Sei sulla pagina 1di 3

COME SI LEGGE UNA BUSTA PAGA?

Se anche tu sei tra quei lavoratori che ogni mese guardano la busta paga con un grande punto interrogativo nella
testa, chiedendosi cosa significano tutte quelle voci, trattenute, irpef, accantonamenti, imponibile ecc. questa è la
sezione che fa per te.

Qui ti spieghiamo il significato degli elementi che compongono la tua busta paga e che alla fine determinano
l'importo netto dello stipendio, clicca con il muose sulla voce che ti interessa e scoprine finalmente il significato!

MESE RETRIBUITO COD.AZIENDA COD.FIL. MATRICOLA INPS AZIENDA POSIZIONE INAIL MATRICOLA COGNOME E NOME DATA ASSUNZIONE
MARZO 2008 39 1 12345678 10 ROSSI MARIO 15/01/2007

CODICE FISCALE COMUNE DI RESIDENZA DATA NASCITA SITUAZIONE ANF. NR. SCATTI ANZIANITÀ DOC. DATA ASS. CONVENZ.
PPARTT75A23H501P MILANO 23/01/1975 15/01/2007

RETRIBUZIONE DI FATTO QUAL. QUALIFICA C. COSTO REPARTO CARTELINO LIVELLO COD. LIV % P. TIME ORE CCNL GG. CCNL DATA CESSAZIONE
40 ANALISTA PROGRAMMATORE 10

ATT.
PREC

ATT.
PREC

CODICE DESCRIZIONE VOCE ORE/GIORNI BASE COMPETENZE TRATTENUTE DATI STATISTICI


COMPENSO LORDO

RITENUTE
1/3 INPS: Contributo 1
1401 1/3 INPS: Contributo 5
9900
9901 1.500,00
9910
9911

TOTALE LORDO IMPON.CONTR.SOC. CONTRIBUTO 1 CONTRIBUTO 2 CONTRIBUTO 3 CONTRIBUTO 4 CONTRIBUTO 5 TOTALE CONTRIBUTI SOCIALI
1.500,00 1.500,00 90,00 2,02 92,02

IMP. T.S. TRF ANTE 2001 NETTO % IRPEF IMP. T.S. TRF DAL 2001 % IRPEF NETTA IRPEF SU RIVAL IRPEF GIA' PAGATA TOTALE TRATTENUTE IRPEF T.S.

IMP. T.S. ARR. A.P. % IRPEF A.P. DEDUZIONI IRPEF IMPONIBILE IRPEF IRPEF LORDA TOTALE DETRAZIONI TOTALE TRATTENUTE IRPEF
436,11 971,87 223,53 223,53
ACCONTO RATA PRESTITO RESIDUO PRESTITO TRATT. SINDACALE COVELCO ARROTOND. PRECED. TRATTENUTE CORPO TOTALE TRATTENUTE
315,55
CONGUAGLIO FINE ANNO CESS. RAPPORTO DEDUZIONI IRPEF PROG. IMPONIBILE IRPEF IMPORTO IRPEF ANNUO PROGR. RIT. IRPEF PROGR. DETR. IRPEF CONGUAGLIO IRPEF +/-

IRPEF ERARIO IMP. IRPEF ADDIZIONALI ADDIZIONALE REGIONALE ADDIZIONALE COMUNALE ADDIZIONALI IRPEF ARROTONDAMENTO ATTUALE NETTO BUSTA
0,55 1.185,00
FERIE A.P. FERIE MAT. FERIE GOD. FERIE RES. PERMESSI A.P. PERMESSI MAT. PERMESSI GOD. PERMESSI RES. ROL A.P. ROL MAT. ROL GOD. ROL RES.

FEST. A.P. FEST. MAT. FEST. GOD. FEST. RES. FLESS. A.P. FLESS. MAT. FLESS. GOD. FLESS. RES. B. ORE A.P. B. ORE MAT. B. ORE GOD. B. ORE RES.

DATI STATISTICI Q/INPS POS. SETT. ORE INPS GG. INPS ORE INAIL GG.INAIL IMPONIBILE INAIL IMPONIBILE SILICOSI TFR MESE
1.500,00
DETRAZIONI SPETTANTI ALTRE DETRAZIONI CONIUGE FIGLI ALTRI CARICHI ONERI DIFFERENZA MINORI DIFFERENZA APPRENDISTI

PROGRESSIVI ANNUI IMPONIBILE INAIL IMP. CONTRIBUTI SOCIALI CONTRIBUTI SOCIALI DEDUZIONI IRPEF IMPONIBILE IRPEF IRPEF LORDA TOTALE DETRAZIONI IRPEF PAGATA
1.500,00 1.500,00 92,02 436,11 971,87 223,53 223,53
C/C BANCA ACCREDITO FIRMA

• Mese retribuito: Il mese a cui si riferisce lo stipendio.


• Matricola:Ogni dipendente ha un proprio numero di matricola indicato su un'apposito registro (il libro
matricola) sul quale sono iscritti tutti i lavoratori dell'azienda.
• Qualifica:E' la funzione lavorativa svolta nell'azienda ed è assegnata in base alle mansioni che il
dipendente deve svolgere. Ad esempio: impiegato, dirigente, programmatore ecc.
• Livello:Rappresenta il livello di inquadramento contrattuale e dipende dal tipo di CCNL applicato.
• Retribuzione di fatto:La retribuzione di fatto comprende il salario, lo stipendio e le competenze
accessorie e occasionali al lordo delle trattenute statali e previdenziali. La retribuzione di fatto si differenzia dalle
retribuzione contrattuale vera e propria poiché quest'ultima comprende esclusivamente le competenze
determinate dai contratti nazionali di lavoro.
• Competenze:Riporta il valore della retribuzione di fatto, indicando anche i giorni lavorativi previsti dal
contratto, lo stipendio giornaliero ed il totale mensile.
• Totale lordo:La retribuzione lorda è quella base prevista dal CCNL applicato e corrisponde allo stipendio
lordo percepito ogni mese. Per determinarne il valore è necessario sommare o sottrarre alla retribuzione di fatto
le voci variabili, come le ore di straordinario, le festività abolite pagate, le festività non godute ecc.
• Impon. contr. soc.:E' il totale lordo arrotondato e rappresenta la base su cui è calcolato il totale dei
contributi sociali a carico del dipendente. L'imponibile contributivo varia in base all'ammontare dello stipendio.
• Contributo 1:E' il contributo trattenuto dall'azienda a fini della pensione.
• Totale contributi sociale:E' il totale determinato dalla somma dei contributi sociali trattenuti
dall'azienda ai fini della pensione.
• Imponibile IRPEF:L'Irpef è l'imposta sul reddito delle persone fisiche. Questa trattenuta fiscale è
operata sulla retribuzione del lavoratore dipendente da parte del datore di lavoro, il quale provvede ad effettuare
il versamento allo Stato per conto del lavoratore stesso. L'imponibile Irpef è il valore su cui sono calcolate le
trattenute fiscali.
• IRPEF lorda:E' il lordo da cui devono essere sottratte le eventuali detrazioni (es. coniuge, figli a carico).
• Totale trattenute IRPEF:Totale delle trattenute fiscali operate dall'azienda, determinato sottraendo
dall'Irpef lorda le eventuali detrazioni.
• Totale trattenute:La somma del totale contributi sociali e del totale trattenute Irpef.
• Conguaglio IRPEF +/-:Il datore di lavoro, entro la fine dell'anno, deve effettuare un controllo tra le
imposte versate dal lavoratore a titolo di acconto nel corso dell'anno e quelle effettivamente dovute dallo stesso.
Il conguaglio Irpef può generare quindi due risultati diversi: una restituzione di denaro se sono state pagate più
tasse di quelle dovute per legge o un'ulteriore trattenuta se invece ne sono state versate in minor misura. Il
conguaglio è effettuato di solito con la retribuzione del mese di dicembre.
• Arrotondamento attuale:La retribuzione spettante al lavoratore viene arrotondata per permettere un
bonifico bancario più pratico.
• Netto busta:Tolte tutte le trattenute, si determina la retribuzione netta effettivamente percepita dal
lavoratore.
• Ferie a.p.:Ferie accumulate dal dipendente nell'anno precedente e non ancora fruite.
• Ferie mat.:Ferie maturate dal primo giorno dell'anno fino all'ultimo del mese precedente a quello cui si
riferisce la busta paga.
• Ferie god.:Giorni di ferie goduti (il valore si riferisce al mese precedente).
• Ferie res.:Numero di giorni di ferie residue ancora da fruire.
• Permessi a.p.:Ore di permesso maturate nell'anno precedente.
• Permessi mat:Ore di permesso maturate nell'anno corrente.
• Permessi god.:Ore di permesso beneficiate nell'anno corrente.
• Permessi res:Ore di permesso ancora da fruire.
• ROL a.p.:R.o.l. significa Riduzione Orario di Lavoro, sono ulteriori ore di permesso retribuito previste dal
contratto collettivo di lavoro.
• ROL mat.:R.o.l. significa Riduzione Orario di Lavoro, sono ulteriori ore di permesso retribuito previste dal
contratto collettivo di lavoro.
• ROL god.:R.o.l. significa Riduzione Orario di Lavoro, sono ulteriori ore di permesso retribuito previste dal
contratto collettivo di lavoro.
• ROL res.:R.o.l. significa Riduzione Orario di Lavoro, sono ulteriori ore di permesso retribuito previste dal
contratto collettivo di lavoro.
• Dati statistici:Valori statistici riportati ai fini Inail e Inps. Sono indicati: le settimane, le ore e i giorni
lavorativi mensili, in base ai quali sono calcolati i versamenti che l'azienda deve fare agli istituti suddetti.
• Sett:Valori statistici riportati ai fini Inail e Inps. Sono indicati: le settimane, le ore e i giorni lavorativi
mensili, in base ai quali sono calcolati i versamenti che l'azienda deve fare agli istituti suddetti.
• Ore INPS:Valori statistici riportati ai fini Inail e Inps. Sono indicati: le settimane, le ore e i giorni
lavorativi mensili, in base ai quali sono calcolati i versamenti che l'azienda deve fare agli istituti suddetti.
• GG INPS:Valori statistici riportati ai fini Inail e Inps. Sono indicati: le settimane, le ore e i giorni lavorativi
mensili, in base ai quali sono calcolati i versamenti che l'azienda deve fare agli istituti suddetti.
• Ore INAIL:Valori statistici riportati ai fini Inail e Inps. Sono indicati: le settimane, le ore e i giorni
lavorativi mensili, in base ai quali sono calcolati i versamenti che l'azienda deve fare agli istituti suddetti.
• GG INAIL:Valori statistici riportati ai fini Inail e Inps. Sono indicati: le settimane, le ore e i giorni
lavorativi mensili, in base ai quali sono calcolati i versamenti che l'azienda deve fare agli istituti suddetti.
• Imponibile INAIL:E' il valore sul quale l'azienda calcola l'aliquota da versare all'Inail.
• TFR mese:Il TFR, letteralmente Trattamento di fine rapporto, nel linguaggio comune è conosciuto come
liquidazione e spetta al lavoratore alla cessazione del rapporto di lavoro qualunque ne sia la causa (es. dimissioni,
licenziamento per giusta causa). Al termine di ciascun anno di lavoro, viene accantonato un importo pari alla
retribuzione annua divisa per 13,5.
• Detrazioni spettanti:Le detrazioni diminuiscono l'importo delle tasse, cioè l'IRPEF da versare, e spettano
ad esempio a chi ha figli o altri familiari a carico o coniuge a carico.
• Imponibile INAIL:Il progressivo annuo dell'imponibile Inail.
• Imp. contributi sociali:Il progressivo annuo dell'imponibile Inps.
• Contributi sociali:Il progressivo annuo dei contributi sociali.
• Imponibile IRPEF:Il progressivo annuo dell'imponibile Irpef.
• IRPEF lorda:Il progressivo annuo dell'irpef lorda.
• IRPEF pagata:Somma dell'Irpef pagata nell'anno in corso.
• Cod. Azienda:Codice e/o denominazione dell'azienda
• Matricola INPS Azienda:Numero posizione Inps dell'azienda
• Posizione INAIL:Numero posizione Inail dell'azienda
• Cod.fil.:Eventuale filiale o reparto dell'azienda
• Cognome e nome:Cognome e nome del lavoratore
• Codice fiscale:Numero di codice fiscale del lavoratore
• Comune di residenza:Comune di residenza del lavoratore
• Data nascita:Data di nascita del lavoratore
• Data assunzione:Data di assunzione del lavoratore
• Data cessazione:Eventuale data di cessazione del rapporto di lavoro
• Nr. scatti anzianità:Numero scatti di anzianità del lavoratore
• Addizionale regionale:L'addizionale regionale è un'imposta aggiuntiva dovuta alla Regione in cui ha il
domicilio fiscale il dipendente. E' un'imposta che viene pagata in un anno, ma è riferita al reddito dell'anno
precedente L'importo si calcola mediante una percentuale che varia da un minimo dello 0,9% ad un massimo del
1,4%, da applicarsi sul reddito annuo del dipendente e varia da Regione a Regione.
• Addizionale comunale:L'addizionale comunale è un'imposta aggiuntiva dovuta al comune in cui ha il
domicilio fiscale il dipendente al 31 dicembre dell'anno fiscale di cui si calcola l'addizionale comunale. Si calcola
mediante una percentuale da applicarsi sul reddito annuo del dipendente e varia da comune a comune.
• Addizionali IRPEF:Imposte dovute dalle persone fisiche. Le addizionali si determinano applicando
un'aliquota fissa al reddito Irpef. Le addizionali sono destinate alla Regione (addizionale regionale) e al comune di
domicilio fiscale (addizionale comunale).
• Coniuge:Detrazione spettante al lavoratore con coniuge non legalmente ed effettivamente separato.
• Figli:Detrazione spettante al lavoratore con figli, compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o
affiliati, indipendentemente dall'età e anche se non conviventi con il genitore richiedente.
• Altri carichi:Detrazione spettante al lavoratore con altri familiari a carico: genitori, ascendenti, generi e
nuore, suoceri, fratelli e sorelle, a condizione che convivano con il lavoratore o percepiscano da questi assegni
alimentari non derivanti da un provvedimento dell'autorità giudiziaria.
• C/C:Numero di conto corrente del lavoratore sul quale effettuare il bonifico per l'accredito dello stipendio.
• Banca accredito:Nominativo banca del lavoratore.
• Firma:Firma del lavoratore per presa visione ed accettazione della busta paga.
• Deduzioni IRPEF:Per deduzione si intende una somma che viene sottratta dal reddito complessivo lordo
per determinare la base imponibile su cui calcolare l'imposta lorda.
• Acconto:L'importo che il contribuente è generalmente tenuto a versare come anticipo dell'imposta sui
redditi dovuta per l'anno in corso.