Sei sulla pagina 1di 14

Politecnico di Torino - I Facoltà di Ingegneria

g Meccanica A.A 2013/14


Corso di Laurea in Ing. /

Progettazione di prodotto e processo con


metodi numerici

Introduzione al metodo FEM


Docente: Prof. Aurelio Somà

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 1
PROBLEMA ELASTICO 3D
 Equazioni di equilibrio
 E
Equazioni
i i differenziali
diff i li indefinite
i d fi it di
equilibrio
 (3 equazioni
eq a ioni diffe
differenziali
en iali alle derivate
de i ate
parziali)
 Equazioni di congruenza
 equazioni differenziali di compatibilità
 ( 6 equazioni differenziali alle derivate
parziali )
p
 Leggi costitutive del materiale
 ( 6 equazioni di legame sigma epsilon )
Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 2
PROBLEMA ELASTICO 3D

 Soluzioni analitiche :
 semi inverse = De Saint Venant
 soluzioni piastre e gusci (stato di
tensione ppiano )
 Soluzioni numeriche di equazioni
differenziali:
 DIFFERENZE FINITE
 ELEMENTI FINITI

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 3
PROBLEMA ELASTICO 3D

 ELEMENTI FINITI

 soluzione
l i delle
d ll equazioni
i i differenziali
diff i li alle
ll
derivate parziali in forma integrale su un
dominio finito!

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 4
METODO ELEMENTI FINITI

 SOLUZIONE NUMERICA DI EQUAZIONI


DIFFERENZIALI ALLE DERIVATE PARZIALI
SU UN DOMINIO FINITO

 EQUAZIONI DIFFERENZIALI ALLE DERIVATE


PARZIALI
 SISTEMI DI EQUAZIONI DIFFERENZIALI ALLE
DERIVATE PARZIALI

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 5
METODO ELEMENTI FINITI
 DIVERSI APPROCCI SON LA STESSA
SEQUENZA DI OPERAZIONI E
RISULTATI ANALOGHI NEL CASO
STRUTTURALE ELASTICO LINEARE
In generale l’APPROCCIO consiste :
 DALLA EQUAZIONE DIFFERENZIALE SI SCRIVE
UN FUNZIONALE IN FORMA INTEGRALE SU
UNO DOMINIO FINITO

 APPLICAZIONE DI UNA DISCRETIZZAZIONE


DELLE VARIABILI INTRODUCENDO FUNZIONI DI
APPROSSIMAZIONE ED INSERENDOLE NEL
FUNZIONALE
Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 6
METODO ELEMENTI FINITI

 STEP CRUCIALI DEL METODO

 SCELTA DEL FUNZIONALE

 SCELTA DELLA DISCRETIZZAZIONE

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 7
METODO ELEMENTI FINITI: SCELTA DEL
FUNZIONALE

 METODI ENERGETICI
 ENERGIA POTENZIALE
 PRINCIPIO DEI LAVORI VIRTUALI
 EQUAZIONE DI LAGRANGE
 …

 METODI VARIAZIONALI
 TEOREMA DI CASTIGLIANO
 METODO DI GALERKIN
 METODO DI RAILEGH RITZ

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 8
METODO ELEMENTI FINITI SCELTA DEL
FUNZIONALE motivazioni

 Singola
Si l equazione
i diff
differenziale
i l ?

 Sistema di equazioni differenziali ?

 Esiste un teorema o principio che può


aiutare nello scrivere il funzionale nello
specifico campo di applicazione ?

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 9
METODO ELEMENTI FINITI SCELTA DEL
FUNZIONALE : CALCOLO STRUTTURALE

 METODI ENERGETICI PREFERITI


 PRINCIPIO DEI LAVORI VIRTUALI STATICA
 EQUAZIONE DI LAGRANGE DINAMICA

 METODI VARIAZIONALI
 METODO DI GALERKIN PROBLEMI ACCOPPIATI
 METODO DI RAILEGH RITZ DINAMICA

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 10
METODO ELEMENTI FINITI SCELTA DEL
FUNZIONALE : CALCOLO STRUTTURALE
 SISTEMA DI EQUAZIONI DIFFERENZIALI
ALLE DERIVATE PARZIALI
Equazioni di equilibrio
Equazioni differenziali indefinite di equilibrio
(3 equazioni differenziali
ff alle derivate parziali)
Equazioni di congruenza
equazioni differenziali di compatibilità
( 6 equazioni differenziali alle derivate parziali )
Leggi costitutive del materiale
( 6 equazioni di legame sigma epsilon )

FUNZIONALE : DAL PRINCIPIO DEI LAVORI


VIRTUALI SI OTTIENE UN’UNICA
EQUAZIONE INTEGRALE
Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 11
METODO ELEMENTI FINITI : SCELTA
DELLA FUNZIONE INTERPOLANTE

 SCRITTURA DI UNA FUNZIONE DI


INTERPOLAZIONE (FUNZIONE DI
FORMA) DEL CAMPO DEGLI SPOSTAMENTI

 FUNZIONE DI SOLITO POLINOMIALE di CUI


NON SI CONOSCONO I COEFFICIENTI

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 12
METODO ELEMENTI FINITI :DAL FUNZIONALE
ALLA SOLUZIONE MATRICIALE

 INSERIMENTO NEL FUNZIONALE SCELTO


( AD ESEMPIO IL PRINCIPIO DEI LAVORI
VIRTUALI) DELLA FUNZIONE DI FORMA
SCELTA

 TRASFORMAZIONE DEL FUNZIONALE DA


EQUAZIONE INTEGRALE A SISTEMA
MATRICIALE CON TANTE RIGHE E COLONNE QUANTI SONO
I GRADI DI LIBERTà SCELTI DEL PROBLEMA MEDIANTE LA FUNZIONA
INTERPOLANTE

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 13
METODO ELEMENTI FINITI :SCELTA DELLA FUNZIONE
INTERPOLANTE NEL PROBLEMA STRUTTURALE

 La scelta della funzione di forma segue


considerazioni e proprietà FISICHE del
problema
 Scelta del GRADO DEL POLINOMIO
sfruttando il numero di condizioni pari al
numero di gradidi di lib
libertà
àddeii nodi
di scelti
l i per
descrivere l’elemento
 Valutazione dei coefficienti del polinomio
sfruttando le condizioni g
geometriche dei
nodi scelti per descrivere l’elemento

Progettazione di prodotto e processo con metodi numerici A.A 2013/2014 – Prof. A. Somà - Lezione FEM 14