Sei sulla pagina 1di 10

IL VERBO

Che cos’è il verbo


Il verbo è la parte variabile del discorso che indica:
• un’azione compiuta da una persona o da una cosa Luca corre. / La ruota gira.
• un’azione subita da una persona o da una cosa Luca è amato. / L’uva è raccolta.
• una situazione in cui si trova una persona o una cosa Luca cade. / La palla rotola.
• un modo di essere della persona o della cosa Luca è felice. / La palla è tonda.
• l’esistenza di una persona o di una cosa C’è Luca in casa. / C’è il sole.
Il verbo colloca le informazioni nel TEMPO
PRESENTE PASSATO FUTURO
Luca È felice. Luca ERA felice. Luca SARÀ felice.

LA STRUTTURA
Ogni voce verbale è costituita da due parti:
RADICE: parte invariabile che DESINENZA: parte variabile che esprime:
esprime il significato del verbo modo O (azione certa)
tempo AVO (tempo passato)
LAV-
LAV- persona AI (io = 1ª persona)
numero IAMO (noi = plurale)

LA PERSONA E IL NUMERO
Il verbo usa desinenze diverse in base alla persona e al numero del soggetto.
PERSONA NUMERO
singolare plurale
1ª (chi parla) io PARL-O noi PARL-IAMO
2ª (chi ascolta) tu PARL-I voi PARL-ATE
3ª (ciò di cui si parla) egli PARL-A essi PARL-ANO

I MODI VERBALI
Sono sette e indicano in che modo si presenta l’azione espressa dal verbo:
INDICATIVO presenta un’azione certa Io esco.
CONGIUNTIVO presenta un’azione possibile E se uscissi?
presenta un’azione possibile Uscirei se non
MODI FINITI CONDIZIONALE
a certe condizioni piovesse.
presenta un’azione sotto forma
IMPERATIVO Esci subito!
di ordine

La morfologia 27

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 27 05/06/12 13:05


presenta il significato del verbo
INFINITO Uscire con te è divertente.
e può assumere valore di nome
MODI presenta il modo o la circostanza Uscendo con la pioggia
GERUNDIO
INDEFINITI in cui avviene l’azione mi sono bagnato.
può svolgere anche la funzione Hanno rieletto il sindaco
PARTICIPIO
di aggettivo o di nome uscente.

I TEMPI
Ogni modo verbale si articola in più tempi:
MODI FINITI TEMPI
PRESENTE io amo
IMPERFETTO io amavo
semplici
PASSATO REMOTO io amai
FUTURO SEMPLICE io amerò
indicativo
PASSATO PROSSIMO io ho amato
TRAPASSATO PROSSIMO io avevo amato
composti
TRAPASSATO REMOTO io ebbi amato
FUTURO ANTERIORE io avrò amato
PRESENTE che io ami
semplici
IMPERFETTO che io amassi
congiuntivo
PASSATO che io abbia amato
composti
TRAPASSATO che io avessi amato
semplice PRESENTE io amerei
condizionale
composto PASSATO io avrei amato
imperativo semplice PRESENTE ama!
MODI INDEFINITI TEMPI
semplice PRESENTE amare
infinito
composto PASSATO avere amato
semplice PRESENTE amante
participio
semplice PASSATO amato
semplice PRESENTE amando
gerundio
composto PASSATO avendo amato

LE CONIUGAZIONI
La coniugazione è l’INSIEME DELLE MODIFICAZIONI che un verbo subisce
nel modo, nel tempo, nella persona e nel numero, disposte secondo un ordine
preciso. Nella lingua italiana le coniugazioni sono tre.
1ª coniugazione 2ª coniugazione 3ª coniugazione
infinito presente in -ARE infinito presente in -ERE infinito presente in -IRE
lod – ARE tem – ERE mor – IRE

28 Tabelle di sintesi

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 28 05/06/12 13:05


I VERBI AUSILIARI
ESSERE e AVERE sono chiamati verbi ausiliari perché “aiutano” gli altri verbi
nella formazione dei tempi composti. Essi hanno una coniugazione particolare
che si definisce CONIUGAZIONE PROPRIA.

La coniugazione del verbo ESSERE


MODI FINITI
TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI
INDICATIVO CONGIUNTIVO
Presente Passato prossimo Presente Passato
io SONO io SONO STATO (che) io SIA (che) io SIA STATO
tu SEI tu SEI STATO (che) tu SIA (che) tu SIA STATO
egli È egli È STATO (che) egli SIA (che) egli SIA STATO
noi SIAMO noi SIAMO STATI (che) noi SIAMO (che) noi SIAMO STATI
voi SIETE voi SIETE STATI (che) voi SIATE (che) voi SIATE STATI
essi SONO essi SONO STATI (che) essi SIANO (che) essi SIANO STATI

Imperfetto Trapassato prossimo Imperfetto Trapassato


io ERO io ERO STATO (che) io FOSSI (che) io FOSSI STATO
tu ERI tu ERI STATO (che) tu FOSSI (che) tu FOSSI STATO
egli ERA egli ERA STATO (che) egli FOSSE (che) egli FOSSE STATO
noi ERAVAMO noi ERAVAMO STATI (che) noi FOSSIMO (che) noi FOSSIMO STATI
voi ERAVATE voi ERAVATE STATI (che) voi FOSTE (che) voi FOSTE STATI
essi ERANO essi ERANO STATI (che) essi FOSSERO (che) essi FOSSERO STATI

CONDIZIONALE
Passato remoto Trapassato remoto Presente Passato
io FUI io FUI STATO io SAREI io SAREI STATO
tu FOSTI tu FOSTI STATO tu SARESTI tu SARESTI STATO
egli FU egli FU STATO egli SAREBBE egli SAREBBE STATO
noi FUMMO noi FUMMO STATI noi SAREMMO noi SAREMMO STATI
voi FOSTE voi FOSTE STATI voi SARESTE voi SARESTE STATI
essi FURONO essi FURONO STATI essi SAREBBERO essi SAREBBERO STATI

IMPERATIVO
Futuro semplice Futuro anteriore Presente
io SARÒ io SARÒ STATO –
tu SARAI tu SARAI STATO SII tu
egli SARÀ egli SARÀ STATO (SIA egli)
noi SAREMO noi SAREMO STATI (SIAMO noi)
voi SARETE voi SARETE STATI SIATE voi
essi SARANNO essi SARANNO STATI (SIANO essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO PARTICIPIO GERUNDIO
Presente Passato Presente Passato Presente Passato
ESSERE ESSERE STATO ESSENTE STATO ESSENDO ESSENDO STATO

La morfologia 29

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 29 05/06/12 13:05


La coniugazione del verbo AVERE
MODI FINITI
TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI
INDICATIVO CONGIUNTIVO
Presente Passato prossimo Presente Passato
io HO io HO AVUTO (che) io ABBIA (che) io ABBIA AVUTO
tu HAI tu HAI AVUTO (che) tu ABBIA (che) tu ABBIA AVUTO
egli HA egli HA AVUTO (che) egli ABBIA (che) egli ABBIA AVUTO
noi ABBIAMO noi ABBIAMO AVUTO (che) noi ABBIAMO (che) noi ABBIAMO AVUTO
voi AVETE voi AVETE AVUTO (che) voi ABBIATE (che) voi ABBIATE AVUTO
essi HANNO essi HANNO AVUTO (che) essi ABBIANO (che) essi ABBIANO AVUTO

Imperfetto Trapassato prossimo Imperfetto Trapassato


io AVEVO io AVEVO AVUTO (che) io AVESSI (che) io AVESSI AVUTO
tu AVEVI tu AVEVI AVUTO (che) tu AVESSI (che) tu AVESSI AVUTO
egli AVEVA egli AVEVA AVUTO (che) egli AVESSE (che) egli AVESSE AVUTO
noi AVEVAMO noi AVEVAMO AVUTO (che) noi AVESSIMO (che) noi AVESSIMO AVUTO
voi AVEVATE voi AVEVATE AVUTO (che) voi AVESTE (che) voi AVESTE AVUTO
essi AVEVANO essi AVEVANO AVUTO (che) essi AVESSERO (che) essi AVESSERO AVUTO

CONDIZIONALE
Passato remoto Trapassato remoto Presente Passato
io EBBI io EBBI AVUTO io AVREI io AVREI AVUTO
tu AVESTI tu AVESTI AVUTO tu AVRESTI tu AVRESTI AVUTO
egli EBBE egli EBBE AVUTO egli AVREBBE egli AVREBBE AVUTO
noi AVEMMO noi AVEMMO AVUTO noi AVREMMO noi AVREMMO AVUTO
voi AVESTE voi AVESTE AVUTO voi AVRESTE voi AVRESTE AVUTO
essi EBBERO essi EBBERO AVUTO essi AVREBBERO essi AVREBBERO AVUTO

IMPERATIVO
Futuro semplice Futuro anteriore Presente
io AVRÒ io AVRÒ AVUTO –
tu AVRAI tu AVRAI AVUTO ABBI tu
egli AVRÀ egli AVRÀ AVUTO (ABBIA egli)
noi AVREMO noi AVREMO AVUTO (ABBIAMO noi)
voi AVRETE voi AVRETE AVUTO ABBIATE voi
essi AVRANNO essi AVRANNO AVUTO (ABBIANO essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO PARTICIPIO GERUNDIO
Presente Passato Presente Passato Presente Passato
AVERE AVERE AVUTO AVENTE AVUTO AVENDO AVENDO AVUTO

30 Tabelle di sintesi

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 30 05/06/12 13:05


Prima coniugazione attiva: AMARE
MODI FINITI
TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI
INDICATIVO CONGIUNTIVO
Presente Passato prossimo Presente Passato
io AMO io HO AMATO (che) io AMI (che) io ABBIA AMATO
tu AMI tu HAI AMATO (che) tu AMI (che) tu ABBIA AMATO
egli AMA egli HA AMATO (che) egli AMI (che) egli ABBIA AMATO
noi AMIAMO noi ABBIAMO AMATO (che) noi AMIAMO (che) noi ABBIAMO AMATO
voi AMATE voi AVETE AMATO (che) voi AMIATE (che) voi ABBIATE AMATO
essi AMANO essi HANNO AMATO (che) essi AMINO (che) essi ABBIANO AMATO

Imperfetto Trapassato prossimo Imperfetto Trapassato


io AMAVO io AVEVO AMATO (che) io AMASSI (che) io AVESSI AMATO
tu AMAVI tu AVEVI AMATO (che) tu AMASSI (che) tu AVESSI AMATO
egli AMAVA egli AVEVA AMATO (che) egli AMASSE (che) egli AVESSE AMATO
noi AMAVAMO noi AVEVAMO AMATO (che) noi AMASSIMO (che) noi AVESSIMO AMATO
voi AMAVATE voi AVEVATE AMATO (che) voi AMASTE (che) voi AVESTE AMATO
essi AMAVANO essi AVEVANO AMATO (che) essi AMASSERO (che) essi AVESSERO AMATO

CONDIZIONALE
Passato remoto Trapassato remoto Presente Passato
io AMAI io EBBI AMATO io AMEREI io AVREI AMATO
tu AMASTI tu AVESTI AMATO tu AMERESTI tu AVRESTI AMATO
egli AMÒ egli EBBE AMATO egli AMEREBBE egli AVREBBE AMATO
noi AMAMMO noi AVEMMO AMATO noi AMEREMMO noi AVREMMO AMATO
voi AMASTE voi AVESTE AMATO voi AMERESTE voi AVRESTE AMATO
essi AMARONO essi EBBERO AMATO essi AMEREBBERO essi AVREBBERO AMATO

IMPERATIVO
Futuro semplice Futuro anteriore Presente
io AMERÒ io AVRÒ AMATO –
tu AMERAI tu AVRAI AMATO AMA tu
egli AMERÀ egli AVRÀ AMATO (AMI egli)
noi AMEREMO noi AVREMO AMATO (AMIAMO noi)
voi AMERETE voi AVRETE AMATO AMATE voi
essi AMERANNO essi AVRANNO AMATO (AMINO essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO PARTICIPIO GERUNDIO
Presente Passato Presente Passato Presente Passato
AMARE AVERE AMATO AMANTE AMATO AMANDO AVENDO AMATO

La morfologia 31

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 31 05/06/12 13:05


Seconda coniugazione attiva: TEMERE
MODI FINITI
TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI
INDICATIVO CONGIUNTIVO
Presente Passato prossimo Presente Passato
io TEMO io HO TEMUTO (che) io TEMA (che) io ABBIA TEMUTO
tu TEMI tu HAI TEMUTO (che) tu TEMA (che) tu ABBIA TEMUTO
egli TEME egli HA TEMUTO (che) egli TEMA (che) egli ABBIA TEMUTO
noi TEMIAMO noi ABBIAMO TEMUTO (che) noi TEMIAMO (che) noi ABBIAMO TEMUTO
voi TEMETE voi AVETE TEMUTO (che) voi TEMIATE (che) voi ABBIATE TEMUTO
essi TEMONO essi HANNO TEMUTO (che) essi TEMANO (che) essi ABBIANO TEMUTO

Imperfetto Trapassato prossimo Imperfetto Trapassato


io TEMEVO io AVEVO TEMUTO (che) io TEMESSI (che) io AVESSI TEMUTO
tu TEMEVI tu AVEVI TEMUTO (che) tu TEMESSI (che) tu AVESSI TEMUTO
egli TEMEVA egli AVEVA TEMUTO (che) egli TEMESSE (che) egli AVESSE TEMUTO
noi TEMEVAMO noi AVEVAMO TEMUTO (che) noi TEMESSIMO (che) noi AVESSIMO TEMUTO
voi TEMEVATE voi AVEVATE TEMUTO (che) voi TEMESTE (che) voi AVESTE TEMUTO
essi TEMEVANO essi AVEVANO TEMUTO (che) essi TEMESSERO (che) essi AVESSERO TEMUTO

CONDIZIONALE
Passato remoto Trapassato remoto Presente Passato
io TEMEI (TEMETTI) io EBBI TEMUTO io TEMEREI io AVREI TEMUTO
tu TEMESTI tu AVESTI TEMUTO tu TEMERESTI tu AVRESTI TEMUTO
egli TEMÉ (TEMETTE) egli EBBE TEMUTO egli TEMEREBBE egli AVREBBE TEMUTO
noi TEMEMMO noi AVEMMO TEMUTO noi TEMEREMMO noi AVREMMO TEMUTO
voi TEMESTE voi AVESTE TEMUTO voi TEMERESTE voi AVRESTE TEMUTO
essi TEMETTERO essi EBBERO TEMUTO essi TEMEREBBERO essi AVREBBERO TEMUTO

IMPERATIVO
Futuro semplice Futuro anteriore Presente
io TEMERÒ io AVRÒ TEMUTO –
tu TEMERAI tu AVRAI TEMUTO TEMI tu
egli TEMERÀ egli AVRÀ TEMUTO (TEMA egli)
noi TEMEREMO noi AVREMO TEMUTO (TEMIAMO noi)
voi TEMERETE voi AVRETE TEMUTO TEMIATE voi
essi TEMERANNO essi AVRANNO TEMUTO (TEMANO essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO PARTICIPIO GERUNDIO
Presente Passato Presente Passato Presente Passato
TEMERE AVERE TEMUTO TEMENTE TEMUTO TEMENDO AVENDO TEMUTO

32 Tabelle di sintesi

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 32 05/06/12 13:06


Terza coniugazione attiva: SERVIRE
MODI FINITI
TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI TEMPI SEMPLICI TEMPI COMPOSTI
INDICATIVO CONGIUNTIVO
Presente Passato prossimo Presente Passato
io SERVO io HO SERVITO (che) io SERVA (che) io ABBIA SERVITO
tu SERVI tu HAI SERVITO (che) tu SERVA (che) tu ABBIA SERVITO
egli SERVE egli HA SERVITO (che) egli SERVA (che) egli ABBIA SERVITO
noi SERVIAMO noi ABBIAMO SERVITO (che) noi SERVIAMO (che) noi ABBIAMO SERVITO
voi SERVITE voi AVETE SERVITO (che) voi SERVIATE (che) voi ABBIATE SERVITO
essi SERVONO essi HANNO SERVITO (che) essi SERVANO (che) essi ABBIANO SERVITO

Imperfetto Trapassato prossimo Imperfetto Trapassato


io SERVIVO io AVEVO SERVITO (che) io SERVISSI (che) io AVESSI SERVITO
tu SERVIVI tu AVEVI SERVITO (che) tu SERVISSI (che) tu AVESSI SERVITO
egli SERVIVA egli AVEVA SERVITO (che) egli SERVISSE (che) egli AVESSE SERVITO
noi SERVIVAMO noi AVEVAMO SERVITO (che) noi SERVISSIMO (che) noi AVESSIMO SERVITO
voi SERVIVATE voi AVEVATE SERVITO (che) voi SERVISTE (che) voi AVESTE SERVITO
essi SERVIVANO essi AVEVANO SERVITO (che) essi SERVISSERO (che) essi AVESSERO SERVITO

CONDIZIONALE
Passato remoto Trapassato remoto Presente Passato
io SERVII io EBBI SERVITO io SERVIREI io AVREI SERVITO
tu SERVISTI tu AVESTI SERVITO tu SERVIRESTI tu AVRESTI SERVITO
egli SERVÌ egli EBBE SERVITO egli SERVIREBBE egli AVREBBE SERVITO
noi SERVIMMO noi AVEMMO SERVITO noi SERVIREMMO noi AVREMMO SERVITO
voi SERVISTE voi AVESTE SERVITO voi SERVIRESTE voi AVRESTE SERVITO
essi SERVIRONO essi EBBERO SERVITO essi SERVIREBBERO essi AVREBBERO SERVITO

IMPERATIVO
Futuro semplice Futuro anteriore Presente
io SERVIRÒ io AVRÒ SERVITO –
tu SERVIRAI tu AVRAI SERVITO SERVI tu
egli SERVIRÀ egli AVRÀ SERVITO (SERVA egli)
noi SERVIREMO noi AVREMO SERVITO (SERVIAMO noi)
voi SERVIRETE voi AVRETE SERVITO SERVIATE voi
essi SERVIRANNO essi AVRANNO SERVITO (SERVANO essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO PARTICIPIO GERUNDIO
Presente Passato Presente Passato Presente Passato
SERVIRE AVERE SERVITO SERVENTE SERVITO SERVENDO AVENDO SERVITO

La morfologia 33

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 33 05/06/12 13:06


IL GENERE TRANSITIVO E INTRANSITIVO
I verbi TRANSITIVI esprimono UN’AZIONE CHE PASSA direttamente dal
soggetto che la compie su una persona, un animale o una cosa che ne
completa il significato (complemento oggetto).

soggetto che compie l’azione Io Io

verbi che esprimono un’azione che passa sull’oggetto VEDO ASCOLTO

complemento oggetto sul quale passa l’azione (chi?) Luca. (che cosa?) la musica.

Nei tempi composti i verbi transitivi vogliono sempre l’ausiliare AVERE.

Io HO VISTO Luca. Io HO ASCOLTATO la musica.

I verbi INTRANSITIVI sono quelli che esprimono UN’AZIONE CHE SI COMPLETA


IN SE STESSA, OPPURE può essere COMPLETATA DA ALTRI ELEMENTI,
chiamati complementi indiretti, che si collegano al verbo tramite una preposizione.

soggetto che compie l’azione Io Io

verbo che esprime un’azione che non può passare CORRO. VADO
su un oggetto

complemento indiretto introdotto dalla preposizione A (dove?) a casa.

Nei tempi composti alcuni verbi intransitivi usano l’ausiliare AVERE, altri ESSERE.

Io HO CAMMINATO. Io SONO ANDATO.

LE FORME ATTIVA E PASSIVA


Un verbo è di FORMA ATTIVA quando IL SOGGETTO COMPIE L’AZIONE
espressa dal verbo.

Luca MANGIA il gelato.


azione compiuta dal soggetto

Un verbo è di FORMA PASSIVA quando IL SOGGETTO SUBISCE L’AZIONE


espressa dal verbo.

Il gelato È MANGIATO da Luca.


azione che ricade sul soggetto

34 Tabelle di sintesi

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 34 05/06/12 13:06


Per TRASFORMARE una frase DA ATTIVA IN PASSIVA è necessario che il verbo
sia transitivo e sia seguito da un complemento oggetto.
soggetto verbo in forma attiva complemento oggetto
L’orso CATTURA il pesce. forma attiva

Il pesce È CATTURATO dall’orso. forma passiva


soggetto verbo in forma passiva complemento d’agente

LA FORMA RIFLESSIVA
Un verbo è di FORMA RIFLESSIVA quando l’AZIONE compiuta dal soggetto
RICADE SUL SOGGETTO STESSO.
Luca SI LAVA.
soggetto oggetto verbo di forma riflessiva

Il verbo di forma riflessiva è accompagnato dalle particelle pronominali


MI, TI, CI, SI, VI, in relazione al soggetto dell’azione.
Io MI lavo. Tu TI lavi. Egli SI lava.
Noi CI laviamo. Voi VI lavate. Essi SI lavano.

Nei tempi composti i verbi riflessivi vogliono sempre l’ausiliare ESSERE.

Io mi SONO lavato. Io mi ERO lavato.

LA FORMA IMPERSONALE
I verbi IMPERSONALI esprimono un’azione compiuta da un SOGGETTO
INDETERMINATO. Essi vengono usati soltanto alla TERZA PERSONA SINGOLARE.
• Sono
 SEMPRE impersonali i verbi che indicano un Oggi PIOVE.
fenomeno atmosferico o espressioni di significato simile. Oggi FA FREDDO.
• Possono essere usati in forma impersonale: SEMBRA che tutti dormano.
– i verbi SEMBRARE, PARERE, BISOGNA… BISOGNA stare fermi.
– le locuzioni È BENE, È UTILE, È GIUSTO… È BENE che tu stia attento.
• Tutti
 i verbi possono essere usati nella forma impersonale
In questo locale SI MANGIA
se coniugati alla 3ª persona singolare e preceduti dalla
bene.
particella SI.

La morfologia 35

© Pearson Italia S.p.a.

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 35 05/06/12 13:06


36
Fare l’analisi grammaticale del verbo significa riconoscerne le seguenti caratteristiche:

VOCE DEL VERBO (scrivere l’infinito del verbo)


CONIUGAZIONE 1ª 2ª 3ª propria

Tabelle di sintesi
MODO indicativo congiuntivo condizionale imperativo infinito participio gerundio

9788879525183C_022_041_quaderno_R1.indd 36
TEMPO presente passato imperfetto trapassato passato trapassato futuro futuro
prossimo prossimo remoto remoto semplice anteriore
PERSONA 1ª 2ª 3ª
NUMERO singolare plurale
GENERE transitivo intransitivo
FORMA attiva passiva riflessiva

ESEMPIO: HO VISTO CORRENDO LÀVATI DORMIREBBE AVREMO


VOCE DEL VERBO VEDERE CORRERE LAVARE DORMIRE AVERE
CONIUGAZIONE 2ª 2ª 1ª 3ª PROPRIA
MODO INDICATIVO GERUNDIO IMPERATIVO CONDIZIONALE INDICATIVO
TEMPO PASSATO PRESENTE PRESENTE PRESENTE FUTURO
PROSSIMO SEMPLICE
SCHEDA DI ANALISI GRAMMATICALE

PERSONA 1ª / 2ª 3ª 1ª
NUMERO SINGOLARE / SINGOLARE SINGOLARE PLURALE
GENERE TRANSITIVO INTRANSITIVO TRANSITIVO INTRANSITIVO TRANSITIVO

© Pearson Italia S.p.a.


FORMA ATTIVA ATTIVA RIFLESSIVA ATTIVA ATTIVA

05/06/12 13:06