Sei sulla pagina 1di 1

LA sintesi DELL’UNITÀ

LE ORIGINI DELLA MONETA


Anticamente, per gli scambi commerciali si ricorreva Si passò poi alle monete metalliche: le prime a es-
al sistema del baratto, che venne però abbandona- sere utilizzate furono piccole sbarre di ferro, chia-

e
to per la sua scarsa praticità e sostituito dalla mo- mate oboli. Più tardi si diffusero le monete d’oro e
neta naturale, cioè beni esistenti in natura e accet- d’argento e, intorno al 600 a.C., in Grecia fu emes-
tati da tutti in pagamento, come i capi di bestiame. sa la prima moneta statale.

LE FUNZIONI DELLA MONETA


MODULO 3 - Unità 1
La moneta

La moneta è innanzitutto un mezzo di pagamen- beni economici possono essere espressi in valuta. La
to, ma può assumere anche altre funzioni. È inter- moneta è inoltre portavalori nel tempo, perché,
mediaria negli scambi, in quanto le persone sono non essendo deperibile, si può accumulare, e porta-
sempre disposte ad accettarla in cambio di un be- valori nello spazio, dal momento che si può trasfe-
ne; è misura dei valori, dal momento che tutti i rire da un luogo a un altro.

I TIPI DI MONETA
I principali tipi di moneta sono la moneta metalli- Le cambiali, infine, costituiscono la moneta com-
ca e le banconote. Gli assegni, le carte di credito e merciale e si distinguono in due tipologie: il paghe-
alcuni tipi di moneta elettronica, come le tessere rò e la tratta. Il primo corrisponde a una promessa di
bancomat, fanno parte della moneta bancaria. pagamento, la seconda a un ordine di pagamento.

IL VALORE DELLA MONETA


Quando si parla di valore della moneta ci si può rife- moneta può anche essere espresso dal potere d’ac-
rire al suo valore intrinseco, corrispondente al va- quisto, cioè dalla quantità di beni e di servizi che si
lore del metallo che la costituisce, al valore nomi- possono acquistare con una determinata quantità
nale, che è quello impresso su di essa, e al suo monetaria. Il potere d’acquisto è inversamente pro-
valore esterno, o cambio, che è il prezzo a cui porzionale al livello dei prezzi.
vengono negoziate le monete estere. Il valore della

LA TEORIA QUANTITATIVA DELLA MONETA


Secondo la teoria quantitativa il potere d’acquisto in un determinato mercato più alti sono i prezzi e, di
della moneta dipende dalla quantità di essa in circola- conseguenza, minore è il potere d’acquisto. Tale si-
zione. Infatti, più moneta circola in un dato periodo e tuazione corrisponde al fenomeno dell’inflazione.

© Pearson Italia S.p.A.


Riservato agli studenti delle classi che adottano il corso: M. R. Cattani, DirittoEconomia.com - vol. 2, Paravia