Sei sulla pagina 1di 11

Filename UNINI925100_1998_EIT.

pdf
NRIF AA013589
filename2 UNINI925100
UNI EN ISO 9251:1998 - 31-12-1998 - Isolamento termico - Condizioni di scambio termico e proprieta' dei materiali - Vocabolario
IDcompl

ITEM3 CTI

NORMA TECNICA UNI EN ISO 9251:1998


DATA 31/12/1998
AUTORI CTI

TITOLO Isolamento termico - Condizioni di scambio termico e proprieta' dei materiali -


Vocabolario
Thermal insulation - Heat transfer conditions and properties of materials - Vocabulary

SOMMARIO La presente norma e' la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO
9251 (edizione dicembre 1995). La norma definisce alcuni termini utilizzati nel campo
dell'isolamento termico per descrivere le condizioni di scambio termico e le proprieta'
dei materiali.

TESTO DELLA NORMA

CLASSIFICAZIONE ICS 01.040.27 27.220


CLASSIFICAZIONE ARGOMENTO AA10B0206

PARZIALMENTE SOSTITUITA

GRADO DI COGENZA Raccomandata


STATO DI VALIDITA' In vigore

RIFERIMENTI NAZIONALI

LINGUA Italiano
PAGINE 4
PREZZO EURO Non Soci 17,50 Euro - Soci 8,75 Euro
Isolamento termico
NORMA ITALIANA Condizioni di scambio termico e proprietà dei materiali UNI EN ISO 9251
Vocabolario

DICEMBRE 1998

Thermal insulation
Heat transfer conditions and properties of materials
Vocabulary

Isolamento termico, scambio termico, proprietà fisica, vocabolario

NORMA EUROPEA
DESCRITTORI

CLASSIFICAZIONE ICS 01.040.27; 27.220

SOMMARIO La norma definisce alcuni termini utilizzati nel campo dell’isolamento ter-
mico per descrivere le condizioni di scambio termico e le proprietà dei
materiali.

RELAZIONI NAZIONALI

RELAZIONI INTERNAZIONALI = EN ISO 9251:1995 (= ISO 9251:1987)


La presente norma è la versione ufficiale in lingua italiana della norma
europea EN ISO 9251 (edizione dicembre 1995).

ORGANO COMPETENTE CTI - Comitato Termotecnico Italiano

RATIFICA Presidente dell’UNI, delibera del 20 novembre 1998

RICONFERMA

UNI  UNI - Milano 1998


Ente Nazionale Italiano Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento
di Unificazione può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza
Via Battistotti Sassi, 11B il consenso scritto dell’UNI.
20133 Milano, Italia

Gr. 2 Nº di riferimento UNI EN ISO 9251:1998 Pagina I di IV


PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua italiana, del-
la norma europea EN ISO 9251(edizione dicembre 1995), che as-
sume così lo status di norma nazionale italiana.
La traduzione è stata curata dall’UNI.
Il CTI (Comitato Termotecnico Italiano - via G. Pascoli 41, 20129 Mi-
lano), ente federato all’UNI, che segue i lavori europei sull’argo-
mento, per delega della Commissione Centrale Tecnica, ha appro-
vato il progetto europeo il 20 novembre 1994 e la versione in lingua
italiana della norma il 10 febbraio 1998.

Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove


edizioni o di aggiornamenti.
È importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso
dell’ultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.

Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti
interessate e di conciliare ogni aspetto conflittuale, per rappresentare il reale stato
dell’arte della materia ed il necessario grado di consenso.
Chiunque ritenesse, a seguito dell’applicazione di questa norma, di poter fornire sug-
gerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dell’arte
in evoluzione è pregato di inviare i propri contributi all’UNI, Ente Nazionale Italiano di
Unificazione, che li terrà in considerazione, per l’eventuale revisione della norma stessa.

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina II di IV


INDICE

PREMESSA 2

0 INTRODUZIONE 3

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 3

2 CONDIZIONI DI SCAMBIO TERMICO 3

3 PROPRIETÀ DEI MATERIALI 3

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina III di IV


UNI EN ISO 9251:1998 Pagina IV di IV
Isolamento termico
NORMA EUROPEA Condizioni di scambio termico e proprietà dei materiali EN ISO 9251
Vocabolario

DICEMBRE 1995

Thermal insulation
EUROPEAN STANDARD Heat transfer conditions and properties of materials
Vocabulary (ISO 9251:1987)
Isolation thermique
NORME EUROPÉENNE Conditions de transfert thermique et propriétés des matériaux
Vocabulaire (ISO 9251:1987)
Wärmeschutz
EUROPÄISCHE NORM Zustände der Wärmeübertragung und Stoffeigenschaften
Begriffe (ISO 9251:1987)

DESCRITTORI Isolamento termico, scambio termico, proprietà fisica, vocabolario

ICS 01.040.27; 27.220

La presente norma europea è stata approvata dal CEN il 5 gennaio 1995.


I membri del CEN devono attenersi alle Regole Comuni del CEN/CENELEC
che definiscono le modalità secondo le quali deve essere attribuito lo status di
norma nazionale alla norma europea, senza apportarvi modifiche.
Gli elenchi aggiornati ed i riferimenti bibliografici relativi alle norme nazionali
corrispondenti possono essere ottenuti tramite richiesta alla Segreteria Centra-
le oppure ai membri del CEN.
Le norme europee sono emanate in tre versioni ufficiali (inglese, francese e te-
desca). Traduzioni nella lingua nazionale, fatte sotto la propria responsabilità
da membri del CEN e notificate alla Segreteria Centrale, hanno il medesimo
status delle versioni ufficiali.
I membri del CEN sono gli Organismi nazionali di normazione di Austria,
Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda,
Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spa-
gna, Svezia e Svizzera.

CEN
COMITATO EUROPEO DI NORMAZIONE
European Committee for Standardization
Comité Européen de Normalisation
Europäisches Komitee für Normung
Segreteria Centrale: rue de Stassart, 36 - B-1050 Bruxelles

 CEN 1995
I diritti di riproduzione sono riservati ai membri del CEN.

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina 1 di 6


PREMESSA
Il testo della norma internazionale ISO/TC 163 "Isolamento termico" dell’Organizzazione
Internazionale di Normazione (ISO) è stato ripreso come norma europea dal Comitato
Tecnico CEN/TC 89 "Prestazioni termiche degli edifici e dei componenti edilizi".
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o me-
diante la pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, entro giugno
1996, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro giugno 1996.
In conformità alle Regole Comuni CEN/CENELEC, i seguenti Paesi sono tenuti ad adot-
tare la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germa-
nia, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Re-
gno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera.

NOTIFICA DI ADOZIONE
Il testo della norma internazionale ISO 9251:1987 è stato approvato dal CEN come norma
europea senza alcuna modifica.

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina 2 di 6


0 INTRODUZIONE
La presente norma internazionale fa parte di una serie di vocabolari relativi all'isolamento
termico.
La serie comprende:
ISO 7345 Isolamento termico - Grandezze fisiche e definizioni
ISO 9251 Isolamento termico - Condizioni di scambio termico e proprietà dei
materiali - Vocabolario
ISO 9346 Isolamento termico - Trasferimento di massa - Grandezze fisiche
e definizioni
ISO 9229 Isolamento termico - Termini e definizioni1)
ISO 9288 Isolamento termico - Scambio termico per radiazione - Grandezze
fisiche e definizioni

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente norma internazionale definisce alcuni termini utilizzati nel campo dell'isola-
mento termico per descrivere le condizioni di scambio termico e le proprietà dei materiali.

2 CONDIZIONI DI SCAMBIO TERMICO

2.1 regime stazionario: Condizione in cui tutti i parametri utili non variano nel tempo.

2.2 regime non stazionario: Condizione in cui i parametri utili variano nel tempo.

2.3 regime periodico: Regime non stazionario in cui i valori dei parametri utili si ripetono a
intervalli di tempo regolari, indipendenti dalle condizioni iniziali.

2.4 regime transitorio: Regime non stazionario in cui i valori dei parametri utili evolvono asin-
toticamente da uno stato iniziale verso uno stato stazionario o periodico.

2.5 scambio termico: Trasmissione di energia per conduzione termica, convezione termica
o radiazione termica, o per una combinazione di questi.

3 PROPRIETÀ DEI MATERIALI

3.1 porosità, ξ : Rapporto tra il volume totale delle cavità contenute in un corpo poroso ed il
volume totale del corpo.
Nota La porosità può essere definita mediante la formula
ρ–ρ
ξ = 1 – -----------------
g
ρs – ρg

dove:
ρ è la massa volumica apparente del materiale;
ρs è la massa volumica della matrice solida;
ρg è la massa volumica del gas nelle cavità.
La porosità apparente è determinata mediante un metodo sperimentale.

1) In preparazione.

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina 3 di 6


3.2 porosità locale, ξP: Porosità in un punto P interno ad un corpo quando il volume di un ele-
mento comprendente il punto è piccolo rispetto all'intero corpo, ma grande abbastanza
per permettere la valutazione di un valore medio significativo.

3.3 materiale poroso: Materiale le cui eterogeneità sono dovute alla presenza di una fase so-
lida finemente suddivisa e a delle cavità.
È possibile suddividere il corpo poroso secondo la geometria delle strutture, come indica-
to da 3.3.1 a 3.3.4.

3.3.1 materiale poroso fibroso: Materiale poroso costituito da una fase gassosa continua con
delle inclusioni solide, la cui dimensione predominante è la lunghezza.

3.3.2 materiale poroso granulare: Materiale costituito da una fase gassosa continua con delle in-
clusioni solide incoerenti, la cui forma non presenta una dimensione predominante.

3.3.3 materiale poroso cellulare: Materiale poroso costituito da una fase continua con delle in-
clusioni gassose di forma approssimativamente sferica.

3.3.4 materiale poroso consolidato: Materiale poroso costituito da una fase solida continua con-
tenente cavità interconnesse in modo tale che anche la fase gassosa risulta continua.

3.4 materiale poroso omogeneo: Materiale in cui la porosità locale è indipendente dal punto
in cui viene valutato il suo valore.

3.5 materiale omogeneo: Materiale in cui le proprietà utili sono indipendenti dalla posizione
del punto all'interno del corpo, ma possono dipendere da parametri quali il tempo, la dire-
zione, la temperatura, ecc.

3.6 materiale eterogeneo: Materiale in cui le proprietà utili sono funzione della posizione del
punto all'interno del corpo, per la presenza di costituenti differenti.

3.7 massa volumica ρ: Massa divisa per il volume.


Nota 1 Per i materiali porosi, si può determinare la massa volumica del materiale solido e la massa volumica appa-
rente e nel caso di materiali granulari anche la massa volumica dei grani.
Nota 2 Secondo la ISO 31, il simbolo è ρ e l'unità di misura è il kilogrammo al metro cubo (kg/m3).

3.8 materiale isotropo: Materiale in cui le proprietà utili sono indipendenti dalla direzione ma
possono essere funzione della posizione nel corpo, del tempo, della temperatura, ecc.

3.9 materiale anisotropo: Materiale in cui le proprietà utili sono funzione della direzione.

3.10 materiale stabile: Materiale in cui le proprietà utili sono indipendenti dal tempo, ma pos-
sono essere funzione delle coordinate, della direzione, della temperatura, ecc.

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina 4 di 6


UNI EN ISO 9251:1998 Pagina 5 di 6
PUNTI DI INFORMAZIONE E DIFFUSIONE UNI

Milano (sede) Via Battistotti Sassi, 11B - 20133 Milano - Tel. (02) 70024200 - Fax (02) 70105992
Internet: www.unicei.it - Email: diffusione@uni.unicei.it

Roma Via delle Colonnelle, 18 - 00186 Roma - Tel. (06) 69923074 - Fax (06) 6991604
Email: uni.roma@uni1.inet.it

Bari c/o Tecnopolis CSATA Novus Ortus


Strada Provinciale Casamassima - 70010 Valenzano (BA) - Tel. (080) 8770301 - Fax (080) 8770553

Bologna c/o CERMET


Via A. Moro, 22 - 40068 San Lazzaro di Savena (BO) - Tel. (051) 6250260 - Fax (051) 6257650

Brescia c/o AQM


Via Lithos, 53 - 25086 Rezzato (BS) - Tel. (030) 2590656 - Fax (030) 2590659

Cagliari c/o Centro Servizi Promozionali per le Imprese


Viale Diaz, 221 - 09126 Cagliari - Tel. (070) 349961 - Fax (070) 34996306

Catania c/o C.F.T. SICILIA


Piazza Buonarroti, 22 - 95126 Catania - Tel. (095) 445977 - Fax (095) 446707

Firenze c/o Associazione Industriali Provincia di Firenze


Via Valfonda, 9 - 50123 Firenze - Tel. (055) 2707268 - Fax (055) 2707204

La Spezia c/o La Spezia Euroinformazione, Promozione e Sviluppo


Piazza Europa, 16 - 19124 La Spezia - Tel. (0187) 728225 - Fax (0187) 777961

Napoli c/o Consorzio Napoli Ricerche


Corso Meridionale, 58 - 80143 Napoli - Tel. (081) 5537106 - Fax (081) 5537112

Pescara c/o Azienda Speciale Innovazione Promozione ASIP


Via Conte di Ruvo, 2 - 65127 Pescara - Tel. (085) 61207 - Fax (085) 61487

Torino c/o Centro Estero Camere Commercio Piemontesi


Via Ventimiglia, 165 - 10127 Torino - Tel. (011) 6700511 - Fax (011) 6965456

Treviso c/o Treviso Tecnologia


Via Roma, 4/D - 31020 Lancenigo di Villorba (TV) - Tel. (0422) 608858 - Fax (0422) 608866

Udine c/o CATAS


Via Antica, 14 - 33048 S. Giovanni al Natisone (UD) - Tel. (0432) 747211 - Fax (0432) 747250

Vicenza c/o Associazione Industriali Provincia di Vicenza


Corso Palladio, 15 - 36100 Vicenza - Tel. (0444) 232794 - Fax (0444) 545573

UNI
Ente Nazionale Italiano La pubblicazione della presente norma avviene con la partecipazione volontaria dei Soci,
di Unificazione dell’Industria e dei Ministeri.
Via Battistotti Sassi, 11B Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 Nº 633 e successivi aggiornamenti.
20133 Milano, Italia

UNI EN ISO 9251:1998 Pagina 6 di 6

Potrebbero piacerti anche