Sei sulla pagina 1di 64

Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

PRIMI VESPRI

II Domenica
di Avvento

71
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

INNO
II Domenica
di Avvento

72
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri
1 a ANTIFONA
Godi e rallegrati, o nuova Gerusalemme:
viene il tuo re, mite e salvatore.

II Domenica
di Avvento
SALMO 118, 105-112 XIV (Num) Promessa di osservare i comandamenti di Dio
Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io vi ho amati (Gv 15, 12).
Lampada per i miei passi è la tua parola, *
luce sul mio cammino.
Ho giurato, e lo confermo, *
di custodire i tuoi precetti di giustizia.
Sono stanco di soffrire, Signore, *
dammi vita secondo la tua parola.
Signore, gradisci le offerte delle mie labbra, *
insegnami i tuoi giudizi.
La mia vita è sempre in pericolo, *
ma non dimentico la tua legge.
Gli empi mi hanno teso i loro lacci, *
ma non ho deviato dai tuoi precetti.
Mia eredità per sempre sono i tuoi insegnamenti, *
sono essi la gioia del mio cuore.
Ho piegato il mio cuore ai tuoi comandamenti, *
in essi è la mia ricompensa per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
nei secoli dei secoli. Amen.

1 a ANTIFONA
Godi e rallegrati, o nuova Gerusalemme:
viene il tuo re, mite e salvatore.

73
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

2 a ANTIFONA
Riprendete coraggio:
ecco il nostro Dio,
egli viene a salvarci.
II Domenica
di Avvento

SALMO 15 Il Signore è mia eredità


Dio ha resuscitato Gesù, sciogliendolo dalle angosce della morte (At 2, 24).

Ho detto a Dio: «Sei tu il mio Signore, *


senza di te non ho alcun bene».
Per i santi, che sono sulla terra, uomini nobili, *
è tutto il mio amore.
Si affrettino altri a costruire idoli: †
io non spanderò le loro libazioni di sangue, *
né pronunzierò con le mie labbra i loro nomi.
Il Signore è mia parte di eredità e mio calice: *
nelle tue mani è la mia vita.
Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi, *
la mia eredità è magnifica.
Benedico il Signore che mi ha dato consiglio; *
anche di notte il mio cuore m'istruisce.
Io pongo sempre innanzi a me il Signore, *
sta alla mia destra, non posso vacillare.
Di questo gioisce il mio cuore, †
esulta la mia anima; *
anche il mio corpo riposa al sicuro,
perché non abbandonerai la mia vita nel sepolcro, *
né lascerai che il tuo santo veda la corruzione.
Mi indicherai il sentiero della vita, †
gioia piena nella tua presenza, *
dolcezza senza fine alla tua destra.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
nei secoli dei secoli. Amen.

74
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

2 a ANTIFONA
Riprendete coraggio:
ecco il nostro Dio,
egli viene a salvarci.

II Domenica
di Avvento
3 a ANTIFONA
Da Mosè fu data la legge:
da Gesù Cristo la grazia e la verità.

3 a ANTIFONA
Da Mosè fu data la legge:
da Gesù Cristo la grazia e la verità.

75
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

LETTURA BREVE 1 Ts 5, 23-24


Il Dio della pace vi santifichi fino alla perfezione, e tutto quello che è vostro, spirito, anima e corpo, si conservi
irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. Colui che vi chiama è fedele e farà tutto questo!
II Domenica
di Avvento

RESPONSORIO BREVE

ANTIFONA AL MAGNIFICAT
Vieni, Signore, a visitarci nella pace:
con cuore nuovo faremo festa per te.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE (Lc 1, 46-55)


Esultanza dell'anima nel Signore

76
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

II Domenica
di Avvento
ANTIFONA AL MAGNIFICAT
Vieni, Signore, a visitarci nella pace:
con cuore nuovo faremo festa per te.

INTERCESSIONI
Innalziamo la comune preghiera a Cristo, Salvatore, nato dalla Vergine Maria:
Vieni, Signore Gesù.
Figlio di Dio, che vieni come il vero angelo dell'alleanza,
- fa' che il mondo intero ti riconosca e ti accolga.
Verbo di Dio, che ti sei fatto nostro fratello,
- libera l'umanità dalle oscure suggestioni del male.
Signore della vita, che hai preso su di te la nostra morte,
- fa' che accettiamo dalle tue mani la sofferenza e la morte.
Giudice divino, che dai la giusta ricompensa,
- mostraci la misericordia che non conosce limiti.
Cristo Signore, morto per noi sul legno della croce,
- dona il riposo eterno a chi è morto a causa dell'odio e della violenza.

77
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Primi Vespri

PADRE NOSTRO
Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
II Domenica
di Avvento

sia fatta la tua volontà,


come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.

ORAZIONE
O Dio, grande e misericordioso, fa' che il nostro impegno nel mondo non ci ostacoli nel cammino verso il
tuo Figlio, ma la sapienza che viene dal cielo ci guidi alla comunione con il Cristo, nostro Salvatore, che è
Dio e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
R. Amen.

78
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Primi Vespri

COMPIETA
DOPO I PRIMI VESPRI

II Domenica
di Avvento

​A questo punto, è bene sostare alquanto in silenzio per l’esame di coscienza che, nella celebrazione comunitaria,
può essere introdotto e seguito da uno dei formulari dell’atto penitenziale della Messa debitamente adattato.

79
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Primi Vespri
INNO
II Domenica
di Avvento

80
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Primi Vespri
1 a ANTIFONA
In te confido, Signore,
e in pace mi addormento.

II Domenica
di Avvento
SALMO 140, 1-9 Rendimento di grazie
E Dio che disse: "Rifulga la luce dalle tenebre", rifulse nei nostri cuori per far risplendere la conoscenza della
gloria divina, che rifulge sul volto di Cristo (2Cor 4,6).

Fino a quando, o uomini, sarete duri di cuore? *


Perché amate cose vane e cercate la menzogna?
Sappiate che il Signore fa prodigi per il suo fedele: *
il Signore mi ascolta quando lo invoco.
Tremate e non peccate, *
sul vostro giaciglio riflettete e placatevi.
Offrite sacrifici di giustizia *
e confidate nel Signore.
Molti dicono: « Chi ci farà vedere il bene? » . *
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto.
Hai messo più gioia nel mio cuore *
di quando abbondano vino e frumento.
In pace mi corico e subito mi addormento: *
tu solo, Signore, al sicuro mi fai riposare.
Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo. *
Come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen.

81
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Primi Vespri

1 a ANTIFONA
In te confido, Signore,
e in pace mi addormento.
II Domenica
di Avvento

2 a ANTIFONA
Nella notte, benedite il Signore.

SALMO 133 Orazione notturna nel tempio


Lodate il nostro Dio, voi suoi servi, voi che lo temete, piccoli e grandi (Ap 19, 5).

voi che state nella casa del Signore *


durante le notti.
Alzate le mani verso il tempio *
e benedite il Signore.
Da Sion ti benedica il Signore, *
che ha fatto cielo e terra.
Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo. *
Come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen.

2 a ANTIFONA
Nella notte, benedite il Signore.

LETTURA BREVE Dt 6, 4-7


Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo. Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con
tutta l'anima e con tutte le forze. Questi precetti che oggi ti do, ti stiano fissi nel cuore; li ripeterai ai tuoi figli, ne
parlerai quando sarai seduto in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai.

82
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Primi Vespri
RESPONSORIO BREVE

II Domenica
di Avvento

83
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Primi Vespri

CANTICO (Nunc dimittis)


II Domenica
di Avvento

Al termine del Cantico si ripete l'Antifona

ORAZIONE
Veglia su di noi in questa notte, o Signore: la tua mano ci ridesti al nuovo giorno perché possiamo celebrare con
gioia la risurrezione del tuo Figlio, che vive e regna nei secoli dei secoli.

BENEDIZIONE FINALE
Il Signore ci conceda una notte serena e un riposo tranquillo.

R. Amen.

84
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

UFFICIO DELLE LETTURE


INVITATORIO

II Domenica
di Avvento
V. Signore, apri le mie labbra
R. e la mia bocca proclami la tua lode.

85
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
II Domenica
di Avvento

86
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

II Domenica
di Avvento

87
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
II Domenica
di Avvento

88
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

INNO

II Domenica
di Avvento
divisione sillabica delle successive strofe dell'inno

89
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
1 a ANTIFONA
Verrà con grande potenza il Re, l'Altissimo,
per salvare tutte le nazioni, alleluia.
II Domenica
di Avvento

SALMO 103, 1-12 (I) Inno a Dio creatore


Se uno è in Cristo, è una creatura nuova; le cose vecchie sono passate; ecco ne sono nate di nuove (2 Cor 5, 17).
Benedici il Signore, anima mia, *
Signore, mio Dio, quanto sei grande!
Rivestito di maestà e di splendore, *
avvolto di luce come di un manto.
Tu stendi il cielo come una tenda, *
costruisci sulle acque la tua dimora,
fai delle nubi il tuo carro, *
cammini sulle ali del vento;
fai dei venti i tuoi messaggeri, *
delle fiamme guizzanti i tuoi ministri.
Hai fondato la terra sulle sue basi, *
mai potrà vacillare.
L'oceano l'avvolgeva come un manto, *
le acque coprivano le montagne.
Alla tua minaccia sono fuggite, *
al fragore del tuo tuono hanno tremato.
Emergono i monti, scendono le valli †
al luogo che hai loro assegnato.
Hai posto un limite alle acque:
non lo passeranno, *
non torneranno a coprire la terra.
Fai scaturire le sorgenti nelle valli *
e scorrono tra i monti;
ne bevono tutte le bestie selvatiche *
e gli onagri estinguono la loro sete.
Al di sopra dimorano gli uccelli del cielo, *
cantano tra le fronde.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
nei secoli dei secoli. Amen.

1 a ANTIFONA
Verrà con grande potenza il Re, l'Altissimo,
per salvare tutte le nazioni, alleluia.

90
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
2 a ANTIFONA
Rallegrati, esulta, santa città di Dio:
a te viene il tuo Re.
Non temere: la tua salvezza è vicina.

II Domenica
di Avvento
SALMO 103, 13-23 (II) Inno a Dio creatore
Se uno è in Cristo, è una creatura nuova; le cose vecchie sono passate; ecco ne sono nate di nuove (2 Cor 5, 17).
Dalle tue alte dimore irrighi i monti, *
con il frutto delle tue opere sazi la terra.
Fai crescere il fieno per gli armenti †
e l'erba al servizio dell'uomo, *
perché tragga alimento dalla terra:
il vino che allieta il cuore dell'uomo; †
l'olio che fa brillare il suo volto *
e il pane che sostiene il suo vigore.
Si saziano gli alberi del Signore, *
i cedri del Libano da lui piantati.
Là gli uccelli fanno il loro nido *
e la cicogna sui cipressi ha la sua casa.
Per i camosci sono le alte montagne, *
le rocce sono rifugio per gli iràci.
Per segnare le stagioni hai fatto la luna *
e il sole che conosce il suo tramonto.
Stendi le tenebre e viene la notte *
e vagano tutte le bestie della foresta;
ruggiscono i leoncelli in cerca di preda *
e chiedono a Dio il loro cibo.
Sorge il sole, si ritirano *
e si accovacciano nelle tane.
Allora l'uomo esce al suo lavoro, *
per la sua fatica fino a sera.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
nei secoli dei secoli. Amen.

2 a ANTIFONA
Rallegrati, esulta, santa città di Dio:
a te viene il tuo Re.
Non temere: la tua salvezza è vicina.

91
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
3 a ANTIFONA
Purifichiamo i nostri cuori,
per camminare nella giustizia incontro al Re:
egli viene, non tarderà.
II Domenica
di Avvento

SALMO 103, 24-35 (III) Inno a Dio creatore


Se uno è in Cristo, è una creatura nuova; le cose vecchie sono passate; ecco ne sono nate di nuove (2 Cor 5, 17).
Quanto sono grandi, Signore, le tue opere! †
Tutto hai fatto con saggezza, *
la terra è piena delle tue creature.
Ecco il mare spazioso e vasto: †
lì guizzano senza numero *
animali piccoli e grandi.
Lo solcano le navi, *
il Leviatàn che hai plasmato
perché in esso si diverta.
Tutti da te aspettano *
che tu dia loro il cibo in tempo opportuno.
Tu lo provvedi, essi lo raccolgono, *
tu apri la mano, si saziano di beni.
Se nascondi il tuo volto, vengono meno, †
togli loro il respiro, muoiono *
e ritornano nella loro polvere.
Mandi il tuo spirito, sono creati, *
e rinnovi la faccia della terra.
La gloria del Signore sia per sempre; *
gioisca il Signore delle sue opere.
Egli guarda la terra e la fa sussultare, *
tocca i monti ed essi fumano.
Voglio cantare al Signore finché ho vita, *
cantare al mio Dio finché esisto.
A lui sia gradito il mio canto; *
la mia gioia è nel Signore.
Scompaiano i peccatori dalla terra †
e più non esistano gli empi. *
Benedici il Signore, anima mia.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
nei secoli dei secoli. Amen.
3 a ANTIFONA
Purifichiamo i nostri cuori,
per camminare nella giustizia incontro al Re:
egli viene, non tarderà.

92
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

VERSETTO
V. Alzate la testa, e guardate:
R. la vostra liberazione è vicina.

II Domenica
di Avvento
PRIMA LETTURA
Dal libro del profeta Isaia 22, 8b-23
Rimprovero a Gerusalemme e al ministro Sebna, per la loro superbia
Voi guardavate in quel giorno
alle armi del palazzo della Foresta;
le brecce della città di Davide
avete visto quante fossero;
avete raccolto le acque della piscina inferiore,
avete contato le case di Gerusalemme
e demolito le case per fortificare le mura;
avete costruito un serbatoio fra i due muri
per le acque della piscina vecchia;
ma voi non avete guardato a chi ha fatto queste cose,
né avete visto chi ha preparato ciò da tempo.
Vi invitava il Signore, Dio degli eserciti,
in quel giorno
al pianto e al lamento,
a rasarvi il capo e a vestire il sacco.
Ecco invece si gode e si sta allegri,
si sgozzano buoi e si scannano greggi,
si mangia carne e si beve vino:
«Mangiamo e beviamo, perché domani moriremo!».
Ma il Signore degli eserciti si è rivelato ai miei orecchi:
«Certo non sarà espiato questo vostro peccato,
finché non sarete morti»,
dice il Signore, Dio degli eserciti.
Così dice il Signore, Dio degli eserciti:
«Récati da questo ministro,
presso Sebna, il maggiordomo,
che si taglia in alto il sepolcro
e si scava nella rupe la tomba:
Che cosa possiedi tu qui e chi hai tu in questo luogo,
che ti stai scavando qui un sepolcro?
Ecco, il Signore ti scaglierà giù a precipizio, o uomo;
afferrandoti saldamente,
ti rotolerà ben bene a rotoli
come palla, verso un esteso paese.
Là morirai e là finiranno i tuoi carri superbi,
o ignominia del palazzo del tuo padrone!
Ti toglierò la carica,
ti rovescerò dal tuo posto.
In quel giorno chiamerò il mio servo
Eliakim, figlio di Chelkia;
lo rivestirò con la tua tunica,
lo cingerò della tua sciarpa
e metterò il tuo potere nelle sue mani.
Sarà un padre per gli abitanti di Gerusalemme
e per il casato di Giuda.

93
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

Gli porrò sulla spalla la chiave della casa di Davide;


se egli apre, nessuno chiuderà;
se egli chiude, nessuno potrà aprire.
Lo conficcherò come un piuòlo in luogo solido
II Domenica
di Avvento

e sarà un trono di gloria per la casa di suo padre.

RESPONSORIO Ap 3, 7. 8
R. Così parla il Santo, il Fedele, colui che ha la chiave di Davide: * dinanzi a te ho aperto una porta, e nessuno la
può chiudere.
V. Hai osservato la mia parola, non hai rinnegato il mio nome:
R. dinanzi a te ho aperto una porta, e nessuno la può chiudere.

SECONDA LETTURA
Dal «Commento sul profeta Isaia» di Eusebio, vescovo di Cesarea. (Cap. 40, vv. 3. 9; PG 24, 366-367)
Voce di uno che grida nel deserto
Voce di uno che grida nel deserto: «Preparate la via al Signore, appianate nella steppa la strada per il nostro Dio» (Is
40, 3).
Dichiara apertamente che le cose riferite nel vaticinio, e cioè l'avvento della gloria del Signore e la manifestazione a
tutta l'umanità della salvezza di Dio, avverranno non in Gerusalemme, ma nel deserto. E questo si è realizzato
storicamente e letteralmente quando Giovanni Battista predicò il salutare avvento di Dio nel deserto del Giordano,
dove appunto si manifestò la salvezza di Dio.
Infatti Cristo e la sua gloria apparvero chiaramente a tutti quando, dopo il suo battesimo, si aprirono i cieli e lo
Spirito Santo, scendendo in forma di colomba, si posò su di lui e risuonò la voce del Padre che rendeva
testimonianza al Figlio: «Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo» (Mt 17, 5).
Ma tutto ciò va inteso anche in un senso allegorico. Dio stava per venire in quel deserto, da sempre impervio e
inaccessibile, che era l'umanità. Questa infatti era un deserto completamente chiuso alla conoscenza di Dio e
sbarrato a ogni giusto e profeta. Quella voce, però, impone di aprire una strada verso di esso al Verbo di Dio;
comanda di appianare il terreno accidentato e scosceso che ad esso conduce, perché venendo possa entrarvi:
«Preparate la via del Signore» (Ml 3, 1).
Preparazione è l'evangelizzazione del mondo, è la grazia confortatrice. Esse comunicano all'umanità al conoscenza
della salvezza di Dio.
«Sali su un alto monte, tu che rechi liete notizie in Sion; alza la voce con forza, tu che rechi liete notizie in
Gerusalemme» (Is 40, 9).
Prima si era parlato della voce risuonante nel deserto, ora, con queste espressioni, si fa allusione, in maniera
piuttosto pittoresca, agli annunziatori più immediati della venuta di Dio e alla sua venuta stessa. Infatti prima si
parla della profezia di Giovanni Battista e poi degli evangelizzatori.
Ma qual è la Sion a cui si riferiscono quelle parole? Certo quella che prima si chiamava Gerusalemme. Anch'essa
infatti era un monte, come afferma la Scrittura quando dice: «Il monte Sion, dove hai preso dimora» (Sal 73, 2); e
l'Apostolo: «Vi siete accostati al monte di Sion» (Eb 12, 22). Ma in un senso superiore la Sion, che rende nota le
venuta di Cristo, è il coro degli apostoli, scelto di mezzo al popolo della circoncisione.
Si, questa, infatti, è la Sion e la Gerusalemme che accolse la salvezza di Dio e che è posta sopra il monte di Dio, è
fondata, cioè, sull'unigenito Verbo del Padre. A lei comanda di salire prima su un monte sublime, e di annunziare,
poi, la salvezza di Dio.
Di chi è figura, infatti, colui che reca liete notizie se non della schiera degli evangelizzatori? E che cosa significa
evangelizzare se non portare a tutti gli uomini, e anzitutto alle città di Giuda, il buon annunzio della venuta di Cristo
in terra?

RESPONSORIO Cfr. Mt 11, 11. 9


R. E' venuto il precursore del Signore; di lui Gesù ha detto: Tra i nati di donna * non è sorto uno più grande di
Giovanni Battista.
V. Egli è un profeta, e più che profeta:
R. non è sorto uno più grande di Giovanni Battista.
94
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

INNO "TE DEUM LAUDAMUS"

II Domenica
di Avvento

95
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
II Domenica
di Avvento

96
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

II Domenica
di Avvento

97
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
II Domenica
di Avvento

98
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

II Domenica
di Avvento

99
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture
II Domenica
di Avvento

1 00
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Ufficio delle Letture

II Domenica
di Avvento
ORAZIONE
O Dio, grande e misericordioso, fa' che il nostro impegno nel mondo non ci ostacoli nel cammino verso il tuo
Figlio, ma la sapienza che viene dal cielo ci guidi alla comunione con il Cristo, nostro Salvatore, che è Dio e vive e
regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
R. Amen.
Benediciamo il Signore.
R. Rendiamo grazie a Dio.

101
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti
II Domenica
di Avvento

1 02
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri

SECONDI VESPRI

II Domenica
di Avvento

1 21
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri

INNO
II Domenica
di Avvento

1 22
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri

1 a ANTIFONA
Verrà il Signore sulle nubi del cielo,
con grande potenza, alleluia.

II Domenica
di Avvento
SALMO 109, 1-5.7 Il Messia, re e sacerdote
Bisogna che egli regni finché non abbia posto tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi (1 Cor 15,25)

finché io ponga i tuoi nemici *


a sgabello dei tuoi piedi».
Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: *
«Domina in mezzo ai tuoi nemici.
A te il principato nel giorno della tua potenza *
tra santi splendori;
dal seno dell'aurora, *
come rugiada, io ti ho generato».
Il Signore ha giurato e non si pente: *
«Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchisedek».
Il Signore è alla tua destra, *
annienterà i re nel giorno della sua ira.
Lungo il cammino si disseta al torrente *
e solleva alta la testa.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen.

1 a ANTIFONA
Verrà il Signore sulle nubi del cielo,
con grande potenza, alleluia.
123
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri
2 a ANTIFONA
Ecco, il Signore verrà:
se ritarda, attendilo con fiducia:
egli non mancherà, alleluia.
II Domenica
di Avvento

SALMO 113B Lode al vero Dio


Vi siete convertiti a Dio, allontanandovi dagli idoli per servire al Dio vivo e vero (1 Ts 1, 9).

Perché i popoli dovrebbero dire: *


«Dov'è il loro Dio?».
Il nostro Dio è nei cieli, *
egli opera tutto ciò che vuole.
Gli idoli delle genti sono argento e oro, *
opera delle mani dell'uomo.
Hanno bocca e non parlano, *
hanno occhi e non vedono,
hanno orecchi e non odono, *
hanno narici e non odorano.
Hanno mani e non palpano, †
hanno piedi e non camminano; *
dalla gola non emettono suoni.
Sia come loro chi li fabbrica *
e chiunque in essi confida.

124
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri

Israele confida nel Signore: *


egli è loro aiuto e loro scudo.
Confida nel Signore la casa di Aronne: *
egli è loro aiuto e loro scudo.

II Domenica
di Avvento
Confida nel Signore, chiunque lo teme: *
egli è loro aiuto e loro scudo.
Il Signore si ricorda di noi, ci benedice: †
benedice la casa d'Israele, *
benedice la casa di Aronne.
Il Signore benedice quelli che lo temono, *
benedice i piccoli e i grandi.
Vi renda fecondi il Signore, *
voi e i vostri figli.
Siate benedetti dal Signore *
che ha fatto cielo e terra.
I cieli sono i cieli del Signore, *
ma ha dato la terra ai figli dell'uomo.
Non i morti lodano il Signore, *
né quanti scendono nella tomba.
Ma noi, i viventi, benediciamo il Signore *
ora e sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, *
nei secoli dei secoli. Amen.

2 a ANTIFONA
Ecco, il Signore verrà:
se ritarda, attendilo con fiducia:
egli non mancherà, alleluia.

125
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri
3 a ANTIFONA
Il Signore, la nostra legge,
il Signore, il nostro re:
egli viene, ci salverà.
II Domenica
di Avvento

CANTICO Ap 19, 1-7 Le nozze dell'Agnello

3 a ANTIFONA
Il Signore, la nostra legge,
il Signore, il nostro re:
egli viene, ci salverà.

LETTURA BREVE Fil 4, 4-5


Rallegratevi nel Signore, sempre; ve lo ripeto ancora, rallegratevi. La vostra affabilità sia nota a tutti gli uomini. Il
Signore è vicino!

RESPONSORIO BREVE

126
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri

ANTIFONA AL MAGNIFICAT

II Domenica
di Avvento
CANTICO DELLA BEATA VERGINE (Lc 1 , 46-55)
Esultanza dell'anima nel Signore

Girare pagina per le strofe polifoniche 3, 6, 9. Al termine si ripete l'antifona.

1 27
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Secondi Vespri
II Domenica
di Avvento

INTERCESSIONI
Uniamoci alla santa Chiesa, che attende con fede il Cristo suo sposo e acclamiamo:
Vieni, Signore Gesù.
Verbo eterno, che nell'incarnazione hai rivelato al mondo la tua gloria,
- trasformaci con la tua vita divina.
Ti sei rivestito della nostra debolezza,
- infondi in noi la forza del tuo amore.
Tu, che sei venuto povero e umile per redimerci dal peccato,
- accoglici nell'assemblea dei giusti, quando verrai nella gloria.
Tu, che governi con sapienza e amore le tue creature,
- fa' che tutti gli uomini promuovano il progresso nella libertà e nella pace
Tu, che siedi alla destra del Padre,
- allieta con la visione del tuo volto quelli che solo alla fine conobbero l'amore e la speranza.
PADRE NOSTRO
Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.
ORAZIONE
O Dio, grande e misericordioso, fa' che il nostro impegno nel mondo non ci ostacoli nel cammino verso il tuo
Figlio, ma la sapienza che viene dal cielo ci guidi alla comunione con il Cristo, nostro Salvatore, che è Dio e vive e
regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
R. Amen.
128
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Secondi Vespri

COMPIETA
DOPO I SECONDI VESPRI

II Domenica
di Avvento

​Aquesto punto, è bene sostare alquanto in silenzio per l’esame di coscienza che, nella celebrazione comunitaria,
può essere introdotto e seguito da uno dei formulari dell’atto penitenziale della Messa debitamente adattato.

1 29
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Secondi Vespri
INNO
II Domenica
di Avvento

1 30
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Secondi Vespri
ANTIFONA
Dimora all'ombra dell'Onnipotente:
troverai rifugio dalle insidie del male.

II Domenica
di Avvento
SALMO 90 Beato chi si pone sotto la protezione dell'Altissimo
Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra i serpenti e gli scorpioni (Lc 10,19).

di' al Signore: «Mio rifugio e mia fortezza, * Sulle loro mani ti porteranno *
mio Dio, in cui confido». perché non inciampi nella pietra il tuo piede.
Egli ti libererà dal laccio del cacciatore, * Camminerai su aspidi e vipere, *
dalla peste che distrugge. schiaccerai leoni e draghi.
Ti coprirà con le sue penne, *
sotto le sue ali troverai rifugio. Lo salverò, perché a me si è affidato; *
lo esalterò, perché ha conosciuto il mio nome.
La sua fedeltà ti sarà scudo e corazza; *
non temerai i terrori della notte, Mi invocherà e gli darò risposta; †
presso di lui sarò nella sventura, *
né la freccia che vola di giorno, † lo salverò e lo renderò glorioso.
la peste che vaga nelle tenebre, *
lo sterminio che devasta a mezzogiorno. Lo sazierò di lunghi giorni *
e gli mostrerò la mia salvezza.
Mille cadranno al tuo fianco †
e diecimila alla tua destra; * Gloria al Padre e al Figlio
ma nulla ti potrà colpire. e allo Spirito Santo. *
Come era nel principio, e ora e sempre,
Solo che tu guardi, con i tuoi occhi * nei secoli dei secoli. Amen
vedrai il castigo degli empi.
Poiché tuo rifugio è il Signore *
e hai fatto dell'Altissimo la tua dimora,
non ti potrà colpire la sventura, *
nessun colpo cadrà sulla tua tenda.
Egli darà ordine ai suoi angeli *
di custodirti in tutti i tuoi passi.

ANTIFONA
Dimora all'ombra dell'Onnipotente:
troverai rifugio dalle insidie del male.
131
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Secondi Vespri

LETTURA BREVE Ap 22, 4-5


Gli eletti vedranno la faccia del Signore e porteranno il suo nome sulla fronte. Non vi sarà più notte e non avranno
più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei
secoli (Dn 7, 18. 27).
II Domenica
di Avvento

RESPONSORIO BREVE

132
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Secondi Vespri

II Domenica
di Avvento
CANTICO (Nunc dimittis)

Al termine del Cantico si ripete l'Antifona

1 33
Liturgia delle Ore, libro degli accompagnamenti Compieta dopo i Secondi Vespri
ORAZIONE
Salga a te, o Padre, la nostra preghiera al termine di questo giorno memoriale della risurrezione del Signore: la tua
grazia ci conceda di riposare in pace sicuri da ogni male, e di risvegliarci nella gioia, per cantare la tua lode. Per
Cristo nostro Signore.
II Domenica
di Avvento

BENEDIZIONE FINALE
Il Signore ci conceda una notte serena e un riposo tranquillo.
R. Amen.

134