Sei sulla pagina 1di 2

Ludovica Santoni

Matricola: 721103
Facoltà di Diritto Civile
Marzo 2015

Il Parlamento

Il Parlamento rappresenta il potere legislativo italiano, si compone, a norma dell’articolo 55


Cost., della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica. Entrambe le Camere hanno un
mandato quinquennale, salvo scioglimento anticipato o proroga in caso di guerra.

La struttura parlamentare italiana prevede l’adozione del sistema bicamerale paritario, dotato
dunque di due assemblee parlamentari che godono degli stessi poteri.
Si definisce bicamerale quell'assetto organizzativo del Parlamento che demanda l'esercizio
della funzione legislativa a due diverse Camere. Tuttavia si distingue tra:
 bicameralismo perfetto, se ad entrambe le Camere sono attribuite medesime
competenze, poteri e funzioni e sono su un piano di piena uguaglianza;
 bicameralismo imperfetto, nell'ipotesi in cui le competenze siano diversificate.

Al bicameralismo si contrappone il modello monocamerale, che concentra tutto il potere


legislativo in un solo organo

La Camera dei deputati e il Senato. La Camera dei deputati è formata da 630 membri, il
Senato della Repubblica da 315 più i senatori a vita; il presidente della Repubblica può
nominare senatori a vita cinque cittadini che si sono distinti nel campo sociale, artistico e
letterario; inoltre sono designati senatori a vita dalla stessa Costituzione gli ex presidenti della
Repubblica.
Uno dei pochi elementi che differenziano la Camera dei deputati dal Senato della Repubblica è
dato dai requisiti per esercitare l'elettorato attivo e quello passivo. La Costituzione ha previsto
che alla Camera è sufficiente la maggiore età , mentre al Senato occorre aver superato il 25°
anno di età . Quanto all'elettorato passivo, non si può essere eletti senatori se non al
superamento dei 40 anni di età . Per essere eletto deputato, invece, occorre aver compiuto
almeno 25 anni.

Seduta comune. Nei casi previsti dalla Costituzione, il Parlamento si riunisce in seduta
comune. A norma dell’articolo 55 comma 2 della Costituzione, l'ipotesi sancita da questo
articolo è tassativa e non suscettibile di modifica.
Il Parlamento in seduta rappresenta un organo collegiale in quanto i membri che lo
compongono emettono decisioni che vengono imputate unitariamente all'organo nel suo
complesso. Il Parlamento si riunisce in seduta comune, cioè in un'unica assemblea:
 Per eleggere il presidente della Repubblica ( art. 83 cost.);
 Per accogliere il giuramento del presidente della Repubblica (art. 91 cost.);
 Per mettere in stato di accusa il presidente della Repubblica (art. 90 cost.);
 Per eleggere un terzo dei membri del Consiglio superiore della magistratura (art. 104
cost.) ;
 Per eleggere un terzo dei giudici ordinari della Corte costituzionale (art. 135 cost.);
Bibliografia:
- Diritto Costituzionale, T. Martines, Giuffrè Editore
- www.parlamento.it
- www.senato.it
- www.camera.it