Sei sulla pagina 1di 54

SALVEZZA GLOBALE E SVLILUPPO ARMONICO

“Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico”

secondo l’insegnamento di

Grigori Grabovoi®
Metodi secondo l’insegnamento di

Grigori Grabovoi®
su

“ Salvezza Gobale e
Sviluppo Armonico”

“Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico”


livello 1

(aggiornato Gennaio 2015)

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


“Uomo!
Tu sei il mondo.
Tu sei l’eternità.
Tu possiedi una forza smisurata.
Le tue possibilità sono illimitate.
Tu sei l’incarnazione del creatore.
In te dimora la sua volontà,
attraverso la sua determinazione tu cambi il mondo.
In te ha sede il suo amore.
Ama tutto ciò che vive, come lui,
colui che ti ha creato.
Non amareggiare il tuo cuore.
Pensa il Bene.
Fai il Bene.
Il Bene ti ritornerà per lungo tempo.
L’amore ti regalerà immortalità,
la fede e la speranza saggezza.
La fede e l’amore
faranno rivivere le tue forze invisibili;
e tu raggiungerai ciò di cui sogni.
Immortalità, questo è il volto della vita,
esattamente come la vita è la traccia dell’eternità.
Crea per vivere nell’eternità
Vivi per creare l’eternità.”

Grigori Grabovoi

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Caro lettore,
questo è il testo descrittivo del seminario “Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico” primo
livello o corso di base. In questo fascicolo trovi, oltre ad una presentazione introduttiva una
descrizione dei termini usati nell’insegnamento di Grigori Grabovoi, e una serie di tecniche e
metodi con le quali potrai lavorare in modo pratico, sia per migliorare la tua situazione sul
livello psico-fisico, che per plasmare la tua vita in modo ottimale in tutti gli altri ambiti.

Chiunque lavori con queste tecnologie, sia esperti in approcci olistici, o che si sia avvicinato
da poco a questo mondo, ha la possibilità di raggiungere dei risultati inimmaginabili fino ad
ora. Esistono alle volte delle limitazioni e dei programmi di sabotaggio inconsci, che possano
rallentare il raggiungimento dell’obiettivo desiderato, e di conseguenza, si possono avere
degli atteggiamenti di sfiducia nelle tecniche o in sé stessi. Consigliamo in questi casi di
spostare l’attenzione su altri campi, dove già i risultati si manifestano, e di ritornare in un
secondo momento sugli obiettivi più ‘difficili’ (non ancora raggiunti), avvalendosi anche
dell’aiuto di un operatore specializzato.

Questo manuale è previsto solo per essere utilizzato all’interno della formazione, o per essere
d’aiuto a chi qualcuno che sta incominciando questo percorso.

Chiediamo gentilmente di non pubblicare copie del manoscritto su internet, o farne delle
copie abusive.

I diritti di questo manuale sono sia di Grabovoi, riguardo le tecniche e l’insegnamento, sia
della scuola ELE.

Avvertenza!

Si avverte il lettore che:

1. i contenuti di questo testo rivestono carattere puramente informativo e hanno l’unico


scopo di portare a conoscenza il lavoro del matematico russo Grigori Grabovoi, che
adduce alle possibilità dell’uomo di pilotare la propria realtà attraverso l’ausilio della
consapevolezza, dell’immaginazione, della concentrazione su specifiche sequenze
numeriche, forme geometriche, onde sonore, parti del corpo, etc.;

2. nonostante l’esposizione includa riferimenti ad alcuni disturbi psico-fisici in associazione a


determinate sequenze numeriche (o altre tecniche) e che alla concentrazione su di esse
venga attribuita da Grabovoi una riarmonizzazione dell’organismo, ciò non deve essere
interpretato come un invito per farne un metodo di cura, ne tantomeno un suo
sostitutivo o ancorché supplettivo del parere del medico e/o terapeuta. Va utilizzato,
semmai come un sostegno etico, morale ed umanitario nei confronti di chi accusa
disagi di natura psicofisica, nonché uno stimolo per concentrarsi sul ristabilimento del
proprio e dell’altrui stato di benessere psicofisico, nell’ambito di un progetto per il
ripristino dell’armonia in se stessi e nel mondo;

3. la scrivente declina ogni responsabilità nel caso di interpretazione volutamente difforme


delle informazioni contenute nella presente esposizione rispetto a quanto espressamente
dichiarato ai punti precedenti e con particolare riguardo al punto 2.

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Contenuti del seminario sugli insegnamenti di Grigori Grabovoi
“Uomo” di Grigori Grabovoi …………………………………………………………… 3
Introduzione ed Avvertenza …………………………………………………………... 4
Grigori Grabovoi e dil suo insegnamento ………………………………………..… 6
Collegamento tra anima, spirito e coscienza ..…………………………………… 13
Sequenze numeriche e autoguarigione ………………………………………….… 16
La vibrazione dei numeri e delle sequenze numeriche…………………………… 17
Riarmonizzazione di disturbi psicofisici con l’aiuto di sequenze numeriche …... 18
Principi importanti nel pilotaggio ………………………………………………….…… 21
Esercizi di concentrazione per il ripristino dell’ordinamento divino …………..… 22
Il Pilotaggio …………………………………………………………………………….…… 23
Come lavorare con le sequenze numeriche ……………………………………..… 25
Ricostituzione dell’organismo umano mediante concentrazione su numeri …… 25
Disturbi psicofisici sconosciuti ………………………………………………………...… 26
Ulteriore sequenze numeriche per la rimessa a norma degli eventi …….…..…. 26
Rimessa a norma di situazioni territoriali ……………………………………………..… 27
Ringiovanimento e ricostituzione dello stato di benessere …………………………. 28
Normizzare il peso corporeo ……………………………………………………………… 28
Impedire un raffreddore in arrivo e trasformare informazioni negative in positive 28
Normizzazione della vista ………………………………………………………………… 29
Estrazione di un risultato/evento/obiettivo da un numero …………………………. 30
Pilotaggio di eventi con l’aiuto del numero 8 ………………………………………… 31
Metodi per il pilotaggio della realtà basati sul colore .…………………….……….. 32
Ricostituzione degli organi doppi ……………………………………………………….. 34
Il territorio dell’informazione creante …………………………………………………… 36
Tecnologia per la riarmonizzazione dell’apparato digerente ………………..…… 39
Creazione di una cellula di salvataggio …………………………………………….…. 40
Creazione di un organo …………………………………………………………………… 41
Riarmonizzazione della colonna vertebrale…………………………………………… 42
L’ozono ……………………………………………………………………………………….. 43
Metodo per l’armonizzazione degli affari commerciali …………………………….. 44
Il sistema: Cubo - Cono – Cubo ………………………………………………………… 44
Metodo per la risoluzione di situazioni …………………………………………….……. 46
Tecnologia per armonizzare situazioni problematiche ………………………….….. 47
Pulizia energetica degli ambienti ………………………………………………….……. 48
Concentrazione sul numero 3 ………………………………………………….……….. 48
Tecnologie per il ringiovanimento ………………………………………………….…. 49
Pilotaggio di avvenimenti tramite ausilio di onde sonore ………………………….. 50
Allegati Obiettivi personali ……………………………………………………………… 51
Documentazione …………………………………………………………………………… 52
Commento sui contenuti del testo
Poiché la presente esposizione ha subito ben due traduzioni: dal russo al tedesco e dal tedesco all’italiano, è
probabile che alcune descrizioni possano risultare piuttosto singolari, poco comprensibili o addirittura
sconosciute. Per rimanere quanto più fedeli possibile al testo originale si è cercato, tuttavia, di ridurre al
minimo ogni variazione sul tema, confidando sul fatto che dopo l’esperienza del seminario i contenuti
possano apparire comunque più chiari e comprensibili.

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


L’insegnamento di Grigori Grabovoi
sulla Salvezza Globale e lo Sviluppo Armonico

Grigori Grabovoi

Grigori Grabovoi è nato nel Kazakistan nel 1963 ed ha trascorso la sua infanzia in un
piccolo paese. Già all’età di 5 anni iniziò a sperimentare fenomeni di chiaroveggenza
“pilotando” consapevolmente determinate situazioni. Solo in seguito altri gli riconobbero
queste sue capacità. Grabovoi studiò dapprima matematica e meccanica e
successivamente prestò servizio presso l’ente aerospaziale dell’Uzbekistan. Diventò
membro dell’accademia internazionale dell’informazione, membro dell’accademia
russa delle scienze e consigliere del servizio aereo federale russo. Inoltre è stato insignito
con più di 40 diplomi a riconoscimento del suo eccellente lavoro nel campo delle
scienze naturali e della medicina (vedi www.grabovoi.de/diplome), con medaglia
d’argento dall’accademia russa delle scienze naturali e con medaglia “Pietro il Grande”
per lo sviluppo delle scienze e dell’economia in Russia.

La base dell’insegnamento di Grabovoi®


Il lavoro di Grigori Grabovoi si basa su diversi principi importanti, che hanno una loro
valenza, per il singolo essere umano che utilizza e applica le tecniche, e che consente di
essere sempre in relazione con tutta la realtà che conosciamo, anche con i livelli di
esistenza che non sono percepibili per mezzo dei cinque sensi e della mente.

Nel lavoro di Grabovoi troviamo una descrizione accurata della realtà da un punto di
vista molto avanzato: cioè da una meta-posizione che descrive la realtà come
osservata dall’esterno, da un livello di esistenza spirituale. Attraverso questa nuova
angolazione diventa possibile comprendere la struttura del microcosmo, le forze ed i
legami che tengono uniti questa realtà. Nello stesso tempo è possibile comprendere
anche le interazioni tra i singoli sistemi (informativi) e gli oggetti che si sovrappongono e
creano un interazione a livello dell’esistenza individuale e del macrocosmo.

Insieme ad una precisa ed accurata descrizione, suffragata da termini matematici e


scientifici, Grigori Grabovoi ci mette a disposizione un infinità di strumenti e tecnologie.
Queste permettono ad ognuno, in relazione al suo livello di consapevolezza, di iniziare
già da subito a lavorare in modo creativo e costruttivo, normizzando e riportando
all’ordine divino (allo stato ottimale quindi) qualsiasi situazione, ed in particolar modo ciò
che non è armonico. Per comprendere fino a che punto questo lavoro è stato
sviluppato, è sufficiente considerare il fatto che Grigori Grabovi è in grado di fornirci
migliaia di preziose sequenze numeriche per normizzare (ri-armonizzare) determinati

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


disturbi psico-fisici ed ogni singola parte del corpo, oltre ad una infinita lista di tecniche
che si basano sull’utilizzo di forme geometriche, suoni, colori, etc..

Queste tecnologie e approcci possono essere applicati in qualsiasi ambito della vita e
dell’esistenza. Si impara a pilotare e plasmare la propria realtà sia per il livello psico-fisico
ma anche per l’ambito del lavoro, della professione, dell’attività imprenditoriale, e a
gestire eventi passati e futuri, le relazioni interpersonali, ad interagire con ogni aspetto
della realtà come animali, piante e minerali ecc.

Grabovoi fornisce strumenti concreti ed efficacissimi per sviluppare una realtà sia sul
livello individuale che collettivo, che corrisponde alla visione “Salvezza Globale e
Sviluppo Armonico”. Il suo insegnamento ha un obiettivo molto vasto che è descritto
nella terminologia della “Salvezza Globale”. Include infatti anche l’evitare il manifestarsi
di catastrofi globali o la diminuzione del loro impatto negativo.

In questo contesto voglio citare due episodi della vita di Grabovoi, che vengono anche
descritti nel libro di Vitali e Tatiana Tichoplav, “Il nostro incontro con Grabovoi”
pubblicato nel 2005 in russia. “Grabovoi già da bambino aveva la possibilità di
accedere ad informazioni e livelli energetici, provenienti dalla matrice divina. A 3 anni
ebbe in una visione l’immagine molto nitida del sussultare della terra, e poi di una rapida
accelerazione del suo movimento. Dalla Sfera terrestre cadevano in tutte le direzioni i
corpi di tanti esseri umani, come se fossero privi della forza gravitazionale. Fu subito
chiaro che Grabovoi aveva visto una futura catastrofe planetaria. Comprese subito
l’importanza di questo avvenimento e si adoperò affinché questo non accadesse. Da
bambino, stando a casa nel vigneto, con la forza dei suoi pensieri e con tutto la sua
volontá, con la sua coscienza, iniziò ad impedire questo esagerato movimento
accelerato. Così impedì una catastrofe globale utilizzando tutta la sua volontà. Pian
piano iniziò a raccogliere la luce della Terra unendola alla sfera del suo cuore.

A questa sua prima esperienza, basata ancora su un livello energetico, seguì dopo
trent’anni una reale salvezza del pianeta. Il 30 Gennaio 1998 veniva pubblicato sulla
rivista del governo “Rossijskaya Gazet” Nr. 18 l’articolo “Le catastrofi di domani verranno
annullate”. In questo articolo viene riportato come l’accademico G. Grabovoi avesse
realizzato una diagnosi sullo stato di fatto della centrale nucleare Kosloduiskij in Bulgaria.
Nel protocollo di diagnosi della centrale nucleare, aveva descritto in modo minuzioso
tutti i difetti che avrebbero potuto causare un’esplosione atomica, che il mondo non
avrebbe mai visto e che avrebbe portato alla sua intera distruzione. Dato che
mancavano 2 anni all’evento previsto, ci fu il tempo per effettuare tutti i lavori preventivi.
La valutazione tecnica degli ingegneri confermò questa previsione, nella quale si
dichiarava che si sarebbe trattato di una esplosione che avrebbe provocato un vuoto
nello spazio, risucchiando l’atmosfera terrestre. Gli strumenti tecnici allora a disposizione
non avrebbero potuto evitare questo disastro e la terra si sarebbe trasformata in una
nuvola di polvere.”

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Molto conosciute sono anche le sue rivelazioni per i servizi di sorveglianza aerei
nell’Usbekistan. Nel periodo nel quale G. Grabovoi effettuò questo lavoro, non si
verificarono mai incidenti aerei. Esistono migliaia di documenti che certificano questi
fatti.

Uno degli eventi riportati in questi documenti descrive la manovra di avvicinamento


della “Navetta Atlantis” alla stazione “Welt (MIR)”. Gli specialisti consigliavano di
rimandare questo evento previsto per il 27 Settembre 1997 per evitarne il fallimento. Nel
documento della Russia, regione Mosca, cittá Korolev, Via Pionerskaja, 4, con il numero
di documento: 1997, 09.03. edizione 77 viene descritta, in modo dettagliato la diagnosi
effettuata dell’Accademico G. Grabovoi e la sua esattezza. Il pubblico amministratore
Blagov Dmitrievich affermò con la sua firma e il timbro dell’Ente la veridicità del fatto.

In questo contesto è interessante anche citare che G. Grabovoi ha sviluppato delle


tecnologie, relalizzandro dei macchinari per prevedere terremoti e per ridurne l’impatto
fino alla loro neutralizzazione. Questo macchinario è stato brevettato e la sua invenzione
porta il numero 2148845 del 7 Ottobre 1999.

Come si può dedurre da questi episodi e documenti, il lavoro di Grabovoi non


comprende solo un approccio teorico, filosofico e spirituale, ma anche strumenti con i
quali si passa da un aspetto psico-energetico ad un aspetto fisico, tangibile e
verificabile con diversi sistemi di valutazione. Tutto questo viene illustrato nei tre volumi
“Praxis der Steuerung – Weg der Rettung” (pubblicati 1998 in Russia) che raccolgono
centinaia di documenti e perizie attestati da ingegneri, notai e medici.

La realizzazione della forza creatrice di ogni essere umano


L’uomo possiede una forza creatrice, della quale lentamente anche le scienze moderne
si rendono conto. Siamo vivendo un cambiamento paradigmatico iniziato con la fisica
quantistica, che da un paio di decenni irradia in quasi tutti gli ambiti delle scienze.

Nella biologia, dove prima prevaleva un ‘approccio fatalistico’ per quanto riguarda la
determinazione genetica, oggi vediamo invece un grande cambiamento verso un
approccio epigenetico, cioè la possibilità di cambiare l’espressione genetica del nostro
DNA con la sola forza dei pensieri. Nella neurobiologia stiamo assistendo ad un ulteriore
cambiamento secolare: il vecchio approccio meccanicistico del cervello prevedeva il
suo sviluppo fino all’età di ca. 20 anni. Per cui anche la rete neuronale terminava il suo
sviluppo, rimanendo statico nella sua struttura per tutta la vita. Dopo questo periodo di
tempo sorgevano i primi segnali di malfunzionamento, dovuto al decadimento
biologico dei neuroni con la manifestazione di patologie come l’Alzheimer, il Parkinson,
tumori cerebrali etc. Il vecchio paradigma della neurobiologia dell’ultimo secolo è
paragonabile a quello di una macchina, che quando i pezzi di ricambio non sono più
reperibili si è costretti a rottamare la macchina. Questa vecchia dottrina nella

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


neurobiologia ha fatto posto a una visione di neuroplasticità del cervello. Ciò significa
che in qualsiasi momento possono essere realizzati nuovi collegamenti neuronali, anche
molto complessi, come già avveniva nei primi anni di vita. Significa che l’uomo con la
pura intenzione, insieme ai pensieri ed alle emozioni, riesce ad arrivare a nuovi
atteggiamenti, comportamenti e ad un utilizzo nuovo e diverso del cervello.

Per quanto riguarda lo stato d’animo, vale a dire i propri pensieri e sensazioni, è
interessante osservare che nella medicina classica si dà sempre di più rilevanza
all’aspetto del placebo. Vale a dire, che la predisposizione mentale positiva dell’essere
umano verso l’intervento della medicina, è elemento integrale nel processo di
ricostituzione di una situazione di guarigione e autoguarigione. Questo viene confermato
in modo molto evidente da tanti studi empirici di ricercatori e medici, fatti negli ultimi 30
anni.

L’uomo, secondo queste nuove conoscenze, non è dipendente dai propri geni e dalle
circostanze, ma gioca un ruolo principale: da un lato, cambiando sé stesso e attivando
anche dei processi di auto guarigione, e dall’altro, viene visto come parte integrale per
cambiare e ridefinire il suo destino. Insieme a tutta l’umanità riesce anche a cambiarne
l’evoluzione. Ogni uomo quindi contribuisce, in modo più o meno consapevole, a quello
che sta accadendo nel mondo.

Perciò combinando queste nuove scoperte con il sapere delle nuove scienze
umanistiche, riusciamo a definire un nuovo paradigma epocale, sia dell’esistenza
dell’uomo che della sua natura. Sta nascendo di conseguenza una nuova
consapevolezza nell’umanità nella quale si integrano in modo perfetto le scoperte e il
lavoro di Grigori Grabovoi.

Il messaggio fondamentale di Grigori Grabovoi è che ognuno può diventare artefice


della propria vita, sia per gli aspetti individuali che per quelli collettivi. Plasmare la propria
vita e quella collettiva, significa per Grigori Grabovoi pilotare in modo consapevole la
realtà tramite l’anima, lo spirito e la coscienza. La forza creatrice parte da un impulso
attraverso il pensiero, che rafforzato dai sentimenti permette di superare anche i limiti di
tempo e spazio. L’accesso ad un’ulteriore livello di percezione e di presenza energetica
(di tipo astrale) più o meno consapevole, permette di estendere il proprio campo
(energetico) di azione sia verso il passato (per armonizzare eventuali eventi passati,
neutralizzandone così le cause negative), sia verso il futuro per intuire e individuare
eventuali problemi, ed anche per pilotare quest’ultimo verso una situazione armonica
ed eterna.

Norma
Quando lavoriamo in una qualsiasi situazione abbiamo come punto di riferimento la
“Norma”; ma qual’è il significato di questo termine? E’ molto importante essere sempre
consapevoli di quanto segue:

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


La Norma è lo stato d’essere dell’eternità e dell’amore – corrispondente alla norma del
Creato (del Creatore). Include anche, sempre il principio dello sviluppo armonico, la
salvezza globale. Perciò è anche un concetto dinamico che si ridefinisce
continuamente.

Eternità
L’eternità in questo contesto non è puramente un’idea filosofica, ma trova riscontro
reale nell’introdurre questo concetto sul livello della realtà fisica e nella logica della vita
fisica eterna. Questo sapere che deriva dal livello dell’anima, che come forma
informativa è di diretta origine del Creatore, e porta già in sé il concetto dell’eternità, ci
permette di raggiunge una nuova espansione della coscienza. Il limite della coscienza
materialista vicino al livello fisico, subisce, entrando nella sfera dell’eternità,
un’accelerazione nella propria crescita, sviluppando delle capacità che finora non
erano alla portata di tutti.

Salvezza Globale
Uno dei pilastri dell'insegnamento di Grigori Grabovoi è proprio la consapevolezza
dell'interazione del mondo interiore con il mondo esteriore. Per questo motivo diventa
molto importante pilotare e normizzare qualsiasi ambito della vita e portarlo verso
l’Ordinamento Divino, poiché così facendo si influenza anche quello che è il resto del
mondo: in altre parole si influenza il campo morfico collettivo. Lo stesso vale ovviamente
anche in senso opposto: si lavora per normizzare ed evitare catastrofi ed altre situazioni
critiche a livello globale e questo a sua volta produce un effetto a livello individuale.

”La realizzazione pratica del mio insegnamento si basa sul fatto, che gli studenti
determinano le loro azioni innanzitutto per la salvezza di tutti e per la prevenzione di
catastrofi globali e attraverso ciò riescono ad eseguire i loro compiti. In questo la “luce
della coscienza” si estende “sull’immagine di luce” di qualsiasi evento e sul suo
pilotaggio creativo ed evoluto. Questo significa: Più spesso si applicano le tecnologie di
Grigori Grabovoi per risolvere i problemi relativi a tutti gli aspetti della vita quotidiana,
meglio è per la salvezza di tutti. Per questo si può, utilizzando e divulgando gli
insegnamenti di Grigori Grabovoi, ottenere più velocemente i risultati desiderati, perché
vale la legge: “Agendo in nome di tutti e per la loro salvezza, si riceve dal Creatore il
suo”
Grigori Grabovoi: “Il corso di base della strutturazione della coscienza”

Sviluppo Armonico
Il termine Sviluppo Armonico è ugualmente importante come la Salvezza Globale. Tutto
ciò che è in vita, è sottoposto ad’un continuo combiamento ed a un continuo sviluppo.
Se questo non avviene subentra di nuovo la morte, l’estinzione della sua forma per
ritornare ad una situazione potenziale, rinascendo in un'altra forma. Lo sviluppo

10

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


armonico è un campo che permette la crescita e l’evoluzione all’interno di una griglia
prevista dal Creatore, che risulta in armonia. Ciò significa che certi sviluppi, oggi esistenti
nell’ ambito tecnologico, economico, scientifico e così via, che hanno portato ad una
parziale distruzione della natura, possono essere evitati. Lo Sviluppo Armonico contiene
già il concetto dell’eternità. Quindi entriamo in un nuovo paradigma che non conosce
limiti, perché qualsiasi blocco di questo movimento nel tempo viene giá eliminato
dall’inizio.

L’obiettivo dell’insegnamento “Salvezza e Sviluppo Armonico” è sia quello della salvezza


globale che quello di ogni persona, che vuole essere equipaggiata con un eterno e
creativo sviluppo armonico; mentre il compito prioritario del suo insegnamento è la
prevenzione della possibile catastrofe globale a cui è soggetta la Terra.

Il campo informativo
Ogni oggetto e ogni cosa animata e non, è sempre una struttura informativa, dalla cosa
più piccola (un atomo, un granello di sabbia) fino al mondo intero (le stelle e le
galassie). L’uomo stesso è una forma informativa (contiene e trasmette informazioni). A
differenza di tanti altri sistemi informativi, l’uomo ha una capacità più grande per
interagire con altri sistemi informativi e di modellare nuove forme informative. Se gli altri
sistemi, come per esempio piante e animali, creano i loro campi informativi in modo più
o meno lineare e unidirezionale, l’uomo possiede la capacità di creare strutture
informative a 360 gradi. Il sapere di Grigori Grabovoi ci insegna che tutti i sistemi sono
interconnessi tra di loro e si determinano tra di loro. Gli strumenti come le tecnologie e le
sequenze numeriche sono state sviluppate per permettere alla coscienza dell’uomo di
lavorare sul livello dell’anima e per accedere proprio a quella interfaccia dove si
struttura la realtà, e così l’essere umano può indurre impulsi sul livello della creazione
della realtà stessa.

Lo sviluppo di questa nuova consapevolezza e di questa capacità è in linea con lo


sviluppo eterno della coscienza, che viene confermata con ogni nuova esperienza e
dimostra la verità di questo principio. L’insieme di tutti i sistemi informativi e le
informazioni, sia della realtà fisica esterna che della coscienza, sono sempre
interconnessi e in comunicazione tra di loro. Il volume dell’informazione è in costante
crescita, mantenendo i collegamenti esistenti e realizzandone ulteriori nuovi. Perciò se si
interviene a cambiare queste informazioni, significa interagire anche su tutti gli altri
campi informativi collegati. Conoscendo la forza creatrice dei pensieri dell’uomo, si
comprende che consapevolmente o inconsapevolmente egli crea continuamente e
sempre. L’uomo non può non creare.

Anche un disturbo psico-fisico è un campo informativo, in questo caso non in armonia,


non in Norma con il pensiero del Creatore. È l’uomo stesso che trasmette informazioni
disequilibrate, da lui originate attraverso pensieri ed emozioni non in linea con il Creatore
e spesso rinforzate da campi informativi esterni non armonici (dall’inconscio collettivo).

11

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Anche questi disequilibri psico-fisici possono essere indirizzati verso la salvezza, poichè il
segnale errato iniziale viene sostituito con quello in armonia con il Creatore.

Domanda a Grigori Grabovoi: Che cosa è un disturbo psico-fisico?

“Il disturbo psico-fisico è una mancanza di conformità dei desideri e delle necessità
del singolo con le reali necessità esistenti nel mondo. Esso va osservata dal punto di
vista delle relazioni armoniche nel mondo. Se in qualche luogo e in qualche
situazinone l’armonia viene meno si verifica un disagio.”

Grigori Grabovoi, cos’è secondo il suo modo di vedere il benessere psico-fisico?

“Il benessere psico-fisico è una condizione, uno stato d’essere della realtà in cui le
relazioni tra gli uomini ed il mondo esterno sono nella massima armonia possibile. Ma
non si tratta solo di una condizione fisica, bensì di un fenomeno morale, sociale e
addirittura politico. In definitiva, il benessere psico-fisico è un sistema di relazioni che
vede l’armonia del corpo anche da un punto di vista fisico “

(G. P. Grabovoi: «Le tecnologie della salvezza», Intervista con Grigori Grabovoi)

Se allora la mente viene indirizzata sul risultato desiderato, in questo caso un benessere
ottimale come previsto dal Creatore, allora anche questo segue l’impulso del pensiero
della coscienza consapevole. Gli strumenti di Grigori Grabovoi permettono quindi di
accellerare i processi di riarmonizzazione, che già di natura appartengono all’uomo. È
come accedere a un nuovo livello per gestire e pilotare direttamente il risultato sul livello
delle cause.

Nel suo libro “Strutture applicate del livello delle informazioni creanti”, Grigori Grabovoi
definisce il modo in cui l’uomo è costituito (creato). Egli descrive che l’uomo è in
rapporto diretto ed in interscambio con il mondo intero (realtà esterna) attraverso le sue
strutture sottili spirituali/mentali. Comprendendo queste relazioni e strutture spirituali/sottili
si arriva a comprendere che ogni persona è direttamente collegata con il mondo intero
e che attraverso i suoi pensieri, i sentimenti e le sue azioni, crea un cambiamento. Allo
stesso modo, un cambiamento nella realtà esterna comporta un cambiamento della
realtà interiore nell’uomo.

12

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Collegamento tra anima, spirito e coscienza

L'anima è la sostanza realizzata dal Creatore in conformità all'eternità del mondo, un


elemento eterno del mondo. Essa è inamovibile e può essere vista come una
dimensione dalla quale si origina lo spirito e la coscienza. Se lo spirito è l'azione
dell'anima, la coscienza è quella struttura che si impadronisce del corpo e permette
all'anima di agire attraverso di esso in questa realtà. L'espressione più esteriore
dell'anima è il corpo. In un certo senso, secondo Grabovoi, la coscienza è la struttura
che agisce nella realtà tridimensionale. Ma ogni cosa materiale è un’espressione
dell'anima, poiché tutto ha sempre origine nell'anima e l'anima a sua volta è l'atto
creativo del Creatore. Diventa così anche più comprensibile come un cambiamento
della coscienza o lo sviluppo della consapevolezza abbia un effetto sul livello globale,
perché tutto è “animato” ed in continua interazione.

L’anima è quella sostanza realizzata dal Creatore in conformità all’eternità del mondo –
un eterno elemento del mondo. L’anima è irremovibile. Essa esiste come struttura
organizzatrice del mondo e perciò, in linea di principio, ne derivano riproduzioni di
significati come ad esempio lo spirito in cui si intende incluso anche il senso dell’azione.
Ad un certo livello di comprensione si può dire, quindi, che le azioni dell’anima
corrispondono allo spirito e di conseguenza, perfezionando la base spirituale/mentale in
direzione di uno sviluppo creativo del mondo, si può cambiare l’anima. Uno dei principi
della “rivitalizzazione” è che la vita eterna è subordinata alla necessaria evoluzione
dell’anima. In realtà, nell’ambito di una vita eterna – in relazione al grado di evoluzione
dell’uomo e della società – si rinnovano anche tutti i compiti e se ne originano addirittura
di nuovi e per questa ragione l’evoluzione dell’anima diventa una condizione
assolutamente indispensabile perché l’uomo possa essere adeguatamente in grado di
gestire le nuove sfide. L’anima è un prodotto personale del Creatore – è la luce del
Creatore (del Creato) ed esiste in un determinato spazio “assoluto” in cui Dio, il
Creatore, l’ha creata.

La coscienza è una struttura che permette all’anima di pilotare il corpo. L’anima, la cui
parte materiale è il corpo, interagisce con la realtà attraverso la struttura della
coscienza. In un senso più ampio la coscienza è quindi una struttura che unifica il mondo
spirituale con quello materiale. Tramite modificazione dello stato di coscienza si può
cambiare anche la mente e di conseguenza le azioni, il che significa: gli eventi, dato
che l’anima è parte del mondo e quindi presente in ogni situazione. Accade, quindi,
che il cambiamento di coscienza dell’uomo attira a se il cambiamento di tutti gli altri
elementi del mondo. L’evoluzione dell’uomo, il suo perfezionamento, è collegato con
l’evoluzione della sua coscienza, perciò il cambiamento dello stato di coscienza e
l’elevazione a stati di coscienza sempre più elevati è esattamente il compito principale
che gli spetta.

Uno dei concetti chiave del vangelo è rappresentato dall’espressione: “Il Regno dei

13

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Cieli”. Esso raffigura in primo luogo questo stato di coscienza elevato e l’ascesa a livelli
sempre più alti della coscienza, è il vero cammino che porta a Dio. Qui diventa anche
chiara la frase: “Il Regno dei Cieli è dentro di noi”; ed è proprio perché il Regno dei Cieli
è un livello più alto della coscienza che questi si trova in noi. Quando Cristo ripeteva
“Vegliate!”, lo intendeva nel vero senso della parola, poiché l’ordinario stato di
coscienza di veglia rappresenta in confronto con gli stati più alti della coscienza uno
stato di sonno profondo, quasi allo stesso modo in cui in confronto allo stato di coscienza
della veglia il sogno rappresenta per noi il nostro normale sogno nello stadio del sonno.

La vera coscienza è uno stato di coscienza che riflette la realtà del mondo nell’infinito
continuum spazio-temporale. Questo stato di coscienza consente di vivere in eterno e di
evolversi eternamente. La vera coscienza riflette adeguatamente il sistema di evoluzione
del mondo in un tempo infinito e in uno spazio che lo è altrettanto. Essa possiede le
proprietà della riflessione dell’intera realtà in ogni segmento – principio dell’olografia. La
vera coscienza, inoltre, si evolve con l’evoluzione della mente/spirito e a questo
proposito non va dimenticato che addirittura la più piccola cellula è collegata con tutto
il macrocosmo e che dei cambiamenti a livello del microcosmo, secondo la legge delle
relazioni, possono trasferirsi a livello del macrocosmo.

La coscienza estesa indica uno stato in cui la percezione si espande ed inizia a cogliere
l’intero piano della consapevolezza.

La percezione è una parte della consapevolezza, uno strumento di pilotaggio che


proietta la realtà nella coscienza individuale. Già la percezione stessa è un atto creativo
e comporta uno scambio tra le informazioni della propria coscienza con quell’oggetto
che viene osservato o preso in esame.

La materia rappresenta il passato della coscienza, cioè quello che la coscienza divina
ha creato, con un contribuoto minore della coscienza umana.

Secondo quanto emerso il mondo è costituito nel seguente modo:


L’anima crea luce ed informazioni, lo spirito trasferisce queste informazioni dall’anima
alla consapevolezza; la consapevolezza raccoglie poi le informazioni e le realizza in
forma di oggetti (materia) che vediamo attorno a noi come forme. Cambiando le
informazioni l’uomo cambia il mondo e sé stesso.
Il mondo, dunque, dipende direttamente dalla consapevolezza dell’uomo. Per
cambiare il mondo è già sufficiente il desiderio di un uomo di conoscere sé stesso.
Riconoscendo sé stesso l’uomo ritrova il creato e Dio e solo in questo modo egli può
mettersi in comunicazione con entrambe.

Creatore / Dio
Dio si trova in ogni uomo e nella sua anima. L’anima è una creazione di Dio e ne fa
parte. Attraverso la consapevolezza ogni cosa animata viene manifestata nel mondo
delle esperienze. L’uomo si evolve spiritualmente, ritrova Dio e riconosce il Creato in tutto

14

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


ciò che esiste, in questo caso inoltre, egli riceve possibilità e forze creative illimitate.
Grigori Grabovoi afferma che ogni individuo può utilizzare questo sapere ed applicarlo
per raggiungere i risultati desiderati.

Altresì possibile, egli dice, è riuscire a conseguire la rigenerazione di organi perduti,


poiché l’informazione dell’organo sano rimane archiviata per sempre in un campo di
informazioni. Il corpo fisico dell’uomo è una struttura manifestata, che si sviluppa a
partire da una matrice primordiale attraverso una struttura informatica predeterminata
dal creato. Viene detto in fondo che siamo figli o immagine di Dio. Nell’anima dell’uomo
esiste un punto di archiviazione in cui permangono tutte le informazioni sulla sua
individualità. Lavorando su questo punto tramite questa conoscenza, ogni individuo può
essere rinnovato. Per avviare il processo di ricostituzione è necessario soltanto l’impulso
luminoso dell’anima dell’uomo, e perché ciò avvenga, è sufficiente che in lui sussista il
desiderio di aiutare sé stesso oppure altre persone. Tuttavia, per ottenere un successo
tangibile è indispensabile una condizione: La fede nella Creazione. Per ricostruire un
organo perduto è necessaria la fede in un Dio onnipresente e a noi stessi in quanto sua
Creazione. Se non si crede in questo, ogni sforzo diventa meno efficiente. Il mondo è Dio
e Dio è il mondo! Tutto ciò che percepiamo attorno a noi, compresi noi stessi, è
espressione di Dio e del suo Creato. Quando l’uomo inizia a riconoscere queste cose,
attraverso la sua anima inizia ad innescare un influenza creativa sul suo benessere
psicofisico e gli eventi della sua vita.

Forme geometriche
Ogni forma geometrica genera già un’energia. Ogni cosa e ogni oggetto può essere
ricondotto a una forma gemoetrica. Le forme gemoetriche perfette rappresentano
situazioni in armonia. Quando invece percepiamo forme geometriche che non
corrispondono alla norma, le possiamo riportare a una forma ottimale. Inoltre possiamo
arrichire le forme geometiche con ulteriori informazioni, come per esempio con
sequenze numeriche e colori, per potenziare la loro forza.

Sequenze Numeriche
Per rendere più comprensibile questo eccellente lavoro di Grabovoi, invitiamo il lettore a
compiere un viaggio immaginifico all'interno del suo corpo partendo da un punto
qualsiasi, per esempio dallo strato più superficiale della pelle, per scivolare poi più in
profondità nel tessuto connettivo, e fino ad arrivare alla cellula e al DNA. Ogni singola
parte dapprima menzionata è associata ad una sequenza numerica e può essere
riportata per suo tramite alla norma qualora si trovasse in disarmonia. Perciò ogni
specifico tessuto osseo, i muscoli ed ogni singola parte del corpo sono decodificati con
una sequenza numerica.

15

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Ogni sequenza numerica rappresenta una determinata vibrazione che corrisponde allo
stato perfetto, alla matrice divina di quella parte, e concentrandosi su di essa diviene
possibile riarmonizzare o, come dice Grigori Grabovoi, normizzare, ovvero riportare
nell’Ordinamento Divino una specifica parte. Per esempio: la sequenza 219213319721
corrisponde alla norma di una vertebra del collo, ed esistono 13 sequenze numeriche
diverse per tutte le parti vertebrali. Il Procesus spinosus corrisponde ad esempio alla
vibrazione 548312848212.

Le sequenze numeriche riferite ad ogni singola parte del corpo sono reperibili nel libro
“Ricostituzione della materia dell'uomo attraverso la concentrazione sui numeri”. Nel
libro “Sequenze numeriche per rigenerare e guarire il tuo corpo”, invece, troverete tutte
le sequenze associate alle disfunzioni. Conoscendo il disturbo potrete trovare, dunque, la
sequenza giusta per ri-armonizzare determinati disturbi.

Perché la concentrazione su sequenze numeriche stimola i processi


naturali di autoguarigione del nostro corpo?
Per comprendere in che modo le sequenze numeriche possano incidere in modo reale
e costruttivo sulla realtà, dovremmo avere una conoscenza della struttura energetica e
spirituale o, come viene definita in altri ambiti, della struttura morfogenetica della realtà.

Grigroi Grabovoi dice che prima di tutto osserva e vede ogni evento dall’esterno, ivi
inclusi quelli futuri, ed ogni elemento si presenta ai suoi occhi come una precisa struttura
informativa. Nella struttura dell’DNA tutti i singoli elementi di una forma sono intrecciati
tra loro come una sorta di mosaico. Partendo da questo punto di vista la struttura della
proteina del DNA, o di una struttura non proteica come un sasso o un minerale, si
manifestano sempre come vibrazioni relazionate ad una struttura cristallina, e basandosi
su questa osservazione risulta che la struttura energetica è soprattutto una forma
informativa, con una sua precisa geometria che può essere ridisegnata sia attraverso
delle sequenze numeriche che attraverso delle tecniche con l'ausilio di forme
geometriche.

In secondo luogo, Grigori Grabovoi ci spiega che è necessario portare la conoscenza di


un fatto sul livello dello Spirito (anima), su un livello, cioè, che si trova al di fuori dei limiti
spazio temporali. Osservando la realtà da quest’ambito non risultano infatti differenze tra
materia animata ed inanimata. Si tratta quindi solamente di osservare la struttura
informativa, che si basa comunque sempre su una struttura geometrica, e portare
l'informazione (p.es. del malessere) in una costruzione/informazione dello stato di
benessere psico-fisico ottimale. Ogni situazione futura, come per esempio lo stato di
benessere psico-fisico ottimale di una singola parte del corpo, può essere vista come

16

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


una struttura geometrica e può essere a sua volta scomposta in tante singole parti
quante sono quelle dei suoi costituenti.

Lavorando in questo modo iniziamo a percepire e comprendere che la vera natura dei
fatti e delle cose può esser sempre decodificata nella sua forma originale, e che ci
troviamo di fronte a strutture informative e forme geometriche rilevabili nei costituenti
fondamentali dell’atomo in cui possiamo intravedere le particelle più piccole che lo
compongono. Perciò quando prendiamo in considerazione un sistema abbiamo
almeno due possibilità per portarlo alla norma: la prima attraverso le tecnologie che si
basano su delle strutture geometriche e la seconda lavorando con le sequenze
numeriche – e in certi casi anche combinando le due tecniche.

La vibrazione dei numeri e delle sequenze numeriche


Come già detto, i numeri non sono solo simboli matematici ma strutture informate del
Creatore. E’ ormai risaputo che qualsiasi cosa possiede una sua specifica vibrazione
energetica e che tutto è sempre in movimento. Anche un oggetto ‘inanimato’ e
all’apparenza statico è in fondo continuamente in movimento. Basti pensare che cosa
accade a livello atomico.

Ogni numero ha una sua frequenza specifica ed ogni numero ha un suo significato. Una
sequenza numerica, inoltre, acquista delle proprietà ancor più specifiche. Nel libro
“Sequenze numeriche per rigenerare … il tuo corpo” prevalgono le sequenze numeriche
con 7 numeri; più numeri sono presenti in una sequenza e più specifico è l’ambito di
applicazione. Ció significa che per esempio una sequenza numerica con 7 numeri può
riequilibrare fino a 10 distrubi psico fisici, sequenze con 8 numeri può andare bene per 5
e una sequenza numerica con 9 numeri può armonizzare 2 disturbi.

Lavorando nella modalità corretta con queste sequenze numeriche è possibile ottenere
il risultato desiderato.

Grabovoi afferma che il mondo (la realtà esteriore) e l’uomo dotato di anima (la realtà
interiore) sono strutture informative: “Se osserviamo il mondo, l’uomo inserito nel mondo
e come esso si evolve e si sviluppa in questo mondo, possiamo constatare che tutti i
cambiamenti si dipartono dall’uomo stesso”. Ciò significa che il mondo, la realtà
esteriore, viene strutturata secondo il consapevole o inconsapevole mondo interiore
dell’uomo.

Attraverso le sue tecnologie Grigori Grabovoi dice che tutto dipenda da noi ed è in noi
stessi, oltre al fatto che possiamo utilizzare realmente tutto questo sapere; ma la cosa da
tenere assolutamente presente è che: è possibile e si deve utilizzarlo in modo creativo in
direzione della salvezza e dello sviluppo armonico.

17

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Nell’universo tutto è strutturato per mezzo di “oggetti” che rappresentano “informazioni”.
In realtà, tutto il mondo è costituito da un sistema alquanto complicato di informazioni
che nella vita di ogni individuo giocano un ruolo basilare. Tutti gli esseri viventi della Terra
si trovano immersi – dalla loro nascita fino alla fine della loro esistenza – come oggetti di
informazioni in un campo informativo. La vita sulla Terra sarebbe impossibile se gli esseri
viventi non ricevessero informazioni dal loro ambiente, se non comprendessero come
elaborarle, utilizzarle ed inviarle ad altri oggetti di informazioni.
Tutti gli oggetti del mondo sono quindi uniti tra loro tramite rapporti di informazioni. Se
una qualsiasi relazione viene modificata nella sua essenza cambia anche l’intero
sistema. Grabovoi ha sviluppato il pilotaggio di questi sistemi la cui particolarità è quella
di influenzare, attraverso la consapevolezza e la percezione, questo sistema informativo
dell’uomo. Egli afferma che il volume globale delle informazioni è costituito da
informazioni della materia, della consapevolezza e dell’ambiente che ci circonda. E per
il principio di conservazione dell’informazione, il cambiamento del volume delle
informazioni di una di queste forme richiama un cambiamento corrispondente ai volumi
delle informazioni delle altre forme.

“Abbiamo detto che l’uomo è un oggetto di informazioni; anche la malattia lo è ed


ogni situazione costituisce un insieme degli oggetti informativi e delle relazioni
dell’ambiente circostante. L’uomo grazie alla sua capacità di pensare è in grado di
realizzare qualsiasi cosa, può creare cioè qualsiasi oggetto di informazione, riempirlo con
le qualità e le caratteristiche necessarie e interagire attraverso di esso con il campo
informativo esterno. In una parola: Sei tu che piloti! E’ necessario notare, tuttavia, che a
livello inconscio esiste comunque un certo tipo di pilotaggio che accade
costantemente e che serve a preservarci da catastrofi e cataclismi (catastrofi
totalmente distruttive).
Se l’uomo unisce il suo compito personale con il compito globale per la salvezza di tutti,
si concretizza il passaggio del pilotaggio dal livello fisico a quello del pensiero. Secondo
la presente tecnologia il pensiero stesso, infatti, diventa pilotaggio”.

18

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Riarmonizzazione di qualsiasi disturbo psicofisico
con l’aiuto di sequenze numeriche

La cosa può essere spiegata in questo modo: ogni tipo di disturbo psico-fisico
rappresenta una sorta di devianza dal già citato ordinamento divino.

Per comprendere meglio questo processo di risanamento affrontiamo brevemente il


tema del sistema vibratorio dei numeri. La nostra vita scorre in maniera ritmica. I pianeti
gravitano intorno al Sole a cavallo di orbite periodiche. Per la Terra ciò significa un
continuo mutamento stagionale dalla primavera all’estate, all’autunno e all’inverno. La
Terra, inoltre, ruota intorno al suo asse e noi ne viviamo giornalmente l’esperienza con
l’alternarsi del giorno e della notte. A livello del microcosmo accade la stessa cosa: gli
elettroni girano intorno ad orbite ben definite e secondo movimenti ritmici intorno al
nucleo atomico. Ognuno di noi può percepire il suo battito cardiaco. Anche le cellule
del nostro corpo possiedono un loro ritmo e la stessa cosa accade alla totalità delle
cellule o al rapporto tra gli organi che a loro volta possiedono un loro ritmo personale.
Parimenti possiamo paragonare il nostro organismo ad un orchestra in cui secondo note
prestabilite diversi musicisti eseguono comunemente un brano musicale armonico. Nel
complesso, un’orchestra risuona in modo diverso rispetto ad ogni singolo musicista con il
suo strumento. Inoltre, se un solo strumentista dell’orchestra suona in modo errato
sappiamo che ciò disturberebbe l’armonia di tutto l’insieme. La stessa cosa accade
anche nel nostro organismo. Il ritmo di ogni singolo organo ed ogni cellula
dell’organismo, infatti, disturbano o armonizzano l’intero organismo stesso.
In realtà nessuno dovrebbe sbagliare poiché tutti possono suonare in modo armonioso,
perciò l’intonazione del nostro corpo potrebbe sempre essere armonica; tuttavia, se un
organo o una funzione del corpo devia dalla norma, dall’ordinamento divino, si produce
una disarmonia nel tutto e si genera un disturbo psico-fisico.
La novità è che noi ora possiamo porci come direttore di questa orchestra per ristabilire
l’intonazione armonica nel corpo. Il ritmo si può cogliere anche dove ad una prima
impressione sembra che non ci sia.

Se osserviamo ad esempio un arcobaleno, ne vedremo i suoi colori brillanti. Ma cosa


rappresentano questi colori da un punto di vista scientifico?
La nostra percezione dei colori si basa sull’effetto di onde elettromagnetiche con diverso
spettro di frequenza. La frequenza del viola, ad esempio, è un raddoppio della
frequenza del rosso.
Dietro alla percezione dei colori vi sono dunque diversi tipi di frequenze e, quindi,
vibrazioni. Ad ogni colore è attribuita una determinata frequenza. Ogni immagine che
ad esempio riceviamo dal televisore è composta dalla miscela di tre colori: rosso, verde
e blu. L’immagine ottimale risulta quando ognuno dei tre colori si presenta in diversa
proporzione e luminosità. Ogni nuova scelta di colore dallo spettro produce così un
proprio effetto.

19

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


La stessa cosa si può affermare sulle sequenze di numeri. E’ possibile, infatti, osservare
ogni numero come una frequenza ed ogni sequenza di numeri come una determinata
sequenza di frequenze e quindi, vibrazioni. Una disposizione non armonica dei posti
numerati in un aereo, ad esempio, può disturbare l’equilibrio globale del velivolo e
portare a vibrazioni indesiderate. Nondimeno, una disposizione equilibrata dei
passeggeri nella totalità dei posti presenti armonizza e stabilizza il volo.

Applicazione ed utilizzo di questi dati


Durante l’esercizio di concentrazione si possono visualizzare i numeri uno per uno,
oppure dall’inizio/fine al centro della sequenza. E’ possibile altresì concentrarsi in molte
maniere differenti: per esempio ci si può soffermarsi su ogni numero con la stessa durata
di tempo, oppure con tempistiche diverse per ognuno di essi.
Se viene modificato il tempo di concentrazione su un numero, si modifica anche
l’intensità dell’effetto del numero stesso sul miglioramento dello stato di benessere
psicofisico; di conseguenza l’effetto della concentrazione è sempre differente.

Durante l’esercizio di concentrazione vale comunque e sempre il fatto di affidarsi al


proprio intuito, dato che l’effetto rigenerante viene sempre raggiunto.

Lacune e spazi nelle sequenze numeriche


In diverse sequenze numeriche appaiono degli spazi. Per esempio 1888888 9 1

Gli spazi tra i numeri sono uno „spazio per lo sviluppo dell’informazione“. L’eco che si
genera in mezzo alla sequenza, rispecchia l’informazione. Si può prendere sia l’intera
sequenza numerica che i gruppi fino allo spazio/agli spazi.

20

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Principi importanti nel pilotaggio

 Tutto il lavoro del pilotaggio avviene per mezzo della nostra coscienza. Come spiega
Grigori Grabovoi, la coscienza è il livello con il quale l’anima può pilotare e interagire
con la realtà e il corpo fisico. Se riflettiamo un momento sulla coscienza, ci rendiamo
conto che la coscienza stessa ha diversi strumenti per interagire con l’esistente, tra
cui la percezione attraerso i sensi e l’intuito, ovvero la percezione extrasensoriale. La
percezione è un atto creativo e non solamente passivo, come si potrebbe pensare.
Poi ci sono i pensieri, i sentimenti e la fantasia.

 Il pensiero è una deduzione del corpo e dell’anima; e visto che il corpo è una parte
dell’anima, il pensiero che esegue un pilotaggio, diventa il pilotaggio, ed è nello
stesso momento la dimensione dove la coscienza entra in contatto con l’anima. Da
questo punto di vista diventa comprensibile che non è indifferente quello che
pensiamo.

 Il risultato di un pilotaggio dipende da diversi fattori, tra i quali è di grande


importanza la concentrazione. Più grande è il focus e la chiarezza nel pilotaggio, più
alta è l’energia che viene indirizzata verso l’obiettivo pilotato. Perciò quando si inizia
il lavoro con le tecniche per il pilotaggio della realtà, questo va compiuto con il
massimo coinvolgimento di ogni risorsa interiore.

 Questo esercizio di concentrazione sui punti prestabiliti, va effettuato in un arco di


tempo che può variare da un paio di secondi fino ad alcuni minuti, in funzione
dell’intensità individuale della concentrazione e dal miglioramento dello status.

 Dopo ogni concentrazione è necessario deconcentrarsi e rilassarsi; solo in seguito è


consigliabile ripetere la stessa sessione. Gli esercizi di concentrazione sono ripetibili
più volte nell’arco della giornata. Si controlla comunque prima di rieseguirla se
l’intensità dell’energia dell’ultimo pilotaggio è ancora sufficientemente presente.

 Il sentimento è un altro punto importante da controllare durante un pilotaggio. Se


prevalgono sentimenti ed emozioni di frustrazione, paura, rassegnazione, rabbia etc.,
il campo informativo per la creazione di nuove strutture non è in linea alla Norma, e
l’effetto del pilotaggio potrebbe essere solamente parziale.

 Il sentimento di base per “entrare” nello spazio del pilotaggio è l’amore. Il Creatore
ha creato per mezzo dell’amore, e se noi lavoriamo nello stesso modo, entrando in
uno stato d’amore, allora possiamo agire come il Creatore.

 Per superare i nostri limiti psico-fisici ci spostiamo sul livello dell’anima o dello spirito.

 L’eternità induce un’apertura e ci libera da ogni limite ed include per definizione un


approccio sostenibile. Perció indirizziamo ogni pilotaggio verso l’eternità - la vita
eterna.

21

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


 La coscienza del singolo essere umano è spesso limitata e focalizzata sulla
tridimensionalità. Espandere la coscienza è come superare questi limiti. Ogni volta
che vengono applicate le tecnologie di G. Grabovoi, aiutiamo la coscienza ad
espandersi.

 Il tempo è un movimento e nello stesso momento, vedendo questo movimento da


una meta posizione, ci rendiamo conto che non esiste un inizio né una fine, il tutto è
presente contemporaneamente. Attraverso i fili del tempo si influenzano
reciprocamente i singoli momenti. Ne consegue, che se ci sono stati eventi del
passato che hanno determinato situazioni odierne, è importante lavorare sia sul
passato che sul futuro, equilibrandoli, per cambiare il presente.

 Il futuro è in un certo senso giá strutturato, e non sempre verso una situazione
armonica. Bisogna pertanto visualizzare la sfera della realtà con l’obbiettivo
desiderato. Si tratta perció di una prima fase immaginare le informazioni relative al
benessere psicofisico in forma di una sfera. Durante la concentrazione è preferibile
evitare di immaginarsi l’organo che deve essere liberato dal disagio, bensì la sfera,
portatrice di informazioni salutari.

 Mentre nella concentrazione su oggetti diversi bsiogna controllare dove si trova la


sfera, che comunque rappresenta l’obiettivo di massima concentrazione. Durante la
concentrazione è opportuno richiamare continuamente alla mente l’obiettivo da
raggiungere. Questo obiettivo può consistere nella realizzazione di un qualsiasi
evento desiderato, compresa la liberazione da un disagio psicofisico.

 Con il pensiero e l’ausilio della forza di volontà si cerca di spostare la sfera


nell’ambito della percezione, in modo che durante la concentrazione possa
emanare maggior luce.

 Durante la concentrazione si cerca di percepire come la luce dell’anima, passando


attraverso il terzo occhio, illumini tramite un raggio chiaro l’oggetto della
concentrazione. In questo modo si attiva l’effetto attraverso il pilotaggio della realtà.

 Porsi nella condizione mentale di creare gli eventi desiderati, allo stesso modo in cui
lo fa il Creatore.

 Coloro che ancora non hanno sviluppato la capacitá di vedere con l’occhio
interiore o non sono capaci di visualizzare non devono desistere. Usando i termini
giusti così come insegnati, e mettendo la volontà, si ottengono comunque dei
risultati. La stessa cosa vale per coloro che non hanno ancora appreso il significato
dei termini usati. La nostra anima è in grado di qualificare e ordinare quello che
esprimiamo, anche se ancora ci manca la conoscenza globale.

22

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Esercizi di concentrazione e pilotaggio delle informazioni
per il ripristino dell’ordinamento divino

“L’atto di concentrare la propria consapevolezza può portare ad un radicale


cambiamento della struttura di tutto il mondo. Concentrando la propria consapevolezza
su un organo del corpo, per esempio, si può modificare la condizione dell’organo stesso
ed avviarlo al suo ristabilimento.
In funzione del lavoro che si è effettuato su sé stessi, in relazione al proprio grado
evolutivo ed allo spessore spirituale, si conseguirà sempre una maggiore concentrazione
della propria consapevolezza.
La concentrazione della consapevolezza è qui intesa come incremento della densità di
informazioni, un aumento del volume di informazioni nell’unità di spazio.
Se durante l’evoluzione dell’uomo, la concentrazione della sua consapevolezza
all’interno di un certo spazio raggiunge un determinato valore, tale spazio inizia a
subordinarsi all’uomo stesso, inizia a subordinarsi alla sua consapevolezza. In situazioni del
genere si modifica la struttura del mondo: non è il mondo che determina la struttura
dell’uomo, ma è l’uomo che fornisce la nota di avvio, il “La”.
Non appena la concentrazione della consapevolezza diventa maggiore di quella della
materia, ad esempio di un’automobile, l’uomo diventa inattaccabile ed indistruttibile. I
pensieri, le parole e le azioni dell’uomo diventano elementi base, mentre automobili,
edifici, pianeti ed altri oggetti diventano elementi secondari. Questo forma poi il livello
successivo dell’essere.
Per queste ragioni cerco di diffondere il sapere, nuove scoperte, in modo che le
persone, una volta appropriatesi di questo nuovo sistema di conoscenza, possano
impegnarsi positivamente nel pilotaggio del mondo. Ciò creerà un livello totalmente
diverso dello stare qui. Non vi sarà ombra di decadimento e verranno avviati processi
del tutto differenti: di rinnovamento del mondo. Processi in cui l’eterno genera maggiore
eternità, in cui la condizione di eternità muove verso l’eternità successiva, e dove una
potente compressione della consapevolezza accelera notevolmente lo scambio di
informazioni, dando origine infine a strutture completamente diverse: strutture di una
consapevolezza eccelsa, di una vita eccelsa. Su questo livello il pensiero è l’azione e
l’azione è il pensiero.”

Grigori Grabovoi

23

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Il Pilotaggio

Per facilitare le operazioni di pilotaggio le suddette condizioni sono state quindi


riepilogate in un modello rituale, che ha lo scopo di indirizzare efficacemente il focus
durante le sessioni di concentrazione. Dopo la fase di preparazione iniziale – in cui si avrà
cura di scegliere l’obiettivo e la tecnica con cui lavorare – si suggerisce dunque di
procedere attenendosi alla traccia qui di seguito riportata, per avanzare con passo
spedito e sicuro durante la sequenza di programmazione.

Iniziamo sempre con un macro pilotaggio secondo l’insegnamento di Grigori Grabovoi


che si basa su:
“Salvezza Globale e Sviluppo Armonico”

Vogliamo innanzitutto augurare a tutti coloro che si trovano nella stessa situazione un
miglioramento e cioè lo stato ottimale.
Prima di iniziare il lavoro di pilotaggio con le sequenze numeriche può essere
vantaggioso attivare uno stato di ispirazione, il che significa mettersi sul livello dello
spirito. Ponendosi su questo livello, che inizialmente si ottiene semplicemente dicendo:

“Io sono nello spirito” oppure “Io entro nella mia anima” oppure anche tutte e due,

ci permettiamo di lavorare sulla struttura informativa e di cambiare questa struttura


informativa con l'ausilio della coscienza.

Sequenza per il pilotaggio


Preparazione: scegliere l‘obiettivo e la tecnica.

1. “Io sono nello Spirito e vedo e agisco come il Creatore vede e agisce“.
(oppure: “Io entro nella mia anima e vedo ….”)

2. Macro pilotaggio: “Sviluppo Armonico e Salvezza Globale“.

3. Definizione del mio obiettivo che intendo pilotare per raggiungere la norma del
Creatore (p.es. “Riarmonizzazione di …. nella norma del Creatore“).
(Se si fa un pilotaggio per qualcun altro o per tutti aggiungere:
“Mi sposto sul Macro Livello.”)

4. Effettuo la concentrazione (lavoro della coscienza) con la tecnica scelta


pilotando l‘obiettivo verso la NORMA.

5. Illumino il risultato con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo
dell‘anima del Creatore, e poi fisso il risultato con la luce del Creatore).

6. Inserisco data e ora (e se si tratta di una riarmonizzazione di un disturbo psicofisico


lo spedisco nell‘infinito).

24

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Come lavorare con le sequenze numeriche
Ci si concentra (vedi punto 4) sulla specifica sequenza numerica (recitarla mentalmente
o ad alta voce) per portare l'oggetto stesso verso la norma divina ottenendo così la ri-
armonizzazione.
Un altro metodo ancora è quello di scrivere le sequenze numeriche direttamente sulla
parte del corpo che soffre della problematica e/o su un foglio che dovrà poi esser
sempre portato appresso.
Concentrazione su sequenze numeriche lavorando con sfere
Un'ulteriore possibilità è quella di trascrivere la sequenza numerica in una sfera di luce
per collocare poi quest’ultima nella parte che si desidera ri-armonizzare.

Questi metodi possono essere anche abbinati tra loro. L’importante è che durante la
fase di concentrazione si segua il proprio intuito.

Metodi di lavoro basati sul libro di Grigori Grabovoi


“Ricostituzione dell’organismo umano mediante concentrazione su numeri”

I numeri non sono solamente simboli matematici ma energia del Creatore. Tramite un solo
numero o una sequenza di più numeri può avvenire una riarmonizzazione. Dal libro di Grigori
Grabovoi si può scegliere una sequenza numerica corrispondente ad un disturbo psico-
fisico, collocarla in una sfera, ridurla mentalmente alla grandezza di un punto e assorbirne le
frequenze armoniche nel corpo.
Si possono anche immaginae le sequenze numeriche in diversi tipi di luce e tonalità di colori.
Ogni esercizio di concentrazione deve essere condotto in uno stato di ispirazione (serenità),
ciò significa: immedesimarsi nella condizione spirituale.

Domanda: Come dobbiamo lavorare con le sequenze numeriche per armonizzare i diversi
disturbi psico-fisici?

Risposta: Non ci si deve concentrare sul disturbo psico-fisico bensì sulla Norma, cioè su quella
specifica informazione che riporta alla condizione di questa Norma del Creato.
L’informazione di cui parliamo è originariamente presente nelle sequenze numeriche perché
i numeri stessi sono Eternità e Norma; ciò significa: la vita eterna, lo sviluppo armonico e la
salvezza globale.

Grabovoi ha strutturato il suo insegnamento sulla salvezza e lo sviluppo armonico


conformemente alla Norma del Creato. Ogni sequenza numerica trasporta informazioni
corrispondenti alla Norma. Questo è il motivo per cui ci si deve concentrare sulla Norma!

25

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Disturbi psicofisici sconosciuti

Nella tabella sottostante sono elencati sequenze numeriche per ri-armonizzare


disturbi psicofisici sconosciuti. Si invita a scegliere il riferimento con la parte del corpo:

Disturbi psicofisici sconosciuti nel loro complesso 1884321


Testa 1819999

Collo 18548321

Braccio/mano destra 1854322


Braccio/mano sinistra 4851384
Tronco 5185213

Gamba/Piede destro 4812531


Gamba/Piede sinistro 485148291

Ulteriore sequenze numeriche per la rimessa a norma degli eventi


Combinazione Obiettivo da
Tema di base (problema)
numerica focalizzare
da individuare
Armonizzare il presente 71042
personalmente
da individuare
Armonizzare il futuro 148721091
personalmente
da individuare
Armonizzare il passato 7819019425
personalmente
da individuare
Piante 811120218
personalmente
da individuare
Animali 555142198110
personalmente
da individuare
Normizzare le situazioni finanziarie * 71427321893
personalmente
da individuare
Armonizzare i rapporti familiari 285555901
personalmente
Armonizzare rapporti di lavoro da individuare
Si visualizza una sfera viola e la sequenza 141111963 personalmente
numerica che scorre sulla sua superficie.
da individuare
Risolutezza dei bambini nello studio 212585212
personalmente
da individuare
Trasformazione del negativo in positivo 1888948
personalmente

(*per migliorare la concentrazione è utile circondarsi delle relative sequenze numeriche: riporle
nel portafogli, nella carta d’identità o in altro luogo. Si cerchi di immaginare la sequenza
nell’ambito del proprio lavoro o dell’abitazione.)

26

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Per l'apprendimento ottimale dell’insegnamento Grabovoi 17981

Per il collegamento telepatico con Grigori Grabovoi 3582295

Per la soluzione di problemi e domande 25122004

Per espandere la coscienza 1888888 … 9.. 1

Per sviluppare sistemi di percezione precognitivi 881881881


Per espandere il campo visivo spirituale (3° occhio)

Chiaroveggenza 8188849482167

Per armonizzare i rapporti con il mondo circostante 5154891


Per normizzare lo stato d’essere psicoemotivo

Per evitare incidenti stradali 11179


Prima di partire ripetere mentalmente questa sequenza. Si può
anche incollarla nell’abitacolo dell’auto.

Per facilitare il traffico ed evitare gli incollonamenti 52025

Fonte d’informazione per l’evoluzione eterna 417584217888


Il brillare argenteo di questa sequenza numerica passa sopra di voi e
vi raggiunge un pensiero in relazione alla domanda che vi interessa.

Sequenza della libertà 9189481


Ci immaginiamo che il mondo sia completamente libero da ogni
frontiera tra gli stati, tutti circolano liberamente senza nessun tipo di
documento (controllo) - Libertà.

Rimessa a norma di situazioni territoriali per regolarizzare


conformemente alla norma tutto il pianeta ed il cosmo più prossimo

· 19725181
La sequenza numerica parte dal Polo Nord e prosegue
verso il basso, circondando tutto la Terra.

· Per la diminuzione della criminalità nelle città: 978143218

· Per la trasformazione di informazioni negative in positive:


19751

27

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Ringiovanimento e ricostituzione dello stato di benessere
Donne – portano l’attenzione nella zona del gomito sinistro

Uomini – portano l’attenzione appena sopra il tallone sinistro e nel cavo popliteo (dietro il
ginocchio).

Normizzare il peso corporeo


1. Immagina il tuo corpo in una forma ottimale (passo dopo passo).

2. Visualizza in una piccola sfera la sequenza numerica 4812412

2. Comprimi la sfera fino a farla diventare un punto, dopodiché la porti


nella pancia della tua immagine.

3. In un’altra piccola sfera riponi la sequenza 1823451 e la trasferisci nell’Ipofisi.

4. Visualizza un’ulteriore sfera viola del diametro di 2,5 metri.

5. Piazza la tua immagine insieme ai numeri ivi depositati nel mezzo della sfera viola.

6. Colloca la sfera nel flusso di luce del Creatore.

Metodo per impedire un raffreddore in arrivo


(e trasformare informazioni negative in positive)

1. Immagina una sfera del diametro di 10-15 cm, che abbia la superficie interna come
uno specchio.
La superficie interna a specchio costituisce una sfera di informazioni sull’:
“Insegnamento sulla Salvezza e lo Sviluppo Armonico”.

2. Estrapola rapidamente le informazioni negative (o il raffreddore) dal tuo corpo, e le


riavvolgi (come un gomitolo) all’interno di questa sfera specchiata.

3. Comprimi la sfera fino ad ottenere un punto e lo invii fuori dalla sfera di 5 mt per la
trasformazione.

28

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Normizzazione della vista

Per sciogliere eventuali blocchi psichici ci concentriamo su …

+ compatibilità psichica 219 317 895 49


+ data ……….. (p.es. 2015.01.30)
+ Ringiovanimento 2145432

Prima variante:
Togliamo gli occhiali e ….
1. riponi in una sfera bianca-argentata la sequenza numerica 1891014 che regola la
capacità visiva.

2. Comprimi la sfera (di diametro circa 7 cm) e portala all’interno della


testa.

3. Immagina come la luce bianco-argentata della sfera fuoriesca dagli occhi formando
due fasci di luce.

Seconda variante:

Porta la cellula di salvataggio (vedi procedimenti a pag. 40-41) negli occhi,


moltiplicandola in senso orario.
Le cellule disarmoniche verranno filtrate oppure riportate alla norma.

Una volta inizializzato il processo di normizzazione, le cellule continueranno a svilupparsi


poi automaticamente - ed è questa la chiave! Devi farlo come lo fa il Creatore – una
volta per tutte (così Lui creò il mondo); perciò convinciti del fatto che anche tu lo fai una
volta per tutte!

29

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Metodi di lavoro con singoli numeri

Tecnologia: Estrazione di un risultato/evento/obiettivo da un numero

a) Scegli intuitivamente un singolo numero ed immaginalo graficamente – ad esempio il


numero 1:

In questo numero scrivi mentalmente le informazioni riguardanti un evento, un risultato


o un obiettivo che vuoi conseguire.

Poi comprimi questo numero (la struttura) da ogni lato fino a farlo diventare un punto.
Questo processo di compressione spreme fuori il risultato desiderato che si manifesta
nella realtà.

b) Per chi (ancora) non riesce a visualizzare bene, esiste un altro metodo. Il risultato che
si ottiene è identico.

Disegna graficamente su un foglio di carta il numero che hai pensato e trascrivi al suo
interno l’obiettivo che desideri (come da figura in alto).

Dopodiché comprimi il foglio completamente. L’obiettivo viene spremuto fuori e si


manifesta nella realtà.

30

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Tecnologia: Pilotaggio di eventi con l’aiuto del numero 8

Norma o Compito globale


Salvezza
globale e
sviluppo
armonico

1 2 3
Compito individuale/nostro
…..

Suddividi il numero 8 in due parti, una superiore ed una inferiore. Poi posiziona nella
parte superiore lo stato della norma del Creatore corrispondente alla Salvezza
Globale e lo Sviluppo Armonico, e nella parte inferiore la soluzione di un compito, di
un risultato oppure di un obiettivo personale desiderato tramite i singoli numeri:

 l’Uno (1) sta per l’inizio dell’azione (intento/decisione/desiderio), in modo che


l’evento sia programmato con un effetto positivo

 il Due (2) sta per l’azione stessa (in connessione con la nostra attività), nel senso di
un modus operandi orientato al risultato

 il Tre (3) sta per il risultato dell’azione, l’riuscita nel senso della norma del creato.

 I numeri dal Quattro (4) al Nove (9) stanno per lo sviluppo degli eventi nell’ambito
della nostra attività. Può accadere, infatti, durante lo svolgimento della suddetta
attività dobbiamo effettuare diversi e/o molteplici passi o varianti d’azione per
raggiungere l’obiettivo prefissato. Ciò dipende dall’interazione dell’individuo tra
aspetti interni ed esterni, dalla sua forma e dalle sue condizioni di vita.

Un esempio: Ho l’intento di conseguire la patente di guida.


Nella parte superiore dell’ 8 collochiamo la Norma.
Nella parte inferiore portiamo

l’ 1 - corrispondente al nostro intento: “Io desidero la patente di guida”


il 2 - per ottenere questo devo: “Seguire lezioni e superare l’esame”
il 3 - “Ho la patente”

Associamo poi i numeri dal 4 al 9 per eventuali azioni da compiere che sono
correlate. Così facendo eliminiamo le varianti incerte e possiamo dedicarci
tranquillamente al nostro compito.

31

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Metodi per il pilotaggio della realtà basati sul colore

Il colore è la caratteristica che più di tutte corrisponde all’aspetto spirituale


dell’uomo e ciò è legato al fatto che esso viene percepito come una grandezza
infinita. Quando l’uomo lavora con i colori influenza realmente il sistema infinito dei
collegamenti sul piano delle informazioni. Il linguaggio dei colori è per l’uomo uno
strumento fidato per l’autoconoscenza. Il nostro comportamento, il nostro stato
d’essere, il nostro umore e il benessere psicofisico dipendono, infatti, dallo spettro dei
colori presenti nel nostro ambiente.
Attraverso gli effetti sull’organismo dell’uno o dell’altro colore, il che significa
attraverso la vibrazione nella corrispondente frequenza, si può normizzare una parte
del corpo che si trova in disarmonia.

L’importanza della metodica sta nel fatto che il colore che ci attira maggiormente
fornisce delle informazioni riguardanti l’ “Insegnamento sulla Salvezza e lo Sviluppo
Armonico” di Grigori Grabovoi. Attraverso la scelta di altri colori, assieme a quello già
selezionato, si realizza l’obiettivo del pilotaggio della realtà – come se i colori
volessero fondersi l’uno nell’altro e in quell’istante viene ripristinata la norma
dell’avvenimento.

Tecnologia 1 Le due colonne di Luce

(per armonizzare disturbi psicofisici o/e ottenere un risultato desiderato)

Immagina sulla tua sinistra una colonna di luce bianca-argentea che porta in alto.
Tramite il pensiero collegala con l’“Insegnamento sulla Salvezza e lo Sviluppo
Armonico”.
Immagina adesso alla tua destra, un’altra colonna di luce di qualsiasi altro colore
chiaro (oro, lilla, rosa) e mentalmente inserisci un compito ben formulato o problema
(per esempio il cambiamento di una situazione). Definisci anche i tempi le possibili
varianti della risoluzione di questo compito.

Concentrati e visualizza entrambe le colonne di luce che si portano verso l’alto,


nell’infinito, dove si fondono insieme, poiché in quel punto la luce possiede una
struttura che contiene sia il colore della Salvezza e lo Sviluppo Armonico, che la sua
propria colorazione che dall’alto ora ricade su di te.
Cerca di riempire lo spazio intorno a te con questo colore, in modo che, oltre ad
occuparti della risoluzione del tuo compito personale ti impegni anche a risolvere
quello degli altri.

Prendi coscienza del fatto che hai realizzato gli obiettivi di un pilotaggio relativi al tuo
compito personale tramite la macro salvezza, una salvezza per tutti.

32

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Tecnologia 2 - Concentrazione sulla scelta dei colori
(per armonizzare disturbi psicofisici)

Per allentare un disagio psicofisico puoi concentrarti sullo spettro dei colori
dell’arcobaleno scansionando un colore dopo l’altro. Scegli il colore che ti colpisce
di più e concentra tutta la tua attenzione per circa 5 min.

Il colore che attira maggiormente la tua attenzione costringerà la parte del corpo
disarmonica corrispondente a cambiare la frequenza delle sue vibrazioni portandola
nello stato della norma/alla riarmonizzazione.

“E’ suggeribile concentrarsi dopo le ore 20.00, più volte nell’arco di un ora”.
Grigori Grabovoi

Tecnologia 3 - Concentrazione sui colori


(per obiettivi personali)

Immaginati i seguenti colori:

Rosa - Giallo - Verde – Rosso – Blu – Viola

Fissi mentalmente quello che ti risalta maggiormente.


Concentrati ora sul colore che hai scelto per 5 min. e collega questo processo con il
tuo obiettivo personale per ottenerlo e armonizzarlo.

Con l’incremento dell’evoluzione spirituale diminuiscono i disturbi


interiori

Nella scelta dei diversi colori si possono stimolare i processi di autoguarigione,


rigenerare le proprie forze ed aiutare gli altri. Ti accorgerai dei tuoi cambiamenti
avvenuti o dei cambiamenti avvenuti di chi sosterrai. Affidati alle tue sensazioni e
percepirai come ogni situazione possiede una sua caratteristica individuale nel
gusto, odore e colore. Opera con un’impostazione positiva e le tue vibrazioni
positive si incrementeranno.

Immagina la sequenza dei colori dell’arcobaleno. Se la tua attenzione si fissa su un


colore in particolare, è possibile che tu in quel momento necessiti di questo specifico
colore. Concentrati quindi su di esso per 5 min., portalo attraverso te stesso/a e
percepisci poi come ti senti. Utilizza lo stesso colore per il tuo abbigliamento e/o te
ne circondi.
Questo metodo produce un grande effetto. Ti accorgerai dei risultati che potrai
ottenere se lo praticherai costantemente ed a lungo.

33

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Valutazione energetica con l’aiuto del colore bianco

Nell’uomo esiste un centro di informazioni che interagisce con le informazioni del


micro e del macro livello sul piano delle cellule. In ogni cellula si svolgono
microprocessi che vengono determinati dalla struttura funzionale della cellula stessa;
vi è inoltre un interazione della cellula con i suoi segmenti e tutto l’ambiente
circostante.
Se la cellula elementare viene suddivisa in un milione di elementi, allora ognuno di
essi funziona assieme a tutto l’ambiente circostante e ad ogni elemento
dell’organismo. Ogni elemento della cellula può essere suddiviso ulteriormente in un
milione di parti e si avrà l’impressione di un vuoto di luce; ciò significa che comparirà
un colore bianco che corrisponde alla norma originaria.
La sorgente di ogni disturbo psico-fisico, ad esempio di una formazione non nella
norma, è determinata anche dallo spettro luminoso. Se con la propria percezione si
osserva l’organismo davanti allo sfondo della struttura di colore bianco, la comparsa
di altri colori è sintomo di un cambiamento dell’informazione dell’organismo, e
questa modificazione indica la presenza di un determinato disturbo psico-fisico.
L’uomo nella sua condizione canonica originaria non possiede alcun disturbo psico-
fisico. Il suo organismo è composto da una struttura chiusa, l’intero corpo. Tutti gli
organi e le cellule dell’uomo si trovano nella sfera delle informazioni. Il disturbo psico-
fisico è un’informazione che proviene dall’esterno. Da qualche parte, sulla superficie
esterna della sfera informativa dell’uomo si è verificata un “apertura di ingresso”,
cosicché le informazioni dei disturbi psico-fisici si sono introdotte nella sfera stessa.

Per una valutazione generale viene suggerita la seguente metodica:

“Prima di addormentarti concentrati sul lobo del tuo orecchio destro e orientati sulla
percezione del colore bianco. Durante il sogno, ogni deviazione dal colore bianco,
in cui non siano intervenute inutili elucubrazioni mentali, può fornire un controllo sullo
stato del benessere psicofisico. ”
Grigori Grabovoi

Ricostituzione (tramite l’immaginazione) degli organi doppi presenti

(questa tecnica si presta anche per la rigenerazione e il ringiovanimento)

1. Allarga le braccia di fronte a te in modo che le dita di entrambe le mani si


indichino a vicenda e che tu possa vedere il palmo delle mani.

2. Ora ti concentri sull’indice della mano sinistra.

3. Tramite un’occhiata consapevole trasmetti poi un impulso sull’indice della mano


destra.

34

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


4. In successione trasmetti l’impulso:

a) dall’indice destro al mignolo sinistro


b) dal mignolo sinistro al mignolo destro
c) e dal mignolo destro all’anulare sinistro.

Cerca adesso di percepire che cosa sta accadendo nel tuo corpo.

5. Ora trasmetti l’impulso all’anulare destro.

Durante questo esercizio di concentrazione possiamo osservare che si producono


nuove cellule, si instaura un processo di rigenerazione o ringiovanimento degli
organi accoppiati presenti, e viene attivata inoltre la funzione delle cellule
cerebrali.

MANO SINISTRA MANO DESTRA

INDICE INDICE

ANULARE ANULARE

MIGNOLO MIGNOLO

35

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Il lavoro con le sfere ed altre forme geometriche

Il territorio dell’informazione creante

Il territorio dell’informazione creante si trova tra la sfera da 1mt di raggio dell’anima e


la sfera da 5 m di raggio della nostra coscienza (vedi figure a pag. 38). Con l’aiuto di
queste sfere possiamo pilotare l’informazione ed il corpo fisico.

Prima di tutto scegli la geometria del territorio in cui lavorerai:

1. Concentrati su una sfera avente un raggio di 1mt al cui centro ci sei tu.
2. Immaginati un’altra sfera intorno alla precedente, con un raggio di 5 m.

(Il centro di entrambe le sfere si trova nel centro geometrico del nostro corpo fisico.
Nello specifico: il primo punto si trova all’incirca nella regione del cuore, mentre
l’altro è spostato nell’ambito del centro del petto.
Per il pilotaggio di situazioni portiamo la nostra attenzione alla parte della sfera che a
partire dal nostro corpo fisico si trova davanti al nostro petto.)

Ora portiamo la nostra attenzione sul segnale che batte tra le nostre sopracciglia.
Riceviamo, infatti, una linea che viene rispecchiata dall’interno della sfera da 5 m e
che batte sulla sfera da 1 m.
(Questo è il nostro territorio geometrico di percezione. Mentre modifichiamo le
informazioni su determinati eventi cambiamo anche gli eventi per la salvezza di tutti
gli uomini.)

L’informazione parte sempre dall’anima come flusso di luce verso l’interno della sfera
da 5 m. La parte interna di questa sfera ha una superficie a specchio (e in questo
modo ogni individuo vede praticamente un film su sé stesso. Ogni individuo può
costruire le informazioni che gli sono necessarie e le informazioni possono essere
modificate al meglio.)
L’onda viene riflessa dalla parete interna della sfera da 5 m, ritorna indietro battendo
sulla sfera da 1 m e prosegue fino a raggiungere il corpo fisico dell’uomo; l’onda
parte dall’uomo e ritorna su di lui (vedi figura 2 pag. 38). Ciò accade costantemente
e sempre. Là dove si incontrano le onde si origina un’onda statica e dall’onda
statica nascono gli schermi video della nostra consapevolezza (vedi figure 3 e 4 pag.
38).
Materialmente si verifica, infatti, la specifica realtà che possiamo vedere su questi
schermi; è per questo che modifichiamo le informazioni nell’aspetto positivo nel
mentre modifichiamo i video-schermi della consapevolezza. L’informazione positiva
va nel corpo fisico e di conseguenza attorno a noi vengono costruiti eventi positivi; in
questo modo si dà luogo alla trasformazione del mondo nel suo complesso.

Come si può lavorare nel territorio delle informazioni creanti?


Prendiamo una qualsiasi informazione che esiste intorno all’uomo. Analizziamo ad
esempio il caso dell’epidemia influenzale e vediamo come si può trasformare questa
informazione.

36

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Per prima cosa ci portiamo fuori nel macrolivello. Perché? L’uomo è in correlazione
con il territorio in cui esiste il disturbo psico-fisico (della città, del paese), il microlivello
e per far in modo che l’informazione di una situazione anomala (corrispondente alla
creazione), per esempio un disturbo psico-fisico, non aggredisca l’uomo ci portiamo
fuori nel macrolivello; il che significa che andiamo oltre la nostra sfera di 5 m. Quindi
ora guardiamo dal macrolivello al microlivello.

Per uscire ed entrare nel macrolivello pronunciamo semplicemente la seguente


frase:

“Io vado fuori, nel macrolivello!”

Poi pronunciamo:

“Io vedo il segmento responsabile dell’informazione sull’anomalia (negativa…) sulla


parte interna della sfera da 5mt e lo segno!”

“Io vedo il segmento responsabile dell’informazione sull’anomalia (negativa…) sulla


parte esterna della sfera da 1mt e lo segno!”

Ora colleghiamo mentalmente i segmenti con la lettera X (figura 4 pag. 38), oppure
portiamo “NORMA” in questo territorio con la lettera N (figura 5 pag. 38).

In questo territorio trasformiamo ogni informazione anormale in informazioni


corrispondenti alla norma, mentre le illuminiamo.

In successione inseriamo data e ora nel territorio e spediamo l’informazione


nell’infinito.

37

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


fig. 2
fig. 1

AMBITO
L’ONDA
STATICA

SFERA DA 5 mt.

SFERA DA 1 mt.

fig. 3
fig. 4

NORMA

fig. 5

38

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Tecnologia per la riarmonizzazione dell’apparato digerente

(questa tecnica può essere utilizzata anche per normizzare negatività e problemi)

Immagina un cilindro con 2 cm di diametro e 2 cm d’altezza e lo appoggi su un


foglio piccolo. Il foglio costituisce il centro della simmetria, poiché nello spazio
sottostante si trova in una sfera, anch’essa di un diametro di 2 cm (figura 1). La sfera
contiene l’informazione della forma ideale dello stato futuro (in cui il tratto che va
dallo stomaco all’intestino è nuovamente ricostituito, senza formazioni cancerogene
o ulcerazioni/dello stato ottimale senza negatività).

Estrai ora le informazioni negative dall’apparato digerente (o altre informazioni


negative) e le riversi nel cilindro. Così facendo il diametro del cilindro inizia ad
allargarsi fino al suo raddoppio, portandosi a 4 cm (figura 2), e sposta il foglio
assieme al cilindro ingrandito, in un cubo bianco-argenteo dislocato esternamente
alla sfera della consapevolezza da 5 m.

Ora trasferisci la sfera con l’informazione corrispondente alla norma del Creatore
nell’apparato digerente (oppure nel 3° Chakra) e nallo stesso tempo la illumini con
la luce bianco-argentea (del Creatore). La sfera si mette poi in movimento ed inizia
a girare in senso orario.

SFERA DA 5mt. SFERA DA 5mt.

fig. 1
fig. 2

39

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Creazione di una cellula di salvataggio

Immagina delle sfere viola con un diametro di 30 cm che ti circondano - sono i


segmenti della consapevolezza.
Nelle vicinanze si trovano i segmenti della consapevolezza più vicini.
In lontananza si trovano invece i segmenti della consapevolezza più distanti.
Ancora più lontano, si trovano i segmenti della consapevolezza più distanti in
assoluto (nelle vicinanze della stella polare).

Ora abbiamo l’intento di scegliere un segmento per la cellula di salvataggio vivente


con materia vivente.
Uno dei segmenti della consapevolezza più distanti in assoluto inizia a brillare come
una scintilla.

Richiamalo vicino a te ed inizia a lavorarci.

1. Riempilo con il color viola. CELLULA DI


SALVATAGGIO

2. Inseriscici la parola “Salvatore”,

ed anche il simbolo dell’eternità 8 e dell’infinito ∞.

(Se hai un disturbo psico-fisico puoi inserire anche


la relativa sequenza numerica nella cellula di salvataggio.
Lasciala risplendere vivacemente nella luce viola. Ora è
pronta.) SEQUENZA NUMERICA CONCRETA

3. Trasferisci questa cellula nella parte del corpo disarmonica (o nell’organo) per
riarmonizzarne le funzioni attraversando questa parte in senso orario.

40

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


4. Presta attenzione come la cellula di salvataggio inizia a moltiplicarsi e a ricoprire
lo spazio della parte del corpo in questione (o dell’organo) eimmagina che
l’organo inizi a brillare di luce viola.
E’ l’organo sano – LA NORMA.

Ora immagina l’organo con il suo colore naturale (come viene ritratto nei testi di
medicina).
Sul piano delle informazioni si può fare praticamente ogni cosa – creare qualcosa
e/o vitalizzarla e queste informazioni si riflettono poi sul piano fisico.

Il momento più efficace per questo lavoro è secondo la condizione lunare tra le
20.00 e le 21.00. In questo intervallo di tempo il supporto di Grigori Grabovoi sul piano
delle informazioni è molto forte.
Se non hai potuto dedicarti all’esercizio in quell’ora, sposta mentalmente l’intervallo
di tempo su un punto antecedente (per es.: tra le 20.00 e le 21.00 del giorno
precedente). Prosegui con il lavoro fintanto che vedi che l’organo si è mentalmente
ricostituito.

Creazione di un organo (tramite l’immaginazione )

Se un organo è realmente mancante, prima di procedere a realizzarlo dovresti


prenderne esatta visione in un testo di medicina.

1. Riproduci la cellula di salvataggio in grande


quantità.
2. Ora inizia a ricostruire a nuovo tramite la tua
immaginazione la forma originaria dell’organo
che necessita di essere rigenerato. Immaginalo
chiaramente nel corpo in ogni suo particolare e
nella sua esatta collocazione;
scorri i suoi contorni con la cellula redentrice;
porta la cellula nel centro dell’organo e
moltiplicala riempendone l’organo stesso come
un mosaico (vedi figura).
3. Pronuncia poi questa frase:
“Il contorno dell’organo sano ricopre l’organo malato ancora presente, oppure
mancante, o asportato chirurgica-mente.”

Crealo una prima volta. Se non compare davanti al tuo terzo occhio ripeti il
processo più volte: due volte al giorno fino a ricostruzione completata.

Grigori Grabovoi vitalizza in questo modo gli organi perduti, oppure li ricostruisce ex
novo. Ciò non deve, tuttavia, creare false aspettative nel lettore perciò invitiamo a
cogliere queste informazioni con le dovute cautele, ognuno nel rispetto delle proprie
convinzioni/credenze e di quelle altrui.

41

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Riarmonizzazione della colonna vertebrale

In realtà, i problemi alla colonna vertebrale rispecchiano i problemi dell’intero


organismo.

1. Concentrati sulla tua colonna vertebrale. Tramite l’immaginazione, utilizzando la


luce bianco-argentea scriviamo lungo il suo
asse la parola “NORMA” per sostenere
l’intero processo di riarmonizzazione.

2. Vicino alla parte destra del bacino


posiziona mentalmente una sfera di luce
(Sfera 1), in cui inserisci l’informazione
“Ricostituzione totale della mia colonna
vertebrale”. Ora vediamo un chiaro
collegamento luminoso tra questa sfera e la
“Norma” che si estende lungo la colonna
vertebrale, perché dalla sfera
l’informazione irradia lucentissima
attraverso il nostro corpo in direzione della
“Norma” – percepiamo come il luccicare Sfera 1
radiante coinvolga l’intero corpo fisico e
contemporaneamente lo ristabilisca.

3. In successione posiziona un`ulteriore sfera di Sfera 2

luce (Sfera 2) vicino al ginocchio destro e


inserisci la stessa informazione:
“Ricostituzione totale della mia colonna
vertebrale. Nuovamente si verifica un
chiaro collegamento luminoso tra questa Sfera 3
sfera e la “Norma” che si estende lungo la
colonna vertebrale. Il brillante irradiare
delle informazioni sale dal ginocchio alle
cosce, attraverso tutti gli organi ed alla
“Norma” lungo la colonna vertebrale.

4. Ora posizionia una terza sfera di luce bianco-argentea (sfera 3) vicino al tuo piede
destro, con l’informazione: “Ricostituzione totale del mio organismo”. … e formuli
mentalmente:

“Ripristino totale del mio organismo nella norma del creatore!”

Un potente rifulgere di luce riempito con l’informazione della sfera inizia a salire
partendo dall’articolazione del piede, attraverso i polpacci, le cosce e su fino al
tronco. Esso coinvolge gli organi genitali, l’apparato digerente, il fegato, la milza, i
reni, il pancreas ed i polmoni. Il flusso di luce si collega poi con la “Norma”
posizionata lungo la colonna vertebrale e prosegue la sua ascesa attraversando
la tiroide, il collo, per portarsi infine all’altezza del cervello e dell’Ipofisi.

42

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Quest’ultima viene talmente illuminata da produrre nel centro del cervello una
piccola sfera bianco-argentata.

5. Dal nostro emisfero cerebrale destro, dove si trova l’informazione completa su


come mantenere in stato di benessere ottimale il nostro corpo, si genera uno
sfolgorante arco di luce che si collega all’emisfero sinistro.

6. L’emisfero sinistro inizia ad elaborare l’informazione ricevuta e la inoltra a tutto il


sistema endocrino (metabolismo). Questo produce gli ormoni necessari per
riarmonizzare completamente il nostro corpo e addirittura per ringiovanirlo.

Adesso il nostro corpo funziona nuovamente secondo la Norma del Creatore.

7. Inseriamo data e ora e spediamo questa informazione nell’infinito.

L’ozono

Per trasformare cellule indesiderate e per la pulizia della sfera dell’anima

La tecnologia

Nella parte interna della sfera da 5


m ti immagini (vedi) una piccola
piramide. Sulla sommità di questa
piramide c’è una piccola sfera. La
piramide rappresenta l’anima del
Creatore, la Luce dell’Assoluto, la
Luce del Creatore; mentre la sfera
rappresenta l’anima dell’uomo.

Ora la piramide si apre


leggermente e fa fuoriuscire la Luce
dell’Assoluto che ripulisce la sfera
dell’anima. Puoi vedere come la
sfera si ripulisce, si illumina e si
riempie di sempre maggior luce.

Dopo che la sfera si è riempita


completamente con la Luce
dell’Assoluto la piramide si apre e la
sfera sprofonda al suo interno. In questo momento si produce l’ozono, che viene
espulso per trasformare in positivo le cellule negative.
(L’ozono stesso rigenera a nuovo le cellule, è una sua caratteristica.)

Ora pronuncia:

43

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


“Io vedo cellule negative e scelgo la quantità necessaria di ozono per catturarle!”

Osserva come le cellule indesiderate vengono letteralmente divorate dall’ozono e


carbonizzate.
….
Dopo che queste cellule si sono annerite, potenziamo ulteriormente la
concentrazione di ozono e lo utilizziamo per trasformare queste cellule in cellule
positive e per riportarle alla norma.

Metodo per l’armonizzazione degli affari commerciali

La normizzazione della situazione finanziaria corrisponde a: 71427321893

La risoluzione a domande e problemi in generale, invece, è: 212309909

Quando ti concentri sulle sequenze numeriche contornati di esse riponendole nel


portafogli, nella carta d’identità, o altri supporti cartacei; collocale in ufficio o nella
tua abitazione.

Il sistema: Cubo - Cono - Cubo

La nostra consapevolezza interagisce molto bene con l’utilizzo delle forme


geometriche. Particolarmente indicati sono i solidi
come il cubo, il cono ed il parallelepipedo.

Il lavoro con l’acqua

Immagina un cubo al cui interno si trova un cono,


all’interno di questo cono un altro piccolo cubo.
Questo sistema cubo-cono-cubo può essere inserito
direttamente nell’acqua. Mentalmente la depuriamo
da misture e sostanze dannose o indesiderate e
contemporaneamente la strutturiamo e la ripuliamo
fino a renderla trasparente e cristallina. In questo

44

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


modo scambiamo le informazioni sul contenuto e la struttura dell’acqua.
Il sistema può essere utilizzato anche per la pulizia di qualsiasi altro tipo di liquido.

Esempio per la pulizia dell’acqua

Trasporta mentalmente nel circuito dell’acqua - per 24 ore - la struttura geometrica


cubo-cono-cubo e pronuncia (mentalmente o a viva voce) le seguenti frasi:

“Io conduco il sistema cubo-cono-cubo in tutte le acque, fiumi e mari.”

“Per la pulizia e la rigenerazione dell’acqua da veleni, tossine, microbi o altre


sostanze dannose, nonché per la ristrutturazione del suo stato molecolare,
come il Creatore in origine creò l’acqua e l’eternità.”

La ricostituzione del livello cellulare, del sangue e dei liquidi

In maniera del tutto simile si può ripulire il sangue, il sistema ormonale, quello linfatico,
organi o cellule isolate, dato che il nostro corpo è composto da un 80% di acqua e
che l’informazione di un disturbo psico-fisico si trova nella soluzione acquosa delle
cellule.

All’interno di queste strutture si può inoltre creare mentalmente una cellula nuova e
sana, moltiplicarla e inserirla in noi stessi o in altre persone. Così facendo, secondo
Grabovoi, vengono rimosse cellule vecchie ed anche cellule negative.
Conduci mentalmente la cellula vivente della norma del Creatore nella struttura
geometrica del cubo-cono-cubo e convoglia poi il tutto nell’Aorta.
Visualizza come la cellula della norma del Creatore inizia a moltiplicarsi, a ricostituire
il sangue e a ringiovanirti (o a ringiovanire altre persone).

Nel lavoro con il sangue o il sistema linfatico, aggiungi alla struttura anche la
seguente sequenza numerica: 1843214 e

pronuncia mentalmente o a viva voce:

“Io conduco il sistema cubo-cono-cubo nei liquidi di tutto l’organismo vivente e in


ogni suo organo interno, ai fini di una totale pulizia, ricostituzione e rigenerazione,
così come lo ha creato originariamente il Creatore!”

45

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Metodo per la risoluzione di situazioni

A distanza di ca. 50 cm dal nostro corpo si trova una colonna di luce spirituale che
racchiude in se tutte le informazioni del Creato (figura 1).

 Pronuncia la seguente frase:

“Salvezza Globale e Sviluppo Armonico!”

 Immagina, in tutti i dettagli, una situazione o un risultato che desideri conquistare


o raggiungere (armonizzare) nella tua vita.

 Mentalmente inserisci tale informazione nel flusso luminoso del Creatore (a ca. 50
cm davanti a te) piegando quest’ultimo ad arco, in modo che il centro della tua
informazione scorra verso il punto di massima curvatura (figura 2). Concentrati
sull’informazione per un istante.

 Ora la rilasci, liberando l’arco e così facendo spedisci la tua informazione con i
tuoi intenti verso il Creatore. In questo modo la tua informazione viene trasportata
come un lampo nella realtà e trasformata in un risultato.

F
L
U
S
S
O

L
IL MIO
U
OBIETTIVO DIO
M
I
N
O
S
O

D
E
L

C
R
E
A
T
O
R
E
fig. 1 fig. 2

46

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Tecnologia per armonizzare situazioni problematiche

I problemi dell’uomo hanno un punto di concentrazione situato a 2 cm dal corpo


fisico, all’altezza del 3° occhio. Si tratta di una sfera che ha un raggio di 2 cm e in
questa sfera si trova la sorgente informativa dei problemi. E’ il punto di
condensazione di tutti i problemi.
Non casualmente, molti di noi di fronte ai “grattacapi” accusano dei mal di testa
e/o iniziano a massaggiarsi la fronte. Questo processo di condensazione opprime,
infatti, realmente la struttura corporea dell’uomo.

L’uomo possiede un’ulteriore struttura (il centro informativo superiore) che gli
permette di pilotare questi problemi e che si trova perpendicolarmente sulla testa
sempre ad una distanza di 2 cm dal corpo.
A differenza di quella precedente, questa sfera però possiede un raggio di 5 cm ed
è composta da 7 segmenti (vedi figura in basso). Il primo segmento è orientato in
direzione del naso. Quando le informazioni del problema si fondono con
l’informazione di questo segmento, inizia la risoluzione del problema stesso.

Questa tecnologia si presta molto bene quando in mancanza di tempo


necessitiamo di una soluzione rapida ad un problema. Non casualmente, infatti, si
basa su caratteristiche di velocità.

Partiamo dal presupposto che il tempo “regge” lo spazio e che un problema si crea
per causa di uno scompenso temporale, per cui la sua soluzione risiede solitamente
in un altro spazio e, quindi, in un altro tempo.
La tecnologia di riferimento costituisce pertanto un sistema rapido di compensazione
del tempo in cui si “normizzano” immediatamente le coordinate temporali del
momento, attraverso il nostro impulso generato dalla volontà di risolvere il problema.
Questo ci mette nella condizione di poterci liberare da molti problemi.

Tramite l’utilizzo di questa tecnologia si ha la possibilità non solo di liberarsi dei


problemi, ma anche di comprendere il senso di ciò che accade e di ciò che è
accaduto, di riflettere e riconsiderare nuovamente le proprie azioni, i pensieri e le
impostazioni. Si instaura così un processo formativo e di apprendimento
estremamente importante.
LA SFERA DELLE SOLUZIONI
AI PROBLEMI

LA SFERA DEI
PROBLEMI

47

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Pulizia energetica degli ambienti

Le energie negative e consumate si concentrano negli angoli di un ambiente.

 Immaginati in ogni angolo dell’ambiente una piccola sfera.

 Poi visualizza al centro dell’ambiente una sfera più grande.

 Collega mentalmente le sfere più piccole degli angoli con la grande sfera al
centro.

 Infine visualizza che le energie negative dell’ambiente fluiscano dalle sfere più
piccole a quella più grande collocata nel centro, e che da li vengano poi
sollevate da una corrente energetica che le trasporta verso l’alto sul piano del
Creatore, dove vengono trasformate. Pronuncia mentalmente:

“Io estraggo le informazioni negative da questa stanza.”

Tecnologia di Concentrazione sul numero 3

Questa tecnologia si sostiene sulla nostra logica e su una chiara percezione della
realtà. Preparati in modo mirato sul risultato di un’attività da te scelta. La condizione
iniziale è che tu sappia esattamente il risultato che otterrai senza conoscere nel
dettaglio i passi necessari per raggiungerlo. Il numero 3 racchiude in sé la logica di
qualsiasi azione in corso, perciò siamo nella condizione di “normizzare” qualunque
situazione. Il risultato sarà quello che ci fornirà certe conoscenze per il risultato
desiderato.

La concentrazione sul numero 3 crea varianti dello sviluppo logico. In questo numero
(3) si incrocia la logica del Creatore con quella dell’uomo.

Un esempio: Progettiamo un viaggio vacanza

Progettiamo un viaggio fino al punto in cui siamo nuovamente a casa, sani, felici e
contenti – dopo che abbiamo trascorso una vacanza meravigliosa – e la nostra vita
continua ad evolversi in modo ottimale. Ciò significa che ci concentriamo sul
risultato logico delle nostre vacanze:

“Ristabilimento e felice continuazione della vita con nuovi obiettivi.”

48

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Tecnologie per il ringiovanimento

› Concentrazione su una foto


Prendi una foto in cui appari giovane e contento/a e posizionala davanti a te
all’altezza degli occhi. Durante la concentrazione cerca di riportare alla memoria i
momenti più felici della tua giovinezza, del presente e delle tue proiezioni nel futuro.
Nello spazio tra il tuo viso e la foto, all’altezza della fronte, immagina e concentrati
sulle seguenti sequenze numeriche:
2145432 e 2213445
Ora illumina la sequenza con una luce bianco-argentata.
Per comodità puoi trascrivere le sequenze numeriche sulla foto, nello spazio sopra la
testa.
Questo esercizio può essere ripetuto più volte al giorno, fino al punto in cui si fissa
nella coscienza. Si prosegua fino a che lo si ritiene utile.

› Concentrazione su piante
Mentalmente poni ogni numero sulla foglia di una pianta o di un albero, oppure
anche sui rami di un albero e accanto, sulla destra, una tua immagine che più ti
piace.
1234814 e 1421384
In questo esercizio di concentrazione viene utilizzato il metodo della riflessione a
specchio. Il procedimento è il seguente: …ha luogo la concentrazione su una
pianta. La pianta può essere fisica, così come esiste nella realtà esterna, e in questo
caso durante l’esercizio puoi osservarla direttamente, oppure puoi immaginartela.
Ti concentri su quell’immagine ed osservi come dalla luce riflessa dalla pianta si
forma l’evento desiderato. Più precisamente: non solo immagini l’evento, ma lo vedi
realmente davanti a te, lo costruisci realmente di fronte a te. Un evento realizzato
con l’ausilio di questo esercizio diventa automaticamente armonico per il fatto, che
le piante su questo pianeta sono già in armonia.

› Concentrazione su pietre
Concentrati su pietre o cristalli, è sufficiente anche un granello di sabbia.
Supponiamo tu abbia cercato un sasso.
Riponi queste sequenze numeriche su un sassoi e immagina te stesso/a giovane,
felice ed in uno stato di benessere psico-fisico ottimale.
8275432 e 8223745
Mentre ti concentri su di esso immagina di circondarlo con una sfera. Questa è la
sfera delle informazioni. Poi, davanti al tuo terzo occhio osserva come si
materializzano tutti gli eventi di cui necessiti e dopo li collochi nella sfera.
Grigori Grabovoi “Esercizi di concentrazione”

49

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Pilotaggio di avvenimenti tramite ausilio di onde sonore

I suoni hanno caratteristiche elettromagnetiche (vibratorie) che si estendono in


forma ondulatoria nell’infinito.

Concentrati alternativamente su un obiettivo collettivo e su uno individuale


corrispondenti alla norma - “Salvezza Globale e Sviluppo Armonico” - ed invia le tue
informazioni (ivi collegate) nell’universo mediante l’ausilio di un qualsiasi segnale
acustico, in modo che si manifestino.

Un esempio: siamo nella natura e sentiamo il frusciare del vento attraverso gli alberi.
Concentriamoci sugli obiettivi sopra descritti e spediamo le informazioni nell’universo
con le onde sonore prodotte.
Le informazioni dei nostri pensieri si estendono e si producono nell’universo in una
forza “infinita” per la ricostituzione della norma.

p.es. ROMBO DI UN AEREOPLANO

OBIETTIVO DELLA CONCENTRAZIONE:


SALVEZZA GLOBALE E SVILUPPO ARMONICO

p.es. ABBAIARE DI UN CANE

p.es. FRUSCIARE DEL FOGLIAME

50

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Allegati

Obiettivi personali

Obiettivo personale Data raggiungimento Data esercizio di


obiettivo concentrazione

51

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Documentazione

Obiettivo del Metodo Data esercizio di Ora Risultato


pilotaggio concentrazione

52

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


Documentazione

Obiettivo del Metodo Data esercizio di Ora Risultato


pilotaggio concentrazione

53

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it


www.graboboiitalia.it

54

© Centro ELE – Eleonora e Paul snc - Tutti i diritti riservati! www.grabovoitalia.it

Potrebbero piacerti anche