Sei sulla pagina 1di 22

Dialoghi

L’Italiano
in famiglia

CORSO DI ITALIANO PER STRANIERI

Quaderno
Dialoghi

Vannini Editrice

317
L’Italiano in famiglia 2
INDICE

PUNTATA PAG.

1 Preparativi in casa Fappani .............................................................. 318


2 Arriva Marisol ................................................................................... 319
3 Tanti amici ........................................................................................ 320
4 La cena è servita! .............................................................................. 321
5 Lo sport ............................................................................................ 322
6 Una domenica italiana ..................................................................... 324
7 A lezione di… Italia ........................................................................... 325
8 Che mal di testa! .............................................................................. 326
9 Che bello leggere ............................................................................. 327
10 Colloquio di lavoro ........................................................................... 329
11 Un tuffo nel passato ......................................................................... 330
12 La risposta esatta . ........................................................................... 332
13 Una pilota promettente .................................................................... 333
14 Ma che lingua è? .............................................................................. 334
15 La serata più bella ............................................................................ 336

318
Dialoghi

1.
ANNA “Forza Carlo, sei pronto? È ora di andare
a letto!”
NARRATORE “E questo sono io, il simpaticone di

casa Fappani. Mi chiamo Carlo.”


CARLO “Ok, sono pronto, buonanotte famiglia”

borbotta tra sé e sé.


PREPARATIVI NARRATORE 2 “Caro diario,

oggi è stato un giorno molto


IN CASA FAPPANI indaffarato. Domani pomeriggio arriva Mari-
sol da Barcellona. L’arrivo è previsto alle ore
16 all’aeroporto di Verona... dovevi vedere la
mamma oggi pomeriggio, era agitatissima.”
ANNA “Domani arriva Marisol da Barcellona...

era la sua mamma dalla Spagna” informa


Personaggi principali: i Fappani
appoggiando il telefono.
(mamma Anna, papà Paolo, Marta,
MARTA “Bene, a che ora? Non sto più nella
Carlo)
1°narratore (voce narrante durante la pelle, a scuola tutti i miei compagni la
sigla): Carlo attendono.”
2°narratore (voce narrante durante la ANNA “Atterrerà alle 16, a Verona. Ho informato
sit): Marta
il papà, ci porta lui in aeroporto.”
Personaggi secondari: /
CARLO “Il gran giorno è arrivato, tutti i miei
Ambienti: casa Fappani, vicolo/strada
dove abitano i Fappani, esterno ed amici vogliono conoscere Marisol, a scuola
interno casa. sono famoso.”
MARTA “Marisol non verrà alla tua scuola,

ma al mio liceo: tutti i miei professori la


NARRATORE “Una casa.” aspettano.”
ANNA “Io invece non aspetto! Venite ad aiutarmi
NARRATORE “La casa Fappani.”

NARRATORE “Una famiglia.”


dobbiamo preparare la camera a Marisol.”
CARLO “Cosa dite? “Bienvenida Marisol.”
NARRATORE “La famiglia Fappani, la mia famiglia.

Io sono Carlo, il più piccolo.” MARTA “Bravo Carlo, è un pensiero gentile.”

NARRATORE “Questa è la mia mamma: la mia PAOLO “Anna dove sei? Sono arrivato.”

pasticcera preferita, si chiama Anna.” CARLO “Ciao papà, siamo tutti in camera di

PAOLO “Stasera non c’è nulla in televisione, ma Marta: domani arriva Marisol e le nostre
se vuoi io ho un film molto divertente.” donne hanno perso la testa.”
NARRATORE “Questo è il mio papà, il mio cinefilo PAOLO “Lo so che arriva la spagnola... hola mio

preferito, ha un film per tutte le occasioni. amigo... domani avremo 3 donne in casa.”
Si chiama Paolo.” CARLO “Non vedo l'ora, imparerò lo spagnolo e

NARRATORE “Lei è mia sorella, la mia scrittrice così poi sarò pronto per andare in Spagna.”
preferita. Tutte le sere scrive sul suo diario ed ANNA “Ciao Paolo, sei arrivato presto! Mi accom-

io tutti i pomeriggi leggo le sue confidenze pagni al supermercato? Domani pomeriggio


su face book. Si chiama Marta.” andremo all'aeroporto e stasera voglio pre-
319
L’Italiano in famiglia 2

2.
parare una pasta speciale per Marisol!”
CARLO “Vengo anch'io, porto la borsa, spingo il

carrello e vi aiuto a scegliere le cose buone


per Marisol.”
PAOLO “Vamos, mi amigo. Hasta la vista

señorita.”
MARTA “Pronto, Roberta sei tu? Ciao, sono ARRIVA MARISOL
Marta. Grandi novità: domani pomeriggio
arriva Marisol, andiamo a prenderla a
Verona... sì, Marisol, la figlia dell’amica di
mia mamma che vive a Barcellona. Un giorno
per ambientarsi e poi subito a scuola. Mia
mamma ha già parlato con il Preside e con il
prof. Piacentini, tutti l’aspettano, ora scrivo Personaggi principali: i Fappani
la notizia su facebook, così avviso subito (mamma Anna, papà Paolo, Marta,
tutti.” Carlo);
2°narratore (voce narrante durante la
NARRATORE 2 “Come vedi, caro diario, oggi è stata
sit): Marta
proprio una giornata speciale: Personaggi secondari: Marisol
• la mamma mi ha comunicato l’arrivo di Ambienti: casa Fappani, vicolo/strada
Marisol dove abitano i Fappani, esterno ed
• abbiamo preparato la sua camera interno casa, aeroporto.
• abbiamo comperato tante cose buone
• io ho informato tutti gli amici
• la mamma ha cucinato la sua speciale pasta NARRATORE 2 “Caro diario, oggi è stato davvero
al forno. un giorno emozionante. È arrivata Marisol
Tutto è pronto per Marisol ed ora a nanna! da Barcellona. È atterrata in perfetto orario
BUONANOTTE FAMIGLIA.” alle ore 16 all’aeroporto di Verona... ma
preferisco raccontare con calma e non voglio
tralasciare nulla.
PAOLO “Svelti faremo tardi, dove siete?”
MARTA “Eccomi papà, ho preso il vocabolario
di spagnolo e la macchina fotografica, ma
dov’è Carlo?”
CARLO “Atterrerà alle 16, a Verona. Non c’è tutta
questa fretta.”
“Non c’è bisogno di tutto questo gel!”
ANNA “In cucina è tutto pronto per la cena, Carlo
sei bellissimo, dai andiamo il papà ha ragione
e sarebbe molto scortese arrivare in ritardo.”
CARLO “Ecco volo AZ... da Barcellona, arrivo ore
16, anzi c’è la lucina che lampeggia: l’aereo
320
Dialoghi

3.
di Marisol sta atterrando proprio ora.”
MARTA E CARLO “Eccola Marisol, Ola, bienvenida, 

Come è andato il volo?”
PAOLO “Mucho gusto, bienvenida.”
ANNA
“Come è andato il volo? Sei stanca?”

MARTA “Vieni Marisol, siamo arrivati. Questa è
la nostra casa.”
CARLO “Nuestra casa, ora tu casa.”
TANTI AMICI
MARTA “Abitiamo al secondo piano.”
CARLO “Segundo piso, el primero es mejor.”
MARISOL “Porque es mejor?”
CARLO “Porque hai... porque tiene...”
MARISOL “Pocas escaleras, comprende escalera es
la scala, ma è magnifico tu hablas español.”
MARTA “El habla un poquito... tutti conosciamo Personaggi principali: Marta, Marisol,
qualche parola di spagnolo: l’abbiamo Stefano, Giulia,Davide, prof. Piacentini.
2°narratore (voce narrante durante la
imparato dal nonno, come tu hai imparato
sit): Marta
l’italiano dalla tua mamma.” Personaggi secondari: i Fappani
ANNA “Vieni Marisol sarai stanca del viaggio: (mamma Anna, papà Paolo, Carlo);
ti mostro la tua camera, starai con Marta e compagni di scuola di Marta seduti in
avrete tutto il tempo d’imparare l’italiano e prima fila.
lo spagnolo. Ricordatevi: Marisol già parla Ambienti: casa Fappani, vicolo/strada
dove abitano i Fappani, esterno ed
un po’ d’italiano.”
interno casa, scuola di Marta “Liceo
ANNA “Accomodati Marisol, hai fame? Ho
Calini”
preparato le lasagne perché so che ti
piacciono molto e Carlo e Marta hanno
preparato il dolce, la crema catalana,
NARRATORE 2 “Caro diario,
proprio quella vera, come si fa in Spagna,
hanno usato il loro asso nella manica.” oggi è stato un giorno impe-
MARISOL “La lasagna me gusta mucho e muchas
gnativo. Sono andata a scuola con Marisol,
gracias por la crema catalana.” che successo tutti la vogliono conoscere ...
PAOLO “Buon appetito, questa pasta è buona ma procediamo con ordine...”
calda.” STEFANO “Piacere Marisol, io sono Stefano, ti

MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, anche oggi sono aspettiamo tutti da giorni.


successe tante cose: ROBERTA “Piacere, mi chiamo Roberta e spero di

• siamo andati all’aeroporto diventare tua amica, te gustaria?”


• Marisol è atterrata in perfetto orario MARISOL “Me gustaria mucho, ma tranquilla yo

• siamo ritornati a casa con Marisol parlo italiano, parlo poco poco, un poquito,
• Marisol si è sistemata nella mia camera ma sono qui per impararlo.
• Abbiamo cenato tutti insieme. Mia mamma es italiana e yo hablo italiano
... ed ora a nanna! con ella, disculpa, con lei, e parlo spagnolo
Buonanotte Marisol, BUONANOTTE FAMIGLIA.” con mi papi, disculpa, mio papà. Necesito
321
L’Italiano in famiglia 2

4.
un aiuto: non parlare con mì Spagnolo, ma
Italiano.”
DAVIDE “Brava Marisol, ma con me puoi parlare

spagnolo? Voglio imparare la tua lingua,


sai, a Natale vado a Barcellona e vorrei fare
bella figura. Scusa non mi sono presentato,
mi chiamo Davide.”
PROF. PIACENTINI “Ma bravo, Strada! Come vedo LA CENA È SERVITA
già in prima linea. Adesso ho capito perché
ami apprendere le lingue e in particolare
lo spagnolo: per far presa sulle ragazze!
Adesso a posto, però!
Piacere, Marisol Io sono il professor Piacen-
tini, il professore di italiano di questo Liceo.
Personaggi principali: Marta, Carlo,
A me il compito e l’onore di accoglierti e ri-
Marisol;
ceverti e do il benvenuto a nome di tutto il 2°narratore (voce narrante durante la
liceo Calini. Conoscerai gli altri professori e, sit): Marta
durante la ricreazione, i compagni ti mostre- Personaggi secondari: mamma Anna,
ranno la scuola. Ci fa piacere averti come papà Paolo.
Ambienti: casa Fappani, esterno ed
alunna e con il tuo aiuto avremo la possi-
interno casa.
bilità di conoscere la scuola spagnola e la
civiltà spagnola.”
MARISOL “Grazie professore, anche per me è

un onore essere in una scuola italiana, la NARRATORE 2 “Caro diario,

scuola che ha frequentato la mia mamma.” oggi è stato un giorno molto


PROF. PIACENTINI “Bene adesso tutti a posto, la gustoso. Questa mattina come sempre
lezione può iniziare.” siamo andati a scuola, ma nel pomeriggio ci
MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, siamo divertiti in cucina. La mamma arrivava
anche oggi sono successe tante cose: tardi e noi abbiamo preparato la cena...”
• Primo giorno di scuola per Marisol CARLO “Ragazze sono tutto orecchie, dettate

• Marisol conosce i miei compagni e io scrivo il menù, ho già preparato lo


• Marisol conosce il prof. Piacentini schema e devo solo scrivere tutte quelle
• Marisol in ricreazione visita la scuola prelibatezze che preparerete.”
• Abbiamo cenato tutti insieme MARTA “Che prepareremo, mi amor, c’è lavoro

... ed ora a nanna! per tutti.”


Buonanotte Marisol, MARISOL “Io passo gli ingredienti e gli utensìli

BUONANOTTE FAMIGLIA.” da cucina così imparo le parole della cucina


italiana.”
MARTA “Le parole della cucina italiana... bene,

allora questi” dice mostrando un cucchiaio


di legno e un frullino “sono gli utènsili da
322
Dialoghi

cucina, gli utensìli sono gli attrezzi da poco è pronto, si mangia.”


lavoro.” ANNA “Sono arrivata, ma che profumino.”

CARLO “Il trapano, il cacciavite che usa il papà MARTA “Ecco versiamo la pasta ben scolata in

sono degli utensìli.” questo tegame con la pancetta affumicata


MARTA “Bene bene, guardiamo cosa ci offre ben rosolata, aggiungiamo i tuorli sbattuti con
questa dispensa: un pacchetto di pasta, il parmigiano, mescoliamo delicatamente e
della pancetta affumicata, uova, tanto uniamo per ultimo gli albumi montati a neve e
parmigiano e poi, e poi, mozzarella, quei continuiamo a mescolare piano piano dal bas-
rossi pomodori.” so verso l’alto per non smontare gli albumi.”
CARLO “E per il dolce? A Marisol piace il dolce.” MARISOL “La pasta è pronta e voi siete pronti? La

MARISOL “Carlo sei sempre muy cariñoso, ma cena è servita!”


la tua mamma ha già preparato questa MARTA/NARRATORE 2 “... Caro diario, anche oggi

profumata torta al cioccolato.” non ci siamo fatti mancare nulla:


CARLO “Bene, molto bene, ora mi detti il menù?” • di mattina siamo andati a scuola
MARTA “Pasta alla carbonara, insalata caprese e • nel primo pomeriggio abbiamo studiato e
torta al cioccolato, una cenetta equilibrata, ascoltato musica
gustosa e non troppo impegnativa.” • nel tardo pomeriggio abbiamo cucinato
CARLO “Appendo qui il menù e ora sono ai tuoi • e come sempre
ordini!” • abbiamo cenato tutti insieme e...
MARTA “Prepara l’insalata caprese, fai fette MARISOL “Non chiudere il computer scrivo a mia

molto sottili e sistema tutto in questo grande mamma la ricetta della pasta alla carbonara,
piatto, Marisol ti passerà ogni cosa.” mi aiuti?”
MARISOL “Ecco il tagliere, il coltello, stai attento MARTA “Certamente, dai, iniziamo una rubrica

Carlo sono un’aiutante di cucina e non con la tua mamma: C’è @ dall’Italia.”
un’infermiera, la mozzarella, i pomodori, DA: marisol@libero.it
A: daniela@libero.it
olio d’oliva e basilico.” OGGETTO: C’è @ dall’Italia”
MARTA “Ho messo l’acqua a bollire e la pancetta Cara mamma,
Marta mi ha svelato il segreto
affumicata a soffriggere dolcemente. Ora, della pasta alla carbonara della
Marisol, mi occorrono quattro uova e il zia Anna.
frullino elettrico per montare gli albumi.” Escuchamy muy atentamente:
• rosolare piano piano la pancetta
MARISOL “Montare gli albumi? Perché?” affumicata
MARTA “È un segreto di famiglia: mettiamo gli • aggiungere i tuorli sbattuti con il
parmigiano
albumi per ottenere una pasta morbida. Ecco, • mescolare delicatamente
usa il frullino fino a quando sembreranno • unire per ultimo gli albumi montati
soffice neve.” a neve
• continuare a mescolare delicatamente
MARISOL “Rapida la batidora, ehm il frollino.” dal basso verso l’alto per non
CARLO “Rapido il frullino, questo è un frullino.” smontare gli albumi.
Buon appetito.
CARLO “L’acqua bolle, buttiamo la pasta?”
Un besito.
PAOLO “Bravi ragazzi, la mamma sta arrivando, Marisol
vi serve aiuto?” “Ed ora a nanna!
MARTA “Certamente, apparecchia il tavolo tra Buonanotte Marta, BUONANOTTE FAMIGLIA.”
323
L’Italiano in famiglia 2

5.
cola, comunque grazie professore.”
PROFESSORE BONFADINI “Marta ti ha mostrato dove
è lo spogliatoio? A sinistra ci sono anche le
docce!”
MARTA “Ho già mostrato tutto professore ...
in fin dei conti lo sa che sono una buona
guida!”
LO SPORT PROFESSOR BONFADINI “Hai portato il certificato
medico?”
MARISOL “Sì, l’ho consegnato in segreteria.”
PROFESSOR BONFADINI “Bene allora possiamo
iniziare la lezione, ad ogni modo, Marisol,
io sono sempre qui: non esitare a chiedere
e ricorda: lo sport insegna a lavorare in
Personaggi principali: Marta, Marisol, gruppo.”
professor Bonfadini, docente di educa- MARTA “È un tipo in gamba, fa lavorare i nostri
zione fisica; corpi, ma allena anche le nostre menti.”
2°narratore (voce narrante durante la GIORGIO “È davvero forte e, siccome ci conosce,
sit): Marta lui sa come allenarci.”
Personaggi secondari: compagni di
ENRICO “Otteniamo buoni risultati perché
classe di Marta: Giorgio, Enrico, Elena,
mamma Anna, papà Paolo e Carlo. seguiamo i suoi consigli.”
Ambienti: casa Fappani, esterno ed ELENA “Lavora su ognuno di noi dato che un

interno casa, il liceo Calini esterno, la gruppo di atleti è simile a un gruppo di


palestra del liceo. colleghi.”
MARISOL “Mi avete convinta, ora però finiamo di
chiacchierare e iniziamo a correre.”
MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario oggi ci siamo
NARRATORE 2 “Caro diario, dedicate allo sport:
oggi è stato un giorno molto • stamattina abbiamo seguito con fatica le
movimentato. Questa mattina come sempre lezioni di latino e matematica
siamo andate a scuola, ma, dopo tre ore impe- • ho mostrato a Marisol la palestra della
gnative di latino e matematica, abbiamo avuto scuola
una lezione molto, molto movimentata.” • ho presentato il professore di educazione
MARTA “Buon giorno professore, le presento fisica
la mia amica Marisol: è da poco arrivata • i miei compagni hanno espresso giudizi
da Barcellona e per lei questa è la prima positivi sul professore
lezione di educazione fisica.” • abbiamo svolto la lezione di educazione
PROFESSOR BONFADINI “Benvenuta Marisol: sono il fisica
professor Bonfadini, da oggi il tuo profes- • pomeriggio tranquillo
sore di educazione fisica. Sono stato infor- • e stasera come sempre abbiamo cenato
mato dal preside del tuo arrivo. A proposito tutti insieme
mi capisci?” ... ed ora a nanna!
MARISOL “Tranquillo professore grazie alla Buonanotte Marisol,
mamma parlo l’italiano da quando ero pic- BUONANOTTE FAMIGLIA.”
324
Dialoghi

6.
rare i biglietti del traghetto con Carlo, ma
non voglio essere lasciato solo, non tarda-
te!”
ANNA “Vi raggiungiamo subito, non essere

preoccupato.”
MARISOL “Mi piace, ci sono le case che si

UNA DOMENICA affacciano sull’acqua e tutti questi bar con


i tavolini all’aperto e...”
ITALIANA MARTA “Quanti bei negozi!”

ANNA “I negozi oggi sono vietati: ci aspettano

all’imbarcadero, venite passiamo sul ponti-


cello, sta arrivando il traghetto.”
CARLO “A me gli occhi, un bel sorriso, sarò il

Personaggi principali: i Fappani: vostro fotografo.”


mamma Anna, papà Paolo, Marta, Carlo, ANNA “Guarda, Marisol, là di fronte c’è Peschiera
Marisol compagna di scuola di Marta; Maraglio, una località di Montisola.”
2°narratore (voce narrante durante la
MARISOL “Fantastiche le casette tutte colorate e
sit): Marta
Personaggi secondari: / questo sole tinge d’oro il lago, è proprio un
Ambienti: casa Fappani: interno ed lago dorato.”
esterno, parcheggio lungolago Iseo, PAOLO “La navigazione è breve, siamo arrivati,
imbarcadero Iseo per Montisola, venite, scendiamo!”
Montisola.
CARLO “Un ultimo scatto dello sbarco a Monti-

sola, ecco guardate, sono qui!”


ANNA “Questa è la mappa dell’isola, noi ci

NARRATORE 2 “Caro diario, troviamo qui e faremo questo percorso.”


oggi è stato un giorno turi- PAOLO “Venite andiamo a noleggiare le

stico. Siamo andati a Montisola, un’isola al biciclette.”


centro del lago d’Iseo, la più grande isola CARLO “Mi piacciono le biciclettate con voi,

lacustre.” vinco sempre!”


MARISOL “La-cu-stre... che parola difficile: non MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario ti voglio
capisco.” raccontare la mia domenica speciale:
MARTA “Lacustre significa del lago, quindi • viaggio in auto sino a Iseo
isola sul lago, Montisola infatti è la più • ricerca del parcheggio sul lungolago
grande isola dei laghi d’Europa. La mamma • due passi fra le vie di Iseo per raggiungere
dice che è un posto incantevole, una delle l’imbarcadero
meraviglie d’Italia che assolutamente deve • viaggio sul traghetto
essere vista.” • informazioni sull’isola e sul percorso
CARLO “Vieni papà andiamo avanti a prendere • noleggio delle biciclette
i biglietti del traghetto, le donne verranno • biciclettata sull’isola.
rapite dalle vetrine.” MARISOL “Per la mia rubrica C’è @ dall’Italia ecco

PAOLO “Anna avete preso tutto? Vado a compe- la cronaca della domenica a modo mio.
325
L’Italiano in famiglia 2

La mia domenica italiana siete seduti vicini al vostro nuovo compagno


• Arrivo a iseo di lavoro, oggi lavorerete in coppia. La volta
• Due passi a iseo scorsa eravate in gruppo di 4 e dovevate
• Sul traghetto scegliere l’argomento per la gara di oggi.
• Lo studio del percorso Vi siete preparati? Bene, ricordiamo gli
• Giro dell’isola in bicicletta argomenti scelti da ogni coppia:
“Te gusta? Ma è tardi... ed ora a nanna! Coppia 1: il tricolore
Buonanotte Marta, Coppia 2: l’emblema
BUONANOTTE FAMIGLIA.” Coppia 3: lo stendardo
Coppia 4: l’inno nazionale
Coppia 5: il Vittoriano
Coppia 6: la costituzione

7.
Tutti questi argomenti ci faranno conoscere
meglio i simboli della nostra repubblica: la
repubblica italiana. I computer sono tutti fun-
zionanti, ora potete iniziare, buon lavoro.”
MARISOL “Bene Marta partiamo dal primo

argomento: il tricolore.”
A LEZIONE MARTA “La Costituzione italiana all’articolo 12

precisa: La bandiera dell’Italia è il tricolore


DI... ITALIA italiano: bianco, rosso, verde.”
MARISOL “A tre bande verticali di uguali dimen-

sioni. Le bande sono le strisce vero Marta?”


MARTA “Precisamente, sei molto sicura, non ti

credevo così brava!”


Personaggi principali: Marta, Marisol, MARISOL “Ieri pomeriggio mi sono allenata con
prof.ssa Sforza, Carlo, non volevo sfigurare!”
2°narratore (voce narrante durante la MARTA “Bene, andiamo avanti.”
sit): Marta
MARISOL “I colori della bandiera italiana quando
Personaggi secondari: mamma Anna,
papà Paolo, Carlo; vari compagni di furono usati per la prima volta?” legge la
scuola, Davide. domanda e subito aggiunge “olà es muy
Ambienti: casa Fappani: interno ed difficil!”
esterno, scuola esterno/interno, aula/ MARTA “Nel 1796 per opera di Napoleone
laboratorio informatica
che li adottò come simbolo della Legione
Lombarda della Repubblica Transpadana
ma non era ancora una vera bandiera
NARRATORE 2 “Caro
diario, nazionale.”
oggi è stato un giorno tecno- MARISOL “Nel 1946 l'Italia repubblicana
logico. A scuola siamo andati nel laboratorio conferma la bandiera tricolore a strisce
d’informatica con la professoressa Sforza.” verticali.”
PROFESSORESSA “Buon giorno ragazzi. Bravi, MARTA “Leggiamo le curiosità e poi continuiamo

326
Dialoghi

8.
con un nuovo argomento.”
MARISOL “Me gusta, yo soy muy curiosa.”

MARTA “Nel mondo sportivo gli italiani grida-

no “forza azzurri” per incitare la squadra o


gli atleti italiani, sempre vestiti di azzurro.
Perché? Cosa centra l'azzurro con il tricolo-
re? Leggiamo la spiegazione. Nelle guerre
d'indipendenza dal 1848 al 1860, Carlo Al-
CHE MAL DI TESTA!
berto utilizza come bandiera proprio il tri-
colore napoleonico aggiungendoci al centro
lo stemma dei Savoia, uno scudo crociato
bianco e rosso circondato da un colore blu-
azzurro.”
DAVIDE “L'azzurro diventa il colore dello sport
Personaggi principali: i Fappani:
italiano nel primo novecento. So tutto sulle Marta, Marisol, Carlo.
bandiere se vuoi, Marisol, ti aiuto?” 2°narratore (voce narrante durante la
MARISOL “Grazie, se ho bisogno ti chiamo.” sit): Marta
MARTA “Dai Marisol, passiamo al secondo Personaggi secondari: mamma Anna,
papà Paolo, farmacista Rufina e marito
argomento altrimenti stasera saremo ancora
farmacista Gianpiero.
qui a rispondere.” Ambienti: casa Fappani: interno ed
MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon- esterno, farmacia.
tare il mio giorno tecnologico:
• stamattina lezione nel laboratorio d’infor-
matica
NARRATORE 2 “Caro diario,
• quiz sulla bandiera italiana oggi è stato un giorno molto
• Andrea aiuta Marisol doloroso. Al ritorno da scuola abbiamo
• e, curiosità per me, qui gatta ci cova! Sta per trovato la mamma non in perfetta forma,
nascere una nuova storia, una love story!” aveva una forte emicrania.”
MARTA “A chi scrivi?”
CARLO “SSS, fate piano, la mamma non sta
MARISOL
“A Davide.” bene.”
MARTA “Lo sapevo... BUONANOTTE FAMIGLIA.” MARTA “Ciao mamma, cosa succede? Cosa ti

senti?”
ANNA “Niente di grave, ho il mio solito mal di

testa , mi basta un po’ di riposo. In cucina c’è


il pranzo pronto, ce la fate senza di me?”
MARTA “Certamente non ti preoccupare, vuoi

che ti porti qualcosa?”


ANNA “Ti ringrazio, ma non desidero nulla.”

CARLO “Allora riposa, socchiudi gli occhi e prova

a riposare.”
MARTA “Quante cose buone! È tutto in tavola

327
L’Italiano in famiglia 2

Marisol, serviti pure e tu, Carlo, non abbuf- ordino delle pizze e lasciamo riposare la
farti o stasera saranno due gli ammalati.” mamma, il riposo è la miglior medicina!”
MARISOL “Mi dispiace per la vostra mamma, il MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon-

mal di testa è muy doloroso.” tare il nostro giorno doloroso:


CARLO “La testa è il suo tallone d’Achille.” • dopo la scuola abbiamo trovato la mamma
MARTA “Carlo finisci di sparecchiare io vado con il mal di testa
in farmacia con Marisol a comperare le • abbiamo pranzato da soli
medicine.” • sono andata in farmacia con Marisol
CARLO “Chiudi piano la porta, qua ci penso io.” • acquisto delle medicine
• per cena il papà ha ordinato le pizze
MARTA “Guarda là di fronte c’è la nostra Ora la mamma riposa ...
farmacia.” BUONANOTTE FAMIGLIA.”
MARISOL “Bene, entriamo. Prendi la ricetta!”

MARTA “Non ho la ricetta, la farmacista conosce

9.
la mamma e sa quale farmaco utilizza.”
FARMACISTA RUFINA “Ecco qui, grazie, arrivederci.”

CLIENTE “Grazie.”

FARMACISTA RUFINA “Venite ragazze, tocca a voi.

Ciao Marta, cosa vi serve?”


MARTA “Buongiorno. La mamma ha la sua solita

emicrania. Una sua amica le ha consigliato


questo nuovo farmaco. Lei che dice?” CHE BELLO
FARMACISTA RUFINA “Umm, questo mi sembra
LEGGERE
troppo forte per la mamma. non è un
farmaco da banco e non posso darlo senza
ricetta. È meglio che continui con la solita
cura. Dille che ho preferito dare la medicina
di sempre. Se non passa è meglio sentire il
medico.” Personaggi principali: i Fappani:
Marta, Marisol, prof. Piacentini, Carlo.
MARTA “Sono d’accordo con lei, mi dica quanto
2°narratore (voce narrante durante la
le devo, non ci serve altro.” sit): Marta
FARMACISTA RUFINA “Otto euro, hai la tessera Personaggi secondari: mamma Anna,
sanitaria?” papà Paolo.
MARTA “Certamente, eccola. Grazie.” Ambienti: casa Fappani: interno ed
FARMACISTA GIANPIERO “Fai tanti auguri alla mamma
esterno, liceo Calini, libreria.
e salutaci il papà, ciao Marta.”
MARTA E MARISOL “Grazie e buona serata.”

CARLO “Brave, avete fatto in fretta, è arrivato NARRATORE 2 “Caro diario,


anche il papà. La mamma ora dorme.” oggi è stato un giorno molto
PAOLO “Hai trovato le medicine? Bene sono le libresco. Il mitico prof Piacentini ci ha presen-
pillole che prende sempre. Per cena, ragazzi, tato dei libri fantastici, lui parla come un libro
328
Dialoghi

stampato senza essere mai stancante.” MARISOL “Un ultimo aiutino professore?”
PROF. PIACENTINI “Marisol, oggi anche tu PROF. PIACENTINI “Avendo già detto molto non

parteciperai alla lezione “Un libro per tutti”. vi resta che leggere il libro, cercando il
È una grande opportunità per leggere e significato del titolo “Il quinto giorno.” La
soprattutto amare la lettura, far nascere lezione è finita. Buona lettura e buon giorno,
l’amore per la lettura. Come è venuta ragazzi.”
quest’idea del martedì, questa ora di lezione RAGAZZI “Buon giorno, professore”

così particolare? MARTA “Oggi pomeriggio andiamo in libreria a

Guardando la televisione. C’è quella trasmis- prendere il librone, che ne dici?”


sione domenicale di Neri Marcorè: “Per un ROBERTA “Ciao, ciao.”

pugno di libri”. Non è che io voglia compete- MARISOL “Claro que sì, me gusta l’aventura en

re con l’attore, però un pensierino, quando la mar.”


andrò in pensione, potrei anche farlo! MARTA “Andiamo a casa, pranziamo e poi

Ma torniamo a cose più serie. Oggi qual è andiamo in libreria anche con Carlo, lui legge
il libro proposto? Oggi voglio presentarvi molto e sarà contento di accompagnarci.”
un “librone” che non è un mattone. È un CARLO “Vado allo scaffale dei miei libri prefe-

romanzo di fantascienza di un giovane riti, là in fondo c’è lo spazio dedicato alla


tedesco, subito balzato alle vette delle fantascienza.”
classifiche con il thriller degli oceani.” MARISOL “Bene, ti aspettiamo alla cassa.”

ROBERTA “È un poliziesco allora? Il genere usato MARTA “Ricorda Carlo vengono il papà e la

da Camilleri?” mamma a prenderci per...”


PROF. PIACENTINI “Il genere è lo stesso, ma non CARLO “... andare a mangiare la pizza.”

c’è l’ispettore siciliano Montalbano, ci sono COMMESSA “Vi posso aiutare?”

dei ricercatori, scienziati esperti del mondo MARISOL “Señorita, umm... cerchiamo “Il quinto

marino.” giorno.”
ALBERTO “I soliti mostri marini vanno seminando COMMESSA “Avete voglia di leggere? È un

terrore?” librone.”
PROF. PIACENTINI “Per sapere, per conoscere, devi MARTA “Sì, ma il nostro professore dice che lo

leggere la storia, per ora io vi dò solo degli leggeremo tutto d’un fiato.”
indizi: COMMESSA “Certamente è un libro avvincente

• Primo indizio: tre giorni funesti, tre giorna- che vi terrà incollate fino all’ultima pagina,
tacce 14 gennaio, 13 marzo e 5 aprile: sco- forte il vostro professore, vi ha dato un
prire cosa accade di così funesto! ottimo consiglio. Vi faccio un pacchetto?”
• Secondo indizio: tre luoghi pericolosi, tre MARISOL “Ne vogliamo due copie, por favor.”

postacci, costa del Perù, costa norvegese, COMMESSA “Sei straniera, complimenti per

acque del Canada: scoprire il legame tra l’italiano, es perfecto!”


questi tre luoghi pericolosi! CARLO “Ragazze aspettate a pagare sono arrivati

• Terzo indizio: i migliori scienziati del mondo il papà e la mamma.”


sono rinchiusi in un luogo segreto, isolato PAOLO “Trovati i libri? Posso pagare? Ecco fatto,

dal resto del mondo: scoprire perché è stato grazie... e ora dai, mettetevi davanti ai libri:
riunito questo dotto gruppone.” vi faccio una foto con il cellulare.”
329
L’Italiano in famiglia 2

ANNA “Bravo Paolo è un’ottima idea, così presto?”


mandiamo la foto ai genitori di Marisol.” ANNA “Siete puntuali come due orologi svizzeri,

MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon- ma sedetevi. Avete mangiato? Avete sentito
tare il nostro giorno libresco: Carlo?”
• Mattina a scuola con i consigli di lettura del MARTA “Abbiamo mangiato una piadina con

professore Piacentini Davide e Carlo mi ha mandato un sms...


• Pomeriggio in libreria leggi.”
• Cena in pizzeria ANNA “Mangiate 2 cotolette che la miglior

• E notte di lettura, già “Il quinto giorno” mi cuoca ha cucinato solo per me. La nonna è
aspetta.” la sua miglior cuoca, ma lui è l’ingordo più
BUONANOTTE FAMIGLIA.” ingordo che io conosca!
Davide vi ha offerto la piadina, è proprio un
ragazzo gentile!”

10.
MARISOL “Davide è molto gentile e ha mantenuto

una promessa che ci aveva fatto giorni fa.”


MARTA “Già, già, ha mantenuto solo una

promessa...”
MARISOL “Mi piace la tua agenzia zia Anna

e poi mi sembra di essere a Barcellona


nell’agenzia della mamma.”
COLLOQUIO MARINELLA “Benvenuta Marisol, finalmente

conosco la figlia di Daniela, l’amica di Anna,


DI LAVORO che lavora a Barcellona.”
MARISOL “Mucho gusto, è un piacere anche per me”

MARTA “Allora, mamma, hai già fatto il colloquio

con il nuovo collaboratore?”


ANNA “No, lo stiamo aspettando, avevamo

Personaggi principali: i Fappani: Anna, fissato un appuntamento per le 16, speriamo


Marinella, Enrico (candidato colloquio). sia puntuale.”
2°narratore (voce narrante durante la MARINELLA “Sarà puntuale, non è bello presen-
sit): Marta tarsi in ritardo ad un colloquio di lavoro!”
Personaggi secondari: papà, Carlo,
ENRICO “Buon giorno, sono Enrico Marini, sono
Marta, Marisol.
Ambienti: casa Fappani: interno ed qui per il colloquio di lavoro.”
esterno, agenzia di viaggi. ANNA “Piacere, Anna Martini” risponde
porgendo la mano e rivolgendosi all’amica
“Lei è Marinella, la mia socia.”
NARRATORE 2 “Caro diario, MARINELLA “Piacere, Marinella Alberti.”

oggi è stato un giorno as- ANNA “La prego si accomodi. Mia figlia e la sua

sai istruttivo. Nel pomeriggio sono andata amica assisteranno, se non le dispiace, al
nell’agenzia di viaggi della mamma...” colloquio.”
MARTA “Ciao mamma, siamo arrivate troppo ENRICO “Certamente, sono giovani e cercare

330
Dialoghi

lavoro è un’esperienza con la quale presto

11.
si dovranno misurare.”
MARINELLA “Abbiamo letto il suo curriculum

vitae: molto chiaro ed essenziale, ma ora ci


parli di lei.”
ENRICO “Ho 25 anni, abito a Brescia con un

amico, in un piccolo appartamento. Ho


una laurea in Turismo, culture e territorio;
parlo correttamente l’inglese, il francese
UN TUFFO
e il tedesco. Mi piace viaggiare e costruire NEL PASSATO
itinerari di viaggio per gli altri. Durante
l’ultimo anno d’università ho frequentato
un corso di studi a Londra e ho lavorato per
un’agenzia di viaggi che era specializzata nel
promuovere pacchetti turistici con l’Italia.
Personaggi principali: i Fappani +
Ho seguito un master per approfondire gli Marisol.
aspetti economici riguardanti la gestione 2°narratore (voce narrante durante la
delle aziende turistiche.” sit): Marta.
ANNA “Un’ultima domanda: come ti vedi fra
Personaggi secondari: /
Ambienti: casa Fappani: interno ed
cinque anni?”
esterno, esterno Castello Brescia.
ENRICO “In giro per l’Italia e per il mondo a caccia

di itinerari esclusivi per la vostra agenzia.”


MARINELLA “E noi ti prendiamo in parola. Bravo NARRATORE 2 “Caro diario,
e spiritoso, grazie, ti daremo presto una oggi è stato un giorno ricco
risposta.” di storia antica, potrei quasi dire un giorno
ENRICO “Grazie a voi, aspetto di sentirvi al più antico. Nel pomeriggio siamo andati in
presto. Buona serata. Buona sera ragazze e Castello, c’erano anche il papà e la mamma
grazie per avermi ascoltato con calma.” perché al sabato non lavorano.”
ANNA “L’impressione è ottima, domani ne PAOLO “Avete preso tutto, posso chiudere?”

parliamo con tranquillità, ma ora andiamo, ANNA
“Chiudi, chiudi, andiamo, loro sono già

ragazze, altrimenti Carlo avrà delle ottime lassù.”


ragioni per essere arrabbiato con noi.” MARTA “Vedi Marisol, quello è il nostro Castello,

MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon- il Castello che domina la nostra città,
tare il nostro giorno assai istruttivo: insomma è la fortezza che da sempre guarda
• pranzo con Davide i bresciani dall’alto.”
• pomeriggio in agenzia MARISOL “Un Castello dove vivono dame e

• cena in famiglia cavalieri?”


• e notte navigando in internet alla ricerca dei MARTA “Vivono adesso, non credo proprio.

trucchi per scrivere un buon curriculum Sono sicura che volevi dire un castello dove
BUONANOTTE FAMIGLIA.” anticamente, tanti anni fa, vissero dame e
cavalieri.”
331
L’Italiano in famiglia 2

MARISOL “Vivono, vissero, già lo sai che io già due volte perché ricorre il 150 anniversario
sbaglio sempre i verbi, insomma hai capito, dell’Unità d’Italia e lei dice che dobbiamo
qui c’erano i principi, le dame, i cavalieri?” conoscere la storia per capire chi siamo.”
MARTA “I tempi dei verbi sono difficili da imparare ANNA “Bravo Carlo, sarai tu il nostro Cicerone!”

per chi è straniero, è vero, lo dice sempre CARLO “Seguimi Marisol e la prossima volta ti

anche il professore Piacentini, ma...” porterò nei passaggi segreti del Castello,
CARLO “... qui non c’erano principi, dame e stasera ci aspettano i nonni a cena e non
cavalieri, ma soldati. Era una fortezza per possiamo tardare, la nonna prepara il mio
difendere la città.” piatto preferito, il risotto alla milanese.”
PAOLO “Gentili dame e prode cavaliere, mi MARISOL “Ti seguo e ti ascolterò, mio Cicerone,

volete seguire nel mio castello? Io sarò il ma a un patto: a casa tu ascolterai un po’ di
vostro principe e avrò l’onore di ospitarvi storia della mia Spagna!”
nel mio castello!” L’immagine sfuma sulla famiglia che entra
ANNA “Dai mio principe poco azzurro, ma tanto nel museo.
grigio, andiamo, il museo ci aspetta.” MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon-

PAOLO “Hai detto tanto grigio, ma dove? Vieni, tare il nostro giorno antico:
Marisol, entriamo attraverso l’imponente • nel pomeriggio siamo andati in Castello
portale e giriamo a sinistra.” • abbiamo visitato il museo del Risorgimento
CARLO “Una volta, quando la mia mamma era • e per finire abbiamo cenato dai nonni
piccola, là in fondo a destra c’era lo zoo... BUONANOTTE FAMIGLIA.”
e là in fondo sul piazzale c’è una vecchia
locomotiva.”
PAOLO “Già, la vecchia locomotiva che ai primi

del novecento, insomma all’inizio del XX


secolo, collegava la città alla valle Camonica,
alla nostra montagna.”
MARTA “Vieni a vedere che vista magnifica. E

poi in questo grande piazzale, d’estate,


proiettano i film all’aperto.”
MARISOL “È un posto bellissimo e anche molto

romantico.”
CARLO “Già romantico, con chi vuoi venire,

Marisol?”
ANNA “Bellissimo, pieno di fascino antico, da

scoprire gradualmente. Ma ora entriamo nel


Museo del Risorgimento, potrai conoscere
la storia della nostra città dalla fine del XVIII
secolo al XIX.”
CARLO “Dai Marisol, entriamo, io so tutto e la storia

qui è più divertente che sui libri. Quest’anno


sono venuto con la mia professoressa di storia
332
Dialoghi

12.
alla prova.”
MARISOL “Che versione sarà? Sarà come il gioco

famoso in tutto il mondo?”


MARTA “Sarà molto simile e sembrerà di essere

nello studio televisivo.”


CARLO “Come avranno fatto a entusiasmare

LA RISPOSTA tante persone non lo so, ma so che questo


gioco piace a tutti, dai venite, ho tutto
ESATTA pronto e possiamo iniziare a giocare.”
PAOLO “Anna vieni a sederti vicino a me, sfidiamo

i ragazzi e vedremo chi sarà il vincitore.”


MARTA “Hai paura di perdere papà? Se vinces-

simo noi che figuraccia sarebbe per te e la


mamma!”
Personaggi principali: i Fappani +
ANNA “Se fossi in te non mi illuderei, io e il
Marisol.
2°narratore (voce narrante durante la papà abbiamo ancora molte cartucce da
sit): Marta. sparare!”
Ambienti: casa Fappani: interno ed CARLO “E allora incominciamo la nostra scalata
esterno
al milione. Siediti Marisol, vicino a Marta,
starai comoda, pronto papà? Ecco la tua
NARRATORE 2 “Carodiario, prima domanda.”
oggi è stato un giorno molto ANNA “La distanza media dalla terra alla luna

competitivo. Nel pomeriggio ci siamo sfidati è di circa: A) 54600 km - B) 24800 km - C)


fino all’ultimo sangue...” 384000 km - D) 166.200 km?”
PAOLO “Facile è la C, la luna è l’unico satellite

PAOLO “Brava Anna era tutto buonissimo.” della Terra e se rispondessimo anche
MARISOL “Confermo zia Anna, i tuoi pranzetti 166.200 km, sarebbe troppo vicina.”
sono deliciosos e muy variados, tu sei una CARLO “È la tua risposta definitiva?”

cuoca muy muy creativa.” PAOLO “È la mia risposta definitiva: la accendiamo.”

CARLO “Ma la numero uno è la nonna.” ANNA “Bravo Paolo, è esatto.”

MARTA “La numero uno per il tuo risotto alla MARISOL “Ora tocca a noi, leggiamo la nostra

milanese e la cotoletta, lui in cucina non domanda.”


ama le novità.” CARLO “Quale di queste affermazioni sulla

PAOLO “Scommetto che ora desiderate un buon balena è sbagliata?


caffè, lo faccio io, io sono il numero uno nel A) Possiede i fanoni - B) È un cetaceo - C) Ha
preparare il caffè, quanti caffè?” due piccoli - D) Si nutre di krill.”
CARLO “Io niente caffè, io vado a preparare il gioco MARTA “Carlo è una domanda per te, tu sai tutto

e vedremo chi vincerà la scommessa!” sugli animali.”


MARTA “Carlo oggi ci vuole sfidare al “Milionario CARLO “Se sapessi tutto sarei un genio, ma se

on line”, ha scaricato una versione da usassi bene quello che so potremmo trovare
internet del famoso gioco e ci vuole mettere la risposta giusta, senza sprecare gli aiuti.
333
L’Italiano in famiglia 2

So che la balena è un cetaceo, so che ha i CARLO “Errore, aveva ragione la mamma è A...
fanoni, degli ossi che usa per trattenere le se tu fossi stato meno precipitoso avresti
sue prede, e sappiamo tutti che mangia il potuto usare un aiuto e ora potresti leggere
Krill, il plancton.” una nuova domanda.”
PAOLO “È un gioco, vorrà dire che mi concederete
MARISOL “Bravo Carlo, quindi C è l’affermazione

sbagliata.” la rivincita e prometto che sarò più pruden-


CARLO “Confermo C e la accendiamo.”
te.”
CARLO “Promesso, la rivincita la disputeremo
MARTA “E vai Carlo, sei un genio, chi ben inizia è

a metà dell’opera.” domenica prossima.”


MARTA/NARRATORE 2 “... Caro diario, ti voglio rac-
ANNA “Quale arma prende il nome dal bottone
contare il nostro giorno competitivo:
che si mette sulla punta per renderla
• La mamma ha cucinato un ottimo pranzo
inoffensiva?
• Nel pomeriggio abbiamo sfidato la mamma
A) Scimitarra - B) Spada - C) Fioretto - D)
e il papà al gioco del Milionario
Sciabola
• Vittoria: abbiamo vinto noi
Non sapevo che il bottone si chiamasse
• Fortuna dice il papà...
fioretto, ma C è la risposta esatta. Cosa dici
• E Carlo gli ha promesso la rivincita!
Paolo?”
BUONANOTTE FAMIGLIA.”
PAOLO “Certamente e sarebbe un errore non

accenderla. Confermo C e la accendiamo.”


PAOLO E ANNA “Evviva! Sì, siamo forti!”

13.
MARTA “Ora tocca a noi:

Quale osso fa parte dell’avambraccio insie-


me all’ulna?
A) Radio - B) Perone - C) Femore - D) Tibia”
MARISOL “La so, se sbagliassi sarebbe terribile

visto che voglio diventare un medico, è il


radio, confermo A e la accendiamo.”
CARLO “Complimenti, è ok, grazie dottoressa.
UNA PILOTA
Andiamo avanti e ricordo a tutti che abbiamo PROMETTENTE
ancora gli aiuti da utilizzare in caso di
incertezza.”
PAOLO “Mangia poco a pranzo, meno ancora a

cena” è una frase che puoi leggere in quale


romanzo?
A) Don Chisciotte - B) Malato immaginario - Personaggi principali: i Fappani +
Marisol.
C) I 3 moschettieri - D) I promessi sposi
2°narratore (voce narrante durante la
Nel malato immaginario... direi la B.” sit): Marta.
ANNA “Non sarei così sicura, se dovessi prendere Personaggi secondari: Davide.
una decisione direi A, usiamo un aiuto?” Ambienti: casa Fappani:interno ed
PAOLO “Non sprechiamo gli aiuti, confermo B e esterno, esterno liceo, strada.
la accendiamo.”
334
Dialoghi
NARRATORE 2 “Caro diario, MARTA “Andiamo a prendere quel ragazzo del
oggi è stato un giorno assai liceo classico?”
spericolato...” ISTRUTTORE “Doveva fare lezione anche lui, ma

DAVIDE “Ciao Marta, aspetti tua mamma?” all’ultimo momento ha telefonato che non
MARTA “No aspetto l’istruttore: ho una lezione poteva venire. Dai Marta ora concentrati
di guida.” sulla guida, al posto tuo io sarei molto at-
DAVIDE “Vuoi prendere la patente? Anche tu?” tento perché è l’ultima lezione e la settima-
MARTA “Avrei voluto prendere le lezioni na prossima hai l’esame.”
quest’estate, ma conciliare le vacanze , con ISTRUTTORE “Brava Marta: sei pronta per l’esame.

la guida non è stato possibile e allora ci pro- Ti aspetto puntuale giovedì prossimo. E tu
vo adesso.” Marisol quando vuoi vieni che facciamo il fo-
DAVIDE “Non l’avrei mai detto che anche Marta glio rosa. Ciao, ragazze, buon pomeriggio.”
Fappani abbandonasse la bicicletta per MARTA E MARISOL “Grazie, buona sera.”

l’auto.” MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon-

MARTA “Abbandonare la bicicletta mai, sarebbe tare il mio giorno spericolato:


uno sbaglio, ma anche non avere la patente • dopo la scuola lezione di scuola guida
sarebbe un errore, servono tutte e due.” • pomeriggio sui libri
DAVIDE “E brava la nostra pilota in erba” e poi • cena in famiglia
continua rivolto verso Marisol “tu hai la • ed ora tremarella pensando al mio esame!
patente Marisol?” BUONANOTTE FAMIGLIA.”
MARISOL “No, sono piccola per la patente, non

14.
ho ancora 18 anni, la farò a Barcellona, in
estate... ahora guardo Marta.”
DAVIDE “Io ho la patente, sarebbe bello per me

insegnarti.”
MARTA “Ma a chi vuoi dare lezioni tu? Sei un

pericolo pubblico! Al massimo potresti dare


lezioni in disastri. Ecco, c’è il mio istruttore,
ciao, ciao, a domani” conclude dopo aver MA CHE LINGUA È?
notato l’arrivo dell’istruttore.”
ISTRUTTORE “Ciao Marta, vuoi mettere i libri nel

bagagliaio?”
MARTA “Buon giorno, sì, grazie, se non è un

problema li sistemerei nel bagagliaio, così


Marisol dietro sta più comoda.”
ISTRUTTORE “Ecco i libri sono a posto, Marisol sei Personaggi principali: i Fappani +
comoda?” Marisol.
2°narratore (voce narrante durante la
MARISOL “Grazie, comodissima. Marta si è
sit): Marta.
allacciata la cintura, e allora piano, piano, Personaggi secondari:
possiamo partire.” Ambienti: casa Fappani: interno ed
ISTRUTTORE “Guarda lo specchietto, la strada è esterno.
libera, vai, e non fare la spericolata.”
335
L’Italiano in famiglia 2

NARRATORE 2 “Caro diario, minori.
Ora il minore si deve dotare di un


oggi è stato un giorno per passaporto individuale, pertanto non sarà
certi versi incomprensibile.” più possibile per il genitore iscrivere il figlio
PAOLO “Ciao famiglia, dove siete?” minore sul proprio passaporto.
ANNA “Ciao amore.” Ma in Spagna non serve il passaporto, ecco,
PAOLO “Che profumino, qui non si scherza.” consultiamo l’elenco dei documenti richiesti
CARLO “Ciao papà, il sugo all’amatriciana è dai vari paesi.”
buonissimo, ma finalmente sei arrivato, ti ANNA “Aspetta, finiamo di leggere:

devo dare una grande notizia!” Il minore può viaggiare:



PAOLO “Hai preso 10 in spagnolo, per merito di • con un passaporto individuale,
Marisol.” • fino a 15 anni, con un certificato o estratto
CARLO “Ma quale 10 in spagnolo, di più, vado in di nascita vidimato dal questore (cosiddetto
gita scolastica a Madrid.” “lasciapassare”) ecco, ci siamo e vediamo
PAOLO “Vedrò se lasciarti andare.” l’elenco. Sì, in Spagna accettano il lascia-
ANNA “Carlo va a Madrid, ma anche le ragazze passare.”
parteciperanno a un viaggio d’istruzione.” CARLO “Se lo dici tu, mamma, mi fido, io non ca-

MARTA “A Toronto, in Canada.” pisco nulla, per me è tutto incomprensibile,


PAOLO “Ma sì, spediamoli tutti e tre e noi ce ne ma che lingua usano?”
stiamo tranquilli a casa.” MARTA “Usano l’italiano, Carlo, ora però pensate

ANNA “Ma che tranquilli! Dobbiamo vedere a me e Marisol.”


se hanno tutto per partire, cosa servono i MARISOL “Il professore ha parlato di un passa-

passaporti?” porto di gruppo, es verdad.”


PAOLO “Cerchiamo su internet e vediamo cosa PAOLO “Vediamo, vediamo, ecco qua, passapor-

serve.” to collettivo. Il passaporto collettivo può es-


MARTA “Che sito consultiamo? Ce ne sono a sere rilasciato per motivi culturali, religiosi,
bizzeffe, ma la mamma suggerisce il sito sportivi, turistici, od altri previsti da accordi
della Polizia di stato.” internazionali.
Questo tipo di passaporto
PAOLO “La mamma è l’esperta in fatto di viaggi può essere richiesto dal capogruppo esclu-
ed allora www.poliziadistato.it/passaporti. sivamente presso la questura e consente
Questa sezione del sito vi aiuterà a trovare l'espatrio per un solo viaggio, di gruppi di
tutte le informazioni che riguardano i pas- minino 5 persone e non superiori a 50. La
saporti, bene, bene, ci siamo - Il passaporto sua durata massima è di 4 mesi dalla data
ordinario è valido per tutti i Paesi i cui go- di rilascio. Avete capito?”
verni sono riconosciuti da quello italiano e È quello che serve a voi e la vostra scuola
può essere ottenuto da tutti i cittadini della può richiedere un passaporto collettivo.”
Repubblica.” ANNA “Ecco, stampiamo tutte le informazioni

ANNA “Sì, dai Paolo, questo lo sappiamo, leggi così domani le portate al vostro professore.”
più veloce, guarda, seleziona la voce PAS- PAOLO “I passaporti sono a posto e la mia pasta

SAPORTI MINORI.” a che punto è?”


PAOLO “Dal 25 novembre 2009 sono cambiate ANNA “La pasta è pronta, buon appetito.”

alcune regole per il passaporto per i MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario,

336
Dialoghi

ti voglio raccontare
il mio giorno un poco incomprensibile: NARRATORE 2 “Caro diario,
• la mamma cucina il sugo all’amatriciana oggi è stato un giorno casa-
• Carlo informa il papà che andremo in gita in lingo...”
Spagna e in Canada PAOLO “Ciao Anna, ciao ragazze, siete tutte

• Ricerca su internet dei documenti per all’opera? Che tavola meravigliosa, brave,
l’espatrio brave ragazze. Questo è il mio contributo
• Il papà legge e ci spiega tutto anche quello alla cena.”
che sembra incomprensibile CARLO “... e questo è il mio. Le pizzette sono

• ... insomma il papi è sempre il numero 1. ancora calde.”


MARISOL “Anche la tua mamma è mitica e in ANNA “Grazie, bravi, ma ora andate a fare la

cucina es la mejor.” doccia o farete tardi.”


“BUONANOTTE FAMIGLIA.” CARLO “Ai suoi ordini, mio capitano!”

MARTA “Se è tutto a posto anche noi, mamma

andiamo a prepararci, cosa dici?”


ANNA “Sì, sì andate pure, qui è tutto pronto.

Cosa pensi Marisol, piacerà la cena a


mamma e papà?”

15.
MARISOL “Vale, cierto que sì, il papà adora la

cucina italiana e tu zia Anna es la mejor


cocinera.”
ANNA “Sei un tesoro. Sei contenta di aver qui i

tuoi genitori? Li hai sentiti? Come si trovano


in albergo?”
MARISOL “Tutto a posto, l’albergo è confortevole
LA SERATA e oggi pomeriggio sono andati in centro, la
PIÙ BELLA mamma aveva nostalgia della sua città, le
manca sempre tanto l’Italia e appena può
ritorna volentieri. Io sono contenta che sia-
no qui.”
MARTA “Non pensavi che l’Italia avesse tutto

questo fascino? Ma ora vieni a vestirti o arri-


Personaggi principali: i Fappani e veremo tardi al cinema e Davide ci aspetta.”
Marisol. PAOLO “Come sto Anna?”
2°narratore (voce narrante durante la ANNA “Stai benissimo, vanitoso! Ma non sei in
sit): Marta.
ritardo?”
Personaggi secondari: amici Fappani,
genitori di Marisol (Miguel Fernandez e PAOLO “Tranquilla, ora usciamo: accompagno

Daniela). i ragazzi al cinema e poi vado a prendere i


Ambienti: casa Fappani: interno ed Fernandez. E tu?”
esterno. ANNA “E io vado a farmi bella, ora tocca a me.”

PAOLO “Entrate, entrate, Anna siamo arrivati.

337
L’Italiano in famiglia 2
Accomodatevi.” PAOLO “Se avessimo osato finire il dolce senza
ANNA “Hola Daniela, hola Miguel, todo bien?” di voi avremmo corso un grave pericolo.”
DANIELA “Tutto bene, ma stasera parliamo in MIGUEL “Un altro brindisi, per i nostri ragazzi,

italiano: anche Miguel parla l’italiano!” il bicchiere della staffa e poi andiamo tutti
MIGUEL “Claro que sì. Yo hablo italiano y me a nanna.”
gusta mucho hablar con ustedes un idioma ANNA “Brindiamo a Carlo, alla sua promozione,

tan antiguo, parlare italiano è parlare di arte, alla nuova scuola che lo aspetta, poco vino
di moda, di cultura, di musica, de cocina.” a Carlo.”
ANNA “Bene, allora parliamo a tavola, sediamo- PAOLO “Brindiamo a Marta e Marisol, al loro
ci, è tutto pronto!” esame di maturità, che sia un successo.”
DANIELA “Mi sarei abituata al gusto del prosciut- DANIELA “E brindiamo a tutti noi e se potessi
to crudo spagnolo se non avessi assaporato esprimere un desiderio direi semplicemente:
prima quello italiano.” alla prossima.”
PAOLO “Vuoi una pizzetta?” MARTA/NARRATORE 2 “Caro diario, ti voglio raccon-

DANIELA “Non ci posso credere, mi sbaglio tare il mio giorno casalingo:


o sono le pizzette che mangiavamo da • Anna prepara la cena per i genitori di
ragazze, il sabato pomeriggio, Anna sono Marisol
quelle?” • Marta e Marisol apparecchiano il tavolo
ANNA “Proprio quelle, sapevo che ne andavi • Paolo porta i fiori e Carlo le pizzette
pazza e se le avessi assaggiate le avresti • Paolo accompagna i ragazzi al cinema e va a
riconosciute subito.” prendere i Signori Fernandez
ANNA “Vuoi dire che la tua vita non sarebbe • Cena fra amici
più stata uguale se non avessi ritrovato le • Dopo il film i ragazzi ritornano a casa e tutti
insuperabili pizzette di Stironi.” brindano insieme.”
DANIELA “Non esageriamo, non si vive di solo MARISOL “Le nostre famiglie sono speciali.”
pizzette, ma anche di... fatemi vedere... Ma “BUONANOTTE FAMIGLIA.”
Anna quanto hai cucinato! E quante cose
buone! Come scegliere?”
PAOLO “Se fossi in te non sceglierei e proverei
tutto.”
DANIELA “Se fossi stata previdente mi sarei
messa a dieta.”
MIGUEL “Nessuna dieta, siamo qui per un’oc-
casione speciale: la maturità di Marisol e
siamo qui con i nostri cari amici... Se l’aves-
simo programmata, una serata così specia-
le non ci sarebbe stata e allora gustiamo le
delizie di Anna.”
PAOLO “E brindiamo, brindiamo alla nostra
amicizia e ai nostri ragazzi.”
CARLO “Volete brindare senza di noi? Ci avete
lasciato un po’ di dolce?”

338