Sei sulla pagina 1di 2

17

6. L'ACCORDO DI QUARTA E SESTA

Una triade in secondo rivolto, in cui compare la quinta al basso, viene definita accordo di
quarta e sesta, a causa degli intervalli tra il basso e le voci superiori.

ww
? www 6ª
w 4ª

6
I I4

LA QUARTA E SESTA DI CADENZA


Il più comune tra gli accordi di quarta e sesta è quello di tonica, che precede l'accordo di
dominante nelle cadenze; viene chiamato, appunto, quarta e sesta di cadenza. A quattro
parti si raddoppia la nota del basso, cioè la quinta.
6
Il I 4 di cadenza, con la sua risoluzione sull'accordo di dominante, è posto sul tempo forte
della battuta.
6
il I 4 è preceduto dal II (II 6 ) o dal IV (IV 6 ).

˙ ˙ ˙ ˙
&˙ w & ˙ w˙ ˙

˙ ˙ ˙ ˙ ˙ ˙
? ? ˙ w
˙ w
6 6
IV I4 V II I4 V

LA QUARTA E SESTA DI VOLTA


Se la fondamentale di un accordo resta ferma mentre la terza e la quinta salgono di grado
e ridiscendono subito, si forma un accordo di quarta e sesta. Questo tipo di accordo si
differenzia rispetto alla quarta e sesta di cadenza per il fatto di essere collocato sul tempo
debole della battuta.

w ˙ w
& ˙˙ ˙˙ ww & ˙ w
˙ ˙ w
? ww w
w ? w w
6 6
I IV 4 I V I4 V
18 L'accordo di quarta e sesta

LA QUARTA E SESTA DI PASSAGGIO


Fra l'accordo allo stato fondamentale e l'accordo di sesta dello stesso grado (e viceversa)
può trovarsi un accordo di quarta e sesta di passaggio. É preferibile collocare l'accordo di
quarta e sesta sul secondo tempo della battuta binaria.
In questa successione armonica il basso ascende (o discende) di grado, una voce superiore
procede per moto retrogrado rispetto al basso, l'altra tiene il suono comune tra i tre
accordi, e la terza (che raddoppia la fondamentale del primo accordo) prima scende, poi
risale di grado.

˙˙ w
& ˙˙ ˙˙ ww & ˙˙ w
˙ ˙ w ˙ ˙ w
?˙ ˙ w ? ˙ ˙ w
6 6
I V4 I6 I6 V4 I

˙ ˙ w
&˙ ˙ w & ˙˙ ˙
˙
ww

?˙ ˙ w ? ˙ ˙ w
˙ ˙ w ˙ ˙ w
6 6
IV I4 IV 6 IV 6 I4 IV