Sei sulla pagina 1di 3

LE SCOPERTE ALLA BASE DELLA TEORIA DELLA DERIVA DEI CONTINENTI

Doc 1
DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA DEGLI ESSERI VIVENTI
Lo studio della distribuzione geografica (nello spazio e nel tempo) degli esseri viventi viene
detto biogeografia, descritta per la prima volta da Alexander von Humboldt intorno al 1805.
Gli organismi che vivono in territori vicini, anche se in ambienti diversi, possono essere molto
simili tra loro; per contro animali che vivono in ambienti simili ma in territori lontani mostrano
molte differenze.
Un esempio famoso sono i marsupiali presenti in Australia mentre nel resto del mondo
troviamo i placentati.

Doc 2
PRIMA IPOTESI SULLA DERIVA DEI CONTINENTI

Nel 1590 Abraham Ortelius, un cartografo olandese, notò che


il profilo delle coste dei continenti coincidevano.
http://www.siripro.it/dipgeopa.asp?structure=edu
cation&where=tettonica&cap=01&lang=it

Doc 3
COME VANNO DATATI I FOSSILI?
Quando cerchiamo di datare dei fossili, tentiamo innanzitutto di capire il periodo geologico
corrispondente allo strato di roccia in cui si trova: fatto questo, dimostreremo che tutti i
fossili ritrovati in quello strato hanno la medesima età.

In nazioni diverse
potremmo ritrovare
gli stessi fossili ma
a profindità
diverse, questo
dimostra che quei due strati di terra fanno parte della stessa era geologica. La diversa
profondità la si spiega con i fenomeni di erosione (vento, pioggia, ghiaccio,…) e ripiegamenti
della roccia causati dai movimenti delle placche tettoniche litosferiche che ricoprono la parte
interna della Terra che è allo stato liquido.
WEGENER FORMULA LA TEORIA DELLA DERIVA DEI CONTINENTI – PROVE A
SUPPORTO

CPC - TEAM - E 1
LE SCOPERTE ALLA BASE DELLA TEORIA DELLA DERIVA DEI CONTINENTI

Doc 4
QUALCHE PROVA DI
SUPPORTO - LA
DERIVA DEI
CONTINENTI

Fra il 1910 e il 1929, il


meteorologo tedesco
Alfred Wegener
propose la teoria della
deriva dei continenti.
Questa teoria dice che i
continenti sono in
continuo movimento, ma
originariamente questi
erano uniti fra loro.

A supporto troviamo
quattro dati:
- geografico – se
confrontiamo i profili dei diversi continenti notiamo che formano un incastro quasi perfetto;
- geologico – se i continenti vengono avvicinati le catene montuose molto antiche sono
allineate;
- paleontologica – sui diversi continenti si potevano ritrovare resti fossili delle stesse specie
di animali e di piante;
- paleoclimatiche – le rocce (paleozoiche) presentano tracce lasciate da antichi ghiacciai.

CPC - TEAM - E 2
LE SCOPERTE ALLA BASE DELLA TEORIA DELLA DERIVA DEI CONTINENTI

DOMANDE

1- In cosa consiste la deriva dei continenti?

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

2- Quali prove aveva portato Wegener a suo supporto?

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
3- Cosa ha notato Ortelius di particolare?

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

CPC - TEAM - E 3