Sei sulla pagina 1di 1

Cari fratelli e sorelle, il Vangelo di Oggi ci presenta la trasfigurazione di Cristo.

Nella Trasfigurazione vediamo come cambia, come si trasfigura l’aspetto esteriore e sensibile di
Cristo, infatti il Vangelo dice che “il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide
come la luce”.
Tutto questo splendore non veniva dal suo corpo, ma era un riflesso dello splendore dell’anima di
Cristo, splendore che si rendeva visibile anche agli occhi corporali dei suoi apostoli. In questo
modo il nostro Signore volle offrire a quanti credono in Lui un’immagine di quello splendore che
sarà una delle caratteristiche del corpo dei beati nella gloria della Risurrezione finale.
Con Cristo sono presenti Mosè ed Elia. San Tommaso ci dà tante motivazioni della loro presenza:
- per confermare la fede dei discepoli – infatti i due più importanti della religione ebraica lo
ossequiavano
- per confondere i farisei – che lo accusavano di bestemmiare e trasgredire la legge, mentre Gesù
è con Mosè il legislatore e con Elia il più santo dei profeti
- perché è il giudice dei vivi, rappresentati da Elia assunto in cielo, e dei morti, rappresentati da
Mosè
- per illuminare Pietro, che non voleva la morte di Gesù – Mosè ed Elia avevano rischiato la vita
per Dio
- Per insegnare che tanto la Legge (Mosè), quanto i Profeti (Elia), gli rendono testimonianza -
«Bisogna che si adempia tutto quello che sta scritto nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi» 1
(Lc 24, 44)
Anche Dio Padre fa sentire la propria voce da una nube, queste le sue parole: «Questi è il Figlio
mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo»
Questi è il Figlio mio – Dio afferma che Gesù è il suo figlio per natura, cioè che è Dio
l'amato – ci dice che in Cristo c’è la pienezza della bontà e dell’amore di Dio
in lui ho posto il mio compiacimento – infatti Cristo compie perfettamente la volontà di Dio
Ascoltatelo – per tutti i motivi visti prima, Dio stesso ci dice che è Gesù che dobbiamo ascoltare e
seguire
Qual è quindi il significato della Trasfigurazione? Innanzitutto Cristo ci dà un anticipo della sua
risurrezione e della sua gloriosa venuta, che trasfigurerà il nostro misero corpo per conformarlo al
suo corpo glorioso (Flp 3,21), come dice San Paolo. Inoltre Nella trasfigurazione appare la Trinità:
“Il Padre nella voce, il Figlio nell’uomo, lo Spirito nella nube brillante”. Ed infine, Gesù mostra che
la sua gloria passa attraverso la Croce, per questo ordina di non dire a nessuno “di questa visione,
prima che il Figlio dell'uomo non sia risorto dai morti”.
Chiediamo allora alla Vergine Maria la Grazia di seguire Cristo nelle nostre croci quotidiane,
ricordando il premio che ci aspetta. Sia lodato Gesù Cristo!

1
Lc 24, 44