Sei sulla pagina 1di 8

I plastidi sono una categoria di organelli tipici delle piante,

delimitati, come i mitocondri, da un involucro fatto da due


membrane bistratificate la MEMBRANE ESTERNA e la
MEMBRANA INTERNA all’interno delle quali si trova lo
STROMA o MATRICE, fluido contenente vari metaboliti ed
intermedi di reazione, ioni, proteine, ribosomi, DNA.
La MEMBRANA ESTERNA attua il riconoscimento ed
il trasferimento all’esterno di componenti plastidiali
sintetizzati all’interno dei plastidi, mentre la
MEMBRANA INTERNA regola il flusso di metaboliti e
ioni inorganici.

Sulle membrane sono inseriti numerosi enzimi che


partecipano a vari processi metabolici.
I plastidi contengono DNA circolare di tipo procariotico
(130-150 Kb nelle piante). Questo DNA contiene alcune
decine di geni che codificano per RNA ribosomiale e per
alcune proteine plastidiali, tra cui la subunità maggiore
della rubisco. La maggior parte delle proteine plastidiali,
però, è codificata da geni nucleari. I plastidi derivano
sempre da plastidi preesistenti. Nelle piante le giovani
cellule degli apici meristematici contengono piccoli plastidi
immaturi, detti proplastidi.
PROPLASTIDI
I proplastidi sono plastidi di dimensioni ridotte e
incolori (a volte verdi) che si trovano nelle cellule
in divisione degli apici delle radici e del fusto
(cellule meristematiche).

In verde i proplastidi
I proplastidi possono contenere numerose copie
(50-150) del genoma plastidiale. I proplastidi si
dividono in sincronia con le cellule e il numero di
copie del genoma per plastidio tende a diminuire
nel corso del differenziamento

Successive
divisioni
I proplastidi si differenziano in i plastidi che si
dividono a seconda della loro funzione, del loro
colore, dello sviluppo delle membrane interne e
del contenuto dello stroma, in tre diversi tipi:
cloroplasto amiloplasto cromoplasto

I proplastidi esposti alla luce si differenziano in cloroplasti


di colore verde a causa della presenza di un pigmento
fotosintetico la CLOROFILLA
Gli enzimi che partecipano alla FOTOSINTESI sono localizzati
nelle membrane altamente elaborate: i cloroplasti presentano
infatti ripiegamenti interni detti TILACOIDI che si sviluppano
nello stroma e presentano uno spazio interno detto LUMEN.
In alcune regioni i tilacoidi formano i GRANA, dischi appiattiti
impilati come una fila di monete. I grana sono interconnessi
dai tilacoidi intergrana.
Poiché la membrana dei
tilacoidi è la sede dei
pigmenti fotosintetici, questo
tipo di organizzazione
permette di concentrare e
disporre ordinatamente in
ciascun cloroplasto un gran
numero di molecole di
pigmenti fotosintetici.

Modello dell’organizzazione
tridimensionale dei tilacoidi
nel cloroplasto delle piante.