Sei sulla pagina 1di 4

STIROBIT ®

Sistemi di coibentazione e supporto


a manti impermeabili per coperture
STIROBIT ®

STIROBIT
Rotoli e lastre in polistirene estruso Xps (STIROBIT XPS) e
lastre intere o pretagliate in polistirene espanso sinteriz-
zato Eps (STIROBIT EPS), con rivestimento all’estradosso
di membrana bitume-polimero con armatura in velove-
tro o poliestere.

Impieghi

• coibentazione di coperture e supporto sotto a manti


impermeabili.

STIROBIT XPS: con isolante in rotoli o lastre piane in


polistirene estruso XPS
STIROBIT EPS: con isolante in lastre intere o pretagliate
in polistirene sinterizzato EPS

STIROBIT XPS (in rotoli o lastre) STIROBIT EPS (in lastre intere o pretagliate)
valori medi dell’elemento isolante in polistirene estruso XPS
valori medi dell’elemento isolante in polistirene sinterizzato EPS

Caratteristiche Valori U.M. Norma Caratteristiche Valori U.M. Norma


Tipo isolante XPS – Tipo isolante EPS 100 RF –
mm. 30-40    0,033
Conduttività termica mm. 50-60     0,034 W/mK EN 12667 Conduttività termica 0,036 W/mK EN 12667
dichiarata λD a 10° C mm. 80÷300 0,036 dichiarata λD a 10° C

Res. compressione RC CS(10) 250 * EN 826 Res. compressione RC CS(10)100 kPa EN 826
10% deformazione max kPa 10% deformazione max
CS(10) 300 EN 826 ≥100 kPa EN 826

Reazione al fuoco E Euroclasse EN 13501-1 Reazione al fuoco E Euroclasse EN 13501-1


* spess. mm. 30-40

Dimensioni STIROBIT XPS in rotoli RESISTENZA TERMICA “RD” in funzione dello spessore medio di isolante:
Spessore isolante mm 30 40 50 60
Spessore Resistenza termica RD m K/W
2

Larghezza rotolo mm 1200 1200 1200 1200 medio mm. EPS 100 RF XPS
Lunghezza rotolo mt. 6 5 5 4
30 0,80 0,90

40 1,10 1,20
Dimensioni STIROBIT XPS in lastre
Spessore isolante mm 30 40 50 60 80 100 50 1,35 1,45

Larghezza lastre mm 1200 1200 1200 1200 1200 1200 60 1,65 1,75

Lunghezza lastre mm. 1250 1250 1250 1250 1250 1250 80 2,20 2,25

100 2,75 2,80


Dimensioni STIROBIT EPS in lastre
120 3,30 3,35
Spessore isolante mm 30 40 50 60 80 100
- I valori di RD tengono conto dei coefficienti λD secondo la Norma UNI EN 12667
Larghezza lastre mm 1200 1200 1200 1200 1200 1200
- L’apporto termico della membrana bitume - polimero è stato considerato nullo.
Lunghezza lastre mm. 2000 2000 2000 2000 2000 2000 - Il valore della trasmittanza unitaria U si ricava con la formula U = 1/RD

CIMOSA: i rotoli di Stirobit XPS hanno una cimosa di circa 8 cm solo su un lato Tipo membrana bitume - polimero
lungo; le lastre di Stirobit XPS e Stirobit EPS hanno la cimosa sul semiperimetro. V2 V3 P3 P4 P3,5 AR
IMBALLO: i rotoli di Stirobit XPS sono posizionati su bancali di legno in con- Velovetro da Velovetro da Poliestere da Poliestere da Ardesiato da
fezioni da 8 rotoli per bancale; le lastre sono posizionate su bancale di legno. 2 kg/m2 ca. 3 kg/m2 ca. 3 kg/m2 ca. 4 kg/m2 ca. 3,5 kg/m2 ca.

2
Soprema Group
STIROBIT ®

CONSIGLI DI MESSA IN OPERA


Dopo aver preventivamente verificato che la struttura
da termocoibentare ed impermeabilizzare sia sufficien-
temente pulita e priva di irregolarità si procede alla mes-
sa in opera dei rotoli e lastre di STIROBIT attraverso le
seguenti modalità:

Fissaggio meccanico

di STIROBIT direttamente alla struttura portante, me-


diante l’impiego di tasselli a testa larga di tipo metallico
ad espansione o a farfalla, nella quantità tale da garan-
tire la resistenza all’azione di estrazione del vento ri-
chiesta. Normalmente i fissaggi potranno essere posizio-
nati lungo tutto il perimetro di ogni pannello o rotolo di
Riqualificazione energetica di fabbricato industriale a doppia penden- STIROBIT, e, se necessario anche sulla linea centrale. Nel
za, con posa di STIROBIT XPS in rotoli caso di fissaggio su tegoli prefabbricati si dovrà tenere
conto dello spessore dell’elemento termoisolante onde
evitare che, in fase di foratura, si provochino distacchi di
rose di cemento all’intradosso del solaio.

Fissaggio per rinvenimento

su membrana bituminosa pre-esistente, che funge da


barriera al vapore. In questo caso il fissaggio dell’ele-
mento isolante potrà essere eseguito previa sfiammatu-
ra della faccia superiore della membrana bituminosa, in
modo da sciogliere superficialmente la mescola, facendo
attenzione a non sfiammare l’elemento isolante perchè
infiammabile.

Posa a secco

nella posa di STIROBIT occorre porre la massima cura


Riqualificazione energetica di fabbricato industriale a volta con posa a
nell’accostamento dei bordi che deve essere effettuato
secco e fissaggio meccanico di STIROBIT XPS in rotoli senza lasciare interspazi evitando di sfiammare la por-
zione a vista il polistirene. Il manto impermeabile dovrà
essere realizzato con 2 membrane bitume-polimero, di
spessore minimo pari a mm 4 cad. con armatura in po-
liestere da filo continuo imputrescibile saldate a fiamma
all’estradosso dei pannelli o dei rotoli di STIROBIT pre-
cedentemente posati. Il sormonto dei giunti del manto
impermeabile dovrà essere di almeno 10 cm.

Per tutte le modalità di posa in opera dell’elemento iso-


lante sopra descritte ed altre similari, nel periodo estivo
e/o nelle zone ad alta ventosità, è assolutamente neces-
sario realizzare immediatamente al suo estradosso, uno
strato di zavorramento e protezione termica, mediante
la posa di pavimentazione tradizionale o di un masset-
to cementizio o di quadrotti prefabbricati o di altri pro-
dotti opachi e pesanti. Tale operazione è necessaria al
fine di evitare deformazioni e/o sollevamenti accidentali
dell’elemento isolante stesso, o distacchi del manto bitu-
Posa dello strato di tenuta all’acqua con 2 guaine di cui la seconda a minoso causa il suo eccessivo rammollimento.
vista con rivestimento in scaglie di ardesia

3
Soprema Group
STIROBIT ®

6 5 4 3 2 1
Stratigrafia tipo di copertura

1. Supporto
2. Massetto di pendenza
3. Strato di Barriera Vapore
4. Elemento termoisolante
5. Elemento di tenuta all’acqua
con 2 guaine armate
6. Strato di protezione e
zavorramento

CAPITOLATO TECNICO DPR 59, da rispettare. Il prodotto termoisolante prescel-


to dovrà essere corredato di certificazioni o test esegui-
Supporto ti da Enti di controllo ufficialmente riconosciuti, quali
Istituto I.T.C. comprovanti il suo livello prestazionale, in
particolare della stabilità dimensionale, la massa areica,
Massetto di pendenza il punzonamento statico, il punzonamento dinamico ed
il pelage a 90°C, secondo le Norme tecniche vigenti.
Formazione di eventuale strato di pendenza costituito
da un massetto alleggerito ed isolante a base di perle Posa dell’elemento di tenuta all’acqua
vergini di polistirene espanso impastate secondo le pre-
scrizioni per massa volumica. L’elemento di tenuta all’acqua, o strato impermeabile,
dovrà essere costituito da 2 membrane bitume-poli-
Posa della Barriera al Vapore mero (BPP o BPE) di spessore minimo pari a mm.4,
con armatura in poliestere da filo continuo imputresci-
Fornitura e posa di strato di barriera vapore in membra- bile NT, saldate in totale aderenza all’estradosso dell’e-
na bitume-polimero che dovrà essere posata previa ste- lemento termoisolante Stirobit, mediante fiamma. Per i
sura di uno strato di primer, mediante fiamma, con un sormonti laterali e di testa si dovrà rispettare la stessa
sormonto di testa di almeno 150 mm. con 100 mm. di metodologia sopradescritta. La saldatura tra i vari ele-
adesione effettiva. Le giunzioni laterali dovranno essere menti o strati che costituiscono la copertura in esame,
di 80 mm. con almeno 60 mm. di adesione effettiva. dovrà essere eseguito in modo tale da garantire un’ade-
guata resistenza all’azione estrattiva del vento.
Posa dell’elemento termoisolante
Strato di zavorramento e protezione termica
All’estradosso della barriera al vapore, dovrà essere po-
sato l’elemento isolante in rotoli o lastre di polistirene All’estradosso dovrà essere sempre realizzato uno stra-
conforme alla Norma UNI EN 13164, con rivestimento to di zavorramento e protezione termica costituito da
all’estradosso di membrana bitume-polimero con arma- pavimentazione tradizionale, massetto cementizio o
tura in poliestere da filo continuo che funge da supporto quadrotti prefabbricati, previa interposizione di strato
per la posa del successivo elemento di tenuta all’acqua di separazione. Tutta l’intera posa in opera dovrà esse-
(impermeabilizzazione). Le cimose laterali di ca. 80 mm. re eseguita secondo le prescrizioni del codice di pratica
dovranno essere saldate a fiamma, prestando molta at- I.G.L.A.E. Tutti i prodotti utilizzati, in particolare i pro-
5K / E1 / Gennaio 2017

tenzione a non “sfiammare” l’elemento termoisolante dotti isolanti dovranno essere corredati di Certificazioni
in polistirene. L’elemento isolante dovrà avere una resi- di analisi rilasciate da Enti ufficialmente e legalmente
stenza alla compressione Rc con il 10% di deformazione riconosciuti e forniti da Azienda con Sistema di Qualità
max pari a CS (10)250 kPa secondo la Norma UNI EN 826 certificato secondo la Norma UNI EN ISO 9001:2000
tipo Stirobit XPS. La scelta dello spessore del prodotto I supporti isolanti in EPS e XPS di cui è costituito il pro-
termoisolante dovrà essere definita in funzione del va- dotto STIROBIT dovranno essere corredati da Dichiara-
lore di trasmittanza “U” rilevabile dalla Legge 10/91 e zione ambientale LCA/EPD.

SOPREMA S.r.l.
via Kennedy, 54 - 25028 Verolanuova - (BS) - Italia
T. +39. 030 60.62.200 - F. +39. 030 60.62.257
Visita il nostro website www.efyos.it