Sei sulla pagina 1di 2

- Questionario su Ugo Foscolo -

1. Tratteggia sinteticamente il panorama dell’età napoleonica in Italia in


rapporto alla produzione letteraria di Foscolo

Foscolo accoglie con piacere l’arrivo di Napoleone vedendo in lui quasi liberatore e
opponendosi a chi era ostile ad un più stretto rapporto con la Francia .
La fiducia di Foscolo nel generale francese viene a cadere con il trattato di
Campoformio che segna la cessione, da parte di Napoleone, di Venezia all’Austria.
La delusione provocata da questo evento e il consecutivo esilio di Foscolo, daranno
spunto alla stesura del romanzo “le ultime lettere da Jacopo Ortis”.
Nel 1815, con la restaurazione del governo austriaco Foscolo, abbandona
definitivamente la politica italiana .

2. Foscolo, il neoclassico e le odi: sviluppa questo percorso

Nelle odi Foscolo per abbellire il testo fa grande riferimento a figure


mitologiche, ma in effetti lui sviluppa due temi principali, il primo già visto
nell’Ortis è passionale e vi è un’allusione a esperienze vissute dal poeta, l’altra
rappresenta il richiamo alla classicità che viene vissuta dal suo punto di vista
come un rifugio per allontanarsi dalle miserie del mondo contemporaneo.
Foscolo accosta miti classici e eventi contemporanei in modo da dare vitalità
alla letteratura passata e avvolgere i fatti contemporanei nel fascino
dell’antico.

3. Elenca e chiarisci l’importanza che alcune opere e alcuni autori stranieri


contemporanei assumono nell’elaborazione artistica di Foscolo

Nell’elaborazione delle “Ultime lettere di Jacopo Ortis”,Foscolo si ispiro’ molto


a “ la nuova Eloise di Rosseau e “I dolori del giovane Werther di Gothe.
Quest’ultimo lo influenzo’ particolarmente sul valore delle illusioni
(amore,amicizia,famiglia patria) considerate le uniche cose per cui vale la pena
vivere.Piu’ in generale invece Foscolo subì influenze letterarie e ideologiche da
altri autori come Alfieri, Petrarca, Hobbes e Parini.
4. Delinea le caratteristiche di fondo e le fonti che plasmano le concezioni
foscoliane del mondo

Del pensiero illuminista del settecento Foscolo accetta la teoria meccanicistica della
natura (elaborata da Newton) aggiungendovi però elementi più pessimistici come il
fatto che l’uomo non è altro che un ingranaggio di questa immensa macchina ed è
destinato alla distruzione come ogni frammento della materia .Per quanto riguarda la
storia essa procede senza alcuna influenza da parte dei desideri umani e i rapporti
sociali si basano unicamente sulla forza e la prepotenza.

5. Parla dell’importanza dell’Ortis all’interno del genere “romanzo epistorale”

Un romanzo epistolare è un romanzo scritto con la forma di una lettera. Le


“ultime lettere di Jacopo Ortis” come già detto si ispira ai già citati romanzi di
Rosseau e Gothe sempre frementi si esaspera ma ebbe in più molte
innovazioni come il tema politico (impossibilita’ di liberare la patria dagli
oppressori). Esso inoltre mette in primo piano le emozioni di Jacopo
preannunciando con il titolo la sorte del protagonista.

6. La vita di Foscolo è spesso riflessa nelle sue opere: dimostra la validità di


questa affermazione con precisi riferimenti

La più valida dimostrazione di questa tesi si trova sicuramente nelle “Ultime


lettere di Jacopo Ortis”romanzo in cui il protagonista impersona quasi
completamente la figura di Foscolo. Come Foscolo anche Jacopo e’ costretto
a fuggire da Venezia a causa del trattato di Campoformio. A differenza di
Jacopo pero Foscolo non si suicida ma sceglie di collaborare sia pure
criticamente con i Francesi, cercando di trasformare la delusione in saggezza.

7. Metti a fuoco gli aspetti più significativi del “carne dei sepolcri”
dimostrando come testo d’occasione si trasformi in una somma della
poetica foscoliane

I sepolcri sono nati in seguito a una discussione dell’autore con Pindemonte


riguardo l’editto di Saint-Claud che proibiva le sepolture nei centri abitati e
limitava le iscrizioni sulle lapidi. Egli usa il termine di Carme per descrivere il
genere. Con questo termine egli intende una composizione classica di
argomento grave e di intonazione solenne. egli con questo termine cerca
anche di prendere le distanze dalla poesia sepolcrale inglese.

Alessio D’Este