Sei sulla pagina 1di 12

ISTITUTO TECNICO PER IL SETTORE

TECNOLOGICO
“G.MARCONI” CAMPOBASSO
INDIRIZZO MECCANICA E MECCATRONICA
Articolazione “Meccanica”

LABORATORIO DI
SISTEMI ED AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

ESPERIENZA N°1

TITOLO:Porte logiche fondamentali

OBIETTIVO:Verifica sperimentale delle porte


logiche fondamentali e delle loro proprietà
fondamentali con l'ausilio del pannello della logica
combinatoria

ALUNNO:Luca Pasqualone CLASSE:4AMM

DATA ESPERIENZA:
DATA CONSEGNA:
Insegnanti: Prof.CarmineBuonanno
Prof. Domenico Fratangelo

A.S. 2018 – 2019


Materiali,strumenti ed apparecchiature impiegate:

1. Panello per la logica combinatoria didacta E15D

2. Cavi di collegamento con jack maschio e femmina

Relazione

Per studiare le porte logiche usiamo la logica positiva, quindi allo stato logico alto la
d.d.p e di 5V e a quello basso 0. Il panello di logica combinatoria e costituida da:

· 9 porte NOR due ingressi

· 10 porte AND a quatro indressi

· 1 porta EXTENDER a quattro ingressi collegata all'interno a una NAND a 4


ingressi

· 1 porta OR a quattro ingressi

· 2 porte OR a tre ingressi

· 1 porta NOR a quattro ingressi

Quando il led emette luce verde vuol dire che lo stato logico e basso (0) mentre quando
emette luce rossa lo stato logico e alto (1).

Il panello per la logica combinatoria ha un interruttore generale e 9 deviatori con boccola


gialla (sorgente di livello).

Quando il deviatore e basso c'é assenza di corrente quindi livello logico basso 0,
invece se alziamo il deviatore arrivera tensione e il segnale logico sava basso quindi
tensione 5V. Al lato della toretta vi sono i led detti sonde luminise che si accendono di
verde o rosso a seconda dello stato logico, se un ingresso non e collegato o volante lo
stato logico e alto. se una porta possiede 3-4 ingressi e se ne vogliono usare solo due
quessi volanti bisogna portarli a massa cioe la boccola marrone presente al fianco a ogni
OR. per verificare il livello delle porte logiche o delle reti in uscita bisogna fare la tabella
della verità.
Porta NOT

Essa e un componente caratterizzato da 1 ingressi ed 1 uscita e siccome ogni ingresso


può assumere solo due valori può presentare 2 stati possibili. Il funzionamento di questo
componente viene sotto riportato nella tabella di verità. In questo caso al valore 1 viene
assegnato un valore di tensione alto mentre al valore 0 un valore di tensione basso.

Tabella di verità:

questa porta puo essere verificata in due modi:


3. collegando un ingresso volante quindi stato logico alto 1 quindi la sonda luminosa
diventera di colore verde perche la porta NOT neghera l'ingresso;
4. collegando un jack alla sorgente di livello si avranno due soluzioni

· se in deviatore sara impostato su 0 il colore della sonda luminosa sara rosso


quindi 1
· se il deviatore sara impostato su 1 la sonda sara di colore verde
le porte not possono essere collegate fra di loro e ricordiamo che un numero pari di
porte not riaffermera sempre l'ingresso.
Porta logica and
Si effettua su due o più variabili, l’uscita assume lo stato logico 1 solo se tutte variabile di
ingresso sono allo stato logico 1. Nella seguente figura si mostra la tabella della verità
con le quattro possibili combinazioni tra A e B ed il simbolo logico relativo ad una porta
AND a due ingressi. Nella colonna Y si sono posti i valori assunti dall’uscita Y che
soddisfa la definizione della porta AND.

la porta AND puo essere verificata in due modi


5. collegando l'uscita ad una sonda luminosa con tutti gli ingressi volanti l'uscita
dovra risultare 1
6. collegando gli ingressi a due o piu deviatori se sono impostati su livello logico
basso l'uscita restera 0 se tutti sono impostati su 1 la sonda emettera colore rosso
quindi 1
Ricorda che una AND a quatro indressi puo avere funzione di una AND a tre ingressi
vediamo la tabella della verità:
A B C Y
D
0 0 0 0 0
0 0 0 1 0
0 0 1 0 0
0 0 1 1 0
0 1 0 0 0
0 1 0 1 0
0 1 1 0 0
0 1 1 1 0
1 0 0 0 0
1 0 0 1 0
1 0 1 0 0
1 0 1 1 0
1 1 0 0 0
1 1 0 1 0
1 1 1 0 0
1 1 1 1 1

Porta OR
Si effettua su due o più variabili, l’uscita assume lo stato logico 1 se almeno una
variabile di ingresso è allo stato logico 1. Nel caso di due variabili di ingresso A e B, Y la
variabile di uscita, si scrive: Y=A+B e si legge A or B.
Nella seguente figura si mostra la tabella della verità con le quattro possibili
combinazioni tra A e B ed il simbolo logico relativo ad una porta OR a due ingressi. Nella
colonna Y si sono posti i valori assunti dall’uscita Y che soddisfa la definizione della
porta OR.

La verifica della porta or si puo effettuare in due modi


7. collegando il cavo di uscita direttamente alla sonda luminosa lasciando volanti gli
altri ingressi l'uscita deve essere alta (luce rossa)
8. collegando gli ingressi a diversi deviatori se almeno un ingresso e impostato su
stato logico alto la sonda diventera di colore rosso 1 se tutti i deviatori saranno
posizionati su stato logico basso la sonda diventera verde cioè 0.
ATTENZIONE
se si vogliono usare due o tre ingressi dei quattro della porta OR quelli non utilizati
devono essere messi permanentemente a massa
A B C D Y=A+B+C
+D
0 0 0 0 0

0 0 0 1 1

0 0 1 0 1

0 0 1 1 1

0 1 0 0 1

0 1 0 1 1

0 1 1 0 1

0 1 1 1 1

1 0 0 0 1

1 0 0 1 1
1 0 1 0 1
1 0 1 1 1
1 1 0 0 1
1 1 0 1 1
1 1 1 0 1
1 1 1 1 1

Proprietà delle porte logiche fondamentali al pannello:

0 1 0

1 0 1

porta not

negando due volte una variabile si ottiene il diritto della variabile stessa ( valore vero o
affermato). La verifica si può eseguire portando il segnale A di un deviatore all’ ingresso di una
porta not e innestando l’ uscita della porta not all’ ingresso di un’ altra porta not. Possiamo
verificare l’ uguaglianza sondando parallelamente alla sonda luminosa lo stesso segnale di
ingresso A prelevato con jack maschio e optato direttamente alla sonda luminosa.

Porta AND
Verifichiamo le 4 proprietà della porta AND:
1) A0=0

A 0 Y= A0
1) 0 0 0
2) 1 0 0

Per verificare al pannello la proprietà preleviamo il livello logico 1 o 0 corrispondente


allo stato fisico di un deviatore (acceso o spento) e lo mettiamo in AND con un altro
ingresso preso da una boccola gialla di un deviatore allo stato spento. In alternativa la
misura si può effettuare ricavando un ingresso pari a 0 di una porta and mediante il
collegamento di un ingresso dell' AND alla boccola M in basso al centro.

2)
A*1=A

A 1
1) 0 1 0
2) 1 1 1

Per verificare al pannello la proprietà preleviamo il livello logico 1 o 0 e lo mettiamo in


AND con un altro ingresso preso da una boccola gialla sorgente di livello in cui il
deviatore sta in posizione accesa. In alternativa si ottengono gli stessi risultati
realizzando l'AND con un ingresso volante ( penzolante o non collegato).

3)
A*A=A

A A
1) 0 0 0
2) 1 1 1
Per verificare al pannello la proprietà preleviamo il segnale da una boccola gialla che è
sorgente di livello per i 2 stati acceso e spento (1 logico e 0 logico) e lo mettiamo in and
con lo stesso segnale in una porta AND a 2 ingressi ( prelevo l'ingresso 2 volte con jack
maschio dalla stessa boccola)

4)
A*1=0

A
1) 0 1 0
2) 1 0 0

Il prodotto logico tra l elemento A e il suo negato è sempre 0, essendovi una presenza
contemporanea di un ingresso A e del suo negato. I 2 ingressi infatti sono
necessariamente allo stato 0 e l'altro allo stato 1.
Per verificare al pannello la proprietà preleviamo un segnale dalla boccola gialla che è
sorgente di livello per gli stati spento e acceso e lo mettiamo in AND con lo stesso
segnale prelevato con jack maschio complementato per mezzo di una porta NOT.

PORTA OR
1)
A+1=1
A 1
1) 0 1 1
2) 1 1 1
Per verificare al pannello la proprietà realizziamo una porta OR a 2 ingressi dei quali un
ingresso è derivante dallo stato fisico di un deviatore e l'altro è un ingresso volante non
collegato nelle porte OR . Gli altri ingressi non collegati vengono messi a massa (nella
boccola nera accanto alla porta OR).
2)
A+0=A

A 0
1) 0 0 0
2) 1 0 1

Per verificare la proprietà realizziamo una porta OR a 2 ingressi dei quali uno deriva
dallo stato fisico di un deviatore e l'altro dallo stato fisico di un deviatore spento . Gli altri
ingressi si mettono a massa. In alternativa un ingresso deriva dallo stato fisico di un
deviatore e l'altro si mette a massa.

3)
A+A=A

A A
1) 0 0 0
2) 1 1 1

Per verificare la proprietà realizziamo una porta OR a 2 ingressi dei quali uno derivanti
dallo stato fisico di un deviatore. Si propone lo stesso segnale di ingresso in entrata alla
porta con i cavi collegati alla stessa boccola sorgente di livello. Gli altri ingressi si
mettono a massa.

4)
A*A-=1
A
1) 0 1 1
2) 1 0 1

Per verificare la proprietà realizziamo una porta OR a 2 ingressi dei quali uno deriva
dallo stato fisico di un deviatore e l'altro è lo stesso segnale prelevato con jack maschio
dalla stessa boccola complementato in una porta NOT

Considerando la funzione di commutazione si costruisca la tabella della verità considerando tutti


i segnali di ingresso e si realizzi al panello la rete logica verificandola al pannello l'uguaglianza
tra il valore tra il valore della commutazione al termine dell'equazione logica ottenuta nella porta
e le variabili di uscita della tabella della verità legata al valore degli ingressi.

ESERCITAZIONE

Considerando l'espressione algebrica della funzione di commutazione assegnata


si costruisca la tabella della verità considerando tutti i segnali di ingresso e si
realizzi al pannello la rete logica combinatoria, verificando successivamente al
pannello l'uguaglianza tra il valore della funzione di commutazione al termine
dell'operazione logica ottenuta nelle porte ( con le sonde luminose ) e la variabile
d'uscita della tabella della verità legata ai valori degli ingressi

1)

A B C BC Y
0) 0 0 0 1 0 1
1) 0 0 1 1 0 1
2) 0 1 0 1 0 1
3) 0 1 1 1 0 1
4) 1 0 0 0 0 0
5) 1 0 1 0 0 0
6) 1 1 0 0 0 0
7) 1 1 1 0 1 1

OPPURE

A B C Y
0) 0 0 0 1
1) 0 0 1 1
2) 0 1 0 1
3) 0 1 1 1
4) 1 0 0 0
5) 1 0 1 0
6) 1 1 0 0
7) 1 1 1 1
NOTA: Ad una funzione di commutazione corrispondono infinite reti logiche ma
ad una rete logica corrisponde una sola funzione di commutazione.
2)

A B C D ABC BD A Y
0) 0 0 0 0 0 0 1 0 0
1) 0 0 0 1 0 0 1 0 0
2) 0 0 1 0 0 0 0 0 0
3) 0 0 1 1 0 0 0 0 0
4) 0 1 0 0 0 0 1 0 0
5) 0 1 0 1 0 1 1 0 0
6) 0 1 1 0 0 0 0 0 1
7) 0 1 1 1 0 1 0 0 0
8) 1 0 0 0 0 0 1 1 1
9) 1 0 0 1 0 0 1 1 1
10) 1 0 1 0 0 0 0 0 1
11) 1 0 1 1 0 0 0 0 0
12) 1 1 0 0 0 0 1 1 1
13) 1 1 0 1 0 1 1 1 1
14) 1 1 1 0 1 0 0 0 1
15) 1 1 1 1 1 1 0 0 1
Conclusioni
Le proprieta delle porte logiche sono state verificate con successo
mediante l'uso del pannello per la logica combinatoria