Sei sulla pagina 1di 1

La Rinascita della Monarchia Francese

In Francia, dopo la fine della guerra dei 100 anni, l'attuale re


Carlo XI, a contrario del re Inglese Enrico VII si ritrovò a
dover affrontare il complicato problema della nobiltà
feudale, che nel tentativo di recuperare il precedente potere
si alleò formando la “Lega del Bene Pubblico”, questo
poiché Carlo si schierava apertamente contro la suddetta
nobiltà favoreggiando borghesia e popolo. Questo per dare
vita ad un astuta manovra politica: Carlo aveva infatti
intenzione di estendere alla corona del re il dominio assolutoStemma del
Casato dei Valois,
di tutto il territorio francese, frammentato in numerosi feudi cui apparteneva
in mano ad altrettanti feudatari, che in base alla grandezza Luigi XI.
del loro possedimento erano più o meno potenti. La lega, fiancheggiata e
sorretta dal Ducato di Borgogna e dal fratello del re Carlo di Berry,
causò non poche preoccupazioni al re, che subì da essa persino una grave
sconfitta. Tuttavia, dopo essersi liberato del rivale Carlo il Temerario di
Borgogna, sconfiggendolo in battaglia, arrogò alla Francia il controllo di
una regione del ducato ma non solo: poté anche concentrarsi unicamente
sulla lega, che venne completamente annientata. Tutte le famiglie della
nobiltà meridionale francese furono abbattute, tutti i feudi requisiti e
riunificati col resto del regno e furono favorite dal re città e famiglie nobili
a lui fedeli o che ad ogni modo favoreggiavano i suoi
interessi. A questo punto l'unico feudo rimasto era il
Ducato di Bretagna, che Carlo, intelligentemente,
decise di non invadere: questo perché l'attuale duca
non disponeva di eredi maschi cui tramandare la
proprietà del feudo e alla sua morte il suo feudo
tornò alla corona senza spargimento di sangue. Dal
punto di vista amministrativo dello stato Carlo:

• Favorì l'indipendenza dei singoli comuni


• Sviluppò l'istruzione popolare
Luigi XI di Francia, detto" il
Ragno"
• Istituì vari tribunali all'interno delle province
recentemente prese ( 42 ca.)

Il suo regno ebbe termine il 30 Agosto 1483, avvenuta a Plessiz-le-Tours,


per malattia; lasciando il potere a suo figlio Carlo VIII.