Sei sulla pagina 1di 3

Esercizo 1

Valutare se il seguente processo è termodinamicamente ammissibile:


‘Un flusso di vapor d’acqua in stato stazionario a 200°C e 5 bar entra in un dispositivo adiabatico e
ne esce come vapore saturo a 100°C e 1bar producendo un lavoro pari a 388 J per kg di vapore
passato attraverso il dispositivo stesso’

Soluzione:
I bilanci di massa, energia ed entropia sono:
dM
 M 1  M 2  0  M 2   M 2
dt

dU
dt
 0  M 1 Ĥ 1  M 2 Ĥ 2  Q  W S   
 M 1 Ĥ 1  Ĥ 2  W S  0  W S  M 1 Ĥ 2  Ĥ 1 
dS
dt
Q
 
 0  M 1 Ŝ1  M 2 Ŝ 2   S gen  M 1 Ŝ1  Ŝ 2  S gen  0
T

 S gen  M 1 Ŝ 2  Ŝ1 
Ora per un vapore d’acqua a 300°C e 5 bar (0 0.5 MPa) abbiamo.

Ĥ 1  3064.2 kJ kg
Ŝ1  7.4599 kJ kg K

Mentre a 100°C e 1 bar (=0.1MPa) abbiamo:

Ĥ 2  2676.2 kJ kg
Ŝ1  7.3614 kJ kg K

Possiamo ora verificare i bilanci di energia ed entropia:

W S
 2676.2  3064.2  388 kJ kg  il bilancio di energia è soddisfatto.
M 1

S gen
 Ŝ 2  Ŝ1  7.3614  7.4599   0.0985 kJ kg K  viola il II principio e pertanto il
M1
processo è impossibile.
Esercizio 2

La valvola di un contenitore contenente un gas a 400K e 50 bar viene aperta fino a che la
temperatura del contenitore non si porta a 300K. Assumendo che non vi sia trasferimento di calore
tra il gas ed il contenitore, trovare la pressione finale nel contenitore alla fine del processo di
depressurizzazione e la frazione di massa di gas (rispetto a quella inizialmente presente) rimasta nel
contenitore nel caso in cui il gas si comporti da gas ideale. Inoltre si ha che:
J
C P 22.25  0.06T
mol K

Soluzione:
Consideriamo come sistema la massa di gas che si troverà alla fine nel sistema. Consideriamo cioè
come sistema un sistema chiuso che subisce una espansione reversibile ed adiabatica.
Si ha, pertanto, che:

Si  S f

CP  V 
dS  dT    dP
T  T  P

Inoltre

RT
PV  RT  V 
P

Pertanto:

 V  R
  
 T  P P

Infine, poiché

 C P    2V   R P  
   T    T   0  CP è indipendente dalla pressione.
 P  T
2   T  P
 T 

Possiamo dunque integrare il differenziale dell’entropia ottenendo:

Tf Pf
C 1
0   S   P dT  R  dP
T
T P
P
i i

Risolvendo tale equazione, otteniamo che Pf =13.10 bar. Ora, per trovare i volumi molari iniziale e
finale usiamo la relazione

RT
V 
P

Ottenendo:
m3
V i  0.0006363
mol
m3
V f  0.001821
mol

Conseguentemente:

Nf Vi
  0.3494
Ni Vf