Sei sulla pagina 1di 265

I.T.I.S. “ A.

ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE

“ALESSANDRO ROSSI” - VICENZA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE


DI DIPARTIMENTO (Corso Diurno)

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

DIPARTIMENTO DI ELN-ELT-INF-TEL

VICENZA 11-10-2014

Pagina 1 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

INSEGNANTI FIRMA

ANDRIOLO STEFANO ______________________


CARDI ANNAMARIA ______________________
COLOMBARA MAURIZIO ______________________
COSTA PIERLUIGI ______________________
DE POLO MARCELLINO ______________________
ESPOSITO GIOVANNI ANTONIO ______________________
FAGGIONATO GIUSEPPE ______________________
FERRARO GIOVANNA ______________________
FIORIO IGOR ______________________
FONTO' CARLO ______________________
FRANCO GIUSEPPE ______________________
GRIGOLETTO RENATO ______________________
GUZZO CARLO ______________________
LUCENTE PIETRO PAOLO MICHELE ______________________
MARAN MASSIMO ______________________
MASTROTTO LUCA ______________________
PIETROBELLI LUCA ______________________
PISANI GIANLUCA ______________________
ROSSATO MAURIZIO ______________________
ROSSI GIOVANNI ______________________
SAGGIORATO GIANLUIGI ______________________
SERBO GIANLUCA ______________________
TAFFURELLI ENRICA ______________________
TAGLIAPIETRA GIORGIO ______________________
VALLESELLA GINO ______________________
VIGGI ALBERTO ______________________
VODOLA DONATO __________________________
ZANON ALBERTO __________________________
ZENERE LUIGI __________________________
ZERMIAN ALESSANDRO __________________________
ZOCCA PAOLA __________________________
ZOCCA ROMANO __________________________

Pagina 2 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TECNOLOGIE INFORMATICHE CLASSI PRIME

INDIRIZZI TUTTI

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

1. Struttura Hardware di un PC
2. Sistemi di numerazione e logica booleana
3. Principali funzioni di Windows XP
4. Foglio di calcolo (CALC di Open Office)
5. Basi del linguaggio C++
6. Struttura del robot NXT e sue interazioni con l’ambiente

COMPETENZE

Essere in grado di:

1. Saper individuare le diverse componenti hardware di un PC


2. Gestire un PC sotto Windows
3. Risolvere problemi di tipo matematico-fisico utilizzando il foglio di calcolo e analizzare dati con
l’ausilio di rappresentazioni grafiche
4. Realizzare algoritmi per risolvere semplici problemi matematici o fisici sia nella forma di
diagrammi di flusso che in linguaggio C++

ABILITA'

1. Essere in grado di estendere conoscenze e competenze ad altri ambiti informatici


2. Applicare le conoscenze e competenze acquisite alla programmazione del robot Lego

Pagina 3 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – HARDWARE DEL PC

Unità didattica n°1 : Hardware e software


Unità didattica n°2 : Periferiche; input e output
Unità didattica n°3 : Memorie centrali, memorie di massa, CPU
Unità didattica n°4 : Reti di computer

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Classificazione generale di hardware e software Settembre –
• Tipi di periferiche e caratteristiche Ottobre
• RAM, cache, ROM; (6 ore)
• Memorie di massa e caratteristiche tecnologiche
• Elenco di funzioni svolte da CPU, RAM, Hard Disk
• Reti di computer; LAN e WAN; cenni all’ hardware di rete; cenni
ai mezzi trasmissivi; cos’è l’indirizzo IP; origine di internet

Modulo 2 – RAPPRESENTAZIONE DEI DATI

Unità didattica n°1 : Sistemi di numerazione posizi onali


Unità didattica n°2 : Conversioni tra basi numerich e
Unità didattica n°3 : Operazioni binarie

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Elevazione a • I sistemi di numerazione decimale, binario ed esadecimale. Ottobre –
potenza; • Conversioni tra sistemi di numerazione in base 2, 10, 16 Novembre
aritmetica • Somme e differenze in base 2 (6 ore)
elementare • Codice ASCII.

Modulo 3 – SISTEMA OPERATIVO WINDOWS

Unità didattica n°1 : Interfaccia grafica


Unità didattica n°2 : Gestione dei file
Unità didattica n°3 : Pannello di controllo e utili tà

Pagina 4 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 • Che cos’è un sistema operativo Ottobre
• Principali funzioni di W indows; finestre, menù, barre (6 ore)
• Creazione account
• Risorse del computer e pannello di controllo

• Struttura del file system; creazione di cartelle; operazioni


sui files (cancellazione, copia, spostamento)
• Ricerca di file
• Guida in linea
• Utilità di sistema: ripristino, deframmentazione, pulitura disco,
compressione

Modulo 4 – PROGRAMMA DI VIDEOSCRITTURA

Unità didattica n°1 : L’ambiente di O.O. Writer


Unità didattica n°2 : Formattare il testo
Unità didattica n°3 : Inserire oggetti e tabelle
Unità didattica n°4 : Usare collegamenti ipertestua li

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Moduli 1,2,3 • Menù, barre degli strumenti, barra di stato Ottobre –
• Scelta del carattere: tipo, dimensione e attributi vari Dicembre
• Formati di paragrafi e pagine (6 ore)
• Elenchi numerati e puntati
• Inserimento numeri pagina, intestazioni e pié di pagina
• Controllo ortografico
• Inserimento immagini e loro disposizione rispetto al testo
• Inserimento di formule, grafici, oggetti OLE;
• Inserimento e dimensionamento di tabelle
• Anteprima di stampa
• Creare una relazione di laboratorio
• Creare un ipertesto

Modulo 5 – FOGLIO DI CALCOLO

Unità didattica n°1 : L’ambiente di Open Office CAL C


Unità didattica n°2 : Formule e funzioni
Unità didattica n°3 : Grafici
Unità didattica n°4 : Inserimento tabelle, grafici e formule di O.O. Math in una relazione di laboratorio

Pagina 5 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Cartella di lavoro, fogli, celle, coordinate;menù Novembre
Moduli 1,2,3 • Ridimensionamento righe e colonne e formato celle Gennaio
(12 ore)
• Riferimenti relativi e assoluti; formule
• Funzioni aritmetiche, statistiche, logiche e di ricerca

• Tipi di grafici e loro realizzazione

• Inserimento di un foglio o grafico in una relazione (Writer) e


scrittura di formule con Math

• Esercitazioni varie tratte anche da esperienza di fisica,


matematica…

Modulo 6 – ALGORITMI E DIAGRAMMI DI FLUSSO

Unità didattica n°1 : Dal problema all’algoritmo


Unità didattica n°2 : I diagrammi di flusso e la pr ogrammazione top-down

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Analisi e comprensione del problema; Febbraio
Modulo 1 • Analisi dei dati in ingresso e di quelli che si vogliono ottenere in (6 ore)
uscita; individuazione delle “variabili” utili alla costruzione
dell’algoritmo ed eliminazione di eventuali dati inutili
• Istruzioni operative, di input/output, di controllo (selezione,
iterazione)
• Strategie di soluzione
• Scrittura dell’algoritmo in linguaggio di progetto
• Simbologia dei diagrammi di flusso
• Costruzione dei diagrammi con O.O.Draw
• Stesura del diagramma di flusso di semplici algoritmi

Modulo 7 – BASI DEL LINGUAGGIO C++

Unità didattica n°1 : Generalità sui linguaggi di p rogrammazione


Unità didattica n°2 : Basi del linguaggio C/C++

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo • I linguaggi di programmazione Marzo –
1,2,3,6 • Il compilatore Aprile
• Struttura di un programma C/C++ (16 ore)
• Variabili e costanti : tipo, dichiarazione,
• Assegnazione
• Istruzioni di lettura/scrittura di variabili

Pagina 6 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Operare con le variabili


• La struttura condizionale : if … else.
• Le strutture iterative : ciclo for, while, do…while.
• Scrittura, compilazione e test di vari programmi su algoritmi
matematici

Modulo 8 – ROBOT LEGO NXT

Unità didattica n°1 : Struttura del robot LEGO NXT


Unità didattica n°2 : Il Compilatore BricxCC
Unità didattica n°3 : Applicazioni

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 7 • Il robot NXT: display, pulsanti, ingressi, uscite Maggio
• Compilatore NXC; (6 ore)
• Azionamento di motori ed lettura dei sensori
• Utilizzo del robot per eseguire semplici movimenti

2. METODOLOGIE

•Lezione frontale
•Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
•Correzione di esercizi proposti
•Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
•Svolgimento in laboratorio di esercitazioni sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• Uso di guide in linea
• Materiale da internet

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• Prove pratiche al PC
• Prove scritte, test, questionari
• Interrogazioni orali se necessario

Pagina 7 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
Verifiche di 1 ora anche al PC 2 3

TEST di 1 ora 2 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 16 = 64 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 8 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA STA CLASSI SECONDE

INDIRIZZI ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

I materiali e loro caratteristiche fisiche, chimiche, biologiche e tecnologiche.


Le caratteristiche dei componenti e dei sistemi di interesse.
Le strumentazioni di laboratorio e le metodologie di misura e di analisi.
La filiera dei processi caratterizzanti l’indirizzo e l’articolazione.
Le figure professionali caratterizzanti i vari settori tecnologici.

COMPETENZE

Riconoscere le proprietà dei materiali e le funzioni dei componenti.


Utilizzare strumentazioni, principi scientifici, metodi elementari di progettazione, analisi e calcolo riferibili
alle tecnologie di interesse.
Analizzare, dimensionare e realizzare semplici dispositivi e sistemi; analizzare e applicare procedure di
indagine.
Riconoscere, nelle linee generali, la struttura dei processi produttivi e dei sistemi organizzativi dell’area
tecnologica di riferimento.

ABILITÀ

Individuare le strategie appropriate per la soluzione di problemi


osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere
nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità
essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui
vengono applicate

Pagina 9 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER


MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE

Modulo 1 – Elettrotecnica

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (numero e tipo)
Legge di Ohm (Fisica) Settembre- Verifiche scritte e test e
• Resistenze in serie e in parallelo Novembre prove di laboratorio
• Definizioni delle grandezze elettriche fondamentali e (22 ore)
delle loro unità di misura: tensione, corrente, resistenza
• Reti elettriche con un solo generatore: resistenza
equivalente, partitore di tensione e corrente.
• Analisi di reti elettriche in regime continuo

Modulo 2 – Programmazione NTX con Brixc

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
• Brixc Dicembre- Verifiche scritte e test
• prove con il robot NXT Gennaio (12 ore)

Modulo 3 – Elettronica

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (numero e tipo)
•Metodi di conversione tra sistemi di numerazione differenti, Gennaio-Marzo Verifiche scritte e test
operazioni elementari con i numeri binari, operazioni algebriche (17 ore)
con numeri binari.
•operazioni logiche fondamentali e algebra di Boole;
•funzioni logiche e metodi di minimizzazione; Karnaugh
•Logica combinatoriale

Modulo 4 – Siti Web.

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
• HTML 4.01 Aprile-Giugno Verifiche scritte e test
• CSS (15 ore)
• Progettazione e realizzazione di un sito web statico
• javascript
• Introduzione a HTML 5

Pagina 10 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

•Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


•Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
•Correzione di esercizi proposti
•Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
•Esercitazioni di laboratorio sugli argomenti studiati in classe

3. MATERIALI DIDATTICI

•Appunti dell’insegnante
•Altri testi più specifici

4. TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA ( come indicato al punto 1.)

• prove scritte, test, questionari, prove pratiche di montaggio dei circuiti


• eventuali prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 1 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 1 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 11 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 1 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 1 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 14

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 14

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 14 = 66 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 12 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA CLASSI 3AEA 3BEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE
Per quanto riguarda la teoria:
Conoscenza dei bipoli elettrici, campo elettrico, campo magnetico e grandezze elettriche
alternate.
Conoscere i segnali che interessano i circuiti digitali e/ o analogici;
Conoscere le funzioni di elaborazione di tali segnali ed i circuiti che le realizzano;
conoscere le funzioni dei dispositivi offerti dalla componentistica commerciale (o disponibile
in istituto)
saper consultare i data-sheet

Per quanto riguarda il laboratorio:


Conoscenza degli strumenti elettrici (voltmetro, amperometro e wattmetro) e rilievo delle
caratteristiche elettriche dei bipoli fondamentali.
Conoscere la strumentazione di base (alimentatori, multimetri, generatori di funzione
oscilloscopi...)

COMPETENZE
Per quanto riguarda la teoria:
Saper risolvere circuiti elettrici di media complessità con più metodi risolutivi.
Saper valutare i fenomeni elettrodinamici che si verificano nei circuiti elettrici.
Saper dimensionare circuiti magnetici.
Saper risolvere circuiti di media complessità in corrente alternata.
Capacità di disegnare sottosistemi elettronici;
Saper usare la componentistica assemblandola correttamente;
Saper elaborare correttamente la funzioni fondamentali per dimensionare sottosistemi
semplici,
Per quanto riguarda il laboratorio:
Saper utilizzare la strumentazione necessaria per lo svolgimento delle misure.
Avere la padronanza della strumentazione disponibile nei laboratori al fine di verificare il
corretto funzionamento di quanto studiato, progettato e realizzato;
Saper documentare il proprio lavoro con linguaggio tecnicamente corretto ed in modo
sintetico, esaustivo e chiaro.

Pagina 13 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ
Per quanto riguarda la teoria:
Saper risolvere circuiti con reti in corrente continua e alternata.
Saper determinare i fenomeni energetici che si stabiliscono nei circuiti elettrici e magnetici.
Organizzare le proprie conoscenze e competenze acquisite per analizzare i problemi di
maggiore complessità elaborandone soluzioni in modo autonomo o in equipe, dimostrando
così capacità di analisi, rielaborazione di sintesi ed attitudini organizzative, progettuali e
realizzative.

Per quanto riguarda il laboratorio:


Saper svolgere autonomamente delle misure elettriche su reti in corrente continua e corrente
alternata.

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 1 - GRANDEZZE ELETTRICHE FONDAMENTALI.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Grandezze elettriche
• Conoscenze • Definizioni delle grandezze elettriche fondamentali e delle loro Settembre
unità di misura: tensione, corrente, resistenza, conduttanza, (10 ore)
di Fisica e resistività.
Matematica • Influenza della temperatura.
• Esercizi.

Attività di Laboratorio
• Misure delle grandezze fondamentali di un circuito elettrico:
tensione, corrente, resistenza.
• Verifica della legge di Ohm
• Verifica della classe di precisione di un voltmetro, con un
voltmetro campione.
• Verifica della classe di precisione di un amperometro, con un
amperometro campione.

• Verifica sommativa

Modulo 2 - . BIPOLI ELETTRICI E LORO COLLEGAMENTI

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)

• Modulo 1 Bipoli elettrici e loro collegamenti Ottobre


• Generatore elettrico e circuito elementare; legge di Ohm. (14 ore)
• Esercizi

Attività di Laboratorio
• Misure delle grandezze fondamentali di un circuito elettrico:
Pagina 14 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

tensione, corrente, resistenza.


• Verifica della legge di Ohm
• Verifica della classe di precisione di un voltmetro, con un
voltmetro campione.
• Verifica della classe di precisione di un amperometro, con un
amperometro campione.
• Rilievo della caratteristica Volt-amperometrica V=f(I) per un bipolo
lineare e uno non lineare.
• Rilievo della caratteristica reostatica
• Rilievo della caratteristica potenziometrica

• Verifica sommativa

Modulo 3 – “ALGEBRA DI BOOLE”

Prerequisiti Contenuti Periodo

• aritmetica ed • metodi di conversione tra sistemi di numerazione differenti, Ottobre - Novembre


operazioni operazioni elementari con i numeri binari, operazioni (11 ore)
fondamentali algebriche con numeri binari.
con i numeri  operazioni logiche fondamentali e algebra di Boole;
decimali  funzioni logiche e metodi di minimizzazione;
 esempi pratici con dispositivi presenti in commercio.

Modulo 4 –RETI ELETTRICHE

Unità didattica n°1 : Risoluzione di semplici reti elettriche lineari in corrente continua
Unità didattica n°2 : Risoluzione di reti complesse in corrente continua
Unità didattica n°3 : Energia potenza elettrica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Risoluzione di semplici reti elettriche lineari in corrente continua
• Modulo 2 Novembre-
• Reti elettriche con un solo generatore: leggi di Kirchhoff, Dicembre
resistenza equivalente, partitore di tensione e corrente. (23 ore)
• Generatore reale di tensione e di corrente e loro caratteristiche.
• Caratteristiche voltamperometriche di bipoli lineari e non.
• Esercizi.

Risoluzione di reti complesse in corrente continua e applicazioni nelle reti lineari


• Metodo di Kirchhoff, teorema di Millmann.
• Metodo della sovrapposizione degli effett.
• Metodo dei generatori equivalenti di Thevenin e Norton.
• Esercizi

Energia potenza elettrica


• Energia e potenza elettrica.
• Perdite e rendimento.

Pagina 15 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Esercizi

Attività di Laboratorio
• Misura di f.e.m. per confronto con pila campione Weston.(Metodo
di opposizione)
• Misura di (Rx) per confronto con (Rc). (Metodo di opposizione)
• C.d.t. di un generatore reale V=f(I), potenza erogata, rendimento
e curve relative.
• Misura di una grande resistenza con il metodo voltamperometrico.
• Misura di una piccola resistenza con il metodo
voltamperometrico.
• Misura di una resistenza con il ponte di Wheatstone.
• Misura di potenza in c.c.
• Verifica sommativa

Modulo 5 – CAMPO ELETTRICO

Unità didattica n°1 : Campo Elettrico


Unità didattica n°2 : Condensatore elettrico

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Campo Elettrico
• Modulo 1, 2, 4 • Definizioni delle grandezze elettriche fondamentali. Tracciamento
dei campi elettrici tipici.
• Matematica:
caratteristica • Energia e potenziale elettrico; superfici equipotenziali; presenza di
conduttori ed isolanti all'interno di un circuito elettrico; Dicembre-
esponenziale
polarizzazione dei dielettrici. Gennaio
• Esercizi. (8 ore)

Condensatore elettrico
• Esercizi Capacità, dielettrici, rigidità dielettrica; collegamenti tra
condensatori; energia elettrostatica accumulata; fenomeni di
carica e scarica di condensatori inseriti in un circuito elettrico,
• Esercizi.

Attività di Laboratorio
• Rilievo della caratteristica di carica e scarica di un condensatore
(V,I=f(C))
• Visualizzazione della caratteristica di carica/scarica
dell'oscilloscopio

• Verifica sommativa

Pagina 16 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 6 – CIRCUITI COMBINATORI

Circuiti Logici combinatoriali fondamentali

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)
• Modulo 3 • circuiti logici combinatori Gennaio (14 ore)
• esempi di codificatori e decodificatori
• multiplexer e demultiplexer,
• esempi ed applicazioni pratiche

Modulo 7 – ELETTROMAGNETISMO. CIRCUITI MAGNETICI

Unità didattica n°1 : Campo Magnetico


Unità didattica n°2 : Circuiti Magnetici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Campo Magnetico

• Modulo 1,2,4 • Definizione delle principali grandezze del campo magnetico. Febbraio
• Campi magnetici prodotti da correnti; configurazioni e tracciamenti (14 ore)
di campi tipici.
• Le azioni magnetoelettriche; fenomeni di induzione
elettromagnetica; legge di Lenz e sue applicazioni
• Induttanza di un circuito.
• Fenomeni di autoinduzione e mutua induzione.
• Fenomeni transitori nei circuiti magnetici; che comprendono
autoinduttanze.
• Esercizi.

Circuiti Magnetici
• Circuiti magnetici.
• Materiali ferromagnetici e loro caratteristiche; la permeabilità
relativa.
• Calcolo di semplici circuiti magnetici serie con l'uso delle
caratteristiche di magnetizzazione
• Energia nei circuiti magnetici; perdite per isteresi.
• Esercizi.

Attività di Laboratorio
• Rilevo della caratteristica di 1° magnetizzazione e ciclo di isteresi
di materiale ferromagnetico
• Visualizzazione all'oscilloscopio del ciclo di isteresi

• Verifica sommativa

Pagina 17 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 8 – RETI SEQUENZIALI e MEMORIE

Unità didattica n°1 : FLIP – FLOP: FF asincroni a p orte NOR e porte NAND; FF asincroni con ingresso di
clock, FF asincroni tipo D, FF asincroni tipo JK, FF asincroni tipo master – slave; FF sincroni con ingressi
asincroni di clear e di preset, FF sincroni tipo D, FF sincroni tipo JK, FF sincroni tipo T;
Unità didattica n°2 : LABORATORIO: FF asincroni a p orte NOR, FF asincroni mediante porte NAND; FF
asincrono con ingresso di clock, FF asincroni tipo Data;
Unità didattica n°3 : CONTATORI: binari, modulo qua lunque contatori up-down contatori in cascata, limite di
frequenza, contatori sincroni; grafi di flusso, procedure di progetto di contatori sincroni
Unità didattica n°4 : LABORATORIO: contatore asinc roni UP modulo 16 e DOWN modulo 16
Unità didattica n°5 : registri SISO, SIPO, PISO, P IPO, registri bidirezionali
Unità didattica n°6 : MEMORIE
Unità didattica n°7 : ROM
Unità didattica n°8 : RAM

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 3, 6 • funzionamento dei flip – flop sincroni ed asincroni Marzo (15 ore)
• contatori e registri
• macchine a stati
• Memorie ROM
• Memorie RAM
• Espansione di parola e di memoria

Modulo 9 – RETI ELETTRICHE LINEARI IN CORRENTE ALTERNATA

Unità didattica n°1 : Grandezze periodiche e alternate

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 1, 2, 4 Grandezze periodiche e alternate
5 e7 • Funzioni periodiche, alternate e sinusoidali. Maggio
• Matematica: • Rappresentazione vettoriale delle sinusoidi. (15 ore)
numeri • Operazione con le sinusoidi.
complessi e • Esercizi.
operazioni
relative.
• Fisica:
grandezze
vettoriali ed
operazione
tra gli stessi

Pagina 18 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• Altri testi più specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

Al termine di ogni modulo verranno proposte delle verifiche scritte di tipo sommativo, mentre
al termine delle U.D. più significative saranno svolte delle verifiche scritte formative.
In alcuni momenti dell'anno, compatibilmente con il tempo a disposizione per le verifiche
orali, potranno essere proposte delle verifiche scritte con domande aperte, che
contribuiranno alla determinazione della valutazione orale.
Durante l'attività di laboratorio gli allievi dovranno gestire nel modo più possibile autonomo
le misure e le prove pratiche di montaggio dei circuiti e al termine dovranno relazionare
l'esperienza; tale elaborato, assieme alla partecipazione e l'interesse dimostrato durante
l'attività di laboratorio, saranno valutate come verifiche pratiche.

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 19 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 3 3 6 x 2 = 12

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 7

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 7 = 233

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 187

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 187 – 22 = 165 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 20 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI AUTOMATICI CLASSI 3AEA 3BEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Gli studenti dovranno conoscere le definizioni fondamentali della teoria dei sistemi, i modelli matematici dei
componenti elettrici fondamentali e gli analoghi termici ed idraulici. Dovranno conoscere le tecniche
necessarie per risolvere semplici reti elettriche al fine di valutarne il comportamento nel transitorio.
Dovranno conoscere le proprietà di sensori e trasduttori e le principali caratteristiche dei trasduttori di
temperatura e di posizione. Dovranno conoscere i metodi e le strutture necessarie alla programmazione
strutturata nonché le basi per programmare in LabVIEW, avere una conoscenza della struttura H/W e S/W
di un computer e della tecnica di programmazione top-down utilizzando il linguaggio di progetto.

COMPETENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di interpretare un sistema termico o idraulico e tramutarlo nell’analogo
elettrico. Dovranno essere in grado di risolvere semplici reti elettriche sia nel dominio del tempo che con le
trasformate di Laplace. Dovranno essere in grado di eseguire semplici esercitazioni di laboratorio con
trasduttori di temperatura e posizione elaborando una relazione dell’esercitazione stessa. Dovranno essere
in grado di programmare semplici strumenti virtuali in LabVIEW di supporto all’attività teorica, progettare
piccoli sistemi elettronici di natura combinatoria e semplici automi, analizzare problemi prevalentemente di
tipo fisico impiegando la logica concettuale e strumenti di programmazione con il linguaggio ad alto livello C.

CAPACITÀ

Gli studenti dovranno essere in grado in maniera autonoma ed originale di affrontare lo studio nel dominio
del tempo di semplici sistemi lineari del 1° e 2° o rdine. Dovranno inoltre essere in grado di simularne al
computer il funzionamento.
Dovranno inoltre saper analizzare un problema di tipo informatico ed essere in grado di risolverlo con il
linguaggio di programmazione C.

Pagina 21 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – Prerequisiti di matematica (Aula)

Unità didattica n°1 : Numeri complessi


Unità didattica n°2 : Derivate
Unità didattica n°3 : Funzione esponenziale

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Ripasso di equazioni di primo e secondo grado
• Delta negativo e unità immaginaria
• I numeri complessi: parte reale e immaginaria
• Somma algebrica e moltiplicazione per una costante
• Forma polare
• Conoscenze • Trasformazioni da cartesiano a polare e viceversa Da Settembre a
di base di • Definizione di derivata Ottobre
matematica. • Derivata di funzioni composte da segmenti (15 ore)
• Significato geometrico: coefficiente angolare della retta
tangente in un punto
• Funzione esponenziale: grafico e proprietà
• Generica funzione f(x): studio di f(x)+k, k+f(x), f(-x)
• Il transitorio e la funzione esponenziale

Modulo 2 – Fondamenti di teoria di sistemi (Aula)

Unità didattica n°1 : Sistemi e modelli


Unità didattica n°2 : Componenti elementari
Unità didattica n° 3 : Definizione di sistema. Rapp resentazione dei sistemi : definizione di modello.
Unità didattica n° 4 : I modelli : schemi a blocchi – modelli matematici – modelli locali e globali.
Unità didattica n° 5 : Sistemi continui e sistemi d iscreti.
Unità didattica n° 6 : Sistemi senza memoria e sist emi con memoria.
Unità didattica n° 7 : Classificazione dei sistemi e dei modelli.

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Definizioni di sistemi
• Componenti elettrici elementari
• Componenti termici elementari
• Componenti idraulici elementari
• Grandezze variabili e parametri di un sistema.
• Esempi di sistemi e loro modellizzazione con schemi a blocchi.
• Esempi di sistemi discreti senza e con memoria e loro
modellizzazione con modello matematico.
• Conoscenze
• Esempi di sistemi continui senza e con memoria e loro Novembre
di base di
modellizzazione con modello matematico. (8 ore)
Fisica.
• Sistemi lineari e non lineari.
• Sistemi a più ingressi e più uscite lineari.
• Modelli matriciali.
• Campionamento e discretizzazione.

• Sistemi con una costante di tempo
• Modello generale analogo dei sistemi del primo ordine.
• Analisi del comportamento per segnale di ingresso canonici.

Pagina 22 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – Analisi delle reti in regime transitorio (Aula)

Unità didattica n°1 : Dominio del tempo


Unità didattica n°2 : Trasformate di Laplace

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Resistenza, induttanza e capacità: V=RI, Q=CV, Φ=LI
• Transitorio di carica e scarica del condensatore
• Transitorio di carica e scarica dell'induttanza
• Analisi dei sistemi lineari nel dominio del tempo Da Dicembre
ad
• Modulo 1 • Trasformata di Laplace Aprile
• Metodo delle frazioni parziali (40 ore)
• Teorema dei residui
• Teorema della traslazione in frequenza
• Risoluzione di reti con Laplace

Modulo 4 - AUTOMI

Unità didattica n° 1 : Teoria degli automi.


Unità didattica n° 2 : Metodo generale di progetto degli automi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)

• Modulo 1  Definizioni e modelli matematici degli automi. Maggio (10 ore)


 Rappresentazioni di Moore e di Mealy.
 Sistemi sincroni ed asincroni.
 Esercizi di progettazione di automi.

Modulo 5 – Trasduttori (Aula e laboratorio)

Unità didattica n°1 : Caratteristiche dei trasdutto ri


Unità didattica n°2 : Classificazione dei trasdutto ri
Unità didattica n°3 : Trasduttori di temperatura
Unità didattica n°4 : Trasduttori di posizione
Unità didattica n°5 : Trasduttori di luminosità

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Sensori e trasduttori
• Caratteristiche di sensori e trasduttori
• Conoscenze • Sensori di forza, cella di carico
di base di
• Sensori di luminosità, fotodiodo, fotoresistenza e fototransistor (10 ore)
Fisica ed
Elettrotecnica. • Cenni di trasduttori optoelettronici, diodo LED
• Sensori di temperatura, termistori, termoresistenza,
termocoppia

Pagina 23 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 6 – Programmazione in MatLab e LabVIEW (Aula e laboratorio)

Unità didattica n°1 : Tecniche di programmazione in MatLab


Unità didattica n°2 : Tecniche di programmazione in LabVIEW

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• MatLab
• Laboratorio
• L’ambiente LabVIEW e l’interfaccia amichevole
d’informatica (10 ore)
• Principali controlli e funzioni
del biennio
• Le strutture

Modulo 7 – ELEMENTI DI INFORMATICA

Unità didattica n°1 : Struttura di un computer (ha rdware-software).


Unità didattica n°2 : Algoritmi e strutture di cont rollo

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• •Conoscenza di come è strutturato un p.c.
•Conoscenza della costruzione di un algoritmo e di algoritmi (10 ore)
•Uso degli algoritmi classici (ricerca su stringhe ecc…)

Modulo 8 – LINGUAGGIO AD ALTO LIVELLO

Unità didattica n°1 : il linguaggio di programmazio ne C

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
•Modulo 1 •Conoscenza e uso del linguaggio di programmazione C. (30 ore)

Pagina 24 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Sollecitazione di risposte a quesiti posti a tutta la classe
• Svolgimento di esercizi di applicazione della teoria
• Prove di simulazione in laboratorio per la verifica e/o l’anticipazione delle spiegazioni teoriche
• Lezioni con il proiettore in classe e/o in laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

• Appunti dalle lezioni


• Software didattici ed industriali
• Apparecchiature didattiche ed industriali
• PC multimediale
• Software applicativo

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove al PC


• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 1 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 25 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 1 2 3x2 =6

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 6


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 2 6

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 12

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 107

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 12

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 107 – 12 = 95 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 26 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSEE CLASSI 3AEA 3BEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Componentistica degli impianti civili ed industriali ed i dispositivi di sicurezza.


Riferimenti tecnici e normativi.
Simbologia e norme di rappresentazione circuiti e apparati
Metodi di rappresentazione e di documentazione
Concetti di rischio, di pericolo, di sicurezza e di affidabilità.
Dispositivi di protezione generici e tipici del campo di utilizzo e loro affidabilità.
Rischi presenti in luoghi di lavoro, con particolare riferimento al settore elettrico ed elettronico.
Normativa sulla sicurezza, sistemi di prevenzione e gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Software dedicati per la progettazione la simulazione e la documentazione.
Sensori ed attuatori.
Manualistica d’uso e di riferimento.
Caratteristiche dei componenti attivi e passivi e dei circuiti integrati.
Principi di funzionamento, tecnologie e caratteristiche di impiego dei componenti circuitali.
Proprietà tecnologiche dei materiali.
L’analisi dei segnali analogici e digitali
Codifica dei segnali.
Fondamenti di elettronica integrata.
Controlli di tipo on off e digitali.
Caratteristiche dei componenti del controllo automatico.
Tipologie dei sistemi di controllo.

COMPETENZE

Rappresentare schemi funzionali di componenti circuitali, reti , e apparati.


Scegliere le apparecchiature idonee al monitoraggio e al controllo.
Applicare le norme tecniche e le leggi sulla sicurezza nei settori di interesse.
Riconoscere i rischi dell’utilizzo dell’energia elettrica in diverse condizioni di lavoro ed applicare i metodi di
protezione dalle tensioni contro i contatti diretti e indiretti.
Individuare i criteri per la determinazione del livello di rischio accettabile, l’influenza dell’errore umano ed
assumere comportamenti coerenti.
Individuare le componenti tecnologiche e gli strumenti occorrenti per il progetto specifico.

Pagina 27 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Realizzare progetti di difficoltà crescente, corredandoli di documentazione tecnica.


Scegliere i materiali e le apparecchiature in base alle caratteristiche tecniche
Analizzare e dimensionare impianti elettrici di comando, controllo e segnalazione.
Individuare e utilizzare la strumentazione di settore scegliendo adeguati tipi di trasduttori.
Rappresentare, elaborare e interpretare i risultati delle misure anche con strumenti informatici.
Individuare i fattori di rischio nei processi produttivi e negli ambienti di lavoro del settore.
Applicare le normative, nazionali e comunitarie, relative alla sicurezza e adottare misure e dispositivi idonei di
protezione e prevenzione.
Riorganizzare conoscenze multidisciplinari per un progetto esecutivo.
Applicare metodi di problem solving.
Identificare e utilizzare bipoli elettrici e circuiti integrati.
Disegnare e realizzare reti logiche digitali.
Progettare e realizzare semplici sistemi di controllo con logica cablata.
Inserire nella progettazione componenti e sistemi elettronici

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di Dipartimento, vanno
tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 1 - Sicurezza NORMATIVA

Unità didattica n°1 : Legislazione e normativa

Prerequisiti Contenuti Periodo

Norme CEI , Settembre


diritto di 2° 4 ore
DM N° 37/2008

Modulo 2 - Sicurezza PERICOLOSITA’ CORRENTE ELETTRICA

Unità didattica n°1 : Percezione della corrente elettrica


Unità didattica n°2 : Effetti fisiopatologici
Unità didattica n°3 : Limiti di pericolosità
Unità didattica n°4 : Classificazione dei sistemi elettrici : sistemi TT-TN - IT
Unità didattica n°5 : Contatti diretti ed indiretti
Unità didattica n°6 : Circuiti di guasto e protezioni

Prerequisiti Contenuti Periodo

Classificazione dei sistemi elettrici in relazione al collegamento a terra : Settembre


sistemi TT / TN / IT 4 ore
Contatti diretti ed indiretti
Circuiti di guasto
Protezione con interruzione automatica dell’alimentazione : uso delle
protezioni magnetotermiche e differenziali

Pagina 28 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – TITOLO : IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

Unità didattica n°1 : Grandezze elettriche fondamentali


Unità didattica n°2 : Produzione e distribuzione dell’energia elettrica
Unità didattica n°3 : Simbologia negli schemi di impianti elettrici
Unità didattica n°4 : L’impianto elettrico negli edifici di uso civile. Sicurezza.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Tensione e corrente Settembre
• Tipi di centrale Gennaio
• Nozioni di base su alternatori – trasformatori – motori
• Il disegno elettrico ore 40
• La rappresentazione dei circuiti
• Sicurezza : effetti della corrente elettrica sul corpo umano e protezioni
• Realizzazione di vari impianti luce e FM con diversi comandi

Modulo 4 – TITOLO: FISICA DEI MATERIALI

Unità didattica n°1 : Richiami sulla struttura atomica della materia


Unità didattica n°2 : Materiali isolanti, conduttori e magnetici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di •Livelli e bande di energia. Settembre
base di Fisica, • Conoscenze di base sulla struttura dei conduttori, semiconduttori e isolanti Ottobre
Chimica e • Proprietà elettriche
Matematica • Proprietà magnetiche ore 5

Modulo 5 – TITOLO : COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI

Unità didattica n°1 : Resistori


Unità didattica n°2 : Condensatori
Unità didattica n°3 : Induttori
Unità didattica n°4 : Relè e temporizzatori
Unità didattica n°5 : Diodo e transistor bipolari

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
 Parametri caratteristici dei vari componenti Novembre
 Proprietà tecnologiche dei materiali. Gennaio
 Serie commerciali e codici colore ore 20
 Tecnologie costruttive
 Conoscenza dei semiconduttori e loro caratteristiche
 Conoscenza dei metodi di costituzione dei componenti a semiconduttore
 Conoscenza di diodi etransistor; circuiti on-off per tali componenti

Pagina 29 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 6 – TITOLO : TECNOLOGIA DEI CIRCUITI DIGITALI INTEGRATI

Unità didattica n°1 : I circuiti integrati


Unità didattica n°2 : Principali famiglie logiche
Unità didattica n°3 : Analisi dei data sheet

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
•Parametri caratteristici delle porte logiche: livelli di tensione, Febbraio
margine di rumore, correnti, fan out Marzo
• Interfacciamento di famiglie logiche diverse ore 10
• Ricerca dati nei fogli tecnici

Modulo 7 – TITOLO: PROGETTAZIONE DISEGNO E REALIZZAZIONE DI CIRCUITI DIGITALI

Unità didattica n°1 : Disegno dello schema elettrico con applicazione software MULTISIM
Unità didattica n°2 : La simulazione del circuito elettronico con MULTISIM
Unità didattica n°3 : Implementazione di vari circuiti su basette millefori
Unità didattica n°4 : Disegno

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Progettazione, disegno, simulazione, realizzazione, collaudo e Febbraio-
stesura relazione finale di vari circuiti digitali Giugno
ore 40

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Appunti dell’insegnante

Pagina 30 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, …
• esperienze laboratorio

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA PERIODO PERIODO numero
numero previsto previsto
COMPITI di 1 ore 2 2

Esperienze laboratorio 5 5

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 85 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA


5
MATERIA
MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su
A = 200 / 6 x 5 = 167
200 gg.)
ORE NETTE DISPONIBILI PER LA
B = 80% di A = 133
DIDATTICA
ORE PER VERIFICHE E RECUPERO
C = 10
CURRICOLARE

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 133 – 10 = 123 per programma minimo

Pagina 31 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA INFORMATICA CLASSI 3AII 3BII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Concetto di algoritmo
Caratteristiche di un algoritmo
La macchina di Turing e il concetto di automa
Concetto di computazione
Linguaggi e grammatiche

Concetto di dato e istruzione


Istruzioni di input/output, calcolo e controllo, istruzione di assegnazione
Descrizione di un algoritmo strutturato tramite diagrammi a blocchi e pseudocodifica, complessità
computazionale
Introduzione di un linguaggio di programmazione per la codifica
Campo di visibilità
Elementi di gestione dell'interfaccia
Interfaccia a comandi per editare, compilare eseguire (DOS, LINUX)

Concetto di macchina virtuale per un linguaggio di programmazione (.NET o JAVA), interpreti,


compilatori, utilizzo di linguaggi di programmazione di ultima generazione (C# o JAVA)
Tipo di dato semplici e linguaggi fortemente tipizzati
Metodologie TOP-DOWN e BOTTOM-UP, procedure, funzioni e passaggio parametri
Tipi di dato stutturati: array, record, oggetti e classi
Ricorsione
Interfacce visuali

Ricerca di un elemento in un vettore


Ordinamento elementi di un vettore
Massimo, Minimo, Somma, Media, Splitting di un vettore
Operazioni con le matrici
Concetto di oggetto e classe e qualità del software
Costruzione di classi proprietarie
Costruttori, inizializers e distruttori
Proprietà e Information Hiding

La programmazione ad eventi
Elementi di una interfaccia utente
Concetti base di Design Pattern

Pagina 32 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

COMPETENZE

Nell’articolazione “Informatica” si acquisiscono competenze che caratterizzano il profilo


professionale in relazione ai processi, ai prodotti, ai servizi con particolare riferimento agli aspetti
innovativi e alla ricerca applicata, per la realizzazione di soluzioni informatiche a sostegno delle
aziende che operano in un mercato interno e internazionale sempre più competitivo. Il profilo
professionale dell’indirizzo consente l’inserimento nei processi aziendali, in precisi ruoli funzionali
coerenti con gli obiettivi dell’impresa.
Si ambisce quindi a maturare le seguenti competenze:

Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici ed algoritmici per affrontare
situazioni
problematiche elaborando opportune soluzioni;

Sviluppare applicazioni informatiche;


Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali
Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza;
Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali
Lavorare in gruppo
Cogliere collegamenti multidisciplinari

CAPACITÀ

Riconoscere un algoritmo
Progettare una macchina di Turing
Utilizzare un simulatore per macchine di Turing
Codificare un automa nel linguaggio del simulatore
Riconoscere un linguaggio definito da una grammatica

Individuare un algoritmo adatto alla soluzione di semplici problemi


Implementare l'algoritmo utilizzando pseudocodifica o diagramma a blocchi
Tradurre la pseudocodifica in un linguaggio di programmazione
Integrare un algoritmo con l'interfaccia fornita dal linguaggio

Individuare una piattaforma di sviluppo ed esecuzione


Implementare l'algoritmo nel linguaggio c# in visualstudio
Suddividere un problema scomponendolo TOP Down e/o Bottom Up
Leggere manuali e testi in lingua inglese
Gestire eventi

Progettare e realizzare algoritmi di ricerca sequenziali e binarie


Progettare e realizzare algoritmi di ordinamento
Progettare e realizzare algoritmi con le matrici
Documentare e commentare le soluzioni
Utilizzare classi già pronte
Definire e progettare una nuova classe

Organizzare un'applicazione per eventi


Gestire interfacce User Friendly

Pagina 33 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di
Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 0 – RIPASSO (eventuale)

Contenuti Periodo
Durata (ore)
Veloce ripasso sui concetti base dell'informatica dell'algoritmica e studio della computing
science. Settembre
(tot. 4 ore)

Modulo 1 – TEORIA DELLA COMPUTABILITA' (Computing Science)

Unità didattica n°1 : Concetto di Algoritmo


Unità didattica n°2 : Macchina di Turing
Unità didattica n°3 : Concetto di Computazione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di Concetto di algoritmo Settembre
base sugli Modello della Macchina di Turing come algoritmo (tot. 12 ore)
algoritmi Concetto di Computazione (anche tramite simulatore)
Tesi di Church

Modulo 2 – DAL PROBLEMA ALL'ALGORITMO

Unità didattica n°1 : Algoritmi


Unità didattica n°2 : Pseudocodifiche e diagrammi a blocchi
Unità didattica n°3 : Complessità

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1 Analisi di un problema Ottobre
Concetto di dato e istruzione (tot. 16 ore)
Istruzioni di input/output, calcolo e controllo, istruzione di
assegnazione
Descrizione di un algoritmo strutturato tramite diagrammi a blocchi e
pseudocodifica, complessità computazionale

Pagina 34 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – CODIFICA IN UN LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE

Unità didattica n°1 : Codifica in Javascript


Unità didattica n°2 : Linguaggio HTML
Unità didattica n°3 : Interfacce e DOM
Unità didattica n°4 : Linguaggi per applicazioni de sktop
Unità didattica n°5 : Programmazione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1,2 Codifica di un algoritmo in un linguaggio di programmazione Ottobre (8)
(Javascript) Novembre
Definizione di variabile (16)
Concetto di riferimento Dicembre
Principali oggetti presenti nella libreria Javascript (Stringhe, Date, (12)
Ore, Array) Gennaio (8)
Elementi di gestione dell'interfaccia (il DOM) Febbraio (4)
Programmazione event driven in Javascript (tot. 48 ore)
Primi progetti impegnativi (Calcolo CF, Simulatore Roulette)
Concetto di macchina virtuale per un linguaggio di programmazione
(.NET o JAVA), interpreti, compilatori.
Cenni al funzionamento di un compilatore (grammatiche e linguaggi)
Tipo di dato semplici e linguaggi fortemente tipizzati
Metodologie TOP-DOWN e BOTTOM-UP, procedure, funzioni
passaggio parametri, visibilità.
Tipi di dato stutturati: array, record
Ricorsione
Interfacce visuali
Programmazione in C#

Modulo 4 – INTERFACCE UTENTE

Unità didattica n°1 : Interfaccia utente


Unità didattica n°2 : Gestione Interfacce Web
Unità didattica n°3 : Gestione Interfacce Desktop
Unità didattica n°4 : Gestione Interfacce Mobili

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Programmazione Componenti visuali di un'interfaccia utente Novembre (8)
Concetto e gestione di evento Dicembre (4)
Interfacce visuali per applicazioni Web lato Client Gennaio (8)
Interfacce visuali per applicazioni desktop. Febbraio (12)
Interfacce per applicazioni mobili Maggio (10)
(tot. 42 ore)

Pagina 35 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 5 – ALGORITMI E STRUTTURE DATI FONDAMENTALI

Unità didattica n°1 : Algoritmi e strutture dati


Unità didattica n°2 : Principi di programmazione ad oggetti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1,2,3 Ricerca di un elemento in un vettore (Sequenziale e Binaria) Dicembre (2)
Ordinamento elementi di un vettore (Selection Sort, Bubble Sort, Febbraio (8)
QuickSort, MergeSort) Marzo (24)
Massimo, Minimo, Somma, Media, Splitting di un vettore Aprile (24)
Concetto di file, file XML. Maggio (14)
Operazioni con le matrici Giugno (4)
Concetto di oggetto e classe e qualità del software (tot. 76 ore)
Costruttori, inizializers e distruttori
Proprietà e Information Hiding

Pagina 36 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, quesiti a risposta multipla, test su piattaforma e-
learning
• piccoli progetti su pc

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 2 ore 3 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI . 1 1

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Riportare quanto indicato nella Programmazione minima di Dipartimento

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)


oppure
• griglia specifica elaborata dal Dipartimento (da allegare)

Pagina 37 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 3 3 6 x 2 =12

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 22 = 138 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 38 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI E RETI CLASSI 3AII 3BII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Concetto di sistema
Classificazione dei sistemi
Modelli per lo studio di un sistema
Ingressi, uscite e stati di un sistema
Sistemi digitali binari
Automi propri e impropri, Tabelle di transizione, Diagramma degli stati
Architettura hardware di un computer: il processore, i bus, memoria centrale e secondaria, le
periferiche
Il micro X86: registri principali e principi di programmazione
Linguaggio Assembler: le istruzioni di assegnazione, di input/output, aritmetiche, di trasferimento, di
controllo (if, while, for), le procedure
Fondamenti di network
Reti client server, peer to peer: definizione e relativi vantaggi e svantaggi
Classificazione in base alle tecnologia di trasmissione: reti point to point, reti broadcast
Classificazione geografica: Lan, Man, Wan
Topologia di rete: a bus, a stella, ad anello
Tipi e modalità di trasmissione
Gli standard
Lo schema concettuale del modello OSI e le caratteristiche dei suoi 7 livelli
Il livello fisico
Definizione di banda passante e di velocità massima di un canale
Mezzi di trasmissione: caratteristiche, cavo coassiale, doppino telefonico, fibre ottiche, wireless, cavi
Ethernet
Il livello data link e le sue funzioni
Le principali tecniche di rilevazione e correzione degli errori
I protocolli e le tecniche per il controllo del flusso
I differenti metodi di accesso al mezzo
I protocolli per la comunicazione in rete: HDLC, PPP, LLC

COMPETENZE

Apprendere le metodologie per la progettazione di dispositivi automatici di uso comune.


Installare e configurare i componenti hardware e software di un sistema di elaborazione
Individuare la corretta configurazione di un sistema per una data applicazione
Identificare i principali dispositivi periferici; selezionare un dispositivo adatto all’applicazione data
Acquisire la conoscenza dell’architettura di un microprocessore e comprenderne le modalità di
funzionamento
Configurare una LAN
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.

Pagina 39 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Classificare un sistema dato


Individuare il modello più adatto per lo studio di un sistema
Individuare il metodo più adatto per lo studio di un sistema dinamico deterministico
Date le tabelle di transizione di un automa a stati finiti disegnare il diagramma degli stati
Dato il diagramma degli stati di un automa a stai finiti compilare le tabelle di transizione
Individuare ingressi, uscite, e stati di un semplice automa e definire le tabelle di transizione e il
diagramma degli stati
Individuare la corretta configurazione di un sistema per una data applicazione
Installare e configurare i componenti hardware e software di un sistema di elaborazione
Saper progettare, sviluppare e collaudare semplici programmi nel linguaggio macchina di un
Microprocessore
Conoscere, classificare e individuare le reti
Conoscere, classificare e individuare elementi di una rete
Utilizzare le principali tecniche per il rilevamento e la correzione degli errori di trasmissione
dell’informazione
Implementare i programmi di controllo degli errori di trasmissione nel linguaggio di programmazione
noto.
Saper realizzare fisicamente un cavo di rete per collegare i computer ad un hub
Sapere progettare e configurare una rete locale e gestirne le risorse.

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di

Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 1 – LA TEORIA DEI SISTEMI

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Definizione di sistema Settembre
Classificazione dei sistemi Ottobre
(ore 10)
Modelli per lo studio di un sistema
Ingressi, uscite e stati di un sistema
La simulazione
Gli automi a stati finiti: diagrammi di transizione e
rappresentazione tabellare.
Automi riconoscitori
Macchine di Mealy e di Moore
Trasformazione da una macchina all’altra

Modulo 2 – L’ARCHITETTURA DEI SISTEMI DI ELABORAZIONE

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Il modello di Von Neumann Settembre-
La struttura di un elaboratore Novembre
(ore 20)
La Motherboard
La memoria del PC
Pagina 40 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Le porte di comunicazione
Le periferiche del PC
La CPU
Problemi pratici di funzionamento di un computer e
dell'interfacciamento delle periferiche
Assemblaggio e disassemblaggio PC
Le macchine virtuali

Modulo 3 – L’ISA x86 E IL LINGUAGGIO ASSEMBLY

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Architettura e principio di funzionamento dei processori X86 Marzo-
Strumenti per lo sviluppo di programmi in Assembly Giugno
(ore 25)
Principi di programmazione dei processori x86
Programmazione assembly dei processori X86
Procedure e servizi
Interfacciamento delle periferiche con la CPU

Modulo 4 – FONDAMENTI DI NETWORKING

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Introduzione al Networking Marzo-
Il trasferimento dell’informazione: modalità di accesso al canale, Giugno
multiplazione, tecniche di commutazione (ore 20)
L’architettura a strati ISO/OSI e TCP/IP
Il livello fisico
Dispositivi per la realizzazione di reti locali
Le reti Ethernet e lo strato di collegamento
Progetto CISCO

Modulo 5 – IL LINGUAGGIO C

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Il linguaggio di programmazione C Marzo-
Giugno
• Puntatori e array nel linguaggio C (ore 15)
• Valori numerici e stringhe di caratteri
• Gestione dinamica della memoria
• Lettura e scrittura di un file di testo in C.

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

Pagina 41 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, test su
piattaforma e-learning
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 1 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI 0 0

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 42 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 107

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 107 – 20 = 87 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 43 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TELECOMUNICAZIONI CLASSI 3AII 3BII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Conoscenza di base sulle reti elettriche e sull'elettronica digitale


conoscenze sulle caratteristiche dei segnali e sui principali mezzi trasmissivi

COMPETENZE

Risoluzioni di semplici reti in regime continuo


realizzazione di circuiti logici combinatori applicando le mappe di Karnaugh
realizzazione di semplici circuiti sequenziali

CAPACITÀ

Comprensione dei principi di base dell'elettronica utilizzati in un sistema di elaborazione dati.

Pagina 44 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 1 – TITOLO reti elettriche in regime continuo

Unità didattica n°1 : legge di Ohm e principi di Ki rchhoff


Unità didattica n°2 : sovrapposizione degli effetti
Unità didattica n°3 : teorema di Thevenin
Unità didattica n°4 : laboratorio: misure su circui ti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Conoscenze • Tensione e intensità di corrente Settembre,
di base di • legge di Ohm ottobre,
elttromagnetismo • codice a colori dei resistori novembre
(fisica) • misure di tensione e corrente (25 ore)
• sistemi di • principi di Kirchhoff
equazioni lineari • serie e parallelo di resistori
(matematica) • sovrapposizione degli effetti
• teorema di Thevenin

Modulo 2 – TITOLO regime sinusoidale

Unità didattica n°1 : segnali periodici e sinusoida li


Unità didattica n°2 : condensatore e induttore
Unità didattica n°3 : analisi dei segnali periodici nel dominio del tempo e della frequenza

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Periodo e frequenza
• Modulo 1 • condensatore e induttore Dicembre -
• impedenza Gennaio
• circuito RC (10 ore)
• cenni sulla serie di Fourier
• decibel

Modulo 3 – TITOLO elettronica digitale

Unità didattica n°1 : richiami di algebra di Boole


Unità didattica n°2 : reti logiche combinatorie
Unità didattica n°3 : reti logiche sequenziali
Unità didattica n°4 : memorie e microprocessore

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Reti logiche combinatorie
• Moduli 1,2 • visualizzazione Febbraio,
• moduli relativi • flip flop e reti logiche sequenziali marzo
dei corsi di • sommatori (20 ore)
informatica • memorie
• cenni sui microprocessori

Pagina 45 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 4 – TITOLO mezzi trasmissivi

Unità didattica n°1 : mezzi trasmissivi metallici


Unità didattica n°2 : porante radio
Unità didattica n°3 : fibre ottiche

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Cavi coassiali e doppini telefonici Aprile,
• Modulo 1,2 • lineee adattate maggio
• onde elettromagnetiche (15ore)
• antenne
• fibre ottiche

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• misure e lavoro in laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Appunti dell’insegnante
•dispense, data sheet e altro materiale reperito in rete

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove pratiche, quesiti a risposta multipla, …

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1/2 ore 2 2

interrogazioni 1 1

Prove pratiche 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 46 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1ore 2 2 4x 1 = 4

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 6

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 14

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3= 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 14

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 14 = 66 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 47 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSIT CLASSI 3AII 3BII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE
Concetto di sistema di numerazione posizionale
Il sistema di numerazione binario, esadecimale, ottale e con qualsiasi base
Concetto di codice
Rappresentazione delle cifre decimali:i codici BCD, 2 su 5, ad eccesso tre, 2421, Gray
Rappresentazione delle informazioni alfanumeriche: i codici EBCDIC, ASCII, Unicode
Rappresentazione delle informazioni compresse: la codifica di Huffman
Codifica e rappresentazione delle informazioni multimediali
Gli elementi dell’algebra di Boole: le variabili, gli operatori, le funzioni booleane
Rappresentazione delle operazioni: le tabelle di verità
Minimalizzazione di una funzione: le mappe di Karnaugh
Rappresentazione circuitale delle operazioni logiche
Circuiti combinatory: hall-adder, full-adder, ALU
Generalità sui sistemi operativi
Gestione del processore
La gestione della memoria
Il file system
La gestione dell'I/O
Il Sistema operativo: la sicurezza
Il linguaggio C: sintassi, grammatica, istruzioni condizionali, istruzioni iterative
Il linguaggio C: tipi di dato elementari e strutturati
Il linguaggio C: manipolazione stringhe

COMPETENZE

Possedere una visione d’insieme dei sistemi digitali e una padronanza essenziale sugli elementi logici
fondamentali dei sistemi combinatori
Installare, configurare e gestire sistemi operativi garantendone la sicurezza.
Progettare e realizzare applicazioni informatiche in linguaggio C che interagiscono con le funzionalità dei sistemi
operativi
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.
Utilizzare le risorse in rete per la ricerca autonoma di soluzioni ad eventuali problemi applicativi
Collaborare al raggiungimento degli obiettivi all’interno del gruppo partecipando all’analisi e alla realizzazione delle
soluzioni dei problemi proposti

Pagina 48 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Eseguire operazioni nel sistema di numerazione binario


Convertire numeri da un sistema di numerazione qualsiasi a decimale e viceversa
Convertire numeri dal sistema esadecimale a binario e viceversa
Eseguire la codifica e la decodifica di un carattere alfanumerico in base alle tabelle dei codici
Stabilire l’efficienza di un codice
Riconoscere ed elaborare informazioni multimediali
Rappresentare le funzioni logiche
Semplificare e ottimizzare un sistema combinatorio attraverso le mappe di Karnaugh
Installazione e utilizzo di diversi sistemi operativi
Identificare e analizzare gli aspetti funzionali dei principali componenti di un sistema operativo.
Progettare e implementare algoritmi in C
Analizzare e confrontare algoritmi diversi per la soluzione dello stesso problema
Scegliere il tipo di organizzazione dei dati più adatto a gestire le informazioni in una situazione data.
Progettare e realizzare applicazioni in linguaggio C che interagiscono con le funzionalità del sistema
operativo

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di

Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 1 – CODIFICA DELL’INFORMAZIONE

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Il sistema binario La rappresentazione dei numeri interi Settembre
La rappresentazione dei numeri non interi: lo standard IEEE 754 Ottobre
La rappresentazione dei simboli alfanumerici (ore 15)
Il codice di Huffman
La rappresentazione delle immagini digitali

Modulo 2 – LA LOGICA DI BOOLE E I CIRCUITI LOGICI

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Elementi di Algebra di Boole e porte logiche elementari Ottobre
Funzioni logiche e metodi di minimizzazione Novembre
(ore 15)
Circuiti combinatori, Half-Adder e Full-Adder
Circuiti digitali sequenziali, Flip flop, ALU

Pagina 49 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – IL SISTEMA OPERATIVO

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Generalità sui sistemi operativi: definizione, funzionalità Dicembre-
fondamentali, architettura modulare e gerarchica Giugno
Gestione dei processi (ore 32)
Gestione della memoria
Gestione del file system
Gestione dell’input/output
Politiche e tecniche per la gestione della sicurezza
Installazione di Linux e Windows 7
Analisi del kernel di Linux

Modulo 4 – IL LINGUAGGIO C

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Il linguaggio di programmazione C Dicembre-
Giugno
• Puntatori e array nel linguaggio C (ore 15)
• Valori numerici e stringhe di caratteri
• Gestione di processi e thread
• Gestione dinamica della memoria
• Lettura e scrittura di un file di testo in C.

Pagina 50 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, test su
piattaforma e-learning
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 1 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI 1 1

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Riportare quanto indicato nella Programmazione minima di Dipartimento

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)


oppure
• griglia specifica elaborata dal Dipartimento (da allegare)

Pagina 51 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 20 = 60 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 52 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA INFORMATICA CLASSE 3AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Concetto di algoritmo
Caratteristiche di un algoritmo
La macchina di Turing e il concetto di automa
Concetto di computazione

Concetto di dato e istruzione


Istruzioni di input/output, calcolo e controllo, istruzione di assegnazione
Descrizione di un algoritmo strutturato tramite diagrammi a blocchi o pseudocodifica
Introduzione di un linguaggio di programmazione per la codifica
Campo di visibilità
Elementi di gestione dell'interfaccia
Interfaccia a comandi per editare, compilare eseguire (DOS, LINUX)

Interpreti, compilatori.
Tipo di dato semplici e linguaggi fortemente tipizzati
Metodologie TOP-DOWN, procedure, funzioni e passaggio parametri
Tipi di dato stutturati: array, record
Cenni alle interfacce visuali

Ricerca di un elemento in un vettore


Ordinamento elementi di un vettore
Massimo, Minimo, Somma, Media, Splitting di un vettore
Operazioni con le matrici

Cenni sulla programmazione ad eventi


Cenni sugli elementi di una interfaccia utente

Pagina 53 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

COMPETENZE

Nell’articolazione “Telecomunicazioni” si acquisiscono competenze che caratterizzano il profilo


professionale in relazione alle infrastrutture di comunicazione e ai processi per realizzarle, con
particolare riferimento agli aspetti innovativi e alla ricerca applicata. Il profilo professionale dell’indirizzo
permette un efficace inserimento in una pluralità di contesti aziendali, con possibilità di approfondire
maggiormente le competenze correlate alle caratteristiche delle diverse realtà territoriali.
Si ambisce quindi a maturare le seguenti competenze:

Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici ed algoritmici per affrontare situazioni
problematiche elaborando opportune soluzioni;

Sviluppare applicazioni informatiche machine to machine con enfasi nella parte relativa alla
comunicazione protocollare;
Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali per la gestione di applicazioni
e configurarli in base alle risorse hw limitate disponibili
Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza;
Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali
Lavorare in gruppo
Cogliere collegamenti multidisciplinari

CAPACITÀ

Riconoscere un algoritmo
Progettare una macchina di Turing
Utilizzare un simulatore per macchine di Turing
Codificare un automa nel linguaggio del simulatore

Individuare un algoritmo adatto alla soluzione di semplici problemi


Implementare l'algoritmo utilizzando pseudocodifica o diagramma a blocchi
Tradurre dal linguaggio di progetto in un linguaggio di programmazione

Individuare una piattaforma di sviluppo ed esecuzione


Implementare l'algoritmo nel linguaggio c/c++ in opportuno ambiente di sviluppo
Suddividere un problema scomponendolo TOP DOWN
Leggere manuali e testi in lingua inglese
Gestire semplici applicazioni web lato client per configurazione dispositivi.

Progettare e realizzare algoritmi di ricerca sequenziali e binarie


Progettare e realizzare algoritmi di ordinamento
Documentare e commentare le soluzioni
Utilizzare classi già pronte

Organizzare una semplice applicazione per eventi


Gestire interfacce User Friendly

Pagina 54 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di
Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 0 – RIPASSO (eventuale)

Contenuti Periodo
Durata (ore)
 Veloce ripasso sui concetti base dell'informatica dell'algoritmica e studio della
computing science. Settembre
(4 ore)

Modulo 1 – TEORIA DELLA COMPUTABILITA' (Computing Science)

Unità didattica n°1 : Concetto di Algoritmo


Unità didattica n°2 : Macchina di Turing

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di Concetto di algoritmo Settembre
base sugli Modello della Macchina di Turing come algoritmo (tot. 10 ore)
algoritmi Concetto di Computazione (anche tramite simulatore)

Modulo 2 – DAL PROBLEMA ALL'ALGORITMO

Unità didattica n°1 : Algoritmi


Unità didattica n°2 : Linguaggi di progetto

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1 Analisi di un problema Ottobre
Concetto di dato e istruzione (tot. 8 ore)
Istruzioni di input/output, calcolo e controllo, istruzione di
assegnazione
Descrizione di un algoritmo strutturato tramite diagrammi a blocchi o
pseudocodifica

Pagina 55 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – CODIFICA IN UN LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE

Unità didattica n°1 : Codifica in Javascript


Unità didattica n°2 : Linguaggio HTML
Unità didattica n°3 : Interfacce e DOM
Unità didattica n°4 : Linguaggi per applicazioni di sistema
Unità didattica n°5 : Programmazione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1,2 Codifica di un algoritmo in un linguaggio di programmazione Ottobre (4)
(Javascript) Novembre (12)
Definizione di variabile Dicembre (8)
Concetto di riferimento Gennaio (8)
Principali oggetti presenti nella libreria Javascript (Stringhe, Date, Febbraio (2)
Ore, Array) (tot. 34 ore)
Elementi di gestione dell'interfaccia (il DOM)
Programmazione event driven in Javascript
Linguaggio C/C++
Metodologie TOP-DOWN, procedure, funzioni passaggio
parametri, visibilità.
Tipi di dato stutturati: array, record
Programmazione in C/C++

Modulo 4 – ALGORITMI E STRUTTURE DATI FONDAMENTALI

Unità didattica n°1 : Algoritmi e strutture dati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1,2,3 Ricerca di un elemento in un vettore (Sequenziale e Binaria) Dicembre (1)
Ordinamento elementi di un vettore (Selection Sort, Bubble Sort, Febbraio (10)
QuickSort, MergeSort) Marzo (10)
Massimo, Minimo, Somma, Media, Splitting di un vettore Aprile (10)
Concetto di file, file XML. Maggio (10)
Operazioni con le matrici Giugno (2)
Utilizzo di classi predefinite (Javascript-DOM) (tot. 43 ore)

Pagina 56 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, quesiti a risposta multipla, test su piattaforma e-
learning
• piccoli progetti su pc

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 2 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI . 1 1

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Riportare quanto indicato nella Programmazione minima di Dipartimento

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)


oppure
• griglia specifica elaborata dal Dipartimento (da allegare)

Pagina 57 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 20 = 60 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 58 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI E RETI CLASSI 3AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Struttura, architettura e componenti dei sistemi di elaborazione.


Procedure di installazione e configurazione dei componenti hardware e
software di un sistema di elaborazione.
Classificazione, struttura e funzionamento generale dei sistemi operativi.
Struttura e organizzazione di un sistema operativo e politiche di gestione
dei processi.
Classificazione e moduli di gestione delle risorse del sistema operativo.
Tecniche e tecnologie per la programmazione concorrente e la
sincronizzazione dell’accesso a risorse condivise.

COMPETENZE

Individuare la corretta configurazione di un sistema per una data


applicazione.
Identificare i principali dispositivi periferici; selezionare un dispositivo
adatto all’applicazione data.
Identificare e analizzare gli aspetti funzionali dei principali
componenti di un sistema operativo.
Scegliere il sistema operativo adeguato ad un determinato ambiente
di sviluppo .

ABILITÀ

Installare, configurare e gestire sistemi operativi garantendone la


sicurezza.
Progettare e realizzare applicazioni che interagiscono con le
funzionalità dei sistemi operativi.
Progettare e realizzare applicazioni in modalità concorrente .

Pagina 59 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO E COMPLEMENTI

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Sistema binario e esadecimale
• Elementi di programmazione Settembre
• flow chart Ottobre
• il linguaggio C (26 ore)
• strutture dati in C
• esempi e rappresentazione di automi

Modulo 1 – architettura dei computer

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0 Novembre
• assemblaggio di un PC dicembre
• architettura di un microprocessore gennaio
• dispositivi di memoria (36 ore)
• periferiche di I/0
• i microprocessori della famiglia x86
• elementi di assembly

Modulo 2 – sistemi operativi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Funzioni di un sistema operativo Febbraio
• Modulo 1 • processi e thread marzo
• blocco critico aprile
• programmazione concorrente (24 ore)
• gestione della memoria
• windows
• linux
• installazione di sistemi operativi
• partizioni del disco rigido
• sicurezza dei dati

Pagina 60 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – introduzione alle reti di computer

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Reti di computer Maggio
• Moduli • LAN (IEEE 802.3 e 802.11) giugno
1,2 (20 ore)

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• utilizzo di piattaforme per l'e-learning (moodle)
• ascolto di filmati in lingua inglese

3. MATERIALI DIDATTICI

Appunti dell’insegnante
• testi e video reperibili sul web
• software specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

prove scritte
• interrogazioni
• test
• prove pratiche di programmazione, …

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 3 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 61 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 3 3 6x1=6

…………………………………………………. ………. ………. ……….

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 22 = 84 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 62 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TELECOMUNICAZIONI CLASSE 3AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

• scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali;



• • descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici
e di telecomunicazione;

• • individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working


più appropriati per intervenire nei contesti

• organizzativi e professionali di riferimento;

• • utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e


approfondimento disciplinare;

• • configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti;

• • redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo


relative a situazioni professionali.

• • gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi


aziendali di gestione della qualità e della
sicurezza;

COMPETENZE

• Caratterizzazione nel dominio del tempo delle forme d'onda periodiche.

• Reti elettriche in regime continuo e in regime alternato.

• Elettronica digitale in logica cablata.

• Modelli e rappresentazioni di componenti e sistemi di telecomunicazione

• Decibel e unità di misura.

Pagina 63 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Analisi di segnali periodici e non periodici.

• Principi di elettronica analogica per le telecomunicazioni


• Lessico e terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.

• Normative di settore nazionale e comunitaria sulla sicurezza e la tutela

• ambientale.

ABILITA'

 Rappresentare segnali e determinarne i parametri.

 Applicare leggi, teoremi e metodi risolutivi delle reti elettriche

 nell’analisi e progetto di circuiti.

 Riconoscere la funzionalità e le strutture dei sistemi a logica cablata.

 Contestualizzare le funzioni fondamentali di un sistema e di una rete

 di telecomunicazioni.

 Individuare i parametri relativi al comportamento esterno dei

 dispositivi e realizzare collegamenti adattati.

 Calcolare e misurare i parametri che caratterizzano una forma d'onda

 periodica nel dominio del tempo e della frequenza.

 Riconoscere le funzionalità dei principali dispositivi elettronici


analogici

Pagina 64 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – TITOLO:Reti elettriche

Unità didattica n°1 : Reti elettriche in regime co ntinuo


Unità didattica n°2 : Reti elettriche in regime sin usoidale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• • Reti elettriche Settembre –
• resistori Novembre
• teoremi fondamentali dei circuiti elettrici e loro analisi ore 44
• regime sinusoidale
• descrizione dei segnali tramite fasori e numeri complessi
• impedenza e ammettenza
• Condensatori ed induttanze
• costante RC

Modulo 2 – Sistemi di telecomunicazione

Unità didattica n°1 : Sistemi di telecomunicazione


Unità didattica n°2 : bipoli e quadripoli
Unità didattica n°3 : decibel, tipi di segnali e mo dalità di analisi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 2 • Sistemi di telecomunicazione analogici e digitali Novembre-
• sistemidi trasmissione dati Aprile
• sistemi di comunicazione: cellulari, radio e tv a diffusione o ore 52
broadcasting

• Bipoli e quadripoli
• quadripoli attenuatori a pigreco e a T
• adattatori

• decibel
• neper

• analisi nel dominio del tempo


• analisi nel dominio della frequenza
• analisi nel dominio della frequenza di segnali periodici e non
• spettro della banda di un segnale

Pagina 65 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – TITOLO: mezzi trasmissivi

Unità didattica n°1 : metallici


Unità didattica n°1 : ponte radio
Unità didattica n°1 : fibre

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Modulo 1 • Mezzi trasmissivi Aprile-Giugno
• portanti fisiche ore 48
• doppini
• cavi coassiali
• linea adattata e disadattata
• quadripoli adattatori

• le onde elettromagnetiche
• propagazione
• Fading
• Vari tipi di antenne
• Dimensionamento di un collegamento radio

• segnale ottico
• fibra ottica e sue caratteristiche
• Cavi ottici
• trasmettitori e ricevitori ottici
• Dimensionamento di un sistema di trasmissione su fibra

. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratorio

Pagina 66 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 16 = 144 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 67 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSIT CLASSE 3AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

CONOSCENZE

sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza;


scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali;
gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza. gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali;
configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti.
redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali.

COMPETENZE

Caratteristiche dei componenti dei circuiti elettronici.


Principi di funzionamento degli strumenti di misura di grandezze elettriche
Software di simulazione circuitale analogico/digitale.
Automi a stati finiti.
Architettura e tecniche di programmazione dei microcontrollori e dei sistemi embedded.
Dispositivi integrati in un microcontrollore.

ABILITA'

Selezionare e comparare componenti per circuiti elettronici sulla base delle loro specifiche.
Effettuare misure su dispositivi elettrici utilizzando la strumentazione di laboratorio.
Verificare il funzionamento di semplici circuiti analogici e digitali.
Selezionare e dimensionare un sistema di elaborazione embedded per una applicazione data.
Programmare il microcontrollore di un sistema embedded in presenza o meno del sistema operativo.
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua
inglese.

Pagina 68 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – TITOLO:Elettronica digitale

Unità didattica n°1 : Sistemi Combinatoriali


Unità didattica n°2 : Sistemi Sequenziali

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• -Ripasso numerazione e porte logiche Settembre –
-Circuiti combinatoriali Gennaio
-Circuiti sequenziali

Modulo 2 – TITOLO Memorie e sistemi a stati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 -Memorie Febbraio-
- Sistemi a stati Aprile

Modulo 2 – TITOLO Microprocessore

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 -Architettura di un microcontrollore Maggio-
- Programmazione microcontrollore sistemi I/O Giugno

Pagina 69 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 70 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 16 = 64 ( per programma minimo )

Pagina 71 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTROTECNICA ed ELETTRONICA CLASSE 3ALL

INDIRIZZO LOGISTICA

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

• grandezze elettriche fondamentali e loro unità di misura


• aspetti energetici dei fenomeni elettrici e magnetici
• caratteristiche principali dei materiali usati nell’elettrotecnica
• componenti passivi R, L, C: proprietà, comportamento nei circuiti
• metodi di risoluzione di reti elettriche lineari in regime continuo
• campo magnetico con particolare riguardo agli effetti di induzione elettromagnetica e di forza
• comportamento dei componenti elettrici in regime alternato sinusoidale

COMPETENZE

• risolvere reti lineari complesse in corrente continua


• calcolare circuiti equivalenti di bipoli complessi
• calcolare l’andamento temporale di tensioni e correnti nel transitorio in semplici circuiti
• misurare tensioni, correnti, potenze, resistenze, capacità, induttanze con strumenti analogici e
digitali
• interpretare dati di targa di strumenti e componenti utilizzati in laboratorio

CAPACITA’

• Lavoro di gruppo
• Scelta della strumentazione necessaria ad eseguire misure su componenti elettrici
• Fornire correttamente il risultato di una misura
• Utilizzo consapevole dello strumento matematico nell’analisi dei circuiti elettrici
• Distinguere i componenti dal punto di vista energetico

Pagina 72 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO

Contenuti Periodo

• matematica: equazioni di primo grado


• equazioni e grafici di rette Settembre
• unità di misura e conversioni
3 ore

Modulo 1 - Circuiti elettrici in continua

Unità didattica n°1 : circuito semplice e legge di Ohm


Unità didattica n°2 : reti elettriche e principi di Kirchhoff
Unità didattica n°3 : teoremi sulle reti elettriche
Unità didattica n°4 : analisi energetica dei circui ti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
TEORIA Sett-Dic
• legge di Ohm
• grandezze elettriche fondamentali e loro unità di misura 42 ore
• resistività e coefficiente di temperatura
• generatori ideali e reali di tensione e corrente
• legge di Ohm generalizzata
• principi di Kirchhoff
• resistenze equivalenti serie e parallelo
• teorema di Millman
• teorema di Thevenin
• potenza ed energia elettrica, carico adattato, rendimenti
LABORATORIO
• unità di misura, multipli e sottomultipli
• inserzione di amperometri e voltmetri
• errori di misura e classe di strumenti
• caratteristiche degli strumenti indicatori
• regolazione di tensioni e correnti (reostato e potenziometro)
• prove di verifica classe di precisione
• rilievo di caratteristiche volt-amperometriche
• rilievo di caratteristiche di regolazione reostatica e
potenziometrica
• misura di resistenza con metodo volt-amperometrico (monte-
valle)
• il ponte di Wheatstone e la misura di resistenza
• inserzione di wattmetri e misura di potenza

Pagina 73 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 2 - CONDENSATORI

Unità didattica n°1 : campo elettrico


Unità didattica n°2 : condensatore
Unità didattica n°3 : reti RC a regime
Unità didattica n°4 : transitori capacitivi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
TEORIA Gen- ½ Feb
• definizione di campo elettrico
• relazione tra campo elettrico e differenza di potenziale 20 ore
• rappresentazione dei campi elettrici
• influenza dei materiali sui campi elettrostatici
• condensatore, capacità e tensione di lavoro
• campi elettrici nei condensatori
• capacità del condensatore piano
• capacità equivalente serie e parallelo
• regime delle reti RC
• energia elettrostatica; principio di continuità
• relazione corrente-tensione per il condensatore
• transitori RC di carica e scarica (semplice circuito serie)
LABORATORIO
• rilievo delle curve di carica e scarica in un circuito RC
• uso del generatore di funzioni
• visualizzazione all’oscilloscopio della carica e scarica del
condensatore

Modulo 3 – CAMPO MAGNETICO E INDUTTORI

Unità didattica n°1 : campo di induzione magnetica e forze di campi su correnti e bobine
Unità didattica n°2 : campi magnetici di fili e sol enoidi percorsi da corrente
Unità didattica n°3 : flusso di induzione e legge d i Faraday-Lenz
Unità didattica n°4 : coefficiente di auto-induzion e e transitorio del circuito RL
Unità didattica n°5 : materiali ferromagnetici e ci rcuiti magnetici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
TEORIA ½ Feb – ½
• definizione operativa del campo di induzione magnetica B e forza Apr
su un conduttore percorso da corrente in un campo B
• campo di fili rettilinei e bobine percorsi da corrente 26 ore
• definizione elettro-dinamica dell' ampere
• flusso di induzione magnetica e legge di Faraday-Lenz
• coefficiente di auto-induzione
• transitorio del circuito RL in apertura e chiusura
• caratteristiche dei materiali ferro-magnetici; perdite
• circuiti magnetici, legge di Hopkinson e della circuitazione
LABORATORIO
• esperimenti su forze prodotte da campi magnetici
• esperimenti sull’induzione elettromagnetica
• determinazione sperimentale del ciclo di isteresi

Pagina 74 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 4 – CIRCUITI IN ALTERNATA SINUSOIDALE

Unità didattica n°1 : parametri caratteristici dell e grandezze alternate sinusoidali (G.A.S.)
Unità didattica n°2 : rappresentazioni delle grande zze alternate sinusoidali
Unità didattica n°3 : operazioni sulle G.A.S.
Unità didattica n°4 : componenti puri R, L, C in al ternata sinusoidale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
TEORIA ½ Apr-Mag
• vedi le unità didattiche
10 ore
LABORATORIO
• uso dell’oscilloscopio per misurare frequenza, ampiezza, fase
• misura di induttanza con metodo industriale
• verifica del comportamento di circuiti serie e/o parallelo RC e RL

Pagina 75 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• lezione frontale
• lavoro in piccoli gruppi
• prove in laboratorio e discussione dei risultati
• correzione di esercizi proposti
• svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• simulazione al computer

3. MATERIALI DIDATTICI

• libro di testo: Bobbio-Sammarco, Elettrotecnica e macchine elettriche


• appunti dell’insegnante
• strumentazione di misura
• foglio elettronico
• software simulazione
• materiali tratti da internet

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, prove comuni


• relazioni di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ora 4 4

TEST di 1 ora (validi per l’orale) 2 2

INTERROGAZIONI

RELAZIONI (a casa) 5 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 76 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ora 2 2 4

TEST di 1 ora (per l’orale) 2 2 4

INTERROGAZIONI 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 16

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 24

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 24

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 24 = 56 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 77 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014/2015

MATERIA ELETTROTECNICA ed ELETTRONICA CLASSE 4AEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ed ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Per quanto riguarda la teoria:


Conoscenza dei principi generali e teoremi per lo studio di reti elettriche in c.a. Conoscenza
dei componenti fondamentali a semiconduttore (Diodo e Transistor)

Per quanto riguarda il laboratorio:


Conoscenza della teoria delle misure e della strumentazione per le misure elettriche ed
elettroniche. Conoscenza di software per simulazione circuiti elettrici ed elettronici.

CAPACITA'

Per quanto riguarda la teoria:


Saper risolvere reti elettriche in c.a. e circuiti elettronici comprendenti diodi e transistor.

Per quanto riguarda il laboratorio:


Effettuare misure nel rispetto delle procedure previste dalle norme. Simulare circuiti elettrici
ed elettronici con software dedicato.

COMPETENZE

Per quanto riguarda la teoria:


Analizzare reti elettriche in c.a. e circuiti elettronici con dispositivi a semiconduttore.

Per quanto riguarda il laboratorio:


Interpretare i risultati delle misure e delle simulazioni.

Pagina 78 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO (eventuale)

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Ripasso principi e teoremi fondamentali reti elettriche
Settembre

Modulo 1 – FUNZIONI PERIODICHE

Unità didattica n°1 : Funzioni periodiche


Unità didattica n°2 : Funzioni sinusoidali
Unità didattica n°3 : Numeri complessi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Funzioni periodiche, Valore efficace, Valore medio, Componente
• Goniometria continua, Fattore di forma. Settembre
• Funzioni sinusoidali, operazioni lineari sulle sinusoidi,
rappresentazione vettoriale delle sinusoidi
• Numeri complessi, coordinate rettangolari e polari e
trasformazione, operazioni con i numeri complessi

Modulo 2 – CIRCUITI IN CORRENTE ALTERNATA

Unità didattica n°1 : R, L, C in c.a.


Unità didattica n°2 : Circuiti misti
Unità didattica n°3 : Potenza in c.a.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Circuito resistivo, puramente induttivo e puramente capacitivo
• Modulo 1 • Circuiti RL e RC serie e parallelo e comportamento a variare della Ottobre
frequenza, Circuiti RLC serie e parallelo, risonanza, Impedenza
ed ammettenza di un bipolo in c.a.
• Potenza in regime variabile e sinusoidale, teorema di Boucherot,
risoluzione di circuiti in c.a. senza numeri complessi, caduta in
linea in c.a., rifasamento

Pagina 79 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – SISTEMI TRIFASI

Unità didattica n°1 : Sistemi trifasi e carichi tri fasi


Unità didattica n°2: Potenze nei sistemi trifasi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Sistemi polifasi, carico equilibrato e squilibrato a stella e a
• Moduli 1,2 triangolo Febbraio-
• Potenze nei sistemi trifasi, potenze con carichi equilibrati e Marzo
squilibrati

Modulo 4 – DIODI E APPLICAZIONI

Unità didattica n°1: Diodo


Unità didattica n°2 : Applicazioni dei diodi
Unità didattica n°3: Diodo Zener

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Fisica del diodo, modelli del diodo, circuiti a diodi
• Modulo 0 • Circuiti raddrizzatori, limitatori, , fissatori e moltiplicatori Ottobre
• Diodo zener e circuito stabilizzatore

Modulo 5 – TRANSISTOR BIPOLARE (BJT)

Unità didattica n°1 : BJT


Unità didattica n°2 : Il BJT in zona lineare

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Fisica del BJT, caratteristiche di ingresso e uscita, zone di
• Modulo 4 funzionamento Novembre-
• Reti di polarizzazione del BJT, analisi e progetto, modello ai Dicembre
piccoli segnali, studio delle configurazioni CE, CC, CB e a doppio
carico, modello del BJT in alta frequenza

Pagina 80 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 6 – TRANSISTOR A EFFETTO DI CAMPO (FET)

Unità didattica n°1 : JFET


Unità didattica n°2 : Il JFET in zona lineare

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Fisica del JFET, caratteristica di trasferimento e di uscita, zone di
• Modulo 4 funzionamento Gennaio-
• Reti di polarizzazione del JFET, analisi e progetto, modello ai Febbraio
piccoli segnali, studio delle configurazioni CS, CD, CG e a doppio
carico, modello del BJT in alta frequenza

Modulo 7 – AMPLIFICATORI DI SEGNALE

Unità didattica n°1 : Amplificatori multistadi


Unità didattica n°2 : Risposta in frequenza

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Classificazione e parametri degli amplificatori, amplificatori
• Moduli 5 e 6 multistadi, amplificatore differenziale Febbraio-
• Risposta in bassa frequenza e in alta frequenza, comportamento Marzo
in transitorio e banda passante

Modulo 8 – AMPLIFICATORI OPERAZIONALI

Unità didattica n°1 : L'amplificatore operazionale


Unità didattica n°2 : Applicazioni lineari e non li neari dell' AO

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• AO ideale e reale, funzionamento ad anello aperto e chiuso
• Moduli • Convertitori I/V e V/I, integratore e derivatore, amplificatori Aprile-
logaritmici, amplificatori operazionali e diodi, comparatori Maggio

Pagina 81 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti e integrazioni dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni scritte e orali, relazioni laboratorio


• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

PROVE LABORATORIO 3 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 82 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 8

TEST di 1 ora 1 1 2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 10

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 18

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 5

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 5 = 167

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 133

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 18

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 133 – 18 = 115 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 83 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI AUTOMATICI CLASSE 4AEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Gli studenti dovranno conoscere le definizioni fondamentali della teoria dei sistemi, i modelli
matematici dei componenti elettrici fondamentali. Dovranno conoscere le tecniche necessarie per
risolvere semplici reti elettriche con o senza condizioni iniziali al fine di valutarne il comportamento nel
transitorio. Dovranno conoscere le proprietà di trasduttori ed attuatori e le principali caratteristiche dei
trasduttori di temperatura e di luminosità. Dovranno conoscere i fondamentali per programmare in
LabVIEW e Matlab. Dovranno conoscere le tecniche di base per studiare un sistema nel dominio della
frequenza. Verranno inoltre fornite allo studente le nozioni propedeutiche allo studio di alcuni dei più
importanti filoni dell'automazione. In particolare verranno sviluppati i seguenti argomenti:
 I sistemi informatici e i linguaggi di programmazione
 Gli automi a stati finiti
 I microcontrollori

COMPETENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di risolvere semplici reti elettriche con le trasformate di Laplace.
Dovranno essere in grado di individuare i parametri di risposta di un sistema lineare del 1° o 2° ordi ne.
Dovranno essere in grado di tracciare i diagrammi di Bode di una semplice funzione di trasferimento.
Dovranno essere in grado di programmare semplici strumenti virtuali in LabVIEW e Matlab di supporto
all’attività teorica. L'insegnamento in laboratorio permette allo studente di affrontare lo studio di
automatismi e controlli estremamente efficaci e moderni al passo con l'attuale stato dell'automazione
industriale. Tutti gli insegnamenti si svolgono in laboratori ben attrezzati dove gli studenti toccano con
mano tutte le tecnologie che vengono loro illustrate.

CAPACITÀ

Gli studenti dovranno essere in grado in maniera autonoma ed originale di affrontare lo studio nel
dominio del tempo e nel dominio della frequenza di semplici sistemi lineari del 1° e 2° ordine anche i n
presenza di fenomeni risonanti. Dovranno inoltre essere in grado di simularne al computer il
funzionamento scegliendo il software da utilizzare (LabVIEW, Matlab, Simulink). L'obiettivo
fondamentale della parte pratica è di portare lo studente a diventare autonomo nell'affrontare problemi
con strumenti estremamente moderni e a curare la propria auto formazione per un continuo
aggiornamento. La metodologia di lavoro è quella del lavoro di gruppo, della suddivisione dei compiti
che viene sperimentata direttamente in laboratorio nel lavoro curricolare.

Pagina 84 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E

Modulo 1 – TITOLO: Analisi dei sistemi lineari nel dominio del tempo
(Aula)

Unità didattica n°1 : Sistemi lineari del 1° e 2° o rdine


Unità didattica n°2 : Parametri della risposta al g radino
Unità didattica n°3 : Risposta libera e risposta fo rzata

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Coefficienti di smorzamento e pulsazione naturale non smorzata Da
• Programma di
• Parametri della risposta al gradino Settembre a
sistemi del
• Risposta libera e forzata di un sistema del 1° ord ine Ottobre
terzo anno
• Risposta libera e forzata di un sistema del 2° ord ine (12 ore)

Modulo 2 – TITOLO: Analisi dei sistemi lineari nel dominio della


frequenza (Aula)

Unità didattica n°1 : Diagrammi di Bode


Unità didattica n°2 : Circuiti RC e RLC nello studi o in frequenza

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Tecniche di rappresentazione delle funzioni di trasferimento con i
Novembre
diagrammi di Bode
• Modulo 1 Gennaio
• Circuiti RC e RLC. Filtri.
(20 ore)
• Parametri della risposta in frequenza

Modulo 3 – TITOLO: Stabilità (Aula)

Unità didattica n°1 : Criterio di Bode


Unità didattica n°2 : Criterio di Nyquist

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Margine di fase e di guadagno, criterio di Bode. Febbraio
• Moduli 1, 2 • Diagrammi polari. Maggio
• Diagramma e criterio di Nyquist (38 ore)

Modulo 4 –MICROCONTROLLORI

Unità didattica n°1 : Architettura di un microproce ssore


Unità didattica n°2 : Architettura di un microcontr ollore
Unità didattica n°3 : Struttura interna dei microco ntrollori PIC
Unità didattica n°4 : Arduino
Unità didattica n°5 : Programmazione in C

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Programmazione e interfacciamento di microcontrollori Settembre
Giugno
(70 ore)

Pagina 85 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Sollecitazione di risposte a quesiti posti a tutta la classe
• Svolgimento di esercizi di applicazione della teoria
• Prove di simulazione in laboratorio per la verifica e/o l’anticipazione delle spiegazioni teoriche
• Verrà promossa l'autonomia organizzativa ed il lavoro di gruppo

3. MATERIALI DIDATTICI

• Vol 2° del corso di Sistemi in adozione


• Appunti dalle lezioni
• Software didattici ed industriali
• PC multimediale
• materiale tecnico reperito da internet e dalle ditte costruttrici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove al PC


• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

COMPITI di 1 ora (laboratorio) 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 86 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

COMPITI di 1 ora 2 2 2x2 =4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 20 = 140 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 87 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSEE CLASSE 4AEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Componentistica degli impianti civili ed industriali ed i dispositividi sicurezza.


Materiali e apparecchiature di comando e di protezione per impianti a bassa tensione.
Riferimenti tecnici e normativi.
Software per la progettazione, la simulazione e la documentazione dedicati al settore dell’automazione e degli
impianti elettrici
Concetti di rischio, di pericolo, di sicurezza e di affidabilità.
Dispositivi di protezione generici e tipici del campo di utilizzo e loro affidabilità.
Rischi presenti in luoghi di lavoro, con particolare riferimento al settore elettrico ed elettronico.
Normativa nazionale sulla sicurezza, sistemi di prevenzione e gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Tipologie di rappresentazione e documentazione di un progetto.
Controllori Logici Programmabili.
Programmazione di PLC.
Circuiti basati sui controllori e i PLC.
Sensori ed attuatori.
Manualistica d’uso e di riferimento.

COMPETENZE

Utilizzare software specifici per la progettazione


Rappresentare schemi funzionali di componenti circuitali, reti , e apparati.
Scegliere le apparecchiature idonee al monitoraggio e al controllo.
Applicare le norme tecniche e le leggi sulla sicurezza nei settori di interesse.
Riconoscere i rischi dell’utilizzo dell’energia elettrica in diverse condizioni di lavoro, anche in relazione alle
diverse frequenze di impiego ed applicare i metodi di protezione dalle tensioni contro i contatti diretti e indiretti.
Individuare i criteri per la determinazione del livello di rischio accettabile
Progettare e realizzare semplici sistemi di controllo con logica programmabile.

CAPACITÀ

Realizzare progetti di difficoltà crescente, corredandoli di documentazione tecnica.


Scegliere i materiali e le apparecchiature in base alle caratteristiche tecniche.
Analizzare e dimensionare impianti elettrici di comando, controllo e segnalazione.
Individuare e utilizzare la strumentazione di settore scegliendo adeguati tipi di trasduttori.
Rappresentare, elaborare e interpretare i risultati delle misure utilizzando anche strumenti informatici.
Individuare, valutare e analizzare i fattori di rischio nei processi produttivi e negli ambienti di lavoro del settore.
Riorganizzare conoscenze multidisciplinari per un progetto esecutivo.
Individuare e descrivere le fasi di un progetto e le loro caratteristiche funzionali.
Applicare metodi di problem solving.

Pagina 88 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di Dipartimento, vanno
tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 1 - Sicurezza

Unità didattica n°1 : Legislazione e normativa


Unità didattica n°2 : Percezione della corrente elettrica
Unità didattica n°3: Effetti fisiopatologici
Unità didattica n°4 : Limiti di pericolosità
Unità didattica n°5 : Contatti diretti ed indiretti
Unità didattica n°6 : Circuiti di guasto e protezioni
Unità didattica n°7 : Classificazione dei sistemi elettrici : sistemi TT

Prerequisiti Contenuti Periodo

Norme CEI , Settembre- ottobre


DM N° 37/2008 15 ore
Pericolosità della corrente elettrica
Classificazione dei sistemi elettrici in relazione al collegamento a
terra : sistemi TT / TN / IT
Contatti diretti ed indiretti
Circuiti di guasto
Protezione con interruzione automatica dell’alimentazione : uso delle
protezioni magnetotermiche e differenziali

Modulo 2 – Fisica e tecnologia dei semiconduttori

Unità didattica n°1 : Proprietà e parametri dei semiconduttori.


Unità didattica n°2 : Produzione dei principali semiconduttori: silicio, arseniuro di gallio. Giunzione PN e giunzione
metallo-semiconduttore
Unità didattica n°3 : Tecnologia della giunzione pn; Tecnologie di realizzazione di dispositivi discreti: diodi, transistor
bipolari
Unità didattica n°4 : FET e MOSFET.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
•Fisica del • Conoscenza dei semiconduttori e loro caratteristiche Ottobre
biennio e • Conoscenza dei metodi di costituzione dei componenti a Novembre
modulo 3 del semiconduttore 15 ore
III anno • Conoscenza di FET,MOSFET e IGBT; circuiti on-off per tali
componenti

Modulo 3 – TITOLO: ALIMENTATORI

Unità didattica n°1 : Schema a blocchi, raddrizzatori ad una semionda, raddrizzatori a doppia semionda, filtro
capacitivo, fattore di ripple.
Unità didattica n°2 : Realizzazione di un progetto di alimentatore
Unità didattica n°3 : Disegno schema elettrico

Pagina 89 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
 Conoscenza della conversione AC/DC dicembre
 Conoscenza dei componenti elettronici più utilizzati per la 15 ore
conversione AC/DC
 Capacità di realizzazione un circuito di conversione AC/DC

Modulo 4 – INTERFACCE DI POTENZA

Unità didattica n°1 :interfacce di potenza a transistor


Unità didattica n°2 :rassegna di servomotori e loro pilotaggio
Unità didattica n°3 : Fondamenti di tecnologia pneumatica ed elettropneumatica
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
modulo le principali tecniche di attuazione di potenza. Dicembre
precedente i servomotori dc e il loro pilotaggio Gennaio
Valvole pneumatiche ed elettropneumatiche (20 ore)
Attuatori pneumatici
realizzazione pratica di circuiti di elettropneumatica

Modulo 5 – STRUMENTAZIONE DIGITALE

Unità didattica n°1 : rassegna di strumentazione digitale


Unità didattica n°2 : determinazione dell'errore con strumenti digitali
Unità didattica n°3 : multimetro, oscilloscopio digitale, generatore di funzioni
Unità didattica n°4 : esempi di misura
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
elettrotecnica e caratteristiche degli strumenti digitali
misure elettriche di errore di misura, precisione di misura ecc Febbraio
terza realizzazione concreta di alcune misure (10 ore)

Modulo 6 – PLC corso intermedio di programmazione

Unità didattica n°1 : la serie S7 200 Siemens


Unità didattica n°2 : struttura della memoria ed istruzioni di base
Unità didattica n°3 : interfacciamento
Unità didattica n°4 : automatismi semplici
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
introduzione ai plc di taglia medio piccola Settembre -maggio 48
conoscere la configurazione dei plc siemens e i fondamenti della ore
programmazione a contatti e a lista d'istruzione
interfacciamento per uscite a relè, transistor e per gli ingressi dc, ac.
Esercitazioni sull'uso dei PLC.

Pagina 90 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, …
• esperienze laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 1 ore 2 2

Esperienze laboratorio 5 5

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 85 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA


MATERIA 5

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 5 = 167


ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 133
ORE PER VERIFICHE E RECUPERO
CURRICOLARE C = 10

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 133 – 10 = 123 per programma minimo

Pagina 91 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA CLASSE 4AET

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

La classe deve conoscere:


1. le principali tecniche risolutive per lo studio di semplici reti elettriche alimentate con
grandezze sinusoidali
2. i principali concetti legati ai sistemi trifasi con particolare attenzione alle potenze
3. i principi di funzionamento e di dimensionamento di un trasformatore monofase
4. gli aspetti fondamentali nella progettazione di impianti e apparecchiature elettriche
5. gli aspetti fondamentali legati alle esercitazioni in laboratorio sugli argomenti di cui sopra.

COMPETENZE

La classe deve essere in grado di:


1. risolvere reti elettriche in regime sinusoidale applicando i principi basilari
2. risolvere esercizi numerici relativi ai sistemi trifasi
3. risolvere esercizi numerici relativi ai trasformatori trifasi
4. eseguire il dimensionamento di linee elettriche in regime sinusoidale monofase e trifase
4. sapere scegliere le protezioni per le varie tipologie di carichi/utilizzatori
4. approntare una misura di laboratorio relativa agli argomenti di cui sopra.

CAPACITÀ

La classe deve essere in grado di affrontare in maniera autonoma e critica la soluzione di


problemi relativi agli argomenti trattati.

Pagina 92 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO

Contenuti Periodo
Durata (ore)
Grandezze periodiche alternate. Grandezze sinusoidali. Circuiti puramente ohmici,
induttivi e capacitivi. Settembre
(6 ore)

Modulo 1 - CIRCUITI IN CORRENTE ALTERNATA MONOFASE

Unità didattica n°1 : Circuiti RL, RC e RLC serie e parallelo.


Unità didattica n°2 : Metodi di risoluzione delle r eti elettriche in regime sinusoidale.
Unità didattica n°3 : Potenza in regime sinusoidale monofase.
Unità didattica n°4 : Linee elettriche monofasi.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Circuito R-L serie e parallelo. Ottobre -
Conoscenze di •Suo comportamento al variare della frequenza. Novembre
base di •Circuito R-C serie e parallelo. (25 ore)
matematica, •Suo comportamento al variare della frequenza.
trigonometria ed •Circuito R-L-C serie e parallelo.
elettrotecnica di •Risonanza serie.
terza •Principi di Kirchoff in alternata
•Teoremi delle reti.
•Risoluzione di reti elettriche complesse.
•Potenza attiva, reattiva e apparente.
•Teorema di Boucherot.
•Metodo delle potenze per la risoluzione di circuiti elettrici.
•Rifasamento industriale: totale o parziale.
•Caduta di tensione in linea, perdite e rendimento.

Attività di laboratorio
• Misura dell’impedenza equivalente di un carico alimentato in
alternata.
• Misura della potenza assorbita da un carico R-L.
• Rifasamento di un carico a basso cosφ.

Pagina 93 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 2 - SISTEMI TRIFASI

Unità didattica n°1 : Generazione di tensione trifa se.


Unità didattica n°2 : Sistema trifase di grandezze elettriche.
Unità didattica n°3 : Potenza nei sistemi trifasi.
Unità didattica n°4 : Linee elettriche trifasi.

Unità didattica n°5 : Rifasamento di carichi trifas i.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 1 • Generatore trifase simmetrico a stella e a triangolo Novembre
• Collegamento delle fasi. Gennaio
• Carichi equilibrati. (29 ore)
• Carichi squilibrati.
• Potenza nei sistemi trifasi equilibrati e squilibrati: ARON e RIGHI
• Linee elettriche trifasi.
• Rifasamento di carichi trifasi.

Attività di laboratorio
• Misura di potenza attiva con il metodo di Aron.
• Misura di potenza nei sistemi trifasi squilibrati mediante
un’inserzione Righi.

Modulo 3 – ANALISI E DIMENSIONAMENTO IMPIANTI

Unità didattica n°1 : Apparecchi di manovra e prote zione


Unità didattica n°2 : Rifasamento industriale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1 • Sovracorrenti : tipi : sovraccarico , corto circuito Gennaio
Reti trifasi • Sollecitazione termica per sovraccarico Marzo
• Calcolo della corrente di corto circuito negli impianti monofasi e (25 ore)
trifasi e scelta del potere di interruzione degli interruttori
• Classificazione dei relè
• Relè termico ed elettromagnetico di max corrente
• Protezione magnetotermica ed elettronica
• Interruttori automatici per BT : Tarature; Criteri di scelta – curva
d’intervento
• Fusibili curva d’intervento
• Necessità del rifasamento
• Tipi di rifasamento : distribuito a gruppi e centralizzato
• Calcolo delle batterie di rifasamento e delle resistenze di scarica
• Allacciamento dei condensatori : calcolo delle protezioni.

Pagina 94 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 4 – NOZIONI DI ELETTRONICA

Unità didattica n°1 : Diodi e loro applicazione


Unità didattica n°2 : Transistor bipolare e ad effe tto di campo

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1 • Principio di funzionamento del diodo Marzo
Fisica • Circuiti raddrizzatori Aprile
Elettrotecnica di • Diodo zener (20 ore)
base • Principio di funzionamento del BJT
• Reti di polarizzazione del BJT e utilizzo del BJT come
interruttore

Modulo 5 – TRASFORMATORI MONOFASI

Unità didattica n°1 : Trasformatore monofase


Unità didattica n°2 : Autotrasformatore
Unità didattica n°3 : Parallelo di trasformatori

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1 •Equazioni del trasformatore ideale. Aprile
Teoria del •Trasformatore reale. Giugno
magnetismo •Circuito equivalente semplificato. (30 ore)
•Funzionamento a vuoto e a carico.
•Prova a vuoto sul trasformatore monofase.
•Prova in c.c.
•Parametri longitudinali e trasversali.
•Dati di targa del trasformatore monofase.
•Rilievo della caratteristica di carico a cosφ = 1.
•Autotrasformatore.
•Parallelo di trasformatori monofasi.

Pagina 95 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Esercitazioni in laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Strumenti di laboratorio
• Strumenti multimediali

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test,


• prove comuni
• relazioni di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 3 3

Relazioni di laboratorio 5 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 96 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 3 3 6x1=6

…………………………………………………. ………. ………. ……….

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 22 = 138 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 97 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI AUTOMATICI CLASSE 4AET

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Gli studenti dovranno conoscere le definizioni fondamentali della teoria dei sistemi, i modelli
matematici dei componenti elettrici fondamentali. Dovranno conoscere le tecniche necessarie per
risolvere semplici reti elettriche con o senza condizioni iniziali al fine di valutarne il comportamento nel
transitorio. Dovranno conoscere le proprietà di trasduttori ed attuatori e le principali caratteristiche dei
trasduttori di temperatura e di luminosità. Dovranno conoscere i fondamentali per programmare in
LabVIEW e Matlab. Dovranno conoscere le tecniche di base per studiare un sistema nel dominio della
frequenza. Verranno inoltre fornite allo studente le nozioni propedeutiche allo studio di alcuni dei più
importanti filoni dell'automazione. In particolare verranno sviluppati i seguenti argomenti:
 I sistemi informatici e i linguaggi di programmazione
 Gli automi a stati finiti
 I microcontrollori

COMPETENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di risolvere semplici reti elettriche con le trasformate di Laplace.
Dovranno essere in grado di individuare i parametri di risposta di un sistema lineare del 1° o 2° ordi ne.
Dovranno essere in grado di tracciare i diagrammi di Bode di una semplice funzione di trasferimento.
Dovranno essere in grado di programmare semplici strumenti virtuali in LabVIEW e Matlab di supporto
all’attività teorica. L'insegnamento in laboratorio permette allo studente di affrontare lo studio di
automatismi e controlli estremamente efficaci e moderni al passo con l'attuale stato dell'automazione
industriale. Tutti gli insegnamenti si svolgono in laboratori ben attrezzati dove gli studenti toccano con
mano tutte le tecnologie che vengono loro illustrate.

CAPACITÀ

Gli studenti dovranno essere in grado in maniera autonoma ed originale di affrontare lo studio nel
dominio del tempo e nel dominio della frequenza di semplici sistemi lineari del 1° e 2° ordine anche i n
presenza di fenomeni risonanti. Dovranno inoltre essere in grado di simularne al computer il
funzionamento scegliendo il software da utilizzare (LabVIEW, Matlab, Simulink). L'obiettivo
fondamentale della parte pratica è di portare lo studente a diventare autonomo nell'affrontare problemi
con strumenti estremamente moderni e a curare la propria auto formazione per un continuo
aggiornamento. La metodologia di lavoro è quella del lavoro di gruppo, della suddivisione dei compiti
che viene sperimentata direttamente in laboratorio nel lavoro curricolare.

Pagina 98 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E

Modulo 1 – TITOLO: Analisi dei sistemi lineari nel dominio del tempo
(Aula)

Unità didattica n°1 : Sistemi lineari del 1° e 2° o rdine


Unità didattica n°2 : Parametri della risposta al g radino
Unità didattica n°3 : Risposta libera e risposta fo rzata

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Coefficienti di smorzamento e pulsazione naturale non smorzata Da
• Programma di
• Parametri della risposta al gradino Settembre a
sistemi del
• Risposta libera e forzata di un sistema del 1° ord ine Ottobre
terzo anno
• Risposta libera e forzata di un sistema del 2° ord ine (12 ore)

Modulo 2 – TITOLO: Analisi dei sistemi lineari nel dominio della


frequenza (Aula)

Unità didattica n°1 : Diagrammi di Bode


Unità didattica n°2 : Circuiti RC e RLC nello studi o in frequenza

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Tecniche di rappresentazione delle funzioni di trasferimento con i
Novembre
diagrammi di Bode
• Modulo 1 Gennaio
• Circuiti RC e RLC. Filtri.
(20 ore)
• Parametri della risposta in frequenza

Modulo 3 – TITOLO: Stabilità (Aula)

Unità didattica n°1 : Criterio di Bode


Unità didattica n°2 : Criterio di Nyquist

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Margine di fase e di guadagno, criterio di Bode. Febbraio
• Moduli 1, 2 • Diagrammi polari. Maggio
• Diagramma e criterio di Nyquist (38 ore)

Modulo 4 –MICROCONTROLLORI

Unità didattica n°1 : Architettura di un microproce ssore


Unità didattica n°2 : Architettura di un microcontr ollore
Unità didattica n°3 : Struttura interna dei microco ntrollori PIC
Unità didattica n°4 : Arduino
Unità didattica n°5 : Programmazione in C

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Programmazione e interfacciamento di microcontrollori Settembre
Giugno
(70 ore)

Pagina 99 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Sollecitazione di risposte a quesiti posti a tutta la classe
• Svolgimento di esercizi di applicazione della teoria
• Prove di simulazione in laboratorio per la verifica e/o l’anticipazione delle spiegazioni teoriche
• Verrà promossa l'autonomia organizzativa ed il lavoro di gruppo

3. MATERIALI DIDATTICI

• Vol 2° del corso di Sistemi in adozione


• Appunti dalle lezioni
• Software didattici ed industriali
• PC multimediale
• materiale tecnico reperito da internet e dalle ditte costruttrici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove al PC


• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

COMPITI di 1 ora (laboratorio) 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 100 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

COMPITI di 1 ora 2 2 2x2 =4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 20 = 140 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 101 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSEE CLASSE 4AET

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Componentistica degli impianti civili ed industriali ed i dispositividi sicurezza.


Materiali e apparecchiature di comando e di protezione per impianti a bassa tensione.
Progettazione e dimensionamento di impianti elettrici in BT a correnti forti e a correnti deboli.
Rifasamento degli impianti utilizzatori.
Cabine e reti di distribuzione dell’energia elettrica in MT e BT.
Riferimenti tecnici e normativi.
Software per la progettazione, la simulazione e la documentazione dedicati al settore dell’automazione e degli
impianti elettrici
Concetti di rischio, di pericolo, di sicurezza e di affidabilità.
Dispositivi di protezione generici e tipici del campo di utilizzo e loro affidabilità.
Rischi presenti in luoghi di lavoro, con particolare riferimento al settore elettrico ed elettronico.
Normativa nazionale sulla sicurezza, sistemi di prevenzione e gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Tipologie di rappresentazione e documentazione di un progetto.
Controllori Logici Programmabili.
Programmazione di PLC.
Circuiti basati sui controllori e i PLC.
Sensori ed attuatori.
Manualistica d’uso e di riferimento.

COMPETENZE

Utilizzare software specifici per la progettazione impiantistica ed illuminotecnica.


Interpretare e realizzare schemi di quadri elettrici di distribuzione e di comando in MT e BT.
Rappresentare schemi funzionali di componenti circuitali, reti , e apparati.
Scegliere le apparecchiature idonee al monitoraggio e al controllo.
Applicare le norme tecniche e le leggi sulla sicurezza nei settori di interesse.
Riconoscere i rischi dell’utilizzo dell’energia elettrica in diverse condizioni di lavoro, anche in relazione alle
diverse frequenze di impiego ed applicare i metodi di protezione dalle tensioni contro i contatti diretti e indiretti.
Individuare i criteri per la determinazione del livello di rischio accettabile
Progettare e realizzare semplici sistemi di controllo con logica programmabile.

CAPACITÀ

Realizzare progetti di difficoltà crescente, corredandoli di documentazione tecnica.


Scegliere i materiali e le apparecchiature in base alle caratteristiche tecniche.
Analizzare e dimensionare impianti elettrici civili ed industriali in BT.
Analizzare e dimensionare impianti elettrici di comando, controllo e segnalazione.
Individuare e utilizzare la strumentazione di settore scegliendo adeguati tipi di trasduttori.
Rappresentare, elaborare e interpretare i risultati delle misure utilizzando anche strumenti informatici.
Individuare, valutare e analizzare i fattori di rischio nei processi produttivi e negli ambienti di lavoro del settore.
Riorganizzare conoscenze multidisciplinari per un progetto esecutivo.
Individuare e descrivere le fasi di un progetto e le loro caratteristiche funzionali, dall’ideazione alla
commercializzazione.
Applicare metodi di problem solving.

Pagina 102 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 1 - Sicurezza

Unità didattica n°1 : Legislazione e normativa


Unità didattica n°2 : Percezione della corrente elettrica
Unità didattica n°3: Effetti fisiopatologici
Unità didattica n°4 : Limiti di pericolosità
Unità didattica n°5 : Contatti diretti ed indiretti
Unità didattica n°6 : Circuiti di guasto e protezioni
Unità didattica n°7 : Classificazione dei sistemi elettrici : sistemi TT

Prerequisiti Contenuti Periodo

Norme CEI , Settembre


DM N° 37/2008 8 ore
Pericolosità della corrente elettrica
Classificazione dei sistemi elettrici in relazione al collegamento a
terra : sistemi TT / TN / IT
Contatti diretti ed indiretti
Circuiti di guasto
Protezione con interruzione automatica dell’alimentazione : uso delle
protezioni magnetotermiche e differenziali

Modulo 2 – TITOLO : SISTEMI ELETTRICI

Unità didattica n°1 : Struttura dei sistemi elettrici di potenza


Unità didattica n°2 : Produzione e distribuzione dell’energia elettrica
Unità didattica n°3 : Classificazione dei sistemi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Produzione trasmissione , distribuzione e trasformazione dell’energia ottobre 4 ore
elettrica ( schemi a blocchi)
• Tipi di centrale
• Definizioni di impianto,circuito,linea ,quadro; Classificazione sistemi
elettrici , valori nominali della tensione.

Modulo 3 – TITOLO : PROGETTAZIONE IMPIANTI ELETTRICI CIVILI ED INDUSTRIALI

Unità didattica n°1 : Il progetto degli impianti elettrici


Unità didattica n°2 : Fattori di riduzione
Unità didattica n°3 : Carichi convenzionali
Unità didattica n°4 : Calcolo potenza disponibile e potenza contrattuale
Unità didattica n°5 : Classificazione linee
Unità didattica n°6 : Caduta di tensione in corrente continua e alternata monofase
Unità didattica n°7 : Classificazione cavi elettrici. Sigle di designazione
Unità didattica n°8 : Portata e criteri di scelta
Unità didattica n°9 : Calcolo della sezione di linea col metodo della c.d.t.

Prerequisiti Contenuti Periodo

•Come e cosa si progetta (scelta del tracciato, calcolo della sezione, scelta Ottobre- marzo
delle protezioni) 35 ore
•Documentazione di progetto
•Fattore di contemporaneità

Pagina 103 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

•Fattore di utilizzazione
•Carichi convenzionali per utenze industriali
•Carichi convenzionali per utenze civili
•Calcoli e determinazione potenza installata
•Tipi di linee
•Calcolo caduta di tensione in linea in corrente continua e corrente alternata
monofase e trifase
•Verifica
•Classificazione, struttura e tipi costruttivi dei cavi elettrici
•Modalità posa in opera delle condutture elettriche
•Materiali isolanti e temperatura di riferimento, classe di isolamento
•Portata di un cavo e fattori da cui dipende
•Determinazione della portata con tabelle MPI
•Criteri di scelta dei cavi
•Calcolo di progetto e di verifica secondo i due criteri per linee in c.c. e in
c.a. monofase e trifase
•esercizi di progettazione di impianti civili e industriali a difficoltà crescente

Modulo 4 – TITOLO: ALIMENTATORI

Unità didattica n°1 : Schema a blocchi, raddrizzatori ad una semionda, raddrizzatori a doppia semionda, filtro
capacitivo, fattore di ripple.
Unità didattica n°2 : Realizzazione di un progetto di alimentatore mediante LM317.v e 78XX
Unità didattica n°3 : Disegno schema elettrico

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
 Conosce •Conoscenza della conversione AC/DC Maggio
nze di base •Conoscenza dei componenti elettronici più utilizzati per la conversione 15 ore
di Fisica, AC/DC
Chimica e •Capacità di realizzazione un circuito di conversione AC/DC
Matematica

Modulo 5 – PLC corso intermedio di programmazione

Unità didattica n°1 : la serie S7 200 Siemens


Unità didattica n°2 : struttura della memoria ed istruzioni di base
Unità didattica n°3 : interfacciamento
Unità didattica n°4 : automatismi semplici
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
introduzione ai plc di taglia medio piccola Settembre -maggio
conoscere la configurazione dei plc siemens e i fondamenti della 45 ore
programmazione a contatti e a lista d'istruzione
interfacciamento per uscite a relè, transistor e per gli ingressi dc, ac.
Esercitazioni sull'uso dei PLC.

Modulo 6 – INTERFACCE DI POTENZA

Unità didattica n°1 :interfacce di potenza a transistor


Unità didattica n°2 : servomotori e loro pilotaggio
Unità didattica n°3 : Fondamenti di tecnologia pneumatica ed elettropneumatica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)

Pagina 104 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

il modulo Valvole pneumatiche ed elettropneumatiche Marzo 15 ore


precedente Attuatori pneumatici
realizzazione pratica di circuiti di elettropneumatica

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, …
• esperienze laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 1 ore 2 2

Esperienze laboratorio 5 5

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 85 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA


MATERIA 5

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 5 = 167


ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 133
ORE PER VERIFICHE E RECUPERO
CURRICOLARE C = 10

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 132 – 10 = 123 per programma minimo

Pagina 105 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA INFORMATICA CLASSE 4AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Procedure, funzioni e parametri


Pensiero ricorsivo
Strutture dati array e matrici
Nozione di classe e oggetto
Overloading
Information Hiding: Proprietà e Metodi
Aggregazione
Ereditarietà e Polimorfismo
Interfacce
Eventi/Delegati
Diagrammi UML
Gerarchie di Classi
Associazioni tra classi
Design Pattern
Qualità del software
Algoritmi di ricerca, inserimento e cancellazione su strutture dinamiche complesse: Liste, Code, Pile,
Alberi, Alberi Binari, Alberi Binari di ricerca, Code di Priorità, Alberi AVL, Trie, Grafi
Complessità algoritmica
Trattabilità dei problemi
Tabelle Hash
Persistenza di oggetti
Concetto di event-driven
Interfaccia grafica
Design Pattern
Pattern MVC
Concetto di base di dati
Cenni Progettazione concettuale
Cenni Modello relazionale
Semplici Query

Pagina 106 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

COMPETENZE

Nell’articolazione “Informatica” si acquisiscono competenze che caratterizzano il profilo


professionale in relazione ai processi, ai prodotti, ai servizi con particolare riferimento agli aspetti
innovativi e alla ricerca applicata, per la realizzazione di soluzioni informatiche a sostegno delle
aziende che operano in un mercato interno e internazionale sempre più competitivo. Il profilo
professionale dell’indirizzo consente l’inserimento nei processi aziendali, in precisi ruoli funzionali
coerenti con gli obiettivi dell’impresa.
Si ambisce quindi a maturare le seguenti competenze:

Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici ed algoritmici per affrontare
situazioni
problematiche elaborando opportune soluzioni;
Sviluppare applicazioni informatiche;
Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali
Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza;
Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali
Lavorare in gurppo
Cogliere collegamenti multidisciplinari

CAPACITÀ

Analizzare e codificare algoritmi secondo la metodologia TOP-DOWN e BOTTOM UP


Progettare soluzioni ricorsive
Manipolare strutture dati mono e multidimensionali

Individuare classi
Creare gerarchie di classi
Codificare una classe
Creare ed usare oggetti e classi
Progettare e gestire eventi ed eccezioni
Progettare ad oggetti utilizzando UML
Individuare ed utilizzare Pattern
Sviluppare strategie di Test
Documentare il Software

Stimare la complessità di un software


Codificare in classi le strutture dati lineari e non lineari
Utilizzare le classi in problemi reali
Memorizzare dati in file sequenziali e relativi
Gestire file XML

Costruire Applicazioni Windows Form


Costruire applicazioni WPF
Costruire WebAPP

Utilizzo di Access
Semplici progetti Access
Fornire un semplice progetto per Basi di Dati

Pagina 107 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di
Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 0 – RIPASSO (eventuale)

Contenuti Periodo
Durata (ore)
Ripasso sulla programmazione e sulla ricorsione in C/C++
Settembre
(12 ore)

Modulo 1 – PROGRAMMAZIONE AD OGGETTI

Unità didattica n°1 : Programmazione ad Oggetti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di Concetti base sulla programmazione ad oggetti Ottobre
base sugli Classi/Istanze Novembre
algoritmi Costruttori/Distruttori Dicembre
Proprietà (60 ore)
Modulo 0 Overloading
Information Hiding
Aggregazione
Ereditarietà
Polimorfismo
Interfacce

Modulo 2 – PROGETTAZIONE AD OGGETTI

Unità didattica n°1 : Progettazione ad Oggetti


Unità didattica n°2 : Diagrammi UML

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1 Analisi di un problema con metodologie ad oggetti Ottobre
Diagrammi UML per le classi e gli oggetti Novembre
Esempi di progettazione Dicembre
(12 ore)

Pagina 108 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 –STRUTTURE DATI LINEARI E NON LINEARI

Unità didattica n°1 : Strutture dati lineari


Unità didattica n°2 : Strutture dati non lineari

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1,2 Liste, Gennaio
Code, Febbraio
Pile, Marzo
Alberi, Alberi Binari, Alberi Binari di ricerca, (37 ore)
Code di Priorità,
Alberi AVL,
Trie,
Grafi

Modulo 4 – MEMORIZZAZIONE SU MEMORIE DI MASSA

Unità didattica n°1 : File di testo XML, JSON e Fil e Binari

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Programmazione File di Testo Marzo
File XML, JSON (tot. 18 ore)
File Binari

Modulo 5 – PROGRAMMAZIONE PER EVENTI

Unità didattica n°1 : Eventi e Delegati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1,2,3 Concetto di Delegato Gennaio
Concetto di Evento Febbraio
Gestione Eventi in una classe Marzo
Aprile
(tot. 18 ore)

Modulo 6 – INTRODUZIONE ALLE BASI DI DATI

Unità didattica n°1 : Basi di dati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Programmazione Concetto di base di dati Aprile
Progetto concettuale Maggio
Modello logico relazionale Giugno
Query (tot. 37 ore)

Pagina 109 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, quesiti a risposta multipla, test su piattaforma e-
learning
• piccoli progetti sul computer

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto

COMPITI di 2 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI . 1 1

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Riportare quanto indicato nella Programmazione minima di Dipartimento

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)


oppure
• griglia specifica elaborata dal Dipartimento (da allegare)

Pagina 110 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 20 = 140 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 111 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI E RETI CLASSI 4AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione INFORMATICA)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Concetto di rete
Reti client server, peer to peer: definizione e relativi vantaggi e svantaggi
Classificazione in base alle tecnologia di trasmissione: reti point to point, reti broadcast
Classificazione geografica: Lan, Man, Wan
Topologia di rete: a bus, a stella, ad anello
Tipi e modalità di trasmissione
Gli standard
Lo schema concettuale del modello OSI e le caratteristiche dei suoi 7 livelli
Il livello fisico
Definizione di banda passante e di velocità massima di un canale
Teoremi di Nyquist e Shannon
Mezzi di trasmissione: caratteristiche, cavo coassiale, doppino telefonico, fibre ottiche, wireless, cavi
Ethernet
Il livello data link e le sue funzioni
Le principali tecniche di rilevazione e correzione degli errori
I protocolli e le tecniche per il controllo del flusso
I differenti metodi di accesso al mezzo
I protocolli per la comunicazione in rete: HDLC, PPP, LLC
Lo strato di rete e il protocollo TCP-IP
Il progetto IEEE 802
Le funzioni e i protocolli del livello di Rete
L'architettura e i compiti del router
Il concetto di instradamento diretto ed indiretto.
Tabelle di routing.
Differenza fra routing statico e dinamico.
Politiche di instradamento.
I protocolli per il routing distribuito
Tipologie degli algoritmi statici.
L'algoritmo di Dijkstra
Le caratteristiche degli algoritmi dinamici di routing.
I principi alla base dei servizi del livello di trasporto.
L'indirizzo di trasporto (porte e socket).
Il concetto di trasferimento dati affidabile.
Le caratteristiche del protocollo UDP.
Gli utilizzi del protocollo UDP.
Conoscere la struttura del segmento UTP.
Il concetto di segmento affidabile.
I meccanismi che realizzano un trasferimento affidabile.
Il protocollo sliding windows.
Le caratteristiche del protocollo TCP.
Conoscere la struttura del segmento TCP.

Pagina 112 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Conoscere e stimare il valore del timeout.


Conoscere i problemi connessi con l'attivazione della connessione.
Conoscere i problemi connessi al rilascio della connessione.
Gestire la congestione della rete.
Conoscere il concetto di applicazione di rete.
Conoscere le tipologie di applicazione.
Conoscere le architetture client-server e P2P.
Conoscere il protocollo telnet, i comandi telnet e i suoi utilizzi.
Conoscere l'architettura del Web, il protocollo http e il formato del messaggio http.
conoscere i concetti di client e server FTP.
Conoscere le modalità di collegamento FTP.
Conoscere i comandi FTP.
Conoscere il funzionamento della posta elettronica.
Conoscere i meccanismi dei protocolli SMTP, POP e IMAP.
Conoscere le funzioni del DNS.
Conoscere i compiti dei root server e dei server di dominio.
Conoscere il formato dei messaggi DNS e dei record di risorsa.

COMPETENZE

Configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti


Sviluppare applicazioni informatiche per reti locali
Descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici e di telecomunicazione
Avere competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell’elaborazione dell’informazione,
delle applicazioni e tecnologie Web, delle reti e degli apparati di comunicazione
Conoscere approfonditamente le funzioni di un router e saper programmare correttamente il suo
comportamento.
Conoscere approfonditamente le funzioni di uno switch.
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.

CAPACITÀ

Conoscere, classificare e individuare le reti


Conoscere, classificare e individuare elementi di una rete
Utilizzare le principali tecniche per il rilevamento e la correzione degli errori di trasmissione
dell’informazione
Implementare i programmi di controllo degli errori di trasmissione nel linguaggio di programmazione
noto.
Saper realizzare fisicamente un cavo di rete per collegare i computer ad un hub
Sapere progettare e configurare una rete locale e gestirne le risorse.
Riconoscere l'analogia tra reti e grafi ed essere in grado di effettuare la ricerca del cammino minimo.
Saper affrontare le problematiche di un collegamento esterno alla rete locale
Configurare gli indirizzi IP di una rete
Saper utilizzare comandi TCP/IP
Realizzare sottoreti
Saper utilizzare comandi FTP e TELNET

Pagina 113 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di

Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 1 – LE RETI DI CALCOLATORI

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Dal sistema centralizzato alle reti Settembre
Modello client-server e modello peer-to-peer Ottobre
Tecnologia trasmissiva: point to point, broadcast
Classificazione delle reti: reti Locali, estensione metropolitana
(MAN), estensione nazionale (WAN)
Topologie fisiche: bus, anello, stella
Tipi di comunicazione: tecniche a commutazione di circuito e
di pacchetto
Modalità di trasmissione
Collegamenti simplex, half-duplex, full-duplex
Trasmissione seriale parallela
Trasmissione sincrona e asincrona
Enti e comitati di Standardizzazione: PTT, CCITT, ISO, ANSI,
IEEE
Il modello stratificato di riferimento OSI

La sicurezza nel laboratorio

Modulo 2 – IL LIVELLO FISICO

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Il livello fisico Ottobre
Basi teoriche: Novembre
- Analisi di Fourier (cenni)
- banda passante
- velocità massima
- teoremi di Nyquist e di Shannon
Mezzi trasmissivi:
- mezzi elettrici: cavi coassiali, doppino telefonico, cavi
UTP, STP, cavi Patch e Cross, categorie dei doppini,
dimensione dei cavi, standard EIA/TIA568A, standard
EIA/TIA568B
- mezzi Ottici: struttura delle fibre ottiche, caratteristiche
- wireless e access point
- Crimpaggio di un cavo di rete

Pagina 114 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – IL LIVELLO DATA-LINK

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Le funzioni del livello di collegamento dati Novembre
Framing Dicembre
Metodi di framing.
- il conteggio dei caratteri
- il byte stuffing
- il bit stuffing
Rilevamento e correzione di errori:
- controllo di parità pari
- controllo di parità longitudinale
- controllo ciclico di ridondanza CRC
- controllo con correzione d’errore
- distanza di Hamming e codice di Hamming
Controllo di flusso:
- stop & wait,
- sliding windows,
- nack,
- piggybacking
Protocolli con rilevamento di collisione: Aloha pura, Aloha a slot
Protocolli con rilevamento della portante: CSMA persistente, CSMA
non persistente
Protocollo Csma/Cd
Alcuni protocolli di linea sono: BSC, SDLC, HDLC, PPP
Implementazione in un linguaggio a scelta degli algoritmi di
rilevamento e correzione errori.
- Laboratorio: implementazione bit di parità e bit di parità
longitudinale
- Es programma di simulazione per trasmettere un carattere.

Modulo 4 – CABLAGGIO STUTTURATO

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Cos’è il cablaggio strutturato Dicembre
Definizioni: Norme EIA/TIA 568-A, ISO/IEC 11801
Specifiche generali: topologia, dorsali, mezzi trasmessivi, elementi di
cablaggio, cablaggio orizzontale, cablaggio verticale
Norme per la posatura cavi, identificazione dei cavi, armadio di
piano, armadio di edificio, centro stella di comprensorio
Elementi di progetto di una rete LAN.

Modulo 5– PROGETTO IEEE 802

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
802.2: Livello LLC Gennaio
802.3: Ethernet 10/100 Mbps
Livello MAC: metodo di accesso C
CSMA-CD,
codifica Manchester,
tipologie di MDI (10base2, 10base5, 10baseT, 10BaseFoirl,
10baseF
802.5: Token Ring: livello fisico, cablaggi, active monitor

Pagina 115 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 6 – IL LIVELLO DI RETE

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Compiti del livello rete, protocolli di rete (di instradamento e Febbraio
instradati), servizi connessi e non connessi Marzo
Routing: Algoritmi non adattativi (routing statico, flooding), algoritmi
adattativi: centralizzati, distribuiti: Distance Vector Routing, Link State
Routing: algoritmo di Dijkstra
Livello di rete del modello TCP/IP: Indirizzi IP, sottoreti, multicasting,
CIDR, assegnazione statica e dinamica degli indirizzi: DHCP.
Protocollo IP, protocollo ARP, RARP
Sistemi autonomi (Autonomuos System) router interni ed esterni
Concetto di NAT, PORT-FORWARD.
Dispositivi: routers

Modulo 7– IL LIVELLO TRASPORTO

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Servizi del livello trasporto Aprile
Multiplexing/demultiplexing
Trasporto senza connessione: UDP
Principi del trasferimento dati affidabile
Trasporto orientato alla connessione:TCP
Trasporto affidabile
Controllo del flusso
Gestione della connessione
Principi di controllo della congestione
Controllo della congestione TCP

Modulo 7 – LO STRATO DI APPLICAZIONE


Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti) Durata (ore)
Il livello delle applicazioni Maggio
Il protocollo telnet
Web e http
Trasferimento di file: FTP
Posta elettronica in internet: SMTP, POP e IMAP
DNS: il Domain Name System

Modulo 8 – PROGETTO CISCO

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Chapter 1: Exploring the Network Ottobre-
Chapter 2: Configuring a Network Operating System Maggio
Chapter 3: Network Protocols and Communications
Chapter 4: Network Access
Chapter 5: Ethernet
Chapter 6: Network Layer
Chapter 7: Transport Layer
Chapter 8: IP Addressing
Chapter 9: Subnetting IP Networks
Chapter 10: Application Layer

Pagina 116 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Chapter 11: It’s a Network


Final Exam

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, test su
piattaforma e-learning (Moodle e Cisco Accademy)
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto

COMPITI di 1 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI 0 0

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 117 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 107

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 107 – 20 = 87 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 118 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TELECOMUNICAZIONI CLASSE 4AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Conoscere le nozioni di elettronica e telecomunicazioni inquadrabili nel livello fisico del modello ISO-
OSI, riguardanti:
teoria del segnale
elaborazione analogica del segnale: amplificazione e modulazione
fibre ottiche e optoelettronica
cavi telefonici
trasmissione radio

COMPETENZE

scegliere dispositivi e utilizzare strumenti di misura


descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici e di telecomunicazione;

CAPACITÀ

redigere relazioni tecniche e documentare le attività


gestire progetti secondo le procedure della sicurezza;

Pagina 119 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Reti elettriche in regime continuo
• reti elettriche in regime sinusoidale Settembre
(5 ore)

Modulo 1 – teoria e elaborazione analogica del segnale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0 • Spettro di un segnale
• amplificazione Ottobre -
• modulazione Novembre
• componenti elettronici per l'elaborazione analogica: diodi, (15 ore)
transistor, amplificatori operazionali
• utilizzo di multimetro e oscilloscopio

Modulo 2 – linee di trasmissione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Doppini telefonici e cavi coassiali Dicembre -
• Modulo 1 • impedenza caratteristica di una linea, adattamento Gennaio
• distorsione del segnale (15 ore)

Pagina 120 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – 0nde radio

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Onde radio e antenne
• Moduli 1,2 • sistemi di telecomunicazioni Febbraio,
• satelliti marzo
(10 ore)

Modulo 4 – trasmissione digitale e fibre ottiche

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Conversione analogico-digitale Marzo,
• Modulo 1 • modulazioni digitali aprile,magg
• fibre ottiche e componenti optoelettronici io
(15 ore)

Pagina 121 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• attività di misura e sperimentazione in laboratorio
• simulazione di circuiti

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• dispense per argomenti specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, …
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ora 2 2

colloquio 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 122 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ora 2 2 4x1=4

colloqui 1 1 Stimato 8 ore

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80– 20 = 60 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 123 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSIT CLASSE 4AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE
Fasi e modelli di gestione di un ciclo di sviluppo.
Tecniche e strumenti per la gestione delle specifiche e dei requisiti di un progetto.
Tipologie di rappresentazione e documentazione dei requisiti, dell’architettura dei componenti di un
sistema e delle loro relazioni ed interazioni (UML)
Rappresentazione e documentazione delle scelte progettuali e di implementazione in riferimento a
standard di settore.
Gestione dei tempi e delle risorse in un progetto software (diagrammi Gantt)
Normative di settore nazionale e comunitaria sulla sicurezza e la tutela ambientale.
Tecniche e tecnologie per la programmazione concorrente e la sincronizzazione dell’accesso a risorse
condivise.

COMPETENZE

Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della sicurezza
Avere competenze e conoscenze orientante alla gestione del ciclo di vita delle applicazioni
Approfondire l’analisi, la comparazione e la progettazione di dispositivi e strumenti informatici e lo
sviluppo delle applicazioni informatiche
Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali
Descrivere, progettare e sviluppare applicazioni concorrenti e parallele con proprietà di linguaggio.
Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.

CAPACITÀ

Identificare le fasi di un progetto nel contesto del ciclo di sviluppo.


Scegliere un adeguato modello di sviluppo SW
Documentare i requisiti e gli aspetti architetturali di un prodotto/servizio, anche in riferimento a
standard di settore.
Allocare e suddividere le risorse di un progetto
Applicare le normative di settore sulla sicurezza e la tutela ambientale
Progettare e realizzare applicazioni in modalità concorrente.

Pagina 124 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di

Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 0 – RIPASSO: il Sistema Operativo e la gestione dei processi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Processi: concetto, stato, PCB Gennaio
Scheduling dei processi (10)
Operazioni sui processi
Processi cooperanti
Thread
Comunicazione tra processi

Modulo 1 – CICLO DI VITA E INGEGNERIA DEL SOFTWARE

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Il software e l’ ingegneria del software Settembre-
Il processo di sviluppo software Dicembre
Modelli di processo: modello a cascata, modello evolutivo e a spirale. (ore 35)
Le metodologie di sviluppo: RUP e le metodologie agili
La qualità del software
Analisi e Specifica dei requisiti: modelli e linguaggi di specifica
(analisi viewpoint-oriented, analisi dei casi d’uso)
Requisiti funzionali e non funzionali.
Misure dei requisiti non funzionali.
Progettazione: principi e metodi di progettazione (UML)
La progettazione orientata agli oggetti.
Gestione e documentazione del codice
Ambienti di sviluppo integrati
Diritto d’autore e licenze software
Il Testing del software. Testing statico e dinamico.
Obiettivi e pianificazione del testing.
Progettazione e valutazione dei casi di prova.
La manutenzione del software.
Leggi dell’evoluzione del software
Processi di manutenzione
Gestione di un Progetto: Metriche di prodotto e di processo.

Pagina 125 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 2 – Programmazione Concorrente

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Comunicazione tra processi: Febbraio
Processi cooperanti e processi in competizione. Giugno
Modello a memoria condivisa: il problema Produttore-Consumatore. (ore 30)
Modello a scambio di messaggi: nominazione diretta e indiretta;
comunicazione sincrona e asincrona.
Produttore-Consumatore con scambio di messaggi.
Sezione critica
Concorrenza e incoerenza dei dati.
La sezione critica: mutua esclusione, proprietà di progresso e attesa
limitata.
Soluzione per 2 processi
Soluzione per n processi (cenni).
Soluzioni hardware
Semafori
Definizione
Sezione critica a sincronizzazione tramite semafori;
Implementazione
Semafori binari,
Casi di studio: produttore e consumatore, Lettori e scrittori, Filosofi a
cena
Monitor
Motivazioni e definizione
Esempio: Produttore/Consumatore tramite monitor
I deadlock
Definizione; condizioni necessarie per lo stallo; grafo di allocazione
delle risorse
Prevenire i deadlock
Rilevamento di deadlock
Ripristino da situazioni di deadlock: terminazione di processi e
prelazione di risorse
Approccio combinato alla gestione dei deadlock

Pagina 126 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

prove scritte, interrogazioni, test, questionari, quesiti a risposta multipla, test su piattaforma e-learning
prove in laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto

COMPITI di 1 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI 1 1

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 127 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

$ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 20 = 60 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 128 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA INFORMATICA CLASSI 4AIT 4BIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Procedure, funzioni e parametri


Pensiero ricorsivo
Strutture dati array e matrici
Nozione di classe e oggetto
Overloading
Information Hiding: Proprietà e Metodi
Aggregazione
Cenni all'ereditarietà e al polimorfismo
Cenni alle Interfacce
Diagrammi UML per le classi
Gerarchie di Classi
Associazioni tra classi
Qualità del software
Algoritmi di ricerca, inserimento e cancellazione su strutture dinamiche semplici: Liste, Code, Pile,
Alberi;
Interfaccia grafica
Concetto di base di dati
Cenni Progettazione concettuale
Cenni Modello relazionale
Semplici Query
Applicazioni Web lato client e Server

Pagina 129 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

COMPETENZE

Nell’articolazione “Telecomunicazioni” si acquisiscono competenze che caratterizzano il profilo


professionale in relazione alle infrastrutture di comunicazione e ai processi per realizzarle, con
particolare riferimento agli aspetti innovativi e alla ricerca applicata. Il profilo professionale
dell’indirizzo permette un efficace inserimento in una pluralità di contesti aziendali, con possibilità
di approfondire maggiormente le competenze correlate alle caratteristiche delle diverse realtà
territoriali.
Si ambisce quindi a maturare le seguenti competenze:

Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici ed algoritmici per affrontare situazioni
problematiche elaborando opportune soluzioni;
Sviluppare applicazioni informatiche machine to machine con enfasi nella parte relativa alla
comunicazione protocollare;
Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali per la gestione di applicazioni
e configurarli in base alle risorse hw limitate disponibili
Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza;
Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali
Lavorare in gruppo
Cogliere collegamenti multidisciplinari

CAPACITÀ

Analizzare e codificare algoritmi secondo la metodologia TOP-DOWN e BOTTOM UP


Manipolare strutture dati semplici

Individuare classi
Creare gerarchie di classi
Codificare una classe
Creare ed usare oggetti e classi
Progettare ad oggetti utilizzando UML
Sviluppare strategie di Test
Documentare il Software

Codificare in classi le strutture dati lineari


Utilizzare le classi in problemi reali

Utilizzo di un database MySql o Access


Semplici progetti per database
Progettare applicazioni semplici lato client e lato server
Fornire un semplice progetto per Basi di Dati con interfaccia web

Pagina 130 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di
Dipartimento, vanno tarati per la specifica classe di riferimento.

Modulo 0 – RIPASSO (eventuale)

Contenuti Periodo
Durata (ore)
Ripasso sulla programmazione e cenni alla ricorsione. Settembre
(8 ore)

Modulo 1 – PROGRAMMAZIONE AD OGGETTI

Unità didattica n°1 : Programmazione ad Oggetti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di Concetti base sulla programmazione ad oggetti Ottobre
base sugli Classi/Istanze Novembre
algoritmi Costruttori/Distruttori Dicembre
Proprietà Gennaio
Modulo 0 Overloading (40 ore)
Information Hiding
Aggregazione
Ereditarietà
Polimorfismo
Interfacce

Modulo 2 – PROGETTAZIONE AD OGGETTI

Unità didattica n°1 : Progettazione ad Oggetti


Unità didattica n°2 : Diagrammi UML

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 1 Analisi di un problema con metodologie ad oggetti Ottobre
Diagrammi UML per le classi e gli oggetti Novembre
Esempi di progettazione Dicembre
Gennaio
(6 ore)

Pagina 131 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 –STRUTTURE DATI LINEARI E NON LINEARI

Unità didattica n°1 : Strutture dati lineari


Unità didattica n°2 : Strutture dati non lineari

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 1,2 Matrici Gennaio
Liste, Febbraio
Code, Marzo
Pile, (22 ore)
Alberi, Alberi Binari, Alberi Binari di ricerca,
Grafi (solo rappresentazione come matrici di adiacenza)
File XML

Modulo 4 – INTRODUZIONE ALLE BASI DI DATI

Unità didattica n°1 : Basi di dati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Programmazione Concetto di base di dati Aprile
Progetto concettuale Maggio
Modello logico relazionale Giugno
Query (tot. 22 ore)

Modulo 5 – APPLICAZIONI WEB LATO CLIENT E LATO SERVER

Unità didattica n°1 : Applicazione lato client


Unità didattica n°2 : Applicazione lato server
Unità didattica n°3 : Applicazioni PHP/MYSQL

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Paradigma Client/Server Maggio -
• Javascript, Linguaggio PHP Giugno
HTML, CSS Query MYSQL usando PHP
Esempi semplici

Pagina 132 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Lezioni online e piattaforma e-learning moodle
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Attività laboratoriale su piccoli progetti.

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Piattaforma di e-learning
•Siti Web
•Altri testi più specifici
•Appunti delle lezioni
•Video lezioni online.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, quesiti a risposta multipla, test su piattaforma e-
learning
• piccoli progetti su pc

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto
COMPITI di 2 ore 2 3

TEST di 1 ora 1 1

PROGETTI . 1 1

INTERROGAZIONI.. 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

rammazione minima di Dipartimento

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 133 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 =10

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 20 = 60 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 134 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI E RETI CLASSI 4AIT-4BIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Reti di computer
Ethernet
Reti WiFi
Protocoll0 IP
Protocollo TCP e UDP
Applicazioni in internet

COMPETENZE

Individuare la corretta configurazione di una rete


Identificare i principali componenti di una rete
Individuare gli aspetti di sicurezza connessi all'uso di Internet

ABILITÀ

Installare, configurare e gestire una rete locale garantendone la sicurezza.

Pagina 135 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO E COMPLEMENTI

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Reti di computer
• protocollo ISO-OSI Settembre
• reti LAN Ottobre
• storia e sviluppo di INTERNET (26 ore)

Modulo 1 – reti locali

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0 Novembre
• Ethernet dicembre
• Wifi gennaio
• IP su rete locale (36 ore)
• NAT e subnetting
• server
• configurazione di una rete locale

Modulo 2 – internet

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• I protocolli TCP/IP Febbraio
• Modulo 1 • IPv6 marzo
• TCP aprile
• controllo della congestione (24 ore)
• UDP
• protocolli a livello applicazione

Modulo 3 – elementi di sicurezza

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Sicurezza nel web Maggio
• Moduli • diritto alla privacy giugno
1,2 • diritto d'autore (20 ore)
• servizi nel web

2. METODOLOGIE
Pagina 136 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• utilizzo di piattaforme per l'e-learning (Cisco academy e moodle)
• ascolto di filmati in lingua inglese

3. MATERIALI DIDATTICI

* Appunti dell’insegnante
• testi e video reperibili sul web
• software specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

* prove scritte
• interrogazioni
• test
• prove pratiche di programmazione, …

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 3 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

* quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 137 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 3 3 6x1=6

…………………………………………………. ………. ………. ……….

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 22 = 84 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 138 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TELECOMUNICAZIONI CLASSI 4AIT 4BIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

CONOSCENZE

Caratterizzazione nel dominio del tempo delle forme d'onda periodiche.


Reti elettriche in regime continuo e in regime alternato.
Elettronica digitale in logica cablata.
Modelli e rappresentazioni di componenti e sistemi di telecomunicazione
Decibel e unità di misura.
Analisi di segnali periodici e non periodici.
Portanti fisici e tecniche di interconnessione tra apparati e dispositivi .
Ricetrasmissione e propagazione delle onde elettromagnetiche; installazione dei sistemi d'antenna.
Principi di elettronica analogica per le telecomunicazioni .
Tecniche di modulazione nei sistemi di trasmissione analogici.
Reti a commutazione di circuito e tecniche di multiplazione e commutazione.
Caratteristiche e prestazioni dei sistemi di accesso e di trasporto nelle reti a commutazione di circuito.
Lessico e terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.
Normative di settore nazionale e comunitaria sulla sicurezza e la tutela
ambientale.

CONPETENZE

Caratterizzazione nel dominio del tempo delle forme d'onda periodiche.


Reti elettriche in regime continuo e in regime alternato.
Elettronica digitale in logica cablata.
Modelli e rappresentazioni di componenti e sistemi di telecomunicazione
Decibel e unità di misura.
Analisi di segnali periodici e non periodici.
Portanti fisici e tecniche di interconnessione tra apparati e dispositivi .
Ricetrasmissione e propagazione delle onde elettromagnetiche; installazione dei sistemi d'antenna.
Principi di elettronica analogica per le telecomunicazioni .
Tecniche di modulazione nei sistemi di trasmissione analogici.
Reti a commutazione di circuito e tecniche di multiplazione e commutazione.
Caratteristiche e prestazioni dei sistemi di accesso e di trasporto nelle reti a commutazione di circuito.

ABILITA'

Rappresentare segnali e determinarne i parametri.


Applicare leggi, teoremi e metodi risolutivi delle reti elettriche nell’analisi e progetto di circuiti.
Riconoscere la funzionalità e le strutture dei sistemi a logica cablata Contestualizzare le funzioni fondamentali di un sistema e di una rete
di telecomunicazioni.
Individuare i parametri relativi al comportamento esterno dei dispositivi e realizzare collegamenti adattati.
Calcolare e misurare i parametri che caratterizzano una forma d'onda periodica nel dominio del tempo e della frequenza.
Determinare i parametri per la caratterizzazione o la scelta di un mezzo trasmissivo.
Dimensionare la potenza in trasmissione di un collegamento ricetrasmittivo noti i parametri di riferimento.
Riconoscere le funzionalità dei principali dispositivi elettronici analogici.
Progettare e realizzare circuiti analogici di base con e senza modulazione.
Valutare la qualità di apparati e segnali nei sistemi analogici per telecomunicazioni in base a parametri determinati.
Descrivere la struttura, l’evoluzione, i campi di impiego, i limiti delle reti a commutazione di circuito.
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.
Applicare le normative di settore sulla sicurezza.

Pagina 139 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 0 – Tipi di segnale e modalità di analisi

Unità didattica n°1 : Ripasso sui segnale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Analisi dei segnali Settembre

Modulo 1 – Elettronica Analogica

Unità didattica n°1 : Analogica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• -BJT Settembre –
- FET e MOSFET ottobre
- Amplificatori
- Amplificatori Operazionali

Modulo 2 – TITOLO: Oscillatori, Filtri e Amplificatori di potenza

Unità didattica n°1 : Oscillatori


Unità didattica n°2 : Filtri
Unità didattica n°1 : Amplificatori di potenza

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
•Modulo 1 -I filtri novembre-
-I generatori di segnale dicembre
-I generatori sinusoidali
-I generatori di forma d'onda non sinusoidali
-Gli amplificatori di potenza

Modulo 3 – TITOLO: Portante Radio


Unità didattica n°1 : Antenne
Unità didattica n°2 : Parametri di un sistema di tr asmissione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• - Modello di un sistema di telecomunicazione via radio gennaio-
- Le onde elettromagnetiche febbreio
Pagina 140 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

- Propagazione delle onde e.m. in un ambiente reale


- Propagazione delle radioonde e loro classificazione
- Fading
- Antenne
- Diagramma di radiazione e solido di radiazione
- Guadagno di un'antenna
- Principali tipi di antenne
- Antenne omnidirezionali
- Antenne direttive
- Antenne a superficie
- Sistemi di antenna MIMO
- Installazione dei sistemi di antenna
- Dimensionamento di un collegamento radio
- Distorsioni
- Rumore
- Calcolo del rapporto segnale-rumore(S/N)

Modulo 4 – TITOLO: Sistemi di trasmissione analogici

Unità didattica n°1 : Trasmissioni analogiche

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
•Modulo 1 - Classificazione dei sistemi di trasmissione analogici marzo-aprile
- Trasmissione in alta frequenza di un segnale analogico
- Modulazione di ampiezza AM
- Altri tipi di modulazione di ampiezza
- Modulatori e demodulatori a modulazione di ampiezza
- Modulazione di frequenza
- Modulatori e demodulatori FM
- Ricevitori radio supereterodina
- Ricevitori omodina
- Valutazione dell'S/N in sistemi con modulazione AM e con
modulazione FM
- Esposizione ai campi elettromagnetici: sicurezza, salute e
normative

Modulo 5 – TITOLO: La rete telefonica PSTN/ISDN

Unità didattica n°1 : PSTN/ISDN


alo
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
•Modulo 1 - La rete telefonica PSTN aprile-giugno
- Digitalizzazione di segnali analogici
- Tecniche di codifica e multiplazione nelle reti telefoniche
- Tecniche di multiplazione
- Elementi costituenti una rete telefonica PSTN
- Terminale di utente
- Linea di utente e rete di distribuzione
- Autocommutatori
- Sistemi di segnalazione
Pagina 141 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

- Connessione tra due utenti


- Numerazione telefonica
- la rete ISDN

. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 142 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 16 = 144 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 143 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSIT CLASSI 4AIT 4BIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

CONOSCENZE

sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza;


scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali;
gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza. gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali;
configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti.
redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali.

COMPETENZE

Caratteristiche dei componenti dei circuiti elettronici.


Principi di funzionamento degli strumenti di misura di grandezze elettriche
Software di simulazione circuitale analogico/digitale.
Automi a stati finiti.
Architettura e tecniche di programmazione dei microcontrollori e dei sistemi embedded.
Dispositivi integrati in un microcontrollore.

ABILITA'

Selezionare e comparare componenti per circuiti elettronici sulla base delle loro specifiche.
Effettuare misure su dispositivi elettrici utilizzando la strumentazione di laboratorio.
Verificare il funzionamento di semplici circuiti analogici e digitali.
Selezionare e dimensionare un sistema di elaborazione embedded per una applicazione data.
Programmare il microcontrollore di un sistema embedded in presenza o meno del sistema operativo.
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua
inglese.

Pagina 144 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – TITOLO:Microcontrollori

Unità didattica n°1 : architettura di un microcont rollore


Unità didattica n°2 : assembler

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• -Microcntrollore: architettura di un sistema RISC e CISC Settembre –
-programmazione di un sistema a microcontrollore Dicembre

Modulo 2 – TITOLO Trasduttori

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 -Trasduttori generalità Dicembre-
- tipi di trasduttore Febbraio
- condizionamento del segnale

Modulo 3 – TITOLO C per microcontrollore

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 - timer ed interrupt con microcontrollore Marzo-Giugno
- conversione analogico/digitale con microcontrollore
- visualizzazione di dati convertiti

Pagina 145 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 146 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 16 = 64 ( per programma minimo )

Pagina 147 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTROTECNICA ed ELETTRONICA CLASSE 4ALL

INDIRIZZO LOGISTICA

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

-Metodi per l’analisi circuitale in continua e alternata .


-Principi di elettronica, componenti, amplificatori operazionali,circuiti integrati.
-Rischi nei luoghi di lavoro, sistemi di protezione e prevenzione utilizzabili, nel rispetto delle normative
nazionali, comunitarie ed
internazionali.
-Protezione e sicurezza negli impianti elettrici.

COMPETENZE

• Saper disegnare sottosistemi elettrici-elettronici;


• Saper usare la componentistica assemblandola correttamente;
• Avere la padronanza della strumentazione disponibile nei laboratori al fine di verificare il corretto
• funzionamento di quanto studiato, progettato e realizzato;
• Saper documentare il proprio lavoro con linguaggio tecnicamente corretto ed in modo sintetico,
• esaustivo e chiaro.
• padroneggiare l’uso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza nei
luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio

ABILITÀ

I-Valutare quantitativamente un circuito sia in corrente continua che in corrente alternata.


-Riconoscere i sistemi di protezione degli impianti.
-Individuare e classificare le funzioni dei componenti costituenti i sistemi di produzione, trasmissione e/o
trasformazione
dell’energia elettrica.
-Utilizzare semplici apparecchiature elettriche ed elettroniche
-Applicare la normativa relativa alla sicurezza.

Pagina 148 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER


MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE

Modulo 1 – Reti in regime sinusoidale monofase


Unità didattica n°1 : Grandezze elettriche alternat e
Unità didattica n°2 : Impedenze elettriche compless e
Unità didattica n°3 : La potenza ed il rifasamento
Contenuti Periodo Verifiche
Durata (numero e tipo)
La tensione alternata, parametri caratteristici. Settembre- Verifiche scritte e test e
Rappresentazione vettoriale; ottobre (9 0re) prove di laboratorio
Reattanza capacitiva ed induttiva. Impedenza complessa
Circuito resistivo,puramente capacitivo, puramente induttivo.
Circuiti serie e parallelo
Potenza attiva, reattiva, apparente.
Rifasamento capacitivo
Prove di laboratorio.

Modulo 2 – Magnetismo ed elettromagnetismo


U. D. 1: Generazione del campo magnetico.
U. D. 2: Induzione elettromagnetica
U. D. 3: Circuiti magnetici.
Contenuti Periodo Verifiche
Durata (ore) (numero e tipo)
 Campo magnetico prodotto da magneti e da corrente. ottobre- Verifiche scritte e test
Campo generato dalla presenza contemporanea di più novembre(10
conduttori. Solenoide. Induttanza. Flusso magnetico. ore)
Legge di Faraday. Legge di Lenz. Esempi di induzione
elettromagnetica.

Modulo 3 – Componenti elettronici

U. D. 1: Segnali elettrici
U. D. 2: Componenti elettronici
U. D. 3: Alimentatori

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
 La classificazione dei segnali,principali, segnali di prova novembre- Verifiche scritte e test
 componenti non lineari a semiconduttore dicembre (5 ore)
Diodi:funzionamento e caratteristica
 Applicazioni dei diodi
 Il transistore BJT: applicazioni
 alimentatori

Pagina 149 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 4 – Amplificatori operazionali

U. D. 1: Amplificatori operazionali ed applicazioni

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
 Amplificatore invertente e non invertente dicembre- Verifiche scritte e test
 Applicazioni lineari degli A.O Gennaio
 Parametri degli operazionali (9 ore)

Modulo 5 – Sistemi trifasi

U. D. 1: Sistemi trifasi

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (numero e tipo)
• Generalità- Carico trifase equilibrato collegato a stella. febbraio-marzo Verifiche scritte e test
Carico equilibrato collegato a triangolo. Carico squilibrato (10 ore)
collegato a stella. Carico squilibrato collegato a triangolo.
Potenze di sistemi trifasi. Potenza nei sistemi trifasi. Potenza
con carico equilibrato, collegato a
stella, con e senza neutro.

Modulo 6 – Macchine elettriche

U. D. 1: Trasformatore.
U. D. 2: Macchina asincrona.

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
Generalità sulle macchine elettriche,perdite,rendimento Aprile-maggio Verifiche scritte e test
trasformatori: principio di funzionamento,macchina asincrona (10 ore)

Modulo 7 Impianti elettr. e sicurezza

U. D. 1: produzione,trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica


U. D. 2: Infortunistica e igiene del lavoro

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
 protezione da sovracorrenti: fusibili, interruttori Durante l'anno Verifiche scritte e test
magnetotermici; cavi elettrici ; emergenza; incendi. scolastico
(10 ore)

Pagina 150 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Esercitazioni di laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

•Appunti dell’insegnante
•Libro di testo

4. TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA ( come indicato al punto 1.)

• prove scritte, test, questionari, prove pratiche di laboratorio

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 151 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA PERIODO PERIODO
numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 3 5
TEST o interrogazioni di 1 ora( o prove pratiche di
2 2 4
laboratorio)
PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 6 6 12

TOTALE PER VERIFICHE E RECUPERO - ORE 21

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il programma minimo è basato sull’ utilizzo dell’ 80% del tempo netto disponibile per la didattica (classe
+ eventuale laboratorio) determinato come di seguito indicato :

NUMERO DI ORE SETTIMANALI : 3


ORE ANNUALI TOTALI DA SVOLGERE (su 200 gg.) : 200 / 6 x 3 = 100

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO (minimo) : 21

ORE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA ( teoriche ) : 100 – 21 = 79

ORE EFFETTIVE disponibili per la didattica : 80% di 84 = 63 ( per programma minimo )

Pagina 152 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA CLASSI 5AEA-5BEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Conoscenza degli schemi a blocchi di apparati di base.


Conoscenza delle funzioni dei sottosistemi elettronici destinati all’elaborazione e generazione dei
segnali e dei problemi relativi al loro corretto funzionamento.
Conoscenza delle caratteristiche dei dispositivi che realizzano tali funzioni.
Conoscenza della strumentazione e delle tecniche di misura adottate.

COMPETENZE

Relative alla scelta dei componenti, attraverso la lettura e l’utilizzazione dei loro dati tecnici.
Nella verifica del funzionamento di circuiti destinati alla generazione e alla elaborazione di segnali.
A livello di progetto, a livello di schema a blocchi, di sistemi di limitata complessità relativi
all’elaborazione dei segnali.
Nella progettazione di semplici circuiti destinati alla generazione e alla elaborazione di segnali, con
riferimento a schemi circuitali noti. Nella verifica sperimentale, attraverso misure di laboratorio
appropriate, del funzionamento di circuiti destinati alla generazione e alla elaborazione di segnali.
Nell’utilizzo appropriato della strumentazione elettronica di laboratorio di uso comune.

CAPACITÀ

Le capacità di dimensionare sottoinsiemi elettronici a partire da specifiche di progetto, utilizzando


circuiti noti e conoscenze di varie discipline; la capacità di operare una scelta motivata della
strumentazione necessaria per la verifica del funzionamento di un circuito o per la ricerca dei motivi del
suo malfunzionamento.
Capacità di lavorare in gruppo sfruttando al meglio le competenze di ciascuno.
Capacità di orientamento di fronte a problemi nuovi e di trovare delle soluzioni adeguate tenendo conto
anche della dimensione economica oltre che di quella tecnica.
Capacità di documentare e comunicare correttamente gli aspetti tecnici ed organizzativi del lavoro
svolto (es. esperienza di laboratorio).

Pagina 153 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER


MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE

Modulo 1 – Applicazioni lineari e non lineari degli A.O.

Unità didattica n° 1 : I comparatori


Unità didattica n° 2 : L'integratore ed il derivato re

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)

L'amplificatore - Comparatore ad una soglia e con isteresi. Settembre -


operazionale. - Integratore ideale e reale. Ottobre
Teoremi delle reti - Derivatore ideale e reale. (20 ore)
elettriche.

Modulo 2 – Filtri attivi

Unità didattica n°1 : Filtri attivi con A.O.


Unità didattica n°2 : Filtri attivi integrati

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)

L’amplificatore - Concetti generali Ottobre -


operazionale. - Filtri attivi a reazione semplice. Novembre
La risposta in - Filtri del 1° e 2° ordine (20 ore)
frequenza (Bode) - Filtri universali e integrati

Modulo 3 – Generatori di forme d'onda

Unità didattica n°1 : Multivibratori


Unità didattica n°2 : Temporizzatori integrati

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)

L’amplificatore - Multivibratori astabili e monostabili a componenti discreti, con Novembre -


operazionale. amplificatore operazionale e a porte logiche. Dicembre
La retroazione - Il temporizzatore integrato 555 (20 ore)
positiva. - Generatori di rampa e di onda triangolare

Pagina 154 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 4 – Oscillatori sinusoidali

Unità didattica n°1 :Oscillatori in bassa frequenza


Unità didattica n°2: Oscillatori in alta frequenza e al quarzo

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)

L’amplificatore - Condizione di innesco di oscillazioni: criterio di Barkhausen Gennaio –


operazionale. - Oscillatori per basse frequenze con amplificatore operazionale: a Marzo
La retroazione sfasamento, a ponte di Wien, in quadratura. (30 ore)
positiva. - Oscillatori al quarzo e stabilizzazione della frequenza

Modulo 5 – Acquisizione ed elaborazione dei segnali

Unità didattica n°1 : Schema a blocchi di un sistem a di acquisizione dati


Unità didattica n°2 : Convertitori A/D e D/A

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)

L’amplificatore - Il campionamento. Durante l’anno


operazionale. - Sistemi di acquisizione dati: schemi a blocchi e problemi relativi scolastico
all’interfacciamento, all’acquisizione, al condizionamento, alla (25 ore)
trasmissione di segnali analogici e digitali.
- Conversione digitale-analogica: convertitori D/A: parametri
caratteristici (risoluzione, linearità, errore di off-set)
- Realizzazione circuitale dei DAC con rete a resistori pesati e con
rete a scala R-2R
- Conversione analogico-digitale: convertitori A/D: parametri
caratteristici (risoluzione, errore di quantizzazione, tempo di
conversione, slew-rate)
- Convertitori V/F e F/V

Modulo 6 – Convertitori a commutazione

Unità didattica n°1 : Convertitori DC-AC


Unità didattica n°2 : Convertitori DC-DC

Prerequisiti Contenuti Periodo


Durata (ore)

Componenti di - Gli inverter monofase a tensione impressa. Funzionamento in PWM Marzo -


potenza. - Convertitori Buck (step down), Boost (step up), Buck-Boost. Maggio
Componenti (30 ore)
reattivi.

Pagina 155 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

Lezione frontale.
Attività di laboratorio
Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
Correzione di esercizi proposti

3. MATERIALI DIDATTICI

Libro di testo : “E&E Elettronica ed Elettrotecnica” vol. 3A e 3B – Bobbio, Sanmarco – ed. Petrini.
Data sheets e documenti tecnici reperibili nel web
Appunti dell’insegnante
Il personal computer e gli applicativi software : Multisim 12.
La strumentazione da banco: alimentatore, gen. di funzioni, oscilloscopio.

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

Prove scritte e pratiche.

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto

Verifiche scritte 3 3

Prove pratiche 2 2

Simulazioni d'esame di stato - 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

Griglia approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Pagina 156 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI AUTOMATICI CLASSI 5AEA-5BEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di riconoscere l'ordine e il tipo di un sistema. Conoscere le
tecniche di studio, nel dominio del tempo e della frequenza, dei sistemi del primo e secondo ordine
retroazionato e non. Conoscere i metodi per studiare il comportamento a regime dei sistemi
particolarmente per quanto riguarda gli errori a regime. Associare alla parola stabilità sia il significato
teorico che applicativo. Conoscere le reti compensatrici ed i regolatori industriali.

COMPETENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di affrontare lo studio completo sia nel dominio del tempo che
nel dominio della frequenza di un sistema retroazionato. Nel caso di sistema instabile dovranno
essere in grado di adottare le tecniche di compensazione adeguate.

CAPACITÀ

Gli studenti dovranno essere in grado in maniera autonoma ed originale di trattare in tutti gli aspetti il
progetto di un sistema di controllo per quanto riguarda lo studio nel dominio del tempo, a regime e nel
dominio della frequenza.

Pagina 157 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – TITOLO: Sistemi di controllo a tempo continuo (Aula)

Unità didattica n°1 : Classificazione dei sistemi d i controllo


Unità didattica n°2 : Risposta nel dominio del temp o
Unità didattica n°3 : Diagrammi polari
Unità didattica n°4 : Stabilità
Unità didattica n°5 :Tecniche di compensazione
Unità didattica n°6 :Regolatori industriali

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Sistemi di controllo a catena aperta, chiusa, ON-OFF
• Risposta dei sistemi del 1° e 2° ordine. Confronto tra sistema a
catena aperta e chiusa
• Errore a regime Da
Settembre
• Programma di • Disturbi additivi
ad
quarta • Diagrammi polari. Metodo qualitativo e quantitativo
Aprile
• Criterio di Nyquist (40 ore)
• Margini di fase e di guadagno
• Reti compensatrici
• Regolatori industriali

Modulo 2 – TITOLO: Sistemi di controllo a tempo discreto (Aula)

Unità didattica n°1 : Teoria del campionamento


Unità didattica n°2 : Ricostruzione di un segnale c ampionato

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Programma di
elettronica di • Introduzione alla tecnica di studio di un sistema discreto nel Maggio
quarta e dominio del tempo (5 ore)
modulo 1

Pagina 158 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – TITOLO: Trasduttori ed attuatori (Aula e laboratorio)

Unità didattica n°1 : Trasduttori di temperatura


Unità didattica n°2 : Trasduttori di posizione
Unità didattica n°3 : Trasduttori fotoelettrici
Unità didattica n°4 : Trasduttori di forza
Unità didattica n°5 : Trasduttori digitali
Unità didattica n°6 : Attuatori

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Varie tipologie di trasduttori di temperatura analogici Da
• Programmi di • Trasduttori di posizione lineari e angolari Settembre a
terza e di
• Fotoresistori e fotodiodi Maggio
quarta
• Varie tipologie di trasduttori digitali (20 ore)

Modulo 4 – TITOLO: Programmazione in LabVIEW e Matlab (Aula e


laboratorio)

Unità didattica n°1 : Tecniche di programmazione in LabVIEW per le misure automatiche

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Comunicazione di tipo seriale Da
• Modulo 3 e
• Comunicazione di tipo GPIB Settembre a
programmi di
• L’ambiente LabVIEW e l’interfacciamento con gli strumenti di Maggio
terza e quarta
misura (30 ore)

Pagina 159 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Sollecitazione di risposte a quesiti posti a tutta la classe
• Svolgimento di esercizi di applicazione della teoria
• Prove di simulazione in laboratorio per la verifica e/o l’anticipazione delle spiegazioni teoriche
• Lezioni con il proiettore in classe e/o in laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

• Vol 3° del corso di Sistemi in adozione


• Appunti dalle lezioni
• Software didattici ed industriali
• Apparecchiature didattiche ed industriali
• PC multimediale

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove al PC


• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 160 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA 107

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = 107 – 16 = 93 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Pagina 161 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSEE CLASSI 5AEA-5BEA

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Automazione)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

conoscere i trasduttori ed i circuiti elettronici necessari per convertire una grandezza fisica in un
segnale elettrico idoneo per essere acquisito da apparecchiature commerciali
conoscere i problemi relativi alla comunicazione fra dispositivi elettronici esaminando la trasmissione
via cavo e tramite fibra ottica
conoscere i principali aspetti dell'automazione e dei sistemi di controllo con particolare attenzione agli
attuatori di tipo elettrico
conoscere le basi di domotica e robotica
conoscere i problemi del sistema produttivo con approfondimenti sulla sicurezza e sull'organizzazione
d'impresa
conoscere il software LabVIEW
conoscere la programmazione di PLC

COMPETENZE

utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare


verifiche, controlli e collaudi
gestire progetti
gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali
redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali
analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con
particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona,
dell'ambiente e del territorio

CAPACITÀ
Pagina 162 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• descrivere e spiegare le caratteristiche elettriche e tecnologiche delle apparecchiature


elettriche ed elettroniche
• progettare e realizzare sistemi di comando e di controllo
• progettare e realizzare sistemi di controllo con logica cablata e con logica
programmabile
• selezionare e utilizzare componenti in base alle caratteristiche tecniche e
all'ottimizzazione funzionale del sistema di controllo
• risolvere problemi di interfacciamento e di distribuzione dei segnali
• rappresentare schemi funzionali di componenti circuitali, reti e apparati
• individuare e utilizzare la strumentazione di settore anche con l'ausilio dei manuali di
istruzione scegliendo adeguati metodi di misura e di collaudo
• individuare e utilizzare trasduttori e attuatori
• applicare le norme tecniche e le leggi sulla sicurezza nei settori di interesse
• identificare i criteri per la certificazione di qualità
• individuare gli elementi essenziali per la realizzazione di un manuale tecnico
• individuare, valutare e analizzare i fattori di rischio nei processi produttivi e negli
ambienti di lavoro del settore
• riorganizzare conoscenze multidisciplinari per un progetto esecutivo
• individuare e descrivere le fasi di un progetto e le loro caratteristiche funzionali,
dall'ideazione alla commercializzazione
• redigere relazioni tecniche e documentazione di progetto secondo gli standard e la
normativa di settore
• applicare metodi di problem solving e pervenire a sintesi ottimali
• individuare i criteri di uno studio di fattibilità
• utilizzare i software dedicati per la progettazione, l'analisi e la simulazione

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA
Pagina 163 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 1 – TRASDUTTORI E SISTEMI DI ACQUISIZIONE DATI

Unità didattica n°1 : sensori e trasduttori


Unità didattica n°2 : circuiti per trasduttori
Unità didattica n°3 : sistemi di misura virtuale
Unità didattica n°4 : trasduttori di posizione e di velocità

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• sensori e trasduttori di temperatura
Settembre
• sensori estensimetrici Novembre
• trasduttori di posizione e di velocità (20 ore)
• circuiti per sensori

Modulo 2 – COMPONENTI E TECNICHE PER LA TRASMISSIONE DEI


SEGNALI

Unità didattica n°1 : cavi per la trasmissione dei segnali


Unità didattica n°2 : la trasmissione in fibra ottica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• le fibre ottiche
• attenuazione del segnale in un sistema di trasmissione a fibre Novembre
Dicembre
ottiche (10 ore)
• dispersione nelle fibre ottiche
• la fabbricazione delle fibre ottiche
• componenti attivi per le fibre ottiche
• sensori per le fibre ottiche
• utilizzazione fibre ottiche

Modulo 3 - AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

Unità didattica n°1 : azionamenti industriali


Unità didattica n°2 : programmazione avanzata del PLC S7-200

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• azionamenti a velocità non regolata
Settembre
• azionamenti a velocità regolabile Maggio
• programmazione strutturata (20 ore)
• merker speciali
• operazioni di interrupt
• contatori veloci
• uscita a impulsi
Pagina 164 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• orologio hardware
• potenziometro analogico
• ingressi e uscite analogiche

Modulo 4 - DOMOTICA E ROBOTICA

Unità didattica n°1 : domotica e sue applicazioni


Unità didattica n°2 : robotica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• generalità Gennaio
(6 ore)
• normalizzazione
• applicazioni e funzioni dei sistemi bus
• il sistema instabus EIB
• apparecchi e componenti bus
• all'automazione alla robotica
• robotica
• robotica industriale
• struttura meccanica dei robotica
• statica, dinamica e cinematica dei robot

Modulo 5 - ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA D'IMPRESA

Unità didattica n°1 : le competenze delle figure preposte alla prevenzione e alla sicurezza
Unità didattica n°2 : lo smaltimento dei rifiuti
Unità didattica n°3 : impatto ambientale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• il R.S.P.P.
Febbraio
• rapporti del R.S.P.P. all'interno e all'esterno dell'azienda Marzo
• la formazione e l'informazione (10 ore)
• la valutazione dei rischi
• la gestione dei rifiuti
• il trattamento dei rifiuti
• rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)
• evoluzione della normativa dell'impatto ambientale
• i settori oggetto di valutazione
• la procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA)
• valutazione del ciclo di vita (LCA)

Modulo 6 - PRODUZIONE E ORGANIZZAZIONE D'IMPRESA

Pagina 165 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Unità didattica n°1 :sistemi di qualità e certificazione ISO


Unità didattica n°2 :il business plan e il manuale d'uso

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• sistemi di qualità
Marzo
• la ISO 9001 Aprile
• la certificazione ISO9001 (10 ore)
• la funzione del business plan
• il manuale d'uso

Modulo 7 – ATTIVITA' DI LABORATORIO

Unità didattica n°1 : sviluppo progetti a gruppi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• ascensore Settembre
Maggio
• cancello elettrico (100 ore)
• parcheggio automatico
• braccio pneumatico
• impianto domotico
• inseguitore solare
• serra automatizzata
• lavaggio automatico
• impianto semaforico con passaggio a livello
• progetti proposti dagli alunni

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale e partecipata


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate
• Correzione di esercizi proposti
Pagina 166 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà


• Attuazione in laboratorio di esercitazioni guidate e autonome
• Progetti in gruppo ed in autonomia

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Appunti dell’insegnante
•Testi più specifici
•Data sheet

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte / grafiche, orale


• esercitazioni di laboratorio, progetti

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero previsto numero previsto

COMPITI SCRITTO / GRAFICI 2 2

PRESENTAZIONE ORALE DI ARGOMENTI 1 1

VALUTAZIONE PROVE DI LABORATORIO 5 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°

Pagina 167 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

(4 x 2) +
COMPIT I/ ORALE 3 3
(2X1) = 10
ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 10

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 3 3 6

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 184

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 184 – 16 = 168 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 168 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA GPOI CLASSI 5AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione INFORMATICA)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Tecniche e per la pianificazione, previsione e controllo di costi, risorse e software per lo sviluppo di un progetto

Manualistica e strumenti per la generazione della documentazione di un progetto Tecniche e metodologie di testing a livello
di singolo componente e di sistema

Norme e standard settoriali per la verifica e la validazione del risultato di un progetto

Ciclo di vita di un prodotto/servizio

Metodologie certificate per l’assicurazione della qualità di progettazione, realizzazione ed erogazione di prodotti/servizi

Elementi di economia e di organizzazione di impresa con particolare riferimento al settore ICT

Processi aziendali generali e specifici del settore ICT, modelli di rappresentazione dei processi e delle loro interazioni e
figure professionali

Normativa internazionale, comunitaria e nazionale di settore relativa alla sicurezza e alla prevenzione degli infortuni (ne
dobbiamo ancora valutare l’opportunità!)

COMPETENZE

Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della sicurezza

Analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con particolare attenzione
alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell'ambiente e del territorio

Utilizzare i principali concetti relativi all'economia e all'organizzazione dei processi produttivi e dei servizi

Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive ed
agli strumenti tecnici della comunicazione in rete

Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali

Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca ed approfondimento disciplinare

Pagina 169 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione dei progetti

Gestire le specifiche, la pianificazione e lo stato di avanzamento di un progetto del settore ICT, anche mediante l'utilizzo di
strumenti software specifici

Verificare e validare la rispondenza del risultato di un progetto alle specifiche, anche attraverso metodologie di testing
conformi alle normative o standard di settore

Realizzare la documentazione tecnica, utente ed organizzativa anche in riferimento alle norme ed agli standard di settore

Individuare le cause di rischio connesse alla sicurezza negli ambienti di lavoro

Applicare le norme e le metodologie relative alla certificazione di qualità di prodotto e di processo

Individuare e selezionare le risorse e gli strumenti operativi per lo sviluppo di un progetto anche in riferimento ai costi

Comprendere e rappresentare le interdipendenze tra i processi aziendali

Analizzare e rappresentare , anche graficamente, l'organizzazione dei processi produttivi e gestionali delle aziende di
settore

Realizzare la documentazione tecnica, utente ed organizzativa anche in riferimento alle norme ed agli standard di settore

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ


DIDATTICHE
PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 1 - PRINCIPI E TECNICHE DEL PROJECT MANAGEMENT

Unità didattica n°1 : Il progetto e la sua gestione


Unità didattica n°2 : La pianificazione dei tempi di realizzazione di un P.
Unità didattica n°3 : La gestione dei costi di un progetto
Unità didattica n°4 : La gestione della documentazione di progetto

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
● Il progetto e le sue fasi settembre -
● obiettivi di un progetto dicembre
● l’organizzazione di un progetto
(24 ore)
● tecniche di pianificazione e controllo dei tempi di
svolgimento di un progetto: la Work Breakdown
Structure (WBS), i work package (WP), il
diagramma di Gannt, la tecnica PERT
● analisi dei costi di un progetto: la stima dei costi (il
budget), analisi dei rischi e strategie di riduzione
● la getione della qualità del progetto: il piano di
qualità, la gestione della documentazione di
progetto

Modulo 2 - LA GESTIONE DEI PROGETTI INFORMATICI


Pagina 170 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Unità didattica n°1 : I progetti informatici


Unità didattica n°2 : La fattibilità di un progetto informatico
Unità didattica n°3 : La pianificazione di un progetto informatico
Unità didattica n°4 : La qualità del software.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
● tipologie e caratteristiche dei progetti informatici
● il processo di produzione del software gennaio-
● analisi dei requisiti di un progetto informatico marzo
(30 ore)
● metodi di stima dei costi del software: il concetto di
stima dei costi, la classificazione dei metodi di stima,
esempio di metodo di stima
● aspetti della pianificazione di un progetto informatico:
○ La fase di Definizione
○ Il Project charter
○ La fase di Pianificazione
○ OBS (Organizational Breakdown Structure)
○ WBS di progetto
○ Il PERT
○ Piano delle risorse: il Gannt, la gestione del
rischio, il budget e piano finanziario, il piano di
progetto, la fase di progettazione, la fase di
realizzazione la fase di rilascio, la fase di revisione
finale
● il concetto di qualità,
● la qualità dei prodotti
● i costi della qualità
● le norme ISO 9000
● la qualità di un progetto
● la qualità di un software: usabilità, manutenibilità,
portabilità
● alcuni modelli ISO per la qualità del software

Modulo 3 - ELEMENTI DI ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE

Pagina 171 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Unità didattica n°1 : L’organizzazione di un’azienda


Unità didattica n°2 : I costi di un’organizzazioen aziendale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)

● Organizzazione dei processi all’interno dell azienda


● l’organigramma marzo-
● le forme organizzative dell impresa aprlie
● la posizione lavorativa: la mansione, il compito, il
(ore 10)
ruolo
● i costi aziendalii
● la determinazione dei costi
● la valutazione economica dei progetti
● metodi di valutazione dell’investimento

Modulo 4 - LA COMUNICAZIONE E LA DOCUMENTAZIONE DELLE


ATTIVITA’ DI PROGETTO

Unità didattica n°1 : Presentazione e resoconto di un progetto

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
● la redazione di una reazione di progetto in formato aprile .
digitale maggio
● come realizzare presentazioni multimediali per descrivere
(ore 8)
ed illustrare le attivià di un progetto

2. METODOLOGIE

Pagina 172 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

● Lezione frontale anche accompagnata da presentazione multimediale


● Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate in classe ed in laboratorio
● assegnazione di lavori da fare a casa: studio, esercizi, elaborati relativi al progetto d’esame
● Correzione dei lavori propostiin classe ed assegnati per casa

3. MATERIALI DIDATTICI

● Libro di testo
● Appunti dell’insegnante
● matteriali disponibili in rete
● gli applicativi MS Office e MS Project di Microsoft

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

● prove scritte, interrogazioni, test con items a scelta multipla


● realizzazione del progetto d’esame in collaborazione con gli insegnanti di Informatica Sistemi e TPSIT

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 0

Interrogazioni. 1 1.

Elaborati relativi al progetto d’esame:


relazione scritta 1
presentazione multimediale 1
Schemi prodotti con l’pplicativo MS Pproject 1
1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

In llinea generlale si fa riferimento alla griglia del POF

Per ciascuna verifica scritta, gli elaborati rellativi al progetto d’esame e i test verrà di volta in volta comunicata
in anticipo la griglia di assegnazione dei punteggi e la corrispondenza punteggio-voto

Per le interrogazioni si fa riferimento diretto alla griglia del POF

ALLEGATO A

Pagina 173 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

TIPO DI VERIFICA PRIMO PERIODO N° SECONDO PERIODO N° ORE TOTALI

scritta 2 ore 2 2 8
test 1 ora 1 1
interrogazioni ½ ora 1 1 1

Totale ore Verifiche 10

PRIMO SECONDO ORE


PERIODO PERIODO TOTALI
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 18

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA 3


MATERIA

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su A = 99


200 gg.)

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA B = 90


DIDATTICA

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO C = 18


CURRICOLARE

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 72

Pagina 174 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA INFORMATICA CLASSI 5AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione INFORMATICA)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE
Linguaggi e tecniche per l'interrogazione e la manipolazione delle basi di dati
Architettura software a più livelli: client-server e architetture a tre livelli
Linguaggi di programmazione web based lato client
Linguaggi per la programmazione lato server a livello applicativo
Tecniche per la realizzazione di pagine web dinamiche

COMPETENZE

Analizzare i flussi informativi di una organizzazione relativi ad un problema


Individuare gli elementi principali di una base di dati e stabilire le associazioni tra di essi
Definire uno schema concettuale e tradurlo poi in un corrispondente schema logico relazionale
Progettare e organizzare applicazioni multi livello
Porre attenzione agli aspetti relativi alla sicurezza e protezione dei dati

ABILITÀ
Predisporre una piattaforma software per lo sviluppo di applicazioni web-based (web-server +
database server)
Implementare lo schema logico in un motore per data base esistente
Ottimizzare l'organizzazione dei dati con creazione di indici
Realizzare query di interrogazione dei dati
Sviluppare applicazioni web-based integrando anche basi di dati.
Scrivere algoritmi in un linguaggio server-side
Effettuare interrogazioni verso un db utilizzando librerie del linguaggio lato server
Gestire l'interfaccia del sito lato client e lato server

Pagina 175 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA
Modulo 1 – PROGRAMMAZIONE LATO CLIENT

Unità didattica n°1 : Nozioni e ripasso di HTML


Unità didattica n°2 : Nozioni sui fogli stile CSS
Unità didattica n°3 : Linguaggio Javascript e framework di sviluppo più usati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di • Istruzioni del linguaggio Javascript Settembre
base di • Principali TAG di HTML Ottobre
programmazione e • Cenni ai fogli stile (24)
HTML.. • Utilizzo delle form per inserimento dati

Modulo 2 – SISTEMI INFORMATIVI E BASI DI DATI

Unità didattica n°1 : Le basi di dati


Unità didattica n°2 : La progettazione concettuale
Unità didattica n°3 : La progettazione logica
Unità didattica n°4 : La progettazione fisica e linguaggio sql

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Sistemi Informativi e Sistemi Informatici Ottobre
• Dati ed informazioni: schemi ed istanze Novembre
• Il DBMS Dicembre
• Progettazione Concettuale e modello E/R Gennaio
• Operazioni relazionali (67)
• Progettazione Logica nel modello relazionale
• Forme normali
• Linguaggio SQL (DDL, DML)
• Ottimizzazioni

Modulo 3 – DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

Unità didattica n°1 : Programmazione lato server


Unità didattica n°2 : Fondamenti di PHP
Unità didattica n°3 : PHP e HTML
Unità didattica n°4 : PHP e i database.
Unità didattica n°5 : AJAX.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Concetti di • Architettura client/server Ottobre
programmazione • Ambiente di sviluppo Novembre
• Fondamenti di PHP: variabili, ambiente, istruzioni, strutture Febbraio
Modulo 1 dati Marzo
• Gestione interazione PHP e HTML Aprile
• Gestione interazione PHP e MYSQL Maggio
• Tecnologia AJAX (67)
• Gestione Sicurezza ed autenticazione

Pagina 176 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Utilizzo di piattaforme per l'e-learning (moodle)

3. MATERIALI DIDATTICI

•Appunti dell’insegnante
•Testi e video reperibili sul web
•Software specifici
•Libro di testo

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte
• interrogazioni
• test
• prove pratiche di programmazione, …

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 3

TEST di 1 ora o verifica orale 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 177 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 = 10

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

Simulazione Esame. 0. 1. 1 * 6.

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 20

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 28

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 198

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 158

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 28

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 158 – 28 = 130 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono ovviamente
essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 178 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI E RETI CLASSI 5AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione INFORMATICA)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE
Tecniche di filtraggio del traffico di rete.
Tecniche crittografiche applicate alla protezione dei sistemi e delle reti.
Reti private virtuali.
Modello client/server e distribuito per i servizi di rete.
Funzionalità e caratteristiche dei principali servizi di rete.
Strumenti e protocolli per la gestione ed il monitoraggio delle reti.
Macchine e servizi virtuali, reti per la loro implementazione.
Normativa relativa alla sicurezza dei dati

COMPETENZE

Selezionare, installare, configurare e gestire un servizio di rete locale o ad accesso pubblico.


Installare, configurare e gestire reti in riferimento alla privatezza, alla sicurezza e all’accesso ai servizi.
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua inglese.

ABILITÀ
Configurare una VLAN e l’interconnessione di più VLAN
Saper utilizzare il protocollo VTP per definire le VLAN
Implentare algoritmi di cifratura e decifratura in un linguaggio ad alto livello
Utilizzare le funzioni crittografiche in PHP
Cifrare file e directory con TrueCrypt
Realizzare reti private e reti private virtuali VPN
Utilizzare i software Sniff’em, PGP e Wireless Network Watcher
Installare e saper gestireWindows 2003 server
Utilizzare i servizi di directory di un sistema distribuito

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


Pagina 179 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA


Modulo 0 – RIPASSO

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Conoscenza di una rete con protocollo TCP/IP
• Certificazione CISCO Settembre
Gennaio
(30 ore)

Modulo 1 – VLAN

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0 • Le Virtual VLAN: Teoria e realizzazione con packet Tracer Settembre
• Il protocollo VTP: Teoria e realizzazione con packet Tracer Ottobre
• Inter-VLAN routing : Teoria e realizzazione con packet Tracer (10)

Modulo 2 – Tecniche crittografiche per la protezione dei dati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0 • Crittografia. Storia e applicazioni belliche Ottobre
• Crittografia a chiave privata e pubblica Novembre
• Certificati e firma digitale (18)

Modulo 3 – La sicurezza delle reti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0,2 • La sicurezza dei sistemi informatici Dicembre
• Servizi di sicurezza per messaggi di email Gennaio
• La sicurezza delle connessioni con SSL/TLS (18 ore)
• La difesa perimetrale con i firewall
• Reti private e reti private virtuali VPN
• Normativa sulla sicurezza e sulla privacy
• La scelta di una corretta password/passphrase
• Intercettazione di password con Sniff’em
• Il pacchetto PGPDesktop

Modulo 4 – Wireless e reti mobili

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0,2 • Wireless: comunicare senza fili Febbraio
• La crittografia e l’autenticazione nel wireless Marzo
• La trasmissione wireless (10 ore)
• L’architettura delle reti wireless
• La normativa delle reti wireless
• Wireless Network Watches

Modulo 5 – Modello Client/server e distribuito per i servizi di rete


Pagina 180 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Moduli 0,2,3 • Le applicazioni e i sistemi distribuiti Aprile giugno
• Architetture dei sistemi Web (20 ore)
• Amministrazione di una rete
• Active directory
• Il troubleshooting
• La sicurezza della rete

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Utilizzo di piattaforme per l'e-learning (Cisco academy, moodle)

3. MATERIALI DIDATTICI

•Appunti dell’insegnante
•Testi e video reperibili sul web
•software specifici
•Libro di testo

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte
• interrogazioni
• test
• prove pratiche di programmazione, …

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 3 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 181 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 3 3 6x1=6

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 22 = 84 ( per programma minimo )


Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono ovviamente
essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 182 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSIT CLASSE 5AII

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Informatica)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in
termini di:

CONOSCENZE

Metodi e tecnologie per la programmazione di rete.


Protocolli di livello applicativo.
Linguaggi di programmazione client side e server side.
Protocolli e linguaggi di comunicazione a livello applicativo.
Tecnologie per la realizzazione di web-services.

COMPETENZE

Conoscere la terminologia propria dell'informatica ed utilizzarla in modo appropriato.


Sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi remoti.

ABILITÀ

Saper installare e configurare un Web Server.


Saper installare e configurare un FTP Server.
Saper installare e configurare un SMTP Server.
Sviluppare programmi client-server utilizzando protocolli esistenti (TCP SERVER/CLIENT UDP
S/C).
Realizzare web service SOAP e REST.
Realizzare applicazioni per la comunicazione di rete asincrona/sincrona(XML-JSON).

1.CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA
Pagina 183 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 1 – Le applicazioni di rete

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Il modello ISO/OSI e le applicazioni. 2,5 mesi
• Applicazioni di rete.
• Scelta dell’architettura per l’applicazione di rete.
• Servizi offerti dallo strato di trasporto alle applicazioni.
LABORATORIO
• Configurazione di un webserver.
• Configurazione di un ftpserver.
• Configurazione di un smtpserver.

Modulo 2 – I socket e la comunicazione con i protocolli TCP/UDP

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• I socket e i protocolli per la comunicazione di rete. 2,5 mesi
• la connessione tramite socket.
LABORATORIO
• Realizzazione di un TCP server e di un TCP Client.
• Realizzazione di un UDP server e di un UDP Client.

Modulo 3 – Applicazioni lato server

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Il linguaggio XML. 1 mese
• Il linguaggio JSON.

Modulo 4 – I sistemi distribuiti

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• I sistemi distribuiti. 1 mese
• Storia dei sistemi distribuiti e modelli architetturali.
• Il modello client-server.
LABORATORIO
• Realizzazione di Web Service secondo il protocollo SOAP e la
metodologia REST.
• Le API di Google e PHP.

2. METODOLOGIE

Pagina 184 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Appunti dell’insegnante
• Testi e video reperibili sul web
• Software specifici
• Libro di testo

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

* Prove scritte
• Interrogazioni
• Test
• Prove pratiche di programmazione

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore (laboratorio) 2 3

TEST di 1 ora (teoria: scritto o orale) 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

* quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

Pagina 185 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 3 5 x 2 = 10

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

…………………………………………………. ………. ………. ……….

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 22 = 84 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 186 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA GPOI CLASSI 5AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Tecniche per la pianificazione, previsione e controllo di costi, risorse e software per lo sviluppo di un progetto
Manualistica e strumenti per la generazione della documentazione di un progetto Tecniche e metodologie di
testing a livello di singolo componente e di sistema
Norme e standard settoriali per la verifica e la validazione del risultato di un progetto
Normativa internazionale, comunitaria e nazionale di settore relativa alla sicurezza e alla prevenzione
degli infortuni
Elementi di economia e di organizzazione di impresa con particolare riferimento al settore ICT
Processi aziendali generali e specifici del settore ICT, modelli di rappresentazione dei processi e delle loro
interazioni e figure professionali
Ciclo di vita di un prodotto/servizio
Metodologie certificate per l’assicurazione della qualità di progettazione, realizzazione ed erogazione di
prodotti/servizi

COMPETENZE

identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti


gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della
sicurezza
utilizzare i principali concetti relativi all'economia e all'organizzazione dei processi produttivi e dei servizi
analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con particolare
attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio
utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie
espressive ed agli strumenti tecnici della comunicazione in rete
utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca ed approfondimento disciplinare
redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali .

ABILITÀ

Gestire le specifiche, la pianificazione e lo stato di avanzamento di un progetto del settore ICT, anche
mediante l’utilizzo di strumenti software specifici
Individuare e selezionare le risorse e gli strumentioperativi per lo sviluppo di un progetto anche in
riferimento ai costi
Realizzare la documentazione tecnica, utente ed organizzativa di un progetto, anche in riferimento
alle norme ed agli standard di settore
Verificare e validare la rispondenza del risultato di un progetto alle specifiche, anche attraverso metodologie di
testing conformi alle normative o standard di settore
Individuare le cause di rischio connesse alla sicurezza negli ambienti di lavoro
Analizzare e rappresentare, anche graficamente, l’organizzazione dei processi produttivi e gestionali
delle aziende di settore
Comprendere e rappresentare le interdipendenze tra i processi aziendali
Applicare le norme e le metodologie relative alle certificazioni di qualità di prodotto e/o di processo

Pagina 187 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER


MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE

Modulo 1 – Processi aziendali e progetti

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (numero e tipo)
• Progetto processo e gestione Settembre- Verifiche scritte e test e
• Economia e gestione dei progetti e dei processi Novembre prove di laboratorio
• I principi di Project Management
• La scelta dei progetti e lo sviluppo in azienda

Modulo 2 – Organizzazione del progetto

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (ore) (numero e tipo)
• La gestione del progetto Novembre- Verifiche scritte e test
• Il team di progetto Gennaio

Modulo 3 – Processo e strumenti di pianificazione

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (numero e tipo)
•Ciclo di vita Febbraio-Aprile Verifiche scritte e test
•definizione del Team
•definizione del budget
•relazione tra attività e tempo
•pianificazione

Modulo 4 – Processi di esecuzione del prodotto

Contenuti Periodo Verifiche


Durata (numero e tipo)
•Attività quotidiane ed amministrative Aprile-Gugno Verifiche scritte e test
•Monitoraggio e controllo
•Scope Management
•Risk Management
•Fasi del progetto

Pagina 188 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 189 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 16 = 64 ( per programma minimo )

Pagina 190 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI CLASSI 5AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Metodi e tecnologie per la programmazione di rete .


Protocolli e linguaggi di comunicazione a livello applicativo.
Tecniche di filtraggio del traffico di rete.
Tecniche crittografiche applicate alla protezione dei sistemi e delle reti.
Reti private virtuali.
Modello client/server e distribuito per i servizi di rete.
Funzionalità e caratteristiche dei principali servizi di rete.
Strumenti e protocolli per la gestione ed il monitoraggio delle reti.
Macchine e servizi virtuali, reti per la loro implementazione.

COMPETENZE

Identificare le caratteristiche di un servizio di rete.


Selezionare, installare, configurare e gestire un servizio di rete locale
o ad accesso pubblico.
Integrare differenti sistemi operativi in rete.

ABILITÀ

Realizzare applicazioni per la comunicazione di rete.


Sviluppare applicazioni client-server utilizzando protocolli esistenti e/o
progettando semplici protocolli di comunicazione.
Progettare reti interconnesse con particolare riferimento alla
privatezza, alla sicurezza e all’accesso ai servizi.

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE

Pagina 191 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Conoscenza di una rete con protocollo TCP/IP
• certificazione CISCO Settembre
Ottobre
(26 ore)

Modulo 1 – sicurezza e qualità del servizio

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Modulo 0 • Sicurezza delle reti. Tipi di attacchi Novembre
• Crittografia. Storia e applicazioni belliche dicembre
• Crittografia a chiave privata e pubblica gennaio
• Certificati e firma digitale (36 ore)
• firewall e DMZ
• Qualità del servizio

Modulo 2 – programmazione sul web

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• VLAN Febbraio
• Modulo 1 • modello client server marzo
• modello distribuito aprile
(24 ore)

Modulo 3 – realizzazione di una applicazione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Programmazione su Android Maggio
• Moduli 1,2 • elementi di Java giugno
• realizzazione di una applicazione (20 ore)

2. METODOLOGIE
Pagina 192 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• utilizzo di piattaforme per l'e-learning (Cisco academy, moodle)
• ascolto di filmati in lingua inglese

3. MATERIALI DIDATTICI

Appunti dell’insegnante
• testi e video reperibili sul web
• software specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

* prove scritte
• interrogazioni
• test
• prove pratiche di programmazione, …

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 3 3

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

Pagina 193 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 3 3 6x1=6

…………………………………………………. ………. ………. ……….

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 22 = 84 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono ovviamente
essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 194 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TELECOMUNICAZIONI CLASSI 5AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

CONOSCENZE

Caratteristiche delle reti a commutazione di pacchetto; organismi di standardizzazione.


Architetture di protocolli nei sistemi di reti interconnesse.
Architettura, standard, cablaggio, configurazione di apparati nelle reti locali cablate e wireless.
Protocolli IP e interconnessione fra reti con differenti tipologie di indirizzi IP.
Caratteristiche fondamentali dei router e modalità di configurazione del routing.
Apparati e tecniche per sistemi di trasmissione digitali in banda base e in banda traslata. Tecniche di trasmissione a larga banda.
Parametri di qualità di un segnale in un collegamento digitale.
Classificazione, prestazioni e campi di impiego dei sistemi di accesso, a banda stretta o a larga banda, e dei sistemi di interconnessione
geografica (WAN).
Architettura, servizi e tendenze evolutive dei sistemi per lacomunicazione in mobilità.
Architettura e servizi delle reti convergenti multiservizio
Architettura generale, caratteristiche principali ed evoluzione dei sistemi
di broadcasting audio e video.

CONPETENZE

Caratteristiche delle reti a commutazione di pacchetto; organismi di standardizzazione.


Architetture di protocolli nei sistemi di reti interconnesse.
Architettura, standard, cablaggio, configurazione di apparati nelle reti locali cablate e wireless.
Protocolli IP e interconnessione fra reti con differenti tipologie di indirizzi IP.
Caratteristiche fondamentali dei router e modalità di configurazione del routing.
Apparati e tecniche per sistemi di trasmissione digitali in banda base e in banda traslata. Tecniche di trasmissione a larga banda.
Parametri di qualità di un segnale in un collegamento digitale.
Classificazione, prestazioni e campi di impiego dei sistemi di accesso, a banda stretta o a larga banda, e dei sistemi di interconnessione
geografica (WAN).
Architettura, servizi e tendenze evolutive dei sistemi per lacomunicazione in mobilità.
Architettura e servizi delle reti convergenti multiservizio
Architettura generale, caratteristiche principali ed evoluzione dei sistemi
di broadcasting audio e video.

ABILITA'

Progettare una rete locale che integri anche una rete wireless sicura, scegliendo e configurando gli apparati.
Definire schemi di indirizzamento IP per reti e sottoreti interconnesse.
Scegliere e realizzare la configurazione base di un router.
Scegliere apparati, interfacce e mezzo trasmissivo per un sistema di trasmissione digitale in banda base o in banda traslata.
Riconoscere le cause di degrado della qualità dei segnali; stimare la probabilità d’errore in un collegamento digitale.
Scegliere il sistema di accesso e/o di interconnessione geografica a/tra reti.
Individuare i servizi forniti dai sistemi per la comunicazione in mobilità in base alle loro caratteristiche.
Individuare i servizi forniti delle reti convergenti multiservizio in base alle loro caratteristiche .
Implementare la qualità del servizio utilizzando i protocolli di una rete convergente.
Individuare gli elementi fondamentali dei sistemi di broadcasting audio/video digitali.

Pagina 195 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 0 – Tipi di segnale e modalità di analisi

Unità didattica n°1 : Ripasso sui segnale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Analisi dei segnali Settembre

Modulo 1 – Struttura delle reti di calcolatori

Unità didattica n°1 : reti a commutazione di pacch etto

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Suite TCP/IP Settembre –
Reti Lan novembre
Reti WAN

Modulo 2 – TITOLO: Tecniche di trasmissione digitale

Unità didattica n°1 : trasmissioni digitali

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
•Modulo 1 -Tecniche di trasmissione novembre-
- Modulatori dicembre
-PSTN
xDSL
Ponti radio
Collegamenti via satellite

Modulo 3 – TITOLO: Sistemi di comunicazione mobile


Unità didattica n°1 : Cellulari

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• - telefonia cordless gennaio-
- GSM febbreio
- MS
- BSS
- SMSS
- OMS
-GPRS

Modulo 4 – TITOLO: reti convergenti multiservizio


Pagina 196 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Unità didattica n°1 : Reti per multiservizio

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
•Modulo 1 - VOIP ToIP marzo-aprile
- IP-PBX
- Il cloud
- NGAN
- Qos

Modulo 5 – TITOLO: Sistemi di comunicazione mobile

Unità didattica n°1 : PSTN/ISDN


alo
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
•Modulo 1 -3G/4G aprile-giugno
-UMTS
-CDMA
-sistemi audio vide

. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratori

Pagina 197 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 16 = 144 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 198 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014/2015

MATERIA TPSIT CLASSI 5AIT

INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Articolazione Telecomunicazioni)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

CONOSCENZE

sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza;


scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali;
gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della
qualità e della
sicurezza. gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali;
configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti.
redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni
professionali.

COMPETENZE

Caratteristiche dei componenti dei circuiti elettronici.


Principi di funzionamento degli strumenti di misura di grandezze elettriche
Software di simulazione circuitale analogico/digitale.
Automi a stati finiti.
Architettura e tecniche di programmazione dei microcontrollori e dei sistemi embedded.
Dispositivi integrati in un microcontrollore.

ABILITA'

Selezionare e comparare componenti per circuiti elettronici sulla base delle loro specifiche.
Effettuare misure su dispositivi elettrici utilizzando la strumentazione di laboratorio.
Verificare il funzionamento di semplici circuiti analogici e digitali.
Selezionare e dimensionare un sistema di elaborazione embedded per una applicazione data.
Programmare il microcontrollore di un sistema embedded in presenza o meno del sistema operativo.
Utilizzare il lessico e la terminologia tecnica di settore anche in lingua
inglese.

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


Pagina 199 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – TITOLO:Microcontrollori

Unità didattica n°1 : architettura di un microcont rollore


Unità didattica n°2 : assembler

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• -Microcntrollore: architettura di un sistema RISC e CISC Settembre –
-programmazione con compilatore c per sistemi RISC Dicembre

Modulo 2 – TITOLO Trasduttori

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 -Trasduttori generalità Dicembre-
- tipi di trasduttore Febbraio
- condizionamento del segnale

Modulo 3 – TITOLO C per microcontrollore

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 - Trasmissione di dati tra pc e microncontrollore Marzo-Giugno

2.METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

Pagina 200 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

•interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


•prove di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 16 = 90 ( per programma minimo )

Pagina 201 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTRONICA, ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE CLASSE 5ALL

INDIRIZZO LOGISTICA

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

.Impianti elettrici e loro manutenzione


.Mezzi trasmissivi
.Semplici concetti di automazione
.problemi relativi alla sicurezza degli impianti

COMPETENZE

• Saper usare la componentistica assemblandola correttamente;


• Avere la padronanza della strumentazione disponibile nei laboratori al fine di verificare il corretto
funzionamento di quanto studiato, progettato e realizzato;
• Saper documentare il proprio lavoro con linguaggio tecnicamente corretto ed in modo sintetico,
esaustivo e chiaro.
• padroneggiare l’uso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza nei
luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio

CAPACITÀ

-Riconoscere i sistemi di protezione degli impianti.


-Individuare e classificare le funzioni dei componenti costituenti i sistemi di produzione, trasmissione
e/o trasformazione dell’energia elettrica.
-Utilizzare semplici apparecchiature elettriche ed elettroniche
-Applicare la normativa relativa alla sicurezza.

Pagina 202 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – Richiami sullo studio dei circuiti in alternata

Contenuti Periodo
Durata (ore)
• Impedenze
• circuiti RC serie Settembre
• circuito RC parallelo (2 ore)
• circuito RLC serie e parallelo

Modulo 1 - TRASFORMATORE

Unità didattica n°1 : richiami di teoria e prove di laboratorio

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Principio di funzionamento .Differenza tra prova a vuoto e con
• Conoscenze carico settembre -
di base ottobre
macchine
.Alimentatori:schema a blocchi (8 ore)
elettriche

Modulo 2 - teoria e elaborazione analogica del segnale

Unità didattica n°1 : Diodi


Unità didattica n°2 : Transistori
Unità didattica n°3 : Amplificatori operazionali

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Fisica dei • Spettro di un segnale Ottobre-
semiconduttori,parametri • • amplificazione Novembre -
degli operazionali • • componenti elettronici per l'elaborazione analogica: diodi,
• transistor, amplificatori operazionali (11 ore)
• Configurazioni con A.O.
• • utilizzo di multimetro e oscilloscopio

Modulo 3 – Mezzi trasmissivi-Fibre ottiche

Unità didattica n°1 : Teoria della propagazione nel le fibre ottiche


Unità didattica n°2 : Sorgenti ottiche

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Generalità Novembre-
Dicembre
Pagina 203 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• propagazione nelle fibre ottiche (12 ore)


• Larghezza di banda-attenuazione
• Sorgenti ottiche

Modulo 4 – Automazione:Sistemi ed analisi

Unità didattica n°1 : Definizioni


Unità didattica n°2 : Algebra degli schemi a blocch i
Unità didattica n°3 : Trasformata di Laplace

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Gennaio-
• Cenni storici sui controlli automatici. Febbraio
• • Definizioni di sistema, controllo, variabili, segnali, ingresso di (14 ore)
controllo, ingresso di disturbo, uscita, regolatore, sistema lineare,
errore, fedeltà di risposta.
• Ingressi canonici. Definizioni di impulso, gradino, rampa, rampa
parabolica.
• Algebra degli schemi a blocchi. Connessioni in cascata, in
parallelo, in retroazione.
• Trasformate di Laplace. Trasformate e antitrasformate di Laplace
degli ingressi canonici e della funzione esponenziale

Modulo 5 – Impianti elettrici

Unità didattica n°1 : Terminologia impianti elettri ci


Unità didattica n°2 : Dispositivi di sicurezza e pr otezione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
marzo-aprile
• U. D. 1: Componenti principali degli impianti elettrici. Trasporto, (12 ore)
distribuzione dell’energia elettrica.
• Sistemi TT, TN e IT. Interruttori magnetotermici. Fusibili. La
selettività delle protezioni. Interruttori differenziali. Il contattore. Il
relè ausiliario. Il rischio elettrico. I pulsanti.
• Esperienze di laboratorio
• Protezione contro i contatti diretti e indiretti

Pagina 204 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2.METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Esercitazioni di laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Eventuali Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, quesiti a risposta multipla

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

Verifiche orali 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 205 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 3 3 6x1=6

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 14

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 40

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO 33 x 3 = 99

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA 80% di A = 79

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE 40

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = 99 – 40 = 59 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 206 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE

“ALESSANDRO ROSSI” - VICENZA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE


DI DIPARTIMENTO (Corso Serale)

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

DIPARTIMENTO DI ELN-ELT-INF-TEL

VICENZA 11-10-2014

Pagina 207 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TECNOLOGIE INFORMATICHE CLASSE 1AS

INDIRIZZO TUTTI (Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

 avere una conoscenza della struttura H/W e S/W di un computer e della


tecnica di programmazione top-down utilizzando il linguaggio di progetto
conoscenza e ricerca dei parametri caratteristici dei componenti elettronici
commerciali
 Acquisire una conoscenza appropriata del linguaggio C di programmazione
 Essere in grado di sostenere gli esami per l'ECDL

COMPETENZE

• analizzare problemi prevalentemente di tipo fisico impiegando la logica


concettuale e strumenti di programmazione con il linguaggio ad alto livello C
per NXT.
• Essere in grado di assemblare un Personal Computer, di eseguire una ricerca
guasti relativi alle varie periferiche e di installare un sistema operativo,
internet, Word processing, fogli di calcolo, data base e un sistema di
presentazione

ABILITA'

•analizzare un problema di tipo informatico e essere in grado di risolverlo con il


linguaggio C di programmazione per la robotica
•analizzare e gestire un pacchetto “office” a livello della ECDL

Pagina 208 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E


PERIODI DI ATTUAZIONE

Modulo 1 – TITOLO: ELEMENTI DI INFORMATICA

Unità didattica n°1 : Struttura di un computer (ha rdware-software).


Unità didattica n°2 : Algoritmi e strutture di cont rollo

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo1 • Che cos’è un computer Settembre –
• Rappresentazione dei dati all’interno di un computer Ottobre
• Architettura di un computer 20 ore
• Principali periferiche
• Che cos’è un sistema operativo
• Principali funzioni di Windows
• Organizzazione dello spazio di lavoro: creazione di cartelle
e sottocartelle
• Tipi di file
• Ricerca di file
• Compressione e backup dei file
• Laboratorio: smontaggio e assemblaggio di un PC
• Uso dei sistemi operativi

Modulo 2 – TITOLO: utilizzo pacchetti software

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Modulo 1 • Gestione File Novembre-
• Gestione di un programma di videoscrittura Aprile
•Foglio elettronico (utilizzo per problemi multidisciplinari: 40 ore
matematica, fisica, scienze)
•Browser (ricerca di informazioni in internet)
•Posta elettronica (netiquette)
•Sicurezza in internet
•Norme sulla privacy e sul copyright
•L’open source
•Laboratorio: utilizzo di openoffice, firefox, thunderbird.

Pagina 209 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – TITOLO: LINGUAGGIO AD ALTO LIVELLO

Unità didattica n°1 : il linguaggio di programmazio ne C e BrickC

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
• Modulo 1 • Conoscenza e uso del linguaggio di programmazione C. Aprile-Giugno
• Che cos’è un programma 20 ore
• Descrizione di un programma tramite flow chart
• Variabili e costanti
• Istruzioni di diramazione e cicli
• Le funzioni e i task
• Laboratorio: programmazione

METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà
• Svolgimento in laboratorio di prove sugli argomenti trattati

3. MATERIALI DIDATTICI

•Libro di testo
•Appunti dell’insegnante

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• interrogazioni, test, questionari , quesiti a risposta multipla, …


• prove di laboratorio

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 1 ore 2 2

TEST o interrogazioni di 1 ora 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 210 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 1 ore 2 2 4x1 =4

TEST di 1 ora 2 2 4x1=4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 8


PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 16

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 16

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 16 = 64 ( per programma minimo )

Pagina 211 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA CLASSE 3AES

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Conoscenza dei bipoli elettrici, campo elettrico, campo magnetico e grandezze elettriche
alternate.

Conoscere i segnali che interessano i circuiti digitali e/ o analogici;

Conoscere le funzioni di elaborazione di tali segnali ed i circuiti che le realizzano;

conoscere le funzioni dei dispositivi offerti dalla componentistica commerciale (o disponibile


in istituto)

saper consultare i data-sheet

Per quanto riguarda il laboratorio:

Conoscenza degli strumenti elettrici (voltmetro, amperometro e wattmetro) e rilievo delle


caratteristiche elettriche dei bipoli fondamentali.

Conoscere la strumentazione di base (alimentatori, multimetri, generatori di funzione


oscilloscopi...)

COMPETENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Saper risolvere circuiti elettrici di media complessità con più metodi risolutivi.

Saper valutare i fenomeni elettrodinamici che si verificano nei circuiti elettrici.

Saper dimensionare circuiti magnetici.

Capacità di disegnare sottosistemi elettronici;

Saper usare la componentistica assemblandola correttamente;

Pagina 212 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Saper elaborare correttamente la funzioni fondamentali per dimensionare sottosistemi


semplici,

Per quanto riguarda il laboratorio:

Saper utilizzare la strumentazione necessaria per lo svolgimento delle misure.

Avere la padronanza della strumentazione disponibile nei laboratori al fine di verificare il


corretto funzionamento di quanto studiato, progettato e realizzato;

Saper documentare il proprio lavoro con linguaggio tecnicamente corretto ed in modo


sintetico, esaustivo e chiaro.

CAPACITÀ

Per quanto riguarda la teoria:

Saper risolvere circuiti con reti in corrente continua e alternata.

Saper determinare i fenomeni energetici che si stabiliscono nei circuiti elettrici e magnetici.

Organizzare le proprie conoscenze e competenze acquisite per analizzare i problemi di


maggiore complessità elaborandone soluzioni in modo autonomo o in equipe, dimostrando
così capacità di analisi, rielaborazione di sintesi ed attitudini organizzative, progettuali e
di realizzazione.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Saper svolgere autonomamente delle misure elettriche su reti in corrente continua e corrente
alternata.

Pagina 213 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 1 - GRANDEZZE ELETTRICHE FONDAMENTALI.

Unità didattica n°1 : Grandezze elettriche


Unità didattica n°2 : Attività di laboratorio

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Conoscenze Grandezze elettriche Settembre
di Fisica e Ottobre
Matematica • Definizioni delle grandezze elettriche fondamentali e delle loro (10 ore)
unità di misura: tensione, corrente, resistenza, conduttanza,
resistività.
• Influenza della temperatura.

Attività di Laboratorio

• Misure delle grandezze fondamentali di un circuito elettrico:


tensione, corrente, resistenza.
• Verifica della legge di Ohm
• Verifica della classe di precisione di un voltmetro, con un
voltmetro campione.
• Verifica della classe di precisione di un amperometro, con un
amperometro campione.

Modulo 2 - BIPOLI ELETTRICI E LORO COLLEGAMENTI

Unità didattica n°1 : Bipoli elettrici


Unità didattica n°2 : Collegamenti di bipoli elettr ici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 1 Ottobre
Bipoli e loro collegamenti (10 ore)
• Generatore elettrico e circuito elementare;
• L’utilizzatore
• Legge di Ohm.
• Collegamento in serie ed in parallelo di bipoli

Attività di Laboratorio
• Verifica della legge di Ohm
• Verifica della classe di precisione di un voltmetro, con un
voltmetro campione.
• Verifica della classe di precisione di un amperometro, con un
amperometro campione.

Pagina 214 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 - RETI ELETTRICHE

Unità didattica n°1 : Risoluzione di semplici reti elettriche lineari in corrente continua
Unità didattica n°2 : Risoluzione di reti complesse in corrente continua
Unità didattica n°3 : Energia potenza elettrica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2 Novembre
Risoluzione di semplici reti elettriche lineari in corrente continua Dicembre
(14 ore)
• Reti elettriche con un solo generatore: leggi di Kirchhoff,
resistenza equivalente, partitore di tensione e corrente.
• Generatore reale di tensione e di corrente e loro caratteristiche.
• Caratteristiche voltamperometriche di bipoli lineari e non.

Risoluzione di reti complesse in corrente continua e applicazioni nelle


reti lineari

• Metodo di Kirchhoff, teorema di Millmann.


• Metodo della sovrapposizione degli effett.
• Metodo dei generatori equivalenti di Thevenin.

Energia potenza elettrica


• Energia e potenza elettrica.
• Perdite e rendimento.

Attività di Laboratorio
• Misura di una grande resistenza con il metodo
voltamperometrico.
• Misura di una piccola resistenza con il metodo
voltamperometrico.
• Misura di una resistenza con il ponte di Wheatstone.
• Misura di potenza in c.c.

Modulo 4 - CAMPO ELETTRICO

Unità didattica n°1 : Campo Elettrico


Unità didattica n°2 : Condensatore elettrico

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2,3 Dicembre
• Matematica: Campo Elettrico Gennaio
caratteristica (8 ore)
esponenziale • Definizioni delle grandezze elettriche fondamentali. Tracciamento
dei campi elettrici tipici.
• Energia e potenziale elettrico; superfici equipotenziali; presenza
di conduttori ed isolanti all'interno di un circuito elettrico;
• polarizzazione dei dielettrici.

Condensatore elettrico

• Esercizi Capacità, dielettrici, rigidità dielettrica; collegamenti tra

Pagina 215 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

condensatori; energia elettrostatica accumulata; fenomeni di


carica e scarica di condensatori inseriti in un circuito elettrico,

Attività di Laboratorio

• Visualizzazione della caratteristica di carica/scarica con


oscilloscopio

Modulo 5 - ELETTROMAGNETISMO. CIRCUITI MAGNETICI

Unità didattica n°1 : Campo Magnetico


Unità didattica n°2 : Circuiti Magnetici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2,3 Gennaio
Campo Magnetico febbraio
(10 ore)
• Definizione delle principali grandezze del campo magnetico.
• Campi magnetici prodotti da correnti; configurazioni e
tracciamenti di campi tipici.
• Le azioni magnetoelettriche; fenomeni di induzione
elettromagnetica; legge di Lenz e sue applicazioni
• Induttanza di un circuito.
• Fenomeni di autoinduzione e mutua induzione.
• Fenomeni transitori nei circuiti magnetici; che comprendono
autoinduttanze.

Circuiti Magnetici

• Circuiti magnetici.
• Materiali ferromagnetici e loro caratteristiche; la permeabilità
relativa.
• Calcolo di semplici circuiti magnetici serie con l'uso delle
caratteristiche di magnetizzazione
• Energia nei circuiti magnetici; perdite per isteresi.

Modulo 6 - “ALGEBRA DI BOOLE”

Unità didattica n°1 : L’algebra di boole.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• aritmetica ed Febbraio
operazioni L’algebra di boole Marzo
fondamentali (8 ore)
con i numeri • Metodi di conversione tra sistemi di numerazione differenti,
decimali operazioni elementari con i numeri binari, operazioni algebriche
con numeri binari.
• Operazioni logiche fondamentali e algebra di Boole;
• Funzioni logiche e metodi di minimizzazione;
• Esempi pratici con dispositivi presenti in commercio.

Pagina 216 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 7 - CIRCUITI COMBINATORI

Unità didattica n°1 : Circuiti Logici combinatori f ondamentali.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 6 Marzo
Circuiti combinatori Aprile
(10 ore)
• Circuiti logici combinatori
• Esempi di codificatori e decodificatori
• Multiplexer e demultiplexer,

Attività di Laboratorio
• Simulazione delle reti combinatorie con il programma multisim

Modulo 8 - RETI SEQUENZIALI E MEMORIE

Unità didattica n°1 : FLIP – FLOP: FF asincroni a p orte NOR e porte NAND; FF asincroni con ingresso di
clock, FF asincroni tipo D, FF asincroni tipo JK, FF asincroni tipo master – slave; FF sincroni con ingressi
asincroni di clear e di preset, FF sincroni tipo D, FF sincroni tipo JK, FF sincroni tipo T;
Unità didattica n°2 : LABORATORIO: FF asincroni a p orte NOR, FF asincroni mediante porte NAND; FF
asincrono con ingresso di clock, FF asincroni tipo Data;
Unità didattica n°3 : CONTATORI: binari, modulo qua lunque contatori up-down contatori in cascata, limite di
frequenza, contatori sincroni; grafi di flusso, procedure di progetto di contatori sincroni
Unità didattica n°4 : LABORATORIO: contatore asincr oni UP modulo 16 e DOWN modulo 16
Unità didattica n°5 : registri SISO, SIPO, PISO, PI PO, registri bidirezionali
Unità didattica n°6 : MEMORIE
Unità didattica n°7 : ROM
Unità didattica n°8 : RAM

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 6 Aprile
Reti sequenziali Maggio
(14 ore)
• Funzionamento dei flip – flop sincroni ed asincroni
• Contatori e registri
• Macchine a stati

Memorie

• Memorie ROM
• Memorie RAM
• Espansione di parola e di memoria

Attività di Laboratorio
• Simulazione delle reti sequenziali con il programma multisim

Pagina 217 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• Altri testi più specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla.
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

esempio

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 10

Pagina 218 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI AUTOMATICI CLASSE 3AES

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Gli studenti dovranno conoscere le definizioni fondamentali della teoria dei sistemi, i modelli
matematici dei componenti elettrici fondamentali e gli analoghi termici ed idraulici. Dovranno
conoscere le tecniche necessarie per risolvere semplici reti elettriche al fine di valutarne il
comportamento nel transitorio. Dovranno conoscere le proprietà di sensori e trasduttori e le principali
caratteristiche dei trasduttori di temperatura e di posizione. Dovranno conoscere i metodi e le strutture
necessarie alla programmazione strutturata nonché le basi per programmare in LabVIEW.

COMPETENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di interpretare un sistema termico o idraulico e tramutarlo
nell’analogo elettrico. Dovranno essere in grado di risolvere semplici reti elettriche sia alle differenze
finite che con le trasformate di Laplace. Dovranno essere in grado di eseguire semplici esercitazioni di
laboratorio con trasduttori di temperatura e posizione elaborando una relazione dell’esercitazione
stessa. Dovranno essere in grado di programmare semplici strumenti virtuali in LabVIEW di supporto
all’attività teorica.

CAPACITÀ’

Gli studenti dovranno essere in grado in maniera autonoma ed originale di affrontare lo studio nel
dominio del tempo di semplici sistemi lineari del 1° e 2° ordine in assenza di oscillazioni. Dovranno
inoltre essere in grado di simularne al computer il funzionamento.

Pagina 219 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI

Modulo 1 – TITOLO: SISTEMI INFORMATICI (Aula)


Unità didattica n°1 : Architettura hardware di un c omputer, le periferiche del PC, memorie e porte di
comunicazione
Unità didattica n°2 : Architettura software di un e laboratore, i sistemi operativi, reti di computer
Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)

• Struttura di un elaboratore Da
• Conoscenza
• Bus di espansione Settembre a
numerazione
• Microprocessori Dicembre
• binaria
• Periferiche

Modulo 2 – TITOLO: Fondamenti di teoria di sistemi (Aula)

Unità didattica n°1 : Sistemi e modelli


Unità didattica n°2 : Componenti elementari

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Definizioni di sistemi Da Gennaio
• Conoscenze
• Componenti elettrici elementari a
di base di
• Componenti termici elementari Febbraio
Fisica.
• Componenti idraulici elementari

Modulo 3 – TITOLO: Analisi dei sistemi (Aula)


Unità didattica n°1 : Analisi con il metodo delle d ifferenze finite
Unità didattica n°2 : Trasformate di Laplace
Unità didattica n°3 : Circuiti RC e RLC
Unità didattica n°4 : Diagrammi a blocchi

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Metodi solutivi di semplici reti elettriche con il metodo delle
differenze finite
Da Marzo
• Generalità delle trasformate di Laplace e loro applicazione per la
a
• Modulo 2 soluzione delle reti
Maggio
• Analisi nel dominio del tempo di semplici sistemi lineari del 1° e 2°
ordine
• Rappresentazione con i diagrammi a blocchi dei sistemi

Pagina 220 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 4 – TITOLO: Trasduttori ( laboratorio)

Unità didattica n°1 : Caratteristiche dei trasdutto ri


Unità didattica n°2 : Classificazione dei trasdutto ri
Unità didattica n°3 : Trasduttori di temperatura
Unità didattica n°4 : Trasduttori di posizione
Unità didattica n°5 : Trasduttori di luminosità

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Conoscenze • Definizioni di sensore e di trasduttore Da
di base di • Parametri dei trasduttori Settembre
Fisica ed • Classificazione dei trasduttori a Maggio
Elettrotecnica. • Esercitazioni in laboratorio con i trasduttori (30 ore)

Modulo 5 – TITOLO: Programmazione strutturata (laboratorio)

Unità didattica n°1 : La programmazione strutturata

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Laboratorio
d’informatica • Metodi e definizioni nella programmazione strutturata Febbraio
del biennio

Modulo 6 – TITOLO: Programmazione in C++ (aula e laboratorio)

Unità didattica n°1 : Tecniche di programmazione in LabVIEW

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Modulo 4 e
• L’ambiente C++ Da Marzo a
laboratorio
• Principali controlli e funzioni Maggio
d’informatica
• Le strutture (30 ore)
del biennio

Pagina 221 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale
• Sollecitazione di risposte a quesiti posti a tutta la classe
• Svolgimento di esercizi di applicazione della teoria
• Prove di simulazione in laboratorio per la verifica e/o l’anticipazione delle spiegazioni teoriche
• Lezioni con il proiettore in classe e/o in laboratorio

3. MATERIALI DIDATTICI

• Vol 1° del corso di Sistemi in adozione


• Appunti dalle lezioni
• Software didattici ed industriali
• Apparecchiature didattiche ed industriali
• PC multimediale

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA


• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove al PC
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 222 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSEE CLASSI 3AES

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini di:

CONOSCENZE

Componentistica degli impianti civili ed industriali ed i dispositivi di sicurezza.


Riferimenti tecnici e normativi.
Simbologia e norme di rappresentazione circuiti e apparati
Metodi di rappresentazione e di documentazione
Concetti di rischio, di pericolo, di sicurezza e di affidabilità.
Dispositivi di protezione generici e tipici del campo di utilizzo e loro affidabilità.
Rischi presenti in luoghi di lavoro, con particolare riferimento al settore elettrico ed elettronico.
Normativa sulla sicurezza, sistemi di prevenzione e gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Software dedicati per la progettazione la simulazione e la documentazione.
Sensori ed attuatori.
Manualistica d’uso e di riferimento.
Caratteristiche dei componenti attivi e passivi e dei circuiti integrati.
Principi di funzionamento, tecnologie e caratteristiche di impiego dei componenti circuitali.
Proprietà tecnologiche dei materiali.
L’analisi dei segnali analogici e digitali
Codifica dei segnali.
Fondamenti di elettronica integrata.
Controlli di tipo on off e digitali.
Caratteristiche dei componenti del controllo automatico.
Tipologie dei sistemi di controllo.

COMPETENZE

Rappresentare schemi funzionali di componenti circuitali, reti , e apparati.


Scegliere le apparecchiature idonee al monitoraggio e al controllo.
Applicare le norme tecniche e le leggi sulla sicurezza nei settori di interesse.
Riconoscere i rischi dell’utilizzo dell’energia elettrica in diverse condizioni di lavoro ed applicare i metodi di
protezione dalle tensioni contro i contatti diretti e indiretti.
Individuare i criteri per la determinazione del livello di rischio accettabile, l’influenza dell’errore umano ed
assumere comportamenti coerenti.
Individuare le componenti tecnologiche e gli strumenti occorrenti per il progetto specifico.

Pagina 223 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Realizzare progetti di difficoltà crescente, corredandoli di documentazione tecnica.


Scegliere i materiali e le apparecchiature in base alle caratteristiche tecniche
Analizzare e dimensionare impianti elettrici di comando, controllo e segnalazione.
Individuare e utilizzare la strumentazione di settore scegliendo adeguati tipi di trasduttori.
Rappresentare, elaborare e interpretare i risultati delle misure anche con strumenti informatici.
Individuare i fattori di rischio nei processi produttivi e negli ambienti di lavoro del settore.
Applicare le normative, nazionali e comunitarie, relative alla sicurezza e adottare misure e dispositivi idonei di
protezione e prevenzione.
Riorganizzare conoscenze multidisciplinari per un progetto esecutivo.
Applicare metodi di problem solving.
Identificare e utilizzare bipoli elettrici e circuiti integrati.
Disegnare e realizzare reti logiche digitali.
Progettare e realizzare semplici sistemi di controllo con logica cablata.
Inserire nella progettazione componenti e sistemi elettronici

1. CONTENUTI DISCIPLINARI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


• PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

I contenuti e le durate dei moduli, basati su quelli minimi indicati nella Programmazione di Dipartimento, vanno
tarati per la specifica classe di riferimento.

• Modulo 1 - Sicurezza NORMATIVA

Unità didattica n°1 : Legislazione e normativa

Prerequisiti Contenuti Periodo

Norme CEI , Settembre


diritto di 2° 4 ore
Norma 64-8
DM N° 37/2008

• Modulo 2 - Sicurezza PERICOLOSITA’ CORRENTE ELETTRICA

Unità didattica n°1 : Percezione della corrente elettrica


Unità didattica n°2 : Effetti fisiopatologici
Unità didattica n°3 : Limiti di pericolosità
Unità didattica n°4 : Classificazione dei sistemi elettrici : sistemi TT-TN - IT
Unità didattica n°5 : Contatti diretti ed indiretti
Unità didattica n°6 : Circuiti di guasto e protezioni

Prerequisiti Contenuti Periodo

Classificazione dei sistemi elettrici in relazione al collegamento a terra : Settembre


sistemi TT / TN / IT 4 ore
Contatti diretti ed indiretti
Circuiti di guasto
Protezione con interruzione automatica dell’alimentazione : uso delle
protezioni magnetotermiche e differenziali

Pagina 224 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – TITOLO : IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

Unità didattica n°1 : Grandezze elettriche fondamentali


Unità didattica n°2 : Produzione e distribuzione dell’energia elettrica
Unità didattica n°3 : Simbologia negli schemi di impianti elettrici
Unità didattica n°4 : L’impianto elettrico negli edifici di uso civile e in cantiere. Sicurezza.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Tensione e corrente Settembre
• Tipi di centrale Gennaio
• Nozioni di base su alternatori – trasformatori – motori
• Il disegno elettrico ore 40
• La rappresentazione dei circuiti
• Sicurezza : effetti della corrente elettrica sul corpo umano e protezioni
• Realizzazione di vari impianti luce e FM con diversi comandi

Modulo 4 – TITOLO: FISICA DEI MATERIALI

Unità didattica n°1 : Richiami sulla struttura atomica della materia


Unità didattica n°2 : Materiali isolanti, conduttori e magnetici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Conoscenze di • Livelli e bande di energia. Settembre
base di Fisica, • Conoscenze di base sulla struttura dei conduttori, semiconduttori e Ottobre
Chimica e isolanti
Matematica • Proprietà elettriche ore 5
• Proprietà magnetiche

Modulo 5 – TITOLO : COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI

Unità didattica n°1 : Resistori


Unità didattica n°2 : Condensatori
Unità didattica n°3 : Induttori
Unità didattica n°4 : Relè e temporizzatori
Unità didattica n°5 : Diodo e transistor bipolari

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
•Parametri caratteristici dei vari componenti Novembre
•Proprietà tecnologiche dei materiali. Gennaio
•Serie commerciali e codici colore ore 20
•Tecnologie costruttive
•Conoscenza dei semiconduttori e loro caratteristiche
•Conoscenza dei metodi di costituzione dei componenti a semiconduttore
•Conoscenza di diodi e transistor; circuiti on-off per tali componenti

Pagina 225 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 6 – TITOLO : TECNOLOGIA DEI CIRCUITI DIGITALI INTEGRATI

Unità didattica n°1 : I circuiti integrati


Unità didattica n°2 : Principali famiglie logiche
Unità didattica n°3 : Analisi dei data sheet

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Parametri caratteristici delle porte logiche: livelli di tensione, Febbraio
margine di rumore, correnti, fan out Marzo
• Interfacciamento di famiglie logiche diverse ore 10
• Ricerca dati nei fogli tecnici

Modulo 7 – TITOLO: PROGETTAZIONE DISEGNO E REALIZZAZIONE

Unità didattica n°1 : Disegno dello schema elettrico con AutoCAD funzionale e topografico
Unità didattica n°2 : La simulazione del circuito elettronico con MULTISIM
Unità didattica n°3 : Implementazione di semplici circuiti elettrici civili
Unità didattica n°4 : Disegno

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Progettazione, disegno, simulazione, realizzazione, collaudo e Febbraio-
stesura relazione finale di circuiti elettrici Giugno
ore 40

2. METODOLOGIE

 Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


 Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
 Correzione di esercizi proposti
 Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

• 3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante

Pagina 226 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla, …
• esperienze laboratorio

PRIMO SECONDO
• TIPO DI VERIFICA PERIODO PERIODO numero
numero previsto previsto
COMPITI di 1 ore 2 2

Esperienze laboratorio 5 5

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

•quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 85 % del monte ore annuo
complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di lezione) si
dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA


5
MATERIA
MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su
A = 200 / 6 x 5 = 167
200 gg.)
ORE NETTE DISPONIBILI PER LA
B = 80% di A = 133
DIDATTICA
ORE PER VERIFICHE E RECUPERO
C = 10
CURRICOLARE

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 133 – 10 = 123 per programma minimo

Pagina 227 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA CLASSI 4AES

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Le principali tecniche risolutive per lo studio di semplici reti elettriche alimentate con grandezze
sinusoidali

I principali concetti legati ai sistemi trifasi con particolare attenzione alle potenze

I principali concetti legati ai principali dispositivi utilizzati nell’elettronica analogica.

Gli aspetti fondamentali nella progettazione di impianti e apparecchiature elettriche ed elettroniche

Per quanto riguarda il laboratorio:

Conoscenza degli strumenti elettrici e della loro inserzione nelle misure in alternata monofase e trifase

Conoscere il principio di funzionamento di programmi per progettare, simulare e sbrogliare circuiti


elettrici ed elettronici.

COMPETENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Applicare nello studio e nella progettazione di impianti e apparecchiature elettriche ed elettroniche i


procedimenti dell’elettrotecnica e dell’elettronica
Analizzare tipologie e caratteristiche tecniche degli impianti, delle apparecchiature elettriche ed
elettroniche, con riferimento ai criteri di scelta per la loro utilizzazione e interfacciamento.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare


verifiche, controlli e collaudi

Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni


professionali

Pagina 228 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Per quanto riguarda la teoria:

Saper risolvere circuiti con reti in corrente alternata monofase e trifase.


Organizzare le proprie conoscenze e competenze acquisite per analizzare i problemi di maggiore
complessità elaborandone soluzioni in modo autonomo o in equipe, dimostrando così capacità di
analisi, rielaborazione di sintesi ed attitudini organizzative, progettuali e di realizzazione.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Saper svolgere autonomamente delle misure elettriche ed elettroniche su reti in corrente alternata
monofase e trifase e su sistemi elettronici analogici.

Pagina 229 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 1 - RETI ELETTRICHE LINEARI IN CORRENTE ALTERNATA.

Unità didattica n°1 : Grandezze periodiche e altern ate.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
Elettrotecnica Grandezze periodiche e alternate Settembre
• moduli terzo Ottobre
anno • Funzioni periodiche, alternate e sinusoidali. (10 ore)
Matematica: • Rappresentazione vettoriale delle sinusoidi.
• numeri • Operazione con le sinusoidi.
complessi e
operazioni
relative
Fisica:
• grandezze
vettoriali ed
operazione
tra gli stessi

Modulo 2 - CIRCUITI IN CORRENTE ALTERNATA MONOFASE

Unità didattica n°1 : Circuiti RL, RC e RLC serie e parallelo.


Unità didattica n°2 : Metodi di risoluzione delle r eti elettriche in regime sinusoidale.
Unità didattica n°3 : Potenza in regime sinusoidale monofase.
Unità didattica n°4 : Linee elettriche monofasi.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Conoscenze Ottobre
di base di • Circuito R-L serie e parallelo. Novembre
matematica, • Circuito R-C serie e parallelo. (25 ore)
trigonometria • Circuito R-L-C serie e parallelo.
• elettrotecnica • Risonanza serie e parallelo.
di terza • Principi di Kirchoff in alternata
• Teoremi delle reti.
• Risoluzione di reti elettriche complesse.
• Potenza attiva, reattiva e apparente.
• Teorema di Boucherot.
• Metodo delle potenze per la risoluzione di circuiti elettrici.
• Rifasamento industriale: totale o parziale.
• Caduta di tensione in linea, perdite e rendimento.

Attività di laboratorio

• Misura dell’impedenza equivalente di un carico alimentato in


alternata.
• Misura della potenza assorbita da un carico R-L.
• Rifasamento di un carico a basso cosf.

Pagina 230 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 - SISTEMI TRIFASE

Unità didattica n°1 : Generazione di tensione trifa se.


Unità didattica n°2 : Sistema trifase di grandezze elettriche.
Unità didattica n°3 : Potenza nei sistemi trifase.
Unità didattica n°4 : Linee elettriche trifase.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2 Dicembre
• Generatore trifase simmetrico a stella e a triangolo Gennaio
• Collegamento delle fasi. (25 ore)
• Carichi equilibrati.
• Carichi squilibrati.
• Potenza nei sistemi trifasi equilibrati e squilibrati: ARON e RIGHI
• Linee elettriche trifasi.
• Rifasamento di carichi trifasi.

Attività di laboratorio

• Misura di potenza attiva con il metodo di Aron.


• Misura di potenza nei sistemi trifasi squilibrati mediante
un’inserzione Righi.

Modulo 4 - ANALISI E DIMENSIONAMENTO IMPIANTI

Unità didattica n°1 : Apparecchi di manovra e prote zione


Unità didattica n°2 : Rifasamento industriale

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2,3
Reti trifasi Febbraio
Sovracorrenti : tipi : sovraccarico , corto circuito Marzo
Sollecitazione termica per sovraccarico (25 ore)
Calcolo della corrente di corto circuito negli impianti monofasi e trifasi
e scelta del potere di interruzione degli interruttori
Classificazione dei relè
Relè termico ed elettromagnetico di max corrente
Protezione magnetotermica ed elettronica
Interruttori automatici per BT : Tarature; Criteri di scelta – curva
d’intervento
Fusibili curva d’intervento
Necessità del rifasamento
Tipi di rifasamento : distribuito a gruppi e centralizzato
Calcolo delle batterie di rifasamento e delle resistenze di scarica
Allacciamento dei condensatori : calcolo delle protezioni.

Pagina 231 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 5 – ELETTRONICA ANALOGICA

Unità didattica n°1 : Diodi e loro applicazione


Unità didattica n°2 : Transistor bipolare e ad effe tto di campo
Unità didattica n°3 : Amplificatori operazionali e loro configurazioni

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Elettrotecnic Aprile
a di terza. • Principio di funzionamento del diodo Maggio
• Circuiti raddrizzatori (25 ore)
• Diodo zener
• Principio di funzionamento del BJT
• Reti di polarizzazione del BJT e utilizzo del BJT come interruttore
• Amplificatore operazionale ideale e reale
• Configurazione invertente
• Configurazione non invertente
• Configurazione differenziale

Attività di Laboratorio
• Simulazione delle reti analogiche con il programma multisim

Pagina 232 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• Altri testi più specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla.
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 233 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

esempio

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 10

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 6 6 12

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 5

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 5 = 166

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 132

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 132 – 22 = 110 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 234 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI AUTOMATICI CLASSE 4AES

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica Corso serale)



PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Gli studenti dovranno conoscere le definizioni fondamentali della teoria dei sistemi, i modelli
matematici dei componenti elettrici fondamentali. Dovranno conoscere le tecniche necessarie per
risolvere semplici reti elettriche con o senza condizioni iniziali al fine di valutarne il comportamento nel
transitorio. Dovranno conoscere le proprietà di trasduttori ed attuatori e le principali caratteristiche dei
trasduttori di temperatura e di luminosità. Dovranno conoscere i fondamentali per programmare in
LabVIEW e Matlab. Dovranno conoscere le tecniche di base per studiare un sistema nel dominio della
frequenza. Verranno inoltre fornite allo studente le nozioni propedeutiche allo studio di alcuni dei più
importanti filoni dell'automazione. In particolare verranno sviluppati i seguenti argomenti:
•I sistemi informatici e i linguaggi di programmazione
•Gli automi a stati finiti
•I microcontrollori e Arduino

COMPETENZE

Gli studenti dovranno essere in grado di risolvere semplici reti elettriche con le trasformate di Laplace.
Dovranno essere in grado di individuare i parametri di risposta di un sistema lineare del 1° o 2° ordi ne.
Dovranno essere in grado di tracciare i diagrammi di Bode di una semplice funzione di trasferimento.
Dovranno essere in grado di programmare semplici strumenti virtuali in LabVIEW e Matlab di supporto
all’attività teorica. L'insegnamento in laboratorio permette allo studente di affrontare lo studio di
automatismi e controlli estremamente efficaci e moderni al passo con l'attuale stato dell'automazione
industriale. Tutti gli insegnamenti si svolgono in laboratori ben attrezzati dove gli studenti toccano con
mano tutte le tecnologie che vengono loro illustrate.

CAPACITÀ

Gli studenti dovranno essere in grado in maniera autonoma ed originale di affrontare lo studio nel
dominio del tempo e nel dominio della frequenza di semplici sistemi lineari del 1° e 2° ordine anche i n
presenza di fenomeni risonanti. Dovranno inoltre essere in grado di simularne al computer il
funzionamento scegliendo il software da utilizzare (LabVIEW, Matlab, Simulink). L'obiettivo
fondamentale della parte pratica è di portare lo studente a diventare autonomo nell'affrontare problemi
con strumenti estremamente moderni e a curare la propria auto formazione per un continuo
aggiornamento. La metodologia di lavoro è quella del lavoro di gruppo, della suddivisione dei compiti
che viene sperimentata direttamente in laboratorio nel lavoro curricolare.

Pagina 235 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI ED UNITÀ DIDATTICHE E

Modulo 1 – TITOLO: Analisi dei sistemi lineari nel dominio del tempo
(Aula)

Unità didattica n°1 : Sistemi lineari del 1° e 2° o rdine


Unità didattica n°2 : Parametri della risposta al g radino
Unità didattica n°3 : Risposta libera e risposta fo rzata

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Coefficienti di smorzamento e pulsazione naturale non smorzata Da
 Programma di
 Parametri della risposta al gradino Settembre a
sistemi del
 Risposta libera e forzata di un sistema del 1° ord ine Ottobre
terzo anno
 Risposta libera e forzata di un sistema del 2° ord ine (12 ore)

Modulo 2 – TITOLO: Analisi dei sistemi lineari nel dominio della


frequenza (Aula)

Unità didattica n°1 : Diagrammi di Bode


Unità didattica n°2 : Circuiti RC e RLC nello studi o in frequenza

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Tecniche di rappresentazione delle funzioni di trasferimento con i
Novembre
diagrammi di Bode
 Modulo 1 Gennaio
 Circuiti RC e RLC. Filtri.
(20 ore)
 Parametri della risposta in frequenza

Modulo 3 – TITOLO: Stabilità (Aula)

Unità didattica n°1 : Criterio di Bode


Unità didattica n°2 : Criterio di Nyquist

Prerequisiti
Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Margine di fase e di guadagno, criterio di Bode. Febbraio
 Moduli 1, 2  Diagrammi polari. Maggio
 Diagramma e criterio di Nyquist (38 ore)

Modulo 4 –MICROCONTROLLORI

Unità didattica n°1 : Architettura di un microproce ssore


Unità didattica n°2 : Architettura di un microcontr ollore
Unità didattica n°3 : Struttura interna dei microco ntrollori PIC
Unità didattica n°4 : Arduino
Unità didattica n°5 : Programmazione in C

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
 Programmazione e interfacciamento di microcontrollori Settembre
Giugno
(70 ore)

Pagina 236 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

 Lezione frontale
 Sollecitazione di risposte a quesiti posti a tutta la classe
 Svolgimento di esercizi di applicazione della teoria
 Prove di simulazione in laboratorio per la verifica e/o l’anticipazione delle spiegazioni teoriche
 Verrà promossa l'autonomia organizzativa ed il lavoro di gruppo

3. MATERIALI DIDATTICI

 Vol 2° del corso di Sistemi in adozione


 Appunti dalle lezioni
 Software didattici ed industriali
 PC multimediale
 materiale tecnico reperito da internet e dalle ditte costruttrici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

 prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove al PC


 prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

COMPITI di 1 ora (laboratorio) 2 2

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

 quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 237 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

COMPITI di 1 ora 2 2 2x2 =4

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 12

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO 20

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 6

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 20

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 20 = 140 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 238 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TPSEE CLASSE 4AES

INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA (articolazione Elettrotecnica Corso serale)



PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Acquisire concetti e termini propri della componentistica relativa all’elettronica di potenza


Valutare la scelta dei componenti
Conoscere i principali sistemi di protezione della componentistica elettronica
Conoscere la programmazione di un PLC

COMPETENZE

Conoscere i parametri elettrici e schemi equivalenti di un componente di potenza


Conoscere la loro classificazione
Conoscere le istruzioni del linguaggio di programmazione del PLC

CAPACITÀ’

Calcolare le tensioni e correnti d’impiego di un convertitore


Calcolare il tipo di dispersore termico
Scegliere i sistemi di protezione contro i contatti diretti ed indiretti tenendo conto delle
prescrizioni normative
Redigere programmi di automazione con l’uso del PLC

Pagina 239 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 1 – I/O DIGITALE CON PC

Unità didattica n°1 : hardware per I/O digitale


Unità didattica n°2 : comando di una uscita e lett ura di un ingresso

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
La struttura di una scheda ed il suo utilizzo per l'I/O digitale settembre, ottobre
elettronica La programmazione di I/O e lettura du un ingresso 5 ore
digitale realizzazioni pratiche

Modulo 2 – INTERFACCE DI POTENZA

Unità didattica n°1 :interfacce di potenza a transi stor


Unità didattica n°2 :rassegna diservomotori e loro pilotaggio
Unità didattica n°3 : Fondamenti di tecnologia pneu matica ed elettropneumatica

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
le principali tecniche di attuazione di potenza. Ottobre
il modulo i servomotori dc e il loro pilotaggio Dicembre
precedente Valvole pneumatiche ed elettropneumatiche 20 ore
Attuatori pneumatici
realizzazione pratica di circuiti di elettropneumatica

Pagina 240 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 3 – STRUMENTAZIONE DIGITALE

Unità didattica n°1 : rassegna di strumentazione di gitale


Unità didattica n°2 : determinazione dell'errore co n strumenti digitali
Unità didattica n°3 : multimetro, oscilloscopio dig itale, generatore di funzioni
Unità didattica n°4 : esempi di misura

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
caratteristiche degli strumenti digitali
elettrotecnica e errore di misura, precisione di misura ecc gennaio,
misure elettriche di realizzazione concreta di alcune misure 5 ore
terza

Modulo 4 – mini PLC corso base di programmazione

Unità didattica n°1 : i mini plc


Unità didattica n°2 : programmazione a porte logich e
Unità didattica n°3 : I/O dei mini plc
Unità didattica n°3 : esempio di programmazione con il logo siemens

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
introduzione ai mini plc Gennaio, marzo
elettronica programmazione a porte logiche 30 ore
digitale interfacciamento con: interruttori,pulsanti e relè
Modulo 1

NOTA : per tale modulo ed il successivo le nozioni elementari sono introdotte all’inizio dell’attività
didattica(settembre-ottobre).

Modulo 5 – PLC corso intermedio di programmazione

Unità didattica n°1 :la serie S7 200 Siemens


Unità didattica n°2 : struttura della memoria ed is truzioni di base
Unità didattica n°3 : interfacciamento
Unità didattica n°4 : automatismi semplici

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
introduzione ai plc di taglia medio piccola aprile, maggio,
Modulo 4 conoscere la configurazione dei plc siemens e i fondamenti della 40 ore
programmazione a contatti e a lista d'istruzione
interfacciamento per uscite a relè, transistor e per gli ingressi dc, ac.
Esercitazioni sull'uso dei PLC,

Pagina 241 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

la materia ha una fortissima valenza pratica, la maggior parte delle lezioni vengono svolte in laboratorio con
l'utilizzo delle tecnologie descritte nei moduli
gli studenti saranno chiamati ca realizzare una serie di circuiti elettrici realizzandone contemporaneamente
lo schema elettrico al calcolatore
lo studente sarà guidato nello studio e nell'utilizzo dei vari dispositivi
Verrà promossa l'autonomia organizzativa ed il lavoro di gruppo

3. MATERIALI DIDATTICI

Appunti dell’insegnante
il libro di testo
il laboratorio di TDP
materiale tecnico reperito da internet e dalle ditte costruttrici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• 6 valutazioni delle esercitazioni in laboratorio con discussione


• 4 relazioni tecniche
• 4 disegni tecnici

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 242 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 1 1 2x2 =4

…………………………………………………. ………. ………. ……….

………………………………………………….. ………. ………. ……….

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 4

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 4 4 8

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 12

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 4

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 4 = 133

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 106

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 12

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 106 – 12 = 94 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 243 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA ELETTROTECNICA CLASSI 5AES

INDIRIZZO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE (vecchio ordinamento Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Riconoscere e classificare i vari tipi di macchine elettriche, enunciando il loro principio di


funzionamento, definendo, distinguendo e identificando gli elementi che le costituiscono in relazione al
loro impiego.
Riconoscere e definire le principali caratteristiche sia elettriche che meccaniche.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Conoscenza delle prove di collaudo delle principali macchine elettriche

COMPETENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Analizzare e interpretare gli aspetti costruttivi e di funzionamento delle principali macchine elettriche,
ricavando per ciascuna di esse un modello, i relativi parametri, le grandezze elettriche e meccaniche
necessarie per la soluzione analitico - numerica di problemi ed esercizi.
Per l’analisi e lo studio delle macchine elettriche si è cercato di utilizzare un approccio sistemico
sottolineando le approssimazioni e i limiti dei metodi utilizzati, in relazione all’interpretazione delle
caratteristiche esterne delle stesse.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare


verifiche, controlli e collaudi

Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni


professionali

Pagina 244 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Per quanto riguarda la teoria:

Le numerose esperienze di laboratorio, i problemi e gli esercizi svolti collettivamente e individualmente


sulle più importanti macchine elettriche dovrebbero garantire il superamento dell’imbarazzo di fronte
all’approccio di applicazioni contenenti macchine elettriche.
La capacità di scegliere la macchina più opportuna in relazione all’applicazione, eseguendo calcoli e
prove di collaudo sulle stesse.
Analizzare il funzionamento, progettare e implementare impianti con macchine elettriche

Per quanto riguarda il laboratorio:

Saper svolgere autonomamente attività di collaudo e simulazione di sistemi con macchine elettriche.

Pagina 245 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 1 - TRASFORMATORE

Unità didattica n°1 : Trasformatore monofase


Unità didattica n°2 : Autotrasformatore
Unità didattica n°3 : Trasformatore trifase

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Elettrotecnic Trasformatore monofase Settembre
a di terza e • Caratteristiche costruttive Ottobre
quarta • Trasformatore monofase ideale Novembre
• Corrente magnetizzante e perdite nel ferro: corrente a vuoto (40 ore)
• Calcolo dei parametri del trasformatore reale
• Funzionamento a vuoto e sottocarico del trasformatore reale
• Prove a vuoto e di cortocircuito: Riporto delle grandezze al
primario e al secondario
• Perdite e rendimento
• Collegamento in parallelo

Autotrasformatore
• Principio di funzionamento
• Confronto fra autotrasformatore e trasformatore con pari potenza
di targa
• Autotrasformatore reale

Trasformatore trifase
• Circuiti magnetici
• Circuito equivalente
• Caduta di tensione nel passaggio da vuoto a carico
• Spostamento angolare: Parallelo fra due trasformatori
• Corrente magnetizzante
• Prova a vuoto e in cortocircuito

Attività di laboratorio
• Prove di collaudo sul trasformatore trifase

Modulo 2 – MACCHINA ASINCRONA

Unità didattica n°1 : Motori asincroni trifase


Unità didattica n°2 : Motori asincroni monofase
Unità didattica n°3 : Generatori asincroni
Unità didattica n°4 : Motori asincroni a poli scher mati

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Modulo 1 Motori asincroni trifase Dicembre
• Elettrotecnic • Principio di funzionamento e particolarità costruttive dei motori Gennaio
a di terza e asincroni trifase Febbraio
quarta • Funzionamento del motore asincrono trifase e sue caratteristiche (40 ore)
• Prove sulla macchina asincrona
• Il diagramma circolare
Pagina 246 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• Sistemi di avviamento e dei motori asincroni trifase

Motori asincroni monofase


• Principio di funzionamento e particolarità costruttive dei motori
asincroni monofase
• Funzionamento del motore asincrono monofase e sue
caratteristiche

Generatori asincroni
• Principio di funzionamento e sue caratteristiche

Motori asincroni a poli schermati


• Principio di funzionamento e sue caratteristiche

Attività di laboratorio
• Prove di collaudo sul motore asincrono trifase

Modulo 3 – MACCHINA SINCRONA

Unità didattica n°1 : Generatori sincroni


Unità didattica n°2 : Motori sincroni

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Elettrotecnic Generatori sincroni
a di terza e • Principio di funzionamento e particolarità costruttive dei Marzo
quarta generatori sincroni Aprile
• Funzionamento del generatore sincrono e sue caratteristiche (30 ore)
• Prove sulla macchina sincrona
• Funzionamento in parallelo degli alternatori

Motori sincroni
• Principio di funzionamento e particolarità costruttive dei motori
sincroni

Attività di laboratorio
• Prove di collaudo sull’alternatore

Modulo 4 – MACCHINA IN CORRENTE CONTINUA

Unità didattica n°1 : Struttura della macchina a co rrente continua. Dinamo


Unità didattica n°2 : Motori a corrente continua

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Elettrotecnic Aprile
a di terza e Struttura della macchina a corrente continua. Dinamo Maggio
quarta • Principio di funzionamento e costruttivi dei generatori a corrente (28 ore)
continua
• Sistema induttore e struttura meccanica della dinamo
• Funzionamento a vuoto della dinamo
• Funzionamento della dinamo sottocarico
• Potenza, perdite, rendimento e caratteristiche di funzionamento
Pagina 247 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

delle dinamo

Motori a corrente continua


• Principio di funzionamento
• Reazione d’indotto e commutazione
• Forza elettromotrice, potenze e rendimento
• Coppia e velocità
• Caratteristiche dei motori con eccitazione separata
• Caratteristiche dei motori con eccitazione serie
• Caratteristiche dei motori con eccitazione in derivazione
• Caratteristiche dei motori con eccitazione composta
• Regolazione di velocità dei motori a corrente continua

Pagina 248 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• Altri testi più specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla.
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 249 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

esempio

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 10

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 6 6 12

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 6 = 200

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 160

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 160 – 22 = 138 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 250 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA SISTEMI ELETTRICI CLASSI 5AES

INDIRIZZO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE (vecchio ordinamento Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Riconoscere e classificare i vari tipi di sistemi di controllo, enunciando il loro principio di


funzionamento, definendo, distinguendo e identificando gli elementi che li costituiscono in relazione al
loro impiego.
Definire le principali caratteristiche dei componenti del sistema stesso.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Conoscenza di linguaggi di programmazione, di diversi livelli, riferiti ad ambiti specifici di applicazione

COMPETENZE

Per quanto riguarda la teoria:

Analizzare e interpretare gli aspetti costruttivi e di funzionamento dei principali sistemi di controllo,
ricavando per ciascuno di essi un modello, i relativi parametri, le grandezze necessarie per la
soluzione analitico - numerica di problemi ed esercizi.
Utilizzare un approccio sistemico sottolineando le approssimazioni e i limiti dei metodi utilizzati, in
relazione all’interpretazione delle caratteristiche di controllo ricavate sia nel dominio del tempo che
della frequenza.

Per quanto riguarda il laboratorio:

Utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare


verifiche, controlli e collaudi

Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni


professionali

Pagina 251 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

CAPACITÀ

Per quanto riguarda la teoria:

Le numerose esperienze, i problemi e gli esercizi svolti collettivamente e individualmente sui più
importanti sistemi di controllo dovrebbero garantire il superamento dell’imbarazzo di fronte
all’approccio di applicazioni contenenti controlli automatici.
La capacità di scegliere i componenti più opportuni in relazione all’applicazione, eseguendo calcoli e
sugli stessi.
Analizzare il funzionamento, progettare e implementare sistemi automatici

Per quanto riguarda il laboratorio:

Saper svolgere autonomamente attività di collaudo e simulazione di sistemi di controllo automatico

Pagina 252 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI MINIMI ESPOSTI PER MODULI - UNITÀ DIDATTICHE


PERIODI DI ATTUAZIONE - DURATA

Modulo 0 – RIPASSO

Contenuti Periodo
Durata (ore)
Settembre
Concetti di base del controllo automatico (6 ore)
• Comando, regolazione e controllo
• Principio di funzionamento e struttura
• La classificazione fondamentale
• Tipi di segnali
• Parametri caratteristici

Modulo 1 - SENSORI E TRASDUTTORI

Unità didattica n°1 : I trasduttori di temperatura


Unità didattica n°2 : I trasduttori di posizione
Unità didattica n°3 : I trasduttori di prossimità
Unità didattica n°4 : I trasduttori di velocità
Unità didattica n°5 : I trasduttori di forza e pres sione
Unità didattica n°6 : I trasduttori di corrente e t ensione

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Il modulo di I trasduttori di temperatura Ottobre
elettronica • Termoresistenze Novembre
corrisponden • Trasduttori al silicio (12 ore)
te agli • Termocoppie
operazionali
I trasduttori di posizione
• Potenziometro lineare
• Potenziometro rotativo
• Trasformatore differenziale
• Encoder assoluto

I trasduttori di prossimità
• Sensore di prossimità induttivo
• Sensore di prossimità capacitivo
• Sensore di prossimità magnetico
• Fotocellule

I trasduttori di velocità
• Dinamo tachimetrica
• Encoder incrementale

I trasduttori di forza e pressione


• Estensimetri metallici
• Trasduttore piezoresistivo

I trasduttori di corrente e tensione


• Trasduttori ad effetto Hall

Pagina 253 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 2 - ANALISI DEI SISTEMI DI CONTROLLO

Unità didattica n°1 : La risposta dei sistemi retro azionati nel dominio del tempo
Unità didattica n°2 : La stabilità

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Conoscenze Novembre
di base di La risposta dei sistemi retroazionati nel dominio del tempo Dicembre
matematica, • La risposta dei sistemi del primo ordine Gennaio
trigonometria • La risposta dei sistemi del secondo ordine (15 ore)
• elettrotecnica • Il comportamento a regime dei sistemi retroazionati
di terza • L’errore a regime
• Le specifiche a regime e nel dominio del tempo

La stabilità
• La posizione dei poli nel piano complesso
• Il criterio di stabilità di BODE
• Il criterio di stabilità di NYQUIST
• Margine di fase e margine di guadagno
• Le specifiche dei sistemi retroazionati nel dominio della
frequenza

Attività di laboratorio
• Utilizzo di software di simulazione per lo studio dei sistemi

Modulo 3 - I REGOLATORI INDUSTRIALI

Unità didattica n°1 : Il metodo di compensazione de i sistemi a tempo continuo.


Unità didattica n°2 : I regolatori industriali.
Unità didattica n°3 : La sintesi dei sistemi di con trollo.

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2 Febbraio
• Elettronica di Il metodo di compensazione dei sistemi a tempo continuo Marzo
quarta • Rete ritardatrice (14 ore)
• Rete anticipatrice
• Rete a sella

regolatori industriali
• Regolatore ad azione proporzionale
• Regolatore ad azione integrale
• Regolatore ad azione proporzionale integrale
• Regolatore ad azione derivativa
• Regolatore ad azione proporzionale, integrale, derivativa
• Rete anticipatrice
• Rete a sella

La sintesi dei sistemi di controllo


• Esempi di progettazione di sistemi di controllo a tempo continuo
e discreto
• Progetto statico
• Progetto dinamico
• Il regolatore
Pagina 254 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

• L’amplificatore di potenza

Attività di laboratorio
• Utilizzo di software di simulazione per lo studio dei sistemi

Modulo 4 – SISTEMI DI CONTROLLO A TEMPO DISCRETO

Unità didattica n°1 : Teoria del campionamento


Unità didattica n°2 : ricostruzione di un segnale c ampionato

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti) Durata (ore)
• Moduli 1,2,3 Aprile
• Elettronica di • Introduzione alla tecnica di studio di un sistema discreto nel Maggio
quarta dominio del tempo (11 ore)

2. METODOLOGIE

• Lezione frontale, lettura e comprensione del testo


• Coinvolgimento degli alunni in esercitazioni guidate e colloqui di adeguamento e recupero
• Correzione di esercizi proposti
• Svolgimento in classe e a casa di un ampio numero di esercizi graduati in difficoltà

3. MATERIALI DIDATTICI

• Libro di testo
• Appunti dell’insegnante
• Altri testi più specifici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

• prove scritte, interrogazioni, test, questionari, prove grafiche, quesiti a risposta multipla.
• prove comuni

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 255 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

ALLEGATO A

CALCOLO TEMPI PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE

esempio

PRIMO SECONDO
TIPO DI VERIFICA ORE TOTALI
PERIODO N° PERIODO N°
COMPITI di 2 ore 2 2 4x2 =8

TEST di 1 ora 1 1 2x1=2

ORE TOTALI PER VERIFICHE ( minimo ) 10

PRIMO SECONDO
ORE TOTALI
PERIODO PERIODO
RECUPERO CURRICOLARE (minimo) ORE 6 6 12

ORE TOTALI PER VERIFICHE E RECUPERO C 22

TEMPO DISPONIBILE PER LA DIDATTICA

Il tempo netto disponibile per la didattica risulta statisticamente uguale a circa l’ 80 % del monte ore
annuo complessivo.
Per ottenere Il tempo disponibile per lo svolgimento del programma minimo indicato nei Moduli ( tempo di
lezione) si dovrà poi detrarre dal tempo netto quello relativo alle verifiche ed al recupero curricolare sopra
determinato.

NUMERO DI ORE SETTIMANALI DELLA MATERIA 3

MONTE ORE ANNUO COMPLESSIVO (su 200 gg.) A = 200 / 6 x 3 = 100

ORE NETTE DISPONIBILI PER LA DIDATTICA B = 80% di A = 80

ORE PER VERIFICHE E RECUPERO CURRICOLARE C = 22

TEMPO DI LEZIONE (aula + laboratorio) = B – C = 80 – 22 = 58 ( per programma minimo )

Se il programma minimo non richiede tutto il “ tempo di lezione “ disponibile, le ore non impegnate possono
ovviamente essere usate dal singolo docente per ampliamenti – approfondimenti - altre verifiche - ….

Pagina 256 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA IMPIANTI ELETTRICI CLASSI 5AES

INDIRIZZO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE (vecchio ordinamento Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE

Conoscere le problematiche termiche applicate agli impianti elettrici


Conoscere le sovracorrenti negli impianti elettrici e i sistemi di protezione
Conoscere e classificare gli apparecchi di manovra
Conoscere le sovratensioni e le relative protezioni
Conoscere la struttura ed i componenti di una cabina elettrica
Conoscere le problematiche dei sistemi di distribuzione in MT e BT
Conoscere i vari tipi di rifasamento industriale

COMPETENZE
Valutare le temperature finali di un carico sottoposto a sovraccarico
Valutare le sollecitazioni termiche in caso di corto circuito
Conoscere le caratteristiche funzionali di interruttori e sezionatori e contattori
Classificare i relè ed i fusibili e conoscere il loro uso per la protezione di impianti in MT e BT
Conoscere l’uso degli scaricatori di sovratensione
Dimensionare i componenti di una cabina elettrica sia lato MT che BT
Conoscere i tipi di illuminazione
Calcolare le potenze di rifasamento

CAPACITÀ’
Calcolare le correnti di corto circuito negli impianti mono-trifasi ,rispettando la normativa per
la scelta delle apparecchiature idonee
Conoscere la protezione in serie e selettiva e saper scegliere i componenti per proteggere i
m.a.t.
Calcolare una linea elettrica e scegliere le protezioni conto le sovracorrenti
Calcolare le correnti di c.c. in una cabina elettrica e scegliere le protezioni
Valutare il baricentro elettrico di un impianto e classificare i quadri elettrici

Pagina 257 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. CONTENUTI DISCIPLINARI

Modulo 0 – RIPASSO
Unità didattica n°1 : Ripasso calcolo potenza conve nzionale e calcoli correnti nei circuiti
Unità didattica n°2 : Ripasso calcolo sezione metod o cdt con carichi distribuiti e verifica portata
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Richiami Ku e Kc Settembre
Esercitazioni per valutare la potenza convenzionale e disponibile 3 ore
Esercizi sul calcolo della sezione col metodo della cdt di linea con
carichi distribuiti e verifica tramite valutazione portata

Modulo 1 – IL PROBLEMA TERMICO NEGLI IMPIANTI ELETTRICI


Unità didattica n°1 : Richiami delle grandezze term iche e leggi trasmissione calore
Unità didattica n°2 : Curve di riscaldamento e di r affreddamento
Unità didattica n°3 : Diagramma di carico e curva t ermica di un cavo a regime variabile
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Fisica biennio  Richiami di termodinamica e sulle leggi di trasmissione del calore Ottobre
 Curva riscaldamento 4 ore
 Curva raffreddamento
 Costante di tempo termica
 La portata dei cavi
Tipi di servizio

Modulo 2 –APPARECCHI DI MANOVRA


Unità didattica n°1 : Classificazione degli apparec chi di manovra
Unità didattica n°2 : Estinzione dell’arco elettric o
Unità didattica n°3 : Caratteristiche funzionali di apparecchi di manovra
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
• Impianti 4  Definizione di interruttore- sezionatore- contattore Ottobre
anno  Caratteristiche funzionali apparecchi di manovra 6 ore
 Apparecchi di manovra per MT interr. a esafluoruro di
zolfo SF6 , interr. in aria a dejonizzazione magnetica
interr. sotto vuoto
 Estinzione dell’arco elettrico
 Interruttori automatici BT
 Uso del MPI per ricerca caratteristiche apparecchiature

Modulo 3 – SOVRACORRENTI
Unità didattica n°1 : Sovracorrenti :corrente di sovraccarico e di cortocircuito
Unità didattica n°2 : Calcolo delle correnti di corto circuito
Unità didattica n°3 : Potere di interruzione degli interruttori
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Moduli 1, 2  Sovracorrenti : tipi : sovraccarico , corto circuito Ottobre
Pagina 258 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

 Sollecitazione termica per sovraccarico Novembre


 Calcolo della corrente di corto circuito negli impianti 12 ore
monofasi e trifasi con e senza trasformatore e scelta del
potere di interruzione degli interruttori
 Esercizi e verifica

Modulo 4 – EFFETTI DELLE SOVRACORRENTI


Unità didattica n°1 : Sollecitazioni termiche
Unità didattica n°2 : Fenomeni adiabatici : integra le di Joule
Unità didattica n°3 : Sollecitazioni elettrodinamic he
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Modulo 3 Sollecitazione termica per c.c. Novembre
 4 ore
 Sollecitazione elettrodinamica
 Fenomeni adiabatici : integrale di Joule

Modulo 5 – PROTEZIONE DALLE SOVRACORRENTI


Unità didattica n°1 : Relè di max corrente : termic o e magnetico
Unità didattica n°2 : Protezioni delle condutture c ontro le sovracorrenti
Unità didattica n°3 : Interruttori automatici per B T : criteri di scelta
Unità didattica n°4 : Fusibili : caratteristiche fu nzionali e loro uso
Unità didattica n°5 : Selettività
Unità didattica n°6 : integrale di Joule
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Moduli 3 e 4 Classificazione dei relè Dicembre
 Relè termico ed elettromagnetico di max corrente Gennaio
Protezione magnetotermica ed elettronica 14 ore
Interruttori automatici per BT : Tarature;Criteri di scelta – curva d’intervento
Fusibili curva d’intervento
Protezione delle condutture contro il sovraccarico
Protezione delle condutture contro il corto circuito
Integrale di Joule e verifica energia passante
Protezione in serie ( back – up )
Selettività nelle protezioni dalle sovracorrenti
Esercizi e verifica

Modulo 6 – PROTEZIONE DAI CONTATTI INDIRETTI

Unità didattica n°1 : Richiami dei sistemi TT –TN- IT e circuiti di guasto


Unità didattica n°2 : Protezione contro i contatti indiretti con uso di differenziali nei sistemi TT
Unità didattica n°3 : Protezione contro i contatti indiretti nei sistemi TN –Lunghezza protetta

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Impianti di 4 Richiami dei sistemi TT –TN- IT e circuiti di guasto Febbraio
Protezione contro i contatti indiretti nei sistemi TT (uso differenziali)e 4 ore
nei sistemi TN (uso interruttori magnetotermici e lunghezza protetta)
Pagina 259 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03
Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Richiami sugli impianti di terra


Esercizi e verifica

Modulo 7 – PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI


Unità didattica n°1 : Contatti diretti e protezioni
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
impianti di 4° :  Protezione totale Febbraio
pericolosità  Protezione parziale 4 ore
della corrente  Protezione con l’interruttore differenziale

Modulo 8– SISTEMI DISTRIBUZIONE IN BT E MT


Unità didattica n°1 : Baricentro elettrico
Unità didattica n°2 : Sistemi distribuzione in MT
Unità didattica n°3 : Sistemi distribuzione in BT
Unità didattica n°4 : Quadri elettrici BT
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
 Baricentro elettrico di un impianto Febbraio
Criteri di scelta del sistema di distribuzione in MT 4 ore
Distribuzione in BT
Principali Norme sui Quadri elettrici per BT

Modulo 9– RIFASAMENTO INDUSTRIALE


Unità didattica n°1 : Necessità del rifasamento
Unità didattica n°2 :Tipi di Rifasamento
Unità didattica n°3 : Protezione dei condensatori
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
Calcolo Qc Necessità del rifasamento Marzo
(Elettrotecnica 4) Tipi di rifasamento : distribuito a gruppi e centralizzato ; calcolo delle 4 ore
Modulo 5-6 batterie di rifasamento e delle resistenze di scarica
Allacciamento dei condensatori : calcolo delle protezioni.
Esercizi e verifica

Modulo 10 – M.A.T. COMANDO E PROTEZIONE


Unità didattica n°1 : M.A.T.
Unità didattica n°2 :Tipi di Rifasamento
Unità didattica n°3 : Protezione dei condensatori
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
TDP di 4 per Richiami sul comando di M.a.t. uso e criteri di scelta dei teleruttori Marzo
avviatori Protezioni dei m.a.t. : uso del termico con fusibili ; uso dei 4 ore
Modulo 5-6 salvamotori
Esercizi e verifica

Pagina 260 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

Modulo 11 – SOVRATENSIONI
Unità didattica n°1 : Sovratensioni e loro relative protezioni
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
Classificazione delle sovratensioni Marzo
Scaricatori 4 ore

Modulo 12 – CABINE ELETTRICHE


Unità didattica n°1 : Classificazione
Unità didattica n°2 : Gruppo misura
Unità didattica n°3 : Lato MT
Unità didattica n°4 : Criteri di scelta trasformato ri
Unità didattica n°5 : Lato BT
Unità didattica n°6 : Progetto e calcolo
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
Classificazione delle cabine Aprile
Lato MT – dimensionamento dei componenti MT Maggio
20 ore
 Trasformatore MT / BT – scelta e considerazioni
economiche
 Lato BT – dimensionamento dei componenti BT
 Protezioni e loro scelta
 Impianto di terra di cabina
Esercizi e Verifica

Modulo 12 – ESERCIZI

Unità didattica n°1 : Esercitazioni esame sistemi T T


Unità didattica n°2 : Esercitazioni esame sistemi T N

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Esercizi e Verifiche in preparazione prova scritta dell’esame di Sabato
stato con svolgimento di temi degli anni scorsi e di temi 12 ore
dati all’esame di stato dei periti industriali

Pagina 261 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

 Lezione frontale, lettura e comprensione del testo in uso, lettura e pratica del MPI
 Coinvolgimento degli studenti in esercitazioni guidate
 Svolgimento in aula e a casa di un ampio numero di esercizi e di progetti
 Correzione degli esercizi proposti
 Ore di recupero curricolare per modulo

3. MATERIALI DIDATTICI

Libro di testo : G.Conte “Impianti elettrici “ Vol. 1+Vol. 2 - ed. 2007


Documentazione tecnica d’uso
Manuale di Elettrotecnica ed Automazione Hoepli
Norme Cei
Appunti dell’insegnante
Materiale internet

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA


• Verifiche scritte
• Test scritti oggettivi
• Verifiche orali
• 1 prova di simulazione di 3° prova
• 1 prova di simulazione di 2° prova da 6h (se neces sario)

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 2 2

TEST di 1 ora 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

• quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 262 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, ELETTROTECNICA, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MATERIA TDP CLASSI 5AES

INDIRIZZO ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE (vecchio ordinamento Corso serale)

PROGETTO DIDATTICO DELLA DISCIPLINA

In relazione a quanto richiesto dal Piano dell’Offerta Formativa si definiscono i seguenti obiettivi in termini
di:

CONOSCENZE
Conoscere la programmazione strutturata applicata al PLC
Conoscere i vari tipi di convertitori statici usati nell’industria
Conoscere le caratteristiche di base di un automatismo complesso

COMPETENZE
Analizzare e programmare automatismi complessi al PLC
Analizzare le parti fondamentali dei convertitori statici
Disegnare parti di schemi di impianti elettrici di impianti con autocad
Montare e collaudare automatismi complessi

CAPACITÀ
Relazionare sulle problematiche di interfacciamento di attuatori e sensori di automatismi
complessi proponendo anche soluzioni diverse.
Determinare le caratteristiche tecniche fondamentali di convertitori da usare per azionamenti
industriali.
Programmare nuovi automatismi partendo da una soluzione nota
Ricavare le specifiche tecniche principali di un azionamento o un automatismo
industriale giustificando le scelte delle apparecchiature ( PLC,motori,cilindri)

Pagina 263 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

1. CONTENUTI DISCIPLINARI

Modulo 1 – PLC corso avanzato


Unità didattica n°1 : strutturazione avanzata della programmazione di un PLC
Unità didattica n°2 : il grafcet
Unità didattica n°3 : contatori veloci ed acquisizi one analogica
Unità didattica n°4 : automatismi complessi

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
imparare ad affrontare un problema di automazione con
opportune schematizzazioni Settembre,
saper programmare in grafcet Ottobre, Novembre
realizzare concreti automatismi non banali 30 ore

Modulo 2 – CONVERSIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA


Unità didattica n°1 : convertitori ac-dc
Unità didattica n°2 : convertitori dc-dc
Unità didattica n°3 : convertitori ac-ac
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
elettronica del 4° dispositivi per la conversione dell'energia elettrica dicembre, gennaio,
anno ed convertitori ac dc non controllati mono-trifasi 25 ore
elettrotecnica convertitori ac dc controllati mono-trifasi
convertitori dc-dc buck- boost e buck boost
convertitori ac ac

principali tipi di convertitori semi controllati e controllati

Modulo 3 – AZIONAMENTI

Unità didattica n°1 : struttura di un azionamento


Unità didattica n°2 :softstarter e inverter
Unità didattica n°3 : azionamenti per motori cc
Unità didattica n°4: azionamenti per motori brushl ess
Prerequisiti Contenuti Periodo
(se richiesti)
Schema a blocchi di un azionamento febbraio, marzo,
macchine Schema a blocchi di un inverter 10ore
elettriche Tecnica PWM
Principali tipi di azionamenti per motori in c.c. e brushless

Modulo 4 – REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO

Lo studente viene invitato a realizzare un progetto, a propria scelta concordandolo col docente. Il progetto
che vedrà coinvolte anche le altre discipline di studio dovrà avere una parte di carattere tecnico realizzata in
laboratorio con le conoscenze acquisite durante l'anno

Prerequisiti Contenuti Periodo


(se richiesti)
Realizzazione a gruppi di un progetto di automazione aprile maggio,
disegno nel Realizzazione di un prototipo 35 ore
biennio realizzazione del software di controllo
redazione della documentazione e del manuale d'uso.

Pagina 264 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico
I.T.I.S. “ A. ROSSI “ - Dipartimento di ELN-ELT-INF-TEL

2. METODOLOGIE

La materia ha una preponderante valenza pratica per cui la maggior parte delle lezioni è svolta in
laboratorio con l'utilizzo delle tecnologie descritte nei moduli
gli studenti saranno chiamati a realizzare una serie di circuiti elettrici creandone contemporaneamente lo
schema elettrico al calcolatore.
lo studente sarà guidato nello studio e nell'utilizzo dei vari dispositivi
Verrà promossa l'autonomia organizzativa ed il lavoro di gruppo

3. MATERIALI DIDATTICI

Appunti dell’insegnante
il laboratorio di TDP
materiale tecnico reperito da internet e dalle ditte costruttrici

4. TIPOLOGIA E NUMERO DELLE PROVE DI VERIFICA

6 valutazioni delle esercitazioni in laboratorio


4 relazioni tecniche
1 prova di simulazione di 3° prova

PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO


TIPO DI VERIFICA numero minimo numero minimo
COMPITI di 2 ore 1 1

5. GRIGLIE DI VALUTAZIONE

quella approvata dal Collegio Docenti (riportata nel POF)

Pagina 265 di 265 Codice Sistema Qualità :P09-06-MOD-01.03


Documento di proprietà dell’I.T.I.S. “ A. Rossi “.
Non può essere distribuito a terzi senza autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico