Sei sulla pagina 1di 39

FARMACOLOGIA

DEI LASSATIVI

Michela De Bellis
Dipartimento di Farmacia-Scienze del Farmaco
In condizioni normali, transitano nel tratto gastrointestinale
circa 10 litri di liquidi:
- 80% viene assorbita dall’ intestino tenue (4-5L)
- 19 % viene assorbita dal colon (~ 4L)
- 1% passa nelle feci

Aumento del riassorbimento di H2O Diminuizione del riassorbimento di H2O

DISIDRATAZIONE delle FECI RISTAGNO di LIQUIDI nel


LUME INTESTINALE

STIPSI DIARREA
MECCANISMI COINVOLTI NELLA REGOLAZIONE DEL TRASPORTO ELETTROLITICO,
DELL’ASSORBIMENTO E DELLA SECREZIONE NEL TRATTO INTESTINALE
EPIDEMIOLOGIA DELLA STIPSI
Genere/Età
Razza/Età

dieta

Classi Sociali

fattori
psicologici
attività
fisica
FISIOLOGIA DELLA DEFECAZIONE

FISIOLOGIA
COSA SI INTENDE PER STIPSI

 Non esiste una definizione univoca di stipsi

 Un paziente viene considerato affetto da stipsi nel caso in cui manifesti uno o più
dei seguenti sintomi:

- frequenza di defecazione inferiore a 3 volte per settimana


- consistenza delle feci troppo elevata
- sforzo eccessivo nella espulsione
- sensazione di defecazione incompleta
- sensazione di ostruzione o blocco ano-rettale

LA STIPSI NON E’ UNA MALATTIA,


E’ UN SINTOMO
MECCANISMI ALLA BASE DELLA STIPSI

- Normale transito delle feci nel colon, frequenza di defecazione normale; difficoltà del
paziente nell’evacuare; presenza di feci consistenti

- Disturbi nella evacuazione per disfunzioni del pavimento pelvico o dello sfintere anale
(es. presenza di emorroidi, anomalie strutturali, incapacità di coordinare i muscoli coinvolti
nella defecazione…)

- Transito rallentato associato a ridotto stimolo alla defecazione, gonfiore e dolore addominale
CLASSIFICAZIONE DELLA STIPSI

LA STIPSI RIFLETTE UN DISORDINE DELLA FUNZIONALITÀ


PIUTTOSTO CHE DELLA STRUTTURA INTESTINALE
CAUSE SECONDARIE DI STIPSI
CAUSE SECONDARIE DI STIPSI
FARMACI CHE CAUSANO STIPSI
LA COSTIPAZIONE INDOTTA DA OPPIOIDI (CIO)
I SINTOMI DELLA COSTIPAZIONE INDOTTA DA OPPIOIDI

- evacuazione meno frequente del solito


- presenza di feci secche e dure
- sforzo durante l’evacuazione
- sensazione di evacuazione incompleta
- gonfiore dolore addominale
- nausea e vomito
- emorroidi
- senso di stanchezza
- calo dell’appetito
- depressione
APPROCCIO NON FARMACOLOGICO

- attività fisica

- assunzione liquidi
FARMACI LASSATIVI

- Sono farmaci che promuovono la defecazione e combattono la stipsi

- Possono essere classificati in base al meccanismo di azione e alle proprietà


chimiche

- Una classificazione più pratica distingue i lassativi secondo la natura e la latenza del
loro effetto purgante

- In alcuni casi il meccanismo non è unico e si possono produrre effetti farmacologici


multipli
FARMACI LASSATIVI
LASSATIVI DI VOLUME (O DI MASSA)

Le fibre dietetiche possono essere classificate in:


LASSATIVI DI VOLUME (O DI MASSA)

Polisaccaridi non cellulosici idrosolubili:


- emicellulose
- mucillagini
- gomme
- pectine

Polimeri non idrosolubili:


- lignina
- cellulosa

In base alla loro IDROSOLUBILITA’ e alla loro NATURA CHIMICA possono


andare incontro a fermentazione da parte della flora batterica intestinale
MECCANISMO DI AZIONE LASSATIVI DI VOLUME

Polisaccaridi non cellulosici idrosolubili

degradazione da parte della flora batterica

formazione di cataboliti osmoticamente attivi

aumento della massa fecale

movimenti propulsivi

Indicazioni Terapeutiche
- sono utili nella gestione dei pazienti con: colostomia, ileostomia, emorroidi, fistole anali, diarrea
cronica associata a malattia diverticolare, sindrome dell’intestino irritabile
- come terapia aggiuntiva nella colite ulcerosa
MECCANISMO DI AZIONE LASSATIVI DI VOLUME

Polimeri non idrosolubili


TOSSICITA’ ED INTERAZIONI FARMACOLOGICHE
DEI LASSATIVI DI VOLUME

Effetti Indesiderati
- flatulenza, distensione addominale, occlusione gastrointestinale, impattamento
fecale, ipersensibilità

Controindicazioni
- difficoltà alla deglutizione
- occlusione intestinale
- atonia del colon
- impattamento fecale

Interazioni con farmaci


- la cellulosa e i suoi derivati possono ridurre l’assorbimento di
- glicosidi
- salicilati
- nitrofurantoina
- lo psillio lega i derivati cumarinici
LASSATIVI OSMOTICI
- Composti Salini:
sali di magnesio, sali di fosfato di sodio, citrati sodici
- Zuccheri:
lattulosio, lattitolo
- Polimeri inerti di glicole etilenico
macrogol (PEG) 4000
trattengono H2O per mantenere isotonicità con plasma

volume del contenuto intraluminale

distensione meccanica della parete intestinale

riflesso peristaltico

transito intestinale
LASSATIVI OSMOTICI

COMPOSTI SALINI

Sono l’esempio più pertinente di farmaci che si comportano da


lassativi o da purganti a seconda delle dosi utilizzate

stimolo della motilità intestinale


liberazione dell’ormone
colecistochinina
accumulo intraluminare di elettroliti
INDICAZIONI E TOSSICITA’ DEI COMPOSTI SALINI

Indicazioni Terapeutiche
- risultano utili quando è richiesto un rapido svuotamento intestinale

Effetti Indesiderati
- Sali di magnesio
- abuso
- ipermagnesemia (a dosaggi elevati)

- Lassativi a base di fosfati


- infiammazioni del colon-retto

Controindicazioni
- in soggetti affetti da insufficienza renale e disfunzioni cardiache
ZUCCHERI
LATTULOSIO
(disaccaride semisintetico
galattosio-fruttosio)

fermentazione batterica acido lattico, formico, acetico

stabile riduzione pH e richiamo di H2O


nel lume per osmosi

aumento volume e consistenza feci

Indicazioni Terapeutiche
- è un blando lassativo che presenta effetto catartico dopo 1-3 giorni
- a dosi elevate è usato nell’encefalopatia porto-sistemica

Effetti Indesiderati
- gonfiore addominale e flatulenza

Interazione con farmaci


- azione ridotta dalla somministrazione contemporanea di farmaci antibatterici o di antiacidi
LATTITOLO
(disaccaride semisintetico
galattosio-sorbitolo)

Azioni e Indicazioni Terapeutiche

simili a quelle del Lattulosio

SORBITOLO E MANNITOLO

Sono poco utilizzati come lassativi, mentre trovano impiego in altre situazioni:

 Sorbitolo

- utilizzato come veicolo dei clismi di carbone attivo usati in caso di avvelenamento

 Mannitolo

- soluzioni ipertoniche vengono somministrate per via infusionale, quando si richiede


una diuresi rapida ed imponente (ad es. per ottenere una riduzione della pressione
intracranica e oculare)
MACROGOL
(PEG 4000)

Indicazioni Terapeutiche:
- usato come catartico per la pulizia intestinale prima di indagini o interventi chirurgici
- nel trattamento della stipsi e dei fecalomi
- formulato anche come associazione con Sali sodici in soluzioni bilanciate isotoniche
per evitare importanti variazioni del volume plasmatico

Effetti Indesiderati:
- dolori addominali
- nausea

Controindicazioni:
- perforazione intestinale
- occlusione intestinale
- infiammazione del tratto intestinale
- colite ulcerosa
GLICERINA

gli effetti lassativi sono dovuti a due caratteristiche chimico-fisiche

elevato potere osmotico e


igroscopicità azione irritante locale

effetto emolliente riflesso


sulle feci defecatorio

Indicazioni Terapeutiche:
- usata frequentemente in pediatria (supposte o microclisma)

Effetti Indesiderati:
- fastidio, bruciore ed iperemia locale
LASSATIVI STIMOLANTI

derivati organici naturali


antrachinonici
- senna
- aloe
- cascara
- frangula
- rabarbaro

composti sintetici
- bisacodile
- picosolfato sodico
MECCANISMO DI AZIONE DEI LASSATIVI STIMOLANTI

flora batterica enzimi


colica intestinali

bioattivazione

infiammazione
enterica

accumulo intraluminare
di H20 e di elettroliti

movimenti propulsivi
intestinali
MECCANISMO DI AZIONE DEI LASSATIVI STIMOLANTI

Modificano la secrezione e l’assorbimento Stimolano la motilità a livello del colon

sintesi PG, istamina, serotonina stimolazione neuromuscolare diretta


e mediata da PG

flusso di H2O, Na+, Cl-


verso il lume intestinale

Indicazioni Terapeutiche:
- stitichezza
- pulizia intestinale prima di procedure radiologiche addominali, endoscopie, parto e
interventi chirurgici addominali

Effetti Indesiderati:
- crampi addominali
- ipopotassemia
- colon catartico
LASSATIVI EMOLLIENTI

Questi agenti ammorbidiscono le feci facilitando l’espulsione di feci molli

miscela inerte di idrocarburi alifatici


Paraffina Liquida
non digeribile e scarsamente assorbibile
(Olio di vaselina) ottenuta dalla distillazione del petrolio

Meccanismo di azione:
- agisce lubrificando e ammorbidendo le feci impattate

Indicazioni Terapeutiche:
- dopo chirurgia all’addome
- emorroidectomia
- ragadi anali

Effetti Indesiderati:
- malassorbimento di vitamine liposolubili
- irritazione perianale
LASSATIVI EMOLLIENTI

Docusato Sodico

Meccanismo di azione:
- abbassa la tensione superficiale della massa fecale
- blanda azione stimolante la secrezione di fluidi ed elettroliti

Indicazioni Terapeutiche:
- effetto lassativo modesto dopo 1-3 giorni di trattamento

Effetti Indesiderati:
- alterazioni morfologiche della mucosa intestinale
- ritardo nei processi di cicatrizzazione in sede rettale
NUOVE PROSPETTIVE TERAPEUTICHE

attiva i canali al cloro (ClC2) sulla


membrana apicale dell’epitelio gastrointestinale

aumento della secrezione di cloro

aumento della motilità intestinale,


promozione dei movimenti spontanei intestinali

APPROVATO IN U.S. DALLA FDA IL 31.01.2006

NON E’ IN COMMERCIO IN ITALIA


LUBIPROSTONE

Indicazione Terapeutica:
- costipazione idiopatica cronica
- sindrome del colon irritabile
- costipazione indotta da oppioidi

Effetti Indesiderati:
nausea, diarrea, mal di testa, dolori addominali, vomito

Controindicazioni:
- in pazienti con insufficienza epatica e renale
- in gravidanza