Sei sulla pagina 1di 2

Esercizi di scienze

(Scheda bohr)
1)
A) UV
B) Visibile
C) Infrarosso
c 3 ⋅10 8 m ∕ s 1
2 ν=
λ
ν=
7 ⋅ 10 m
−7
=210 ( H z )
s

c 3⋅10 8 m ∕ s
3 λ= ν λ= 15
4,8 ⋅ 10 Hz
−8
=6,25⋅ 10 m

1
4 E=hν E=( 6,626 ⋅10−34 J ⋅ s ) ⋅1,18 ⋅ 1014 =7,8 ⋅10−20 J
s

hc ( 6 ,626.10−34 J ⋅ s ) ⋅ ( 3 ⋅108 m ∕ s )
5 E=
λ
E=
4,42⋅10−7 m
=4,49 ∙ 10−19 J

E 5,2⋅10−19 J
6 v=
h
ν= −34
6,626⋅10 J ∙ s
14
=7,84 ∙10 s

c 3 ⋅108 m/ s
λ= λ=
−7
=3,82 ∙ 10 m
ν 14
7,84 ⋅ 10 s

7) Il colore con la lunghezza d’onda più corta è il violetto invece il colore che ha frequenza
più bassa è il rosso.
8) Sono due lunghezze tra loro inversamente proporzionali, quindi all’aumentare di una
diminuisce l’altra λ ∙ v=c
9) La luce blu e rossa fanno parte di una banda ristretta di lunghezza d’onda, questa
banda chiamata “ SPETTRO VISIBILE” comprende tutti i colori che il nostro occhio riesce
a percepire ( che vanno dal rosso-arancio al violetto), invece la luce bianca è un insieme di
tutti questi colori che per refrazione ha un angolo di deflessione diverso ( non vediamo tutti
i colori ma vediamo il colore bianco che è l’insieme di tutti i colori presenti nella banda).
10) Perché i raggi X hanno energia maggiore delle microonde, e la lunghezza d’onda è
minore invece la frequenza è maggiore. Infine le microonde sono dannose per il nostro
corpo.

A) L’onda è un oscillazione che si propaga a distanza, ha due proprietà che sono la


frequenza “ ν ( numero di creste o ventri che si susseguono nell’unità di tempo) e la
lunghezza d’onda “ λ” ( distanza tra due creste o ventri). Esse sono tra loro due
lunghezze inversamente proporzionali, e il loro prodotto da come risultato la
velocità della luce nel vuoto che vale 3∙ 108 m/s.
B) La luce è un onda elettromagnetica che differisce dalle onde sonore e da quelle
marine perché a differenza loro non ha bisogno di un mezzo per propagarsi nel
vuoto. Nel 1600 vengono ipotizzate due teorie sulla natura della luce:
- Ondulatoria ( Huygans) che dice che la luce è costituita da onde che si
propagano nello spazio.
- Corpuscolare ( Newton) che dice che la luce è formata da particelle che hanno
natura corpuscolare.

GENTJANA HOXHA 3F