Sei sulla pagina 1di 7

CITTA’ DI CELANO

(Provincia di L’Aquila)
Nota legale: documento di interesse pubblico senza valore legale - I nomi non pubblici sono stati oscurati. Elaborazione digitale a cura di LF - 2010

COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Numero 44 Del 26-06-2010

Oggetto: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE ASSUNZIONI 2010-2012 E PIANO


ANNUALE DELLE ASSUNZIONI ANNO 2010-MODIFICA

L'anno duemiladieci il giorno ventisei del mese di giugno alle ore 13:00, presso questa Sede
Municipale, convocata nei modi di legge, si è riunita la Giunta Comunale per deliberare sulle
proposte contenute nell'ordine del giorno unito all'avviso di convocazione.

Dei Signori componenti della Giunta Comunale di questo Comune:

PICCONE FILIPPO SINDACO A


MORGANTE ELIO VICE SINDACO P
PIPERNI CESIDIO ASSESSORE A
SANTILLI SETTIMIO ASSESSORE P
DEL CORVO GIANLUCA ASSESSORE P
FRIGIONI VITTORIANO ASSESSORE P
BONALDI ERMANNO ASSESSORE P

ne risultano presenti n. 5 e assenti n. 2.

Partecipa il Segretario Generale dott. DI CRISTOFANO GIOVANNA.

Il Sindaco, accertato il numero legale, dichiara aperta la seduta ed invita la Giunta Comunale
ad esaminare e ad assumere le proprie determinazioni sulla proposta di deliberazione indicata
in oggetto.

LA GIUNTA COMUNALE

Visto il T.UE.L. approvato con D.Lgs. 18/08/2000 n. 267;


Vista la circolare del Ministero dell’Interno n. 17102 in data 07 giugno 1990;
Premesso che sulla proposta della presente deliberazione:

Il Dirigente dell’area interessata: Per quanto concerne la regolarità tecnica ha espresso


PARERE: Favorevole
Su proposta del Sindaco, Sen. Filippo Piccone

La Giunta Comunale

Richiamata la deliberazione della Giunta Comunale ad oggetto “


Programmazione triennale del fabbisogno di personale 2010/2012 e piano
annuale delle assunzioni anno 2010”;

Richiamate le seguenti disposizioni normative che regolamentano le


possibilità assunzionali degli enti locali dalla data di entrata in vigore della
Legge 244/2007 (Finanziaria 2008), ad oggi non ancora modificate:
• l’art. 3 comma 120 della Legge 244/2007 (Finanziaria 2008) il quale
modifica l’art. 1 comma 557 della legge 27 dicembre 2007 n. 196
(Finanziaria 2007) coma segue: “…Ai fini del concorso delle autonomie
regionali e locali al rispetto degli obiettivi di finanza pubblica di cui ai commi
da 655 a 695, gli enti sottoposti al patto di stabilità interno assicurano la
riduzione delle spese di personale……” e , successivamente “…Le disposizioni
di cui all’articolo 1, comma 98, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, e
all’articolo 1, commi da 198 a 206, della legge 23 dicembre 2005 n. 266,
fermo restando quanto previsto quanto previsto dalle disposizioni medesime
per gli anni 2005 e 2006, sono disapplicate per gli enti di cui al presente
comma, a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge.
Eventuali deroghe ai sensi dell’art. 19, comma 8, della Legge 28 dicembre
2001 n. 448, fermi restando i vincoli fissati dal patto di stabilità per
l’esercizio in corso, devono comunque assicurare il rispetto delle seguenti
ulteriori condizioni:
- che l’ente abbia rispettato il patto di stabilità nell’ultimo triennio;
- che il volume complessivo della spesa per il personale in servizio non sia
superiore al parametro obiettivo valido ai fini dell’accertamento della
condizione di ente strutturalmente deficitario;
- che il rapporto medio tra dipendenti in servizio e popolazione residente non
superi quello Determinato per gli enti in condizioni di dissesto.”

DELIBERA DI GIUNTA n. 44 del 26-06-2010 - pag. 2 - COMUNE DI CELANO


Richiamato, inoltre, il D.L. n. 112/2008, convertito in Legge 133/2008, il
quale ha introdotto significative novità in materia di contenimento delle
spese di personale ed in particolare:
• Ha mantenuto inalterata la distinzione tra gli Enti non sottoposti al patto
di stabilità e quelli con popolazione superiore a 5.000 abitanti, che sono
invece sottoposti al patto e per i quali resta in vigore quanto disposto dal
comma 557 della legge 196/2007 (Finanziaria 2007), così come integrato dal
comma 120 dell’art. 3 della Legge 244/2007 (Finanziaria 2008), così come
sopra riportata;
• L’Art. 76 comma 1 ha puntualizzato i criteri di computo delle spese di
personale ai sensi del comma 557 della Finanziaria 2007;

Richiamato altresì il D.L. 31 Maggio 2010 n. 78 e verificato che per gli enti
sottoposti al patto di stabilità, resta invariato l’art 1 comma 557 della legge
27 dicembre 2006, n. 296 e s.m., che prevede l’obbligo generale di ridurre la
spesa di personale;

Preso atto delle certificazioni rilasciate dal Dirigente di Ragioneria attestanti


quanto di seguito riportato:
• Che il Comune di Celano ha rispettato il “Patto Interno di Stabilità”
nell’anno 2009 e che le assunzioni ricomprese nel presente Piano
Occupazionale permetteranno di mantenerne il rispetto anche nell’esercizio
2010;
• Che la spesa di personale dell’anno 2010, quantificata secondo quanto
previsto dalla circolare del ministero dell’economia e finanze del 17 febbraio
2006, n. 9, integrata dalle voci di cui al comma 1 art. 76 del D.L. 112/2008,
convertito in Legge 133/2008, non supera la spesa sostenuta allo stesso
titolo nell’esercizio 2009;

Che il prossimo 15.06.2010 cessa il rapporto di lavoro di n. 2 lavoratori


socialmente utili;

Che è inoltre volontà di questa Amministrazione dotarsi di una


professionalità che si occupi di curare ogni procedimento riguardante

DELIBERA DI GIUNTA n. 44 del 26-06-2010 - pag. 3 - COMUNE DI CELANO


l’implementazione di progetti finanziabili mediante finanziamenti comunitari
ed altri;

Considerato altresì che, nel corso degli ultimi anni a fronte di numerosi
pensionamenti, non si è provveduto alla copertura delle vacanze in organico,
determinando una carenza di personale nella struttura tale da non
consentire una diversa allocazione dello stesso nei servizi scoperti;

Considerato che, risulta opportuno procedere allo svolgimento di apposita


selezione per l’assunzione di personale a tempo determinato presso il servizio
manutenzione;

Ritenuto necessario, pertanto, procedere alla modifica del programma


assunzioni precedentemente approvato;

Visto il D.Lgs 6 settembre 2001, n. 368, recante attuazione della direttiva


1999/70/CE relativa all'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato
concluso dall'UNICE, dal CEEP e dal CES;

Dato atto che il citato decreto n. 368 prevede, all’art. 1:


1. E' consentita l'apposizione di un termine alla durata del contratto di
lavoro subordinato a fronte di ragioni di carattere tecnico, produttivo,
organizzativo o sostitutivo.
2. L'apposizione del termine e' priva di effetto se non risulta, direttamente o
indirettamente, da atto scritto nel quale sono specificate le ragioni di cui al
comma l.
3. Copia dell'atto scritto deve essere consegnata dal datore di lavoro al
lavoratore entro cinque giorni lavorativi dall'inizio della prestazione.
4. La scrittura non e' tuttavia necessaria quando la durata del rapporto di
lavoro, puramente occasionale, non sia superiore a dodici giorni.

Visto l’art. 36 comma 2 del D.Lgs. n. 165/2001, a norma del quale “per
rispondere ad esigenze temporanee ed eccezionali le amministrazioni
pubbliche possono avvalersi delle forme contrattuali flessibili di assunzione e
DELIBERA DI GIUNTA n. 44 del 26-06-2010 - pag. 4 - COMUNE DI CELANO
di impiego del personale previste dal codice civile e dalle leggi sui rapporti di
lavoro subordinato nell'impresa, nel rispetto delle procedure di reclutamento
vigenti. Ferma restando la competenza delle amministrazioni in ordine alla
individuazione delle necessità organizzative in coerenza con quanto stabilito
dalle vigenti disposizioni di legge, i contratti collettivi nazionali provvedono a
disciplinare la materia dei contratti di lavoro a tempo determinato, dei
contratti di formazione e lavoro, degli altri rapporti formativi e della
somministrazione di lavoro ed il lavoro accessorio di cui alla lettera d),
del comma 1, dell'articolo 70 del decreto legislativo n. 276 del 2003, e
successive modificazioni ed integrazioni, in applicazione di quanto previsto
dal decreto legislativo 6 settembre 2001, n. 368, dall'articolo 3 del decreto-
legge 30 ottobre 1984, n. 726, convertito, con modificazioni, dalla legge 19
dicembre 1984, n. 863, dall'articolo 16 del decreto-legge 16 maggio 1994, n.
299, convertito con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1994, n. 451, dal
decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 per quanto riguarda la
somministrazione di lavoro, nonché da ogni successiva modificazione o
integrazione della relativa disciplina con riferimento alla individuazione dei
contingenti di personale utilizzabile. Non è possibile ricorrere alla
somministrazione di lavoro per l'esercizio di funzioni direttive e dirigenziali”;

Preso atto dei pareri favorevoli relativi alla regolarità tecnica e contabile del
provvedimento rilasciato dai Responsabili del Settore dei Servizi interessati,
ai sensi e per gli effetti dell'art.49 comma 1 del D.Lgs. n. 267/00
Con voti unanimi

DELIBERA

di apportare all’allegato A della deliberazione n. 3 del 15.01.10 le modifiche


al programma assunzioni 2010/2012 e al Piano occupazionale per l’anno
2010, integrando le previsioni, per le motivazioni espresse in premessa le
seguenti variazioni:
• l’assunzione nell’anno 2010 delle unità lavorative necessarie presso il
servizio manutenzione con contratto di lavoro a tempo determinato,
fermo restando che i contratti di lavoro dovranno consentire il rispetto

DELIBERA DI GIUNTA n. 44 del 26-06-2010 - pag. 5 - COMUNE DI CELANO


della normativa citata in premessa in ordine alla riduzione delle spese
di personale;
• l’assunzione nell’anno 2010 di una unità lavorativa con contratto di
lavoro a tempo determinato cat. D1, preposta alla gestione di ogni
procedimento riguardante l’implementazione di progetti finanziabili
mediante finanziamenti comunitari ed altri;
2) di precisare che le assunzioni saranno effettuate soltanto se consentite sia
dalla normativa vigente al momento dell’assunzione che dal bilancio di
previsione;
3) di dare atto:
• Che il Comune Celano ha rispettato il “patto Interno di Stabilità”
nell’anno 2009 e che le assunzioni ricomprese nel presente Piano
Occupazionale permetteranno di mantenerne il rispetto anche
nell’esercizio 2010;
• Che la spesa di personale per l’anno 2010, quantificata secondo quanto
previsto dalla circolare del ministero dell’economia e finanze del 17
febbraio 2006, n. 9, integrata dalle voci di cui al comma 1 art. 76 del
D.L. 112/2008, convertito in Legge 133/2008, non supera la spesa
sostenuta allo stesso titolo nell’esercizio 2009;
4) Con successiva separata votazione unanime, espressa in forma palese, il
presente provvedimento è dichiarato immediatamente eseguibile.

Letto, approvato e sottoscritto a norma di legge.

Segretario Generale VICE SINDACO


F.to Dott.ssa Giovanna Di Cristofano F.to Ing. MORGANTE ELIO

DELIBERA DI GIUNTA n. 44 del 26-06-2010 - pag. 6 - COMUNE DI CELANO


___________________________________________________________________________
ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE
Della suestesa deliberazione viene iniziata oggi la pubblicazione all'Albo Pretorio per 15
giorni consecutivi ai sensi dell’art.124, comma 1 della Legge n.267/00 e contemporaneamente
comunicata ai capigruppo consiliari ai sensi dell’art.125, comma 1 della Legge n.267/00.
Lì, 29-06-2010
SEGRETARIO GENERALE
F.to Dott.ssa Di Cristofano Giovanna

F.to Il Messo Comunale

___________________________________________________________________________

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
Il sottoscritto segretario comunale certifica che copia della presente deliberazione è stata
pubblicata all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi dal 29-06-2010 al 14-07-2010, ai sensi
dell’art.124, comma 1 della Legge n.267/00 senza reclami.
Lì, 15-07-2010
SEGRETARIO GENERALE
F.to Dott.ssa Di Cristofano Giovanna

F.to Il Messo Comunale

___________________________________________________________________________
ESECUTIVITÀ

 La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile


 La presente deliberazione è divenuta esecutiva in data …………… per il decorso termine
di 10 giorni dalla pubblicazione ai sensi dell’art.134, della Legge n.267/00.

Lì, ………………. Segretario Generale


F.to Dott.ssa Di Cristofano Giovanna
___________________________________________________________________________

È copia conforme all’originale

Lì, 29-06-2010 Il Segretario Generale


Dott.ssa Giovanna Di Cristofano

DELIBERA DI GIUNTA n. 44 del 26-06-2010 - pag. 7 - COMUNE DI CELANO