Sei sulla pagina 1di 24

Gli Speciali de

Blockchain: dal Bitcoin


alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
del registro distribuito
Fernando Virone
Gli Speciali de

Testi a cura di
Fernando Virone,
Dott. Ing. Esperto Aziendale ICT

2
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

Sommario
Prefazione V

PRIMA PARTE: Che cos’è la blockchain p.7


1. Blockchain e blockchain, un po’ di storia
2. A cosa serve la blockchain: gli asset digitali unici
- I Token
- Smart Contracts

SECONDA PARTE: Governance della blockchain


1. Prospettive e ambiti applicativi della blockchain p.8

3
4
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

S
Prefazione
Sarà che la sua paternità è troppo ingombrante, sarà che
se ne parla sempre con una certa diffidenza, forse legata
ad alcuni pregiudizi di fondo, sarà che pochi tra i non
addetti ai lavori l’hanno sperimentato concretamente,
ma la realtà è che il termine “blockchain” continua a
essere un illustre sconosciuto in un mondo in cui le
nuove frontiere tecnologiche vengono varcate senza
troppi riguardi, e i nuovi strumenti vengono acquisiti e
metabolizzati in tempo reale dalle comunità di riferimento
(consumatori, produttori, investitori, etc.).
Se oggi riteniamo che l’argomento sia meritevole di
attenzione è dovuto al fatto che ormai la blockchain
è uscita dal recinto della sperimentazione e sia avvia
ad acquisire quelle credenziali di natura normativa
che le consentiranno l’ ingresso in alcuni ambiti finora
inviolabili, oltre a dotarsi di standard internazionali che
permetteranno l’ interoperabilità tra le varie piattaforme
applicative già realizzate, nonché, soprattutto, lo sviluppo
di progetti di respiro internazionale.
Questo opuscolo non intende addentrarsi in aspetti
squisitamente tecnici, di stretto interesse solo per gli
addetti ai lavori, ma punta principalmente a descrivere
la blockchain come nuovo paradigma tecnico-culturale,
evidenziandone i forti aspetti innovativi, che possono
portare non solo a uno sviluppo significativo di
piattaforme applicative distribuite, ma addirittura a
stravolgere i concetti di autorità, controllo e fiducia, per
come siamo abituati oggi a considerarli.
Attraverso qualche semplice caso concreto, vedremo lo
stato dell’arte del suo cammino normativo, per concludere
con le prospettive di crescita e i probabili principali ambiti
di applicazione.
5
6
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

Prima parte

C
Che cos’è la blockchain

Ci sono tante definizioni di blockchain, alcune • Tracciabilità delle transazioni


piuttosto astruse, altre troppo tecniche, altre • Sicurezza basata su tecniche crittografiche
ancora troppo filosofiche, ma se vogliamo
veramente capire di cosa si tratta dobbiamo La blockchain, per definizione, quindi, è
partire da cosa non è: innanzitutto non è una basata su una Rete (privata o pubblica), in
tecnologia, ma è legata ad aspetti tecnolo- quanto deve permettere la gestione di una
gici imprescindibili, alcuni originali, altri già base dati distribuita. Dal punto di vista ope-
applicati in altri ambiti. Queste tecnologie rativo è un’alternativa agli archivi centraliz-
cooperano in modo originale per realizzare il zati e permette di gestire l’aggiornamento dei
paradigma blockchain, che – diciamolo subito dati con la collaborazione dei partecipanti
– non è finalizzato solo al mondo del Bitcoin alla Rete e con la possibilità di avere dati
o di altre criptovalute, ma è applicabile a una condivisi e accessibili, distribuiti presso tutti
varietà di ambiti caratterizzati da alcuni obiet- i partecipanti. Di conseguenza, la blockchain
tivi comuni. permette una gestione dei dati in termini di
verifica e autorizzazione senza che sia neces-
Noi partiremo dalla base tecnologica del feno- saria un’autorità centrale.
meno, dicendo che la blockchain è un registro Si comprende, da queste poche righe, che
digitale strutturato come una catena di blocchi siamo quindi di fronte a un fenomeno che
(da cui il nome) contenenti le transazioni e la impatta sugli aspetti nevralgici dei mecca-
cui validazione è affidata a un meccanismo nismi di governo dei sistemi digitali su cui si
di consenso. Le principali caratteristiche delle basa la nostra società e sui quali forse poco
tecnologie alla base della blockchain sono: si riflette. L’ottica rivoluzionaria con cui la
• Immutabilità del registro blockchain si pone rispetto alle logiche di
• Trasparenza controllo dei grandi sistemi digitali ha fatto
7
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

sì che i suoi sostenitori la definiscano come Partendo da questi principi, la blockchain


la nuova generazione di Internet, in quanto è diventata la declinazione in digitale di un
rappresenterebbe una sorta di Internet delle nuovo concetto di fiducia, assumendo, per-
transazioni, che si affianca alla ben nota Inter- tanto, un valore di natura sociale e politico, in
net delle persone (Internet of People), che fre- quanto può essere vista come una piattaforma
quentiamo ogni giorno e che si è orma estesa che consente lo sviluppo e la concretizzazione
alla Internet delle cose (Internet of Things, di una nuova forma di rapporto sociale.
IoT), per arrivare a rappresentare l’Internet Questa nuovo approccio, grazie alla parteci-
del Valore sulla base di sette caratteristiche: pazione di tutti, è in grado di garantire a tutti
1. Decentralizzazione la possibilità di verificare, di controllare, di
2. Trasparenza disporre di una totale trasparenza sugli atti
3. Sicurezza e sulle decisioni, che vengono registrati in
4. Immutabilità archivi che hanno la caratteristica di essere
5. Consenso inalterabili, immodificabili e dunque immuni
6. Responsabilità da corruzione.
7. Programmabilità

8
Paragrafo 1
Blockchain e blockchain, un po’ di storia

È inutile girarci intorno, quando si parla di moto, che sviluppò un’idea da lui stesso
blockchain bisogna fare i conti con il Bit- presentata su Internet a fine 2008.
coin. Tutti sanno che il progetto Bitcoin ha A differenza delle valute tradizionali, Bit-
eletto le tecnologie che oggi chiamiamo coin non fa uso di un ente centrale né di
blockchain come piattaforma di supporto meccanismi finanziari sofisticati, il valore
al rilascio e scambio della criptovaluta che è determinato unicamente dalla leva della
avrebbe dovuto rivoluzionare il mondo domanda e dell’offerta: esso utilizza un
finanziario. Non intendiamo addentrarci nel database distribuito tra i nodi della rete che
terreno minato del bitcoin, né valutarne lo tengono traccia delle transazioni, ma sfrutta
stato attuale né tantomeno le prospettive la crittografia per gestire gli aspetti funzio-
future, ma dobbiamo riconoscere a questo nali, come la generazione di nuova moneta
incredibile progetto il merito di aver lan- e l’attribuzione della proprietà dei bitcoin.
ciato e, soprattutto, stressato, le tecno- La rete Bitcoin consente il possesso e il
logie che concorrono al funzionamento trasferimento anonimo delle monete; i dati
della blockchain. Oggi il diritto di primo- necessari a utilizzare i propri bitcoin pos-
genitura del Bitcoin è sancito dalla regola sono essere salvati su uno o più personal
non scritta, ma accettata universalmente, computer o dispositivi elettronici, quali
che stabilisce che la Blockchain (quella con smartphone, sotto forma di portafoglio
la B maiuscola) è il complesso di regole e digitale, o mantenuti presso terze parti che
tecnologie associate al progetto Bitcoin, svolgono funzioni simili a una banca. In
mentre la blockchain (con la B minuscola) ogni caso, i bitcoin possono essere trasferiti
è il paradigma che si applica a tutto il resto. attraverso Internet verso chiunque disponga
Come tutti gli standard che raggiungono di un indirizzo bitcoin. La struttura paritaria
un’affermazione universale, è necessario (peer-to-peer) della rete Bitcoin e la man-
un lungo periodo di gestazione per con- canza di un ente centrale rende impossibile
vincere la comunità scientifica, ma soprat- a qualunque autorità, governativa o meno, il
tutto gli organismi internazionali preposti blocco dei trasferimenti o il sequestro di bit-
a normare e uniformare metodologie e tec- coin senza il possesso delle relative chiavi,
nologie, per sancirne l’adottabilità globale, o la svalutazione dovuta all’immissione di
che rappresenta l’anticamera del livello nuova moneta.
legislativo. Lungi dal volerci addentrare nelle logiche
Come già accennato, la tecnologia a bloc- di Bitcoin, argomento di ambito finanziario,
chi ha avuto la sua vera nascita ed un ver- ma anche socio-politico nonché purtroppo
tiginoso sviluppo in concomitanza con il speculativo (nella peggiore accezione),
decollo del progetto Bitcoin. In estrema qui ci preme sottolineare che, molto pro-
sintesi, Bitcoin (in codice, BTC) è una cripto- babilmente, senza il progetto Bitcoin la
valuta e un sistema di pagamento mondiale blockchain non sarebbe mai nata, per lo
creato nel 2009 da un anonimo inventore, meno come si è venuta a strutturare oggi.
noto con lo pseudonimo di Satoshi Naka-
9
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

10
Paragrafo 2
A cosa serve la blockchain: gli asset digitali unici

La blockchain ha caratteristiche molteplici una duplicazione, la blockchain consente


e di grande impatto sugli ambiti nei quali di riconquistare al mondo digitale il con-
può essere applicata. Più avanti vedremo cetto di scarsità dei beni del mondo reale e,
una parte di tali campi di applicazione, ma nel momento in cui, tramite la blockchain,
qui riteniamo fondamentale focalizzarci si passa un asset digitale (il nostro docu-
sulla soluzione che la blockchain offre al mento) dal nostro computer a un collega,
problema dell’unicità degli asset digitali, quel documento  non è più in alcun modo
che può essere ritenuto il problema chiave sotto il nostro possesso ed è totalmente in
dell’immateriale mondo del digitale. capo al nostro collega. Se anche lui avrà la
Un asset digitale è un bene immateriale che necessità di condividerlo ne perderà il pos-
può essere identificato e memorizzato su un sesso in favore di un altro soggetto. Il docu-
dispositivo digitale, ad es. un documento mento resterà unico e non sarà possibile
Word. Quando noi scriviamo un testo su un duplicarlo. Concludendo, la blockchain ha la
documento Word quel testo è sul nostro capacità di creare asset digitali unici e quindi
computer ed è univoco. Ma nel momento una delle sue naturali vocazioni è quella di
in cui lo inviamo a un collega, quello stesso garantire l’unicità e originalità di documenti
testo, oltre che sul nostro computer, sarà pre- ufficiali, azzerandone la contraffabilità e la
sente su un server di posta e sul computer necessità di ricorrere all’autorità di un ente
del nostro collega, generando, pertanto, una garante.
serie di duplicazioni dello stesso documento. Ma se appare chiara l’importanza di garan-
Quel testo poi potrà naturalmente essere tire l’unicità e immutabilità di un documento
condiviso a sua volta e inviato ad altri sog- digitale, quando il bene digitale diventa una
getti che ne avranno a loro volta una copia. valuta, la sua unicità diventa un must asso-
Come è noto, non ci sono limiti a questa luto. Ecco perché il mondo della finanza ha
duplicazione e, inoltre, quello stesso docu- compreso per prima il valore della blockchain
mento può essere modificato infinite volte. nel garantire l’unicità di un asset digitale, e
Il nostro documento word è  un asset digi- tantissimi altri settori che stanno fornendo
tale e non è certo unico: è partito dal nostro prodotti e servizi digitali hanno fatto proprio
computer e in pochissimo tempo si è molti- il paradigma blockchain, in quanto in grado
plicato in migliaia di copie. Ma quello stesso di impedire duplicazioni. L’unicità dell’asset
asset, crittografato in un registro (ledger) digitale avvicina il mondo dei beni digitali a
blockchain, potrebbe diventare un asset quello dei beni reali, eliminando, pertanto,
unico. Esattamente come nel mondo fisico: una delle principali carenze dell’universo dei
se passiamo lo stesso documento scritto in bit.
word stampato su carta a un collega ne per-
diamo il possesso, quel documento esce dal
nostro controllo per entrare nel dominio di
un collega. In altre parole: se nel mondo digi-
tale il passaggio implica automaticamente
11
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

pagarlo con il proprio token, ovvero spendendo


l’asset di valore che ha acquistato.
I Token Il vecchio gettone della SIP, come il token,
La possibilità di gestire asset digitali unici poteva essere scambiato in ragione del suo
spalanca, a questo punto, un’infinità di oppor- valore intrinseco. Un gettone SIP aveva un
tunità, finora impensabili, legate alla possibi- valore riconosciuto di 50 Lire che i negozianti
lità di scambiare valore al di fuori dei canali accettavano perché avevano la certezza di
tradizionali. Il concetto di Token è l’incarna- rimettere in circolazione quella moneta che di
zione di questo nuovo modo di condividere fatto era un asset di valore. Dunque, il gettone,
beni e servizi, basato sulle garanzie offerte nato per l’erogazione di un servizio (la telefo-
dalla blockchain. Un token è un asset digitale nata dalle cabine pubbliche) era diventato un
basato sulla blockchain che può essere scam- asset utilizzato anche per la gestione di piccole
biato tra due parti senza che sia necessaria transazioni.Se la società titolare del servizio e
l’azione di un intermediario. Può essere visto protagonista dell’emissione decideva, legitti-
come un insieme di informazioni digitali che è mamente, che il valore della telefonata non
in grado di conferire un diritto di proprietà ad era più assimilabile a un gettone di 50 Lire
un soggetto sull’insieme stesso di informa- bensì a un valore di 100 Lire e, conseguente-
zioni che sono registrate su una blockchain e mente, aumentava il valore del gettone, ecco
che possono essere trasferite tramite un pro- che chi aveva acquistato un certo numero di
tocollo condiviso. Il token può eventualmente gettoni (non per un investimento, ma in pre-
incorporare anche altri diritti addizionali che, visione di fare molte telefonate) si trovava ad
nel caso, sono governati da un sistema con- avere lo stesso valore in termini di quantità
trattuale, i cosiddetti smart contracts. Uno dei di servizi telefonici, ma un valore raddoppiato
primi esempi di token è rappresentato dal bit- in termini di asset di valore da utilizzare sul
coin, ma in poco tempo ne sono apparsi tanti mercato come moneta di scambio.
altri, alcuni partendo proprio dall’esperienza I token digitali sono assimilabili, nel nostro
del bitcoin stesso, altri utilizzando nuovi esempio, ai gettoni della SIP. Se chi lo emette
modelli e nuovo codice come ad esempio la promette di erogare un servizio che può
blockchain Ethereum. essere acquistato grazie al token, si ritrova con
Per capire meglio le potenzialità dei token e, un investimento fatto da soggetti che inten-
soprattutto, come funzionano, si può utiliz- dono utilizzare quel servizio o che credono nel
zare l’esempio dei gettoni della  SIP  (la vec- valore di quel servizio al punto da acquisire
chia compagnia telefonica). I gettoni telefonici tanti gettoni per utilizzare il servizio o per ven-
servivano per ottenere un servizio molto con- derli ad altri che potranno utilizzarli. Se dietro
creto: la telefonata dalle cabine pubbliche. Il al token non ci sono servizi il rischio è che si
gettone era un token e aveva un valore di 50 tratti solo di una nuova forma di investimento.
lire. L’emissione di token sul mercato ha lo In realtà, se il concetto alla base dei token è
scopo di ottenere un finanziamento che per- ben rappresentato dall’esempio precedente,
mette di usufruire di un servizio. In questo la gestione concreta è molto più complessa, in
modo la società ottiene delle risorse che può quanto legata in particolare alla valutazione
utilizzare senza contrarre nessun obbligo del valore effettivo offerto da chi li emette. Qui
diretto nei confronti di chi ha effettuato gli ci limiteremo, per dare un’idea del fenomeno,
investimenti, se non quello di rendere poi a dire che esistono diverse tipologie di token
disponibile il servizio a chi sarà pronto a determinate sia dal tipo di approccio tecno-
12
logico sia dal tipo di utilizzo. In particolare, condizioni stabilite a livello contrattuale
è importante focalizzare l’attenzione su tre che il token è chiamato a gestire in modo
diverse tipologie di token determinati dal automatico;
tipo di diritti gestiti dai token stessi: 2. Token come asset –  in questo caso il
token  rappresenta una sorta di diritto
Token di classe 1 – il token si presenta come di proprietà di un determinato asset (sia
una una vera e propria  moneta, non pre- materiale sia immateriale) e ad esempio
vede nessuna controparte e può essere trasfe- potrebbe anche rappresentare quote di
rito tramite transazioni su blockchain. Il token partecipazione dell’entità giuridica emit-
è anche una garanzia della non modificabilità tente o di entità terze.
delle transazioni stesse. Si tratta di una tipo- 3. Token utilizzati per pagamenti standar-
logia di token che non conferisce diritti nei dizzati – in cui una persona vanta il diritto
confronti di una controparte, ma ha la fun- di ricevere un pagamento per un importo
zione di registrare un diritto di proprietà del specifico ben definito;
token stesso o l’esistenza di un determinato 4. Token per la gestione di prestazione di
soggetto/oggetto. Con questo tipo di token il servizi – in questa circostanza il titolare
proprietario non ha diritti ulteriori rispetto a del token vanta il diritto di ricevere una
quelli correlati alla proprietà del token stesso. determinata prestazione o nel caso anche
Fanno parte della categoria dei Token di classe un bene dal soggetto emettitore o da un
1 i token di criptovalute come  Bitcoin,  Bit- terzo che abbia sottoscritto un accordo
coin Cash, Litecoin, ecc. commerciale. Si tratta ad esempio di
token che regolano l’accesso a infrastrut-
Token di classe 2 – in questo caso si tratta di ture informatiche, all’erogazione di servizi
token che sono in grado di conferire ai pro- e che possono anche avere le caratteristi-
prietari dei diritti che possono essere eserci- che di una criptovaluta nativa.
tati nei confronti del soggetto che ha generato Token di classe 3 – Si tratta in questo caso
i token o, eventualmente, nei confronti di terzi. di token che possono svolgere una funzione
Si tratta di token che dunque permettono di mista. Sono token che rappresentano diritti
esercitare  diritti verso delle controparti.  In di comproprietà ovvero che rappresentano
parole diverse si potrebbe dire che i token di una proprietà ma conferiscono anche diritti
classe 2 potrebbero essere definiti come una diversi, come ad esempio il diritto di voto, o
sorta di titoli di credito, ossia di documenti diritti di tipo economico per i rappresentanti
che (secondo l’art. 1992 c.c.) conferiscono al legali o o soci di una società, ecc. In questa
possessore diritto alla prestazione in esso tipologia di token il titolare non ha un diritto
indicata verso presentazione del titolo. Come esercitabile direttamente verso l’emittente
nella realtà quotidiana possono essere i titoli del titolo o verso un terzo.
obbligazionari o di prestito, i titoli di parteci-
pazione, i titoli rappresentativi di merci e docu-
menti di legittimazione. Ad esempio, possiamo
citare:
1. Token per smart contract relativi alla
gestione di pagamenti futuri – con il con-
ferimento di un diritto a ricevere dei paga-
menti futuri, sulla base di determinate
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

Smart Contracts
All’interno degli argomenti sopra trat- traduzione o trasposizione in codice di un
tati, abbiamo più volte fatto riferimento ai contratto in modo da verificare in automa-
cosiddetti smart contracts, che rappresen- tico l’avverarsi di determinate condizioni
tano uno strumento importante e innova- (controllo di dati di base del contratto)
tivo per regolare i rapporti tra soggetti che e di  autoeseguire  in automatico azioni (o
effettuano transazioni di compravendita o dare disposizione affinché si possano ese-
di altra natura tramite sistemi digitali basati guire determinate azioni) nel momento in
sulla blockchain. Vediamo ora in dettaglio di cui le condizioni determinate tra le parti
cosa si tratta. sono raggiunte e verificate. In altre parole,
Gli Smart Contracts sono stati  oggetto di lo Smart Contract è basato su un codice che
sperimentazione già negli anni ’90 quando legge sia le clausole che sono state concor-
le tecnologie ne hanno reso possibile una date sia la condizioni operative in base alle
prima implementazione, ma l’idea di Con- quali devono verificarsi le condizioni con-
tratto Intelligente risale in realtà alla metà cordate e si autoesegue automaticamente
degli Anni ’70. All’epoca l’esigenza era molto nel momento in cui i dati riferiti alle situa-
semplice e atteneva alla necessità di gestire zioni reali corrispondono ai dati riferiti alle
l’attivazione o disattivazione di una licenza condizioni e alle clausole concordate.
software in funzione di alcune condizioni E proprio perché l’assenza di un intervento
molto semplici.  La licenza di determinati umano corrisponde anche all’assenza di un
software venne di fatto gestita da una contributo interpretativo, lo Smart Contract
chiave  digitale che  permetteva il funzio- deve essere basato su descrizioni estrema-
namento del software se il cliente aveva mente precise per tutte le circostanze, tutte
pagato la licenza e ne cessava il funziona- le condizioni e tutte le situazioni che devono
mento alla data di scadenza del contratto. essere considerate. Ecco che la gestione dei
Lo Smart Contract, che possiamo definire un dati diventa un fattore critico essenziale per
contratto automatico che si attiva a fronte stabilire la qualità dello Smart Contract.
di determinate condizioni, ha bisogno di un Nello stesso tempo per gli Smart Contract
supporto legale per la sua stesura, ma non è fondamentale definire in modo estrema-
ne ha bisogno per la sua verifica e per la mente preciso le fonti di dati alle quali il
sua attivazione. Lo Smart Contract fa riferi- contratto è chiamato ad attenersi. Gli Smart
mento a degli standard di comportamento Contract sono chiamati a ricevere dati e
e di accesso a determinati servizi  e viene informazioni che vengono definite e cer-
messo a disposizione, accettato e imple- tificate dalle parti nel contratto stesso  e
mentato anche come forma di sviluppo di che devono essere individuate, controllate,
servizi tradizionali. Uno Smart Contract è la lette e interpretate dallo Smart Contract
14
sulla base di precise regole che, a loro volta, dizioni che attivano o disattivano clausole
rappresentano una delle parti più rilevanti di vantaggio o svantaggio. Ad esempio, il
e strategiche del contratto in quanto deter- superamento di limiti di velocità determi-
minano ovviamente l’output finale. nati dal contratto può essere interpretato
E qui viene il punto più rilevante relativo alle come una condizione di maggior pericolo e
differenze sostanziali tra contratto tradizio- determinare un cambiamento contrattuale
nale e Smart Contract. Lo Smart Contract è delle condizioni applicate, ad esempio, nel
di fatto figlio dell’esecuzione di un codice da valore del premio assicurativo.
parte di un computer. È un programma che Un altro esempio arriva dal mondo dei
elabora in modo deterministico (con identici media dove con i  Digital Rights Manage-
risultati a fronte di identiche condizioni) le ment viene gestita la erogazione e l’accesso
informazioni che vengono raccolte. In altre a determinati servizi multimediali.
parole, se gli input sono gli stessi i risultati
saranno identici. Questo punto è estrema-
mente rilevante perché, se da una parte
rappresenta una certezza e una sicurezza
in quanto garantisce alle parti una assoluta
certezza di giudizio oggettivo, escludendo
qualsiasi forma di interpretazione, dall’altra
sposta sul codice, sulla programmazione,
sullo sviluppo il peso e la responsabilità o
anche il potere di decidere.
Ai contraenti spetta il compito di definire
condizioni, clausole, modalità e regole
di controllo e azione, ma, una volta che il
loro contratto è diventato codice e dunque
uno Smart Contract e i contraenti lo accet-
tano, ecco che gli effetti non dipendono più
dalla loro volontà.
Tra i tanti possibili esempi, citiamo quello
che proviene dal mondo delle assicurazioni
per autoveicoli, che, sulla base di dati rile-
vati grazie ad apparecchiature IoT a bordo
delle vetture, sono in grado di fornire dati
sul comportamento del conducente che
possono influire e creare determinate con- 15
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

Seconda parte

Governance
della blockchain

O
Ora che abbiamo cominciato a familiarizzare
con gli aspetti chiave della blockchain, siamo
pronti ad affrontare l’argomento che rappre-
senta il principale oggetto di dibattito tra gli
addetti ai lavori e i portatori di interesse (i
cosiddetti stakeholders) che dovrebbero spo-
sare il progetto blockchain come strumento
di innovazione tecnologica e organizzativa
sicuro e affidabile: chi governa la blockchain?
Abbiamo accennato che la blockchain è
assimilabile ad un libro mastro distribuito,
blockchain oggi adottabili:
• Blockchain pubbliche (permissionless
ledger)
• Blockchain private (permissioned ledger)
Le Blockchain pubbliche, di cui l’esempio
più famoso e diffuso è rappresentato dalla
Blockchain Bitcoin, sono aperte, non hanno
una proprietà o un attore di riferimento e
sono concepite per non essere controllate.
L’obiettivo delle Permissioneless Ledger è
quello di permettere a ciascuno di contri-
che, a differenza di quello centralizzato, non buire all’aggiornamento dei dati sul registro
è gestito da un’autorità centrale che fa da e di disporre, in qualità di partecipante, di
garante verso tutti gli interessati, bensì è tutte le copie immutabili di tutte le opera-
gestito da tutti coloro che ne condividono zioni. Ovvero di disporre di tutte le copie
l’utilizzo in rete, ed è modificabile solo previo identiche di tutto quanto viene approvato
consenso di tutti gli utenti. Fermo restando grazie al consenso. Questo modello di
questo principio comune, è però necessario blockchain impedisce ogni forma di censura,
operare un netto distinguo, sotto il profilo nessuno è nella condizione di impedire che
della governance, tra le due tipologie di una transazione possa avvenire e che possa
16
essere aggiunta al Ledger una volta che ha gestire filiere con una serie di attori, imprese
conquistato il consenso necessario tra tutti i che devono gestire fornitori e subfornitori,
nodi (partecipanti) alla blockchain. banche, società di servizi, operatori nell’am-
Le Permissionless Ledger possono essere bito del Retail. In questo caso le Permis-
utilizzate come  database globale  per tutti sioned Ledger rispondono alle necessità di
quei documenti che hanno la necessità di un aggiornamento diffuso su più attori che
essere assolutamente immutabili nel tempo, possono operare in modo indipendente, ma
a meno di aggiornamenti che richiedono la con un controllo limitato a coloro che sono
massima sicurezza in termini di consenso, autorizzati. Le Permissioned Ledger per-
come ad esempio i contratti di proprietà o mettono poi di definire speciali regole per
i testamenti. l’accesso e la visibilità di tutti i dati. In altre
Le Blockchain private possono invece essere parole le Permissioned Ledger introducono
controllate e dunque possono avere una pro- nella blockchain un concetto di Governance
prietà. Quando un nuovo dato o record viene e di definizione di regole di comportamento.
aggiunto, il sistema di approvazione non è Tecnicamente le Permissioned Ledger sono
vincolato alla maggioranza dei partecipanti anche più performanti e veloci delle Permis-
alla blockchain, bensì a un numero limitato sionless Ledger.
di attori che sono definibili come Trusted.
Questo tipo di blockchain può essere utiliz-
zata da istituzioni, grandi imprese che devono
17
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

Paragrafo 1
Prospettive e ambiti applicativi
della blockchain
Come ampiamente argomentato, la
blockchain ha ormai superato i confini del 2) Blockchain nelle Assicurazioni
Bitcoin. La moneta virtuale è infatti solo Nel settore assicurativo le prospettive di adot-
una delle sue possibili applicazioni. Priva di tare strumenti basati sulla blockchain sono
gestione centralizzata, infatti, la blockchain molto allettanti e sono già in corso varie spe-
permette di inviare qualsiasi dato in maniera rimentazioni:
sicura, tagliando drasticamente la catena ad es., l’accesso a transazioni sicure e decen-
degli intermediari, e permettendo quindi tralizzate fornisce una base solida per pre-
uno scambio di dati sicuro tra due persone, venire le frodi, per garantire una maggiore
senza dover utilizzare mezzi di terze parti governance, per avere dati e reportistiche
quali ad esempio un provider di posta elet- migliori. Grazie alla blockchain, inoltre, le
tronica, oppure un servizio di Cloud Compu- assicurazioni possono avere notifiche aggior-
ting esterno. nate e accurate in relazione ai cambiamenti,
Si è parlato molto di blockchain anche in e ciò permette loro di migliorare la gestione
occasione del World Economic Forum e sono del rischio e massimizzare le opportunità di
molti gli investitori che stanno puntando ad capitali e fondi, oltre alla possibilità di adot-
altri investimenti in ambito blockchain, e tare strategie di Big Data, che sono molto utili
quindi, dagli investimenti iniziali che ci sono per ottenere informazioni sicure sui propri
stati soltanto nella nuova valuta e in nuovi clienti, sulle loro priorità e preferenze, oltre
sistemi di pagamento, si passa finalmente a che eventuali ulteriori informazioni prese da
nuovi investimenti, in settori nuovi e diversi terze parti.
tra loro. Proviamo quindi a passare in rasse- Da un punto di vista tecnico, gli assicuratori
gna i principali tra i nuovi ambiti applicativi vedono nella blockchain un’opportunità per
della Blockchain in Italia e nel mondo. integrare un ecosistema di terze parti affin-
ché riducano i costi delle loro piattaforme di
1) Blockchain in Finanza e Banche gestione, migliorando allo stesso tempo l’e-
La Finanza e l’Economia sono sicuramente sperienza utente (customer experience) e la
tra i settori presi più di mira dagli investi- quota di mercato, e sviluppando nuove solu-
tori in relazione alla blockchain. Infatti, non zioni e opportunità.
essendoci intermediari a gestire le transa- A livello di mercato, inoltre, gli assicuratori
zioni, la blockchain abbatterebbe i costi delle hanno opportunità nella governance delle
commissioni delle banche, permettendo loro aziende, attraverso un accesso ai dati
risparmi, velocità e affidabilità delle transa- migliorato, controlli di terze parti e sistemi più
zioni. Diventa quindi fondamentale investire sofisticati di gestione del rischio, associati ai
in questa nuova tecnologia per banche e loro prodotti e servizi, come ad esempio le
istituti finanziari, che cercano di accaparrarsi assicurazioni cibernetiche.
una fetta abbastanza grande di questo nuovo
mercato, che rivela già da subito innumere- 3) Blockchain nei Pagamenti digitali
voli possibilità e opportunità. Anche per quanto riguarda i Pagamenti digitali
18
ci sono grandi opportunità per la blockchain. più aperte, più efficienti e più sicure.
Ovviamente ci sono ancora molti problemi
che vanno affrontati, come ad esempio il 5) Blockchain nell’Industria 4.0
tempo di elaborazione di una transazione, Anche nel manifatturiero la Blockchain
che è ancora piuttosto lento. Anche le per- può essere un valido alleato. Grazie alla
formance del sistema andrebbero migliorate, blockchain nell’Industria 4.0, infatti, è pos-
per poter essere meglio assorbite dai paga- sibile sfruttare la logica decentralizzata
menti digitali, e allo stesso modo indicazioni della blockchain per produrre tecnologie in
normative chiare e un’analisi più attenta di grado di supportare al meglio la produzione,
minacce e opportunità sono le sfide della logistica e Supply Chain, così come altre
blockchain nel settore dei pagamenti digi- aree core dell’azienda. Inoltre, grazie alla
tali. Nonostante queste sfide, comunque, blockchain, è possibile preservare il dato e la
esistono tantissime opportunità per questa sicurezza del dato stesso, garantendo quindi
nuova tecnologia applicata ai pagamenti digi- sicurezza e affidabilità a tutto il processo
tali, e probabilmente molto presto avremmo della filiera produttiva e di distribuzione.
i primi riscontri dal mercato.
6) Blockchain nell’IoT
4) Blockchain nell’Agrifood Anche nell’Internet delle Cose la blockchain
Nell’Agrifood la blockchain trova un ulteriore trova una grande utilità: grazie alla sua faci-
ottimo alleato. Alcune delle caratteristiche lità di scambio dati, infatti, la tecnologia
applicative della blockchain nell’Agrifood blockchain potrebbe essere utilizzata per
sono la tracciabilità, la trasparenza, per chi facilitare la comunicazione tra oggetti IoT
vuole raccontare la storia del proprio cibo, connessi, oltre a rendere lo scambio di dati
utilizzando la blockchain per garantire affi- più sicuro e veloce. La blockchain è poi uti-
dabilità. Altre aziende già oggi vogliono trac- lizzata come piattaforma per soluzioni che
ciare container e trasporti degli alimenti e del hanno lo scopo di gestire l’identità delle
cibo in generale utilizzando la blockchain. cose. Grazie alla corretta identificazione è
In particolare, i benefici della blockchain possibile dare vita a soluzioni di certifica-
appaiono particolarmente importanti per zione delle filiere basate anche sui dati che
l’industria di trasformazione e per tutte le arrivano dalle cose (IoT) e lavorare alla cer-
attività e gli sviluppi legati alla certifica- tificazione di supply chain. Uno degli esempi
zione alimentare. La blockchain consente di più significativi è quello della food supply
creare delle filiere aperte in cui tutti gli attori: chain. Oggi è importante rendere sempre
produttori di materie prime, imprese che si più sicuro il riconoscimento end-to-end di
occupano di logistica e trasporti, imprese oggetti virtuali o fisici, perché è con questi
che operano sulle materie prime a vari livelli oggetti che si concretizza l’intermediazione
di trasformazione, aziende che lavorano su delle persone stesse nelle transazioni. Sono
packaging e marketing e infine il retail pos- cioè gli oggetti che, in definitiva gestiscono le
sono conferire dati e informazioni e control- transazioni. In determinati casi, sempre più
lare, con la massima trasparenza, i dati di frequenti, ci sono oggetti che hanno biso-
tutti gli altri attori. E i dati relativi a ciascun gno di farsi identificare senza che dietro
prodotto possono essere messi a beneficio ci siano delle persone. Dunque, se grazie
del consumatore finale. La blockchain in alla blockchain, si riescono a identificare
questo modo permette di creare delle filiere gli oggetti, avremmo un nuovo strumento
19
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

di identificazione, più sicuro, anche per le pio aiutare la Pubblica Amministrazione e i


persone. cittadini ad avere una vera identità digitale,
condivisa e implementata in questo sistema,
7) Blockchain nella Sanità con diversi vantaggi tra cui: rendere più dif-
Per quanto riguarda blockchain e Sanità, ficile l’evasione fiscale, avere un controllo
gestire i dati medici dei pazienti attraverso un maggiore dei cittadini e quindi combattere
sistema condiviso, permetterebbe ai medici la criminalità, servizi semplificati in tutti i set-
di condividere informazioni sui pazienti in tori della Pubblica Amministrazione (invio di
maniera sicura e veloce, e quindi aiuterebbe dati semplificato), e molto altro. In ambito
molto la medicina e la sanità a migliorare il PA, è in atto un’avanzata sperimentazione
servizio fatto ai pazienti, con la possibilità di nel campo dell’e-voting, il voto elettronico,
avere sotto controllo l’intera storia clinica di che ha sempre manifestato notevoli problemi
un paziente, in modo da somministrare cure di sicurezza e che la blockchain, per le sue
migliori e in tempi più rapidi. La blockchain caratteristiche intrinseche, sembra in grado
consente di dare vita a una organizzazione di superare.
che realizza la vera centralità del paziente,
insieme al coordinamento intelligente di 9) Blockchain nel Retail
tutte le azioni mediche che lo interessano. La blockchain sembra essere un modello
Considerando che i servizi sanitari sono ero- interessante da utilizzare nei negozi e nel
gati da strutture diverse con storie digitali Retail: con la blockchain, infatti, gli attuali
molto diverse, la blockchain può aiutare a metodi di pagamento in negozio potrebbero
dare vita a un coordinamento intelligente di essere estesi al Bitcoin, permettendo quindi
tutte le azioni grazie a una rivisitazione della ai clienti pagamenti molto più rapidi, oltre
gestione, dell’interoperabilità tra strutture che più economici. Garantendo pagamenti
e informazioni eterogenee. Le tecnologie più veloci ed economici, e quindi più conve-
blockchain, per loro natura, possono con- nienti, può essere offerto un servizio migliore
tribuire a dare risposte nuove in termini di al cliente, che quindi potrebbe dare un van-
interoperabilità progressiva fra sistemi infor- taggio competitivo agli store che decideranno
mativi sanitari nazionali. La blockchain è per primi di abilitare queste nuove tecnologie
anche una risposta in termini di compliance nei loro punti vendita.
normativa (Gdpr, Nis Directive) in scenari
complessi che devono gestire la presenza e 10) Blockchain nella musica
la interazione tra sistemi sanitari interregio- La gestione del copyright è da sempre uno dei
nali, tra soggetti privati come possono essere temi più controversi e complessi nell’ambito
i laboratori di analisi, le strutture della sanità del mercato discografico. Un mercato questo
privata o anche le assicurazioni. che prima e più di altri ha vissuto una vera e
propria trasformazione dettata dal digitale.
8) Blockchain nella Pubblica Amministrazione Si può anzi dire che si tratta di un mercato
Anche nella Pubblica Amministrazione la che di trasformazioni ne ha vissute ben più
blockchain trova un fertile ambito di applica- di una e dove il tema della remunerazione di
zione. La blockchain, infatti, oltre a risolvere tutti gli attori della filiera è stato da sempre
il problema della certificazione dei docu- a dir poco complicato. Lo scambio di brani
menti ufficiali, cui abbiamo già accennato musicali o la loro diffusione su larga scala,
in precedenza, potrebbe infatti ad esem- in assenza di una corretta remunerazione
20
per gli autori e per chi, come arrangiatori e 12) La blockchain per gli Unbanked
musicisti, contribuivano alla realizzazione Una grande opportunità sia sul piano sociale
del prodotto musicale, ha fatto discutere sia sul piano del business è quella di dare
e ha visto tentativi di ogni tipo. Grazie alla una banca a chi non ha una banca, ovvero a
blockchain, agli smart contract e all’iniziativa chi non ha accesso a servizi bancari e finan-
di diverse startup è oggi possibile automatiz- ziari. Stiamo parlando degli unbanked, del
zare la remunerazione, in quota parte, della 31% della popolazione mondiale che in ter-
filiera di autori e contributori ai brani musi- mini assoluti significa 1,7 miliardi di persone.
cali, a ogni nostra scelta d’acquisto. Il punto Per gli istituti di credito alla ricerca di nuovo
determinante resta racchiuso in quest’ultima business parrebbe un Eldorado non fosse
parola: scelta d’acquisto. Si deve trattare di che questa volta agli unbanked non ci stanno
una transazione, ovvero dell’acquisto di un pensando le banche bensì un nome che tutti
brano o della sottoscrizione di un servizio. ben conosciamo e che in condizioni normali
faticheremmo non poco ad associare al
11) Blockchain e Smart Energy (Smart Grid) mestiere di banca. Stiamo parlando di Face-
La smart grid porta il concetto di rete intel- book che è tra i promotori del progetto Libra,
ligente nell’ambito dell’energia elettrica. la associazione (The Libra Association) che
Siamo abituati da sempre a utilizzare, come si accinge da dare vita a una criptocurrency,
consumatori, l’energia elettrica. Non siamo Libra, che ha anche la missione di servire
certamente abituati a vivere questa dimen- tutti coloro che non riescono oggi ad avere
sione come produttori, anche se sempre più una banca e che domani potranno, grazie al
spesso ci troviamo o possiamo trovarci ad proprio smartphone, pagare, spedire e rice-
esserlo. La rete elettrica non è un rapporto vere denaro, nonchè gestire servizi finanziari.
univoco dal produttore al cliente ma conta
una molteplicità di possibilità a partire dal
cittadino che produce mette a disposizione
sulla rete la propria energia. Ma l’energia va
prodotta quando serve o va utilizzata nel
momento in cui se ne dispone in eccesso. In
altre parole, serve una gestione intelligente
della produzione e dei consumi. Le Smart
Grid utilizzano piattaforme di analytics e di
scambio per gestire nel modo più preciso
possibile consumi e produzione e natural-
mente per ridurre al massimo gli sprechi.
La blockchain può svolgere un ruolo molto
importante per la gestione delle transazioni
in ingresso e in uscita con una modalità
che permette di rendere più democratica la
rete elettrica, ovvero una modalità che per-
mette di gestire anche gli scambi tra coloro
che hanno energia in eccesso e coloro che
hanno necessità urgenti.

21
22
Blockchain: dal Bitcoin
alla Pubblica Amministrazione
la rivoluzione democratica
)
del registro distribuito

Al termine di questa rapida carrellata sul


Conclusioni
molti problemi, solo per citarne alcuni: l’en-
fenomeno blockchain, che, lo ribadiamo, non tità delle risorse di elaborazione necessarie
ambisce ad essere esaustiva né a formulare e di conseguenza le performance dei servizi
previsioni sulla sua evoluzione, ma solo a blockchain based, la sicurezza delle transa-
fotografare un treno in piena corsa, sotto- zioni, i possibili conflitti con la protezione dei
lineandone gli aspetti di maggiore impatto dati personali, l’uso dell’intelligenza artifi-
sulla società, proviamo a tirare qualche con- ciale negli smart contracts, ecc. Ma, a fronte
clusione. di questi aspetti, che lasciano molti cantieri
Innanzitutto, riteniamo importante sottoline- ancora aperti, la sensazione (molto vicina alla
are che la blockchain ha fatto il suo ingresso certezza) è che si sia già superato il punto di
ufficiale nella legislazione italiana, che ha non ritorno e che, negli anni a venire, avremo
ritenuto di avviare la disciplina del complesso sempre meno sperimentazioni e sempre più
tema delle tecnologie basate sui registri distri- applicazioni nei tanti ambiti che abbiamo pro-
buiti (DLT), sulla blockchain e sugli smart con- vato a delineare e in altri ancora.
tracts. È dell’11 febbraio scorso la legge n. 12 Inoltre, la progressiva definizione di standard
di conversione del DL n. 135 del 14 dicembre internazionali, in concomitanza con l’adozione
2018, recante disposizioni urgenti in materia di una legislazione di supporto, dovrebbe por-
di sostegno e semplificazioni per imprese e tare alla nascita di piattaforme internazio-
Pubblica Amministrazione, al cui interno è col- nali che gestiranno problematiche condivise
locata una disposizione in materia di Registri (alcune già in fase di sperimentazione) e, in
Distribuiti. Nel dettaglio: ultima istanza, ad una maggiore interopera-
• Introduce nell’ordinamento la definizione bilità dei sistemi informativi esistenti.
di tecnologie basate su registri distribuiti Concludiamo con un doveroso riferimento
• Definisce cosa siano gli smart contracts all’origine vera del fenomeno, cioè alla catena
equiparandoli ai contratti in forma scritta delle criptovalute: probabilmente stiamo
• Equipara alla marca temporale il time- entrando in una nuova fase, più matura e con-
stamp sulle DLT sapevole, in cui la speculazione pura potrebbe
• Dispone che AgID (l’Agenzia per l’Ita- lasciare il posto ad un modo completamente
lia Digitale) ha il compito di individuare innovativo di fare banca e gestire, in generale,
gli standard tecnici che le tecnologie i servizi finanziari. Ma l’esito finale di questo
blockchain devono possedere affinchè processo è condizionato dalla capacità dei
producano gli effetti giuridici di valida- cosiddetti poteri forti (cioè, di chi oggi detiene
zione temporale. il controllo dei processi socio-economico-
Si tratta solo di un punto di partenza, ma è politici) di riuscire ad addomesticare e, in
una bandierina fondamentale piantata da qualche modo, a neutralizzare l’aspetto più
questo paradigma, che, solo qualche anno rivoluzionario del paradigma blockchain, e
fa, era visto ancora con sospetto, mentre oggi cioè la governance condivisa. Il rischio che si
ha raggiunto una maturità tecnologica piut- corre è quello di declassare la blockchain a
tosto importante e, soprattutto, dimostra una pura tecnologia e di adottarla disinnescan-
grande versatilità e adattabilità sul versante done gli aspetti a forte impatto socio-eco-
della governance. Certo, rimangono aperti nomico. Ma questa è un’altra storia….
23