Sei sulla pagina 1di 9

Lima (fondata col nome di Ciudad de los Reyes, "Città dei re") è la capitale e la città più popolata del

Perù,
nonché la seconda città più popolosa dell'America Meridionale dopo San Paolo. Storicamente è stata anche
la capitale del Vicereame del Perù. È il centro culturale, industriale e finanziario dell'intero Stato
sudamericano. Nel censimento del 2015 la popolazione, in continua crescita, era di 9 752 653 abitanti.[1]

La città si trova in una valle scavata dal fiume Rímac in riva all'oceano Pacifico sulla costa centrale del Perù.

Indice

1 Geografia fisica

1.1 Litorale

1.2 Clima

2 Storia

3 Centro storico

4 Società

4.1 Evoluzione demografica

5 Cultura

5.1 Cucina

5.2 Istruzione

5.3 Musei

5.4 Servizi

6 Suddivisione amministrativa

6.1 Subregioni e distretti

7 Economia

8 Infrastrutture e trasporti

9 Politica

9.1 Amministrazione

9.2 Gemellaggi

10 Sport

10.1 Impianti sportivi

11 Note

12 Voci correlate

13 Altri progetti
14 Collegamenti esterni

Geografia fisica

Skyline a Lima

La città è racchiusa dalle valli dei fiumi Chillón, Rímac, Surco e Lurín estendendosi su una superficie
complessiva di 2.664,6 km² a 133 m s.l.m. Poiché arriva a toccare delle aree desertiche, alcuni la
considerano la più estesa città al mondo costruita su un deserto, sopravanzando anche Il Cairo. A questo
proposito occorre però riconoscere che in realtà la città di Lima fu fondata in una valle (la valle del fiume
Rímac) per poi estendersi fino ad occupare anche le altre.

Litorale

Plaza de Armas o Plaza Mayor a Lima

Si estende dal km 500 della Panamericana Norte presso le alture del distretto di Ancón al confine con la
provincia di Huaral fino al km 60 della Panamericana Sur del distretto di Pucusana al confine con la
provincia di Cañete. In totale ci sono circa 130 chilometri di spiaggia.

Clima

Il clima di Lima è abbastanza singolare. A parte il suo alto livello di umidità e scarse precipitazioni,
sorprendono le sue strane caratteristiche: pur essendo situata quasi al livello del mare in una zona
tropicale, a 12 gradi di latitudine sud, la costa centrale del Perù è molto più fredda di come dovrebbe essere
dal punto di vista geografico. Essa presenta inoltre una serie di microclimi atipici a causa del freddo.

La combinazione di condizioni climatiche è la seguente: la corrente di Humboldt, proveniente


dall'Antartide, lambisce le coste e raffredda la temperatura dell'oceano, che risulta molto più fredda di
quella normale per la latitudine. L'acqua fredda si scontra con l'aria sovrastante riscaldata dal sole,
generando un'inversione termica che impedisce il fenomeno della convezione, per il quale l'aria più calda e
meno densa tende a salire. Questo, unita alla presenza delle Ande, molto vicine alla città, provoca la
formazione di una spessa nuvolosità molto bassa (meno di 500 m da terra) che impedisce il passaggio della
luce diretta del sole. Questa situazione, inoltre, impedisce la formazione di cumulonembi a sviluppo
verticale, e quindi precipitazioni temporalesche. Le precipitazioni (poco più di 10 mm all'anno, spesso
meno) sono infatti scarsissime e cadono per lo più sotto forma di pioviggine (conosciuta localmente come
garúa), il quantitativo più basso in un'area metropolitana del mondo. Il clima di Lima si può quindi definire
arido subtropicale (Köppen BWn), desertico e umido allo stesso tempo.

La temperatura media annuale è di 19 °C. L'estate, da dicembre ad aprile, ha temperature che variano tra i
21 °C ed i 28 °C; la temperatura massima annuale di solito non supera i 30 °C, solo in caso di presenza del
Niño si può superare quel valore. L'inverno da metà giugno a settembre ha temperature che variano tra i 19
°C ed i 12 °C; 5 °C è la temperatura più bassa registrata storicamente. I mesi primaverili e quelli autunnali
(settembre, ottobre e maggio) sono miti, con temperature che variano tra i 17 °C e i 23 °C.
Inoltre, l'umidità relativa è molto elevata: questo causa nebbie da primato, persistenti dal mese di giugno e
fino a dicembre, quando le nubi sono più basse. In estate (dicembre-aprile) è soleggiato, caldo e umido,
nuvoloso e mite in inverno (da giugno a settembre). Lima ha 1284 ore di sole all'anno, 28,6 ore nei mesi di
luglio e 179,1 ore nel mese di gennaio, un valore eccezionalmente basso, considerando la latitudine.[2]

Lima[3] Mesi Stagioni Anno

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Est Aut
Inv Pri

T. max. media (°C) 25,8 26,5 26,0 24,3 21,7 19,7 18,7 18,4 18,7 19,9 21,9
23,9 25,4 24,0 18,9 20,2 22,1

T. min. media (°C) 19,1 19,4 19,2 17,6 16,1 15,3 15,0 14,6 14,6 15,2 16,4
17,7 18,7 17,6 15,0 15,4 16,7

Precipitazioni (mm) 0,9 0,3 4,9 0,0 0,1 0,3 0,3 0,3 5,4 0,2 0,0
0,3 1,5 5,0 0,9 5,6 13,0

Giorni di pioggia 4 2 3 2 5 11 12 15 13 7 5
3 9 10 38 25 82

Giorni di nebbia 10 11 14 19 24 22 21 20 18 15 9
8 29 57 63 42 191

Storia

Chiesa di San Francesco

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO

UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità

Centro storico di Lima

(EN) Historic Centre of Lima

Plaza de Armas - Lima Peru en 2012.jpg

Tipo Culturali

Criterio (iv)

Pericolo Non in pericolo

Riconosciuto dal 1991

Scheda UNESCO (EN) Scheda

(FR) Scheda

Manuale
La città di Lima fu fondata da Francisco Pizarro il 18 gennaio del 1535 con il nome di Ciudad de los Reyes
(città dei Re), poi prevalse il nome attuale che proviene dalla lingua aymara, (lima-limaq, "fiore giallo") o del
quechua (rimaq, "parlatore") per il suo fiume, il Rímac.

Una leggenda racconta che il luogo di fondazione della città sia stato deciso il 6 gennaio, il giorno della festa
dei Re Magi, da cui l'antico nome della città di Los Reyes (termine con il quale in spagnolo vengono indicati i
Re Magi). In ogni caso la fondazione formale avvenne 12 giorni dopo, il 18 gennaio.

Nelle prime mappe si riportava indifferentemente o il nome di Lima o di Ciudad de los Reyes.

Oggi, nel primo decennio del XXI secolo, la sua area metropolitana ha oltre 8 milioni di abitanti,
completamente unita a El Callao in un'unica megalopoli.

Centro storico

L'originalità del suo centro storico le ha meritato il conferimento da parte dell'UNESCO del titolo di
Patrimonio dell'umanità nel 1988. Famosi sono i suoi "balconi" in legno.

Panorama "Centro storico a Lima"

Società

Evoluzione demografica

La capitale peruviana ospita circa un terzo della popolazione nazionale. I suoi oltre 9 milioni di abitanti sono
essenzialmente il risultato della migrazione dalle campagne degli ultimi decenni, in particolar modo dagli
anni sessanta del XX secolo. Oggi è tra le 30 città più popolose al mondo. La città è multietnica, ospitando
individui di origine meticcia, europea, indigena ed asiatica.

Evoluzione dell'Area Metropolitana di Lima

1535

1750

1910

1940
1970

1995

Abitanti censiti[4]

Cultura

Cattedrale di Lima

Pachacámac.

Cucina

Il piatto tipico è la caosponada, una pietanza povera che veniva servita nei giorni di festa, quando tutti i
familiari finalmente erano riuniti insieme. La caosponada si compone di verdure miste, che necessitano di
essere cotte a lungo, sulle quali viene posta una fetta di pane nero e un uovo. In antichità, quando la
reperibilità delle uova era ridotta, era usanza usare frattaglie di animali, come vitelli, lepri, piccoli roditori e
talvolta (come gesto puramente scaramantico) gatti. A fine pasto si è soliti recitare in coro il requiem: "No
estoy satisfecho, pero estoy feliz".

Istruzione

Le sue 28 università fanno di Lima uno dei principali centri culturali del Perù. Tra queste c'è anche la
Universidad Nacional Mayor de San Marcos, la più antica del continente, essendo stata fondata il 12 maggio
del 1551.

Musei

L'importanza culturale di Lima è dimostrata anche dalla lunga lista dei musei: ci sono una sessantina di
musei che forniscono una vasta gamma di attività culturali, sia di forme artistiche peruviane che
internazionali. Uno dei musei rappresentativi è la Sala Museo Oro del Perú, che possiede un'importante
collezione di oggetti in oro di epoca precolombiana. Tra gli altri:

Museo nazionale di archeologia, antropologia e storia del Perù

Museo d'arte italiana di Lima

Museo Larco

Museo della Nazione


Servizi

Molti esercizi pubblici della capitale peruviana sono aperti al pubblico 24 ore e 365 giorni l'anno. Questo è
particolarmente vero nel settore dei servizi (farmacie, supermercati, stazioni di servizio, banche, centri
commerciali, ristoranti). Molto diffuso è il recapito a domicilio disponibile anche per distanze molto grandi
(ad es. le spiagge) e per un solo cliente.

Esiste, inoltre, un gran numero di locali notturni (bar, discoteche) per lo più concentrati nei quartieri di
divertimento quali Barranco e Miraflores e nella zone a nord ("La Calle 8" di Comas) e a sud della città.

L'offerta di cinema può contare su multisala di ultima generazione, con proiezioni di film che sono in
distribuzione allo stesso tempo negli Stati Uniti d'America ed Europa.

La grande offerta di servizi è concentrata soprattutto nei quartieri abitati dalla classe media, per soddisfarne
la domanda sempre crescente.

Suddivisione amministrativa

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Distretti di Lima

L'area metropolitana di Lima ricopre quasi interamente la Provincia di Lima, ed è divisa in quattro
subregioni, composte da 43 distretti e la cui estensione arriva a 33.820 km².

Subregioni e distretti

Lima Centro: Comprende il distretto di Lima, chiamato anche Cercado de Lima, e i distretti di Barranco,
Breña, Jesús María, La Molina, La Victoria, Lince, Magdalena del Mar, Miraflores, Pueblo Libre, San Borja,
San Isidro, San Luis, San Miguel, Rímac, Santiago de Surco e Surquillo.

Lima Est: conosciuta anche come Cono Este, comprende i distretti di: Ate, Chaclacayo, Cieneguilla, El
Agustino, Lurigancho-Chosica, San Juan de Lurigancho e Santa Anita.

Lima Nord: Conosciuta anche come Cono Norte, comprende i distretti di Ancón, Carabayllo, Comas,
Independencia, Los Olivos, Puente Piedra, San Martín de Porres e Santa Rosa.

Lima Sud: Conosciuta anche come Cono Sur, comprende i distretti di: Chorrillos, Lurín, Pachacámac,
Pucusana, Punta Hermosa, Punta Negra, San Bartolo, San Juan de Miraflores, Santa María del Mar, Villa el
Salvador e Villa María del Triunfo.

Economia

Nella capitale peruviana si concentra più del 75% della produzione industriale ed è il centro finanziario del
paese. Le principali attività sono l'industria, il commercio ed il turismo.

Infrastrutture e trasporti
Lima a oggi può contare su un servizio di trasporto pubblico in continua evoluzione. El Metropolitano è un
sistema di autobus articolati che attraversano la capitale per 26 km e con 38 stazioni trasportando da Nord
a Sud ogni giorno più di 700 000 limeñi. Inoltre negli ultimi anni proprio per mancanza di organizzazione di
mezzi pubblici si sono formate 684 rotte in tutta la città gestite da 308 imprese che offrono un servizio di
microbus a prezzi convenevoli.

Dal 2011 è attiva la prima linea della Metropolitana di Lima, anche se la costruzione era iniziata nel 1995 ma
poi fermata, essa percorre da Sud Est a Nord Est la città e ogni giorno il numero di pendolari aumenta.
Intanto sono partiti nel 2014 i lavori per la costruzione della linea 2 insieme a una diramazione della linea 4
che collegherà il futuro sistema di metropolitana all'aeroporto internazionale Jorge Chávez.

Il lungo litorale è servito da strade che si diramano dalla Panamericana, permettendo di raggiungere le
spiagge in pochi minuti.

La città è inoltre servita dall'Aeroporto Internazionale Jorge Chávez.

Politica

Il Palazzo del Congresso della Repubblica

Lima è la capitale del Perù. È sede del Palazzo del Governo, del Congresso della Repubblica e della Corte
Suprema di Giustizia del Perù. È anche sede della Segreteria generale della Comunità andina.

Amministrazione

La Provincia di Lima non fa parte di nessuna regione amministrativa del Perù e ha per capitale il distretto di
Cercado de Lima.

(ES)

«En la provincia de Lima las competencias y funciones reconocidas a los gobiernos regionales son
transferidas a la Municipalidad Metropolitana de Lima, la cual posee autonomía política, económica y
administrativa en los asuntos de su competencia regional y municipal.»

(IT)

«Nella provincia di Lima le competenze e funzioni proprie dei governi regionali sono trasferite alla
Municipalità Metropolitana di Lima, che possiede autonomia politica, economica ed amministrativa nei
campi di competenza regionale e municipale.»

(Articolo 65 della Legge 27867 dei Governi Regionali emanata il 16 novembre del 2002)
PeriodoPrimo cittadino Partito Carica Note

1º gennaio 1984 31 dicembre 1986 Alfonso Barrantes Izquierda UnidaSindaco

1º gennaio 1990 31 dicembre 1996 Ricardo Belmont Obras Sindaco

1º gennaio 1997 31 dicembre 2002 Alberto Andrade Partito Democratico (SP)


Sindaco

1º gennaio 2003 31 dicembre 2010 Luis Castañeda Solidaridad Nacional Sindaco

2 gennaio 2011 31 dicembre 2014 Susana Villarán Forza Sociale Sindaco

1º gennaio 2015 31 dicembre 2018 Luis Castañeda Solidaridad Nacional Sindaco

1º gennaio2019 in carica Jorge Muñoz Acción Popular Sindaco

Gemellaggi

Lima è gemellata con:

Italia Pescara[5]

Francia Bordeaux, dal 1957

Stati Uniti Miami, dal 1977

Francia Parigi, dal 1999

Cina Pechino[6]

Italia Napoli, dal 2008

Stati Uniti Cleveland

Sport

Lo sport principale praticato nella capitale è il calcio, come nel resto del paese[7]. A metà del XIX secolo
sorsero le prime squadre di calcio in Perù, che più tardi, nel 1912, formarono la Liga Peruana de Fútbol, che
all'inizio comprendeva solo squadre di Lima. In tempi recenti, sono cinque le squadre della capitale militanti
nel massimo campionato peruviano: Alianza Lima, Deportivo Municipal, Sporting Cristal, Universidad de San
Martin de Porres e Universitario de Deportes.

L'Alianza Lima, lo Sporting Cristal e l'Universitario de Deportes sono considerate le tre squadre più
importanti del paese (Los tres grandes del fútbol peruano)[8]. Questi club si giocano tradizionalmente il
superclásico peruviano (ALianza e Universitario) e il clásico moderno, incontri particolarmente sentiti dalle
tifoserie opposte.

Altri sport meno praticati in città sono: atletica leggera, pallavolo, badminton, ciclismo, equitazione, golf,
karate, calcio a 5, rugby, squash, surf, tennis, ping pong e vela.

Impianti sportivi
L'Estadio Nacional del Perú è il più rappresentativo impianto di Lima per il calcio. Inaugurato nel 1952 ha
una capacità massimo a 55.000 spettatori. Altri stadi importanti sono: l'Estadio Monumental "U" (80.000
spettatori)], l'Estadio Municipal de Chor