Sei sulla pagina 1di 2

SCIENZE TEORETICHE:

Comprendono la matematica, la fisica e la metafisica (filosofia prima) e hanno


come:
1. OGGETTO: Il necessario (ciò che non può essere diverso da come è).
2. SCOPO: Conoscenza disinteressata della realtà.
3. METODO: Metodo dimostrativo.
MATEMATICA FISICA METAFISICA
OGGETTO Enti naturali Enti naturali L’essere in quanto
aritmetici o terrestri e celesti essere
geometrici (in movimento)
(immobili)
SCOPO Conoscenza
disinteressata della
realtà
METODO Dimostrativo

Tale modello fu abbandonato nel Seicento con Galileo Galilei, il quale unisce scienza
e pratica.
SCIENZE PRATICHE:
Comprendono l’etica e la politica e perseguono la conoscenza in vista di un fine
utile: il loro oggetto è il possibile, «ciò che può essere diverso da come è».
1. OGGETTO: Il possibile, dal momento che le azioni degli uomini dipendono dalle
loro volontà, dai loro istinti.
2. SCOPO: Guidare e orientare il comportamento e la condotta degli uomini verso la
felicità individuale e collettiva.
3. METODO: Non dimostrativo.
ETICA POLITICA
OGGETTO Studio del comportamento Studio del comportamento
individuale collettivo (le strutture
della società e le forme di
governo)
SCOPO Orientamento dei Orientamento dei
comportamenti verso la comportamenti verso la
felicità individuale felicità collettiva
METODO Non dimostrativo Non dimostrativo
SCIENZE PRODUTTIVE/POIETICHE:
Tendono alla produzione di un prodotto che avrà una vita autonoma rispetto al
soggetto che la produce. Si distinguono in:
 Arti architettoniche, plastiche, figurative, le quali utilizzano il colore e la
materia per realizzare i loro manufatti
 Arti che si esprimono con la voce, musica e poesia
 Arti che si esprimono con il movimento, la danza
 Arti che producono discorsi persuasivi, la retorica

1. OGGETTO: il possibile (oggetti creati secondo libera creatività)


2. SCOPO: manipolazione di oggetti o realizzazione di opere
3. METODO: Non dimostrativo