Sei sulla pagina 1di 10

BIOLOGIA

Unidad n1:

Esseri viventi: organismi, compiono un ciclo vitale (nasce, cresce, si adatta


al ambiente, si riproduce, invecchia e muore).
Non viventi: anorganismi, non compie un ciclo vitale.
Cellula: é l’unitá fondamentale degli esseri viventi ed é in grado di compiere
le funzioni vitali. Formata da mollecole organiche, possiede strutture
necessarie alla propia sopravvivenza. Sono microscopiche. Sono diverse
per la sua forma e dimenzione.
Unicellulari: costituiscono un organismo.
Pluricellulari: formano organismi piú complessi.
Parti della cellula animale:
Nucleo: delimitato da una membrana nucleare, ha dei pori che permettono
il passaggio di sostanze chimiche. Controlla la struttura e intervine nella
riproduzione cellulare. Al suo interno é la cromatina, é formata dal DNA che
contene le informazione sulle caratteristiche della cellula. Ha un nucléolo e
troviamo i nucleoli e i cromosomi.
Membrana cellulare: avvengono gli scambi di sostanze tra le cellule e l’
ambiente esterno.
Nell citoplasma ci sono diversi organuli:
Mitocondri: adetti alla respirazione della cellula e alla produzione di
energía.
Ribosomi: costituiscono le protteine.
Reticolo endoplasmatico: accumula e trasporta le proteine.
Lisosomi: adetti al proceso della digestione cellulare e all’ eliminazione
delle sostanze di rifiuto.
Apparato di Golgi: trasporta le proteine al resto del corpo.
Vacuoli: accumulano sostanze nutritive di reserva e sostanze di rifiuto.
Centrioli: intervengono nella riproduzione.
Parti della cellula vegetale:
Parete cellulare: protegge e sostiene la cellula. Al interno c´ é il citosplama
composto d’ acqua, sali minerali e sostanze organiche. Ha dei organuli,
piccolo organi che danno al citoplasma un aspetto granuloso. Costituita da
cellulosa.
Vacuolo: ocupa quasi tutta la cellula. Accumula sostanze di rifiuto e riserva.
Cloroplasti: contiene la clorofila utile para la fotosintesi clorofilliana delle
piante.
Differenze:
• Vegetali forma poligonale, animale forme varie.
• Vegetali parete cellulare, cloroplasti e vacuoli, animale membrana
cellulare, vacuoli piccoli e centrioli.
Eucariote: complesse con nucleo ben definito.
Procarioti: semplici (batteri) non hanno nucleo (sparso nel citoplasma) non
hanno organuli soltanto ribosomi.
Regni:
• Monera: batteri procarioti unicellulari.
• Protista: unicellulari ameba e paramecio.
• Funghi, piante e animale: eucariote alcuni unicellulari alcuni
pluricellulari.
Differenze tra procarota ed eucariota.
Eucariote Procariote
Nucleo ben definito Nucleo sparso nel citoplasma
Dimensioni piú grandi Dimensioni piú piccoli.
Delimitate da una membrana Delimitate da una membrana e
parete
Ha tutti gli organuli Hanno soltanto dei ribosomi.

Colore: in genere incolore.


Dimensioni: non si possono vedere a occhio nudo.
Forma: dipendono di fattori fisici e funzionali.
Tessuto

Organo

Apparato
Organismo
Robert hoock primo a chiamare cellule perche sembrabano mattoni.
Composizione chimica: formate da molecole, costituite da atomi.
Componenti principali: carbonio, acidi nuclei (piu importante il dna),
proteine (mattoni della cellula), glucidi e lipidi (costituenti della membrana).

APPARATO DIGESTIVO
Unidad n2:

L’ alimentazione introdurre nel corpo energia e materiale da costruire per


nuove cellule. Per questo gli alimenti contengono le sostanze di cui e fatto
il corpo.
Funzioni:
• Energetica: forniscono l’energia per far avvenire le reazioni chimiche.
• Plastica: forniscono le sostanze per costruire cellule.
• Regolativa e prottetiva: rende possibile il corretto svolgimento delle
reazioni chimiche.
Nutrienti: sostanze contenute nei cibi.
Alimentazione equilibrata: mangiare un po’ di tutto senza esagerare.
Se mangiamo sempre abbondantemente il cibo viene accumulato como
riserva di grasso.
• Proteine (carni,uova,formaggi,latte): costituiscono il nostro corpo.
• Zuccheri/carboidrati (pasta,riso,dolci,pane): provvedono a dare
energia.
• Grassi (burro,olio): costituiscono riserve energetiche.
• Vitamine e Sali minarali (frutta,verdure): la loro mancanza puo
provocare malattie. Vitamina A e C aiutano nella difensa delle
malattie.
Nutrizione:
• Assunzione del cibo.
• Digestione.
• Assorbimento delle sostanze e la distribuzione alle cellule.
• Assimilazione.
• Raccolta dei materiali di rifiuto e la eliminazione.
Il metabolismo rende possibile la nutrizione.
Digestione: trasforma sostanze complesse in sostanze semplici nel
apparato digerente.
Valvole:
• Cardias (tra esofago e stomaco)
• Piloro (tra stomaco e intestino)
• Valvola ileocecale (tra intestino tenue e crasso)
Gli organi sono avvolti dal peritoneo.
Peritalsi: riduce il cibo a pezzetti, lo impasta e permette lo spostamento. Si
genera per le contrazioni e rilazioni dei muscoli.
APPARATO RESPIRATORIO
Carburante funziona come glucosio che ha bisogno di ossigeno per
ossidarsi e liberare energia. Questa combustione brucia ossigeno.
• Respirazione polmonare: introdurre ossigeno nell’organismo per
espellere sostanze di rifiuto.
• Respirazione cellulare: reazione de ossidazione del glucosio.
L’ ossigeno brucia il glucosio, i grassi e le proteine e liberano energia. Si
produce nei mitocondri.
Ossigeno+glucosio: anidride carbonica, acqua ed energia.
Vie respiratorie: cavità nasali, bocca, faringe, laringe, trachea, bronchi e
bronchioli. Umidificano, depurano e riscaldano l’aria.
L’aria entra nel naso attraverso le narici, si riscalda ed è filtrata dalla
mucosa nasale che uccide i batteri. L’aria passa alla faringe e dopo
attraversa la laringe dove si trova l’epiglottie che impedisce al cibo di
entrare nella trachea. Nella laringe si trovano le cordi vocali che emettono
suoni attraverso vibrazioni. Dopo passa nella trachea, fatta da anelli, che
consente il passaggio dell’aria e consente all’ esofago di dilatarsi quando
passa il cibo. Nella trachea si trova la ciglia che producono muco. La
trachea si ramifica nei bronchi che si dividono in bronchioli. L’aria entra nei
polmoni protteti da ossa(costole). Nei polmini si trovano gli alveoli he sono
rivestiti da capillari sanguini. Nei polmoni si produce lo scambio di aria e
sangue. I polmoni sono avvolti da pleure dove scorre il liquido
pleurico(permette ai polmoni di espandersi e contrarsi) e funziona come
lubrificante.alla fine l’ ossigeno è trasportato alle cellule per bruciare il
glucosio e produrrere energia. Dopo il polmoni si trova il diaframma che
separa la gabbia toracica della cavità addominale.
Le contrazioni del diaframma fanno cambiare il volume dei polmoni per il
suo tessuto elastico. Quando inspiri le costolle si sollevano e quando espiri
si abbassano. Durante l’inspirazione i muscoli intercostali si contraggono e
il diaframma si contrae, abbassandosi. Durante l’ espirazione i muscoli
addominali si contraggono e gli intercostali si rilassano, il diaframma si
rilassa sollevandosi.
I polmoni si comprimono e l’ aria tende a uscire dai polmoni.
Aria Inspirata Aria Espirata
Azoto 79% 79%
Ossigeno 21% 16%
Anidride carbonica 0,03% 4,5%
APPARATO CIRCOLATORIO
L’apparto circolatorio e composto dal sangue, i vasi sanguini e il cuore.
Anche ha la funzione di distribuire il calore. Quando fa caldo il flusso di
sangue aumenta per disperdere l’eccesso di calore. Quando fa freddo il
flusso di sangue si riduce perche il calore è riservato agli organi più
importanti.
Vasi sanguini:permettono al sangue di raggiungere nostro corpo sotto la
spinta del cuore.
• Arterie: portano il sangue dal cuore alla periferia. Contengono pareti
spesse e robuste per sopportare l’alta presione con cui il sangue le
percorre. Si ramificano in arteriole e trasportano sangue ossigenato.
• Vene: portano il sangue dalla periferia al cuore. Hanno pareti sottili
perche al loro interno il sangue scorre con minore pressione. Si
ramificano in venule e trasportano sangue ricco di diossido di
carbonio.
• Capillari: sono piccolissimo, hanno pareti formate da un singolo
strano di cellule, il che facilita lo scambio dei gas tra il sangue e le
cellule del corpo. Due tipi: arteriosi (ultime diramazioni delle arterie)
e venosi (prime diramazioni delle vene).
Il sangue: 5/6 litri. Divisa in due: plasma (55%) e parte corpuscolata (45%)
(globuli rossi, globuli bianchi e piastrine)
• Globuli rossi: trasporta l’ossigeno e il diossido di carbonio grazie
all’emoglobina. L’ossigeno si lega al ferro, il ossigeno si distacca e il
diossido di carbonio si unisce all’ emoglobina. Il sangue la trasporta
agli alveoli ed è eliminata con l’aria espirata. Sono prive di nucleo e
vivono 120 giorni. Sono distrutti nella milza. L’emoglobina distrutta si
trasforma in bilirubina che è eliminata con la bile.
• Globuli bianchi: sono meno numeroso. Hanno un nucleo e sono
prodotti nella milza, nel linfonodi e nel timo. Vivono decina di giorni e
sono distrutti nella milza. Hanno un ruolo essenziale per la difesa
dell’organismo. Si concentrano nei tessuti dove c’è un infezione
batterica e la distruggono e produco anticorpi per eliminare corpi
estranei penetrati nell’organismo.
• Piastrine: durano pochi giorni. Bloccano le emorragie e il sangue
coagulo. Rendono possibile la coagulazione del sangue.

Cuore: situato nel torace tra i due polmoni, dietro lo sterno e sopra il
diaframma. È il motore della circolazione: si contrae e si rilassa como una
pompa e spinta il sangue neccesario per farlo scorrere in tutto il corpo.
• Atri e ventricoli: è diviso in due metà che non comunicano tra loro da
una parete chiamata setto. Destra: sangue da ossigenare, sinistra:
sangue ossigenato. Diviso in atri e ventricoli. Valvola destra:
triscupide, valvola sinistra: biscupide. Queste valvole fanno che il
sangue scorra dall’atrio al ventricolo.
• Ingresso e uscita del sangue: all’atrio destro arrivano le due vene
cave con il sangue ricco di anidride carbonica. Dall’atrio passa al
ventricolo ed esce attraverso l’arteria polmonare per arrivare ai
polmoni. Nella parte sinistra il sangue arriva attraverso quattro vene
polmonari. Passa dal atrio sinistro al ventricolo sinistro e poi tramite
l’arteria aorta e distribuisce il sangue a tutte le cellule.
• Ciclo cardiaco: le cellule generano un impulso elettrico che da inizio
al ciclo cardiaco. Diastole: dilatazione, si riempie di sangue
aspirandolo. Sistole: contrazione ed espulsione del sangue. Gli atri si
contraggono e spingono il sangue nei ventricoli. Gli atri si riempiono
di sangue e i ventricoli si contraggono.
• Frequenza cardiaca: numero di cicli in un minuto (normale 60 e 80)

Circolazione: funzioni: rifornire le cellule di ossigeno e trasformare il


sangue ricco di anidride carbonica in sangue ossigenato.
• Grande circolazione: sangue va dal cuore agli organi e ritorna al
cuore.
• Piccola circolazione: sangue va dal cuore ai polmoni e ritorna al
cuore.
APPARATO URINARIO
Filtra il sangue riciclandolo l’acqua e trattenendo i rifiuti azotati che sono
allontanati dal corpo attraverso l’urina.
L’acqua è il componente principale.
• Rifiuti azotati: le proteine devono essere smontate, questo processo
produce ammoniaca un composto inorganico tossico. L’organismo la
trasforma in urea e acido urico (rifiuti azotati).
• Organi escretori: escrezione: l’organismo elimina sali minerali,
anidride carbonica e rifiuti azotati. Organi che lo producono: pelle
(elimina con il sudore i sali minerali), fegato (estrae aminoacidi e
glucosio), polmoni (espellono diossido de carbonio) e l’intestino
(elimina con i feci sali minerali e sostanze inorganiche).

I reni purificano il sangue filtrandolo e producendo l’urina e viene espulsa


attraverso le vie urinarie (ureteri,vescica e uretra). Il sangue entra
attraverso un ramo dell’arteria renale ed esce purificato per la vena renale.
Dopo i reni il bacinetto renale si restringe e diventa l’uretere che termina
con la vescica. La vescica è un depositi per l’urina. Quando abbiamo uno
stimolo a urinare l’urina tramite l’uretra. Se decidiamo ignorare questo
stimolo la vescica può dilatarsi.
I reni eliminano rifiuti con processi chiamati filtrazione e riassorbimento. Si
producono nei nefroni.
• Nefroni: sono visibili al microscopio. L’arteria renale si ramifica
formando il glomerulo, che è contenuto nella capsula di Bowman.
Questa capsula confluisce il tubulo renale che sbocca nel canale
collettore.
• Filtrazione: si produce nei reni. Le parte dei capillari filtrano un liquido
che contiene molecole di acqua, glucosio, urea e Sali minarali.
Queste molecole si concentrano nella capsula di Bowman.
• Riassorbimento: il tubulo renale passa attraverso le rete dei capillari
che diventano prima capillari venosi e poi venule. Le cellule del
tubulo selezionano le sostanze da recuperare (acqua, glucosio e sali
minerali). Il tubulo sfocia nel canale collettore ed espelle urina (95%
acqua e 5% rifiuti). I canali collettori fanno che l’urina attraverse gli
ureteri che la portano alla vescica. Le pareti della vescica si dilatano
per accumulare urina e si contraggono per svuotarla.