Sei sulla pagina 1di 102

EOS P 396

Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio

1Istruzioni d’uso
0EOS P 396
0Sistema di sinterizzazione laser per polveri plastiche
0 Indice
EOS P 396

1 Informazioni basilari
Segnalazioni giuridiche ................................................................................................... 1.1
Struttura delle istruzioni d’uso...................................................................................... 1.1
Documentazione collaterale .......................................................................................... 1.1
Convenzioni vigenti per il presente manuale............................................................ 1.2
Veste grafica ............................................................................................................... 1.2
Denominazioni............................................................................................................ 1.2
Pittogrammi ................................................................................................................ 1.3
Hotline.................................................................................................................................. 1.3

2 Sicurezza
Contrassegni di sicurezza del presente manuale ..................................................... 2.1
Avvisi di sicurezza basilari .............................................................................................. 2.2

3 Individuazione delle anomalie


Informazione importante ................................................................................................ 3.1
Fusibili – Posizione e identificazione........................................................................... 3.1
Fusibili, salvamotore, valvole fusibili ................................................................... 3.2
Interruttore automatico FI...................................................................................... 3.5
Macchinario........................................................................................................................ 3.6
Meccanica, comandi, trasmissioni........................................................................ 3.6
Applicatore........................................................................................................... 3.6
Piattaforma modulare / asse Z....................................................................... 3.8
Dosatore.............................................................................................................. 3.11
Camera di processo ......................................................................................... 3.12
Contenitore di trabocco ................................................................................. 3.13
Sportello anteriore........................................................................................... 3.14
Alimentazione dell’aria compressa / dell’azoto....................................... 3.14
Laser ............................................................................................................................ 3.15
Quadro elettrico....................................................................................................... 3.16
Calcolatore di processo / rete .............................................................................. 3.17
Anomalie particolari ............................................................................................... 3.19

0.1
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
0 Indice
EOS P 396

Segnalazioni di errore.................................................................................................... 3.20


Annullare una segnalazione di errore ............................................................... 3.20
Abilitare il circuito per l’arresto d’emergenza................................................. 3.20
Abilitare il circuito di sicurezza .......................................................................... 3.20

4 Manutenzione straordinaria
Informazione importante.................................................................................................4.1
Stadi di manutenzione .....................................................................................................4.1
Stadio di manutenzione I.........................................................................................4.1
Stadio di manutenzione II .......................................................................................4.2
Protocollo di manutenzione ....................................................................................4.2
Schemi d’ispezione e di manutenzione .......................................................................4.3
Finestrella laser...........................................................................................................4.3
Macchinario.................................................................................................................4.4
Calcolatore di processo ............................................................................................4.9
Accessori e opzioni ....................................................................................................4.9
Lavori di ispezione e di manutenzione ..................................................................... 4.10
Pulire la finestrella laser ....................................................................................... 4.10
Controllare la pressione d’entrata sull’unità di manutenzione
pneumatica ............................................................................................................... 4.14
Controllare l’elemento filtro del filtro grezzo ................................................. 4.16
Sostituire l’elemento filtro del filtro grezzo .................................................... 4.17
Svuotare il contenitore della condensa del filtro grezzo............................. 4.17
Controllare la pressione differenziale sul filtro a maglia fine.................... 4.18
Sostituire l’elemento filtro del filtro a maglia fine ....................................... 4.19
Controllare la tenuta dello scarico della condensa sul filtro a maglia
fine .............................................................................................................................. 4.20
Controllare e correggere l’impostazione delle segnalazioni della
portata dei dispositivi soffianti ........................................................................... 4.21
Controllare e correggere le segnalazioni della portata della
fluidizzazione ........................................................................................................... 4.23
Aspirare il vano dei contenitori di raccolta ..................................................... 4.24
Pulire l’applicatore.................................................................................................. 4.25

0.2
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
0 Indice
EOS P 396

Controllare ed eventualmente regolare la disposizione


dell’applicatore......................................................................................................... 4.26
Controllare la posizione dell’applicatore................................................... 4.26
Regolare l’applicatore ..................................................................................... 4.27
Sostituire le guarnizioni della cassetta lame dell’applicatore .................... 4.30
Controllare la distanza dell’applicatore rispetto al piano di
costruzione ................................................................................................................ 4.31
Determinare, controllare, regolare la temperatura di costruzione............ 4.33
Come ricavare la temperatura non-curl.................................................... 4.33
Determinare, controllare, regolare la temperatura di
costruzione PPP ................................................................................................ 4.37
Pulizia del nastro trasportatore........................................................................... 4.40
Pulire le superfici delle finestre........................................................................... 4.41
Controllare il nastro di protezione nel telaio intercambiabile ................... 4.42
Sostituire la guarnizione del telaio intercambiabile ..................................... 4.42
Pulire lo sfiato della camera di processo .......................................................... 4.43
Controllare il feltro filtrante del dispositivo di aerazione della testa di
deflessione laser....................................................................................................... 4.43
Controllare il funzionamento del circuito di sicurezza................................. 4.44
Controllare il funzionamento dell’arresto d’emergenza ............................... 4.45
Controllare il funzionamento dell’interruttore principale ........................... 4.46
Controllare la memoria libera del disco rigido del calcolatore di
processo...................................................................................................................... 4.47
Deframmentazione del disco rigido del calcolatore di processo................ 4.47
Riparazioni ........................................................................................................................ 4.48
Sostituire la lampada alogena dell’illuminazione della camera di
processo...................................................................................................................... 4.48

0.3
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
0 Indice
EOS P 396

5 Pezzi di ricambio e materiale di consumo


Informazione importante.................................................................................................5.1
Macchinario.........................................................................................................................5.1
Pezzi soggetti ad usura.............................................................................................5.1
Pezzi di ricambio ........................................................................................................5.2
Accessori.......................................................................................................................5.2
Processo costruttivo..........................................................................................................5.3
Equipaggiamento protettivo ...................................................................................5.3

0.4
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
1 1 Informazioni basilari
1 Informazioni basilari
EOS P 396

Segnalazioni Informazioni
■ Senza basilari scritta della EOS non è ammessa la riproduzione elettro-
l’autorizzazione
giuridiche nica o meccanica delle presenti istruzioni d’uso – in toto o sotto forma di
estratto- né la loro distribuzione, modifica, trascrizione, traduzione in un’altra
lingua o un qualsiasi altro utilizzo delle istruzioni d’uso.
EOS® è un marchio registrato della EOS.
Tutti i contrassegni del software Windows sono marchi registrati Microsoft.
La EOS non risponde per danni derivati dall’inosservanza o dall’osservanza solo
parziale delle istruzioni d’uso.

Struttura delle ■ Le istruzioni d’uso per l’EOS P 396 sono composte dai seguenti manuali:
istruzioni d’uso ➢ Condizioni per l’installazione
➢ Utilizzo
➢ Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio
➢ Riferimenti software
➢ Accessori e opzioni.

Documentazione ■ Classificatore macchinario


collaterale Il classificatore del macchinario contiene la dichiarazione di conformità, le
schede tecniche, i protocolli e i verbali di collaudo, lo schema elettrico del mac-
chinario e la documentazione relativa a componenti accessori e raccoglie inol-
tre i fogli singoli con le informazioni che la EOS Vi invierà di volta in volta.

Il presente manuale descrive i componenti di sistema del sistema di sinteriz-


zazione laser EOS P 396 senza IPCM.
Quando si inseriscono componenti dell’IPCM si prega di fare riferimento an-
che alle Istruzioni d’uso dell’IPCM.

1.1
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
1 Informazioni basilari
EOS P 396

Convenzioni vigenti ■
per il presente
manuale

Veste grafica ■ ➢ Le indicazioni di menu, pulsanti, opzioni, riquadri di controllo, funzioni,


indicazioni di campi d’immissione e di visualizzazione comandi a tastiera
sono riportate in grassetto.
➢ I pulsanti a simbolo sono riportati nella colonna a margine, come pitto-
grammi, in aggiunta alla definizione indicata nel testo.
➢ Le indicazioni di schermate, settori del monitor, schede, messaggi di siste-
ma, livelli di accesso, designazioni di software, posizioni di elementi ope-
rativi, parametri, nomi dei file, path, riferimenti incrociati, modalità di fun-
zionamento e segnali in arrivo sono invece riportate in corsivo.
➢ Le indicazioni di elementi operativi e i tasti funzionali sono rappresentate
a lettere MAIUSCOLE e in corsivo.
➢ I caratteri jolly per i nomi di file sono rappresentati tra <parentesi acute>
e in corsivo.

Denominazioni ■ ➢ EOS
indica la società EOS GmbH Electro Optical Systems, e le relative filiali.
➢ Macchinario
indica il sistema per sinterizzazione laser EOS P 396.
➢ Accessori
indica gli accessori standard, gli accessori opzionali o le periferiche.
➢ IPCM
indica la soluzione integrata di gestione dei materiali (Integrated Process
Chain Management) IPCM P o IPCM P plus.
➢ PSW
indica il software di processo necessario per il funzionamento del macchi-
nario.
➢ PPP
indica Part Property Profiles, vale a dire caratteristiche del pezzo predefi-
nite per pezzi sinterizzati al laser, che vengono prodotti con una combina-
zione standardizzata di macchinario, materia prima e record di parametri
PPP.

1.2
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
1 Informazioni basilari
EOS P 396

Pittogrammi ■

Nota
evidenzia informazioni particolari che richiedono una particolare attenzione.

Hotline ■ Telefono +49 (0)89 / 893 36-151


Telefax +49 (0)89 / 893 36-196
Indirizzo EOS GmbH - Electro Optical Systems
Robert-Stirling-Ring 1
D-82152 Krailling / München
E-mail servicehotline@eos.info
Homepage www.eos.info

Prima di collegarvi alla hotline della EOS, Vi preghiamo di predisporre tutte le


informazioni necessarie, come ad es.
➢ Modello del macchinario
➢ Numero di serie del macchinario
➢ Numero della versione del software
- Software di processo (PSW)
- EOSTATE.

1.3
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
1 Informazioni basilari
EOS P 396

1.4
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
2 2 Sicurezza
2 Sicurezza
EOS P 396

Contrassegni di sicu- ■ Sicurezza


rezza del presente
manuale

Pericolo
indica possibili danni alle persone, gravi o irreparabili, che potrebbe pro-
vocare anche il decesso delle stesse e indica inoltre possibili danni mate-
riali particolarmente estesi.

Avvertenza
indica possibili danni alle persone di minore entità, possibili danni mate-
riali a carico del macchinario o delle relative periferiche ed eventuali
problemi in relazione alla qualità dei pezzi.

Avviso per la presenza di tensione elettrica pericolosa

Avviso per la presenza di superfici che raggiungono temperature elevate

Indossare guanti protettivi.


Il tipo di guanti protettivi da indossare è indicato nel testo del relativo avviso
di sicurezza.

Indossare una protezione per gli occhi.


Il tipo di occhiali protettivi da indossare è indicato nel testo del relativo avvi-
so di sicurezza.

Indossare una protezione per le vie respiratorie.


Il tipo di maschera per la protezione delle vie respiratorie da indossare è indi-
cato nel testo del relativo avviso di sicurezza.

Indossare indumenti protettivi chiusi.

2.1
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
2 Sicurezza
EOS P 396

Avvisi di sicurezza ■
basilari

Rischio di danni a persone o danni materiali!


➢ Si prega di tenere in considerazione, oltre agli avvisi di sicurezza ri-
portati nel presente manuale, anche gli avvisi riportati in tutti gli al-
tri manuali delle istruzioni d’uso del macchinario.
➢ Si prega di osservare, oltre alle segnalazioni di sicurezza riportate per
le singole fasi lavorative, anche tutte le segnalazioni di sicurezza per
gli interventi ai quali si faccia espressamente riferimento.

Rischio di danni a persone o danni materiali!


➢ Tutte le operazioni di ispezione e di manutenzione dovranno essere
eseguite nel rispetto degli intervalli previsti e scrupolosamente. Solo
in tal caso si garantisce l’affidabilità e il corretto funzionamento del
macchinario.
➢ Dopo aver eseguito i lavori di manutenzione, installare nuovamente
tutti i dispositivi di protezione e controllarne la funzionalità.
➢ Utilizzare il macchinario e gli accessori solo se tutti i dispositivi di
protezione risultano a disposizione, installati correttamente e funzio-
nanti.
➢ Assicurarsi che i collegamenti non possano venir danneggiati in se-
guito a pressatura, schiacciamento, strappo o danni simili.
➢ Assicurarsi che i punti di collegamento non siano esposti all’azione di
carichi trasversali. Se necessario, installare dispositivi per lo scarico
della trazione.
➢ Utilizzare solo pezzi di ricambio originali per la manutenzione.

2.2
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
2 Sicurezza
EOS P 396

Tensione elettrica pericolosa!


Pericolo di scossa elettrica in caso di contatto diretto o indiretto con
parti sotto tensione.
➢ Solo personale elettrico specializzato è autorizzato ad aprire il quadro
elettrico.
Prima di aprire il quadro elettrico, spegnere l’INTERRUTTORE PRIN-
CIPALE.
➢ Solo un elettricista specializzato è autorizzato ad eseguire i lavori sui
componenti elettrici.
Prima di interventi sui componenti elettrici, scollegare la spina dalla
presa o togliere tensione all’allacciamento alla rete.
➢ Prima di eseguire interventi di manutenzione che non richiedano
l’alimentazione di corrente, spegnere l’INTERRUTTORE PRINCIPALE
del macchinario.
➢ Assicurarsi che la linea di allacciamento alla rete del macchinario non
possa venir danneggiata in seguito a pressatura, schiacciamento, sol-
lecitazione da trazione ecc.
Non utilizzare il macchinario in caso di collegamento alla rete dan-
neggiato.

2.3
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
2 Sicurezza
EOS P 396

2.4
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 3 Individuazione delle anomalie
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Informazione ■ Individuazione delle anomalie


importante

Rischio di danni a persone e danni materiali!


➢ Solo il personale del servizio d’assistenza della EOS è autorizzato ad
intervenire per eliminare i disturbi che non sono riportati nel presen-
te manuale.
➢ Si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

Per indicazioni dettagliate relative all’individuazione delle anomalie degli ac-


cessori, si prega di fare riferimento al manuale Accessori e opzioni.

Fusibili – Posizione e ■
identificazione

Tensione elettrica pericolosa!


Pericolo di scossa elettrica in caso di contatto diretto o indiretto con
parti sotto tensione.
➢ Solo personale elettrico specializzato è autorizzato ad aprire il quadro
elettrico.
Prima di aprire il quadro elettrico, spegnere l’INTERRUTTORE PRIN-
CIPALE.
➢ Solo un elettricista specializzato è autorizzato ad eseguire i lavori sui
componenti elettrici.
Prima di interventi sui componenti elettrici, scollegare la spina dalla
presa o togliere tensione all’allacciamento alla rete.

Se ci si limita a reinserire o sostituire i fusibili, non si elimina però la


causa dello scatto.
Se i fusibili scattano ripetutamente, si prega di rivolgersi alla hotline
della EOS.

3.1
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Fusibili, salvamotore, ■
valvole fusibili

Si è autorizzati a reinserire i fusibili e i salvamotore o a sostituire le valvole


fusibili; tutti i dispositivi sono alloggiati nella sezione anteriore e posteriore
del quadro elettrico.

1
3

2
1

1 Fusibili 3 Valvole fusibili


2 Salvamotore

3.2
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Tutti i salvamotore, i fusibili reinseribili e le valvole fusibili sono contrassegnati


da un’identificazione. Le tabelle di seguito riportate indicano la correlazione tra
le unità protette e le singole indicazioni.

Salvamotore Unità protetta

Q2 Radiatore
Q3 Alimentatore del laser
Q4 Riscaldamento della camera di estrazione
Q5 Riscaldamento della camera di processo
Q6 Tensione di controllo 24 V CD
Q7 Alimentazione scanner 30 V CD
Q8 Controlli del motore passo-passo 60 V CD
Q11 Sportello climatizzo quadro elettrico

Fusibile Unità protetta

F2 Controllo sportelli quadro


F3 Fermo sportelli quadro
F7 Calcolatore di processo, terminale di controllo
F8 Regolatore del riscaldamento della camera di processo /
della camera di estrazione
F9 Presa per l’assistenza
F10 Ventola camera di estrazione, ventola cella ottica
F11 Riscaldamento lente F-Theta
F12 / F42 Illuminazione camera di processo sinistra / destra 11 V CA
F30 Convertitore interfacce
F31 Ventola cella ottica
F32 CPU del PLC
F33 Entrate PLC

3.3
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Fusibile Unità protetta

F34 Uscite PLC


F35 Tensione di controllo 24 V CD
F36 Shutter
F37 Soffiaggio lente F-Theta
F40 Alimentazione scanner 30 V CD
F41 Controlli del motore passo-passo 60 V CD
F43 IPCM P plus

Valvola
Unità protetta Tipo di fusibile
fusibile

F20 Riscaldamento della camera di triplo


estrazione gRB / FF / 10 A / 500 V
10 x 38 mm
F21 Riscaldamento della camera di triplo
processo gRB / FF / 16 A / 500 V
10 x 38 mm

3.4
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Interruttore automatico FI ■ L’INTERRUTTORE AUTOMATICO FI (salvavita) è alloggiato nella sezione posterio-


re del quadro elettrico.

1 INTERRUTTORE AUTOMATICO FI

3.5
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Macchinario ■

Meccanica, comandi, ■
trasmissioni
Applicatore ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

L’applicatore non si Il circuito di sicurez- Causa dell’interruzione del


sposta. za è interrotto. circuito di sicurezza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito di sicurezza.
Circuito d’arresto Per le cause di una possibile
d’emergenza inter- interruzione del circuito d’ar-
rotto. resto d’emergenza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito per l’arresto d’emergen-
za.
Guasto del controllo Reinserire il salvamotore Q8.
motore.
L’applicatore è Pezzi strappati bloc- Asportare i pezzi strappati, si
bloccato. cano l’applicatore o faccia riferimento al manua-
lo schiacciano contro le Utilizzo, capitolo 6, Parti
i vani di protezione strappate.
antipolvere. Annullare la segnalazione di
errore e cercare di spostare
l’applicatore.
Se necessario pulire le lame
dell’applicatore, si prega di
fare riferimento al manuale
Utilizzo, capitolo 6, Pulire e
controllare l’applicatore e le
lame dell’applicatore.

3.6
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Posizione di carico I dati della posizione Eseguire una corsa di riferi-


o riferimento erra- non sono corretti. mento, si prega di fare riferi-
ti. mento al manuale Utilizzo,
capitolo 6, Eseguire una cor-
sa di riferimento con l’appli-
catore.
L’interruttore del ri- Si prega di rivolgersi alla
ferimento è difetto- hotline della EOS.
so o in posizione er-
rata.
I pezzi riportano ri- L’applicatore è posi- Si prega di rivolgersi alla
petutamente stri- zionato obliquamen- hotline della EOS.
sce o strisce dop- te; l’impostazione
pie. dell’applicatore nel-
la casella Stato HWI
della Finestra princi-
pale PSW corrispon-
de ad un valore del >
10 %.

3.7
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Piattaforma modulare / asse Z ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Piattaforma modu- Il circuito di sicurez- Causa dell’interruzione del


lare o asse Z non si za è interrotto. circuito di sicurezza, si faccia
spostano. riferimento a Abilitare il cir-
cuito di sicurezza.
Circuito d’arresto Per le cause di una possibile
d’emergenza inter- interruzione del circuito d’ar-
rotto. resto d’emergenza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito per l’arresto d’emergen-
za.
La piattaforma mo- Sollevare la piattaforma dal
dulare tocca l’ultimo finecorsa utilizzando il pul-
finecorsa. sante Corsa a battuta Su
nella finestra Imposta e con-
fermare il messaggio con OK.
Guasto del controllo Reinserire il salvamotore Q8.
motore.
L’asse Z non si spo- Manca il riferimento Eseguire una corsa di riferi-
sta in posizione di per l’asse Z. mento, si prega di fare riferi-
start / di estrazio- mento al manuale Utilizzo,
ne. capitolo 6, Eseguire una cor-
sa di riferimento con la piat-
taforma modulare.
Su telaio di base e Aspirare il telaio base e puli-
soffietto si sono de- re il soffietto. Eseguire una
positati notevoli ac- corsa di riferimento, si prega
cumuli di polvere. di fare riferimento al manua-
le Utilizzo, capitolo 6, Ese-
guire una corsa di riferimento
con la piattaforma modulare.

3.8
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

La posizione di Il riferimento è erra- Eseguire una corsa di riferi-


start non è corret- to. mento, si prega di fare riferi-
ta. mento al manuale Utilizzo,
capitolo 6, Eseguire una cor-
sa di riferimento con la piat-
taforma modulare.
La posizione di start Si prega di rivolgersi alla
è stata immessa er- hotline della EOS.
rata.
L’asse Z non ese- Su telaio di base e Aspirare il telaio base e puli-
gue la corsa di ri- soffietto si sono de- re il soffietto. Eseguire una
ferimento. positati notevoli ac- corsa di riferimento, si prega
cumuli di polvere. di fare riferimento al manua-
le Utilizzo, capitolo 6, Ese-
guire una corsa di riferimento
con la piattaforma modulare.
Il finecorsa / l’inter- Si prega di rivolgersi alla
ruttore di riferimento hotline della EOS.
è guasto.

3.9
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Errore del software. Chiudere e riavviare il


software di processo.
Eseguire una corsa di riferi-
mento, si prega di fare riferi-
mento al manuale Utilizzo,
capitolo 6, Eseguire una cor-
sa di riferimento con la piat-
taforma modulare.
oppure
Arrestare e riavviare il siste-
ma, si prega di fare riferi-
mento al manuale Utilizzo,
capitolo 6, Arrestare il siste-
ma e Avviare il sistema.
Eseguire una corsa di riferi-
mento, si prega di fare riferi-
mento al manuale Utilizzo,
capitolo 6, Eseguire una cor-
sa di riferimento con la piat-
taforma modulare.
La piattaforma Tra la piastra a flan- Asportare i corpi estranei e
modulare non è gia e la piattaforma bloccare nuovamente la
bloccata. modulare si sono in- piattaforma modulare.
seriti dei corpi estra-
nei.
La posizione di estra- Eseguire una corsa di riferi-
zione non è corretta. mento, si prega di fare riferi-
mento al manuale Utilizzo,
capitolo 6, Eseguire una cor-
sa di riferimento con la piat-
taforma modulare e portare
la piattaforma modulare in
posizione di estrazione.

3.10
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Dosatore ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il dosatore non Il circuito di sicurez- Causa dell’interruzione del


trasporta polvere. za è interrotto. circuito di sicurezza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito di sicurezza.
Circuito d’arresto Per le cause di una possibile
d’emergenza inter- interruzione del circuito d’ar-
rotto. resto d’emergenza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito per l’arresto d’emergen-
za.
Il conteniate di stoc- Inserire completamente il
caggio non è inseri- contenitore di stoccaggio nel
to correttamente. macchinario.
Guasto del controllo Reinserire il salvamotore Q8.
motore.
I dosatori sono bloc- Asportare i corpi estranei.
cati da corpi estra-
nei.

3.11
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Camera di processo ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il riscaldamento Il circuito di sicurez- Causa dell’interruzione del


della camera di za è interrotto. circuito di sicurezza, si faccia
processo non fun- riferimento a Abilitare il cir-
ziona. cuito di sicurezza.
Circuito d’arresto Per le cause di una possibile
d’emergenza inter- interruzione del circuito d’ar-
rotto. resto d’emergenza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito per l’arresto d’emergen-
za.
Il regolatore del ri- Arrestare e riavviare il siste-
scaldamento non in- ma, si prega di fare riferi-
via alcuna segnala- mento al manuale Utilizzo,
zione. capitolo 6, Arrestare il siste-
ma e Avviare il sistema.
La temperatura La potenza del riscal- Si prega di rivolgersi alla
della camera di datore non è corret- hotline della EOS.
processo non è ta.
omogenea.
I riscaldatori non Si prega di rivolgersi alla
raggiungono più la hotline della EOS.
potenza massima o
sono difettosi.
I gas della camera di Cercare la perdita. Si prega di
processo defluiscono rivolgersi alla hotline della
incontrollatamente. EOS.
La temperatura di Utilizzo di polvere Ricavare nuovamente la
costruzione non è nuova pura all'inizio temperatura di costruzione o
ottimale. di un nuovo ciclo controllare, regolare a tem-
polveri. peratura di costruzione
si faccia riferimento al capi-
Cambio di lotto del- tolo 4, Determinare, control-
la povere. lare, regolare la temperatura
di costruzione.

3.12
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Problemi di proces-
so, che possono esse-
re correlati ad una
temperatura di co-
struzione regolata
erroneamente.
Cambio tra diversi
materiali.
L’illuminazione Le lampade alogene Sostituire le lampade aloge-
della camera di sono difettose. ne, si prega di fare riferimen-
processo non fun- to al capitolo 4, Sostituire la
ziona. lampada alogena dell’illumi-
nazione della camera di pro-
cesso.
Il fusibile, o il salva- Reinserire il fusibile F42 o il
motore, è scattato. salvamotore Q9.

Contenitore di trabocco ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Contenitore di tra- Contenitore di tra- Svuotare il contenitore di


bocco pieno. bocco pieno. trabocco, si prega di fare ri-
ferimento al manuale Utiliz-
zo, capitolo 6, Svuotare il
contenitore di trabocco.
L’iniziatore è difetto- Si prega di rivolgersi alla
so o in posizione er- hotline della EOS.
rata.

3.13
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Sportello anteriore ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Lo sportello ante- Tra la camera di pro- Asportare i corpi estranei.


riore non si chiude. cesso e lo sportello
anteriore si sono in-
seriti dei corpi estra-
nei.

Alimentazione dell’aria ■
compressa / dell’azoto
Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Aria compressa / L’alimentazione Avviare l’alimentazione


azoto non vengo- dell’azoto è disinseri- dell’azoto:
no alimentati. ta. nella finestra Imposta attiva-
re il riquadro di controllo
Alimentazione dell'azoto.
L’alimentazione Controllare l’alimentazione
dell’aria compressa è esterna dell’aria compressa.
irregolare. Assicurare la pressione mini-
ma d’entrata, si prega di fare
riferimento al Classificatore
macchinario, Foglio parame-
tri delle polveri plastiche uti-
lizzate.
La pressione d’entra- Impostare correttamente la
ta sull’unità di ma- pressione d’entrata, si prega
nutenzione è impo- di fare riferimento al capitolo
stata erroneamente. 4, Controllare la pressione
d’entrata sull’unità di manu-
tenzione pneumatica.

3.14
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il filtro a maglia fi- Il sistema ad aria Per le caratteristiche qualita-


ne si sporca molto compressa alimenta tive dell’aria compressa, si
rapidamente. aria compressa con prega di fare riferimento al
impurità. manuale Condizioni per l’in-
stallazione, capitolo 3, Allac-
ciamento dell’aria compres-
sa.

Laser ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il laser non funzio- Il circuito di sicurez- Causa dell’interruzione del


na. za è interrotto. circuito di sicurezza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito di sicurezza.
Circuito d’arresto Per le cause di una possibile
d’emergenza inter- interruzione del circuito d’ar-
rotto. resto d’emergenza, si faccia
riferimento a Abilitare il cir-
cuito per l’arresto d’emergen-
za.
Il fusibile è scattato. Controllare il salvamotore Q3
nella sezione posteriore del
macchinario, si prega di fare
riferimento alla voce Fusibili
– Posizione e identificazione.
L’acqua di raffredda- Si prega di fare riferimento al
mento è troppo cal- manuale Accessori e opzioni,
da. capitoli 3, 4, Individuazione
delle anomalie.

3.15
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il laser o il fusibile Si prega di rivolgersi alla


del laser sono guasti. hotline della EOS.
Il laser non si avvia. Disinserire il macchinario e
reinserirlo dopo 30 s.
L’interruttore a chia- Posizionare l’interruttore a
ve LASER è posizio- chiave LASER su OFF.
nato su OFF.
La potenza del la- La finestrella del la- Pulire la finestrella laser, v.
ser sul campo di ser è sporca. capitolo 4, Pulire la finestrel-
lavoro è insuffi- la laser.
ciente.
Le componenti otti- Si prega di rivolgersi alla
che non sono impo- hotline della EOS.
state correttamente.
Il laser è guasto. Si prega di rivolgersi alla
hotline della EOS.
Il campo dello La calibrazione del Si prega di rivolgersi alla
scanner è distorto / campo dello scanner hotline della EOS.
deformato. non è impostata cor-
rettamente.
Lo scanner è guasto. Si prega di rivolgersi alla
hotline della EOS.

Quadro elettrico ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il circuito di sicu- Gli sportelli del qua- Chiudere gli sportelli del
rezza è interrotto. dro non sono chiusi. quadro e bloccarli.

3.16
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Calcolatore di processo / ■
rete
Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Il calcolatore di L’alimentazione di Collegare l’alimentazione di


processo non si av- rete è interrotta. rete.
via.
Il fusibile per la ten- Reinserire il fusibile F7.
sione di alimentazio-
ne è difettoso.
Il calcolatore di pro- Arrestare il sistema, si prega
cesso è spento. di fare riferimento al manua-
le Utilizzo, capitolo 6, Arre-
stare il sistema.
Inserire l’INTERRUTTORE A
LEVETTA del calcolatore di
processo.
Riavviare il sistema, si prega
di fare riferimento al manua-
le Utilizzo, capitolo 6, Avvia-
re il sistema.
Windows non si Windows non è in- Si prega di rivolgersi alla
avvia. stallato corretta- hotline della EOS.
mente.
Il software di pro- Il software di proces- Si prega di rivolgersi alla
cesso non si avvia. so o la directory dei hotline della EOS.
file di sistema sono
stati cancellati o ri-
locati.
Path dei file di siste- Correggere la path dei file di
ma errata. sistema.
Collegamento di Il collegamento fisico Controllare il cavo di rete.
rete errato. è difettoso.
Il collegamento di Controllare la configurazio-
rete non è configura- ne di rete e se necessario
to correttamente. correggerla.

3.17
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Calcolatore di pro- La memoria libera sul Eliminare dal disco rigido i


cesso estremamen- disco rigido non è file che non si riutilizzano. ad
te lento. sufficiente. es. i file SLI, di debug o di re-
port.
Oltre al software di Chiudere tutte le altre appli-
processo sono aper- cazioni.
te anche altre appli-
cazioni.
Accesso dalla rete sul Interrompere l’accesso di re-
calcolatore di pro- te.
cesso.
Non si trova il file Il file SLI è stato er- Copiare il file SLI nella direc-
SLI-. roneamente cancel- tory C:\EOS\PSW\Projects .
lato o si trova nella
directory sbagliata.
Finestra Licenza Manca la licenza per Controllare le licenze dispo-
MPC (<*>) del la funzione selezio- nibili, si prega di fare riferi-
software di proces- nata. mento al manuale Utilizzo,
so capitolo 6, Gestione delle li-
cenze.

3.18
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Anomalie particolari ■

Guasto /
segnalazione di Possibile causa Contromisura
errore

Singoli componenti Il relativo fusibile è Controllare i fusibili e se ne-


non funzionano. scattato. cessario reinserirli o sostitu-
irli.
I pezzi presentano Eccessiva percentua- Controllare la portata di azo-
una colorazione le di ossigeno nella to dei dispositivi di soffiaggio
giallastra. camera di processo. sull’unità di manutenzione
pneumatica, se necessario
eseguire una regolazione, v.
capitolo 4, Controllare e cor-
reggere l’impostazione delle
segnalazioni della portata dei
dispositivi soffianti.

3.19
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
3 Individuazione delle anomalie
EOS P 396

Segnalazioni di errore ■ Quando il macchinario è interessato da un guasto, appare sullo schermo una
segnalazione di errore. L’errore viene protocollato nella finestra PSW Error List-
View.

Annullare una ■ 1. Correggere l’errore.


segnalazione di errore 2. Confermare la segnalazione di errore con OK.

Abilitare il circuito per ■ Quando il circuito d’arresto d’emergenza è interrotto, apparirà sullo schermo
l’arresto d’emergenza una segnalazione di errore.
Cause possibili per l’interruzione del circuito per l’arresto d’emergenza:
➢ è stato premuto l’interruttore per l’ARRESTO D’EMERGENZA
➢ lo sportello anteriore è aperto
➢ gli sportelli frontali sono aperti.

1. Eliminare la causa che ha provocato l’arresto d’emergenza.


2. Sbloccare l’interruttore per l’ARRESTO D’EMERGENZA.
3. Premere l’interruttore DISATTIVARE ARRESTO D’EMERGENZA sul quadro
elettrico.
4. Confermare la segnalazione di errore con OK.
5. Nella finestra Descrizione errori PLC fare clic sul pulsante Cancellare
errore PLC.

Abilitare il circuito di ■ Quando il circuito di sicurezza è interrotto, apparirà sullo schermo una segna-
sicurezza lazione di errore.
Cause possibili per l’interruzione del circuito di sicurezza:
➢ il dispositivo di controllo della pressione reagisce
➢ lo sportello anteriore è aperto
➢ gli sportelli frontali sono aperti
➢ gli sportelli del quadro sono aperti.

1. Eliminare la causa dell’errore.


2. Confermare la segnalazione di errore con OK.

3.20
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 4 Manutenzione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Informazione ■ Manutenzione straordinaria


importante

Rischio di danni a persone o danni materiali!


➢ Solo il personale del servizio d’assistenza EOS è autorizzato ad eseguire
i lavori di manutenzione che non sono riportati nel presente capitolo.
➢ Si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

Pericolo di ferite dovute a elementi sotto pressione!


L’alimentazione dell’azoto risulta sotto pressione durante le fasi d’eserci-
zio. La pressione formatasi diminuisce lentamente dopo aver interrotto
l’alimentazione dell’aria compressa.
Prima di eseguire interventi di manutenzione, assicurarsi che il sistema
non sia più sotto pressione.

Per indicazioni dettagliate relative alla manutenzione degli accessori, si prega


di fare riferimento al manuale Accessori e opzioni.

Stadi di manutenzione ■

Stadio di manutenzione I ■

Rischio di danni a persone o danni materiali.


Il committente si impegna ad eseguire i lavori di ispezione e di manuten-
zione dello stadio di manutenzione I.

Lo stadio di manutenzione I comprende:


➢ ispezione e manutenzione giornaliere
➢ ispezione e manutenzione settimanali
➢ ispezione e manutenzione mensili.

4.1
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Stadio di manutenzione II ■

Rischio di danni a persone o danni materiali.


➢ Solo il personale del servizio di assistenza EOS è autorizzato ad ese-
guire i lavori di ispezione e di manutenzione dello stadio II.
➢ Si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

I lavori di ispezione e di manutenzione dello stadio di manutenzione II


vanno eseguiti dopo ca. 6 mesi.
➢ Durante l’esecuzione dei lavori di manutenzione dello stadio II si do-
vrà interrompere la produzione con il macchinario.
➢ Si prega di rivolgersi alla hotline della EOS per un appuntamento.

Lo stadio di manutenzione II comprende:


➢ tutti i lavori dello stadio I
➢ lavori di ispezione e manutenzione particolarmente complessi sull’impian-
to complessivo:
- Componenti ottici
- Componenti meccanici
- Sistema di raffreddamento
- Componenti elettrici
- Calcolatore di processo.

Protocollo di ■
manutenzione

Dopo aver concluso il livello di manutenzione II si dovrebbero riportare nel


protocollo di manutenzione (check list del servizio di assistenza EOS) le se-
guenti informazioni e riporlo nel classificatore macchinario:
➢ data di esecuzione dello stadio di manutenzione II
➢ stato del contatore per le ore di esposizione al termine dello stadio di
manutenzione II
➢ nome e firma del personale responsabile addetto alla manutenzione.

4.2
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Schemi d’ispezione e di ■
manutenzione

Finestrella laser ■ L'intervallo di pulizia dipende dal tipo di polvere plastica usato nel macchinario.

Pulire la finestrella laser.


Si faccia riferimento alla voce
Tipo di polvere Pulire la finestrella laser.
plastica
dopo il termine settimanalment
del job e
PA 1101 X
PA 2200 X
PA 2201 X
PA 2210 FR X
PA 2202 black X
PA 2221 X
PA 2241 FR X
PA 3200 GF X
Alumide® X
CarbonMide® X
PrimePart® ST X
PrimeCast® 101 X

4.3
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Macchinario ■ g = giornalmente, s = settimanalmente, m = mensilmente

dopo il
prima termi-
Lavori da eseguire del job g s m
start ne del
job
Pulire il diaframma del pirometro.
Si prega di fare riferimento al ma-
X
nuale Utilizzo, capitolo 6, Pulizia del
diaframma del pirometro.
Controllare la pressione d’entrata
sull’unità di manutenzione pneuma-
tica.
Si faccia riferimento alla voce Con- X
trollare la pressione d’entrata
sull’unità di manutenzione pneuma-
tica.
Controllare l’eventuale presenza di
sporcizia sul filtro grezzo (aria com-
pressa), se necessario sostituire
l’elemento filtro.
X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare l’elemento filtro del filtro
grezzo, Sostituire l’elemento filtro
del filtro grezzo.
Controllare il livello di riempimento
del contenitore per la condensa del
filtro grezzo, se necessario svuotare
il contenitore della condensa. X
Si faccia riferimento alla voce Svuo-
tare il contenitore della condensa
del filtro grezzo.
Controllare l’eventuale pressione
differenziale sul filtro a maglia fine,
se necessario sostituire l’elemento
filtro.
X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare la pressione differenziale sul
filtro a maglia fine, Sostituire l’ele-
mento filtro del filtro a maglia fine.

4.4
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

dopo il
prima
Lavori da eseguire del job termi- g s m
ne del
start job
Controllare la tenuta dello scarico
della condensa sul filtro a maglia fi-
ne.
Si prega di fare riferimento alla voce X
Controllare la tenuta dello scarico
della condensa sul filtro a maglia fi-
ne.
Controllare la corretta impostazione
della segnalazione della portata dei
dispositivi soffianti ed eventual-
mente dell’aria di blocco, se neces-
sario correggere l’impostazione. X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare e correggere l’impostazione
delle segnalazioni della portata dei
dispositivi soffianti.
Controllare la corretta impostazione
della segnalazione della portata del-
la fluidizzazione, se necessario cor-
reggere l’impostazione. X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare e correggere le segnalazioni
della portata della fluidizzazione.
Aspirare la camera di processo.
Si prega di fare riferimento al ma-
X
nuale Utilizzo, capitolo 6, Estrarre il
telaio intercambiabile.
Aspirare la camera di estrazione.
Si prega di fare riferimento al ma-
X
nuale Utilizzo, capitolo 6, Estrarre il
telaio intercambiabile.
Aspirare il vano dei contenitori di
stoccaggio.
Si faccia riferimento alla voce Aspi- X
rare il vano dei contenitori di raccol-
ta.

4.5
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

dopo il
prima
Lavori da eseguire del job termi- g s m
ne del
start job
Pulire le lame dell’applicatore.
Controllare se sono presenti adesio-
ni e polvere plastica aderita. X
Si faccia riferimento alla voce Pulire
l’applicatore.
Controllare le lame dell’applicatore.
Si prega di fare riferimento al ma-
nuale Utilizzo, capitolo 6, Pulire e X
controllare l’applicatore e le lame
dell’applicatore.
Controllare l’applicatore e se neces-
sario regolarlo.
Si faccia riferimento alla voce Con- X
trollare ed eventualmente regolare
la disposizione dell’applicatore.
Regolare l’applicatore.
Si faccia riferimento alla voce Rego- X
lare l’applicatore.
Controllare la distanza necessaria
per il funzionamento dell’applicato-
re.
X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare la distanza dell’applicatore
rispetto al piano di costruzione.
Controllo, determinazione della
temperatura di costruzione PPP
Si faccia riferimento alla voce De- X
terminare, controllare, regolare la
temperatura di costruzione.
Pulizia del nastro trasportatore.
Si faccia riferimento alla voce Puli- X
zia del nastro trasportatore.

4.6
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

dopo il
prima
Lavori da eseguire del job termi- g s m
ne del
start job
Pulire il vetro dello sportello della
camera di processo dal lato della
camera di processo. X
Si faccia riferimento alla voce Pulire
le superfici delle finestre.
Pulire le superfici in vetro dell’illu-
minazione per la camera di proces-
so. X
Si faccia riferimento alla voce Pulire
le superfici delle finestre.
Pulire il soffietto dell’asse Z.
Si prega di fare riferimento al ma-
X
nuale Utilizzo, capitolo 6, Estrarre il
telaio intercambiabile.
Pulire il vano inferiore del macchi-
nario, soprattutto il telaio base.
Si prega di fare riferimento al ma- X
nuale Utilizzo, capitolo 6, Estrarre il
telaio intercambiabile.
Aspirare il telaio intercambiabile e
X
pulirlo con un panno umido.
Controllare che il nastro di protezio-
ne nel telaio intercambiabile sia al-
loggiato a tenuta.
X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare il nastro di protezione nel te-
laio intercambiabile.
Controllare che la guarnizione del
telaio intercambiabile sia a tenuta,
se necessario sostituirla.
X
Si faccia riferimento alla voce Sosti-
tuire la guarnizione del telaio inter-
cambiabile.

4.7
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

dopo il
prima
Lavori da eseguire del job termi- g s m
ne del
start job
Pulire lo sfiato della camera di pro-
cesso.
X
Si faccia riferimento alla voce Pulire
lo sfiato della camera di processo.
Controllare l’eventuale presenza di
sporcizia sul feltro filtrante del di-
spositivo di aerazione della testa di
deflessione laser, se necessario so-
stituire il feltro. X
Si faccia riferimento alla voce Con-
trollare il feltro filtrante del disposi-
tivo di aerazione della testa di
deflessione laser.
Controllare il funzionamento del
circuito di sicurezza.
Si faccia riferimento alla voce Con- X
trollare il funzionamento del circuito
di sicurezza.
Controllare il funzionamento del
circuito per l’arresto d’emergenza.
Si faccia riferimento alla voce Con- X
trollare il funzionamento dell’arresto
d’emergenza.

4.8
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Calcolatore di processo ■ g = giornalmente, s = settimanalmente, m = mensilmente

prima
del
Lavori da eseguire g s m
job
start
Controllare la memoria libera sul disco
rigido. Si devono avere almeno 100 MB
liberi.
X
Si faccia riferimento alla voce Control-
lare la memoria libera del disco rigido del
calcolatore di processo.
Deframmentazione del disco rigido.
Si faccia riferimento alla voce Defram-
X
mentazione del disco rigido del calcola-
tore di processo.

Accessori e opzioni ■

Per informazioni relative ad ispezione e manutenzione delle periferiche, si


prega di fare riferimento al manuale Accessori e opzioni e al manuale
Componenti IPCM P.

4.9
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Lavori di ispezione e di ■
manutenzione

Pulire la finestrella laser ■ Sulla superficie della finestrella laser potrebbe depositarsi della condensa. Tali
depositi possono comportare un calo di rendimento del raggio laser.
Una corretta pulizia della finestrella laser influenza notevolmente la sua durata
utile. Anche le graffiature, come la sporcizia, causano un calo di rendimento sul
campo costruttivo.

Pericolo di danni materiali!


Non pulire mai la lente F-Theta con soluzione di liscivia 0,1 molare, in
quanto potrebbe danneggiare la lente.

Pericolo di danni materiali!


Una pulizia non corretta può danneggiare la finestrella laser.
➢ Per la pulizia della finestrella laser utilizzare esclusivamente il deter-
gente fluido per componenti ottici autorizzato dalla EOS (liscivia
0,1 molare).
➢ Per eliminare eventuali residui di fluido detergente per componenti
ottici, utilizzare acqua deionizzata.
➢ Usare poi alcol detergente all’etanolo 96 % (non denaturato) per eli-
minare i residui di sporcizia.
➢ La carta per la pulizia di componenti ottici deve essere assolutamente
pulita. Dovrebbe venir conservata, all’interno della confezione origi-
nale ed inoltre avvolta in un involucro protettivo, in un locale pulito.
➢ Non cercare assolutamente mai di asportare la sporcizia eventual-
mente presente sul vetro di protezione della lente utilizzando per la
soffiatura aria che non sia pura.

Pericolo di danni materiali!


La pulizia con detergente fluido a temperatura eccessiva può comportare
aloni permanenti sulla superficie della finestrella laser.
Prima di iniziare la procedura di pulizia, lasciar raffreddare la finestrella
laser.
La temperatura di superficie della lente finestrella laser deve corrispon-
dere al massimo a 50 °C.

4.10
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

1. Lasciar raffreddare la finestrella laser.

➢ Dopo il processo costruttivo:


Al termine del processo costruttivo il riscaldamento della camera di pro-
cesso si spegne automaticamente. Ma la finestrella laser è ancora surri-
scaldata anche al termine della fase di raffreddamento successiva del
processo costruttivo.
→ Durata del raffreddamento dopo la fase di raffreddamento del proces-
so costruttivo:
ca. 2 h
➢ A macchinario riscaldato:
È possibile spegnere il riscaldamento della camera di processo interrom-
pendo la fase di riscaldamento, aprendo lo sportello anteriore o spegnen-
do l’alimentazione di azoto.
→ Durata di raffreddamento dopo lo spegnimento del riscaldamento del-
la camera di processo:
ca. 12 h con sportello della camera di processo chiuso
ca. 6 h con sportello della camera di processo aperto

2. Disinserire il laser: posizionare l’


interruttore a chiave LASER sul quadro elettrico su OFF ed estrarre la
chiave.

Assicurarsi che un operatore dotato delle necessarie istruzioni conservi la


chiave in modo che eventuali persone non autorizzate non possano acce-
dervi.

3. Aprire lo sportello anteriore.


Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
4. Aprire lo sportello della camera di processo.

Pericolo di danni alla salute!


Il contatto cutaneo o degli occhi con la polvere plastica, come pure l’ina-
lazione e l’ingestione di polveri plastiche potrebbero causare danni alla
salute.
Indossare l’equipaggiamento protettivo personale adeguato al materiale
in uso, si faccia riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 2, Equipaggia-
mento protettivo personale.

4.11
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

5. Allentare le viti zigrinate della tramezza del riscaldatore anteriore e


togliere la tramezza.

Assicurarsi di non toccare il riscaldatore. Il sebo potrebbe infatti com-


prometterne il funzionamento.

6. Pulire la finestrella laser:

➢ Indossare guanti protettivi monouso per proteggere la finestrella la-


ser.
➢ Assicurarsi di non danneggiare la finestrella laser.

1 Finestrella laser

• Prelevare 2 fogli di carta detergente ottica dalla confezione protettiva


e imbibirli completamente con fluido detergente per componenti ottici
(liscivia 0,1 molare).

Non piegare la carta di pulizia per componenti ottici, in quanto ciò im-
pedisce di applicare correttamente sulla finestrella laser il detergente
fluido di pulizia e quindi non si pulirebbe correttamente la finestrella.

4.12
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

• Passare la carta detergente ottica imbibita sulla superficie della


finestrella laser, possibilmente con una pressione minima, procedendo
striscia dopo striscia dal bordo posteriore a quello anteriore. Utilizzare
un quantitativo abbondante di fluido detergente per componenti
ottici.
Infine pulire il perimetro, per asportare la sporcizia in eccesso.

Utilizzare la carta per la pulizia delle lenti sempre una sola volta.

•Asciugare con carta asciutta per la pulizia della lente, per eliminare
ogni residuo di umidità e di schiuma detergente.
• Prelevare 2 fogli di carta detergente ottica dalla confezione protettiva
e imbibirli completamente con acqua deionizzata.
• Strofinare la finestrella laser con la carta detergente ottica imbibita,
per eliminare i residui di fluido detergente per componenti ottici.
• Asciugare con carta asciutta per la pulizia della lente, per eliminare
ogni residuo di umidità.
• Prelevare 2 fogli di carta detergente ottica dalla confezione protettiva
e imbibirli completamente con alcol detergente all'etanolo 96 % (non
denaturato).
• Strofinare la finestrella laser con la carta detergente ottica imbibita,
per eliminare completamente i residui di fluido.
• Asciugare nuovamente con carta asciutta di pulizia, per eliminare i
residui di alcol detergente.
• Controllare il risultato della pulizia utilizzando una lampada tascabile
a luce bianca:
dirigere la luce della lampada sulla lente finestrella laser possibilmente
con un angolo piatto (ca. 15 - 30°) e variare l’angolo di osservazione.
Non devono rimanere tracce di alcun genere.
• Ripetere la pulizia fino ad eliminare ogni impurità visibile ed eventuali
tracce.
7. Chiudere lo sportello della camera di processo.
8. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.

4.13
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare la pressione ■ Fluttuazioni dell’alimentazione esterna dell’aria compressa potrebbero ridurre


d’entrata sull’unità di ma- la pressione d’entrata e quindi influenzare negativamente la purezza dell’azoto
e la portata per il soffiaggio.
nutenzione pneumatica
L’unità di manutenzione pneumatica è alloggiata dietro la copertura laterale si-
nistra del macchinario.

1 Manometro ALIMENTAZIONE AZOTO 3 Manometro FLUIDIZZAZIONE


2 Regolatore ALIMENTAZIONE AZOTO 4 Regolatore FLUIDIZZAZIONE

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Controllare la pressione d’entrata sul manometro dell’unità di
manutenzione pneumatica.

Per i valori nominali, si prega di fare riferimento al Classificatore macchina-


rio, Foglio parametri.

• Se la pressione d’entrata devia dal valore nominale di meno di


± 0,5 bar:
impostare la pressione d’entrata sul valore nominale.

4.14
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

• Se la pressione d’entrata devia dal valore nominale di più di ± 0,5 bar:


Controllare il corretto funzionamento dell’alimentazione esterna
dell’aria compressa.
Se l’alimentazione esterna dell’aria compressa funziona
correttamente:
avvertire il personale di assistenza della EOS.
4. Controllare la segnalazione della portata dei dispositivi soffianti e della
fluidizzazione, se necessario correggere l’impostazione.
Si faccia riferimento alla voce Controllare e correggere l’impostazione delle
segnalazioni della portata dei dispositivi soffianti, Controllare e correggere
le segnalazioni della portata della fluidizzazione.
5. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.

4.15
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare l’elemento ■ Se l’aria compressa alimentata contiene particelle, olio o acqua, creerà dei de-
filtro del filtro grezzo positi sull’elemento filtro del filtro grezzo.
Il filtro grezzo è alloggiato dietro la copertura laterale sinistra del macchinario.

2
3
1
4

1 Filtro grezzo 3 Contenitore della condensa


2 Elemento filtrante 4 Valvola di scarico

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Controllare l’elemento filtro:
Quando l’elemento filtro è sporco va assolutamente sostituito.
Si faccia riferimento alla voce Sostituire l’elemento filtro del filtro grezzo.
4. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.

4.16
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Sostituire l’elemento ■
filtro del filtro grezzo

Se l’elemento del filtro si sporca di frequente, ciò indica che l’aria compressa
non corrisponde alle specifiche richieste.
Si prega di eseguire regolarmente le operazioni di manutenzione e le even-
tuali modifiche necessarie sull’impianto dell’aria compressa, per garantire
una fornitura dell’aria compressa come prevista dalle specifiche.

1. Scollegare l’alimentazione dell’aria compressa.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Assicurarsi che il sistema pneumatico non sia sotto pressione:
Controllare la pressione sui manometri.
4. Svitare il contenitore della condensa, svuotarlo, pulirlo.
5. Estrarre l’elemento filtro:
allentare la vite all’estremità dell’elemento filtro ed estrarre l’elemento
filtro.
6. Inserire un nuovo elemento filtro ed avvitarlo.
7. Montare il contenitore della condensa.
8. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.
9. Collegare l’alimentazione dell’aria compressa.

Svuotare il contenitore ■ 1. Terminare il processo costruttivo.


della condensa del filtro 2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
grezzo 3. Premere la valvola di scarico in basso sul contenitore della condensa.
L’aria compressa soffia la condensa dal contenitore della condensa e la fa
uscire.
4. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.

4.17
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare la pressione ■ Se l’aria compressa alimentata contiene particelle, olio o acqua, creerà dei de-
differenziale sul filtro a positi sull’elemento filtro. La pressione differenziale tra entrata ed uscita del fil-
tro sporco aumenta.
maglia fine
Il filtro fine è alloggiato dietro la copertura laterale sinistra del macchinario.

1 Filtro a maglia fine 3 Tazza del filtro


2 Spia PRESSIONE DIFFERENZIALE 4 Scarico della condensa

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Controllare la tenuta dello scarico della condensa sul filtro a maglia fine e
se necessario pulire i componenti.
Si faccia riferimento alla voce Controllare la tenuta dello scarico della
condensa sul filtro a maglia fine.
4. Controllare la pressione differenziale:
• A pressione differenziale normale il livello di segnalazione rientra nel
settore in verde.
• A pressione differenziale eccessiva il livello di segnalazione rientra nel
settore in rosso. In tal caso l’elemento filtrante deve essere sostituito.
Si faccia riferimento alla voce Sostituire l’elemento filtro del filtro a
maglia fine.
5. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.

4.18
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Sostituire l’elemento ■
filtro del filtro a maglia
fine

Se l’elemento del filtro si sporca di frequente, ciò indica che l’aria compressa
non corrisponde alle specifiche richieste.
Si prega di eseguire regolarmente le operazioni di manutenzione e le even-
tuali modifiche necessarie sull’impianto dell’aria compressa, per garantire
una fornitura dell’aria compressa come prevista dalle specifiche.

1. Scollegare l’alimentazione dell’aria compressa.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Assicurarsi che il sistema pneumatico non sia sotto pressione:
Controllare la pressione sui manometri.
4. Aprire la tazza del filtro:
ruotare la tazza del filtro in senso antiorario.
5. Estrarre la tazza del filtro, svuotarla e pulirla.
6. Estrarre l’elemento filtro:
allentare la vite all’estremità dell’elemento filtro ed estrarre l’elemento
filtro.
7. Inserire un nuovo elemento filtro ed avvitarlo.
8. Inserire la tazza del filtro e chiudere la chiusura a baionetta.
9. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.
10. Collegare l’alimentazione dell’aria compressa.

4.19
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare la tenuta dello ■ L’umidità contenuta nell’aria compressa alimentata si raccoglie nella tazza del
scarico della condensa sul filtro e viene automaticamente fatta fuoriuscire ad intervalli regolari tramite il
tubo flessibile dello scarico della condensa del filtro a maglia fine.
filtro a maglia fine
Il filtro a maglia fine è dotato di uno scarico per la condensa automatico, con
galleggiante incorporato a tenuta.

Se il galleggiante non assicura la tenuta necessaria, il generatore dell’azoto


non riceverà sufficiente aria compressa.

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Controllare la tenuta dello scarico della condensa sul filtro a maglia fine.
Se dalla tubazione di scarico fuoriesce aria compressa e non solo per
periodi brevi e ad intervalli regolari, bensì permanentemente, significa che
il galleggiante non assicura più la necessaria tenuta.
4. Eventualmente pulire lo scarico della condensa:
• Scollegare l’alimentazione dell’aria compressa.
• Assicurarsi che il sistema pneumatico non sia sotto pressione:
Controllare la pressione sui manometri.
• Pulire lo scarico della condensa che perde.

Se il galleggiante non assicura la tenuta necessaria anche dopo aver pulito lo


scarico della condensa, si dovrà sostituire la tazza del filtro completa.
In tal caso si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

5. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del


macchinario.

4.20
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare e correggere ■ Le segnalazioni della portata e le viti di regolazione dei dispositivi soffianti per
l’impostazione delle se- il pirometro e l’ottica sono alloggiate dietro la copertura laterale sinistra del
macchinario.
gnalazioni della portata
dei dispositivi soffianti I valori in scala del soffiaggio del pirometro e della finestrella laser sono indicati
in l/min (LPM = litri al minuto).
I valori in scala per l’aria di blocco della finestrella laser
sono indicati in cc/min x 100 (corrisponde a 0,1 l/min).

Se tali valori di flusso del dispositivo soffiante del pirometro sono impo-
stati erroneamente, la lente del pirometro potrebbe venir appannata dal-
la condensa.

3
4
1

5
6

1 Spia PORTATA ARIA DI BLOCCO 4 Spia PORTATA PIROMETRO


FINESTRELLA LASER 5 Vite di regolazione PORTATA
2 Vite di regolazione PORTATA ARIA DI PIROMETRO
BLOCCO FINESTRELLA LASER 6 Vite di regolazione PORTATA
3 Spia PORTATA FINESTRELLA-LASER FINESTRELLA-LASER

4.21
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Controllare la portata sulle indicazioni della portata.
I bordi superiori dei galleggianti devono combaciare con gli indicatori del
valore nominale di colore rosso.
Per i valori nominali, si prega di fare riferimento al Classificatore
macchinario, Fogli parametri.

Se la spia di indicazione della portata dell’aria di blocco della finestrella laser


devia dal valore nominale, si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

4. Regolare la portata:
ruotare la vite di regolazione fino a che i bordi superiori dei galleggianti
combacino con gli indicatori del valore nominale di colore rosso.
5. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.

4.22
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare e correggere ■ Le segnalazioni di portata e le viti di regolazione della fluidizzazione sono al-
le segnalazioni della por- loggiate dietro la copertura laterale sinistra del macchinario.
tata della fluidizzazione I valori scalari sono indicati in l/min (LPM = Liters per minute).

2
3
1

4
5

1 Interruttore a levetta ESERCIZIO 4 Vite di regolazione FLUIDIZZAZIONE


FLUIDIZZAZIONE CONTENITORE DI STOCCAGGIO DESTRO
2 Spia PORTATA 5 Vite di regolazione FLUIDIZZAZIONE
FLUIDIZZAZIONECONTENITORE DI CONTENITORE DI STOCCAGGIO SINISTRO
STOCCAGGIO SINISTRO
3 Spia PORTATA
FLUIDIZZAZIONECONTENITORE DI
STOCCAGGIO DESTRO

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Aprire la copertura laterale sinistra con la chiave del macchinario.
3. Posizionare l’interruttore a levetta FLUIDIZZAZIONE su FUNZIONAMENTO
CONTINUO.
4. Controllare la portata sulle indicazioni della portata.
I bordi superiori dei galleggianti devono combaciare con gli indicatori del
valore nominale di colore rosso.
Per i valori nominali, si prega di fare riferimento al Classificatore
macchinario, Fogli parametri.

4.23
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

5. Regolare la portata:
ruotare la vite di regolazione fino a che i bordi superiori dei galleggianti
combacino con gli indicatori del valore nominale di colore rosso.
6. Posizionare l’interruttore a levetta FLUIDIZZAZIONE su FUNZIONAMENTO
A FASI.
7. Chiudere la copertura laterale sinistra e bloccarla con la chiave del
macchinario.

Aspirare il vano dei ■ 1. Aprire lo sportello anteriore.


contenitori di raccolta Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
2. Scollegare il tubo flessibile per l’aria compressa della fluidizzazione.
3. Estrarre il contenitore di stoccaggio.

Pericolo di ferite!
Estraendo un contenitore di raccolta dal macchinario, si potrebbe cari-
care eccessivamente la schiena.
Sollevare un contenitore dal macchinario sempre in due.

4. Aspirare il vano dei contenitori di raccolta con l’aspirapolvere, dotato di


spazzola.

1 Vano contenitori di raccolta

4.24
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

5. Inserire il contenitore di stoccaggio nel macchinario.

Pericolo di ferite!
Inserendo un contenitore di stoccaggio nel macchinario, si potrebbe ca-
ricare eccessivamente la schiena.
Inserire un contenitore nel macchinario sempre in due.

Se durante l’inserimento si dovesse incontrare una certa resistenza:


controllare che il coperchio del contenitore di stoccaggio sia fissato corretta-
mente e che la guida sia pulita.

6. Inserire il tubo flessibile per l’aria compressa della fluidizzazione.


7. Ripetere le operazioni ai punti 2-6 per il secondo vano dei contenitori di
raccolta.
8. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.

Pulire l’applicatore ■

Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Pulire e controlla-


re l’applicatore e le lame dell’applicatore.

4.25
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare ed eventual- ■ La corretta regolazione dell’applicatore è di fondamentale importanza per


mente regolare la disposi- un’applicazione omogenea delle polveri. Un applicatore non correttamente re-
golato provoca spessori non omogenei degli strati e quindi potrebbe causare
zione dell’applicatore
l’interruzione del processo costruttivo.

Controllare quindi in modo particolare la regolazione e il posizionamento


dell’applicatore quando il processo costruttivo viene interrotto per la
presenza di pezzi strappati che si sono incastrati tra applicatore e telaio
intercambiabile,
si faccia riferimento alla voce Controllare la posizione dell’applicatore.

Controllare la posizione ■ È possibile controllare la posizione dell’applicatore sia con il software EOSTATE
dell’applicatore su un computer, sia sul macchinario.
➢ Con il software EOSTATE, modulo Quality Assurance (opzione) è inoltre
possibile visualizzare al termine del processo costruttivo le caratteristiche
qualitative dell’impostazione dell’applicatore, con una relazione job.
Se il risultato visualizzato su EOSTATE non rientra nel campo di tolleranza
si deve impostare nuovamente l’applicatore.
Si faccia riferimento alla voce Regolare l’applicatore.
➢ Sul macchinario, utilizzando nel software di processo la casella Impostazio-
ne applicatore della finestra principale PSW, è possibile controllare durante
o dopo il processo costruttivo la qualità dell’impostazione dell’applicatore.

Nel software di processo partire dal 37° strato di un processo costruttivo


vengono indicati i valori medi dell’energia di applicazione necessaria per ri-
scaldare lo strato di polveri applicato rispettivamente da destra e da sinistra.
La differenza dei valori medi viene indicata in %.

Controllare il valore di indicazione Dev. nella casella Impostazione


applicatore della finestra principale PSW:
• Valore di indicazione Dev. - cifra del < 2 %:
ottima impostazione dell’applicatore → non è richiesto nessun
intervento.
• Valore di indicazione Dev. - cifra 2 - 3 %:
buona impostazione dell’applicatore → se necessario regolare
l’applicatore.
Si faccia riferimento alla voce Regolare l’applicatore.
• Valore di indicazione Dev. - cifra > 3 %:
insufficiente impostazione dell’applicatore → regolare l’applicatore.
Si faccia riferimento alla voce Regolare l’applicatore.

4.26
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Regolare l’applicatore ■ 1. Riscaldare il macchinario.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Riscaldare
automaticamente il macchinario, Riscaldare manualmente il macchinario.
2. Caricare il job con 10 mm di strati vuoti (senza pezzi).
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Caricare un job.

Prevedere 10 mm di spazio per strati vuoti all’inizio del job, per poter con-
trollare l’impostazione dell’applicatore.

3. Avviare il processo costruttivo.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Avviare il
processo costruttivo.
4. Applicare 50 strati vuoti.
5. Leggere il valore di indicazione Dev. nella casella Impostazione applicatore
della finestra principale PSW.

Se il valore non rientra nel campo di tolleranza effettuare una nuova im-
postazione dell’applicatore, in quanto in caso contrario si potrebbero
presentare problemi a livello di qualità dei pezzi.

6. Se il valore non rientra nel campo di tolleranza, interrompere il processo


costruttivo.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Interrompere il
processo costruttivo.
7. Regolare l’applicatore:
• Selezionare nel menu Processo l’opzione Imposta….
Apparirà la finestra Imposta.
• Portare l’applicatore al centro del campo di lavoro:
fare clic sul pulsante Posizione centrale dell’applicatore.
• Aprire lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Aprire lo
sportello anteriore.
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.

4.27
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

• Aprire lo sportello della camera di processo.

Pericolo di ustioni!
A macchinario in temperatura le superfici all’interno della camera di
processo e le superfici dell’applicatore raggiungono temperature elevate.
Indossare guanti Kevlar con protezione per il braccio.

• Far scorrere in avanti la copertura per la manutenzione


dell'applicatore.

1 Utensile di regolazione 3 Copertura per la manutenzione


2 Apertura per la regolazione 4 Lamiera di copertura

• Eventualmente aspirare con l’aspirapolvere l’apertura di regolazione.


• Inserire nell’apertura di regolazione l’utensile di regolazione.
L’utensile di regolazione deve far presa sulla vite di regolazione.

La vite di regolazione è dotata di un nasello ben evidente.

4.28
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

• La deviazione indicata nella casella Impostazione applicatore della


finestra principale PSW viene corretta ruotando l’utensile di
regolazione.

➢ Valore di indicazione Dev. < 0, indicazione /:


l’applicatore è distorto in senso orario
→ ruotare in senso antiorario l’utensile di regolazione.
➢ Valore di indicazione Dev. > 0, indicazione \:
l’applicatore è distorto in senso antiorario
→ ruotare in senso orario l’utensile di regolazione.
➢ Uno scatto corrisponde ad uno spostamento dell’2 % del valore di indi-
cazione nella casella Impostazione applicatore della finestra principale
PSW con 0,12 mm di spessore dello strato.

• Reinserire la copertura per la manutenzione sull’applicatore.


8. Chiudere lo sportello della camera di processo.
9. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.
10. Portare l’applicatore alla posizione sinistra di carico:
fare clic sul pulsante Posizione sinistra di carico.
11. Apparirà la finestra Imposta.
12. Avviare nuovamente il job.
13. Applicare nuovamente 50 strati vuoti.
14. Leggere il valore di indicazione Dev. nella casella Impostazione applicatore
della finestra principale PSW.
Se il valore di indicazione Dev. dopo 50 strati vuoti non rientra nel campo
di tolleranza, ripetere la regolazione dell’applicatore.

4.29
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Sostituire le guarnizioni ■ 1. Smontare e pulire la cassetta lame.


della cassetta lame Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Smontaggio
della cassetta lame dell’applicatore.
dell’applicatore
2. Smontare le viti a testa incassata sul bordo superiore della cassetta lame.

1 Vite a testa incassata 3 Guarnizioni


2 Barrette 4 Superficie di appoggio

3. Asportare le quattro barrette e le relative guarnizioni.


4. Pulire le superfici di appoggio della cassetta lame.
5. Posare nuove guarnizioni sulle superfici di appoggio della cassetta lame e
montarle con le barrette.

Serrare le viti in modo omogeneo procedendo passo a passo.

6. Inserire la cassetta lame.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Montaggio
della cassetta lame dell’applicatore.

4.30
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare la distanza ■ L’applicatore, durante il percorso verso le posizioni di carico, non deve toccare
dell’applicatore rispetto al il piano di costruzione.
piano di costruzione

Se l’applicatore tocca il piano di costruzione, le lame dell’applicatore si


usurano troppo rapidamente. Inoltre il processo costruttivo potrebbe ve-
nir interrotto. In tal caso si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

1. Terminare il processo costruttivo.


2. Selezionare nel menu Processo l’opzione Imposta….
Apparirà la finestra Imposta.

3. Portare l’applicatore alla posizione sinistra di carico:


fare clic sul pulsante Posizione sinistra di carico.

4. Portare l’applicatore alla posizione sinistra di misura:


Inserire nella casella Dosatore il valore 90 utilizzando il campo
d’immissione Corsa passo a passo, quindi fare clic sul pulsante Corsa
passo a passo a sinistra / a destra.
5. Aprire lo sportello anteriore.
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
6. Aprire lo sportello della camera di processo.

Pericolo di ustioni!
A macchinario in temperatura le superfici dell’applicatore e all’interno
della camera di processo raggiungono temperature elevate.
Indossare guanti Kevlar con protezione per il braccio.

Pericolo di ferite da taglio!


Le lame dell’applicatore sono estremamente taglienti.
Indossare guanti protettivi resistenti ai tagli.

4.31
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

7. Misurare la distanza tra la lama destra dell’applicatore e il campo di


costruzione su tutta la lunghezza della lama dell’applicatore con un nuovo
spessimetro.

Se la distanze è inferiore a 0,4 mm, si prega di rivolgersi alla hotline del-


la EOS.

1 Distanza tra lama dell’applicatore e piano di costruzione

8. Chiudere lo sportello della camera di processo.


9. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.
10. Ripetere i punti 3 - 9 per la lama sinistra dell’applicatore.

4.32
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Determinare, controllare, ■ Per determinare la temperatura di costruzione, si ricava dapprima la tempera-


regolare la temperatura di tura "non curl", vale a dire la temperatura di costruzione minima possibile, co-
me valore di base, utilizzando un job della temperatura definito dalla EOS.
costruzione
Dopo aver determinato la temperatura non curl, la procedura si differenzia a se-
conda dell'uso dei record di parametri PPP o OEP:
➢ se si utilizzano record di parametri PPP:
dopo aver determinato la temperatura non curl si definisce la temperatura
di costruzione PPP con un test del pezzo e un file di valutazione.
➢ se si utilizzano record di parametri OEP:
dopo aver determinato la temperatura non curl si definisce la temperatura
di costruzione aggiungendo al valore della temperatura non curl un valore
specifico per il materiale.

Come ricavare la temperatura ■


non-curl

➢ L'esempio riportato a seguito per determinare la temperatura non curl si


applica al materiale PA 2200 con spessore dello strato di 0,12 mm.
➢ Per ricavare la temperatura di costruzione si prega di tener conto delle
Segnalazioni applicative della polvere plastica utilizzata.

1. Caricare un default-job EOS del materiale.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Caricare un
default-job EOS.
2. Dalla directory …\EOS\PSW\<PSW Version>\P396\Service caricare il job di
temperatura TemperatureCheck_P3_120_<Version>.eosjob.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Caricare un job.
3. Riscaldare automaticamente il macchinario a una temperatura di circa
10 °C inferiore della temperatura per la camera di processo impostata nel
PSW:
• Selezionare nel menu Opzioni l’opzione HWI….
Apparirà la finestra Parametri HWI.
• Immettere nella casella Temperature nominali il valore calcolato per la
camera di processo e confermare con OK.
• Avviare il processo costruttivo:
Selezionare nel menu Processo l'opzione Avvia .
Apparirà la finestra Parametri di riscaldamento.

4.33
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

- Con macchinario freddo:


Selezionare nel campo Periodo minimo di riscaldamento il valore
120 min e confermare con OK.
- A macchinario riscaldato:
Selezionare nel campo Periodo minimo di riscaldamento un valore
e confermare con OK.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6,
Riscaldare automaticamente il macchinario.

La durata del periodo di riscaldamento dipende dalla deviazione della tempe-


ratura attuale della camera di processo rispetto alla temperatura nominale
indicata.

Prima dell'esposizione delle croci saranno applicati 40 strati a vuoto con


un'altezza complessiva di 6 mm.

4. Interrompere il processo costruttivo dopo l'esposizione del primo strato


dove si effettua l'esposizione delle croci di test.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Interrompere il
processo costruttivo.
5. Controllare se le croci di test presentano curvature (curl) attraverso la
finestra della camera di processo:
tutte le croci di test devono curvarsi.

La curvatura si lascia identificare dall'ombra proiettata dalla croci di test il-


luminandole con una lampadina tascabile attraverso la finestra della camera
di processo.

4.34
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

1 3
2 2

1 Croce di test diritta con temperatura di 3 Croce di test curvata con temperatura di
costruzione ottimale costruzione insufficiente
2 Letto delle polveri

• Aprire lo sportello anteriore e lo sportello della camera di processo.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Aprire lo
sportello anteriore.
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.

Pericolo di ustioni!
A macchinario in temperatura le superfici dell’applicatore e all’interno
della camera di processo raggiungono temperature elevate.
Indossare guanti Kevlar con protezione per il braccio.


Asportare dal campo di lavoro le parti curvate utilizzando utensili
adatti, ad es. una pinzetta.
• Aprire lo sportello della camera di processo e lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.
• Riempire i vuoti nel letto delle polveri plastiche:
dosare manualmente sufficiente polvere plastica.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Applicare
manualmente lo strato di fondo di polveri.
6. Come ricavare la temperatura non curl:
• Aumentare la temperatura nella camera di processo:
- Selezionare nel menu Opzioni l’opzione HWI….
Apparirà la finestra Parametri HWI.
- Nella casella Temperature nominali aumentare la temperatura della
camera di processo di 1 °C e confermare l’immissione con OK.

4.35
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

• Assegnare alle croci di test del primo gruppo già esposto (10 strati) la
modalità di esposizione No_Exposure nella finestra Parametri job e
confermare con Accetta.
• Proseguire il processo costruttivo:
Selezionare nel menu Processo l’opzione Prosegui.
Il processo costruttivo continuerà con il prossimo strato da stratificare
o da sottoporre ad esposizione.
• Controllare la curvatura del gruppo delle prossime croci di test, sia
dopo l'esposizione del primo strato, sia dopo i successivi 9 strati.

➢ Se ancora tutte le croci di test si curvano, aumentare la temperatura di


2 °C.
➢ Se poche croci di test si curvano, aumentare la temperatura di 1 °C.

• Quando le croci di test si curvano, ripetere la regolazione fino a che


nessuna croce di test si curva.

➢ Non appena nessuna croce di test risulta curva si è ricavata la tempera-


tura di non curl.
➢ Se, nonostante l'aumento graduale di al massimo 3 °C complessivi, si cur-
va la stessa e lo stesse croce/croci di test, rivolgersi alla hotline della EOS.

7. Interrompere il processo costruttivo.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Interrompere il
processo costruttivo.
8. Determinare, controllare, regolare la temperatura di costruzione:
• se si utilizzano record di parametri PPP:
Determinare, controllare, regolare la temperatura di costruzione PPP.
Si faccia riferimento alla voce Determinare, controllare, regolare la
temperatura di costruzione PPP.
• se si utilizzano record di parametri OEP:
Nel menu Opzioni, HWI nella casella Temperature nominali, inserire il
valore per la temperatura della camera di processo.

4.36
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Temperatura della camera di processo = Temperatur di non curl +


valore legato al materiale in °C.

Si prega di tener conto dei valori legati ai materiali per i singoli materiali uti-
lizzati, come indicati nelle relative Segnalazioni applicative.
Se non si dispone di nessun valore specifico legato al materiale, la tempera-
tura non curl ricavata funge da valore di base.

Determinare, controllare, ■
regolare la temperatura di
costruzione PPP

Per ricavare la temperatura di costruzione PPP devono essere soddisfatti i se-


guenti requisiti:
➢ Il macchinario utilizzati deve rispondere alle condizioni di installazione,
nel rispetto degli interventi dello schema di manutenzione da parte
dell'assistenza EOS.
➢ Deve essere disponibile l'accesso all'EOS Online Training Center per otte-
nere il file di valutazionem i video di allenamento e ulteriori informazioni
necessarie per come ricavare la temperatura di costruzione PPP.
Per la registrazione all'EOS Online Training Center, inviare semplicemente
una e-mail all'indirizzo training@eos.info indicando:
- Nome, cognome
- Ditta
- Indirizzo e-mail
- Nome del corso, data e trainer del training base effettuato.
➢ Requisiti di sistema:
Vedasi EOS Online Training Center, Corso Determinare la temperatura di
costruzione sui sistemi EOS P .
➢ Requisiti di processo:
Per ricavare ex novo la temperatura di costruzione PPP si deve aver rica-
vato la temperatura non curl come valore base.
Si faccia riferimento alla voce Come ricavare la temperatura non-curl.

4.37
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

1. Aprire o memorizzare il filespecifico della macchina per la valutazione,


ricavato dall'EOS Online Training Center.
2. Aprire il menu Opzioni, HWI… del PSW.

Il metodo qui descritto per determinare la temperatura di costruzione PPP si


riferisce al materiale PA 2200 con spessore di strato di 0,12 mm.

3. Cliccare il pulsante Carica default-job della EOS... e dalla directory


…\EOS\PSW\<PSW Version>\P396\Config\EOS_DefaultJobs\PA2200carica
re
il job TempSearch_120_<Version>.eosjob.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Caricare un de-
fault-job EOS.
4. Nella finestra Parametri HWI del PSW controllare ed eventualmente
modificare i seguenti valori:
• Nella casella Scala dipendente dal materiale, nel campo X e Y deve
essere riportato il valore 0.
• Nel campo Traslaz. del raggio deve trovarsi il valore 0,33.
• Nella casella Temperature nominali, nel campo Camera di processo,
inserire il valore della tempertura di base per ricavare la temperatura
di costruzione PPP nel PSW.

➢ Se si ricava ex novo la temperatura di costruzione PPP:


Si ricava la temperatura di avvio dal file di valutazione, scheda Start tem-
perature.
➢ Se si controlla la temperatura di costruzione PPP:
Temperatura di base = temperatura di costruzione attuale.

5. Confermare l'immissione con Applica e chiudere la finestra con OK.


6. Eventualmente attivare le periferiche di processo.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Attivazione
delle periferiche di processo.
7. Avviare il processo costruttivo.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Avviare il
processo costruttivo.

4.38
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

8. Al termine del job, aprire il file di valutazione dall'EOS Online Training


Center ed effettuare le seguenti operazioni per ricavare la temperatura di
costruzione PPP:
• Lasciar raffreddare il job ed estrarlo come descritto nelle istruzioni.
• Effettuare i test e immettere i valori nella relativa scheda.
9. Trasmettere e documentare la temperatura di costruzione PPP:
• Inserire le temperature di costruzione PPP ricavate nella finestra
Parametri HWI del PSW:
- Dalla scheda Test results del file di valutazione ricavare la
temperatura di costruzione PPP e immetterla nella casella
Temperature nominali, campo Camera di processo del job di
default EOS utilizzato.
- Confermare l'immissione con Applica e chiudere la finestra con OK.
- Immettere e memorizzare nel relativo default job le temperature di
costruzione PPP per tutti gli altri spessori di strato utilizzati.
• Inserire le temperature di costruzione PPP ricavate nel software
EOSTATE, modulo Feedback Form.
Si faccia riferimento al maniuale di formazione Training base P 396,
capitolo 8, Documentare il processo costruttivo con EOSTATE - Mettere
a verbale la temperatura di costruzione.

4.39
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Pulizia del nastro ■


trasportatore

1 1

1 Nastro trasportatore

1. Selezionare nel menu Processo l’opzione Imposta….


Apparirà la finestra Imposta.

2. Portare l’applicatore alla posizione sinistra di carico:


fare clic sul pulsante Posizione sinistra di carico.
3. Aprire lo sportello anteriore.
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
4. Aprire lo sportello della camera di processo.

Pericolo di ustioni!
A macchinario in temperatura le superfici dell’applicatore, del nastro
trasportatore e l’interno della camera di processo raggiungono tempera-
ture elevate.
Indossare guanti Kevlar con protezione per il braccio.

5. Inumidire un panno per la pulizia con etanolo al 96% (non denaturato).


6. Pulire il nastro trasportatore spostandosi in direzione dell’applicatore e da
destra a sinistra.
7. Chiudere lo sportello della camera di processo.
8. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.

4.40
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

9. Portare l’applicatore alla posizione destra di carico:


Fare clic sul pulsante Posizione destra di carico.
10. Aprire lo sportello anteriore.
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
11. Aprire lo sportello della camera di processo.
12. Pulire il nastro trasportatore spostandosi in direzione dell’applicatore e da
sinistra a destra.
13. Chiudere lo sportello della camera di processo.
14. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.

Pulire le superfici delle ■ Per poter controllare al meglio il processo costruttivo, si consiglia di pulire set-
finestre timanalmente le seguenti superfici per il controllo a vista:
➢ il lato verso la camera di processo del vetro doppio dello sportello della ca-
mera di processo
➢ le coperture in vetro dell’illuminazione della camera di processo
➢ la lastra esterna dello sportello anteriore in policarbonato.
Come detergente per le superfici in vetro ed in policarbonato EOS consiglia di
utilizzare un comune detergente per vetro adatto anche a superfici in materiale
plastico.

Pericolo di ustioni!
A macchinario in temperatura le superfici interne della camera di pro-
cesso raggiungono temperature elevate.
Indossare guanti Kevlar con protezione per il braccio.

Non pulire assolutamente la lastra esterna dello sportello anteriore in


policarbonato utilizzando un detergente aggressivo, in quanto rendereb-
be la lastra opaca.

Qualora il vetro doppio e le coperture in vetro dell’illuminazione della camera


di processo siano particolarmente sporchi, si può utilizzare un detergente al-
colico o con agenti tensioattivi.

4.41
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare il nastro di ■ Il nastro di protezione chiude la fessura sulla parete posteriore del telaio inter-
protezione nel telaio cambiabile e impedisce pertanto la fuoriuscita delle polveri plastiche dal telaio
intercambiabile stesso durante la discesa della piattaforma modulare.
intercambiabile
1. Controllare, prima di ogni processo costruttivo, che il nastro di protezione
nel telaio intercambiabile sia alloggiato correttamente.

Il nastro di protezione deve risultare teso e chiudere a tenuta la fessura del


telaio intercambiabile. In caso di difetti del nastro di protezione, si prega di
rivolgersi alla hotline della EOS.

Sostituire la guarnizione ■ La guarnizione del telaio intercambiabile impedisce che le polveri plastiche
del telaio intercambiabile possano infiltrarsi tra il piano di costruzione e il telaio intercambiabile all’in-
terno della camera di estrazione. La guarnizione del telaio intercambiabile è in-
serita in un incavo a tutto perimetro al di sotto del piano di costruzione.
1. Allentare ed asportare la guarnizione del telaio intercambiabile.
2. Pulire l’incavo per la guarnizione.
3. Tagliare a giunzione la nuova guarnizione per il telaio intercambiabile.

Assicurarsi che la guarnizione per il telaio intercambiabile sia sufficiente-


mente lunga, in modo da non sottoporla a trazione dopo l’inserimento. Ciò
potrebbe aprire il punto di giunzione e quindi la guarnizione per il telaio po-
trebbe fuoriuscire dagli angoli dell’incavo.

4. Inserire la guarnizione del telaio intercambiabile.

Inserire la guarnizione del telaio intercambiabile in modo che il punto di


giunzione sia posizionato al centro di uno dei lati del campo di lavoro.

4.42
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Pulire lo sfiato della ■ Durante il processo costruttivo l’azione dei dispositivi soffianti dell’ottica e del
camera di processo pirometro convoglia nella camera di processo dell’azoto. Per evitare il fenome-
no di pressurizzazione, le pareti posteriori dei vani dei contenitori di trabocco
sono dotate di aperture di sfiato.
1. Aprire gli sportelli frontali
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
2. Estrarre il contenitore di trabocco dal macchinario.
3. Posizionare il tubo dell’aspirapolvere sulle aperture di sfiato e aspirare gli
sfiati.

Controllare il feltro fil- ■ Il ventilatore della testa di deflessione laser è posizionato sul lato sinistro del
trante del dispositivo di macchinario.
aerazione della testa di
deflessione laser

Un feltro filtrante sporco del dispositivo di aerazione della testa di


deflessione laser potrebbe causare un surriscaldamento della testa di
deflessione laser.

1. Togliere la griglia di copertura del ventilatore.


2. Estrarre il feltro, controllare l’eventuale presenza di sporcizia sul feltro
filtrante, se necessario sostituire il feltro.
3. Inserire sul ventilatore la griglia di copertura.

4.43
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare il funziona- ■ Il presente test controlla lo scatto del circuito di sicurezza all’apertura dello
mento del circuito di sicu- sportello frontale. Allo scatto dello circuito di sicurezza lo shutter nella cella ot-
tica blocca il raggio laser e impedisce che i raggi laser entrino nella camera di
rezza
processo.

Assicurarsi che l’applicatore non possa scontrarsi con la piattaforma mo-


dulare.

1. Selezionare nel menu Processo l’opzione Imposta….


Apparirà la finestra Imposta.
2. Impostare una velocità ridotta per l’applicatore:
Immettere nella casella Applicatore il valore 15 nel campo d’immissione
Velocità.
3. Portare l’applicatore alla posizione sinistra di carico:
fare clic sul pulsante Posizione sinistra di carico.

4. Spostamento dell’applicatore:
Inserire nella casella Dosatore il valore 400 utilizzando il campo
d’immissione Corsa passo a passo, quindi fare clic sul pulsante Corsa
passo a passo a sinistra / a destra.
5. Dopo ca. 200 mm di corsa aprire lo sportello anteriore.
Il movimento di corsa dell’applicatore dovrebbe interrompersi
immediatamente.
Una segnalazione di errore deve apparire sullo schermo.

➢ Se il movimento di corsa dell’applicatore non si interrompe immedia-


tamente e non compare nessuna segnalazione di errore, consultare la
hotline della EOS.
➢ Se l’applicatore si lascia spostare prima di aver chiuso lo sportello
frontale e di aver confermato la segnalazione di errore, consultare la
hotline della EOS.

6. Chiudere lo sportello anteriore.


Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.
7. Confermare la segnalazione di errore con OK.

4.44
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare il funziona- ■ Si deve controllare il funzionamento dei seguenti comandi:


mento dell’arresto ➢ Interruttore per l’ARRESTO D’EMERGENZA sul terminale di controllo
d’emergenza ➢ Interruttore per l’ARRESTO D'EMERGENZA sullo sportello della camera di
processo
➢ Interruttore per l’ARRESTO D’EMERGENZA sul quadro elettrico.

Assicurarsi che l’applicatore non possa scontrarsi con la piattaforma mo-


dulare.

1. Selezionare nel menu Processo l’opzione Imposta….


Apparirà la finestra Imposta.
2. Impostare una velocità ridotta per l’applicatore:
Immettere nella casella Applicatore il valore 15 nel campo d’immissione
Velocità.
3. Portare l’applicatore alla posizione sinistra di carico:
fare clic sul pulsante Posizione sinistra di carico.

4. Spostamento dell’applicatore:
Inserire nella casella Dosatore il valore 400 utilizzando il campo
d’immissione Corsa passo a passo, quindi fare clic sul pulsante Corsa
passo a passo a sinistra / a destra.
5. Dopo ca. 200 mm di corsa premere l’interruttore ARRESTO D’EMERGENZA
sul terminale di controllo.
Il movimento di corsa dell’applicatore dovrebbe interrompersi
immediatamente.
Sullo schermo apparirà una segnalazione.

Pericolo di danni alle persone!


Se il movimento di corsa dell’applicatore non si interrompe immediata-
mente, spegnere il sistema, si faccia riferimento al manuale Utilizzo, ca-
pitolo 6, Arrestare il sistema e consultare la hotline della EOS.

6. Sbloccare l’interruttore per l’ARRESTO D’EMERGENZA sul terminale di


controllo.
7. Premere l’interruttore DISATTIVARE ARRESTO D’EMERGENZA sul terminale
di controllo.

4.45
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

8. Confermare il messaggio con OK.


9. Nella finestra Descrizione errori PLC fare clic sul pulsante Cancellare
errore PLC.
10. Ripetere i punti 3 - 9 per il pulsante per l’ARRESTO D’EMERGENZA sullo
sportello della camera di processo.
11. Ripetere i punti 3 - 9 con il pulsante ARRESTO D’EMERGENZA sul quadro
elettrico.

Controllare il funziona- ■
mento dell’interruttore
principale

Spegnendo l’INTERRUTTORE PRINCIPALE del macchinario, si toglie ten-


sione al macchinario. Tutti i dati non salvati saranno persi.
Prima di iniziare il test, salvare sul calcolatore di processo tutti i dati non
ancora memorizzati.

1. Chiudere il software di processo:


selezionare nel menu File l’opzione Chiudi.
2. Chiudere Windows.
3. Disinserire l’INTERRUTTORE PRINCIPALE.
4. Controllare se
• si spegne l’illuminazione della camera di processo
• si spegne il ventilatore dell’aerazione della testa di deflessione laser
• si ode un rumore battente quando lo shutter cade sul percorso del
raggio laser.

Tensione elettrica pericolosa!


Se i criteri di controllo non vengono soddisfatti, significa che l’INTER-
RUTTORE PRINCIPALE non funziona.
Se l’INTERRUTTORE PRINCIPALE non è funzionante:
➢ Estrarre dalla presa la spina del macchinario.
➢ Si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

4.46
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Controllare la memoria ■ Per assicurare un rendimento ottimale del sistema si devono avere almeno
libera del disco rigido del 100 MB liberi di memoria.
calcolatore di processo

Il controllo è una funzione Windows-, si faccia riferimento alla documenta-


zione Windows.

Deframmentazione del di- ■ Durante la deframmentazione i frammenti di file dispersi nel disco rigido (clu-
sco rigido del calcolatore ster) verranno assemblati e ordinati come file contigui.
di processo In seguito si potranno cancellare tali file oppure eventualmente utilizzarli per
la ricostruzione di file persi.
L’esecuzione della deframmentazione aumenta notevolmente la velocità del
calcolatore.

➢ Prima della deframmentazione si consiglia di eseguire un backup dei


dati.
➢ Prima della deframmentazione si consiglia di eseguire uno scandisk
(controllo di eventuali errori di allocazione sul disco rigido).
➢ Durante la deframmentazione non si dovranno avviare altre applica-
zioni, in quanto si interromperebbe la deframmentazione.

➢ La deframmentazione può durare diverse ore, in base alla capacità del di-
sco rigido e al numero di frammenti di file esistenti.
➢ Scandisk e deframmentazione sono funzioni Windows-, si faccia riferi-
mento alla documentazione Windows.

4.47
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

Riparazioni ■

Rischio di danni a persone o danni materiali!


➢ Solo il personale del servizio d’assistenza della EOS è autorizzato ad
eseguire i lavori di manutenzione che non sono riportati nel presente
manuale.
➢ Si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

Sostituire la lampada ■ 1 1
alogena dell’illuminazione
della camera di processo

1 Lampada della camera di processo

1. Arrestare il sistema.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Arrestare il
sistema.
2. Disinserire l’INTERRUTTORE PRINCIPALE.
3. Aprire lo sportello anteriore.
Sullo schermo apparirà una segnalazione di errore.
4. Aprire lo sportello della camera di processo.

Pericolo di ustioni!
A macchinario in temperatura i vetri protettivi dell’illuminazione della
camera di processo e l’interno della camera di processo raggiungono
temperature elevate.
Indossare guanti Kevlar con protezione per il braccio.

4.48
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

5. Svitare il vetro protettivo della lampada della camera di processo la cui


lampadina alogena è difettosa.

Pericolo di ferite da taglio!


I vetri protettici dell’illuminazione per la camera di processo potrebbero
scheggiarsi.
Indossare guanti protettivi resistenti ai tagli.

6. Estrarre dal portalampada la lampada alogena.


7. Estrarre la nuova lampada alogena dalla confezione protettiva utilizzando
un panno pulito e inserirla sul portalampada.
8. Pulire il vetro protettivo della lampada della camera di processo.
9. Avvitare il vetro protettivo della lampada della camera di processo.
10. Chiudere lo sportello della camera di processo.
11. Chiudere lo sportello anteriore.
Si prega di fare riferimento al manuale Utilizzo, capitolo 6, Chiudere lo
sportello anteriore.

4.49
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
4 Manutenzione straordinaria
EOS P 396

4.50
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
5 5 Pezzi di ricambio e materiale di consumo
5 Pezzi di ricambio e materiale di consumo
EOS P 396

Informazione ■ Pezzi di ricambio e materiale di consumo


importante

Per i pezzi di ricambio / soggetti ad usura e i materiali di consumo riportati


nella tabella a seguire, si prega di rivolgersi alla hotline della EOS.

Macchinario ■

Pezzi soggetti ad usura ■

Quantità Denominazione Nota N°. articolo

1 Guarnizione del telaio 2200-2433


intercambiabile
1 Kit di guarnizioni dell’applicatore 1201-7970
1 Lampada alogena della camera di 4051-0078
processo
1 Elemento filtro del filtro grezzo 9042-0053
1 elemento filtro del filtro a maglia 9042-0023
fine
BX 0,01 µm

5.1
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
5 Pezzi di ricambio e materiale di consumo
EOS P 396

Pezzi di ricambio ■

Quantità Denominazione Nota N°. articolo

1 Applicatore - cassetta lame I 300005736


(verde)
1 Applicatore - cassetta lame II 300005735
(blu)
1 Applicatore - cassetta lame III 300005734
(rosso)
1 Applicatore – lamiera di copertura 300004959
Applicatore – copertura per la
1 2200-2669
manutenzione
1 Lampada della camera di processo 4051-0097
Vetro protettivo con lampada
alogena
1 vetro protettivo della lampada 4051-0113
della camera di processo
1 Copertura pannello comandi 2200-2411
1 Feltro filtrante del dispositivo di 9042-0052
aerazione della testa di
deflessione laser
1 Mouse 7050-0143
1 Tastiera a membrana, layout DE 7050-0126
1 Tastiera a membrana, layout EN 7050-0129

Accessori ■

Quantità Denominazione Nota N°. articolo

1 Specchio per l’ispezione 65 x 40 mm 9080-0035


1 carta detergente ottica 1 confezione 9035-0019
1 Fluido detergente per componenti 500 ml 9035-0024
ottici
1 Acqua deionizzata 250 ml 9036-0014
1 Utensile di regolazione 1201-7960
applicatore

5.2
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
5 Pezzi di ricambio e materiale di consumo
EOS P 396

Processo costruttivo ■

Equipaggiamento ■
protettivo
Quantità Denominazione Nota N°. articolo

1 Maschera protettiva Polimask 230 9052-0006


1 filtro per particelle P3 Filtro di ricambio 9042-0006
per maschera
protettiva
1 Occhiali protettivi Opma 410 9052-0008
1 Guanti Kevlar con protezione per 9052-0042
il braccio
100 Guanti protettivi Nitra Tex, senza 9052-0035
talco

5.3
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
5 Pezzi di ricambio e materiale di consumo
EOS P 396

5.4
Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio • Situazione
EOS GmbH - Electro Optical Systems
Robert-Stirling-Ring 1
D-82152 Krailling / München
Telefono: +49 (0)89 / 893 36-0
Fax: +49 (0)89 / 893 36-285
Internet: www.eos.info
E-mail: info@eos.info

Traduzione delle istruzioni originali


Individuazione delle anomalie, manutenzione e pezzi di ricambio - EOS P 396
Numero di articolo: 9241-0213
Edizione: 03.16

 2016 EOS GmbH - Electro Optical Systems. Tutti i diritti riservati.