Sei sulla pagina 1di 74

PROJECT WORK SKY TG 24

Nell’ambito delle iniziative di SKY TG24 c’è quella di un Project Work che consisterà
nell’elaborazione di un Piano Marketing per il canale “All News” sul digitale terrestre.

Vi si chiede di elaborare un Piano di Marketing per ideare e sviluppare un progetto per il


canale all news, con rotocalchi, palinsesti e ovviamente telegiornali.

Nell’ideazione e sviluppo non vi si chiede l’approfondimento prettamente tecnico del


“funzionamento” del canale ma è richiesto lo sviluppo di una progetto che abbia
caratteristiche innovative dal punto di vista della strategia di comunicazione, dei contenuti
da proporre e che abbia come “business” la possibilità di promuovere le aziende che
aderiranno al piano pubblicitario del canale.

Al fine di creare questo prodotto vi si richiedono i seguenti steps:

1) Analisi della situazione attuale del mercato italiano ed internazionale dei canali del
digitale terrestre e possibili scenari di sviluppo futuro;

2) Analisi dell’ “utente medio” di questo servizio (età media, professione, servizi
maggiormente richiesti), possibilità di estrapolazione di datiAudience;

3) Analisi dei Punti di Forza e di eventuali punti di Debolezza, delle Minacce e Opportunità
del mercato di riferimento (se ce ne fossero);

4) Analisi del Piano di Comunicazione dei Canali del digitale terrestre e delle aziende che
affidano l’attività promo-commerciale a questi canali digitali;

5) Ideazione di una piattaforma di servizi all news, rotocalchi, format programmi di


informazione originali pensate con aree e spazi destinati a promozione commerciale di
aziende e prodotti che, essendo il palinsesto rivolto a un target anche di italiani
all’estero, permetta loro, attraverso l’advertising sul canale di proporre e vendere i loro
prodotti/servizi oltre che sul mercato nazionale anche su quello internazionale;

6) Creazione della presentazione del progetto con l’ausilio di supporti multimediali


(PowerPoint) necessari per creare una simulazione d’aula durante la presentazione del
Project Work nella fase finale del Master. Si tenga presente che la presentazione del
progetto dovrà simulare un’azione di presentazione del progetto e palinsesto ad un
ipotetico committente (es. SKY, RAI etc..) e dovrà essere esaustivo e convincente per
l’accettazione (virtuale) da parte dello stesso committente.

SITOGRAFIA DI CONSULTAZIONE:

www.auditel.it www.tvdigitaldivide.it www.cinetivu.com www.digital-sat.it


www.newslinet.it
ANALISI DELLA SITUAZIONE ATTUALE DEL MERCATO ITALIANO ED
INTERNAZIONALE DEI CANALI DEL DIGITALE TERRESTRE E POSSIBILI SCENARI
DI SVILUPPO FUTURO

1. Analisi PEST

Analisi Socio-Politica

In Italia le prime prove di diffusione della televisione furono effettuate a partire dal 1934, ma il
servizio cominciò ad essere regolare in bianco e nero dal 3 gennaio 1954, a cura della RAI
(Radiotelevisione Italiana).

Nel 1956 il segnale arrivò su tutto il territorio italiano.

Dagli anni Cinquanta la diffusione della TV crebbe a ritmi stupefacenti, come precedentemente
accaduto sono in America.

Almeno nella fase iniziale la televisione italiana era una delle più pedagogiche al mondo. Le sue
finalità erano certamente educative e se da un lato, non cercando il consenso dei telespettatori,
era considerata soporifera, ha indubbi meriti nei confronti di una situazione di partenza di una
nazione arretrata e culturalmente divisa.

Anche le tappe successive dello sviluppo televisivo italiano indicano un ritardo rispetto agli altri
paesi europei. Anche l'introduzione del colore nel 1977 avviene circa 10 anni dopo rispetto ai paesi
europei più sviluppati e soprattutto agli USA.

Gli anni 80 consacrano l’affermazione di emittenti private, con le quali lo scenario televisivo italiano
muta radicalmente, abbracciando nuovi target ma soprattutto si assiste all’introduzione di servizi a
pagamento e di campagne pubblicitarie in un contesto ad elevatissima diffusione.

Nel 1990 in Italia nasce la prima piattaforma televisiva a pagamento. Si chiamava Tele+ e si
focalizzò per lo più sull’offerta cinema e sport, andando però in perdita a causa della buona offerta
della televisione in chiaro di quegli anni. Nel 2003 il colosso SKY di Rupert Murdoch, che da tempo
voleva entrare nel mercato mediatico italiano, acquistò Tele+ e Stream TV, sancendo la nascita di
SKY Italia, che registrò un grande successo. A Sky Italia si aggiunse nel 2005 Mediaset Premium,
piattaforma Pay-per-view del gruppo Mediaset nata con l’intento di offrire principalmente contenuti
sportivi, ponendosi come principale alternativa a Sky Italia facendo leva su costi più contenuti.

Gli anni 2000 consacrano il passaggio dalla tradizionale televisione analogica alla televisione
digitale. La legge 66 del 2001 e la legge 112 del 2004 nota come “legge Gasparri” hanno
determinato le fasi del processo di transazione prevedendo per il 31 dicembre 2006 il termine per
lo switch-off dei terminali analogici nazionali, oltre ad un contributo statale per l’acquisto dei
decoder per poter ricevere il nuovo segnale.

Il 15 luglio 2006, durante la Conferenza Nazionale sul Digitale Terrestre di Napoli, Rai, Mediaset e
Telecom Italia Media presentarono la piattaforma unica Tivù, un progetto volto a promuovere il
digitale terrestre in Italia. Nell’estate del 2009 si assiste al lancio della piattaforma Tivùsat, in grado
di ricevere l’intera offerta del digitale terrestre delle emittenti italiane. Inoltre, attraverso tale
piattaforma si risolse anche il problema della scarsa copertura del segnale terrestre in certe aree
del territorio italiano.

I vantaggi dell’adozione del digitale terrestre furono notevoli:


• una maggiore quantità di programmi televisivi;
• possibilità di ricevere in alta definizione le immagini;
• possibilità di contenuti interattivi e multimediali.

Il 22 ottobre 2015 arriva in Italia la piattaforma Netflix, che segna un ulteriore evoluzione nel
mondo dei contenuti televisivi. Netflix offre ai suoi abbonati un vasto catalogo di contenuti,
suddivisi in Contenuti Originali, Serie TV, Film, Documentari e Contenuti per bambini, a cui si può
accedere da Computer, Smart TV e dispositivi mobili quali smartphone e tablet. Il sistema di
streaming di Netflix funziona in modo da rendere fruibile la propria offerta di contenuti in qualsiasi
momento, senza limiti di utilizzo e senza pubblicità di alcun genere.

Il 29 novembre 2017 Sky Italia introduce il suo nuovo sistema Sky Q, con il quale si concretizza
l’alleanza con Netflix permettendo agli utenti di ricevere entrambi i servizi senza bisogno di
istallazione di cablaggi per la ricezione del sistema satellitare.

Analisi Economica

La digitalizzazione dei contenuti televisivi, e la continua crescita dell’offerta commerciale offerta,


hanno influito sugli introiti delle televisioni private ma soprattutto a pagamento.

Il mercato televisivo può essere analizzato sotto 2 differenti variabili:

• TV in chiaro;
• Pay-TV.

La relazione annuale sull’attività svolta e sui programmi produttivi, redatta dall’AGCOM 1, analizza
l’andamento del mercato, sottolineando che la TV in chiaro continua ad essere la modalità
maggiormente usata per l’accesso ai contenuti televisivi.

Per reagire a questa nuova competizione, gli operatori pay-per-view hanno applicato una duplice
strategia: una maggior focalizzazione sull’offerta premium (concentrata su film, eventi sportivi) e
una politica prezzi più aggressiva che, attraverso la segmentazione della clientela, ha permesso di
offrire pacchetti più specifici e targettizzati, abbassando i prezzi.

Dal punto di vista dei ricavi, il settore sembra aver assorbito i colpi della crisi congiunturale degli
anni passati, e manifesta segnali di tenuta e ripresa. La fonte di ricavi prevalente per tutte le
imprese proviene dalla pubblicità, che rappresenta circa il 40% delle entrate complessive. La
pubblicità è seguita dalle offerte televisive a pagamento, dal canone televisivo, e dalle provvidenze
e convenzioni pubbliche.

https://www.agcom.it/documents/10179/3058729/RELAZIONE+ANNUALE+2017_documento+completo.pdf/2021e7
b a-8250-4239-9a46-5d82fdbf702c
Fonte: Relazione annuale 2017 sull’attività svolta e sui programmi di lavoro, AGCOM

Il 2018 ha sancito, inoltre, la stipula dell’accordo tra Mediaset e Sky Italia, che prevede che
Premium sarà presente con i suoi canali di cinema e serie tv nel bouquet satellitare del gruppo di
Sky Italia; a sua volta, Sky sbarca nel digitale terrestre su bande detenute da Mediaset, sistema
nel quale inserirà parte dell’offerta sportiva.

L’accordo nasce da una sinergia strategica volta all’accrescimento delle quote di mercato e di
profitti per entrambe le società. Gli analisti2 stimano che il beneficio per Mediaset si attesterebbe
sui 3-400 milioni nell’arco di 4-5 anni con valore comprensivo di 200 milioni di EBITDA3 aggiuntivi
indicati dal Piano “Mediaset 2020”.

Analisi Tecnologica

Da un punto di vista tecnologico il mercato televisivo può essere analizzato sotto 3 differenti
variabili:

• digitale Terrestre;
• satellite;
• internet (contenuti in Streaming).

In occasione della cessione della banda di frequenza dei 700 MHz dalla tv alla telefonia si
assisterà entro il 2020 allo switch-off dell’attuale sistema di digitale terrestre in favore del DVB-T2,
un’estensione dello standard di trasmissione televisiva digitale DVB-T utilizzato attualmente. Il
passaggio a questo nuovo standard segnerà l’ingresso nella cosiddetta seconda era del digitale
terrestre. La nuova versione DVB-T2 assicurerà un aumento della qualità sia visiva, con maggiori
contenuti in alta definizione, sia sonora. Tuttavia questo renderebbe i TV venduti fino al 2016 non
compatibili con le nuove trasmissioni, se non appoggiandosi a un decoder esterno. Gli unici
apparecchi TV predisposti ai nuovi scenari futuri sono quelli che integrano il cosiddetto “triplo
frontend”: sintonizzatore digitale terrestre, sintonizzatore satellitare e presa di rete per alimentare
le app di Netflix.

2
Cfr. “Sky e Mediaset chiedono il «via» alla Borsa sul maxi-accordo tv” – ilsole24 ore
3
EBITDA (Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortization) è un indicatore di redditività che evidenzia il
reddito di un'azienda basato solo sulla sua gestione operativa, quindi senza considerare gli interessi (gestione
finanziaria), le imposte (gestione fiscale), il deprezzamento di beni e gli ammortamenti.
2. I canali all-news

L’evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha esaltato alcune caratteristiche del far bene
informazione tra cui, la non rivalità e la non escludibilità nel relativo consumo. Di contro si assiste
ad un aggravio dei problemi di finanziamento dell’informazione. Al riguardo, si evidenzia che,
aumentando l’offerta gratuita dell’informazione e riducendosi contestualmente la disponibilità a
pagare dei consumatori, la componente pubblicitaria assume sempre più rilevanza tra le fonti di
finanziamento dei mezzi di comunicazione, tanto da rappresentare circa la metà delle risorse
complessive del sistema dell’informazione.

Fonte: Relazione annuale 2017 sull’attività svolta e sui programmi di lavoro, AGCOM

Con specifico riferimento ai contenuti televisivi a carattere informativo, se si concentra l’analisi


sull’ascolto dei principali Tg, si conferma la preminenza di RAI e Mediaset. Il TG1 e il TG5, infatti,
nel 2016 risultano i più seguiti in entrambe le edizioni del giorno e della sera, arrivando a
raggiungere oltre 5 milioni di ascoltatori nel giorno medio (24% di share) nel caso dell’edizione
serale del TG1. Tra i telegiornali più apprezzati dal pubblico figura anche il TGR, testata a
carattere locale del canale nazionale Raitre, che nel 2016, con riferimento all’edizione del giorno
arriva a raggiungere quasi 2,4 milioni di ascoltatori medi. Infine, si conferma l’importanza assunta
dal TG di La7, che nell’edizione serale ha superato i telegiornali di Rete 4 e Italia 1.
L’offerta televisiva italiana, oltre ai canali tradizionali, si compone anche di canali c.d. “all-news”,
ovvero canali dedicati esclusivamente all’informazione. I principali canali all-news italiani sono:

• Rai news24 è il canale all-news lanciato dalla RAI il 26 aprile 1999. Trasmette in diretta 24
ore su 24 ed è disponibile sul digitale terrestre, via satellite nonché in streaming sul web. Il
palinsesto è imperniato sui notiziari, trasmessi circa ogni 30 minuti, intervallati da notiziari
meteo e dalle informazioni sul traffico curate dal CCISS. Ad essi si affiancano gli spazi
notturni e mattutini dedicati alla rassegna stampa e vari altri programmi tematici. Dal 4
gennaio 2017, il canale ha iniziato a trasmettere in alta definizione sulla piattaforma
satellitare Tivùsat. 4
• Sky TG 24 è una rete televisiva italiana all-news, prodotta da Sky Italia dal 31 agosto 2003.
Rispetto alle concorrenti, è caratterizzata dai tratti più innovativi del settore: funzione
Active, brand extension e sviluppo multipiattaforma forte. Il canale si è inoltre aggiudicato
numerosi premi tra cui quello per miglior regia e migliore telegiornale italiano. Dal 27
gennaio 2015 Sky TG 24 va in onda anche sul digitale terrestre.5
• TGcom24, è il canale italiano all-news prodotto da Mediaset. Nato inizialmente come solo
sito internet, il 28 novembre 2011 viene prodotto anche come canale all-news. TGcom24
collabora per le immagini e per i video dall'estero con l'agenzia di stampa Reuters, mentre
per le previsioni del meteo si avvale dell'aiuto del Centro Epson Meteo sul sito internet
Meteo.it. È disponibile sul digitale terrestre, via satellite nonché in streaming sul web.6
• TG Norba 24 è un canale televisivo all-news italiano edito da Gruppo Norba. TG Norba 24
viene lanciato il 25 ottobre 2010, ed è disponibile sul digitale terrestre, via satellite nonché
in streaming sul web. L'informazione trasmessa dalla all-news è di portata nazionale con
particolare interesse per le notizie riguardanti il sud d'Italia, specie per le regioni dove
Telenorba irradia il suo segnale e ha le sue sedi principali.7

Con riferimento ai canali all-news, i dati Auditel per il 2016 mostrano valori di share che vanno
dallo 0,28% di TGCOM 24 allo 0,51% di RAI News 24, fino allo 0,56% di Sky TG24. Quest’ultimo si
configura, dunque, come il Tg con il maggior numero di ascoltatori nell’arco di una giornata media
(55.860) del 2016, primo anno nel quale, oltre alla piattaforma satellitare, la rilevazione tiene conto
anche della fruizione del canale sulla piattaforma digitale terrestre.

ANALISI DELL’ “UTENTE MEDIO” DI QUESTO SERVIZIO (ETÀ MEDIA,


PROFESSIONE, SERVIZI MAGGIORMENTE RICHIESTI), POSSIBILITÀ DI
ESTRAZIONE DEI DATI AUDIENCE

4
https://it.wikipedia.org/wiki/Rai_News24
5
https://it.wikipedia.org/wiki/Sky_TG_24
6
https://it.wikipedia.org/wiki/TGcom24
7
https://it.wikipedia.org/wiki/TG_Norba_24
La nozione su cui preme focalizzare l’attenzione è quella di pubblico televisivo, dal momento che
tale nozione oggi appare sfuggente e di difficile definizione. Citando il lavoro dell’antropologa
Elizabeth Bird (Bird, 2003) l’“audience is everywhere and nowhere”. L’antropologa ha dato un
contributo di estrema rilevanza agli studi condotti sull’audience (Audience Studies), cioè in quel
ramo di ricerca empirica che intende indagare i comportamenti del pubblico fra i mezzi di
comunicazione nel normale svolgersi della vita quotidiana. L’antropologa afferma che non esiste
un solo tipo di pubblico, da qui l’esigenza di analizzare l’utenza contingentemente per ciascuna
tipologia di contenuto.

Fonte: Damatté & Perretti (2002)

La tabella di cui sopra, illustra la relazione tra i pubblici e i modelli economici adottati dalle aziende
televisive. Il prospetto raffigura la modalità con cui è possibile promuovere i consumi televisivi
indirizzati a diversi pubblici. Ai fini della nostra analisi, di particolare rilievo è il modello di offerta
specializzato tramite il quale è possibile capire le premesse che hanno stimolato il consumo dei
canali televisivi specializzati in Italia.

I modelli di offerta specializzata della televisione gratuita e della televisione a pagamento si basano
su due condizioni. Per la televisione gratuita, la prima condizione è il raggiungimento di un bacino
di utenza in grado di attrarre investimenti pubblicitari, per la televisione a pagamento, invece, la
prima condizione è il raggiungimento di un parco abbonati. Per entrambi i modelli televisivi, inoltre,
la seconda condizione è la maturità del pubblico dei telespettatori, i quali non sono completamente
soddisfatti dall’offerta generalista.

1. Abitudini di consumo

Scaglioni e Sfardini (2008) raggruppano i pubblici televisivi in quattro tipi di spettatori, accumunati
o diffenziati in base alle abitudini di comportamento.
Pubblici fan

Il fan è un primo tipo di spettatore post-moderno che è in grado di rappresentare una vasto numero
di fruitori della televisione. La figura del fan si sta rapidamente diffondendo presso la popolazione
italiana ed è caratterizzata dalla volontà delle persone di appartenere a segmenti di pubblico
attraversati da emozioni comuni. Gli spettatori ricercano nella visione un modo per condividere ciò
che più gli piace guardare con delle persone che sentono vicine per il modo e lo stile di conduzione
della vita.

Dal punto di vista operativo, i fan orientano la propria attenzione sul contenuto che proviene
dall’offerta televisiva, aderendo in maniera entusiasta al brand di alcuni canali oppure, più in
particolare, ad alcune serie televisive.

Questi spettatori amano la proposta televisiva e sono disposti a seguirla e commentarla anche
nell’ambiente online, dal momento che il contenuto piace e stimola piacere.

Pubblici multipiattaforma

Il pubblico multipiattaforma è così chiamato dal termine utilizzato per descrivere i contenuti che
viaggiano attraverso molteplici piattaforme. Questo pubblico si contraddistingue per la capacità di
fruire dei contenuti in maniera libera e svincolata da un particolare supporto tecnologico, secondo
percorsi di consumo autonomi.

Pubblici performer

Il performer è un tipo di pubblico che intende entrare nell’ambiente dello spettacolo da


protagonista, cioè è un pubblico che vuole passare da consumatore passivo ad attore attivo e
centrale all’interno della rappresentazione mediale.

Il pubblico performer, quindi, cerca nell’esperienza di fruizione un modo per sentirsi interprete e,
per così dire, primo attore delle sue scelte rendendolo fiero del suo modo di essere.

Pubblici partecipanti

Il pubblico partecipante è l’ultimo tipo di pubblico in grado di descrivere una certa esperienza
televisiva contemporanea e descrive una classe di fruitori mobilitati e capaci di produrre dei
contenuti.

L’elemento che contraddistingue questo pubblico è proprio il desiderio di partecipare e di far


sentire la propria voce e il proprio pensiero. Il pubblico partecipante è un “libero pensatore” che
preferisce delle scelte di visione autonome e non irrigidite nelle offerte che vengono veicolate dalle
aziende.
2. Il profilo del fruitore dei canali all-news

Dall’analisi del report “TV and Media Report 2017” del ConsumerLab di Ericsson, che analizza lo
share televisivo in Europa - USA – UK – Asia, suddividendolo per classi di età, si evince che le
classi 45-59 e 60-69 sono le principali fruitrici di servizi Live news.

Volendo approfondire le caratteristiche del profilo del telespettatore abituale (c.d. utente medio) dei
canali all-news, in Italia, vengono esaminanati i dati Nielsen – Auditel.

I dati rilevati tengono conto di molteplici variabili: età, livello di istruzione, condizione economica,
ecc.

Dall’analisi è emerso che il target di questi canali comprende per lo più persone di età tra i 35 e i
65 anni, di sesso maschile, di ceto sociale alto e con un livello culturale medio alto (diploma
superiore – laurea). Un pubblico quindi per lo più maturo e consapevole. Volendo analizzare i dati
più nello specifico e in riferimento a SKY TG24 possiamo notare che:

• L’audience di SKY TG24 è composta per lo più da utenti con età inferiore a 45 anni, questo alla
luce del fatto che SKY TG24 registra una predominanza netta negli ascolti rispetto alla
televisione satellitare. Gli utenti più giovani invece sono per lo più ascoltatori SAT;
• Dall’analisi CSE (Classe Socio-economica) emerge che gli ascoltatori di SKY TG24 si
collocano nella fascia con alto livello economico (AA)
• Il livello culturale dei fruitori di SKY TG24 è alto, cioè maggiormente istruito.
Il tipo di audience del canale di all-news va ovviamente ad influenzare il tipo di pubblicità
trasmessa. Gli inserzionisti sono molto attenti al target di riferimento e saranno disposti a pagare di
più per avere spazi sui canali che mirano al loro stesso target di riferimento. I fruitori di SKY TG24,
per lo più lavoratori e businessman sulla quarantina, troveranno inserzioni di marchi come
Samsung, Apple, Audi, Ecc. I fruitori di Rai news, un canale più popolare tra le persone over 60 e
gli homeworker, si imbatteranno più facilmente in inserzioni promosse ad esempio dalla Barilla,
Kinder e Ferrero, Procter & Gamble, ecc.

ANALISI DEI PUNTI DI FORZA E DI EVENTUALI PUNTI DI DEBOLEZZA, DELLE


MINACCE E DELLE OPPORTUNITÀ DEL MERCATO DI RIFERIMENTO

L’analisi SWOT è uno strumento di marketing che ha l'obiettivo di favorire una rapida sintesi dell'
attività di analisi interna ed esterna che sono alla base del studio della valutazione del mercato di
riferimento.

All’interno dell'analisi SWOT i fattori endogeni sono rappresentati dagli Strenghts (punti di forza) e
dai Weaknesses (punti di debolezza), mentre i fattori esogeni sono rappresentati dalle
Opportunities (opportunità) e dalle Threats (minacce).

Per quanto riguarda i fattori endogeni, l’analisi va posta su quei fattori capaci di determinare una
condizione di vantaggio competitivo in relazione al fenomeno preso in considerazione.

Nel caso dei fattori esogeni, invece, consiste nell’individuazione degli elementi esterni e della loro
evoluzione e dell’impatto sul sistema.
1. Analisi SWOT: i punti di forza

Dall’analisi del 14° Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione (“I media e il nuovo immaginario
collettivo”) del 2017, si può notare che la televisione occupa incontrastata il primo posto tra i media
degli italiani, registrando un numero di telespettatori pari al 95,5%. La televisione digitale terrestre
ha ceduto qualche telespettatore (-3,3%) nell’ultimo anno ma ha confermato comunque il suo
seguito elevatissimo (92,2% di utenza complessiva).

Fonte: 14° Rapporto Censis-Ucsi, 2017

La tv tradizionale riesce ancora quindi a raggiungere e influenzare un’ampissima fetta di italiani.


Fonte: 14° Rapporto Censis-Ucsi, 2017

Negli anni la tv tradizionale ha mantenuto questa posizione privilegiata perché ha saputo


diversificare l’offerta, spaziando da eventi che coinvolgono il grande pubblico oltre alla
programmazione di nicchia dei canali monotematici, anch’essi gratuiti. Anche la televisione via
internet è in crescita: la tv via web e la smart-tv hanno visto la loro utenza crescere del 2,4% in un
anno e la mobile tv è passata dall’11,2% al 22,1% d’utenza, raddoppiando in un anno i suoi
utilizzatori.

Fonte: 14° Rapporto Censis-Ucsi, 2017

Altro punto di forza della televisione attuale è sicuramente l’alto livello di creazione di contenuti: la
qualità audio e video è migliorata notevolmente e ci sarà un ulteriore miglioramento nel 2020,
termine entro il quale si assisterà allo switch-off dell’attuale digitale terrestre in favore del già citato
DVB-T2 che garantirà un ulteriore aumento sia della qualità visiva sia sonora. Il miglioramento
audio/video è possibile anche grazie alla migliore stabilità della linea del digitale terrestre rispetto
alla televisione satellitare.

Elemento di forza è anche la possibilità di fruire dei contenuti in più lingue: la tv digitale terrestre
offre infatti servizi interattivi che danno la possibilità di scegliere la lingua di alcuni programmi,
specialmente film e serie tv. La televisione digitale terrestre è inoltre un mezzo inclusivo in quanto
rende possibile la fruizione dei contenuti sia ai non vedenti, tramite la possibilità di audio
descrizione, sia ai non udenti, tramite la possibilità di sottotitoli.

2. Analisi SWOT: i punti di debolezza

Oltre a vantare numerosi punti di forza, la televisione attuale mostra anche punti di debolezza.

Il primo di questi è ravvisabile in una labilità del segnale in alcune zone del paese.

Altro punto di debolezza può essere considerata la necessità entro il 2020 di cambiare
nuovamente la TV o il decoder, il che comporterà una ulteriore spesa per le famiglie, nonostante
gli incentivi statali stanziati per 100 milioni di euro.

Altro elemento che va tenuto in considerazione è l’aumento della concorrenza da parte dei servizi
on demand, dello streaming e della pay-tv, che da parte dei nuovi entranti nel mercato. Con il
digitale terrestre sono entrati, infatti, molti più competitor nell’arena il che ha portato anche ad una
decrescita degli introiti pubblicitari.

Inoltre, a causa della grande quantità di soggetti già in gioco, vi è anche una maggiore possibilità
di “sparire” tra tanti canali e essere più difficile da ricordare e ritrovare per lo spettatore non ancora
fidelizzato. Inoltre, va anche considerato che non tutto il pubblico risincronizza il decoder con
frequenza, aumentando il rischio invisibilità per i nuovi canali.

3. Analisi SWOT: le opportunità

Nel mercato del digitale terrestre si sono aperte numerose opportunità per i soggetti. Una di queste
è la possibilità di inserire ulteriori canali e allargare l’offerta, specialmente se i nuovi canali sono
con un forte brand alle spalle e quindi capaci di attirare utenti con più facilità. In questo modo si
potrà puntare su target diversi e aumentare il proprio bacino di ascoltatori.

Una grande opportunità è rappresentata inoltre da internet. Secondo il Rapporto Censis-Ucsi del
2017, la crescita di internet prosegue: nel 2017 ha raggiunto una penetrazione pari al 75,2% degli
italiani. Tra il 2007 e il 2016 la penetrazione è aumentata del 28,4%. Tra giovani la quota di utenti a
poter disporre della rete arriva al 90,5% e il 47,7% di questi consulta i siti web di informazione.
Continuando ad analizzare i servizi di informazione, anche se la televisione si trova al primo posto
come fonte di notizie con il 28,5%, bisogna considerare quanti utilizzano invece internet e i social
network, rispettivamente il 26,6% e il 27,1%.

Fonte: 14° Rapporto Censis-Ucsi, 2017

Guardando questi numeri, è facile comprendere quanto internet possa rappresentare una grande
opportunità di business per i canali all-news. Tuttavia, oltre a questo, può rappresentare anche una
minaccia non indifferente.

4. Analisi SWOT: le minacce

Come accennato, internet rappresenta una opportunità e al tempo stesso una minaccia per la
televisione digitale terrestre. L’aumento a dismisura dei prodotti sostitutivi della televisione, come
tv on demand, streaming e pay-tv rappresentano una minaccia crescente per la televisione
tradizionale. In Italia la tv via internet ha una diffusione del 24,4%. L’8% dei giovani afferma
addirittura di non usare mai l’apparecchio televisivo, e prediligono piattaforme digitali alla
televisione, attive e interattive nella distribuzione dei contenuti, a cui accedere tramite tablet,
smartphone e/o computer.

Fonte: Censis, 2016

Dagli studi, i principali concorrenti di telegiornali e canali all-news, anche quando si parla di
informazione, sono i social media e i motori di ricerca. Il 35% della popolazione utilizza Facebook
per informarsi, mentre il 21,8% utilizza motori di ricerca. Tra i giovani le percentuali variano: quasi
la metà (48,8%) dei giovani tra i 14 e 29 anni usa Facebook come fonte di informazione. Questa è
una percentuale che rimane alta anche tra i segmenti della popolazione più istruiti (41,1%). I canali
all-news, come abbiamo già precedentemente annunciato, sono poco seguiti dai giovani under 30
(11,7%) mentre son ben più utilizzati dalla fetta di popolazione più istruita (23,7).

Fonte: 14° Rapporto Censis-Ucsi, 2017


ANALISI DEL PIANO DI COMUNICAZIONE DI CANALI DEL DIGITALE TERRESTRE E
DELLE AZIENDE CHE AFFIDANO L’ATTIVITÀ PROMO-COMMERCIALE A QUESTI
CANALI DIGITALI

L’analisi dei competitor sul mercato, della loro comunicazione e della loro attività promo-
commerciale è fondamentale ai fini della pianificazione della propria strategia comunicazionale.
Risulta, quindi, utile analizzare la strategia editoriale dei canali specializzati.

Uno dei principali impatti che il segnale digitale ha comportato è infatti lo sviluppo di nuovi canali in
grado di raggiungere il pubblico frammentato e di recuperare l’audience persa dai canali
generalisti. L’elemento di distinzione tra canale generalista e canale specializzato è dato dal
palinsesto. Il contenuto del canale è caratterizzato dalla scelta tra le dimensioni ampiezza
(numero di tipologie di programmi) e profondità (numero di titoli che compongono ciascuna
tipologia). L’elemento del contenuto esprime il grado di focalizzazione dell’offerta dell’impresa, la
quale può decidere se inserire nel palinsesto un’ampia o ristretta varietà di generi, generalizzando
o specializzando l’identità del canale.

I canali con focalizzazione ampia vengono inquadrati all’interno della categoria dei canali
generalisti e si differenziano tra loro a seconda della tipologia di pubblico che intendono
raggiungere. I generalisti puri ad esempio sono canali come Rai1 e Canale 5 e sono rivolti
indistintamente ad un pubblico di massa, mentre i micro generalisti ampi sono canali come Italia 1
o Canale 8 che si rivolgono ad un pubblico molto ampio genericamente definito sulla base di criteri
come età o cultura. Per focalizzazione ristretta, invece, si intende una caratterizzazione dei
contenuti del canale che può rispondere a specifiche esigenze del pubblico e a differenziazioni in
ragione del genere, del tema o del target.

Per i canali televisivi in chiaro, si evidenzia, nel recente passato la nascita dei nuovi canali
specializzati della RAI e di Mediaset.

Mediaset
Canali Generalisti
Fascia di età Contenuti
Rete 4 Adulti News, classici
Canale 5 15 – 64 anni Fiction, intrattenimento, news

Italia 1 Giovani Sport, cartoni animati, moda, gossip

Canali tematici
Fascia di età Contenuti
Boing 3 – 14 anni Cartoni animati
Cartoonito Bambini Cartoni animati
Iris 25 – 64 anni Film
La 5 Donne, 15 – 44 anni Vario
Mediaset Extra 15 – 64 anni Vario
Italia 2 Maschi, 15 – 34 anni Intrattenimento, vario
Top Crime 25 – 64 anni Serie tv, gialli
TgCom 24 Misto News, informazione

Rai
Canali Generalisti
Fascia di età Contenuti
Rai 1 35 – 64 anni Spettacolo, fiction, news
Rai 2 Giovani Intrattenimento, film, news
Rai 3 Misto Approfondimento, dimensione regionale, temi
sociali

Canali tematici
Fascia di età Contenuti
Rai 4 11 – 44 anni Fantasy, anime, cult
Rai 5 35 – 64 anni Cinema, teatro, cultura
Rai Movie 35 – 64 anni Cinema
Rai Premium 15 – 64 anni Fiction
Rai Gulp 8 – 14 anni Cartoni animati
Rai Yoyo 0 – 8 anni Cartoni animati
Rai Scuola Ragazzi e Docenti Vario
Rai Storia 35 – 64 anni Cultura, approfondimento
Rai Sport 1 35 – 64 anni Sport
Rai Sport 2 35 – 64 anni Sport

Per l’offerta televisiva a pagamento, invece, sia per Mediaset Premium che per Sky Italia, i canali
sono stati progettati per essere indirizzati ad un pubblico specifico, che è disposto a pagare per
visualizzare il contenuto che gli interessa.

I contenuti offerti nei canali specializzati

Dopo lo swich off gli editori hanno l’occasione di dare un preciso profilo editoriale ai nuovi canali,
scegliendo opportunamente i generi e le produzioni da trasmettere. Si può notare come i tre
principali player, ma anche quelli di minore rilevanza, abbiano optato per delle segmentazioni del
mercato simili.
Ogni editore, con i canali in chiaro e con quelli a pagamento, ha cercato di ricoprire un po’ tutte le
tipologie di segmentazione. Ad esempio RAI ha proceduto per una segmentazione per genere
(sport, cultura, informazione, cinema) e per target (bambini,ragazzi) molto ampia, dovuta anche
alla necessità di creare un’offerta pubblica che fosse in grado di garantire una visione per tutti, cioè
senza entrare in segmentazioni troppo articolate. Mediaset ha effettuato una segmentazione per
genere (cultura, informazione, cinema), per target (femminile) e per tema (shopping), procedendo
per una scelta indirizzata verso un pubblico che è in grado di produrre anche maggiore audience.
Altri editori che posseggono canali in chiaro si sono concentrati, in aggiunta, su altri generi
(musica, documentari) e su altri temi (lifestyle).

Rispetto a Mediaset, Rai ha puntato molto sul proprio brand: tutti i suoi canali tematici riportano il
nome “Rai” seguito da una parola caratterizzante che permette allo spettatore di capire in un
istante i contenuti che quel canale propone (es. Rai Scuola, Rai Storia, Rai Movie, …). In questo
modo è riuscita anche a sfruttare la notorietà del brand madre per far conoscere e diffondere i
nuovi canali tematici.

Mediaset, invece, ha raggruppato una serie di brand fra loro indipendenti e non collegati. A tal
proposito si pensi all’offerta in chiaro di Mediaset che propone dei brand come Iris, La5 o Boing
che non hanno alcun riferimento né con l’indirizzo del canale né con l’azienda Mediaset. Adottando
questa strategia di multiple branding, l’impresa è in grado di ottenere due risultati, da un lato fa
percepire allo spettatore una maggiore ricchezza nell’offerta, dall’altro lato possiede una libertà di
gestione del portafoglio dei canali indiscussa.

La pubblicità è un mezzo economicamente efficace per diffondere messaggi con lo scopo di


costruire la preferenza per un brand piuttosto che un altro. Per questo motivo, Mediaset e Rai non
solo mettono a disposizione spazi pubblicitari per le aziende private ma “sponsorizzano” loro
stesse e i loro prodotti.

Fonte: Nielsen (2017)

Dall’analisi delle stime sugli investimenti pubblicitari televisivi si evince che è un mercato che ha
raggiunto una sua maturità, mostrando segnali di staticità da un anno ad un altro, pur tuttavia
trattandosi di un giro di affari di circa 2 Miliardi di €, di cui circa il 56% è di competenza di Mediaset.
La strategia del gruppo Mediaset, ha un maggior raggio rispetto a quella della RAI, prevedendo
anche una joint-venture con Mondadori al 50% di Mediamond, concessionaria dedicata alla
raccolta pubblicitaria sui mezzi internet e radio del gruppo Mediaset e sui siti delle testate del
gruppo Mondadori nonché di editori terzi.

Segmentazi one per genere: l ’i nform


azi one

L’informazione è un genere che ha un target generico. La novità del digitale terrestre è data
dall’aumento dei canali all news, in cui le notizie vengono trasmesse 24 ore su 24, in un continuo
susseguirsi di notiziari. Nella televisione free sono quindi proliferati i canali specializzati
dell’informazione, prodotti dalle emittenti più popolari come il canale RAI News 24 di RAI e il
canale TG Mediaset di Mediaset, oppure da quelli emergenti come Tg Norba 24 di Telenorba o
Class News di Class, quest’ultima dedicata a fasce di pubblico business. Per quanto riguarda i
canali a pagamento, si fa presente che il canale Sky TG 24 di Sky Italia, è visualizzabile dal 2015
anche in chiaro oltre che nel pacchetto base Sky Tv. Questa strategia lo ha reso il Canale All-news
maggiormente seguito nel 2016, oltre ad aver contribuito ad una maggior diffusione del brand e
degli introiti pubblicitari.

Di seguito i dati Auditel – Nielsen sugli ascolti medi dei principali TG nazionali, e dei canali All-
news in Italia:

IDEAZIONE DI UNA PIATTAFORMA DI SERVIZI ALL-NEWS, FORMAT DI


PROGRAMMI DI INFORMAZIONE ORIGINALI PENSATE CON AREE E SPAZI
DESTINATI A PROMOZIONE COMMERCIALE DI AZIENDE E PRODOTTI CHE,
ESSENDO IL PALINSESTO RIVOLTO A UN TARGET ANCHE DI ITALIANI
ALL’ESTERO, PERMETTA LORO, ATTRAVERSO L’ADVERTISING SUL CANALE, DI
PROPORRE E VENDERE I LORO PRODOTTI/SERVIZI OLTRE CHE SUL MERCATO
NAZIONALE ANCHE SU QUELLO INTERNAZIONALE.

La struttura del nuovo canale all-news

Il primo step nell’ideazione di una piattaforma di servizi all-news è rappresentato


dall’individuazione degli elementi distintivi rispetto ai principali competitor (Rai News, TgCom 24 e
lo stesso SKY TG24). Di fondamentale importanza risulta l’analisi del mercato di riferimento per
poter individuare quegli spazi di mercato ancora disponibili, ovvero dove ancora non sono presenti
competitor diretti.

Risulta utile a tale scopo analizzare le caratteristiche dei competitor già attivi nel mercato per
individuarne le peculiarità, i punti di forza e di debolezza, per implementare degli elementi
innovativi.

La sfida consiste, in primis, nel fidelizzare l’audience al proprio brand di canale, in un contesto in
cui conta sempre meno il supporto (schermo televisivo, schermo del pc, schermo del cellulare etc.)
e sempre più la scelta del contenuto offerto.

Come già in precedenza detto i canali specializzati rappresentano delle proposte progettate con il
preciso obiettivo di incontrare le esigenze di visione degli spettatori.

I driver con cui è possibile valutare la percezione degli elementi distintivi da parte dello spettatore
sono principalmente 2:

• Intagibles (brand);

• Fattori tangibili.

Per i canali all-news, uno degli elementi principi nella creazione della differenziazione è la
percezione della qualità del brand madre (nel nostro caso SKY Italia), sinonimo di qualità anche
dell’informazione proposto.

Tuttavia la percezione da parte del target di riferimento, prima che da strategie di brand, passa
essenzialmente da strategie di differenziazione del prodotto, intesa come fattori tangibili, quali a
mero titolo di esempio la personalizzazione del layout fornito.

Un chiaro elemento di differenziazione potrebbe esser dato dalla possibilità di customizzare le


informazioni che si vogliono ricevere. Ad esempio si potrebbe ipotizzare di personalizzare differenti
pacchetti di informazione. Il Pacchetto Business con un target di spettatori che vuole essere
informato su tematiche di finanza piuttosto che politico economiche, ma magari meno attento alle
notizie di cronaca rosa. Oppure un Pacchetto Sociale per chi vuole ricevere informazioni a
prevalenza di contenuto sociale, quindi afferente a fenomeni quali ad esempio le guerre e le
migrazioni, ma magari meno attento ed interessato a notizie di altro genere quali la finanza. Si vuol
fare in modo che l’utente del canale sia il protagonista della creazione del valore dello stesso.

Nel corso di questa esposizione si è esaminato a fondo, il potenziale di differenzazione dei nuovi
media on-line. L’user interessato ad informarsi su determinate tipologie di informazione, su
internet, ha la possibilità di scegliere autonomamente su quali siti web ricercare l’informazione
desiderata.

La piattaforma ipotizzata potrebbe dare anche all’user televisivo la possibilità di scegliere egli
stesso il tipo di fonte e di informazione da ricevere. Il tutto veicolato attraverso l’uso delle TV
modernamente intese.

Altro elemento d’innovazione può essere rappresentato dalla possibilità data all’utente della nuova
piattaforma di ricevere le notizie in più lingue. Questo favorirebbe due obiettivi:

• di integrazione: permettere allo straniero di ricevere in lingua propria sicuramente


aumenterebbe il grado di integrazione tra i sempre più numerosi migranti;
• formativi: permettere di ricevere in una lingua straniera aumenta la capacità di uso delle
lingue. Soprattutto se la stessa può essere fornita anche in Italiano o con i sottotitoli
permetterebbe all’utente medio di poter avere un match tra quanto in lingua straniera e
quanto in Italiano.

In questa visione di Open Platform, la presenze di un Palinsesto puntualmente strutturato passa in


secondo piano. Infatti è ipotizzabile, con cadenza di 45 minuti, un pacchetto base rappresentato
dal canonico TG in cui sono trasmesse le principali notizie del giorno di carattere nazionale ed
internazionale, la lettura ed il commento dei principali quotidiani, e l’approfondimento di tematiche
di particolare rilievo.

Tuttavia essendo l’elemento distintivo quello di poter personalizzare i contenuti da voler ricevere,
sarà l’utente a poter definire il proprio palinsesto.

Cross platform

La nuova piattaforma, caratterizzata da elevatissima componente tecnologica non può prescindere


da essere cross platform. Con tale locuzione si intende descrivere un canale che non sia
accessibile esclusivamente dal televisore, ma anche dai diversi dispositivi tramite app. Ciò
rappresenta una scelta strategica e un elemento distintivo molto importante. SKY potrebbe
rafforzare la sua presenza “mobile”, tenendo in continuo aggiornamento sia il sito web sia le sue
app e le sue pagine sui social media. Un Social poco sfruttato è sicuramente Instagram, social in
cui SKY potrebbe entrare e farsi strada condividendo le news sia sottoforma di immagini
commentate, sia sottoforma di video, sia sottoforma di stories. Oggi sempre più utenti utilizzano
Instagram come strumento di condivisione, e questo avvicinerebbe il nuovo canale ad un target
che solitamente preferisce le nuove tecnologie alla TV tradizionale.

Il target

Il target di riferimento della nuova piattaforma è un target variegato. Come banchmark di


riferimento sono stati presi in considerazione due tipologie di pubblico: l’utente medio dei canali all-
news competitor di cui al capitolo 2 del presente elaborato, e l’utente medio dei principali social
network. Dall’analisi dei dati ISTAT “ICT anno 2017” emerge che rispetto al 2016 aumenta la
quota di persone di 6 anni e più connesse in Rete nei 12 mesi precedenti l’intervista (dal 63,2% al
65,3%) e quella di chi si connette giornalmente (da 44,6% a 47,6%). L’uso del web è più frequente
tra i 15-24enni (oltre 92%) ma va rilevato il forte recupero in quest’ultimo anno degli 55-59enni (da
62,7% a 68,2%). Il rapporto con tali tecnologie si conferma significativamente diverso tra la
popolazione maschile e femminile e tale divario resta stabile rispetto all’anno precedente.
Navigano su Internet il 69,5% degli uomini e il 61,3% delle donne, va però sottolineato che fino ai
44 anni, le differenze di genere sono molto contenute.
Oltre il 77% del tempo totale trascorso online dagli italiani è stato generato dalla fruizione da
mobile (smartphone e/o tablet) e il 23% dalla fruizione tramite computer.

Il tempo di fruizione medio giornaliero è di 2 ore e 22 minuti per persona e, in generale, le donne
hanno trascorso online mezz’ora in più degli uomini, dedicando in particolare 2 ore e 23 minuti alla
fruizione da mobile e decisamente meno – un’ora circa – alla fruizione da PC.

Facebook è il più grande mall italiano con circa 27 milioni di audience a dicembre 2017, Il network
di Zuckerberg è quello utilizzato per più tempo, per circa 14 ore al mese per persona.

Al secondo posto c’è YouTube, la tv non lineare, seguita da oltre 24 milioni di italiani, con un
tempo medio di permanenza mensile di 2 ore.

In terza posizione Instagram che continua a coinvolgere nuovi utenti attestandosi sopra i 14,5
milioni di individui. Un incremento del 41% rispetto al 2016 .
Segue LinkedIn con un’audience di circa 9,8 milioni di persone (+38% in un anno), mentre Twitter
conta su un audience di circa 7,1 milioni.

Fonte: AGCOM (2017)

La pubblicità

Le nuove tendenze in tema di social media hanno sicuramente un impatto rilevante sugli introiti
pubblicitari.

L’idea di una cross platform permette non solo di abbracciare una maggior audience rispetto alla
TV tradizionale, ma permette anche di arrivare agli italiani all’estero, e ciò rende la piattaforma più
appetibile per le aziende interessate all’internazionalizzazione e che vogliono promuovere il proprio
brand anche fuori dal territorio italiano, aumentando indubbiamente gli introiti del gruppo.

Dal rapporto per Iab realizzato dalla società di consulenza PwC, emerge che i ricavi pubblicitari
negli Usa generati da digital media sono aumentati del 21% su base annua, raggiungendo il livello
record di 88 miliardi di dollari. Nel 2017, per la prima volta, gli introiti pubblicitari “digitali” (generati,
cioè, da una molteplicità di piattaforme) superano quelli generati dalle pubblicità in Tv, sia
broadcasting che cavo che toccano quota 70 miliardi.

Le piattaforme mobile hanno conquistano il 57% del totale delle pubblicità digitali, in crescita del
36% dai 36,6 miliardi di dollari del 2016 ai 49,9 miliardi nel 2017. I video online, sia mobile che
desktop, sono aumentati del 33% a 11,9 miliardi di dollari. Sui dispositivi mobili le entrate dei video
sono aumentate del 54% fino a 6,2 miliardi di dollari: è la prima volta che le entrate generate da
pubblicità sui video in mobilità superato i video desktop.

Gli spazi pubblicitari potrebbero, inoltre, anche essere proposti in relazione al pacchetto
selezionato dall’user, in modo da far coincidere il target ideale del programma e target ideale della
pubblicità.
Risposte esami

1
Punti: 1

Quale % massima di copertura riserva la Polizza Multiexport Sace Bt per


operazioni
Italia su Italia?

Scegliere una risposta.

a. 85%

b. 80%

c. La Polizza Multiexport non opera per crediti Italia su Italia

d. 90%

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question

2
Punti: 1

Nella resa CIF, quando e dove cessano i rischi del venditore?

Scegliere una risposta.

a. all'attraversamento della murata della nave al porto di partenza

b. presso il magazzino del venditore

c. quando la merce viene caricata a bordo della nave alla partenza

d. sulla banchina, al porto di destinazione

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
3
Punti: 1

dal primo gennaio 2010

Scegliere una risposta.

a. negli elenchi intrastat vanno inserite anche le prestazioni di servizi

b. la periodicita' di presentazione degli elenchi intrastat e' quadrmestrale

c. sono stati aboliti gli elenchi intrastat

d. negli elenchi intrastat vanno inserite le sole cessioni e acquisti di beni effettuati nell'are

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
4
Punti: 1

La Polizza Credito Fornitore Sace puo' essere utilizzata per operazioni


Italia su Italia?

Scegliere una risposta.

a. No

b. Si, solo se l'importo supera i 500.000 Euro

c. Si, solo se si tratta di beni di investimento

d. Si

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

5
Punti: 1
Una azienda italiana cede beni ad una aziende francese, ma ne
cura la consegna, su incarico di quest'ultima, negli Stati Uniti:

Scegliere una risposta.

a. l'operazione per l'operatore italiano configura una cessione all'esportazione

b. l'operazione configura una cessione intracomunitaria di beni

c. l'operazione deve essere assoggettata all'imposta (TVA) in Francia

d. l'operazione deve essere assoggettata all'imposta (IVA) in Italia

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
6
Punti: 1

La Stand By LC e':

Scegliere una risposta.

a. una garanzia bancaria accessoria al contratto

b. una tipologia di Lettera di Credito utilizzata solo negli USA

c. una forma di pagamento che prevede il regolamento a 12 mesi

d. una garanzia bancaria autonoma

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
7
Punti: 1

Il credito documentario costituisce:


Scegliere una risposta.

a. Un impegno di pagamento dell'applicant

b. Uno strumento di credito concesso all'importatore dalla banca emittente

c. Una garanzia di pagamento della banca emittente

d. Un impegno autonomo ed inderogabile della banca emittente

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
8
Punti: 1

La Polizza Multiexport Sace Bt opera per crediti in Italia?

Scegliere una risposta.

a. Si

b. Si, solo per crediti superiori a Euro 50.000

c. Si, solo per una globalita' di crediti

d. No

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
9
Punti: 1

Nella resa FOB, chi designa la nave?

Scegliere una risposta.


a. compratore

b. dogana

c. venditore

d. spedizioniere

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
10
Punti: 1

Nella resa EXW a chi spetta il caricamento della merce sul mezzo in
partenza?

Scegliere una risposta.

a. al compratore

b. al venditore

c. al vettore

d. allo spedizioniere

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
11
Punti: 1

L'art.8 comma del DPR 633/72 disciplina:

Scegliere una risposta.

a. le importazioni
b. nessuna delle operazioni citate nei punti

c. le cessioni all'esportazione

d. le cessioni intracomunitarie di beni

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
12
Punti: 1

Con l'espressione "on first demand" in una


garanzia internazionale s'intende:
Scegliere una risposta.

a. la possibilita' di escussione da parte dell'applicant

b. la revoca della garanzia disposta dalla banca emittente

c. la possibilita' di escussione operata dal beneficiario attraverso una semplice richiesta

d. la possibilita' di escussione operata dal beneficiario solo dopo aver richiesto l'autorizza

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

13
Punti: 1

la regola di carattere generale, prevede che il luogo di


rilevanza territoriale per le prestazioni di servizi dal primo
gennaio 2010 sia:

Scegliere una risposta.

a. il luogo di residenza del prestatore


b. il luogo in cui e' materialmente reso il servizio

c. nessuno dei punti precedenti

d. il luogo di residenza del committente

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
14
Punti: 1

Per utilizzo del credito documentario si intende:


Scegliere una risposta.

a. Il pagamento dell'importo a cura della banca

b. La spedizione della merce

c. La presentazione dei documenti

d. L'autorizzazione a pagare concessa dall'importatore

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
15
Punti: 1

Che tipo di copertura assicurativa e' obbligato a effettuare il venditore


nelle rese CIP e
CIF?

Scegliere una risposta.

a. clausolario A delle Institute Cargo Clauses


b. solo rischio inabissamento e rischio guerra

c. tutti i rischi

d. copertura minima

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
16
Punti: 1

In una resa DAT, dove e quando avviene il trasferimento del


rischio dal venditore al compratore?

Scegliere una risposta.

a. presso il magazzino del venditore

b. bordo del mezzo in arrivo al terminal

c. presso il magazzino del compratore

d. a terra, dopo la scaricazione nel terminal

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
17
Punti: 1

In una resa CPT, chi sostiene gli oneri di trasbordo in un trasporto


intermodale?

Scegliere una risposta.

a. il compratore

b. il venditore
c. il vettore

d. lo spedizioniere

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
18
Punti: 1

Affinche' si realizzi uno scambio intracomunitario e' necessario che:

Scegliere una risposta.

a. sia presente almeno il requisito territoriale

b. siano presenti simultaneamente il requisito soggettivo, quello oggettivo e quello territor

c. sia presente almeno il requisito soggettivo

d. siano presenti almeno i requisiti soggettivo ed oggettivo

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
19
Punti: 1

In una operazione di incasso documentario del tipo


D/P i documenti vengono rilasciati:
Scegliere una risposta.

a. dopo l'arrivo della merce

b. dopo il rilascio di un promissory note


c. dopo accettazione delle tratte emesse dal venditore

d. dopo il pagamento da parte del compratore

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
20
Punti: 1

L'immissione in libera pratica:

Scegliere una risposta.

a. consente a merci non comunitarie di acquisire lo status giuridico di merci comunitarie,


previsti dalla normativa comunitaria

b. consente a merci estere di circolare liberamente dentro il territorio doganale comunitar

c. consente a merci nazionali (italiane) di essere immesse in zone franche

d. consente a merci di altri Paesi comunitari di essere immesse in consumo in Italia

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

21
Punti: 1

In una resa DDP, dove e quando i rischi si trasferiscono dal venditore al


compratore?

Scegliere una risposta.

a. alla banchina nel porto di arrivo

b. presso il magazzino del compratore

c. alla consegna della merce alla Compagnia di Navigazione


d. alla consegna della merce al punto concordato nel luogo di destinazione

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
22
Punti: 1

Nell'incasso documentario le banche:

Scegliere una risposta.

a. assumono responsabilita' circa il buon esito dell'operazione di pagamento

b. verificano la conformita' dei documenti presentati

c. stabiliscono autonomamente le istruzioni di pagamento

d. sono tenute a rispettare le indicazioni contenute nel mandato senza assumere alcuna
pagamento

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
23
Punti: 1

In un'operazione di forfaiting, la girata delle tratte e' "senza ricorso"?

Scegliere una risposta.

a. Si, ma solo se il compratore paga

b. Si, ma solo a patto che il cliente acquirente sia di un Paese comunitario

c. Mai

d. Sempre
Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
24
Punti: 1

In una resa DAP, chi, fra le parti, ha l'obbligo di assicurare le merci?

Scegliere una risposta.

a. entrambi

b. il venditore

c. il compratore

d. nessuno dei due

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

25
Punti: 1

Nella resa FCA, se il luogo di consegna e' presso il terminale


del vettore, chi paga le spese di scaricamento della merce?

Scegliere una risposta.

a. lo spedizioniere

b. il compratore

c. il venditore

d. il vettore

Giusto
Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
26
Punti: 1

Dove e quando hanno fine i rischi del venditore nella clausola FOB?

Scegliere una risposta.

a. quando la merce si trova lungo il bordo della nave

b. al completamento delle operazioni di stivaggio

c. al completamento delle operazioni di caricazione a bordo della nave

d. all'attraversamento della murata della nave

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

27
Punti: 1

Nel regime doganale del perfezionamento passivo:

Scegliere una risposta.

a. all'atto della reimportazione dei prodotti "compensatori", non vengono affatto applicati
b. all'atto della reimportazione dei prodotti "compensatori", vengono applicati i dazi dogan

comunitari incorporati nei beni reimportati


c. all'atto della reimportazione dei prodotti "compensatori", vengono applicati i dazi dogan

reimportati
d. all'atto della reimportazione dei prodotti "compensatori", vengono applicati i dazi dogan

perfezionamento"
Sbagliato
Valutazione di questo invio: 0/1.

1
Punti: 1

Quali di questi elementi puo' rappresentare una opportunita' per

l'azienda? Scegliere una risposta.

a. Brevetti

b. Barriere all'uscita

c. Barriere all'entrata

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
2
Punti: 1

Quali sono alcune delle fasi logiche del processo di acquisto di un

bene? Scegliere una risposta.

a. Intenzione di acquisto, decisione di acquisto, valutazione delle alternative

b. Intenzione di acquisto, valutazione delle alternative, acquisto

c. Identificazione del problema, ricerca informazioni, decisione di acquisto

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
3
Punti: 1
Quali sono le fasi logiche della comunicazione sul cliente?

Scegliere una risposta.

a. Acquisire, individuare, fidelizzare, sviluppare, riclassificare

b. Individuare, acquisire, sviluppare, fidelizzare, riclassificare

c. Individuare, sviluppare, acquisire, fidelizzare, riclassificare

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
4
Punti: 1

Di quale mercato fanno parte i beni convenience

Scegliere una risposta.

a. Mercato Business to Business

b. Mercato Famiglie

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
5
Punti: 1

Quali strategie di marketing funzionano meglio nel mercato

attuale? Scegliere una risposta.

a. Focalizzazione, posizionamento, differenziazione

b. Differenziazione, focalizzazione, posizionamento

c. Posizionamento, differenziazione, focalizzazione


Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
6
Punti: 1

Nella creazione del messaggio di una campagna pubblicitaria


cosa rappresentano i value drivers?

Scegliere una risposta.

a. I benefici offerti dal prodotto che piu' conviene sottolineare

b. Cio' che la pubblicita' si impegna a dare come risposta ai bisogni del cliente

c. le componenti fondamentali del valore del prodotto in ottica del cliente

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

7
Punti: 1

Cosa e' il Mark up?

Scegliere una

risposta.

a. Il prezzo dato dal costo del prodotto piu' una percentuale

b. Il livello di vendita minimo affinche' l'operazione sia almeno in pareggio

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
8
Punti: 1
Quali di questi strumenti fa parte della comunicazione Above the line?

Scegliere una risposta.

a. Direct marketing

b. Stampa

c. PR

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
9
Punti: 1

Cosa significa marketing

differenziato? Scegliere una risposta.

a. Coprire tutti i segmenti ma con marketing mix diverso

b. scegliere alcuni (pochi) segmenti.

c. Indirizzare lo stesso prodotto a tutti i segmenti di mercato

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
10
Punti: 1

Quali sono alcune delle fasi logiche del processo di acquisto di un

bene? Scegliere una risposta.

a. Intenzione di acquisto, valutazione delle alternative, acquisto

b. Intenzione di acquisto, decisione di acquisto, valutazione delle alternative


c. Identificazione del problema, ricerca informazioni, decisione di acquisto

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question

11
Punti: 1

Qual e' il flusso logico della pianificazione di

Marketing? Scegliere una risposta.

a. SWOT, PEST, POA

b. PEST, SWOT, POA

c. POA, PEST, SWOT

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
12
Punti: 1

A cosa serve il ciclo di vita del

prodotto? Scegliere una risposta.

a. Ad adeguare il marketing mix al mercato di riferimento

b. A fare previsioni di quantita' di vendita

c. Ad adeguare il prodotto al trend di mercato

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
13
Punti: 1

A cosa serve la Piramide di Maslow nel modello di acquisto


del consumatore?

Scegliere una risposta.

a. Ad analizzare chi interviene nel processo di acquisto

b. Ad analizzare le motivazioni di acquisto

c. Ad analizzare quando acquista

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
14
Punti: 1

Cosa definisce il Reach nella comunicazione di una


campagna pubblicitaria?

Scegliere una risposta.

a. Il numero delle persone esposte almeno una volta ai programmi di un particolare mez
periodo

b. Il valore qualitativo di un passaggio su un mezzo di comunicazione rispetto ad un altro

c. Il numero delle volte in cui una persona e' esposta al messaggio entro il periodo di tem

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
15
Punti: 1
Del Marketing IN fanno parte

Scegliere una risposta.

a. Politiche dei prezzi

b. Nuovi prodotti

c. Analisi statistiche

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
16
Punti: 1

Quale di questi elementi fa parte della variabile prodotto nel


marketing mix?

Scegliere una risposta.

a. Significato

b. Omaggio

c. Marchio

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

17
Punti: 1

Attualmente qual e' l'orientamento che piu' rende competitiva

un'azienda? Scegliere una risposta.

a. Orientamento al prodotto
b. Orientamento al marketing olistico

c. Orientamento alla vendita

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
18
Punti: 1

Quali fattori fanno parte dell'analisi dello scenario economico

Scegliere una risposta.

a. Crescita PIL, nuovi brevetti, concentrazione demografica

b. Investimenti, fondi stanziati per la ricerca, tendenze

c. Import export, tassi d'interesse, disoccupazione

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
19
Punti: 1

Quali di questi elementi puo' rappresentare una minaccia per

l'azienda? Scegliere una risposta.

a. Calo del prezzo delle materie prime

b. Nuovi mercati di sbocco

c. Modifiche legislative

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.


Question

20
Punti: 1

Quali sono gli obiettivi di una strategia di scrematura di un prodotto

nuovo? Scegliere una risposta.

a. Fare volumi di vendita

b. Acquisizione della domanda meno sensibile al prezzo

c. Barriera a nuove aziende

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
21
Punti: 1

Qual e' il compito della pianificazione

strategica? Scegliere una risposta.

a. Mettere l'azienda in condizione di focalizzarsi su un unico business

b. Mettere l'azienda in condizioni di focalizzarsi su piu' business

c. Rapportare gli obiettivi e le risorse dell'azienda con le opportunita' ambientali

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

1
Punti: 1

Quali sono le fonti del d.i.p.?


Scegliere una risposta.

a. La legge italiana del 1995

b. La Convenzione di Roma del 1980

c. La legge europea

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
2
Punti: 1

In base al nostro d.i.p. quando può sussistere altresi' la giurisdizione

italiana? Scegliere una risposta.

a. Quando il giudice straniero si dichiara incompetente

b. Quando le parti l'hanno accettata verbalmente

c. Quando le parti l'hanno accettata per iscritto

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
3
Punti: 1

Come e' inquadrabile l'agente?

Scegliere una risposta.

a. Come lavoratore subordinato

b. Come lavoratore autonomo

c. Come lavoratore parasubordinato


Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
4
Punti: 1

La forma in un contratto e' sempre

necessaria? Scegliere una risposta.

a. Si, sempre

b. Lo e' nei casi richiesti dalla legge

c. No, mai

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
5
Punti: 1

Quali emolumenti spettano all'agente in caso di scioglimento del


contratto in base agli Accordi Economici Collettivi?

Scegliere una risposta.

a. L'indennita' di fine rapporto e l'indennita' suppletiva di clientela

b. Le ferie maturate e maturande

c. Il TFR

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
6
Punti: 1

Cosa sono le norme di applicazione

necessaria? Scegliere una risposta.

a. Un complesso di norme da applicare in ogni caso

b. Un complesso di norme la cui applicazione è facoltativa

c. Un complesso di norme da applicare sempre ma a determinate


condizioni

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question

7
Punti: 1

Cosa prevede il Regolamento quanto al riconoscimento delle


sentenze all'estero?

Scegliere una risposta.

a. Che la decisione emessa da un giudice non possano avere


efficacia in altri Stati a determinate condizioni

b. Che la decisione emessa da un giudice non possano avere


efficacia in altri Stati

c. Che la decisione emessa da un giudice di uno Stato acquisti


automaticamente efficacia anche in altri Stati

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
8
Punti: 1

Tra quelli qui elencati, quali sono gli aspetti pratici da considerare in
un contratto di vendita?

Scegliere una risposta.

a. Le modalità di consegna della merce

b. Il rinvio alle norme di legge per gli aspetti non regolati dal
contratto

c. Le sottoscrizioni delle parti

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
9
Punti: 1

Qual e' la fonte della giurisdizione secondo la legge

italiana? Scegliere una risposta.

a. Il sistema di d.i.p.

b. Il Regolamento UE 44/2001

c. Le norme di applicazione necessaria

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
10
Punti: 1

Che cosa si intende per "contratto" secondo il Codice civile

Italiano? Scegliere una risposta.


a. Un documento redatto da un solo soggetto per regolare un
rapporto patrimoniale

b. Un documento redatto da piu' soggetti per regolare un rapporto


non patrimoniale

c. Un documento redatto da piu' soggetti per regolare un rapporto


patrimoniale

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

11
Punti: 1

Quando e' che un contratto puo' definirsi

"internazionale"? Scegliere una risposta.

a. Quando e' redatto in una lingua straniera

b. Quando e' redatto in un Paese straniero

c. Quando presenta elementi di estraneita'

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

12
Punti: 1

Qual e' la fonte del d.i.p.

italiano? Scegliere una risposta.

a. La normativa internazionale

b. La normativa comunitaria
c. La legge italiana

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
13
Punti: 1

In caso di persone giuridiche, qual e' l'elemento di

estraneita'? Scegliere una risposta.

a. La nazionalita' del legale rappresentante

b. Il Paese nel quale la societa' e' stata costituita

c. Il Paese nel quale la societa' ha la sede

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
14
Punti: 1

Qual e' la fonte normativa del contratto di

subfornitura? Scegliere una risposta.

a. Una norma di diritto italiano

b. Nessuna delle precedenti

c. Una norma comunitaria

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
15
Punti: 1

Che cosa e' la

giurisdizione? Scegliere

una risposta.

a. E' il potere in capo alla Magistratura di occuparsi di una


determinata questione con elementi di estraneita'

b. Nessuno dei precedenti

c. E' il potere in capo alla Magistratura di emettere sentenze

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
16
Punti: 1

Il procedimento di d.i.e si applica a partire da quale

data? Scegliere una risposta.

a. Dal 2007

b. Dal 2009

c. Dal 2008

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
17
Punti: 1

Il d.i.e. puo' essere ottenuto nei confronti di un debitore extra-

UE? Scegliere una risposta.


a. Sì

b. Si, a determinate condizioni

c. No, mai

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
18
Punti: 1

Cosa sono gli Accordi economici Collettivi

? Scegliere una risposta.

a. Una normativa europea

b. Una normativa italiana statale

c. Una normativa italiana sindacale

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
19
Punti: 1

Le parti di un contratto sono libere di stabilire la legge applicabile a


proprio piacimento?

Scegliere una risposta.

a. Si, ma a certe condizioni

b. Si, sempre

c. No, mai
Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
20
Punti: 1

Cos'e' la provvigione?

Scegliere una

risposta.

a. La retribuzione dell'agente

b. Un premio conferito all'agente per il suo lavoro

c. Un premio condizionato

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
21
Punti: 1

Cos'e' la knock-out

doctrine? Scegliere una

risposta.

a. Una teoria dottrinaria applicata in tutti gli Stati

b. Una teoria dottrinaria applicata solo in alcuni Stati

c. Una teoria applicabile su richiesta delle parti

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
22
Punti: 1

Cos'e' il D.lgs.

231/2002? Scegliere

una risposta.

a. Una convenzione internazionale

b. Una legge comunitaria

c. Una legge italiana

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
23
Punti: 1

Cos'e' il t.e.e.?

Scegliere una

risposta.

a. Uno strumento per iniziare un'esecuzione in un Paese straniero

b. Uno strumento per iniziare un'esecuzione prevista dalla


normativa italiana

c. Una forma di processo

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
24
Punti: 1

Quando sussiste la giurisdizione italiana in base al nostro

d.i.p.? Scegliere una risposta.


a. Quando le parti di un contratto sono italiane

b. Quando solo una delle parti di un contratto e' italiana

c. Quando il convenuto in causa ha domicilio o residenza in Italia

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
25
Punti: 1

Cos'e' la normativa

Antitrust? Scegliere una

risposta.

a. Una normativa atta a favorire gli accordi tra imprese

b. Una normativa che favorisce la nascita di meccanismi di


monopolio

c. Una normativa posta a tutela della concorrenza nei mercati


economici e dei consumatori

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
26
Punti: 1

Che concetto ha introdotto il D.lgs

231/2002? Scegliere una risposta.

a. L'applicazione degli interessi moratori e legali su richiesta delle


parti
b. La decorrenza degli interessi legali

c. La decorrenza degli interessi moratori

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

27
Punti: 1

Cos'e' la vendita in base al codice civile

italiano? Scegliere una risposta.

a. Un accordo atipico

b. Nessuno dei precedenti

c. Un tipo di contratto

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
28
Punti: 1

Gli Accordi Economici Collettivi si sostituiscono alla

legge? Scegliere una risposta.

a. Si

b. No, si applicano solo quando e' esclusa l'applicazione della


legge

c. No, la integrano

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.


Question

29
Punti: 1

Cos'e' la last shot

doctrine? Scegliere una

risposta.

a. Una teoria italiana

b. Una teoria dottrinaria

c. Una teoria giurisprudenziale

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
30
Punti: 1

Quali spese dell'agente va a coprire la

provvigione? Scegliere una risposta.

a. Nessuna, tutte le spese vengono rimborsate

b. Tutte le spese

c. Solo una parte di esse

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

1
Punti: 1

Cos'e' il contratto di distribuzione?


Scegliere una risposta.

a. Un contratto tipico italiano (disciplinato dal Codice Civile)

b. Un contratto tipico europeo (disciplinato dalla normativa UE)

c. Un contratto atipico (non disciplinato dal Codice Civile)

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
2
Punti: 1

Qual e' la fonte del d.i.p.

italiano? Scegliere una risposta.

a. La legge italiana

b. La normativa comunitaria

c. La normativa internazionale

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
3
Punti: 1

Tra quelli qui elencati, quali sono gli aspetti pratici da considerare in
un contratto di vendita?

Scegliere una risposta.

a. Le modalità di consegna della merce

b. Le sottoscrizioni delle parti


c. Il rinvio alle norme di legge per gli aspetti non regolati dal contratto

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
4
Punti: 1

Il d.i.e. puo' essere ottenuto nei confronti di un debitore extra-

UE? Scegliere una risposta.

a. Si, a determinate condizioni

b. No, mai

c. Sì

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
5
Punti: 1

L'esclusiva e' normalmente prevista nei contratti di

distribuzione? Scegliere una risposta.

a. No, mai

b. A volte

c. Si, sempre

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
6
Punti: 1

Che concetto ha introdotto il D.lgs

231/2002? Scegliere una risposta.

a. La decorrenza degli interessi moratori

b. La decorrenza degli interessi legali

c. L'applicazione degli interessi moratori e legali su richiesta delle parti

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
7
Punti: 1

Quale aspetto va a regolare il

Regolamento? Scegliere una risposta.

a. La legge applicabile

b. La giurisdizione

c. L'ingiunzione di pagamento europea

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
8
Punti: 1

La convenzione dell'Aja e' ancora in

vigore? Scegliere una risposta.


a. Si

b. No. E' stata sostituita dalla convenzione di Roma del 1980

c. No

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
9
Punti: 1

Quali sono gli elementi di un

contratto? Scegliere una risposta.

a. L'accordo e la causa

b. Nessuno

c. L'accordo, la causa, l'oggetto e la forma

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
10
Punti: 1

Cosa sono gli Accordi economici Collettivi

? Scegliere una risposta.

a. Una normativa europea

b. Una normativa italiana sindacale

c. Una normativa italiana statale

Giusto
Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
11
Punti: 1

Cos'e' il t.e.e.?

Scegliere una

risposta.

a. Una forma di processo

b. Uno strumento per iniziare un'esecuzione in un Paese straniero

c. Uno strumento per iniziare un'esecuzione prevista dalla normativa italiana

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
12
Punti: 1

Qual e' la regola generale del

Regolamento? Scegliere una risposta.

a. Che competente e' il giudice dello Stato nel quale risiede o e' domiciliato il convenuto

b. Che competente e' il giudice dello Stato nel quale risiede o e' domiciliato l'attore

c. Che le parti non possono scegliere il giudice al quale devolvere una eventuale controv

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
13
Punti: 1
Qual e' la funzione del contratto di agenzia?

Scegliere una risposta.

a. Avere un contatto nello stato di interesse per un'Azienda il quale distribuirà i prodotti d

b. Avere un contatto nello Stato di interesse per un’Azienda tramite il quale vendere i pro

c. Nessuno dei precedenti

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
14
Punti: 1

Quando spetta la provvigione?

Scegliere una risposta.

a. Non appena l'agente ha inviato l'ordine all'Azienda

b. Non appena il contratto di vendita tra l'azienda e il terzo si conclude

c. Non appena il contratto di vendita tra l'azienda e il terzo si conclude e il terzo versa il c

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
15
Punti: 1

Il procedimento di t.e.e si applica a partire da quale

data? Scegliere una risposta.

a. Dal 2004
b. Dal 2006

c. Dal 2005

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question

16
Punti: 1

Qual e' la fonte della disciplina

Antitrust? Scegliere una risposta.

a. I Regolamenti comunitari

b. Le Convenzioni internazionali

c. La legge italiana

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
17
Punti: 1

Cos'e' il D.lgs.

231/2002? Scegliere

una risposta.

a. Una convenzione internazionale

b. Una legge comunitaria

c. Una legge italiana

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.


Question

18
Punti: 1

Tra quelli qui di seguito, quali sono gli elementi di

estraneita'? Scegliere una risposta.

a. Lo Stato di appartenenza delle parti

b. La nazionalita' dei contraenti

c. Il luogo in cui devono essere spedite le merci oggetto del contratto

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
19
Punti: 1

In caso di persone giuridiche, qual e' l'elemento di

estraneita'? Scegliere una risposta.

a. Il Paese nel quale la societa' ha la sede

b. Il Paese nel quale la societa' e' stata costituita

c. La nazionalita' del legale rappresentante

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

20
Punti: 1

Quali emolumenti spettano all'agente in caso di scioglimento del


contratto in base agli Accordi Economici Collettivi?
Scegliere una risposta.

a. Il TFR

b. Le ferie maturate e maturande

c. L'indennita' di fine rapporto e l'indennita' suppletiva di clientela

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
21
Punti: 1

Che cosa si intende per "contratto" secondo il Codice civile

Italiano? Scegliere una risposta.

a. Un documento redatto da piu' soggetti per regolare un rapporto patrimoniale

b. Un documento redatto da piu' soggetti per regolare un rapporto non patrimoniale

c. Un documento redatto da un solo soggetto per regolare un rapporto patrimoniale

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
22
Punti: 1

Cos'e' il d.i.e.?

Scegliere una

risposta.

a. Una forma di processo

b. Uno strumento per chiedere ad un debitore il pagamento di una somma

c. Uno strumento per iniziare un'esecuzione in un Paese straniero


Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
23
Punti: 1

Un'Azienda italiana puo' stipulare un contratto di agenzia con un


agente straniero?

Scegliere una risposta.

a. Si, sempre

b. Si, a determinate condizioni

c. No, mai

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

24
Punti: 1

La parte straniera contro la quale si cerca di mettere in esecuzione


una sentenza emessa da un giudice straniero ha possibilità di
opporsi

Scegliere una risposta.

a. No, mai

b. No, se non si e' costituita nel processo nel quale e' stata emessa la sentenza

c. Si, a determinate condizioni previste dal Regolamento

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
25
Punti: 1

Quali spese dell'agente va a coprire la

provvigione? Scegliere una risposta.

a. Tutte le spese

b. Nessuna, tutte le spese vengono rimborsate

c. Solo una parte di esse

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
26
Punti: 1

In base al nostro d.i.p. quando può sussistere altresi' la giurisdizione

italiana? Scegliere una risposta.

a. Quando il giudice straniero si dichiara incompetente

b. Quando le parti l'hanno accettata per iscritto

c. Quando le parti l'hanno accettata verbalmente

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
27
Punti: 1

Qual e' la fonte normativa del contratto di

subfornitura? Scegliere una risposta.


a. Una norma comunitaria

b. Nessuna delle precedenti

c. Una norma di diritto italiano

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
28
Punti: 1

Qual e' la fonte della giurisdizione secondo la legge

italiana? Scegliere una risposta.

a. Il Regolamento UE 44/2001

b. Le norme di applicazione necessaria

c. Il sistema di d.i.p.

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
29
Punti: 1

La forma in un contratto e' sempre

necessaria? Scegliere una risposta.

a. Si, sempre

b. No, mai

c. Lo e' nei casi richiesti dalla legge

Giusto
Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
30
Punti: 1

Cosa sono le norme di applicazione

necessaria? Scegliere una risposta.

a. Un complesso di norme la cui applicazione è facoltativa

b. Un complesso di norme da applicare in ogni caso

c. Un complesso di norme da applicare sempre ma a determinate condizioni

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Punti: 1

Secondo il Fondo Monetario Internazionale sono "Diretti"


gli investimenti esteri:
Scegliere una risposta.

a. maggiore o uguale al 90 %

b. maggiore o uguale al 50 %

c. maggiore o uguale 10 %

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
2
Punti: 1

Si definiscono concorrenti indiretti:


Scegliere una risposta.

a. Concorrenti che offrono la stessa tipologia di prodotti/servizi

b. Concorrenti che offrono prodotti/servizi sostitutivi

c. Concorrenti operanti in altri stati

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
3
Punti: 1

Con "Place" nell'analisi di "Marketing Mix" intendiamo:


Scegliere una risposta.

a. Analisi dei canali di distribuzione

b. Analisi del Packaging

c. Analisi delle leve promozionali

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
4
Punti: 1

Si intende con ASA:


Scegliere una risposta.

a. Area aziendale per lo sviluppo del business


b. Centro Ricerche aziendali

c. combinazione prodotto/mercato/tecnologie con una propria responsabilita' reddituale

Giusto

Valutazione di questo invio: 1/1.

Question

5
Punti: 1

Tra gli "Equity Agreements" annoveriamo:


Scegliere una risposta.

a. Licenze

b. Consorzi

c. Franchising

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
6
Punti: 1

Il "traffico di perfezionamento passivo-TPP" e' legato alla


Esportazione:
Scegliere una risposta.

a. Finale

b. Riesportazione

c. Temporanea

Giusto
Valutazione di questo invio: 1/1.

Question
7
Punti: 1

Nell'analisi della matrice di portafoglio della Boston


Consulting
Group il prodotto "star" e' caratterizzato da:
Scegliere una risposta.

a. basso tasso di crescita del mercato e bassa quota di mercato

b. alto tasso di crescita del mercato e alta quota di mercato

c. alto tasso di crescita del mercato e bassa quota di mercato

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
8
Punti: 1

Si intende con "Start-Up":


Scegliere una risposta.

a. Avvio dell'attivita'

b. Diversificazione dell'attivita'

c. Ristrutturazioni e operazioni straordinarie

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
9
Punti: 1

Nell'analisi della matrice di portafoglio della Boston


Consulting
Group il prodotto "COW" e' caratterizzato da:
Scegliere una risposta.

a. alto tasso di crescita del mercato e bassa quota di mercato

b. alto tasso di crescita del mercato e alta quota di mercato

c. basso tasso di crescita del mercato e alta quota di mercato

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.

Question
10
Punti: 1

Gli obiettivi principali del Marketing Operativo:


Scegliere una risposta.

a. segmentare il mercato di riferimento

b. effettuare ricerche di mercato tese ad individuare i bisogni

c. tradurre in azioni concrete quanto definito a livello di Marketing Strategico

Sbagliato

Valutazione di questo invio: 0/1.