Sei sulla pagina 1di 395

BS-240E

Analizzatore chimico

Manuale dell'operatore
© 2017 Shenzhen Mindray Bio-Medical Electronics Co., Ltd. Tutti i diritti riservati.
Data di pubblicazione del presente manuale: 2017-08.

Dichiarazione di proprietà intellettuale


SHENZHEN MINDRAY BIO-MEDICAL ELECTRONICS CO., LTD. (di seguito denominata Mindray)
detiene i diritti di proprietà intellettuale connessi al prodotto Mindray in questione e al relativo
manuale. Il presente manuale potrebbe contenere riferimenti a informazioni protette da
copyright o brevetti e non fornisce alcuna licenza ai sensi dei diritti di brevetto di Mindray o di
altri.
Il contenuto di questo manuale è considerato da Mindray informazione riservata. È severamente
vietato divulgare le informazioni contenute nel presente manuale in qualunque modo senza
previa autorizzazione scritta di Mindray.
È severamente vietato rilasciare, migliorare, riprodurre, distribuire, noleggiare, adattare,
tradurre o creare lavori derivati del presente manuale in qualunque modo senza previa
autorizzazione scritta di Mindray.

, , , , BeneView, WATO,
BeneHeart, sono marchi commerciali, registrati o di altro tipo di proprietà di Mindray in
Cina e in altri Paesi. Tutti gli altri marchi commerciali contenuti nel presente manuale sono
utilizzati a solo scopo informativo o editoriale e appartengono ai rispettivi proprietari.

Responsabilità del fabbricante


Il contenuto di questo manuale è soggetto a modifiche senza preavviso.

Tutte le informazioni contenute nel presente manuale sono da ritenersi corrette. Mindray
declina ogni responsabilità per eventuali errori contenuti nel presente manuale o per danni
accidentali o conseguenti a fornitura, prestazioni o utilizzo di questo manuale.

Mindray è responsabile per gli effetti sulla sicurezza, l'affidabilità e le prestazioni di questo
prodotto solo se:
 Tutte le operazioni di installazione, espansione, modifica, adattamento e riparazione vengono
effettuate da personale autorizzato Mindray.
 L'installazione elettrica nello spazio destinato all'uso del prodotto è conforme ai requisiti
nazionali e locali applicabili.
 Il prodotto viene usato in conformità alle istruzioni per l'uso.

Manuale dell'operatore BS-240E i


Avviso
È importante per l'ospedale o l'organizzazione che utilizza questa apparecchiatura adottare un programma di
servizio/manutenzione adeguato. Ignorare questo punto può comportare guasti alla macchina o lesioni
personali.

Nota
L'apparecchiatura deve essere utilizzata esclusivamente da personale clinico qualificato e formato.

Garanzia
QUESTA GARANZIA È ESCLUSIVA E SOSTITUISCE TUTTE LE ALTRE GARANZIE, ESPRESSE O
IMPLICITE, INCLUSE LE garanzie di commerciabilità o idoneità per qualsiasi scopo particolare.

Esenzioni
Le responsabilità o obblighi di Mindray decretate da questa garanzia non includono il trasporto o
altri addebiti o responsabilità per danni diretti, indiretti o conseguenti o per ritardi derivanti
dall'uso non corretto del prodotto o di parti e accessori non approvati da Mindray o da
riparazioni eseguite da persone diverse dal personale autorizzato da Mindray.
La garanzia non comprende:
 Malfunzionamenti o danni derivanti dall'uso non corretto del prodotto o da errore umano.
 Malfunzionamenti o danni causati da segnale di ingresso di alimentazione instabile o fuori
campo.
 Malfunzionamenti o danni dovuti a cause di forza maggiore, come incendi e terremoti.
 Malfunzionamenti o danni causati da utilizzo inappropriato o riparazioni eseguite da
personale non qualificato o non autorizzato.
 Malfunzionamento dello strumento o della parte il cui numero di serie non sia
sufficientemente leggibile.
 Altri danni non causati dallo stesso strumento o parte di esso.

Servizio clienti
Produttore: Shenzhen Mindray Bio-Medical Electronics Co., Ltd.
Indirizzo: Mindray Building, Keji 12th Road South, High-tech
industrial park, Nanshan, Shenzhen 518057, Repubblica
Popolare Cinese
Sito Web: www.mindray.com
Indirizzo e-mail: service@mindray.com
Tel: +86 755 81888998
Fax: +86 755 26582680

Rappresentante CE
Rappresentante CE: Shanghai International Holding Corp. GmbH(Europa)
Indirizzo: Eiffestraβe 80, 20537 Hamburg, Germania
Tel: 0049-40-2513175
Fax: 0049-40-255726

ii Manuale dell'operatore BS-240E


Prefazione

Prefazione
Il presente manuale contiene le istruzioni necessarie per utilizzare il prodotto in modo sicuro e
in conformità alla relativa funzione e all'uso designato. Prima di utilizzare il prodotto, leggere
attentamente questo manuale. Il rispetto delle istruzioni del presente manuale è un prerequisito
per assicurare prestazioni appropriate e un funzionamento corretto e garantisce la sicurezza di
paziente e operatore. Tutta la grafica, incluse le schermate e le stampate, contenuta nel manuale
è a solo scopo illustrativo e non deve essere utilizzata per altri fini. In caso di dubbi o
incongruenze, le schermate e le stampate sul prodotto attuale hanno la priorità.

Destinatari
Questo manuale è destinato ai professionisti di laboratori medici per le seguenti operazioni:
 conoscere l'hardware e il software del sistema.
 eseguire attività operative quotidiane.
 mantenere e risolvere i problemi del sistema.

Documenti correlati
I seguenti documenti sono forniti per la ricerca informazioni sullo strumento:
Manuale dell'operatore
Contiene le parti componenti dello strumento, istruzioni per l'uso, manutenzione e le modalità di
risoluzione dei problemi. All'inizio di questo manuale si trova un sommario, che fornisce i
riferimenti di tutti i capitoli per la ricerca delle informazioni desiderate. Alla fine di questo
manuale si trova un glossario e un indice, che forniscono definizioni terminologiche e l'indice
per parole chiave.
Poiché il manuale si basa sulla configurazione massima, è possibile che parti del contenuto non
riguardino il prodotto in uso. In caso di domande, rivolgersi al produttore.
Guida all'uso
Fornisce la procedura operativa giornaliera per guidarvi rapidamente attraverso le operazioni di
base dello strumento. Comprende i controlli di pre-avvio e messa in servizio, le operazioni prima
dei test, i test di routine, le prestazioni giornaliere e lo spegnimento.
Scheda di manutenzione
Fornisce le istruzioni per la manutenzione regolare e irregolare dello strumento per aiutarvi nella
manutenzione in modo che possa funzionare normalmente.
 Per istruzioni di manutenzione dettagliate, consultare il Manuale dell'operatore.

Guida in linea
Contiene le descrizioni dettagliate delle schermate e dei parametri del software. Ricopre anche il
Manuale dell'operatore, che consente di recuperare le informazioni relative alle schermate del
software e le attività operative.

Convenzioni
Per migliori effetti visivi e leggibilità si utilizzano simboli e formati grafici e abbreviazioni. Per
aiutarvi a capire correttamente questo manuale, questa sezione fornisce dichiarazioni per le
immagini, condizioni e modelli applicabili utilizzati in questo manuale.
Simboli e formati
I seguenti simboli e formati sono utilizzati:

Manuale dell’operatore BS-240E 1


Prefazione

Simbolo e formato Significato


 Elenco di elementi.
 Contenuti di riferimento o riferimento incrociato.
Grassetto Intestazioni o informazioni importanti.
Corsivo Punti chiave.
 Inizio della procedura operativa.
Immagine
Tutte le immagini contenute nel manuale è a solo scopo illustrativo e non deve essere utilizzata
per altri fini. Le immagini del prodotto attuale prevalgono.
Condizioni
L'analizzatore ha una sonda per l'aggiunta del campione e dei reagenti. Se non specificato, viene
indicato come "sonda". Fini enfasi, nelle operazioni software, "sonda campione" viene utilizzata
per l'aggiunta del campione, e "sonda reagente" viene utilizzata per l'aggiunta dei reagenti.
L'analizzatore ha un carosello per il contenitore di campioni e reagenti. Se non specificato
altrimenti, viene denominato come "carosello campioni/reagenti". Fini enfasi, nelle operazioni
software, "carosello campioni" viene utilizzato per campioni e "carosello reagenti" viene
utilizzato per campioni.
Configurazione dello strumento
Le illustrazioni e le istruzioni nel presente manuale si basano su configurazioni massime dello
strumento. Per la configurazione finale di questo prodotto, fare riferimento alla bolla di
accompagnamento.

Guida in linea
Il software operativo fornisce una guida in linea in base al contesto, che può aiutarvi a
comprendere meglio i parametri di schermata ed eseguire le operazioni corrette. La guida in
linea è correlata alle schermate del software, ed è in grado di visualizzare le informazioni relative
alla pagina del menu, elemento di manutenzione, comando di manutenzione e log eventi.
Accedere alla guida in linea nei seguenti modi:
 Alt+F1: premere la combinazione di tasti di scelta rapida su qualsiasi schermata.
 : fare clic su questa icona in alto a destra di qualsiasi schermata.
 : fare clic su questo pulsante a sinistra di un elemento di manutenzione, un comando di
manutenzione o di un file eventi.

2 Manuale dell’operatore BS-240E


Informazioni di sicurezza

Informazioni di sicurezza
Questo capitolo illustra i simboli di sicurezza utilizzati nel presente manuale e i relativi
significati, offre un riepilogo dei rischi per la sicurezza e delle precauzioni operative da rispettare
rigorosamente quando si utilizza lo strumento ed elenca le etichette e i segnali serigrafati
applicati al sistema, nonché le indicazioni associate.

Simboli di sicurezza
Nel presente manuale vengono impiegati simboli di sicurezza al fine di ricordare all'operatore le
istruzioni necessarie per utilizzare il prodotto in modo sicuro e in conformità alla relativa
funzione e all'uso designato. Un simbolo di sicurezza e il testo associato costituiscono
un'indicazione a cui attenersi, come illustrato nella tabella seguente:

Simbolo Significato
Attenzione

Rischi biologici

Riepilogo dei rischi


Questa sezione elenca i pericoli correlati allo strumento stesso. I rischi di un'operazione
specifica sono inclusi nelle informazioni di avviso di ogni attività operazionale.
Nell'utilizzo del prodotto, osservare le misure di sicurezza indicate di seguito. Ignorare una di
esse può provocare lesioni personali o danni all'apparecchiatura.

Manuale dell’operatore BS-240E 3


Informazioni di sicurezza

AVVISO
Se lo strumento viene utilizzato in modo non conforme alle indicazioni del produttore, la protezione assicurata
dal sistema potrebbe essere pregiudicata.
Rischi di scossa elettrica

AVVISO
 Quando ALIMENTAZIONE PRINCIPALE è attivata, il coperchio posteriore o laterale può essere aperto
esclusivamente dal personale di assistenza autorizzato dal produttore.
 Il versamento del reagente o del campione sul prodotto può provocare un guasto dell'apparecchiatura o
persino una scossa elettrica. Non posizionare il campione e il reagente sul prodotto. In caso di versamento,
disattivare immediatamente l'alimentazione, rimuovere il liquido versato e contattare il Servizio Clienti o il
distributore di zona.
Rischi associati a componenti in movimento

AVVISO
 Non toccare componenti in movimento quali il carosello campioni/reagenti, il carosello di reazione, la
sonda, il mixer e l'unità di lavaggio cuvette, quando il sistema è in funzione.
 Prestare attenzione quando si utilizza il modulo ISE- Evitare che i capelli, le gambe o altri parti del corpo
vengano colpite da parti in movimento.
 Non inserire le dita o le mani in eventuali componenti aperti quando il sistema è in funzione.
Rischi associati alla lampada del fotometro

AVVISO
 L'emissione di luce dalla lampada del fotometro potrebbe provocare lesioni agli occhi. Non fissare
direttamente la lampada quando il sistema è in funzione.
 Se si desidera sostituire la lampada del fotometro, per prima cosa disattivare ALIMENTAZIONE
PRINCIPALE, quindi attendere almeno 5 minuti per permettere alla lampada di raffreddarsi prima di toccarla.
Non toccare la lampada prima che si sia raffreddata, poiché vi è il rischio di bruciature.
Rischi associati a campione, calibratore e controllo

RISCHIO BIOLOGICO
 La manipolazione impropria di campioni, controlli e calibratori può provocare infezioni biologiche pericolose.
Non toccare campioni, controlli, calibratori, miscele o rifiuti con le mani nude. Indossare guanti e camice e,
se necessario, occhiali di protezione.
 In caso di contatto di un campione, controllo o calibratore con la pelle, seguire le procedure standard di
laboratorio per la sicurezza e rivolgersi a un medico.
 I campioni di siero che rimangono negli elettrodi possono contenere un gran numero di virus. Indossare i
guanti per evitare infezioni quando si lavora con gli elettrodi.

4 Manuale dell’operatore BS-240E


Informazioni di sicurezza

Rischi associati a reagenti e soluzione di lavaggio

AVVISO
I reagenti, la soluzione di lavaggio diluita e la soluzione di lavaggio concentrata sono corrosivi per la pelle
umana; È necessario prestare attenzione durante l'utilizzo dei reagenti e della soluzione di lavaggio
concentrata. In caso di contatto con la pelle o gli indumenti, lavarli con sapone e acqua pulita. Se i reagenti o la
soluzione di lavaggio schizzano negli occhi, sciacquare con acqua abbondante e rivolgersi a un oculista
Rischi associati a rifiuti

RISCHIO BIOLOGICO
 Alcune delle sostanze contenute in reagenti, controlli, calibratore, soluzione di lavaggio concentrata e rifiuti
sono soggette alle normative in materia di contaminazione e smaltimento. Smaltire i rifiuti in conformità alle
normative locali o nazionali per lo smaltimento di contaminanti biologici e rivolgersi al produttore o al
distributore dei reagenti per dettagli al riguardo.
 Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.
Rischi associati allo smaltimento del sistema

AVVISO
I materiali dell'analizzatore sono soggetti alle normative relative alla contaminazione. Smaltire l'analizzatore in
conformità alle normative locali o nazionali in materia di smaltimento rifiuti.
Rischi associati a incendi ed esplosioni

AVVISO
L'etanolo è una sostanza infiammabile. Prestare attenzione quando si utilizza etanolo in prossimità dello
strumento, onde evitare incendi ed esplosioni.
Rimozione dell'analizzatore per riparazioni o smaltimento

AVVISO
Quando l'analizzatore non viene utilizzato, ad esempio, durante le procedure di riparazione, trasporto o
smaltimento, pulire e sterilizzare i componenti che possono causare rischi biologici (sonda e mixer), ricordare
inoltre alla persona che maneggia il dispositivo i rischi associati.
Pulizia e decontaminazione

ATTENZIONE
È necessario eseguire un'adeguata decontaminazione nel caso in cui un materiale pericoloso venga versato
sulla superficie o all'interno dell'apparecchiatura.
Non utilizzare agenti decontaminanti o detergenti che potrebbero rappresentare un PERICOLO a seguito di una
reazione con i componenti dell'apparecchiatura o con il materiale in essa contenuto. Non usare soluzioni
fortemente acide o alcaline per la pulizia dell'apparecchiatura.
In caso di dubbi sulla compatibilità degli agenti decontaminanti o detergenti con i componenti
dell'apparecchiatura o con il materiale in essa contenuto, contattare il servizio clienti o il distributore di zona.

Manuale dell’operatore BS-240E 5


Informazioni di sicurezza

Riepilogo delle precauzioni


Questa sezione elenca quali sono le precauzioni da seguire durante il funzionamento dello
strumento. Le precauzioni di un'operazione specifica sono inclusi nelle informazioni di avviso di
ogni attività operazionale.
Per utilizzare il prodotto in modo sicuro ed efficiente, prestare attenzione alle seguenti
precauzioni operative.
Uso designato

AVVISO
Lo strumento è un analizzatore chimico automatizzato per diagnostica in vitro, utilizzato nei laboratori clinici e
progettato per la determinazione quantitativa in vitro delle proprietà chimico-cliniche di campioni di siero,
plasma, urina o liquido cerebrospinale. Prima di utilizzare lo strumento per altri scopi, rivolgersi al produttore.
Al momento di trarre una conclusione clinica, fare riferimento anche ai sintomi clinici del paziente e ai risultati di
altri test.
Precauzioni ambientali

ATTENZIONE
Installare e utilizzare il sistema nell'ambiente specificato nel presente manuale. L'installazione e l'utilizzo del
sistema in ambienti diversi può provocare risultati inaffidabili e danni all'apparecchiatura.
Per spostare il sistema, contattare il Servizio Clienti o il distributore di zona.
Precauzioni relative al rumore elettromagnetico

ATTENZIONE
Il rumore elettromagnetico può interferire con il funzionamento del sistema. Non installare dispositivi che
generino un rumore elettromagnetico eccessivo nelle vicinanze del sistema. Non usare apparecchi quali radio
trasmittenti nell'ambiente in cui si trova il sistema. Non usare altri monitor CRT vicino al sistema.
Non usare nelle vicinanze del sistema altre apparecchiature mediche che possano generare rumore
elettromagnetico e interferire con il suo funzionamento.
Non usare questo dispositivo vicino a sorgenti di forte radiazione elettromagnetica (ad es., fonti RF intenzionali
non schermate), poiché queste possono interferire con il corretto funzionamento.
L'ambiente elettromagnetico deve essere valutato prima dell'utilizzo dell'apparecchio.
Il presente dispositivo è stato progettato e testato in conformità alla normativa CISPR 11 Classe A. In un
ambiente domestico può provocare interferenze radio e, in tal caso, è necessario adottare misure adeguate.

NOTA
È responsabilità del produttore fornire al cliente o all'utente informazioni relative alla compatibilità
elettromagnetica dell'apparecchiatura.
È responsabilità dell'utente assicurarsi che sia possibile mantenere un ambiente elettromagnetico compatibile
per l'apparecchiatura, in modo da garantirne il funzionamento corretto.

6 Manuale dell’operatore BS-240E


Informazioni di sicurezza

Precauzioni operative

ATTENZIONE
 Tenere in considerazione i sintomi clinici o i risultati di altri test del paziente, al momento di esprimere una
diagnosi basata sui risultati di misurazione generati dal sistema.
 Utilizzare il sistema esclusivamente come indicato nel presente manuale. L'utilizzo improprio del sistema
può provocare risultati inaffidabili, danni all'apparecchiatura o lesioni personali.
 Al primo utilizzo del sistema, eseguire innanzitutto le calibrazioni, quindi i test QC, per assicurarsi che il
sistema si trovi nello stato appropriato.
 Avviare il software operativo nuovamente quando l'unità di analisi è spenta.
 Assicurarsi di eseguire i test QC ogni volta che si utilizza il sistema; in caso contrario, i risultati generati
potrebbero essere inaffidabili.
 Non scoprire il carosello reagenti quando il sistema è in funzione. Tenere chiuso il coperchio del carosello
reagenti.
 La porta RS-232 sull'unità di analisi viene utilizzata solo per la connessione con l'unità operativa. Non
usarla per altre connessioni. Per la connessione, utilizzare i cavi forniti dal produttore o dal distributore
locale.
 L'unità operativa è un personal computer con software operativo installato. L'installazione di un altro
software o hardware sul computer può interferire con il funzionamento del sistema. Non eseguire altri
software quando il sistema è in funzione.
 Un virus del computer può distruggere il software operativo o i dati dei test. Non utilizzare il computer per
altri scopi né connetterlo a Internet. Se il computer è infetto, installare un software antivirus per la
rilevamento e la rimozione dei virus.
 Non toccare il display, mouse o tastiera con mani bagnate o prodotti chimici.
 Non posizionare ALIMENTAZIONE PRINCIPALE nuovamente su ON entro 10 secondi dal posizionamento
su OFF; in caso contrario potrebbe essere attivato lo stato di protezione del sistema. In tal caso,
posizionare ALIMENTAZIONE PRINCIPALE su OFF, quindi su ON.
Precauzioni di configurazione dei parametri chimica

ATTENZIONE
Per definire parametri quali volume del campione, volume del reagente e lunghezza d'onda, attenersi alle
istruzioni indicate nel presente manuale e alle istruzioni relative ai reagenti.

Manuale dell’operatore BS-240E 7


Informazioni di sicurezza

Precauzioni relative al modulo ISE

ATTENZIONE
Al fine di prevenire danni agli elettrodi ISE causati da scarsità d'acqua, se occorre spegnere il sistema dotato di
modulo ISE per un lungo periodo, eseguire la manutenzione di conservazione elettrodi.
Precauzioni relative ai campioni

ATTENZIONE
 Utilizzare campioni assolutamente privi di sostanze non solubili, come la fibrina, o di materiale in
sospensione; in caso contrario, la sonda campione potrebbe intasarsi.
 Medicine, anticoagulanti o conservanti nei campioni possono condurre a risultati inaffidabili.
 Emolisi, itteri o lipemia nei campioni possono generare risultati inaffidabili; pertanto si raccomanda
l'esecuzione di un test dell'indice del siero.
 Conservare i campioni in modo adeguato. Una conservazione errata può modificare la composizione dei
campioni e generare risultati inaffidabili.
 La volatilizzazione dei campioni può generare risultati inaffidabili. Non lasciare il campione aperto per un
lungo periodo di tempo.
 Preparare un volume di campione sufficiente prima dell'analisi.
 Prima di iniziare l'analisi, caricare i campioni nelle posizioni corrette del carosello campioni; in caso
contrario, si potrebbero non ottenere risultati affidabili.
Precauzioni relative a reagenti, calibratori e controlli

ATTENZIONE
 Usare reagenti, calibratori e controlli adatti al sistema.
 Selezionare i reagenti appropriati secondo le caratteristiche di rendimento del sistema. In caso di dubbi sul
reagente da scegliere, rivolgersi ai fornitori dei reagenti, all'azienda o al distributore autorizzato per dettagli
al riguardo.
 Conservare e utilizzare reagenti, calibratori e controlli esclusivamente come indicato dai fornitori; in caso
contrario, è possibile che non si ottengano risultati affidabili o prestazioni adeguate del sistema. Una
conservazione errata di reagenti, calibratori e controlli, anche se non scaduti, può provocare risultati
inaffidabili e scarse prestazioni del sistema.
 Eseguire la calibrazione dopo avere sostituito i reagenti; in caso contrario, si potrebbero non ottenere
risultati affidabili.
 La contaminazione provocata da carryover tra reagenti può generare risultati inaffidabili. Per dettagli al
riguardo, rivolgersi ai fornitori dei reagenti.
Precauzioni relative alla calibrazione del modulo ISE

RISCHIO BIOLOGICO
I calibratori contengono conservanti. Se i calibratori entrano in contatto con la pelle, lavare con sapone e acqua.
Nel caso i calibratori schizzassero negli occhi, sciacquarli con acqua e rivolgersi ad un oculista. Se vengono
ingeriti per errore, rivolgersi a un medico.

8 Manuale dell’operatore BS-240E


Informazioni di sicurezza

ATTENZIONE
Utilizzare i calibratori specificati dall'azienda. L'uso di reagenti o calibratori diversi può portare a risultati
inaffidabili o danneggiare il sistema idropneumatico o persino ridurre la durata degli elettrodi.
Prima di utilizzare i calibratori, controllare che non siano scaduti.
Posizionarli correttamente; in caso contrario si possono ottenere risultati inaffidabili, generare perdite o causare
danni al modulo.
Rischi biologici della soluzione di lavaggio ISE

RISCHIO BIOLOGICO
La soluzione di lavaggio ISE è a base di ipoclorito di sodio. Utilizzare la soluzione di lavaggio ISE con
attenzione, evitando qualsiasi contatto con la pelle o gli occhi. Se la soluzione di lavaggio ISE entra in contatto
con la pelle o gli occhi, sciacquare con acqua fresca e rivolgersi a un medico.
Precauzioni di archiviazione dati

NOTA
Il sistema memorizza automaticamente i dati sul disco rigido integrato. La perdita di dati, tuttavia, è ancora
possibile a causa di cancellazioni errate o danni fisici al disco rigido. Si raccomanda di archiviare regolarmente i
dati su altri supporti come, ad esempio, CD.
Per evitare la perdita di dati dovuta a guasti dell'alimentazione inattesi, si consiglia l'utilizzo di gruppi di
continuità (UPS).
Precauzioni relative alle apparecchiature esterne

AVVISO
Per le istruzioni e le precauzioni relative all'utilizzo del computer e della stampante, fare riferimento ai manuali
operativi corrispondenti.
Le apparecchiature esterne connesse a interfacce analogiche e digitali devono essere autorizzate conformi agli
standard di sicurezza ed EMC pertinenti (ad esempio, gli standard IEC 60950, sulla sicurezza delle
apparecchiature informatiche e CISPR 22 CLASSE B, sulla compatibilità elettromagnetica delle
apparecchiature informatiche). Chiunque connetta apparecchiature aggiuntive alle porte dei segnali di ingresso
e uscita e configuri un sistema IVD è responsabile di assicurarsi che lo strumento funzioni normalmente e sia
conforme ai requisiti di sicurezza ed EMC. In caso di interrogativi, rivolgersi al reparto dei servizi tecnici del
rappresentante locale.
Precauzioni relative alle provette e al contenitore del liquido

AVVISO
Quando la provetta o la parte che contiene il liquido è usurata o danneggiata, interromperne immediatamente
l'uso e contattare il servizio clienti o il distributore di zona perché la controlli e la sostituisca.

Manuale dell’operatore BS-240E 9


Informazioni di sicurezza

Etichette e segnali serigrafati


Le etichette e i segnali serigrafati, di avvertenza o meno, riportati di seguito vengono utilizzati
nel prodotto a scopo di identificazione del sistema e per indicare istruzioni operative.

Per l'etichetta contrassegnata da , consultare la relativa documentazione per conoscere la


natura dei potenziali RISCHI ed eventuali azioni da intraprendere per evitarli.
Controllare regolarmente che le etichette siano pulite e integre. Se una qualsiasi delle etichette
dovesse diventare illeggibile o staccarsi, contattare il Servizio Clienti o il distributore di zona per
ottenere etichette sostitutive.

Etichette e segnali serigrafati non di avvertenza


Simbolo Significato
Numero di serie

Data di fabbricazione

Produttore

Contrassegno CE

Rappresentante autorizzato nella Comunità europea

La seguente definizione dell'etichetta WEEE è valida


solo per gli stati membri dell'UE: L'uso di questo
simbolo indica che il prodotto non deve essere
smaltito con i rifiuti domestici. È essenziale accertarsi
che questo prodotto venga smaltito in modo corretto,
per aiutare a prevenire conseguenze negative per
l'ambiente e la salute umana. Per informazioni più
dettagliate riguardo alla restituzione e riciclaggio di
questo prodotto, rivolgersi al distributore dal quale si
è acquistato il prodotto.
Dispositivo medico diagnostico in vitro

Rischi biologici

Attenzione

Attenzione: superficie calda

"ON" (Alimentazione)

"OFF" (Alimentazione)

10 Manuale dell’operatore BS-240E


Informazioni di sicurezza

Simbolo Significato
"ON" per una parte dell'apparecchiatura

"OFF" per una parte dell'apparecchiatura

Interfaccia di serie

Terminale del conduttore di protezione

Fusibile (per modelli alimentati da tensione di


alimentazione di 220 V-240 V~ o
220 V/230 V~)
Fusibile (per modelli alimentati da tensione di
alimentazione di 110 V/115 V~)

Etichette di avvertenza
Avvertenza di rischio biologico
Questa etichetta, che indica il rischio di infezione biologica, si trova nelle seguenti posizioni:
 Sonda
 Uscita dei rifiuti
 Serb. rifiuti

Avvertenza sui componenti in movimento


Questo simbolo e il testo che indica la presenza di componenti pericolosi in movimento si trova
nelle seguenti posizioni:
 Sonda
 Mixer
 Unità di lavaggio

Avvertenza sulla lampada del fotometro


Questo simbolo e il testo associato, posti sull'alloggiamento della lampada, ricordano
all'operatore di non toccare la lampada prima che si sia raffreddata.

Manuale dell’operatore BS-240E 11


Informazioni di sicurezza

Avvertenza sulla collisione di sonde


Questo simbolo e il testo associato, posti vicino al carosello dei campioni, al carosello del
reagente e al carosello di reazione ricordano all'operatore di non aprire il coperchio, onde
evitare di danneggiare la sonda.

Modulo ISE
Questo simbolo e il testo associato sono posti sul pannello laterale sinistro dell'analizzatore.
Spegnere l'alimentazione di rete prima di aprire la porta piccola.

Il galleggiante di livello del liquido


Questo simbolo e il testo associato si trovano in prossimità del galleggiante di livello del liquido
del serbatoio di acqua DI e del serbatoio della soluzione di lavaggio. Si prega di non estrarre il
galleggiante di livello del liquido durante il test.

Finestra di sostituzione cuvetta


Questo simbolo e il testo associato si trovano sulla finestra di sostituzione cuvetta.

Rischio di lesioni in caso di sostituzione della lampada


Questa etichetta si trova vicino allo sportello della lampada. Non toccare parti in movimento
durante la sostituzione della lampada.

Rischio chimico
Questa etichetta viene applicata sul serbatoio della soluzione di lavaggio diluita. Adottare misure
protettive per evitare rischi chimici.

12 Manuale dell’operatore BS-240E


Informazioni di sicurezza

Alloggiamento
Questa etichetta viene applicata al centro della parte posteriore dell'armadio. Se si desidera
trasferire l'analizzatore, contattare il Servizio Clienti o il distributore di zona. Quando lo si sposta,
non trasportarlo con l'armadio. Solo quando l'armadio è supportato da ancoraggi, l'analizzatore
può essere posizionato sull'armadio.

Manuale dell’operatore BS-240E 13


Informazioni di sicurezza

14 Manuale dell’operatore BS-240E


Sommario
Dichiarazione di proprietà intellettuale ................................................................................................................................i
Responsabilità del fabbricante .................................................................................................................................................i
Garanzia........................................................................................................................................................................................... ii
Esenzioni .......................................................................................................................................................................... ii
Servizio clienti................................................................................................................................................................ ii
Rappresentante CE ....................................................................................................................................................... ii
Prefazione....................................................................................................................................................................................... 1
Destinatari........................................................................................................................................................................ 1
Documenti correlati ..................................................................................................................................................... 1
Convenzioni..................................................................................................................................................................... 1
Guida in linea .................................................................................................................................................................. 2
Informazioni di sicurezza ·············································································································· 3
Simboli di sicurezza.................................................................................................................................................................... 3
Riepilogo dei rischi ...................................................................................................................................................................... 3
Riepilogo delle precauzioni ...................................................................................................................................................... 6
Etichette e segnali serigrafati .............................................................................................................................................. 10
Etichette e segnali serigrafati non di avvertenza .......................................................................................... 10
Etichette di avvertenza ............................................................................................................................................ 11
Sommario ································································································································· 15
1 Descrizione del sistema ·········································································································· 1-1
1.1 Requisiti e procedura di installazione ...................................................................................................................... 1-2
1.1.1 Requisiti per l'installazione........................................................................................................................ 1-2
1.1.2 Procedura di installazione .......................................................................................................................... 1-5
1.2 Componenti hardware ................................................................................................................................................... 1-6
1.2.1 Panoramica ...................................................................................................................................................... 1-6
1.2.2 Sistema per la manipolazione dei campioni/reagenti .................................................................... 1-8
1.2.3 Gruppo miscelatore ................................................................................................................................... 1-15
1.2.4 Sistema di reazione .................................................................................................................................... 1-15
1.2.5 Unità lavaggio cuvette................................................................................................................................ 1-16
1.2.6 Sistema fotometrico................................................................................................................................... 1-17
1.2.7 Unità ISE (opzionale) ................................................................................................................................. 1-17
1.2.8 Alloggiamento .............................................................................................................................................. 1-18
1.2.9 Unità operativa ............................................................................................................................................. 1-18
1.2.10 Unità di uscita............................................................................................................................................. 1-19
1.2.11 Accessori e materiale di consumo ..................................................................................................... 1-19
1.3 Descrizione del software ............................................................................................................................................ 1-20
1.3.1 Aree della schermata .................................................................................................................................. 1-20
1.3.2 Uso della guida in linea .............................................................................................................................. 1-23
1.4 Specifiche del Sistema ................................................................................................................................................. 1-24
1.4.1 Unità di analisi.............................................................................................................................................. 1-24
1.4.2 Requisiti di alimentazione ....................................................................................................................... 1-26

Manuale dell'operatore BS-240E 15


Sommario

1.4.3 Requisiti ambientali ................................................................................................................................... 1-27


1.4.4 Dimensioni e peso ...................................................................................................................................... 1-27
1.4.5 Rumore e fusibile ........................................................................................................................................ 1-27
1.4.6 Dispositivo di immissione ....................................................................................................................... 1-27
1.4.7 Dispositivo di uscita ................................................................................................................................... 1-27
1.4.8 Interfacce di comunicazione .................................................................................................................. 1-27
1.4.9 Classificazione di sicurezza .................................................................................................................... 1-28
1.4.10 Requisiti EMC ............................................................................................................................................ 1-28
2 Procedura operativa giornaliera ······························································································· 2-1
2.1 Procedura operativa giornaliera ................................................................................................................................ 2-2
2.2 Avvio e controlli giornalieri ......................................................................................................................................... 2-2
2.2.1 Controlli prima dell'avvio ........................................................................................................................... 2-2
2.2.2 Avvio ................................................................................................................................................................... 2-4
2.2.3 Controllo dello stato del sistema ............................................................................................................... 2-6
2.3 Operazioni prima del test di routine ..................................................................................................................... 2-10
2.3.1 Preparazione dei reagenti ....................................................................................................................... 2-10
2.3.2 Calibrazione .................................................................................................................................................. 2-17
2.3.3 CQ ...................................................................................................................................................................... 2-20
2.4 Test di routine ................................................................................................................................................................ 2-23
2.4.1 Programmazione e elaborazione di campioni ................................................................................ 2-23
2.4.2 Controllo dei risultati dei test .................................................................................................................. 2-26
2.4.3 Controllo dello stato dei test ed esecuzione dei test di controllo ............................................... 2-26
2.5 Manutenzione quotidiana e spegnimento .......................................................................................................... 2-29
2.5.1 Manutenzione giornaliera....................................................................................................................... 2-29
2.5.2 Spegnimento ................................................................................................................................................. 2-30
2.5.3 Operazioni dopo lo spegnimento .......................................................................................................... 2-30
3 Reagente ······························································································································· 3-1
3.1 Reagente speciale ............................................................................................................................................................. 3-2
3.1.1 Schermata Reagente/calibraz. ISE.......................................................................................................... 3-2
3.1.2 Caricamento reagenti speciali in stato Esecuzione.......................................................................... 3-2
3.1.3 Scaricamento di reagenti speciali ........................................................................................................... 3-3
3.1.4 Stampa elenco reagente/calibrazione ISE ........................................................................................... 3-3
3.2 Reagente biochimico ...................................................................................................................................................... 3-3
3.2.1 Schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici .................................................................. 3-3
3.2.2 Ordinamento di reagenti............................................................................................................................. 3-4
3.2.3 Caricamento reagenti biochimici in stato Esecuzione ................................................................... 3-5
3.2.4 Scarico di reagenti biochimici .................................................................................................................. 3-5
3.2.5 Personalizzazione della schermata reagenti ....................................................................................... 3-5
3.2.6 Impostazione del limite di allarme del reagente ................................................................................ 3-6
3.2.7 Controllo e aggiornamento automatico del reagente rimanente ............................................... 3-6
4 Calibrazione ·························································································································· 4-1
4.1 Calibrazione ISE................................................................................................................................................................ 4-2
4.1.1 Impostazione della calibrazione............................................................................................................... 4-2
4.1.2 Stati di calibrazione e allarmi .................................................................................................................... 4-2
4.1.3 Visualizzazione di risultati ......................................................................................................................... 4-3
4.2 Calibrazione biochimica................................................................................................................................................ 4-5

16 Manuale dell’operatore BS-240E


Sommario

4.2.1 Impostazione della calibrazione............................................................................................................... 4-5


4.2.2 Stati di calibrazione e allarmi ................................................................................................................. 4-11
4.2.3 Bianco reagente........................................................................................................................................... 4-12
4.2.4 Visualizzazione dei risultati di calibrazione ..................................................................................... 4-15
5 CQ ········································································································································ 5-1
5.1 Panoramica......................................................................................................................................................................... 5-2
5.1.1 Procedura QC ................................................................................................................................................... 5-2
5.1.2 Contrassegni dei risultati QC ...................................................................................................................... 5-2
5.1.3 Stato del controllo ........................................................................................................................................... 5-3
5.2 Impostazione QC .............................................................................................................................................................. 5-3
5.2.1 Definizione/modifica di un controllo..................................................................................................... 5-3
5.2.2 Impostazione delle concentrazioni del controllo ................................................................................ 5-4
5.2.3 Impostare le regole QC ................................................................................................................................. 5-4
5.2.4 QC automatico ................................................................................................................................................. 5-5
5.2.5 Eliminazione di un controllo ..................................................................................................................... 5-6
5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo ................................................................................................................. 5-7
5.3.1 Risultato > schermata Cronologia ............................................................................................................ 5-7
5.3.2 Schermata Levey-Jennings ......................................................................................................................... 5-8
5.3.3 Richiamo del diagramma somma cumulativa .................................................................................... 5-9
5.3.4 Visualizzazione del diagramma Twin-Plot ....................................................................................... 5-11
5.3.5 Schermata QC> Risultati ........................................................................................................................... 5-11
5.3.6 Visualizzazione del riepilogo QC ........................................................................................................... 5-14
6 Programma···························································································································· 6-1
6.1 Gestione di campioni ...................................................................................................................................................... 6-2
6.2 Programmazione ed elaborazione campioni........................................................................................................ 6-3
6.2.1 Elaborazione dei campioni con LIS ......................................................................................................... 6-3
6.2.2 Elaborazione di campioni con codice a barre .................................................................................... 6-4
6.2.3 Programmazione gruppi ............................................................................................................................ 6-6
6.2.4 Aggiunta di campioni ................................................................................................................................... 6-6
6.2.5 Aggiunta/modifica di chimiche ................................................................................................................ 6-7
6.2.6 Riesecuzione di campioni .......................................................................................................................... 6-7
6.2.7 Bianco campione......................................................................................................................................... 6-13
6.2.8 Test di sangue intero ................................................................................................................................. 6-14
6.3 Indice sierico................................................................................................................................................................... 6-15
6.3.1 Introduzione.................................................................................................................................................. 6-15
6.3.2 Teoria dell'indice sierico .......................................................................................................................... 6-15
6.3.3 Impostazione dell'indice sierico ........................................................................................................... 6-16
6.3.4 Indice siero auto.......................................................................................................................................... 6-17
6.3.5 Esecuzione di chimiche IS ....................................................................................................................... 6-17
6.4 Funzioni estese .............................................................................................................................................................. 6-18
6.4.1 Cancellazione dei campioni..................................................................................................................... 6-18
6.4.2 Visualizzazione di elenchi di campioni e chimiche....................................................................... 6-18
6.4.3 Visualizzazione di campioni non posizionati ................................................................................. 6-20
6.4.4 Rilascio della posizioni dei campioni ................................................................................................... 6-22
6.4.5 Visualizzazione di log campioni............................................................................................................ 6-23
6.4.6 Personalizzazione dei dati sui campioni............................................................................................ 6-23

Manuale dell’operatore BS-240E 17


Sommario

6.4.7 Personalizzazione della demografia paziente.................................................................................. 6-24


6.4.8 Ottimizzazione della visualizzazione dei risultati ........................................................................... 6-25
6.5 Visualizzazione di risultati ........................................................................................................................................ 6-26
6.5.1 Visualizzazione di risultati correnti .................................................................................................... 6-27
6.5.2 Visualizzazione di risultati cronologici .............................................................................................. 6-28
6.5.3 Esaminare i risultati campione ............................................................................................................. 6-30
6.5.4 Visualizzazione/modifica di dati anagrafici del paziente ........................................................... 6-30
6.5.5 Visualizzazione della curva di reazione ............................................................................................. 6-31
6.5.6 Invio dei risultati all'host LIS .................................................................................................................. 6-34
6.5.7 Stampa dei risultati ..................................................................................................................................... 6-35
6.5.8 Modifica dei risultati................................................................................................................................... 6-36
6.5.9 Eliminazione dei risultati ......................................................................................................................... 6-38
6.5.10 Personalizzazione della visualizzazione dei risultati ................................................................. 6-38
6.5.11 Riesecuzione del calcolo dei risultati ................................................................................................. 6-40
6.5.12 Compensazione dei risultati ................................................................................................................. 6-40
6.5.13 Richiamo del trend risultati .................................................................................................................. 6-41
6.5.14 Archiviazione dei risultati ..................................................................................................................... 6-42
6.6 Statistiche dei test .......................................................................................................................................................... 6-42
6.7 Statistiche risultato test............................................................................................................................................... 6-44
7 Chimica ································································································································· 7-1
7.1 Importazione/esportazione di chimiche ................................................................................................................ 7-2
7.1.1 Elenco di importazione chimiche predefinito..................................................................................... 7-2
7.1.2 Importa elenco chimiche specificato ..................................................................................................... 7-3
7.1.3 Esportazione di chimiche ........................................................................................................................... 7-4
7.2 Impostazione biochimiche ........................................................................................................................................... 7-4
7.2.1 Impostazione di chimiche definite dall'utente ................................................................................... 7-5
7.2.2 Parametri di elaborazione .......................................................................................................................... 7-6
7.2.3 Limiti di rilevamento errori .................................................................................................................... 7-10
7.2.4 Utilizzo di risultati flag qualitativi ......................................................................................................... 7-15
7.2.5 Regolazione della pendenza e dell'offset ............................................................................................ 7-15
7.2.6 Impostazione dell'intervallo di riferimento/critico ...................................................................... 7-16
7.3 Impostazione della chimica ISE ............................................................................................................................... 7-18
7.3.2 Visualizzazione dei parametri della chimica ISE ............................................................................ 7-19
7.3.3 Descrizione dei parametri della chimica ISE .................................................................................... 7-19
7.3.4 Utilizzo di risultati flag qualitativi ISE ................................................................................................. 7-20
7.4 Configurazione della chimica.................................................................................................................................... 7-20
7.4.1 Attivazione di chimiche ............................................................................................................................ 7-21
7.4.2 Disattivazione di chimiche ...................................................................................................................... 7-21
7.4.3 Personalizzazione dell'ordine di visualizzazione delle chimiche ............................................ 7-22
7.4.4 Regolazione dell'ordine dei test di chimiche .................................................................................... 7-22
7.5 Chimiche gemelle .......................................................................................................................................................... 7-23
7.5.1 Definizione della chimica ......................................................................................................................... 7-24
7.5.2 Rimozione di una relazione gemellare ............................................................................................... 7-24
7.5.3 Impostazione del reagente ...................................................................................................................... 7-24
7.5.4 Impostazione e richiesta della calibrazione...................................................................................... 7-24
7.5.5 Impostazione e richiesta del controllo di qualità............................................................................ 7-25

18 Manuale dell’operatore BS-240E


Sommario

7.5.6 Programmazione ed elaborazione campioni .................................................................................. 7-25


7.6 Calcoli speciali ................................................................................................................................................................ 7-25
7.6.1 Definizione/modifica di un calcolo ...................................................................................................... 7-25
7.6.2 Attivazione/disattivazione di calcoli ................................................................................................... 7-26
7.6.3 Eliminazione di calcoli definiti dall'utente ........................................................................................ 7-27
7.6.4 Esecuzione di calcoli .................................................................................................................................. 7-27
7.7 Pannelli ............................................................................................................................................................................. 7-27
7.7.1 Definizione/modifica di pannelli ......................................................................................................... 7-27
7.7.2 Regolazione dell'ordine di visualizzazione dei pannelli .............................................................. 7-28
7.7.3 Eliminazione di pannelli .......................................................................................................................... 7-28
7.7.4 Esecuzione di pannelli .............................................................................................................................. 7-28
7.7.5 Impostazione ed esecuzione di pannello predefinito ................................................................... 7-29
7.8 Chimiche fuori sistema ............................................................................................................................................... 7-29
7.8.1 Definire/Modificare una chimica fuori sistema............................................................................. 7-29
7.8.2 Esecuzione delle chimiche fuori sistema........................................................................................... 7-30
7.8.3 Eliminazione delle chimiche fuori sistema ....................................................................................... 7-31
7.9 Impostazione carryover ............................................................................................................................................. 7-31
7.9.1 Definizione/modifica della coppia carryover .................................................................................. 7-31
7.9.2 Rimozione di una coppia carryover .................................................................................................... 7-32
7.10 Come mascherare e scoprire chimiche ............................................................................................................. 7-32
7.11 Reflex ............................................................................................................................................................................... 7-33
7.11.1 Impostazione della relazione Reflex .................................................................................................. 7-33
7.11.2 Modifica della relazione Reflex ............................................................................................................ 7-34
7.11.3 Eliminazione di una relazione Reflex ............................................................................................... 7-34
7.11.4 Richiamo di misurazioni e risultati ................................................................................................... 7-35
8 Utilità ···································································································································· 8-1
8.1 Comandi di sistema ......................................................................................................................................................... 8-2
8.1.1 P. iniziale ............................................................................................................................................................ 8-2
8.1.2 Stop stampa ...................................................................................................................................................... 8-2
8.1.3 Attivazione del sistema ................................................................................................................................ 8-2
8.2 Impostazione sistema .................................................................................................................................................... 8-2
8.2.2 Pagina di configurazione di test campione ......................................................................................... 8-3
8.2.3 Impostazione della riesecuzione automatica...................................................................................... 8-5
8.3 Configurazione dello strumento ................................................................................................................................. 8-7
8.3.1 Impostazione di sospensione e attivazione......................................................................................... 8-7
8.3.2 Impostazione della sospensione automatica ...................................................................................... 8-7
8.3.3 Finestra Impost. attiv. aut. .......................................................................................................................... 8-8
8.3.4 Impost. attiv. aut. ............................................................................................................................................ 8-8
8.3.5 Come mascherare e scoprire chimiche ................................................................................................ 8-9
8.3.6 Impostazione del dizionario ...................................................................................................................... 8-9
8.3.7 Opzioni di comunicazione del sistema ............................................................................................... 8-10
8.3.8 Selezione della lingua ................................................................................................................................. 8-11
8.3.9 Aggiornamento del software .................................................................................................................. 8-11
8.3.10 Visualizzazione delle versioni del software ................................................................................... 8-12
8.3.11 Impostazione della data e dell'ora del sistema............................................................................... 8-12
8.3.12 Impostazione della lunghezza di esecuzione dei controlli e i QC automatici .................... 8-13

Manuale dell’operatore BS-240E 19


Sommario

8.3.13 Rilascio automatico dei campioni ...................................................................................................... 8-13


8.3.14 Impostaz. tono voce................................................................................................................................. 8-13
8.3.15 Ottimizzazione della visualizzazione dei risultati ........................................................................ 8-14
8.3.16 Personalizzazione dei dati sui campioni ......................................................................................... 8-14
8.3.17 Personalizzazione della demografia paziente ............................................................................... 8-14
8.3.18 Impostazione reagente/calibrazione............................................................................................... 8-15
8.3.19 Personalizzazione della schermata reagenti ................................................................................. 8-15
8.3.20 Personalizzazione della posizione campione ............................................................................... 8-15
8.4 Impostazione della stampa ........................................................................................................................................ 8-15
8.4.1 Opzioni generali di impostazione della stampa............................................................................... 8-16
8.4.2 Modifica del modello di stampa.............................................................................................................. 8-16
8.4.3 Importazione di un modello di stampa ............................................................................................... 8-17
8.4.4 Impostazione di un modello predefinito ............................................................................................ 8-17
8.4.5 Eliminazione di un modello. .................................................................................................................... 8-17
8.4.6 Definizione dell'ordine di stampa delle chimiche........................................................................... 8-18
8.5 Impostazione del codice a barre ............................................................................................................................. 8-18
8.6 Impostazione LI S.......................................................................................................................................................... 8-21
8.6.1 Introduzione.................................................................................................................................................. 8-21
8.6.2 Impostazione dei parametri di comunicazione dell'host ............................................................ 8-21
8.6.3 Definizionedel numero di canale delle chimiche ............................................................................ 8-23
8.7 Impostazione utente e password ........................................................................................................................... 8-23
8.7.1 Definizione di un utente .......................................................................................................................... 8-24
8.7.2 Modifica di un utente ................................................................................................................................ 8-24
8.7.3 Assegnazione/modifica di autorizzazioni ........................................................................................ 8-25
8.7.4 Eliminazione di un utente ....................................................................................................................... 8-26
9 Software per la modifica dei modelli ························································································· 9-1
9.1 Schermata principale ...................................................................................................................................................... 9-2
9.1.1 Schermata principale .................................................................................................................................... 9-2
9.1.2 File (F) ................................................................................................................................................................ 9-2
9.1.3 Modifica (E)...................................................................................................................................................... 9-5
9.1.4 Visualizza (V) .................................................................................................................................................. 9-5
9.1.5 Inserisci (I) ....................................................................................................................................................... 9-6
9.1.6 Formato (M)..................................................................................................................................................... 9-7
9.1.7 Imposta (S) ....................................................................................................................................................... 9-8
9.1.8 Lingua (L) ......................................................................................................................................................... 9-9
9.1.9 ? (?) ...................................................................................................................................................................... 9-9
9.1.10 Pagina ........................................................................................................................................................... 9-10
9.2 Strumenti comuni ......................................................................................................................................................... 9-10
9.3 Strumenti di disegno .................................................................................................................................................... 9-11
9.4 Finestra Proprietà......................................................................................................................................................... 9-12
9.4.1 Linea................................................................................................................................................................. 9-12
9.4.2 Rettangolo ....................................................................................................................................................... 9-12
9.4.3 Etichetta .......................................................................................................................................................... 9-13
9.4.4 Testo ................................................................................................................................................................. 9-15
9.4.5 Titolo ................................................................................................................................................................ 9-16
9.4.6 Immagine ....................................................................................................................................................... 9-17

20 Manuale dell’operatore BS-240E


Sommario

9.5 Finestra Rapporto ......................................................................................................................................................... 9-18


10 Manutenzione······················································································································ 10-1
10.1 Panoramica ................................................................................................................................................................... 10-2
10.1.1 Informazioni di sicurezza ..................................................................................................................... 10-3
10.1.2 Strumenti e parti di ricambio .............................................................................................................. 10-3
10.1.3 Concetti......................................................................................................................................................... 10-5
10.1.4 Periodo di mantenimento ..................................................................................................................... 10-6
10.1.5 Metodi di esecuzione di manutenzione .......................................................................................... 10-6
10.1.6 Operazioni estese della voce di manutenzione ............................................................................ 10-7
10.2 Manutenzione programmata e comandi di manutenzione ....................................................................... 10-8
10.2.1 Manutenzione programmata............................................................................................................... 10-8
10.2.2 Comandi manutenzione ISE ................................................................................................................ 10-9
10.3 Foglio del log di manutenzione .......................................................................................................................... 10-11
10.4 Manutenzione giornaliera ................................................................................................................................... 10-15
10.4.1 Controllo sonda/mixer/pozzetto di lavaggio .............................................................................. 10-15
10.4.2 Controllo del serbatoio dell'acqua DI e del collegamento del tubo (giornaliero) ......... 10-16
10.4.3 Controllo del serbatoio della soluzione di lavaggio diluita e del collegamento del tubo ......... 10-16
10.4.4 Controllo dei collegamenti allo scarico fognario e al serbatoio rifiuti .............................. 10-17
10.4.5 Controllo soluzione di lavaggio della sonda ................................................................................. 10-18
10.4.6 Pulizia tubi elettrodi.............................................................................................................................. 10-18
10.4.7 Controllo delle siringhe campione/reagente .............................................................................. 10-19
10.5 Manutenzione settimanale .................................................................................................................................. 10-20
10.5.1 Pulire esterno sonde ............................................................................................................................ 10-20
10.5.2 Pulizia del mixer .................................................................................................................................... 10-21
10.5.3 Lavaggio speciale ................................................................................................................................... 10-22
10.5.4 Controllo cuvette .................................................................................................................................... 10-23
10.6 Manutenzione mensile .......................................................................................................................................... 10-24
10.6.1 Pulizia pozzetti di lavaggio ................................................................................................................ 10-24
10.6.2 Pulizia unità di lavaggio e tubazioni .............................................................................................. 10-24
10.6.3 Pulizia porta di iniezione campioni ............................................................................................... 10-25
10.6.4 Calibrazione pompa ............................................................................................................................. 10-26
10.6.5 Calibrazione rilevatore bolle aria .................................................................................................... 10-26
10.6.6 Controllo fotometro .............................................................................................................................. 10-27
10.7 Manutenzione trimestrale .................................................................................................................................... 10-28
10.7.1 Pulizia serbatoio acqua deionizzata .............................................................................................. 10-28
10.7.2 Pulizia del serbatoio della soluzione di lavaggio diluita.......................................................... 10-28
10.8 Manutenzione semestrale .................................................................................................................................... 10-29
10.8.1 Sostituzione della lampada ................................................................................................................. 10-29
10.9 Manutenzione occasionale/secondo necessità............................................................................................ 10-30
10.9.1 Pulizia dei pannelli dell'analizzatore ............................................................................................. 10-30
10.9.2 Pulizia scomparti campioni/reagenti ........................................................................................... 10-31
10.9.3 Pulizia dell'interno della sonda ........................................................................................................ 10-32
10.9.4 Pulizia del rotore ................................................................................................................................... 10-34
10.9.5 Sostituzione della sonda ...................................................................................................................... 10-34
10.9.6 Sostituzione del mixer ......................................................................................................................... 10-35
10.9.7 Eliminazione delle bolle d'aria dalla siringa ................................................................................ 10-37

Manuale dell’operatore BS-240E 21


Sommario

10.9.8 Sostituzione della siringa .................................................................................................................... 10-38


10.9.9 Sostituzione cuvette ............................................................................................................................. 10-39
10.9.10 Sonda di lavaggio speciale ............................................................................................................... 10-40
10.9.11 Manutenzione codici a barre ......................................................................................................... 10-41
10.9.12 Sostituzione elettrodo ISE ................................................................................................................ 10-42
10.9.13 Rimozione del pacco reagente ...................................................................................................... 10-43
10.9.14 Conservazione degli elettrodi ......................................................................................................... 10-44
10.9.15 Pulizia tubo dei rifiuti ISE ................................................................................................................ 10-45
11 Allarmi e risoluzione dei problemi ························································································· 11-1
11.1 Classificazione dei log ................................................................................................................................................ 11-2
11.1.1 Log errori .................................................................................................................................................... 11-2
11.1.2 Log di modifica .......................................................................................................................................... 11-3
11.2 Visualizzazione e gestione dei log ........................................................................................................................ 11-3
11.2.1 Descrizione della schermata Log errori........................................................................................... 11-3
11.2.2 Descrizione della schermata del log di modifica ........................................................................... 11-4
11.2.3 Per richiamare i log ................................................................................................................................. 11-4
11.2.4 Per aggiornare i log ................................................................................................................................. 11-5
11.2.5 Per cancellare i log ................................................................................................................................... 11-5
11.2.6 Per stampare i log ..................................................................................................................................... 11-5
11.3 Risoluzione degli errori ............................................................................................................................................ 11-6
11.3.1 Segnalazione dell'errore ........................................................................................................................ 11-6
11.3.2 Identificazione degli errori ................................................................................................................... 11-7
11.4 Allarmi dat i ................................................................................................................................................................... 11-8
11.4.1 Allarmi dati e misure correttive .......................................................................................................... 11-9
11.5 Messaggi di errore e misure correttive .......................................................................................................... 11-24
12 Principi di funzionamento ····································································································· 12-1
12.1 Panoramica ................................................................................................................................................................... 12-2
12.2 Principi di misurazione ........................................................................................................................................... 12-2
12.2.1 Misurazioni con metodo endpoint .................................................................................................... 12-2
12.2.2 Misurazioni a tempo fisso .................................................................................................................... 12-4
12.2.3 Calcolo della risposta ................................................................................................................................ 12-4
12.2.4 Misurazioni cinetiche ............................................................................................................................. 12-5
12.3 Modello matematico e fattori di calibrazione .................................................................................................. 12-8
12.3.1 Calibrazioni lineari .................................................................................................................................. 12-8
12.3.2 Calibrazioni non lineari ......................................................................................................................... 12-9
12.4 Valutazione QC .......................................................................................................................................................... 12-10
12.4.1 Valutazione di controlli singoli ......................................................................................................... 12-10
12.4.2 Valutazione a due controlli................................................................................................................. 12-11
12.4.3 Somma cumulativa................................................................................................................................ 12-13
12.5 Controllo prozona .................................................................................................................................................... 12-14
12.5.1 Introduzione ............................................................................................................................................ 12-14
12.5.2 Metodo di controllo della velocità..................................................................................................... 12-14
12.6 Principi di misurazione ISE................................................................................................................................. 12-15
Glossario ···································································································································· 1
Indice ········································································································································· 1

22 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema

Questo capitolo descrive l'installazione, l'hardware, il software e le specifiche del sistema e in


particolare:
 Requisiti per l'installazione e metodi dello strumento
 Componenti hardware
 Introduzione delle schermate software
 Specifiche tecniche

Manuale dell’operatore BS-240E 1-1


1.1 Requisiti e procedura di installazione 1 Descrizione del sistema

1.1 Requisiti e procedura di installazione


1.1.1 Requisiti per l'installazione

ATTENZIONE
Installare lo strumento in un luogo conforme ai requisiti presentati in questa sezione; in caso contrario, non si
otterranno prestazioni previste.

Ambiente di installazione
Devono essere soddisfatti i seguenti requisiti ambientali:
 Il sistema è per il solo utilizzo interno.
 La piattaforma di sostegno deve essere orizzontale (pendenza inferiore a 1/200).
 La piattaforma di sostegno deve essere in grado di sostenere un peso di almeno 150 kg.
 La terra di sostegno deve essere in grado di sostenere un peso di almeno 200 kg.
 Il sito di installazione deve essere ben ventilato.
 Il sito di installazione deve essere privo di polvere.
 Il sito di installazione non deve essere esposto alla luce diretta del sole.
 Il sito di installazione deve essere a debita distanza da sorgenti di calore o di correnti d'aria.
 Il sito di installazione deve essere privo di gas corrosivi e infiammabili.
 La piattaforma di sostegno deve essere esente da vibrazioni.
 Il sito di installazione deve essere protetto da interferenze significative di rumore e
alimentazione.
 Mantenere il sistema a distanza da motori a spazzole e dispositivi a contatto elettrico che
vengano azionati di frequente.
 Non utilizzare dispositivi quali telefoni cellulari o radio trasmittenti vicino al sistema.
 Installare il sistema in un luogo con un'altitudine compresa tra -400 e 2000 metri.

Alimentazione
Devono essere soddisfatti i seguenti requisiti di alimentazione:
 Collegare il sistema a una fonte di alimentazione conforme ai requisiti specificati nel
presente manuale.
Per ulteriori informazioni sull'alimentazione, vedere 1.4.2Requisiti di alimentazione.
 Utilizzare il cavo di alimentazione a tre fili fornito con il sistema, che dispone di buone
prestazioni di messa a terra.
 Collegare il sistema ad una presa di corrente correttamente messa a terra.
 Configurare la tensione di messa a terra in modo corretto.

AVVISO
Assicurarsi che la presa di alimentazione sia fornita di messa a terra adeguata. Una messa a terra difettosa
può provocare scosse elettriche o danni all'apparecchiatura. Verificare se la presa di alimentazione eroga
tensione conforme ai requisiti specificati e integra un fusibile appropriato.

Temperatura e umidità
Devono essere soddisfatti i seguenti requisiti di temperatura e umidità:
 Temperatura ambiente: 15 °C-30 °C
 Umidità relativa: 35-85%, senza condensa

1-2 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.1 Requisiti e procedura di installazione

ATTENZIONE
L'uso del sistema in un ambiente diverso da quello specificato può avere come conseguenza risultati
inaffidabili dei test. Se la temperatura o l'umidità relativa non soddisfano i requisiti citati, utilizzare
dispositivi di condizionamento d'aria.

Alimentazione e drenaggio dell'acqua


L'acqua erogata deve soddisfare i requisiti di qualità dell'acqua, con resistenza superiore a 1
MΩ/cm e il silicato inferiore a 0,1 mg/l.

ATTENZIONE
L'acqua erogata deve soddisfare i requisiti; in caso contrario, acqua non adeguatamente purificata potrebbe
generare risultati di test fuorvianti.

I rifiuti a bassa concentrazione/alta prodotta durante il lavaggio delle cuvette vengono scaricati
separatamente. I rifiuti ad alta concentrazione vengono scaricati nel serbatoio dei rifiuti da 10 L
in dotazione, mentre i rifiuti a bassa concentrazione vengono scaricati nel serbatoio dei rifiuti da
15 L in dotazione o in una uscita di scarico.

RISCHIO BIOLOGICO
Smaltire i rifiuti liquidi in conformità alle normative locali.

Una volta installato lo strumento, collegarlo ai componenti idraulici secondo le istruzioni riportate
nella figura di seguito.

RISCHIO BIOLOGICO
Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.

ATTENZIONE
Quando vengono collegate le tubazioni, prestare attenzione onde evitare di piegarle o schiacciarle.

Figure 1.1 Schema dei collegamenti idraulici


Pannello di interfaccia dei fluidi
Uscita1 dei Uscita2 dei Uscita dei
Ingresso acqua Ingresso della soluzione rifiuti a bassa rifiuti a bassa rifiuti ad alta
DI di lavaggio diluita concentrazion concentrazion concentrazio
e e ne
Galleggiante di Galleggiante di alto
Galleggiante di alto livello della livello dei rifiuti ad
alto livello soluzione di alta concentrazione
dell'acqua DI lavaggio diluita

FL02 FL04
FL03

FL01

Serbatoio della soluzione di Serbatoio dei rifiuti a Serbatoio dei rifiuti ad


Serbatoio dell'acqua DI
lavaggio diluita bassa concentrazione alta concentrazione

Manuale dell’operatore BS-240E 1-3


1.1 Requisiti e procedura di installazione 1 Descrizione del sistema

Interfacce per la connessione dei liquidi

Requisiti di spazio e accessibilità


Installare lo strumento in conformità ai requisiti di distanza illustrati nella figura seguente. Non
collocare lo strumento in un luogo in cui sia difficile staccare l'alimentazione.
Figure 1.2 Distanze del sistema

Parete
Min. 500

Massimo 2500

Min. 500
Unitàoperativa
660

Unitàdi analisi

Fronte
860
Min. 500

Min. 500 Unità: mm

Configurazione consigliata per il computer


Table 1.1 Configurazione consigliata per il computer
Elemento Descrizione
CPU Almeno 2,6GHz o superiore
Memoria ad accesso Almeno 2 GB o superiore per ogni RAM
casuale (RAM, Random
Access Memory)
Adattatore di rete Il computer è connesso all'analizzatore chimico tramite un
adattatore di rete. Se si prevede di connettere il computer al LIS o a
Internet, è opportuno preparare un altro adattatore di rete
(adattatore di rete Gigabit Intel).
Porta seriale Il computer deve essere dotato di una porta seriale RS232, che
verrà utilizzata per connetterlo all'analizzatore chimico.
Porta parallela o Utilizzata per la connessione dell'unità operativa con un dispositivo
interfaccia USB di memorizzazione esterno o una stampante.
Interfaccia di rete Utilizzata per la comunicazione tra l'unità di analisi e l'unità
operativa o tra il LIS e l'unità operativa.

1-4 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.1 Requisiti e procedura di installazione

Elemento Descrizione
Deframmentazione del Almeno 160GB o superiore per ogni RAM Installare il sistema
disco rigido operativo nell'unità C e il software operativo dello strumento
nell'unità D. Assicurarsi che la capacità dell'unità C sia superiore a
30 GB e quella dell'unità D a 100 GB; verificare inoltre che il file
system del disco sia in formato NTFS. Deselezionare le due opzioni
nell'area inferiore della finestra delle proprietà disco: “Comprimi
unità per risparmiare spazio su disco” e “Indicizza il disco per una
ricerca rapida dei file”.
Sistema operativo Il sistema operativo installato nel computer deve essere una
versione attivata o gratuita di Microsoft Windows 10 (64 bit).
Software applicativo A eccezione del sistema operativo, non è consentito installare o
riservare altro software applicativo nel computer. Se è stata
installata un'applicazione antivirus, rimuovere la scansione
automatica pianificata e aggiungere il software operativo e BSLOG
all'elenco degli elementi attendibili.
Screensaver e standby Disattivare lo screensaver e la speciale combinazione di risparmio
del sistema energia BS, quindi l'opzione di ibernazione.
Proprietà Impostare la risoluzione dello schermo su 1280*1024 pixel.
visualizzazione sullo
schermo
Sincronizzazione Disattivare l'opzione Sincronizzazione automatica con server di
automatica con server di riferimento ora.
riferimento ora
Aggiornamenti Disattivare gli aggiornamenti automatici.
automatici
Impostazione di Se si intende utilizzare la funzione automatica di
attivazione e arresto attivazione/arresto, definire le impostazioni necessarie per il BIOS
automatici e gli adattatori di rete, facendo riferimento ai relativi manuali
operativi.
Scheda audio e Il sistema deve essere configurato con una scheda audio e un
altoparlante altoparlante.

Configurazione consigliata per la stampante


Si suggerisce di scegliere uno dei seguenti tipi di stampante per l'utilizzo con il computer:
 Stampante a getto d'inchiostro
 Stampante laser (bianco e nero)
 Stampante Stylus

1.1.2 Procedura di installazione

AVVISO
Il sistema deve essere installato solo dal personale del produttore o da tecnici autorizzati da quest'ultimo.

Il sistema deve essere installato dal personale del produttore o da tecnici autorizzati da
quest'ultimo. Prima dell'arrivo dei tecnici, preparare un sito adatto per installare il sistema.

Prima dell'installazione
Quando si riceve il sistema, ispezionarne con cura l'imballaggio. Se si notano segni di danni o
trattamento improprio, effettuare immediatamente un reclamo presso il Servizio Clienti o presso
il distributore di zona.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-5


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

Dopo avere aperto l'imballaggio, controllare i prodotti consegnati sulla bolla di


accompagnamento, quindi esaminare l'aspetto del sistema. Se manca qualcosa o si notano danni,
avvisare immediatamente il Servizio clienti o il distributore di zona.

Trasferimento del sistema


Se si desidera trasferire il sistema, contattare il Servizio Clienti o il distributore di zona.

1.2 Componenti hardware


1.2.1 Panoramica
L'analizzatore è costituito dai seguenti componenti:
 Unità di analisi (analizzatore)
 Unità operativa (computer)
 Unità di uscita (stampante)
 Accessori e materiale di consumo
Figure 1.3 Analizzatore chimico

(1) (2) (3)

(1) Unità di analisi (2) Unità operativa


(3) Unità di uscita

1-6 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

Figure 1.4 Layout

(8)

(7)

(6)

(1) (2) (4) (5)


(3)

(1) Pulsante di comando del carosello (2) Carosello reagenti/campioni


reagenti/campioni
(3) Sonda (4) Mixer
(5) Finestra di sostituzione cuvetta (6) Pozzetto di lavaggio della sonda
(7) Unità di lavaggio (8) Siringa

Unità di analisi
L'analizzatore determina varie chimiche cliniche nei campioni e genera i risultati dei test.
Include i seguenti componenti:
 Sistema per la manipolazione dei campioni/reagenti
 Gruppo miscelatore
 Sistema di reazione
 Unità lavaggio cuvette
 Sistema fotometrico
 Unità ISE
 Alloggiamento
Unità operativa
Un computer con il software operativo installato per eseguire la requisizione dei test, la
misurazione, il monitoraggio dei processi di reazione, il calcolo dei risultati, e l'ingresso,
l'archiviazione e la ricerca dei dati di test.
Unità di uscita
Una stampante utilizzata per stampare i risultati dei test e altri dati.
Accessori e materiale di consumo
Include cuvetta, lampada, soluzione di lavaggio concentrata (CD80) e altri accessori e materiali di
consumo richiesti dal test.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-7


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

1.2.2 Sistema per la manipolazione dei campioni/reagenti


Il sistema per la manipolazione dei campioni/reagenti viene utilizzato per contenere i
campioni/reagenti e fornirli per l'analisi. Comprende i seguenti gruppi:
 Gruppo carosello campioni/reagenti
 Lettore di codici a barre integrato (opzionale)
 Gruppo dispenser
 Gruppo di lavaggio della sonda

Gruppo carosello campioni/reagenti


Il carosello campioni/reagenti è una piattaforma girevole posta sul lato sinistro del pannello
dell'analizzatore. Su di esso vengono collocate le provette dei campioni e i flaconi di reagenti che
vengono trasportati singolarmente nella posizione di aspirazione per la successiva aspirazione.
Figure 1.5 Gruppo carosello campioni/reagent

(1) (2) (3)

(4)

(5)

(1) Porta di iniezione campioni ISE (2) Porta di aspirazione sull'anello interno
(3) Porta di aspirazione sull'anello intermedio (4) Porta di aspirazione sull'anello esterno
(5) Carosello campioni/reagenti
Posizioni del carosello
Il carosello può contenere sia campioni che reagenti, e comprende l'anello esterno, l'anello
intermedio e l'anello interno. I tre anelli forniscono le seguenti posizioni:
 Anello esterno: N. 1-50, può contenere fino a 50 campioni; supporta la scansione di codici a
barre.
 Anello intermedio: può contenere flaconi di reagente di 50 20 ml o 40 ml oppure 50 provette
con adattatore; supporta la scansione di codici a barre.
 Anello interno: Sono disponibili 50 posizioni. Quando flaconi di reagente da 40ml sono
posizionati nell'anello intermedio, l'anello interno non può contenere flaconi di reagente da
20ml. Quando flaconi di reagente da 20 ml o contenitori per campioni vengono posizionati
nell'anello intermedio, è possibile posizionare flaconi di reagente da 20 ml nell'anello interno.
 Per i reagenti speciali sono previste le seguenti posizioni fisse:
 W per la soluzione fisiologica (n. 50)
 D per la soluzione di lavaggio della sonda (n. 49)

1-8 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

 Soluzione di lavaggio ISE (n. 48)


Pulsante di comando del carosello reagenti/campioni
Questo pulsante nell'angolo inferiore sinistro del carosello reagenti è utilizzato per avviare la
rotazione del carosello dei campioni/reagenti in una posizione comoda per il caricamento del
campione e del reagente. Quando il pulsante viene premuto, il carosello ruota in senso antiorario
per 1/4 di giro.

Refrigerazione reagente
Il carosello reagenti/campioni fornisce un ambiente di refrigerazione a temperatura costante,
compresa tra 2 e 12 °C, 24 ore al giorno. I reagenti conservati in tale ambiente possono essere
mantenuti stabili, con una volatilizzazione minima.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-9


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

ATTENZIONE
Ogni giorno, prima delle analisi, rimuovere i coperchi dal carosello del campione/reagente per evitare errori di
reimpostazione meccanica e di piegare la sonda reagente. Posizionare nuovamente i coperchi al termine dei
test della giornata.
Assicurarsi che il carosello campioni/reagenti sia chiuso quando il sistema esegue i test. L'apertura del
coperchio del carosello durante il test potrebbe causare una collisione della sonda o altri guasti.

NOTA
L'unità di refrigerazione è alimentata indipendentemente dall'unità di analisi, ed è operativa una volta che il
L'INTERRUTTORE PRINCIPALE è messo in posizione ON.
Installazione/rimozione del carosello campioni/reagenti

AVVISO
Prima di installare o rimuovere il carosello campioni/reagenti, assicurarsi che l'analizzatore sia in stato di
standby o sia spento e il carosello campioni/reagenti si sia fermato.

RISCHIO BIOLOGICO
Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.

Figure 1.6 Carosello campioni/reagenti

(2)

(1)

(3)

(1) Manopola (2) Finestra di scansione dei codici a barre


(3) Pulsante di comando del carosello
reagenti/campioni

 Rimozione del carosello campioni/reagenti


1 Allentare le due viti di fissaggio.
2 Afferrare la manopola e tirare il carosello reagenti/campioni verso l'alto per rimuoverlo dal
rotore.
 Installazione del carosello campioni/reagenti
1 Allineare il perno di posizionamento sul carosello campioni/reagenti.
2 Serrare le due viti di ritenzione sul carosello.

1-10 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

ATTENZIONE
Assicurarsi che il coperchio del carosello sia chiuso; altrimenti le prestazioni del refrigerante potrebbero essere
ridotte e la sonda potrebbe danneggiarsi.
Prima del funzionamento del sistema, assicurarsi che il coperchio del carosello sia chiuso correttamente; in
caso contrario la sonda potrebbe danneggiarsi.
Lo scomparto campioni/reagenti e il carosello potrebbero essere contaminati durante la misurazione. Se il
campione o il reagente schizzano nello scomparto o sul carosello, spegnere l'alimentazione dell'unità di analisi
e pulire con un panno imbevuto di acqua o disinfettante.
Contenitori campione
Questi contenitori vengono utilizzati per i campioni.
Le provette campione con specifiche variabili richiedono volumi minimi di campione diversi.
Ogni provetta campione deve contenere la quantità minima di campione; in caso contrario, non è
possibile assicurare un'aspirazione corretta. Il volume minimo di campione corrisponde alla
somma del volume di campione per l'analisi (somma del volume di campione definito per la
chimica e l'aspirazione eccessiva di 5 μl) e del volume morto del contenitore campione.
Table 1.2 Specificazione dei contenitori campioni
Contenitore campione Specifica Volume morto
Microprovetta Φ14×25 mm, 0,5 120 μl
ml(Non utilizzato per
test ISE)
Φ14×25 mm, 2 ml 150 μl
(non utilizzato per test
ISE)
Φ12×37 mm, 2 ml 120 μl
(non utilizzato per test
ISE)
Provetta principale o Φ12×68,5 mm 8 mm più alto del
provetta in plastica Φ12×99 mm livello di campione
inaccettabile.
Φ12,7×75 mm
Φ12,7×100 mm
Φ13×75 mm
Φ13×95 mm
Φ13×100 mm

Per le prove di sangue intero (centrifugato), possono essere usati solo provette anticoagulanti da
Φ12 × 68,5 mm, Φ12 × 99 mm, Φ12,7 × 75 mm, Φ12,7 × 100 mm, Φ13 × 75 mm, Φ13 × 95 mm,
Φ13 × 100 mm. L'altezza del campione nel tubo non deve essere superiore a 55 mm ed il livello
delle cellule del sangue non deve essere inferiore a 10 mm. Le microcoppette non sono ammesse.
Per garantire le prestazioni cliniche ed evitare il sistema di allarme, sono consigliati le provette
anticoagulanti EDTA.
Flaconi di reagente
Sono utilizzati flaconi di reagenti da 20 ml e 40 ml.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-11


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

Caricamento/scarico della provetta campioni

AVVISO
Prima di installare o rimuovere una provetta, fare in modo che il carosello campioni/reagenti e la sonda sia
siano fermati.
Non utilizzare provette di campioni diverse da quelle specificate.

RISCHIO BIOLOGICO
Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.

Inserire la provetta per campioni nel porta provette finché il fondo della provetta non entra in
contatto con la scanalatura del contenitore delle provette.
Per caricare la provetta per campioni, afferrarla e tirarla verso l'alto per rimuoverla dal porta
provette.
Caricamento/scarico del flacone di reagente

AVVISO
Prima di installare o rimuovere un flacone di reagente, fare in modo che il carosello campioni/reagenti e la
sonda sia siano fermati.
Non utilizzare flaconi reagenti diversi da quelli specificati.
Alcuni reagenti possono danneggiare la cute umana. Fare attenzione quando si usano i reagenti. In caso di
contatto con la pelle o gli indumenti, lavarli con sapone e acqua pulita. Nel caso i reagenti schizzassero negli
occhi, sciacquarli con molta acqua e rivolgersi ad un oculista.

Per caricare il flacone per reagenti, inserirlo nel porta flaconi finché il fondo del flacone non
entra in contatto con la scanalatura del porta flaconi.
Per rimuovere un flacone, afferrarlo e tirarlo verso l'alto per rimuovere dal porta flaconi.

Lettore di codici a barre integrato (opzionale)


Si trova nell'angolo in alto a sinistra del carosello campioni/reagenti, ed è utilizzato per eseguire
la scansione del codice a barre sulla provetta campione e sul flacone reagente.
Figure 1.7 Finestra di scansione dei codici a barre

(1)

(1) Finestra di scansione dei codici a barre

1-12 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

AVVISO
La luce irradiata dal lettore di codici a barre campione può causare lesioni agli occhi. Non tenere lo sguardo
fisso sul fascio laser del lettore di codici a barre.

La tabella di seguito riportata elenca le caratteristiche dei lettori di codici a barre:


Table 1.3 Specifiche del lettore di codici a barre.
Simbologia Codabar, ITF, Cod. 128, Cod. 39, UPC/EAN e Cod. 93
Densità minima del Anello esterno: 0,19 mm ~ 0,50 mm
codice a barre Anello centrale: 0,25 mm ~ 0,50 mm
Lunghezza Errore cod. barre c.: Da 3 a 27 cifre
Codice a barre reagente: Da 13 a 30 cifre
Formato e contenuto Definito dall'utente
Larghezza massima 55mm
Altezza minima Errore cod. barre c.: 10 mm
Codice a barre reagente: 12 mm
Angolo di inclinazione ±5°
massimo
Qualità di stampa Non inferiore alla classe C in base alle specifiche ANSI MH10.8M
per la qualità di stampa.
Rapporto Errore cod. barre c.: (2,5-3,0):1
larghezza/altezza Codice a barre reagente: 2,5:1
Carta di stampa Carta rivestita o carta opaca. La stampa del codice a barre su carta
comune può determinare un codice a barre poco chiaro o
un'etichetta del codice a barre rovinata. Si consiglia di non
stampare il codice a barre su carta comune.
Caratteri Caratteri utilizzabili: numeri (0-9) e lettere maiuscole (A-Z). Si
consiglia di stampare la check digit per verificare che il codice a
barre venga letto correttamente.

Gruppo dispenser
Il gruppo dispenser campione, situato nell'angolo sinistro in alto del carosello
campioni/reagenti, comprende la sonda, il braccio della sonda, il rotore della sonda, la siringa, il
pozzetto di lavaggio e le relative tubazioni. Aspira da una provetta per campioni la quantità di
campione specificata e dal fluido per reagenti la quantità di reagente specificata, quindi la eroga
in una cuvetta per la reazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-13


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

Figure 1.8 Gruppo dispenser

(1)

(2)

(4)

(3)

(1) Braccio della sonda (2) Rotore della sonda


(3) Pozzetto di lavaggio sonda (4) Sonda

AVVISO
Quando il sistema è in funzione, non posizionare parti del corpo o ostacoli nel percorso di movimento del
braccio della sonda campione; in caso contrario, si possono verificare lesioni personali o danni
all'apparecchiatura.
Sonda
Per aggiungere campione e reagente è disponibile una sonda con la seguente gamma di volume:
 Biochimica: 2-35 μl, con incremento di 0,1 μl.
 Test ISE: 70 μl di siero e plasma e 140 μl per urina diluita.
 Reagente: 10-200 μl, con incremento di 0,5 μl.
Oltre ad aggiungere campioni e reagenti, la sonda ha le seguenti funzioni:
 Rilevamento ostruzione verticale: rileva ostacoli nella direzione verticale. Quando la sonda
entra in collisione con un ostacolo nella direzione verticale, il sistema automatico di
protezione si avvia per evitare danni alla sonda.
 Rilevamento e controllo del livello: rileva il livello del campione della provetta e del reagente
nel flacone e determina la profondità di abbassamento nel liquido, in base al volume di
aspirazione specificato.

Modulo di rilevamento ostruzione della sonda (opzionale)


Il modulo di rilevamento di ostruzioni della sonda viene utilizzato per rilevare eventuali
ostruzioni nella sonda. Se risulta ostruita, il software emette un allarme.

Gruppo di lavaggio della sonda


Il gruppo di lavaggio della sonda consiste dal pozzetto di lavaggio e le relative tubazioni. Esso è
responsabile per la pulizia all'interno e all'esterno della sonda dopo che l'aggiunta di campioni o
reagenti.

1-14 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

1.2.3 Gruppo miscelatore


Il gruppo miscelatore, posto sul lato inferiore sinistro del carosello di reazione, è composto dal
mixer, il braccio mixer, e il gruppo di trazione. Consente di agitare il liquido di reazione in
cuvette, dopo l'aggiunta di campione e reagente.
Figure 1.9 Gruppo miscelatore

(1)

(2)

(4)

(3)

(1) Braccio mixer (2) Rotore del mixer


(3) Pozzetto di lavaggio del mixer (4) Mixer

Al termine della miscelazione, il miscelatore si sposta automaticamente sul pozzetto di lavaggio


per la pulizia.

1.2.4 Sistema di reazione


Il sistema di reazione è costituito da carosello di reazione, cuvette e gruppo di trazione. Contiene
le cuvette di reazione e li porta nella posizione specificata per il lavaggio, aggiunge il reagente e il
campione, miscela, fa la reazione e misura l'assorbanza.

Carosello di reazione
Il carosello di reazione è una piattaforma girevole ad anello singolo, che può contenere 8
segmenti cuvetta. Ogni segmento cuvetta comprende 10 cuvette.
Il carosello di reazione viene riscaldato da un bagno d'aria per offrire un ambiente a
temperatura costante di 37±0,3°C con una fluttuazione di ±0,1°C.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-15


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

Figure 1.10 Carosello di reazione

(1)
(2)
(4)

(3)

(1) Posizione di erogazione R1 (2) Posizione del campione e di erogazione R2


(3) Finestra di sostituzione cuvetta (4) Carosello reazione

Cuvetta di reazione
Vengono utilizzati segmenti cuvette di reazione di plastica. Ogni segmento include 10 cuvette (5
mm x 5 mm). La lunghezza del percorso luminoso della cuvetta è pari a 5 mm, mentre le
dimensioni interne sono 5 mm (lunghezza) x 5 mm (profondità) x 29,5 mm (altezza).
Le cuvette utilizzate sull'analizzatore possono essere lavate automaticamente e devono essere
sostituite ogni 3 mesi.

1.2.5 Unità lavaggio cuvette


Il sistema offre una funzione di lavaggio automatico delle cuvette a 8 fasi, grazie alla quale, al
termine dei test, le cuvette vengono lavate due volte tramite quattro sonde di lavaggio.
L'unità di lavaggio cuvette comprende le sonde di lavaggio, il motore di elevazione e le relative
tubazioni. Le sonde di lavaggio, guidate dal motore di elevazione, che le alza e le abbassa durante
ogni fase di lavaggio, erogano e aspirano la soluzione di lavaggio nelle cuvette per pulirle.

1-16 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

Figure 1.11 Unità lavaggio cuvette

(3)

(1) (2)

(1) Blocco di pulizia a 4 fasi (2) Sonde di lavaggio fase 1~-3


(3) Provette di lavaggio

L'unità di lavaggio cuvette esegue il lavaggio in 8 fasi, utilizzando la soluzione di lavaggio CD80
diluita e l'acqua deionizzata, in modo che le cuvette possono essere senza contaminazioni ed
asciutte durante il processo di test.
Dopo il lavaggio, i rifiuti liquidi vengono scaricati in due flussi: rifiuti ad alta concentrazione e
rifiuti a bassa concentrazione. Il sistema fornisce il rilevamento del livello dei rifiuti ad alta
concentrazione. Quando i rifiuti ad alta concentrazione superano il volume specificato, il sistema
dà un allarme per ricordare di svuotare il serbatoio dei rifiuti ad alta concentrazione.
 Per i requisiti di drenaggio dei rifiuti ad alta/bassa concentrazione, vedere Alimentazione e
drenaggio dell'acqua alla pagina 1-3.

1.2.6 Sistema fotometrico


Il sistema fotometrico, all'interno dell'unità di analisi, misura l'assorbanza della miscela di
reazione nelle cuvette. Comprende sorgente luminosa, reticoli, PDA ed altri componenti.

1.2.7 Unità ISE (opzionale)

AVVISO
L'unità ISE deve essere utilizzata esclusivamente da medici, infermieri o personale clinico debitamente
qualificato e formato.
Prestare attenzione quando si utilizza il unità ISE. Evitare che i capelli, le gambe o altri parti del corpo vengano
colpite da parti in movimento.

L'unità ISE (Elettrodo a selezione di ioni) consiste dal modulo ISE, modulo pompa e modulo del
reagente, e può misurare la concentrazione di ioni di Na+, K+ e Cl- nel siero, plasma e urina
diluita.
Se non espressamente indicato, il "modulo ISE" rappresenta l'unità di ISE.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-17


1.2 Componenti hardware 1 Descrizione del sistema

Figure 1.12 Sistema ISE

(3)

(1)
(2)

(1) Modulo reagente (2) Modulo pompa.


(3) Modulo ISE

Nel test ISE, si richiede 70 μl di siero o plasma, o 140 μl di urina diluita (diluita in rapporto
1:10).
I seguenti componenti sono compresi nell'unità ISE:
 Modulo ISE: comprende spaziatore, elettrodi Na, K, Cl, e di riferimento.
 Modulo reagente: comprende calibratore A, calibratore B, contenitore per rifiuti e chip per la
misurazione del volume dei reagenti.
 Modulo pompa: comprende pompa calibratore A, pompa calibratore B e pompa dei rifiuti.

1.2.8 Alloggiamento
L'armadio è utilizzato per mantenere l'analizzatore e può sostenere almeno 150 kg di peso.

1.2.9 Unità operativa


L'unità operativa è un computer configurato con software operativo. Comprende monitor,
computer, tastiera e mouse.
Figure 1.13 Unità operativa

(1)

(2)
(3)

(4)

(1) Monitor (2) Mouse


(3) Tastiera (4) Computer
 Per ulteriori informazioni sull'unità operativa, consultare il relativo manuale di istruzioni.

1-18 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.2 Componenti hardware

1.2.10 Unità di uscita


L'unità di uscita è una stampante che stampa i risultati dei test e altri dati. Il sistema supporta tre
tipi di stampante: stampante laser, stampante a getto d'inchiostro e stampante Stylus.
Figure 1.14 Unità di uscita

(1)

(1) Stampante

Si consiglia di acquistare una stampante appropriata compatibile con l'analizzatore.


 Per ulteriori informazioni sulla stampante, consultare il relativo manuale di istruzioni.

1.2.11 Accessori e materiale di consumo


Gli accessori sono componenti di cui lo strumento ha bisogno per eseguire l'analisi del
campione, e dovrebbero essere sostituiti regolarmente. I materiali di consumo sono materiali da
sostituire dopo ogni uso, o materiali vulnerabili che dovrebbero essere sostituiti regolarmente.

ATTENZIONE
Utilizzare gli accessori e il materiale di consumo prodotti o consigliati dall'azienda, in modo da assicurare le
prestazioni di sistema previste. Se necessario, contattare il servizio clienti o il distributore di zona.

L'elenco degli accessori e dei materiali di consumo è soggetto a modifiche; in caso di necessità,
contattare il nostro servizio clienti o il distributore locale.
Table 1.4 Accessori e materiale di consumo
No Nome parte Nota
1 Ago .0,25 +/- 0,01 mm*125 mm testa rotonda Accessorio
2 Guarnizione della valvola,10-32,18011 guarnizione in Teflon Accessorio
3 Flacone di reagente da 20 ml marrone Accessorio
4 Flacone di reagente da 40ml marrone Accessorio
5 Flacone di reagente da 20 ml Accessorio
6 Etichetta flacone di reagente Accessorio
7 BS200 tappo bianco flacone di reagente Accessorio
8 BS200 tappo rosso flacone di reagente Accessorio
9 Codici a barre kit di accessori Accessorio
10 Elenco Parametro Accessorio
11 Cacciavite a croce 102*100 Accessorio
12 Cavo porta seriale Accessorio
13 Cuvette (superficie lavorata) Accessorio
14 Serbatoio dell'acqua 10 l Accessorio
15 Serbatoio di acqua Accessorio
16 Filtro Accessorio
17 Tubo Φ9,525XΦ15,875 PVC 55~60 gradi Accessorio

Manuale dell’operatore BS-240E 1-19


1.3 Descrizione del software 1 Descrizione del sistema

No Nome parte Nota


18 BA24 Accessorio
CD di installazione del software operativo
19 Spina Accessorio
20 Cinturino cavo CHS-3X100 mmin nylon Accessorio
21 Chiave mixer Accessorio
22 Tubo.3,2*6,4 mm TPU (polietere) Accessorio
23 Elettrodo di riferimento Materiale di consumo
24 Elettrodo K Materiale di consumo
25 Elettrodo Na Materiale di consumo
26 Spaziatore Materiale di consumo
27 Soluzione di lavaggio ISE Materiale di consumo
28 Diluente di urina Materiale di consumo
29 Controllo MEDICA (Livello 3) Materiale di consumo
30 Diluente di urina (125 ml) Materiale di consumo
31 Pacco reagente ISE Materiale di consumo
32 Elettrodo Cl ISE (Turchia) Materiale di consumo
33 Elettrodo di riferimento ISE (Turchia) Materiale di consumo
34 Elettrodo K ISE (Turchia) Materiale di consumo
35 Elettrodo Na ISE (Turchia) Materiale di consumo
36 Distanziatore ISE (Turchia) Materiale di consumo
37 Soluzione di lavaggio ISE (Turchia) Materiale di consumo
38 Diluente di urina ISE (Turchia) Materiale di consumo
39 Controllo MEDICA livello 3 (Turchia) Materiale di consumo
40 Pacco reagente ISE (Turchia) Materiale di consumo
41 Pacco reagente ISE 5425 con imballaggio Materiale di consumo
42 Elettrodo Cl 5207 Materiale di consumo
43 Kit di accessori ISE con il pacchetto Materiale di consumo
44 Kit di accessori ISE (OEM con il pacchetto) Materiale di consumo
45 CD80 (internazionali 6 flaconi) Materiale di consumo
46 CD80 (1 l internazionale*1 flacone) Materiale di consumo
47 Cuvetta in plastica (8 pezzi) Materiale di consumo
48 Cavo di alimentazione standard internazionale 10A 250V 1,6m Materiale di consumo
49 Cavo di alimentazione standard europeo (internazionale) Materiale di consumo
50 Cavo di alimentazione standard USA 1.5M15A Materiale di consumo
51 Cavo di alimentazione standard Regno Unito Materiale di consumo
52 Cavo di alimentazione da 1,8 m India H05VV-F3X1.5mmVolex Materiale di consumo
53 Cavo di alimentazione Australia V-75 3×1,0 in PVC Materiale di consumo
54 Cavo di alimentazione Brasile 250 V 10A 3M Materiale di consumo
55 Adattatore tubo campione (5 pezzi) Materiale di consumo

1.3 Descrizione del software


1.3.1 Aree della schermata
La schermata del software è suddivisa nelle seguenti aree:

1-20 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.3 Descrizione del software

Figure 1.15 Aree della schermata


(1) (2)

(5) (3)

(4)

(1) Area di visualizzazione dello stato (2) Area delle icone di collegamento
(3) Finestra delle funzioni (4) Area messaggi
(5) Area dei pulsanti funzione

Area di visualizzazione dello stato


La visualizzazione dello stato mostra lo stato del sistema, in particolare: stato di
biochimiche/sistema ISE, tempo rimasto del test, conto alla rovescia per la sospensione,
connessione LIS, stampante, utente che ha eseguito il login e data/ora del sistema.
Se non specificamente indicato, "nessuno stato del test" in questo manuale si riferisce a
Incubazione, Standby e Interruzione, mentre "stato del test" si riferisce ad un altro stato.
Table 1.5 Area di visualizzazione dello stato
Indicatore di stato Descrizione
Biochimiche/ISE Questo indicatore è disponibile a sinistra dell'area di
visualizzazione dello stato. Se è installato un modulo ISE, viene
visualizzato lo stato ISE.
Gli stati del sistema di biochimica comprendono: Inizializzare,
incubazione, Standby, Esecuzione, Sospensione, Interruzione,
Manutenzione, Caricamento campione, Caricamento reattivo,
Caricamento provetta, Controllo dell'inventario, Ripristino e
Spegnimento.
Gli stati del modulo ISE comprendono: Inizializzazione, Standby,
Esecuzione, Interruzione, Manutenzione e Spegnimento.
Tempo rimanente per il Questo indicatore è disponibile al centro dell'area di
test visualizzazione dello stato. Indica i minuti rimasti fino al
completamento dell'analisi.
Conto alla rovescia per la Questo indicatore si trova a destra nell'area di visualizzazione
sospensione dello stato. Indica il numero di minuti rimanenti per l'erogazione
del campione o del reagente.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-21


1.3 Descrizione del software 1 Descrizione del sistema

Stato connessione LIS


Questo indicatore è disponibile a sinistra dell'area di
visualizzazione dello stato. Vengono indicate le seguenti
informazioni:

 Se l’icona viene visualizzata in blu, l'host LIS è connesso


e in linea.

 Se l’icona viene visualizzata in grigio, l'host LIS non è in


linea.
Stato collegamento stampante
Questo indicatore è disponibile a sinistra dell'area di
visualizzazione dello stato. Indica lo stato della stampante: non in
stampa e in stampa.
 Se l'icona viene visualizzata in grigio , la stampante non sta
stampando o non è connessa.
 Se l'icona viene visualizzata in blu , la stampante sta
stampando.
Utente che ha eseguito il Questo indicatore è disponibile al centro dell'area di
login visualizzazione dello stato. Indica l'utente che accede al sistema.
Data e ora Questo indicatore si trova a destra nell'area di visualizzazione
dello stato. Indica la data e l'ora del sistema.

Area icone di collegamento


L'area icone di collegamento contiene le seguenti icone, utilizzate per accedere rapidamente ad
alcune finestre delle funzioni o eseguire un'operazione:

 : icona di avvio. Selezionarla per visualizzare la finestra Condiz. avvio, nella quale è
possibile avviare nuove analisi o riprendere test precedenti.

 : Icona Sospensione. Selezionare per fermare l'erogazione del campione e del reagente.
Poi è possibile caricare nuovi campioni o reagenti sul carosello campioni/reagenti. Per

riprendere il test, selezionare .

 : icona di interruzione di emergenza. Selezionarla per arrestare tutti i test e per effettuare
altre azioni. Per ripristinare il sistema in stato Standby, eseguire il comando P. iniziale.

 : icona STAT. Selezionarla per visualizzare la finestra Programma camp. STAT, nella
quale è possibile programmare rapidamente campioni di emergenza.

 : icona della guida in linea. Selezionarla per visualizzare la guida in linea della finestra
corrente, nella quale sono contenute descrizioni di parametri e operazioni.

Finestra delle funzioni


Visualizza la pagina o la finestra relativa al tasto funzione selezionato o un'icona di collegamento.
Viene utilizzata per l'esecuzione delle operazioni di sistema.

Area messaggi
L'area messaggi contiene due righe: quella superiore visualizza messaggi operativi per i
controlli della schermata e quella inferiore messaggi di errore.

1-22 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.3 Descrizione del software

Area pulsanti funzione


L'area dei pulsanti funzione contiene i seguenti pulsanti, utilizzati per accedere a varie finestre
delle funzioni del sistema:

 : consente di programmare campioni dei pazienti e campioni di controllo, nonché


visualizzare lo stato del carosello campioni.

 : consente di richiamare i risultati dei test relativi ai controlli e ai campioni dei pazienti e
di visualizzare le statistiche del risultato e le statistiche del test.

 : consente di impostare reagenti, definire/modificare calibratori, richiedere calibrazioni,


richiamare i risultati delle calibrazioni e visualizzare lo stato del carosello reagenti.

 : consente di definire/modificare controlli e regole, nonché richiamare i risultati QC e il


riepilogo.

 : consente di eseguire comandi dello strumento, impostare parametri chimici e del


sistema, effettuare la manutenzione del sistema e visualizzare lo stato dei componenti.

 : consente di richiamare e gestire log errori e log di modifica.

 : consente di eseguire la disconnessione e uscire dal sistema.

1.3.2 Uso della guida in linea


La guida in linea fornisce informazioni relative alle schermate del software. Se si desiderano
chiarimenti su un parametro o su un'operazione relativi a una schermata, è sufficiente accedere
alla guida in linea per ottenere le informazioni del caso.

Accesso alla guida in linea


Accedere alla guida in linea nei seguenti modi:

 Selezionare l'icona nell'angolo in alto a destra per visualizzare gli argomenti della guida
relativi alla schermata corrente.
Figure 1.16 Accesso alla guida in linea dalla schermata principale

 Selezionare l'icona davanti a ogni comando di manutenzione o voce manutenzione


regolare per visualizzare le istruzioni operative pertinenti.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-23


1.4 Specifiche del Sistema 1 Descrizione del sistema

Figure 1.17 Accesso alla guida in linea dalla finestra Manutenzione

 Selezionare l'icona davanti a ogni log errori per visualizzare l'argomento


corrispondente.
Figure 1.18 Accesso alla guida in linea dalla schermata Log errori

 Selezionare l'icona nella finestra di un messaggio di avviso per visualizzare le


descrizioni e soluzioni corrispondenti.
 Selezionare l'icona nella finestra di un messaggio di errore per visualizzare le
descrizioni e soluzioni corrispondenti.
 Premere la combinazione di tasti di collegamento Alt+F1 per visualizzare gli argomenti
correlati alla pagina o finestra corrente.

Visualizzazione di altre informazioni


Per visualizzare ulteriori informazioni nella guida in linea, eseguire i seguenti passi:

1 Selezionare il pulsante nell'angolo superiore destro della schermata principale o


premere la combinazione di tasti di collegamento Alt+F1.
2 Selezionare le seguenti schede per visualizzare informazioni pertinenti:
 Sommario: per scorrere tutti gli argomenti della guida in linea.
 Indice: per visualizzare argomenti correlati alle parole chiave immesse.
 Cerca: per visualizzare argomenti contenenti le parole chiave immesse.
 Preferiti: per visualizzare gli argomenti preferiti.
3 Leggere gli argomenti della guida. Spostare la barra di scorrimento sul lato destro della
finestra della guida per visualizzare ulteriori informazioni.
4 Selezionare per chiudere la finestra della guida.

1.4 Specifiche del Sistema


Questa sezione fornisce le specifiche tecniche del sistema. Per utilizzare il sistema in modo
corretto, devono essere comprese.

1.4.1 Unità di analisi


Le specifiche tecniche e i parametri di prestazione dell'unità di analisi sono riportati nelle tabelle
seguenti.

1-24 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.4 Specifiche del Sistema

Produttività e tipo di reazione


Table 1.6 Specifiche della produttività e del tipo di reazione
Produttività per analisi Fino a 240 test/ora
biochimiche
Produttività per test ISE Siero/plasma: 80 campioni/ora e 240 test/ora
(compresi K, Na, Cl) Urina diluita: 60 campioni/ora e 180 test/ora
Biochimiche e chimiche ISE Fino a 400 test/ora
Numero massimo di test Senza modulo ISE: fino al 100
eseguiti simultaneamente Con modulo ISE: fino a 103
Principi di analisi Colorimetria, torbidità e metodo ISE.
Tipi di reazione Endpoint, a tempo fisso e cinetica
Modalità reagenti Test di supporto a reagente singolo/doppio
Lunghezza d'onda È supportata la modalità a singola/doppia lunghezza
d'onda
Sistema per la manipolazione dei campioni/reagenti
Table 1.7 Specifiche del sistema per la manipolazione dei campioni/reagenti
Carosello campioni/reagenti Include l'anello esterno, l'anello intermedio e l'anello
interno, con 150 posizioni.
Anello esterno: 50 posizioni per campioni
Anello intermedio: 50 posizioni per campione o
reagente
Anello interno: 50 posizioni per reagenti
Gli anelli intermedio e interno possono essere uniti per
contenere il flacone di reagente da 40 ml.
24 ore di refrigerazione continua a 2-12 °C.
Volume di campione per 2 μl - 35 μl con incrementi di 0,1 μl.
chimica di routine
Volume di campione per Siero/Plasma: 70 μl; urina diluita: 140 μl
chimica ISE
Volume del reagente R1: 100 μl - 200 μl con incrementi di 0,5 μl
R2: 10 μl - 200 μl con incrementi di 0,5 μl
Sonda Una sonda per l'aggiunta del campione e del reagente,
con il rilevamento di livello, rilevamento di ostruzione
verticale e orizzontale, rilevamento di ostruzioni nella
sonda e controllo del livello.
Lavaggio della sonda La sonda campione viene pulita nel pozzetto di lavaggio
con acqua spruzzata all'interno e all'esterno
Campioni emergenti È possibile analizzare, in qualsiasi momento e con
priorità massima, i campioni emergenti.
Modalità di riesecuzione Sono supportate la diluizione automatica, il volume
standard, l'incremento, il decremento, la diluizione
decrementale e la diluizione incrementale.
Gruppo miscelatore
 Un mixer per miscelare il liquido di reazione dopo l'aggiunta di campione e R2.
 Pulito esternamente con acqua deionizzata.

Manuale dell’operatore BS-240E 1-25


1.4 Specifiche del Sistema 1 Descrizione del sistema

Sistema di reazione
Table 1.8 Specifiche del sistema di reazione
Carosello di reazione Disponibili 80 posizioni
Temperatura di reazione 37 °C ± 0,3 °C
Modalità riscaldamento Bagno d'aria
Cuvetta di reazione Segmento cuvetta di plastica, ciascuno comprendente 10
cuvette. 5 mm × 5 mm × 29,5 mm (lunghezza ×
profondità × altezza), percorso luminoso di 5 mm
Volume della miscela di 100 μL - 360 μL
reazione
Unità lavaggio cuvette
Table 1.9 Specifiche dell'unità di lavaggio cuvetta
Lavaggio cuvetta Lavaggio a 8 passo attraverso 4 sonde di lavaggio.
Preriscaldamento Sostiene il lavaggio della cuvetta con acqua deionizzata
preriscadata e soluzione di lavaggio
Unità di lavaggio Con rilevamento ostruzione verticale:
Sistema fotometrico
Table 1.10 Specifiche del sistema fotometrico
Sorgente luminosa lampada alogena da 12 V/20 W, 2000 ore di durata
Componente colorimetrico Cuvetta di reazione
Modalità light-splitting Reticoli olografici concavi a campo piatto
Lunghezza d'onda di 12 lunghezze d'onda: 340 nm, 380 nm, 412 nm, 450 nm,
misurazione 505 nm, 546 nm, 570 nm, 605 nm,660 nm,700 nm,740
nm e 800 nm
Intervallo di misura 0 - 3,5 A
assorbanza
Periodo di misurazione 15 secondi
Volume di reazione 100 μl - 360 μl
Consumo medio di acqua
≤ 6,5 L/H

1.4.2 Requisiti di alimentazione


Scegliere l’alimentazione appropriata secondo quanto descritto di seguito:
Table 1.11 Requisiti di alimentazione
Alimentazione 110 V:
110/115 V~, 60 Hz
220V:
220/240 V~, 50 Hz
220/230 V~, 60 Hz
Consumo energetico 1300 VA
nominale
Fluttuazione di tensione ±10%
Fluttuazione di frequenza ±1 Hz

1-26 Manuale dell’operatore BS-240E


1 Descrizione del sistema 1.4 Specifiche del Sistema

1.4.3 Requisiti ambientali


Utilizzare e conservare lo strumento in conformità con i seguenti requisiti ambientali:
Ambiente operativo
 Temperatura: 15 - 30 °C
 Umidità relativa: 35% - 85%, senza condensa
 Elevazione sul livello del mare: - 400 m - 2000 m (80 kPa - 106 kPa)
Ambiente di conservazione
 Temperatura: 0 - 40 °C
 Umidità relativa: 30% - 85%, senza condensa
 Elevazione sul livello del mare: 50 kPa - 106 kPa

1.4.4 Dimensioni e peso


 Dimensioni analizzatore: ≤860 mm (lunghezza) ×660 mm (profondità) ×550 mm (altezza)
 Peso analizzatore: 115±15 Kg
 Dimensioni armadio: ≤860 mm (lunghezza) ×660 mm (profondità) ×650 mm (altezza)
 Peso armadio: ≤ 50 Kg

1.4.5 Rumore e fusibile


Table 1.12 Rumore e fusibile
Rumore ≤ 65 dBA
Fusibile 250 V T10AH 250 V T15AH

ATTENZIONE
Utilizzare il fusibile specificato nel presente manuale.

1.4.6 Dispositivo di immissione


 Tastiera (preparata dall'utente)
 Mouse (preparato dall'utente)
 Monitor (preparato dall'utente)
 Lettore di codici a barre
 LIS: HL7 e ASTM1394 (comunicazione tramite la porta seriale o la porta di rete
dell'interfaccia TCP/IP dell'indirizzo IP statico)

1.4.7 Dispositivo di uscita


 Stampante (preparata dall'utente)
 Monitor (preparato dall'utente)
 LIS: HL7 e ASTM1394 (comunicazione tramite la porta seriale o la porta di rete
dell'interfaccia TCP/IP dell'indirizzo IP statico)

1.4.8 Interfacce di comunicazione


L'unità di analisi, l'unità di comando, l'unità di stampa (stampante), LIS e il dispositivo di
memorizzazione esterno, possono essere collegati tramite le seguenti interfacce. Collegarli
correttamente secondo le descrizioni che seguono:

Manuale dell’operatore BS-240E 1-27


1.4 Specifiche del Sistema 1 Descrizione del sistema

Table 1.13 Interfacce di comunicazione


Porta seriale RS232  Utilizzata per la comunicazione tra l'unità di analisi e
l'unità operativa
 Utilizzata per la comunicazione tra il LIS e l'unità
operativa
 Utilizzata per la connessione dell'unità operativa con una
stampante
Interfaccia di rete  Utilizzata per la comunicazione tra l'unità di analisi e
l'unità operativa
 Utilizzata per la comunicazione tra il LIS e l'unità
operativa
Porta parallela o interfaccia  Utilizzata per la connessione dell'unità operativa con una
USB stampante
 Utilizzata per la connessione dell'unità operativa con un
dispositivo di memorizzazione esterno

1.4.9 Classificazione di sicurezza


Table 1.14 Classificazione di sicurezza
Tipo di sovratensione Classe II
Grado di inquinamento 2
Tipo di dispositivo Dispositivo fisso
Tipo di funzionamento Continuo
Grado di IP (Ingress Dispositivo comune, IPX0 (nessuna protezione contro i
Protection, Protezione liquidi)
ingresso)

1.4.10 Requisiti EMC

Questa apparecchiatura è conforme ai requisiti di emissione e immunità descritti nelle


normeEN61326-1:2013/IEC61326-1:2012 e EN61326-2-6:2013/IEC61326-2-6:2012.

1-28 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera

Questo capitolo descrive una procedura operativa giornaliera tipica dello strumento. Per
istruzioni su più operazioni, vedere altri capitoli di questo manuale.
Tutte le procedure descritte nel presente capitolo si basano su una configurazione completa del
sistema. Se non si dispone di certo modulo opzionale, si prega di trascurare le fasi rilevanti o
utilizzare lo strumento in un altro modo previsto.
 Per comprendere le informazioni dettagliate delle schermate del software, consultare la Guida in
linea.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-1


2.1 Procedura operativa giornaliera 2 Procedura operativa giornaliera

2.1 Procedura operativa giornaliera


Il funzionamento quotidiano dello strumento comprende: avvio e controlli quotidiani,
operazioni prima del test di routine, test di routine, manutenzione quotidiana e spegnimento.
Quanto segue è una procedura operativa giornaliera tipica:
Figure 2.1 Procedura operativa giornaliera

Avvio e controlli giornalieri


1. Controlli prima dell'avvio
2. Avvio
3. Controllo dello stato del sistema

Operazioni prima del test di routine


1. Preparazione dei reagenti
2. Calibrazione
3. CQ

Test di routine
1. Elaborazione dei campioni
2. Controllo dei risultati
3. Controllo e stato dei test

Manutenzione quotidiana e spegnimento


1. Manutenzione giornaliera
2. Spegnimento
3. Operazioni dopo lo spegnimento

2.2 Avvio e controlli giornalieri


Le operazioni di avvio e controlli quotidiani possono essere realizzate nel seguente modo:
 Controlli prima dell'avvio
 Avvio
 Controllo dello stato dello strumento

2.2.1 Controlli prima dell'avvio


Eseguire i seguenti controlli prima di avviare lo strumento:
Table 2.1 Controlli prima dell'avvio

2-2 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.2 Avvio e controlli giornalieri

Controllare Controllo dei metodi Commento


gli elementi
Alimentazione Controllare il serbatoio dell'acqua deionizzata o altri Assicurarsi che la parte
dell'acqua serbatoi idrici e assicurarsi che sia possibile erogare acqua superiore del serbatoio
in continuo. d'acqua deionizzata è
inferiore alla piattaforma
operativa dell'analizzatore.
Se si utilizza un'unità di acqua, controllare se è stata accesa.
Controllare che i collegamenti tra l'alimentazione
dell'acqua e l'analizzatore siano corretti e serrati.
Controllare se i tubi dell'acqua sono attorcigliati o
presentano perdite.
Alimentazione Controllare che l'alimentazione elettrica sia disponibile e in
grado di fornire la tensione corretta.
Controllare le connessioni tra unità di analisi, unità
operativa e stampante. verificando che siano corretti e
saldi. Controllare i cavi di alimentazione e verificare che
siano ben collegati alle prese elettriche.
Carta di Controllare che nella stampante sia presente carta a
stampa sufficienza. In caso contrario, caricarla.
Collegamento Controllare che il serbatoio dei rifiuti ad alta Assicurarsi che la parte
dei rifiuti concentrazione sia stato svuotato. In caso contrario, superiore del serbatoio dei
svuotarlo. rifiuti è inferiore alla
Volume dei rifiuti ad alta concentrazione: 1 L/H. piattaforma operativa
dell'analizzatore, per evitare
Controllare che il serbatoio dei rifiuti a bassa
il riflusso dei rifiuti.
concentrazione sia stato svuotato. In caso contrario,
svuotarlo. Assicurarsi che i tubi di
scarico siano al di sopra del
Rifiuti a bassa concentrazione, volume 6,5 L/H.
serbatoio dei rifiuti e
raddrizzarli senza pieghe o
torsioni. Altrimenti, i rifiuti
potrebbero fuoriuscire dal
pannelli dell'analizzatore
danneggiarlo.
Controllare che il tubo dei rifiuti a bassa concentrazione
non sia piegato e l'apertura della fognatura sia più in basso
rispetto all'uscita dei rifiuti del sistema.
Sonda e mixer Controllare che la sonda non sia incurvata o sporca.
 Se è contaminato, pulirlo.
 Se è incurvato, sostituirlo.
Controllare che il mixer non sia incurvato o sporco.
 Se è contaminato, pulirlo.
 Se è incurvato, sostituirlo.
Posizione Controllare la soluzione di lavaggio della sonda sul carosello Una quantità insufficiente di
della soluzione campioni/reagenti. Se necessario, aggiungere o sostituire soluzione di lavaggio diluita o
di lavaggio la soluzione di lavaggio. soluzione di lavaggio sonda
diluita e della Controllare la soluzione di lavaggio diluita. Se necessario, potrebbe causare
sonda aggiungere o sostituire la soluzione di lavaggio. l'interruzione delle
misurazioni.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-3


2.2 Avvio e controlli giornalieri 2 Procedura operativa giornaliera

2.2.2 Avvio
Lo strumento può essere avviato manualmente o automaticamente. Per l'avvio manuale, è
necessario attivare manualmente l'alimentazione; per l'avvio automatico, è necessario
impostare il giorno della settimana e l'ora per l'avvio automatico dello strumento.

Avvio manuale
È necessario attivare l'alimentazione e l'accesso al software operativo. Quando lo strumento
viene acceso, il software operativo viene eseguito automaticamente e richiede di inserire il
nome utente e la password.
Per spegnere l'alimentazione elettrica.
1 Attivare l'interruttore principale di alimentazione sul panello posteriore.
Figure 2.2 Interruttore di alimentazione principale dell'analizzatore

(1)

(3)

(2)

(1) Interruttore di alimentazione principale (2) Presa di alimentazione


(3) Porta seriale

Portare l'interruttore in posizione per attivarlo. Portare l'interruttore in posizione


per disattivarlo.
2 Accendere l’interruttore di alimentazione dell’unità di analisi posto sul lato sinistro del
panello.
Figure 2.3 Interruttore di alimentazione dell'unità di analisi

(1)

(1) Interruttore di alimentazione dell'unità di analisi

Portare l'interruttore in posizione per attivarlo. Portare l'interruttore in posizione


per disattivarlo.
3 Accendere la stampante.
4 Accendere il monitor e il computer dell'unità operativa.

2-4 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.2 Avvio e controlli giornalieri

Avvio del software operativo

NOTA
se si utilizza il carosello reagenti virtuale, assicurarsi che quello caricato sia il carosello reagenti N. 1 prima di
ogni avvio del software operativo.
1 All'accensione dell'unità operativa (computer), il software operativo viene avviato
automaticamente.
2 Immettere il nome utente e la password nella finestra Login, quindi selezionare OK.
3 Selezionare Modalitàrapida se la procedura di inizializzazione dell'analizzatore non è
necessaria.

NOTA
Il nome utente e la password predefiniti per l'amministratore sono Admin. Tenere presente che la
password fa distinzione fra lettere maiuscole e minuscole. Si consiglia di modificare la password quando
si accede al sistema per la prima volta, onde evitare che i privilegi dell'amministratore vengano utilizzati
da altre persone.
Se un operatore dimentica la password, può richiedere all'amministratore di accedere al sistema,
eliminare il proprio nome utente e definirne uno nuovo. In alternativa, può contattare il Servizio Clienti o il
distributore di zona. Se l'amministratore dimentica la password, contattare il Servizio Clienti o il
distributore di zona.

ATTENZIONE
Per garantire l'accuratezza dei risultati dei test, non iniziare la misurazione finché lo stato del sistema non
diventa Standby e solo dopo 20 minuti circa dall'accensione, per consentire alla sorgente luminosa e alla
temperatura di reazione di stabilizzarsi.

Avvio automatico
È necessario specificare il giorno della settimana e l'ora per l'avvio automatico. Quando si
raggiungono la data e l'orario impostati, il sistema viene avviato automaticamente, se spento.
Per impostare il timer di avvio automatico
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare 1 Sosp./Att.
3 Selezionare 2 Impost. attiv. aut.
Figure 2.4 Finestra Impostazione avvio automatico

Manuale dell’operatore BS-240E 2-5


2.2 Avvio e controlli giornalieri 2 Procedura operativa giornaliera

4 Specificare il giorno della settimana e l'ora per l'avvio automatico.


È possibile definire qualsiasi orario all'interno della settimana (dal lunedìalla domenica) per
l'avvio automatico del sistema.
5 Selezionare Salva.
6 Selezionare Chiudi.

NOTA
Dopo aver impostato l'ora di avvio automatico, assicurarsi che l'unità operativa e l'analizzatore siano collegati a
una fonte di alimentazione; in caso contrario non sarà possibile attivarli automaticamente.
Avvio del software operativo
1 Quando viene raggiunto il tempo impostato, lo strumento si avvia automaticamente e il
software operativo inizia a funzionare.
2 Immettere il nome utente e la password nella finestra Login, quindi selezionare OK.

2.2.3 Controllo dello stato del sistema


Al termine della procedura di avvio, controllare lo stato del sistema, ad esempio verificando lo
stato di sistema, allarmi, reagenti/calibrazione, manutenzione e sottosistema.
 Se lo stato non è soddisfacente per la misurazione, risolvere i problemi ed eseguire la
manutenzione del sistema attenendosi alle istruzioni in fornite in 10 Manutenzione a pagina
10-1 e 11Allarmi e risoluzione dei problemi a pagina 11-1.

Controllo dello stato del sistema


Controllare lo stato del sistema, lo stato della stampa, lo stato del modulo ISE,e lo stato della
connessione LIS, secondo la seguente tabella:
Table 2.2 Stato del sistema
Nome stato Stato Significato Azione
Stato del sistema Inizializzazione Il sistema sta eseguendo la Attendere che l'inizializzazione
procedura di avvio. sia stata completata.
Incubazione La lampada è stata accesa e Attendere che l'incubazione
si stabilizza. della lampada sia completa.
Standby Il sistema viene avviato e Si possono iniziare i test.
può eseguire test.
Interrotto Nel sistema si verifica un Selezionare Utilità >
errore durante l'avvio. Comando > P. iniziale per
reimpostare il sistema.
Stato stampante La stampante è collegata È possibile avviare la stampa di
icona grigia
normalmente e in stato di rapporti.
standby.
Stato modulo ISE Inizializzazione Il modulo ISE sta eseguendo Attendere che l'inizializzazione
la procedura di avvio. sia stata completata.
Standby Il modulo ISE viene avviato Si possono iniziare i test.
e può eseguire i test.
Interrotto Nel modulo ISE si verifica Selezionare Utilità >
un errore durante l'avvio. Comando > P. iniziale per
reimpostare il sistema.
Stato connessione L'host LIS è collegato È possibile scaricare
LIS Icona blu normalmente. programmi di campioni dal LIS
o inviarne i risultati dei test.

2-6 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.2 Avvio e controlli giornalieri

Nome stato Stato Significato Azione


LIS non è collegato. Selezionare Utilità >
Icona grigia Impostazione sistema, fare
clic su Host F5, impostare lo
stato della comunicazione LIS, e
quindi fare clic su Connetti.

Controllo dello stato degli allarmi


Verificare la presenza di allarmi durante la procedura di avvio ed intraprendere le azioni
correttive.
Per controllare lo stato di allarme
1 Controllare il pulsante Allarme a sinistra nella schermata principale.
2 Se il pulsante è normale, significa che non si verifica nessun allarme. Trascurare i seguenti
passaggi.
3 Se viene visualizzato in giallo, indica un'avvertenza.
4 Se viene visualizzato in rosso, indica un errore o sia un'avvertenza che un errore.
5 Selezionare il pulsante Allarme. Viene visualizzata la schermata Log errori.
Figure 2.5 Schermata Log errori

6 Selezionare il pulsante della guida davanti a un nuovo messaggio di allarme per visualizzare
la descrizione e le soluzioni pertinenti.
7 Agire in base alle soluzioni consigliate.

Controllo dello stato di reagenti/calibrazione


Controllare lo stato dei reagenti e della calibrazione e determinare se il volume di reagenti è
sufficiente e se la calibrazione della chimica non è stata possibile o viene richiesta.
Controllo dello stato di reagenti/calibrazione
1 Controllare il pulsante Reagente a sinistra nella schermata principale.
 Se viene visualizzato in giallo, indica un'avvertenza.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-7


2.2 Avvio e controlli giornalieri 2 Procedura operativa giornaliera

 Se viene visualizzato in rosso, indica un errore o sia un'avvertenza che un errore.


2 Selezionare il pulsante Reagente. Viene visualizzata la schermata Reagente/calibraz.
Figure 2.6 Schermata Reagente/calibraz.

3 Visualizzare lo stato del reagente. Quando un reagente è insufficiente o esaurito, il nome


della chimica corrispondente e le chimiche rimanenti vengono indicati come segue:
 Giallo: indica che il reagente è insufficiente o scaduto e che l'analisi continuerà.
Aggiungere o sostituire il reagente.
 Rosso: indica che il reagente è esaurito o che almeno un tipo di reagente non è stato
caricato e l'analisi è interrotta. Aggiungere o sostituire il reagente.
4 Visualizzare lo stato della calibrazione. Una calibrazione può riuscire o meno: la colonna
Stato cal chimica mostra lo stato della calibrazione nel colore corrispondente all'esito
ottenuto.
 Giallo: indica che i fattori di calibrazione della chimica sono stati calcolati, o estesi,
modificati o ignorati.
 Rosso: indica che la calibrazione della chimica non è riuscita o è scaduta oppure che è
necessario calibrare la chimica.
5 Controllare il tempo rimanente della calibrazione. Se scaduto, eseguire immediatamente la
calibrazione.
Per ulteriori informazioni sulla calibrazione, fare riferimento a 2.3.2 Calibrazionea pagina 2-17.

Controllo dello stato di manutenzione


All'avvio del sistema, è necessario controllare lo stato di manutenzione. Se una procedura di
manutenzione è scaduta, eseguirla immediatamente, per assicurare il normale funzionamento
del sistema.
Quando una procedura di manutenzione è scaduta, i seguenti pulsanti e opzioni vengono indicati
dal colore corrispondente:
 Pulsante Utilità a sinistra nella schermata principale
 Scheda Manutenzione
 Pulsante Manutenzione

2-8 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.2 Avvio e controlli giornalieri

 Scheda Manutenz. programmata


 Scheda della frequenza di manutenzione
 Procedura di manutenzione
Per verificare lo stato di manutenzione
1 Controllare il pulsante Utilità a sinistra nella schermata principale. Se viene visualizzato in
giallo, indica che una procedura di manutenzione è scaduta.
2 Selezionare Utilità > Manutenzione > Manutenzione.
3 Controllare se la scheda Manutenz. programmata e la scheda della frequenza di
manutenzione vengono visualizzate in giallo. Se sì, ciò indica che almeno una procedura di
manutenzione è scaduta.
4 Selezionare la scheda della frequenza di manutenzione visualizzata in giallo, individuare la
procedura di manutenzione scaduta, quindi eseguire la manutenzione.
Per ulteriori informazioni di manutenzione, vedere 10 Manutenzione alla pagina 10-1.
5 Ripetere i punti 3 e 4 finché la scheda della frequenza di manutenzione e la procedura di
manutenzione non vengono visualizzate nel colore normale.

Controllo dello stato del sottosistema


Lo stato del sottosistema indica lo stato di funzionamento corrente di ciascun sottosistema e
componente hardware, inclusi il riepilogo dello stato, il conteggio dei cicli, la temperatura, le
ventole e il sottosistema idropneumatico.
Descrizione dello stato dei sottosistemi
Riepilogo stato
Il riepilogo dello stato fornisce un riepilogo generale sullo stato di temperature del sistema e
sottosistema idropneumatico.
Conteggio cicli
Il conteggio cicli fornisce un'approssimazione dell'utilizzo di un componente che può essere
utile per stimare le frequenze di manutenzione o prevedere il guasto del componente stesso.
Temperature
Vengono visualizzate la temperatura effettiva e l'intervallo valido del carosello di reazione,
liquido di pulizia cuvetta, soluzione di lavaggio cuvetta e temperatura di preriscaldamento
reagente.
Sottosistema idropneumatico
Lo stato per il sottosistema idropneumatico mostra: stato di funzionamento dei vari serbatoi.
Controllo dello stato del sottosistema
Controllare il valore effettivo di ogni componente rispetto all'intervallo di riferimento e
accertarsi che lo stato sia normale. I valori incorretti o lo stato anomalo verranno indicati in
rosso.
Alimentazione
Controllare la corrente della ventola di raffreddamento.

Per visualizzare lo stato del sottosistema, attenersi alla seguente procedura:

1 Selezionare Utilità > Stato.


2 Scegliere la scheda relativa a un sottosistema;

Manuale dell’operatore BS-240E 2-9


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

3 Controllare lo stato del sottosistema. Se esistono anomalie, correggere gli errori utilizzando
i seguenti metodi:
Table 2.3 Errori di risoluzione dei problemi dei sottosistemi
Stato Fenomeni anormali Misure correttive
sottosistema
Cont. Se il conteggio dei cicli di un Sostituire il componente o
componente raggiunge un certo contattare il Servizio Clienti o il
limite e si verifica un allarme, il distributore di zona per la
numero appare in rosso. sostituzione del componente.
Temperatura Se la temperatura di un 1. Uscire dal software operativo e
componente supera l'intervallo spegnere l'alimentazione
valido o è anomala e viene dell'unità di analisi. Quindi
generato un allarme, il valore riattivare l'unità di analisi ed
misurato appare in rosso. eseguire il software operativo.
2. Se l'errore persiste, contattare
il Servizio Clienti o il distributore
Idropneumatica Se un componente
di zona per la sostituzione del
idropneumatico supera
componente.
l'intervallo valido o presenta
anomalie e viene generato un
allarme, lo stato appare in rosso.
Alimentazione Se la corrente della ventola di
raffreddamento è al di fuori
dell'intervallo valido, lo stato
viene visualizzato in rosso.

2.3 Operazioni prima del test di routine


Prima di iniziare i test di routine, è necessario preparare i reagenti biochimici, i reagenti ISE ed
altri reagenti speciali, al fine di garantire che i test vengano eseguiti normalmente. Per garantire
prestazioni costanti di test nel sistema, si suggerisce di eseguire regolarmente la calibrazione e i
test QC.

2.3.1 Preparazione dei reagenti


Tipi di reagente
Dopo aver controllato lo stato del sistema, è necessario preparare i seguenti reagenti utilizzati
durante i test di routine:
 Reagente biochimico
 Pacco reagente ISE
 Soluzione di lavaggio diluita
 Soluzione di lavaggio della sonda
 Soluzione di lavaggio ISE
 Soluzione fisiologica
 Reagente di pretrattamento
È possibile caricare tutti questi reagenti in stato Standby o Incubazione.

2-10 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.3 Operazioni prima del test di routine

Canale reagente
Se nello strumento sono impostati canali aperti predefiniti, i canali dei reagenti aperti sono
utilizzabili per contenere reagenti Mindray o di altri produttori, mentre le posizioni rimanenti
sono canali chiusi, riservati per i reagenti Mindray. Se si desidera modificare il numero di canali
aperti, contattare il Servizio Clienti o il distributore di zona.
Informazioni di sicurezza

AVVISO
La punta della sonda è affilata e può causare lesioni personali. Per prevenire lesioni, prestare attenzione se si
opera in prossimità delle sonde.

RISCHIO BIOLOGICO
Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.
Evitare qualsiasi contatto corporeo con il reagente; in caso contrario, si possono verificare infiammazioni o
lesioni cutanee.

Caricamento dei reagenti biochimici


Il sistema supporta il caricamento manuale e automatico dei reagenti biochimici. Se il sistema
non è dotato di lettore di codici a barre dei reagenti, è necessario specificare manualmente le
informazioni relative ai reagenti, al momento di caricarli; se è configurato un lettore di codici a
barre dei reagenti, il sistema esegue la scansione automatica di tutti i reagenti e legge le
informazioni corrispondenti dai codici a barre. I reagenti aperti si possono caricare
manualmente o tramite scansione del codice a barre, mentre il caricamento dei reagenti chiusi
può avvenire esclusivamente tramite la lettura del codice a barre.
È possibile richiedere chimiche senza reagenti caricati; in tal caso, tuttavia, tali analisi non verranno
incluse nelle misurazioni. Ciascuna chimica può avere più di un flacone di reagente caricato.
Tuttavia, il reagente della stessa chimica deve essere caricato sullo stesso carosello reagenti.
Se appare un punto esclamativo (!) vicino ad un tipo di reagente, significa che uno o più tipi di
reagenti della chimica non sono ancora stati caricati.

NOTA
Prima di caricare il reagente biochimica, verificare che non vi siano bolle nel flacone del reagente al fine di
evitare dei risultati inaccurati del test.
Se una chimica è impostata con pretrattamento del campione, verificare che il reagente della chimica e il
reagente pretrattato vengano caricati sullo stesso carosello del reagente; in caso contrario, la chimica non può
essere eseguita.
Caricamento manuale
Quando si caricano reagenti manualmente, occorre immetterne i dati, che costituiscono l'unica
fonte di informazioni dei reagenti caricati. Se i reagenti caricati sono dotati di codice a barre, non
è possibile modificarne le informazioni; in caso contrario, tutte queste informazioni, a eccezione
di posizione, chimica e tipo di reagente, possono essere modificate.
I reagenti caricati manualmente sono indicati dalla lettera “M” (Manuale).

Manuale dell’operatore BS-240E 2-11


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

Figure 2.7 Contrassegno dei reagenti caricati manualmente

(1)
(1)

(1) Contrassegno "M" per i reagenti caricati manualmente

Il carico manuale dei reagenti biochimici comprende due fasi:


 Impostazione delle informazioni del reagente
 Caricamento dei reagenti
Per impostare le informazioni del reagente
1 Selezionare Reagente Z Reagente/calibraz. o Reagente > Stato carosello reagenti.
2 Selezionare un carosello reagenti dall'elenco a discesa Carosello reagenti.
3 Scegliere una posizione nella quale caricare un reagente, e quindi selezionare Carica F1.
Viene visualizzata la finestra Carica reag..
Figure 2.8 Finestra di caricamento del reagente

4 Immettere le seguenti informazioni sul reagente:


 Cod.barre
 Nome chimica
 Tipo di reagente (R1/R2)
 Numero lotto
 Numero di serie

2-12 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.3 Operazioni prima del test di routine

 Tipo di flacone
 Data scadenza
5 Selezionare Carica F3 per salvare le informazioni immesse.
6 Selezionare Prec F1 e Succ F2 per caricare i reagenti per altre sostanze chimiche, e quindi
ripetere i passaggi 4-5.
7 Selezionare Stampa F7 per stampare l'elenco dei reagenti biochimici.
Per caricare i reagenti
1 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti.

ATTENZIONE
Se il sistema è in esecuzione dei test, fare clic su e attendere che lo stato del sistema diventa
Sospensione prima di rimuovere il coperchio del carosello reagente. In caso contrario, si può verificare
una collisione della sonda o un altro errore.
2 Caricare i reagenti nella posizione impostata in base all'elenco di carico dei reagenti, e poi
rimuovere i tappi dei flaconi dei reagenti.
3 Riposizionare il coperchio del carosello campioni/reagenti.
4 Selezionare Termina carico F2.
5 Selezionare Rimanente F3 per controllare il volume dei reagenti caricati e aggiornare il
numero di test a sinistra sullo schermo.
Per ulteriori informazioni sul controllo di inventario dei reagenti, vedere 3.2.7Controllo e
aggiornamento automatico del reagente rimanente alla pagina 3-6.
Caricamento automatico
Il caricamento automatico consente di caricare reagenti dotati di codice a barre nel carosello
reagenti, identificandoli mediante la scansione del codice a barre. I reagenti chiusi possono
essere caricati esclusivamente tramite la scansione del codice a barre.
Per caricare reagenti dotati di codice a barre
1 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti.

ATTENZIONE
Se il sistema è in esecuzione dei test, fare clic su e attendere che lo stato del sistema diventa
Sospensione prima di rimuovere il coperchio del carosello reagente. In caso contrario, si può verificare
una collisione della sonda o un altro errore.
2 Collocare i reagenti nelle posizioni inattive del carosello reagenti, quindi rimuovere il tappo
dei flaconi dei reagenti.
3 Riposizionare il coperchio del carosello campioni/reagenti.
4 Selezionare Termina carico F2.
Il sistema esegue la scansione di tutte le posizioni reagente, quindi legge le seguenti
informazioni sui reagenti dal codice a barre.

Caricamento del pacco reagente ISE


Il pacco reagente ISE comprende il calibratore A, il calibratore B, il contenitore per rifiuti e il
chip di rilevamento del volume. Prima di eseguire i test ISE, caricare il pacco reagente, eseguire
l'innesco fluido e la calibrazione.
Per caricare il pacco reagente ISE
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz > Reagente ISE, e selezionare Carica F1.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-13


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

2 Rimuovere i cappucci rossi dal pacco reagente e spingere la bacchetta che si trova poco
sopra il pacco reagente.
3 Assicurarsi che i tre adattatori del tubo in fondo alla bacchetta siano opposti a quelli nella
parte superiore del pacco reagente, quindi spingere la bacchetta in basso. La bacchetta può
essere inserita solo in un verso.
4 Una volta collegata la bacchetta sul pacco reagente, posizionare il pacco reagente in
posizione di montaggio.

NOTA
Durante l'installazione di un pacco reagente ISE, non intrecciare né premere i tubi del Modulo ISE, in
modo da evitare l'ostruzione dei tubi ISE.

Per eseguire l'innesco fluido e la calibrazione


1 Nella finestra Carica reag, inserire i tempi di spurgo nel campo Depuraz A/B. L'intervallo
di immissione varia da 1 a 50 e l'impostazione predefinita è 30.
2 Fare clic su Innesco.
3 Quando Depuraz A/B è completa, selezionare OK per eseguire la calibrazione.

Caricamento della soluzione di lavaggio ISE


La soluzione di lavaggio ISE è usata per lavare gli elettrodi. Seguire questa procedura per caricare
la soluzione di lavaggio ISE:

1 Aprire la finestra di carico della soluzione di lavaggio ISE:


a. Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
b. Selezionare Soluzione di lavaggio ISE nell'elenco dei reagenti speciali.
c. Fare clic su Carica F1.
Oppure
a. Selezionare Reagente > Stato carosello reagenti.
b. Clicca posizione 48#.
c. Fare clic su Carica F1.
2 Immettere le seguenti informazioni sul reagente:
 Numero di serie
 Numero lotto
 Volume
 Data scadenza
 Limite dell'allarme
3 Fare clic su Carica F3 per salvare le informazioni immesse.
4 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti.
5 Collocare la soluzione di lavaggio ISE nella posizione n. 48 del carosello campioni/reagenti.
6 Riposizionare il coperchio del carosello campioni/reagenti.
7 Fare clic su Termina carico F2.

Soluzione lavaggio diluita insufficiente


La soluzione di lavaggio diluita è diluita in rapporto 1: 8~1:15 da una soluzione di lavaggio
concentrata alcalina CD80. Viene utilizzata per pulire le cuvette di reazione e il mixer.

2-14 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.3 Operazioni prima del test di routine

Un serbatoio di soluzione di lavaggio diluita è di 10 l e può essere utilizzato per eseguire le


analisi per 5 giorni, purché siano utilizzate cuvette di plastica e vengano effettuati 720 test al
giorno. Controllare e ricaricare la soluzione di lavaggio diluita in base al consumo e al volume del
serbatoio.
Caricare la soluzione di lavaggio diluita nel seguente modo:
 Preparazione della soluzione di lavaggio diluita
 Soluzione lavaggio diluita insufficiente

ATTENZIONE
Utilizzare la soluzione di lavaggio concentrata specificata dall'azienda. L'utilizzo di altre soluzioni di lavaggio
può causare risultati imprecisi dei test.
Per preparate la soluzione di lavaggio diluita
1 Versare la soluzione di lavaggio concentrata (1 L) nel serbatoio della soluzione di lavaggio
diluita.
2 Aggiungere acqua deionizzata nel serbatoio per la soluzione di lavaggio diluita in base al
rapporto di diluizione.
3 Installare il coperchio del serbatoio e scuotere leggermente il serbatoio per miscelare
adeguatamente il liquido.
Per caricare la soluzione di lavaggio diluita
Collegare il serbatoio della soluzione di lavaggio diluita all'interfaccia corrispondente
sull'analizzatore.

Caricare la soluzione di lavaggio della sonda


La soluzione di lavaggio della sonda, chiamata anche sonda soluzione di lavaggio speciale, è la
CD80 e viene utilizzata per la pulizia della sonda. Controllarla ogni giorno per assicurarsi che sia
sufficiente per i test di routine.
Per preparare la soluzione di lavaggio della sonda
1 Trova un flacone di reagente da 20 ml o 40 ml.
2 Riempire il flacone con la soluzione di lavaggio concentrata CD80.
Per caricare la soluzione di lavaggio della sonda
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz., quindi selezionare Lav D(39#).
2 In alternativa, selezionare Reagente> Stato carosello reagenti, e quindi fare clic su
posizione D.
3 Fare clic su Carica F1 per visualizzare la finestra Caricamento reagenti.
4 Immettere le seguenti informazioni:
 Numero di serie
 Numero lotto
 Volume
 Data scadenza
 Limite dell'allarme
5 Fare clic su Carica F3, e quindi fare clic su Esci F5 per chiudere la finestra.
6 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti.
7 Collocare la soluzione di lavaggio della sonda nella posizione D (No. 39) sull'anello interno
del carosello campioni/reagenti.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-15


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

NOTA
Prima di caricare la soluzione di lavaggio, verificare che non vi siano bolle nel flacone del reagente al fine
di evitare dei risultati inaccurati del test.
8 Riposizionare il coperchio del carosello campioni/reagenti.
9 Fare clic su Termina carico F2.

Caricamento della soluzione fisiologica


La soluzione fisiologica viene utilizzata per la diluizione del campione, test del bianco campione,
test del bianco reagente e test di calibrazione. Osservare questa procedura per caricare la
soluzione fisiologica.:
Per preparare la soluzione fisiologica
1 Trova un flacone di reagente da 20 ml o 40 ml.
2 Riempire il flacone reagente con la soluzione fisiologica.
Per caricare la soluzione fisiologica
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz., quindi selezionare Soluzione D.
2 In alternativa, selezionare Reagente> Stato carosello reagenti, e quindi fare clic su
posizione W.
3 Fare clic su Carica F1 per visualizzare la finestra Caricamento reagenti.
4 Immettere le seguenti informazioni:
 Volume
 Limite dell'allarme
5 Fare clic su Carica F3, e quindi fare clic su Esci F5 per chiudere la finestra.
6 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti.
7 Collocare la soluzione fisiologica nella posizione W (No. 40) sull'anello interno del carosello
campioni/reagenti.
8 Riposizionare il coperchio del carosello campioni/reagenti.
9 Fare clic su Termina carico F2.

Caricamento di reagenti di pretrattamento


Il reagente di pretrattramento viene utilizzato per pretrattare i campioni di sangue intero
Osservare questa procedura per caricare i reagenti di pretrattamento:

1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz, e fare clic su Carica F1 per visualizzare la


finestra Caricamento reagenti.
2 Oppure selezionare Reagente > Stato carosello reagenti, fare clic sulla posizione nel
grafico carosello reagenti per caricare il reagente di pretrattamento e selezionare
Carica F1.

NOTA
Il reagente di pretrattamento può essere caricato solo su un unico carosello reagenti. Verificare che si
trovi sullo stesso carosello reagenti del reagente chimico impostato con il pretrattamento del campione; in
caso contrario, la chimica non può essere eseguita.
3 Immettere le seguenti informazioni:
 Cod.barre
 Chimica
 Tipo di flacone

2-16 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.3 Operazioni prima del test di routine

 Numero lotto
 Numero di serie
 Tipo di reagente(R0)
 Data scadenza
4 Selezionare Carica F3, e quindi fare clic su Esci F5 per chiudere la finestra.
5 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti.
6 Collocare il reagente di pretrattamento nella posizione specificata del carosello
campioni/reagenti.
7 Riposizionare il coperchio del carosello campioni/reagenti.
8 Selezionare Termina carico F2.

2.3.2 Calibrazione
La calibrazione viene effettuata per ottenere i fattori di calibrazione per il calcolo dei risultati del
test campione. La procedura per il test di calibrazione viene riportata di seguito:
Figure 2.9 Procedura per il test di calibrazione

Richiesta di calibrazione
 Richiesta di test ISE
 Richiesta biochimiche

Preparazione dei calibratori

Avvio dell'analisi

Verifica dei risultati di


calibrazione

Ha avuto No Risoluzione dei problemi


successo? N
l'errore e azioni da
o implementare
Yes
S
Esecuzione test QC ì

Richiesta di calibrazione
La richiesta di calibrazione include test ISE e biochimica.

ATTENZIONE
Dopo aver sostituito gli elettrodi o altro materiale di consumo, eseguire la calibrazione. Si consiglia di eseguire
la calibrazione almeno una volta al giorno per garantire risultati accurati.

Per richiedere la calibrazione ISE


1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..

Manuale dell’operatore BS-240E 2-17


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

Figure 2.10 Schermata Reagente/calibraz. ISE

2 Selezionare ISE.
3 Fare clic su Calibra F5.
Per richiedere la calibrazione biochimica
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Selezionare un carosello reagenti dall'elenco a discesa Carosello reagenti.
3 Fare clic sul tasto freccia giù a destra nella schermata per visualizzare i reagenti biochimici.
Figure 2.11 Schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici

2-18 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.3 Operazioni prima del test di routine

4 Selezionare le chimiche da calibrare.


Selezionare i tasti freccia su/giù per scegliere altre chimiche.
5 Selezionare Cal F5.
6 Selezionare Calibrazione , e selezionare OK.
7 Se si desidera annullare le richieste di calibrazione, selezionare No Cal F6.
I test di calibrazione possono essere annullati solo quando non sono stati avviati o sono
stati interrotti.

Preparazione dei calibratori

RISCHIO BIOLOGICO
La manipolazione inappropriata dei calibratori può causare infezioni biologiche. Non toccare i calibratori
direttamente con le mani. Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione. Nel caso di
contatto dei calibratori con la pelle, seguire le procedure standard di laboratorio per la sicurezza e rivolgersi a
un medico.

ATTENZIONE
Non utilizzare calibratori scaduti; in caso contrario, si possono ottenere risultati di analisi non affidabili.

Per preparare i calibratori


1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Selezionare un carosello reagenti dall'elenco a discesa Carosello reagenti.
3 Fare clic sul tasto freccia giù a destra nella schermata per visualizzare i reagenti biochimici.
4 Selezionare Elen caric F4.
L'elenco dei calibratori mostra tutte le chimiche richieste, oltre a calibratori, posizioni,
concentrazione, numero di lotto e data di scadenza.
5 Selezionare Stampa F7 e selezionare Chiudi F8.
6 Caricare i calibratori nel carosello campioni in base all'elenco dei calibratori.

Avvio dell'analisi
Dopo avere richiesto le calibrazioni e caricato i calibratori sul carosello campioni, è possibile
avviare il test delle calibrazioni.
Per avviare il test di calibrazione

1 Selezionare nell'angolo superiore destro della schermata principale. Viene visualizzata


la schermata Condiz. avvio.
Figure 2.12 Finestra Condiz. avvio

Manuale dell’operatore BS-240E 2-19


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

2 Selezionare il carosello campioni sul quale sono stati caricati i calibratori.


3 Selezionare il carosello reagenti sul quale sono stati caricati i reagenti.
4 Selezionare OK per avviare l'analisi.

Verifica dei risultati di calibrazione


Dopo il test di calibrazione, verificare i risultati dei test e lo stato di calibrazione. In caso di
anomalie, risolvere immediatamente l'errore.
Per controllare i risultati di calibrazione
1 Selezionare Reagente > Calibrazione biochimica o Reagente > Calibrazione ISE.
2 Scegliere il risultato desiderato nell'elenco dei risultati.
Se si visualizzano flag di risultati, risolvere l'errore in conformità con 11.4.1 Allarmi dati e
misure correttive alla pagina 11-9.
3 Verificare se la colonna Stato Cal appare in rosso. In caso affermativo, significa che la
calibrazione non è stata possibile o è necessario eseguire la calibrazione. Eseguire
immediatamente la calibrazione.
4 Dopo aver preso le azioni richieste, è possibile avviare il test QC.

2.3.3 CQ
I risultati QC sono strumenti utilizzati per monitorare le prestazioni del sistema. Per controllare
se il sistema funziona in modo normale e stabile, si consiglia di eseguire campioni di controllo
ogni giorno.
La procedura per il test QC viene riportata di seguito:
Figure 2.13 Procedura test QC

Programmazione di controlli

Preparazione controlli

Avvio dell'analisi

Controllo risultati QC

In controllo? No Risoluzione dei problemi


N
l'errore e azioni da
o implementare
Yes
S
Esecuzione di test di routine ì

2-20 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.3 Operazioni prima del test di routine

Programmazione di controlli
Prima dei test di routine, si devono eseguire le biochimiche, i test ISE, i calcoli e i pannelli con i
campioni di controllo. Prima della programmazione dei controlli, assicurarsi che i parametri QC
siano stati impostati correttamente; In caso contrario, non possono essere richieste le chimiche.
Per programmare i controlli
1 Selezionare Program. > Controllo qualità.
Figure 2.14 Schermata Controllo qualità

2 Selezionare un controllo nell'elenco a discesa Controllo.


3 Selezionare una posizione dall'elenco a discesa Pos.
Le opzioni includono tutte le posizioni definite per il controllo. L'impostazione predefinita è
la posizione nel primo carosello campioni specificato, in ordine numerico crescente.
4 Scegliere un tipo di coppetta da utilizzare per il controllo selezionato.
5 Scegliere le chimiche e i pannelli desiderati nell'elenco delle chimiche.
Se le chimiche incluse in un pannello non sono impostate per i parametri QC, non saranno
programmate per il controllo qualità.
6 Se si desidera eseguire il test QC per numero di lotto del reagente relativo alla chimica:
a. Innanzitutto, selezionare Opzioni F2.
b. Quindi selezionare il numero di lotto del reagente per la chimica.
c. Selezionare Salva.
7 Selezionare Salva F8
8 Per programmare altri controlli, selezionare Prec F4 o Succ F5, quindi ripetere i punti 3-7.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-21


2.3 Operazioni prima del test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

Preparazione controlli

RISCHIO BIOLOGICO
La manipolazione inappropriata dei campioni di controllo può causare infezioni biologiche. Non toccare i
campioni di controllo direttamente con le mani. Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di
protezione. Nel caso di contatto dei campioni di controllo con la pelle, seguire le procedure standard di
laboratorio per la sicurezza e rivolgersi a un medico.

ATTENZIONE
Non utilizzare campioni di controllo scaduti; in caso contrario, si possono ottenere risultati di analisi non
affidabili.
Per preparare i controlli
1 Selezionare Program - Campione.
2 Selezionare Elenco F5.
L'elenco dei campioni mostra tutti i campioni paziente, i campioni di controllo e le chimiche
programmati.
3 Selezionare Stampa F7.
Vengono stampati rispettivamente i campioni e i controlli.
4 Selezionare Esci F8.
5 Caricare campioni di controllo sul carosello campioni in base all'elenco stampato.

Avvio dell'analisi
Dopo aver programmato e caricato i campioni di controllo, è possibile avviare il test QC.
Per avviare il test QC.

1 Selezionare nell'angolo superiore destro della schermata principale. Viene visualizzata


la schermata Condiz. avvio.
2 Selezionare il carosello campioni sul quale sono stati caricati i campioni di controllo.
3 Selezionare il carosello reagenti sul quale sono stati caricati i reagenti.
4 Selezionare OK per avviare l'analisi.

Controllo risultati QC
Dopo il completamento del test QC, controllare se i risultati del test siano all'interno
dell'intervallo di normalità e i punti dati sul diagramma QC siano normali. In caso di anomalie,
risolvere immediatamente l'errore.
Per controllare i risultati QC
1 Selezionare Risultato> Corrente, e fare clic sul pulsante di opzione Per campione.
2 Scegliere il risultato desiderato nell'elenco dei risultati.
Se si visualizzano flag di risultati, risolvere l'errore in conformità con 11.4.1 Allarmi dati e
misure correttive alla pagina 11-9.
3 Selezionare QC > Levey-Jennings o Twin-Plot, e verificare se i punti dati sui diagrammi
siano normali.
4 Dopo aver preso le azioni richieste, è possibile avviare il test di routine.

2-22 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.4 Test di routine

2.4 Test di routine


Test di routine comprende le seguenti operazioni:
 Programmazione e elaborazione di campioni
 Controllo dei risultati dei test
 Controllo dello stato dei test ed esecuzione dei test di controllo

2.4.1 Programmazione e elaborazione di campioni


L'analisi dei campioni di routine e STAT viene descritta in questa sezione, considerando assenza
di configurazione LIS o lettore di codici a barre. Il campione STAT deve essere eseguito con
priorità superiore rispetto al campione di routine.

RISCHIO BIOLOGICO
La manipolazione inappropriata dei campioni può causare infezioni biologiche. Non toccare i campioni
direttamente con le mani. Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione. Nel caso di
contatto dei campioni con la pelle, seguire le procedure standard di laboratorio per la sicurezza e rivolgersi a un
medico.

ATTENZIONE
Non utilizzare campioni scaduti; in caso contrario, si possono ottenere risultati di analisi non affidabili.

NOTA
Prima di caricare il campione, verificare che non vi siano bolle nella coppetta campione al fine di evitare dei
risultati inaccurati del test.

Per programmare campioni di routine e STAT


1 Selezionare Program - Campione.
Figure 2.15 Schermata Campione

Manuale dell’operatore BS-240E 2-23


2.4 Test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

2 Inserire le informazioni del campione, tra cui: ID del campione, no. e posizione carosello,
proprietà STAT, tipo di campione, commento e ID paziente.
3 Selezionare chimiche e pannelli da eseguire.
4 Per immettere le informazioni del paziente, fare clic su Demog F1.
5 Per impostare il numero di repliche e di fattori di diluizione, fare clic su Opzioni F2.
6 Fare clic su Salva F8.
7 Per aggiungere altri campioni, ripetere i punti 2-6.
Programmazione rapida dei campioni STAT

1 Selezionare nell'angolo superiore destro della schermata principale. Viene visualizzata


la finestra Programma camp. STAT.
Figure 2.16 Finestra Programma camp. STAT

2 Inserire le informazioni del campione, tra cui: ID del campione, no. e posizione carosello,
tipo di campione e coppetta campione.
3 Confermare le chimiche predefinite.
4 Per selezionare altre chimiche, procedere come segue:
a. Fare clic Chim F3.
b. Scegliere le chimiche e i pannelli da eseguire per i campioni.
c. Fare clic su Salva F7.
5 Per immettere le informazioni del paziente, fare clic su Demog F1.
6 Per impostare il numero di repliche e di fattori di diluizione, fare clic su Opzioni F2.
7 Fare clic su Salva F7.
8 Per aggiungere altri campioni, ripetere i punti 2-7.
9 Fare clic su Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Per programmare i campioni
1 Selezionare Program - Campione.
2 Selezionare Elenco F5.
L'elenco dei campioni mostra tutti i campioni, i controlli e le chimiche programmati
3 Selezionare Stampa F7.
Vengono stampati rispettivamente i campioni e i controlli.
4 Selezionare Esci F8.
5 Caricare campioni di controllo sul carosello campioni in base all'elenco stampato.
Per avviare l'analisi del campione

1 Selezionare nell'angolo superiore destro della schermata principale. Viene visualizzata


la schermata Condiz. avvio.

2-24 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.4 Test di routine

2 Selezionare il carosello campioni sul quale sono stati caricati i campioni.


3 Selezionare il carosello reagenti sul quale sono stati caricati i reagenti.
4 Selezionare un intervallo di campioni per il paziente: Tutto o Parziale. Quando si seleziona
Parziale, è necessario specificare un intervallo di posizioni dei campioni per l'analisi.
5 Selezionare OK.

Altri metodi di test dei campioni


Oltre alla programmazione manuale del campione singolo sopra descritto, il sistema supporta
altri metodi di test.
Programmazione gruppi
Con questa funzione, è possibile programmare più campioni in una sola volta. Per i campioni
programmati in gruppo, tutte i dettagli del programma, come le informazioni campione, le
chimiche e i dati anagrafici del paziente, tranne la posizione, l'ID e il codice a barre, sono
identiche.
 Per dettagli sulla programmazione di lotti, vedere 6.2.3 Programmazione gruppi alla pagina 6-6.
Aggiunta di campioni
È possibile aggiungere il campione di routine e il campione STAT in qualsiasi momento.
 Per i dettagli su l'aggiunta di campioni, vedere 6.2.4 Aggiunta di campioni alla pagina 6-6.
Aggiunta di chimiche
Le chimiche possono essere aggiunte ai campioni di qualsiasi stato. Se il cambio delle
informazioni del programma sarà determinato sulla base dello stato campione.
 Per i dettagli su l'aggiunta di chimiche, vedere 6.2.5 Aggiunta/modifica di chimiche alla pagina
6-7.
Riesecuzione di campioni
Il sistema supporta la riesecuzione manuale e automatica. La riesecuzione manuale può essere
eseguita attraverso la finestra Elenco e la schermata Corrente o Cronologia. La riesecuzione
automatica si basa sull'intervallo critico impostato del test ISE e sulle condizioni di riesecuzione
della biochimica. Quando sono soddisfatte le condizioni, le chimiche rilevanti saranno riesecutate
automaticamente.
 Per i dettagli sulla riesecuzione di campioni, vedere 6.2.6 Riesecuzione di campioni alla pagina
6-7.
Programmazione dei campioni con codici a barre con LIS
Se lo strumento è collegato con l'host LIS e il lettore di codici a barre, è possibile programmare i
campioni senza immettere manualmente le informazioni di programma.
 Per i dettagli per la programmazioni di campioni con codici a barre con LIS, vedere 6.2.1
Elaborazione dei campioni con LIS alla pagina 6-3.
Test di campione sangue intero
Il sistema supporta il test del sangue intero.
 Per ulteriori dettagli sui test di campione di sangue intero, vedere 6.2.8 Test di sangue intero alla
pagina 6-14.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-25


2.4 Test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

2.4.2 Controllo dei risultati dei test


Dopo che l'analisi del campione sia completa, è possibile controllare i risultati del test sulla
schermata Risultato > Corrente. I risultati del test al di fuori dell'intervallo di riferimento
impostato saranno contrassegnati e indicati in giallo. Dopo aver controllato i risultati, è possibile
stamparli su rapporti.
Per controllare i risultati dei test
1 Selezionare Risultato > Corrente > Per campione.
2 Selezionare i campioni desiderati dall'elenco sinistro. I risultati dei test di questo campione
vengono visualizzati nell'elenco a destra.
3 Controllare i flag nell'elenco dei risultati.
4 Se si visualizzano flag di risultati, risolvere l'errore in conformità con 11.4.1 Allarmi dati e
misure correttive alla pagina 11-9.
5 Prendere azioni correttive.
Per stampare i risultati dei test
1 Selezionare Risultato > Corrente > Per campione.
2 Selezionare i campioni desiderati dall'elenco sinistro.
3 Fare clic su Stampa F7.
4 Selezionare Stampa rapp. camp.
5 Selezionare l'intervallo di stampa: Campione selezionato o tutti i campioni.
6 Per trascurare i campioni che sono stati stampati, selezionare la casella di controllo Bypass
campione stampato.
7 Fare clic su OK.

2.4.3 Controllo dello stato dei test ed esecuzione dei test di controllo
Durante l'analisi, è possibile controllare il reagente rimanente nella schermata
Reagente/calibraz. e visualizzare lo stato dei test di calibratori, controlli e campioni di routine
e di emergenza nella schermata Program. > Stato. Visualizzare lo stato del carosello reagenti
tramite la schermata Reagente - Stato carosselo reagenti. Se necessario, sospendere o
interrompere l'analisi oppure cambiare il carosello campioni e il carosello del reagente, durante
il test.

Visualizzazione dello stato del carosello campioni


Nella schermata Programma > Stato, è possibile controllare lo stato del test in ogni posizione del
campione.
Per controllare lo stato del carosello campione
1 Selezionare Program > Stato.

2-26 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.4 Test di routine

Figure 2.17 Schermata Stato

2 Visualizzare lo stato di calibratori, controlli e campioni nel diagramma del carosello


campioni.
Fare riferimento alle spiegazioni di diversi stati di campione, riportate nell'angolo in basso
a destra dello schermo.
3 Per visualizzare le informazioni dettagliate di alcuni campioni, selezionare la posizione del
campione sul grafico del carosello campioni.
Le informazioni dettagliate sul campione selezionato vengono visualizzate a destra nella
schermata:
4 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:
 Cerca F1: consente di cercare il calibratore, il controllo o il campione paziente
desiderato.
 Log F2: consente di richiamare i controlli e i campioni paziente incompleti, per qualsiasi
motivo, nelle ultime 24 ore.
 Rilascia F3: consente di liberare la posizione specificata o tutte le posizioni sul carosello
campioni.
 Risultato F4: consente di visualizzare la schermata Risultati correnti, nella quale è
possibile richiamare tutti i controlli e i campioni paziente programmati e analizzati dal
momento in cui il sistema è stato avviato.
 Scansa. F5: consente di eseguire la scansione della posizione specificata o di tutte le
posizioni sul carosello campioni selezionato.

Controllo dello stato carosello reagenti


Sulla schermata Reagente > Stato carosello reagenti, è possibile controllare il volume del
reagente e visualizzare le informazioni dettagliate di ogni reagente in parte.
Controllo dello stato carosello reagenti
1 Selezionare Reagente > Stato carosello reagenti.
2 Selezionare una posizione del carosello reagenti nell'elenco a discesa Caros.

Manuale dell’operatore BS-240E 2-27


2.4 Test di routine 2 Procedura operativa giornaliera

Figure 2.18 Stato del carosello reagenti

3 Controllare lo stato del volume di reagente secondo la spiegazione al centro del grafico del
carosello Se un reagente è insufficiente o esaurito, sostituirlo immediatamente.
Per le istruzioni di carico di reagente in stato Esecuzione, vedere 3.2.3 Caricamento reagenti
biochimici in stato Esecuzione alla pagina 3-5.
4 Per visualizzare le informazioni dettagliate di alcuni reagenti, selezionare la posizione del
reagente sul grafico del carosello reagente.
Le informazioni dettagliate sulla posizione del reagente selezionato vengono visualizzate a
destra nella schermata:
5 Selezionare i seguenti pulsanti per effettuare le rispettive operazioni:
 Carica F1: selezionare questo pulsante per caricare il reagente.
 Termina carico F2: se è configurato un lettore di codici a barre del reagente e i reagenti
sono stati caricati, selezionare questo pulsante per eseguire una scansione del carosello
reagenti; se l’opzione Aggiorna automaticamente reagente rimanente è selezionata, i
reagenti il cui rimanente è 0 possono essere aggiornati in base alla disponibilità quando
si seleziona Termina carico F2.
 Inventario F3:selezionare questo pulsante per controllare il reagente rimanente.

Cambio di caroselli
Un cambio di caroselli indica la sostituzione di carosello campioni e carosello del reagente
durante la misurazione, in modo che i campioni e i reagenti che si trovano su questi ultimi
possano essere testati.
Cambio di carosello campioni
Il sistema supporta 10 caroselli campioni virtuali, sui quali è possibile programmare campioni
per migliorare l'efficienza del test.

2-28 Manuale dell’operatore BS-240E


2 Procedura operativa giornaliera 2.5 Manutenzione quotidiana e spegnimento

Dopo la programmazione dei campioni su più caroselli campioni, se quelli sul carosello
campioni attuale stanno per terminare l'erogazione del campione durante il processo del test, la
schermata mostra il conto alla rovescia per il caricamento del campione e si apre la finestra
Condiz. avvio. Selezionare il carosello campioni desiderato, caricarvi i campioni, quindi
selezionare OK per riprendere il test.
Cambio di carosello del reagente
Il sistema supporta 2 caroselli del reagente virtuali, sui quali è possibile caricare reagenti
biochimici, soluzione di lavaggio e soluzione fisiologica. Tuttavia, i reagenti della stessa chimica
devono essere caricati sullo stesso carosello e solo le chimiche presenti sullo stesso carosello
possono essere testate in ogni lotto di test.

Per analizzare le chimiche sull'altro carosello del reagente, fare clic su per visualizzare la
finestra Condiz. avvio. Selezionare l'altro carosello del reagente, caricarvi i reagenti, quindi
selezionare OK per riprendere il test.

Sospensione
"Sospensione" significa arresto temporaneo dell'aggiunta del campione e del reagente durante il
processo di test, in modo da poter caricare/scaricare del campione e del reagente sul carosello.
Dopo aver fatto clic su , quando i test iniziati finiscono l'erogazione di campione/reagente,
il sistema entra nella modalità Sospensione. Poi si può iniziare il caricamento/scaricamento del
campione e del reagente.

Selezionare per annullare l’interruzione del campione e riprendere il test.

Interruttore emergenza
Questa funzione arresta tutte le misurazioni nello strumento; tutti i test non ancora completati
vengono invalidati. Non utilizzarla se non assolutamente necessario, ad esempio in caso di
guasto del sistema. Può essere eseguita in qualsiasi stato del sistema.

Selezionare l'icona nell'angolo superiore destro della schermata, quindi selezionare OK.
Tutte le azioni incomplete del sistema vengono annullate, tutte le pompe e le valvole vengono
disattivate e il sistema passa allo stato Interrotto.
Per ripristinare gli errori del sistema, selezionare Utilità > Comandi, quindi P. iniziale. Per
riprendere l'analisi, selezionare l'icona .

2.5 Manutenzione quotidiana e spegnimento


Dopo aver terminato le attività di test della giornata, è necessario eseguire le seguenti
operazioni:
 Manutenzione giornaliera
 Spegnimento
 Operazioni dopo lo spegnimento

2.5.1 Manutenzione giornaliera


Eseguire le procedure di manutenzione quotidiana e le procedure di manutenzione indicate in
giallo.
Le procedure di manutenzione giornaliera comprendono:
 Controllo sonda/mixer/pozzetto di lavaggio

Manuale dell’operatore BS-240E 2-29


2.5 Manutenzione quotidiana e spegnimento 2 Procedura operativa giornaliera

 Controllo del serbatoio dell'acqua DI e del collegamento del tubo


 Controllo del serbatoio della soluzione di lavaggio diluita e del collegamento del tubo
 Controllo del collegamento rifiuti
 Controllo soluzione di lavaggio della sonda
 Pulizia tubi elettrodi

2.5.2 Spegnimento
Se è stato impostato il timer di avvio automatico, ignorare la seguente procedura spegnimento.
Per spegnere il sistema.
1 Assicurarsi che il sistema sia in stato Standby.
2 Selezionare Esci > Spegnimento a sinistra nella schermata principale. Il sistema operativo
Windows si chiuderà automaticamente.
3 Disattivare l'alimentazione nel seguente ordine:
 Stampante
 Monitor dell'unità operativa
 Interruttore di alimentazione dell'unità di analisi
Quando viene disattivata l'alimentazione dell'unità di analisi, il sistema di refrigerazione è
ancora in funzione. Se si prevede di non utilizzare il sistema per più di 7 giorni, disattivare
l'alimentazione principale.

NOTA
Quando viene disattivata l'alimentazione dell'unità di analisi, il sistema di refrigerazione è ancora in
funzione. Se si prevede di non utilizzare il sistema per più di 7 giorni, disattivare l'alimentazione principale.

2.5.3 Operazioni dopo lo spegnimento


Eseguire le seguenti operazioni dopo lo spegnimento del sistema:

1 Rimuovere il coperchio del carosello campioni/reagenti, quindi i calibratori, i controlli e i


campioni paziente.
2 Utilizzando una garza pulita, rimuovere ogni macchia eventualmente presente sul pannello
dell'analizzatore.
3 Controllare i serbatoio dei rifiuti ad alta concentrazione e il serbatoio dei rifiuti a bassa
concentrazione. Pulirli, se necessario.

2-30 Manuale dell’operatore BS-240E


3 Reagente

Questo capitolo descrive le operazioni di reagenti e calibrazione relativi ai test ISE e test
biochimici.

Manuale dell’operatore BS-240E 3-1


3.1 Reagente speciale 3 Reagente

3.1 Reagente speciale


3.1.1 Schermata Reagente/calibraz. ISE
Selezionare Reagente > Reagente/calibraz.. Per impostazione predefinita, viene visualizzata
Reagente/calibraz. ISE.
Figure 3.1 Schermata Reagente/calibraz. ISE

La schermata dei reagenti ISE, e delle relative calibrazioni, si suddivide in tre aree.
 Zona di informazioni calibrazione test ISE
 Elenco di reagenti speciali
 Area pulsanti funzione
Quando un reagente è insufficiente o esaurito, il nome del reagente viene indicato come segue:
 Giallo: indica che il reagente è insufficiente o scaduto.
 Rosso: indica che il reagente è esaurito e che il volume è 0.

3.1.2 Caricamento reagenti speciali in stato Esecuzione


I reagenti speciali usati dal sistema sono: Reagente ISE, soluzione di lavaggio diluita, soluzione di
lavaggio della sonda, soluzione fisiologica e soluzione di lavaggio ISE. Se il software indica che
uno di loro è stato esaurito o è inferiore al limite di allarme, sostituirli immediatamente.
I metodi di caricamento dei reagenti in stato Esecuzione sono simili con quelli in stato Standby e
Incubazione, tranne che è necessario mettere in pausa l'aggiunta del campione e del reagente
prima dell'operazione.
Per caricare i reagenti speciali in stato Esecuzione
1 Fare clic su Carica F1.
2 Quando lo stato del sistema passa sistema Caric reag., iniziare a sostituire i reagenti nello
stesso modo come durante il caricamento iniziale.
Per le modalità di caricamento di reagenti speciali, vedere 2.3.1 reagenti a pagina 2-10.

3-2 Manuale dell’operatore BS-240E


3 Reagente 3.2 Reagente biochimico

3 Dopo aver terminato la sostituzione, il sistema riprende automaticamente il test precedente


o inizia un nuovo test.

3.1.3 Scaricamento di reagenti speciali


Il sistema consente di scaricare il reagente ISE, la soluzione di lavaggio, della sonda, la soluzione
fisiologica, la soluzione di lavaggio ISE.
Per scaricare i reagenti speciali
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Selezionare l'intervallo reagente speciale che si desidera caricare.
3 Fare clic su Carica F1.
4 Fare clic su Scarica F3.
5 Fare clic su Esci F5.
Per garantire che il test di routine può essere eseguito senza problemi, caricare il reattivo
speciale subito dopo lo scarico.

3.1.4 Stampa elenco reagente/calibrazione ISE


Le informazioni di calibrazione ISE e le informazioni dei reagenti speciali sulla schermata
reagente/calibrazione ISE possono essere stampate in un rapporto.
Per stampare elenco reagente/calibrazione ISE
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Fare clic su Stampa F7.

3.2 Reagente biochimico


3.2.1 Schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici
Selezionare Reagente > Reagente/calibraz.. Fare clic sul tasto freccia giù a destra nella
schermata per visualizzare la schermata reagenti biochimici/calibrazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 3-3


3.2 Reagente biochimico 3 Reagente

Figure 3.2 Schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici

Vengono visualizzati tutti i reagenti biochimici impostati. Il nome del reagente è indicato da
colori diversi a seconda del volume del reagente e lo stato di carico.
 Giallo: indica che il reagente è insufficiente o scaduto.
 Rosso: indica che il reagente è esaurito o che almeno un tipo di reagente non è stato caricato.

3.2.2 Ordinamento di reagenti


I reagenti nella schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici possono essere ordinati
per nome, posizione, chimiche rimanenti, giorni rimanenti, tempo di calibrazione rimanente e
stato di calibrazione. A destra del criterio di ordinamento viene visualizzato un simbolo a V.
Prima di caricare reagenti o eseguire calibrazioni, ordinare i reagenti in modo da visualizzare
per primi quelli desiderati.
Per ordinare i reagenti
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Selezionare un carosello reagenti dall'elenco a discesa Carosello reagenti.
3 Fare clic sul tasto freccia giù a destra nella schermata per visualizzare i reagenti biochimici.
4 Scegliere un criterio di ordinamento, quindi fare clic sull'intestazione elenco
corrispondente per riordinare i reagenti.
a. Per visualizzare o caricare reagenti, scegliere i seguenti standard:
 Posizione reagente
 Nome chimica
 Chimiche rimanenti
 Test rimanenti
 Giorni rimanenti
b. Per visualizzare lo stato di calibrazione o eseguire calibrazioni, scegliere il seguente
standard:
 Tempo rimanente della calibrazione
 Stato di calibrazione

3-4 Manuale dell’operatore BS-240E


3 Reagente 3.2 Reagente biochimico

3.2.3 Caricamento reagenti biochimici in stato Esecuzione


Se la schermata indica che un reagente biochimico è stato esaurito o è inferiore al limite di
allarme, sostituirlo immediatamente.
I metodi di caricamento dei reagenti in stato Esecuzione sono simili con quelli in stato Standby e
Incubazione, tranne che è necessario mettere in pausa l'aggiunta del campione e del reagente
prima dell'operazione.
Per caricare i reagenti biochimici in stato Esecuzione
1 Fare clic su Carica F1.
2 Quando lo stato del sistema passa sistema Caric reag., iniziare a sostituire i reagenti nello
stesso modo come durante il caricamento iniziale.
Per le modalità di caricamento di reagenti biochimici, vedere 2.3.1 reagenti a pagina 2-10.
3 Dopo aver terminato la sostituzione, il sistema riprende automaticamente il test precedente
o inizia un nuovo test.

3.2.4 Scarico di reagenti biochimici


Se si prevede di non utilizzare alcune chimiche, è possibile cancellare i parametri chimica e
scaricare i reagenti interessati. Quando una chimica è necessaria per un controllo qualità,
l'analisi di un campione o una calibrazione, è comunque possibile scaricare tutti i reagenti
corrispondenti.
Quando si scarica un reagente, tutte le informazioni pertinenti e la posizione associata vengono
cancellate. Non è possibile scaricare i reagenti mentre vengono utilizzati per l'analisi.
Le seguenti procedure sono applicabili solo allo scarico dei reagenti senza codice a barre; per i
reagenti con codice a barre, quando i reagenti sono rimossi dal carosello reagenti, sono scaricati
automaticamente.
Per scaricare i reagenti biochimica
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz., quindi selezionare i tasti freccia su e giù per
visualizzare la schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici.
2 In alternativa, selezionare Reagente > Stato carosello reagenti.
3 Selezionare il reagente desiderato.
4 Selezionare Carica F1 e quindi Scarica F4.
5 Togliere il coperchio del carosello campioni/reagenti, estrarre il reagente e ripristinare il
coperchio.
6 Selezionare Esci F5 per chiudere la finestra.
7 Selezionare Termina carico F2.

3.2.5 Personalizzazione della schermata reagenti


Le informazioni sui reagenti nella schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici
possono essere personalizzate e visualizzate nell'ordine desiderato.
Personalizza schermata reagenti
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Fare clic su Strumento F1 e selezionare Personalizza visualizzazione reagente.

Manuale dell’operatore BS-240E 3-5


3.2 Reagente biochimico 3 Reagente

Figure 3.3 Finestra Personalizza schermata reagenti

3 Per visualizzare un'intestazione sulla schermata reattivo/calibrazione, selezionare la casella


di controllo a sinistra.
4 Per annullare la visualizzazione di un'intestazione, deselezionare la casella di controllo
corrispondente.
5 Selezionare Su e Giù per regolare l'ordine di visualizzazione delle informazioni sui reagenti.
6 Selezionare Salva per salvare le impostazioni.
7 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

3.2.6 Impostazione del limite di allarme del reagente


Il sistema fornisce l'opzione di impostazione del limite di allarme reagente. Quando un reagente
è inferiore al limite di allarme impostato, sulla schermata reagente biochimico/calibrazione sarà
indicato in giallo il nome del reagente e il numero di chimiche rimaste. È necessario sostituire
immediatamente il reagente.
Impostazione del limite di allarme del reagente
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare la chimica di cui si deve impostare il limite di allarme del reagente.
3 Selezionare Definisci F1. Selezionare il tasto freccia giù per visualizzare la seconda pagina.
4 Immettere il limite di allarme del reagente.
Immettere un numero intero compreso tra 1-100. Il valore predefinito è 10.
5 Selezionare Salva F7.
6 Selezionare Chiudi F8.

3.2.7 Controllo e aggiornamento automatico del reagente rimanente


Il sistema fornisce il controllo manuale e automatico dell'inventario dei reagenti biochimici.
Durante il test, il sistema controlla automaticamente l'inventario dei reagenti e lo visualizza nella
schermata Reagente/Calibrazione. Dopo che i reagenti sono caricati, è necessario eseguire il
controllo del reagente rimanente per assicurarsi che siano disponibili reagenti sufficienti per
l'analisi.

3-6 Manuale dell’operatore BS-240E


3 Reagente 3.2 Reagente biochimico

Quando il reagente èstato caricato ed èselezionato il pulsante Termina carico, èpossibile


configurare se aggiornare automaticamente il reagente con inventario 0 come disponibile per il test.
Controllo del reagente rimanente
Il controllo del reagente rimanente è consentito solo quando lo stato del sistema di biochimica è
Incubazione o Standby e il sistema ISE è Standby o Sospeso oppure non è configurato.
Controllo del reagente rimanente
1 Selezionare Reagente Z Reagente/calibraz. o Reagente > Stato carosello reagenti.
2 Selezionare Rimanente F3.
Figure 3.4 Finestra Cont

3 Scegliere le posizioni dei reagenti:


 Posizioni seguenti: controllare i reagenti nelle posizioni specificate. Immettere le
posizioni dei reagenti, separate dalla virgola. Immettere posizioni reagente singole,
come 1, 2, 3, oppure un intervallo di posizioni, come 2-15, 20-25.
 Tutte le posizioni: controllare tutte le posizioni dei reagenti del carosello reagenti.
 Tutti i reagenti di chimiche selezionate: controllare il reagente rimanente per tutte i tipi
di reagente della chimica selezionata.
4 Selezionare Controllo.
 Nel diagramma del carosello reagenti lo stato dei reagenti viene aggiornato
automaticamente.
 La schermata Reagente/calibraz. aggiorna i Test rimanenti della chimica selezionata,
Chim. rim. e il Volume della soluzione di lavaggio selezionata.
Annullare controllo reagente rimanente
Per annullare il controllo del reagente rimanente, selezionare Chiudi nella finestra Verifica,
quindi selezionare Arresta riman. F3 sulla schermata Reagente/calibraz. o sulla schermata
Stato del carosello reagenti.
Aggiornamento automatico del reagente rimanente
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1 e quindi selezionare Impostazione dei reagenti/calibrazione.
3 Selezionare l'opzione Aggiorna automaticamente reagente rimanente, deselezionata
per impostazione predefinita.
4 Fare clic su Salva.
5 Fare clic su Esci per chiudere la finestra.

Manuale dell’operatore BS-240E 3-7


3.2 Reagente biochimico 3 Reagente

3-8 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione

Questo capitolo fornisce l'impostazione di calibrazione, lo stato di calibrazione e il richiamo dei


risultati di calibrazione dei test ISE e biochimica.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-1


4.1 Calibrazione ISE 4 Calibrazione

4.1 Calibrazione ISE


Questa sezione fornisce l'impostazione di calibrazione, lo stato di calibrazione e il richiamo dei
risultati di calibrazione dei test ISE.

4.1.1 Impostazione della calibrazione


Si ha il permesso di impostare il tempo di calibrazione e la calibrazione automatica dei test ISE.
Quando un calibratore è scaduto, viene indicato in giallo e non può essere utilizzato per la
calibrazione. Quando viene raggiunto l'intervallo di calibrazione automatica, il sistema ricorda
di dover eseguire la calibrazione ISE.
Per impostare le opzioni di calibrazione ISE
1 Selezionare Reagente > Impostazioni, quindi selezionare Regole F4.
2 Selezionare una posizione dall'elenco a discesa Chimica.
Figure 4.1 Finestra di impostazione della calibrazione ISE

3 Immettere il tempo di calibrazione nel campo Tempo cal.


L'intervallo di immissione varia da 1 a 9999 e l'impostazione predefinita è 8 ore. Se il
campo è vuoto indica che i fattori di calibrazione possono essere sempre utilizzati.
4 Selezionare la casella di controllo Calibrazione automatica e immettere il tempo di
calibrazione automatica o selezionare Calibrazione automatica durante la procedura di
avvio.
L'intervallo varia da 1 a 24 ore; per impostazione predefinita il campo è vuoto.
5 Selezionare Salva F7 per salvare le impostazioni.
6 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

4.1.2 Stati di calibrazione e allarmi


Nella schermata Reagente/calibraz., le chimiche vengono indicate con testo e colori diversi per
i differenti stati di calibrazione. Le chimiche negli stati Cal richiesta, Cal fallito e Timeout cal.
Controllare spesso lo stato di calibrazione delle chimiche e adottare misure appropriate in base
alla tabella seguente.
Table 4.1 Stato della calibrazione ISE

4-2 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.1 Calibrazione ISE

Stato di Descrizione Gravità Colore


calibrazione
Cal richiesta Indica che la chimica deve essere calibrata. Grave Rosso
Questo stato viene visualizzato quando la
chimica non è calibrata o il
reagente/l'elettrodo ISE viene sostituito.
Richiesta Indica che la chimica è stata richiesta per la Normale Nessuna
calibrazione ma non è ancora completata. indicazione di
colore
Calibrato Indica che la chimica è stata calibrata Normale Nessuna
correttamente e non ha superato il periodo indicazione di
di calibrazione. colore
Cal fallito Indica che i fattori di calibrazione della Grave Rosso
chimica sono stati calcolati ma non
rientravano nei limiti per l'accettazione o
che non sono stati calcolati fattori di
calibrazione.
Timeout cal Viene visualizzato quando la chimica supera Grave Rosso
il periodo di calibrazione o si utilizza un
reagente con un numero di serie e un
numero di lotto diversi. Viene visualizzato
quando la chimica supera il periodo di
calibrazione.
Tempo cal Indica che il periodo di calibrazione è stato Avviso Giallo
esteso esteso e i fattori di calibrazione correnti
possono essere utilizzati senza limite di
tempo.
N/A Indica che il reagente non è stato caricato. Normale Nessuna
indicazione di
colore

4.1.3 Visualizzazione di risultati


È possibile richiamare la cronologia dei risultati di calibrazione e la tendenza di calibrazione,
archiviare dei risultati della calibrazione e prolungare il tempo di calibrazione.

Visualizzazione dei risultati della calibrazione cronologici


Per visualizzare i risultati della calibrazione cronologici
1 Selezionare Reagente > calibraz. ISE.
2 Selezionare il pulsante di opzione Cronologia, quindi selezionare l'intervallo di date in cui il
test ISE viene calibrato.
3 Selezionare Cerca F1.
I risultati della calibrazione ISE vengono visualizzati nell'elenco dei risultati.
4 Per stampare il rapporto di calibrazione, selezionare Stampa F7.

Visualizzazione delle tendenze della calibrazione


Visualizzazione delle tendenze della calibrazione
1 Selezionare Reagente > calibraz. ISE.
2 Cercare i risultati di calibrazione desiderati.
3 Selezionare Trend F6. Viene visualizzata la finestra Tend. calibraz.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-3


4.1 Calibrazione ISE 4 Calibrazione

4 Scegliere il tipo di tendenza desiderato e l'intervallo di date di calibrazione, quindi


selezionare Cerca F1.
Nella schermata viene visualizzata la tendenza ISE entro il periodo specificato. Quando
vengono visualizzate le tendenze per l'ISE urina, le opzioni del tipo di tendenza non
includono l'elettrodo di riferimento.
Figure 4.2 Finestra Tend. calibraz.

5 Scegliere la scheda Tend. tabella per visualizzare i dati della tendenza.


Figure 4.3 Finestra Tend. tabella

6 Per stampare la tendenza grafica o i dati correnti, selezionare Stampa F7.


7 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

Archiviazione dei risultati di calibrazione ISE


Per le chimiche ISE, è possibile archiviare sia i fattori della calibrazione corrente, sia quelli delle
calibrazioni precedenti. Il formato del file di archiviazione è .csv e il nome è composto dalla data
e dall'ora in cui i risultati sono stati memorizzati.

4-4 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

Archiviazione dei risultati di calibrazione ISE


1 Selezionare Reagente > calibraz. ISE.
2 Cercare i risultati di calibrazione desiderati.
3 Selezionare Archivia F5.
4 Confermare il percorso di archiviazione e il nome file.
5 Selezionare OK.

Estensione del periodo di calibrazione ISE


Se i fattori di calibrazione ISE hanno superato il periodo di validità, non possono essere utilizzati
per la misurazione e lo stato della calibrazione passa a Timeout cal. Se si è certi che i fattori di
calibrazione sono corretti e validi, è possibile prolungare il periodo di validità utilizzando la
funzione di estensione del tempo di calibrazione.
Il tempo di calibrazione può essere esteso solo se la calibrazione corrente della chimica è
scaduta o è stata eseguita correttamente. I risultati calcolati in base ai fattori di calibrazione
estesi vengono contrassegnati.
Estensione del periodo di calibrazione ISE
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Scegliere la chimica ISE.
3 Selezionare Opzioni cal F8.
4 Selezionare Estendi tempo calibraz. dalla finestra Opzioni calibr.
5 Selezionare OK. I fattori di calibrazione della chimica ISE possono essere utilizzati
indefinitamente.
6 Per rimuovere lo stato esteso, ricalibrare la chimica ISE.

4.2 Calibrazione biochimica


Questa sezione descrive la configurazione di calibrazione, lo stato di calibrazione e l'allarme, test
bianco del reagente, richiamo del risultato della calibrazione di biochimica.
In una calibrazione, il sistema misura la risposta del calibratore con una determinata
concentrazione, quindi calcola i fattori nell'equazione concentrazione-risposta. In questo modo
viene definita un'equazione matematica sulla concentrazione e la risposta. La concentrazione di
un campione del paziente può essere calcolata in base all'equazione matematica e alla risposta
misurata per il campione.

4.2.1 Impostazione della calibrazione


Definire le impostazioni di calibrazione nel seguente ordine:
 Definire un calibratore
 Importazione di un calibratore
 Impostare le concentrazioni del calibratore
 Impostazione della diluizione del calibratore
 Impostare le regole di calibrazione
 Impostare i limiti di accettazione del calibratore
 Calibrazione automatica
Se si modifica il modello di calibrazione, il numero di repliche, la concentrazione del calibratore
e i calibratori, è necessario eseguire nuovamente il test di calibrazione.
È possibile rimuovere qualsiasi calibratore, ad eccezione di ACQUA.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-5


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Definizione di un calibratore
Il sistema consente di definire fino a 99 calibratori. È possibile aggiungere, modificare ed
eliminare calibratori solo quando lo stato del sistema non è In esecuzione.
Definire un calibratore
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare Definisci F1.
Figure 4.4 Finestra Definiz. calibratore

3 Immettere il nome del calibratore, il numero di lotto e la data di scadenza.


4 Assegnare le posizioni per il calibratore.
È possibile assegnare una posizione di ciascun carosello campioni per il calibratore.

NOTA
I calibratori di una chimica devono essere posizionati e analizzati sullo stesso carosello campioni.
5 Selezionare Salva per salvare le informazioni immesse.
6 Per definire più calibratori, selezionare Nuovo e ripetere i punti da 3 a 7.
7 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.
8 Per modificare un calibratore, selezionarlo, fare clic su Modifica F2, e quindi modificare le
impostazioni come i passaggi precedenti.

Importazione di un calibratore
È possibile importare parametri calibratore quali nome calibratore, numero di lotto, data di
scadenza, concentrazione di ciascuna chimica e parametro di diluizione.
Importare un calibratore
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare Definisci F1.
3 Selezionare Importa e inserire l’unità USB.
4 Selezionare il percorso del file .cif.
È possibile importare solo file .cif; ciascun file .cif contiene informazioni relative a un solo
calibratore ed è possibile importare un solo calibratore alla volta. Quando il sistema legge le
informazioni relative al calibratore, viene visualizzata la seguente finestra:

4-6 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

Figure 4.5 Finestra Importare calibratore

5 Selezionare le chimiche da importare. Per impostazione predefinita, sono selezionate tutte le


chimiche.
6 Immettere il numero di lotto e selezionare OK, quindi selezionare Chiudi.
Quando un calibratore corrisponde a due o più serie di parametri dei reagenti, immettere il
numero di lotto del reagente.
7 Selezionare Salva e quindi su Chiudi.

Impostazione delle concentrazioni del calibratore


Dopo avere definito un calibratore, è necessario impostarne le concentrazioni per ogni chimica.
Solo i calibratori con posizioni assegnate e concentrazioni definite possono essere utilizzati per
la programmazione. La concentrazione del calibratore predefinito ACQUA è pari a 0 per tutte le
chimiche. Questo calibratore non presenta numero di lotto e data di scadenza e non può essere
modificato o rimosso.
È possibile modificare le concentrazioni di un calibratore solo quando il sistema non sta
eseguendo test.
Per impostare le concentrazioni del calibratore
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Scegliere un calibratore nell'elenco a sinistra.
Le chimiche configurate per il calibratore vengono visualizzate nell'elenco a destra.
3 Fare clic su Chim F3 per scegliere le chimiche alle quali il calibratore è applicabile.
4 Selezionare la colonna Conc di una chimica ed immettere la relativa concentrazione del
calibratore.
La concentrazione deve essere maggiore di 0.
5 Selezionare l’unità dall'elenco a discesa.
6 Selezionare Salva F8 per salvare le informazioni immesse.
Viene visualizzata una finestra di messaggio che indica che i parametri sono modificati ed è
necessaria la calibrazione.

Impostazione dei fattori di diluizione del calibratore


Il sistema supporta la diluizione del calibratore e consente a un calibratore di avere 9
concentrazioni per la stessa chimica.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-7


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Occorre soltanto immettere la concentrazione finale del calibratore diluito e il volume di


calibratore diluito aspirato dalla sonda campione durante la calibrazione. Il sistema calcola
automaticamente il volume del diluente e il volume del campione per la diluizione. Quando si
impostano i fattori di diluizione per una chimica, la concentrazione del calibratore originale
viene rimossa.
È possibile modificare o eliminare i fattori di diluizione dei calibratori quando il sistema non sta
eseguendo test.
Per impostare i fattori di diluizione del calibratore
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare il calibratore desiderato per la chimica.
3 Selezionare Diluisci F5.
Figure 4.6 Finestra Imp. diluizione calibratore

4 Impostare l’unità, la concentrazione, il volume aspirato, il volume netto del campione e il


volume del diluente.
 L'ingresso del volume aspirato e del volume netto del campione deve essere un multiplo
intero di 0,1 nell'intervallo 2 μL - 35 μL. Il volume aspirato è richiesto.
 L'ingresso del volume diluito deve essere un multiplo intero di 0,5 nell'intervallo 100 μL
- 200 μL. Questo campo può essere vuoto.
 Se sono definiti il volume netto del campione e il volume del diluente, assicurarsi che la
somma dei due volumi sia compresa fra 125 μl e 235 μl.
5 Selezionare Salva.
6 Per modificare i fattori di diluizione, selezionare il pulsante numero a sinistra, fare clic su
Modifica e modificare le impostazioni.
7 Per eliminare i fattori di diluizione, selezionare il pulsante numero a sinistra e fare clic su
Elimina.
8 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.

Impostazione delle regole di calibrazione


Una volta definito un calibratore e stabilito le relative concentrazioni, è necessario impostare le
regole di calibrazione. È possibile impostare o modificare le regole di calibrazione, le repliche, il
fattore K e la calibrazione automatica solo quando il sistema non sta eseguendo test.

4-8 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

Per impostare le regole di calibrazione


1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare Regole F4.
Figure 4.7 Finestra Imp. calibraz.

3 Scegliere una chimica nell'elenco a discesa Chim.


4 Impostare il metodo di calibrazione, il fattore K e il numero di repliche.
5 Scegliere i calibratori per la chimica nell'elenco a destra.
La corrispondenza tra il numero di calibratori e il modello matematico di calibrazione viene
illustrata nella tabella seguente.
Table 4.2 Corrispondenza tra il numero di calibratori e il modello matematico di calibrazione
Modello matematico di Numero di calibratori
calibrazione
Fattore K N=0 o 1
Lineare a 2 punti N=2
Lineare a più punti 2< N≤10
Logit-Log 4P 4≤N≤10
Logit-Log 5P 5≤N≤10
Exponential 5P 5≤N≤10
Polynomial 5P 5≤N≤10
Parabola 3≤N≤10
Spline 3≤N≤10
Log3P 3≤N≤10
Linea tratteggiata 2≤N≤10
6 Selezionare Salva F7 per salvare le informazioni immesse.
7 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

Impostare i limiti di accettazione del calibratore


I risultati della calibrazione vengono confrontati con i limiti di accettazione stabiliti. Se i risultati
della calibrazione non rientrano nei limiti di accettazione, il sistema emette un allarme e
contrassegna i risultati sui rapporti di calibrazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-9


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Per impostare i limiti di accettazione del calibratore


1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare Regole F4.
3 Immettere i limiti di accettazione nell'area Limiti accettaz.
 Tempo calibrazione
 Differenza di pendenza
 Deviazione standard (SD)
 Sensibilità
 Ripetibilità
 Coefficiente di determinazione
4 Selezionare Salva F7 per salvare le informazioni immesse.
5 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

Calibrazione automatica
In base alle condizioni di calibrazione automatica, il sistema può determinare le chimiche che
occorre calibrare e ricordarle tramite gli stati di calibrazione e le indicazioni a colori.
Impostazione di calibrazione automatica
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare Regole F4.
3 Scegliere una chimica nell'elenco a discesa Chim.
4 Scegliere le condizioni di calibrazione automatica:
 Flacone sostituito:
 Lotto modificato:
non disponibile per le chimiche a reagente chiuso, la calibrazione viene eseguita
automaticamente quando si modifica il numero di lotto del reagente.
 Tempo calibrazione

NOTA
Se l’opzione Gestisci reagenti per lotto nella schermata Impostazione sistema è abilitata, i campi
Flacone sost e Lotto mod non vengono visualizzati. Quando viene utilizzato un diverso lotto di reagente,
il sistema richiede ed esegue automaticamente una calibrazione.
5 Selezionare Salva F7.
Promemoria della calibrazione automatica
Quando le condizioni di calibrazione automatica sono soddisfatte, il sistema lo ricorda tramite lo
stato di calibrazione, un messaggio e l'indicazione a colori.
 Se si sceglie l'opzione Flacone sost, il sistema mostra un messaggio indicante che la
calibrazione è richiesta, quando si utilizza un flacone diverso di reagenti.
 Se si sceglie l'opzione Lotto mod, il sistema mostra un messaggio indicante che la
calibrazione è richiesta, quando si utilizza un lotto diverso di reagenti.
 Se si sceglie l'opzione Tempo cal, il sistema ricorda la scadenza della calibrazione con 30
minuti di anticipo e visualizza il nome della chimica e il relativo stato di calibrazione in giallo.
Rimozione della calibrazione automatica
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Selezionare Regole F4.

4-10 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

3 Scegliere una chimica nell'elenco a discesa Chim.


4 Deselezionare tutte le condizioni di calibrazione automatica.
5 Selezionare Salva F7.
6 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

Eliminazione di un calibratore
È possibile rimuovere qualsiasi calibratore, ad eccezione di ACQUA. Quando si elimina un
calibratore, tutte le impostazioni della calibrazione e la posizione del calibratore vengono
cancellate e non possono essere utilizzate per la programmazione. I risultati dei test
memorizzati per il calibratore si possono richiamare in base al nome della chimica. È possibile
eliminare solo i calibratori non richiesti o non programmati per l'esecuzione.
Per rimuovere un calibratore
1 Selezionare Reagente > Impostazioni.
2 Scegliere un calibratore da rimuovere.
3 Selezionare Elimina F6.
4 Selezionare OK. Il calibratore selezionato è eliminato.

4.2.2 Stati di calibrazione e allarmi


Nella schermata Reagente/calibraz., le chimiche vengono indicate con testo e colori diversi per
i differenti stati di calibrazione. Le chimiche negli stati Cal richiesta, Cal fallito e Timeout cal.
Controllare spesso lo stato di calibrazione delle chimiche e adottare misure appropriate in base
alla tabella seguente.
Table 4.3 Stato di calibrazione
Stato di Descrizione Gravità Colore
calibrazione
Cal richiesta Indica che la chimica deve essere calibrata. Grave Rosso
Questo stato viene visualizzato quando la
chimica non è calibrata e sono soddisfatte le
condizioni di calibrazione automatica oppure
quando sono stati modificati parametri della
chimica.
Richiesta Indica che la chimica è stata richiesta per la Normale Nessuna
calibrazione, ma il test non è iniziato. indicazione
di colore
Calibrato Indica che la chimica è stata calibrata e non ha Normale Nessuna
superato il periodo di calibrazione. indicazione
di colore
Cal fallito Indica che il test è stato completato, ma non è Grave Rosso
stato possibile calcolare il risultato finale, oppure
il risultato calcolato non rientra nei limiti di
accettazione o, ancora, la calibrazione è stata
richiesta, ma senza risultati a causa dell'errore
del test.
Timeout cal Viene visualizzato quando la chimica supera il Grave Rosso
periodo di calibrazione.
Tempo cal Indica che il periodo di calibrazione è stato Avviso Giallo
esteso esteso e i fattori di calibrazione correnti
possono essere utilizzati senza limite di tempo.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-11


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Stato di Descrizione Gravità Colore


calibrazione
Calcolata Indica che i fattori di calibrazione della chimica Avviso Giallo
sono stati ricalcolati.
Modificata Indica che i fattori di calibrazione della chimica Avviso Giallo
sono stati modificati.
Cal ignorata Indica che i risultati del test della chimica si Avviso Giallo
basano su una calibrazione non riuscita e sono
contrassegnati di conseguenza.
N/A Indica che il reagente non presenta stati di Normale Nessuna
calibrazione. indicazione
di colore

4.2.3 Bianco reagente


In un test del bianco reagente, i reagenti reagiscono con la soluzione fisiologica o con un
calibratore con concentrazione 0, quindi viene calcolata l'assorbanza del bianco. Quando un
reagente rimane aperto per un lungo periodo, la relativa assorbanza può cambiare. Al momento,
è consentito eseguire un bianco reagente anziché una calibrazione per calcolare l'assorbanza
del bianco reagente, che verrà utilizzata per regolare i fattori di calibrazione del reagente, al fine
di assicurare risultati affidabili del campione.
Il bianco reagente è consentito solo nello stato Calibrato, che indica che la calibrazione è stata
eseguita correttamente.
Se i risultati del bianco reagente, comprese l'assorbanza del bianco miscelato e la risposta del
bianco, rientrano nell'intervallo di accettazione, il sistema aggiorna i fattori di calibrazione e il
tempo di calibrazione rimanente in base ai risultati. Se i risultati non rientrano nei limiti di
accettazione, il sistema emette un allarme e ricorda di rieseguire il bianco reagente. La
schermata Calibraz. biochimica mostra la risposta calcolata del bianco reagente, l'assorbanza e
la data di esecuzione.

Impostazione dell'assorbanza del bianco miscelato e risposta del bianco


L'assorbanza del bianco miscelato indica l'intervallo consentito per l'assorbanza misurata nel
punto finale di una reazione con calibratore a concentrazione 0 o di una reazione del bianco
reagente. Se l'assorbanza misurata nel punto finale della reazione non rientra nell'intervallo
impostato, il sistema contrassegna il risultato del test.
La risposta del bianco specifica l'intervallo consentito per la risposta in un'analisi con
calibratore a concentrazione 0 o in un test del bianco reagente. Se la risposta non rientra
nell'intervallo impostato, il sistema contrassegna il risultato del test.
Impostazione dell'assorbanza del bianco miscelato e risposta del bianco
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Scegliere un'analisi biochimica o immettere il nome della chimica nel campo Nome
chimica.
3 Selezionare Definisci F1.
4 Immettere l'intervallo di assorbanza del bianco miscelato nel campo Ass bianco misc.
Il limite superiore e quello inferiore devono essere numeri interi compresi tra -40.000 e
40.000. Il valore predefinito è -35000 - 35000; il campo può rimanere vuoto.
5 Immettere l'intervallo di risposta del bianco nel campo Risp. bianco.
Il limite superiore e quello inferiore devono essere numeri interi compresi tra -40.000 e
40.000. Il valore predefinito è -35000 - 35000; il campo può rimanere vuoto.
6 Selezionare Salva F7.

4-12 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

Esecuzione del test bianco reagente


È possibile eseguire il bianco reagente esclusivamente nelle seguenti condizioni:
 Per le chimiche con tutti i modelli matematici di calibrazione, eccetto quelle lineari a due
punti e con fattore K, è necessario che sia stato impostato il calibratore con concentrazione 0.
 Per le chimiche con fattore K è necessario che i calibratori siano stati impostati.
Il bianco reagente può essere eseguito esclusivamente nello stato di calibrazione Calibrato.
Esecuzione del test bianco reagente
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Selezionare un carosello reagenti dalla casella a discesa di Carosello reagenti.
3 Selezionare i tasti freccia su e giù per visualizzare la schermata Reagente/calibraz. dei
reagenti biochimici.
4 Controllare che lo stato di calibrazione delle chimiche sia Calibrato.
5 Scegliere le chimiche.
6 Selezionare Cal F5.
7 Scegliere Bnc.rgt. e selezionare OK.

8 Selezionare l'icona per avviare l'analisi.

Visualizzazione dei risultati del bianco reagente


Se i risultati del bianco reagente sono compresi nell'intervallo dei limiti di accettazione, vengono
utilizzati per aggiornare i parametri di calibrazione correnti. È possibile visualizzare la risposta
del bianco reagente, l'assorbanza e la data di esecuzione nella schermata Calibraz. biochimica.
Non è possibile visualizzare la curva di calibrazione del bianco reagente.
Visualizzazione della risposta del bianco reagente
1 Selezionare Reagente > Calibraz. biochimica.
2 Scegliere il risultato di calibrazione.
3 Selezionare Curva reaz F3.
Figure 4.8 Curva reazione bianco reagente

Il valore della risposta visualizzata attualmente corrisponde alla risposta aggiornata del
bianco reagente.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-13


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

4 Selezionare la tabella dei dati di reazione per visualizzare i dati della reazione del bianco
reagente.
Figure 4.9 Dati reazione bianco reagente

5 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Prec F4: consente di visualizzare la curva di reazione e i dati del test di calibrazione
precedente.
 Succ F5: consente di visualizzare la curva di reazione e i dati del test di calibrazione
successivo.
 Stampa F7: per stampare la curva o i dati della reazione corrente.
6 Selezionare Chiudi F8.
Visualizzazione delle tendenze del bianco reagente
1 Selezionare Reagente > Calibraz. biochimica.
2 Scegliere il risultato di calibrazione.
3 Selezionare Trend F6.
Figure 4.10 Pagina della scheda Tendenza grafico

4-14 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

4 Scegliere un tipo di tendenza da visualizzare.


Le opzioni includono:
 Assorbanza del bianco R1
 Assorbanza del bianco miscelato
 Risposta del calibratore
 Fattore K (solo per calibrazioni lineari)
5 Selezionare l'intervallo di tempo della calibrazione.
6 Selezionare Cerca F1.
Viene visualizzata la tendenza grafica della chimica selezionata nel periodo specifico.
7 Selezionare la scheda Tend. tabella per visualizzare i dati della tendenza.
Figure 4.11 Pagina della scheda Tend. tabella

8 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Prec. F4: per visualizzare le tendenze e i dati di calibrazione della chimica precedente.
 Succ. F5: per visualizzare le tendenze e i dati di calibrazione della chimica successiva.
 Stampa F7: per stampare la tendenza grafica o i dati correnti.
9 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

4.2.4 Visualizzazione dei risultati di calibrazione


Questo capitolo descrive le seguenti operazioni relative al risultato della calibrazione della
biochimica.
 Visualizzazione dei risultati della calibrazione cronologici
 Osservazione della curva di reazione
 Riesecuzione del calcolo dei fattori di calibrazione
 Osservazione della curva di reazione
 Modifica dei fattori di calibrazione
 Archiviazione dei risultati di calibrazione
 Visualizzazione delle tendenze della calibrazione
 Estensione del tempo di calibrazione
 Come ignorare una calibrazione
 Rifiuto di una calibrazione

Manuale dell’operatore BS-240E 4-15


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Visualizzazione dei risultati della calibrazione cronologici


1 Selezionare Reagente > Calibraz. biochimica.
2 Selezionare il pulsante di opzione Cronologia.
3 Scegliere una chimica nell'elenco a discesa Chim.
4 Selezionare l'intervallo di date nel campo Data cal.
5 Selezionare Cerca F1.
Nella schermata vengono visualizzati i fattori di calibrazione utilizzati nel periodo specificato.
6 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:
 Curva cal F2
 Curva reaz F3
 Modif F4
 Archivia F5
 Trend F6
 Stampa F7

Osservazione della curva di reazione


Una curva di calibrazione riflette la relazione matematica esistente tra la concentrazione e la
risposta del calibratore. Viene tracciata sulla base della risposta ottenuta e dei valori multipli
compresi tra le concentrazioni minime e massime del calibratore. La curva di calibrazione è una
linea retta nelle calibrazioni lineari e una curva nelle calibrazioni non lineari.
Il fattore K, modificato, o i fattori di calibrazione a reagente bianco non hanno curve di
calibrazione da richiamare.
Per osservare la curva di calibrazione
1 Cercare i risultati di calibrazione desiderati nella schermata Calibraz. biochimica.
2 Scegliere una chimica nell'elenco dei risultati.
3 Selezionare Curva cal F2. Viene visualizzata la finestra Curva calibrazione.
Figure 4.12 Finestra Curva calibrazione

4 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Prec F4: per visualizzare la curva di calibrazione della chimica precedente.
 Succ F5: per visualizzare la curva di calibrazione della chimica successiva.

4-16 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

 Ricalcola F6: per ricalcolare i fattori di calibrazione in base al modello matematico


specificato.
 Stampa F7: per stampare la curva di calibrazione corrente.
5 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

Riesecuzione del calcolo dei fattori di calibrazione


I risultati di calibrazione in stato Calibrato, Cal non riusc., Timeout cal., Esteso o Ignorato
possono essere ricalcolati in base ai fattori esistenti, un nuovo modello matematico e calibratori.
Nella schermata Calibraz. biochimica viene visualizzato il contrassegno "CALR" indicante che
il risultato di calibrazione è stato ricalcolato.
La riesecuzione del calcolo dei fattori di calibrazione non è applicabile alle calibrazioni con
fattore K. I fattori di calibrazione ricalcolati non possono essere calcolati nuovamente.
Per ricalcolare i fattori di calibrazione
1 Selezionare Reagente > Calibraz. biochimica.
2 Cercare i risultati di calibrazione da ricalcolare.
3 Scegliere una chimica nell'elenco dei risultati.
4 Selezionare Curva cal F2.
5 Selezionare Ricalcola F6. Viene visualizzata la finestra Ricalcola.
Figure 4.13 Finestra Ricalcola

6 Scegliere un modello matematico nell'elenco a discesa Modello mat.


La formula di calcolo corrispondente viene visualizzata nella casella di testo a destra del
campo Modello mat.
7 Scegliere i calibratori da ricalcolare nell'elenco a sinistra. Spostare la barra di scorrimento
per visualizzare ulteriori calibratori.
Scegliere il numero appropriato di calibratori corrispondenti al modello matematico.
8 Selezionare Salva F7.
Il sistema ricalcola i fattori di calibrazione con il modello matematico e i calibratori
selezionati.
 Se la riesecuzione del calcolo riesce, i nuovi fattori di calibrazione vengono visualizzati
nella schermata Calibraz. biochimica con lo stato di calibrazione Ricalcolato e “CALR”
riportato nella colonna Flag corrispondente.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-17


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

 Se la riesecuzione del calcolo non riesce, una finestra di messaggio indica che
continueranno a essere utilizzati i fattori di calibrazione precedenti.
9 Per visualizzare la curva di reazione del calibratore selezionato, scegliere Curva reaz F1.
10 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Osservazione della curva di reazione
Una curva di reazione della calibrazione riflette la relazione dell'assorbanza misurata alla
lunghezza d'onda primaria, secondaria e primaria-secondaria. Viene tracciata in base
all'assorbanza della miscela calibratore-reagente misurata nell'intervallo di tempo in cui si è
verificata la reazione.
Per osservare la curva di reazione.
1 Cercare i risultati di calibrazione desiderati nella schermata Calibraz. biochimica.
2 Scegliere una chimica nell'elenco dei risultati.
3 Selezionare Curva reaz F3. Viene visualizzata la finestra Curva di reazione.
Figure 4.14 Finestra Curva di reazione

4 Selezionare un punto sulla curva. Nella finestra sono visualizzati il periodo di misurazione e
l'assorbanza.
5 Selezionare una condizione del filtro dalle seguenti opzioni.
 Ness.: consente di osservare la curva di reazione e i dati nella modalità predefinita.
 Chimica: consente di osservare la curva di reazione dei risultati per il test selezionato.
 Calibratore: consente di osservare la curva di reazione dei risultati per il calibratore
selezionato.
6 Scegliere la scheda Dati reazione per visualizzare i dati della reazione.

4-18 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

Figure 4.15 Pagina della scheda Dati reazione

7 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Reagente F1: consente di visualizzare i calibratori e i reagenti utilizzati nella
calibrazione, nonché i reagenti utilizzati per il test del bianco reagente.
 Bianco camp. F2: per visualizzare la curva di reazione del bianco campione e i dati di
reazione del calibratore.
 Regola F3: consente di regolare l'intervallo di visualizzazione dell'assorbanza della
curva di reazione corrente.
 Prec F4: consente di visualizzare la curva di reazione e i dati del test di calibrazione
precedente.
 Succ F5: consente di visualizzare la curva di reazione e i dati del test di calibrazione
successivo.
 Stampa F7: per stampare la curva o i dati della reazione corrente.
8 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Visualizzazione delle informazioni sui reagenti
1 Selezionare Reagente F1 nella finestra Curva di reazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-19


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Figure 4.16 Finestra del reagente

Nella finestra sono visualizzati i calibratori e i reagenti utilizzati nella calibrazione e i


reagenti usati per il test del bianco reagente.
2 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.

Modifica dei fattori di calibrazione


Se i fattori della calibrazione lineare sono maggiori o minori dei valori previsti o di quelli
ottenuti su altri strumenti, è possibile modificarli per mantenerli coerenti con tali valori. I
risultati calcolati in base ai fattori di calibrazione modificati vengono contrassegnati con "CALE",
mentre la curva di calibrazione e la curva di reazione dei fattori di calibrazione modificati non
possono essere visualizzate.
Prima di modificare i fattori di calibrazione, assicurarsi di disporre di autorizzazioni sufficienti
e che lo stato del sistema non sia In esecuzione.
Modifica dei fattori di calibrazione
1 Selezionare Reagente > Calibraz. biochimica.
2 Cercare i risultati di calibrazione da modificare.
3 Scegliere la chimica desiderata.
4 Selezionare Modif F4. Viene visualizzata la finestra Modifica.
Figure 4.17 Finestra Modifica

5 Immettere la pendenza K e l'offset R0.

4-20 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

6 Selezionare Salva.
Il sistema aggiorna i risultati e le curve di calibrazione con la pendenza e l'offset immessi,
quindi considera i fattori di calibrazione come impostazioni predefinite.
7 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.

Archiviazione dei risultati di calibrazione


Il sistema consente di archiviare tutti i risultati di calibrazione cercati in un dispositivo di
archiviazione, come un disco U. I risultati di calibrazione archiviati vengono visualizzati nello
stesso formato dei risultati nella schermata software. Il contenuto archiviato include: nome
chimica, contrassegno, stato di calibrazione, R0, fattore K, coefficienti di calibrazione A/B/C/D e
tempo di calibrazione. Il file di archiviazione, nel formato .csv, viene denominato con la data e
l'ora.
Archiviazione dei risultati di calibrazione
1 Selezionare Reagente > Calibraz. biochimica.
2 Cercare i risultati di calibrazione desiderati.
3 Selezionare Archivia F5.
4 Confermare il percorso di archiviazione e il nome file.
5 Selezionare OK.

Visualizzazione delle tendenze della calibrazione


Le tendenze grafiche di calibrazione riassumono le calibrazioni di una chimica per un
determinato periodo di tempo e riflettono le tendenze delle calibrazioni. In particolare mostrano
l'assorbanza del bianco R1, l'assorbanza del bianco miscelato e la risposta del calibratore della
chimica.
L'assorbanza del bianco R1 e l'assorbanza del bianco miscelato sono disponibili solo per le
chimiche con calibratori a concentrazione 0. Le tendenze del fattore K possono essere
visualizzate per le chimiche lineari.
Per osservare le tendenze di calibrazione
1 Cercare i risultati di calibrazione desiderati nella schermata Calibraz. biochimica.
2 Scegliere una chimica nell'elenco dei risultati.
3 Selezionare Trend F6. Viene visualizzata la finestra Tend. calibraz.
Figure 4.18 Finestra Tend. calibraz.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-21


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

4 Scegliere un tipo di tendenza da visualizzare.


Le opzioni includono:
 Assorbanza del bianco R1
 Assorbanza del bianco miscelato
 Risposta del calibratore
 Fattore K (solo per calibrazioni lineari)
5 Selezionare l'intervallo di date nel campo Data cal.
6 Selezionare Cerca F1.
Nella schermata viene visualizzata la tendenza entro il periodo specificato.
7 Scegliere la scheda Tend. tabella per visualizzare i dati della tendenza.
Figure 4.19 Finestra Tend. tabella

8 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Curva reaz. F3: per visualizzare la curva e i dati del calibratore selezionato.
 Prec F4: per visualizzare le tendenze e i dati di calibrazione della chimica precedente tra
i risultati selezionati.
 Succ F5: per visualizzare le tendenze e i dati di calibrazione della chimica successiva tra i
risultati selezionati.
 Stampa F7: per stampare la tendenza grafica o i dati correnti.
9 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

Estensione del tempo di calibrazione


I fattori di calibrazione che superano il periodo di calibrazione non possono essere utilizzati per
il calcolo dei risultati. Lo stato di calibrazione diventa Timeout cal e non è più possibile eseguire
la chimica. Il sistema visualizza un messaggio di avviso 30 minuti prima della scadenza della
calibrazione ed è possibile ricalibrare la chimica o estenderne il tempo di calibrazione. Se si è
certi che i fattori di calibrazione sono corretti e validi, è possibile prolungare il periodo di
validità utilizzando la funzione di estensione del tempo di calibrazione. Il tempo di calibrazione
può essere esteso solo se la calibrazione corrente della chimica è scaduta o è stata eseguita
correttamente. I risultati calcolati in base ai fattori di calibrazione estesi vengono contrassegnati
con la dicitura "EXT".
Estensione del periodo di calibrazione
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..

4-22 Manuale dell’operatore BS-240E


4 Calibrazione 4.2 Calibrazione biochimica

2 Selezionare un carosello reagenti dalla casella a discesa di Carosello reagenti.


3 Selezionare i tasti freccia su e giù per visualizzare la schermata Reagente/calibraz. dei
reagenti biochimici.
4 Scegliere una chimica da estendere.
5 Selezionare Opzioni cal F8.
6 Selezionare Estendi tempo calibraz. dalla finestra Opzioni calibr.
7 Selezionare OK. I fattori di calibrazione della chimica selezionata possono essere utilizzati
indefinitamente.
Rimozione di uno stato esteso
L'estensione della calibrazione non è definita in modo assoluto. Ricalibrare la chimica per
rimuovere lo stato esteso.

Ignorare la calibrazione
L'opzione Ignora calibraz consente al sistema di ignorare una calibrazione non riuscita e
calcolare i risultati in base ai fattori di tale calibrazione. Questa funzione si applica
esclusivamente alle calibrazioni non riuscite. I risultati ottenuti in base ai fattori della
calibrazione non riuscita vengono contrassegnati con "OVE".

ATTENZIONE
Prima di ignorare una calibrazione, assicurarsi che i relativi fattori rientrino nei limiti di accettazione del
laboratorio. La portata dell'errore deve essere completamente sotto il controllo del laboratorio. L'uso di fattori di
una calibrazione ignorata può condurre a risultati inaffidabili e influire sulla diagnosi del medico. Ignorare una
calibrazione non riuscita solo se si è sicuri.

Per ignorare una calibrazione


1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Scegliere una chimica da ignorare.
3 Selezionare Opzioni cal F8.
4 Selezionare Ignora calibraz nella finestra Opzioni calibr.
5 Selezionare OK. Per il calcolo dei risultati si possono utilizzare i fattori della calibrazione
non riuscita della chimica selezionata.
Rimozione dello stato Cal ignorata
Ricalibrare la chimica per rimuovere lo stato Cal ignorata.

Rifiuta
Se la calibrazione corrente non riesce ma è necessario eseguire immediatamente l'analisi del
campione, è possibile utilizzare la funzione Rifiuta per rifiutare i fattori di calibrazione correnti e
utilizzare gli ultimi fattori validi per calcolare i risultati dei campioni, che saranno contrassegnati
con "CALJ". I fattori di calibrazione con stato diverso da Richiesta e Cal richiesta possono essere
rifiutati. I fattori di calibrazione rifiutati non possono essere rifiutati di nuovo.
Rifiuto di una calibrazione
1 Selezionare Reagente > Reagente/calibraz..
2 Scegliere una chimica da rifiutare.
3 Selezionare Opzioni cal F8.
4 Selezionare Rifiuta nella finestra Opzioni calibr.
5 Selezionare OK. I fattori di calibrazione della chimica selezionata vengono rifiutati.

Manuale dell’operatore BS-240E 4-23


4.2 Calibrazione biochimica 4 Calibrazione

Rimozione dello stato Rifiuta


Ricalibrare la chimica per rimuovere lo stato Rifiuta.

4-24 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ

Questo capitolo descrive la configurazione QC e l'elaborazione dei risultati QC.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-1


5.1 Panoramica 5 CQ

5.1 Panoramica
Il test QC viene eseguito su campioni forniti con un intervallo di concentrazione noto di vari
analiti mediante divisioni di autorità o fornitori di reagenti. Tramite un confronto con
l'intervallo fornito, i risultati del test ottenuti su questo strumento possono essere utilizzati per
valutare se lo strumento è in stato normale e i risultati del campione sono affidabili.
Per garantire le prestazioni del sistema, eseguire i campioni di controllo dopo ogni calibrazione,
modifica del lotto di reagente, interventi di manutenzione e di risoluzione dei problemi relativi
allo strumento.

5.1.1 Procedura QC
Una volta definiti una chimica, un controllo e regole QC, non è necessario modificarli
frequentemente ed è sufficiente eseguire giornalmente i campioni di controllo per garantire il
corretto funzionamento del sistema. Eseguire i campioni di controllo attenendosi alla procedura
seguente:
Figure 5.1 Procedura QC

Definisci Stampa graf.


Imp. Selez. regole Imp. valutaz. Attiva QC
Operazioni camp.
parametri QC QC due controlli auto mens. QC e
mensili controllo riepilogo QC

Programma Stampa ris.


Carica camp. Esegui camp. Richiama
Operazioni camp. QC tempo
controllo controllo risult. QC
controllo reale
quotidiane

5.1.2 Contrassegni dei risultati QC


Se si verifica un errore in un risultato QC, il sistema emette un allarme acustico e visualizza un
messaggio di allarme che ricorda l'errore. Inoltre, per i risultati che presentano errori vengono
visualizzati i seguenti contrassegni nella colonna Flag dei rapporti QC.
 1-3s
 2-2s
 R-4s
 2-2s
 4-1s
 10-x
 2.7s
 3.0s
 5.1s
Il sistema controlla se nei risultati QC si sono verificati errori di sistema o errori casuali, quindi
li contrassegna di conseguenza. Il simbolo "#" indica un errore sistematico, mentre l'asterisco
"*" indica un errore casuale.
 Per ulteriori informazioni sui contrassegni dei risultati QC, fare riferimento a11.4 Allarmi dat i
alla pagina 11-8.

5-2 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.2 Impostazione QC

5.1.3 Stato del controllo


Quando si sceglie un controllo nella schermata Controllo qualità, viene visualizzato lo stato
corrente del controllo nel campo Stato campione. È necessario comprendere lo stato dei
controlli. La tabella seguente mostra i diversi stati dei campioni di controllo.
Table 5.1 Descrizione degli stati dei controlli
Stato del Descrizione
controllo
N/A Indica che il controllo non è stato programmato per l'analisi.
Richiesta Indica che il campione di controllo è stato programmato ma non ancora
analizzato.
In corso Indica che l'analisi del campione di controllo è in corso.
Incompleto Indica che tutte le chimiche del campione di controllo sono state
completate ma una o più non presentano risultati.
Completo Indica che tutte le chimiche del campione di controllo sono state
completate e presentano risultati.

5.2 Impostazione QC
Definire le impostazioni QC nel seguente ordine:
 Definire un controllo
 Impostare le concentrazioni del controllo
 Impostare le regole QC
 QC automatico
È possibile eliminare i controlli, mentre il sistema è in stato di non-test.

5.2.1 Definizione/modifica di un controllo


Il sistema consente di definire fino a 99 controlli. È necessario immettere il nome del controllo e
il tipo di campione. La combinazione del nome controllo e del numero di lotto non può essere
duplicata e deve essere univoca. Se un controllo è privo di numero di lotto, non è possibile
definire un altro controllo con lo stesso nome.
Per definire/modificare un controllo
1 Selezionare QC – Impostazioni.
2 Selezionare Definisci F1.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-3


5.2 Impostazione QC 5 CQ

Figure 5.2 Finestra Definisci/modifica controlli

3 Impostare il nome del controllo, No., numero di lotto, data di scadenza e tipo di campione.
4 Assegnare posizioni per il controllo.
È possibile assegnare una posizione di ciascun carosello campioni per il controllo.
5 Selezionare OK per salvare le informazioni immesse.
6 Per definire altri controlli, selezionare Nuovo e ripetere la procedura dal punto 3 al 5.
7 Selezionare Esci per uscire dalla finestra.

5.2.2 Impostazione delle concentrazioni del controllo


Dopo aver definito un controllo, è necessario impostare le chimiche applicabili e i parametri di
concentrazione. Solo quando sia la posizione di controllo e la concentrazione di controllo sono
specificate, si può richiedere ed essere eseguito il test QC.
Impostare le concentrazioni del controllo
1 Selezionare QC – Impostazioni.
2 Scegliere un controllo nell'elenco di sinistra.
3 Selezionare Chim F2 e scegliere le chimiche per il controllo.
4 Selezionare la colonna Media di una chimica e immettere la relativa concentrazione media.
5 Selezionare la colonna SD di una chimica e immettere la relativa deviazione standard.
6 Selezionare un’unità dall’elenco a discesa.
Le opzioni includono tutte le unità definite per la chimica. Questo campo non è modificabile
per una chimica a reagente aperto.
7 Selezionare Salva F8 per salvare le informazioni immesse.

5.2.3 Impostare le regole QC


Una volta definito un controllo e stabilito le relative concentrazioni, è necessario impostare le
regole di controllo. I controlli privi di regola QC possono comunque essere programmati e
analizzati, ma non verranno monitorati per il rilevamento degli errori.
È possibile modificare le regole QC solo quando il sistema non sta eseguendo alcun test.
Impostare le regole QC
1 Selezionare QC – Impostazioni.
2 Selezionare Regole F3. Viene visualizzata la finestra Imp. regole QC.

5-4 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.2 Impostazione QC

Figure 5.3 Finestra Imp. regole QC

3 Scegliere una chimica nell'elenco Chim.


4 Scegliere le regole QC nell'area Regole Westgard.
5 Selezionare il limite di controllo dalla somma cumulativa.
6 Se si assegna un paio di controlli per la chimica, è possibile abilitare l'opzione Valutaz. due
controlli.
I controlli non compresi nella valutazione a due controlli verranno monitorati in base alle
regole Westgard.
7 Selezionare il primo controllo nel campo Controllo (X).
8 Selezionare il secondo controllo nel campo Controllo (Y).
9 Selezionare OK per salvare le informazioni immesse.
10 Selezionare Esci per uscire dalla finestra.

5.2.4 QC automatico
Il sistema offre la funzione di controllo qualità automatico. Le condizioni per il controllo qualità
automatico includono:
 Numero campioni: indica il numero di campioni dei pazienti. Una volta terminato il numero
di campioni indicato, il sistema esegue automaticamente i controlli selezionati.
 Se calibrato: il sistema esegue automaticamente i controlli selezionati per la chimica ogni
volta che la chimica viene calibrata. Un QC automatico non è applicabile alle calibrazioni
senza misurazioni, quali ricalcoli o modifiche.
Se si seleziona l'esecuzione automatica dei campioni di controllo, vengono eseguite tutte le
chimiche configurate per i campioni di controllo.
Per impostare ed eseguire QC automatico
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Scegliere 9 Valutazione QC.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-5


5.2 Impostazione QC 5 CQ

Figure 5.4 Finestra Parametri QC

4 Selezionare QC auto su caros.


5 Impostare le condizioni per il controllo qualità automatico:
 Numero di campioni: immettere il numero di campioni per eseguire il controllo di
qualità automatico. L'intervallo di immissione varia da 10 a 500, 0 indica che il QC
automatico è disattivato.
 Se calibrato: selezionare la casella di controllo per consentire al sistema di eseguire i
controlli quando una chimica viene calibrata.
6 Scegliere i controlli da eseguire automaticamente.
Si possono selezionare uno o più controlli.
7 Selezionare OK.
Durante il test, il sistema inserirà l'esecuzione QC automatico una volta che le condizioni
sono soddisfatte.
Rimozione di uno stato QC
Per rimuovere lo stato di QC automatico, cancellare le impostazioni per il QC automatico nella
finestra Parametri QC.

5.2.5 Eliminazione di un controllo


Quando si elimina un controllo, le relative informazioni, i parametri di concentrazione e i risultati
QC, nonché la posizione, vengono cancellati. Se il controllo eliminato è incluso in una specifica
valutazione a due controlli, quest'ultima viene disattivata. I controlli programmati per l'analisi
non possono essere eliminati.
Eliminazione di un controllo
1 Selezionare QC – Impostazioni.
2 Scegliere un controllo nell'elenco di sinistra.
3 Selezionare Elimina F6.

5-6 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo

5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo


L'opzione di visualizzazione dei risultati di controllo consente di visualizzare i risultati dei
campioni di controllo, il diagramma L-J, la somma cumulativa, il diagramma Twin-Plot, i dati
dell'analisi e il riepilogo dei dati.

5.3.1 Risultato > schermata Cronologia


La schermata Cronologia viene usata per richiamare i risultati di campione paziente e il
campioni di controllo, che sono programmati e analizzati prima del giorno corrente. È possibile
osservare la curva di reazione di QC e i risultati di stampa di QC.
Per richiamare la cronologia dei risultati QC
1 Selezionare Risultato > Cronologia.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:
 Per campione
 Per chimica
3 Per richiamare i risultati per campione, scegliere un controllo nell'elenco di sinistra.
L'elenco di destra mostra tutti i risultati del controllo.
4 Per richiamare i risultati per chimica, scegliere una chimica nell'elenco di sinistra. L'elenco
di destra mostra tutti i risultati della chimica.
5 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:
 Cerca F1: per richiamare i risultati del controllo.
 Opzioni F2: per eliminare o stampare i campioni di controllo.
 Curva reaz. F4: per visualizzare la curva di reazione del test QC selezionato.
 Stampa F7: per stampare i risultati del controllo.
 Host F8: per trasmettere i risultati del controllo selezionato all'host LIS.
Visualizzazione della curva di reazione del controllo
1 Scegliere la chimica desiderata sulla schermata Risultati Cronologia.
2 Selezionare Curva reaz F4. Viene visualizzata la finestra Curva di reazione.
Figure 5.5 Schermata Curva di reazione

3 Scegliere la scheda Dati reazione per visualizzare i dati della reazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-7


5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo 5 CQ

Figure 5.6 Schermata Dati reazione

4 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Bianco camp. F2: per visualizzare la curva di reazione del bianco campione e i dati di
reazione del controllo selezionato.
 Regola F3: consente di regolare l'intervallo di visualizzazione dell'assorbanza della
curva di reazione corrente.
 Prec F4: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test precedente.
 Succ F5: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test successivo.
 Stampa F7: per stampare la curva o i dati della reazione corrente.
5 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Per stampare i risultati del controllo.
1 Selezionare i risultati del controllo desiderato nella schermata Cronologia.
2 Selezionare Stampa F7.
3 Selezionare Stampa rapp. camp.
4 Scegliere l'intervallo di stampa:
 Campioni selezionati
 Tutti i campioni
5 Se vengono stampati tutti i campioni, è consentito tralasciare quelli che sono stati già
stampati. Selezionare la casella di controllo Bypass camp. stampati.
6 Selezionare OK.

5.3.2 Schermata Levey-Jennings


La schermata Levey-Jennings (LJ) fornisce le funzioni di richiamo del diagramma LJ ed i
commenti di riempimento.
Il diagramma di Levey-Jennings (L-J), tracciato in base ai dati QC (asse X) e ai risultati del test
(asse Y), visualizza la tendenza dei risultati QC di una chimica per un periodo di tempo
determinato. Un diagramma L-J può visualizzare le tendenze grafiche di un massimo di 3
controlli, che vengono rappresentate con colori differenti. Ogni pagina può visualizzare 31 punti
QC. La data di interrogazione non deve essere anteriore a 1 anno.
Visualizzazione del diagramma L-J
1 Selezionare QC > Levey-Jennings.

5-8 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo

2 Fare clic su Graf. F3 per impostare la modalità di disegno del diagramma L-J.
3 Scegliere una chimica da visualizzare nell'elenco a discesa Chim oppure selezionare Chim
F2, quindi scegliere una chimica.
4 Selezionare l'intervallo delle date nel campo Data QC.
5 Scegliere i controlli da visualizzare. È possibile selezionare fino a 3 controlli.
6 Selezionare Cerca F1. Nell'area del diagramma L-J vengono visualizzate le tendenze dei
risultati QC della chimica selezionata nel periodo specificato.
Figure 5.7 Schermata Levey-Jennings

7 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Prec F4: per visualizzare il diagramma L-J della chimica precedente.
 Succ F5: per visualizzare il diagramma L-J della chimica successiva.
 Elimina F6: per eliminare il punto selezionato sul diagramma L-J. Se si desidera
visualizzare i punti rimossi sul diagramma L-J, contrassegnare la casella di controllo
Mostra eliminato.
 Stampa F7: per stampare il diagramma L-J corrente.
 Commento F8: per aggiungere, modificare ed eliminare i commenti di un punto QC.
Per aggiungere/modificare i commenti
1 Scegliere un punto QC nel diagramma L-J.
2 Selezionare Commento F8, quindi immettere i commenti per il punto QC.
3 Selezionare OK.
4 Per eliminare i commenti di un punto di QC, effettuare le seguenti operazioni:
a. Selezionare il punto QC nel diagramma.
b. Fare clic su Commento F8.
c. Cancellare i commenti.
d. Fare clic su OK.

5.3.3 Richiamo del diagramma somma cumulativa


1 Selezionare QC > Somma cumulativa.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-9


5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo 5 CQ

2 Scegliere una chimica da visualizzare nell'elenco a discesa Chim oppure selezionare Chim
F2, quindi scegliere una chimica.
3 Selezionare l'intervallo delle date nel campo Data QC.
4 Scegliere i controlli da visualizzare.
5 Selezionare Cerca F1. Nell'area del diagramma della somma cumulativa vengono
visualizzate le tendenze dei risultati QC della chimica selezionata nel periodo specificato.
Figure 5.8 Schermata somma cumulativa

6 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Prec F4: per visualizzare il somma cumulativa della chimica precedente.
 Succ F5: per visualizzare il diagramma somma cumulativa della chimica successiva.
 Elimina F6: per eliminare il punto selezionato del diagramma summa cumulativa. Se si
desidera visualizzare i punti rimossi nel diagramma somma cumulativa, contrassegnare
la casella di controllo Mostra risult. eliminati.
 Stampa F7: per stampare il diagramma somma cumulativa corrente.
 Commento F8: per aggiungere, modificare ed eliminare i commenti di un punto QC.
Per aggiungere/modificare i commenti
1 Scegliere un punto QC nel diagramma somma cumulativa.
2 Selezionare Commento F8, quindi immettere i commenti per il punto QC.
3 Selezionare OK.
4 Per eliminare i commenti di un punto di QC, effettuare le seguenti operazioni:
 Selezionare il punto QC nel diagramma.
 Fare clic su Commento F8.
 Cancellare i commenti.
 Fare clic su OK

5-10 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo

5.3.4 Visualizzazione del diagramma Twin-Plot


Il diagramma Twin-Plot, tracciato sulla base dei risultati del controllo X e del controllo Y nella
stessa analisi, è utilizzato per rilevare errori sistematici ed errori casuali. Visualizza gli ultimi 10
risultati QC di una chimica escludendo quelli che sono stati eliminati.
Per richiamare il diagramma Twin-Plot
1 Selezionare QC > Twin-Plot.
2 Scegliere una chimica da visualizzare nell'elenco a discesa Chim oppure selezionare Chim
F2, quindi scegliere una chimica.
3 Selezionare Cerca F1. Nell'area del diagramma twin-plot vengono visualizzati gli ultimi 10
risultati del controllo X e del controllo Y per la chimica.
Figure 5.9 Schermata Twin-Plot

4 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Prec F4: per visualizzare il diagramma Twin-Plot della chimica precedente.
 Succ F5: per visualizzare il diagramma Twin-Plot della chimica successiva.
 Stampa F7: per stampare il diagramma Twin-Plot corrente.

5.3.5 Schermata QC> Risultati


La schermata QC > Risultati fornisce le funzioni di richiamo dei dati di QC, la visualizzazione
della curva di reazione e dei dati di archiviazione QC.
I dati QC includono i risultati QC, la media e la deviazione standard impostate e possono essere
ricercati e visualizzati in base al nome del controllo, al nome della chimica e alla data di
esecuzione.
Per richiamare i dati QC
1 Selezionare QC > Risultati.
2 Selezionare Chim F2.
3 Scegliere una chimica da richiamare, quindi selezionare OK.
4 Selezionare l'intervallo delle date nel campo Data QC.
5 Scegliere un controllo nell'elenco a discesa Controllo.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-11


5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo 5 CQ

6 Selezionare Cerca F1.


L'elenco dei risultati mostra tutti i risultati del controllo per la chimica nel periodo specificato,
nonché le medie e le deviazioni standard impostate.
Figure 5.10 Schermata Risultati

7 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Ordina F3: per ordinare in sequenza i risultati QC per controllo o chimica.
 Curva reaz. F4: per visualizzare la curva e i dati di reazione del risultato QC selezionato.
 Commento F5: per aggiungere commenti al risultato QC selezionato.
 Archivia F6: per archiviare i risultati QC visualizzati in un dispositivo di
memorizzazione esterno.
 Stampa F7: per stampare i risultati QC visualizzati nell'elenco dei risultati.
Per ordinare i risultati QC
1 Cercare i risultati QC desiderati nella schermata Risultati.
2 Selezionare Ordina F3.
3 Selezionare un criterio per ordinare.
 Controllo: numero del controllo + chimica + data/ora di esecuzione
 Chimica: ordine delle chimiche + controllo + data/ora di esecuzione
4 Selezionare OK.
I risultati QC nella schermata Risultati vengono disposti in ordine crescente in base al
criterio selezionato.
Visualizzazione della curva di reazione del controllo
1 Cercare i risultati QC desiderati nella schermata Risultati.
2 Scegliere un risultato QC da visualizzare.
3 Selezionare Curva reaz F4. Viene visualizzata la finestra Curva di reazione.

5-12 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo

Figure 5.11 Curva di reazione del controllo

4 Selezionare un punto sulla curva. Nella finestra sono visualizzati il periodo di misurazione e
l'assorbanza.
5 Selezionare una condizione del filtro dalle seguenti opzioni.
 Ness.: consente di osservare la curva di reazione e i dati nella modalità predefinita.
 Chimica: consente di osservare la curva di reazione dei risultati per il test selezionato.
 Controllo: consente di osservare la curva di reazione dei risultati per il controllo
selezionato.
6 Selezionare la scheda Dati reazione per visualizzare i dati della reazione.
Figure 5.12 Dati di reazione del controllo

7 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


 Reagente F1: consente di visualizzare i reagenti utilizzati per il controllo di qualità, i
calibratori e i reagenti usati nella calibrazione, nonché i reagenti impiegati per il test del
bianco reagente.
 Bianco camp. F2: per visualizzare la curva di reazione del bianco campione e i dati di
reazione del controllo selezionato.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-13


5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo 5 CQ

 Regola F3: consente di regolare l'intervallo di visualizzazione dell'assorbanza della


curva di reazione corrente.
 Prec F5: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test precedente.
 Succ F6: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test successivo.
 Stampa F7: per stampare la curva o i dati della reazione corrente.
8 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Aggiunta di commenti QC
1 Cercare i risultati QC desiderati nella schermata Risultati.
2 Scegliere un risultato QC nell'elenco dei risultati.
3 Selezionare Commento F5.
4 Immettere i commenti per il risultato QC selezionato.
È possibile immettere fino a 100 caratteri.
5 Selezionare OK.
Archiviazione dei dati QC
1 Cercare i risultati QC desiderati nella schermata Risultati.
2 Selezionare Archivia F6.
3 Selezionare OK.

5.3.6 Visualizzazione del riepilogo QC


Il riepilogo QC riporta le misurazioni di un controllo per la chimica selezionata nel periodo
specificato. Contiene le medie, le deviazioni standard e i coefficienti di variazione nel periodo e li
confronta con la media e la deviazione standard impostate, consentendo di controllare se il
sistema funziona correttamente.
Per richiamare il riepilogo QC
1 Selezionare QC > Riepilogo.
2 Selezionare Chim F2.
3 Scegliere una chimica da richiamare, quindi selezionare OK.
4 Selezionare l'intervallo delle date nel campo Data QC.
5 Scegliere un controllo nell'elenco a discesa Controllo.
6 Selezionare Cerca F1.
Nella schermata viene visualizzato il riepilogo dei risultati del controllo.

5-14 Manuale dell’operatore BS-240E


5 CQ 5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo

Figure 5.13 Schermata Riepilogo

7 Per stampare il rapporto del riepilogo QC, selezionare Stampa F7.

Manuale dell’operatore BS-240E 5-15


5.3 Visualizzazione dei risultati di controllo 5 CQ

5-16 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma

Questo capitolo descrive le operazioni relative all'analisi dei campioni.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-1


6.1 Gestione di campioni 6 Programma

6.1 Gestione di campioni


Prima di programmare i campioni, è necessario conoscere le coppette campione e il volume
campione del sistema, nonché come caricare e scaricare i campioni.
Tipi di contenitore campione
Il carosello campioni supporta la provetta per la raccolta del sangue, la provetta per la centrifuga,
la provetta in plastica e la Microprovetta, disponibili nelle seguenti specifiche:
 Microprovetta: Φ14×25 mm, 0,5 mL (Beckman); Φ14×25 mm, 2 mL (Beckman); Φ12×37
mm, 2 mL (Hitachi).
 Provette per la raccolta ematica o provette di plastica: Φ 12×68,5 mm, Φ 12×99 mm, Φ
12,7×75 mm, Φ 12,7×100 mm, Φ 13×75 mm, Φ 13×95 mm, Φ 13×100 mm.
Per le prove di sangue intero (centrifugato), possono essere usati solo provette anticoagulanti da
Φ12 × 68,5 mm, Φ12 × 99 mm, Φ12,7 × 75 mm, Φ12,7 × 100 mm, Φ13 × 75 mm, Φ13 × 95 mm,
Φ13 × 100 mm. L'altezza del campione nel tubo non deve essere superiore a 55 mm ed il livello
delle cellule del sangue non deve essere inferiore a 10 mm. Le microcoppette non sono ammesse.
Per garantire le prestazioni cliniche ed evitare il sistema di allarme, sono consigliati le provette
anticoagulanti EDTA.
Volume campione
La quantità di campione richiesta per una misurazione comune è 2-35 μl, con incrementi di 0,1
μl. Un'analisi con campioni insufficienti può condurre a risultati inaccurati.
Se un campione si esaurisce durante l'analisi, il sistema invalida automaticamente tutte le
chimiche incomplete corrispondenti. Prima di eseguire i campioni, assicurarsi che il loro volume
sia sufficiente per l'analisi.
Caricamento di campioni

RISCHIO BIOLOGICO
Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.

Per caricare i campioni


1 Controllare che il campione all'interno della provetta per campioni sia sufficiente per
l'analisi e che l'etichetta del codice a barre sia applicata correttamente.
2 Controllare lo stato del sistema.

 Se lo stato del sistema è In esecuzione, selezionare per richiedere l'interruzione del


campione.
 Se lo stato del sistema è Standby o Incubazione passare al punto successivo.
3 Controllare che il movimento del carosello campioni e della sonda campione si sia
interrotto.
4 Per caricare i campioni, rimuovere il coperchio del carosello campioni.
5 Inserire la provetta per campioni nel porta provette finché il fondo della provetta non entra
in contatto con la scanalatura del contenitore delle provette.
6 Ripetere il punto 5 per caricare altri campioni.
7 Riposizionare il coperchio del carosello campioni.

6-2 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.2 Programmazione ed elaborazione campioni

Scarico di campioni

RISCHIO BIOLOGICO
Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione.

Per caricare i campioni,


1 Controllare che il movimento del carosello campioni e della sonda campione si sia
interrotto.

2 Se lo stato del sistema è In esecuzione, selezionare per richiedere l'interruzione del


campione.
3 Rimuovere il coperchio del carosello campioni.
4 Afferrare la provetta per campioni e tirarla verso l'alto per rimuoverla dal porta provette.
5 Ripetere il punto 4 per caricare altri campioni.
6 Riposizionare il coperchio del carosello campioni.

6.2 Programmazione ed elaborazione campioni


Fatta eccezione per il test di campioni di routine, il sistema fornisce anche le seguenti funzioni
di test:
 Elaborazione dei campioni con LIS
 Elaborazione di campioni con codice a barre
 Programmazione gruppi
 Aggiunta di campioni
 Aggiunta/modifica di test
 Riesecuzione di campioni
 Esecuzione di un bianco campione
 Elaborazione di test di sangue intero

6.2.1 Elaborazione dei campioni con LIS


Quando è collegato con LIS, il sistema permette di ottenere automaticamente e scaricare
manualmente i programmi compione.

Ricezione automatica delle informazioni di programma del campione


Quando il sistema è in stato di Standby o Sospensione, caricare i campioni sul carosello
campioni, quindi selezionare . Il sistema effettua la scansione automatica dei campioni e
richiede all'host LIS di eseguire il download delle informazioni di programma correlate. Dopo
avere associato ai campioni le informazioni di programma scaricate, il sistema avvia l'analisi.

Download manuale dei programmi campione


I campioni con e senza codice a barre si possono essere scaricati l'host LIS. I campioni con
codici a barre possono essere programmati e analizzati automaticamente, mentre i campioni
senza codice a barre devono essere posizionati, prima dell'analisi.
Per scaricare i campioni con codici a barre
1 Selezionare Program. > Campione, selezionare Elenco F5 e quindi Download F7.
2 Scegliere una delle opzioni elencate di seguito:
 Tutti camp. programmati: consente di eseguire il download di tutti i campioni
programmati per il giorno corrente.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-3


6.2 Programmazione ed elaborazione campioni 6 Programma

 Tutti camp. recenti: consente di eseguire il download dei campioni programmati per la
giornata corrente ma che non sono stati scaricati.
 Campioni con ID seguenti: consente di scaricare i campioni con data e ID programma
specificati. Immettere i singoli ID o l'intervallo di ID campione da scaricare.
 Campione con cod barre seguente: consente di eseguire il download del campione con i
codice a barre specificato. Inserire il codice a barre del campione desiderato.
3 Selezionare OK.
4 Confermare le informazioni relative ai campioni e le chimiche/i pannelli selezionati sulla
schermata Elenco camp.
5 Caricare i campioni nelle posizioni vuote del carosello campioni.

6 Selezionare l'icona , impostare le condizioni di test, selezionare la casella di controllo


Codice a barre caros c., e quindi fare clic su OK per avviare l'analisi.
Per scaricare i campioni senza codici a barre
1 Dopo aver scaricato i campioni da LIS, selezionare Elenco F5.
2 Selezionare Non posiz F2 e scegliere Assegna.
3 Selezionare la data di programmazione dei campioni.
4 Digitare il singolo ID campione o l'intervallo ID nel campo ID.
5 Scegliere il carosello campioni sul quale si intende posizionare il campione.
6 Immettere la posizione campione.
Tra le opzioni sono incluse tutte le posizioni disponibili del carosello campioni selezionato.
 Per assegnare la posizione di un singolo campione, immettere il numero di posizione
nella prima casella di modifica.
 Per assegnare posizioni per più campioni, inserire il numero della posizione iniziale
nella prima casella di modifica, quindi il numero della posizione finale nella seconda
casella di modifica. Il sistema assegnerà le posizioni dei campioni in ordine crescente, in
base all'ID campione.
7 Selezionare OK.
8 Caricare i campioni nelle posizioni assegnate sul carosello campioni.

9 Seleziona l'icona , impostare le condizioni di test, quindi fare clic su OK per avviare
l'analisi.

6.2.2 Elaborazione di campioni con codice a barre


I campioni con codice a barre possono essere trattati con o senza LIS.
 Per la lavorazione dei campioni con la LIS, vedere 6.2.1 Elaborazione dei campioni con LIS alla
pagina 6-3.

Se il sistema non è collegato ad un host LIS, è possibile programmare i campioni con codice a
barre mediante il pannello predefinito oppure programmarli manualmente uno alla volta o in
gruppo. Questa sezione descrive due metodi di programmazione manuale dei campioni senza LIS.
 Per l'analisi del campione con il pannello predefinito, vedere 7.7.5 Impostazione ed esecuzione
di pannello predefinito alla pagina 7-29.

Prima dell'elaborazione dei campioni con codici a barre, controllare se sono soddisfatte le
seguenti condizioni:
 Il lettore di codice a barre campione è stato configurato.
 Viene selezionata la casella di controllo Codice a barre caros c nella finestra Codice a barre
campione.

6-4 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.2 Programmazione ed elaborazione campioni

 Lo stato del sistema è Standby o Sospensione


Per elaborare i campioni con codici a barre senza LIS - Metodo 1
1 Programmare manualmente i campioni in base a quanto descritto nella sezione "2.4.1
Programmazione e elaborazione di campioni" (pagina 2-23).
2 Posizionare in sequenza i campioni muniti di codice a barre nel carosello campioni.

3 Selezionare l'icona posizionata nell'angolo superiore destro della schermata


principale.
4 Selezionare il carosello campioni sul quale sono stati caricati i campioni.
5 Selezionare la casella di controllo Codice a barre caros c.
6 Specificare l'intervallo campioni: Tutto o Parziale. Quando si seleziona Parziale, è necessario
specificare un intervallo di posizioni dei campioni per l'analisi.
7 Selezionare OK.
Il sistema scansiona i campioni nel carosello campioni per fare corrispondere le
informazioni di programmazione, quindi avvia l'analisi.
Per elaborare i campioni con codici a barre senza LIS - Metodo 2
1 Programmare manualmente i campioni in base a quanto descritto nella sezione "2.4.1
Programmazione e elaborazione di campioni" (pagina 2-23).
2 Posizionare in sequenza i campioni con codice a barre nel carosello campioni.
Se la funzione di numerazione automatica è attiva, il sistema assegna automaticamente il
numero al campione in base all'ordine in cui viene posizionato. Il numero iniziale
rappresenta il numero disponibile successivo dalla programmazione dell'ultimo campione.
Per la numerazione automatica dei campioni con codici a barre, vedere 8.5 Impostazione
del codice a barre alla pagina 8-18.
3 Selezionare Program > Stato.
4 Selezionare Scans. F5. Viene visualizzata la finestra Scansa.
Figure 6.1 Finestra Scansa.

5 Scegliere l'intervallo di scansione.


 Tutte le posizioni: per eseguire la scansione di tutte le posizioni nel carosello campioni.
 Posizioni specificate: per eseguire la scansione delle posizioni specificate nel carosello
campioni. Immettere le posizioni di scansione iniziale e finale.
6 Selezionare OK.

7 Selezionare l'icona , impostare le condizioni di test, quindi fare clic su OK per avviare
l'analisi.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-5


6.2 Programmazione ed elaborazione campioni 6 Programma

6.2.3 Programmazione gruppi


Per i campioni programmati in gruppo, tutte i dettagli del programma, come le informazioni
campione, le chimiche e i dati anagrafici del paziente, tranne la posizione, l'ID e il codice a barre,
sono identiche.
Per programmazione di campioni
1 Selezionare Program - Campione.
2 Immettere l'ID campione del primo campione.
3 Immettere la posizione iniziale in cui collocare i campioni.
4 Impostare le informazioni del campione, tra cui: Proprietà STAT, tipo di campione,
commento e l'ID del paziente.
5 Scegliere le chimiche desiderate.
6 Per impostare dati anagrafici del paziente, selezionare Demog F1.
7 Per impostare le repliche e i fattori di diluizione, selezionare Opzioni F2.
8 Selezionare Gruppo F3.
Figure 6.2 Finestra Programma gruppo

8 Immettere l'ID campione dell'ultimo campione.


9 Selezionare OK.

10 Selezionare l'icona , impostare le condizioni di test, quindi fare clic su OK per avviare
l'analisi.

6.2.4 Aggiunta di campioni


È possibile aggiungere campioni di routine e campioni STAT in qualsiasi momento, e testarli
nello stesso modo come nei test di routine. È inoltre possibile aggiungere e analizzare calibratori
e controlli nello stesso modo.

RISCHIO BIOLOGICO
La manipolazione inappropriata dei campioni può causare infezioni biologiche. Non toccare i campioni
direttamente con le mani. Indossare guanti e camice e, se necessario, occhiali di protezione. Nel caso di
contatto dei campioni con la pelle, seguire le procedure standard di laboratorio per la sicurezza e rivolgersi a un
medico.

ATTENZIONE
Non utilizzare campioni scaduti; in caso contrario, si possono ottenere risultati di analisi non affidabili.
Per aggiungere i campioni in stato Esecuzione
1 Aggiungere nuovi campioni in base a quanto descritto nella sezione 2.4.1 Programmazione
e elaborazione di campioni (pagina 2-23).

6-6 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.2 Programmazione ed elaborazione campioni

2 Selezionare l'icona posizionata nell'angolo superiore destro della schermata


principale.
3 Quando lo stato del sistema diventa Sospeso, posizionare i campioni aggiunti sulle posizioni

assegnate del carosello campioni, e quindi selezionare .


° Se i campioni sono sul carosello campioni corrente, fare clic su OK per avviare il test.
° In caso contrario, è necessario specificare il carosello campioni e la posizione per
avviare l'analisi.
Per aggiungere campioni in altri stati del sistema
1 Aggiungere nuovi campioni in base a quanto descritto nella sezione 2.4.1 Programmazione
e elaborazione di campioni (pagina 2-23).
2 Collocare i campioni aggiunti nelle posizioni assegnate del carosello campioni.

3 Selezionare l'icona , impostare le condizioni di test, quindi fare clic su OK per avviare
l'analisi.

6.2.5 Aggiunta/modifica di chimiche


Le chimiche possono essere aggiunte o rimosse indipendentemente dallo stato in cui si trova un
campione.
Per aggiungere/modificare le chimiche
1 Selezionare Program - Campione.
2 Immettere l'ID campione e premere Immetti.
Nella schermata vengono visualizzate le informazioni di programmazione del campione.
3 Deselezionare le chimiche da non eseguire, quindi selezionare le chimiche da eseguire.
4 Deselezionare i pannelli da non eseguire, quindi selezionare i pannelli da eseguire.
5 Selezionare Salva F8.
° Se il sistema sta eseguendo dei test, analizza automaticamente le chimiche e i pannelli
aggiunti.

° Se il sistema è in stato Standby, selezionare l'icona , impostare le condizioni di test,


quindi fare clic su OK per avviare l'analisi.

6.2.6 Riesecuzione di campioni


Il sistema fornisce le opzioni di riesecuzione manuale e automatica, per eseguire nuovamente i
campioni che hanno risultati anormali o sono risultati fuori dall'intervallo di linearità o
intervallo critico impostato.
Eseguire la riesecuzione manuale nelle seguenti schermate:
 finestra Program > Campione > Elenco: eseguire nuovamente i campioni singoli o in lotto
 schermata Risultato > Corrente o Cronologia: eseguire nuovamente per campione o per
biochimica
Eseguire la riesecuzione automatica nelle seguenti schermate:
 finestra Utilità > Chimiche > Riferimento/Intervallo critico: eseguire nuovamente il test
ISE
 schermata Utilità > Impostazione sistema> Impostazione riesecuzione automatica:
eseguire nuovamente la biochimica

Manuale dell’operatore BS-240E 6-7


6.2 Programmazione ed elaborazione campioni 6 Programma

Riesecuzione manuale nella finestra Elenco


La finestra Elenco > Riesec. consente di rieseguire manualmente campioni singoli o multipli
negli stati Completo, Incompleto, Riesecuzione o In corso.
Durante la riesecuzione di campioni, è possibile modificare il tipo di coppetta campione, la
posizione del campione, la funzione STAT e le chimiche. Dopo il completamento, una chimica
può essere rieseguita con volume campione, repliche e fattore di prediluizione modificati. L'ID
campione, il codice a barre, il tipo di campione e l'ora di raccolta dei campioni in riesecuzione
non devono essere modificati.
Per eseguire nuovamente un campione singolo
1 Selezionare Program > Campione e selezionare Elenco F5.
2 Selezionare Riesec. F4.
Figure 6.3 Finestra Riesec.

3 Immettere l'ID o il codice a barre del campione da rieseguire oppure immettere il codice a
barre del campione.
4 Fare clic su Seleziona.
Figure 6.4 Finestra Rieseg camp.

5 Modificare le seguenti informazioni:


° Posizione: modificare il numero del carosello e la posizione del campione.
° STAT: selezionare o deselezionare la casella di controllo STAT.
° Commento: scegliere o immettere un commento del campione.
° Chimica e pannello: cambia chimiche e pannelli.
° modificare il numero di repliche e i fattori di prediluizione per il campione o per una
chimica, quindi modificare il tipo di coppetta campione.

6-8 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.2 Programmazione ed elaborazione campioni

6 Selezionare Salva F8.


7 Selezionare Esci F7.
8 Dopo aver confermato tutti i dati relativi alla riesecuzione, caricare i campioni nelle
posizioni assegnate, quindi selezionare per avviare l'analisi.
° Se il campione è sul carosello campioni corrente, viene analizzato automaticamente.
° In caso contrario, è necessario specificare il carosello campioni e la posizione per
avviare l'analisi.
Per eseguire nuovamente i campioni in lotto
1 Selezionare Program > Campione e selezionare Elenco F5.
2 Selezionare Riesec. F4.
3 Immettere l'ID campione o l'intervallo da rieseguire.
Separare i campioni singoli con una virgola, ad es. 5, 7, 9; collegare i campioni continui con
un trattino, ad es. 1-3.
4 Selezionare Gruppo.
Figure 6.5 Finestra Rieseg gruppo

5 Scegliere le chimiche per la riesecuzione dei campioni.


L'elenco include tutte le chimiche che sono state attivate e configurate. Le chimiche
selezionate vengono richieste per la riesecuzione dei campioni.
6 Selezionare OK.
7 Dopo aver confermato tutti i dati relativi alla riesecuzione, caricare i campioni nelle
posizioni assegnate, quindi selezionare per avviare l'analisi.
° Se i campioni sono sul carosello campioni corrente, vengono analizzati
automaticamente.
° In caso contrario, è necessario specificare il carosello campioni e la posizione per
avviare l'analisi.

Riesecuzione manuale nelle schermate Corrente o Cronologia


Con il pulsante Riesec. F5 nella schermata Corrente o Cronologia, è possibile eseguire
nuovamente i campioni in stato Completo o Incompleto, che hanno finito i test. È possibile
eseguire di nuovo più chimiche per campione o per chimica.
Per rieseguire le chimiche per campione
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia, e scegliere l'opzione Per campione.
2 Cercare i risultati campione desiderati.
3 Scegliere il campione e le chimiche che si desidera rieseguire.
4 Selezionare Riesec F5.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-9


6.2 Programmazione ed elaborazione campioni 6 Programma

Figure 6.6 Finestra Riesec.

5 Modificare le seguenti informazioni campione per tutte le chimiche:


° Carousel N. e la posizione
° Volume del campione (2-35)
° Coppetta campione
° Fattore di diluizione off-line (2-9999)
° Fattore di prediluizione (4-100)
° Bianco campione
6 Modificare le seguenti informazioni per ogni chimica:
° Volume del campione (2-35)
° Fattore di prediluizione (4-100)
° Bianco campione
° Pretrattamento
7 Selezionare Salva.

8 Caricare i campioni nelle posizioni assegnate, quindi selezionare per avviare l'analisi.
° Se il campione è sul carosello campioni corrente, viene analizzato automaticamente.
° In caso contrario, è necessario specificare il carosello campioni e la posizione per
avviare l'analisi.
Per eseguire nuovamente i campioni per chimica
1 Selezionare Risultato > Risultati correnti o Risultati cronologici e scegliere l'opzione Per
chimica.
2 Cercare i risultati campione desiderati.
3 Scegliere la chimica e i campioni che si desiderano rieseguire.
4 Selezionare Riesec F5.

6-10 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.2 Programmazione ed elaborazione campioni

Figure 6.7 Finestra Riesec.

5 Per eseguire bianco del campione per tutti i campioni, selezionare la casella di controllo
Bianco camp.
6 Modificare le seguenti informazioni per ogni campione:
° Volume del campione (2-35)
° Fattore di prediluizione (4-100)
° Fattore di diluizione off-line (2-9999)
° Bianco campione
° Pretrattamento
7 Selezionare OK.

8 Caricare i campioni nelle posizioni assegnate, quindi selezionare per avviare l'analisi.
° Se i campioni sono sul carosello campioni corrente, vengono analizzati
automaticamente.
° In caso contrario, è necessario specificare il carosello campioni e la posizione per
avviare l'analisi.

Riesecuzione automatica della chimica ISE basata sull'intervallo critico


La funzione di riesecuzione automatica può essere abilitata nella finestra Interv.
riferimento/critico. Una volta attivata la riesecuzione automatica, il sistema controlla se il
risultato ISE non rientra nell'intervallo critico e, in tal caso, riesegue il campione.
Per eseguire riesecuzione del test ISE
1 Selezionare Utilità > Chimiche, e selezionare Inter. rif F4.
2 Selezionare ISE dall'elenco a discesa Chimica.
3 Impostare l'intervallo critico, cosìcome tipo di campione, il sesso del paziente e la fascia di
età
4 Contrassegnare con un segno di spunta la casella di controllo Riesec. auto.
5 Selezionare Salva F7 per salvare le impostazioni.
6 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.
Il sistema riesegue il campione se il risultato del test ISE non rientra nell'intervallo critico.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-11


6.2 Programmazione ed elaborazione campioni 6 Programma

Riesecuzione delle biochimiche in caso di conformità alle condizioni di riesecuzione automatica


La funzione di riesecuzione automatica può essere abilitata anche nella finestra
Definisci/Modifica chimiche. Una volta attivata la riesecuzione automatica, il sistema verifica se
le condizioni di riesecuzione sono soddisfatte e, in caso affermativo, esegue nuovamente l'analisi
del campione.
Per attivare la replica automatica e impostare i parametri di rilevamento errore
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Scegliere la chimica desiderati e selezionare Definisci F1.
3 Contrassegnare con un segno di spunta la casella di controllo Riesec. auto.
4 Selezionare il tasto freccia giù per visualizzare la pagina di impostazione dei parametri di
rilevamento degli errori.
5 Impostare i seguenti parametri:
° Intervallo di linearità (per volumi standard, diminuito e aumentato)
° Lim. linearità
° Limite di esaurimento del substrato
° Assorbanza del bianco miscelato
° Assorbanza del bianco R1
° Risp. bianco
° Parametri di controllo Prozona (Q1-Q4, PC, ABS)
6 Selezionare Salva F7 per salvare le impostazioni.
7 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Per impostare l'intervallo critico
1 Selezionare Utilità > Chimiche, e selezionare Inter. rif F4.
2 Selezionare la biochimica desiderata dall'elenco a discesa Chimica.
3 Impostare l'intervallo critico, cosìcome tipo di campione, il sesso del paziente e la fascia di
età
4 Selezionare Salva F7 per salvare le impostazioni.
5 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.
Impostare le condizioni di riesecuzione automatica.
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Fare clic sui pulsanti freccia per visualizzare la schermata di configurazione riesecuzione
automatica.
3 Selezionare la casella di controllo di fronte alle condizioni desiderate, scegliere un volume
del campione per la riesecuzione dall'elenco a discesa.
4 Fare clic su Salva F8.
Il sistema riesegue i campioni con il tipo di volume impostato se il risultato del test soddisfa
le condizioni

Visualizzazione dei risultati di riesecuzione


I risultati di riesecuzione di un campione vengono presentati nella finestra Richiama ris.
riesec., che consente di richiamare tutti i risultati di riesecuzione. È possibile impostare il
risultato di una riesecuzione come il default di una chimica.
Per richiamare i risultati della riesecuzione.
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Cercare i risultati campione desiderati.

6-12 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.2 Programmazione ed elaborazione campioni

3 Scegliere un campione, quindi una chimica da richiamare.


4 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Richiama ris. riesec. Viene visualizzata la finestra
Richiamaris. riesec.
Nella schermata vengono mostrate le informazioni relative al campione e tutti i risultati di
riesecuzione della chimica.
Figure 6.8 Finestra Richiama ris. riesec

5 L'ultimo risultato di riesecuzione è quello predefinito. Per modificare il risultato predefinito,


sceglierne uno, quindi selezionare Imp. predef.
La colonna Predef. del risultato mostra una S, che significa Sì.
6 Selezionare Esci per uscire dalla finestra.

6.2.7 Bianco campione


Il bianco campione è simile all'analisi dei campioni, tranne per il fatto che viene utilizzata una
quantità equivalente di soluzione fisiologica. Si tratta di una procedura utilizzata per
l'eliminazione di reazioni di non cromogenesi quali l'influenza delle interferenze del campione
(emolisi, ittero e lipemia) sulle letture dell'assorbanza. Il bianco campione è valido solo per le
chimiche endpoint a reagente singolo.
Per eseguire il bianco campione
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Scegliere una chimica.
3 Selezionare Definisci F1.
4 Contrassegnare con un segno di spunta la casella di controllo Bianco camp.
5 Selezionare Salva F7.
6 Selezionare Chiudi F8.
Il sistema esegue il bianco campione durante l'esecuzione di calibratori, controlli e
campioni per la chimica.
Per richiamare la curva di reazione del bianco campione
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Cercare i risultati campione desiderati.
3 Scegliere un campione, quindi una chimica da richiamare.
4 Selezionare Curva reaz F4.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-13


6.2 Programmazione ed elaborazione campioni 6 Programma

5 Selezionare Bianco camp. F2.


6 Scegliere la scheda Dati reazione per visualizzare i dati della reazione.
7 Per stampare la curva di reazione o i dati di reazione, selezionare Stampa F7.
8 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

6.2.8 Test di sangue intero


Il sistema supporta il test del sangue intero pretrattando il campione del paziente, il controllo e il
calibratore prima del test. Le chimiche eseguite con sangue intero sono simili ad altre
biochimiche di routine nell'impostazione dei parametri, nell'impostazione della calibrazione e
nel caricamento dei reagenti, tranne il fatto che il reagente pretrattato va impostato e caricato.
 Per l'impostazione del pretrattamento, vedere 7.2.3Limiti di rilevamento errori (pagina 7-10).
 Per istruzioni sul caricamento del reagente di pretrattamento, vedere Caricamento di reagenti di
pretrattamento (pagina 2-16).

Per il test di campione di sangue intero (centrifugato), i parametri possono essere impostati
sulla schermata dei parametri chimici o sulla finestra delle opzioni di chimica e sulla finestra di
riesecuzione. Nella schermata per i parametri chimici, una volta selezionato il pretrattamento del
campione, tutti i test di questa chimica eseguiranno il pretrattamento. È possibile attivare o
disattivare il pretrattamento nella finestra delle opzioni di chimica o nella finestra di riesecuzione
in modo che il campione pretrattato manualmente possa essere testato.
Preparazione del campione
Collocare il campione di sangue intero centrifugato (2000 rpm, 5 min) nelle posizioni campione.

NOTA
Per i test con pretrattamento delle cellule del sangue, si prega di preparare il campione di sangue intero
centrifugato. Per le prove di sangue intero, possono essere usati solo provette anticoagulanti da Φ12 × 68,5
mm, Φ12 × 99 mm, Φ12,7 × 75 mm, Φ12,7 × 100 mm, Φ13 × 75 mm, Φ13 × 95 mm, Φ13 × 100 mm. L'altezza
del campione nel tubo non deve essere superiore a 55 mm ed il livello delle cellule del sangue non deve essere
inferiore a 10 mm. Le microcoppette non sono ammesse. Per garantire le prestazioni cliniche ed evitare il
sistema di allarme, sono consigliati le provette anticoagulanti EDTA.
Se è necessario il pretrattamento manuale a causa di risultati dei test anomali, si prega di deselezionare
l'opzione di pretrattamento nella finestra delle opzioni di chimica e nella finestra di riesecuzione.

Seguire i passaggi seguenti per eseguire i test campione di sangue intero:

1 Selezionare Utilità > Chimiche.


2 Selezionare una chimica.
3 Selezionare Definisci F1.
4 Selezionare il pretrattamento dei campioni e il pretrattamento comune o il trattamento
delle cellule del sangue.
5 Immettere Vol campione trattato e Vol reagente trattato.
6 Selezionare Salva F7.
7 Selezionare Esci F8.
Controllare se il reagente e il reagente di pretrattamento sono stati caricati e il reagente è
stato calibrato.
8 Selezionare Program - Campione.
9 Immettere le seguenti informazioni di campione:
° ID
° Posiz.

6-14 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.3 Indice sierico

° STAT
° Tipo di campione:
° Commento
° Chimica e pannello
10 Selezionare le opzioni della chimica:
° Volume campione
° Coppetta campione
° Repliche
° Diluiz. offline
° Prediluizione
° Bianco campione
° Pretrattamento
11 Selezionare Salva F8.

12 Fare clic su .

6.3 Indice sierico


6.3.1 Introduzione
L'indice sierico rappresenta il grado di emolisi, ittero e lipemia contenuto nel campione di siero.
Solitamente viene utilizzato nei sieri e può influenzare i risultati dei test dal punto di vista fisico
o chimico.
La funzione dell'indice sierico viene utilizzata per analizzare le sostanze interferenti nei
campioni, aiutando il personale clinico a valutare i risultati dei test.

6.3.2 Teoria dell'indice sierico


Figure 6.9 Spettro di assorbimento delle sostanze interferenti nei campioni di siero

(1)

(2)

(3)

La figura precedente mostra lo spettro di assorbimento delle sostanze interferenti nei campioni
di siero. (1) si riferisce a lipemia, (2) si riferisce a emolisi e (3) si riferisce a ittero.
Le tre sostanze interferenti sono sensibili alla lunghezza d'onda e presentano spettri di
assorbimento complessi. Non possono essere rimosse completamente tramite misurazioni a
doppia lunghezza d'onda. La funzione dell'indice sierico è utilizzabile per analizzare le sostanze
interferenti nei campioni, aiutando il personale clinico a valutare i risultati dei test.
Vengono scelte sei lunghezze d'onda per determinare l'indice sierico. Le equazioni dell'indice
sierico sono indicate di seguito:

Manuale dell’operatore BS-240E 6-15


6.3 Indice sierico 6 Programma

 Lipemia: lunghezza d'onda primaria di 660, lunghezza d'onda secondaria di 700.


AL  A660  A700 , indice di lipemia: L  1 / C  AL
 Emolisi: lunghezza d'onda primaria di 570, lunghezza d'onda secondaria di 605.
AH  A570  A605 , hemolysis index: H  1 / A  ( AH  B  AL )
 Ittero: lunghezza d'onda primaria di 450, lunghezza d'onda secondaria di 505.
AI  A450  A505 , indice di ittero: I  1 / D  [ AI  E  ( AH  B  AL )  F  AL ]
Dove,
 B e F: sono determinati dallo spettro di assorbimento della lipemia.

 E: è determinato dallo spettro di assorbimento dell'emolisi.


 C: è determinato solo dalla lipemia.
 A: è determinato solo dall'emolisi.
 D: è determinato solo dall'ittero.

6.3.3 Impostazione dell'indice sierico


L'indice sierico include lipemia (L), emolisi (H) e ittero (I) ed è abbreviato comunemente con IS.
Il nome della chimica, il volume del campione e il volume del reagente di IS vengono definiti dal
produttore e non possono essere modificati dagli utenti. Non è possibile eliminare la chimica IS.
Non è consentito definire i nomi stampa e i contrassegni dei risultati qualitativi per la chimica.

Definizione del nome stampa


1 Selezionare Utilità-Chimiche.
2 Selezionare la chimica SI.
3 Selezionare Definisci F1.
Figure 6.10 Finestra In.siero

4 Immettere il nome di stampa di lipemia in Nome stamp dell’area Lipemia. È possibile


immettere fino a 15 caratteri.
L'indice di lipemia viene visualizzato come il nome stampa nei rapporti dei pazienti e come
"SI" negli altri rapporti.
5 Ripetere il punto 4 per definire i nomi stampa per emolisi e ittero.

6-16 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.3 Indice sierico

6 Selezionare Salva F7.


7 Selezionare Chiudi F8.

Definizione dei contrassegni dei risultati qualitativi


L'opzione per l'analisi qualitativa, quando abilitata, analizza ogni campione per il rilevamento di
lipemia, emolisi e ittero e calcola i valori numerici dell'indice. Se il volume delle sostanze
interferenti contenute nel campione è al di fuori dell'intervallo definito, si procederà ad apporre
un contrassegno sul rapporto paziente.
Il sistema supporta 6 intervalli e contrassegni per ciascuna sostanza interferente.

1 Selezionare Utilità-Chimiche.
2 Selezionare la chimica SI.
3 Selezionare Definisci F1.
4 Selezionare la casella di controllo Usa risult. qualitat. nell’area Lipemia.
I campi Intervallo e Flag sottostanti sono attivati per la modifica.
5 Immettere l'intervallo di rilevamento nella prima casella di modifica del campo Intervallo,
quindi immettere un contrassegno nella prima casella di modifica del campo Flag.
Ad esempio, immettere "10" nella prima casella di modifica del campo Intervallo
nell'areaLipemia, quindi immettere "+" nel campo Flag della stessa riga. Se il volume di
lipemia (L1) contenuto in un campione è inferiore a 10, il segno "+" viene aggiunto al
risultato nel rapporto del paziente. Immettere "20" nella seconda casella di modifica sotto
l'icona Intervallo e "+-" nella seconda casella di modifica sotto l'icona Flag. Se il volume di
lipemia (L2) è superiore a 10 e inferiore a 20, il risultato viene contrassegnato con il segno
"+-". Il ciclo continua. Se il risultato è superiore a L5, i sei contrassegni vengono visualizzati
nel rapporto del paziente.
6 Ripetere i punti 4 e 5 per definire gli intervalli e i contrassegni per emolisi e ittero.
7 Selezionare Salva F7.
8 Selezionare Chiudi F8.

6.3.4 Indice siero auto


Se la funzione Indice siero auto è abilitata, il sistema selezionerà automaticamente l'opzione
Chimiche IS per i campioni di siero o plasma. Questa opzione viene selezionata
automaticamente anche quando l'utente programma i campioni di routine manualmente o
mediante l'host LIS, oppure nel caso in cui programmi campioni STAT o campioni di routine
mediante i pannelli predefiniti.
Quando si programmano campioni con Indice siero auto, è necessario selezionare almeno una
chimica diversa da IS.

1 Selezionare Utilità-Impostazione sistema.


2 Selezionare la casella di controllo Indice siero auto.
3 Selezionare Salva F8.

6.3.5 Esecuzione di chimiche IS


La chimica IS è applicabile solo ai campioni di siero o plasma (di routine e STAT), non ai controlli
o ai calibratori. Per eseguire la chimica IS, scegliere la chimica IS durante la programmazione dei
campioni. Verrà analizzata insieme ad altre chimiche.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-17


6.4 Funzioni estese 6 Programma

6.4 Funzioni estese


Questa sezione descrive le altre funzioni relative all'analisi di campioni.

6.4.1 Cancellazione dei campioni


La funzione Canc. campioni viene utilizzata per eliminare campioni programmati che non sono
stati analizzati. Possono essere eliminati uno o più campioni contemporaneamente. Quando
vengono cancellati i campioni, le informazioni relative vengono rimosse completamente; l'ID
campione, la posizione e il codice a barre possono essere utilizzati per la programmazione di
altri campioni. La cancellazione dei campioni viene registrata nei log di modifica.
Per cancellare i campioni,
1 Selezionare Program - Campione.
2 Selezionare Canc F4. Viene visualizzata la finestra Canc. campioni.
Figure 6.11 Finestra Canc. campioni

3 Selezionare i campioni da cancellare.


 Campione attuale: immettere l'ID campione nella schermata Campione.
 Campioni con ID seguenti: immettere l'intervallo di ID campione nel campo ID camp.
Sono consentiti ID campione singoli e intervalli campione.
4 Selezionare OK.
I campioni selezionati vengono cancellati insieme alle relative informazioni di
programmazione.

6.4.2 Visualizzazione di elenchi di campioni e chimiche


L'opzione Elenco consente di visualizzare, cercare e stampare tutti i campioni non completati,
nonché assegnare posizioni ai campioni non posizionati. Inoltre è possibile visualizzare lo stato
della calibrazione delle chimiche richieste, lo stato del reagente, i test rimanenti e il numero delle
richieste.
La finestra Elenco include pagine con due schede: Elenco di campioni e Elenco di chimiche.

Elenco campioni
L'elenco dei campioni mostra tutti i pazienti e i campioni di controllo che sono stati programmati
ma non ancora analizzati. Nella schermata Elenco camp, è possibile cercare i campioni,
assegnare una posizione per i campioni non posizionati, scaricare le informazioni sui
programmi dal LIS, riesecuzione dei test, e stampare l'elenco dei campioni.
 Per l'assegnazione della posizione dei campioni non posizionati, vedere 6.4.3 Visualizzazione di
campioni non posizionati alla pagina 6-20.
 Per scaricare le informazioni sui programmi da LIS, vedere 6.2.1 Elaborazione dei campioni con
LIS alla pagina 6-3.

6-18 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.4 Funzioni estese

 Per la riesecuzione manuale, fare riferimento a Riesecuzione manuale nella finestra Elenco
(pagina 6-8).

Visualizzazione di campioni programmati


1 Selezionare Program - Campione.
2 Selezionare Elenco F5.
Figure 6.12 Pagina della scheda Elenco camp

3 Spostare la barra di scorrimento per visualizzare più campioni.


4 Per stampare l'elenco dei campioni, selezionare Stampa F7.
5 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.
Ricerca di campioni in base a data di programmazione, stato del campione o ID
1 Selezionare Cerca F1 nella pagina della scheda Elenco camp.
Figure 6.13 Finestra Cerca

2 Immettere le condizioni:
° Selezionare la data di programmazione dei campioni da cercare; e/o
° Selezionare uno stato del campione disponibile in Tutti, Program, In corso, Incompleto,
Completo e Riesegui e/o
° Immettere il singolo ID campione o l'intervallo ID nel campo ID camp..
3 Selezionare OK. Tutti i campioni che soddisfano le condizioni vengono visualizzati sullo
schermo.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-19


6.4 Funzioni estese 6 Programma

Ricerca di un campione con codice a barre


1 Selezionare Cerca F1 nella pagina della scheda Elenco camp.
2 Digitare il codice a barre del campione da cercare.
3 Selezionare OK. Nella schermata viene visualizzato il campione corrispondente.

Elenco chimica
L’elenco delle chimiche fornisce un riepilogo delle chimiche richieste nel giorno corrente o
richieste in precedenza ma non ancora completate. Nella schermata Elenco Chimiche, è
possibile scaricare le informazioni sui programmi dall'host LIS e rieseguire i test.
 Per scaricare le informazioni sui programmi da LIS, vedere 6.2.1 Elaborazione dei campioni con
LIS alla pagina 6-3.
 Per la riesecuzione manuale, fare riferimento a Riesecuzione manuale nella finestra Elenco
(pagina 6-8).
Per visualizzare l'elenco delle chimiche
1 Selezionare Program - Campione.
2 Selezionare Elenco F5.
3 Selezionare la scheda Elenco chimiche.
Figure 6.14 Pagina della scheda Elenco chimiche

4 Spostare la barra di scorrimento per visualizzare più chimiche.


5 Per stampare l'elenco delle chimiche, selezionare Stampa F7.
6 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

6.4.3 Visualizzazione di campioni non posizionati


I campioni non posizionati sono i campioni:
 scaricati dall'host LIS e ai quali non è ancora stata assegnata una posizione. Questi campioni
non possono essere programmati per l'analisi finché non vengono assegnati a posizioni. Se il
sistema è dotato di un lettore di codici a barre campione, è possibile analizzare i campioni
immediatamente, senza assegnarli a posizioni.
 che si trovano nello stato Incompleto quando le loro posizioni vengono utilizzate per la
programmazione di nuovi campioni.
 che sono incompleti quando le loro posizioni vengono liberate.

6-20 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.4 Funzioni estese

Una volta posizionati, i campioni vengono rimossi dall'elenco dei campioni non posizionati.
Visualizzazione di campioni non posizionati
1 Selezionare Program - Campione.
2 Selezionare Elenco F5.
3 Selezionare Non posiz F2.
Figure 6.15 Finestra Campioni non posiz

4 Spostare la barra di scorrimento per visualizzare più campioni.


Per assegnare le posizioni ed eseguire i test
1 Selezionare Assegna nella finestra Campioni Non posiz.
Figure 6.16 Assegnazione di posizioni

2 Selezionare la data di programmazione dei campioni per assegnare la posizione.


3 Digitare l'ID campione o l'intervallo nel campo ID.
4 Scegliere il carosello campioni sul quale si intende posizionare il campione.
5 Immettere le posizioni nel campo Pos.
° Per assegnare la posizione di un singolo campione, immettere il numero di posizione
nella prima casella di modifica.
° Per assegnare posizioni per più campioni, inserire il numero della posizione iniziale
nella prima casella di modifica, quindi il numero della posizione finale nella seconda
casella di modifica. Il sistema assegnerà le posizioni dei campioni in ordine crescente, in
base all'ID campione.
6 Selezionare OK.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-21


6.4 Funzioni estese 6 Programma

7 Selezionare l'icona , impostare le condizioni di test, quindi fare clic su OK per avviare
l'analisi.

6.4.4 Rilascio della posizioni dei campioni


Quando un campione viene analizzato, la posizione non può essere utilizzata per la
programmazione di un nuovo campione finché non viene rilasciata. Il sistema fornisce l'opzione
di rilascio manuale e automatico dei campioni.
Nella schermata Program > Stato è disponibile la funzione per il rilascio della posizione del
campione, che consente di rilasciare la posizione selezionata o tutte le posizioni nel carosello
campioni corrente in cui non sono in esecuzione test. Possono essere rilasciati solo i campioni
dei pazienti e non i controlli, i calibratori, la soluzione di lavaggio ISE e la soluzione fisiologica.
Le posizioni del campione possono essere rilasciate automaticamente ogni giorno nell'ora
specificata.
Anche se la posizione di un campione viene liberata, è comunque possibile richiamare i risultati
e le informazioni di programmazione relativi al campione.
Per rilasciare manualmente le posizioni del campione
1 Selezionare Program > Stato.
2 Scegliere un carosello campioni per rilasciare i campioni.
3 Selezionare Rilascia F3.
Figure 6.17 Finestra Posizioni rilasc.

4 Scegliere l'intervallo campioni:


° Posizioni seguenti: immettere la posizione del singolo campione o l'intervallo di
posizioni nella casella di modifica.
° Tutte le posizioni: per rilasciare tutte le posizioni del carosello campioni.
5 Selezionare OK.
Per rilasciare automaticamente i campioni
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare Rilascio auto camp.
4 Selezionare il tempo di rilascio automatico dei campioni del paziente nel campo Tempo
rilasc autom.
Immettere un numero intero compreso tra 00 e 23. Il valore predefinito è 00.
5 Selezionare OK.
Alla scadenza del tempo specificato, il sistema rilascia automaticamente tutte le posizioni
dei campioni che si trovano nello stato Completo.

6-22 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.4 Funzioni estese

6.4.5 Visualizzazione di log campioni


Nella schermata Log campioni vengono riportati i controlli e i campioni dei pazienti che non
sono stati completati entro le ultime 24 ore per determinati motivi. È necessario rieseguire i
campioni o effettuare altre azioni per i controlli e i campioni.
Per visualizzare i log campioni
1 Selezionare Program > Stato.
2 Selezionare Log F2.
Figure 6.18 Finestra Log campioni

3 Per stampare i log dei campioni, selezionare Stampa F7.


4 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

6.4.6 Personalizzazione dei dati sui campioni


Il sistema include l'opzione Info L’opzione cmp pers consente di specificare i dati sui campioni
da visualizzare nella schermata Campione.
Per personalizzare i dati sui campioni
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare Info cmp pers.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-23


6.4 Funzioni estese 6 Programma

Figure 6.19 Finestra "Personalizza info campione"

4 Individuare i dati sui campioni desiderati e selezionare la casella di controllo Personalizza


corrispondente.
Fare nuovamente clic sulla casella di controllo per deselezionarla.
5 Selezionare Salva.
6 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

6.4.7 Personalizzazione della demografia paziente


È possibile specificare la demografia paziente da visualizzare, il relativo valore predefinito e
l'ordine di visualizzazione nella schermata Demografia paziente.
Per personalizzare la demografia paziente.
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare Demografia paziente.

6-24 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.4 Funzioni estese

Figure 6.20 Dati anagrafici del paziente

4 Selezionare le informazioni desiderate e il valore predefinito, quindi fare clic su Aggiungi.


5 Selezionare le informazioni desiderate e fare clic su Elimina per eliminarle dall'elenco dei
dati anagrafici.
6 Selezionare i pulsanti Su, Giù, P. iniziale e Fine per regolare l'ordine di visualizzazione dei
dati anagrafici del paziente.
7 Selezionare OK per salvare le impostazioni.
8 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

6.4.8 Ottimizzazione della visualizzazione dei risultati


A causa della bassa sensibilità di alcuni reagenti, i campioni a bassa concentrazione potrebbero
produrre risultati pari a 0 o negativi oppure potrebbero non essere rappresentati
accuratamente dai risultati al di fuori dell'intervallo di linearità. Per esprimere correttamente la
concentrazione dei campioni, è possibile utilizzare l'opzione Ottimizza visual. risultati, che
consente di personalizzare i risultati.
Table 6.1 Ottimizzazione della visualizzazione dei risultati
Quando il risultato del test.. Visualizzato come ...
Supera il limite inferiore dell'intervallo < limite inferiore dell'intervallo di linearità
di linearità
Supera il limite superiore dell'intervallo > limite superiore dell'intervallo di linearità
di linearità
inferiore alla concentrazione del < La concentrazione del calibratore a
calibratore a concentrazione minima concentrazione minima
inferiore alla concentrazione del < La concentrazione del calibratore a
calibratore a concentrazione massima concentrazione massima
inferiore sia al limite inferiore < Massimo dei due valori
dell'intervallo di linearità e alla
concentrazione del calibratore a
concentrazione minima

Manuale dell’operatore BS-240E 6-25


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

superiore sia al limite superiore > Minimo dei due valori


dell'intervallo di linearità e alla
concentrazione del calibratore a
concentrazione massima

L'ottimizzazione dei risultati non influisce sulla memorizzazione, la trasmissione e


l'archiviazione dei risultati. Solo gli utenti che dispongono delle autorizzazioni per
l'impostazione del sistema possono ottimizzare la visualizzazione dei risultati.
Per ottimizza vista risultati
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare Ottimizza vista risult..
Figure 6.21 Finestra "Ottimizza visual. risultati"

4 Individuare la chimica desiderata e selezionare le caselle di controllo Basso e Alto


corrispondenti.
5 Per ottimizzare la visualizzazione dei risultati di tutte le chimiche, selezionare Seleziona
tutto.
6 Per cancellare tutte le impostazioni, selezionare Cancella.
7 Selezionare Salva.
8 Selezionare Annulla per chiudere la finestra.

6.5 Visualizzazione di risultati


L'opzione Richiama risult consente di richiamare e gestire campioni di routine, campioni STAT
e controlli nella schermata Risultati correnti o Risultati cronologici. I risultati correnti
includono quelli programmati e analizzati nel giorno corrente; i risultati cronologici sono quelli
programmati e analizzati prima del giorno corrente. Tutti i risultati possono essere richiamati
per campione o per chimica.
Tranne l'opzione Ricalcola per i risultati attuali, le altre operazioni sono applicabili sia ai
risultati attuali che a quelli cronologici.

6-26 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

6.5.1 Visualizzazione di risultati correnti


La schermata Corrente mostra tutti i campioni e i controlli programmati e analizzati nel giorno
corrente. È possibile cercare i risultati attuali per informazioni sui campioni e per dati anagrafici
del paziente; è possibile ordinare i campioni per categoria campione, ID del campione, stato,
posizione, tempo di completamento, data/ora del programma, host, stati di stampa e
visualizzazione.
Per visualizzare i risultati attuali
1 Selezionare Risultato > Corrente.
Figure 6.22 Schermata Corrente

° Il tipo di campione include R, E e C. R indica campione di routine, E campione STAT e C


controllo.
° La colonna Host indica lo stato di trasmissione del campione. S significa che il campione
è stato inviato all'host LIS e N ha il significato opposto.
° La colonna Stampa indica lo stato di stampa del campione. Y indica che il campione è
stato stampato, mentre N indica che non è stato stampato.
 Quando un test di un campione di controllo o di un campione paziente genera un
allarme dati, il campione viene visualizzato in giallo. Le chimiche pretrattate sono
evidenziate in viola.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:
° Per campione
° Per chimica
3 Per richiamare i risultati per campione, scegliere un campione nell'elenco di sinistra.
L'elenco di destra mostra tutti i risultati del campione.
4 Per richiamare i risultati per chimica, scegliere una chimica nell'elenco di sinistra. L'elenco
di destra mostra tutti i risultati della chimica.
5 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:
° Cerca F1: per visualizzare risultati campione.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-27


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

° Opzione F2: per eliminare, modificare e stampare i campioni, richiamare i risultati dei
test rieseguiti, personalizzare le opzioni di visualizzazione dei risultati, ricalcolare i
risultati, compensare i risultati, archiviare i risultati e osservare il trend dei risultati.
° Anagr F3: per visualizzare i dati anagrafici del paziente del campione.
° Curva reaz. F4: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test selezionato.
° Riesec F5: per rieseguire un campione completato.
° Revis F6 per esaminare il risultato campione.
° Stampa F7: per stampare i risultati del campione.
° Host F8: per trasmettere i risultati del campione selezionato all'host LIS.
Per richiamare i risultati del controllo.
1 Selezionare Risultato > Corrente.
2 Selezionare Cerca F1.
Figure 6.23 Finestra Richiama risult

3 Immettere una o più condizioni di ricerca.


4 Selezionare OK. Nella schermata vengono visualizzati i campioni che soddisfano la
condizione.
5 Selezionare un pulsante funzione per eseguire le relative operazioni.

6.5.2 Visualizzazione di risultati cronologici


La schermata Cronologia visualizza tutti i campioni e i controlli programmati e analizzati prima
della data corrente. I campioni di cronologia possono essere cercati in base al tipo di campione,
nome paziente, ID paziente, ID campione o codice a barre campione, insieme alla data di
programmazione. Per trovare rapidamente i risultati desiderati fra l'enorme quantità di dati, si
consiglia di immettere sia la data di programmazione che una delle condizioni.
Per visualizzare i risultati cronologici
1 Selezionare Risultato > Cronologia.

6-28 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

Figure 6.24 Schermata Risultati cronologici

° Il tipo di campione include R, E e C. R indica campione di routine, E campione STAT e C


controllo.
° La colonna Host indica lo stato di trasmissione del campione. S significa che il campione
è stato inviato all'host LIS e N ha il significato opposto.
° La colonna Stampa indica lo stato di stampa del campione. Y indica che il campione è
stato stampato, mentre N indica che non è stato stampato.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:
° Per campione
° Per chimica
3 Selezionare Cerca F1 per cercare i risultati desiderati.
4 Per richiamare i risultati per campione, scegliere un campione nell'elenco di sinistra.
L'elenco di destra mostra tutti i risultati del campione.
5 Per richiamare i risultati per chimica, scegliere una chimica nell'elenco di sinistra. L'elenco
di destra mostra tutti i risultati della chimica.
6 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:
° Opzione F2: per eliminare, modificare e stampare i campioni, richiamare i risultati dei
test rieseguiti, personalizzare le opzioni di visualizzazione dei risultati, compensare i
risultati, archiviare i risultati e osservare il trend dei risultati.
° Anagr F3: per visualizzare i dati anagrafici del paziente del campione.
° Curva reaz. F4: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test selezionato.
° Riesec F5: per rieseguire un campione completato.
° Revis F6: per esaminare i risultati campione.
° Stampa F7: per stampare i risultati del campione.
° Host F8: per trasmettere i risultati del campione selezionato all'host LIS.
Per richiamare i risultati cronologici
1 Selezionare Risultato > Risultati cronologici.
2 Selezionare Cerca F1.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-29


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

Figure 6.25 Finestra Richiama risult

3 Selezionare l'intervallo delle date di programmazione da richiamare. Selezionare la data di


inizio nella prima casella e la data di fine nella seconda casella.
4 Immettere una o più condizioni di ricerca.
5 Selezionare OK. Nella schermata vengono visualizzati i campioni che soddisfano la
condizione.
6 Selezionare un pulsante funzione per eseguire le relative operazioni.

6.5.3 Esaminare i risultati campione


I risultati campione possono essere esaminati soltanto quando lo stato campione è completo.
Per esaminare i risultati campione.
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Scegliere l'opzione Per camp.
3 Scegliere uno o più campioni nell'elenco dei campioni.
4 Selezionare Revis F6.
Lo stato della revisione nell'elenco dei campioni passa da N a Y.
5 Selezionare Nessun esame per annullare l'operazione di revisione.

6.5.4 Visualizzazione/modifica di dati anagrafici del paziente


I dati anagrafici del paziente possono essere visualizzati o modificati in qualsiasi stato del
sistema.
Visualizzazione/modifica di dati anagrafici del paziente
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Scegliere l'opzione Per camp.
3 Scegliere un campione nell'elenco dei campioni.
4 Selezionare Anagr F3.

6-30 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

Figure 6.26 Finestra Dati anagrafici

I dati anagrafici dei pazienti possono essere personalizzati. Per ulteriori informazioni, fare
riferimento a 6.4.7 Personalizzazione della demografia paziente (pagina 6-24).
5 Modificare le informazioni correlate del paziente:
6 Selezionare Salva F7 per salvare i dati immessi.
7 Per ottenere i valori dei dati predefiniti, selezionare Ripristina F3.
8 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

6.5.5 Visualizzazione della curva di reazione


Una curva di reazione riflette la relazione dell'assorbanza misurata alla lunghezza d'onda
primaria, secondaria e primaria-secondaria. Viene tracciata in base all'assorbanza della miscela
campione-reagente misurata nell'intervallo di tempo in cui si è verificata la reazione.
L'osservazione della curva di reazione e dei dati non è applicabile alla chimica ISE, alla chimica
fuori sistema e ai calcoli speciali.
Visualizzazione della curva di reazione
1 Cercare i campioni desiderati nella schermata Corrente o Cronologia.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:
° Per campione
° Per chimica
3 Scegliere il risultato desiderato nell'elenco dei risultati.
4 Selezionare Curva reaz F4. Viene visualizzata la finestra Curva di reazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-31


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

Figure 6.27 Curva di reazione del campione

5 Selezionare un punto sulla curva. Nella finestra sono visualizzati il periodo di misurazione e
l'assorbanza.
6 Selezionare una condizione del filtro dalle seguenti opzioni.
° Ness.: consente di osservare la curva di reazione e i dati nella modalità predefinita.
° Chimica: consente di osservare la curva di reazione dei risultati per il test selezionato.
° Campione: osservare la curva di reazione del campione selezionato.
7 Scegliere la scheda Dati reazione per visualizzare i dati della reazione.
Figure 6.28 Dati di reazione del campione

8 Scegliere i seguenti pulsanti in base alle necessità:


° Reagente F1: consente di visualizzare i reagenti utilizzati per l'analisi del campione, i
calibratori e i reagenti usati nella calibrazione, nonché i reagenti per il test del bianco
reagente.
° Bianco camp. F2: per visualizzare la curva di reazione del bianco campione e i dati di
reazione del campione selezionato.
° Regola F3: consente di regolare l'intervallo di visualizzazione dell'assorbanza della
curva di reazione corrente. Fare riferimento alla pagina seguente per dettagli.

6-32 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

° Prec F4: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test precedente.
° Succ F5: per visualizzare la curva di reazione e i dati del test successivo.
° Stampa F7: per stampare la curva o i dati della reazione corrente.
9 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Visualizzazione delle informazioni sui reagenti
Nella finestra Curva di reazione è possibile visualizzare i reagenti utilizzati per la misurazione
del campione, i calibratori e i reagenti usati per la calibrazione, nonché i reagenti per il test del
bianco reagente.
Visualizzazione delle informazioni sui reagenti
1 Selezionare Reagente F1 nella finestra Curva di reazione.
Figure 6.29 Finestra del reagente

Nella finestra sono visualizzati la data e l'ora della calibrazione e della misurazione, i
calibratori, i reagenti per il test del bianco reagente e quelli per l'analisi del campione.
2 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.
Regolazione dell'intervallo di visualizzazione
L'intervallo di visualizzazione della massima assorbanza della curva di reazione può essere
regolato automaticamente o manualmente. Le regolazioni sono applicabili solo alla curva
correntemente visualizzata che, alla successiva apertura, torna alla visualizzazione predefinita.
Regolazione dell'intervallo di visualizzazione
1 Selezionare Regolare F3 nella finestra di Curva di reazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-33


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

Figure 6.30 Regola finestra

2 Selezionare una modalità di regolazione:


° Auto: il sistema determina automaticamente l'intervallo di visualizzazione dell'asse X
(periodo di misurazione) e dell'asse Y (assorbanza) in base ai dati della reazione.
° Manual: il sistema visualizza la curva di reazione in base all'intervallo di assorbanza
specificato. Immettere l'intervallo di assorbanza (-35000 - -35000).
3 Selezionare OK. La curva di reazione corrente viene aggiornata di conseguenza.

6.5.6 Invio dei risultati all'host LIS


I risultati campione e i risultati QC possono essere inviati all'host LIS in qualsiasi stato del
sistema se l'host LIS è collegato correttamente. L'opzione Host consente la trasmissione all'host
LIS di campioni singoli o multipli o di tutti i campioni.
Invio dei risultati all'host LIS
1 Cercare i campioni desiderati nella schermata Corrente o Cronologia.
2 Scegliere l'opzione Per camp.
3 Per trasmettere campioni singoli o multipli, selezionarli nell'elenco dei campioni.
4 Per trasmettere tutti i campioni, non selezionare i campioni.
5 Selezionare Host F8.
Figure 6.31 Finestra di trasmissione dei risultati

6 Selezionare l'intervallo campione che si desidera trasmettere:


° Campioni selez.
° Tutti i campioni
7 Se si trasmettono tutti i campioni è possibile saltare quelli che sono già stati trasmessi
all'host LIS. Selezionare la casella di controllo Bypass risultati trasmessi.
8 Selezionare OK.

6-34 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

6.5.7 Stampa dei risultati


I campioni possono essere stampati manualmente nelle schermate Risultati correnti e
Risultati cronologici. Il sistema consente di stampare più campioni in un rapporto o un solo
campione in un rapporto. Prima di stampare i risultati richiamati, è necessario selezionare un
modello di rapporto nella schermata Impostazione sistema.
L'opzione Stampa consente di stampare campioni singoli o multipli o tutti i campioni.

Richiama risulti per campione:


consente di stampare i risultati del test per uno o più campioni quando sono richiamati dal
campione.
Per stampare i risultati per campione

1 Cercare i campioni desiderati nella schermata Corrente o Cronologia.


2 Scegliere l'opzione Per camp.
3 Per stampare campioni singoli o multipli, selezionarli nell'elenco dei campioni.
4 Per stampare tutti i campioni, non selezionare i campioni.
5 Selezionare Stampa F7.
Figure 6.32 Finestra Stampa

6 Selezionare Stampa rapp. camp.


7 Scegliere l'intervallo di stampa:
° Campioni selezionati
° Tutti i campioni
8 Se vengono stampati tutti i campioni, è consentito tralasciare quelli che sono stati già
stampati. Selezionare la casella di controllo Bypass camp. stampati.
9 Selezionare OK.

Richiama risultati per chimica


consente di stampare i risultati del test per uno o più chimiche quando sono richiamati dalla
chimica.
Per stampare i risultati per chimica
1 Cercare i campioni desiderati nella schermata Corrente o Cronologia.
2 Scegliere l'opzione Per chimica.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-35


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

3 Per stampare una singola chimica nel relativo elenco, selezionarla; per stampare tutte le
chimiche, non è necessario selezionarle.
4 Selezionare Stampa F7.
Figure 6.33 Finestra Stampa

5 Scegliere l'intervallo di stampa:


° Chimica selezionata
° Tutte le chim.
6 Selezionare OK.

6.5.8 Modifica dei risultati


L'opzione Modif. ris. consente di modificare i risultati che superano leggermente l'intervallo di
riferimento o l'intervallo di linearità, senza causare diagnosi errate dei pazienti, o tutti i valori
che risultano superiori o inferiori a tali intervalli. Questa opzione viene utilizzata solo per i
risultati campione, escludendo i risultati di controllo. I risultati di calcoli speciali non possono
essere modificati, mentre i risultati della chimica fuori sistema possono essere modificati. I
risultati modificati vengono contrassegnati per distinguerli dagli altri.
Solo i campioni analizzati e che presentano risultati possono essere modificati. Per i test eseguiti
più di una volta, è possibile modificare il risultato di ciascuna esecuzione. Per i test rieseguiti,
può essere modificato solo il risultato predefinito.

ATTENZIONE
La funzione Modif. ris. fornisce ai medici la libertà di modificare i risultati, quindi deve essere utilizzata con
cautela. Solo gli utenti dotati delle autorizzazioni necessarie possono modificare i risultati.

Per modificare i risultati


1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:
° Per campione
° Per chimica
3 Selezionare Cerca F1 per cercare i risultati desiderati.
4 Scegliere un campione o una chimica nell'elenco dei campioni che include anche le
chimiche fuori sistema.
5 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Modifica risultati.
Lo schermo visualizza i campioni o la chimica e tutti i risultati misurati.

6-36 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

Figure 6.34 Finestra Modif. ris. – Per campione (Risultati correnti)

Figure 6.35 Finestra Modif. ris. – Per campione (Risultati cronologici)

Figure 6.36 Finestra Modif. ris. – Per chimica

6 Scegliere una chimica da modificare, quindi immettere il risultato nella colonna Risultato
finale.
° Per le esecuzioni normali, è possibile modificare solo le chimiche completate.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-37


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

° Per le riesecuzioni, può essere modificato solo il risultato predefinito.


7 Selezionare Salva per salvare le modifiche.
8 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

6.5.9 Eliminazione dei risultati


Il sistema ha una capacità di memorizzazione limitata e, quando la si supera, i risultati con la data
meno recente vengono ignorati. Il sistema consente di eliminare campioni di routine, campioni
emergenti e controlli, mentre vengono inviati all'host LIS o stampati. Quando lo stato del sistema
è In esecuzione, non è possibile eliminare i campioni in tale stato; quando il sistema si trova in
uno stato diverso, è possibile rimuovere i campioni in qualsiasi stato. I risultati eliminati non
possono essere ripristinati. Accertarsi di averli archiviati tramite l'invio all'host LIS o la stampa
o in altri modi.
Prima di eliminare un risultato, controllare di disporre delle autorizzazioni necessarie. Solo gli
utenti dotati delle autorizzazioni necessarie possono eliminare i risultati. L'eliminazione viene
registrata automaticamente nei log eventi.
Per eliminare i risultati
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:
° Per campione
° Per chimica
3 Selezionare Cerca F1 per cercare i risultati desiderati.
4 Per richiamare i risultati per campione, scegliere i campioni nell'elenco campioni. Per
richiamare i risultati per chimica, scegliere una chimica nell'elenco di sinistra.
5 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Elimina risultati.
Figure 6.37 Finestra Elimina risult.

6 Scegliere l'intervallo campioni:


° Risultati selez.: per eliminare i risultati delle chimiche o dei campioni selezionati.
° Tutti risult.: per eliminare tutti i risultati sullo schermo.
7 Selezionare OK.

6.5.10 Personalizzazione della visualizzazione dei risultati


L'opzione Personalizza visual. ris. consente di personalizzare le opzioni di visualizzazione dei
campioni e dei risultati nelle schermate Corrente e Cronologia. Per richiamare i risultati per
campione, è possibile personalizzare l'elenco dei campioni e l'elenco dei risultati. Per richiamare
i risultati per chimica, è possibile personalizzare solo l'elenco dei risultati.
Per personalizzare la visualizzazione dei risultati
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Scegliere una modalità di richiamo dei risultati:

6-38 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

° Per campione
° Per chimica
3 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Personalizza visualizzazione risultati.
Figure 6.38 Finestra Personalizza visual. ris - Per campione

Figure 6.39 Finestra Personalizza visual. ris - Per chimica

4 Se si richiamano i risultati per campione,


a. Per impedire la visualizzazione del nome di un'intestazione nell'elenco campione,
deselezionare la casella di controllo corrispondente.
b. Scegliere i nomi delle intestazioni desiderati nell'area Imp. elenco camp. e le schermate
in cui saranno visualizzati. Utilizzare i pulsanti Su e Giù per regolare l'ordine di
visualizzazione dei nomi delle intestazioni.
c. Scegliere i nomi delle intestazioni desiderati nell'area Imp. elenco risult. Utilizzare i
pulsanti Su e Giù per regolare l'ordine di visualizzazione dei nomi delle intestazioni.
Per impedire la visualizzazione del nome di un'intestazione nell'elenco dei risultati,
deselezionare la casella di controllo corrispondente.
5 Se si visualizzano i risultati per chimica:

Manuale dell’operatore BS-240E 6-39


6.5 Visualizzazione di risultati 6 Programma

a. Per impedire la visualizzazione del nome di un'intestazione nell'elenco campione,


deselezionare la casella di controllo corrispondente.
b. Scegliere i nomi delle intestazioni desiderati nell'area Imp. elenco risult. Utilizzare i
pulsanti Su e Giù per regolare l'ordine di visualizzazione dei nomi delle intestazioni.
6 Selezionare Salva per salvare le impostazioni e chiudere la finestra.

6.5.11 Riesecuzione del calcolo dei risultati


L'opzione Recalculate Results (Ricalcola risultati) permette di ricalcolare i risultati del campione
corrente con gli ultimi fattori di calibrazione validi della chimica appropriata. Questa opzione
viene spesso usata quando il risultato del test non può essere calcolato a causa di una
calibrazione incompleta o non riuscita.
Ricalcola risultati è applicabile solo alle biochimiche. Il risultato dei campioni nello stato In corso
non può essere ricalcolato. Il ricalcolo sarà registrato automaticamente nei registri eventi.
Per ricalcolare i risultati
1 Selezionare Risultato > Corrente.
2 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Ricalcola.
Figure 6.40 Finestra Ricalcola

3 Scegliere una chimica nell'elenco a discesa Chim.


4 Selezionare Calcola.
I risultati della chimica selezionata per i campioni specificati vengono ricalcolati
automaticamente con gli ultimi fattori di calibrazione e poi visualizzati nell'elenco in basso.
5 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.

6.5.12 Compensazione dei risultati


L'opzione Compensa risultati permette di ricalcolare più risultati di una determinata biochimica
attraverso la formula lineare Y = K*X+B con la pendenza specificata K e l'offset B.

6-40 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.5 Visualizzazione di risultati

Compensa risultati non è valida per la chimica ISE, i calcoli speciali e per le chimiche fuori
sistema. Un calcolo viene ricalcolato automaticamente una volta che vengono compensate le
chimiche che lo costituiscono. Solo utenti provvisti di autorizzazioni sufficienti possono
compensare i risultati. La compensazione sarà registrata automaticamente nei registri eventi.
Per compensare i risultati
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Scegliere l'opzione Per chimica.
3 Scegliere la chimica da compensare nell'elenco di sinistra.
4 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Compensa risultati.
Tutti i risultati della chimica sono visualizzati nell'elenco in basso.
Figure 6.41 Finestra “Compensa”

5 Immettere la pendenza K e l'offset B.


6 Selezionare Salva.
Il sistema ricalcola tutti i risultati della chimica con la pendenza e l'offset specificati. I
risultati finali sono visualizzati nell'elenco della finestra.
7 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

6.5.13 Richiamo del trend risultati


Il trend dei risultati permette di osservare il trend dei risultati della chimica selezionata.
Per richiamare il trend risultati
1 Selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.
2 Selezionare la modalità di richiamo dei risultati - Per chimica.
3 Selezionare Cerca F1 per cercare i risultati desiderati.
4 Scegliere una chimica nell'elenco a sinistra.
5 Selezionare Opzioni F2 e selezionare Richiamo Trend risultati.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-41


6.6 Statistiche dei test 6 Programma

Figure 6.42 Finestra “Trend risultati”

6 Spostare il cursore su un determinato punto del grafico. Il risultato effettivo, il risultato


finale, il tempo di completamento, il numero di lotti di reagente, il numero di serie e il
tempo di calibrazione sono visualizzati nella parte destra della finestra.
7 Per visualizzare tutti i risultati di un'analisi ripetuta o di test rieseguiti, selezionare la casella
di controllo Includi risultati repliche.
8 Per osservare il trend dei risultati di altri test di campioni, selezionare Prev F1 o Succ F2.
9 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

6.5.14 Archiviazione dei risultati


Il sistema consente di archiviare i risultati campione in un dispositivo di memorizzazione. Il
formato del file è CSV e il nome del file predefinito è SampleResultYYYYMMDD.csv che non può
essere modificato.
Per archiviare i risultati dei campioni ed i dati
1 Cercare i risultati del campione desiderati nella schermata Corrente o Cronologia.

NOTA
L'archiviazione di una notevole quantità di risultati potrebbe richiedere molto tempo. Si consiglia di non
archiviare ogni volta i risultati relativi a periodi superiori a una settimana.
2 Selezionare Opzioni F2.
3 Selezionare Archivia.
4 Selezionare OK.

6.6 Statistiche dei test


Nella schermata Test è possibile visualizzare le richieste di test e l'applicazione dei reagenti per
ciascuna chimica durante un periodo ed è possibile personalizzare anche le richieste di
campioni e la quantità delle relative chimiche. Il test di calibrazione e il test QC non sono inclusi
nelle statistiche.
Per visualizzare le statistiche dei test
1 Selezionare Risultato > Statistiche > Test.

6-42 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.6 Statistiche dei test

2 Selezionare Per campione o Per test.


Figure 6.43 Schermata Test – Per campione

Figure 6.44 Schermata Test – Per test

° Per camp.: per visualizzare tutti i campioni richiesti e la quantità delle relative chimiche
richieste.
° Per test: per visualizzare le richieste di test e il volume di reagente per le chimiche.
3 Selezionare o inserire la data di inizio e la data di fine nel campo Data; la data di inizio non
può essere successiva alla data di fine.
4 Selezionare Cerca F1.
Tutti i campioni o i test richiesti nel periodo vengono visualizzati nell'elenco centrale della
schermata Test.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-43


6.7 Statistiche risultato test 6 Programma

5 Selezionare Stampa per stampare le informazioni correnti visualizzate relative alle


misurazioni.

6.7 Statistiche risultato test


L'opzione Statistiche risultato test può riassumere le chimiche totali e il trend delle distribuzioni
dei relativi risultati e fornire i dati di test e il relativo grafico. I test di calibrazione e di controllo
non sono inclusi nelle statistiche.

1 Selezionare Risultato > Statistiche.


2 Selezionare i Risultati.
3 Selezionare Per tendenza grafico o Statistiche.
4 Fare clic su Cerca F1. La casella Richiamo risultati si apre.
Figure 6.45 Finestra Richiama risult

5 Inserire una o più condizioni di ricerca.


6 Fare clic su OK.
Vengono visualizzati i risultati statistici che corrispondono ai criteri di ricerca.

6-44 Manuale dell’operatore BS-240E


6 Programma 6.7 Statistiche risultato test

Figure 6.46 Schermata Statistiche risultato test - grafico statistiche

Figure 6.47 Schermata Statistiche risultato test - dati statistiche

7 Selezionare Stampa F7 per stampare il grafico statistico e i dati statistici.

Manuale dell’operatore BS-240E 6-45


6.7 Statistiche risultato test 6 Programma

6-46 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica

Questo capitolo descrive i metodi di impostazione delle chimiche a reagente chiuso/aperto e


chimiche speciali, cosìcome le funzioni di chimica estesa.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-1


7.1 Importazione/esportazione di chimiche 7 Chimica

7.1 Importazione/esportazione di chimiche


Il sistema supporta l'importazione di chimiche specificate e predefinite da un file esterno e
l'esportazione di chimiche a reagente aperto in un dispositivo di archiviazione esterno.
È possibile importare e configurare un massimo di 300 chimiche a reagente aperto/chiuso.
Quando le chimiche vengono importate, sono abilitate per impostazione predefinita, se
impostate correttamente. Se il numero delle chimiche a reagente aperto importate supera il
limite massimo, le chimiche a reagente aperto in eccesso vengono disattivate.
Solo gli utenti dotati delle autorizzazioni necessarie possono importare o esportare chimiche.
L'importazione e l'esportazione delle chimiche è eseguibile solo quando il sistema si trova nello
stato Standby, Incubazione, Interruzione.

ATTENZIONE
Durante l'importazione delle chimiche, non interrompere l'alimentazione dell'unità di analisi né uscire dal
software operativo.

Se una chimica a reagente chiuso importata non è più necessaria, può essere eliminata con il
pulsante Elimina F2 nella schermata Chimiche.

7.1.1 Elenco di importazione chimiche predefinito


Le chimiche a reagente chiuso possono essere importate da un file .item. Comprendono le
biochimiche, i test ISE e i calcoli speciali, nonché le coppie carryover, il tipo di reagente, le
impostazioni di calibrazione delle biochimiche, le impostazioni di calibrazione ISE, le regole di
conversione delle unità, i parametri di elaborazione, i limiti di rilevamento errori, le impostazioni
del carryover, la pendenza e l'offset.
Solo il nome completo, il nome stampa, l'unità del risultato, le posizioni decimali e i limiti di
rilevamento errori, possono essere editati, mentre gli altri parametri si possono solo esaminare.
Per importare l'elenco chimiche predefinito
1 Selezionare Utilità > Chimiche, selezionare Config F3.
2 Scegliere Opzioni, quindi selezionare Importa.
Figure 7.1 Finestra Importa

7-2 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.1 Importazione/esportazione di chimiche

3 Selezionare Carica predef.


Tutte le chimiche contenute nel formato parametro predefinito vengono visualizzate
nell'elenco Chimiche disponibili.
4 Utilizzare i seguenti pulsanti per importare le chimiche desiderate:
° Agg tutto>>: aggiungere tutte le chimiche nell'elenco Chimiche disponibili all'elenco
Chimiche importate.
° Agg.->: aggiungere le chimiche selezionate nell'elenco Chimiche disponibili all'elenco
Chimiche importate.
° <-Rimuovi: rimuovere le chimiche selezionate dall'elenco Chimiche importate.
° <<Rimuovi tutto: rimuovere tutte le chimiche dall'elenco Chimiche importate.
5 Selezionare Importa.
Tutte le chimiche importate sono abilitate per impostazione predefinita e possono essere
utilizzate per la misurazione. Se si modifica l'unità del risultato, è necessario ricalibrare la
chimica corrispondente.
6 Selezionare Esci.

7.1.2 Importa elenco chimiche specificato


Le chimiche a reagente aperto possono essere importate da un file .csv. Le chimiche a reagente
aperto includono biochimiche, parametri di elaborazione, limiti di rilevamento errori, pendenza
e offset.
Per importare elenco chimiche specificato
1 Selezionare Utilità > Chimiche, selezionare Config F3, e quindi Opzioni.
2 Selezionare Importa.
3 Selezionare Carica.
4 Individuare il percorso del formato parametro, selezionare un file .csv e quindi selezionare
Apri.
Tutte le chimiche contenute nel formato parametro vengono visualizzate nell'elenco
Chimiche disponibili.
5 Utilizzare i seguenti pulsanti per importare le chimiche desiderate:
° Agg tutto>>: aggiungere tutte le chimiche nell'elenco Chimiche disponibili all'elenco
Chimiche importate.
° Agg.->: aggiungere le chimiche selezionate nell'elenco Chimiche disponibili all'elenco
Chimiche importate.
° <-Rimuovi: rimuovere le chimiche selezionate dall'elenco Chimiche importate.
° <<Rimuovi tutto: rimuovere tutte le chimiche dall'elenco Chimiche importate.
6 Selezionare Importa.
Tutte le chimiche importate con i parametri corretti sono abilitate per impostazione
predefinita e possono essere utilizzate per la misurazione. Se si modifica uno dei seguenti
parametri di una chimica importata, ricalibrare la chimica:
° Tipo di reazione
° Lunghezza d'onda primaria
° Lunghezza d'onda secondaria
° Direzione della reazione
° Tempo di reazione
° Tempo del bianco
° Unità del risultato
° Volume del campione standard, volume del campione per la diluizione e volume del
diluente

Manuale dell’operatore BS-240E 7-3


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

° Volume reagente (R1 e R2)


° Bianco campione
° Chimiche gemelle
° Parametri di pretrattamento
7 Selezionare Esci.

7.1.3 Esportazione di chimiche


Le chimiche a reagente aperto, nonché i parametri di elaborazione, limiti di rilevamento errori,
pendenza e offset, possono essere esportati su un dispositivo di archiviazione.
Per esportare le chimiche
1 Selezionare Utilità > Chimiche, selezionare Config F3 e poi Opzioni.
2 Selezionare Esporta.
Figure 7.2 Finestra Esporta

3 Utilizzare i seguenti pulsanti per esportare le chimiche desiderate:


° Agg tutto>>: aggiungere tutte le chimiche nell'elenco Chimiche disponibili all'elenco
Chimiche importate.
° Agg. ->: aggiungere le chimiche selezionate nell'elenco Chimiche disponibili all'elenco
Chimiche importate.
° <-Rimuovi: rimuovere le chimiche selezionate dall'elenco Chimiche importate.
° <<Rimuovi tutto: rimuovere tutte le chimiche dall'elenco Chimiche importate.
4 Selezionare Esporta.
5 Selezionare il percorso di esportazione e immettere il nome file.
Il nome file predefinito è composto dalla data e l'ora correnti, ad esempio 20140827_0951.
Il formato del file è .csv.
6 Selezionare Salva.
7 Selezionare Esci.

7.2 Impostazione biochimiche


Questa sezione descrive la configurazione di una chimica a reagente aperto e una chimica a
reagente chiuso.

7-4 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

7.2.1 Impostazione di chimiche definite dall'utente


La chimica definita dall'utente, detta anche chimica a reagente aperto, può essere definita,
modificata e cancellata. Soltanto quando lo stato del sistema è Standby, Incubazione o Arrestato è
possibile utilizzare le impostazioni di stampa.

Definizione di una chimica


È possibile definire fino a 200 chimiche.
Per definire una chimica
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Scegliere un frame vuoto nell'elenco chimica e selezionare Defnisci F1.
Figure 7.3 Finestra del tipo della chimica

Biochimica è selezionata per impostazione predefinita.


3 Selezionare OK.
4 Impostare i parametri di elaborazione e i limiti di rilevamento errori della chimica.
 Per ulteriori informazioni sulla configurazione dei parametri di lavorazione e limiti di
rivelazione di errore, vedere 7.2.2 Parametri di elaborazione alla pagina 7-6 e 7.2.3 Limiti di
rilevamento errori alla pagina 7-10.

5 Selezionare Salva F7 per salvare le informazioni immesse.


6 Selezionare Chiudi F8 per uscire dalla finestra.
7 Per impostare l'intervallo di riferimento, selezionare Interv. rif F4.
8 Per impostare la pendenza e l'offset, selezionare Pend./Offset F5.

Modifica delle chimiche definite dall'utent e


È possibile modificare le chimiche definite dall'utente se:
 Si dispone di autorizzazioni sufficienti e
 Il sistema non esegue test.
La modifica delle chimiche definite dall'utente è una procedura analoga alla definizione di una
chimica. Per informazioni dettagliate, fare riferimento ad altre sezioni del presente capitolo.
È necessario eseguire una calibrazione in caso di modifica di uno o più parametri chimica fra i
seguenti:
 Lunghezza d'onda primaria
 Lunghezza d'onda secondaria
 Tempo del bianco
 Tempo di reazione
 Volume di reagente (R1/R2)
 Volume del campione standard, volume del campione per la diluizione e volume del diluente

Manuale dell’operatore BS-240E 7-5


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

 Tipo di reazione
 Direzione della reazione
 Bianco campione e unità dei risultati
 Chimiche gemelle
 Parametri di pretrattamento

Eliminazione di una chimica definita dall'utente


Assicurarsi di disporre di autorizzazioni sufficienti per eliminare una chimica definita
dall'utente. Quando una chimica viene eliminata, tutti i risultati dei test, i dati e i parametri
correlati vengono cancellati.
Per eliminare una chimica definita dall'utente
1 Rimuovere il reagente dal carosello reagenti.
2 Selezionare Utilità > Chimiche.
3 Selezionare la chimica nel relativo elenco.
4 Controllare se le seguenti condizioni sono soddisfatte:
 La chimica selezionata non è richiesta o in esecuzione per campioni, calibratori e controlli.
 La chimica selezionata è disattivata.
 Il reagente corrispondente è stato scaricato dal carosello reagenti.
5 Selezionare Elimina F2.

7.2.2 Parametri di elaborazione


Questa sezione descrive la configurazione dei parametri di elaborazione. La finestra di
impostazione dei parametri di elaborazione viene riportata di seguito:
Figure 7.4 Finestra di impostazione dei parametri di elaborazione

Chim
Il nome è l'unico dato di identificazione di una chimica e non deve essere duplicato. Il nome di
una chimica può contenere fino a 10 caratteri.

7-6 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

N.
N. è un numero univoco per la chimica. Questo campo può rimanere vuoto ma il valore immesso
non deve essere duplicato. Il numero della chimica comprende numeri da 1 a 400 per chimiche a
reagente aperto.
Tipo di campione
Tipo camp. si riferisce ai campioni ai quali è applicabile la chimica. Le opzioni includono siero,
plasma, urina, liquido cerebrospinale e altro. Le opzioni disponibili nell'elenco a discesa Tipo
camp. sono quelle supportate dalla chimica; l'impostazione predefinita è il tipo di campione
predefinito per la chimica.
Il sistema consente di definire i parametri chimica per più di un tipo di campione, inclusi i
parametri di elaborazione e i limiti di rilevamento errori. Durante la definizione delle chimiche, è
prima necessario definire i parametri per il campione di siero, quindi per gli altri tipi di
campione. Tali chimiche verranno calibrate con i parametri del campione di siero per
impostazione predefinita.
Chimica
Il campo Chimica contiene la forma completa del nome della chimica. Può comprendere fino a 50
caratteri. Non si fa distinzione fra lettere maiuscole e minuscole. Il campo Chimica può
rimanere vuoto o contenere un nome duplicato.
Una chimica viene indicata dal relativo nome stampa solo nei rapporti paziente, mentre in altri
rapporti viene riportato il nome abbreviato.
Nome stamp
Il nome contenuto in Nome stamp viene visualizzato nei rapporti paziente a indicare una
chimica. Può comprendere fino a 15 caratteri. Il nome stampa può essere modificato e duplicato.
Quando il campo è vuoto, nei rapporti viene riportato il nome abbreviato della chimica. Una
chimica viene indicata dal relativo nome breve su tutti i rapporti tranne i rapporti paziente.
Tipo di reazione
Il tipo di reazione è una teoria di misurazione basata su quali chimiche vengono prima eseguite,
poi calcolate, per i campioni. Il sistema supporta tre tipi di metodi di reazione: Endpoint, Tempo
fisso e Cinetico.
Table 7.1 Tipi di reazione
Tipo di reazione Descrizione
Endpoint L'analisi qualitativa viene eseguita in base allo spettro di assorbimento e
all'intensità della luce assorbita del componente di reazione, quando la
reazione raggiunge l'equilibrio.
Tempo fisso Per questo tipo di reazione, la velocità è direttamente proporzionale alla
concentrazione di substrato. Poiché il consumo di substrato è continuo, la
velocità di reazione diminuisce gradualmente, cosìcome la velocità di
variazione dell'assorbanza. La reazione richiede molto tempo per
raggiungere l'equilibrio e riesce a stabilizzarsi solo con ritardo.
Cinetico Questo metodo, noto anche come monitoraggio continuo, consente di
misurare con continuità i diversi punti di variazione della concentrazione
di un componente di reazione o di un substrato, che muta al procedere
della reazione enzimatica, calcolando in tal modo la velocità iniziale della
reazione stessa, quindi l'attività dell'enzima. Questo tipo di reazione viene
utilizzato principalmente per misurare l'attività dell'enzima.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-7


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

Direzione della reazione


Si riferisce alla tendenza di variazione dell'assorbanza durante il processo di reazione e
comprende due opzioni:
 Positivo: indica un aumento dell'assorbanza nel tempo.
 Negativo: indica una diminuzione dell'assorbanza nel tempo.
Lunghezza d'onda primaria
La lunghezza d'onda primaria viene scelta sulla base delle caratteristiche dell'assorbimento
luminoso del componente di reazione e utilizzata per misurare l'intensità della luce assorbita.
Le opzioni per la lunghezza d'onda primaria includono: 340 nm,380 nm,412 nm,450 nm,505
nm,546 nm,570 nm,605 nm,660 nm,700 nm,740 nm and 800nm.
Lunghezza d'onda secondaria
La lunghezza d'onda secondaria è utilizzata per correggere l'assorbanza misurata alla lunghezza
d'onda primaria ed eliminare l'influenza del rumore, ad esempio flash luminosi e deriva, e di
eventuali graffi sulle cuvette, ecc. Le due lunghezze d'onda non possono essere equivalenti.
Le opzioni per la lunghezza d'onda secondaria sono: bianco, 340 nm,380 nm,412 nm,450
nm,505 nm,546 nm,570 nm,605 nm,660 nm,700 nm,740 nm and 800nm .
Unità
È possibile modificare le unità dei risultati delle chimiche.
 Per le chimiche a reagente chiuso, si possono selezionare solo le opzioni dell'unità fornite dal
produttore. Quando l'unità dei risultati viene modificata, il sistema aggiorna
automaticamente i risultati campione completati, le concentrazioni i calibratori e controlli, gli
intervalli di riferimento e i valori di offset, in base al tasso di conversione fra le unità.
 Per le chimiche a reagente aperto, l'unità dei risultati non è specificata per impostazione
predefinita. Una volta modificata l'unità, è necessario aggiornare le concentrazioni di
calibratori e controlli, gli intervalli di riferimento e i valori di deviazione standard (SD) e di
offset. I risultati dei test calcolati con l'unità precedente rimarranno invariati.
Decim
Decim specifica il numero di posizioni decimali per i risultati dei test. È possibile modificare la
cifra decimale. È possibile impostare fino a 3 posizioni decimali, rispettivamente corrispondenti
a 0, 0,1, 0,01 e 0,001.
Tempo di incubazione, tempo bianco e Tempo di reazione
Il tempo di incubazione si riferisce al periodo compreso tra l'aggiunta del campione e l'aggiunta
R2. È applicabile alla chimica a doppio reagente.
Si riferisce all'intervallo intercorso tra l'erogazione del secondo componente di reazione
(reagente o campione) in ordine inverso e dell'ultimo componente di reazione (reagente o
campione).
Per le analisi endpoint, il tempo di reazione si riferisce all'intervallo di tempo compreso tra
l'inizio e la fine della reazione; per le analisi a tempo fisso e cinetiche, si riferisce all'intervallo di
tempo compreso tra l'equilibrio di reazione e la fine del monitoraggio.
Il tempo di incubazione, il tempo del bianco e il tempo di reazione vengono conteggiati in punti
di misurazione. Si supponga che l'intervallo del tempo di incubazione sia F, l'intervallo del
tempo del bianco sia N-P e che l'intervallo del tempo di reazione sia L-M.
Per la chimica a reagente singolo, il punto 0 è il punto di misura in cui viene aggiunta del
campione; per la chimica a reagente doppio, il punto 0 è il punto di misura in cui viene aggiunto
R2.

7-8 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

Table 7.2 L'intervallo di ingresso del tempo di incubazione, tempo di attesa e tempo di reazione per
l'analisi degli endpoint
Endpoint Tempo di Tempo del Tempo di K
incubazione bianco reazione
Quando l'assorbanza del bianco viene letta prima dell'inizio della reazione,
Reagente / 1≤N≤P≤13 14≤L≤M≤72 K1
singolo
Reagente 21 14≤N≤P≤34 35≤L≤M≤72 K2
doppio
Quando l'assorbanza del bianco viene letta dopo l'inizio della reazione,
Reagente / 14≤N≤P P<L≤M≤72 1
singolo
Reagente 21 35≤N≤P 35≤L≤M≤72 1
doppio
Quando l'assorbanza del bianco non viene sottratta,
Reagente N/A N e P sono vuoti. 1≤L≤M≤72 0
singolo
Reagente 21 N e P sono vuoti. 35≤L≤M≤72 0
doppio

Table 7.3 L'intervallo di ingresso del tempo di incubazione, tempo di attesa e tempo di reazione per
tempo fisso per l'analisi cinetica
Tempo fisso e Tempo di Tempo del Tempo di K
Cinetico incubazione bianco reazione
Quando l'assorbanza del bianco viene letta prima dell'inizio della reazione,
Reagente singolo N/A 1≤N<P≤13 14≤L<M≤72 K1
Reagente doppio 21 14≤N<P≤34 35≤L<M≤72 K2
Quando l'assorbanza del bianco non viene sottratta,
Reagente singolo N/A N e P sono vuoti. 14≤L≤M≤72 0
Reagente doppio 21 N e P sono vuoti. 35≤L≤M≤72 0

Il tempo del bianco e il tempo di reazione sono quasi identici per le analisi a tempo fisso e
cinetiche, tranne per il fatto che queste ultime richiedono M-L≥2, ovvero il tempo di reazione
deve includere almeno 3 punti di misurazione.
Volume campione, standard, di aspirazione, diluente, aumentato e ridotto
Il volume campione è la quantità di campione standard da erogare in un test normale. Tale
volume è compreso tra 2 μl e 35 μl con incrementi di 0,1 μl. Il valore predefinito è 2 μL. È
consentita al massimo una posizione decimale.
Il volume di aspirazione si riferisce alla quantità di campione utilizzata per la diluizione secondo
il rapporto specificato. Tale volume è compreso tra 2 μl e 35 μl con incrementi di 0,1 μl. Il valore
predefinito è vuoto. È consentita al massimo una posizione decimale.
Il volume del diluente si riferisce alla quantità di diluente utilizzata per la diluizione del campione.
Tale volume è compreso tra 100 μl e 200 μl con incrementi di 0,5 μl. Il valore predefinito è vuoto.
È consentita al massimo una posizione decimale.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-9


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

NOTA
Se il volume di aspirazione per la diluizione e il volume del diluente sono definiti, verificare che la somma dei
due parametri rientri nell' intervallo 125μL - 235 μL; in caso contrario, non sarà possibile salvare le
impostazioni:
Il volume del diluente per l'analisi standard, aumentata e ridotta può essere definito nello stesso modo.

La quantità di campione specificata in Riduci corrisponde a quella richiesta per un test


decrementale. Tale volume è compreso tra 2 μl e 35 μl con incrementi di 0,1 μl. Il valore
predefinito è vuoto. È consentita al massimo una posizione decimale.
La quantità di campione specificata in Aumenta corrisponde a quella richiesta per un test
incrementale. Tale volume è compreso tra 2 μl e 35 μl con incrementi di 0,1 μl. Il valore
predefinito è vuoto. È consentita al massimo una posizione decimale.
Bianco campione
Il bianco campione è simile al campione di analisi, tranne per l'uso di quantità equivalente di
soluzione fisiologica. Il bianco campione viene utilizzato per l'eliminazione di reazioni di non
cromogeneri, quali l'influenza di interferenza del campione (emolisi, ittero e lipemia) sulle
letture dell'assorbanza. Il bianco campione è valido solo per le chimiche endpoint a reagente
singolo.
Selezionare la casella di controllo Bianco camp. Prima che inizi la reazione, per la chimica viene
effettuato il bianco campione e la casella di controllo Bianco camp. nelle finestre Opzioni e
Riesegui sarà selezionata automaticamente e non può essere modificata.
Riesecuzione automatica
L'opzione Riesec. auto consente di rianalizzare le chimiche quando le condizioni di riesecuzione
sono soddisfatte.
Contrassegnare la casella di controllo Riesec. auto per abilitare l'opzione di riesecuzione automatica.
 Per ulteriori informazioni sulla rie-secuzione automatica, fare riferimento a 6.2.6 Riesecuzione
di campioni (pagina 6-7).
Volume del reagente
Il volume del reagente specifica la quantità di reagente da erogare per la misurazione.
 R1: 100 μl e 200 μl con incrementi di 0,5 μl.
 R2: 10 μl e 200 μl con incrementi di 0,5 μl.

NOTA
Il volume combinato di tutti i reagenti e del campione deve essere compreso fra 100 μl e 360 μl.

7.2.3 Limiti di rilevamento errori


Questa sezione descrive la configurazione dei limiti di rilevamento degli errori. La finestra di
impostazione dei limiti di rilevamento errori viene riportata di seguito:

7-10 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

Figure 7.5 Finestra di impostazione dei limiti di rilevamento errori

Intervallo di linearità
L'intervallo di linearità indica l'intervallo misurabile del sistema, durante il quale il risultato del
test è lineare rispetto alla risposta R. Stabilire l'intervallo di linearità in base al foglietto
illustrativo della confezione dei reagenti.
L'intervallo di linearità per i test standard, incrementali e decrementali deve essere impostato
separatamente. L'inserimento non deve superare 12 cifre e il valore predefinito è vuoto.
Il sistema confronta la concentrazione calcolata per il campione con l'intervallo di linearità.
Quando viene superato il limite superiore, accanto al risultato viene visualizzato il segno >;
quando viene superato il limite inferiore viene visualizzato il segno <.
Per impostazione predefinita il campo è vuoto, ovvero questo controllo non viene effettuato.
Lim. linearità
Il limite di linearità è applicabile solo alle analisi cinetiche, in cui la variazione dell'assorbanza è
lineare rispetto al tempo di reazione. Se si esaurisce il substrato, si verifica una fluttuazione del
fotometro o la miscela di reazione non è omogenea, i risultati dei test possono essere inaffidabili.
Pertanto, la linearità del periodo di misurazione viene calcolata e confrontata con il limite di
linearità impostato.
Se i dati della reazione compresi nell'intervallo di linearità non soddisfano il limite di linearità, il
sistema contrassegna con “LIN” il risultato del test sul rapporto del paziente.
Il limite di linearità può essere un numero qualsiasi compreso fra 0 e 1, con massimo 2
posizioni decimali. Per impostazione predefinita il campo è vuoto, ovvero questo controllo non
viene effettuato.
Deplez. substrato
L'opzione Deplez. substrato è applicabile solo alle analisi a tempo fisso e cinetiche. Si può
ottenere mediante la seguente formula:
Limite di esaurimento del substrato = Immettere il limite di esaurimento del substrato +
K(L1-Lb)

Manuale dell’operatore BS-240E 7-11


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

Dove,
 L1: si riferisce all'assorbanza della lunghezza d'onda primaria, misurata nel primo punto di
misurazione, quando il campione viene erogato e miscelato nell'analisi.
 Lb: si riferisce all'assorbanza della lunghezza d'onda primaria, misurata nel primo punto di
misurazione, quando il campione viene erogato e miscelato in un test del bianco reagente o
nella calibrazione effettuata con un calibratore a concentrazione 0.
 K: fattore di correzione del volume del liquido
I risultati non vengono regolati quando L1-Lb≤0 o la misurazione non è un bianco reagente o
una calibrazione con concentrazione 0. L'esaurimento del substrato non è applicabile per le
calibrazioni.
Il produttore ritiene che il substrato si esaurisca se l'assorbanza della lunghezza d'onda primaria
del primo punto di misurazione è superiore al limite di esaurimento del substrato nelle reazioni
ascendenti o inferiore nelle reazioni discendenti. Quando il substrato si esaurisce, il sistema
contrassegna con “BOE” il risultato del test nel rapporto del paziente.
Il limite di deplezione del substrato può essere un numero qualsiasi compreso tra -35000 e
35000. Per impostazione predefinita il campo è vuoto, ovvero questo controllo non viene
effettuato.
Intervallo di assorbanza del bianco R1
Ass bianco R1 indica l'intervallo consentito dell'assorbanza massima nel periodo precedente
all'erogazione del campione. L'intervallo di immissione deve essere compreso fra -35000 e
35000 e il limite inferiore minore del limite superiore.
Se l'assorbanza massima nel periodo precedente all'erogazione del campione supera l'intervallo
impostato, il sistema contrassegna con “RBK” il risultato del test.
Il valore predefinito è -35000 - 35000; il campo può rimanere vuoto.
Intervallo di assorbanza del bianco miscelato
Ass bianco misc. indica l'intervallo consentito per l'assorbanza misurata nel punto finale di una
reazione con calibratore a concentrazione 0 o di una reazione del bianco reagente. L'intervallo
di immissione deve essere compreso fra -35000 e 35000 e il limite inferiore minore del limite
superiore.
Se l'assorbanza misurata nel punto finale della reazione non rientra nell'intervallo impostato, il
sistema contrassegna con “MBK” il risultato del test.
Il valore predefinito è -35000 - 35000; il campo può rimanere vuoto.
Risp. bianco
La risposta del bianco specifica l'intervallo consentito per la risposta in un'analisi con
calibratore a concentrazione 0 o in un test del bianco reagente. L'intervallo di immissione può
essere un numero compreso fra -35000 e 35000 e il limite inferiore minore del limite
superiore.
Se la risposta non rientra nell'intervallo impostato, il sistema contrassegna con “BLK” il risultato
del test.
Il valore predefinito è -35000 - 35000; il campo può rimanere vuoto.
Stabilità a bordo
Indica il numero di giorni durante i quali il reagente rimane valido dal momento in cui è stato
aperto per la prima volta.
L'intervallo di immissione deve essere compreso fra 1 e 999 giorni. Il valore predefinito è vuoto.

7-12 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

Chimiche gemelle
Questa funzione è associata alla chimica corrente; consiste nell'esecuzione di due chimiche con
lo stesso reagente. Nello stesso test vengono calcolati i risultati di due chimiche gemelle.
La chimica il cui risultato verrà calcolato per primo deve essere definita prima della chimica
associata. Il volume del reagente condiviso e il volume del campione devono essere gli stessi per
le due chimiche. Solo le due chimiche che non hanno avuto reagenti caricati, possono essere
configurate come gemelle.
 Per ulteriori informazioni sulle chimiche gemelle, fare riferimento a 7.5 Chimiche gemelle a
pagina 7-23.
Limite allarme reag
Impostare il limite di allarme del reagente per la chimica. L'intervallo di immissione varia da 1 a
100 e l'impostazione predefinita è 10. Tale numero può essere vuoto. Quando il numero di
chimiche rimanenti è inferiore al limite impostato, viene generato un allarme; se il limite di
allarme non viene definito, non verrà generato alcun allarme.
Solo quando il tipo di campione è Siero, è possibile definire il limite di allarme del reagente.
Estensione linearità enzima
Il limite di linearità è applicabile solo alle analisi cinetiche. Selezionare questa opzione per
abilitare la funzione di estensione lineare dell’enzima.
 Per maggiori dettagli relative all'estensione lineare dell'enzima, vedere Estensione dell'intervallo
di linearità dell'enzima alla pagina 12-7 .
Controllo prozona
Il controllo prozona è applicabile solo ai test di campioni clinici. Non viene eseguito per test di
calibrazione, test QC, test del bianco campione e bianco reagente.
Per il controllo prozona devono essere impostati i seguenti parametri: Q1, Q2, Q3, Q4, Q5, Q6, V1,
V2, V3, PC1 e PC2.
q1, q2, q3, q4, q5 e q6 sono il numero del punto di misurazione sulla curva di reazione.
Aq1~Aq2 sono l'assorbanza corrispondente di q1~q6. Se il test è del tipo a doppia lunghezza
d'onda, rappresentano l'assorbanza della lunghezza d'onda primaria-secondaria.
V1 è la soglia di │Aq2- Aq1│. S significa che è soddisfatta la condizione │Aq2- Aq1│< V1; N
significa che è soddisfatta la condizione │Aq2- Aq1│≥V1.
V2 è la soglia di │Aq4- Aq3│. Come per S/N, S significa che è soddisfatta la condizione │Aq4-
Aq3│< V2; N significa che è soddisfatta la condizione │Aq4- Aq3│≥ V2.
PC1 e PC2 sono il limite inferiore e il limite superiore della soglia della formula 1. S significa che
il valore di PC rientra nell'intervallo della formula 1; N significa che non rientra nell'intervallo
della formula 1.
V3 è la soglia della formula 2. S significa che il valore della formula 2 rientra nell'intervallo
definito; N significa che non rientra nell'intervallo definito.
Selezionare E/O dall'elenco a discesa. L'impostazione predefinita è E. "E" significa che tra la
formula 1 e la formula 2 sussiste una logica di tipo E, "O" significa che tra la formula 1 e la
formula 2 sussiste una logica di tipo O.
Per chimica a reagente singolo:-13≤q1, q2, q3, q4, q5, q6≤M, dove M è il punto finale del tempo
di reazione definito.
Per chimica a reagente doppio:-21≤q1, q2, q3, q4, q5, q6≤M, dove M è il punto finale del tempo
di reazione definito.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-13


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

La condizione q1≠q2 e q3≠q4 ma q5=q6 è consentita.


L'intervallo di immissione per PC1, PC2, V1, V2 e V3 è [-35000, 35000]. E PC1<PC2.
Formula 1:

A q 4  A q3
q 4  q3
PC1   PC 2
A q 2  A q1
q 2  q1
Formula 2:
Quando q5≠q6, Aq6-Aq5≥V3.
Quando q5=q6, Aq5≥V3.
Dove,
Aq5 è l'assorbanza del punto di misurazione q5 e Aq6 è l'assorbanza del punto di misurazione
q6.
Pretrattamento
Abilitare la funzione di pretrattamento per pretrattare campioni paziente con reagente
pretrattamento per la chimica
Solo quando la casella di controllo Pretrattamento campione è selezionata, il pretrattamento
comune e il trattamento delle cellule del sangue può essere abilitato ed è possibile impostare il
volume del campione pretrattato e il volume del reagente di pretrattamento
Pretrattamento comune: La sonda aspira il campione dalla parte superiore della provetta
campione e il campione viene pretrattato con il reagente di pretrattamento.
Pretrattamento delle cellule del sangue: La sonda aspira il campione dalla parte inferiore della
provetta campione e il campione viene pretrattato con il reagente di pretrattamento.
Le chimiche del pretrattamento non possono essere impostate con il fattore di prediluizione. Per
impostare i parametri di pretrattamento per la coppia di chimiche, rimuovere la relazione
gemellare prima delle impostazioni. L’impostazione dei parametri pretrattati per la coppia
dell'ultima chimica non è consentita.
Pretrattamento calibratore
Quando questa opzione è abilitata, i calibratori della chimica saranno pretrattati con il reagente
di pretrattamento durante il test di calibrazione in base al volume del calibratore impostato e al
volume del diluente.
Pretrattamento controllo
Quando questa opzione è abilitata, i controlli della chimica saranno pretrattati con il reagente di
pretrattamento durante il test QC in base al volume del campione pretrattato impostato e al
volume del reagente di pretramento.
Volume del campione pretrattato
Inserire il volume del campione petrattato entro 2 μl - 35 μl, con un incremento di 0,1 μl. Il valore
predefinito è 4 μL. Per il pretrattamento delle cellule del sangue, il volume del campione
pretrattato è 2μl ~ 10μl.

7-14 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

Volume del reagente di pretrattamento


Inserire il volume del reagente di pretrattamento a meno di 100 μl - 200 μl, con un incremento
di 0,5 μl. Il valore predefinito è 200 μL. La somma del volume del campione pretrattato e del
volume del reagente di pretrattamento deve essere compresa tra 125 e 235 μl.

7.2.4 Utilizzo di risultati flag qualitativi


Quando l'analizzatore si trova nello stato di standby, incubazione o arresto, è possibile
contrassegnare il risultato delle chimiche a livello qualitativo, indicando i risultati con un flag
qualitativo.
Per utilizzare i risultati quanlitativi
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare la chimica desiderata.
3 Selezionare Definisci F1.
4 Selezionare Flag F3.
Figure 7.6 Finestra del risultati qualitativi

5 Selezionare Usa risult. qualitat.


6 Immettere l'intervallo qualitativo e il flag.
Ad esempio, immettere "10" nella prima casella di modifica del campo Intervallo, quindi
immettere "+" nel campo Flag della stessa riga. Se il risultato della chimica (L1) contenuto
in un campione è inferiore o uguale a 10, il segno "+" viene aggiunto al risultato nel
rapporto del paziente. Immettere "20" nella seconda casella di modifica sotto l'icona
Intervallo e "+-" nella seconda casella di modifica sotto l'icona Flag. Se il risultato della
chimica (L2) è superiore a 10 e inferiore o uguale a 20, il risultato viene contrassegnato
con il segno "+-". Il ciclo continua. Se il risultato è superiore a L5, i sei contrassegni
vengono visualizzati nel rapporto del paziente.
7 Selezionare OKper salvare l'impostazione.

7.2.5 Regolazione della pendenza e dell'offset


La pendenza e l'offset sono fattori di calcolo utilizzati per compensare i risultati test di una
chimica quando il risultato QC corrispondente mostra una leggera deviazione.
Al termine della misurazione, il sistema regola il risultato del test tramite la seguente equazione:
y=kx+b

Manuale dell’operatore BS-240E 7-15


7.2 Impostazione biochimiche 7 Chimica

Dove x è il risultato del test prima della regolazione, y il risultato dopo la regolazione, k la
pendenza e b l'offset.
Prima di impostare i fattori di calcolo, assicurarsi di disporre di autorizzazioni sufficienti e che il
sistema non stia eseguendo test.
Per impostare la pendenza e l'offset
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Pendenza/OffsetF5.
Figure 7.7 Finestra Regolaz. pend./offset

3 Scegliere una chimica.


4 Fare doppio clic sul campo Pend., quindi immettere la pendenza.
5 Fare doppio clic sul campo Offset, quindi immettere l'offset.
6 Selezionare Salva per salvare le informazioni immesse.
7 Per ripristinare le impostazioni predefinite di fabbrica per la pendenza e l'offset,
selezionare Ripristina predef.
8 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.

7.2.6 Impostazione dell'intervallo di riferimento/critico


Il sistema consente di impostare gli intervalli di riferimento/critico per ciascuna chimica.
 L'intervallo di riferimento indica l'intervallo di concentrazione consentito per un campione
normale.
 L'intervallo critico corrisponde all'intervallo di risultati consentito dal punto di vista della
diagnosi clinica.
Se la concentrazione del campione calcolato è al di fuori dell'intervallo di riferimento definito o di
un intervallo critico, saranno fornite i seguenti contrassegno:
Table 7.4 contrassegno per il risultato del test al di fuori dell'intervallo di riferimento e dell'intervallo
critico
Condizione Contrassegno

7-16 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.2 Impostazione biochimiche

Supera il limite superiore dell'intervallo di riferimento. ^


Supera il limite inferiore dell'intervallo di riferimento. v
Supera il limite superiore dell'intervallo critico. ^!
Supera il limite inferiore dell'intervallo critico. v!

Il sistema consente la riesecuzione automatica del test ISE. Quando il risultato del test ISE è al di
fuori dell'intervallo critico impostato, il test ISE sarà ripetuto automaticamente.
Prima di definire l'intervallo di riferimento/critico, assicurarsi di disporre di autorizzazioni
sufficienti e che lo stato del sistema non sia In esecuzione.

Definizione/modifica dell'intervallo di riferimento/critico


Per definire/modificare l'intervallo di riferimento/critico
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Interv. rif F4.
Figure 7.8 Finestra di impostazione dell'intervallo di riferimento/critico

3 Scegliere una chimica nell'elenco a discesa Chimica.


4 Scegliere il tipo campione, il sesso e l'intervallo di età del paziente.
5 Impostare l'intervallo di riferimento e quello critico.
6 Per rieseguire la chimica ISE quando il risultato del test non rientra nell'intervallo critico,
selezionare la casella di controllo Riesec. auto.
 Per ulteriori informazioni sulla rie-secuzione automatica, fare riferimento a 6.2.6 Riesecuzione
di campioni (pagina 6-7).

7 Selezionare Salva F7. L'intervallo di riferimento e l'intervallo critico vengono visualizzati


nell'elenco centrale.
8 Selezionare Prec F4 o Succ F5 per impostare l'intervallo di riferimento/critico per altre
chimiche.
9 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-17


7.3 Impostazione della chimica ISE 7 Chimica

Impostazione dell'intervallo di riferimento/critico predefinito


È possibile selezionare un intervallo di riferimento/critico predefinito per il tipo di campione e il
sesso del paziente. L'intervallo predefinito viene visualizzato in rosso. È ammesso un solo
intervallo di riferimento/critico predefinito per un tipo di campione e un sesso specifici per
ciascuna chimica.
Per impostare l'intervallo di riferimento/critico predefinito
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Interv. rif F4.
3 Scegliere il nome della chimica, il tipo campione, il sesso e l'intervallo di età.
4 Scegliere un intervallo di riferimento/critico nell'elenco centrale.
5 Selezionare Predefiniti F1.
L'intervallo di riferimento/critico selezionato viene impostato come predefinito per la chimica.
Il sistema controlla il risultato del test e, se necessario, contrassegna e riesegue la chimica.
6 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

Eliminazione di un intervallo di riferimento/critico


E' possibile eliminare l'intervallo di riferimento e l'intervallo critico impostato.

1 Selezionare Utilità > Chimiche.


2 Selezionare Interv. rif F4.
3 Scegliere il nome della chimica, il tipo campione, il sesso e l'intervallo di età.
4 Scegliere un intervallo di riferimento/critico da rimuovere.
5 Selezionare Cancella F2, quindi OK.
6 Per annullare tutti gli intervalli della chimica, selezionare Elim tutto F3 e quindi OK.
7 Selezionare Esci F8 per chiudere la finestra.

7.3 Impostazione della chimica ISE


Il modulo ISE misura la concentrazione di ioni K+, Na+ e Cl- contenuti nei liquidi del corpo
umano tramite gli elettrodi, contribuendo alla diagnosi dei disturbi elettrolitici, dell'equilibrio
idrico del corpo e di altre patologie rilevanti.
Le chimiche ISE sono applicabili al siero e all'urina; il tipo di campione predefinito è il siero. Se
il tipo di campione è diverso da siero e urina, viene analizzato con i parametri della chimica per
il siero.
I parametri della chimica ISE possono essere solo visualizzati, non modificati né riconfigurati. I
risultati dei test ISE possono essere espressi da flag qualitativi.

7-18 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.3 Impostazione della chimica ISE

Figure 7.9 Finestra Definisci/Modifica chimiche ISE

7.3.2 Visualizzazione dei parametri della chimica ISE


I parametri della chimica ISE sono aperti a tutti gli utenti per la visualizzazione, in qualsiasi stato
del sistema.

1 Selezionare Utilità > Chimiche.


2 Scegliere la casella ISE.
3 Selezionare Definisci F1.
4 Visualizzare i parametri:
5 Fare clic su Esci per chiudere la finestra.

7.3.3 Descrizione dei parametri della chimica ISE


I parametri della chimica ISE e l'intervallo di misurazione vengono visualizzati sulla schermata
Definisci/Modifica chimiche ISE. La chimica ISE presenta due modalità di test: siero e urina
Per quanto riguarda l'urina, prima di eseguire il test è necessario diluirla manualmente.
Nella tabella seguente, U indica urina e S indica siero.
Table 7.5 Parametri della chimica ISE (non modificabili)
Parametro/Chimica K+ Na+ Cl-
Unità (S) mmol/L mmol/L mmol/L
Unità (U) mmol/L mmol/L mmol/L
Decim (S) 0,01 0,1 0,1
Decim (U) 0 0 0
Gamma (S) 1,00-8,00 100,0-200,0 50,0-150,0
Gamma (U) 5-200 10-500 15-400

Unità
L'unità di K, Na e CI è mmol/L e può essere solo visualizzata, non modificata.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-19


7.4 Configurazione della chimica 7 Chimica

Decim
Il decimale del risultato può essere solo visualizzato, non modificato.

Intervallo di misurazione
La gamma può essere solo visualizzata, non modificata.

7.3.4 Utilizzo di risultati flag qualitativi ISE


Per utilizzare i risultati quanlitativi ISE
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Scegliere la casella ISE, selezionare Definisci F1, e quindi fare clic sul pulsante freccia
verso il basso.
Figure 7.10 Finestra Definisci/Modifica chimiche ISE

3 Selezionare Usa risult. qualitat. in Na.


4 Immettere l'intervallo qualitativo e il flag.
Ad esempio, immettere "10" nella prima casella di modifica del campo Intervallo sotto Na,
quindi immettere "+" nel campo Flag della stessa riga. Se la concentrazione Na (L1)
contenuta in un campione è inferiore o uguale a 10, il segno "+" viene aggiunto al risultato
nel rapporto del paziente. Immettere "20" nella seconda casella di modifica sotto l'icona
Intervallo e "+-" nella seconda casella di modifica sotto l'icona Flag. Se la concentrazione
Na (L2) è superiore a 10 e inferiore o uguale a 20, il risultato viene contrassegnato con il
segno "+-". Il ciclo continua. Se il risultato è superiore a L5, i sei contrassegni vengono
visualizzati nel rapporto del paziente.
5 Ripetere i punti 5-6 per contrassegnare i risultati qualitativi per K e CI.
6 Selezionare OK per salvare l'impostazione.
7 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

7.4 Configurazione della chimica


La funzione Config. chimica consente di attivare/disattivare le chimiche definite correttamente e
personalizzarne l'ordine di visualizzazione nelle schermate Campione, Programma campione
STAT e Controllo qualità.

7-20 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.4 Configurazione della chimica

7.4.1 Attivazione di chimiche


Solo le chimiche attivate possono essere richieste per le misurazioni e richiamate nelle
schermate dei risultati. Le chimiche a reagente chiuso sono attive per impostazione predefinita
dopo l'importazione da un file chimica, mentre le chimiche a reagente aperto vengono attivate
solo se i parametri sono impostati correttamente. Se viene configurato un modulo ISE, le
chimiche ISE sono sempre attive.
Il sistema consente di attivare fino a 200 chimiche. Il numero delle chimiche a reagente aperto
può essere regolato in base alle situazioni reali nel laboratorio.
Per attivare le chimiche
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Config. F3.
Figure 7.11 Finestra Config. chimica

3 Scegliere una o più chimiche nell'elenco Chimiche disponibili.


4 Selezionare Agg->.
Le chimiche selezionate vengono attivate e visualizzate nell'elenco Chimiche config.
5 Per attivare tutte le chimiche disponibili, selezionare Agg tutto>>.
Tutte le chimiche nell'elenco Chimiche disponibili vengono attivate e visualizzate
nell'elenco Chimiche config.
6 Selezionare OK.

7.4.2 Disattivazione di chimiche


È possibile disattivare alcune chimiche attualmente inutilizzate che, di conseguenza, non
saranno più visibili nelle schermate di richiesta. Le chimiche ISE e IS sono sempre disponibili e
non possono essere disattivate. Non è possibile richiamare i risultati delle chimiche disattivate
finché le chimiche non vengono riattivate.
Una chimica può essere disattivata solo se:
 Non è una chimica ISE.
 Non dispone di una posizione reagente.
 Non dispone di una posizione per il calibratore e non è stata richiesta per la calibrazione.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-21


7.4 Configurazione della chimica 7 Chimica

 Non dispone di una posizione di controllo.


 Non è contenuta in campioni e controlli negli stati Programmato, Incompleto o Riesecuzione.
Per disattivare le chimiche
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Config. F3.
3 Selezionare una chimica nell'elenco Chimiche config.
4 Selezionare<-Rimuovi.
La chimica selezionata viene disattivata e rimossa dall'elenco Chimiche config.
5 Per disattivare tutte le chimiche, selezionare <<Rimuovi tutto.
Tutte le chimiche nell'elenco Chimiche config. che soddisfano i requisiti vengono
disattivate. Le chimiche a reagente aperto disattivate sono indicate in rosso.
Se una chimica non soddisfa i requisiti, l'operazione viene interrotta e non è possibile
disattivare alcuna chimica.
6 Selezionare OK.

7.4.3 Personalizzazione dell'ordine di visualizzazione delle chimiche


Le chimiche possono essere personalizzate in base all'ordine dei test del laboratorio e vengono
aggiornate nelle schermate di richiesta.
Le chimiche nella finestra Conf. chimica vengono visualizzate in ordine alfabetico. Se è
configurato un modulo ISE, Na, K e Cl vengono visualizzati nelle prime tre posizioni dopo IS
nell'elenco Chimiche config. Negli elenchi Chimiche disponibili e Chimiche config., fare clic
sulla riga di intestazione Chimica o Modulo per ordinare le chimiche per nome o per modulo.
Per personalizzazione l'ordine di visualizzazione delle chimiche
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Config. F3.
3 Selezionare una chimica nell'elenco Chimiche config.
4 Utilizzare i seguenti pulsanti per regolare l'ordine di visualizzazione delle chimiche:
 P. iniziale: per spostare la chimica nella prima posizione.
 Su: per spostare la chimica nella posizione precedente.
 Giù: per spostare la chimica nella posizione successiva.
 Fine: per spostare la chimica nell'ultima posizione.
5 Selezionare OK.
L'elenco delle chimiche nelle schermate di richiesta viene aggiornato automaticamente.

7.4.4 Regolazione dell'ordine dei test di chimiche


L'ordine di test delle biochimiche configurate può essere regolato manualmente. Durante
l'analisi dei campioni le chimiche vengono eseguite nel seguente ordine: chimiche ISE, chimiche
SI e poi biochimiche. Se vengono richieste più biochimiche, sono eseguite nell'ordine
predefinito. Se l'ordine di test viene regolato manualmente, le biochimiche saranno eseguite
nell'ordine aggiornato.
Solo utenti provvisti delle relative autorizzazioni possono regolare l'ordine di test delle
biochimiche.
Per regolare l'ordine delle chimiche
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Config. F3.

7-22 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.5 Chimiche gemelle

3 Selezionare Opzioni, quindi selezionare Ordine test.


Figure 7.12 Finestra Ordine test

4 Selezionare una chimica nell'elenco Chimiche config.


5 Usare i pulsanti seguenti per regolare l'ordine di test delle chimiche:
 P. iniziale: per spostare la chimica nella prima posizione.
 Su: per spostare la chimica nella posizione precedente.
 Giù: per spostare la chimica nella posizione successiva.
 Fine: per spostare la chimica nell'ultima posizione.
6 Selezionare OK.
7 Per ripristinare l'ordine di test predefinito, selezionare Ripristina predef.

7.5 Chimiche gemelle


Le chimiche gemelle vengono eseguite e calcolate in base allo stesso reagente. I risultati di due
chimiche gemelle vengono calcolati mediante lo stesso test. Prendiamo come esempio il
reagente HBA1C. Può essere usato per eseguire due chimiche nello stesso test. La chimica HB è
misurata durante il primo periodo di reazione, mentre la chimica HbA1c è misurata durante il
secondo periodo. Infine HbA1C (%) può essere calcolato in base ai risultati delle due chimiche.
Analogamente alle chimiche normali, le chimiche gemelle possono essere eseguite solo dopo
aver definito le seguenti impostazioni:
 definizione delle chimiche
 assegnazione della posizione del reagente
 impostazione del calibratore e della regola di calibrazione
 impostazione del controllo e della regola QC

Manuale dell’operatore BS-240E 7-23


7.5 Chimiche gemelle 7 Chimica

7.5.1 Definizione della chimica


Le chimiche gemelle vengono definite nello stesso modo delle chimiche normali. I seguenti
parametri, tuttavia, devono essere impostati in modo diverso per le chimiche gemelle:
 Tipo di campione
 Volume del campione normale, volume del campione aumentato e volume del campione
ridotto
 Volume dello stesso tipo di reagente
 Controllo prozona
Perimpostazione dei parametri delle chimiche, fare riferimento a 7.2 Impostazione biochimiche
a pagina 7-4.
Una chimica impostata come gemella di un'altra chimica non può essere associata a una terza
chimica gemella. Quando le chimiche sono definite, è necessario calibrare entrambe le chimiche.

7.5.2 Rimozione di una relazione gemellare


Per rimuovere l'opzione Chimiche gemelle tra due chimiche, annullare la selezione di una
chimica gemella. Solo quando i reagenti delle due chimiche vengono scaricati, l'opzione
Chimiche gemelle esistente tra esse può essere rimossa.

7.5.3 Impostazione del reagente


Le chimiche gemelle vengono eseguite con lo stesso reagente nella stessa posizione. Il reagente
può essere caricato manualmente o tramite la scansione di codici a barre.
Caricamento manuale
È sufficiente impostare manualmente i reagenti per una sola delle chimiche gemelle. Il reagente
dello stesso tipo per l'altra chimica gemella viene impostato automaticamente con la stessa
posizione.
Caricamento automatico
Collocare i reagenti delle chimiche gemelle, dotati di codice a barre, sul carosello reagenti; il
sistema esegue la scansione del codice a barre dei reagenti e assegna automaticamente la stessa
posizione per lo stesso reagente delle chimiche gemelle.
Se il caricamento dei reagenti non riesce per una delle chimiche gemelle, nessuna delle due potrà
essere eseguita.
Per informazioni dettagliate sul caricamento dei reagenti, fare riferimento a 2.3.1 (pagina 2-10).

7.5.4 Impostazione e richiesta della calibrazione


Impostazione della calibrazione
Il calibratore, il numero di repliche e le condizioni di calibrazione automatica devono essere
identici per due chimiche gemelle.
 Per le impostazioni di calibrazione, vedere 4.2.1 Impostazione della calibrazione alla pagina 4-5 .

Richiesta di calibrazione
La calibrazione delle chimiche gemelle si richiede allo stesso modo che per le chimiche normali.
Quando si richiede una delle due chimiche, l'altra viene richiesta automaticamente, quindi
entrambe vengono calibrate. È possibile richiamare i risultati della calibrazione, le curve di
calibrazione e le curve di reazione delle due chimiche.

7-24 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.6 Calcoli speciali

7.5.5 Impostazione e richiesta del controllo di qualità


Impostazione QC
Le chimiche gemelle devono essere definite con lo stesso controllo; l'impostazione di QC delle
chimiche gemelle è uguale a quella delle chimiche normali.
Per le impostazioni di QC, vedere 5.2 Impostazione QC alla pagina 5-3 .
Programmazione di controlli
Il controllo qualità delle chimiche gemelle si richiede allo stesso modo che per le chimiche
normali. Quando si richiede una delle due chimiche, l'altra viene richiesta automaticamente,
quindi entrambe vengono eseguite per il controllo qualità. È possibile richiamare i risultati QC e
le curve di reazione QC delle due chimiche.

7.5.6 Programmazione ed elaborazione campioni


L'analisi del campione delle chimiche gemelle si richiede allo stesso modo che per le chimiche
normali. Quando si richiede una delle due chimiche, l'altra viene richiesta automaticamente,
quindi entrambe vengono eseguite per l'analisi del campione. È possibile richiamare i risultati
campione e le curve di reazione campione delle due chimiche.

7.6 Calcoli speciali


Calcolando determinate chimiche si possono ottenere nuove chimiche a scopo clinico, quali A/G
(ALB/ (TP-ALB)), I-BIL (T-Bil - D-Bil), ecc.
Un calcolo è costituito da chimiche, operatori di calcolo e algoritmo. Solo gli utenti dotati delle
autorizzazioni necessarie possono definire, modificare ed eliminare calcoli.

7.6.1 Definizione/modifica di un calcolo


L'importazione e la definizione dei calcoli sono supportate. Il sistema consente di definire fino a
50 calcoli.
 Per importare metodi di calcoli chiusi, vedere 7.1.1 Elenco di importazione chimiche predefinito
a pagina 7-2.

Per definire/modificare un calcolo


1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Calcoli F6, e quindi eleggere Definisci F1.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-25


7.6 Calcoli speciali 7 Chimica

Figure 7.13 Finestra Calcoli speciali

3 Immettere le seguenti informazioni:


 Abbreviazione e nome completo
 Tipo di campione
 Nome stampa
 Unità e decimale del risultato
4 Se si intende utilizzare il calcolo per l'analisi, selezionare la casella di controllo Abilita.
Selezionare Flag per segnalare il risultato del calcolo.
5 Modificare la formula di calcolo:
 Scegliere le chimiche nell'elenco Chimiche. Le chimiche vengono quindi visualizzate nel
campo Formula.
 Scegliere i numeri e gli operatori nell'area Simboli matematici per costituire la formula
di calcolo insieme alle chimiche.
 Per rimuovere una chimica, un numero o un operatore, spostare il cursore dietro tale
elemento e selezionare BS.
 Per cancellare l'intera formula, selezionare AC.
6 Selezionare Ris. flag se si desidera contrassegnare i risultati qualitativi.
Per ulteriori informazioni sui risultati qualitativi, vedere 7.2.4Utilizzo di risultati flag qualitativi
alla pagina 7-15.
7 Selezionare OK per salvare le impostazioni.
8 Selezionare Esci per uscire dalla finestra.

7.6.2 Attivazione/disattivazione di calcoli


Un calcolo speciale definito risulta attivo per impostazione predefinita e viene utilizzato per
l'analisi dei campioni. Se un calcolo è disattivato, non viene utilizzato per le misurazioni dei
campioni. Prima di attivare o disattivare un calcolo, accertarsi che lo stato del sistema non sia In
esecuzione.
Per abilitare/disabilitare i calcoli
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Calcoli F6.
3 Per attivare un calcolo, selezionare la casella di controllo Abilita.

7-26 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.7 Pannelli

4 Per disattivare un calcolo, deselezionare la casella di controllo Abilita.

7.6.3 Eliminazione di calcoli definiti dall'utente


I calcoli possono essere eliminati dagli utenti dotati delle autorizzazioni necessarie quando lo
stato del sistema non è In esecuzione. È possibile eliminare solo i calcoli definiti dall'utente, non i
calcoli chiusi.
Per eliminare i calcoli definiti dall'utente
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Calcoli F6.
3 Scegliere i calcoli da eliminare.
4 Selezionare Elimina F2.

7.6.4 Esecuzione di calcoli


I calcoli non vengono eseguiti per la calibrazione, ma per il controllo della qualità e l'analisi dei
campioni insieme ad altre chimiche.
Se una chimica contenuta in un calcolo viene eseguita per più di una replica, il risultato finale
della chimica viene utilizzato per calcolare il risultato del calcolo speciale.

7.7 Pannelli
Una coppia di chimiche combinate per particolari scopi clinici può costituire un pannello,
riguardante ad esempio la funzionalità epatica, la funzionalità renale, ecc. I pannelli possono
agevolare la programmazione dei campioni.
I pannelli possono essere composti da biochimiche e chimiche ISE. Il sistema consente di
definire fino a 100 pannelli. Solo gli utenti dotati delle autorizzazioni necessarie possono definire,
modificare ed eliminare pannelli.

7.7.1 Definizione/modifica di pannelli


Per definire/modificare un pannello
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Pannelli F7, quindi selezionare Definisci F1.
Figure 7.14 Finestra Defin./modif. pannelli

Manuale dell’operatore BS-240E 7-27


7.7 Pannelli 7 Chimica

3 Immettere il numero e il nome del pannello.


4 Scegliere i tipi di pannelli.
 Campione: indica che il pannello può essere utilizzato per l'analisi dei campioni.
 QC: indica che il pannello può essere utilizzato per il controllo di qualità.
 È necessario selezionare almeno un tipo di pannello. Un pannello può essere applicato
sia all'analisi dei campioni che di controllo.
5 Scegliere le chimiche per il pannello.
È necessario selezionare almeno una biochimica.
6 Selezionare Program Panel (Pannello programmi) e Print Panel (Pannello di stampa).
Quando si seleziona l'opzione Program Panel (Pannello programmi), il pannello definito
verrà visualizzato nella schermata del programma dei campioni. Quando si seleziona Print
Panel (Pannello di stampa), i risultati dei test delle sostanze chimiche sul rapporto dei
campioni saranno raggruppati in base al pannello.
7 Selezionare Salva F7.
8 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

7.7.2 Regolazione dell'ordine di visualizzazione dei pannelli


L'ordine di visualizzazione dei pannelli nelle schermate Campione e Controllo qualità può
essere modificato manualmente per facilitare la richiesta dei test.
Per regolare l'ordine di visualizzazione dei pannelli
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Pannelli F7.
3 Selezionare il panello da muovere.
4 Selezionare Su F3 per spostare il pannello corrente nella posizione precedente oppure Giù
F4 per spostarlo nella posizione successiva.
5 Selezionare Salva F7 per salvare le impostazioni.

7.7.3 Eliminazione di pannelli


I pannelli possono essere eliminati dagli utenti dotati delle autorizzazioni necessarie quando lo
stato del sistema non è In esecuzione. Quando viene rimosso un pannello, le chimiche che
contiene rimangono e possono costituire pannelli con altre chimiche.
Per eliminare i pannelli
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare Pannelli F7.
3 Scegliere i pannelli da eliminare.
4 Selezionare Elimina F2.

7.7.4 Esecuzione di pannelli


I pannelli non vengono eseguiti per la calibrazione ma per l'analisi dei campioni e di controllo,
insieme ad altre chimiche.

7-28 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.8 Chimiche fuori sistema

7.7.5 Impostazione ed esecuzione di pannello predefinito


Il sistema consente di definire al massimo un pannello predefinito. Quando un campione con
codice a barre non contiene informazioni di programmazione importanti sull'host LIS o non è
stato programmato manualmente, può essere analizzato con il pannello predefinito. Il pannello
predefinito è applicabile solo ai campioni di routine ed emergenti e spesso viene utilizzato per
un enorme numero di campioni analizzati con le stesse chimiche.
Solo un pannello campione, e non un pannello di controllo, può essere impostato come
predefinito.
Definizione del pannello predefinito
1 Selezionare Utilità > Chimiche, e poi selezionare Pannelli F7.
2 Scegliere il pannello desiderato nell'elenco dei pannelli.
3 Selezionare la casella di controllo Predef. nella stessa riga del pannello selezionato.
4 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.
Esecuzione del pannello predefinito per i campioni di pazienti
1 Caricare i campioni con codice a barre sul carosello campioni.

2 Selezionare l'icona posizionata nell'angolo superiore destro della schermata


principale.
3 Selezionare il carosello campioni sul quale sono stati caricati i campioni.
4 Selezionare OK.

7.8 Chimiche fuori sistema


Tutte le chimiche che non sono eseguite dall'analizzatore sono indicate come chimiche fuori
sistema. È possibile immettere manualmente i risultati delle chimiche fuori sistema nel sistema
per stamparle nel rapporto del paziente.
I test fuori sistema sono di due tipi: qualitativi e quantitativi
 Chimiche qualitative: Non si ottengono risultati numerici, ma i flag definiti sul sistema. Il
valore di riferimento può essere impostato per le chimiche qualitative
 Chimiche quantitative: Risultati numerici e flag definiti vengono visualizzati e stampati.
L'intervallo di riferimento può essere impostato per le chimiche quantitative

7.8.1 Definire/Modificare una chimica fuori sistema


Definizione/Modifica di chimiche fuori sistema
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare una casella chimica vuota e selezionare Definisci F1.
3 Selezionare fuori sistema e selezionare OK.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-29


7.8 Chimiche fuori sistema 7 Chimica

Figure 7.15 Definizione/Modifica di chimiche

4 Immettere i seguenti parametri della chimica:


 Abbreviazione e nome completo
 Numero ID
 Nome stampa
 Valore di attributo e di riferimento
 Unità e decimale del risultato
5 Per impostare flag di risultato per risultato quantitativo, effettuare le seguenti operazioni:
a. Selezionare la casella di controllo Usa risult. qualitat..
b. Immettere l'intervallo qualitativo e il flag.
Ad esempio, immettere "10" nella prima casella di modifica del campo Intervallo, quindi
immettere "+" nel campo Flag della stessa riga. Se il risultato della chimica (L1) contenuto
in un campione è inferiore o uguale a 10, il segno "+" viene aggiunto al risultato nel
rapporto del paziente. Immettere "20" nella seconda casella di modifica sotto l'icona
Intervallo e "+-" nella seconda casella di modifica sotto l'icona Flag. Se il risultato della
chimica (L2) è superiore a 10 e inferiore o uguale a 20, il risultato viene contrassegnato
con il segno "+-". Il ciclo continua. Se il risultato è superiore a L5, i sei contrassegni
vengono visualizzati nel rapporto del paziente.
6 Selezionare Salva F7.
7 Selezionare Esci F8.

7.8.2 Esecuzione delle chimiche fuori sistema


Dopo la programmazione delle chimiche fuori sistema, è possibile modificare i relativi risultati
nella schermata Risultato. I risultati delle chimiche fuori sistema possono essere modificati in
qualsiasi stato del campione.
Per eseguire le chimiche fuori sistema
1 Programmare le chimiche fuori sistema nella schermata Program > Campione.
Per ulteriori informazioni sulla programmazione di campioni, vedere 2.4.1 alla pagina 2-23.
2 Selezionare Risultato > Corrente.
3 Selezionare il campione desiderato dall'elenco campioni.
4 Selezionare l'opzione F2 e selezionare Modifica risultati.
5 Selezionare le chimiche fuori sistema richieste, ed inserire i risultati.
6 Fare clic su Salva.

7-30 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.9 Impostazione carryover

7.8.3 Eliminazione delle chimiche fuori sistema


Quando lo stato del sistema non è in funzione, è possibile eliminare le chimiche fuori sistema.
Per eliminare le chimiche fuori sistema
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Selezionare la chimica fuori sistema che si desidera eliminare.
3 Selezionare Elimina F2.

7.9 Impostazione carryover


L'opzione di impostazione del carryover viene utilizzata per definire i rapporti di carryover tra le
chimiche a reagente aperto e tra le cuvette. Il sistema inserisce una sessione di pulizia per la
sonda reagente e le cuvette in base alle impostazioni del carryover. Le chimiche a reagente
chiuso sono state impostate dal produttore e possono essere visualizzate o modificate, mentre
quelle a reagente aperto devono essere definite nella finestra Carryover.
Quando si eseguono impostazioni del carryover per una chimica gemella, l'altra viene aggiornata
simultaneamente.
L'impostazione del carryover può essere eseguita solo dagli utenti dotati delle autorizzazioni
necessarie quando lo stato del sistema è In esecuzione.

7.9.1 Definizione/modifica della coppia carryover


 Definizione/modifica della coppia carryover
1 Selezionare Utilità > Chimiche e selezionare Carryover F8.
Figure 7.16 Finestra Carryover

2 Scegliere il tipo di carryover:


 Reagente
 Cuvetta
 Campione
3 Scegliere una o più chimiche contaminanti che potrebbero contaminare altre chimiche.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-31


7.10 Come mascherare e scoprire chimiche 7 Chimica

"TUTTO" significa che tutte le chimiche possono contaminarne altre.


4 Scegliere una o tutte le chimiche contaminate nell'elenco Contaminato.
"TUTTO" significa che tutte le chimiche possono essere contaminate. Non è possibile
l'impostazione di Tutti (l'intero contaminante) a Tutti (il contaminato).
5 Scegliere il reagente contaminante che può contaminare altri reagenti.
6 Scegliere il reagente contaminato.
7 Scegliere il tipo di campione contaminante che potrebbero contaminare altri tipi di
campione.
8 Scegliere il tipo di campione contaminato.
9 Scegliere un tipo di lavaggio.
10 Definire il ciclo di lavaggio.
Solo quando il tipo di lavaggio è lavaggio speciale, è possibile attivare l'opzione Lavaggio
speciale obblig. Se è selezionata l'opzione Lavaggio speciale obblig., il CD80 viene aspirato
per effettuare il lavaggio speciale sulla sonda in modo da rimuovere il carryover. Se non è
stata caricata la soluzione di lavaggio della sonda o questa è insufficiente, i test della chimica
contaminata vengono interrotti.
11 Selezionare Salva F7.
La coppia carryover definita viene visualizzata nell'elenco Coppie. Per annullare le
impostazioni del carryover, selezionare Elim F6.
12 Selezionare Definisci F1 e seguire le istruzioni precedenti per impostare altre coppie di
carryover.
13 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

7.9.2 Rimozione di una coppia carryover


Rimozione di una coppia carryover
1 Selezionare Utilità > Chimiche, e selezionare Carryover F8.
2 Scegliere la coppia carryover desiderata.
3 Selezionare Elimina F5.
4 Selezionare OK per confermare l'eliminazione.
5 Selezionare Chiudi F8 per chiudere la finestra.

7.10 Come mascherare e scoprire chimiche


La funzione di mascheramento delle chimiche viene utilizzata quando è necessario disattivare
temporaneamente una chimica a causa di risultati anomali o di esaurimento del reagente. Le
chimiche mascherate possono essere richieste ma non eseguite finché non vengono scoperte.
È possibile mascherare o scoprire chimiche in qualsiasi stato del sistema. Tutti gli utenti
possono mascherare o scoprire chimiche.
Se un campione contiene chimiche mascherate, al termine dell'analisi passa allo stato
Incompleto; se le chimiche vengono scoperte quando lo stato del campione è Programmato,
vengono eseguite insieme ad altre chimiche; se vengono scoperte durante l'analisi del campione,
si aggiungono automaticamente a tale analisi; se vengono scoperte dopo l'analisi del campione,
vengono eseguite automaticamente alla ripresa dell'analisi.
Per mascherare/scoprire le chimiche
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.

7-32 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.11 Reflex

3 Selezionare Masch/scopri chim.


Figure 7.17 Finestra Masch/scopri chim

4 Scegliere le chimiche da mascherare e selezionare OK.


Se una chimica è mascherata, nel suo angolo superiore sinistro è visibile il simbolo , ma
la chimica viene comunque visualizzata nelle schermate Campione, Controllo qualità e
Reagente/calibraz.
5 Per scoprire le chimiche, selezionarle, quindi selezionare OK.
6 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

7.11 Reflex
L'opzione Reflex consente di richiedere ed eseguire automaticamente le chimiche associate,
quando il risultato della biochimica analizzata rientra in un intervallo specificato. Ogni
biochimica può comprendere più condizioni reflex, mentre ogni condizione può contenere un
massimo di 20 chimiche associate.
Le condizioni reflex e le chimiche associate sono disponibili per l'osservazione, ma solo utenti
provvisti dell'autorizzazione corrispondente possono impostare, modificare o eliminare la
Reflex Relation.

7.11.1 Impostazione della relazione Reflex


Prima di poter essere usata, la funzione Reflex deve essere attivata con le condizioni reflex e le
chimiche associate configurate. Si noti che devono esistere chimiche in condizione reflex.
Quando lo stato del sistema è in esecuzione, non è possibile impostare la funzione Reflex.
Per impostare la relazione reflex
1 Selezionare Utilità > Chimiche.
2 Scegliere una chimica per la quale si desidera configurare le impostazioni reflex, e quindi
selezionare Definisci F1.
3 Selezionare Reflex F2.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-33


7.11 Reflex 7 Chimica

Figure 7.18 Finestra Reflex

4 Spuntare la casella di spunta A ttiva funzione Reflex per attivare questa opzione.
5 Impostare le condizioni reflex.
Sono disponibili due condizioni: “or” e “and”:
 or: quando il risultato del test (concentrazione) è superiore a un determinato valore O
inferiore a un determinato valore, le chimiche associate vengono richieste ed eseguite
automaticamente.
 e: quando il risultato del test (concentrazione) è superiore a un determinato valore E
inferiore a un determinato valore, le chimiche associate vengono richieste ed eseguite
automaticamente.
Selezionare un'opzione e inserire l'intervallo di concentrazione.
6 Selezionare le chimiche associate nell'elenco delle chimiche.
Le opzioni comprendono tutte le biochimiche configurate.
7 Selezionare OK.
La Reflex Relation definita è visualizzata nell'elenco a sinistra.
8 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

7.11.2 Modifica della relazione Reflex


Solo utenti provvisti dell'autorizzazione corrispondente possono modificare le Reflex Relation.
Per modificare la relazione reflex
1 Selezionare la relazione reflex desiderata sulla finestra Reflex.
2 Modificare la condizione e le chimiche associate.
3 Selezionare OK.
4 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

7.11.3 Eliminazione di una relazione Reflex


Solo utenti provvisti dell'autorizzazione corrispondente possono eliminare le Reflex Relation. Se
una chimica viene eliminata, viene eliminata automaticamente la Reflex Relation corrispondente,
a cui è associata.

7-34 Manuale dell’operatore BS-240E


7 Chimica 7.11 Reflex

Per eliminare la relazione reflex


1 Selezionare la relazione reflex desiderata sulla finestra Reflex.
2 Selezionare Elimina.
3 Selezionare OK.
4 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

7.11.4 Richiamo di misurazioni e risultati


Le chimiche con impostazioni reflex vengono eseguite come le biochimiche di routine. Quando il
risultato del test soddisfa la condizione impostata, le chimiche associate vengono richieste ed
eseguite automaticamente, mentre quelle richieste per il campione vengono escluse. Per
visualizzare i risultati, selezionare Risultato > Corrente o Cronologia.

Manuale dell’operatore BS-240E 7-35


7.11 Reflex 7 Chimica

7-36 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità

Questo capitolo fornisce le descrizioni di comandi di sistema, configurazione del sistema,


configurazione dello strumento, impostazione della stampante, impostazione di codici a barre,
impostazione LIS e impostazione utente.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-1


8.1 Comandi di sistema 8 Utilità

8.1 Comandi di sistema


Il sistema include due comandi: P. imiziale e Arresto stampa, che sono utilizzati per ripristinare il
sistema in stato di attesa e interrompere la stampa.

8.1.1 P. iniziale
Il comando P. iniziale consente di inizializzare il sistema di biochimica e il modulo ISE e di
ripristinarli in seguito a guasti, riportando tutti i componenti alle posizioni iniziali. Quando viene
eseguito il comando P. iniziale, il sistema passa allo stato Standby.
Per inizializzare il sistema.
1 Selezionare Utilità > Commandi.
2 Selezionare P. iniziale.

8.1.2 Stop stampa


Il comando Stop stampa interrompe tutte le richieste nella coda di stampa e ne impedisce l'invio
alla stampante. Questa funzione viene utilizzata per interrompere le richieste di stampa di molte
pagine, quali log errori, rapporti QC, rapporti multicampione, ecc. Le attività di stampa in corso,
eliminate, in annullamento o annullate nella finestra delle attività di stampa non vengono
rimosse.
Per interrompere la stampa
1 Selezionare Utilità > Commandi.
2 Selezionare Stop stampa. Tutte le richieste nella coda di stampa vengono rimosse.

8.1.3 Attivazione del sistema


1 Selezionare Utilità>Manutenzione.
2 Selezionare Attivazione.
3 Il sistema si sta attivando ed entra nello stato Standby.

8.2 Impostazione sistema


In questa sezione vengono riportate le opzioni di impostazione disponibili nella schermata
Impostazione sistema, illustrata nelle pagine seguenti:
 Pagina di configurazione di test campione
 Pagina di impostazione della riesecuzione automatica
Fare clic sui pulsanti freccia a destra per passare tra le due pagine.
Seleziona Utilitò > Configurazione sistema per visualizzare la schermata seguente:

8-2 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.2 Impostazione sistema

Figure 8.1 Schermata Impostazione sistema

8.2.2 Pagina di configurazione di test campione


Le seguenti opzioni di configurazione sono disponibili nella pagina di configurazione dei
campione.
Tipo camp predefinito
Il sistema supporta vari tipi di campione, quali siero, plasma, urina, liquido cerebrospinale e
altro. L'impostazione predefinita è siero. Il tipo di campione predefinito, una volta impostato,
viene selezionato automaticamente per i campioni programmati nella schermata Campione.
Tipo di coppetta campione predefinita
Il sistema supporta la coppetta campione standard e microcoppetta. L'impostazione predefinita è
la coppetta campione standard. Il tipo di coppetta campione predefinita, una volta impostata,
viene selezionata automaticamente per i campioni programmati nella schermata Campione.
Periodo di validità dei campioni
Indica l'intervallo di tempo da quando un campione di un paziente viene caricato per la prima
volta nel carosello campioni alla sua scadenza. Una volta impostato il periodo di validità dei
campioni, è consentita l'analisi solo dei campioni in tale intervallo. Se il periodo di validità non è
impostato, i campioni rimangono validi indefinitamente.
Il periodo di validità è compreso tra 1 e 99 in ore o giorni. L'impostazione predefinita è giorno.
Il periodo di validità è applicabile ai campioni del paziente, anziché ai calibratori e ai controlli.
Dopo l'immissione del tempo di raccolta, il sistema calcola il periodo di validità dal momento in
cui il campione viene raccolto; in caso contrario, per calcolare tale periodo viene utilizzato il
momento in cui verrà eseguita l'analisi programmata del campione.
Monitoraggio della temperatura di reazione
È possibile monitorare la temperatura di reazione prima dell'inizio dell'analisi.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-3


8.2 Impostazione sistema 8 Utilità

 Quando la casella di controllo Avvia analisi con temperatura stabile è selezionata, prima di
iniziare l'analisi il sistema controlla se la temperatura di reazione è normale. Se la
temperatura ènormale, èpossibile selezionare per avviare l'analisi; in caso contrario, un
messaggio indica che l'analisi non èconsentita nelle condizioni attuali.
 Quando la casella di controllo Avvia analisi con temperatura stabile non è selezionata,
prima di iniziare l'analisi il sistema controlla comunque se la temperatura di reazione è
normale e rientra nell'intervallo 37±2,0°C. Se la temperatura è normale, è possibile
selezionare per avviare l'analisi; in caso contrario, il sistema ricorda che i risultati
possono essere influenzati se si procede all'analisi. Quindi è possibile continuare o
interrompere l'analisi.
Allarme in caso di reagente esaurito
Ciascuna chimica può avere più di un flacone di reagente caricato. È possibile impostare allarmi
per il caso in cui il reagente è esaurito.
Selezionare l’opzione Allarme in caso di reagente esaurito. Quando il reagente è esaurito, il
sistema emette un allarme. Se l’opzione non è selezionata, il sistema non emette un allarme.
Gestire reagenti per lotto
Questa opzione è utilizzata per monitorare lo stato della calibrazione e l'ora di ciascun lotto di
reagente, supporta la calibrazione del lotto di reagente e visualizza i risultati di calibrazione di
ciascun lotto di reagente.
Quando è selezionata questa opzione, è necessario prestare particolare attenzione quando si
svolgono le seguenti operazioni:
 Caricamento dei reagenti: quando si caricano reagenti manualmente, è necessario immettere
il numero di lotto. Il numero di lotto dei reagenti dotati di codice a barre non può essere
lasciato vuoto, in caso contrario, il caricamento di reagenti avrà esito negativo.
 Visualizzazione dello stato di calibrazione e richiesta di calibrazione: è possibile visualizzare
lo stato della calibrazione, l'ora di ciascun lotto di reagente e richiedere la relativa
calibrazione.
 Richiamo dei risultati di calibrazione: è possibile richiamare i risultati di calibrazione di
ciascun lotto di reagente nella schermata Calibraz. biochimica.
 Calibrazione automatica: una calibrazione automatica mediante flacone di reagente o lotto
non è consentita. Quando viene utilizzato un diverso lotto di reagente, il sistema richiede ed
esegue automaticamente una calibrazione. Se utilizzati per la misurazione, i lotti di reagente
con fattori di calibrazione validi non vengono calibrati nuovamente.
Lavaggio speciale prima del test
Selezionare questa opzione per eseguire un lavaggio speciale con la soluzione di lavaggio per la
sonda del campione, le sonde reagenti e i mixer prima di un lotto di test. Se non è selezionata,
non sarà eseguito alcun lavaggio speciale prima di un lotto di test.
Pausa subito
Selezionare questa opzione per mettere in pausa subito l'analizzatore dopo un periodo di test di circa
18 s, una volta che il pulsante Pausa nell'angolo a destra della schermata principale viene cliccato.
Impostazioni della visualizzazione dei risultati
Questa opzione è utilizzata per impostare i contrassegni e il colore per i risultati inferiori o
superiori rispetto all'intervallo di riferimento e il colore dei risultati minori o maggiori
dell'intervallo critico.

8-4 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.2 Impostazione sistema

Fare clic sul pulsante di impostazione del colore, scegliere il colore desiderato e selezionare OK. Il
sistema visualizza flag nella colonna Flag delle schermate Risultati correnti e Risultati
cronologici, nonché nei rapporti paziente, se il risultato del test è inferiore o superiore
all'intervallo di riferimento. I contrassegni possono essere formati da numeri, lettere e simboli, e
contenere al massimo 10 cifre. I contrassegni predefiniti per l'intervallo di riferimento sono "^"
e "v". Accanto a un risultato, se è maggiore del limite superiore, viene visualizzato "^"; se è
minore del limite inferiore, viene visualizzato "v".
Se i risultati del test non rientrano nell'intervallo critico, vengono visualizzati nel colore impostato.
Limite allarme reag
Il limite di allarme per il reagente non è applicabile al reagente ISE. L'intervallo di immissione
varia da 1 a 50 e l'impostazione predefinita è 5. Se il limite di allarme del reagente rimanente è
impostato, il sistema emette un allarme e contrassegna a colori il reagente quando la quantità
rimanente è inferiore a tale limite.
Volume del suono dell'allarme
Questa opzione consente di regolare il volume del tono dell'allarme e del segnale acustico. Il tono
dell'allarme è il suono di un allarme del sistema e il segnale acustico viene emesso quando si
verifica un inserimento o un'operazione errata. È possibile regolare manualmente il volume di
entrambi i suoni in base alle condizioni dell'ambiente. Trascinare il cursore in direzione
orizzontale nei campi Volume allarme e Volume bip. La scala è crescente, da sinistra a destra.
Quando si sposta il dispositivo di scorrimento nella posizione più a sinistra, il segnale acustico di
allarme viene disattivato.
Poiché Windows 10 non supporta la gestione degli allarmi attraverso cicalino, sul computer va
installata una scheda audio per garantire che il suono degli allarmi e dei bip possa essere
regolato e fornito.
Ciclo innesco ISE
Impostare il ciclo innesco ISE. L'intervallo di immissione varia da 1 a 50 e l'impostazione
predefinita è 30.
Quando l'analizzatore è avviato e il nuovo pacco reagente viene identificato, il modulo ISE si
innesca automaticamente per sostituire i reagenti al suo interno con reagenti freschi.
Solo gli amministratori possono definire o modificare il numero di inneschi di avvio.

8.2.3 Impostazione della riesecuzione automatica


Il sistema prevede un paio di condizioni per la riesecuzione automatica. Quando le condizioni
selezionate sono soddisfatte, le chimiche per cui è stata attivata la riesecuzione automatica
verranno rieseguite automaticamente con il tipo di volume campione specificato.
Solo gli utenti che dispongono delle autorizzazioni per l'impostazione del sistema possono
configurare le condizioni di riesecuzione automatica.
Sopra limite sup. inter. crit.
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Significa che quando il risultato
del test supera il limite superiore dell'intervallo critico, il sistema riesegue i test nella modalità
selezionata.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Sotto limite inf. interv. crit.
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Significa che quando il risultato
del test è inferiore al limite inferiore dell'intervallo critico, il sistema riesegue i test nella
modalità selezionata.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-5


8.2 Impostazione sistema 8 Utilità

Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.


Sup. lin. alta
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Significa che quando il risultato
del test supera il limite di linearità più alto, il sistema riesegue i test nella modalità selezionata.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Sup. lin. bassa
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Significa che quando il risultato
del test è inferiore al limite di linearità più basso, il sistema riesegue i test nella modalità
selezionata.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Sup. calibr. livello max.
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Se questa opzione è selezionata,
significa che l'analizzatore riesegue automaticamente il campione nella modalità selezionata se
la risposta supera quella del calibratore a più alta concentrazione.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Inf. calibr. livello min.
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Se questa opzione è selezionata,
significa che l'analizzatore riesegue automaticamente il campione nella modalità selezionata se
la risposta supera quella del calibratore a più bassa concentrazione.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Deplez. substrato
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Quando questa opzione è
selezionata, significa che l'analizzatore riesegue automaticamente i test nella modalità
selezionata qualora il substrato risultasse esaurito durante l'esecuzione.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Errore controllo prozona
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Significa che il sistema riesegue i
test nella modalità selezionata quando la prozona si verifica durante il processo di reazione.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Non lineare
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Se la linearità calcolata è maggiore
del limite di linearità definito, il sistema riesegue i test nella modalità selezionata.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.
Nessun i. lin.
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Significa che il sistema riesegue i
test nella modalità selezionata quando il numero di punti di misurazione entro il limite substrato
è inferiore o uguale a 3. Questa opzione vale solo per il metodo Cinetic.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.

8-6 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.3 Configurazione dello strumento

Nessun i. calc.
Selezionare una modalità di riesecuzione dall'elenco a discesa. Se, nel corso della misurazione di
enzimi ad alta attività, il numero di punti di misurazione compresi nell'intervallo di linearità è
inferiore a 2, l'intervallo di linearità viene esteso. Se il numero di punti di misurazione è
inferiore a 2 anche quando viene incluso il tempo di latenza, il sistema riesegue i test nella
modalità selezionata. Questa opzione vale solo per il metodo Cinetic.
Se non è selezionato, significa che questo elemento non viene controllato.

8.3 Configurazione dello strumento


Nella finestra Impost strumento, è possibile effettuare le seguenti impostazioni.

8.3.1 Impostazione di sospensione e attivazione


La funzione Sospensione/Attivazione include le opzioni di impostazione della sospensione e
dell'attivazione automatiche.
L'opzione Impost. sosp. aut. viene utilizzata per impostare l'intervallo di tempo per la
sospensione automatica del sistema. Dopo aver impostato l'intervallo di tempo per la
sospensione, inizia un conto alla rovescia dal momento in cui il sistema passa allo stato Standby.
Alla scadenza dell'intervallo, inizia la sospensione del sistema. Tranne per l'impostazione della
sospensione automatica, il sistema può essere attivato tramite il comando di attivazione.
L'opzione Impost. attiv. aut. consente di definire la data e l'ora dell'avvio del sistema. Quando si
raggiunge l'orario, il sistema, spento o sospeso, viene avviato o attivato automaticamente.

8.3.2 Impostazione della sospensione automatica


1 Selezionare Utilità-Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare 1 Sosp./Att.
4 Selezionare 1 Impost. sosp. aut.
Figure 8.2 Finestra Impost. sosp. aut.

5 Digitare l'intervallo per la sospensione automatica.


Le opzioni includono N/A, 30, 60, 90, 120, 150, 180,210,240,270 e 300 e l'impostazione
predefinita è 60 minuti. N/A significa che il timer per la sospensione automatica è
disattivato.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-7


8.3 Configurazione dello strumento 8 Utilità

NOTA
Se la sospensione automatica non è abilitata alcuni componenti, quali ad esempio la lampada, potrebbero
invecchiare rapidamente e subire un degrado delle prestazioni. Si consiglia di abilitare questa opzione.
6 Selezionare Salva.
Alla scadenza dell'intervallo, inizia la sospensione del sistema e si passa allo stato Sospeso.
7 Selezionare Esci.

8.3.3 Finestra Impost. attiv. aut.

NOTA
Dopo aver impostato il tempo per l'avvio automatico, assicurarsi che l'unità operativa e l'analizzatore siano
collegati a una fonte di alimentazione; in caso contrario non sarà possibile attivarli automaticamente.
1 Selezionare Utilità-Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare 1 Sosp./Att.
4 Selezionare 2 Impost. attiv. aut.
Figure 8.3 Finestra Impost. attiv. aut.

5 Scegliere il giorno della settimana per l'avvio automatico, quindi impostare un orario
specifico.
È possibile definire qualsiasi orario all'interno della settimana (dal lunedìalla domenica) per
l'avvio automatico del sistema.
6 Selezionare Salva.
Quando si raggiungono la data e l'orario, il sistema viene avviato automaticamente, anche
se spento.
7 Selezionare Chiudi.

8.3.4 Impost. attiv. aut.

NOTA
Dopo aver impostato il tempo per l'attivazione automatica, assicurarsi che l'unità operativa e l'unità di analisi
siano collegate a una fonte di alimentazione; in caso contrario non sarà possibile attivarle automaticamente.
1 Selezionare Utilità-Impostazione sistema.

8-8 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.3 Configurazione dello strumento

2 Selezionare Strumento F1.


3 Selezionare 1 Sosp./Att.
4 Selezionare 3 Impost. attiv. aut.
Figure 8.4 Impost. attiv. aut.

5 Scegliere il giorno della settimana per l'avvio automatico, quindi impostare un orario
specifico.
È possibile definire qualsiasi orario all'interno della settimana (dal lunedìalla domenica) per
l'avvio automatico del sistema.
6 Selezionare Salva.
Quando si raggiungono la data e l'orario, il sistema, spento o sospeso, viene avviato o
attivato automaticamente.
7 Selezionare Esci.

8.3.5 Come mascherare e scoprire chimiche


L'opzione Masch/scopri chimiche consente di disattivare chimiche, che comunque continuano a
essere visualizzate nelle schermate Campione, Controllo qualità e Reagente/calibraz. Le
chimiche mascherate possono essere richieste ma non vengono eseguite per l'analisi dei
campioni.
 Per informazioni dettagliate sulla procedura per mascherare e scoprire chimiche, fare
riferimento a 7.10 Come mascherare e scoprire chimiche a pagina 7-32.

8.3.6 Impostazione del dizionario


L'opzione Dizionario permette di impostare e gestire le informazioni più usate, come: unità di
misura dei risultati, tipo di campione, commento campione e commento QC. I commenti
campioni possono essere inseriti manualmente o selezionati dall'elenco Commento nella
schermata Campione, Levey-Jennings e Risultati (QC).
Le opzioni dati possono essere definite, modificate o eliminate in qualsiasi stato del sistema. Le
opzioni dati predefinite non possono essere eliminate o modificate.
Per definire, modificare e cancellare le opzioni dati
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Dizionario.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-9


8.3 Configurazione dello strumento 8 Utilità

Figure 8.5 Finestra Dizionario

3 Scegliere il dizionario desiderato nell'elenco Dati.


4 Per aggiungere un'opzione dati:
a. Selezionare Nuovo.
b. Inserire la descrizione dei dati nel campo Dati.
c. Selezionare Salva.
5 Per modificare un'opzione dati:
a. Selezionare l'opzione dati desiderata nell'elenco dei dati.
b. Modificare la descrizione dei dati nel campo Dati.
c. Selezionare Salva.
6 Per eliminare un'opzione dati:
a. Selezionare l'opzione dati desiderata nell'elenco dei dati.
b. Selezionare Elimina.
7 Selezionare Chiudi.

8.3.7 Opzioni di comunicazione del sistema


L'opzione Impost com è utilizzata per impostare l'indirizzo IP per le connessioni tra il PC e il
LIS/RMS.
Per impostare i parametri di comunicazione
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Impost com. Viene visualizzata la finestra Comunicazione sistema.

8-10 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.3 Configurazione dello strumento

Figure 8.6 Finestra Comunicazione sistema

3 Selezionare PC e LIS (selezionati come impostazione predefinita) e PC e RMS.


4 Scegliere una connessione di rete nell'area Scheda rete.
5 Impostare la connessione fra l'unità operativa e il LIS/RMS.
 Ottieni autom indirizzo IP (selezionato come impostazione predefinita)
 Oppure impostare utilizzando Indirizzo IP seguito: immettere Indirizzo IP, Subnet
mask e Gateway pred per collegare l'unità operativa PC con l'host LIS e RMS.
6 Selezionare Applica.
Si apre una finestra di dialogo: Controllare la connessione del cavo di rete prima di
applicare le nuove impostazioni. Controllare la connessione del cavo di rete e quindi fare
clic su OK per salvare le impostazioni.
7 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

8.3.8 Selezione della lingua


Per impostazione predefinita, il software operativo viene visualizzato nella stessa lingua del
software operativo corrente. È possibile modificare la lingua del software operativo.
Selezionare Impostazione sistema > Strumento F1 > 5 Lingua, quindi scegliere una lingua fra
le seguenti opzioni: Cinese, Inglese, Turco, Russo, Francese, Portoghese, Italiano e Polacco.
Selezionare OK per salvare le impostazioni. La lingua selezionata viene utilizzata solo dopo il
riavvio del software operativo.

8.3.9 Aggiornamento del software


L'aggiornamento del software consente di aggiornare il software operativo e il software del
modulo ISE. Quando si aggiornano le versioni del software, i dati originali, compresi i dati nel
database e quelli salvati nei file, non vengono distrutti e possono mantenersi compatibili con le
nuove versioni.
Per aggiornare il software
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Strumento F1.
3 Selezionare Aggiorna versione.
4 Inserire il disco U contenente il software nell'interfaccia USB del computer.
5 Selezionare OK, quindi seguire i messaggi sullo schermo.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-11


8.3 Configurazione dello strumento 8 Utilità

8.3.10 Visualizzazione delle versioni del software


È possibile visualizzare il numero della versione del software operativo e del software di
controllo in qualsiasi stato del sistema.
Per visualizzare la versione del software
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Info versione.
Figure 8.7 Finestra Versione software

3 Visualizzare il numero della versione del software operativo, il modello e il numero di canali
aperti.
4 Per visualizzare i numeri della versione del software del modulo smart, selezionare Dettagli.
5 Spostare la barra di scorrimento per visualizzare più versioni.
6 Selezionare OK.

8.3.11 Impostazione della data e dell'ora del sistema


L'opzione Data/ora consente di impostare la data e l'ora correnti, selezionare i formati della data
e dell'ora da visualizzare nelle schermate del software e nei rapporti stampati e ripristinare i
formati predefiniti per la data e l'ora.
Dopo la regolazione, la data e l'ora influiscono sul tempo rimanente per i reagenti e la
calibrazione, la durata dei campioni e la durata di esecuzione della valutazione a due controlli.
Quando lo stato del sistema è In esecuzione, non è possibile modificare la data e l'ora. La modifica
della data e dell'ora non influisce sui campioni nella schermata Risultati correnti o sulla
valutazione QC e sul diagramma Twin-Plot.
Impostazione della data e dell'ora del sistema.
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Data/ora.

8-12 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.3 Configurazione dello strumento

Figure 8.8 Finestra Data/ora

3 Imposta la data e l'ora attuali.


4 Scegliere un formato per la data nell'elenco a discesa Ordine.
 aaaa-mm-gg: ad es. 27/08/2014
 gg-mm-aaaa: ad es. 27-08-2014
 mm-gg-aaaa: ad es. 08-27-2014
5 Scegliere il formato per l'ora nell'elenco a discesa Formato ora.
 24 ore: ad es. 14:33:27
 12 ore: ad es. 02:33:27
6 Per ripristinare le impostazioni predefinite relative alla data e all'ora, selezionare Ripristina
predef.
7 Selezionare OK per salvare le informazioni immesse.
8 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

8.3.12 Impostazione della lunghezza di esecuzione dei controlli e i QC automatici


Scegliendo Valutazione QC, è possibile impostare le condizioni della lunghezza di esecuzione QC e
i QC automatici.
 Per l'impostazione dell'esecuzione QC, vedere Impostazione dell'esecuzione QC alla pagina
12-11.
 Per la configurazione QC automatica, vedere 5.2.4QC automatico alla pagina 5-5.

8.3.13 Rilascio automatico dei campioni


Il sistema consente di impostare l'orario per il rilascio giornaliero dei campioni. Quando si
raggiunge l'orario impostato, i campioni nello stato Completo vengono rilasciati
automaticamente.
 Per ulteriori informazioni sul rilascio automatico di campioni, vedere 6.4.4 Rilascio della
posizioni dei campioni alla pagina 6-22.

8.3.14 Impostaz. tono voce


Questa opzione è usata per personalizzare il suono dell'allarme e del segnale acustico.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-13


8.3 Configurazione dello strumento 8 Utilità

L'opzione Impostaz. tono voce offre diverse tonalità di segnalazione dei guasti del sistema o degli
errori di inserimento dati o azionamento del sistema da parte dell'utente. È possibile importare i
file audio da un dispositivo di memorizzazione esterno e impostarli come tono della voce.
Per importare i file audio
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Impostaz. tono voce.
3 Selezionare Importa.
4 Selezionare il percorso e uno o più file audio preferiti.
5 Selezionare aperto.
I file audio importati sono visualizzati negli elenchi a discesa Allarme e Sugger. mess.
Per impostare il tono di voce
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Impostaz. tono voce.
Figure 8.9 Finestra Impostazione del tono della voce

3 Scegliere un tono della voce nell'elenco a discesa e selezionare il corrispondente pulsante


Test per verificare l'effetto della selezione, finché non si trova il tono più adatto.
4 Selezionare Salva per salvare le impostazioni.

8.3.15 Ottimizzazione della visualizzazione dei risultati


Questa opzione consente di impostare la modalità di visualizzazione dei risultati del campione
che non rientrano nell'intervallo di linearità.
 Per ulteriori informazioni su come ottimizzare la visualizzazione dei risultati, vedere la
schermata6.4.8 a pagina 6-25.

8.3.16 Personalizzazione dei dati sui campioni


La personalizzazione dei dati sui campioni consente di specificare le informazioni relative ai
campioni da visualizzare nella schermata Campione.
 Per ulteriori informazioni sulla personalizzazione delle informazioni di campione, vedere le
informazioni 6.4.6 a pagina 6-23.

8.3.17 Personalizzazione della demografia paziente


È possibile specificare la demografia paziente da visualizzare, il relativo valore predefinito e
l'ordine di visualizzazione nella schermata Demografia paziente.

8-14 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.4 Impostazione della stampa

 Per ulteriori informazioni sulla personalizzazione dati anagrafici del paziente, vedere i dati
demografici 6.4.7 a pagina 6-24 .

8.3.18 Impostazione reagente/calibrazione


Con l’opzione Reagente/Calibrazione della schermata di impostazione dello strumento, è
possibile configurare se aggiornare automaticamente il reagente con inventario 0 come
disponibile per il test, se il reagente è stato caricato e il pulsante Fine carico F2 è selezionato.
 Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento automatico del volume del reagente, vedere 3.2.7
Controllo e aggiornamento automatico del reagente rimanente alla pagina 3-6.

8.3.19 Personalizzazione della schermata reagenti


Questa opzione viene utilizzata per impostare le informazioni sui reagenti visualizzate nella
schermata Reagente/calibraz. dei reagenti biochimici.
 Per ulteriori informazioni sulla personalizzazione della schermata reagenti, vedere 3.2.5
Personalizzazione della schermata reagenti alla pagina 3-5.

8.3.20 Personalizzazione della posizione campione


Sull'anello centrale del carosello campioni/reagenti, possono essere collocate 50 provette per
campioni con adattatori. Prima di collocare le provette dei campioni sull'anello intermedio, è
necessario specificare l'intervallo di posizione del campione in modo che i campioni possano
essere identificati correttamente.
Per personalizzare la posizione del campione
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Strumento F1.
2 Selezionare Posizione personalizzata camp.
3 Specificare l'intervallo di posizionamento del campione (50-100).
Per esempio: Quando si inserisce 60, significa che per collocare i campioni vengono
utilizzate le posizioni da No.1 sull'anello esterno fino al No.60 sull'anello intermedio.
4 Selezionare Salva.
5 Selezionare Esci.

Dopo aver personalizzato le posizioni del campione, le posizioni sul carosello campioni e sul
carosello reagenti sono indicate come segue:
 Le posizioni impostate dell'anello interno sulla schermata Program > Stato sono indicate in
bianco, il che significa che sono disponibili per il campione.
 Le posizioni indicate con due croci "××" sul diagramma del carosello campioni possono
essere utilizzate solo per i reagenti.
 Le posizioni indicate con una croce rossa " " sulla schermata Reagente > Stato carosello
reagenti significa che non sono disponibili per i reagenti.

8.4 Impostazione della stampa


I risultati e i dati possono essere stampati mediante il modello specifico tramite la stampante. È
possibile non solo impostare il tipo di stampante, la stampante predefinita e il nome dell'ospedale
stampato, importare il rapporto di stampa, ma anche definire l'ordine di stampa delle chimiche,
modificare il modello di stampa e visualizzare in anteprima il modello di stampa.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-15


8.4 Impostazione della stampa 8 Utilità

8.4.1 Opzioni generali di impostazione della stampa


È possibile attivare la stampa automatica del rapporto paziente, il protocollo di calibrazione e il
rapporto QC e specificare una stampante e una modalità per stampare.
Per eseguire la configurazione di stampa generale
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Stampa F3.
Figure 8.10 Schermata di impostazione della stampa

2 Attivare le seguenti funzioni di stampa automatica:


 Stampa auto rapp. paziente
 Stampa dopo revisione
 Stampa auto rapp. QC
 Stampa auto rapp. calibraz.
3 Scegliere un tipo di stampante.
Il sistema supporta tre tipi di stampante: stampante laser, stampante a getto d'inchiostro e
stampante Stylus.
4 Scegliere una stampante predefinita per la stampa dei rapporti.
5 Scegliere una modalità di stampa tra Per pagina e Seriale.
6 Selezionare OK.

8.4.2 Modifica del modello di stampa


Per modificare un modello di stampa
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Stampa F3.
2 Selezionare un tipo di rapporto dall'elenco Rapporti a sinistra nella finestra.
3 Selezionare un modello dall'elenco dei modelli.
4 Fare clic su Modifica per aprire il software di modifica del modello. Se necessario, è
possibile modificare i modelli di rapporto.
Per informazioni dettagliate sul software di modifica modello, fare riferimento a 9 Software per
la modifica dei modelli a pagina 9-1.

8-16 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.4 Impostazione della stampa

8.4.3 Importazione di un modello di stampa


Per importare un modello di stampa
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Stampa F3.
2 Fare clic su Importa per importare il modello di stampa.
Figure 8.11 Finestra di importazione di un modello di stampa

3 Selezionare un tipo di rapporto dalla lista a discesa del modello di fabbrica.


4 Selezionare uno o più modelli da importare nell'elenco dei modelli e fare clic su Importa.
I modelli selezionati possono essere importati
5 Fare clic su Personalizza per importare il modello modificato da un file tmplt.
La directory legale dovrà essere un dispositivo di memoria portatile. I modelli possono
essere importati in gruppi.
6 Fare clic su Importa
I modelli importati sono visualizzati nell'elenco dei modelli.
7 Fare clic su Esci per uscire dalla finestra.

8.4.4 Impostazione di un modello predefinito


Per impostare un modello predefinito
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Stampa F3.
2 Selezionare un tipo di rapporto dall'elenco Rapporti a sinistra nella finestra.
3 Selezionare un modello dall'elenco dei modelli.
4 Fare clic su Imp. predef per impostare il modello selezionato nell'elenco dei modelli come
predefinito.

8.4.5 Eliminazione di un modello.


Per eliminare un modello.
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Stampa F3.
2 Selezionare un tipo di rapporto dall'elenco Rapporti a sinistra nella finestra.
3 Selezionare un modello dall'elenco dei modelli.
4 Fare clic su Elimina per eliminare il modello selezionato.
Se è quello predefinito o è in fase di stampa, non è possibile eliminarlo.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-17


8.5 Impostazione del codice a barre 8 Utilità

8.4.6 Definizione dell'ordine di stampa delle chimiche


Per definire l'ordine di stampa delle chimiche
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Stampa F3.
2 Selezionare Ordine stampa.
Figure 8.12 Finestra Ordine stampa

3 Utilizzare i seguenti pulsanti per regolare l'ordine di stampa delle chimiche:


 P. iniziale: per spostare la chimica nella prima posizione.
 Su: per spostare la chimica nella posizione precedente.
 Giù: per spostare la chimica nella posizione successiva.
 Fine: per spostare la chimica nell'ultima posizione.
4 Impostare la modalità di stampa dei risultati.
 Per stampare i risultati sul rapporto paziente, selezionare la casella di controllo Stampa
corrispondente.
 Per impedire la stampa dei risultati sul rapporto paziente, deselezionare la casella di
controllo Stampa corrispondente o lasciarla non selezionata.
5 Selezionare OK per salvare le impostazioni.
6 Per ripristinare le impostazioni di fabbrica, selezionare Ripristina predef.

8.5 Impostazione del codice a barre


La finestra Impost cod barre consente di impostare le opzioni relative ai codici a barre di
campioni e reagenti. Le impostazioni possono essere eseguite solo quando è installato un lettore
di codice a barre.
Per eseguire l'installazione di codice a barre del campione
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Cod. barre F4.
2 Scegliere Cod. barre campione.
3 Scegliere una simbologia del codice a barre e impostare lo stato della cifra di controllo.
Sono disponibili le seguenti simbologie:

8-18 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.5 Impostazione del codice a barre

 Codabar
 Interleaved 2 di 5
 Cod. 128
 Cod. 39
 UPC/EAN
 Cod. 93
Code 128, Code 93 e UPC/EAN richiedono una check digit per impostazione predefinita,
mentre la check digit non è obbligatoria per le altre simbologie. Code 128 viene selezionato
per impostazione predefinita e non può essere modificato.

ATTENZIONE
Si consiglia di attivare la funzione di controllo per tutte le simbologie in modo da evitare letture errate del
codice a barre.
4 Impostare le applicazioni di codici a barre campione.
 Attiva/disatt. cod a barre caros. camp.
Quando questa opzione è selezionata, il sistema scansiona l'intero carosello di campioni per
localizzare i campioni all'inizio del test.
 Attivare o disattivare la numerazione automatica dei campioni con codice a barre.
Se questa opzione è attivata, il sistema assegna automaticamente un numero ai campioni
con codice a barre durante la scansione del codice a barre. Il numero iniziale rappresenta il
numero disponibile successivo dalla programmazione dell'ultimo campione. Il numero
iniziale predefinito per ogni giorno è 1.
 Estrazione info campioni
° Se questa opzione è selezionata, il sistema estrae automaticamente le informazioni
sui campioni in base al codice a barre.
° L'opzione può essere abilitata solo quando la modalità di comunicazione LIS è
unidirezionale.
 Definire le posizioni dei campioni STAT nel carosello campioni
Immettere le posizioni iniziale e finale all'interno dell'intervallo 1~50. Se le posizioni del
campione sull'anello intermedio sono personalizzati, queste posizioni possono essere
impostate come posizioni STAT. Le posizioni impostate vengono evidenziate dalla lettera E
(emergente) nella schermata dello stato del carosello campioni. I campioni nelle posizioni
STAT specificate vengono considerati automaticamente come campioni emergenti.
Le opzioni Cod barre caros c e Numer. auto campioni acquisiti vengono selezionate per
impostazione predefinita.
5 Selezionare OKper salvare l'impostazione.
6 Selezionare Formato.
7 Definire le cifre del codice a barre.
Il sistema può eseguire la scansione di codici a barre con una lunghezza fissa o compresa
tra 3 e 27 cifre. Interleaved 2 di 5 supporta solo il codice a barre la cui lunghezza è un
numero pari e le cifre del codice a barre devono essere definite.
 Per utilizzare un codice a barre con lunghezza fissa,
° Contrassegnare la casella di controllo Cifre fisse della relativa simbologia.
° Immettere il numero di cifre nella casella di modifica a destra del campo Cifre fisse.
 Per utilizzare un codice a barre del campione di 3-27 cifre non è necessario definire le
cifre fisse.
8 Selezionare OK per salvare le impostazioni.
Per eseguire l'installazione di codice a barre del reagente
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Cod. barre F4.
2 Scegliere Cod. barre reagente.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-19


8.5 Impostazione del codice a barre 8 Utilità

3 Selezionare o deselezionare Analizzare codice a barre di reagente aperto..


 Se il sistema di codici a barre dei reagenti è configurato, l'opzione Analizzare codice a
barre di reagente aperto non è selezionata come valore predefinito
 Quando si seleziona Analizzare codice a barre di reagente aperto, quando è
identificato il codice a barre del reagente aperto, le sue informazioni sono analizzate in
base alle sue impostazioni.
 Mentre si carica il reagente manualmente, è possibile inserire il codice a barre del
reagente aperto a condizione che Analizzare codice a barre di reagente aperto non
sia selezionato.
4 Scegliere una simbologia del codice a barre e impostare lo stato della cifra di controllo.
Sono disponibili le seguenti simbologie:
 Codabar
 Interleaved 2 di 5
 Cod. 128
 Cod. 39
 UPC/EAN
 Cod. 93
Code 128, Code 93 e UPC/EAN richiedono una check digit per impostazione predefinita,
mentre la check digit non è obbligatoria per le altre simbologie. Code 128 viene selezionato
per impostazione predefinita e non può essere modificato.

ATTENZIONE
Si consiglia di attivare la funzione di controllo per tutte le simbologie in modo da evitare letture errate del
codice a barre.
5 Definire la lunghezza totale del codice a barre del reagente.
 Immettere la lunghezza totale del codice a barre del reagente nel campo T. L'intervallo di
immissione varia da 13 a 30. Interleaved 2 di 5 supporta solo codici a barre la cui
lunghezza è un numero pari.
 Immettere la cifra iniziale del codice a barre del reagente nel campo S.
 Immettere la cifra finale del codice a barre del reagente nel campo E.
6 Determinare la composizione del codice a barre del reagente.
 Immettere il numero di cifre per le informazioni relative al reagente nel campo Cifre.
 Immettere la cifra iniziale delle informazioni relative al reagente nel campo S.
 Immettere la cifra finale delle informazioni relative al reagente nel campo E.
Table 8.1 Composizione del codice a barre del reagente
Informazioni reagente Numero di cifre
Numero chimica Da 0 a 4 cifre
Nome chimica Da 0 a 10 cifre
Tipo di reagente 1 cifra ( "1" significa R1 e "2" significa R2)
Numero di serie Da 0 a 5 cifre
Tipo di flacone Da 1 a 3 cifre
Numero lotto Da 0 a 18 cifre
Data scadenza 0, 4, 6 o 8 cifre (4 cifre: aamm; 6 cifre: aaaamm;
8 cifre: aaaammgg)

7 Selezionare OK.

8-20 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.6 Impostazione LI S

8.6 Impostazione LI S
8.6.1 Introduzione
Il sistema BS-240 è collegato con LIS (Laboratory Information System) tramite un'interfaccia
fissa, per scaricare le informazioni dei programmi campione, inviare i risultati dei test
revisionare e stampare i risultati dei test.
Figure 8.13 Connessione tra analizzatore e LIS

Program
LIS Analizzatore chimico
ma
campione
Trasferim
ento
risultato
I parametri di comunicazione host, quali la modalità di trasmissione, la porta e l'indirizzo IP,
devono essere impostati prima di utilizzare l'host LIS. Per eseguire il download delle
informazioni di programma dei campioni provenienti dall'host o dei risultati inviati sull'host, è
necessario impostare il codice chimica utilizzato per l'identificazione delle chimiche sia sull'host
LIS che sull'analizzatore, il quale, diversamente, non potrebbe identificare simultaneamente le
chimiche.

8.6.2 Impostazione dei parametri di comunicazione dell'host


Per impostare i parametri di comunicazione dell'host
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Host F5. Viene visualizzata la finestra Parametri comunicaz. host.
Figure 8.14 Finestra Parametri comunicaz. host

3 Impostare i seguenti parametri:


Table 8.2 Parametri della comunicazione con l'host
Parametro Descrizione

Manuale dell’operatore BS-240E 8-21


8.6 Impostazione LI S 8 Utilità

Parametro Descrizione
Trasporto Scegliere una modalità di trasporto dall'elenco a discesa Trasporto. Le opzioni
includono Serial e TCP/IP. La modalità predefinita è Serial.
Indirizzo IP Inserire l'indirizzo IP dell'host LIS. La connessione tra analizzatore e l'host LIS è
basata sulla rete, ovvero il protocollo TCP/IP.
Porta Inserire il numero interfaccia dell'host LIS.
Parametri di Se la modalità di trasporto selezionata è Serial, impostare i seguenti parametri:
comunicazione  Porta seriale: Il valore predefinito è COM1.
seriale  Bit dati: 7 o 8. Il valore predefinito è 8.
 Bit stop: 1 o 2. Il valore predefinito è 1.
 Parità: None, Dispari o Pari. Il valore predefinito è None.
 Vel baud: 300, 1200, 2400, 4800, 9600 o 19200. Il valore predefinito è 9600.
Protocollo Scegliere un protocollo per la connessione tra l'analizzatore e l'host LIS dall'elenco
a discesa Protocollo. Le opzioni incluse sono HL7 e ASTM 1394.
Modo Scegliere la modalità di trasmissione dati per l'analizzatore e l'host LIS. Le opzioni
disponibili sono Unidirezionale e Bidirezionale.
 Unidirezionale: consente l'invio all'host di risultati e dati anagrafici paziente ma
non il download dei programmi campione da esso.
 Bidirezionale: consente l'invio all'host di risultati e dati anagrafici paziente e il
download dei programmi campione da esso.
Timeout Inserire il limite di timeout per inviare query all'host LIS. L'intervallo consenti è
30-60 s, il valore predefinito è 30 s.
Se il limite di timeout viene superato quando si tenta di eseguire il download di
programmi campione dall'host, di inviare risultati all'host o di collegare
l'analizzatore con l'host LIS, il sistema attiva un allarme per indicare il timeout della
comunicazione.
Conness. auto a LIS Quando la casella di controllo è selezionata, all'avvio il sistema si collega
automaticamente all'host LIS.
Riprovare dopo In caso di disconnessione, se la casella di controllo è selezionata, il sistema tenta di
disconness. ricollegarsi all'host LIS in base all'intervallo impostato.
Interv. Inserire l'intervallo di tempo previsto per la riconnessione del sistema all'host LIS
per ogni intervallo impostato, qualora la connessione sia stata interrotta. Il valore
predefinito è 30 secondi.
Invia campioni Se la casella di controllo è selezionata, il sistema invia automaticamente i risultati
completi all'host LIS al termine di ogni cambiamento di campioni da In corso a Completo.
Questa funzione è applicabile esclusivamente ai campioni analizzati durante il
giorno corrente e non a quelli analizzati in precedenza.
Invia campioni Se la casella di controllo è selezionata, il sistema invia automaticamente i risultati
incompleti all'host LIS al termine di ogni cambiamento di campioni da In corso a Incompleto.
Questa funzione è applicabile esclusivamente ai campioni analizzati durante il
giorno corrente e non a quelli analizzati in precedenza.

8-22 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.7 Impostazione utente e password

Parametro Descrizione
Opzioni avanzate Selezionare Avanzato. Viene visualizzata la finestra Avanzato, che include le
opzioni indicate di seguito:
 Invia camp. programmati: Se la casella di controllo è selezionata, il sistema invia
automaticamente le informazioni di programma all'host LIS dopo avere
programmato campioni di routine singoli, in lotto e STAT.
 Riesegue chimiche concluse caricate: quando questa casella di controllo è
selezionata, le chimiche completate riscaricate vengono nuovamente eseguite.
Se l'opzione non è selezionata, le chimiche vengono ignorate.
 Invia risult attuale e riesec: quando questa casella di controllo è selezionata, i
risultati attuali e della riesecuzione di ciascuna chimica vengono inviati al
sistema LIS. Se l'opzione non è selezionata, viene inviato solo il risultato
predefinito.
 Ignora risultati oltre interv. linearità: quando questa casella di controllo è
selezionata, i risultati che non rientrano nell'intervallo di linearità non vengono
inviati al sistema LIS. Se l'opzione non è selezionata, i risultati vengono inviati.
 Ignorare allarmi per chimiche sconosciute: Quando la casella di controllo è
selezionata, il sistema non emette un allarme se i campioni scaricati dall'host LIS
contengono chimiche sconosciute senza codice identificativo. Se questa opzione
non è selezionata, è emesso un allarme ad indicare un errore di
programmazione dei campioni.
4 Selezionare Salva per salvare le informazioni immesse.
5 Selezionare Connetti per collegare l'analizzatore all'host LIS.

8.6.3 Definizionedel numero di canale delle chimiche


Le chimiche sono identificate per numero di canale sull'analizzatore e sull'host LIS. Accertarsi
che i numeri di canale assegnati alle chimiche sull'analizzatore siano coerenti con quelli
sull'host LIS; altrimenti, non è possibile eseguire il trasferimento delle informazioni corrette.
Per definire il numero di canale delle chimiche
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema.
2 Selezionare Host F5. Viene visualizzata la finestra Parametri comunicaz. host.
3 Visualizzare l'elenco dei numeri del canale chimica nella parte destra della finestra.
La schermata indica le chimiche e il codice su due colonne. La colonna a sinistra indica tutte
le chimiche definite e impostate correttamente; la colonna di destra indica il codice per
identificare una chimica sull'host LIS.
4 Fare clic sulla colonna N. canale. di una chimica, quindi digitare un codice corrispondente.
5 Ripetere il punto 4 per definire un codice per tutte le altre chimiche.
6 Selezionare Salva.

8.7 Impostazione utente e password


Gli utenti possono essere definiti, eliminati o modificati nella finestra Utente e password . Il
sistema consente di definire fino a 100 utenti e di raggrupparli in due gruppi utenti:
amministratore e operatore. Gli amministratori possono assegnare le autorizzazioni per gli
operatori.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-23


8.7 Impostazione utente e password 8 Utilità

NOTA
Il nome utente e la password predefiniti per l'amministratore sono Admin. Tenere presente che la password fa
distinzione fra lettere maiuscole e minuscole. Si consiglia di modificare la password quando si accede al
sistema per la prima volta, onde evitare che i privilegi dell'amministratore vengano utilizzati da altre persone.
Se un operatore dimentica la password, può richiedere all'amministratore di accedere al sistema, eliminare il
proprio nome utente e definirne uno nuovo. In alternativa, può contattare il Servizio Clienti o il distributore di
zona. Se l'amministratore dimentica la password, contattare il Servizio Clienti o il distributore di zona.

8.7.1 Definizione di un utente


Solo gli amministratori possono definire gli utenti. Sono consentiti fino a 100 utenti, inclusi gli
amministratori. Quando si definisce un utente, è necessario immettere nome utente, password,
password di conferma e gruppo utenti.
Definire un utente
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Utente F6.
Figure 8.15 Finestra Utente e password

2 Immettere il nome utente.


3 Immettere la password.
È consentito immettere fino a 20 caratteri.
4 Immettere nuovamente la password nel campo Conferma.
5 Scegliere un gruppo utenti nell'elenco a discesa Grp. Ut..
Le opzioni includono:
 Amministratore
 Operatore
6 Selezionare un medico nell'elenco a discesa Medico associato.
Quando l'utente e il medico associato sono stati impostati, l'esaminatore predefinito nei dati
anagrafici del paziente è il medico associato dell'utente corrente che ha eseguito il login.
7 Selezionare Nuovo. L'utente definito viene visualizzato nell'elenco degli utenti.
8 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

8.7.2 Modifica di un utente


Solo gli amministratori possono modificare il proprio gruppo utenti e altri utenti. Il nome utente
e la password possono essere modificati solo dall'utente stesso e non da altri.

8-24 Manuale dell’operatore BS-240E


8 Utilità 8.7 Impostazione utente e password

Modifica di un utente
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Utente F6.
2 Scegliere un utente da modificare nell'elenco degli utenti.
3 Immettere il nuovo nome utente.
4 Immettere la nuova password.
5 Immettere ancora una volta la nuova password nel campo Conferma.
6 Scegliere un gruppo utenti nell'elenco a discesa Grp. Ut..
Le opzioni includono:
 Amministratore
 Operatore
7 Selezionare Modifica.
8 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

8.7.3 Assegnazione/modifica di autorizzazioni


Le autorizzazioni vengono assegnate ai gruppi utenti, composti da amministratori e operatori.
Gli amministratori possono utilizzare, assegnare e modificare tutte le autorizzazioni assegnate
per gli operatori; mentre gli operatori possono soltanto utilizzare le funzioni comuni, come
assegnare la posizione reagente, programmare campioni, controlli e calibratori e richiamare
risultati campione/QC/calibrazione, oltre ad avvalersi delle funzioni assegnate dagli
amministratori.
Per assegnare/modificare le autorizzazioni
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Utente F6.
2 Scegliere un utente per cui si desiderano impostare le autorizzazioni nell'elenco utenti e
selezionare Autorizzaz.
Figure 8.16 Assegnazione di autorizzazioni

3 Assegnare le autorizzazioni per l'utente selezionato.


 Per assegnare nuove autorizzazioni, selezionare la casella davanti alla relativa
operazione. Sul pulsante di selezione viene visualizzato Sì.
 Per annullare le autorizzazioni, deselezionare la casella davanti alla relativa operazione.
Sul pulsante di selezione viene visualizzato No.
4 Selezionare Salva per salvare le impostazioni.

Manuale dell’operatore BS-240E 8-25


8.7 Impostazione utente e password 8 Utilità

5 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

8.7.4 Eliminazione di un utente


Il nome utente attualmente utilizzato per accedere al sistema non può essere eliminato. Solo gli
amministratori possono eliminare gli utenti.
Eliminazione di un utente
1 Selezionare Utilità > Impostazione sistema, quindi scegliere Utente F6.
2 Scegliere un nome utente nell'elenco degli utenti.
3 Selezionare Elimina.
4 Selezionare OK.
5 Selezionare Esci per chiudere la finestra.

8-26 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli

Il software di modifica del modello è affiliato al sistema operativo e viene utilizzato per creare o
modificare i modelli di stampa che illustrano il contenuto e il formato dei rapporti paziente.
È possibile avviare il software di modifica del modello separatamente o contemporaneamente al
software operativo. Per avviare il software di modifica del modello, selezionare il pulsante
Modifica nella pagina Stampa del software operativo.
Le sezioni indicate di seguito forniscono una descrizione di menu e barre degli strumenti del
software per la modifica dei modelli.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-1


9.1 Schermata principale 9 Software per la modifica dei modelli

9.1 Schermata principale


9.1.1 Schermata principale
Nella figura seguente è indicata la schermata principale del software per la modifica dei modelli.

9.1.2 File (F)


Il menu File viene utilizzato per creare, salvare, importare/esportare e stampare i modelli.
Selezionare File nell'angolo superiore sinistro della schermata principale. Viene visualizzato il
menu File.
Figure 9.1 Menu File

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sul menu.


Table 9.1 Opzioni del menu File

9-2 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.1 Schermata principale

Opzione Descrizione
Nuovo Selezionare Nuovo per creare un modello. Il tipo di modello viene determinato in
base al rapporto correntemente selezionato sulla finestra rapporto.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Ctrl+N.
Una volta modificato il modello correntemente visualizzato, selezionare New per
visualizzare la finestra di dialogo indicata di seguito.

 Selezionare Yes per salvare le modifiche e creare un modello.


 Selezionare No per annullare le modifiche e creare un modello.
 Selezionare Cancel per annullare la creazione del modello e tornare alla
schermata precedente.
Salva Selezionare Save per salvare il nuovo modello o le modifiche apportate a un
modello.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Ctrl+S.
Per salvare un nuovo modello, è necessario definire il nome del modello:

 Inserire il nome nella casella di modifica.


 Selezionare OK per salvare il modello e aggiungere il nome all'elenco dei
modelli sulla finestra rapporto.
 Selezionare Cancel per annullare il salvataggio del modello e tornare alla
schermata precedente.
Se esiste già un modello con lo stesso nome, viene visualizzata una finestra di
dialogo.
 Selezionare Yes per sovrascrivere il modello.
 Selezionare No per annullare il salvataggio del modello e tornare alla schermata
precedente.
Save As Consente di salvare il modello corrente con un altro nome.
(Salva Se esiste già un modello con lo stesso nome, viene visualizzata una finestra di
con dialogo che chiede di confermare.
nome)
Elimina Elimina un modello. Non disponibile.
Importa Importa un modello. Non disponibile.
modello

Manuale dell’operatore BS-240E 9-3


9.1 Schermata principale 9 Software per la modifica dei modelli

Opzione Descrizione
Esporta Esporta un modello. Non disponibile.
modello
Importa Importa immagini BMP, GIF, JPEG, PNG, TIFF e EMF da un dispositivo di
immagine memorizzazione nella cartella delle immagini.
Stampa Stampa il modello attuale. Non disponibile.
Ante- Selezionare questa opzione per visualizzare il modello nel modo in cui verrà
prima stampato.
Quando si visualizza l'anteprima di un modello, la schermata principale viene
nascosta.
La barra degli strumenti della finestra Preview è indicata di seguito.

 Se il modello ha più di una pagina, sono disponibili le icone e .


 : Passare alla prima pagina.
 : Passare alla pagina precedente.
 : Passare alla pagina specificata.
 : Passare alla pagina successiva.
 : Passare all'ultima pagina.
 : Selezionare per espandere la visualizzazione del modello scegliendo tra
25%, 50%, 75% e 100%. Il valore predefinito è 100%.
 : Selezionare per ridurre la visualizzazione del modello.
 : Stampa il modello. Corrisponde all'opzione Print del menu File.
 : Selezionare per uscire dalla finestra di anteprima e di tornare al modello.
Esci Selezionare questa opzione per chiudere il software per la modifica dei modelli.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Alt+F4.
Se il modello è stato modificato, viene visualizzata la finestra di dialogo indicata di
seguito.

 Selezionare Sìper salvare le modifiche e uscire dal software.


 Selezionare No per uscire dal software senza salvare le modifiche.
 Selezionare Annulla per annullare l'uscita e tornare alla schermata precedente.

9-4 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.1 Schermata principale

9.1.3 Modifica (E)


Il menu Modifica prevede funzioni quali taglia, copia, incolla ed elimina. Selezionare Modifica
sulla barra dei menu della schermata principale. Viene visualizzato il menu Modifica.
Figure 9.2 Menu Modifica

NOTA
È possibile incollare i controlli tagliati o copiati solo sul software per la modifica dei modelli corrente, non su uno
diverso o su un altro software.

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sul menu.


Table 9.2 Opzioni del menu Modifica
Opzione Descrizione
Taglia Selezionare questa opzione per copiare ed eliminare controlli singoli o
multipli.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Ctrl+X.
Questa opzione è disponibile solo se è stato selezionato un controllo.
Copia Selezionare questa opzione per copiare controlli singoli o multipli.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Ctrl+C.
Questa opzione è disponibile solo se è stato selezionato un controllo.
Incolla Selezionare questa opzione per incollare i controlli precedentemente tagliati o
copiati nella stessa posizione da cui provengono.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Ctrl+P.
Questa opzione è disponibile solo se un controllo è stato tagliato o copiato.
Elimina Selezionare questa opzione per eliminare controlli singoli o multipli.
È inoltre possibile utilizzare il tasto di collegamento Ctrl+D.
Questa opzione è disponibile solo se è stato selezionato un controllo.

9.1.4 Visualizza (V)


Il menu Visualizza viene utilizzato per abilitare o disabilitare le barre degli strumenti e per
impostare le proporzioni di visualizzazione. Selezionare Visualizza sulla barra dei menu della
schermata principale. Viene visualizzato il menu Visualizza.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-5


9.1 Schermata principale 9 Software per la modifica dei modelli

Figure 9.3 Menu Visualizza

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sul menu.


Table 9.3 Opzioni del menu Visualizza
Opzione Descrizione
Strumento Consente di abilitare o disabilitare la barra degli strumenti comune.
comune
Strumento Consente di abilitare o disabilitare la barra degli strumenti di disegno.
disegno
Finestra Consente di abilitare o disabilitare la finestra proprietà.
Proprietà
Finestra Consente di abilitare o disabilitare la finestra rapporto.
Rapporto
Barra di Consente di abilitare o disabilitare la barra di stato.
stato
25%-200 Consente di selezionare una proporzione per visualizzare il modello. Il valore
% predefinito è 100%.

NOTA
Si raccomanda di selezionare 100% quando si esegue il salvataggio di un modello.

9.1.5 Inserisci (I)


Il menu Inserisci viene utilizzato per creare controlli nella pagina di modifica. Selezionare
Inserisci sulla barra dei menu della schermata principale. Viene visualizzato il menu Inserisci.
Figure 9.4 Menu Inserisci

Dal menu Inserisci è possibile selezionare contemporaneamente solo una opzione.

9-6 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.1 Schermata principale

Table 9.4 Opzioni del menu Inserisci


Opzione Descrizione
Selezione
Selezionare questa opzione per modificare il puntatore del mouse in una .
Una volta modificato il puntatore del mouse in una , è possibile selezionare
controlli singoli o multipli nell'area di modifica.

NOTA
Se si seleziona un controllo tenendo premuto il tasto Ctrl il controllo viene copiato.
Linea Selezionare questa opzione per inserire una linea nell'area di modifica. Il
puntatore del mouse viene modificato nel segno +. Fare clic una volta nell'area
di modifica e trascinare il mouse per tracciare una linea.
Rettangolo Selezionare questa opzione per inserire un rettangolo nell'area di modifica. Il
puntatore del mouse viene modificato nel segno +. Fare clic una volta nell'area
di modifica e trascinare il mouse per tracciare un rettangolo.
Etichetta Selezionare questa opzione per inserire un'etichetta nell'area di modifica. Il
puntatore del mouse viene modificato nel segno +. Fare clic una volta nell'area
di modifica e trascinare il mouse per tracciare un'etichetta.
L'etichetta è un tipo di controllo di testo e il contenuto non viene modificato
quando si esegue la stampa.
Testo Selezionare questa opzione per inserire un controllo di testo nell'area di
modifica. Il puntatore del mouse viene modificato nel segno +. Fare clic una
volta nell'area di modifica e trascinare il mouse per creare un testo.
Quando si esegue la stampa, il contenuto di un controllo di testo viene sostituito
dai dati di testo effettivi.
Titolo Selezionare questa opzione per inserire un titolo nell'area di modifica. Il
puntatore del mouse viene modificato nel segno +. Fare clic una volta nell'area
di modifica e trascinare il mouse per creare un titolo.
Il titolo è un tipo di controllo di testo. Quando si esegue la stampa, il simbolo
"%s" viene sostituito dal nome dell'ospedale. Tenere presente che il simbolo
"%s" viene aggiunto dall'utente e non prodotto automaticamente.
Immagine Selezionare questa opzione per inserire un'immagine nell'area di modifica. Il
puntatore del mouse viene modificato nel segno +. Fare clic una volta nell'area
di modifica e trascinare il mouse per creare un'immagine.
L'immagine sul modello è solo a scopo illustrativo e, quando si esegue la stampa,
viene sostituita dal grafico della curva corrispondente.

9.1.6 Formato (M)


Il menu Formato viene utilizzato per disporre i controlli su un modello. Selezionare Formato
sulla barra dei menu della schermata principale. Viene visualizzato il menu Formato.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-7


9.1 Schermata principale 9 Software per la modifica dei modelli

Figure 9.5 Menu formato

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sul menu.


Table 9.5 Opzioni del menu Formato
Opzione Descrizione
Sinistra Consente di allineare i controlli specificati a sinistra dell'ultimo controllo
selezionato.
Destra Consente di allineare i controlli specificati a destra dell'ultimo controllo
selezionato.
In alto Consente di allineare i controlli specificati alla parte superiore dell'ultimo
controllo selezionato.
In basso Consente di allineare i controlli specificati alla parte inferiore dell'ultimo
controllo selezionato.
Centro H Consente di allineare uno o più controlli al centro orizzontale del modello
corrente.
Centro V Consente di allineare uno o più controlli al centro verticale del modello
corrente.
Spazia Consente di disporre orizzontalmente tre o più controlli sullo stesso spazio.
uniforme H
Spazia Consente di disporre verticalmente tre o più controlli sullo stesso spazio.
uniforme V
Stessa Consente di regolare i controlli specificati sulla stessa larghezza dell'ultimo
larghezza controllo selezionato.
Stessa Consente di regolare i controlli specificati sulla stessa altezza dell'ultimo
altezza controllo selezionato.
Stessa Consente di regolare i controlli specificati sulla stessa larghezza e altezza
dimensione dell'ultimo controllo selezionato.

9.1.7 Imposta (S)


Il menu Set prevede solo un'opzione, Print ID. Vedere la figura indicata di seguito.
Figure 9.6 Impostazione Menu

9-8 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.1 Schermata principale

Selezionare Print ID (ID stampa). Viene visualizzata la finestra di dialogo Set Print ID. È
possibile abilitare o disabilitare i campi di stampa e visualizzare l'ID corrispondente di ciascun
campo.
Figure 9.7 Imposta finiestra ID stampa

9.1.8 Lingua (L)


Selezionare Language sulla barra dei menu della schermata principale. Viene visualizzato il
menu Language.
Figure 9.8 Menu Language

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sul menu.


Table 9.6 Opzioni del menu Language
Opzione Descrizione
Cinese Commutare la lingua dello schermo a cinese. Non disponibile.
Inglese Commutare la lingua dello schermo a inglese. Non disponibile.

9.1.9 ? (?)
Selezionare Help sulla barra dei menu della schermata principale. Viene visualizzato il menu
Help.
Figure 9.9 Menu Help

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sul menu.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-9


9.2 Strumenti comuni 9 Software per la modifica dei modelli

Table 9.7 Opzioni del menu Help


Opzione Descrizione
Versione Selezionare questa opzione per visualizzare le informazioni sulla
versione del software per la modifica dei modelli.

9.1.10 Pagina
Se non viene selezionato alcun controllo, la finestra proprietà mostra le proprietà del modello
corrente, quali, ad esempio, carta, tipo di stampa, ecc.
Figure 9.10 Pagina area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà del modello.


Table 9.8 Proprietà pagina
Parametro Descrizione
Carta Consente di definire il tipo di carta del modello. Sono disponibili 9 tipi comuni.
Se la larghezza e l'altezza della carta definite superano la gamma specificata, nel
campo Custom viene visualizzata l'opzione Paper.
Larghezza Consente di definire la larghezza del modello.
foglio
Altezza foglio Consente di definire l'altezza del modello.
Punto griglia Consente di abilitare o disabilitare i punti griglia sul modello.
Tipo di stampa Include Per pagina e Seriale. Non disponibile.
Tipo di Stampare due report su un unico foglio. Al momento non è permesso mettere
combinazione insieme due report. Non disponibile.

9.2 Strumenti comuni


Sulla barra degli strumenti comune sono disponibili i pulsanti di collegamento che consentono di
eseguire rapidamente un'operazione.
Figure 9.11 Barra degli strumenti Comune

Nella tabella seguente sono indicate le corrispondenze tra i pulsanti di collegamento e le opzioni
di menu.
Table 9.9 Strumenti comuni

9-10 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.3 Strumenti di disegno

Pulsante Opzione di menu Pulsante Opzione di menu


Nuovo File/Nuovo Taglia Modifica/Taglia
Salva File/Salva con nome Copia Modifica/Copia
(non abilitato)
Save As (Salva File/Save As Incolla Modifica/Incolla
con nome) (Salva con nome)
Importa File/Importa Elimina Modifica/Elimina
Esporta File/Esporta Zoom Visualizza/25%-200%
Elimina File/Elimina Proprietà Visualizza/Finestra
Proprietà
Stampa File/Stampa El. rapp. Visualizza/Finestra
Rapporto
Anteprima File/Anteprima ID stampa Imposta/ID stampa

9.3 Strumenti di disegno


Sulla barra degli strumenti Disegno sono disponibili i pulsanti di collegamento che consentono
di creare e tracciare rapidamente i controlli.
Figure 9.12 Disegnare la barra degli strumenti

Nella tabella seguente sono indicate le corrispondenze tra i pulsanti di collegamento e le opzioni
di menu.
Table 9.10 Strumenti di disegno
Pulsante Opzione di menu Pulsante Opzione di menu
Insert (Inserisci)/Seleziona Formato/In alto

Insert/Line Formato/In basso


(Inserisci/Linea)
Insert/Rectangle Formato/Centro H
(Inserisci/Rettangolo)
Insert/Label Formato/Centro V
(Inserisci/Etichetta)
Insert/Text Formato/Spazia uniforme H
(Inserisci/Testo)
Insert/Title Formato/Spazia uniforme V
(Inserisci/Titolo)
Insert/Image Formato/Stessa larghezza
(Inserisci/Immagine)
Formato/Sinistra Formato/Stessa altezza

Formato/Destra Formato/Stessa dimensione

Manuale dell’operatore BS-240E 9-11


9.4 Finestra Proprietà 9 Software per la modifica dei modelli

9.4 Finestra Proprietà


La finestra Proprietà consente di visualizzare e modificare le proprietà del controllo selezionato.
Se nella finestra non viene selezionato alcun controllo, vengono visualizzate le proprietà del
modello corrente.

9.4.1 Linea
Quando si seleziona un controllo di linea, la finestra proprietà mostra le proprietà della linea.
Figure 9.13 Linea area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà della linea.


Table 9.11 Proprietà della linea
Parametro Descrizione
ID ID stampa della linea. Il valore dell'ID è 2.
X iniziale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto iniziale.

NOTA
La coordinata di controllo è posizionata nell'angolo superiore sinistro dell'area di
modifica. Da qui, l'asse X (positivo) si estende orizzontalmente verso destra e l'asse Y
(positivo) verticalmente verso il basso. L'unità è mm.
Y iniziale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto iniziale.
X finale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto finale.
Y finale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto finale.
Spessore linea Consente di impostare lo spessore della linea. L'unità è mm.
N. gruppo Un gruppo raccoglie diversi controlli utilizzati frequentemente sul modello,
ovvero, una linea di controlli costituisce un gruppo. Se non viene definito, il
numero del gruppo corrisponde a 0.
Colore linea Consente di impostare il colore della linea.
Stampa Consente di abilitare o disabilitare la stampa della linea sui rapporti effettivi.

9.4.2 Rettangolo
Quando si seleziona un controllo di rettangolo, la finestra proprietà mostra le proprietà del
rettangolo.

9-12 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.4 Finestra Proprietà

Figure 9.14 Rettangolo area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà del rettangolo.


Table 9.12 Proprietà rettangolo
Parametro Descrizione
ID ID stampa della linea. Il valore dell'ID è 1.
X iniziale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto iniziale (angolo
superiore sinistro).
Y iniziale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto iniziale (angolo
superiore sinistro).
Largh. Consente di impostare la larghezza del rettangolo.
Altezza Consente di impostare l'altezza del rettangolo.
Larghezza Consente di impostare la larghezza del frame del rettangolo.
frame
N. gruppo Un gruppo raccoglie diversi controlli utilizzati frequentemente sul modello,
ovvero, una linea di controlli costituisce un gruppo. Se non viene definito, il
numero del gruppo corrisponde a 0.
Colore frame Consente di impostare il colore del frame.
Stampa Consente di abilitare o disabilitare la stampa del rettangolo sui rapporti
effettivi.

9.4.3 Etichetta
Quando si seleziona un controllo di etichetta, la finestra proprietà mostra le proprietà
dell'etichetta.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-13


9.4 Finestra Proprietà 9 Software per la modifica dei modelli

Figure 9.15 Etichetta area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà dell'etichetta.


Table 9.13 Proprietà etichetta
Parametro Descrizione
ID ID stampa dell'etichetta. Il valore dell'ID è 4.
Testo Consente di impostare il testo sull'etichetta. Sui rapporti effettivi, viene
stampato senza modifiche.
X iniziale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto iniziale (angolo
superiore sinistro).
Y iniziale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto iniziale.
Largh. Consente di impostare la larghezza dell'etichetta.
Altezza Consente di impostare l'altezza dell'etichetta.
N. gruppo Un gruppo raccoglie diversi controlli utilizzati frequentemente sul modello,
ovvero, una linea di controlli costituisce un gruppo. Se non viene definito, il
numero del gruppo corrisponde a 0.
Colore sfondo Consente di impostare il colore dello sfondo dell'etichetta.
Font Consente di impostare il carattere del testo dell'etichetta.
Posizione testo Consente di impostare la modalità di allineamento del testo dell'etichetta. Le
opzioni disponibili sono Sinistra, Centro e Destra.
Stampa frame Consente di abilitare e disabilitare la stampa del frame.
Larghezza frame Consente di impostare la larghezza del frame dell'etichetta.
Colore frame Consente di impostare il colore del frame dell'etichetta.
Stampa Consente di abilitare o disabilitare la stampa dell'etichetta sui rapporti effettivi.
ID testo Impostare l'ID del testo per il controllo. Se modificato, il modello viene
aggiornato.

9-14 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.4 Finestra Proprietà

Parametro Descrizione
Sostituisci testo Consente di scegliere se utilizzare l'ID testo definito per sostituire il testo del
controllo.

9.4.4 Testo
Quando si seleziona un controllo di testo, la finestra proprietà mostra le proprietà del testo.
Figure 9.16 Testo area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà del testo.


Table 9.14 Proprietà testo
Parametro Descrizione
ID ID stampa del testo. Il valore predefinito è 0 e indica un ID sconosciuto.
L'ID stampa indica il significato del testo. È possibile ottenere una stampa
corretta solo se l'ID stampa viene correttamente impostato.
Nome Consente di impostare il contenuto da visualizzare sul controllo di testo. Varia
in base ai diversi ID.
Testo Consente di impostare il contenuto visualizzato sul controllo di testo. Quando
si esegue la stampa, viene sostituito dai dati effettivi.
Mostra Consente di abilitare o disabilitare la stampa del controllo nel gruppo.
dettagli
X iniziale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto iniziale (angolo
superiore sinistro).
Y iniziale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto iniziale.
Largh. Consente di impostare la larghezza del testo.
Altezza Consente di impostare l'altezza del testo.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-15


9.4 Finestra Proprietà 9 Software per la modifica dei modelli

Parametro Descrizione
N. gruppo Un gruppo raccoglie diversi controlli utilizzati frequentemente sul modello,
ovvero, una linea di controlli costituisce un gruppo. Se non viene definito, il
numero del gruppo corrisponde a 0.
Tipo di testo Parametro riservato. Il valore predefinito è 0.
Colore sfondo Consente di impostare il colore dello sfondo del testo.
Font Consente di impostare il carattere del testo.
Posizione Consente di impostare la modalità di allineamento del testo. Le opzioni
testo disponibili sono Sinistra, Centro e Destra.
Stampa Consente di abilitare e disabilitare la stampa del frame.
frame
Larghezza Consente di impostare la larghezza del frame del testo.
frame
Colore frame Consente di impostare il colore del frame dell'etichetta.
Stampa Consente di abilitare o disabilitare la stampa del testo sui rapporti effettivi.

9.4.5 Titolo
Quando si seleziona un controllo di titolo, la finestra proprietà mostra le proprietà del titolo.
Figure 9.17 Titolo area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà del titolo.


Table 9.15 Proprietà titolo
Parametro Descrizione
ID ID stampa del titolo. Il valore dell'ID è 5.

9-16 Manuale dell’operatore BS-240E


9 Software per la modifica dei modelli 9.4 Finestra Proprietà

Parametro Descrizione
Testo Consente di impostare il contenuto da visualizzare sul controllo
di titolo. Il simbolo "%s" viene sostituito dal nome dell'ospedale
e può essere visualizzato in qualsiasi punto del titolo.
X iniziale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto
iniziale (angolo superiore sinistro).
Y iniziale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto
iniziale.
Largh. Consente di impostare la larghezza del titolo.
Altezza Consente di impostare l'altezza del titolo.
Colore sfondo Consente di impostare il colore dello sfondo del titolo.
Font Consente di impostare il carattere del testo del titolo.
Posizione testo Consente di impostare la modalità di allineamento del testo del
titolo. Le opzioni disponibili sono Sinistra, Centro e Destra.
Stampa frame Consente di abilitare e disabilitare la stampa del frame.
Larghezza frame Consente di impostare la larghezza del frame del titolo.
Colore frame Consente di impostare l'altezza del frame del titolo.
Stampa Consente di abilitare o disabilitare la stampa del titolo sui
rapporti effettivi.
ID testo Impostare l'ID del testo per il controllo. Se modificato, il modello
viene aggiornato.
Sostituisci testo Consente di scegliere se utilizzare l'ID testo definito per
sostituire il testo del controllo.

9.4.6 Immagine
Quando si seleziona un controllo di immagine, la finestra proprietà mostra le proprietà
dell'immagine.
Figure 9.18 Immagine area di proprietà

La tabella seguente fornisce spiegazioni dettagliate sulle proprietà dell'immagine.


Table 9.16 Proprietà immagine
Parametro Descrizione
ID ID stampa dell'immagine. Il valore dell'ID è 3.

Manuale dell’operatore BS-240E 9-17


9.5 Finestra Rapporto 9 Software per la modifica dei modelli

Parametro Descrizione
X iniziale Consente di impostare il valore della coordinata X del punto
iniziale (angolo superiore sinistro).
Y iniziale Consente di impostare il valore della coordinata Y del punto
iniziale.
Largh. Consente di impostare la larghezza dell'immagine.
Altezza Consente di impostare l'altezza dell'immagine.
N. gruppo Un gruppo raccoglie diversi controlli utilizzati frequentemente
sul modello, ovvero, una linea di controlli costituisce un gruppo.
Se non viene definito, il numero del gruppo corrisponde a 0.
Stampa Consente di abilitare o disabilitare la stampa dell'immagine sui
rapporti effettivi.
Nome del file Nome del file di immagine. Consente di specificarlo nella
cartella delle immagini e disegnarlo sul controllo di immagine.

9.5 Finestra Rapporto


La finestra rapporto è posizionata nell'angolo inferiore destro della schermata principale e
mostra tutti i modelli di un tipo di rapporto selezionato.
Figure 9.19 Finestra Rapporto

(1)

(2)

(1) Tipo di rapporto (2) Elenco modelli

9-18 Manuale dell’operatore BS-240E


10 Manutenzione

Il presente capitolo descrive i metodi di manutenzione dello strumento, inclusi i comandi di


manutenzione utilizzati di frequente e le procedure di manutenzione programmata. Vengono
qui descritti lo scopo, la tempistica, lo stato del sistema, le precauzioni e le fasi di ogni operazione
di manutenzione.

Manuale dell’operatore BS-240E 10-1


10.1 Panoramica 10 Manutenzione

10.1 Panoramica
La manutenzione del sistema deve essere eseguita regolarmente da personale debitamente
formato per garantire prestazioni affidabili e ridurre il numero di chiamate di assistenza inutili.
Anche per un operatore è molto importante leggere attentamente il presente capitolo. Una
completa comprensione assicura le migliori prestazioni del sistema.
In caso di interventi di manutenzione che non rientrino nelle capacità dell'utente o che non
siano descritti nel presente capitolo, contattare il servizio clienti o il distributore di zona.
Frequenza di manutenzione
Le frequenze di manutenzione indicate in questo manuale si basano su 720 test/giorno, e 720 ×
25 = 18.000 test/mese.

10-2 Manuale dell’operatore BS-240E


10 Manutenzione 10.1 Panoramica

10.1.1 Informazioni di sicurezza

AVVISO
 Eseguire gli interventi di manutenzione del sistema esclusivamente come indicato nel presente manuale.
Interventi di manutenzione impropri possono provocare risultati inaffidabili, danni all'apparecchiatura o
lesioni personali.
 Non toccare componenti diversi da quelli specificati in questo capitolo.
 L'esecuzione di procedure di manutenzione non autorizzate potrebbe comportare danni allo strumento e
causare lesioni personali, inoltre le clausole di garanzia applicabili contenute nel contratto di assistenza
potrebbero perdere validità .
 Evitare di versare acqua o reagente sui componenti meccanici o elettrici del sistema.
 Disattivare l'analizzatore e staccare la spina dell'alimentazione prima di iniziare la pulizia. Adottare le misure
necessarie per prevenire la penetrazione di acqua nel sistema, onde evitare danni all'apparecchiatura o
lesioni personali.
 Prima di sostituire la lampada del fotometro, è necessario attendere almeno 5 minuti dalla disattivazione
dell'alimentazione del sistema.
 Se il sistema è guasto e necessita di assistenza, contattare il servizio clienti o il distributore di zona. Per
eseguire l'intervento di assistenza può essere necessario arrestare o trasportare il sistema, il che
probabilmente causerà rischi biologici, di scossa elettrica o associati ai componenti in movimento. Prestare
attenzione quando si prepara il sistema per l'assistenza.

RISCHIO BIOLOGICO
Durante il processo di manutenzione indossare guanti protettivi, camice e, se necessario, occhiali di protezione.

ATTENZIONE
 Per eliminare la polvere dalla superficie del sistema, utilizzare un panno morbido, pulito e umido, imbevuto
di acqua saponata, anziché solventi organici come l'etanolo. Dopo la pulizia, asciugare la superficie con un
panno asciutto.
 Dopo avere sostituito componenti principali, come ad esempio la lampada del fotometro, la sonda e il mixer,
è necessario rieseguire una calibrazione.
 Dopo avere eseguito la manutenzione, verificare che il sistema funzioni regolarmente.
 Se il sistema dovesse essere posto fuori servizio per un lungo periodo di tempo (superiore a 1 settimana) o
trasportato, contattare il servizio clienti o il distributore di zona per eseguire le operazioni di manutenzione
necessarie per garantire prestazioni ottimali del sistema quando sarà nuovamente in uso.

10.1.2 Strumenti e parti di ricambio


Utilizzare gli accessori e le parti di ricambio prodotti o consigliati dall'azienda, in modo da
assicurare le prestazioni di sistema previste. Se necessario, contattare il servizio clienti o il
distributore di zona.

Manuale dell’operatore BS-240E 10-3


10.1 Panoramica 10 Manutenzione

Accessori
 Cacciavite a croce (φ4,7 × 100): per l'installazione e la rimozione della sonda
 Ago a testa tonda, 0,25 +/- 0,01 mm × 125 mm: per lo stassamento della sonda
Pezzi di ricambio
Table 10.1 Pezzi di ricambio
Nome parte Relativa manutenzione Commento
Lampada Sostituzione della Componente sostituito regolarmente.
lampada Sostituirla se funziona da oltre 2000
ore, o a ogni 6 mesi.
Siringa Sostituzione della siringa Sostituirla quando funziona per più di
100.000 volte.
Cuvetta di reazione Sostituzione cuvette Materiale di consumo Sostituirlo
quando è necessario.
Sonda Sostituzione della sonda Componente sostituito regolarmente.
Sostituirlo quando è necessario.
Elettrodo ISE Sostituzione elettrodo Componente sostituito regolarmente.
ISE Sostituirlo quando è necessario.
Involucro elettrodo Conservazione elettrodo Usalo quando si conservano gli
ISE elettrodi ISE.
Soluzione di lavaggio ISE Pulizia tubi elettrodi Materiale di consumo Da usare per la
pulizia giornaliera dei tubi elettrodi.
Strumenti da preparare a cura dell'utente
Prima della manutenzione, preparare i seguenti strumenti:
Table 10.2 Strumenti da preparare a cura dell'utente
Elemento Manutenzione applicabile
Garza pulita Controllo della siringa; pulizia dei rotori, esterno
della sonda/del mixer e unità di lavaggio cuvette
Batuffoli di cotone Pulizia del pozzetto di lavaggio e dello scomparto
campioni/reagenti
Aspiratore Pulizia delle ventole e dei filtri della polvere
Spazzola per capelli Pulizia del filtro polvere
Pinzette Rimozione/installazione della sonda e della
guarnizione della siringa
Siringa con filettatura Stasamento della sonda
Spazzola per provette o dispositivo di Pulizia filtro principale
pulizia a ultrasuoni
Becher Stassamento e pulizia della sonda
Etanolo Pulizia delle lenti del fotometro, della sonda, del
mixer e dell'unità di lavaggio
NaClO (soluzione di ipoclorito di sodio Pulizia pozzetti di lavaggio
allo 0,5%)
Guanti privi di fibre Pulizia e sostituzione delle cuvette di reazione
Contenitore acqua grande Pulizia del serbatoio dell'acqua deionizzata
Soluzione di lavaggio per schermo e Pulizia dello schermo e della tastiera
tastiera

10-4 Manuale dell’operatore BS-240E


10 Manutenzione 10.1 Panoramica

Provetta campione Pulizia elettrodi ISE

10.1.3 Concetti
La finestra Manutenz. include le seguenti schede di registro:
 Manutenz. programmata: Fornisce il promemoria di manutenzione e la registrazione
delle attività di manutenzione.
 Manutenz. biochimica: Fornisce i comandi di manutenzione del sistema biochimico, che
possono essere eseguiti attraverso le procedure guidate sullo schermo.
 Manutenz. ISE: Fornisce i comandi di manutenzione del modulo ISE, che possono essere
eseguiti attraverso le procedure guidate sullo schermo.
Gli elementi di manutenzione programmata possono essere eseguiti manualmente o
automaticamente tramite una procedura guidata. I comandi di manutenzione biochimica e ISE
possono essere eseguiti per frequenza specificata o in base alla condizione dello strumento.
Voce della manutenzione programmata
Le procedure di manutenzione programmata vengono definite in base all'uso dei componenti e
alla frequenza delle prestazioni e devono essere effettuate regolarmente da personale addestrato,
per garantire prestazioni affidabili e ridurre il numero di chiamate di assistenza inutili. La voce
di manutenzione può essere effettuata manualmente, oppure eseguendo uno o più comandi di
manutenzione.
L'elenco degli elementi di manutenzione programmata fornisce le funzioni di conferma della
manutenzione, promemoria manutenione automatica, completamento dei registri di
manutenzione, richiamo della cronologia di manutenzione e personalizzazione delle voci di
manutenzione.
Conferma di manutenzione
Dopo la conferma di manutenzione, il sistema aggiorna la Data di esecuzione della voce di
manutenzione rilevante alla data corrente, e la utilizza per calcolare il periodo di manutenzione
successivo.
Promemoria della manutenzione automatica
Quando una procedura di manutenzione è scaduta, il sistema visualizza in giallo i pulsanti e le
opzioni successivi. Eseguire immediatamente la manutenzione rilevante.
 Pulsante Utilità a sinistra nella schermata principale
 Scheda Manutenzione
 Pulsante Manutenzione
 Scheda Manutenz. programmata
 Scheda della frequenza di manutenzione
 Procedura di manutenzione
Riempire i registri di manutenzione
Registrare le condizioni anomale e altre informazioni sulla manutenzione.
Richiamo cronologia di manutenzione
Visualizzare tutti i record di esecuzione di ogni voce di manutenzione, con data, log e operatore.
Ogni record di manutenzione può essere modificato o eliminato.
Personalizzazione della voce di manutenzione
La definizione e la personalizzazione di voci di manutenzione in base al reale utilizzo. Si è
autorizzare a modificare e eliminare i record di manutenzione.

Manuale dell’operatore BS-240E 10-5


10.1 Panoramica 10 Manutenzione

Comando Manutenz. biochimica


Voce di manutenzione del sistema biochimico, che può essere eseguita attraverso la procedura
guidata. I comandi possono essere inclusi in determinate procedura di manutenzione
programmata o possono essere eseguiti in modo indipendente, quando necessario.
Comando manutenzione ISE
Voce di manutenzione del modulo ISE, che può essere eseguita attraverso la procedura guidata. I
comandi possono essere inclusi in determinate procedura di manutenzione programmata o
possono essere eseguiti in modo indipendente, quando necessario.

10.1.4 Periodo di mantenimento


Le procedure di manutenzione programmata sono suddivise in base alle frequenze indicate di
seguito:
 Giornaliera: 1 giorno
 Settimanale: 8 giorni
 Bisettimanale: 15 giorni (nessun elemento di manutenzione per questo modello)
 Mensile: 31 giorni
 Trimestrale: 91 giorni
 Semestrale: 181 giorni
 Altro (occasionale/secondo necessità)
La frequenza di manutenzione viene calcolata eseguendo il conto alla rovescia a partire dalla data
di esecuzione dell'intervento. Quando si raggiunge 0, la corrispondente procedura di
manutenzione viene evidenziata in giallo. Se le voci seguenti sono visualizzate su sfondo giallo,
ciò significa che la procedura di manutenzione corrispondente deve essere avviata:
 Pulsante Utilità nella schermata principale
 Scheda Manutenzione
 Pulsante Manutenzione
 Scheda Manutenz. programmata
 Scheda della frequenza di manutenzione
 Procedura di manutenzione
Le informazioni sulla manutenzione non vengono perse con l'aggiornamento della versione
software in uso. Quando viene installata la nuova versione software per eliminare il guasto del
sistema o per aggiornare il sistema stesso, il contatore della manutenzione torna a 0 e riavvia il
conto alla rovescia.

10.1.5 Metodi di esecuzione di manutenzione


Seguire questa procedura per eseguire i comandi di manutenzione e manutenzione
programmata.
Per eseguire la manutenzione programmata
1 Determinare i componenti di manutenzione che si desiderano eseguire.
 Verificare la presenza di voci di manutenzione indicate in giallo nella scheda Manutenzione
programmata.
 Determinare le voci di manutenzione in base alle condizioni dei componenti del sistema.
 Selezionare Utilità > Stato > Conteggio, per controllare il numero di utilizzo di ogni
componente, e determinare le voci di manutenzione.
2 Trovare le voci di manutenzione in questo capitolo ed eseguire le operazioni descritte.

10-6 Manuale dell’operatore BS-240E


10 Manutenzione 10.1 Panoramica

3 Dopo la manutenzione, selezionare Utilità > Manutenzione > Manutenzione >


Manutenzione programmata, e quindi fare clic sulla scheda di frequenza relativa.
4 Selezionare la casella di controllo Seleziona corrispondente e fare clic su OK. Il sistema
aggiorna la data corrente come data di esecuzione.
5 Fare clic su Log per registrare i commenti e altre informazioni importanti delle operazioni
di manutenzione, e quindi fare clic su OK.
Per eseguire il comando di manutenzione biochimica
1 Selezionare Utilità > Manutenzione > Manutenzione biochimica.
2 Fare clic sul comando di manutenzione che si desidera eseguire.
3 Eseguire la manutenzione in base alla procedura guidata.
Per eseguire il comando di manutenzione ISE
1 Selezionare Utilità > Manutenzione > Manutenzione ISE.
2 Fare clic sul comando di manutenzione che si desidera eseguire.
3 Eseguire la manutenzione in base alla procedura guidata.

10.1.6 Operazioni estese della voce di manutenzione


È possibile visualizzare i record di esecuzione di ogni voce di manutenzione, personalizzare ed
eliminare le voci di manutenzione autodefinite.
Visualizzazione della cronologia di manutenzione
Questa funzione fornisce un record della cronologia memorizzata sulle prestazioni di
manutenzione con la data e l'operatore relativi alla procedura selezionata. I record di
manutenzione possono essere modificati o eliminati.
Per visualizzare la cronologia di manutenzione
1 Scegliere una procedura di manutenzione dalla schermata Manutenz. programmata.
2 Selezionare Cronologia. Viene visualizzata la finestra Log manutenz.
3 Visualizzare tutti i record sulle prestazioni relativi alla procedura di manutenzione
selezionata.
4 Per modificare un record di manutenzione:
a. Contrassegnare la casella di controllo del record di manutenzione desiderato.
b. Selezionare Modifica.
c. Modificare il record di manutenzione.
d. Selezionare OK.
È possibile modificare soltanto un record di manutenzione alla volta.
5 Per eliminare i record di manutenzione:
a. Contrassegnare la casella di controllo corrispondente a un record o a diversi record di
manutenzione.
b. Selezionare Elimina.
c. Selezionare OK. I record di manutenzione selezionati vengono rimossi.
6 Selezionare Chiudi per uscire dalla finestra.
Personalizzazione della voce di manutenzione
In base alle condizioni di utilizzo effettivo dello strumento, è possibile definire ed eliminare le
voci di manutenzione.
Per accedere alla finestra Personalizza procedura di manutenzione
Selezionare Personalizza nella schermata Manutenz. programmata. È possibile aggiungere,
definire e eliminare le voci di manutenzione per la frequenza selezionata.

Manuale dell’operatore BS-240E 10-7


10.2 Manutenzione programmata e comandi di manutenzione 10 Manutenzione

Per definire una procedura di manutenzione:


1 Selezionare Nuovo.
2 Immettere il nome della nuova procedura di manutenzione.
3 Selezionare OK. La procedura di manutenzione viene visualizzata nell'elenco Procedure
disponib.
4 Utilizzare i pulsanti >> e << per configurare o annullare le procedure di manutenzione
definite dall'utente. La proprietà di una procedura di manutenzione definita dall'utente è
Utente.
5 Selezionare OK per salvare la configurazione, oppure selezionare Annulla per
interrompere l'operazione.
Per configurare una procedura di manutenzione:
1 Scegliere un intervallo di manutenzione dall'elenco a discesa Frequenza.
2 Scegliere una procedura di manutenzione nell'elenco Procedure disponib.. Spostarsi con
la barra di scorrimento verticale per visualizzare altre procedure.
3 Selezionare >>. La procedura di manutenzione selezionata viene visualizzata nell'elenco
Procedure attivate e la schermata della relativa programmazione della manutenzione viene
aggiornata automaticamente.
Per rimuovere una procedura di manutenzione
1 Scegliere una procedura di manutenzione nell'elenco Procedure attivate.
2 Selezionare <<. La procedura di manutenzione selezionata viene rimossa dall'elenco
Procedure attivate e viene visualizzata nell'elenco Procedure disponib. La schermata
della programmazione della manutenz