Sei sulla pagina 1di 3

19

7. CADENZE
Le formule musicali più importanti che vengono usate per concludere un brano musicale,
una sua parte o una singola frase, sono le cadenze. Esse rappresentano i punti di respiro
della musica, rendono stabile la tonalità e coerente la struttura formale.

CADENZA AUTENTICA
La cadenza autentica (o perfetta) è costituita dalla successione V - I.

& ˙˙ ww
˙ w
?˙ w
V I

6
Una cadenza autentica che presenti due accordi preparatori in successione, come IV (6) - I 4
6
o II (6) - I 4 , avrà un forte carattere conclusivo.

˙ ˙ ˙˙ w ˙ ˙˙ ww
&˙ ˙ w & ˙ ˙˙
˙ ˙ ˙ w
?˙ ˙ ˙ ww ?˙ ˙ w
˙ ˙ ˙ ˙
6 6
IV I4 V I II I4 V I

CADENZA PLAGALE
La cadenza plagale è formata dalla successione IV - I.
A volte, alla fine di un brano in maggiore, nella cadenza plagale viene usata la
sottodominante minore.

& ˙˙ w
w & b ww ww
?˙ ww w w
? w
˙ w
IV I IV I
minore
20 Cadenze

CADENZA PICCARDA
Fin dal XV secolo si diffuse la convenzione di terminare un brano musicale in minore con
una triade maggiore. Questa conclusione viene definita cadenza piccarda.

& ˙˙ ˙˙ ˙˙ # ˙˙ ww

?˙ ˙ ˙ ˙ #w
˙ ˙
˙ ˙ w
I IV I V I
maggiore

CADENZA SOSPESA
Qualsiasi cadenza che termina sull'accordo di dominante viene definita cadenza sospesa.
Una composizione musicale non può terminare con una cadenza sospesa.

˙ ww
&˙ & ˙˙ ww
˙ ˙ w
?˙ ww ? ˙ w
I V IV V

CADENZA FRIGIA
La cadenza frigia è uno stilema barocco che consiste in una cadenza IV 6 - V nel modo
minore, alla fine di un movimento lento o di una introduzione. La definizione di cadenza
frigia deriva dal movimento di semitono nel basso, che si suppone sia un residuo della
cadenza II - I del XV secolo.

& ˙˙ # ww

? ˙˙ ww
IV 6 V

CADENZA D'INGANNO
La cadenza d'inganno è simile alla cadenza autentica (o perfetta), ma la tonica finale è
sostituita da qualche altro accordo. L'alternativa più frequente a V - I è V - VI.
Se alla fine di una frase in tono maggiore viene usata la triade maggiore del sesto grado
"abbassato" (ossia la triade del sesto grado del tono minore), nella risoluzione l'elemento
di sorpresa è particolarmente forte.
Cadenze 21
Un brano musicale non può terminare con una cadenza d'inganno.

& ˙˙ w & ˙˙ w
w bw
˙ w ˙ w
? ?
˙ w ˙ bw
V VI V VI
minore
CADENZA EVITATA
La cadenza prodotta dalla dominante seguita da una dominante di un'altra tonalità si dice
evitata.

& ˙˙ b ww
˙ w
? w
˙
DO: V FA: V 7

CADENZE IN BATTERE E CADENZE IN LEVARE


Possiamo definire cadenza in battere una formula cadenzale il cui ultimo accordo sia sul
primo tempo della battuta. Una cadenza la cui successione ritmica dei due accordi finali sia
forte-debole può essere definita cadenza in levare.

& ˙˙ w
w
˙
& ˙ ˙
˙
?˙ ww ? ˙ ˙˙
˙ ˙
V I V I

CADENZA AUTENTICA PERFETTA E CADENZA AUTENTICA IMPERFETTA


La disposizione conclusiva, con gli accordi di dominante e di tonica in stato fondamentale
e la tonica finale affidata al soprano, viene definita cadenza autentica perfetta, mentre
tutte le altre forme di cadenza autentica si definiscono imperfette (cioè meno conclusive).

autentica perfetta autentica imperfetta autentica imperfetta

& ˙˙ w & ˙˙ & ˙˙ ww


w ww
?˙ ww ? ˙˙ ww ? ˙˙ ww
˙
V I V6 I V I6