Sei sulla pagina 1di 23

Ecce homo!...

Elaborazione drammaturgica dal Vecchio e Nuovo Testamento


per la messa in scena della
Passione di Cristo

Personaggi

Gesù
Giuda
Maddalena
Hanna
Caifa
Pilato
Claudia (sua moglie)
Pietro
Maria, madre di Gesù
G. Battista
Fariseo / Messaggero 1
Cieca / Messaggero 2
Oppresso / Messaggero 3
Veronica / Messaggero 4
Giovane donna / Messaggero 5
Lebbrosa / Messaggero 6
Tentazione
I° Centurione
II° Centurione
Demoni / Pie Donne
Altri apostoli
Coro

1
Ecce homo!...

Tr. 01 OVERTURE A SIPARIO CHIUSO

A SIPARIO CHIUSO

V.F.C. -Egli è il Figlio di Dio ed è venuto al mondo per condurci alla Casa del
Padre, che è nei Cieli.  Davanti a Lui, si separeranno le anime di luce dagli
spiriti della notte; le pecore dai capri; coloro che sono chiamati al paradiso e
coloro che sono soltanto i figli della vanità, dell’arroganza, della violenza e
dell’inganno.  Egli è’ presente nel povero e nell’affamato; nell’ammalato e
nel reietto. Ma anche in chi darà la propria voce e il proprio corpo al Signore
dell’Amore. Egli è il Messia.

SIPARIO

PROLOGO - GIOVANNI BATTISTA 

Giovanni Battista è in piedi, una folla è seduta davanti a lui

GIOVANNI -Io sono Giovanni! Io non sono il Messia, ma soltanto colui che grida nel
deserto. E a voi gente di Galilea di Giudea e del Giordano, che accorrete per farvi
battezzare e purificare nelle acque del fiume, dico: preparate le vie del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri perché Egli è alla porta. Io vi battezzo con l'acqua di
questo fiume Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Rinnegate i vostri
peccati; così che quest’acqua mondi il vostro spirito come purifica il vostro corpo.

La folla si alza per farsi battezzare, Gesù è tra la gente e Giovanni lo vede.

GIOVANNI -Sei Tu mio Signore! E vieni a me? Ma sono io che ho bisogno del tuo
battesimo, e tu vieni a me?

GESÙ -Giovanni, il nostro tempo sta per compiersi. Lascia che sia adempiuta ogni
giustizia.

Giovanni lo battezza

V.F.C. -Questi è il mio Figlio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto. E voi tutti,
ascoltatelo. 

SCENA 1° - TENTAZIONE DEL DEMONE

Gesù è seduto su una roccia. Alle sue spalle appaiono tre demoni

DEMONE -Oh, Gesù il Nazareno, per 40 giorni hai digiunato: Tu sai che l'uomo ha fame ma,
se tu sei veramente il Figlio di Dio, comanda a queste pietre che diventino pane.

GESÙ -Sta scritto: Non di solo pane vivrà l'uomo.

2
DEMONE -Hai ragione, la fame si può sopportare. Vieni sulla montagna più alta, allora
e guarda le meraviglie della terra. Ebbene io ti darò tutta la potenza e la
gloria di questi regni. Se tu ti prostrerai davanti a me.

GESÙ - Sta scritto: Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui solo adorerai.

DEMONE – Ascoltami, Gesù il Nazareno, lasciati glorificare, allora! Poiché tu sei il Figlio di
Dio, Egli darà ordine ai suoi angeli… che ti custodiscano, e ti sostengano perché
il tuo piede non inciampi e allora, voglio regalarti un piacere enorme….

DEMONI - Buttati giù… Buttati giù…. Buttati giù….

GESÙ - Basta Satana! Non tentare il Signore Dio tuo. Solo il Padre è la vera gloria. Ora va
via Satana! Vate retro!!.. Sprofonda nell'abisso oscuro della tua stolta vanità.

COREOGRAFIA

I demone si allontanano gemendo mentre sul palcoscenico prende posto la folla.


Hanna e Caifa in un angolo osservono

SCENA 2° LE PREDICHE

GESÙ - -(alla folla) A voi che siete venuti a cercare il Messia io dico che qui, siete venuti
soltanto per toccare una corona di spine tinta di sangue. Poiché questa è la gloria
in questo mondo. Ma, se uno di voi è nell’abbondanza e non rende disponibile la
sua ricchezza per il bene del prossimo, il suo destino è nelle mani di Satana. Se
invece la vostra vita è nella carità e i vostri occhi si apriranno alla luce di Dio.

Tumulto e proteste di molti

FARISEO -Ma tu non sei il figlio di Giuseppe e di Maria? Non sei forse nato a
Betlemme? Io conosco bene i tuoi parenti.

GESÙ – -Tu conosci chi nasce nella carne, ma puoi dire lo stesso di chi nasce nello Spirito?

CIECA - -Signore, io so che tutti ti cercano. So che tutti vogliono una tua parola. So
anche che tanti sono stati guariti da te. Ora ti prego, guardami, io sono cieco
e la mia vita è alla fine ma, se tu vuoi, io guarirò.

GESÙ – -(al cieco) Che sia luce nei tuoi occhi e nella tua anima, poiché io lo voglio!

CIECA – -(guardandosi intorno) Signore! Io… Io sono guarita, sono guarita!!

FARISEO -Ma questa è magia, è sortilegio!...

OPPRESSO –Signore! La mia anima è nel tormento. Ogni giorno qualcosa mi opprime e la
disperazione mi assale, e non so’ darmene ragione alcuna. Come posso guarire?

GESÙ –(all’oppresso) Figliuolo, la tua anima langue perché è gravata dai tuoi peccati.
Ebbene io ti dico che se sei veramente pentito, i tuoi peccati saranno rimessi.

Gesù impone le mani al Secondo Uomo


3
OPPRESSO –Signore!? All’improvviso sento la mia vita leggera, e piena di luce. Io ti ringrazio!

FARISEO – Perché costui parla così? Ciò è bestemmia! Chi può rimettere i peccati se
non Dio solo?

MADDALENA – Mio Signore non ho altro da donarti che questo unguento profumato. (si
inginocchia ai suoi piedi) Non è nulla in confronto a ciò che hai fatto per me.
Volevano lapidarmi e tu mi hai salvata e mi hai accolta presso di te
trattandomi come nessun uomo mi aveva mai trattata e mi hai perdonata.
Adesso ti seguirò per sempre

FARISEO – Allora è vero quel che dicono: mangia e beve in compagnia di pubblicani e
peccatori.

GESÙ – Sono forse i sani che hanno bisogno del medico o invece i malati? Io non
sono venuto qui per chiamare i giusti ma i peccatori. Ma sono venuto anche
per giudicare, perché coloro che non vedono, vedano e quelli che vedono
diventino ciechi.

FARISEO – Siamo forse ciechi anche noi?

GESÙ –Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: Noi vediamo, il
vostro peccato rimane.

VERONICA -(si fa largo tra la gente) Lasciatemi passare!... Lasciatemi passare!... (giunta
da lui lo prende per le vesti)

GESU’ -Chi ha toccato le mie vesti?

VERONICA – (buttandosi ai suoi piedi) Signore! Sono malata da 12 anni ed ho speso tutti
i miei averi senza alcun vantaggio. Ma so che mi basta toccare le tue vesti e
sarò salvata!

GESÙ –(sollevandola) Figlia, la tua fede ti ha salvato, Vai in pace e sii guarita dal
tuo male...

VERONICA -Resterò sempre con te: laverò il tuo viso... asciugherò il tuo sudore!...

PUBBLICANO-(apprestandosi a Gesù) Signore, la tua parola giunge fino nel più profondo
del mio cuore. Per questo io ti chiedo: Quante volte dovrò perdonare se
qualcuno pecca contro di me? Fino a sette volte?

GESÙ’ –No! Io non ti dico fino a sette volte, figlia: io ti dico fino a settanta volte sette;
e se occorre ancora di più, perché l’amore è l’unica ragione della nostra vita.

Dalla folla viene un tumulto

FOLLA -Fermatele sono lebbrose ci contageranno tutti! Andate via... Questo non è
posto per voi!

GESU’ -Lasciatele passare!

4
GIOVANE -Signore! Mia madre è gravemente malata... La sua pelle è coperta da brutte
piaghe... ha la lebbra e nessun medico vuole curarla perché ne hanno paura.
Io non ho altri che lei, non voglio perderla... Da tempo ti seguo, credo nella
tua parola e so che solo tu puoi salvarla!

GESU’ Figlia, ti sei presa cura di lei e non hai avuto paura della sua malattia... Non
io ma, l’amore che tu nutri per tua madre, la salverà (prende una mano della
lebbrosa) Guarda! La sua pelle è fresca e nuova come quella di un bambino..

LEBBROSA -(guardandosi la mani) Figlia!...Figlia, guarda... non ho più piaghe!... Sono


guarita!... Sono guarita! (l’abbraccia)

FOLLA -E’ un miracolo!... Gesù l’ha guarita!

HANNA -(A Caifa) Questo è troppo! Costui è un impostore, dobbiamo fermarlo! (escono)

La folla attornia Gesù lodandolo e benedicendolo

TR. 02 Troppo Cielo Nella Mente (Sul canto Maddalena unge i piedi a Gesù)
Nazareth, il figlio tuo
GIUDA Anziché fare il Messia

Mi è tutto chiaro ormai


E mi basta a capir-
Che così fallire-mo subito Meglio come il padre suo
Se distingui poi In falegnameria
Il mi-to dall'uo-mo
Anche tu capirai subito Sedie, tavoli e cucchiai
Cristo ! Non han fatto male mai
A queste dicerie La politica è bugia
Ci credi ormai anche tu ? (è) demagogia
La storia che sei Dio Gesù Cristo, la tua gente che è qua
L'hai messa in giro tu ? Non lo vedi, non ha libertà
E il bene che tu fai Roma non perdona, devi piegarti alla
Verrà spazzato via sua autorità
Oramai conti più tu Questo chiasso porta guai
Della parola tua Tu vuoi suscitar vespai
Gesù Cristo non mi piaci così Ci schiacceranno se esagererai
Chiedo solo che tu ascolti anche me E lo faranno se continuerai
Ti ricordo che ti ho seguito dall'inizio sai Gesù Cristo bada a quello che fai
Voglio solo un futuro per noi
Hai acceso già la fantasia Ma io vedo qui che il nostro
Loro ti credono il Messia grande sogno se ne va - ah !
Ti odieranno se deluderai I tuoi discepoli in balia
Mi ricordo quando tutto iniziò Sono accecati di utopia
Non eri Dio, ma ancora un uomo però Il Paradiso ce li porta via
Ti assicuro, non ti stimavo meno, e lo La loro mente, che vola via
sai Gesù Cristo bada a quello che fai
Ma oggi ogni cosa che tu dici e fai Se mi ascolti non te ne pentirai
Viene (...viene) distorta più che mai Ma tu, Gesù, Tu non mi ascolti, ma perché
Ti uccideranno se gli mentirai ?
5
(Perché....) Avanti ascolta, ascolta anche vedrai che non ti pentirai
me Se no - non c'è futuro

TR. 03 Tutto Va Bene (Sul canto Maddalena si avvicina a Gesù per consolarlo
Giuda si allontana.
Maddalena invita Gesù a sedersi per terra
Lei si inginocchia accanto carezzandolo.
Altre donne si avvicinano e lo consolano

MADDALENA
Non ti stancare, dai non ci pensare
Ai problemi che affliggono noi MADDALENA
Tutto va bene sì va tutto bene lo sai Non ti crucciare, dai non ci pensare
Sogni d'oro se ora dormirai Ai problemi che affliggono noi
Il mondo gira poi ci penserai Tutto va bene sì va tutto bene lo sai
Dormi dai, dormi dai Sogni d'oro se ora dormirai
e domani andrà bene vedrai Il mondo gira poi ci penserai
Dormi dai, dormi dai
DONNE e domani andrà bene vedrai
Tutto va bene si va tutto bene sì
DONNE
MADDALENA Tutto va bene si va tutto bene sì
Dormi e ti accudirò, la tua fronte
ungerò GESÙ
con la mirra così Certo non pensi che noi mai potremo
Tu sentirai che va bene sì tutto vedrai Sconfiggere la povertà
L'olio fresco che ti addolcirà Ci sarà sempre chi stenta ogni giorno
Testa e piedi ti rinfrescherà Tu pensa un po' a quel che fai già !
Dormi dai, dormi dai Pensa che sei con me,
Stai tranquillo e poi ci penserai Fai finché sei con me
Sarai triste, e solo quando - me ne andrò
DONNE
Tutto va bene si va tutto bene sì MADDALENA
Dormi e ti accudirò, la tua fronte ungerò
GIUDA e con la mirra così
Donna quell'olio è nuovo e costoso Tu sentirai che va bene sì tutto vedrai
Va usato per la carità L'olio fresco che ti addolcirà
Perché lo sprechi? Lo sai quanto vale? Testa e piedi ti rinfrescherà
Dormi dai, dormi dai
Forse trecento denari o anche più Stai tranquillo e poi ci penserai
La gente affamata e disperata
Conta di più dei suoi capelli sai GIUDA
(indignato esce)
TUTTI
Dormi dai, dormi dai
Stai tranquillo e poi ci penserai
(Tutto va bene si va tutto bene sì)
(Dormi dai, dormi dai, e poi ci penserai)

6
Alla fine del canto escono tutti

BUIO

SCENA 3° - HANNA E CAIFA 

TR. 04 Gesù Morirà Nel tempio i Sommi Sacerdoti complottano

HANNA CAIFA
Caifa per te, il gran consiglio è qua Fermo, voglio che la soluzione
I sacerdoti e i farisei son qua sia definitiva

HANNA
CAIFA
E allora che fare con Gesù di Nazareth
Signori miei, sapete tutto già
Eroe dei miracoli di stupidità
C'è un'emergenza, una calamità
CAIFA
FOLLA FUORI
Niente tumulti, nient'armi o battaglie
Osanna superstar, osanna superstar
Certo Gesù però sa quel che fa
Osanna superstar, osanna superstar
HANNA
HANNA
Non si può lasciare padrone di agire
Senti i pecoroni come belano laggiù !
Saranno ingestibili i suoi sciocchi fan
Due trucchetti coi lebbrosi
Come fermare la sua grande ascesa ?
e inneggiano a Gesù
Aumenta ogni giorno il consenso che ha
INSIEME
CAIFA
È un pericolo
Così andrà a finire che
FOLLA FUORI un Re contro Roma si incoronerà
Ehi Gesù, Superstar.., Così è la rovina, un uomo da solo ci rovinerà
INSIEME Per causa di un uomo la fine sarà
È un pericolo INSIEME
FOLLA FUORI a causa, a causa, di un uomo sarà
Dicci che sei la divinità! CAIFA
HANNA Per causa di un uomo la fine verrà
Per procurarsi un seguito INSIEME
arriva qui in città a causa, a causa, a causa di,
Vuol sovvertire il popolo, causa di un uomo verrà
chi mai lo fermerà
HANNA
INSIEME Che fare con questa mania di Gesù ?
È un pericolo Del Re falegname non se ne può più
FOLLA FUORI Gesù è più importante di quel tal Giovanni
Ehi Gesù, Superstar Che un giorno il battesimo in acqua inventò
INSIEME CAIFA
È un pericolo Pazzo, non lo capisci ?
'Stavolta è più grave, ci rovinerà
HANNA
Noi dobbiamo annientarlo
Guarda anche tu, son già arrivati qua !
Così come gli altri Gesù morirà
Pensaci tu, chiama le autorità
Per il bene di tutti Gesù morirà

7
INSIEME INSIEME
Morire, morire, Gesù morirà Morire, morire, lui deve, lui deve, lui
CAIFA deve morir !
Come anche il Battista, Gesù morirà

SCENA 4° - INGRESSO IN GERUSALEMME

Gesù entra dalla sala seguito dalla folla che lo osanna. Portano rami d’ulivo e foglie di
palma. Cantano e danzano.
I Sommi Sacerdoti, dal tempio, protestano e dopo un po’, indignati, escono.

TR. 05 Hosanna COREOGRAFIA

FOLLA GESÙ
Osanna ehi sanna sanna sanna o- Vuoi sprecar fiato, non ti servirà !
sanna ehi sanna o-sanna Contro la folla non puoi fare nulla 
Ehi Gesù, Gesù, dai sorridimi Tu puoi fermarli ma il coro continuerà
Sanna o- sanna ehi superstar Anche le pietre san cantar così

CAIFA GESÙ CON LA FOLLA


Dì a quei pazzi di tacere, Osanna ehi sanna sanna sanna o-
non c'è niente da sbraitare  sanna ehi sanna o-sanna
Questa gentaglia non canta, raglia Ehi Gesù, Gesù dai sorridimi
Questo chiasso è già un insulto, Sanna o- sanna ehi superstar
scoppierà qualche tumulto
Danno fastidio, per te è un suicidio GESÙ
Cantate ma - non solo per me
FOLLA Cantate per voi e chiunque ne sia
Osanna ehi sanna sanna sanna o- degno
sanna ehi sanna o-sanna Ognuno qui tra voi può guadagnarsi il
Ehi Gesù, Gesù, lotterai per me ? regno
Sanna o- sanna ehi superstar Sia saggio o stupido, sia schiavo o re.

GESÙ CON LA FOLLA


Osanna ehi sanna sanna sanna o-
sanna ehi sanna o-sanna
Ehi Gesù, Gesù, morirai per me ?
Sanna o- sanna ehi superstar

GESÙ - Presto il Figlio dell’uomo si siederà sul trono della sua gloria e saranno riunite
davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà come il pastore le pecore dai capri, e
porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sua sinistra.
Io ora, dico a quelli che staranno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre,
ricevete il regno preparato per voi. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da
mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete
ospitato; nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete
venuti a trovarmi.

PIETRO - Signore! Quando abbiamo fatto ciò che dici?

GESÙ – In verità vi dico: ogni volta che avete fatto ciò a uno solo dei miei fratelli, l’avete
fatto a me.
8
FOLLA - Cristo è il Messia!... Cristo è il nostro re!...

TR. 06 Cristo sai che t’amo COREOGRAFIA

La gente che lo segue l’acclama e lo vuole baciare 

FOLLA Gridano amore e ancor di più


Cristo sai che t'amo
Sai che credo in te
Sei il Messia, Sei il nostro Re Tutti questi trentamila
Dai salvami con te Fan tutto quello che vuoi tu
Cristo sai che t'amo Accetta la loro devozione
Sai che credo in te Ma aggiungi un po' d'odio anche per Roma
Sei il Messia, Sei il nostro Re E avrai un potere ancor più grande
Dai salvami con te ci ridarai la libertà
Tu avrai il potere e la gloria

Tengo per te Gesù FOLLA


Toccami, toccami tu Potere e gloria
Sto dalla tua parte sai 
Baciami, baciami dai GIUDA
Nei secoli dei secoli dei secoli
GIUDA
Dimmi tu cos'altro ti convince FOLLA
Dei tuoi meriti e potenzialità ? Ora e per sempre
Puoi sfidare Roma che ci opprime
E il suo regno del terrore finirà GIUDA
Sì avrai il potere e la gloria
FOLLA /GIUDA
Cristo sai che t'amo FOLLA
Sai che credo in te Potere e gloria
Sei il Messia, Sei il nostro Re
Dai salvami con te GIUDA
Cristo sai che t'amo Nei secoli dei secoli dei secoli
Sai che credo in te
Sei il Messia, Sei il nostro Re FOLLA
Dai salvami con te Ora e per sempre (si ripete)

Tengo per te Gesù GIUDA


Toccami, toccami tu E avrai il potere e la gloria
Sto dalla tua parte sai 
Baciami, baciami dai FOLLA
Potere e gloria
GIUDA
Saranno più di trentamila GIUDA
Nei secoli dei secoli dei secoli
Amen !

Alla fine lo trascinano via acclamandolo

9
BUIO

SCENA 5° - IL SOGNO DI CLAUDIA

Claudia dorme, accanto al marito Pilato, si sveglia improvvisamente da un incubo.

PILATO -(destatosi anch’egli) Che t’affligge, Claudia?

CLAUDIA -In sogno, mi è apparso un uomo... mi voltava le spalle e non sapevo chi fosse.
Le sue spalle non avevano piaghe, non recavano nessun segno, eppure mi
diedero subito impressione di spalle percosse, non so come.... Mi trovai a
pensare: hanno fatto del male a quest’uomo. E mentre lo pensavo, lui voltò il
capo e mi guardò... era il Galileo... quello che tutti chiamano Gesù... Quel viso!…
Aveva occhi, profondi, tristi e bui. L'angoscia, era in lui!... Ma non piangeva, non
era sfigurato, non macchiato di sangue... Gli chiesi, cosa fosse accaduto...
Perché fosse lì... ma ... non parlava... Solo dolore... tutto quello che sentivo venire
da lui... era solo dolore e molto, molto di più… Tutta la sofferenza del mondo e
molto di più.... Poi si accalcò una folla, urlava contro lui  con rabbia, ma così come
era venuta svanì mentre una moltitudine di gente piangeva per lui... e gridava...
gridava il tuo nome incolpandoti della sua morte!... (piange disperata)

PILATO -(confortandola) E’ soltanto un sogno, non devi aver paura!

CLAUDIA -Ti prego: non avere a che fare con quell’uomo, perché questo sogno mi ha
molto turbata!... Promettilo!

PILATO -Se non ha colpe, non macchierò le mie mani col sangue di un giusto!

BUIO

SCENA 6° - IL TEMPIO

Molti mercanti con le loro mercanzie occupano   il tempio. Gesù rovescia i banchi e li caccia.

 TR. 08 Il Tempio COREOGRAFIA

FOLLA
Corri qui Jerusalem Il più buon vino che ci sia
Vieni qui Jerusalem Puoi scommettere quel che vuoi
Qui tu vivi Jerusalem Soldi e saldi in quantità
Qui respiri Jerusalem Scegli in tutta libertà
Finché il tempio tuo vivrà Il nostro motto è l'onestà
La tua vita continuerà Prova e tratta se ti va
Qui puoi fare gli affari tuoi Puoi comprare tre per due
Compra tutto quel che vuoi Paga e queste sono tue (Grida di soddisfazione)
Ho le ultime novità Tutto è in vendita se ti va
Tutto il meglio che c'è in città Costa tutto la metà
I tuoi sogni soddisferà Quel che vedi è qui per te
Paradiso e Inferno ho qua Presto compra finché ce n'è
Tutto è in vendita se vuoi Tutto è in vendita se ti va
Comode rate qui da noi Costa tutto la metà... (Grida di spavento)
Costa tutto la metà GESÙ
Ti garantiamo la qualità Ma il mio tempio è un luogo di preghiera
10
Ne avete fatto un covo di ladri Via ! Andate via !
Scacciati i mercanti Gesù si inginocchia a pregare ma viene raggiunto da alcuni lebbrosi

I Lebbrosi

GESU’
Di tempo non ne ho più Se mi baci mi curerai
Tra poco me ne andrò Mi bacerai e mi pagherai ?
Ci ho provato per tre anni,
Coi miei occhi non vedo più
sembran trenta, sembran trenta
Le mie gambe non reggon più
LEBBROSI: So che puoi guarirmi tu
-Coi miei occhi non vedo più Con la lingua non parlo più
-Le mie gambe non reggon più Guarda la pelle che piaghe ha
-So che puoi guarirmi tu Il tuo tocco mi salverà
-Con la lingua non parlo più Guarda vivo in povertà
-Guarda la pelle che piaghe ha Tu puoi farmi la carità (tre volte)
-Il tuo tocco mi salverà
GESÙ
-Guarda vivo in povertà
Siete troppi
-Tu puoi farmi la carità
Non mi spingete !
LEBBROSI Io son troppo poco
Se mi tocchi mi salverai Non statemi addosso
Mi toccherai e mi guarirai ? Lasciatemi in pace

Accorrono gli apostoli e lo trascinano via, mentre i lebbrosi escono strisciando.


Maria Maddalena si avvicina a lui e lo consola.

TR. 09 Tutto Va Bene (reprise) - Non So Che Amore Sia

MADDALENA
Non ti stancare, dai non ci pensare Sarebbe un altro in più
Ai problemi che affliggono noi Giusto uno in più
Tutto va bene sì va tutto bene lo sai Io lo abbraccerei
E gli griderei
GESÙ
Il mio amore, sì, mi dichiarerei
Penso che stanotte dormirò
Io non pensavo di soffrire così
Il mondo gira poi ci penserò
- Che amore sarà ?
MADDALENA E dire che ero io
Dormi dai, dormi dai Quella più disillusa
E domani poi ci penserai sempre così, calma così
(Poggia la testa di Gesù sulle sue Senza euforie, senza follie
ginocchia. Egli si addormenta) Perché 'stavolta no? - Io non lo so
Non so che amore sia Io non pensavo di soffrire così
Che attrazione è la mia - Che amore sarà ?
Io con lui, non son più io Ma se dicesse t'amo
Son cambiata da - pochi giorni fa Non saprei cosa fare
Non mi conosco più Mi perderei, non reggerei
Mi sento spaventata Mi volterei e fuggirei
Son confusa è turbata Nemmeno ascolterei - Io non lo so
In fondo lui - è un uomo e io È amore ? No,
Ne ho già avuti tanti in vita mia forse è di più... !?

11
BUIO

SCENA 7° - IL TRADIMENTO

Giuda è a colloquio con i Sommi Sacerdoti

Giuda Da tempo non comprendo più le parole del Maestro. L’avevo seguito
pensando che fosse il liberatore, la nostra guida contro Roma. Speravo fosse
un grande condottiero. Sarei morto al suo fianco! Ma lui parla di pace, di
amore e di perdono... Le sue parole mi confondono... Non riesco a capirlo!...
Mi ha tradito!... Mi ha deluso!...

TR. 10 Il Prezzo Del Sangue

HANNA CAIFA
Dai forza smettila di protestare Son soldi investiti, ben spesi per noi
Ci devi informare di quello che sai
GIUDA
CAIFA Sono sporchi di sangue
Abbiamo un mandato di arresto per lui HANNA
Tu dì dove e quando e poi tocca a noi Oh, accettali pure - pensiamo che puoi
HANNA CAIFA
Vedrai che il tuo aiuto sarà compensato Pensa a che farne di trenta denari
CAIFA Puoi fare ai poveri la carità
Son trenta i denari d'argento per te Capiamo i tuoi dubbi e perché ti disperi
Dì solo ai soldati dove trovarlo Non son soldi sporchi, ma... (un
rimborso)
HANNA un rimborso, e niente di più
Se è senza la folla
GIUDA
CAIFA La notte di Giovedì lo avrete
Non ci sfuggirà Senza la folla sarà nell'orto del
Getsemani
GIUDA
Io non voglio denari CORO
Bene Giuda - Bravo Giuda
Gli lanciano il sacchetto con i 30 denari e vanno via. Giuda piange e poi
scappa

BUIO

SCENA 8° - LA CENA

Gesù entra con gli apostoli che portano le panche e il necessario per la mensa.
Apparecchiano e si siedono attorno ad essa. Entra Giuda e va a sedersi anche lui
(Per un attimo prendono le pose degli apostoli dell’Ultima cena di Leonardo).
Gesù è fra gli apostoli, davanti a lui c’è il pane e tre boccali: quelli esterni li distribuirà
mentre il terzo lo terrà per se.

12
TR. 11 L’Ultima Cena

APOSTOLI GESÙ
Guarda che fatiche e che problemi Bugiardo - Giuda
Che col vino a cena scorderò GIUDA
Non mi disturbate io vedo le risposte Tu vuoi che lo faccia !
Che domani all'alba vi darò Ma se restassi qui ?
Di essere un Apostolo sognavo Ti rovinassi i piani ?
Per annunciare poi la verità Te lo meriteresti !
Io da vecchio poi scriverò i Vangeli GESÙ
Cosicché in futuro parlino di me Corri pazzo, corri e vai !
GESÙ Risparmia il fiato, non mi importa sai –
La fine Vai, vai !
Mi brucia appena un po'di più, (Giuda si allontana. Gli altri commentano tra
se complici siete voi loro)
E questo vino può essere il mio sangue APOSTOLI
E questo pane può essere il mio corpo Guarda che fatiche e che problemi
Ebbene ! Che col vino a cena scorderò
Bevete il mio sangue Non mi disturbate io vedo le risposte
Mangiate il mio corpo perché Che domani all'alba vi darò
Voi farete questo poi, in memoria di Di essere un Apostolo sognavo
me... Per annunciare poi la verità
Forse son pazzo a pensar che tra voi - Io da vecchio poi scriverò i Vangeli
qualcuno si ricorderà Cosicché in futuro parlino di me
Guardatevi in faccia scorderete il mio (Giuda si avvicina è rabbioso)
nome - non appena morirò GIUDA
Chi mi avrà rinnegato - Chi mi avrà Sei un uomo triste e solo, lo vedi pure
tradito tu 
APOSTOLI È colpa tua se il nostro sogno
Non io, chi mai, impossibile non si avvera più
(mormorio di subbuglio) Ma il peggio sai qual è ? –
GESÙ È che adesso tocca a me
Pietro mi rinnegherai già tra poche ore Trattarti da animale, come un criminale
Lo farai tre volte - e poi non è tutto Come un vestito vecchio,
Uno dei presenti, dei dodici eletti sei ormai un eroe sconfitto
pensa già a tradirmi Io ti getto, getto, getto,
GIUDA come un vestito vecchio
Smettila coi drammi ! Tu sai bene chi GESÙ
GESÙ Vai via ! Ti aspetta ! Vai via ti aspetta ! 
Perché non vai e lo fai ? Aspettano te !
GIUDA GIUDA
Tu vuoi che lo faccia Io ti guardo e ancora non capisco
GESÙ perché
Corri che ti aspetta Sul più bello tutto è andato male con te
GIUDA Se ti fossi organizzato un poco di più,
Se tu sapessi il perché Oh !
GESÙ APOSTOLI
Non mi importa il perché Guarda che fatiche e che problemi
GIUDA Che col vino a cena scorderò (scorderò)
E dire ti ammiravo - Beh, ora ti disprezzo Cosa c'è nel pane, mi dà alla testa
Bella festa questa mai la scorderò
13
Di essere un Apostolo sognavo (Ognuno si stende in un angolo per dormire)
Per annunciare poi la verità
Io da vecchio poi scriverò i Vangeli
Cosicché in futuro parlino di me

SCENA 9° - GETSEMANI

TR. 12 Getsemani

GESÙ
Nessuno veglia con me ?
Pietro? Giacomo? Giovanni?
Nessuno aspetta l'alba con me ? 
Pietro? Giacomo? Giovanni?

Gesù si inginocchia a pregare mentre gli apostoli dormono accanto a lui

Mio Dio dimmi perché Vorrei capir, vorrei capir mio Dio
Un'altra via non c'è Se morirò cosa avrò in cambio io
Questo calice è un veleno, Se morirò cosa avrò in cambio io
allontanalo ti prego Dovrei saper, dovrei saper mio Dio
Mi consuma, son cambiato, Dovrei saper, dovrei saper mio Dio
non sono più
Così convinto Perché vuoi me ? La morte mia ?
Sei sicuro che
Ieri ero ispirato il mio sacrificio non è vano ?
oggi sono sfinito Mostrami un pochino
sono andato troppo oltre, non pensavo della tua immensa trama
son tre anni, sembran trenta C'è qualche motivo perché
dimmi un uomo che potrebbe far di più fai morire me?

Se mo-ri-rò Mi è chiaro il luogo e il modo


Compirò il destino e tutto ciò ma non so ancora perché
che vuoi da me Io morirò - se lo vorrai
Verrò frustato, offeso, appeso e ucciso si morirò ! - si morirò !
e così sia
Ieri ero ispirato
Vorrei saper, vorrei saper Dio mio Oggi son disperato
Vorrei saper, vorrei saper Dio mio Ho provato per tre anni, sembran cento
Fammi capir, fammi capir Dio mio Ho paura di finire quel che ho fatto
Fammi capir, fammi capir Dio mio Che tu hai fatto - Io non l'ho fatto

Perché vuoi me? Dio chiedi troppo ma


Sarò più importante di quanto Se è la tua volontà
non sia già? Io berrò questo veleno,
Quel che ho detto e fatto forza inchiodami alla croce
a che cosa servirà? Prendi e uccidi il figlio tuo ma ora,
Dovrei saper, dovrei saper mio Dio prima che cambi idea
Dovrei saper, dovrei saper mio Dio Ora, prima che cambi idea (sussurrato)
Vorrei capir, vorrei capir mio Dio

14
GESÙ – (volgendosi ai suoi apostoli) Non siete stati capaci di vegliare con me. Dormite
pure, perché non può la vostra veglia sottrarmi all’avverarsi delle scritture.
Ecco, chi mi tradisce è ormai vicino.
SCENA 10° - GIUDA E I SOLDATI 

Entra Giuda con i soldati e i Sommi Sacerdoti e raggiunge Gesù.

GIUDA - Salve, Maestro! (lo bacia)

GESÙ - Giuda, con un bacio tradisci il Figlio di Dio.

Gli apostoli si svegliano e si alzano confusi mentre Giuda si allontana turbato

GESÙ -(ai soldati) Chi cercate?

SOLDATO - Gesù il Nazareno. 

GESÙ - Sono io. 

Gli apostoli vogliono difendere Gesù, Pietro sfodera la spada ma egli li ferma.

GESU’ - Rimetti la spada nel fodero, Pietro, perché chi di spada ferisce di spada perisce.

CAIFA - Arrestatelo!! (va via insieme ad Hanna)

Gesù è arrestato dai soldati e condotto con le mani legate , Gli apostoli scappano.
Giuda pentito si aggrappa a Gesù che i soldati trascinano via. Poi scappa anche lui

BUIO

SCENA 11° DAVANTI A PILATO

Entra Pilato, poi Gesù accompagnato dal soldato seguito da Hanna e Caifa

CAIFA -Procuratore, costui è Gesù il Nazareno.

PILATO -Che cosa abbiamo contro quest'uomo? Quale prova? Voi sapete che per
condannare a morte un uomo ci vogliono delle accuse vere e gravi?

HANNA -Procuratore Pilato, ma quest'uomo ha bestemmiato, va dicendo per tutta la


Giudea e la Galilea di essere il Cristo; il Messia

PILATO -Questo rientra nei vostri problemi, non nei miei.

CAIFA –Ha affermato, davanti a moltissimi testimoni, di essere il Figlio di Dio.

PILATO –Così io dovrei condannare a morte un uomo perché ha detto di essere il


Figlio di Dio!? Ma ha anche ucciso? Ha aggredito? Ferito o rubato qualcuno?
Sulla base di cosa posso giudicare quest'uomo?

HANNA -E’ stato sentito dire che avrebbe distrutto il tempio e lo avrebbe ricostruito in
tre giorni.
15
PILATO – Il vostro tempio non è ancora un problema romano. 

CAIFA –Abbiamo testimonianze delle sue incitazioni a non pagare i tributi a Cesare.

PILATO – Gesù il Nazareno, senti le accuse? Questa in particolare si può considerare


grave. Perché non rispondi?

GESÙ -Io ho sempre detto di dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quello che
è di Dio.

PILATO -Ma tu sei o non sei il Re dei Giudei?

GESÙ – -Il mio Regno non è di questo mondo ed il mio esercito è composto da angeli.

PILATO –Angeli? Un esercito composto da angeli!? io sono impreparato a combattere


contro un esercito del genere. Con quali armi ci si può difendere da un
angelo. Per quest’uomo non riesco a trovare nessun appiglio per il quale,
secondo la legge romana, possa essere condannato a morte. Voglio
comunque venirvi incontro: in prigione abbiamo Barabba. Quindi io vi chiedo:
volete che sia liberato: Barabba o Gesù?

HANNA -Non costui, ma Barabba! Chiedete la liberazione di Barabba. (Al pubblico)

CAIFA -Forza! Chiedete la liberazione di Barabba.

FOLLA -Barabba, Barabba. Liberaci Barabba.

PILATO -Hai sentito? Questa è la tua gente, il tuo popolo, i tuoi sudditi? Ebbene la tua
gente ti ha condannato. Non dici niente? Non rispondi!? Perché ancora non
rispondi? Basta! Io non trovo nessun capo d’accusa verso quest’uomo. Che sia
frustato e poi condotto da Erode.

TR. 17 Flagellazione (Da: Il Processo Di Fronte A Pilato)

Gesù viene spogliato e frustato. Poi gli viene messa una corona di spine viene portato via
dai soldati mentre popolani escono dalla parte opposta.

BUIO

SCENA 13° - PIETRO E GLI ALTRI (IL RINNEGO)

Entrano in scena Pietro e gli apostoli, nascosti dai mantelli. Due donne si avvicinano a Pietro

FARISEA -Ehi, io ti conosco. Tu eri con il Nazareno.

PIETRO -Ti sbagli o donna.

G. DONNA -Aspetta, anch’io mi ricordo di averti visto tra i suoi discepoli.

PIETRO -Non è vero. Io quell’uomo non lo conosco.

16
FARISEA -No, io non mi sto sbagliando. Mi ricordo bene di te. Tu eri con Gesù.

PIETRO -Vi ho già detto che quell’uomo non lo conosco. Non lo conosco. Non lo conosco!!!

Le donne si allontanano Impaurite. Maddalena si avvicina a lui

MADDAL. -Pietro, cos'hai detto lo sai ? Che non lo hai visto mai?
PIETRO -Mi hanno costretto, che vuoi ? Che arrestino anche noi?

MADDAL. -È andata come ha detto lui. Come sapeva già...

Si avvicina agli altri per chiedere conforto ma loro gli voltano le spalle

PIETRO - Che cosa mi è successo? Ho avuto paura? Ho avuto paura e sono scappato come
un fanciullo abbandonando e disconoscendo il mio Signore!?
Ecco, ecco, di colpo, mi vedo come veramente sono: un nulla; un baratro di
vigliaccheria. Che orribile desolazione. Perdona, maestro. Perdonami, Gesù. Dov'è
finito quel coraggio di quando, al tuo fianco, percorrevamo tutto Israele? Ho avuto
addirittura paura anche di una donna, quando tu invece, ci hai aperto le porte del
Cielo. Ma io non posso starti lontano. E non voglio. Annientami Signore! Annientami,
ma non scacciarmi, perché io mi aggrappo a te, supplicandoti e gridandoti di
perdonarmi. Dove andremo Signore, tu solo hai parole di vita. Tu solo ci porti la forza
dell’amore .Tu solo ci hai mostrato il volto del Padre. (piange)

Maddalena si avvicina a lui

TR. 16 Puoi Ricominciare ?

MADDALENA TUTTI
Io vivevo per te-e ti ero accanto Vuoi ricominciare ?
e non mi aspettavo che finisse tutto qui MADDALENA
Che cosa devo fare ? Vuoi ricominciare ? Io vivevo per te-e ti ero accanto
TUTTI e non mi aspettavo che finisse tutto qui
Vuoi ricominciare ? Che cosa devo fare ? Vuoi
MADDALENA ricominciare ?
La speranza era in me-e TUTTI
Ma per la prima volta dubito di noi Vuoi ricominciare ?
Dimmi, ne ho bisogno, MADDALENA
Che questo è solo un sogno Il tuo messaggio è chiaro ormai
Puoi ricominciare ? TUTTI
TUTTI Ma senza la tua forza non ce la faremo
Vuoi ricominciare ? mai
MADDALENA MADDALENA
Il tuo messaggio è chiaro ormai Prima che sia tardi ferma tutto dai
TUTTI Si può ricominciare ?
Ma senza la tua forza non ce la faremo TUTTI
mai Vuoi ricominciare ?
MADDALENA MADDALENA
Prima che sia tardi. Ferma tutto dai Puoi ricominciare ?
Si può ricominciare ?

17
TUTTI TUTTI
Vuoi ricominciare ? Vuoi ricominciare ?
MADDALENA
Puoi ricominciare ?

Pietro e Maddalena vicini, al centro del palco. Gli altri si stringono attorno loro a farsi forza.

BUIO

SCENA 14° - MARIA VIENE AVVISATA

Maria entra e viene raggiunta da un gruppo di donne e uomini

MESSAG.1: - Accorri, donna, tuo figliolo è stato catturato!

MARIA: Come può essere stato arrestato dal momento che non ha mai fatto niente
di male?

MESSAG.2: Maria, è stato tradito: giuda l'ha venduto e ne ha fatto mercato in cambio di
trenta denari...

MARIA: Aiutatemi!... Conducono a morire mio figlio, come mi era stato profetizzato!

MESSAG.3: Corri Maria, la gente inveisce e sputa su tuo figlio...

MESSAG.4: lo hanno trasferendo dal Sinedrio e consegnato a Pilato...

MARIA: Da Pilato?... Non possono tormentare mio figlio!... Io posso dimostrare che
è accusato a torto...

POPOLO: (da fuori) Sia crocifisso! Sia crocifisso! Un uomo che si proclama re,
secondo la nostra legge, contraddice al Senato!...

MARIA: (fa per andare ma delle donne la fermano) Vi prego, lasciate che mi
ascoltino!... Pensate al mio dolore... le accuse contro di lui sono ingiuste!...

MESSAG.5: Io l’ho visto!... Lo hanno percosso, quasi ucciso, tanto l’hanno flagellato.

MESSAG.6: E lo hanno incoronato di spine, perché si è proclamato re!

MARIA Portatemi da lui! Voglio vedere mio figlio|

MESSAG.7: Portano una croce, pare che la gente voglia che sia mandato al supplizio!

MARIA: Lasciatemi vedere mio figlio... lasciatemelo vedere!...

(Maria esce seguita dagli altri)

18
SCENA 15° - SECONDO INCONTRO CON PILATO

Gesù viene condotto da Pilato ha in testa una corona di spine ed il volto rigato di sangue.

PILATO –(Mostrandolo al pubblico) Ecce Homo!... Ecco l’uomo!

FOLLA -Sia crocifisso. Sia crocifisso. Sia crocifisso. (tumulto) A morte, a morte!

PILATO – -(a Gesù) E tu non parli? Neanche una parola!? Perché non vuoi dirmi almeno
qualcosa che possa salvarti? Tu Lo sai che ho il potere di condannarti e di
liberarti?

GESÙ -Tu non avresti nessun potere su di me, se non ti fosse stato dato dall’alto.

PILATO –Quindi voi volete che faccia morire il vostro Re?

FOLLA -Noi non abbiamo altro re al di fuori di Cesare.

PILATO –Lodevole questo vostro grande e improvviso attaccamento a Cesare. Sono


addirittura commosso per il vostro entusiasmo.

HANNA -Il suo sangue ricada pure su di noi e sui nostri figli.

FOLLA -Su di noi e sui nostri figli.

PILATO –Non io!! Non io! Se voi avete deciso la morte di quest’innocente non riuscirete
a coinvolgere anche me! Non sarò io a macchiarmi le mani per la sua vita!!

CAIFA -Il suo sangue ricada su di noi e sui nostri figli.

PILATO -(a Gesù) E tu non ti difendi? Ti basta un momento per morire, perché non
parli? (Gesù tace) Basta! Non fermerò la tua ostinazione Muori se vuoi, martire
pazzo!

Grido di Maria e delle pie donne

PILATO Io mi lavo le mani dal sangue di questo giusto; del vostro Re.

Due ancelle conducono un catino, una brocca d’acqua e un panno. Pilato si lava le mani.
Mentre i soldati pongono sul capo di Gesù una corona di spine
Poi lo caricano della croce e lo conducono via seguiti dalla folla che grida
In scena rimangono solo i Sommi Sacerdoti e Giuda, che ha assistito nascosto

19
SCENA 16° - PENTIMENTO E MORTE DI GIUDA 
TR. 18 La morte di giuda
GIUDA Vorrei salvar dalla morte Gesù
Mio Dio ! L'ho visto - sembrava morto !
Non son riuscito neanche più a
guardarlo E invece sprofonderò sempre più,
L'avete malmenato da azzopparlo sempre più, sempre più giù !
So già la gente poi tra noi chi incolperà Non so cosa pensare
Che ho agito per il bene certo non lo sa Io non so perché mi turba
È solo uomo, in fondo è un uomo
Ma non volevo che patisse poi così Non certo un Re –
Che lo sapesse io vorrei – Niente di più
Se potessi lo salverei di chiunque altro qui
HANNA Io non lo so, (perché mi spaventa)
Dimentica il caso tu sei fortunato Quando morirà mi abbandonerà ?
Non riesco a capire il rimorso che hai O mi amerà, mi amerà anche lui ?
Quello che hai detto si è tutto avverato Penserà anche a me ? Oh !
La gente gli è contro, più ostile che mai COREOGRAFIA
CAIFA Entrano le tentazioni che lo trascinano via
Quello che hai fatto è salvare Israele fino alla forca
Sarai ricordato per l'eternità La mia mente sprofonda nel buio - mio
E inoltre sei stato pagato anche bene Dio, sto male, tu mi hai usato
In fondo era un bacio, una formalità e l'hai sempre saputo !
GIUDA Dio ! Mai e poi mai saprò perché hai
Cristo! So che non senti voluto me per il tuo omicidio
Ma quello che ho fatto lo volevi tu ! Il tuo sporco, maledetto omicidio !
Tradirei la nazione Tu mi hai ucciso !
Pur di salvar dalla morte Gesù Tu mi hai ucciso, ucciso, ucciso,
Mi sono macchiato di sangue ucciso... Mette il cappio al collo e si
innocente uccide
Per questo sprofonderò sempre più giù CORO
Povero Giuda ... Addio Giuda...
SCENA 16° – VIA CRUCIS – CROCIFISSIONE – DEPOSIZIONE e PIANTO DI MARIA

TR. 19 Via crucis

Gesù passa dalla sala con il Patibulum sulla schiena. I soldati lo frustano. I suoi piangono.
1) Prima caduta – 2) Seconda caduta 3) - Terza caduta
4) La Veronica
5) Incontro con la Madre e le pie donne 
6) Sale al Golgota. Viene fatto sdraiare sulla croce e inchiodato
8) Maria e I suoi urlano e si disperano. Qualcuno reagisce, viene allontanato dai centurioni.
9) La croce viene issata. I centurioni si pongono ai lati di essa Maria e gli apostoli ai suoi piedi.

GESÙ - Padre perdonali - Non sanno quello che fanno


[Chi è mia madre ?- Dov'è  mia madre ?] Grido straziato di Maria

20
Dio mio ! Dio mio ! - Perché mi hai abbandonato ?
Ho sete, ho sete! Un soldato gli porge una spugna imbevuta di aceto
È finita !
Padre, nelle tue mani - affido il mio spirito Gesù reclina il capo e muore.
TUONI E FULMINI

CAIFA – Veramente costui era il figlio di Dio!. (Fugge insieme con Hanna e le guardie)

Deposizione e Pianto di Maria

Lo scendono dalla croce. Lo avvolgono in un sudario e lo mettono in grembo a sua madre

MARIA - O figlio, figlio, figlio... Figlio, giglio d'amore.


Figlio chi può consolare il mio cuore angosciato?
Figlio dagli occhi ridenti, figlio, perché non rispondi?
Figlio, perché ti nascondi al petto che ti ha allattato?
Figlio, padre e marito! Figlio chi ti ha ferito?
Figlio chi ti ha spogliato? Figlio, chi ti ha ucciso?
La mia anima è uscita, figlio di me smarrita,
figlio del mio cuore straziato, figlio morto ammazzato!
Figlio che eri bianco e roseo, figlio senza uguali,
a chi mi posso sostenere ora che mi hai lasciato!
Figlio che eri bianco e biondo, col volto sorridente,
figlio, perché il mondo, ti ha così disprezzato?
Figlio, che eri dolce e bello, figlio del mio cuore addolorato
figlio, perché la gente ti ha così maltrattato?
Con te vorrei morire, da unica morte afferrati;
con te vorrei restare madre e figlio abbracciati
Che ci sepolgano insieme, figlio di mamma sventurata;
che si trovino nello stesso tormento madre e figlio assassinato!
Avrebbero fatto meglio a strapparmi il cuore
perché è stato messo in croce e vi sta sopra lacerato.....

BUIO

SCENA 16°RESURREZIONE

TR. 20 Resurrezione

LUCE

Sul fondo la croce vuota a terra il telo del sudario a lato Maddalena lo strige a se e piange
Un uomo vestito di bianco le si avvicina

GESU’ –(Entrando) Donna, perché piangi?

MADDALENA - Hanno portato via il mio Signore e non so dove lo hanno posto.

GESU’ – Maria….

MADDALENA – (riconosciutolo) Maestro!... Sei tu?... Ti prego non lasciarmi…

21
GESU’ - Io non vi lascio, starò con voi fino la fine dei tempi…

Poi allontanandosi su una parte posta in alto   illuminato con moltissima luce

GESÙ - Beati i poveri in spirito perché di essi è il regno dei cieli. 


Beati gli afflitti, perché saranno consolati. 
Beati i miti, perché erediteranno la terra. 
Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno saziati. 
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. 
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. 
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
E beati tutti voi che ascoltate le mie parole, che camminate lungo i miei
sentieri e che riponete il vostro cuore nel mio, poiché voi abiterete con il
Padre; e il Suo Regno non avrà mai fine.

LUCE INTENSA

Superstar COREOGRAFIA

Entrano tutti. Giuda entra dalla sala, vestito di bianco

GIUDA GIUDA
Quando ci ripenso non capisco perché Dimmi cosa pensi dei colleghi lassù
Sul più bello tutto è andato male per te Oltre a te puoi dirmi chi è che vale di
Se ti fossi organizzato un poco di più più?
Avresti scelto un altro tempo e luogo Budda ha fatto tutto senza difficoltà?
quaggiù Maometto ha mosso i monti o era
Al giorno d'oggi avresti un'intera pubblicità?
nazione È solo per errore che sei morto così?
Allora non avevi neanche la televisione O prevedevi il gran successo che poi ti
Scusami Gesù - scusami Gesù seguì?
Scusami Gesù - scusami Gesù Scusami Gesù - scusami Gesù
Spiegamelo tu - spiegamelo tu dai Scusami Gesù - scusami Gesù
Spiegamelo tu - spiegamelo tu Spiegamelo tu - spiegamelo tu dai
CORO ANGELI Spiegamelo tu - spiegamelo tu
Ehi Gesù, Superstar CORO
Spiega chi sei, cosa hai fatto tu Ehi Gesù, Superstar
Ehi Gesù, Superstar Spiega chi sei, cosa hai fatto tu
Spiega chi sei, cosa hai fatto tu Ehi Gesù, Superstar
Ehi Gesù Superstar Spiega chi sei, cosa hai fatto tu
Pensi di te quel che ognuno sa Ehi Gesù Superstar
Ehi Gesù Superstar Pensi di te quel che ognuno sa
Dicci se sei la divinità Ehi Gesù Superstar
Dicci se sei la divinità
GIUDA
Dicci se sei Superstar

POWERPOINT: Non abbiate paura (Giovanni Paolo II)

FINE

22
23