenta che lui sia lì con te e con lei! Dopo tutti questi anni
quel piccoletto ci manca ancora. Tutti gli animali della Tèrra sono lì?

MATTHEW: La maggior parte, ma non tutti. Questo non significa che quelli che non
sono qui ne siano indegni, è soltanto che la natura di alcuni animali selvaggi
non è adattabile al di fuori del loro ambiente naturale, e noi non abbiamo degli
zoo o delle gabbie. L’intera famiglia dei grossi felini, per esempio, ha un
temperamento che è malleabile per vivere in pace, quando essi si trovano al di
fuori della catena alimentare della Terra, per cui sono tutti qui, e
naturalmente ci sono anche i tuoi gatti.

S: Perché non tutti i nostri animali feroci sono adatti a vivere là?

MATTHEW: Semplicemente non è possibile adattare a un temperamento più docile il


DNA di alcuni animali. Il rinoceronte, per esempio. Il suo cervello non permette
la trasmutazione di quell' energia feroce in qualcosa di più benigno, per cui
esso è uno che non può entrare o sopravvivere nella nostra raffinata densità. È
più pratico trasmutare in forme di vita positive l'energia di tutti gli animali
non adattabili, piuttosto che fare lo sforzo di trasformarli in animali
domestici. Tuttavia, per scopi educativi e per la gioia dei nostri bambini e
anche degli adulti abbiamo delle forme olografiche assolutamente realistiche di
quegli animali.
Al lato opposto della scala della vita animale ci sono i nostri amati delfini e
le balene, i più intelligenti e spiritualmente evoluti di tutti. Qui i loro
corpi sono molto meno massicci che sulla Terra, ma sono sempre adatti alla vita
marina e la loro personalità è invariata. Sulla Terra, l'enorme forma delle
balene è necessaria per mantenere la frequenza di luce nel loro ambiente e per
la comunicazione, ma ciò non è necessario qui in quanto sono state create
circostanze ideali per loro. Non tutta la loro energia cumulativa della Terra è
in questo regno, solo la quantità sufficiente per creare il legame energetico
tra umani e balene.
La situazione è praticamente la stessa per quanto riguarda i vostri pesci.
L’energia di base di tutti i pesci qui è creata all'incirca in due sole dozzine
di specie con colori brillanti e forme e fattezze straordinarie, però abbiamo
tutti gli uccelli conosciuti ed esotici della Terra. Tutti i vostri animali da
fattoria sono qui, naturalmente, ed elefanti, cammelli - tutti gli erbivori che
avete negli zoo, eccetto il rinoceronte. Abbiamo i serpenti, ma quelli che sono
velenosi lì, qui non sono maligni. Può darsi che tu non faccia salti di gioia
per i serpenti, Mamma, tuttavia sarai felice di sapere che abbiamo delle
farfalle, ma nessun insetto fastidioso.
S: Grandioso - niente più pulci o mosche! Matthew, gli animali lì si ricordano
delle persone o degli animali incontrati nella vita sulla Tèrra?

MATTHEW: Gli amati animali domestici si "ricordano" veramente le loro famiglie


terrene, umane e animali. Tuttavia, ciò avviene per mezzo del legame d'energia
d'amore e non per mezzo di ricordi attivi come avete voi, con immagini e ricordi
di voci. I loro legami non hanno bisogno di ricordi per mantenersi intatti.

S: Allora gli animali amano davvero!

MATTHEW: Certamente, Mamma! Quando gli animali ricevono un trattamento


amorevole, non solo sentono l'amore che viene dato loro, ma lo ricambiano. È il
principio energetico secondo cui "simile attrae il simile", ma è anche più di
questo. Gli animali hanno una capacità innata di sentire molte emozioni, che
viene attribuita loro da un numero troppo esiguo di persone. Quanto più alto è
il livello di intelligenza, tanto più ampia è la gamma delle emozioni possibili
che gli animali possono sentire. I cani possono esprimere quasi tutte le
emozioni degli umani, tranne quelle che possono essere chiamate "sofisticate",
come disonestà, dubbio, incoraggiamento - quel tipo di sensazioni che s'imparano
attraverso l'indottrinamento e l'esperienza.

S: Ho sempre pensato che gli animali avessero dei sentimenti uguali ai nostri,
ma sono felice di questa conferma. Quando gli animali che hanno vissuto insieme
sulla Tèrra arrivano nel vostro regno, sono anch'essi spinti a unirsi dai legami
affettivi?

MATTHEW: L’energia animale è attirata verso altra energia animale a causa della
stessa lunghezza d'onda. Quando sono presenti dei legami affettivi - e spesso ci
sono - una frequenza speciale della lunghezza d'onda raggiunge gli animali e,
proprio come per gli umani, essi sono riuniti per scelta attraverso il legame
affettivo. Quando un animale muore lasciando dei buoni amici di là, questi
sentono una differenza dopo la sua partenza!, ma il loro cervello non può
registrare ciò con una ragione, e nelle loro menti non ci sono immagini del loro
compagno. Una volta che gli altri cominciano ad arrivare qui, essi saranno
attirati verso quel primo amico e, infine, verso tutti quelli del loro gruppo a
causa dei legami che avevano stabilito di là.

S: Durante le loro vite qui, gli animali hanno dei ricordi delle loro esperienze
belle o brutte?

MATTHEW: Non ricordi espliciti, elaborati in immagini come le avete voi, bensì
un' energia mnemonica. Immaginiamo che un cane sia stato gravemente maltrattato
e trascurato per un anno nella sua prima casa e poi arrivi in una famiglia che
si prende cura di lui con coscienza e gentilezza per il resto della sua vita. Se
il cane, a causa delle sue esperienze traumatiche, ha sviluppato dei problemi
comportamentali quando era cucciolo, gli effetti di quel maltrattamento
rimarranno per tutta la vita nell'energia mnemonica del cane e saranno evidenti
nel suo comportamento. È il nucleo più profondo delle cellule cerebrali a essere
influenzato, e non c'è bisogno che il naturale comportamento reattivo sia
accompagnato da effettivi ricordi. Tuttavia, il comportamento può essere
attenuato se il cane nella sua seconda casa riceve soltanto un trattamento
amorevole. Questo modello di causa-ed-effetto è vero per tutti gli animali.
Aggiungerei che un lavoro come quello che fai tu, di trovare delle famiglie
generose per i cani randagi, aiuta a rafforzare l'intera rete di luce. Gli
animali che hanno vissuto nella paura o nella deprivazione non emanano più la
negatività causata dalle loro circostanze precedenti.
So che ti senti in colpa perché il tuo interesse primario è aiutare i cani pur
vedendo grande bisogno di assistenza anche altrove. Tu sei ispirata a fare
quello che stai facendo proprio come altri sono ispirati a dare sollievo nella
sofferenza umana o a preservare specie a rischio di estinzione o a tenere pulito
l'ambiente. Tutti questi tipi di assistenza sono inestimabili per la dispersione
della negatività o per la sua trasmutazione nella energia di luce che sta
preparando la Terra alla sua ascesa in una dimensione più elevata.

CAPITOLO 17

PREGHIERA
S : Che tipo di preghiera è considerata "giusta» lì dove ti trovi!

MATTHEW: Se questi possono essere chiamati "giusti", i vostri pensieri, i


sentimenti d'amore e la sollecitudine per gli altri sono delle preghiere. Questi
possono essere espressi in qualsiasi momento, in qualunque luogo, con parole
qualsiasi o senza parole, soltanto coi sentimenti. Gli effetti della preghiera
sono direttamente correlati all'intento e all'intensità dei pensieri e dei
sentimenti.

S: Gli effetti delle preghiere vengono diminuiti se le persone non vanno in


chiesa anche se conoscono il valore dell'energia di gruppo?

MATTHEW: Dio non ha mai inteso che le chiese fossero delle costruzioni di
qualche genere. Le magnifiche cattedrali sono un'idea dell'uomo, non di Dio. La
chiesa è tutta dentro l'anima. La chiesa è costituita dai sentimenti di
riverenza e di gratitudine di ognuno. È l'elevazione dello spirito all'amore e
alla luce di Dio. In questo modo, la chiesa è una singola preghiera che ha la
capacità di toccare l'universo.
In un edificio adibito a chiesa, pieno di gente che prega, possono esserci
soltanto poche persone le cui preghiere hanno un flusso d'energia puro e
potente. Molte persone pregano soltanto con una debole osservanza rituale, senza
alcuna energia reale. Altri pregano con una preoccupazione o un' angoscia tali
che la loro energia è alterata e ha un effetto sfavorevole su di loro,
aggiungendosi inoltre alla negatività universale. Ciò che influenza
positivamente ogni anima e l'universo è un flusso dolce d'energia, non il
pregare frenetico per delle condizioni specifiche. Ciò che sostiene e conforta è
l'equilibrio nell'energia.
Non sto parlando dell' intento della preghiera, ma soltanto dell' effetto dell'
energia implicata nel pregare. I’energia emanata in una preghiera per uno scopo
avido, completamente egoistico, può essere altrettanto intensa quanto una
preghiera espressa per la sicurezza di un membro di famiglia o di un caro amico.
L’intento viene registrato come un aspetto, e il flusso d'energia, o la forza,
come un altro aspetto.
Inoltre, uno che prega per un risultato specifico riguardante un' altra persona,
non conosce l'accordo prenatale di quella persona. Le condizioni e gli eventi
che colui che prega sta supplicando di cambiare, possono essere esattamente
quelli che l'anima ha scelto come lezioni di vita. Lo stesso vale per le
preghiere riguardanti voi stessi, dato che raramente la vostra coscienza è in
comunicazione con la vostra anima. Perciò pregate per il bene supremo vostro o
di un altro, e non dirigete intense emozioni verso un risultato specifico di
vostra scelta. Il risultato NON è una vostra scelta consapevole. Può darsi che
questa informazione vi dia un senso di sollievo, che verrà registrato nella
vostra sensibilità come un senso di pace. Ciò non solo permette all' energia di
fluire liberamente dentro al vostro sé fisico e psichico, ma anche di fluire
come armonia nella coscienza della Terra.
Mamma, so che hai sentito dire che le preghiere "per i morti" sono importanti e
ti sei chiesta perché mai sarebbe necessario. Be', noi non siamo "morti", ma
dato che si fa riferimento alle anime in questo regno, voglio assicurarti che le
preghiere per noi sono davvero importanti. Non intendo solo per quelli che
arrivano qui con un gran bisogno, di conforto e guarigione, ma anche per coloro
le cui vite sono vitali e vibranti, con lezioni e crescita spirituale in corso.
Naturalmente abbiamo bisogno e diamo il benvenuto alle vostre preghiere! E, per
favore, sappi che sono particolarmente benvenute quando sono equilibrate nelle
energie, perché quelle preghiere sono le più benefiche per noi e per voi, i
nostri cari.

CAPITOLO 18

TEMPO

S : Tu hai detto che la non esiste il tempo così come noi lo conosciamo, allora
perché usi la parola “tempo” o ti riferisci a periodi specifici del nostro
tempo? Per favore spiegami semplicemente la differenza tra il vostro tempo ed il
nostro.

MATTHEW . Bene Mamma ci proverò. Per quanto riguarda l’uso delle vostre parole
“temporali” dobbiamo usare le misure che voi avete escogitato per comprendere il
vostro passato presente e futuro affinché capiate i nostri messaggi. Non esiste
una struttura di riferimento comune eccetto le vostre lingue che no hanno le
parole per spiegare chiaramente il nostro “tempo” e neppure la distanza nel
senso universale. Non ce né bisogno delle vostre lingue in quanto non avete
alcuna possibilità di percepire la realtà al di là delle vostre dimensioni
sensoriali. Perciò è molto più facile per noi, e certamente per voi, se usiamo
le vostre parole relative agli orologi ai calendari nonostante non siano
applicabili qui. Abbiamo tuttavia un senso di cronologia che esprimiamo con
“fase di crescita spirituale” o “passaggi d’esperienza” o “serie sequenziali di
eventi”. Il processo di raggiungimento di traguardi di crescita è il nostro modo
di misurare ciò che chiamate passato, presente e futuro. So che secondo i vostri
standard, questo è alquanto impreciso, per non dire sconcertante. Ovviamente i
vostri vocaboli non possono contenere i termini espliciti per definire ciò che
vi e così possiamo solo sforzarci per descrivere delle approssimazioni di vita
oltre la vostra coscienza. In effetti, avete poche parole che possano descrivere
accuratamente o succintamente tutte le situazioni o i sentimenti di cui tu e io
discutiamo, Mamma. Forse è per questo che divago tanto quando cerco di
rispondere alle tue domande.
Ti darò alcuni esempi delle nostre parole che con facilità permettono una
maggiore espressività delle vostre. "Insulan" è la parola che spiega il modo in
cui operiamo come anime individuali all'interno del corpo universale di
interconnessione. Il nostro "virtuous" incorpora la vostra definizione, ma è più
che avere delle qualità pregiate e ammirevoli - descrive gli angeli,
racchiudendo la loro forza di proposito, la grande qualità di apprendimento e
servizio, e l'essenza esaltata che ha aumentato la loro luce. Quando diciamo
"placenta, intendiamo il protettore o lo spazio protetto in cui viviamo e
sperimentiamo. Forse è per questo che la nostra definizione di quel termine è
quello che è.
So di essermi allontanato dal "tempo", ma ho spiegato in maniera soddisfacente
il motivo per cui usiamo i vostri termini relativi a esso?

S: Sì, grazie, caro. Avete una sensazione del passare dei periodi di tempo -
diciamo, per esempio, tra l'inizio e la fine di una giornata o una settimana
qui? Come fate a sapere quando inizierà un corso o un evento particolare?

MATTBEW: Nonostante ci siano delle variazioni nei colori del nostro cielo a
intervalli che potrebbero essere considerati come il vostro spuntar del giorno e
la sera, non abbiamo periodi equivalenti alle vostre giornate di 24 ore o
settimane di 7 giorni. E non abbiamo alcun bisogno di segnare l'inizio o la fine
di una struttura di tempo che è semplicemente "tempo che passa. Tuttavia, i
nostri eventi pubblici, quali riunioni, corsi, conferenze, concerti e simili,
iniziano in un "orario" stabilito, e uno spostamento d'energia annuncia questi
eventi con grande preavviso così che quelli che vogliono partecipare possono
terminare altre attività. Perciò, abbiamo una consapevolezza avanzata di eventi
programmati e un senso di "presto" o "più tardi", ma non un momento specifico.
Nonostante la scienza matematica fornisca delle prove del fatto che la vostra
struttura temporale non esiste oltre il vostro uso di essa, i calcoli di un
continuum tempo/spazio su una lavagna - che sono incomprensibili per la maggior
parte di voi - sono lo stesso più facilmente raggiungibili delle condizioni
reali dentro la vostra psiche.

S: Alcune persone credono che la Terra sia stata creata soltanto diverse
migliaia di anni fa. Nel concetto universale di tempo, potrebbero aver ragione
loro, e gli scienziati, le cui stime partono da miliardi di anni, avere torto?

MATTHEW: Dato che tutti lì stanno usando lo stesso sistema di misurazione -


cioè, un anno di 365 giorni - dovrei dire che coloro che credono che la Terra
abbia soltanto diverse migliaia di anni non hanno ragione. Lo sviluppo evolutivo
del pianeta e delle sue forme di vita non sarebbe potuto avvenire così com'è
avvenuto ed essere compresso in quella breve struttura di tempo dei vostri anni.
Tuttavia, dato che tutte le vostre misurazioni del tempo - minuti o millenni -
sono congegnate per adattarsi soltanto ai vostri scopi, entrambe le età stimate
sono inutili su una base universale. Mamma, non è necessario che i tUoi pensieri
si sforzino ulteriormente su questo tema del tempo. La comprensione arriverà con
la residenza qui.

CAPITOLO 19

COMUNICAZIONE ALL'INTERNO DEL REGNO


S : Se vuoi stare con una persona là, come fai a farglielo sapere!

MATTHEW: La penso. Be', è molto più che un pensiero, altrimenti" se fosse solo
un pensiero a portarci insieme, tutti qui staremmo perennemente a farci visita.
Un contatto è il risultato di un mutuo desiderio di presenza o comunicazione. Si
tratta di una speciale lunghezza d'onda dell' energia. Le nostre vibrazioni
energetiche individuali sono altrettanto distintive quanto le impronte digitali
sulla Terra, e molto più facili da rintracciare, in quanto non è implicato alcun
meccanismo.
Se siamo impegnati quando qualcuno ci pensa solo casualmente, senza urgenza o
intenso desiderio, la nostra personale frequenza emette, per mezzo di una
schermatura di privacy, un segnale equivalente al segnale di occupato dei vostri
telefoni. Oppure, possiamo semplicemente non voler essere disturbati! In
entrambi i casi, in modo simile a un messaggio lasciato nella vostra segreteria
telefonica, la chiamata viene registrata dall' esistenza del pensiero che ha
emesso il segnale. Si tratta di un meccanismo di non-interferenza, o non-
interruzione, su una frequenza che può essere accesa o spenta, come la vostra
radio. Quando la schermatura viene rimossa, c'è una connessione istantanea tra
chi chiama e il destinatario.
Questo sistema permette sia una completa privacy personale che un metodo di
comunicazione di massa, come per esempio un avviso pubblico che una conferenza
sta per iniziare. In realtà, non si tratta di nulla di più di ciò che avete
escogitato imbrigliando la stessa energia con mezzi tecnici, ma qui la
tecnologia è intrinseca all' esistenza del regno e non serve alcuna attrezzatura
per la trasmissione o la ricezione.
Abbiamo un metodo facile e infallibile per ricevere un messaggio da passare a
qualcuno, come quelli che ho dato a te da riferire. L’iniziatore imprime
letteralmente i suoi pensieri sul mio sistema energetico per un trasferimento
diretto nelle mie pulsazioni affinché tu li ,riceva. Questa è una semplice
funzione di scaricamento come uh processo di base dei vostri computer.

S: Questo va oltre la mia comprensione, come sicuramente saprai, ma va bene lo


stesso - evidentemente funziona. Parlate mai ad alta voce, o tutt4 la vostra
comunicazione avviene per mezzo di questi processi di pensiero?
MATTHEW: Certamente possiamo parlare in modo udibile, ma la maggior parte delle
nostre comunicazioni personali e pubbliche è telepatica, o, come hai detto,
costituita da "processi di pensiero". Alle lezioni o alle riunioni pubbliche può
esserci un messaggio di benvenuto parlato, per una forma di cortesia nei
confronti di anime arrivate di recente che si trovano ancora più a loro agio con
la parola. Il messaggio parlato viene simultaneamente tradotto in tutte le
lingue della Terra e trasmesso al pubblico attraverso onde sonore appropriate.
Ma generalmente la conferenza o la riunione stessa vengono presentate
telepaticamente.

S: Ma la traduzione non sarebbe necessaria anche per gli scambi telepatici?

MATTHEW: Sì, lo è. Un terreno comune per interpretare le impronte dei pensieri


viene raggiunto per mezzo di un processo simile al sistema sviluppato per
l'interazione tra i vostri diversi tipi di computer e di programmi software. È
una sintesi di scambio di conoscenze che è inerente alla nostra memoria
cellulare, per cui non si tratta di qualcosa che debba essere imparato, ma
soltanto ricordato. Questa capacità si estende anche alle lingue parlate.
Abbiamo parlato con visitatori provenienti da oltre la nostra galassia usando
una modalità di comunicazione in cui tutte le lingue e tutti i dialetti vengono
introdotti e tradotti istantaneamente.

S: Matthew, tu parli mai con Dio?

MATTHEW: Sì, Mamma, noi "parliamo" . Tuttavia, non si tratta di qualcosa che
considereresti una vera conversazione, in quanto avviene molto di più che uno
scambio di parole. È un' esperienza dell' essenza intera che vorrei saperti
descrivere, ma non è possibile, perché la vostra lingua non ha parole per
spiegarla. Il massimo che posso fare è dirti che è come essere sciolti in un
tale amore avvolgente che le parole non sono necessarie, eppure vengono
scambiate idee complete. È un' esperienza ancor più esaltante dello stesso
amore, che ti ho descritto, espresso tra le anime qui.

S: Dio parla mai a qualcuno di noi?

MATTHEW: Tutto il tempo, se solo voi ascoltaste invece di pensare, pensare,


pensare. E, nelle conversazioni" con voi, ci sono parole, perché quella è la
vostra forma di comunicazione, e non capireste un messaggio senza parole, non è
vero?

CAPITOLO 20

COMUNICAZIONE CON LA TERRA


S : Voi sapete tutto quello che succede sullo Terra!

MATTHEW: Tutti gli eventi che potrebbero essere chiamati pubblici, in


contrapposizione agli eventi privati, personali, sì.
Li vediamo accadere, vediamo i pensieri 'dietro a essi, e vediamo 1'oscurità o
la luce sia attorno agli eventi sia ai pensieri. Osservatori addestrati sono
assegnati al monitoraggio di tutti gli eventi cosl che, quando un aiuto è
necessario ed è compreso negli accordi prenatali, 1'assistenza può essere data
istantaneamente.

S: So dalle nostre sedute con quanta rapidità può avvenire la comunicazione


telepatica e mi sto chiedendo come fate a proteggere i vostri pensieri privati.
MATTHEW: Mamma, quello che ti stai chiedendo è in che modo la rapidità della
telepatia influenza i tuoi pensieri! Ci .
sono due punti in questione qui. Ti ho detto della schermatura di privacy che
protegge noi qui dalle interruzioni, a meno che non ci sia un mutuo desiderio di
contatto. Un aspetto di quella stessa schermatura permette ai nostri pensieri
privati di essere indisturbati.
Per quanto riguarda la tua privacy, noi dobbiamo essere invitati nei tuoi
pensieri. Quando lo siamo, il contatto è istantaneo.
Ora ti stai domandando su che cosa sia fondato l'invito. Sulla legge universale.
Quando sono nei tuoi pensieri amorevoli, intensamente o solo "casualmente", la
tua energia mi raggiunge e io rispondo. Quando i tuoi pensieri sono unicamente
incentrati su un altro interesse o un' altra attività, compres~ quelli di natura
fisica personale, allora la tua frequenza per ricevere da questo regno non è
operativa. Non c'è alcun modo in cui possa intromettermi, perché in quei momenti
la tua energia è più densa di quando stai operando a un livello spirituale più
elevato. La comunicazione tra questo regno e la Terra richiede l'armonizzazione
delle energie a quel livello più elevato. Perciò, vedi, Mamma, tu hai una
completa privacy di pensiero e attività, quando la desideri!

S: Sono molto contenta di saperlo, Matthew! Probabilmente "udire» non è il


termine più adatto per la mia parte della nostra comunicazione. Tu come la
descriveresti, semplicemente telepatica?

MATTHEW: Be', "semplicemente telepatica è ancora una vasta gamma di


comunicazione con effetti realistici e potenti.
Come sai, l'aspetto ricevente permette alle voci individuali, con inflessioni
personali, di essere cosi reali come se fossero udite sulla Terra.
Effettivamente c'è un suono, ma la vostra gamma acustica è talmente ristretta
che raramente qualcuno ci sente, anche quando stiamo parlando proprio accanto a
voi.
Esistono altre dimensioni di comunicazione telepatica che hai sperimentato, ma
che non attribuisci a essa. Mentre mi ascolti, contemporaneamente tu vedi la mia
punteggiatura e le parole sottolineate o le parole scritte a lettere maiuscole
che voglio mettere in evidenza, e vedi le immagini che ti inviamo. Senti
l'energia di Ithaca, di Esmeralda e di altri, e anche la mia. Senti che ti
abbraccio. Due volte hai sentito il dolce profumo che ho inviato. Perciò, vedi,
l'energia della telepatia racchiude tutti i tuoi sensi, eccetto il gusto, e non
penso che saremo in grado di provvedere a questo.

S: Hai ragione, caro, e sono stata miope nel formulare la domanda. Quello che in
realtà mi serve è la spiegazione del COME ricevo i tuoi messaggi.

MATTHEW: Si tratta di un trasferimento d'energia. Tu "senti" i miei pensieri


impressi nella tua coscienza. Il pulsare dei miei pensieri assume una forma
effettiva, una forma pensiero, che lascia un'impronta sulle tue onde cerebrali
pulite, ricettive.
La fonte d'energia è luce che viene elettricamente commutata in pulsazioni le
quali, al tuo livello, vengono trasformate nelle vibrazioni delle parole. Le
pulsazioni non partono come parole, bensì, come frequenze vibratorie che mandano
brevi segnali d'intelligenza. L’interazione è continua, ma le mie parole
precedono sempre la tua comprensione. I miei pensieri innescano delle parole
immagazzinate nella tua memoria, e sempre i miei pensieri contengono una
programmazione di scelta. Quando la tua parola è adatta al mio scopo, la
accetto, ma quando non lo è la correggo - come ben sai!

S: Matthew, non ho capito una parola di quello che hai detto, tranne che quando
prendo un granchio tu sali in cattedra. Betsy mi ha chiesto come funziona la
nostra comunicazione, e probabilmente non capirà la tua spiegazione sul
trasferimento d'energia e sulle pulsazioni più di quanto la capisca io. Non puoi
semplificarla?
MATTHEW: Dammi un momento per pensarci, per favore... Grazie.
Betsy, ti darò un' analogia di come comunico con la Mamma.
Considera il battistrada di un pneumatico come il mio pensiero e la morbida
terra spianata come la coscienza della Mamma, o l'area di ricezione. Immagina la
chiara impronta del battistrada sulla terra. Il segno della ruota è l'impronta
del mio pensiero sulla coscienza della Mamma. Pensa alla pioggia come al
vocabolario di Mamma, e immagina parte della pioggia cadere nei solchi delle
impronte della ruota e riempire lo spazio fino al livello della terra attorno
agli stessi. La pioggia non cambia la forma dell'impronta, ne riempie soltanto
lo spazio. Questo spazio riempito può essere considerato il mio messaggio, i
miei pensieri riempiti delle parole di Mamma che erano appropriate per
trasmettere ciò che intendevo.
Saltuariamente c'è una leggera impronta extra nei solchi, diciamo dove c'è un
sassolino, e ciò causa una minuscola deformità nell'impronta di ruota altrimenti
perfetta. È in questi minuscoli gradi di deviazione che l'impronta del mio
pensiero e il vocabolario della Mamma producono una parola che non è una mia
scelta. Quando il mio intento non viene cambiato da quella parola, non viene
fatto danno alcuno. Difatti, non tocca a me scegliere ogni singola parola,
altrimenti non finiremmo un messaggio in tutta la giornata. Ma se la scelta
delle parole da parte di Mamma è contraria a ciò che intendo, la correggo.

Mamma, sono andato bene con questa analogia?

S: Sì, grazie, caro! Questo lo rende molto più comprensibile. A volte mi sento
come se stessi pensando a tutte le parole che vengono utilizzate, per cui è
naturale che mi stia chiedendo se sei tu o io a venir fuori con le informazioni.

MATTHEW: Il tuo pensare alle parole appropriate non interferisce con le mie
forme pensiero, Mamma. lo non faccio arrivare le tue parole. Tu rispondi alla
mia pulsazione rendendole disponibili per l'uso da parte mia. lo dipendo dalle
tue parole per riempire i solchi delle mie forme pensiero con frasi sensate che
ti permettano di comprendere quello che voglio trasmettere. lo faccio pulsare il
mio intento attraverso impronte di pensiero, e la tua energia, aiutata dal tuo
vocabolario, dalla tua memoria e dalla tua assistenza consapevole, permette alle
parole che meglio esprimono il mio intento di emergere nella tua mente. Sembra
che sia simultaneo, ma c'è un intervallo infinitesimale.

S: Perché allora, se l'intento è lo stesso, non parli allo stesso modo in cui
parlerei io?

MATTHEW: Perché il pulsare avviene con i miei pensieri, non con i tuoi! Mi serve
soltanto la tua riserva di parole, non la tua sequenza o la tua selezione
limitata di parole.

S: Be: non sapevo nemmeno che esistesse una parola come "evolvement" [un termine
raramente usato in inglese per indicare "evoluzione", N.d.T.]: allora questa da
dov'è uscita?

MATTHEW: È sufficiente la tua familiarità con le sillabe.

S: OK Quando parliamo al di fuori delle sedute e non ho pregato per una


protezione, come faccio quando mi siedo al computer, sono ugualmente protetta
contro le energie oscure?

MATTHEW: Certo che lo sei! Tutti sulla Terra sono totalmente protetti durante la
nostra comunione con loro! Molti di noi stanno visitando o comunicando
simultaneamente con i nostri cari di là, che ve ne rendiate conto o meno, e
mettere chiunque di voi in pericolo per via della ricerca di tale contatto è
impensabile, per cui entra automaticamente in atto uno scudo protettivo. Quando
la nostra energia si connette con la vostra, la schermatura viene
istantaneamente avvolta intorno a voi per fornire protezione e un canale per la
comunione. Quando la visita finisce, la schermatura viene ritirata
automaticamente, mentre la connessione energetica si dissolve e i nostri corpi
eterici sono allora separati dai corpi fisici di coloro a cui abbiamo fatto
visita.

CAPITOLO 21

POSIZIONE
S :Dov’è situato Nirvana in relazione alla Terra!

MATTHEW: Di solito non siamo molto più lontani dalla Terra di quanto lo sia la
vostra Luna, ma questo non è un regno statico, per cui le nostre relative
posizioni variano. E nemmeno gli altri luoghi disincarnati, che servono allo
stesso scopo del Nirvana, sono dei regni statici. Noi non ruotiamo come fanno i
pianeti, e non siamo legati dalla gravità che mantiene il vostro sistema
planetario in un' orbita regolare.

S: Sono contenta che tu sia così vicino! Nirvana è una sfera o assomiglia di più
a un anello planetario attorno alla Térra?

MATTHEW: Non ho mai pensato a questo regno come a una sfera, ma la sua forma è
più simile a quella che a un anello. I suoi confini sono flessibili, similmente
a un' ameba che si contorce prima di dividersi. Questo regno non è un singolo
luogo bensì una collocazione, il che significa che esso può comprendere varie
aree collegate eppure specifiche per fare determinate esperienze. Abbiamo molti
strati d'energia, e non tutti sono connessi. I nostri maestri e membri del
Concilio, che sono le anime più elevate del regno in quanto a evoluzione
spirituale, vivono al livello più alto, o più leggero, di densità.
L’altro estremo è il livello più basso, o più denso, lo strato dove vivono le
anime perdute.
So che ti sei chiesta quanto ci fosse di vero in un libro che hai letto molti
anni fa e che ti ha disturbato, perché descriveva una forma d'inferno che può
essere vista e visitata su questo piano, dove mi trovo io. Be', Mamma, so tutto
ciò perché queste preoccupazioni hanno fatto parte tanto a lungo dei tuoi
pensieri su di me, di dove mi trovassi e di come fosse il posto, ovunque potesse
essere, e non volevi neanche immaginarmi vicino a un luogo come quello di cui
hai letto.
Un luogo infernale di questo tipo esiste come parte del Nirvana, ma non è vicino
a questo strato del regno in cui io vivo. È permanentemente lontano da tutti gli
altri strati e non viola mai le nostre esperienze. Non potrebbe assolutamente
trovarsi qui vicino in quanto il conflitto tra le opposte densità d'energia non
permetterebbe la sua sopravvivenza. La luce che c'è qui illuminerebbe l'oscurità
di quello strato di massima densità, e le anime che si trovano là hanno
rifiutato la luce. Quegli individui impenitenti sono relegati nell' oscurità dai
loro processi di autoanalisi. Essi non sentono alcuna colpa o rimorso per il
dolore che hanno consapevolmente, volontariamente e intenzionalmente causato ad
altri.
Sulla Terra è probabile che si pensi a tutti i "malfattori" come a delle persone
che fanno delle cose irragionevoli, ma in alcuni casi esse hanno vissuto secondo
i propri accordi prenatali su lezioni specifiche per equilibrare i loro campi
d'energia. Le azioni di altri che hanno causato grande dolore e danno, possono
essere state dettate da misure di controllo della mente. E alcuni scelgono
davvero liberamente di danneggiare deliberatamente altre persone. L'intento
volontario è l'indicatore d'energia che separa l'ultimo gruppo dagli altri, ed è
ciò che relega le persone di quel gruppo nello strato più basso di densità del
regno.

S: Visto che la loro energia è talmente diversa dall'energia di voi altri, come
mai vivono ugualmente da qualche parte nel Nirvana?
MATTHEW: In quale altro posto vorresti che fossero, Mamma? Queste sono le anime
di esseri umani della Terra che hanno effettuato la transizione, non degli
abitanti di qualche altro sistema planetario. In alcuni casi, soltanto poco
tempo fa, essi camminavano e lavoravano in mezzo a voi! Non possono essere
spediti semplicemente "da qualche parte là fuori". Se così fosse, essi
potrebbero fare dei danni molto maggiori di quanto possano fare in un luogo di
tale densità che la fuga è impossibile per la loro stessa perpetuazione.
Inoltre, energia amorevole di luce viene continuamente diretta su di loro da
parte di esseri elevati e, se rispondono alla luce, essi evolvono agli strati
meno densi del reame.
A questo punto ho bisogno di chiarire una cosa. I.:energia, che è la forza
vitale di tutto, nella creazione, è neutrale. Il nostro attribuirle delle
qualità definendola luminosa, oscura, bassa, positiva, negativa e così via, si
basa sull' intento, o sull'uso mirato dell' energia da parte delle anime. Queste
qualità o condizioni, e tutte le caratteristiche personali che classifichiamo
come l'energia, o il campo d'energia, di una persona, sono in realtà degli
aggregati d'energia ma, per semplicità, omettiamo "aggregati" nei normali
riferimenti agli effetti dell' utilizzo dell' energia.

S: Capisco. Matthew, per favore, dammi un attimo per far scorrere indietro il
testo. A volte le tue informazioni sono talmente sbalorditive che non solo non
riesco ad afferrare quello che stai dicendo ma, mentre ti ascolto, mi dimentico
persino le mie domande.

MATTHE:W: So che non puoi mantenere due modelli di pensiero paralleli e rendere
giustizia a entrambi. Tale è la natura di queste comunicazioni. Ci deve essere
la separazione dall'operazione manuale di registrazione, per permettere la
successiva entrata in gioco dell' operazione mentale.
Ma certo, Mamma, rileggi il mio messaggio. Come ti ho detto, puoi fare quello
che vuoi durante le nostre sedute. Sempre! E anch'io, cara, ma non vorrei mai
fare qualcosa che ti possa deludere. La parte Matthew di me non lo permetterebbe
mai.

S: La tua parte Matthew oscilla in prominenza o forza oppure tutte le vite hanno
sempre un'influenza uguale? .

MATTHEW: Non si tratta di attribuire partizioni alle esperienze cumulative,


separando un compartimento dell' anima da un'altro. A questo livello c'è una
combinazione di tutta la conoscenza e di tutte le esperienze sensorie delle vite
cumulative, e il loro mescolarsi è inevitabile. Non vorremmo evitarlo, dato che
la maggior parte delle esperienze andrebbe sprecata e le lezioni scelte
verrebbero inutilmente ripetute e ripetute.
I pensieri, i ricordi e i legami sensoriali, che tu correttamente chiami legami
d'amore, sono più prominenti nella vita vissuta più di recente. Perciò è
naturale che, quando qualcosa che stai pensando o sentendo è a un'intensità tale
da raggiungermi, la mia parte Matthew venga a galla in risposta. Tu hai
innescato questa parte. Tuttavia, anche quando il personaggio Matthew è più
intensamente connesso con te, egli comprende tutte le esperienze di tutte le
vite di quest'anima cumulativa. Come ben sai, tu non stai evocando la prominenza
del solo personaggio Matthew in questa parte del discorso.
Ora, credo che tu volessi riprendere le tue domande leggendo un passaggio
precedente.

S: Sì, grazie. Hai detto che Nirvana non ha un'orbita regolare. Allora che cos'è
che vi mantiene nello spazio?

MATTHEW: Ci sono quelle che potrebbero essere chiamate perturbazioni, che


possono essere paragonate a tempeste di polvere cosmica, che mettono in moto
l'energia da fonti disponibili. Queste energie, che potrebbero essere paragonate
a un ciclone o un tifone terrestri, hanno un percorso regolare che, piuttosto
che opporsi, collabora con esse. Ciò produce un movimento che è del tutto
affidabile, non nel suo cammino ma piuttosto nella sua velocità.
Siamo più in sospensione che in orbita. Le energie non rimangono statiche nel
loro percorso, né in questo luogo, ma possono muoversi nell'universo come se
fossero indipendenti da altri movimenti che normalmente influenzerebbero la
materia con una massa superi,ore alla nostra. Credo che il mio esempio di un'
ameba che si prepara a dividersi descriva in maniera adattissima il percorso e
la flessibilità di movimento di questo regno, per cui, se riesci a visualizzare
un'immagine del genere in mezzo al vostro sistema solare orbitante, credo che
riuscirai a immaginare i relativi movimenti di questo regno e della Terra.

S: OK, ma ora vedrò un'ameba gigante nel cielo quando ti penso. L'altra cosa che
ti volevo chiedere è quanto è grande Nirvana?

MATTHEW: Bè, questa sì che è un'immagine materna carina, Mamma! Bene, suppongo
che, come grandezza, potremmo essere paragonati a Venere, anche se qualsiasi
paragone con una sfera non ha affatto senso, perché esse non hanno la
flessibilità e la capacità illimitata d'espansione che noi abbiamo. La nostra
schermatura protettiva ha quella capacità d'espansione, l'universo ce l'ha,
l'interezza della Creazione ce l'ha, ma le sfere individuali no .

S: Che cos'è quella schermatura protettiva di cui parli? Perché l'avete?

MATTHEW: La schermatura è una copertura flessibile di luce che ci permea, simile


alla vostra atmosfera, in quanto non soltanto circonda i corpi, ma è dentro di
essi. Non abbiamo la capacità di fabbricare questa schermatura da soli, perché è
fatta di sostanza e va oltre a ciò che i nostri poteri di manifestazione possono
creare. La schermatura è la luce di Cristo, radiante dal Creatore, trasmessa
attraverso Dio e diretta al nostro regno e agli altri regni che servono allo
stesso scopo di Nirvana.
La protezione dello schermo è necessaria perché siamo abbastanza vicini alla
Terra da essere altrimenti gravemente colpiti da tutto l'inquinamento e
l'interferenza da parte delle energie più basse dell'universo. Naturalmente, non
quelle energie legate alla Terra, ma tutte le altre che vogliono devastare la
santità di questo regno.
Lo schermo è potente, quasi impenetrabile da parte di entità inferiori alle
nostre frequenze di quarta densità. Dico "quasi", in quanto ci sono stati degli
incidenti in cui le forze oscure di dimensioni tecnologicamente, ma non
spiritualmente, più avanzate l'hanno perforato e le energie più basse sono
momentaneamente entrate. Ma è un avvenimento eccezionale e viene rapidamente
scoperto, e nessun danno può essere causato ad alcuno dei residenti o degli
ospiti di passaggio.
Questo include le persone della Terra che stanno facendo visita qui in stato di
sogno e coloro che sperimentano la supracoscienza della pre-morte.
Quando c'è uno squarcio nello schermo, si verifica una vibrazione di una forza
tale che i membri del Concilio lo sanno immediatamente, e i guerrieri
dell'universo al servizio della divina luce di Cristo sono istantaneamente
disponibili, prima che venga fatto ulteriore danno allo schermo o che quantità
significative di entità basse possano entrare.
Non riusciamo a capire perché questa forza combinata agisca cosl, dato che
quelle entità non possono vivere in questa densità più elevata e la loro energia
viene trasmutata nella nostra atmosfera. Le loro identità vanno perdute, senza
aver servito alcuno scopo duraturo. Ma sono meramente degli strumenti delle
forze oscure, e per queste ultime le forme di vita sono sacrificabili.

S: "Energie basse "entità basse" e 'forze oscure" sono sinonimi per indicare gli
stessi esseri?

MATTHEW: Si. Questi e altri termini simili sono dei riferimenti descrittivi che
possono essere intercambiati per indicare la forza universalmente potente di
natura negativa che voi comunemente chiamate il male.
"Oscuro" o "oscurità" indica entità che operano lontano dalla luce. Il loro
scopo è di annullare tutta la luce nella Creazione. Energie o entità "basse" è
un termine descrittivo del livello di densità in cui questi esseri sono caduti,
lontani da Dio e dal Creatore. In realtà, queste entità non sono mai separate da
Dio e dal Creatore, ma nella loro luce limitata esse sono inconsapevoli di
questa realtà.
Quanto più densa, o bassa, è l'energia, tanto più legate alla negatività sono le
anime che operano a quel livello. La sistemazione più bassa di tutte, quel
livello ultimo di questo universo a strati multipli, è la più distante dai regni
angelici, i quali sono al livello più elevato, o più leggero, più vicino al
Creatore.

S: Matthew, sono contenta di sapere che siete al sicuro là dove ti trovi! Chi vi
protegge prima che /o schermo venga riparato, e chi /o ripara?

MATTHEW: Normalmente sono i membri della forza intergalattica di Hatonn a fare


entrambe le cose. Un segmento di questa flotta, che di solito è di base nel
sistema delle Pleiadi, è nello spazio in qualità di guardiano della schermatura
qui e negli altri regni uguali al nostro. Essi mantengono inoltre lo schermo nel
suo stato naturale di protezione totale.
L'equipaggio non è esattamente responsabile per la protezione di questo regno
ma, nel corso di parecchi anni passati, essi sono diventati le principali
sentinelle contro i disordini che sono stati così prevalenti in questa zona.
Migliaia di queste piccole navicelle spaziali sono di pattuglia qui in qualsiasi
momento. Esse ruotano in questo incarico di guardia in modo simile alle
pattuglie di polizia sulla Terra. Prima che esse si assumessero questa
responsabilità, normalmente una grande nave spaziale da Sirio stava nelle
vicinanze o faceva delle fermate frequenti per monitorare il nostro schermo.

S: Hai incontrato qualche membro dell'equipaggio di riparazione?

MATTHEW: Ne ho incontrati alcuni e mi sono goduto molto lo scambio di idee e


informazioni. Uno dei miei preferiti viene qui occasionalmente solo per farmi
visita, non per lavoro. Lui ammira il ritmo e la varietà della mia vita e dice
che le sue visite qui sono come delle vacanze, perché diventa noioso volare
semplicemente per tutto il tempo in giro per l'universo.

S: Immagino che tutti i lavori diventino noiosi dopo un po’ : Come fanno a
riparare lo schermo?

MATTHEW: Il processo di riparazione consiste essenzialmente nel mantenere


stabile l'energia, o nell' ancorarla allo strappo nello schermo, per poi
attirare dell' energia da un' altra fonte e imbrigliarla alla velocità e
frequenza richieste per unire i due circuiti. L’energia ha una colla tutta sua,
ma deve essere manipolata nella giusta posizione e surriscaldata, e questa è la
ragione per cui la velocità viene accelerata in modo da ottenere la fusione
richiesta.

S: Gli equipaggi di riparazione arrivano in corpi fisici?

MATTHEW: Normalmente(arrivano nei loro corpi umani di quarta densità, ma non vi


sono costretti. Possono manifestare dei bellissimi corpi una volta qui, perché
la nostra atmosfera di luce glielo permette senza intrappolarli. I corpi di
terza densità, come sono i vostri, non possono entrare in questo regno, ed è per
questo che soltanto le vostre anime vengono a farci visita.

S: Per favore, raccontami ancora di queste forze che riescono a penetrare lo


schermo.

MATTHEW: Sono le forze oscure che vogliono disturbare la tranquillità,


l'apprendimento e la guarigione, ma specialmente l'evoluzione spirituale, che
regnano qui. Stiamo costantemente combattendo questi nemici - non in una
battaglia, come tu pensi, con forze da combattimento e armi, bensì con la luce.
Spesso queste energie sono un' entità non identificabile. Un campo di forza è
probabilmente un termine migliore per descriverle, ed è potente. Mamma, ci sono
delle attività di distruzione talmente massiccia sui piani interiori che esse
vanno oltre la tua comprensione. A volte vanno oltre la mia stessa comprensione,
non tanto riguardo a ciò che sta succedendo, quanto riguardo al perché.
L universo intero viene influenzato da quest'era di sconvolgimenti. La
corruzione, la falsità e la propaganda di guerra sulla Terra non sono la causa
di eventi mondiali catastrofici, bensì sintomi degli eventi più drastici e più
diffusi che stanno accadendo su scala universale. In molti modi siamo protetti
contro la crudeltà che sta influenzando tantissime altre anime.
Tuttavia, non siamo soltanto un piccolo gruppo di esseri protetti, né lo sono
gli altri regni santuari. C'è una ragione per la nostra stabilità di fronte al
furore che impera tutt'attorno a noi, proprio come c'è un posto per quell'unico
essere saggio, calmo, per rimanere in equilibrio anche quando è attorniato dallo
scompiglio. Nirvana e gli altri regni di più grande purezza e chiarezza sono dei
punti di ancoraggio per l'universo, elementi stabilizzanti essenziali per
mantenere su una rotta stabile la rivoluzione dei sistemi solari. Il campo di
forza della spiritualità prevalente in queste aree a più alta densità è in una
costante frequenza di stabilità.
Si può fare affidamento senza eccezione sul fatto che l'armonia, la tranquillità
e la stabilità della nostra più elevata densità siano il fulcro per equilibrare
elementi esterni. Questo è vero a prescindere dall'influsso di anime, perché c'è
un'assegnazione immediata in accordo con l'energia di transizione che riflette
le attività della vita terrena di ogni anima. Si potrebbe dire che questa
stabilità è il "Cielo" del Nirvana, in quanto la parte che potrebbe essere
considerata "l'inferno" non ce l'ha.

CAPITOLO 22

VIAGGI

S : Hai detto che il viaggiare è una delle attività principali dei residenti del
Nirvana e, naturalmente, so che tu vieni qui. Come lo fai e in quali altri posti
vai?

MATTHEW: Mamma, c'è un traffico continuo qui! La nostra schermatura di privacy


impedisce che l'attività di milioni di viaggiatori all'interno del regno e di
tutti coloro che arrivano o partono da qui in un dato momento, disturbi gli
altri. Altrimenti qui sarebbe un pandemonio.
Per i viaggi interni del regno abbiamo lo stesso tipo di trasporti che avete
voi. Le persone che amano guidare la macchina, o volare, o andare in barca, o
viaggiare in treno o in autobus, manifestano questi veicoli quando li
desiderano. Abbiamo anche altre modalità, ma la più comune di tutte è,
probabilmente, il viaggio astrale in un corpo meno denso dei nostri corpi
eterici di tutti i giorni. Il corpo astrale permette di viaggiare quasi dovunque
- be', ovunque degli esseri di luce desiderino andare e, anche se si tratta di
un' esperienza meravigliosa, non è senza rischi. Esistono delle autostrade
universali, per così dire. I viaggi astrali sono limitati a uno spettro di
lunghezze d'onda entro una banda definita che permette questi viaggi con
tranquillità. Al di fuori di quella banda, o sono pericolosi per la frequenza
dell' anima disincarnata o non sono affatto compatibili e, pertanto, non sono
nemmeno una possibilità. La maggioranza della gente della Terra non può neanche
immaginare che ci siano dei viaggi spaziali costantemente in atto in tutto
l'universo con modalità e velocità diverse - dentro alle astronavi o senza di
esse.
Le visite tra questo e gli altri regni disincarnati sono frequenti. Questi
ultimi differiscono dal Nirvana in quanto i loro residenti hanno vissuto le loro
vite fisiche in ambienti considerevolmente diversi dalla Terra, e il regno
spirituale di ciascun mondo è progettato per ospitare nel migliore dei modi le
anime che vi risiedono. La maggior parte di quei regni non si avvicina nemmeno
alla bellezza del Nirvana, anche se possono essere tecnologicamente più evoluti.
I nostri maestri istruttori provengono spesso da quei luoghi specificamente per
istruirci in tecnologia, che noi poi rendiamo disponibile nell' etere per
renderla accessibile agli scienziati e agli ingegneri sulla Terra.
Ho visitato molti altri regni celesti in questa galassia, ma non vado spesso in
quelli delle altre galassie. Non è per mancanza d'interesse, bensì puramente per
la necessità dei miei servizi qui. È come quando ti fai una lunga vacanza
lontano da tutto, quando le tue responsabilità te lo permettono, e quando non te
lo permettono ti prendi un breve periodo di riposo vicino a casa. Per noi non si
tratta della distanza da coprire, si tratta delle complessità della densità e
degli altri aspetti dei viaggi astrali che mi dissuadono dal fare viaggi oltre
questa galassia. Per questa stessa ragione, a parte la Terra, faccio raramente
dei viaggi in luoghi con abitanti fisici.
Le frequenze vibratorie sono diverse e i viaggi in molti di questi luoghi
richiedono un bel po' di preparazione e di sforzo per il recupero.

S: Ho letto da qualche parte che la densità della Terra può intrappolare forme
di vita evolute che vengono qui in corpi fisici. Se le cose stanno così, per
quale ragione, e che cosa accade loro?

MATTHEW: Quello che hai letto è corretto. Il materializzarsi per entrare in una
densità più bassa è molto più facile che elevare quella densità ad un livello
che sia più sicuro per il viaggiatore. L’energia è il mezzo con cui le densità
vengono cambiate e il mezzo con cui il trasporto viene effettuato. L’elemento di
rischio è la combinazione. Rimanere intrappolati nella densità più bassa e
perdere tutta la precedente consapevolezza universale è ciò che accade fin
troppo spesso a coloro che compiono tali viaggi, per cui la saggezza consiglia
che quando un viaggio del genere viene intrapreso, la missione venga compiuta in
tutta fretta e che il commiato sia sollecito.

S: Ma tu puoi venire qui nel tuo corpo eterico senza rimanere intrappolato. Che
cos'è che permette questa differenza?

MATTHEW: La sicurezza dei nostri corpi di più alta frequenza è garantita dalla
nostra schermatura protettiva. Un tempo la Terra non aveva una densità superiore
a quella di Nirvana, ecco perché potevano esserci dei continui viaggi avanti e
indietro. Ora dobbiamo avere una copertura di energia di luce per proteggerci
dalla negatività che crea la densità della Terra. Questa negatività è stata la
causa che ha posto fine alla facilità dei passaggi e della comunicazione
telepatica costante esistenti in precedenza tra i nostri due mondi.
Noi non ci avventuriamo in densità inferiori alla terza senza uno scopo, una
protezione e un'autorizzazione speciali del Concilio per la missione. Lo scopo
sarebbe un servizio di estremo amore, forse nei riguardi di una persona cara che
sia caduta talmente lontano dalla luce che un' anima preoccupata, qui presente,
chieda di assisterla in una richiesta di recupero. La richiesta può partire
dall'anima caduta o da qualcuno che presenta una petizione di assistenza per
conto di quell'anima.

CAPITOLO 23

RICREAZIONE
S : Avete delle attività ricreative simili alle nostre, a parte i viaggi? Be:
molto più simili alle nostre dei vostri viaggi!
MATTHEW: In molti casi si, ma con alcune differenze, come forse immagini. Gli
eventi sportivi sono molto popolari qui, proprio come Il, ma noi consideriamo lo
sport tanto un' esperienza d'apprendimento quanto ricreazione, e il nostro
atteggiamento riguardo agli sport di squadra differisce dal vostro.
Quelli tra noi che condividono l'interesse per lo stesso gioco sono un gruppo di
amici piuttosto che un' organizzazione come le vostre squadre. Nessuno viene
escluso perché non è altrettanto bravo quanto gli altri e, naturalmente, nessun
giocatore percepisce una retribuzione esorbitante. E non esiste alcuno spirito
del tipo "Ammazzateli!" nelle nostre competizioni!
Abbiamo anche moltissimi altri sport individuali, o per poche persone che
condividono l'attività. C'è il nuoto, che è ancora il mio preferito fra tutti, e
il tennis, il golf, ciclismo, tutti i vostri sport invernali - in effetti,
abbiamo tutti gli sport che avete voi, tranne quelli che danneggiano o
distruggono qualsiasi tipo di vita. Questi includono il pugilato, che può
danneggiare il cervello, e naturalmente non pratichiamo la caccia, la pesca o
qualsiasi genere di lotta tra animali. Ma le persone che erano state attratte,
come partecipanti o come spettatori, verso questo tipo di attività sulla Terra,
non ne sentono la mancanza. Una volta che hanno visto la sacralità di TUTTA la
vita, qui, essi spostano facilmente il loro interesse verso attività ricreative
non-distruttive. Oh, e non ci dedichiamo a cose così stupide come la lotta nel
fango o le pericolose corse in auto.
Gli spettacoli sono una parte importante della nostra -ricreazione, qui proprio
come là. I nostri concerti sono magnifici! Alcuni echeggiano come 10.000 archi e
flauti e strumenti a fiato in una purezza angelica. Abbiamo anche altri tipi di
concerti, con della musica talmente bella che tutti gli ascoltatori sono
incantati. Ma se scegliamo di non presenziare al concerto, possiamo essere dove
vogliamo e sintonizzarci sull' onda radio che corrisponde alla fonte
trasmittente senza perderci una nota.
Le produzioni drammatiche sono immensamente popolari e la loro qualità eccede
persino i vostri show più spettacolari.
Nei nostri teatri, esattamente come nelle nostre sale da concerto, abbiamo
quelle persone eccezionalmente dotate che una volta si esibivano così
brillantemente per voi. Abbiamo grandi scrittori, le cui opere ancora emozionano
il pubblico lì da voi, e attori e attrici di Broadway e Hollywood, tanto
ammirati sulla Terra. Senza le limitazioni del loro precedente mondo della terza
densità, le loro interpretazioni sono più raffinate di quanto siano mai state in
precedenza sulla Terra. Abbiamo inoltre le persone "dietro le quinte", i cui
magistrali talenti tecnici o artistici sono una parte essenziale di qualsiasi
splendido spettacolo.
I teatri stessi sono delle drammatiche vetrine, e i nostri "effetti - speciali"
superano la vostra immaginazione - si potrebbe dire, letteralmente, che il
limite è il cielo!
C'è una forma di spettacolo più intimo che chiamiamo semplicemente "l'ora del
racconto". I nostri cantastorie sono talmente esperti da incantare sia gli
adulti che i bambini, per cui anche questi eventi sono popolari. Lo sono anche
le grandi o piccole riunioni sociali di gente che condivide gli stessi
interessi, proprio come quelle che piacciono a voi, ma alle nostre feste non
vengono mai serviti alcol o droghe "sociali".
Tutti questi intrattenimenti sono una parte importante dcl.
la vita qui, ma la nostra ricreazione può essere così semplice come una breve
piacevole conversazione o il vedere un panorama incantevole. I momenti
affascinanti del genere non vengono considerati sulla Terra con il
riconoscimento e l'apprezzamento che meritano per il modo in cui elevano lo
spirito, il che è esattamente lo scopo della ricreazione.
Inoltre, l'apprendimento è talmente piacevole per noi che le lezioni pubbliche e
gli oratori ospiti in una classe sono considerati un tipo di ricreazione, mentre
sulla Terra sono molto poche le persone che considerano le aule scolastiche dei
luoghi di ricreazione.

S: Posso smettere di chiedermi se hai abbastanza da fare lì dove ti trovi. Avete


la televisione?
MATTHEW: Non normalmente, ma le persone appena arrivate, alle quali piaceva
tanto guardare la televisione durante le vite terrene, possono manifestare i
propri televisori, se lo desiderano. Tuttavia, la programmazione potrebbe essere
limitata, perché devono manifestare anche quella! Qui da noi la trasformazione
del talento in uno spettacolo avviene dal vivo, ed è di una qualità e varietà
talmente superba che, una volta abituati alla vita qui, quasi nessuno preferisce
spettacoli "meccanici".
Tutti quelli che vogliono partecipare ai concerti o agli spettacoli teatrali
possono farlo. Non ci sono dei prezzi esorbitanti per i biglietti che
impediscano la partecipazione, e non ci sono delle sedie scomode. Lo spazio non
è un problema in quanto non dobbiamo combattere con dei corpi fisici densi.
Anche il trasporto non è un problema. L’arrivo può essere istantaneo, perché
serve soltanto il desiderio di andarci, e non ci sono persone impossibilitate a
causa di limiti fisici. Se la gente di là avesse la stessa facilità che abbiamo
noi nel partecipare agli spettacoli dal vivo, penso che sarebbero molte di meno
le persone che passano tanto tempo davanti al televisore, non lo pensi anche tu?

S: Credo davvero di sì! Voi celebrate qualcuna delle nostre feste?

MATTHEW: Con rispetto riconosciamo i giorni più sacri di tutte le religioni


rappresentate qui, ma quei vari momenti possono essere più attivamente celebrati
da individui il cui viaggio è stato in accordo con la religione prescelta
durante la vita immediatamente passata.
Mamma, data la loro rilevanza in questo contesto, voglio menzionare di nuovo due
cose che ti ho detto. Innanzi tutto, noi siamo anime cumulative, non soltanto
l'anima dell' ultima vita, e la maggior parte di noi ha vissuto molte vite nelle
varie religioni devote della Terra - come pure la maggioranza di voi. Specifico
"devote" perché il satanismo, per quanto empio, viene classificato come
religione lì da voi - e nessun seguace del satanismo si troverebbe mai qui!
Seconda cosa, l'energia dell'anima dei più sacri personaggi delle più importanti
religioni della Terra proveniva dal regno Cristico, quel regno angelico più
elevato che è il più vicino al Creatore. Con quella stessa origine, nessuno può
essere considerato più illuminato o santo di un altro.
Le feste nazionali della Terra non vengono festeggiate qui come tali, ma siamo
ben consapevoli della pompa e delle cerimonie che avvengono di là. Osserviamo i
cortei e i discorsi con divertimento ma anche con tristezza a causa dell'inganno
politico che si nasconde dietro a tutto questo. No, Mamma, non voglio intavolare
una discussione sulla vostra politica, adesso, per cui ti chiedo di mettere da
parte la tua domanda!

CAPITOLO 24

EDIFICI
S : I vostri edifici sono uguali ai nostri come grandezza, aspetto e
costruzione, o sono completamente diversi da qualunque cosa che io potrei
riconoscere?

MATTHEW: Non avresti alcun problema a riconoscere i nostri edifici, Mamma, ma li


guarderesti con meraviglia perché brillano! I materiali edili sono sostanze
disincarnate la cui densità comprende una frequenza che brilla. Tuttavia,
esistono delle considerevoli differenze nell'intensità luminosa degli edifici.
Tutti gli edifici pubblici brillano di più di quelli residenziali, ma ci sono
vari gradi di luminosità in entrambi i tipi di strutture. Le case dei nostri
maestri e membri del Concilio brillano più di tutte le altre, e non c'entrano
niente la grandezza o lo stile, ma soltanto gli occupanti. Questa stessa
variabilità vale anche per i nostri edifici residenziali composti da
appartamenti.
La quantità di luce emanata negli edifici pubblici è determinata dall'uso a cui
sono adibiti, il che a sua volta determina i processi di pensiero richiesti per
la loro progettazione e costruzione.
Manifestare degli enormi edifici elaborati, con scopi elevati, richiede immense
quantità 'di potenza sempre più controllata. Il processo della loro
manifestazione non richiede molto tempo, ma i preparativi che permettono a quel
processo di aver luogo implicano una vasta collaborazione e una complicata
progettazione da parte del nostro ampio esercito di architetti e ingegneri
esperti.
La nostra grande sala, che supera in dimensioni e grandiosità le vostre più
grandi arene e le maestose cattedrali, potrebbe essere considerata il gioiello
della corona di tutte le strutture di questo regno. La sua essenza scintillante
rifletterà per sempre non soltanto la luce del suo marmo e del suo oro, ma anche
dell'energia che ne ha compiuto la progettazione e la costruzione.
I.:erigere questo magnifico edificio ha richiesto il lavoro di squadra di
migliaia di anime, con le loro menti focalizzate a dirigere energia in zone
specifiche. Ma prima che ciò potesse accadere, c'è stato un lungo periodo di
tempo durante il quale esse hanno concentrato i loro poteri nella pianificazione
e progettazione degli aspetti che più tardi sarebbero stati visualizzati per
dare loro forma. Abbiamo anche molti altri edifici pubblici spettacolari e, in
base alla grandezza e allo stile, l'edificazione di ognuno ha richiesto un
numero minore di anime e meno energia per la progettazione di quanto ne abbia
richiesto la grande sala.
Ora, per quanto riguarda le abitazioni, abbiamo molti edifici multi-residenziali
con appartamenti semplici o lussuosi che possono comodamente accogliere parecchi
individui. Questi edifici sono simili ai vostri, ma persino i più piccoli e più
semplici sono molto più attraenti di quelli che voi chiamate case popolari. La
nostra progettazione architettonica include aspetti di design d'alta qualità,
privacy e vivacità, e la paesaggistica è sempre bellissima.
Dato che in qualsiasi momento qui risiedono molte più anime singole che coppie o
famiglie, ci sono molti edifici enormi e attraenti del tipo dei dormitori. La
maggior parte è vicina al centro, dove sono collocate le università, le sale
conferenze e altre attività civiche principali. Naturalmente, le anime singole
possono scegliere anche case private.
Per le abitazioni sono disponibili tutte le dimensioni, tutti gli stili
architettonici e i materiali edili che possano essere visualizzati, da piccole
case di due stanze a pretenziosi castelli la cui pianificazione ed edificazione
richiede 50 o più anime. Oppure, le persone possono vivere in una capanna
rustica sulle montagne, su una nave o in un campeggio nei boschi, se si sentono
attratti da questi habitat.
Perciò, puoi vedere che i nostri quartieri variano considerevolmente, proprio
come sulla Terra, ma in questa parte del regno non esistono sporcizia o
immondizie o rovine. Persino i quartieri poveri potrebbero essere manifestati,
ma nessuno qui sceglierebbe di farlo, per cui tutto è intatto e in ordine, e
tutti gli edifici sono mantenuti in eccellenti condizioni. Nessun vicino è
considerato povero da noi, e non esiste la "parte sbagliata della strada .

5: La gente può scegliere qualsiasi tipo di casa e posizione desideri?

MATTHEW: È un po' più complicato di così. Non esiste alcuna proprietà, come
negli atti e nei documenti legali che garantiscono un diritto chiaro e
incontestabile e, naturalmente, nessuna restrizione monetaria. Tuttavia, esiste
una base di guadagno per tutte le sistemazioni degli alloggi. È un sistema di
auto-valutazione, sia dei propri servizi durante la vita sulla Terra sia della
crescita spirituale qui, unitamente alle raccomandazioni del Concilio per la
motivazione e il progresso. Quando uno fa dei progressi nell' apprendimento
scelto, un trasloco in un alloggio di qualità superiore è possibile, ma non è
richiesto. Le nostre anime più evolute spesso scelgono una semplice casetta
piuttosto che la grande tenuta a cui hanno diritto.
Tutti i nostri edifici pubblici e condomini sono manifestati d::}. operai edili
altamente qualificati e la maggior parte delle persone richiede il loro aiuto
professionale nella progettazione e nella manifestazione delle proprie case. I
servizi di questo campo specializzato sono resi disponibili per tutti, ma alcuni
individui preferiscono costruire da sé le proprie case. Strutture piccole, non
complicate, possono essere pianificate ed erette addirittura da due soli
costruttori non professionisti che abbiano studiato i principi della
costruzione. Qualunque sia la formazione, il livello di capacità di
manifestazione di questo regno richiede almeno due anime.

S: Perché? Dato che potete manifestare qualunque tempo vogliate, sarei portata a
pensare che manifestare una semplice casetta.
sia un gioco da ragazzi.

MATTHEW: Il paragone tra il manifestare il tempo e il manifestare un edificio è


come la vostra figura retorica "paragonare mele e arance". Manifestare il tempo
richiede degli elementi in forma pronta. Manifestare degli edifici richiede non
solo un processo di visualizzazione più complesso, ma anche la creazione dei
materiali da costruzione.
Mamma, ti spiego perché ci vogliono almeno due di noi per manifestare un
edificio anche minuscolo. Pensa a una scatola di cartone appiattita. I suoi
"muri" sono costituiti dalle linee di ripiegatura - questa è la forma di
costruzione che si otterrebbe se a manifestarla fosse soltanto un'unica anima, e
sarebbe senza valore. Per ottenere un edificio ci vogliono, contemporaneamente,
una mente che visualizzi le caratteristiche esterne e un' altra mente che si
focalizzi su una visione dettagliata dell'interno, e questa combinazione dà alla
casa una forma funzionale.

S: Capisco, però sono ugualmente sorpresa da quel limite nella capacità di


manifestazione che avete là.

MATTHEW: Mamma cara, questo luogo non offre l'apice di realizzazione che tu
ancora pensi. Nessuna anima qui ha la quantità di concentrazione sufficiente per
erigere da sola anche la più semplice e la più piccola delle costruzioni. Noi
siamo in una modalità di apprendimento e crescita, proprio come voi. Questo
regno offre dei corsi più avanzati di quanto possa offrire la Terra, ma le
nostre capacità in qualsiasi campo sono inferiori a quello stesso genere di
capacità degli esseri di più elevata densità. Noi siamo umani del quarto livello
di densità, per cui puoi capire che sia l'intelligenza sia la capacità di
manifestazione delle anime del sesto e del settimo livello sono molto superiori
alle nostre.
So che hai sentito usare sia il termine "densità" che "dimensione" per indicare
i livelli di evoluzione. I termini dovrebbero essere equivalenti, ma "densità" è
quello più corretto, perché è una descrizione nel contesto delle leggi naturali
di frequenze vibratorie, mentre "dimensione" non ha tali caratteristiche di
definizione.
Altre sistemazioni possono essere uguali alla nostra o persino più elevate nell'
evoluzione dell' anima, nell'intelligenza e nella tecnologia, ma possono usare
materiali edili di più bassa densità. Per esempio, gli umani della quarta
densità, che vivono in corpi fisici, possono costruire i propri edifici e le
proprie astronavi con dei materiali le cui strutture molecolari possono essere
viste con la vostra vista della terza densità. Questo è in armonia con la loro
stessa esistenza nella forma. Questa, inoltre è la ragione per cui le loro
astronavi possono essere viste dalla Terra.

S: Sono confusa da questa faccenda della densità. Come mai posso vedere
un'astronave della quarta densità e non posso vedere il tuo corpo della quarta
densità, quando sei proprio qui con me?

MATTHEW: Si tratta soltanto della differenza della forma, e non del livello di
evoluzione spirituale o intellettuale. Parte della confusione deriva da questo,
Mamma - tu hai soltanto due modi per designare uno stato dell' essere: o corpi
fisici e strutture solide, o la mancanza totale di una forma visibile. Dato che
la tua vista della terza densità non può vedere alcun corpo se non uno fisico,
tu consideri questo regno senza forma, o "disincarnato".
Questa è una sistemazione disincarnata con anime disincarnate dove tutto viene
fatto in maniera disincarnata. L’errore sta nella vostra interpretazione di
disincarnato, che voi considerate come vita senza forma o sostanza. Ciò non è
affatto il nostro caso, per quanto ci riguarda, come hai visto tu stessa dalle
immagini che ti mandiamo. Ma dato che avete solamente due concetti come opzioni,
allora descrivere noi e questo regno come disincarnati è più accurato di
qualsiasi termine che si riferisca al solido.
Perciò, proprio come utilizziamo la parola "tempo" nei limiti del vostro
concetto di esso, affinché tu possa capire le nostre spiegazioni, usiamo il
termine "disincarnato" per descrivere tutti i regni santuari e i loro residenti
per distinguerci da quegli individui e quelle sistemazioni la cui composizione è
solida.

S: Grazie per avermelo spiegato. Per favore, ritorniamo alla manifestazione -


ancora non capisco come si possa produrre qualcosa dal "nulla

MATTHEW: Il potere della manifestazione non è conosciuto sulla Terra, per cui
non mi meraviglia che tu non lo capisca. La spiegazione che ti ho dato un po' di
tempo fa era terribile e cercherò di fare meglio stavolta.
Come processo, la manifestazione consiste nel produrre qualcosa visualizzando,
prima, esattamente ciò che si vuole e ammassando e dirigendo, poi, una quantità
sufficiente d'energia di forme pensiero per produrre una forma sostanziale
identica all'immagine. Tutto ciò che ha sostanza, tutto l'ambiente, ogni aspetto
delle attività di un' anima, qui e sulla Terra - tutto ovunque - è realizzato
dalla magnitudine di potenza impartita da queste forme pensiero che dirigono
l'energia

S: Matthew, grazie, questo è sufficiente per ora. Questa è stata una seduta
lunga, ma prima che la terminiamo voglio che mi racconti dove vivi.

MATTHEW: Mi piacerebbe molto farlo! lo vivo in uno dei grandi edifici tipo
dormitorio con appartamenti progettati per il comfort e la comodità di una
persona. Non è necessario avere una cucina in quanto il cibo viene manifestato
al "punto di cottura desiderato senza bisogno di fornelli, così, in questo
edificio ogni appartamento ha soltanto due stanze, una zona pubblica e una
privata. Mamma, dato che ti stai chiedendo se, dopo tutto il tempo che ho
passato qui, non possa .avere una casa, sì, potrei, e anche una carina, ma per
ora preferisco un appartamento, e quello che ho è perfetto per me.
Il colore di base è un bianco brillante, mentre i colori attualmente accentuati
sono un verde primavera e tonalità brillanti di oro e giallo. È come la luce del
sole catturata in ogni centimetro di questo luogo. Be', ti farò vedere!... Stai
ricevendo l'immagine quasi correttamente, abbastanza da riconoscere la tecnica
di luce e ombre di Frank Lloyd Wright per la decorazione delle pareti, piuttosto
dei quadri. Lui è un architetto molto popolare qui.
I miei mobili assomigliano alla tua immagine, ma hanno linee più semplici e sono
più robusti di quanto tu veda. Ecco, adesso ce l'hai esattamente - di nuovo!
Mamma, per un istante hai ricevuto l'immagine correttamente, ma poi ti sei
tirata indietro perché sentivi che stavi immaginando i mobili della nostra
famiglia invece di vedere i miei. Hai ragione, i miei mobili sono quasi identici
a quelli che avevamo a casa, e perché no? Mi piaceva lo stile allora e mi piace
ancora.
Vedo che stai sorridendo ai mazzi di fiori veri e rami d'albero nei grandi vasi
in tutte le mie stanze, per cui credo di avere la tua approvazione per il mio
arredamento. Beh, visto che lo stile e i colori sono gli stessi che usavamo in
famiglia, le mie scelte non dovrebbero sorprenderti.

S: Mi piace tutto quanto, Matthew! Hai creato una stupenda giornata di primavera
in cui vivere. È così meraviglioso per me poterti immaginare nella tua casa!
Grazie, caro! Questo significa tanto per me!

MATTHEW: Lo so, Mamma, riesco a sentire la tua eccitazione. E hai ragione più di
quanto tu creda circa il mio creare uno scorcio di primavera. Ti ricordi che
avevo detto che potevamo manifestare il nostro panorama privato? lo ho scelto la
primavera anche all'esterno - non solo sole e tiepide brezze, ma un'intera
primavera sboccia fuori dalle mie finestre. Puoi vedere che in questo momento ho
uno sfondo boschivo, così che il mio panorama è uguale al tuo, ma posso avere
altrettanto facilmente una spiaggia di mare, una giardino coltivato, un prato
con le mucche o montagne incappucciate di neve. Qualunque scenario riesca a
immaginare lo posso manifestare.

S: È tutto glorioso e sono così contenta che tu voglia lo stesso tipo di


ambiente - come quello che avevamo quando tu eri qui, e ora persino i boschi.
Visto che i panorami sono quelli scelti da ogni persona, sei solo tu a vedere il
tuo o qualcun altro può vederlo?

MATTHEW: Chiunque desideri sbirciare in un ambiente privato può farlo, ma


normalmente ciò viene fatto su richiesta, non è un avvenimento comune; tuttavia,
se qualcuno venisse nel mio appartamento, vedrebbe automaticamente lo stesso
panorama che vedo io dalle mie finestre. Quello che vedrebbero i passanti
casuali, è il paesaggio comune a tutti i residenti di questo edificio.

S: Capisco. Evidentemente tutti arredano gli interni secondo gusti personali,


proprio come facciamo noi.

MATTHEW: Sì, e la scelta è illimitata per i nostri mobili e anche per tutte le
decorazioni. Ognuno manifesta l'arredamento che più l'attrae in quel momento, e
quando vuole rinfrescarne l'aspetto, il rinnovo dell' arredamento può essere
virtualmente spontaneo. Mamma, ti divertirai un mondo qui!

CAPITOLO 25

RISORSE CULTURALI

S : Riprendiamo da dove abbiamo interrotto ieri, i vostri edifici. Avete delle


gallerie d'arte o musei?

MATTHEW: Abbiamo entrambi. Le nostre gallerie sono fra i nostri edifici pubblici
più imponenti, spaziosi e brillanti, e sono piene di arte simile a quella dei
vostri vecchi maestri, come pure a quella dei vostri migliori pittori e scultori
moderni. Quell'effetto di lucentezza è intensificato sia dagli stessi tesori
d'arte sia dall' ammirazione di tutti quelli che vagano attraverso gli edifici.
La maggior parte delle gallerie è progettata con cortili da esposizione per
contribuire ulteriormente alla gioia dei visitatori, dato che i cambiamenti del
tempo non sono un rischio per le forme d'arte. Nessuno manifesterebbe un uragano
proprio là!
I nostri musei sono pieni di tesori che sono andati perduti o distrutti sulla
Terra per negligenza e vandalismo intenzionale. Sono stati ricreati per
commemorare le culture che li hanno prodotti, e contribuiscono a insegnare la
storia autentica della Terra.
Naturalmente, questi oggetti di raro valore e bellezza non devono stare dietro a
un vetro, con un allarme per proteggerli, e il fatto che milioni di spettatori
li tocchino non li danneggia, perché l'energia di ammirazione e meraviglia è
pura e non lascia residui.
Alcune case sontuose sono arredate con riproduzioni talmente squisite, da epoche
in cui sovrani di imperi regnavano con opulenza, che si potrebbe pensare di
trovarsi in un museo piuttosto che in un' abitazione. Spesso, in effetti, quell'
arredamento finisce in un museo perché raramente i proprietari scelgono di
vivere molto a lungo in un tale fasto. A volte essi manifestano questi pezzi
elaborati semplicemente perché possono farlo e quello splendore può aver fatto
parte di una vita che hanno conosciuto. Ma col tempo la maggior parte di quelle
persone si sente a disagio con quel genere di cospicua disuguaglianza, poiché
non è in armonia con l'uguaglianza che vige nel regno per la crescita e il
servizio spirituali. Allora essi donano questi ornamenti ai musei o,
semplicemente, li dissolvono.

S: Hai parlato di studi e di biblioteche, per cui presumo che abbiate ogni
genere di libri di testo e di consultazione, letteratura classica e libri sacri
di tutte le religioni. Questi bastano a soddisfare gli interessi letterari di
tutti? Qui non sarebbe così. '

MATTHEW: Mamma, le nostre biblioteche sono più grandi di qualunque biblioteca


sulla Terra, e abbiamo quasi tutti i tipi di libri che avete voi, tranne quelli
pornografici e quelli che potrebbero essere considerati spazzatura. Non si
tratta di censura, sono semplicemente le scelte di manifestazione dei nostri
residenti, i quali possono creare qualunque materiale di lettura desiderino.
Abbiamo, tuttavia, alcuni libri ai quali probabilmente non si pensa in
riferimento al Paradiso, come i fumetti. Spesso i ' giovani chiedono se ce ne
sono, e se non abbiamo i loro preferiti a portata di mano, li manifestiamo,
perché aiutano i piccoli monelli ad adattarsi alla nuova vita. Abbiamo persino
dei cataloghi. Scegliere e ordinare delle cose è stata una parte piacevole dello
stile di vita di molte persone e mentre si stanno acclimatando qui, si divertono
ancora a esaminare quei libri. Quando imparano a manifestare qualsiasi cosa
vogliano, i cataloghi diventano una fonte d'idee.
Naturalmente hai ragione riguardo ai libri che "presumi" abbiamo qui e, per
quanto riguarda i libri sacri, ne abbiamo copie di tutte le edizioni. Tu conosci
soltanto la Bibbia, Mamma, e potresti rimanere scioccata nel sapere che, dopo le
prime scritture, ne è stata omessa e riscritta gran parte nelle versioni
successive. I testi originali differiscono talmente tanto dalla versione moderna
che non c'è alcuna somiglianza tra gli stessi versi numerati delle varie
revisioni. Tutti i riferimenti che parlavano chiaramente della reincarnazione e
delle vite multiple allo scopo della crescita spirituale sono stati cancellati,
il che è la ragione per cui la Bibbia moderna, da questo punto di vista,
differisce dai libri sacri di alcune altre religioni.

S: Perché è stata cambiata la Bibbia?

MATTHEW: I cambiamenti di cui ti ho parlato sono stati fatti per favorire i


piani di controllo di quelle poche potenti persone che avevano l'autorità e
l'influenza per correggere i testi. Secondo il loro punto di vista, fu
necessario separare le persone da Dio e dato che le prime scritture raccontavano
dell'Unità di tutta la vita, ovviamente quei passaggi dovevano essere cambiati
affinché uno strato autoritario di gerarchia ecclesiastica potesse essere posto
tra la gente e Dio. I soldi furono un altro fattore. La mentalità della prima
gerarchia ecclesiastica era politica e il loro istituire qualunque tipo di leggi
e filosofie, che avrebbero consolidato la loro autorità e il loro controllo,
arricchendo li inoltre finanziariamente, era motivato da ogni genere di avidità.

S: Mi fai, per favore, un esempio dei cambiamenti che essi fecero?

MATTHEW: Ti farò un esempio che è un' aggiunta completamente inventata - la


storia di Dio che dice ad Abramo di sacrificare suo figlio per provare che Lo
ama. È stata architettata puramente per presentare l'Onnipotente in quella luce
terrificante, ed è considerata uno dei cambiamenti più sacrileghi nei testi
biblici perché falsa totalmente la natura amorevole di Dio.
Questa storia racconta come Dio avrebbe ordinato a una delle Sue creature di
ucciderne un' altra. Dio non ordinerebbe mai un'uccisione, per nessuna ragione,
tanto meno come prova del fatto che l'uccisore Lo ama a sufficienza! E mai Dio
ha desiderato il sacrificio di un animale, perché anche quelle creature sono Sue
creazioni. I sacrifici animali non sono stati inventati da Dio, bensì
dall'oscurità nell'umanità.
I potenti della chiesa volevano che la gente avesse paura a non fare quello che
essi esigevano, per cui i loro decreti vennero presentati nel nome di Dio.
Quella storia di Abramo e Isacco fu architettata per dimostrare che Dio è da
temere e non rispetta la vita a meno che la persona non Gli ubbidisca, il che
significava ubbidire al dogma religioso inventato da quei potenti e imposto al
popolo.
Ci sono molti altri cambiamenti strategici con gli stessi motivi di base. Il
vero messaggio completo di Gesù non è contenuto nella vostra Bibbia. Il suo vero
messaggio mostrava la verità di un Dio amorevole, la verità dell' anima, la
verità di questo regno, la verità del viaggio spirituale di molteplici vite
verso la reintegrazione col Creatore. La sua missione fu portare illuminazione,
essere quel grande insegnante che molti lo consideravano, essere un messaggero
della Verità di Dio. La sua missione non fu mai quella di essere il "re", come
cercava di ritrarlo l'ambigua gerarchia ecclesiastica per potersene liberare,
per sradicare i suoi veri insegnamenti e introdurre i propri.
Inconsapevoli del fatto che la base di molte delle moderne dottrine religiose
non è la parola di Dio, registrata attraverso persone divinamente ispirate,
molte delle vostre chiese sono radicate nel dogma architettato da quei leader
manipolatori della prima chiesa. Alla fine, con l'aumento della quantità di luce
che viene irradiata sulla Terra da esseri celestiali che assistono il vostro
pianeta nella sua ascesa, sia la verità che le falsità verranno letteralmente
"alla luce".

CAPITOLO 26

GESÙ
S : Matthew, hai mai viso Gesù? .

MATTHEW: Oh, sì. Nonostante egli sia molto più richiesto di chiunque altro in
questo regno, non soltanto ho avuto il privilegio di vederlo, ma ho anche avuto
l'onore di lavorare sotto la sua guida.
Gesù non è un residente del Nirvana. Egli ha il potere di venire qui in un corpo
eterico per istruire, educare e guarire, ma non rimane a lungo durante le sue
visite. Egli è ovunque nello spazio illuminato da un capo all' altro di questo
universo, anche se non conosciuto col nome di Gesù - o Emmanuel, il suo nome
convenuto. Nonostante sulla Terra ci si riferisca spesso a lui come Gesù Cristo,
Cristo non è parte del suo nome ma, piuttosto, indica la sua essenza Cristica.
Cristo non è un nome proprio. Significa "essere uno con Dio", ed è altrettanto
corretto dire "Buddha il Cristo" quanto dire "Gesù il Cristo".
Gesù è una creazione di Dio e l'energia Cristica è quella purissima, amorevole
ed elevata stazione angelica più vicina al Creatore. L energia Cristica è
sommamente rispettata ed è onnipotente in tutto questo universo. L’influenza, la
benevolenza e l'ispirazione di Gesù sono necessarie ai gradini più alti come
qui, e sono veramente necessarie sulla Terra. Il suo messaggio, così come viene
percepito là, è talmente limitato da essere un terribile travisamento, perché le
sue capacità, come prova della potenza e dell' amore di Dio, sono molto più
profonde di quelle che gli vengono attribuite.
Quello stesso frammento di Dio che si è incarnato come Gesù, si è incarnato in
altre vite terrene durante tutta la storia umana. Uno di questi personaggi fu
Buddha, i cui seguaci hanno mantenuto il suo messaggio più intatto di quanto i
seguaci della Cristianità abbiano mantenuto il messaggio di Gesù. Altre
incarnazioni dell' energia Cristica sono apparse in forma umana in altri sistemi
planetari, ma non nello stesso status di leader religioso come Gesù e altri
personaggi principali delle religioni terrene.

S : Questo dà tantissimo da pensare, Matthew - è così diverso da quello che ci


viene insegnato. Noi consideriamo i santi allo stesso modo vostro?

MATTHEW: So quanto siano diversi gli insegnamenti, Mamma, ma è essenziale che la


verità venga conosciuta sulla Terra. Per quanto riguarda i santi, è l'opposto
della vostra comprensione limitata dei poteri di Gesù. Le persone indicate come
santi dalla Chiesa Cattolica sono onorate qui per il loro avanzamento nel
cammino spirituale, proprio come lo sono tutte le altre anime di grande
realizzazione spirituale. Tuttavia, ciò è inferiore all'evoluzione che è stata
loro conferita dalla chiesa. La gerarchia ecclesiastica ha strategicamente
elevato degli individui alla santità per creare un altro strato tra le masse e
Dio. Nonostante i santi siano stati davvero degli individui valorosi, quello
stratagemma di distanziarli li ha esaltati molto al di sopra delle loro missioni
scelte prima della nascita e delle loro capacità umane.
Attraverso secoli di influenze religiose, la gente ha sofferto molto a causa di
quella distanza e di altre modalità di controllo "spirituale" che le religioni
hanno esercitato sulle loro vite. Per tanti l'adattamento a questo regno è stato
reso molto difficile a causa del dogma, ancora in vigore oggi, architettato dai
leader della prima chiesa che curavano i propri interessi.

CAPITOLO 27

EDUCAZIONE
S : Spesso menzioni la crescita dell'anima e gli studi. Ero abituata a pensare
che quando le nostre anime fossero arrivate in Paradiso, esse sarebbero state
automaticamente del tutto evolute e che ogni conoscenza sarebbe stata loro
rivelata. Allora, quanto progrediti sono nella crescita spirituale e
nell'apprendimento i residenti di Nirvana?

MATTHEW: Mamma, la residenza qui non ha mai significato un avanzamento


automatico dell' anima né un ingresso automatico nella conoscenza universale.
Ricordi che ti ho detto che Nirvana è stato creato nell' antichità come un
rifugio per le anime ferite che avevano bisogno di guarire in un luogo protetto?
Così, vedi, Nirvana non fu progettato per essere 1'apice della conoscenza o
della consapevolezza dell' anima, e ancora non lo è. Il rifugio per guerrieri
feriti non è più il suo scopo, naturalmente, per cui ora questo luogo è soltanto
un altro stadio per l'apprendimento, un altro passo lungo il sentiero dell'
evoluzione dell' anima. Inoltre, il semplice fatto che io sia qui e tu là, non
fa differenza nell' avanzamento delle nostre anime. Una vita spirituale è uguale
a una vita fisica per quanto riguarda le lezioni da imparare, e molte persone
sulla Terra sono più avanti nell' evoluzione dell' anima di molti di noi in
questo mondo.
Nessun momento dell' esistenza, in alcun luogo è privo di opportunità
d'apprendimento. Ciò non significa che ci sia una pesante atmosfera accademica
in tutti i momenti di tutte le vite o che ogni anima debba essere interessata
allo studio. Significa che l'apprendimento è un movimento verso la meta di tutte
le anime, la reintegrazione con l'Unità, per cui è naturale che poniamo grande
enfasi sul trarre profitto da tutte le opportunità di apprendimento.
Anche se questo regno non è una scuola altrettanto drammatica quanto la Terra,
abbiamo dei considerevoli vantaggi che voi non avete. Dato che noi non siamo
costretti dalle vostre limitazioni di densità fisica, sono possibili l'uso
totale del cervello e una maggiore velocità d'apprendimento, E non siamo nemmeno
limitati dai vostri sensi della terza densità. Il nostro accesso alle risorse
d'apprendimento è impareggiabile, e c'è un flusso armonioso di energia che, in
un ambiente educativo, è sia stimolante che elevante.

S: A parte i vostri vantaggi, l'educazione da voi è simile in qualcosa alla


nostra?

MATTHEW: Molto simile alla vostra. Abbiamo corsi regolari con libri, professori
che offrono insegnamenti in una miriade di materie, conferenzieri esterni,
strumenti di formazione e valutazione dei progressi. Maestri oratori ed
educatori, provenienti da luoghi più elevati di densità, vengono qui per farci
avanzare in aree che vanno oltre le capacità e la conoscenza comuni a questo
regno. Le nostre immense biblioteche sono dei centri completi di riferimento con
tutto il materiale di lettura e di ricerca che avete voi e in più molte altre
fonti d'informazione di cui non avete mai sentito parlare, come archivi di ere
terrene a voi sconosciuti.
Nulla impedisce di iscriversi a qualunque corso si desideri.
Non esiste la possibilità che un corso venga chiuso perché è troppo affollato,
né l'esigenza di fare i corsi in ordine ascendente. Ovviamente non esiste alcuna
tassa d'iscrizione, né alcun altro fattore limitante, tranne l'interesse e
l'entusiasmo personali.
C'è una curva di apprendimento proporzionale al numero dei partecipanti a un
corso, alla velocità nell' assimilare le informazioni e all'attitudine degli
studenti. Molti hanno difficoltà a raggiungere la meta, ma non ci sono voti, e
tutti noi veniamo in loro aiuto con gli studi. Questa forma di assistenza da
parte di un tutor, basata su interesse e volontà personali, non solo è d'aiuto
per gli studenti zoppicanti, ma è anche gratificante per coloro che li
assistono. È un vantaggio, inoltre, non avere il "tempo" nessun campanello per
finire i corsi o i periodi di studio, e uno studente può rimanere tanto a lungo
quanto desidera.
Alcuni dei nostri edifici scolastici sono grandi e imponenti, altri assomigliano
a quei trailer circolanti che voi avete per integrare il regolare spazio delle
aule. Fatta eccezione per la luminosità di tutti i nostri edifici, i nostri
ambienti scolastici sono molto simili ai vostri più grandi campus universitari.

S: Sembra un'atmosfera ideale per l'apprendimento.

MATTHEW: Lo è, ma rappresenta davvero una sfida per l'anima pigra. Non è


obbligatorio studiare o crescere, è una scelta puramente individuale. Non
esistono le bocciature, nessuna nota di biasimo, nessuna espulsione per le
assenze, né pressioni sulle persone con atteggiamenti borderline perché si
sveglino. Di conseguenza, una vita qui può essere sprecata a causa della
mancanza di motivazione esterna, e coloro che si aspettano di essere stimolati a
darsi da fare restano delusi.
E non sto parlando soltanto dell' apprendimento per mezzo dell'istruzione
formale, Mamma. Sto parlando di tutti i tipi di apprendimento di qui, che
esistono anche lì, in cui le persone imparano anche dalle loro esperienze e
dalle esperienze degli altri - ossia dalle lezioni della vita. La pigrizia nell'
apprendimento non è ricompensata qui più di quanto non lo sia lì e quando le
anime pigre se ne vanno da qui, la loro vita successiva rappresenta un passo
indietro.
Anche se possiamo scegliere le lezioni che vogliamo, è possibile avere delle
indicazioni dagli Archivi Akashici, che rivelano le nostre esperienze e lezioni
di vita intraprese ma ancora incomplete. Dare retta a quella guida conduce a una
preparazione più giudiziosa e benefica per la prossima vita, però abbiamo
ugualmente la completa libertà di scegliere quello che vogliamo imparare.

S: Quali corsi universitari sono disponibili?

MATTHEW: Tutte le scienze, le belle arti, le lingue, l'ingegneria - davvero


tutti quelli che riesci a immaginare, dall' astronomia alla mitologia alla
zoologia. Perché mitologia? Perché è affascinante confrontare le rivelazioni
sull' antichità con quello che ci è stato insegnato sulla Terra. Diversamente da
quanto viene insegnato da voi, le leggende della mitologia sono molto più che
degli antichi tentativi di spiegare l'esistenza umana e i fenomeni naturali -
per lo più si tratta di resoconti di avvenimenti realmente accaduti.
Per esempio, ci sono stati davvero quegli esseri che erano una combinazione tra
animali e umani, ma la verità non è affatto così frivola come tramandata dalle
storie di sirene che cantano, satiri che suonano il piffero e centauri che
s'impennano.
Quelle creature intelligenti, miserabili, erano le manifestazioni di menti
depravate che badavano soltanto ai propri interessi nella crudele creazione di
tali esseri. Alcuni furono progettati specialmente per fare dei lavori che
richiedevano la capacità di pensare e di svolgere dei compiti che gli umani non
erano in grado o che non volevano svolgere (come per esempio lavorare sott'acqua
per lunghi periodi).

S: Questa è una rivelazione niente affatto piacevole, Matthew è normale una


differenza del genere tra ciò che imparate voi e quello che ci viene insegnato
qui?

MATTHEW: Dipende dal settore di studi. I nostri studi di medicina vanno oltre
quelli svolti sulla Terra, eppure scartano la maggior parte di insegnamenti. Non
ci serve alcuna istruzione su ossa rotte o malattie, dato che qui non esistono,
e non ci serve la conoscenza farmaceutica perché non usiamo farmaci "con
prescrizione medica.
Il trattamento viene fatto per mezzo di vibrazioni energetiche mirate e tutte le
malattie dei nuovi arrivati vengono guarite con questo metodo. I ricordi del
corpo fisico sono acuti e la presa immediata che quei ricordi hanno sul corpo
fisico è profonda.
Noi impariamo a riallineare l'energia, cosicché il corpo fisico abbandonato non
abbia alcuna presa duratura sul corpo eterico che ne ostacoli o sminuisca il
potenziale di vivere in pienezza.
Lo stesso vale per una psiche danneggiata, che spesso va di pari passo con il
bisogno di guarigione del corpo. Perciò i nostri studi di psicologia hanno lo
stesso indirizzo, ma qui andiamo direttamente nell' area disagiata e rimuoviamo
l'energia bloccata che causa i problemi mentali o emozionali. Non si spreca del
tempo in lunghe e improduttive discussioni sui sintomi o sugli effetti dei
problemi prima del trattamento della loro causa. La nostra medicina riconosce e
disperde immediatamente le fonti di angoscia e trasforma quelle condizioni in
energia produttiva per il bene delle persone.
Anche la nostra istruzione in scienze naturali differisce in larga misura dalla
vostra. Non abbiamo teorie o conclusioni erronee che portano soltanto a una
disinformazione o a un fallimento sulla strada verso una comprensione accurata.
Noi studiamo le leggi universali delle scienze naturali, le leggi di Dio. Le
applichiamo qui in maniera strutturale e assistiamo gli scienziati della Terra
nelle loro idee e nelle fasi di apprendimento concettuale.
Come persone geneticamente dotate, i vostri scienziati sono sia capaci di
assorbire informazioni sia ricettivi a quel processo. Scienziati appositamente
selezionati sono privilegiati da una commissione dei nostri maestri per
assorbire le informazioni che sono eternamente disponibili nella mente
universale. È un processo di estrazione e distillazione. Così, le scoperte dei
ricercatori e degli inventori della Terra sono le realtà scientifiche che già
esistono nell'universo - esse non provengono dai vostri scienziati. La nostra
assistenza avviene per mezzo di quelle che potreste chiamare le ispirazioni che
i vostri scienziati hanno, ma ciò che accade in realtà è che essi sono sensibili
alle informazioni che vengono "fornite" loro.
Questo stesso principio di "fornitura si applica alle belle arti. Siete
pressappoco uguali a noi in quest’area, perché l'espressione artistica arriva
dal crogiolo universale dei talenti. Si tratta di una connessione a livello
dell' anima che permette ai doni universali di fluire liberamente, senza la
distorsione intrinseca alle limitazioni dei vostri corpi della terza densità. La
scienza è mentale, l'arte proviene dal cuore e dall' anima.
Nella pittura e nella scultura siamo più selettivi in ciò che consideriamo arte
in confronto a quello che producete e apprezzate voi. Alcuni dei vostri prodotti
provengono meramente da- un' audace immaginazione e, nonostante le idee
rimangano come rigide forme proprie, quel tipo di prodotti non viene
riconosciuto come arte e non è rispettato qui. Le vostre più belle espressioni
dell' anima nella pittura e nella scultura sono state generate nei cieli.
Naturalmente abbiamo i nostri artisti. Quando gli stessi geni conosciuti sulla
Terra sono qui tra le incarnazioni, essi insegnano e producono nuove forme
d'arte. Il loro insegnamento e i loro metodi creativi potrebbero non
concretizzarsi sempre con pennello e colori o attrezzi da scultura e marmo, ma
ad alcuni piace quella forma e la preferiscono al processo di manifestazione
mentale ed emozionale.
Quando quelle anime artisticamente dotate si reincarnano, le loro nuove vite
sono dotate a livello dell' anima di una connessione con la bellezza universale,
ma la possono esprimere in sentieri diversi. Lo scultore dell'altra vita può ora
essere un poeta, e lo scrittore un pianista. L’insegnante può emergere
nell'anima la cui ultima vita era quella di un' artista, o viceversa, ma la
connessione dell' anima con l'arte universale è sempre la chiave.
È la combinazione di quella speciale connessione e del patrimonio genetico che
produce il genio artistico. L’anima sceglie i genitori per le origini genetiche
e per la capacità di provvedere all'istruzione. Essi entrano in un accordo
prenatale che include una clausola per un ambiente e le risorse che
permetteranno all'artista di prosperare e di avere accesso a tutta l'istruzione
necessaria.

S: Continui a sorprendermi! Le "anime pigre" da voi sprecano i propri talenti


non portandoli nella loro vita terrena successiva?

MATTHEW: Un talento può essere sprecato in una vita disincarnata o incarnata, ma


questo non accade spesso. La spinta a creare è troppo saldamente fortificata a
livello dell' anima per essere soppressa. Ecco perché molti maestri d'arte
superano ostacoli estremi per permettere alloro impulso creativo di fluire
naturalmente - considera Beethoven! Tuttavia, quando una situazione imprevista
impedisce la realizzazione delle clausole prenatali, quel talento non va
perduto. La sua energia si unisce a forme pensiero di natura simile e verrà
attratta da altre anime desiderose di evolvere.

CAPITOLO 28

MUSICA
M ATTHEW: Tra tutte le arti, la musica è la più importante qui. Ho parlato dei
nostri magnifici concerti, ma la musica per noi ha un significato molto più
grande di questo - è vitale per la nostra stes~i1 esistenza! I perimetri di
questo regno dipendono dalle frequenze musicali. Le vibrazioni, specialmente
quelle degli archi, sono una parte di ciò che mantiene l'intero regno in
sintonia. Inoltre, la musica è la più efficace singola medicina per l'anima, e
l'energia della musica è indispensabile nel nostro trattamento delle psiche
traumatizzate che: arrivano qui. Perciò, nonostante tutti i maestri vengano
rispettati e onorati, puoi capire come mai gli onori maggiori vengano resi alle
anime che più si sono distinte nella musica.
Diversamente dai panorami personalizzati che vediamo dalle nostre finestre, o
dal tempo che possiamo creare a volontà, la musica è onnicomprensiva. Esiste in
tutto il regno, affinché tutti possano sintonizzarvisi alla stessa frequenza,
così possiamo ascoltarla quando vogliamo sintonizzandoci sulle onde radio. Voi
fate lo stesso con la radio e avete le emittenti con le persone che scelgono la
musica da mandare in onda. Qui siamo noi stessi a servire da onde radio,
stazioni e selettori.

S: Avete dei veri strumenti e dei musicisti oppure la musica è solo una forma
d’energia?

MATTHEW: È un concetto interessante, Mamma, ma la nostra musica è più semplice


di questo. Abbiamo molti più strumenti a corda e musicisti di quanti ne abbiano
tutte le vostre orchestre sinfoniche messe insieme, e una moltitudine di maestri
arpisti. Può darsi che sia per questo che l'abituale descrizione del Paradiso
nei quadri è piena di angeli con le arpe. Ma nessuno dei nostri arpisti se ne
sta a fluttuare sulle nuvole!
S: Be così sfuma quest'idea carina! Tutta la vostra musica è simile alla nostra
musica classica?

MATTHEW: Al contrario. La vostra musica è più che simile alla nostra: era
completa nei cieli prima di essere scritta sulla Terra. I compositori possono
pensare che si tratti di un'ispirazione, ma è più accurato parlare di una
filtrazione. Tutti i motivi più importanti, tutte le combinazioni di note e
accordi, sono stati qui in quella forma prima che i compositori li assorbissero
e li filtrassero attraverso le loro menti - attraverso le loro ANIME! - sulla
carta.
Non tutta la bellezza musicale disponibile per essere assorbita è stata
catturata nelle composizioni in qualche luogo, ma alcune delle più belle note
del Creato sono già sulla Terra. Nei secoli passati c'è stata una considerevole
somiglianza tra la maestosa musica insegnata e prodotta qui e quella assorbita
dai compositori e dai musicisti sulla Terra. Tristemente, negli ultimi anni da
voi si registra una minore connessione musicale anima-universo.

S: La musica che ci viene 'fornita" ha uno scopo diverso dal divertimento -


forse una catarsi emozionale?

MATTHEW: Sì! Questa è esattamente la ragione per la quale questa musica delle
sfere celestiali è disponibile in tutto l'universo! La musica viene
continuamente creata qui per tutte le nostre necessità personali ed è
continuamente trasmessa, e assorbita nella mentalità della Terra per permettere
che i sentimenti soppressi vengano sentiti e rilasciati. Rilasciare e trasmutare
positivamente quell' energia cinetica guarisce l'anima, e l'effetto domino giova
all'intero universo.
Ma, senza alcun dubbio, non tutta la musica popolare sulla Terra ha la sua fonte
qui! La musica divina non ha dei suoni cacofonici, diversamente, da generi come
heavy metal e hard rock, e persino da una parte della musica jazz e da alcune
composizioni neoclassiche prevalenti li da voi. Quel genere di cupe composizioni
possono permettere che una grande quantità di energia rabbiosa, ribelle, venga
espressa nello scrivere, nel suonare e nell'ascoltare, ma l'energia carica di
negatività che viene prodotta da quei suoni non viene trasmutata, turbina
proprio attorno a voi.
Musica forte discordante - RUMORE! - agita lo spirito e crea squilibrio nella
psiche umana. Con il crescere dello squilibrio, diminuisce la capacità della
psiche di assorbire energia di luce. Una diminuzione consistente può
eventualmente distruggere del tutto quella capacità. Generare squilibrio è una
delle strategie più efficaci delle forze oscure presenti sulla Terra e quel
genere di musica che lo genera è uno dei loro strumenti. Perciò, senza la
consapevolezza,dei compositori, dei musicisti e degli ascoltatori, essi vengono
attratti nell' oscurità. Il suono che secondo loro li incanta, in realtà li
cattura, perché è strategicamente progettato dall'oscurità per arrestare la
crescita spirituale e per influenzare negativamente l'integrità emotiva, fisica
e mentale.

CAPITOLO 29

EMOZIONI
S : Buongiorno Matthew!

MATTHEW: Buongiorno a te, Mamma. È meraviglioso sentirti sorridere così tanto


oggi.

s: Tu puoi percepire il mio sorriso?


MATTHEW: Non esattamente, ho solo semplificato il mio pensiero. Percepisco la
stessa felicità che ti ha fatto tanto sorridere stamattina. Ricordati che noi
sentiamo le emozioni delle persone a cui siamo legati. Per fortuna c'è uno
strato protettivo che ci scherma dal sentire tutte le emozioni che influenzano
le persone che sono là collettivamente. Credimi, senza quello schermo questo non
sarebbe mai considerato il Paradiso!
Noi sentiamo di essere nella sistemazione più amorevole e più soddisfacente di
tutte, in questa fase dell' evoluzione delle nostre anime. Tuttavia, sentiamo
anche molte cose che non sono attribuite a un Paradiso beato, pacifico e
armonioso. Quelle meravigliose sensazioni sono penetranti qui, ma sperimentiamo
anche emozioni che potrebbero essere chiamate riflessive, serie, chiarificatrici
e persino nettamente negative.
Sulla Terra è come se gli orrori vissuti in un paese dall' altra parte del mondo
fossero relativamente poco sentiti da parte di coloro che non li sperimentano
direttamente. Voi considerate quelle persone lontane, che vivono nell' angoscia,
nella paura e nell'estrema povertà, più da un punto di vista mentale che
emotivo. Il nostro lavoro con le anime che si trovano in quelle circostanze
viene svolto in mezzo ai loro intensi sentimenti. La negatività prodotta dalla
loro tristezza, dalla paura, dal dolore fisico e dalla rabbia arriva qui in
massa, continuamente. Ne viene influenzato il regno intero, non solo coloro di
noi il cui servizio tocca direttamente quelle emozioni tanto da vicino.
Sai, la maggioranza di noi non è lontana dall'esperienza fisica. Riusciamo a
relazionarci con le sofferenze che queste anime appena arrivate hanno affrontato
così di recente e riusciamo a identificarci con i loro sentimenti. È una
faccenda separata dalle nostre continue lezioni karmiche e dalla crescita
spirituale. Infatti, si tratta di sentire le stesse emozioni delle persone che
arrivano con un grande dolore nel corpo, nella mente e nello spirito.
Inoltre, dato che l'essenza del nostro essere produce sensazioni intensificate,
le emozioni che percepiamo sono accresciute rispetto a quelle sentite sul piano
terreno. La densità dei vostri corpi attenua le emozioni positive e cattura le
emozioni negative. Quando emozioni negative vengono catturate per un po',
avviene il disagio. Anche se vi fate fare una miriade di diagnosi, l'energia
intrappolata è la causa alla radice di tutte le vostre malattie. Le stesse
diagnosi vengono fornite come cause di morte fisica, e nemmeno questo è
corretto. La cessazione della contrazione e dell' espansione ritmica dell'
energia è la ragione per cui il corpo fisico muore.
Ho divagato, Mamma, ma ho pensato che ti sarebbe interessato sapere questo. Ora,
l'altra faccia delle nostre sensazioni intensificate è che i sentimenti positivi
sono pura gioia da sperimentare! Questo dà equilibrio alle sensazioni dolorose
che condividiamo con gli arrivi di certe anime. Non potrebbe essere diversamente
in questo regno, perché l'equilibrio è necessario per la crescita dell'anima.
L'amore qui è più puro che sulla Terra, ed è esente da tutte le sensazioni
volubili dell'innamorarsi" o disinnamorarsi. Anche la gioia che proviamo nell'
ascoltare la musica, o nell' assistere a una scena o nello svolgere un'
attività, è più intensa e più pura della vostra.

S: Provate delle emozioni che noi non conosciamo?

MATTHEW: Che domanda interessante, Mamma! No, non penso. La differenza maggiore
sta nella purezza delle nostre emozioni. Noi sentiamo soltanto la nostra
emozione primaria in qualsiasi situazione.

S: Che cosa intendi con emozione "primaria"?

MATTHEW: Faccio un esempio. Ti senti genuinamente felice per la tua più cara
amica la quale, dopo un lungo disperato periodo di disoccupazione e ansietà, è
appena riuscita a trovare un buon lavoro nella grande compagnia in cui tu
lavori. Ma la tua felicità per lei potrebbe non essere libera da emozioni
nascoste. Forse dubiti del fatto che lei sia capace di adempiere alle proprie
responsabilità abbastanza bene da mantenere il posto e ti preoccupi dell'
effetto che il perderlo avrebbe su di lei. Forse senti dell'invidia perché lei
ha avuto esattamente il genere di lavoro che desiderava, e tu ti sei
accontentata di un' occupazione che non ti soddisfa realmente. Forse ti senti
sollevata per il fatto che lei abbia avuto il posto, perché così ha abbandonato
la corsa per un altro posto per il quale anche tu hai fatto domanda. O forse sei
semplicemente gelosa perché lei ha avuto proprio il posto che volevi tu, per
cambiare, ma per il quale non sei stata scelta. Oppure, se tu non avessi saputo
di quel posto libero, potresti dispiacerti per non aver avuto 1'opportunità di
fare domanda. Forse nutri del risentimento o della rabbia per il fatto che si
sapeva che le tue qualifiche erano perfette per quel lavoro, ma il posto vacante
è stato occupato grazie a un annuncio piuttosto che venire offerto a te.
Così vedi la grande varietà di possibili sentimenti secondari, che possono
essere transitori o durare a lungo, assieme al tuo sentimento primario di
felicità per la tua amica più cara. In breve, raramente voi separate i vostri
sentimenti riguardo a un' altra persona, o a qualunque situazione, dalla vostra
percezione di come ne siete, o ne potreste essere, influenzati voi stessi.
Questo non succede qui.

S: Ciò dà molto da riflettere, Matthew. Come fanno le anime da voi a superare


quei sentimenti negativi secondari? E che ne dici dei bulli, degli snob, dei
pettegoli sobillatori, dei millantatori e di altri tipi piuttosto detestabili ma
non "cattivi"?

MATTHEW: È vero che caratteristiche indesiderabili accompagnano le persone in


questo regno, ma quei tratti non permangono a lungo. Qui riconosciamo le nostre
imperfezioni di carattere e personalità, mentre troppo spesso la gente sulla
Terra le riconosce soltanto negli altri.
Quando l'anima cumulativa esamina la propria impronta vitale negli Annali
del1'Akasha, rivedendo la vita immediatamente passata e valutandola in
congiunzione con tutte le vite precedenti, questa è, di per sé, una grande
lezione. Quando una rivisitazione mostra che caratteristiche indesiderabili sono
state poste in rilievo ripetutamente una vita dopo 1'altra senza miglioramento,
1'anima può fare degli sforzi intensi mentre si trova qui - spesso con una
terapia - per superare quel modello.

S: Ma nel frattempo, chi vorrebbe averli attorno? Ciò non sembra conciliarsi con
il resto del Paradiso.

MATTHEW: Be', Mamma, essi non starebbero intorno a nessuno che non li voglia!
C'è un' energia collegata a ogni caratteristica umana. Come tutto il resto nell'
esistenza, le caratteristiche personali entrano nell' ambito della legge
universale del simile attrae il simile. Ogni caratteristica viene canalizzata in
sezioni di aspetti "simili", per cui le anime con aspetti indesiderabili
semplicemente non stanno attorno ad anime "dissimili" che non attraggono quell'
energia. Tuttavia, se la selezione di lezioni di un' anima, durante questa vita
nello spirito, include tolleranza o pazienza, essa potrebbe richiedere la
vicinanza delle caratteristiche che in precedenza non poteva tollerare.

S: Sai, Matthew, sembra che là venga data importanza costantemente


all'apprendimento e alla crescita e, anche con tutte le attività ricreative che
avete, la vita sembra fondamentalmente così concentrata e seria. Voi altri non
ridete mai?

MATTHEW: Ci puoi scommettere che lo facciamo! Il principio del simile attrae il


simile vale anche nella faccenda delle risate, come in tutti gli altri aggregati
di energia e perciò, anche qui come da voi, il riso è contagioso e la sua
influenza ha un meraviglioso effetto domino. Proprio come tutte le altre
caratteristiche che transitano con le persone, anche la capacità di ridere di
cuore o di creare buonumore arriva continuamente. Naturalmente non emerge in
fretta nelle anime con corpi fisici danneggiati o con la psiche traumatizzata,
ma con il recupero quell' aspetto della loro personalità inizia a emergere. Dopo
un certo punto nel recupero, il buonumore e le situazioni divertenti attorno a
loro li aiutano a progredire. Quando iniziano a ridere, sappiamo che si tratta
di un salto in avanti nel recupero di una buona salute. Siamo felici che la
vostra professione medica abbia scoperto quest' antica verità.
Spesso vediamo un senso dell'umorismo perverso sulla Terra, per cui una
situazione comica qui può essere diversa da una vostra, ma, naturalmente, non
sotto tutti i punti di vista. Mamma, tu hai sempre apprezzato l'umorismo
semplice e l'ingegno vivace. Ce n'è in abbondanza qui, dato che i nostri
soggetti per l'umorismo sono raffinati. Abbiamo delle meravigliose produzioni di
commedie teatrali e delle rappresentazioni da parte di comici magistrali. Sai,
alla fine, i vostri più grandi comici danno degli spettacoli anche qui - il
massimo nel portare il loro show in tournée, si potrebbe dire.
Mamma, certamente non puoi pensare che questo sarebbe il Paradiso senza il
buonumore e le risate!

CAPITOLO 30

OCCUPAZIONE
S : Avete dei lavori che corrispondono ai nostri!

MATTHEW: Ci sono delle differenze tra il nostro sistema c il vostro, ma anche


delle somiglianze, e chiunque voglia lavorare ha molteplici opportunità.
Con l'importanza vitale che la musica riveste per questo regno, è naturale che
siano in molti a essere coinvolti in questo campo. Oltre a coloro che usano la
musicoterapia per la guarigione delle anime appena arrivate che ne hanno
bisogno, un gran numero di individui lavora nel campo dell'intrattenimento.
Questo include musicisti, cantanti, operatori addetti all' allestimento dei
concerti, coloro che manifestano gli strumenti e tutti quelli che stanno
componendo, insegnando e imparando le diverse fasi del fare musica. Qualche
volta è la musica a impiegare il maggior numero di lavoratori. Altre volte, un
numero maggiore di persone è coinvolto nel campo dell'assistenza alla
transizione delle anime, tra quelli che danno il benvenuto e gli assistenti
sanitari. Questo è il campo in cui lavoro io. È il più fluttuante di tutti
riguardo al numero degli operatori, perché è direttamente collegato con gli
avvenimenti sulla Terra. In questo momento le molte guerre civili, le epidemie,
la fame e i disastri relativi alle condizioni climatiche, che stanno causando
morti in massa sulla Terra, rendono l'assistenza alla transizione la più vasta
tra le attività lavorative. Di tutte le nostre aree d'occupazione, l'assistenza
alla transizione e la musica sono sempre la prima o la seconda per importanza.
L’istruzione è un campo importante, come puoi immaginare dalla grande enfasi che
poniamo sull' apprendimento. Non solo l'insegnamento ma anche tutti i servizi e
le attività relativi al mondo accademico vengono riuniti sotto questo titolo.
Dato che l'apprendimento è lo sforzo principale di così tante anime, anche
l'essere uno studente è considerato un' occupazione. Proprio come lì da voi, noi
studiamo per raggiungere un grado superiore di preparazione per l'insegnamento a
un più alto livello o per altre responsabilità professionali. Spesso scegliamo
delle materie per un semplice interesse o divertimento personali, per scoprire
poi che diventano applicabili nel nostro lavoro.
L’amministrazione è un campo vasto e importante. Proprio come sulla Terra,
questa è la parte impiegatizia, particolareggiata, intesa a far fluire in modo
scorrevole ed efficace le cose; ma vi sono comunque delle considerevoli
differenze. Qui, questo campo comprende anche la gestione e il trattamento di
tutti i bisogni logistici dei nuovi arrivati e non c'è alcun lavoro d'ufficio.
Non abbiamo una burocrazia, ma c'è una struttura definita di assegnazione di
responsabilità e un sistema di funzionamento, altrimenti in questo regno non vi
sarebbe l'ordine che in effetti vi prevale.
In cima alla nostra amministrazione permanente c'è il Concilio. I membri non
coprono solo l'ordine e la struttura di qui, ma si connettono anche con gli enti
governativi di quei regni con i quali noi interagiamo. Nel caso della Terra,
l'interazione non avviene con i vostri funzionari statali, bensì con i
rappresentanti dei regni angelici e spirituali e con altre entità extraterrestri
che operano sul pianeta in una miriade di funzioni durante questo tempo di
grande scompiglio e cambiamento.
L’edilizia è un importante campo d'occupazione. Abbiamo parlato della
manifestazione, il mezzo con cui i nostri edifici vengono eretti, e molte anime
sono impiegate in questi vari processi di progettazione e costruzione. Gli
operatori di questo campo mantengono inoltre tutti gli edifici pubblici e di
quartiere, e anche l'architettura dei paesaggi rientra in questa categoria.
Oltre alla musica, l'intrattenimento fornisce lavoro a molti di noi - scrittori,
attori, il personale dei teatri, scenografi e costumisti, tecnici - tutte le
occupazioni esistenti sulla terra per mettere in scena un grande spettacolo,
solo gli uscieri non sono necessari.
Abbiamo parlato anche della cura dei nostri bambini e dei ragazzi. Coloro che si
prendono cura di loro sono individui attentamente selezionati con un' attitudine
unica per l'educazione e il loro servizio è immensamente gratificante per loro e
rispettato da tutti. Sebbene siano meno numerosi di quelli dei più vasti campi
che ti ho menzionato, le persone in questo servizio sono estremamente importanti
per noi.
Queste sono le nostre aree primarie di occupazione, Mamma, ma tutti i lavori
sono apprezzati qui perché in un modo o nell' altro aiutano gli altri. Con la
crescita della conoscenza e dell'esperienza dell'individuo, gli vengono affidate
responsabilità proporzionalmente maggiori in regni di lavoro ed evoluzione
spirituale progressivamente più elevati.

S: Matthew, i lavori di quel genere richiedono talenti, capacità o istruzione


che la maggior parte della popolazione della Terra non possiede. Che cosa fa
tutta quella gente impreparata quando arriva là? E che ne dici delle persone che
hanno lavorato duramente per tutta la vita qui e potrebbero preferire di non
lavorare là?

MATTHEW: Mamma, ti stai dimenticando che quella che sta qui è l'anima
cumulativa, e non solo il personaggio che ha fatto la transizione. C'è molta più
esperienza e conoscenza dentro ogni anima di quanta tu pensi! È vero che
un'anima che ha avuto pochissime vite fisiche non avrebbe le abilità e le
attitudini delle anime che hanno sperimentato molte incarnazioni, ma un
addestramento appropriato è disponibile per tutti alloro livello di interesse e
capacità.
Abbiamo anche altre circostanze lavorative molto diverse dalle vostre. Dato che
non c'è alcun bisogno di avere un lavoro dal punto di vista salariale, un'
occupazione non è una necessità, è soltanto una piacevole esperienza di
crescita. Non ci sono incarichi di lavoro, soltanto delle scelte di occupazione,
e possiamo cambiare lavoro facilmente, ogni volta che vogliamo. Se qualcuno
vuole lavorare in un campo diverso da quelli che conosce, può entrare in uno
qualsiasi che lo attragga, indifferentemente da quanto possa essere
specializzato, perché c'è il diritto ad accedere a qualunque addestramento o
corso di studi che possa servire. Visto che il funzionamento del cervello qui è
molto superiore a quanto avviene sulla Terra, grazie alla nostra densità più
leggera, l'apprendimento avviene più facilmente e rapidamente, per cui la
preparazione per operare in un nuovo campo non è una prospettiva spaventosa.
Un altro modo in cui l'occupazione qui differisce dalla vostra è riguardo
l'atteggiamento e le aspettative. Non esistono rapporti capo-dipendente
intimidatori o di controllo, nessuna competizione spietata per i posti, nessuna
ansia per la perdita del lavoro per una fusione, nessuna quota da raggiungere,
nessun confronto con l'attività o la produttività di qualcun altro, niente
lavori monotoni che intorpidiscono la mente, nessuna competizione per una
promozione, nessun termine di consegna e nessuna pressione per il raggiungimento
del successo. In breve, noi evitiamo quegli aspetti negativi del lavoro con cui
voi avete a che fare sulla Terra.
Tutti noi possiamo trovare innumerevoli modi per vivere una vita soddisfacente e
produttiva, con o senza un' occupazione regolare. Alcune vite sono meno
orientate verso il lavoro di altre, ma poso sono essere altrettanto ricche di
significato e soddisfazione. Alcune anime possono passare le loro vite qui
riposando, guarendo e crescendo attraverso una consapevolezza espansa. Altre
possono scegliere di combinare il "pensionamento" con ,quella che voi chiamate
attività di volontariato, o possono decidere di fare da tutor in un campo di
specializzazione in cui sono esperte, oppure di continuare a praticare vecchi o
nuovi hobby. Il relax vero è talmente difficile da trovare sulla Terra che la
maggior parte della gente non può godere di quel lusso che è talmente necessario
per ritemprare uno spirito esausto.

CAPITOLO 31

ANIME IN TRANSIZIONE
S: Matthew, che cosa fai come assistente sanitario?

MATTHEW: E’ da un po’ che mi stavo domandando quando l’avresti chiesto, Mamma!


Tu chiedi a Eric dei progressi della sua ditta, e chiedi a Betsy del suo nuovo
negozio, e chiedi a Michael come vanno le sue vendite. E mi hai fatto delle
domande su questi importanti aspetti delle loro vite ma, fino ad ora, non mi hai
mai chiesto del MIO lavoro!
So che i medium in passato ti hanno detto quello che faccio, ma questa è la
prima volta che tu hai pensato a me nello stesso modo naturale in cui pensi
agli altri tuoi figli, parlando direttamente con me di quello che faccio. Mamma,
riesci a vedere la grande differenza nel modo in cui noi, in questo regno,
veniamo considerati in confronto alle persone che si trovano sulla Terra?
Persino da te

S: Hai ragione, Matthew. Non so che altro dire.

MATTHEW: Riesco a sentire il tuo grande dispiacere, Mamma, e non era mia
intenzione causartene. Ho esagerato nella mia reazione alla tua domanda e me ne
dispiace. Questo ha ampliato la mia comprensione e mi ha fatto notare, in
maniera preziosa, che ancora mi aspetto alcune cose. Avere delle aspettative
riguardo agli altri è altrettanto indesiderabile quanto esprimere un giudizio, e
io stavo facendo anche quello. Ora vedo la necessità di riconoscere e di evitare
più prontamente queste due caratteristiche, in quanto il progresso nella
crescita spirituale, sia qui che lì, ne implica il superamento. Vedi, proprio
come ti ho detto già molte altre volte, mi stai dando ancora delle opportunità
di imparare da te!
Sono contento che tu ti senta meglio riguardo a questo, Mamma. Anch’io mi sento
meglio. Allora, sono contentissimo di raccontarti quello che faccio! Per farla
breve, io aiuto le anime che necessitano di assistenza specializzata dopo il
loro arrivo. Come gli altri nel campo dell’assistenza alle anime in transizione,
penso al mio lavoro come ad un servizio, non come ad un’occupazione.
Non ho cominciato come assistente sanitario. Dopo essermi abituato all’idea di
aver lasciato la mia vita terrena, divenni un addetto all’accoglienza, il che
significa salutare le anime in transizione che arrivano in condizioni psichiche
relativamente buone. Allo stesso tempo studiavo medicina e, più tardi,
psicologia. Poi, oltre al mio lavoro di accoglienza, iniziai ad aiutare i
neonati e i bambini piccoli ad adattarsi a questo regno. Questa esperienza e i
miei studi mi portarono al primo incarico come assistente sanitario.
Dopo essere diventato esperto nell’aiutare le anime con una situazione
particolarmente difficile, sono stato assegnato in maniera permanente a questa
assistenza. Sono passato piuttosto velocemente attraverso i vari gradi ad una
posizione di più grande responsabilità rispetto alla maggioranza. Ciò
significava assumersi la responsabilità di un maggior numero di assistenti,
nonché prendersi cura personalmente dei bisogni particolari degli arrivi più
difficili.
Senza fare un conto accurato, direi che ho trattato circa 10.000 persone. Non
sono inclusi coloro che ho aiutato come addetto all’accoglienza, né coloro che
non necessitavano di molta attenzione medica, ma soltanto le anime più difficili
che ho aiutato ad effettuare la transizione. Forse non sembrerà molto,
considerando il tempo che sono stato qui, ma la maggioranza di quelle anime
aveva bisogno di lunghe terapie intensive e, proprio come i medici lì rimangono
con i propri pazienti fino a quando non sarà ripristinata la piena salute, così
faccio anch’io.
Mamma, è talmente importante che la gente sulla Terra sappia dell’accoglienza e
della cura riservate agli arrivi che voglio spiegare l’intero processo partendo
dall’inizio, da quella che voi chiamate morte e noi chiamiamo transizione.
Quando il corpo fisico muore, c’è un adattamento istantaneo nel sistema
elettrico del corpo eterico di modo che questo possa andarsene intatto dalla
Terra ed arrivare nel Nirvana già sintonizzato alla frequenza più elevata che
c’è qui. Questo adattamento viene fatto, fulmineo come un lampo, nell’istante in
cui il corpo eterico si separa dal corpo fisico e riveste l’anima per il suo
allineamento, in viaggio verso quel passaggio di luce che spesso, nelle
"esperienze di premorte", viene descritto come un tunnel.
Non c’è assolutamente NULLA di stressante o spaventoso in questo viaggio!
Tuttavia, avviene così velocemente che i ricordi del nuovo arrivato, riguardo
alle circostanze immediatamente precedenti la transizione, sono altrettanto
reali qui quanto lo erano quando la persona le stava vivendo sulla Terra. I
ricordi influenzano profondamente la capacità del nuovo arrivato di adattarsi al
suo corpo eterico, e quando i ricordi sono di esperienze traumatiche, è
richiesto un processo di guarigione personalizzato e, normalmente, lungo.
Dato che il corpo eterico è stato con l’anima per tutta la sua vita fisica,
quando entra con l’anima in questo regno, esso è intatto, ma necessita di
assistenza per introdurre la sua forza. Quando il nuovo arrivato è in buone
condizioni, questo processo di introduzione può essere realizzato con facilità.
Nel caso di un nuovo arrivato gravemente traumatizzato, il processo richiede
l’energia combinata di un assistente sanitario altamente qualificato e un gruppo
di dieci aiutanti.
E’ il flusso d’energia unico per ogni anima che ci fa conoscere l’identità e la
condizione psichica di ogni nuovo arrivo. Attraverso un processo di correlazione
d’energia, ogni nuovo arrivato entra nella stazione appropriata per le sue
necessità immediate. I flussi d’energia ci fanno anche conoscere in anticipo il
numero degli arrivi così che una quantità sufficiente di assistenza è sempre
allertata.
Anche se i nuovi arrivati sono in grado di capire la comunicazione telepatica, è
importante parlare loro nella loro lingua materna, in particolare quando si
tratta di un ingresso difficile, per cui gli addetti all’accoglienza e gli
assistenti si rivolgono a loro nella loro lingua. Per fare questo, molti di noi
studiano le lingue.
Gli addetti all’accoglienza, che possono essere chiamati anche addetti alla
ricezione nella transizione, sono i primi ad incontrare i nuovi arrivi alle
nostre "regolari" stazioni d’ingresso. Sono come le persone addette
all’ospitalità che, in qualunque posto, assistono i nuovi arrivati, e sono
presenti in aggiunta alla famiglia e agli amici disponibili. Spesso i nuovi
arrivati ben adattati emotivamente necessitano soltanto di un saluto e
dell’introduzione al regno. In questo caso, gli addetti all’accoglienza
descrivono lo spettro delle comodità per le loro necessità, il comfort e gli
interessi immediati. Alloggi, alimentazione, studi, occupazioni, eventi sociali,
il sistema di governo del regno – tutto questo viene spiegato prima che gli
amministratori vengano coinvolti nell’effettiva logistica per aiutare i nuovi
arrivati a sistemarsi.
Mamma, tu stai pensando quanto sia impersonale riferirsi alle anime in arrivo
come "nuovi arrivi". Sì, è vero, e lo sto facendo soltanto per permetterti di
distinguere tra le persone nello status dell’arrivo e le loro stesse anime, e
anche per differenziare quelle anime appena arrivate dalla popolazione di anime
già presente qui. Proprio come stai pensando, "nuovi ospiti" suona molto più
amichevole, ma ci sono costantemente dei nuovi ospiti nel regno che non sono in
transizione dalla Terra. Il nostro termine generico per gli arrivi è "anime", ma
ognuno di essi è conosciuto per nome e chiamato per nome. Perciò, vedi, la
nostra ricezione di ogni "arrivo" è intensamente personale, e tutte le cure sono
individualizzate per le necessità specifiche di ognuno.

S: Grazie per averlo detto. Fammi domandare una cosa qui. Tu hai detto che,
quando entriamo nel Nirvana, ci ricordiamo delle nostre altre vite ma, allora,
perché vengono date ogni volta le stesse informazioni sul regno?

MATTHEW: I ricordi delle altre vite non arrivano all’istante, nel momento
dell’ingresso dell’anima. Quando l’adattamento è facile e veloce, la piena
consapevolezza dei precedenti soggiorni qui emerge armoniosamente e
costantemente, come quando si versa la melassa, non come il pane che salta su
dal tostapane. Il ricordo arriva più lentamente ai nuovi arrivati che hanno
bisogno di un’assistenza medica "regolare" e molto più lentamente a coloro che
sono morti in circostanze traumatiche.
La re-introduzione al regno, se è così che preferisci chiamarla, è dolce,
attenta e di aiuto e, te l’assicuro, molto gradita da parte dei nuovi arrivati.
Allora, le persone che necessitano di assistenza medica "regolare" sono quelle
le cui esperienze immediatamente precedenti la transizione sono state
relativamente libere da traumi ma, a causa delle loro condizioni di salute
debilitate, si prolunga la presa che i loro corpi fisici hanno sui loro corpi
eterici. Noi dobbiamo trattare questa condizione in modo che i corpi eterici non
vengano danneggiati. Questi arrivi entrano nelle stazioni di trattamento con
camere private e reparti tranquilli, dolcemente allegri, dove fragranze naturali
dai dolci profumi riempiono l’aria e colori pastello fluttuano come semplici
tende ondeggianti davanti ad una finestra aperta. Fuori, in queste zone, il
cielo è di un blu morbido, non brillante come al solito, e soffia una brezza
calda e leggera. Una musica rilassante è quasi impercettibile, eppure dolcemente
commovente per le emozioni, grazie ai suoi bellissimi accordi e ai fragili suoni
simili all’arpa. L’intero ambiente è fluido, con la sensazione di un movimento
morbido e caldo, e tutti gli elementi sono gentili nella composizione, nei
colori e nei toni.
Questo ambiente rinvigorente è ideale per gli arrivi con la psiche e il corpo
relativamente sani, che hanno sofferto soltanto di una breve malattia terminale,
o con il corpo fragile e consumato semplicemente da un lunghissimo tempo di
funzionamento. Anche se questi arrivi non richiedono alcuna misura estrema di
cure mediche durante il recupero, sono sempre aiutati dagli assistenti, perché
ciò è rassicurante per i convalescenti.
L’ambiente di ricezione e di trattamento è molto diverso per gli arrivi con
gravi difficoltà. Essi entrano nelle stazioni di cure intensive dove iniziano
immediatamente a ricevere cure individualizzate. Nel trattare questi arrivi
traumatizzati, noi abbiamo a che fare sia con il corpo sia con la psiche. Mentre
l’anima viene liberata alla consapevolezza spirituale, la psiche della persona
funziona ancora alla capacità ridotta degli ultimi eventi sperimentati dal corpo
fisico sulla Terra. L’anima è costante. Cresce in base alle esperienze, ma sta
al di là dell’aspetto legato della psiche, che ha un gran bisogno di essere
guarito. Senza la guarigione, la vita qui, come del resto ovunque, sarebbe un
inferno per quelle persone con la psiche abbruttita.
Alcune di loro hanno sofferto per lunghe malattie che hanno causato loro intenso
dolore fisico, ne hanno limitato fortemente le attività, portando loro
tristezza, forse anche paura ed un doloroso rimpianto per gli effetti che le
loro condizioni hanno avuto sulla famiglia e sugli amici. I corpi eterici di
queste anime, che sono consumate dalla lotta contro la malattia, dalla
debilitazione e dall’ansietà, devono ricevere delle cure mediche, perché il
ricordo del dolore fisico è forte anche negli effetti riflessi associati alla
perdita, alla mutilazione o alla degenerazione di parti del corpo fisico.
Ovviamente, anche lo spirito di queste persone necessita di nutrimento amorevole
per il recupero, per cui sono necessarie sia le cure mediche sia quelle
psicologiche.
Lo stesso vale per gli arrivi la cui morte fisica è stata causata rapidamente da
lesioni estese, forse in incidenti stradali o incendi o violente tempeste o
terremoti. La psiche delle persone che sono state torturate o uccise subisce un
trauma profondo, come pure quella delle vittime di una guerra – delle truppe
mutilate e uccise in combattimento e dei civili innocenti, le cui vite terrene
sono state stroncate dagli orrori della guerra. Le persone che hanno transitato
durante, o subito dopo, una qualsiasi di queste situazioni arrivano
indescrivibilmente traumatizzate nello spirito, vivendo ancora psichicamente il
terrore appena sperimentato sulla Terra.
Raramente esse capiscono di essere al sicuro adesso, in questo regno. Credono di
essere state salvate dall’inferno appena sofferto ma, di solito, pensano che il
salvataggio sia avvenuto sulla Terra. Quando non hanno più bisogno delle cure
private fondamentali, esse vengono spostate ai reparti di riabilitazione, dove
il recupero è assistito da terapeuti in un’atmosfera accuratamente progettata
per sollevare il loro spirito e per rassicurarli sui progressi nella guarigione.
C’è un altro tipo di arrivo molto bisognoso di attenzioni amorevoli. Quelli che
arrivano con un pesante senso di colpa, rimorso o tristezza, richiedono cure
psicologiche estese per guarire la loro psiche danneggiata. Generalmente questi
rispondono più velocemente dei nuovi arrivi provenienti da morte fisica
traumatica, ma non sempre. Quando queste condizioni emotive sono concomitanti ad
altri traumi psichici e fisici, il tempo di recupero e di adattamento è molto
più lungo.

S: Con il riallineamento dell’energia e la fornitura di un ambiente musicale di


guarigione come uniche modalità di trattamento da parte vostra, non capisco in
che cosa consista tutta la cura individualizzata.

MATTHEW: Questo non è un paradiso di marzapane, Mamma. Ci rivolgiamo ad ogni


anima nella sua incarnazione più recente, e le cure e i discorsi personalizzati
sono altrettanto essenziali qui quanto lo sono per tutti i pazienti negli
ospedali sulla Terra. E’ esattamente la stessa psiche che salutiamo ed
assistiamo nel suo adattamento qui. Noi abbiamo il vantaggio che il ricordo
dell’anima emerge non appena la persona si adatta all’esistenza qui ma, come ti
ho detto, questo avviene molto più lentamente per coloro che arrivano in una
condizione seriamente traumatizzata.

S: Esistono dei trattamenti di gruppo simili ai nostri gruppi di sostegno per le


persone che hanno subito traumi simili?

MATTHEW: No. Il trattamento di ogni nuovo arrivo viene personalizzato per tutta
la durata della guarigione. Nemmeno le famiglie sono trattate in gruppo, quando
effettuano la transizione simultaneamente, o a pochi momenti l’uno dall’altro.
Ogni anima arriva per conto suo e viene trattata individualmente, perché ognuno
ha delle necessità uniche che richiedono un’attenzione istantanea e intima.
Coloro che erano insieme al momento della morte potrebbero desiderare di
riunirsi, e questo avverrà non appena essi saranno guariti a sufficienza da
renderlo possibile.

S: Io penso che sarebbe un bene dal punto di vista della guarigione, nonché
compassionevole, trattare come un gruppo i membri di una famiglia che sono morti
nello stesso momento o in momenti successivi, l’uno dopo l’altro, così che essi
possano sapere che sono tutti insieme.

MATTHEW: Mamma, ti spiegherò con un esempio perché questo non sia possibile. Una
madre sta soffrendo per le ferite riportate in una guerra civile che detesta, è
sotto shock e addolorata per la sua bambina, la quale è appena morta tra le sue
braccia dopo una breve malattia, ed è preoccupatissima per suo figlio
adolescente che si trova in mezzo ai combattimenti. Dopo alcuni momenti lei
arriva qui, dopo essere stata ferita alla testa da detriti volanti, e la sua
angoscia, la sua paura e il suo dolore sono tanto acuti quanto lo erano durante
l’esteso bombardamento che ha causato la sua morte fisica.
Suo figlio gode di ottima salute fino al momento in cui salta in aria nello
stesso bombardamento che ha causato la morte della madre. Egli non è a
conoscenza di quello che è successo a sua madre e a sua sorella. E’ giovane,
pieno di un senso di invulnerabilità, che tempera la sua paura in battaglia.
Inoltre, egli è stato educato alla guerra e gli è stato insegnato che è suo
diritto e responsabilità uccidere il "nemico". Puoi vedere che sia la sua psiche
sia il suo corpo richiederebbero un trattamento molto diverso da quello
richiesto dalla madre o dalla sorella. Ecco perché non si tenterebbe mai di fare
un trattamento di gruppo, nemmeno per una piccola famiglia . Non sarebbe neanche
possibile, perché è l’anima individuale, e non le anime unificate, ad effettuare
la transizione.

S: Grazie di questo esempio, Matthew. Tutto questo è talmente nuovo per me che
forse proietto sul Nirvana ciò che accadrebbe qui nelle stesse situazioni.

MATTHEW: Mamma, è naturale che tu cerchi di metterti in relazione con alcune


delle cose che ti racconto, perché altre cose sono talmente sbalorditive per te
che a volte pensi che io non sappia di cosa sto parlando.
Ora ti darò un esempio reale di come trattiamo un arrivo traumatizzato. Tu stai
vedendo un soldato ferito, in uniforme da combattimento, seduto su una cuccetta,
con la rabbia da piena battaglia, con la paura e l’impeto del combattimento, e
qualcuno che sta cercando dolcemente di calmarlo. Proprio come nell’immagine che
ti sto inviando, il corpo del soldato sembra solido, come la carne terrena, e
anche la cuccetta sembra solida. Si tratta di un’illusione che manifestiamo in
quanto necessaria in questa fase di acclimatazione a questo regno.
Per potersi concentrare sulla sopravvivenza, i soldati in battaglia devono
equilibrare la realtà della morte con un senso della propria invincibilità.
Queste difficili manovre psichiche, assieme allo shock della battaglia e
all’orrore dell’essere attorniati da compagni morti, oltre alle urla dei feriti,
hanno posto questo soldato in uno stato di estrema agitazione. E’ necessario
fargli capire che c’è stato un cambiamento rispetto al suo ultimo ambiente
terreno, il ché viene fatto alleviando le condizioni del campo di battaglia in
cui egli ha vissuto ed è morto. A poco a poco i suoi ultimi ricordi vengono
eliminati da questa graduale rimozione della scena intorno a lui, fino a quando
egli non sarà in grado di accettare il fatto di aver lasciato il suo corpo
terreno e di essere entrato in questa nuova vita. Questa transizione deve essere
lenta e realistica per lui, altrimenti la sua psiche subirà uno shock, entrando
in uno stato in cui la guarigione richiederebbe un lavoro maggiore. Non che
l’assistenza già necessaria e già fornita non siano di grande importanza, ma sto
parlando in modo relativo.

S: Sembrerebbe che il realismo per questo soldato significhi avere grandi


combattimenti attorno a sé. E’ in grado di vedere i suoi compagni morti, se
questi stanno ricevendo lo stesso tipo di trattamento vicino a lui? Beh, visto
che tu hai detto che ogni anima arriva separatamente, suppongo che egli sia solo
con il suo assistente sanitario, in un’atmosfera di battaglia.

MATTHEW: No, Mamma, egli non è l’unico soldato presente – ti ho solo inviato
un’immagine ravvicinata affinché tu potessi vedere chiaramente la solidità del
suo corpo e della cuccetta. Sì, egli può vedere alcuni dei suoi compagni "morti"
vicino a lui, e questo è un aiuto e, nello stesso tempo, un ostacolo, a causa di
una possibile confusione indotta dal fatto che non sono presenti altri uomini
che egli aveva appena visto. Riunire questi uomini in questa fase non è in
conflitto con il fatto che trattiamo ogni arrivo individualmente, in conformità
con le necessità specifiche di guarigione. Per evitare ulteriori danni psichici,
è essenziale che l’ambiente di morte di questi soldati venga ritratto in maniera
accurata, e la presenza dei loro compagni fa parte di questo realismo.
Questo gruppo di soldati, uccisi quasi contemporaneamente, è composto da circa
dieci uomini, con atteggiamenti diversi riguardo alla morte e al paradiso. Essi
sono arrivati alle stazioni adatte al loro livello d’anima, in cui la loro
guarigione psichica può essere meglio seguita, e tu ne hai appena visto la fase
iniziale. Ognuno nel gruppo ha un suo proprio accordo d’energia da seguire da
questo punto in poi. Alcuni di questi uomini possono essere molto avanzati nell’
evoluzione dell’anima e diventare prestissimo consapevoli del loro ingresso nel
regno dello spirito. Abbiamo visto soldati appena arrivati con un’evoluzione
talmente avanzata da sapere istantaneamente dove si trovavano e da aiutare gli
altri accanto a loro ad accettare la propria transizione. Può darsi che altri
uomini di questo gruppo debbano affrontare una rassegna molto approfondita.
Per quanto riguarda l’immagine che hai visto, si trattava solo di una piccola
porzione di una riproduzione di un ambiente di battaglia, senza i rumori
assordanti e il sangue della realtà terrena. Tuttavia, "campi di battaglia" non
sarebbe stata un’immagine accurata da inviarti, perché non è quello che noi
vediamo. Quello che vediamo rassomiglia di più a scene fugaci di un film, dove
gli spettatori vedono uno spezzone di un carattere e della sua situazione, e poi
un altro carattere e la sua situazione, e così via. Anche se ogni scenetta viene
sviluppata per una certa durata, si intende che gli spettatori capiscano che
tutti gli sviluppi accadono simultaneamente.
Noi abbiamo delle brevi visioni di anime individuali in diversi stadi di
comprensione e di necessità di assistenza nella transizione. Siamo condotti nel
luogo in cui c’è bisogno di noi dalla connessione d’energia che si stabilisce.
So che ti stai chiedendo come sia possibile avere la differenziazione in quel
caos e non so come spiegartelo, Mamma, ma ti posso assicurare che funziona alla
perfezione.
Come ti ho detto in precedenza, il nostro meccanismo primario di guarigione sono
le vibrazioni, ed ecco perché la musica è così essenziale. Gli individui sani
qui hanno una frequenza di vibrazione tra due punti definiti, tenendo conto di
una variazione che corrisponde ad un picco o una caduta dell’entusiasmo,
dell’eccitazione o di qualunque altra emozione che causi un cambiamento della
frequenza. Dato che non abbiamo a che fare con delle circostanze che causino
paura o rabbia, un aumento della frequenza è dovuto soltanto a motivi positivi.
I nuovi arrivi hanno una serie di frequenze molto diverse, che sono legate ai
sistemi di credenze, che essi hanno avuto durante tutta la vita sulla Terra,
nonché alle circostanze della vita fisica e della morte.

S: Capisco. I bambini sono ricevuti allo stesso modo degli adulti?

MATTHEW: Ogni bambino viene accolto con speciale tenerezza ed energia amorevole
e riceve le stesse cure assidue e personali di tutte le altre anime. I bambini
che arrivano con il corpo e la mente relativamente sani sono presto in grado di
unirsi ai bambini nelle grandi allegre case che ho descritto, dove vengono
amorevolmente accuditi.
I bambini con un acuto bisogno di cure fisiche o psichiche ricevono attenzioni
personalizzate e cure mediche continue da parte di esperti, in un ambiente
appositamente studiato per la loro età e condizione, con la manifestazione di
alcuni pezzi di arredamento per renderlo felicemente familiare al bambino. Con
il miglioramento della salute, al bambino vengono presentati altri compagni,
diversi dalle persone che di solito hanno cura di lui, e dei divertimenti adatti
al suo livello di guarigione.
Com’è comprensibile, quanto più piccoli sono i bambini quando arrivano, tanto
più facilmente si adattano al regno. I bambini più grandi si ricordano di più e
sono più consapevoli della mancanza della famiglia terrena per il tempo che la
loro anima impiega a crescere oltre la loro psiche.
Non appena questo avviene – e, ripeto, in alcuni casi ciò è quasi immediato,
grazie all’evoluzione dell’anima – essi si uniscono volentieri agli altri
bambini in quelle grandi case invitanti e, con entusiasmo, si imbarcano in una
vita felice e appagante.

S: Se le loro famiglie potessero sapere questo, ciò potrebbe essere di grande


conforto per loro. Ho delle altre domande. Quanti assistenti alla transizione ci
sono in totale e quanti sono reperibili in qualsiasi momento? Avete degli orari
di lavoro e del tempo libero? Senza orologi, o un senso del nostro tempo, come
fate a sapere quando presentarvi e quando andarvene?

MATTHEW: Non so darti un numero esatto, Mamma, ma sono milioni ad essere


addestrati in questo campo. Questo "conto" non include gli addetti
all’accoglienza, ma soltanto gli assistenti sanitari. Con le partenze e gli
arrivi costanti delle anime e, naturalmente, le partenze includono molti del
nostro campo, direi che soltanto i nostri addetti al censimento conoscono
momento per momento l’esatto numero di noi che abbiamo un addestramento
sufficiente per assumere le cariche di servizio. Com’è vero sulla Terra, ci sono
dei gradi ascendenti di conoscenza ed esperienza, con gradi di responsabilità
corrispondenti. A quelli che potrebbero essere chiamati gli ‘interni’, non
vengono dati incarichi a tempo pieno fino a quando non hanno padroneggiato tutta
l’istruzione e l’addestramento e completato un periodo di servizio sotto
supervisione, e fino a quel momento essi non sono considerati facenti parte dei
nostri ranghi. Ricordati, inoltre, che ogni assistente rimane con l’anima che ha
accolto durante la transizione fino alla completa guarigione di questa, e molti
di noi non possono appesantire il "carico di casi."
Il numero degli assistenti in servizio varia in base alle situazioni sulla
Terra, ma siamo sempre reperibili in numero sufficiente affinché, in qualsiasi
momento, gli arrivi non rimangano mai senza un’accoglienza immediata o senza
attenzioni. Quando lì avvengono delle morti in massa, molte migliaia di noi sono
pronti ad accogliere e ad assistere nel primo istante della transizione. Non ci
sono migliaia di ingressi separati, ma ci sono migliaia di entrate individuali,
spesso simultanee, diciamo, per esempio, le vittime di un forte terremoto, che
si aggiungono a quelli che muoiono per tutt’altre cause. Lo spazio non è un
problema, dato che non abbiamo il volume dei corpi fisici che richiede spazio,
così come voi lo concepite.
Non c’è ragione sufficientemente urgente per cui un assistente – o un addetto
all’accoglienza – debba disertare l’incarico di servizio e lasciare gli arrivi
senza assistenza. Dato che il tempo non esiste, non è facile definire quanto
tempo lavoriamo senza interruzioni e, siccome non abbiamo alcun senso di
stanchezza fisica o emotiva, la fatica non è un fattore limitante. Lavoriamo
semplicemente quanto è necessario. Quando si attendono molti arrivi, è ovvio che
servono più assistenti per periodi più lunghi.
Abbiamo un sistema di notificazione energetica infallibile. Una serie di
pulsazioni d’energia ci fa sapere se i ranghi degli operatori sono pieni o se
necessitano di rimpiazzi o aggiunte. Grazie al nostro numero elevato, non tutti
sono necessari contemporaneamente, nemmeno nei momenti di picco degli arrivi, ma
non si tratta di una disposizione casuale per cui, chiunque se la senta, può
presentarsi, come quando sono in arrivo parenti o amici.
Quando la necessità viene automaticamente registrata attraverso le connessioni
d’energia, basta un solo pensiero per trasportarci sulla scena. Quando un’altra
anima è già presente sul posto, la seconda ad arrivare può rimanere per uno
sforzo di gruppo o passare al successivo bip d’energia che segnala un altro
arrivo imminente.

S: Come trovi del tempo libero per le nostre sedute e per tutti i tuoi altri
interessi o attività?

MATTHEW: Abbiamo una gerarchia stabilita responsabile dell’accoglienza ed


assistenza generale agli arrivi, e quando tutti gli incarichi di servizio sono
coperti, il resto di noi è libero di fare quello che vuole. Questo vale per
tutte le anime qui – non sentiamo mai che il lavoro interferisca con gli altri
nostri interessi. Il mio lavoro non è soltanto un atto significativo da
compiere, è un grande piacere ed onore per me essere coinvolto in questo
servizio al mio livello di responsabilità. E ti posso assicurare, Mamma, che ho
un sacco di tempo per tutte le altre occupazioni!

S: Che cosa succede se sei in servizio e vieni a sapere che un membro della tua
famiglia qui ha un’emergenza?

MATTHEW: Se stessi assistendo un arrivo e tu ti trovassi in una situazione


d’emergenza, ecco come procederebbero le cose. Gregory, il tuo angelo custode,
sarebbe il primo contatto con la tua vibrazione d’emergenza. La sua chiamata
d’energia arriverebbe automaticamente a me e a tutti gli altri strettamente
legati a te in questo regno. Quando ricevo questo avviso, chiamo il mio
assistente, il quale è addestrato a prendere il mio posto. Egli appare
all’istante sulla scena. Allora sarò libero dal legame energetico con il nuovo
arrivato e potrò dirigere questa energia verso il legame con te. Tutto questo
avviene in un batter d’occhio, come una luce che si accende, eppure vengono
effettuati molti passaggi per collegare e liberare le energie di modo che non ci
siano ritardi nel raggiungerti, né interruzioni nell’assistenza al nuovo
arrivo.

S: Matthew, grazie per tutte queste informazioni. Non mi sarei mai immaginata
che delle cure e un coordinamento tanto complessi fossero necessari – e
venissero forniti - lì.

MATTHEW: C’è un altro aspetto in tutto questo che penso troverai interessante,
Mamma. Quando una persona arriva, Nirvana è esattamente uguale al paradiso che
quell’individuo aveva immaginato durante la sua vita terrena. L’energia delle
convinzioni, dentro alla psiche dell’individuo crea per lui il paradiso di
quelle convinzioni. Di solito è un’immagine completamente sbagliata!
La verità del Nirvana si svela ad ogni persona con l’adattamento al fatto di
trovarsi qui. Forse dovrei dire che l’adattamento è esattamente l’accettazione
di questa verità. Non si tratta di quello che l’anima della persona realizza, ma
di quello che c’è dentro alla psiche della persona. Durante il periodo di
rimembranza della vera essenza di questo regno – in quanto la conoscenza E’
PRESENTE, è semplicemente stata dimenticata – le idee erronee del nuovo arrivo
rimangono psichicamente intatte, ma non si può permettere ad esse di persistere
molto a lungo.
Le realtà di ogni anima influenzano questo luogo, ma gli effetti hanno un
impatto particolarmente forte quando quelle realtà non sono in accordo con le
leggi universali. La frequenza d’energia di tutte le anime che si trovano a
questo livello del regno è la stessa, altrimenti non potrebbero nemmeno entrare
qui. Ma non è possibile permettere che le loro forme-pensiero erronee riguardo
alla verità e i loro atteggiamenti negativi a qualsiasi riguardo si prolunghino,
in quanto questi cambierebbero il nostro intero campo d’energia.
Questa è una delle ragioni per cui è di estrema importanza la terapia tanto
attentamente studiata per ogni individuo. Le nostre stazioni d’ingresso sono
molto di più che delle graziose aree di accoglienza e strutture per cure
mediche. Esse rappresentano la fase iniziale di abili sforzi per trasformare
velocemente quell’ energia negativamente influenzata che è talmente invadente
nei nuovi arrivi, e per impedirne la proliferazione.

S: E’ quasi opprimente pensare a tutto questo, Matthew, ma è anche consolante.


Decisamente, il Paradiso NON è solo quel luogo di serenità eterna, dove tutto è
conosciuto, che io pensavo! Passando ad un argomento più leggero, che cosa
indossi quando lavori?

MATTHEW: Noi indossiamo qualunque cosa ogni nuovo arrivato si aspetti che
indossiamo e, siccome siamo perfettamente consapevoli delle aspettative di
ognuno, sappiamo già in anticipo qual è il vestito più adatto. Un
abbigliamento familiare di tipo terreno aiuta ad evitare ulteriori shock alle
persone che hanno bisogno di essere agevolati nel loro ingresso in questo luogo,
e così indossiamo qualunque cosa sia in armonia con le circostanze della morte
fisica delle persone.
Per esempio, nelle stazioni di cura per gli arrivi dalle culture occidentali,
l’abbigliamento solito è costituito dall’uniforme bianca, o color pastello,
delle vostre professioni mediche, o da abbigliamento casuale, composto il più
delle volte da jeans e T-shirt. Quando i nuovi arrivi provengono da climi
freddi, le loro ultime impressioni sono di persone con cappotti pesanti, e
allora noi indossiamo dei cappotti pesanti. Gli abiti familiari ai soldati
sarebbero le uniformi simili a quelli che indossano i loro medici, mentre un
membro di una banda giovanile si aspetterebbe probabilmente di vedere qualcuno
in scarpe da tennis, jeans e giacca di pelle, e noi ci vestiamo di conseguenza.
I jeans, il codice universale dell’abbigliamento sulla Terra, sono molto più
comuni dei camici bianchi tra i nostri addetti all’accoglienza e assistenti
sanitari. Tuttavia, gli arrivi che trapassano a causa di una lunga malattia o,
semplicemente, di una vita di molti decenni, vengono di solito accolti dagli
assistenti col camice, o forse un completo o un vestito, bianco. Si potrebbe
dire che le persone in fragili condizioni di salute si aspettano di morire e si
sentono a loro agio vedendo qualcuno con il tradizionale abbigliamento bianco
che essi hanno associato ai cancelli del paradiso.
Per gli arrivi dalle aree in cui un abito etnico è comune, noi indossiamo dei
vestiti adatti alle loro regioni, e per le popolazioni tribali, l’abbigliamento
da cerimonia degli dei delle loro religioni. Essere riguardosi in questo senso
non richiede alcuno sforzo in più. Per noi è altrettanto facile manifestare un
copricapo frivolo o una gonna colorata quanto dei camici bianchi e jeans.

S: Questa è una considerazione così sensibile e pratica. Prima non avevo mai
pensato a quello che avresti indossato quando io arriverò – ora mi aspetterò di
vederti in jeans. Che cosa indossano di solito gli abitanti del Nirvana?

MATTHEW: Durante l’adattamento al regno, essi indossano di solito i vestiti che


erano abituati ad usare sulla Terra, per cui è sempre evidente una grande
varietà di stili ma, alla fine, una veste bianca e una fascia diventano la
scelta abituale per le occasioni normali. Perché è comoda, Mamma, ecco perché!

CAPITOLO 32

SUICIDIO

S : Le persone che muoiono suicidandosi sono trattate diversamente dagli altri?

MATTHEW: Sì e no. Esse ricevono la stessa accoglienza personale e amorevole di


tutti gli altri arrivi e viene fatto ogni sforzo per assisterle nella loro
guarigione e nell'adattamento, così come avviene con tutte le altre anime
traumatizzate che hanno bisogno di trattamenti personalizzati. Tuttavia, esse
entrano in una stazione di trattamenti speciali perché i loro traumi abbisognano
delle massime cure, uniche nel loro genere.
So che hai sentito che le persone che si tolgono la vita affrontano una pesante
forma di vita spirituale, ma che istintivamente dubiti della veridicità di
questo. Hai ragione, non è così. Non è corretto né ragionevole ammassare tutti i
suicidi in un'unica categoria con un unico giudizio impegnativo da affrontare
per tutti. In alcuni casi la causa del suicidio è un grave squilibrio nella
struttura chimica del corpo che indebolisce la sana capacità di prendere delle
decisioni. In altri casi, a spingere al suicidio è ciò che voi chiamate pazzia.
Alcune persone agiscono per estrema depressione, forse a causa della perdita di
qualcuno che hanno considerato essenziale per la loro vita, e la depressione
subentra al pensiero razionale. Alcune si tolgono la vita per una stupida sfida,
non credendo che il rischio possa sfociare in una morte. Altre agiscono nella
disperazione del momento piuttosto di dare il tempo allo spirito di rafforzarsi.
Alcune terminano la propria vita per porre fine a un dolore insopportabile.
Nessuno di questi è motivo per un giudizio severo più di quanto lo sia una morte
attribuita a un attacco di cuore o a un collo spezzato.
Alcune persone in condizioni relativamente più sane decidono coscientemente di
porre fine alla propria vita. Per alcune, questo avviene a causa di una resa
totale a una serie di eventi avversi, a volte per provvedere alle loro famiglie
nell'unico modo che pensano sia rimasto loro, attraverso i soldi dell'
assicurazione. Altre persone concludono di non poter affrontare le situazioni
che trovano troppo difficili o spiacevoli - forse la loro infedeltà coniugale o
la loro corruzione finanziaria o politica è stata scoperta, o sono state
screditate dai loro pari. Anche questi casi premeditati sono molto tristi,
perché quelle persone, in realtà, non desiderano lasciare l'intera loro vita
terrena ma soltanto quegli aspetti che considerano così schiaccianti da non
vedere altro rimedio oltre la morte.
Qualunque sia la ragione, le persone che commettono suicidio rivedono i propri
Annali Akashici con lo stesso processo di auto-valutazione e pianificazione
della vita successiva di qualunque altra anima. È vero che esse incorrono in una
lezione accumulata dovendo ripetere tutte le lezioni che avevano scelto ma che
non hanno completato, ma non c'è alcuna punizione o karma pesante imposti a
causa di una morte auto-inflitta. L'intento, o il motivo, sono alla base di
tutte le decisioni di auto-valutazione, e non c'è bisogno che quelle persone si
giudichino più severamente di chiunque altro in questo regno.

CAPITOLO 32

ADATTAMENTO AL REGNO
S : Quanto tempo ci vuole prima che le persone si adattino al fatto di essere
nel regno di Nirvana?

MATTHEW: Considerando le nostre difficoltà di stabilire intervalli di tempo


accurati nell' ambito delle vostre misurazioni, penso che il modo migliore di
rispondere a questa domanda sia disporre secondo diverse categorie i nuovi
arrivi le cui circostanze di vita e di morte sono state relativamente libere da
traumi.
Alcuni sono talmente preparati dal loro livello di evoluzione dell' anima e
-dagli affari terreni sistemati da non avere alcun bisogno di assistenza alla
transizione. Queste anime vengono accolte da una folla festante, quando si sa
che stanno per unirsi a noi. Vorremmo che ce ne fossero di più!
La seconda categoria potrebbe essere classificata come volonterosa, ma non
completamente pronta a essere qui. Normalmente essi hanno vissuto soltanto
momentaneamente, o per un breve periodo, con la loro condizione terminale, per
cui i loro corpi non sono stressati da un dolore di lunga durata o devastati da
malattie e dall'indebolimento di organi invecchiati. Queste persone esitano ad
accettare la transizione, poiché la vita terrena ha offerto loro relazioni
amorevoli e piacevoli di cui serbano il ricordo e, a volte, il loro lavoro è
stato talmente gratificante che vorrebbero poterlo continuare. Ma esse non sono
così emotive come ci si potrebbe aspettare. Le loro emozioni sono equilibrate.
Sono parzialmente riluttanti a rinunciare alla vita terrena e parzialmente
contenti di dare di nuovo il benvenuto al regno spirituale - sono consapevoli di
essere ritornati. Le loro credenze non sono contrarie a quello che esse stanno
affrontando qui, per cui, da quel punto di vista, esse sono ben adattate. Dopo
piacevoli conversazioni, sia telepatiche che nella loro lingua terrestre, esse
accettano molto rapidamente il proprio ritorno nel regno di Nirvana.
Le terze in ordine di adattamento a questo regno sono le persone che sono state
indottrinate nell' ambito dei rigidi insegnamenti della chiesa. Nessun dogma
religioso è il vero, completo resoconto dei messaggeri di Cristo sul Paradiso o
sulla vita eterna. Quanto più furono inesatti gli insegnamenti e quanto più
lunga fu l'esposizione a essi, tanto più difficile è convincere i loro seguaci
che, Sì, questo È il Paradiso, nel Senso che essi non vivono più nei loro corpi
terreni, e No, il Paradiso NON è quello che è stato insegnato loro. Non possiamo
permettere che i loro concetti erronei, inizialmente ammessi, riguardo a questo
regno, vengano mantenuti molto a lungo per via di quegli effetti avversi di cui
ho parlato, per cui Nirvana, così come realmente è, alla fine deve essere
mostrato a questa gente. Il loro adattamento richiede un periodo
considerevolmente più lungo dei due gruppi precedenti.
Gli ultimi ad accettare questo regno sono le persone dalla natura ostinata, il
cui rigido indottrinamento religioso o scientifico contrasta con quasi tutto
quello che incontrano qui. Piuttosto di accettare quello che viene rivelato
loro, alcuni si collocano in un "sottomondo" di anime disincarnate - si potrebbe
dire fantasmi - in un tentativo di ritornare alla loro vita terrena. Alcuni
scelgono di dormire per un po', sentendosi sicuri che quando si risveglieranno
si troveranno o nel proprio letto a casa o nella vita eterna come la
concepiscono loro. I casi più gravi tra questi possono dormire e svegliarsi a
intermittenza per centinaia di anni prima di riconoscere di aver semplicemente
ricevuto insegnamenti errati.
Ripeto, le persone di questi quattro gruppi sono arrivate qui in condizioni
psichiche relativamente sane, relativamente libere da traumi. Non c'è modo di
raggruppare secondo il tempo di aggiustamento le anime che arrivano con la
psiche e il corpo traumatizzati, perché le esperienze della vita terrena e le
circostanze della morte fisica influenzano molto profondamente il loro periodo
di recupero. Esse devono guarire completamente prima di affrontare qualsiasi
altro adattamento. Come aiuto alla loro guarigione, Nirvana viene presentato in
accordo con le loro aspettative, fino a quando esse non sono guarite del tutto.
Questo è possibile perché la loro energia non è focalizzata sui loro concetti
deviati della verità, bensì sul loro ritorno alla salute, e così non ne risulta
una negatività seria.

S: Esiste qualcosa da voi che corrisponda al concetto di purgatorio?

MATTHEW: Direi proprio di sì! Quelle persone che nonostante tutto quello che
viene rivelato loro - si rifiutano persino di considerare il fatto che questo è
il luogo in cui TUTTI i residenti della Terra vengono dopo la fine della vita
terrena, e che scelgono quindi di dormire a volte per secoli piuttosto di
prendere in considerazione che le loro credenze erano semplicemente basate su
un'istruzione errata - penso che questo sia ciò che più si avvicina al
purgatorio!
Vorrei aggiungere una parola sul grande beneficio che c'è per questo regno
quando i nuovi arrivati si adattano velocemente e approfittano delle opportunità
illimitate di crescita che ci sono qui. Il minimo cambiamento influenza
innumerevoli anime! Questo è vero anche sulla Terra, ma in misura minore. Il
movimento d'energia è lo stesso, dato che l'energia non aumenta né diminuisce in
intensità senza la direzione di un' anima.
Tuttavia, sulla Terra l'intento registrato energeticamente è meno intensamente
impegnato dello stesso intento qui. La bontà del carattere incarnato di
qualsiasi persona cresce automaticamente d'intensità quando quell'anima arriva
in questo regno.

CAPITOLO 33

ESPERIENZE DI PRE-MORTE
S : Ho sentito da Betsy e da un medium che tu hai letto Life After Life [La Vita
oltre la Vita], un libro sulle esperienze di pre-morte. Hai mai visto nessuno in
quella situazione?

MATTHEW: Sì, ho letto quel libro l'ultima estate che ho passato con te e, sì, ho
visto molte anime in visita che erano state dichiarate "clinicamente morte".

S: Come mai c'è una discrepanza così grande tra le meravigliose esperienze di
pre-morte riportate e le esperienze traumatiche delle persone di cui tu hai
parlato?

MATTHEW: I resoconti entusiastici dei libri vengono da persone che sono là,
sulla Terra, e il rapporto che ti ho dato è su persone che NON sono là. Il
processo della morte fisica È traumatico quando, le circostanze sono violente,
ma ovviamente questo non può essere raccontato sulla Terra da nessuno che
l'abbia sperimentato! Devo sottolineare ancora che non stiamo parlando della
transizione dalla vita terrena a questo regno, che NON è affatto spaventosa,
bensì delle circostanze traumatizzanti precedenti alla morte fisica. Mamma, per
spiegare in modo approfondito la differenza, bisogna che descriva il processo di
quella che chiamate "esperienza di pre-morte". L’esperienza di un grave shock
fisico viene affrontata con un' esperienza proporzionalmente grave nello
spirito. Questo sobbalzo del corpo eterico, senza una totale disconnessione dal
corpo fisico, è il segnale che dice all' anima che ha la capacità di lasciare lo
stato fisico e viaggiare nel regno in cui sa di essere già stata. Non sempre la
persona ha il ricordo delle visite che ha fatto in precedenza qui, in stato di
sogno o in momenti di supracoscienza, ma ci sono quelle connessioni uniche dello
spirito che richiamano questo viaggio del corpo eterico. Le anime che fanno
questo viaggio hanno quell' esperienza di pre-morte.
Ti ho detto che noi sappiamo degli arrivi imminenti dal 10ro distintivo e
inconfondibile segnale energetico, che è il loro marchio d'identificazione.
Questo stesso riconoscimento vale anche per le persone che stanno vivendo
1'esperienza di premorte. Quando il loro flusso d'energia attinge alle lunghezze
d'onda universali, coloro che lo riconoscono, attraverso legami affettivi,
rispondono all'istante. Ecco perché i membri della famiglia o gli amici che si
trovano in questo regno egli angeli o altri spiriti li aspettano.
Le persone che vivono le esperienze di pre-morte non entrano dalle nostre
stazioni di accoglienza e ospedali. Esse vengono salutate a un portale speciale
dove 1'atmosfera è creata su ordinazione, in conformità con le loro idee sul
Paradiso. Sappiamo cosa manifestare perché il registro universale dell'individuo
viene reso disponibile, affinché tutti gli aspetti della visita possano dare il
massimo beneficio. Così, per quanto diversi da ciò che in realtà c'è qui, i
sistemi di credenze degli individui determinano quello che essi vedranno durante
la breve visita.
Quell' aspettativa può includere 1'apparizione del fondatore della loro
religione. Se è così, ciò viene ottenuto per mezzo di una rappresentazione
olografica, e 1'energia Cristica di questo regno emana 1'amore che questi
visitatori possono attribuire a quel fondatore.
È vero, anche alle anime che effettuano la transizione viene offerto il loro
Paradiso immaginario, quando entrano, ma si tratta di una strategia per
introdurle delicatamente alla residenza ufficiale ed è un'illusione temporanea.
I Paradisi personalizzati per le persone con esperienze ,di pre-morte rimangono
per tutta la durata della loro breve permanenza, per evitare di presentare una
realtà che potrebbe essere causa di turbamento per la loro psiche, che non avrà
il tempo di adattarsi alla verità di questo regno. Quanto più altamente evoluta
nello spirito è 1'anima che è in visita, tanto più realmente viene presentato
Nirvana. Dato che non c'è alcun bisogno di trattamenti medici o spiegazioni su
tutto quello che il regno offre ai residenti, durante la visita ci sono soltanto
gli aspetti gioiosi della riunione.
Le anime che sono in visita sono pienamente consapevoli di tutto quello che
hanno lasciato sul piano terreno, compresa la ragione della loro temporanea
liberazione dal corpo fisico, e sono altrettanto consapevoli di tutto quello che
accade qui. Sono eccitate nel vedere membri della famiglia e amici, con cui
parlano sia telepaticamente che con le parole.
Al ritorno sulla Terra spesso un visitatore ricorda una controversia riguardo se
può o non può ~ il che può essere anche "dovrebbe" o "non dovrebbe" - rimanere
qui. La decisione di rimanere o di ritornare è solamente di quella persona e ha
SEMPRE a che fare con le clausole del suo accordo prenatale. La maggioranza di
voi avrebbe delle difficoltà ad avere a che fare con qualcosa di così
sconosciuto come un accordo prenatale e perciò le discussioni fatte qui non
vengono ricordate con accuratezza, ma vengono piuttosto poste nel contesto del
sistema di credenze della psiche della persona. I suoi ricordi della
controversia vengono convertiti dai suoi normali processi mentali in
argomenti che la persona può facilmente affrontare sulla Terra.
Così, la sua "ragione" per ritornare può essere ricordata come il bisogno di
cure da parte di un bambino o di un coniuge o di un genitore, o come il
desiderio di portare a termine delle faccende personali o per gli affari
importanti. Qualche volta un visitatore è ansioso di tornare indietro per fare
ammenda per ciò che durante la sua visita comprende essere un trattamento
ingiusto nei confronti di: altri, e anche se non si ricorderà alcuna discussione
del genere, una volta ritornato sulla Terra il desiderio rimane ed egli agisce
di conseguenza.
La decisione di ritornare non sempre è senza influenza da parte di altri. I
membri del Concilio, l'angelo custode o i membri della famiglia e gli amici che
desiderano aiutare il visitatore a capire la serietà della scelta di tagliare
importanti clausole dell'accordo, presentano argomenti convincenti contro la sua
permanenza, se la persona non ha adempiuto a queste clausole. Coloro che hanno
una visione più ampia della sua missione di vita lo consigliano così
calorosamente e amorevolmente che, di solito, egli ritorna volentieri sulla
Terra. Ma, come ho detto, una volta ritornato lì, quei discorsi sono
completamente persi per la sua memoria cosciente.

S: Perché non possono ricordare le loro esperienze così come sono realmente
avvenute?

MATTHEW: Una volta ritornati nella terza densità della Terra essi semplicemente
non sono capaci di una consapevolezza che vada oltre le loro realtà fisiche.
Anche se le loro drammatiche ed emozionanti esperienze spirituali avvenute qui
trasmettono intatta parte della memoria o dell'interpretazione, l'intera
prospettiva di ciò che è avvenuto viene dimenticata nella densità dei loro corpi
Ciò che determina se le esperienze saranno ricordate chiaramente, parzialmente,
in maniera inesatta o per nulla, non viene lasciato al caso. Avviene secondo le
leggi della fisica. Sono le conversazioni, le scene, il senso del tempo a non
essere ricordati con accuratezza. Questi aspetti sono mentali e richiedono un
meccanismo analogo per una memoria autentica. In questo regno il visitatore
opera in tutti i modi dentro alla quarta densità. Il ritorno sulla Terra è un
ritorno alle facoltà della terza densità, le quali sono incapaci di comprendere
il livello della quarta densità.
Non è semplicemente possibile avere l'accuratezza, quando le facoltà mentali
vengono trasferite dalla quarta alla terza densità, per cui la densità più
pesante della carne intrappola le esperienze, e l'esattezza dell' accaduto va
perduta alla memoria cosciente.
Quello che viene veramente conservato è la sensazione d'amore, la brillantezza
della luce, le sensazioni di appartenenza e il desiderio di essere in questo
luogo familiare. Queste sensazioni non vanno mai perdute o alterate, perché sono
facoltà dell' anima, non processi mentali, che dipendono dall' attività del
cervello della terza densità, o della psiche. L’assimilazione delle sensazioni a
livello dell' anima non è alterata, perciò i sentimenti associati alla visita
rimangono completamente fedeli.

S: Com'è possibile convincere quei visitatori del fatto che ciò che essi
ricordano non è esattamente quello che hanno sperimentato?

MATTHEW: Se stai chiedendo delle prove degli eventi effettivi, non so come
sarebbe possibile fornirle durante la vita terrena della persona, dato che le
uniche prove sono qui. La visita viene registrata nella sua impronta vitale
negli Annali dell' Akasha, esattamente com' è accaduta, e anche il modo in cui
l'ha ricordata, ed entrambe le versioni faranno parte del processo di rassegna
della vita. Inoltre, le persone che hanno parlato con lei ricorderanno
accuratamente ciò che è trapelato, e quando quelle stesse anime s'incontreranno
dopo la transizione della persona, esse potranno testimoniare sugli avvenimenti
effettivi. Ma la prova ultima è questa: dopo la transizione, alla fine la
persona avrà un ricordo perfettamente chiaro e completo di quella breve visita e
anche la conoscenza del fatto che i suoi ricordi, dopo il ritorno sulla Terra,
erano inesatti. Nessun’altra conferma sarà necessaria.

S: Però quelle persone non sapranno la verità per tutto il resto della loro vita
terrena.

MATTHEW: È necessario, Mamma? Non è sufficiente per loro conservare i ricordi


che hanno della loro meravigliosa esperienza? Le loro sensazioni sono valide, i
loro sentimenti riguardo a quelle sensazioni sono vitali, e le esperienze stesse
portano saggezza che è essenziale per la crescita spirituale degli individui.

5: Hai ragione, Matthew. Una persona che vuole rimanere là, ottiene mai il
permesso di farlo?

MATTHEW: Sì, può capitare. Durante la visita si possono fare degli emendamenti
all'accordo prenatale. Se la maggior parte delle clausole è stata rispettata e
la grazia divina permette di rinunciare al resto, allora il corpo fisico di
quella persona semplicemente muore e l'anima, nel suo corpo eterico, rimane qui.
S: La sensazione di venire attirati attraverso un tunnel oscuro verso una luce
brillante è la stessa per le persone che effettuano la transizione e per quelle
che vivono le esperienze di pre-morte?

MATTHEW: Non lo so. lo non ho avuto un' esperienza di premorte, per cui non
posso fare un confronto personale e non ho parlato con nessuno che l'abbia
vissuta. Ma sospetto che ci sia qualche differenza nella sensazione. Nell'
esperienza di pre-morte la temporanea separazione tra il corpo fisico e quello
eterico non è una disgiunzione completa, mentre il corpo eterico lascia in
maniera permanente il corpo fisico dell' anima transitante. La vicinanza dei due
corpi non può essere sottovalutata. Sia nella transizione che nella visita quel
viaggio veloce come un lampo non è mai difficile o spaventoso grazie all'
energia luminosa di transizione.

S: L'esperienza di pre-morte è una clausola dell'accordo prenatale? E qual è il


valore definitivo di questa esperienza?

MATTHEW: Non si tratta necessariamente di una clausola, ma è relativa


all'accordo. È un avvenimento drammaticamente influente e raramente le persone
che vivono quest' esperienza ritornano allo stesso stile di vita che avevano in
precedenza. Quando l'esperienza è richiesta in un accordo prenatale, è la stessa
cosa di tutte le altre lezioni karmiche - per un apprendimento specifico. Quando
l'esperienza non è una clausola, allora viene vista dagli aiutanti spirituali
come uno stimolo necessario per riportare il comportamento del livello dell'
anima sul sentiero di vita scelto nell'accordo.
Per quanto riguarda il valore definitivo, la profondità dell'esperienza
intensifica nella persona la consapevolezza della connessione della sua anima
con Dio.

CAPITOLO 34

ACCORDI PRENATALI, KARMA


S : Per favore, raccontami come vengono fatti gli accordi prenatali.

MATTHEW: Gli accordi sono dei contratti di cui entrano a far parte, a livello
dell' anima, tutti i membri di una famiglia e le altre relazioni principali
nella vita di ognuno, che accettano di nascere nell' esperienza condivisa.
Quando avviene la scelta dei genitori, vengono prese in considerazione sia le
influenze genetiche che quelle ambientali, dato che queste formano le fondamenta
per le lezioni prescelte dell' anima.
Per esempio, non solo ho scelto te come mia madre e ho scelto anche mio padre,
ma tu e lui e tutti i miei fratelli avete acconsentito a vivere le vostre vite
come la mia famiglia. Tutte le altre persone a noi care, così come coloro la cui
influenza è stata essenziale per il nostro apprendimento prescelto, erano anch'
esse d'accordo a partecipare. Puoi vedere la complessità di far combaciare solo
queste anime, ma il processo degli accordi non è iniziato neppure a quel punto,
quando io ho scelto le lezioni della mia vita. Tu hai scelto i tuoi genitori per
sperimentare la tua stessa crescita e il tuo apprendimento selezionati, affinché
potessi rispettare le clausole dell' accordo come loro figlia e anche come
moglie e madre nella nostra famiglia. I tuoi genitori hanno scelto i loro
genitori per la stessa ragione, eccetera, eccetera, attraverso tutte le
generazioni del lignaggio ancestrale.

S: Far combaciare così tanta gente va ben oltre la mia comprensione, Matthew.

MATTHEW: Sarebbe così per quasi tutti là, Mamma. La combinazione avviene
attraverso la rassegna delle impronte vitali negli Annali Akashici. La legge
universale del continuum fornisce simultaneamente la consapevolezza passata,
presente e futura di una situazione. Già questo è incomprensibile per voi, dato
che non si può applicare la struttura lineare di tempo inventata sulla Terra.
Penso di poter spiegare meglio questo processo e lo scopo degli accordi se
continuerò a usare la nostra famiglia come esempio. Noi sei siamo stati insieme
molte volte, ma di solito solo alcuni di noi hanno condiviso delle vite sulla
Terra o in qualche locazione intergalattica. Ripetere le vite con la stessa
anima o con gran parte delle stesse anime principali - o gruppo di anime non è
essenziale, ma è frequentissimo, a causa dei legami rafforzati e il karma
prodotto e risolto dentro al gruppo.
Tu e mio padre avevate delle lezioni karmiche completate in molte vite come
compagni e volevate di nuovo avere una famiglia. Tuttavia, avevate tavole
karmiche pulite l'uno con l'altra, per cui entrambi avete scelto delle lezioni
da completare attraverso altre relazioni, e avete raggiunto le esperienze
necessarie per completarle

S: Quelle altre relazioni devono aver prodotto un sacco di karma cattivo! In


effetti Matthew, che cos'è esattamente il karma?

MATTHEW: Mamma, lo so che i termini karma "buono" o "cattivo" vengono


comunemente usati per attribuire le esperienze a una qualche causa nebulosa, o
per giustificare il proprio comportamento o quello di un altro, o per ottenere
una certa soddisfazione per il fatto che qualcuno, che non viene punito sulla
Terra per atti illeciti, avrà quello che "si merita" in un' altra vita. Ma non
esiste alcuna cosa che si chiami karma "buono" o "cattivo". Il karma non è né
una punizione né un premio, è semplicemente la legge dell'universo riguardante
la causa e l'effetto. L’obiettivo di tutto l'apprendimento dell'anima è
l'equilibrio e il karma è la raccolta delle lezioni che un' anima ha selezionato
per portare in equilibrio la propria esperienza. Le vite vengono scelte in base
a condizioni ed eventi che forniranno le esperienze mancanti per l'eventuale
bilanciamento delle esperienze delle vite cumulative dell' anima. Non è
possibile scegliere solamente delle lezioni piacevoli, o l'anima non potrà
crescere oltre quel punto. Alcune lezioni sono molto difficili, ma l'anima sta
semplicemente sperimentando "l'altra faccia della medaglia" e cresce
spiritualmente apprendendo in modo approfondito le lezioni karmiche che ha
scelto per quella vita.

S: Grazie per aver spiegato questo. Il karma è molto diverso da quello che
pensavo, delle semplici lotte personali isolate della gente.

MATTHEW: Ecco un esempio perché non lo è. C'era un' altra ragione importante per
cui tu e mio padre decideste, a livello dell' anima, di sposarvi, pur sapendo
che per gran parte non sareste stati felici nell'unione. Noi quattro figli
avevamo bisogno dell'ambiente che si sarebbe sviluppato naturalmente dalla vita
di coppia stressata dei nostri genitori. La tensione e la discordia diedero come
risultato la nostra necessità di formare una nostra stabilità emotiva e delle
alleanze tra di noi. Tu e mio padre forniste esattamente l'ambiente che avevate
concordato affinché noi figli potessimo imparare le lezioni che individualmente
avevamo scelto.

S: Be questa è una prospettiva molto illuminante di tutto quello che abbiamo


passato! Qualcuno può chiedere una modifica all'accordo?

MATTHEW: Sì, questo è possibile. Anche se gli accordi sono fatti per essere
rispettati da tutti i partecipanti per la durata dell' accordo stesso, un' anima
può richiedere una modifica in circostanze di estrema gravità. Per esempio, una
richiesta può essere per una morte prima della scadenza prevista, come mezzo per
alleviare una sofferenza fisica, mentale o emotiva prolungata. Se la richiesta
viene accettata, ciò può avvenire in base al fatto che l'anima ha sofferto
abbastanza per completare una lezione o che quella parte della lezione poteva
essere liquidata e il resto affrontato in un' altra vita.

5: Come si richiede una modifica?


MATTHEW: Una petizione viene presentata dal1' anima al nostro Concilio. I membri
considerano tutte le circostanze attinenti e 1'esperienza differente per tutte
le anime che verranno influenzate se la richiesta venisse accordata. Se il
Concilio la ritiene meritevole, la richiesta viene passata, a livello dell'
anima, agli altri titolari del piano originale. Ovviamente, quando una vita
cambia in maniera significativa, tutte le altre vite comprese nei parametri
dell' accordo vengono influenzate di conseguenza, perciò tutti devono essere di
nuovo d'accordo. Se tutti i titolari danno il consenso, per grazia divina la
petizione viene accordata.
Anche una situazione esterna può agire da base per presentare una petizione. Se
circostanze esterne all'accordo hanno interrotto le lezioni prescelte, 1'anima
può richiedere un aggiustamento che riporterà le circostanze in linea o darà
sollievo dalle conseguenze avverse dell'interruzione.
Questi sono tempi unici nella storia della Terra, Mamma.
Quello che per eoni è avvenuto come routine, sta cambiando molto rapidamente in
questo periodo di preparazione per un'importante transizione della Terra. Gli
accordi sono molto più flessibili adesso che in passato per dare l’opportunità
di un apprendimento accelerato in forma condensata piuttosto che nella forma di
una vita. Mentre 1'energia di luce viene irradiata sempre più pesantemente e
costantemente nell' atmosfera della Terra per sollevare la densità, coloro che
sono sul sentiero illuminato vengono accelerati nella loro direzione. Lo sono
anche quelli che si trovano sul sentiero oscuro, per cui è più difficile ora per
quegli esseri catturati nell' energia densa sfuggire alla sua spinta.

CAPITOLO 35

GLI ANNALI DELL' AKASHA,


LA RASSEGNA DELL'IMPRONTA VITALE
S : Non capisco esattamente che cosa siano gli Annali dell'Akasha e le impronte
vitali o come funzionino.

MATTHEW: Gli Annali dell'Akasha contengono rapporti completi, accurati e


affidabili di tutti gli avvenimenti su scala universale dentro all'eternità e a
Tutto Ciò Che È. Le impronte vitali, che sono altrettanto uniche quanto le
vostre impronte digitali e più impermeabili alle alterazioni, formano la
documentazione di ogni anima, e ogni impronta è un archivio separato negli
Annali dell' Akasha.
Un'impronta vitale è come un film lungo una vita, senza omettere un singolo
aspetto o istante. Le informazioni in essa contenute, che vengono registrate
automaticamente e indelebilmente in forma d'energia, rappresentano ogni
pensiero, ogni azione e le conseguenze di ogni azione di tutta la vita della
persona. Ogni azione viene registrata come l'atto stesso, più l'intento e tutti
i sentimenti a esso associati. Non vengono registrati soltanto i sentimenti
della persona riguardo a ogni azione e ai suoi risultati, ma anche i sentimenti
di tutte le persone le cui vite sono state influenzate da quelle azioni.
Dopo aver recuperato stabilità dalla vita precedente ed essere stata
spiritualmente e psichicamente nutrita, l'anima è completamente consapevole
della sua anima cumulativa. È quest' anima cumulativa, con la sua saggezza, la
sua conoscenza e la crescita spirituale collettiva di tutte le vite dei
personaggi, che passa in rassegna l'impronta vitale. Il processo di rassegna
viene sentito esattamente come sono stati vissuti quei sentimenti non solo dalla
persona stessa, ma anche da tutte le persone che sono state influenzate da ogni
sua azione. Perciò, puoi vedere che è un' esperienza non da poco!
Il giudizio dell' anima cumulativa sulla sua vita passata è l'UNICO giudizio su
di essa. Hai sentito dire che soltanto Dio è vostro giudice e hai anche sentito
dire che persino Dio non giudica. In ogni modo, questo si riferisce alla
rassegna dell'impronta vitale. Dato che siamo tutti frammenti di Dio e perciò
inestricabilmente connessi, è giusto dire che soltanto Dio, in ogni personaggio,
giudica. Ed è altrettanto giusto dire che Egli non giudica affatto, perché
soltanto l'anima cumulativa, la cui ultima vita come personaggio viene passata
in rassegna, la giudica.
In quest’intima rassegna l'anima valuta quanto bene ha imparato le lezioni
presentate durante la vita passata. Una blanda valutazione su quali lezioni
siano state imparate a fondo e quali no può essere pronunciata dal Concilio o da
altri esseri altamente evoluti, le cui raccomandazioni hanno lo scopo di
assistere la preparazione di quell’anima per la successiva incarnazione. La
rassegna dell'impronta vitale identifica, inoltre, le lezioni rimanenti,
mettendo così l'anima in grado di scegliere quelle che desidera sperimentare
nella sua prossima vita. Questo implica l'esame delle connessioni karmiche e la
selezione della famiglia in cui nascerà per le influenze genetiche e ambientali
iniziali.
C'è un altro aspetto degli archivi delle impronte vitali che è rilevante quando
l'anima discute con i consiglieri la prossima vita e le lezioni: le impronte
vitali non vengono scolpite nel marmo dalla morte fisica dell'individuo. La loro
forma elastica permette la modifica della registrazione, se un'altra anima ha
interferito con le esperienze prescelte dell' anima. Se que1l'interferenza ha
seriamente deviato l'anima dal cammino prescelto, per grazia divina l'impronta
vitale può essere modificata per,riflettere questo. L’anima influenzata può
incorrere in karma "positivo" o può passare del tutto, se le rimanenti lezioni
non comprendono quell' esperienza non pianificata. L’anima che ha causato la
deviazione incorre in karma "negativo", che viene registrato nella sua impronta
vitale.

S: Con così tanti dati, com'è possibile salvaguardare l'impronta vitale da un


semplice errore o dalla manomissione?

MATTHEW: L’aggiornamento continuo e automatico dell'impronta vitale attraverso


ogni vita dell'anima viene fatto soltanto dall'anima stessa. Dato che l'archivio
consiste in registrazioni d'energia inserite simultaneamente con ogni pensiero,
azione e sentimento dell'anima, semplicemente non c'è spazio per un errore. Se a
un' anima venisse anche solo in mente di manipolare a suo favore le
registrazioni, anche quel pensiero senza scrupoli verrebbe registrato.
I..:energia dell'impronta vitale è compatibile soltanto con l'energia della sua
anima, e pertanto, può essere modificata solo da un'infusione di energia
identica. Se ci fosse un tentativo di manipolazione, un segnale avvertirebbe i
custodi degli annali e il presunto in filtrato verrebbe riconosciuto attraverso
il suo stesso codice energetico. Con questo sistema infallibile di salvaguardia,
nessuna anima sarebbe talmente sciocca da cercare di modificare l'impronta
vitale di un altro.
Inoltre, non è facile accedere alle impronte vitali per esaminarle e mai per
pura curiosità. Per il carattere sacro delle esperienze di ogni anima, il
permesso di entrare in maniera frivola è negato da quel codice energetico. Come
assistente alla transizione, io ho una valida ragione per entrare negli archivi
delle anime quando mi servono informazioni sulla loro vita per essere di
maggiore aiuto per loro. Le necessità di ogni nuovo arrivato che assisto e la
mia funzione portano un' energia reciproca che costituisce il suo implicito
consenso al mio accesso nel suo archivio, e la compatibilità delle nostre
energie è il mio codice d'accesso automatico a esso.
Parte delle battaglie intergalattiche è avvenuta per ottenere il predominio
sugli Annali, per la loro distruzione o per stabilire un nuovo sistema di codici
che permetterebbe ai vincitori di manipolare gli Annali. Ashtar è l'energia
superanima che comanda le forze che operano e proteggono gli Annali. Non riesco
a immaginare la meccanica coinvolta nella loro responsabilità per un'imponente
massa d'energia nelle sue incalcolabili forme, a partire dall’archivio di ogni
anima fino alla coalescenza di Tutto Ciò Che È.

CAPITOLO 36

IL CONCILIO DI NIRVANA
S : So che il Concilio è il vostro ente governativo, ma non so come vengano
scelti i membri per le loro posizioni o cosa facciano esattamente.

MATTHEW: Te lo dirò, Mamma. Soltanto le anime più onorate e più sagge vengono
prese in considerazione per far parte del Concilio. Le loro origini variano, con
la saggezza piuttosto che con la conoscenza professionale e accademica, come
criterio più importante per la posizione. Nella maggioranza dei casi i membri
hanno avuto molte incarnazioni sulla Terra, tuttavia le loro vite non sono
affatto limitate alle esperienze terrene.
L’insieme dei membri rappresenta anime maschili, femminili e androgine. Include
dei nuovi arrivati di grande saggezza e conoscenza, dei maestri che hanno deciso
di rimanere in questo regno, anche se la loro evoluzione spirituale potrebbe
elevarli parecchi gradini oltre Nirvana, e un gran maestro che viene chiamato
secondo le necessità. Il gran maestro non è in residenza né in un corpo. Questa
potente energia è transiente in tutto questo sistema solare e nei sistemi
planetari più strettamente connessi con lo sviluppo della civiltà della Terra,
come Lira, Sirio e le Pleiadi.
Il Concilio al completo può contare più di cento membri, ma non sono tutti
presenti, eccetto quando devono essere trattati argomenti gravissimi.
Generalmente, alle sessioni regolari ne sono presenti dieci in quanto quel
numero normalmente riesce a trattare tutte le richieste senza ritardi, e quelli
disponibili non sono mai meno di sei. Durante i periodi di grande attività, come
gli episodi di morte di massa sulla Terra, che richiedono l'attenzione del
Concilio altrove, non ci sono sessioni regolari. Tuttavia, qualche membro è
sempre disponibile per le consultazioni e altri possono essere radunati in un
istante per le emergenze.
Le sessioni vengono tenute in un edificio raffinato, ma non elaborato, di marmo,
che fa giustizia all'alto livello di assistenza e responsabilità del Concilio.
Grazie all'uso che ne viene fatto, l'edificio è radioso dell' essenza della luce
di Cristo, e l'energia luminosa dei membri del Concilio aumenta quell' essenza
scintillante. Ovunque essi si trovino, la loro presenza amplifica l'intensità
della luce del regno. A governare qui è davvero la volontà delle masse e non la
volontà dei leader, se c'è conflitto tra uno qualsiasi dei leader e i residenti.
È fondato sulla base di una repubblica, con il vantaggio che una selezione o una
rimozione possono essere effettuate rapidamente. I membri vengono eletti da un
esteso voto di fiducia che eleva gli individui selezionati nelle posizioni del
Concilio. Una rimozione potrebbe avvenire alla stessa maniera. La corrente
d'insoddisfazione nascosta cresce, diventando la base di una forma-pensiero
potente, e il membro viene obbligato dall' energia ad abbandonare la sua
posizione.
Tuttavia, le intenzioni delle anime che servono i propri interessi non
compiranno questo processo di selezione o sostituzione, per cui un manipolo di
nuovi arrivati, sotto la pesante influenza della Terra, non può rimuovere un
membro del Concilio.
Tutto quello che influenza questo regno o le anime a noi care sulla Terra ricade
sotto la giurisdizione del Concilio. Con l'eccezione della Terra, essi
interagiscono con gli enti governativi di tutti i regni che abbiano qualche
impatto su di noi. L’interazione del Concilio sulla Terra avviene con entità
extraterrestri dai regni angelici e spirituali e dalle civiltà umane e
supraumane, che stanno assistendo il vostro pianeta come operatori della luce
durante questi tempi di cambiamenti universali.
Il Concilio si tiene aggiornato su tutto quello che avviene nell'intero
universo. Per essere certi di essere perfettamente al corrente dei più recenti
sviluppi o di ogni aspetto di un argomento specifico, essi cercano tutto il
materiale di consultazione disponibile e consultano autorità esperte in materia
negli altri regni.
Oltre a rappresentare l'amministrazione superiore, essi sono i nostri principali
consiglieri in tutte le faccende di natura critica per il regno e anche per le
necessità individuali. Per avere un appuntamento con il Concilio, nella
maggioranza dei casi ci si avvicina semplicemente a un' anima usciere. Quell'
anima non vieta l'ingresso ma, semplicemente, mantiene l'ordine se c'è una
grande affluenza di persone che vogliono incontrare i membri.
Non è insolito che un richiedente venga immediatamente introdotto nelle camere
quando ha una questione relativamente meno importante, di cui può occuparsi un
solo membro. Se sono richieste delle ricerche, allora sarà tenuto un secondo
incontro.
Quando qualcuno ha bisogno del parere del Concilio, ma la ragione non è urgente,
viene fissato un appuntamento per il tempo necessario e per la privacy, se
desiderato. I membri non solo offrono i consigli richiesti, ma istruiscono anche
a fondo il richiedente sull'argomento pertinente, per espandere là conoscenza di
quell' anima. Non esiste alcun limite al numero delle volte che uno può
rivolgersi al Concilio.

s: I membri appaiono in un corpo?

MATTHEW: Sì, e vedo la tua ulteriore domanda, Mamma - che cosa indossano?
Indossano delle vesti bianche con cordicelle dorate. Il Loro abbigliamento non
li distinguerebbe da chiunque altro qui, ma non si può sbagliare sulla loro
essenza di luce che denota la loro saggezza, conoscenza e posizione distintive.

Ho anche offerto alcuni suggerimenti che il Concilio ha messo in atto. I


suggerimenti vengono sempre offerti liberamente con il contributo stesso e la
calda ma quieta cortesia dell'apprezzamento (fa parte del Concilio come unici
premi. Qui non abbiamo riconoscimenti o cerimonie pubbliche che spesso
accompagnano un servizio insolito sulla Terra. Ciò che abbiamo è la comprensione
che crescita spirituale vuoi dire condividere automaticamente i barlumi o le
esplosioni di consapevolezza.

S: Matthew, sono interessata a sapere che cosa indossa la gente per poter
visualizzare ogni possibile aspetto di quel luogo! Hai mai incontrato qualche
membro del Concilio?

MATTHEW: OK, Mamma, è solo che tuttora non condivido il tuo interesse per i
vestiti. Si, ho incontrato i membri del Concilio in molte occasioni.
Recentissimamente sono apparso davanti al Concilio al completo immediatamente
dopo un'interruzione nelle mie trasmissioni a te, perché si trattava di una
faccenda importante che avrebbe potuto influenzare l'intero regno. Il mio
sospetto era fondato - c'era uno strappo nel nostro schermo protettivo che
permetteva agli spiriti bassi di invadere la nostra seduta. Come ho già detto, è
un' occorrenza molto rara ed era importantissimo prestarle attenzione immediata.
In un' altra recente occasione il mio incontro riguardava due dei tuoi ex
colleghi. Sentivo che la portata delle mie informazioni era insufficiente per
consigliarti, per cui estesi la tua domanda a una fonte più elevata, la quale
aveva le informazioni che io non avevo, cioè un membro del Concilio che è
particolarmente competente riguardo agli avvenimenti interiori relativi agli
individui che si trovano sulla Terra. Mi illuminò sulle loro attività e sul loro
viaggio pericoloso per questa vita sulla Terra, come pure sulle loro continue
lotte interiori, e mi mise in guardia contro il tuo possibile coinvolgimento. Fu
lui la fonte dei consigli che ti passai. Non si trattava di invadere la tua
privacy o di un'interferenza nella tua vita da parte sua o mia, in quanto mi
avevi chiesto cosa dovevi fare. Dare retta o ignorare l'avvertimento fu una tua
decisione.

CAPITOLO 37

RIMEMBRANDO,
S : Che genere di suggerimenti potresti offrire, tu o chiunque altro, al
Concilio? Da tutto quello che mi hai raccontato su Nirvana, ogni cosa sembra
funzionare in maniera perfetta, e allora perché sarebbero necessari dei
cambiamenti?
MATTHEW: Mamma, sei ancora legata al tuo concetto di un Paradiso utopistico e, a
paragone di altre sistemazioni, non è un'impressione irragionevole del nostro
mondo. Ma è una credenza erronea pensare che qui regni la perfezione! Tu sei
mortale e puoi errare. lo sono in Paradiso e non posso. Be', la debole
condizione umana persiste qui abbastanza a lungo, cosicché "errare è umano" è
ancora valido. Ogni anima qui è in una modalità di crescita e noi non siamo
privi di aspetti da correggere, migliorare, chiarire, illuminare.
So che mi sono riferito spesso all"'apprendimento" e alle "lezioni", sia qui che
sulla Terra, ma, in realtà, Mamma, non c'è nulla che debba essere "appreso".
Tutto ciò che È lo SAPPIAMO già a livello dell' anima. Così come siamo
inseparabili da Dio e dal Creatore, siamo inseparabili dalla mente universale.
Il rimembrare consapevolmente tutto quello che sappiamo è il viaggio attraverso
tutte le nostre vite.
Fino a quando ogni anima non avrà guadagnato il proprio ritorno alla luce, con
il ricordo di tutte le esperienze intatto, nessun luogo in questo universo potrà
essere considerato il Paradiso delle religioni o l'Utopia delle leggende. La
completezza delle esperienze e il meritato ritorno al Creatore sono il culmine
della promessa di perfezione in eternità. La continua realizzazione di quella
vita eterna è nel viaggio di crescita dell' anima.
Mamma, lo so che a volte ti chiedi se sia davvero importante che la gente lì da
voi conosca tutti gli aspetti di questo regno, se non sia sufficiente che esso
corrisponda alle idee di alcune religioni sul Paradiso, l'inferno e il
purgatorio, sulla reincarnazione e sul karma di altre, e sulla vita eterna della
maggior parte di esse. Forse non importa se là non si conoscono tutti i dettagli
della vita che si vive qui, ma non si dovrebbe conoscere la VERITÀ essenziale di
Nirvana?
La risposta a questa domanda può essere soltanto un "SÌ"! In quale altro modo
può, la gente della Terra, conoscere la necessità vitale dell' equilibrio
emotivo e del non giudizio degli altri, o rendersi conto della propria facoltà
di avere un'influenza negativa o positiva su scala universale? In quale altro
modo può crescere in consapevolezza e gloria spirituali per la durata della vita
lì, e prepararsi con cognizione e gioia per la prossima vita qui?

GLOSSARIO

Accordo prenatale. Un accordo fatto prima dell'incarnazione a livello dell'


anima da tutte le anime primarie che partecipano a una vita condivisa.
Allegati d'energia. Interpretazioni positive o negative date agli effetti di
qualunque movimento d'energia.
Androginia. Uno stato equilibrato delle energie maschili e femminili.
Angeli. Esseri collettivi di luce manifestati dagli arcangeli in co creazione
col Creatore.
Angelo custode. Il principale aiutante celeste assegnato a ogni persona per la
guida spirituale e la protezione fisica.
Anima cumulativa. L’insieme, in perenne espansione, di tutte le esperienze in
tutte le vite dei suoi singoli personaggi.
Anima. Forza vitale spirituale; essenza inviolata della connessione inscindibile
di ogni individuo con Dio e tutte le altre forme di vita in tutto l'universo.
Anime perdute. Anime le cui libere scelte hanno portato al trinceramento nella
sistemazione di densità massima.
Annali dell' Akasha. Sistema di registrazione e archiviazione delle esperienze
di tutte le anime in tutte le vite.
Arcangeli. I primi esseri creati dal Creatore.
Aspetto. Una parte individuata di un' anima cumulativa; chiamato anche
personaggio, frammento dell' anima, scintilla divina.
Co-creazione. Processo o prodotto della manifestazione ottenuto dalle anime in
congiunzione con Dio.
Corpo eterico. Corpo usato nei regni spirituali.
Cosmo. Composto di tutti gli universi creati dal Creatore; qualche volta usato
alternativamente a "universo" con riferimento al nostro universo.
Creatore. L’essere supremo del cosmo; chiamato anche Totalità, Unità, Tutto Ciò
Che È, IO SONO, ecc.; qualche volta usato alternativamente a "Dio" per indicare
l'essere supremo del nostro universo.
Cristo. Condizione dell' essere uno con Dio.
Densità. In accordo con le leggi universali, le dimensioni delle esperienze
dell' anima e dell' evoluzione spirituale discendenti dalla luce e dall' amore
puri del Creatore nell' oscurità spirituale totale.
Dio. Un nome dato all' essere supremo del nostro universo, e come tale in
possesso di tutta la potenza, la saggezza e la conoscenza del Creatore.
Energia. Base di tutta la vita in tutto il cosmo.
Equilibrio. Lo scopo e l'epitome di tutta l'esperienza.
Extraterrestre. Qualsiasi luogo oltre il pianeta Terra; civiltà non terrene.
Forme pensiero. Sostanze di energia indelebili ed eterne prodotte dai processi
mentali di tutte le anime sin dall'Inizio; la materia della conoscenza
universale.
Forze oscure. Potenze che hanno avuto origine nella più profonda antichità, le
cui scelte di esperienze hanno alla fine eliminato tutta la luce eccetto una
scintilla a livello della loro anima; avversari degli esseri di luce e della
luce stessa; il male.
Guide spirituali. Esseri disincarnati diversi dagli angeli, che sono nostri
aiutanti invisibili.
Impronta vitale. L archivio di un' anima negli Annali dell' Akasha, un resoconto
completo dei pensieri, dei sentimenti e delle azioni della vita di un' anima e
delle loro conseguenze.

Karma. Causa ed effetto nell' esercizio del libero arbitrio da parte di un'
anima; base per scegliere le esperienze della vita successiva.
Leggi universali. Parametri entro i quali tutte le anime sperimentano e a cui
tutti sono soggetti; chiamate anche leggi di Dio, leggi della natura.
Libero arbitrio. La capacità di ogni anima di scegliere e manifestare esperienze
di vita.
Luce di Cristo. Manifestazione dell' amore del Creatore, costantemente
disponibile per tutti gli esseri per l'evoluzione dell' anima e per la
protezione contro le forze oscure.
Luce. La saggezza, l'amore e la potenza dell' amore del Creatore manifestati in
forma d/energia.
Manifestazione. Processo o prodotto di co-creazione col Creatore; capacità
inerente e aspetto indivisibile del libero arbitrio.
Mente universale. Tutta la conoscenza nell'universo; il totale di tutte le forme
pensiero, accessibile a ogni anima.
Missione. Lo scopo primario di ogni vita, scelto dall'anima prima della nascita
del suo personaggio per la crescita spirituale.
Negatività. In accordo con le leggi universali, le forze distruttive prodotte e
ampliate dalle forme pensiero oscure.
Nirvana. Nome corretto del regno che chiamiamo Paradiso.
Personaggio. Essenza indipendente e inviolata di un' anima che sperimenta una
vita incarnata.
Preghiera. Comunione diretta con Dio attraverso pensieri e sentimenti.
Regni Angelici. Luoghi di puro amore e luce più vicini al Creatore.
Reincarnazione. Ritorno a una vita fisica dopo una vita disincarnata.
Reintegrazione. Attraverso l'evoluzione spirituale, il ritorno di tutte le anime
al Creatore.
Sistemazione, locazione. Regno composto da varie aree relative a esperienze
specifiche.
Transizione. Dopo la morte del corpo fisico, il passaggio lampo dell' anima in
un corpo eterico al regno di Nirvana.
Universo. Una delle molte sistemazioni del genere di grandezza incalcolabile,
manifestato dal Creatore e dai regni angelici.