Sei sulla pagina 1di 10

Il corpo della pianta è costituito da

tre organi fondamentali: il fusto,


la foglia e la radice. Questi organi
sono prodotti in maniera ripetitiva
dai meristemi apicali, cellule in
continua divisione che si trovano
all’apice del fusto e all’apice della
radice. I meristemi apicali si
formano nell’embrione e
persistono per tutta la vita della
pianta. Il corpo della pianta
prodotto dai meristemi apicali è
detto corpo primario.
In alcune piante, ai meristemi
apicali si aggiungono meristemi
laterali. Le parti della pianta
prodotte dai meristemi laterali
costituiscono il corpo secondario.
Gli organi del corpo della pianta (sia primario che secondario) sono
a loro volta costituiti da diversi tessuti.

MERISTEMI Tessuti definitivi

•Tessuti parenchimatici (varie funzioni) Tessuti semplici

•Tessuti tegumentali (di rivestimento)


Tessuti composti
•Tessuti meccanici (di sostegno)

•Tessuti conduttori (di trasporto)

Tessuti semplici: formati da cellule di un solo tipo


Tessuti composti: formati da cellule di più di un tipo
Parte apicale di un fusto di Coleus
con cellule meristematiche e cellule
differenziate
Tessuti meristematici
Costituiti da cellule che proliferano e si differenziano per formare
cellule con una funzione specifica. La forma che assume la cellula è
strettamente legata alla sua funzione.

•Meristemi primari

•Meristemi secondari

•Meristemi avventizi

•Meristemoidi
Meristemi primari
•costituiti da cellule meristematiche
•situati alle estremità del germoglio e delle radici (apice).
•Determinano l’accrescimento in lunghezza
ACCRESCIMENTO INDEFINITO

Apice della radice: radici

Apice del fusto: foglie, fiori, rami


Meristemi primari
•cellule di piccole dimensioni (10 – 15 µm )
•citoplasma molto denso
•nucleo molto grande (alto rapporto nucleo-plasmatico)
•elevato numero di ribosomi
•presenti solo proplastidi
•provacuoli
•parete sottilissima (lamella mediana e scarsa parete primaria)
•sostanze di riserva scarse o assenti

DIFFERENZIAMENTO
Differenziamento dei plastidi
Meristemi secondari
•costituiti da cellule meristematiche
•situati all’interno del fusto e delle radici (cambio).
•Determinano l’accrescimento secondario in spessore
Meristemi secondari

•dimensioni maggiori rispetto alle cellule dei meristemi primari


•allungate secondo l’asse del fusto o della radice
•pareti radiali più ispessite
•nucleo non voluminoso
•vacuolo presente
Meristemi avventizi

Cellule differenziate che ritornano allo stato


meristematico in seguito a particolari stimoli
(per es. meristemi cicatriziali, tecniche di
rigenerazione in vitro)

Meristemoidi

Costituiti da una o più cellule da cui


si originano strutture particolari (per.
es. apparati stomatici)